Vi ringraziamo per la fiducia accordataci

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vi ringraziamo per la fiducia accordataci"

Transcript

1 Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi dedicare con maggiore tranquillità agli impegni lavorativi assunti permettendoci di svolgere l'attività di consulenti godendo di un rinnovato prestigio e di una accresciuta affidabilità Vi ringraziamo per la fiducia accordataci

2 La Responsabilità Civile e Penale degli Amministratori si può manifestare, a titolo esemplificativo, attraverso alcune aree di rischio: Relazioni con gli Azionisti e la Società Sia gli Azionisti / Soci che la Società possono avanzare nei confronti degli Amministratori richieste di risarcimento per danni derivanti da "MALAGESTIO" (cattiva amministrazione del patrimonio societario) oppure da violazioni di leggi, regolamenti o statuto. Relazioni Commerciali e con i Terzi in genere Rapporti con la Clientela e con i Fornitori Commercio e concorrenza nazionale ed internazionale Concorrenza sleale, violazioni di norme antitrust Marchi e brevetti Pubbliche Relazioni Rilascio di delicati comunicati stampa e dichiarazioni pubbliche in relazione all'andamento economico e patrimoniale dell'impresa che possono causare richieste di risarcimento per danni Violazioni di norme sulla pubblicità

3 Rilascio di dichiarazioni in genere che possono causare richieste di risarcimento per danni Attività di Fusioni e Acquisizioni di Aziende Rispetto delle normative pubbliche Leggi e regolamenti nazionali ed internazionali Normative in relazione allo smaltimento di sotanze inquinanti o nocive Indebita percezione di erogazioni pubbliche Raccolta di Capitali di Investimento attraverso offerte pubbliche di Titoli a livello Mondiale Quotazione delle Aziende sui Mercati regolamentati Emissione di ADRs (American Depositary Receipts) Relazioni con i Dipendenti Violazione di norme relative alla sicurezza nell'ambiente di lavoro Gestione del Capitale Rischi di Insolvenza e di Liquidazione Mobbing, discriminazioni, licenziamenti ingiustificati Violazioni di Accordi Sindacali Violazioni della Legge sulla Privacy

4 I terzi che possono vanzare richieste di risarcimento agli Amministratori per Danni Patrimoniali possono essere: Interni: Società, Dipendenti, Azionisti e Soci Esterni: Clienti, Fornitori, Istituti di Credito, Investitori, Soggetti Istituzionali (Stato, Pubblica Amministrazione), Concorrenti, Associazioni di Consumatori, ecc. In Italia, la Responsabilità Civile degli Amministratori, dei Sindaci e dei Direttori Generali è regolata dai seguenti articoli del Codice Civile, recentemente integrati per recepire le modifiche introdotte dalla riforma del diritto societario bis 2394-bis 2394 Il novero dei Terzi Le leggi di riferimento Responsabilità verso la Società Azione Sociale di Responsabilità Azione Sociale di Responsabilità esercitata dai Soci Azione di Responsabilità nelle procedure Concorsuali Responsabilità verso i Creditori Sociali

5 bis 2407 Azione Individuale del Socio o del Terzo Responsabilità dei Direttori Generali Doveri del Collegio Sindacale Responsabilità dei Sindaci Per gli Amministratori che svolgono le loro funzioni anche all'estero le disposizioni di Responsabilità Civile sono regolate dalle legislazioni delle Nazioni in cui la Società si trova ad operare, dalle direttive dell'unione Europea, dalle normative Statunitensi e dei Paesi Anglosassoni in genere (common law) e di qualunque stato in cui la Società abbia investimenti produttivi e/o commerciali.

MASTERPLUS DIRECTORS AND OFFICERS LIABILITY

MASTERPLUS DIRECTORS AND OFFICERS LIABILITY MASTERPLUS DIRECTORS AND OFFICERS LIABILITY La polizza di responsabilità civile degli amministratori, sindaci e direttori generali di società non quotate ed enti senza scopo di lucro LE SCELTE GESTIONALI

Dettagli

POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE AMMINISTRATORI Caratteristiche, condizioni, modalità

POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE AMMINISTRATORI Caratteristiche, condizioni, modalità 1 Allegato 1 della circolare Tesseramento 2012-2013 POLIZZA RESPONSABILITÀ CIVILE AMMINISTRATORI Caratteristiche, condizioni, modalità Premessa Negli ultimi anni, con le evoluzioni delle specifiche normative

Dettagli

SITUAZIONE OPPORTUNITA'

SITUAZIONE OPPORTUNITA' Come tutelare Amministratori, Sindaci o Dirigenti (comunemente indicati come D&O : Directors & Officers) di società di capitali dalle richieste di risarcimento per danni derivanti dallo svolgimento dei

Dettagli

OFFERTA COPERTURE ASSICURATIVE IN REGIME DI CONVENZIONE PER

OFFERTA COPERTURE ASSICURATIVE IN REGIME DI CONVENZIONE PER OFFERTA COPERTURE ASSICURATIVE IN REGIME DI CONVENZIONE PER Ordine dei Dottori Commercialisti e Esperti Contabili di BARI Via Piccinni n.97, 70122 BARI Oggetto convenzione: Capitolo I - Responsabilità

Dettagli

PROCEDURA PER LA COMUNICAZIONE DELLE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE E OPERAZIONI SUL CAPITALE DELLA LEONE FILM GROUP S.P.A.

PROCEDURA PER LA COMUNICAZIONE DELLE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE E OPERAZIONI SUL CAPITALE DELLA LEONE FILM GROUP S.P.A. PROCEDURA PER LA COMUNICAZIONE DELLE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE E OPERAZIONI SUL CAPITALE DELLA LEONE FILM GROUP S.P.A. In applicazione del combinato disposto degli articoli 11, 17 e 31 del Regolamento

Dettagli

DUAL Corporate Protection

DUAL Corporate Protection PROPOSTA DI ASCURAZIONE Polizza di responsabilità civile per la Società e il suo Management. DI COSA TRATTA E una polizza di responsabilità civile che tutela la Societa' Contraente, le sue Controllate

Dettagli

Assicurazione della Responsabilità Civile degli Amministratori, dei Sindaci e dei Direttori Generali

Assicurazione della Responsabilità Civile degli Amministratori, dei Sindaci e dei Direttori Generali Assicurazione della Responsabilità Civile degli Amministratori, dei Sindaci e dei Direttori Generali Agenda 1. Chubb 2. Mercato della D&O in Europa e in Italia 3. Diffusione della Polizza D&O in Italia

Dettagli

GM - Gavanelli Broker S.r.l. Consulenza Assicurativa

GM - Gavanelli Broker S.r.l. Consulenza Assicurativa GM - Gavanelli Broker S.r.l. Consulenza Assicurativa Il Broker Il Broker è un intermediario che agisce su incarico del cliente senza poteri di rappresentanza di Imprese di Assicurazione (Cod. Ass. Art.

Dettagli

Codice di condotta (Code of Conduct) 22 maggio 2013

Codice di condotta (Code of Conduct) 22 maggio 2013 Codice di condotta (Code of Conduct) 22 maggio 2013 SCOPO DEL CODICE DI CONDOTTA Il Codice di condotta (Code of Conduct) fissa linee guida per l'attività internazionale di tutti i collaboratori 1 di AFG

Dettagli

CODICE ETICO CEMENTIROSSI S.P.A.

CODICE ETICO CEMENTIROSSI S.P.A. CODICE ETICO CEMENTIROSSI S.P.A. Cementirossi INDICE 1. Introduzione 2. Principi etici generali 2.1 Legalità 2.2 Correttezza 2.3 Trasparenza 3. Relazioni con il personale 4. Relazioni con i fornitori 5.

Dettagli

ABITARE IN S.P.A. [Logo] PROCEDURA RELATIVA ALLA COMUNICAZIONE DELLE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE E OPERAZIONI SUL CAPITALE

ABITARE IN S.P.A. [Logo] PROCEDURA RELATIVA ALLA COMUNICAZIONE DELLE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE E OPERAZIONI SUL CAPITALE ABITARE IN S.P.A. [Logo] PROCEDURA RELATIVA ALLA COMUNICAZIONE DELLE INFORMAZIONI PRIVILEGIATE E OPERAZIONI SUL CAPITALE Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione del 31 marzo 2016 e modificato

Dettagli

BMC Investigazioni. di Bianca Maria Cenci

BMC Investigazioni. di Bianca Maria Cenci BMC Investigazioni di Bianca Maria Cenci La BMC Investigazioni di Bianca Maria Cenci * associata FEDERPOL Federazione Italiana degli Istituti Privati per le Investigazioni, per le Informazioni e per la

Dettagli

Gruppo Helvetia. Codice di Compliance

Gruppo Helvetia. Codice di Compliance Gruppo Helvetia Codice di Compliance Care collaboratrici, cari collaboratori Helvetia vuole essere considerata un fornitore di servizi assicurativi e previdenziali affidabile e consapevole dell importanza

Dettagli

POR FESR ABRUZZO 2007-2013. AVVISO PUBBLICO START-UP, START HOPE SOSTEGNO ALLE PICCOLE NUOVE IMPRESE INNOVATIVE (Art. 22 Reg. UE n.

POR FESR ABRUZZO 2007-2013. AVVISO PUBBLICO START-UP, START HOPE SOSTEGNO ALLE PICCOLE NUOVE IMPRESE INNOVATIVE (Art. 22 Reg. UE n. POR FESR ABRUZZO 2007-2013 ATTIVITA I.2.2. AVVISO PUBBLICO START-UP, START HOPE SOSTEGNO ALLE PICCOLE NUOVE IMPRESE INNOVATIVE (Art. 22 Reg. UE n. 651/2014) ALLEGATO 3 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI NOTORIETA

Dettagli

Coperture assicurative per la new economy

Coperture assicurative per la new economy Coperture assicurative per la new economy Amministratore Delegato Mansutti S.p.A. Broker di assicurazione Lloyd s correspondent www.mansutti.it Il mercato assicurativo Le coperture riguardano sia Imprese

Dettagli

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 CODICE ETICO Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008 Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 (revisione approvata con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

INFORMATIVA E TRASPARENZA NELLE SOCIETA DI CAPITALI

INFORMATIVA E TRASPARENZA NELLE SOCIETA DI CAPITALI INFORMATIVA E TRASPARENZA NELLE SOCIETA DI CAPITALI Ø Soci, mercato e Autorità di Vigilanza Ø Ruolo e compiti degli amministratori Ø Conflitti di interesse Ø Crisi di impresa e procedure concorsuali Ø

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LO SCENARIO DEL DIRITTO DELLA CONCORRENZA CAPITOLO PRIMO L ESPERIENZA AMERICANA E QUELLA EUROPEA

INDICE SOMMARIO. Parte Prima LO SCENARIO DEL DIRITTO DELLA CONCORRENZA CAPITOLO PRIMO L ESPERIENZA AMERICANA E QUELLA EUROPEA Elenco delle principali abbreviazioni... Premessa... XIII XV Parte Prima LO SCENARIO DEL DIRITTO DELLA CONCORRENZA CAPITOLO PRIMO L ESPERIENZA AMERICANA E QUELLA EUROPEA Guida Bibliografica... 5 1. Introduzione...

Dettagli

7. La vigilanza sull esercizio dei servizi di investimento

7. La vigilanza sull esercizio dei servizi di investimento 7. La vigilanza sull esercizio dei servizi di investimento 163 3) se non siano vincolati a proporre esclusivamente i contratti di una o più imprese di assicurazione e non forniscano consulenze fondate

Dettagli

Codice Etico di comportamento

Codice Etico di comportamento INGEOS SRL Codice Etico di comportamento (ai sensi del D. Lgs 231 dell 8 giugno 2001e sue successive modifiche e/o integrazioni) 15/12/2014 Sommario Premessa... 3 1. Principi e norme... 3 1.1. Principi

Dettagli

Partner qualificati, fidati e sicuri, per acquistare, vendere o affittare la Vostra casa

Partner qualificati, fidati e sicuri, per acquistare, vendere o affittare la Vostra casa Partner qualificati, fidati e sicuri, per acquistare, vendere o affittare la Vostra casa Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di

Dettagli

Indice. quattro. Lo studio. otto. Aree di Specializzazione. I nostri valori. sedici. diciannove. Contatti. due

Indice. quattro. Lo studio. otto. Aree di Specializzazione. I nostri valori. sedici. diciannove. Contatti. due Indice Lo studio Aree di Specializzazione I nostri valori Contatti quattro otto sedici diciannove due tre Lo Studio Civale Associati è uno studio legale che presta consulenza in materia di diritto bancario

Dettagli

Vi ringraziamo per la fiducia accordataci

Vi ringraziamo per la fiducia accordataci Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi dedicare con maggiore tranquillità agli impegni

Dettagli

La comunicazione economico-finanziaria

La comunicazione economico-finanziaria La comunicazione economico-finanziaria Università di Urbino La comunicazione economico-finanziaria E il complesso delle comunicazioni effettuate attraverso qualsiasi canale di diffusione dalla direzione

Dettagli

Bio-On S.p.A. PROCEDURA PER LA GESTIONE E COMUNICAZIONE DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE

Bio-On S.p.A. PROCEDURA PER LA GESTIONE E COMUNICAZIONE DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE Bio-On S.p.A. PROCEDURA PER LA GESTIONE E COMUNICAZIONE DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE Procedura relativa alla comunicazione di informazioni privilegiate di Bio-On S.p.A. (la Società ) ai sensi del Regolamento

Dettagli

EURODEFI PROFESSIONAL CLUB OF TAX, LEGAL & FINANCIAL ADVISERS. Convention Alessandria del 6 maggio 2011

EURODEFI PROFESSIONAL CLUB OF TAX, LEGAL & FINANCIAL ADVISERS. Convention Alessandria del 6 maggio 2011 EURODEFI PROFESSIONAL CLUB OF TAX, LEGAL & FINANCIAL ADVISERS Convention Alessandria del 6 maggio 2011 L'utilizzo della Società Fiduciaria nell'attuale contesto economico a cura di Gianandrea Toffoloni

Dettagli

Bilanci previsionali 20.. 20. 20. Stato Patrimoniale

Bilanci previsionali 20.. 20. 20. Stato Patrimoniale MODULO PER LA VALUTAZIONE DELLE IMPRESE DI RECENTE COSTITUZIONE PER FINANZIAMENTI DI IMPORTO SUPERIORE A 50.000,00 EURO (importi in migliaia di Euro) Immobilizzazioni Rimanenze Disponibilità Bilanci previsionali

Dettagli

ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA

ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ESAME DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI DOTTORE COMMERCIALISTA ANNO 2005 SECONDA SESSIONE PRIMA PROVA SCRITTA Tema n. 1 1) Il candidato rediga il I bilancio di verifica al

Dettagli

Cap.4 La comunicazione economico-finanziaria. Corso di Comunicazione d impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.

Cap.4 La comunicazione economico-finanziaria. Corso di Comunicazione d impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb. Cap.4 La comunicazione economico-finanziaria Corso di Comunicazione d impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Comunicazione economicofinanziaria: obiettivi Rafforzare le

Dettagli

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 Messaggio della Bruschi Spa attraverso il suo CEO A distanza di 1 anno dalla prima adesione all iniziativa Global Compact siamo lieti di confermare il nostro impegno a proseguire

Dettagli

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Corporate Governance La Corporate Governance è l insieme dei processi per indirizzare

Dettagli

Caiazzo Donnini Pappalardo & Associati. CDP Studio Legale

Caiazzo Donnini Pappalardo & Associati. CDP Studio Legale CDP Studio Legale INDICE Informazioni Generali sullo Studio 3 1. Diritto Societario/M&A/Contratti Commerciali 3 2. Diritto della Concorrenza e dell Unione Europea 4 3. Diritto Bancario e Finanziario 5

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Pag. VII

INDICE-SOMMARIO. Introduzione... Pag. VII IX INDICE-SOMMARIO Introduzione... Pag. VII Capitolo Primo IL SISTEMA DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO DELLE S.P.A. (hanno collaborato Giusy Staropoli, Eleonora Bianchi, avvocati) 1. L amministrazione della

Dettagli

INDICE SOMMARIO VOLUME I

INDICE SOMMARIO VOLUME I VOLUME I Per Berardino Libonati, digiuseppe B. PORTALE... IX Sezione I-IMPRESA E SOCIETA ` 1. Gli aumenti di capitale oltre cinquecento milioni... 3 2. L amministratore non socio di società in nome collettivo...

Dettagli

III.A.1. CODICE ETICO

III.A.1. CODICE ETICO III.A.1. CODICE ETICO 1. FINALITA' La Casa di Cura Villa Aurora S.p.a., al fine di definire con chiarezza e trasparenza l insieme dei valori ai quali l'ente si ispira per raggiungere i propri obiettivi,

Dettagli

Legam Diritto Societario, Commerciale e Proprietà Intellettuale

Legam Diritto Societario, Commerciale e Proprietà Intellettuale Legam offre la sua attività di consulenza Legale e Tributaria sia in Italia che negli Stati Uniti attraverso i suoi Headquarters di Milano e New York e attraverso le sedi di Washinghton e di importanti

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO SU CUSTODIE E VENDITE DELEGATE

PERCORSO FORMATIVO SU CUSTODIE E VENDITE DELEGATE PERCORSO FORMATIVO SU CUSTODIE E VENDITE DELEGATE Primo incontro: Aspetti giuridici Tribunale di Monza e operativi della custodia nelle esecuzioni immobiliari in collaborazione con Monza, 29 giugno 2012

Dettagli

CESSIONE D AZIENDA ASPETTI CIVILISTICI. La nozione di azienda

CESSIONE D AZIENDA ASPETTI CIVILISTICI. La nozione di azienda CESSIONE D AZIENDA ASPETTI CIVILISTICI La nozione di azienda Art. 2555: complesso di beni organizzati dall'imprenditore per l'esercizio dell'impresa (Art. 2082: è imprenditore colui che esercita in forma

Dettagli

Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO

Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO INDICE INTRODUZIONE... 1 I. PRINCIPI GENERALI... 2 II. COMPORTAMENTO nella GESTIONE degli AFFARI... 3 A) Rapporti con i clienti.... 3 B) Rapporti con i fornitori....

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 231/01

DECRETO LEGISLATIVO 231/01 DECRETO LEGISLATIVO 231/01 Il Decreto Legislativo 231/2001 ha introdotto per la prima volta nell ordinamento giuridico italiano il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Dettagli

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE

SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE SOMMARIO DEL NUOVO ARTICOLATO DEL LIBRO V, TITOLI V e VI CODICE CIVILE LIBRO V DEL LAVORO TITOLO V DELLE SOCIETA' CAPO V SOCIETÀ PER AZIONI (modificato dall'art. 1, del D. Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6, recante

Dettagli

Capitolo 14 Z Controlli esterni sulle società per azioni

Capitolo 14 Z Controlli esterni sulle società per azioni Edizioni Simone - Vol. 26 Compendio di Diritto delle Società Capitolo 14 Z Controlli esterni sulle società per azioni Sommario Z 1. I controlli amministrativi. - 2. La Commissione nazionale per le società

Dettagli

DIRITTO DELLA CONCORRENZA E DELL INNOVAZIONE

DIRITTO DELLA CONCORRENZA E DELL INNOVAZIONE Dipartimento di Giurisprudenza Master Universitario di secondo livello in DIRITTO DELLA CONCORRENZA E DELL INNOVAZIONE 1^ edizione Anno Accademico 2012/2013 Programma 1 modulo proprietà intellettuale (tot.

Dettagli

CIRCOLARE N.70/2000 OGGETTO: FINANZIAMENTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DELL'AUTOTRASPORTO - DECRETO 7.4.2000 SU G.U. N. 93 DEL

CIRCOLARE N.70/2000 OGGETTO: FINANZIAMENTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DELL'AUTOTRASPORTO - DECRETO 7.4.2000 SU G.U. N. 93 DEL Roma, 8 maggio 2000 CIRCOLARE N.70/2000 OGGETTO: FINANZIAMENTI PER LA RISTRUTTURAZIONE DELL'AUTOTRASPORTO - DECRETO 7.4.2000 SU G.U. N. 93 DEL 20.4.2000 Con il decreto in oggetto sono stati definiti i

Dettagli

Plastiape S.p.A. Modello di organizzazione, gestione e controllo. Codice Etico

Plastiape S.p.A. Modello di organizzazione, gestione e controllo. Codice Etico Plastiape S.p.A. Modello di organizzazione, gestione e controllo (adottato ai sensi del Decreto Legislativo n. 231/2001) Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del

Dettagli

Approvato in Consiglio di Amministrazione del 14 novembre 2008

Approvato in Consiglio di Amministrazione del 14 novembre 2008 Approvato in Consiglio di Amministrazione del 14 novembre 2008 Copia n Prot. In consegna a (Nome e Cognome) Funzione / Società SEZ 1 Pagina 2/2 INDICE INDICE DEI CONTENUTI 1 INTRODUZIONE...1 2 AMBITO DI

Dettagli

I N D I C E PREMESSA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 5

I N D I C E PREMESSA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 5 r CODICE ETICO I N D I C E PREMESSA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 5 1.1 DESTINATARI E AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE ETICO...5 1.2 GARANTE DELL APPLICAZIONE DEL CODICE ETICO... 6 1.3 OBBLIGHI DEI DIPENDENTI

Dettagli

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) PRIMO MODULO

Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) PRIMO MODULO Dipartimento delle Scienze Giuridiche (DSG) Master IL NUOVO DIRITTO SOCIETARIO Aspetti giuridici ed economici, con particolare riferimento alla governance societaria Allegato 1 Programma didattico-scientifico

Dettagli

PIANO FORMATIVO 2010. Iniziative di e-learning valide per l'acquisizione di crediti formativi nell'anno 2010

PIANO FORMATIVO 2010. Iniziative di e-learning valide per l'acquisizione di crediti formativi nell'anno 2010 PIANO FORMATIVO 2010 Iniziative formative organizzate per il periodo gennaio - luglio 2010 Iniziative di e-learning valide per l'acquisizione di crediti formativi nell'anno 2010 e Fondazione Forense di

Dettagli

DOTT.SSA MARINA SCANDURRA

DOTT.SSA MARINA SCANDURRA DOTT.SSA MARINA SCANDURRA Via Filippo Corridoni, 25 00195 Roma Tel. 06-3700077 Fax: 06-37352202 m.scandurra@dgsassociati.it Dati personali e istruzione Nata a Roma il 15 dicembre 1969, coniugata. Laureata,

Dettagli

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico Approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 29/03/2010 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE Data Versione Modifiche apportate 06/07/2009

Dettagli

v. 1.0 - Maggio 2014 CODICE ETICO

v. 1.0 - Maggio 2014 CODICE ETICO v. 1.0 - Maggio 2014 CODICE ETICO Sommario 1 PREMESSA... 3 2 PRINCIPI GENERALI... 3 3 AMBITO DI APPLICAZIONE E DESTINATARI... 3 4 PRINCIPI E CRITERI DI CONDOTTA... 4 4.1 Rispetto delle leggi... 4 4.2 Conflitto

Dettagli

BILANCIO SOCIALE SA 8000

BILANCIO SOCIALE SA 8000 BILANCIO SOCIALE SA 8000 ITAF srl www.itafsrl.it Pag 1 di 10 INDICE 1Introduzione... 3 2 PROFILO AZIENDALE 2.1 Company Profile.. 3 2.2 Certificazioni e Qualifiche...3 2.3 Attività realizzate.4 2.3 I valori..4

Dettagli

Le soluzioni assicurative a tutela del dirigente preposto.

Le soluzioni assicurative a tutela del dirigente preposto. Milano 9 Maggio 2007 Le soluzioni assicurative a tutela del dirigente preposto. Maurizio Arecco Marsh S.p.A. FINPRO (Financial & Professional risks) Introduzione L esigenza di garantire una tutela patrimoniale,

Dettagli

INVESTIGAZIONI. www.toroinvestigazioni.it

INVESTIGAZIONI. www.toroinvestigazioni.it INVESTIGAZIONI Coloro che si rivolgono ad un investigatore privato hanno riflessioni da condividere, un segreto da raccontare, un problema da risolvere. I dubbi e le incertezze sulle quali il cliente necessita

Dettagli

REATI SOCIETARI ALLEGATO 3

REATI SOCIETARI ALLEGATO 3 ALLEGATO 3 REATI SOCIETARI 1. False comunicazioni sociali Art. 2621 c.c. Salvo quanto previsto dall articolo 2622, gli amministratori, i direttori generali, i dirigenti preposti alla redazione dei documenti

Dettagli

Articolo 2 Ambito di applicazione

Articolo 2 Ambito di applicazione Procedura di comunicazione al mercato delle informazioni privilegiate e dei documenti riguardanti Meridie S.p.A. e gli strumenti finanziari da essa emessi Articolo 1 Quadro normativo di riferimento La

Dettagli

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI

ALLEGATO C AREE DI ATTIVITA A RISCHIO REATO, REATI ASSOCIABILI E PRESIDI ORGANIZZATIVI Realizzazione di programmi di formazione e di servizi a favore del personale finanziati con contributi pubblici Area di attività a rischio diretto con riferimento ai Corruzione pubblica 1 Truffa in danno

Dettagli

LO STUDIO UNA BOUTIQUE LAW FIRM A MILANO

LO STUDIO UNA BOUTIQUE LAW FIRM A MILANO LO STUDIO UNA BOUTIQUE LAW FIRM A MILANO Edoardo Ricci Avvocati appartiene alla categoria delle Boutique law firms: è uno studio legale specializzato che, al di là del numero dei professionisti impiegati,

Dettagli

CODICE DI ETICA E DI CONDOTTA AZIENDALE PER I FORNITORI ORACLE

CODICE DI ETICA E DI CONDOTTA AZIENDALE PER I FORNITORI ORACLE CODICE DI ETICA E DI CONDOTTA AZIENDALE PER I FORNITORI ORACLE I. APPLICABILITÀ Il presente Codice è applicabile al Fornitore Oracle e a tutto il personale assunto o incaricato di fornire servizi per il

Dettagli

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello

Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Le regole e i contenuti della relazione sulla gestione della Dott.ssa Marina Torcello Abstract La relazione sulla gestione costituisce uno dei principali documenti allegati al bilancio d esercizio, il

Dettagli

Approfondimenti. Percorso C. Capitale sociale e patrimonio sociale. Oltreconfine 2. Lezione 1 I principi generali sul funzionamento delle società

Approfondimenti. Percorso C. Capitale sociale e patrimonio sociale. Oltreconfine 2. Lezione 1 I principi generali sul funzionamento delle società Oltreconfine 2 O N S E Approfondimenti Percorso C Lezione 1 I principi generali sul funzionamento delle società Capitale sociale e patrimonio sociale Il capitale sociale è costituito dalla somma dei conferimenti

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo I LA RILEVANZA DEL TEMA IN RAPPORTO ALL ASSETTO SOCIETARIO ITALIANO

INDICE-SOMMARIO. Capitolo I LA RILEVANZA DEL TEMA IN RAPPORTO ALL ASSETTO SOCIETARIO ITALIANO INDICE-SOMMARIO Introduzione... 1 Capitolo I LA RILEVANZA DEL TEMA IN RAPPORTO ALL ASSETTO SOCIETARIO ITALIANO 1. Interesse alla massimizzazione del valore dell investimento azionario, assetti societari

Dettagli

Informazione Multifocus Quando il marketing diventa intelligence. Macerata, 29 Ottobre 2004. Relatore: d.ssa Francesca Negri - f.negri@lince.

Informazione Multifocus Quando il marketing diventa intelligence. Macerata, 29 Ottobre 2004. Relatore: d.ssa Francesca Negri - f.negri@lince. Informazione Multifocus Quando il marketing diventa intelligence Relatore: d.ssa Francesca Negri - f.negri@lince.it Macerata, 29 Ottobre 2004 2004 Lince SpA - Tutti i diritti riservati Premessa In un mercato

Dettagli

II- Nel corso degli ultimi anni anche grazie all intervento dei principi contabili internazionali la situazione finanziaria della società ha iniziato

II- Nel corso degli ultimi anni anche grazie all intervento dei principi contabili internazionali la situazione finanziaria della società ha iniziato ANDREA LOLLI LA RILEVAZIONE DELLE SITUAZIONI DI CRISI FINANZIARIA NELLA DOCUMENTAZIONE CONTABILE DELLE S.P.A. E QUALE STRUMENTO DI CONTROLLO DELLA GESTIONE. I- Nel corso degli ultimi anni il mondo delle

Dettagli

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO 1 1. PREMESSA 3 2. MISSIONE E VISIONE ETICA 3 3. AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE 3 4. PRINCIPI E NORME DI RIFERIMENTO 5 4.1 Rispetto della Legge 5 4.2 Onestà e correttezza

Dettagli

Codice Etico. Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di Alkemy S.r.l. Pagina 1 di 17

Codice Etico. Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di Alkemy S.r.l. Pagina 1 di 17 Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di Pagina 1 di 17 Indice 1 PRINCIPI GENERALI ----------------------------------------------------------- 4 1.1 Ambito d applicazione...

Dettagli

Autoimprenditorialità

Autoimprenditorialità Autoimprenditorialità Aspetti giuridici e burocratici dell impresa Febbraio 2012 La figura giuridica dell imprenditore L art. 2082 del Codice Civile definisce imprenditore chi esercita professionalmente

Dettagli

GOVERNANCE PROCEDURA PER LA COMUNICAZIONE AL MERCATO DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE

GOVERNANCE PROCEDURA PER LA COMUNICAZIONE AL MERCATO DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE AUTOGRILL S.p.A. CORPORATE GOVERNANCE PROCEDURA PER LA COMUNICAZIONE AL MERCATO DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE 1 DEFINIZIONI Ai fini della presente procedura: (i) i termini e le espressioni di seguito elencati,

Dettagli

IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI (*)

IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI (*) IL CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO A TUTELE CRESCENTI (*) Foto dal sito www.nonsprecare.it (*) Fonte: Confagricoltura Nazionale Sommario Introduzione... 4 L ambito di applicazione: nuove assunzioni...

Dettagli

DUAL Business Protection

DUAL Business Protection D&O LINE PROPOSTA DI ASCURAZIONE DUAL Business Protection Polizza di responsabilità civile per Amministratori, Dirigenti e Sindaci di Società. Include coperture di RC patrimoniale per la Società. DI COSA

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO IN MATERIA DI INTERNAL DEALING

CODICE DI COMPORTAMENTO IN MATERIA DI INTERNAL DEALING CODICE DI COMPORTAMENTO IN MATERIA DI INTERNAL DEALING Procedura per la comunicazione delle operazioni aventi ad oggetto azioni emesse da Bialetti Industrie S.p.A. o altri strumenti finanziari ad esse

Dettagli

Codice Etico. Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di PRODEA GROUP SpA

Codice Etico. Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di PRODEA GROUP SpA Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di PRODEA GROUP SpA 1 Indice 1 PRINCIPI GENERALI.............. 3 1.1 Ambito d applicazione.............. 3 1.2 Valori morali..............

Dettagli

Luca Zitiello Socio Zitiello e Associati Studio Legale

Luca Zitiello Socio Zitiello e Associati Studio Legale Luca Zitiello Socio Zitiello e Associati Studio Legale Impatto della MiFID sul sistema organizzativo interno degli intermediari. La consulenza e l impatto nell operatività dei promotori finanziari Milano,

Dettagli

LA RESPONSABILITA "DELIBERATIVA" NELLE SOCIETÄ DI CAPITALI

LA RESPONSABILITA DELIBERATIVA NELLE SOCIETÄ DI CAPITALI FABRIZIO GUERRERA LA RESPONSABILITA "DELIBERATIVA" NELLE SOCIETÄ DI CAPITALI G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO INDICE CAPITOLO I L' IRRESPONS ABILITÄ DELL' AZIONISTA E GLIALTRI OSTACOLI DOGMATICI ALLA TUTELA

Dettagli

Corporate Law Alert AGGIORNAMENTO NORMATIVO: I NUOVI REATI PRESUPPOSTO EX D.LGS. 231/2001

Corporate Law Alert AGGIORNAMENTO NORMATIVO: I NUOVI REATI PRESUPPOSTO EX D.LGS. 231/2001 Corporate Law Alert SETTEMBRE 2013 AGGIORNAMENTO NORMATIVO: I NUOVI REATI PRESUPPOSTO EX D.LGS. 231/2001 Con l articolo 9 comma 2 del D.L. 14 agosto 2013, n. 93 recante Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Codice Etico REVISIONE CE.01 Maggio 2012 CODICE ETICO

Codice Etico REVISIONE CE.01 Maggio 2012 CODICE ETICO CODICE ETICO 1. PREMESSA ------------------------------------------------------------------------------------------------ 2 2. PRINCIPI GENERALI E LORO APPLICAZIONE --------------------------------------------------

Dettagli

Codice Etico. Revisione 02 06/06/2014. Revisione 01 13/02/2014

Codice Etico. Revisione 02 06/06/2014. Revisione 01 13/02/2014 Codice Etico Revisione 02 06/06/2014 Revisione 01 13/02/2014 Revisione 00 27/01/2012 2 1. Introduzione 1.1 Presentazione della società Milano Ristorazione (di seguito la Società o l Azienda) è una società

Dettagli

CHI SIAMO. Mida. Risk Management Consulting. Mida, con oltre quarant anni di esperienza, è una

CHI SIAMO. Mida. Risk Management Consulting. Mida, con oltre quarant anni di esperienza, è una CHI SIAMO Chi siamo Mida. Risk Management Consulting Mida, con oltre quarant anni di esperienza, è una + DI 40 ANNI DI ESPERIENZA società di brokeraggio assicurativo in grado di offrire al cliente un attività

Dettagli

CODICE ETICO (ai sensi del D. Lgs. 231/2001) NORME E STANDARD DI COMPORTAMENTO

CODICE ETICO (ai sensi del D. Lgs. 231/2001) NORME E STANDARD DI COMPORTAMENTO INDICE 0 INTRODUZIONE... 2 1... 2 1.1 CRITERI GUIDA NELLE POLITICHE VERSO I COLLABORATORI... 2 1.1.1 Onestà intellettuale, autonomia di Pensiero, Fedele rappresentazione della Realtà, indipendenza da interessi

Dettagli

Informazione Multifocus Quando il marketing diventa intelligence

Informazione Multifocus Quando il marketing diventa intelligence Informazione Multifocus Quando il marketing diventa intelligence Relatore: d.ssa Francesca Negri - f.negri@lince.it Macerata 7 Novembre 2003 2003 Lince SpA - Tutti i diritti riservati PREMESSA In un mercato

Dettagli

CORBETTA TRASPORTI SRL CODICE ETICO. Il presente Codice Etico è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione di CORBETTA

CORBETTA TRASPORTI SRL CODICE ETICO. Il presente Codice Etico è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione di CORBETTA CORBETTA TRASPORTI SRL CODICE ETICO Il presente Codice Etico è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione di CORBETTA TRASPORTI SRL in data 29/06/2012 PREMESSA...3 LA VISION DI CORBETTA TRASPORTI

Dettagli

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A.

S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. Società a responsabilità limitata 1 S.R.L. Nel Codice Civile del 1942, si atteggiava come sorella minore della S.p.A. A seguito della riforma organica del diritto societario (D. Lgs. 6/2003) si differenzia

Dettagli

C o m p a n y P r o f i l e

C o m p a n y P r o f i l e C o m p a n y P r o f i l e La società Lombard Merchant Bank Filosofia Il modello "industriale" rappresenta uno schema originale, che valorizza le massime sinergie di Gruppo, ma allo stesso tempo conserva

Dettagli

Contratto di lavoro intermittente

Contratto di lavoro intermittente Contratto di lavoro intermittente Chistoni Paola Il contratto di lavoro intermittente è stato introdotto dal decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276 (e successive modificazioni). L articolo 33 lo

Dettagli

Risarcimento: fasce di età 1-10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Demoltiplicatore

Risarcimento: fasce di età 1-10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Demoltiplicatore TRIBUNALE DI MILANO - LIQUIDAZIONE DEL DANNO NON PATRIMONIALE - TABELLE Risarcimento: fasce di età 1-10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 1,000 0,995 0,990 0,985 0,980 0,975 0,970 0,965 0,960 0,955 1 1.068,67 25% 1.335,84

Dettagli

Trust. Tributario. Qualità. Certificazione. Commerciale. Legale. Contrattualistica. Legale. Infortunistica. Crediti. Recupero.

Trust. Tributario. Qualità. Certificazione. Commerciale. Legale. Contrattualistica. Legale. Infortunistica. Crediti. Recupero. Legale Legale Tributario Commerciale Infortunistica Recupero Crediti Certificazione Qualità Contrattualistica Trust Fiscale Risarcimento Danni Viale A. Silvani, 1 40122 Bologna Tel. + 39 051 555649 Fax

Dettagli

Fiscal News N. 324. Normativa antiriciclaggio per il collegio sindacale. La circolare di aggiornamento professionale 26.11.2013

Fiscal News N. 324. Normativa antiriciclaggio per il collegio sindacale. La circolare di aggiornamento professionale 26.11.2013 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 324 26.11.2013 Normativa antiriciclaggio per il collegio sindacale Gli adempimenti previsti per gli organi di controllo Categoria: Antiriciclaggio

Dettagli

CODICE ETICO EX D.LGS. 231/01 1 100101 AGGIORNAMENTO 0 080101 EMISSIONE REV DATA DESCRIZIONE

CODICE ETICO EX D.LGS. 231/01 1 100101 AGGIORNAMENTO 0 080101 EMISSIONE REV DATA DESCRIZIONE CODICE ETICO EX D.LGS. 231/01 1 100101 AGGIORNAMENTO 0 080101 EMISSIONE REV DATA DESCRIZIONE 1 INDICE PREMESSA 3 1. PRINCIPI GENERALI E LORO APPLICAZIONE 3 2. RISORSE UMANE E AMBIENTE DI LAVORO 4 3. INFORMATIVA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA TESTO COORDINATO DELL ARTICOLO 3, COMMA 5, decreto legge 13 agosto 2011, n. 138 (c.d. manovra economica bis), conv. in L. 14 settembre 2011, n. 148, integrato dalla legge 12 novembre 2011, n. 183 (c.d.

Dettagli

Italy Financial Lines Convenzione D&O CNA - Brokers Italiani

Italy Financial Lines Convenzione D&O CNA - Brokers Italiani Continental European Cross-Border Branch ( CCBB ) Italy Financial Lines Convenzione D&O CNA - Brokers Italiani 30 Giugno 2008 edizione aggiornata al 08-10-2008 R.C. Amministratori TIPO DI COPERTURA Responsabilità

Dettagli

CODICE ETICO Approvato dai membri del CDA a ottobre 2011

CODICE ETICO Approvato dai membri del CDA a ottobre 2011 CODICE ETICO Approvato dai membri del CDA a ottobre 2011 2 Premessa Con il la Belli S.r.l. vuole creare una sorta di carta dei diritti e doveri morali che definiscono la responsabilità etico-sociale di

Dettagli

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE

INDICE SOMMARIO INTRODUZIONE INDICE SOMMARIO XIII PREMESSA INTRODUZIONE 1 1. Gli strumenti di finanziamento dell impresa: le ragioni della riforma CAPITOLO 1 QUESTIONI LEGATE ALLA IDENTIFICAZIONE DELLA FATTISPECIE OBBLIGAZIONARIA

Dettagli

Presentazione Aziendale

Presentazione Aziendale Presentazione Aziendale IVU Investigazioni S.r.l. (gruppo IVU S.p.A.) Viale Parioli, 72 00197 Roma Tel +39 06 228941 Fax +39 06 22894507 info@ivuinvestigazioni.it L IVU Investigazioni S.r.l. è un azienda

Dettagli

La gestione di un processo di distressed M&A. Modena 10 novembre 2010

La gestione di un processo di distressed M&A. Modena 10 novembre 2010 La gestione di un processo di distressed M&A Modena 10 novembre 2010 Indice 1. Crisi d impresa e modalità d intervento 2. La gestione di un processo di ristrutturazione /distressed M&A e il ruolo dell

Dettagli

Servizi per l impresa in crisi

Servizi per l impresa in crisi Servizi per l impresa in crisi In collaborazione con A I R I C Finanza ed Informatica per la Ricerca e lo Sviluppo Tecnologico Viale Sondrio, 5-20124 MILANO - Tel +39 02 679111 - Fax +39 02 67078145 Corso

Dettagli

DOMANDA DI FINANZIAMENTO AL CONTRATTO DI SVILUPPO LOCALE (AREA VALLE PELIGNA)

DOMANDA DI FINANZIAMENTO AL CONTRATTO DI SVILUPPO LOCALE (AREA VALLE PELIGNA) Allegato N. 1 DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E DEL TURISMO Servizio Sviluppo dell Industria DOMANDA DI FINANZIAMENTO AL CONTRATTO DI SVILUPPO LOCALE (AREA VALLE PELIGNA) (da ripetere per ciascuna società

Dettagli

CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO

CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO INDICE-SOMMARIO XI PREFAZIONE Capitolo Primo IL CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO 1 Presentazione 2 1.1. Diritto privato e diritto pubblico 5 1.2. Fonti del diritto privato 6 1.3. La Costituzione

Dettagli