ISTITUTO COMPRENSIVO GEMELLI LEPORANO (TA) SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO I FIORI DELLA BATTERIA CATTANEO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO COMPRENSIVO GEMELLI LEPORANO (TA) SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO I FIORI DELLA BATTERIA CATTANEO"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO GEMELLI LEPORANO (TA) SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO I FIORI DELLA BATTERIA CATTANEO LEPORANO (TA)

2 SOMMARIO PRESENTAZIONE DEL PRESIDE... 2 PRESENTAZIONE DEI DOCENTI... 3 ANACARDIACEAE... 4 APIACEAE... 6 APOCINACEE ASTERACEAE BORAGINACEAE BRASSICACEAE CAPRIFOLIACEAE CISTACEAE CONVOLVULACEAE DIPSACACEAE EUPHORBIACEAE FABACEAE GERIANACEAE IRIDACEAE...65 LABIATEAE LILIACEAE MALVACEAE MIMOSACEAE ORCHIDACEAE OXALIDACEAE PAPAVERACEAE PINACEAE PRIMULACEAE RANUNCULACEAE RESEDACEAE ROSACEE RUBIACEAE SCROPHULARIACEAE THYMELEACEAE VALERIANACEAE INDICE DEI NOMI SCIENTIFICI GLOSSARIO

3 Presentazione dei Docenti Questo book è stato realizzato dai ragazzi della scuola secondaria di primo grado dell I.C.S. Gemelli di Leporano (TA) nell ambito dei progetti PON di educazione ambientale: Il futuro tecnologico del come e del fare e il puzzle della scienza. Tali percorsi didattici hanno perseguito l obiettivo prioritario di guidare l attenzione dei nostri ragazzi, sempre più attratti dalle innovazioni tecnologiche, verso gli ambienti naturali per apprezzarne la bellezza e scoprirne il valore. In particolare, è stato effettuato un lavoro di ricerca sui fiori spontanei erbacei, arbustivi ed arborei rinvenuti nell area della Batteria Cattaneo, durante le escursioni effettuate, che ha condotto all identificazione degli stessi, nonché alla conoscenza delle caratteristiche morfologiche, delle proprietà terapeutiche e di altri usi attuali e di un tempo ad essi relativi. La Batteria Cattaneo, situata nel territorio di Leporano (TA), si estende dalla Litoranea Salentina fino al mare. In essa sono presenti una pineta costiera, un estesa macchia arbustiva, una distesa di dune e la scogliera, pertanto vi attecchiscono specie vegetali adattate a vivere in tali ambienti naturali, tipici del bacino mediterraneo. Le schede di seguito riportate includono le foto e le informazioni più salienti riguardanti 86 esemplari raggruppati per famiglia di appartenenza. Buona visione e lettura dal gruppo di lavoro. 3

4 Famiglia Anacardiaceae 4

5 Scheda Botanica N 1 PISTACIA LENTISCUS LENTISCO Anacardiaceae DESCRIZIONE Portamento cespuglioso, raramente arboreo, in genere alta fino a 3-4m. La chioma è solitamente densa per la fitta ramificazione di forma globosa. FOGLIA Foglie alterne, paripennate, composte da 6-10 foglioline ovatoellittiche a margine intero e apice ottuso. FUSTO La corteccia è grigio cinerina, il legno di colore roseo. FIORI Piccoli, rossastri, raccolti in infiorescenze a pannocchia di forma cilindrica, portati all'ascella delle foglie dei rametti dell'anno precedente. FRUTTO Piccola drupa sferica o ovoidale, di 4-5 mm di diametro, di colore rosso, tendente al nero nel corso della maturazione. Il legno è usato per lavori di intarsio, le foglie per la concia delle pelli, la resina in profumeria, nell odontotecnica e nella produzione del chewing gum. In passato, dai frutti si estraeva un olio impiegato come combustibile per l'illuminazione. 5

6 Famiglia Apiaceae 6

7 Scheda Botanica N 2 SCANDIX AUSTRALIS ACICULA MINORA DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTO Apiaceae Pianta erbacea annuale, alta cm. Foglie composte, munite di picciolo allungato alla base da una guaina avvolgente il fusto, 2-3 volte pennatosette, a lamina fogliare divisa in lacinie lineari. Eretto, molto ramificato, con scanalature verticali, corimboso nella parte superiore. Infiorescenze ad ombrella a 1-3 raggi, prive di involucro, mentre le ombrellette formate da 5-6 fiori sono munite di 5 bratteole. Corolle bianche con 5 petali di 4 mm, quelli centrali fertili, quelli esterni più grandi, sterili, a funzione vessillifera. Acheni. Nella medicina popolare veniva usata come digestivo, diuretico e antinfiammatorio. 7

8 Scheda Botanica N 3 TORILIS ARVENSIS TORILIS DEI CAMPI Apiaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale, pelosa, alta fino a 60 cm. FOGLIA Foglie alterne, 2-4 pennatosette e lanceolate. FUSTO Fusto eretto, scabro. FIORI Infiorescenza ad ombrella di ombrella; ogni fiore ha cinque petali uguali, bianchi o, a volte, con sfumatura rosa. FRUTTO Schizocarpo ovoide, che si divide in due acheni coperti di aculei, uncinati, rivolti verso l'apice. 8

9 Scheda Botanica N 4 TORDYLIUM APULUM OMBRELLINO PUGLIESE Apiaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale, alta fino a 1,5 m. FOGLIA Le foglie basali, aderenti al terreno, sono imparipennate a lamina composta ( 7-9 foglioline), ovate, lobate e crenate. Quelle superiori hanno segmenti lineari interi. FUSTO Fusto eretto, costoluto, ramoso e cosparso di peli densi alla base, lunghi e sparsi. FIORI Infiorescenza ad ombrella con 6-8 raggi. I fiori sono bianchi, quelli periferici hanno un petalo vessillare diviso in due lobi a formare una specie di cuore. FRUTTI Il frutto è formato da due acheni fusi tra loro, a forma discoidale. Nella medicina popolare era consigliata contro la caduta dei capelli, nelle malattie nervose, per accelerare le mestruazioni, come espettorante e antiossidante. In cucina si possono consumare le foglie più tenere in insalata. 9

10 Scheda Botanica N 5 DAUCUS CAROTA CAROTA SELVATICA Apiaceae DESCRIZIONE È una specie erbacea biennale, alta fino a 100 cm. FOGLIA Foglie profondamente divise e pelose. FUSTO Fusto eretto e ramificato. FIORI Infiorescenza ad ombrella di forma globulare composta da ombrellette formate da piccoli fiori bianchi a cinque petali e un fiore centrale rosso scuro. Nei fiori sono presenti delle piccole ghiandole profumate che attirano gli insetti. FRUTTI I frutti sono diacheni. Dai frutti si ricava un olio aromatico impiegato nella produzione di liquori. I principi attivi della radice prevengono la formazione di rughe e curano la pelle secca; hanno proprietà diuretiche e antinfiammatorie ; curano affezioni polmonari e dermatosi; sono gastro-protettori, tonificano il fegato, regolano il colesterolo e l emoglobina e favoriscono la vista portando sollievo ad occhi stanchi ed arrossati. 10

11 Famiglia Apocinacee 11

12 Scheda Botanica N 6 VINCA MINOR PERVINCA Apocinacee DESCRIZIONE Pianta erbacea perenne, alta cm. FOGLIA Foglie opposte, persistenti, ovali-lanceolate, coriacee, dai margini glabri, di colore verde-scuro lucente. FUSTO Fusti allungati e sottili, prostrati al suolo, quelli fioriferi sono eretti. FIORI La corolla è composta da una base tubolare che si apre in 5 petali, con l'apice troncato obliquamente, bianchi o blu pervinca. FRUTTO I frutti sono follicoli semicilindrici. Le foglie esercitano un azione antinfiammatoria e possono essere usate per eczemi e dermatosi. La pianta si impiega anche nelle affezioni vascolari che limitano l'afflusso del sangue al cervello e nei casi di diarrea, epistassi, ferite, Ipertensione e tonsillite. L alcaloide vincristina, in essa contenuto, è un potente citotossico utilizzato nella cura chemioterapica dei tumori. 12

13 Famiglia Asteraceae 13

14 Scheda Botanica N 7 SENECIO LEUCANTHEMIFOLIUS POIRET SENECIONE COSTIERO DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTI Asteraceae Pianta erbacea perenne, alta fino 40 cm. Foglie pennato lobate, grassette e lucide di 2-5 cm con incisioni più marcate in quelle superiori. Ascendente o eretto, normalmente ramificato. Infiorescenza a capolino, formata da un ricettacolo basale sul quale si inseriscono i fiori tubulosi gialli e circondato da fiori ligulati gialli. Il frutto è un achenio cilindrico. Questa pianta era usata nella medicina popolare come lassativo ed emetico e per curare mestruazioni difficili e dolorose. Veniva anche impiegata nel Cataplasma per trattare problemi di stomaco e in Infuso come blando lassativo. 14

15 Scheda Botanica N 8 TARAXACUM OFFICINALIS TARASSACO Asteraceae DESCRIZIONE Pianta erbacea, perenne, alta fino a 40 cm. FOGLIA Tutte radicali, disposte a rosetta, semplici, oblunghe, lanceolate e lobate, con margine dentato. FUSTO Scapo cavo, glabro e lattiginoso. FIORE Infiorescenza a capolino giallo-dorato, formata da due file di brattee membranose piegate all'indietro e con funzione di calice, racchiudenti il ricettacolo sul quale sono inseriti centinaia di fiorellini ligulati, detti flosculi. FRUTTO L'infruttescenza, detta soffione, è formata da acheni provvisti di pappo. In cucina, la pianta si può consumare cruda come insalata primaverile depurativa oppure le rosette basali si possono lessare e condire con olio crudo o saltare in padella con aglio. In medicina il tarassaco viene usato come digestivo, antireumatico, spasmolitico, antiflogistico, diuretico ed epatoprotettivo. 15

16 Scheda Botanica N 9 BELLIS ANNUA PRATOLINA ANNUALE DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTI Asteraceae Esile pianta erbacea annuale, alta 3-12 cm. Le foglie, riunite in rosetta basale, sono linguiformi o spatolate, crenato-seghettate oppure a margine intero, lunghe fino a 2,5 cm e larghe 1,5 cm. Semplice, peloso e senza foglie. Infiorescenza a capolino formata da ligule bianche periferiche e fiori tubulosi gialli centrali. Frutti compressi, pelosi, privi di pappo. Nella medicina popolare veniva usata come astringente, antinfiammatorio, emolliente, battericida, antispasmodico, lassativo e oftalmico. 16

17 Scheda Botanica N 10 CALENDULA ARVENSIS FIORRANCIO SELVATICO DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTI Asteraceae Pianta erbacea annuale, appiccicosa, aromatica, pubescente o fioccosa, con portamento eretto od espanso, alta fino a 40 cm. Le foglie sono alterne, più o meno vellutate, oblunghe o spatolate, lunghe 3-8 cm, sono integre o con radi denti ai margini, brevemente acuminate all apice. Fusto molto ramoso, ricoperto da fine peluria. Capolini terminali isolati, larghi 1-2 cm, reclinati dopo la fioritura. I fiori ligulati formano più serie, sono di colore vivace, dal giallo-oro all arancione, quelli tubolosi sono concolore. Acheni di tre forme diverse: arcuati, a forma di una barchetta e ad anello. In medicina viene usata come antiflogistico, antispasmodico, antisettico, astringente, stimolante, lassativo e antiverruche. 17

18 Scheda Botanica N 11 CENTAUREA SOLSTITIALIS L. FIORDALISO GIALLO DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTI Asteraceae Pianta biennale, cespugliosa, molto ramificata, a portamento eretto, con rami lunghi e divaricati, alta fino a 100 cm. Le foglie radicali sono, in genere, lirate o roncinate, quelle superiori, invece, lineari e lungamente decorrenti sul caule. Fusti alati, ricoperti da una peluria tomentosa-ragnatelosa, verde-grigiastra o biancastra. Le infiorescenze sono capolini solitari, con fiori tubulosi gialli circondati da un involucro globoso tomentoso di ca cm. di diametro e con brattee a 3-5 spine. Acheni con un ciuffo di peli lunghi. Il polline della specie, che ha un colore chiaro e una debole aroma, è molto comune nei mieli dell area mediterranea. 18

19 Scheda Botanica N 12 BELLIS SYLVESTRIS CYR. PRATOLINA AUTUNNALE DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTI Asteraceae Pianta erbacea perenne, alta fino a 30 cm. Le foglie sono tutte riunite in rosetta basale, con forma a spatola, picciolo un po allargato e bordo crenulato-dentellato. Semplice, peloso e senza foglie. Capolini singoli, apicali: i fiori periferici sono ligulati e bianchi (spesso arrossati sulla faccia inferiore), quelli centrali tubulosi e gialli. Acheni pelosi, talvolta provvisti di brevi setole. In cucina possono essere utilizzate le foglie, raccolte prima della fioritura, in insalata o nelle zuppe; i capolini, invece, possono essere conservati sott aceto. Nella medicina popolare, la pianta veniva usata come lassativo, diuretico, disintossicante, depurativo e antiflogistico. 19

20 Scheda Botanica N 13 UROSPERMUM DALECHAMPII (L.) BOCCIONE MAGGIORE Asteraceae DESCRIZIONE Pianta erbacea perenne, alta cm. FOGLIA Foglie basali a rosetta, lanceolate e dentate, lunghe fino a 19 cm; foglie cauline più piccole, lanceolate e, spesso, non dentate. FUSTO Stelo eretto, ricoperto da fine peluria vellutata, cavo in prossimità del peduncolo. FIORI I fiori sono capolini solitari, formati da numerose ligule tronche e seghettate giallo chiaro, più scure alla base. FRUTTO Il frutto è un achenio nero con un becco obliquo e un ciuffo di peli scuri e piumosi. In cucina le foglie, a causa del loro sapore molto amaro, si consumano insieme ad altre erbe, lessate in acqua e condite con olio o ripassate in padella con olio, aglio e peperoncino. Nella medicina popolare la pianta era nota per le sue proprietà digestive ed epatoprotettive. 20

21 Scheda Botanica N 14 REICHARDIA PICROIDES LATTUGHINO Asteraceae DESCRIZIONE Pianta erbacea perenne, glauca, glabra, alta cm. FOGLIA Le foglie basali, a rosetta, hanno forma variabile : allungateobovate, oblanceolate, intere o pennatosette; le foglie mediane sono simili alle basali ma sessili e amplessi cauli; le superiori sono ridotte e intere. FUSTO I fusti eretti o prostrato-diffusi, cilindrici - angolosi, possono avere o meno una o due biforcazioni. FIORI Infiorescenze a capolino, sorrette da lunghi peduncoli che partono dalla parte terminale delle ascelle delle foglie. I fiori sono tutti ligulati e gialli. FRUTTI I frutti sono cipsele di 2-3 mm. Erba diuretica, rinfrescante, depurativa, analgesica, antiscorbutica. Le foglie fresche tritate, applicate sulla parte dolorante, alleviano il mal di denti, il mal di testa e le mialgie. In cucina, le foglie più tenere della rosetta si consumano crude ad insalata oppure cotte e condite con olio e sale. 21

22 Scheda Botanica N 15 CICHORIUM INTYBUS L. CICORIA Asteraceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale o perenne, la cui altezza varia da 20 cm a 1,5 m. FOGLIA Le foglie basali hanno forma di lancia rovesciata, con margine suddiviso in lobi e disposte a rosetta; quelle cauline sono lanceolate, con margine dentato-lobato, più piccole e sessili. FUSTO Eretto, con una ramosità divaricata e con superficie ricoperta da peli setolosi rivolti verso il basso; l'interno è cavo. FIORI E un infiorescenza celeste, formata solo da fiori ligulati, terminanti con 5 dentelli, riuniti in capolini sessili o peduncolati, disposti all ascella delle foglie. FRUTTO E un achenio ovoidale, angoloso e allungato. La cicoria stimola le funzioni dell'intestino, del fegato e dei reni; cura alcuni tipi di oftalmie; è depurativa, disintossicante, ipoglicemizzante, lassativa, colagoga e cardiotonica. In cucina l'utilizzo più frequente è quello delle foglie nelle insalate (fresche o cotte) o lessate e passate in padella con aglio e olio. 22

23 Scheda Botanica N 16 BELLIS PERENNIS MARGHERITA COMUNE DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTO Asteraceae Pianta erbacea perenne. Foglie tonde o leggermente allungate, sempreverdi di 2-5 cm di lunghezza, disposte a rosetta. Gambo semplice, peloso e privo di foglie. Capolini solitari, formati da fiori esterni ligulati bianchi e fiori interni tubulosi gialli. Achenio ovale. Le parti aeree vengono utilizzate come medicamento contro l'ipertensione, l insonnia, le patologie dell occhio e per guarire ferite oppure come astringente, diaforetico, antispasmodico, battericida, antiecchimotico, emolliente, lassativo e antiparassitario. In alcune zone, le giovani foglie vengono mangiate in insalata insieme ad altre verdure primaverili. 23

24 Scheda Botanica N 17 CHRYSANTHEMUM CORONARIUM L FIOR D ORO DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTI Asteraceae Pianta erbacea annuale, glabra o pelosa, alta fino a 100 cm. Foglie 2-pennatosette con segmenti di secondo ordine inciso - dentati basali. Fusto eretto e molto ramificato. Le infiorescenze disposte in capolini, portano fiori periferici ligulati gialli e fiori centrali tubolosi gialli. I frutti sono acheni privi di pappo. Le foglie ed i giovani germogli sono commestibili e vengono usati come verdura o per aromatizzare alcune pietanze. Gli oli essenziali, estratti da C. coronarium, hanno proprietà antifungine. Molto marcata è l influenza positiva di questa pianta sulla produzione di latte da parte degli ovini. 24

25 Scheda Botanica N 18 CHRYSANTHEMUM SEGETUM L. INGRASSABUE Asteraceae DESCRIZIONE Pianta erbacea, alta fino a 60 cm. FOGLIA Foglie verdi, glauche, quelle inferiori picciolate, di 6-9 cm, pennato-partite con segmenti lanceolati, quelle superiori abbraccianti il fusto, intere e dentate. FUSTO Fusto eretto e ramificato. FIORI Capolini grandi, isolati, con involucro di squame ovali, verdi con margine bruno, contenenti fiori gialli: i ligulati esterni tridentati all apice e quelli interni tubulosi. FRUTTI Acheni. E' una pianta utilizzata per insaporire le insalate. E molto ricercata dai bovini, infatti è detta ingrassabue. In medicina è usata come lassativo, diuretico, depurativo, disintossicante ed antiflogistico. 25

26 Scheda Botanica N 19 CHRYSANTHEMUM CORONARIUM CRISANTEMO GIALLO Asteraceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale, glabra o pelosa, alta fino a 100 cm. FOGLIA Foglie 2-pennatosette, con segmenti di secondo ordine inciso - dentati basali. FUSTO Fusto eretto e molto ramificato. FIORI Le infiorescenze a capolino portano fiori periferici ligulati gialli e bianchi e fiori centrali tubolosi gialli. FRUTTI I frutti sono acheni privi di pappo. Le foglie ed i giovani germogli sono commestibili e vengono usati come verdura o per aromatizzare alcune pietanze. Gli oli essenziali, estratti da C. coronarium, hanno proprietà antifungine. Molto marcata è l influenza positiva di questa pianta sulla produzione di latte da parte degli ovini. 26

27 Scheda Botanica N 20 MATRICARIA RECUTITA CAMOMILLA Asteraceae DESCRIZIONE La camomilla è una pianta erbacea annuale, a portamento cespitoso, spiccatamente aromatica, alta fino a 50 cm. FOGLIA Le foglie sono alterne, sessili e oblunghe; la lamina è bipennatosetta o tripennatosetta, con lacinie lineari molto strette. FUSTO I fusti partono dalla base e sono più o meno ramificati nella porzione superiore. FIORI Infiorescenza a capolino con ricettacolo conico e cavo. I fiori esterni sono ligulati e bianchi, quelli interni sono tubulosi e gialli. FRUTTI Il frutto è un achenio. La camomilla è dotata di proprietà sedative, antinfiammatorie, antinevralgiche, digestive, spasmolitiche; inoltre, nutre capelli e cuoio capelluto. 27

28 Famiglia Boraginaceae 28

29 Scheda Botanica N 21 ECHIUM PLANTAGINEUM VIPERINA PIANTAGINEA Boraginaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale/biennale di forma molto variabile, alta fino a 60 cm. FOGLIA Le foglie basali sono lanceolate, picciolate e coperte di pelo soffice; le superiori sono sessili, oblanceolate-lineari, più larghe alla base e abbraccianti per metà il fusto. FUSTO Fusti eretti o prostrato-ascendenti, ramosi in alto, pelosi e densamente irsuti di setole, spesso con base rossastra tubercolata. FIORI Inflorescenza composta da numerose cime scorpioidi all'ascella delle foglie superiori. I fiori presentano una corolla zigomorfa, imbutiforme e obliqua, inizialmente purpurea, poi blu brillante. FRUTTI Il frutto è costituito da 4 mericarpi a contorno triangolare. La pianta è velenosa per gli animali da pascolo, in particolare per quelli dotati di un tratto digestivo semplice come i cavalli. Le tossine si accumulano nel fegato ed un eccessivo consumo può condurre gli animali alla morte. 29

30 Scheda Botanica N 22 ALKANNA TINCTORIA ARGANETTA AZZURRA Boraginaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea perenne, cespugliosa, ricoperta di peli bianchi setolosi. FOGLIA Le foglie basali possono essere lanceolate o lineari; le foglie cauline sono più piccole, alternate e sessili. FUSTO Il suo fusto è legnoso alla base e può essere prostrato o ascendente. FIORI Infiorescenza terminale a racemo, con piccoli fiori imbutiformi aventi corolla a 5 petali di colore azzurro intenso. FRUTTI Il frutto è costituito da quattro, di rado due, nucule. A questa pianta vengono attribuite proprietà antisettiche, cicatrizzanti e immunostimolanti. Anticamente essa era apprezzata per le sue proprietà tintorie; infatti, dal fusto e dalla radice si estrae, ancora oggi, un colorante rosso (alcannina) impiegato nell'industria alimentare, farmaceutica e cosmetica. 30

31 Famiglia Brassicaceae 31

32 Scheda Botanica N 23 DIPLOTAXIS ERUCOIDES RUCOLA SELVATICA DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTO Brassicaceae Pianta erbacea annuale, alta cm. Le foglie sono pennatosette, lunghe 4-7 cm, prive di picciolo, lobate o dentate. Verde, striato, eretto, foglioso, ramificato, con piccolissimi peli sparsi. I fiori sono costituiti da quattro petali bianchi, raccolti in infiorescenze a racemo, all apice dello scapo fiorale. Siliqua lineare. In cucina le sue foglie vengono tradizionalmente consumate fresche in insalata, condite con olio e limone o altri condimenti oppure si lessano in abbondante acqua salata e si passano in padella con olio, aglio e pomodoro. Nella medicina popolare era usata come diuretico, astringente ed espettorante. 32

33 Scheda Botanica N 24 DIPLOTAXIS TENUIFOLIA RUCHETTA SELVATICA DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTO Brassicaceae Pianta erbacea perenne, alta cm. Glabra, a contorno spatolato, pennato-partita, con 4 segmenti laterali e segmento apicale trilobo. Fusto alla base legnoso, foglioso nel terzo inferiore, glabro. Infiorescenza racemica con peduncoli di 8-20 mm; i sepali sono giallo-verdastri, carenati ed i 4 petali gialli, spatolati. Siliqua con ginoforo e picciuoletto. In cucina le sue foglie vengono tradizionalmente consumate fresche in insalata, condite con olio e limone o altri condimenti oppure si lessano in abbondante acqua salata e si ripassano in padella con olio, aglio e pomodoro. Nella medicina popolare era usata come diuretico,astringente e espettorante. 33

34 Scheda Botanica N 25 DIPLOTAXIS ERUCOIDES RUCHETTA VIOLACEA Brassicaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale, alta cm. FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTO Le foglie sono pennatosette, lunghe 4-7 cm, prive di picciolo, lobate o dentate. Fusto striato, eretto, foglioso, ramificato, con piccolissimi peli sparsi. I fiori sono costituiti da 4 petali rosei o violetti, raccolti in infiorescenze a racemo, all apice dello scapo fiorale. Siliqua lineare. In cucina le sue foglie vengono tradizionalmente consumate fresche in insalata, condite con olio e limone o altri condimenti oppure si lessano in abbondante acqua salata e si passano in padella con olio, aglio e pomodoro. Nella medicina popolare era usata come diuretico, astringente ed espettorante. 34

35 Scheda Botanica N 26 SINAPIS ARVENSIS L. SENAPE SELVATICA Brassicaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale, molto ramificata, alta fino ad 1 metro. FOGLIA Le foglie sono picciolate; le basali sono ovali, lanceolate, dentate e divise in segmenti; quelle cauline hanno la lamina fogliare ovata o lanceolata, spesso indivisa, e margine dentato. FUSTO Fusto eretto o ascendente, pubescente, con peli irsuti o ispidi, soprattutto alla base. FIORI L'infiorescenza è un racemo, con fiori a 4 petali, gialli e obovati. FRUTTI il frutto è una siliqua. Le foglie sono commestibili allo stadio giovanile della pianta. Nell'alimentazione animale, esclusi gli uccelli, i semi sono tossici e causano problemi gastrointestinali, soprattutto se consumati in grande quantità. 35

36 Famiglia Caprifoliaceae 36

37 Scheda Botanica N 27 VIBURNUM TINUS LENTAGGINE DESCRIZIONE FOGLIA FUSTO FIORI FRUTTI Caprifoliaceae Arbusto cespuglioso, sempreverde, dalla vistosa fioritura, alto fino a 3 metri ed oltre. Foglie persistenti, picciolate, più o meno ovali, con apice appuntito, base rotondeggiante e margine ciliato. I fusti sono eretti, i rami opposti, quelli più giovani con corteccia verde-rossa. I fiori sono piccoli, bianchi o, esternamente, leggermente rosati, con petali saldati alla base e divisi in 5 lobi, portati in infiorescenze terminali, ombrelliformi ed emisferiche. I frutti sono drupe sferiche, non commestibili, di colore blu metallico, quasi nere a completa maturazione Nella medicina popolare veniva usata per la cura di dolori mestruali, mal di testa, mal di denti e stati febbrili. Essendo una pianta tossica, in grado di provocare avvelenamenti di una certa gravità, l utilizzo deve essere affidato ad esperti. 37

38 Famiglia Cistaceae 38

39 Scheda Botanica N 28 CISTUS MONSPELIENSIS CISTO MARINO Cistaceae DESCRIZIONE La pianta ha un portamento cespuglioso, molto ramificata, alta da 50 a 120 cm. FOGLIA Le foglie sono opposte, lineari-lanceolate, sessili, tomentose e collose al tatto, con margine revoluto e ricoperte da peluria. FUSTO Fusto legnoso con corteccia bruna. FIORI I fiori sono riuniti in piccoli racemi. La corolla è composta da 5 petali liberi, di colore bianco, con una piccola macchia gialla alla base. FRUTTI Il frutto è una capsula ovoidale, contenente più semi. Il legno dei rami è un ottimo combustibile per cuocere pane e dolci al forno, sia per la tenuta costante del calore sprigionato dalle sue fiamme che per il conferimento di una gradevole aroma. Le foglie venivano sfregate sui denti, per pulirli e proteggerli e macerate in aceto, per curare piaghe e ferite. 39

40 Famiglia Convolvulaceae 40

41 Scheda Botanica N 29 CONVOLVULUS ALTHAEOIDES L. CONVOLVOLO Convolvulaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea perenne, peloso-ispida. FOGLIA Foglie inferiori da ovali a subtriangolari, le superiori divise in lacinie irregolari (la centrale lanceolata e grossamente lobatodentata). FUSTO Fusti rampicanti, striscianti, legnosi alla base. FIORI Fiori vistosi, con corolla largamente imbutiforme di colore rosa carico, più scura nella parte centrale. FRUTTI Il frutto è una capsula globosa, acuminata all apice. Le foglie e la radice, contengono amido, gomma, resina, zuccheri, sali e saponina ed hanno, pertanto, effetti lassativi. Nella medicina popolare, si riteneva la pianta in grado di curare le febbri di origine epatico-biliare, l'idropisia epatica e l'inerzia intestinale. 41

42 Scheda Botanica N 30 CONVOLVULUS CANTABRICA VILUCCHIO BICCHIERINO Convolvulaceae DESCRIZIONE Pianta perenne, con radice a rizoma, alta da 10 a 50 cm. FOGLIA Le foglie sono sessili, bislungo-lanceolate, con numerose nervature visibili e con superficie pubescente da ambedue le parti. FUSTO I fusti sono eretti ed arquati e poveri di foglie. FIORI I fiori, in numero di 1 a 6, su peduncoli più lunghi delle foglie, corolla rosea, con margine intero, presenta 5 angoli e 5 pieghe. FRUTTI Sono capsule sferoidali e tomentose I suoi componenti hanno proprietà febbrifughe; le radici mischiate al miele agiscono su tutte le parti dell'intestino, stimolando la peristalsi sia del tenue che del crasso; le radici e la resina che se ne ricava sono colagoghe, diuretiche, lassative e fortemente purgative. 42

43 Famiglia Dipsacaceae 43

44 Scheda Botanica N 31 SCABIOSA MARITIMA L. VEDOVINA MARITTIMA Dipsacaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale o perenne, alta sino a 120 cm. FOGLIA Foglie basali oblanceolato-spatolate, dentato-crenate sul margine, le cauline pennatosette, divise in lacinie lineari con il segmento apicale lanceolato. FUSTO Eretto, ramoso-corimboso in alto. FIORI Capolini su peduncoli allungati con fiori a tubo imbutiforme e lembo a 5 lobi diseguali, dal violaceo al bianco. FRUTTO Achenio caratterizzato da un tubo con 8 fossette nella parte superiore, irsuto solo sulle 8 costole e con breve corona spugnosa. Un tempo, in medicina, veniva utilizzata per curare la scabbia (da cui il nome), ora è considerata antieczematosa, broncoemolliente, diuretica, emmenagoga, espettorante, spasmolitica e tonica. 44

45 Famiglia Euphorbiaceae 45

46 Scheda Botanica N 32 EUPHORBIA HELIOSCOPIA EUFORBIA CALENZUOLA Euphorbiaceae DESCRIZIONE Pianta annuale, alta fino a 40 cm. FOGLIA Foglie ovate con dentellatura nella metà superiore. FUSTO Il fusto è unico, eretto, cilindrico e ascendente (nella parte alta possono essere presenti peli patenti). Il colore è rossastro. FIORI Infiorescenza ad ombrella, detta ciazio, formata da 5 brattee glabre, verdastre e lisce, saldate, a forma campanulata; la loro funzione è quella di proteggere i veri fiori situati all interno. FRUTTI Il frutto è una capsula tricocca a tre logge. Tutta la pianta contiene un lattice biancastro, amaro, appiccicoso, tossico e irritante anche al semplice contatto con la pelle. La linfa è ritenuta cancerogena. Nella medicina popolare, questa pianta era impiegata come vermifuga (elimina in genere i vermi intestinali), febbrifuga (abbassa la temperatura corporea) e antielmintica (elimina svariati tipi di vermi o elminti parassiti). Anticamente, l'olio dei semi era usato come purgante. 46

47 Scheda Botanica N 33 EUPHORBIA SPINOSA L. EUFORBIA SPINOSA Euphorbiaceae DESCRIZIONE Pianta perenne, cespugliosa, fittamente ramosa, con rametti morti che rimangono persistenti nella pianta, induriti e spinescenti, alta fino a 30 cm. FOGLIA Foglie lanceolate, sessili, a margine intero, più o meno lineari, con apici appuntiti o smussati. FUSTO Steli ramificati e legnosi, fittamente intrecciati. FIORI Infiorescenza ad ombrella, detta ciazio, formata da 5 ghiandole nettarifere gialle e lisce, saldate a forma campanulata; la loro funzione è quella di proteggere i veri fiori situati all interno. FRUTTI Capsule cilindriche e verrucose. Nelle foglie e nel fusto presenta un lattice bianco, denso, caustico ed irritante. Esso può provocare acute dermatiti con bruciori, infiammazioni, gonfiori alle mucose, vescicazioni, ecc. Il medico greco Euphorbus utilizzava il succo lattiginoso della pianta per preparare le sue pozioni medicamentose. 47

48 Famiglia Fabaceae 48

49 Scheda Botanica N 34 CALICOTOME INFESTA SPARZIO SPINOSO Fabaceae. DESCRIZIONE Pianta arbustiva densamente ramificata, alta fino a 3 m. FOGLIA Ha foglie trifogliate, con foglioline ovali, oblunghe, quasi sempre alterne, coriacee e lucide sulla pagina superiore. FUSTO Fusto legnoso, con corteccia bruna, rami verdastri formanti spine indurite all'estremità. FIORI I fiori papilionacei gialli, riuniti a 2-15 in fascetti all'ascella delle foglie. FRUTTO I frutti presentano la forma di legumi lineari, oblunghi, di 2-5 cm di lunghezza, glabri o con scarsi peli. In medicina, dalle parti aeree della pianta si estraggono fitoestrogeni. 49

50 Scheda Botanica N 35 LOTUS CORNICULATUS GINESTRINO Fabaceae DESCRIZIONE Pianta erbacea annuale, alta fino a 40 cm. FOGLIA Le foglie composte trifoliate presentano alla base due grosse stipole, pertanto assumono l aspetto di foglie composte da cinque foglioline anziché tre. FUSTO Fusti lignificati alla base, striati, glabri o scarsamente pelosi, prostrati o ascendenti. FIORI I fiori, irregolari, con tipica corolla papilionacea gialla, sono raccolti in piccole infiorescenze composte da 3-7 fiori. FRUTTI I frutti sono baccelli sottili cilindrici. In medicina è usata per le sue proprietà sedative, antispasmodiche, antinfiammatorie, astringenti. In fitoterapia è impiegata come tonico cardiaco. Dal Ginestrino è anche possibile estrarre un colorante giallo. 50

Struttura della foglia

Struttura della foglia Struttura della foglia La struttura delle foglie varia per grandezza e forma apice nervatura lamina fogliare base stipole picciolo Forma della lamina fogliare a squama ad ago lineare ellittica ovale lanceolata

Dettagli

Completa e Colora GIOCO 01

Completa e Colora GIOCO 01 GIOCO 01 ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA www.sardegnaforeste.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Completa e Colora stropicciato I suoi fiori sono grandi e rosa, con petali dal caratteristico aspetto......................

Dettagli

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FRUTTI FLORA ESOTICA

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FRUTTI FLORA ESOTICA ALBERI I GRANDEZZA (anomala poiché gymnospermae) GINKO BILOBA Ginko biloba FLORA ESOTICA 25-30 m 10 m Eretto nelle piante maschili, espanso nelle femminili Primaverile, poco significativa Carnosi, ovoidali

Dettagli

Echinops ritro L. CARDO PALLOTTOLA AZZURRO

Echinops ritro L. CARDO PALLOTTOLA AZZURRO Echinops ritro L. CARDO PALLOTTOLA AZZURRO ASTERACEAE LR Tab. C Pianta erbacea di circa 50-80 cm, bianco-tomentosa, spinosa, provvista di foglie discolori (verdi sopra e bianche sotto) e capolini sferici

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MANTOVA. Piante e Fiori non indicati nelle Comunità Infantili

REGIONE LOMBARDIA AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MANTOVA. Piante e Fiori non indicati nelle Comunità Infantili REGIONE LOMBARDIA AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MANTOVA Piante e Fiori non indicati nelle Comunità Infantili SERVIZIO DI MEDICINA PREVENTIVA NELLE COMUNITA' INDICE AGAVE, (FAM. AGAVACEE) AGRIFOGLIO,

Dettagli

LA BIO DIVERSITA' COME ESPRESSIONE DI BELLEZZA: I FIORI DELLE DOLOMITI

LA BIO DIVERSITA' COME ESPRESSIONE DI BELLEZZA: I FIORI DELLE DOLOMITI LA BIO DIVERSITA' COME ESPRESSIONE DI BELLEZZA: I FIORI DELLE DOLOMITI Attraverso la lettura del libro I fiori delle Dolomiti abbiamo deciso di inventare e realizzare Il gioco dell'erbarioca, un gioco

Dettagli

LABORATORIO C.R.E.A. "S.O.S. NATURA - SPECIALE FORESTE" CLASSE 1 a sez. C a.s. 2010-2011

LABORATORIO C.R.E.A. S.O.S. NATURA - SPECIALE FORESTE CLASSE 1 a sez. C a.s. 2010-2011 LABORATORIO C.R.E.A. "S.O.S. NATURA - SPECIALE FORESTE" CLASSE 1 a sez. C a.s. 2010-2011 NELL ANNO INTERNAZIONALE DEDICATO ALLE FORESTE LA CLASSE 1 a C HA PARTECIPATO AL LABORATORIO C.R.E.A. CON LA SUPERVISIONE

Dettagli

UN PO DI STORIA. L aroma e il sapore caratteristico dell erba cipollina sono dovuti ad una serie di molecole contenenti lo zolfo.

UN PO DI STORIA. L aroma e il sapore caratteristico dell erba cipollina sono dovuti ad una serie di molecole contenenti lo zolfo. ERBA CIPOLLINA ERBA CIPOLLINA L erba cipollina (Allium schoenoprasum) è una pianta aromatica della famiglia delle Liliaceae, o meglio, secondo schemi tassonomici più attuali, Alliaceae, di cui si utilizzano

Dettagli

Populus nigra L. e Populus alba L. (Pioppo nero e pioppo bianco)

Populus nigra L. e Populus alba L. (Pioppo nero e pioppo bianco) SALICACEE Nella famiglia delle Salicacee fanno parte piante per lo più legnose distribuite nelle zone temperate dell'emisfero boreale. Nella flora italiana la famiglia è rappresentata da due generi, Populus

Dettagli

BENVENUTI TRA LE PIANTE DELLA SALUTE. Introduzione

BENVENUTI TRA LE PIANTE DELLA SALUTE. Introduzione BENVENUTI TRA LE PIANTE DELLA SALUTE Introduzione L uso della fitoterapia ha origini antichissime, se ne trovano tracce, infatti, tra i più antichi popoli dell Asia. In Cina si parla di cura con le piante

Dettagli

Paeonia officinalis L. ssp. villosa (Huth) Cullen et Heywood PEONIA

Paeonia officinalis L. ssp. villosa (Huth) Cullen et Heywood PEONIA Paeonia officinalis L. ssp. villosa (Huth) Cullen et Heywood PEONIA PAEONIACEAE Specie gravemente minacciata Bellissimo fiore, la cui sottospecie villosa è presente nell Europa sud-occidentale e piuttosto

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

CATALOGO PROGETTO P. O. N. G R E E N S C H O O L ANNO SCOLASTICO 2009-2010

CATALOGO PROGETTO P. O. N. G R E E N S C H O O L ANNO SCOLASTICO 2009-2010 CATALOGO PROGETTO P. O. N. G R E E N S C H O O L ANNO SCOLASTICO 2009-2010 La valenza del progetto GREEN SCHOOL facente parte del PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE - Fondo Sociale Europeo 2007/2013 si è manifestato

Dettagli

IL MONDO DELLE PIANTE

IL MONDO DELLE PIANTE PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta

Dettagli

STUDIO STORICO AMBIENTALE SUL MARAIS VIVIER COMMUNE DE BIONAZ

STUDIO STORICO AMBIENTALE SUL MARAIS VIVIER COMMUNE DE BIONAZ COMMUNAUTE DE MONTAGNE GRAND COMBIN PROGRAMMA LEADER PLUS VALLE D AOSTA P.I.T. Notre patrimoine. L eau, le pain, le village Leader Plus 2000/2006 STUDIO STORICO AMBIENTALE SUL MARAIS VIVIER COMMUNE DE

Dettagli

foglie fiori antiossidanti naturali pressione sistema cardiovascola- re

foglie fiori antiossidanti naturali pressione sistema cardiovascola- re Sappiamo bene che gli antichi, pur non sapendo molte cose che sappiamo oggi, si comportavano come se le conoscessero perfettamente! Non a caso la riscoperta dei prodotti naturali per l alimentazione e

Dettagli

Rosa agrestis Savi. Rosa canina L.

Rosa agrestis Savi. Rosa canina L. Rosa agrestis Savi NOMI ITALIANI: Rosa di macchia. NOMI SARDI: vedi R. canina L. Arbusto suffruticoso caducifoglio con rami eretti o eretto-scandenti, esili, con internodi allungati, provvisti di pochi

Dettagli

TARASSACO o DENTE DI LEONE (Taraxacum ( officinale)

TARASSACO o DENTE DI LEONE (Taraxacum ( officinale) Farmacia San Giorgio, Morbio Inf. / Il prato nel piatto: dente di leone / rev. aprile 2010 1 TARASSACO o DENTE DI LEONE (Taraxacum ( officinale) Nomi popolari: Tarassaco, Soffione, Piscialletto È una pianta

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

A COSA SERVE IL FIORE?

A COSA SERVE IL FIORE? A COSA SERVE IL FIORE? Il fusto ha il compito di produrre i semi destinati a dar vita a nuove piante. PETALO COROLLA CALICE SEPALO PEDUNCOLO Il fiore è sostenuto da un peduncolo verde, che termina nel

Dettagli

Azienda agricola La Cerasuola. di Provenzano Gioacchino. I nostri prodotti

Azienda agricola La Cerasuola. di Provenzano Gioacchino. I nostri prodotti Azienda agricola La Cerasuola I nostri prodotti Kistuè Olio Extra Vergine d Oliva Scheda tecnica: Acidità libera (% di acido oleico): 0,3 colore dall'olio: verde con riflessi dorati profumo dell'olio:

Dettagli

VERDE SENTINA Visita guidata al riconoscimento delle specie dunali e retrodunali

VERDE SENTINA Visita guidata al riconoscimento delle specie dunali e retrodunali VERDE SENTINA Visita guidata al riconoscimento delle specie dunali e retrodunali Gli ambienti della Riserva Sentina Nelle pagine seguenti l habitat tipico di ciascuna specie è individuato dal simbolo colorato

Dettagli

HABITAT: Pianta spontanea della regione mediterranea

HABITAT: Pianta spontanea della regione mediterranea HABITAT: Pianta spontanea della regione mediterranea DESCRIZIONE BOTANICA: Arbusto con foglie sempreverdi alto fino a 2-3 metri. I fiori hanno la corolla azzurra. STORIA E TRADIZIONI: considerata nella

Dettagli

GUIDA AL RICONOSCIMENTO DEI GRANDI ALBERI DELLA SARDEGNA

GUIDA AL RICONOSCIMENTO DEI GRANDI ALBERI DELLA SARDEGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato Difesa Ambiente Ente Foreste della Sardegna GUIDA AL RICONOSCIMENTO DEI GRANDI ALBERI DELLA SARDEGNA Censimento degli alberi monumentali della Sardegna, individuazione

Dettagli

Medicina in cucina. insaporire per prevenire. Scuola elementare G.Pascoli I.P.S.S. L.Cossa

Medicina in cucina. insaporire per prevenire. Scuola elementare G.Pascoli I.P.S.S. L.Cossa Medicina in cucina insaporire per prevenire Scuola elementare G.Pascoli I.P.S.S. L.Cossa L'anno scorso la scuola elementare Pascoli e l' Istituto Professionale Cossa hanno sviluppato il progetto: La chimica

Dettagli

ERBORISTERIA MAGENTINA OLI VEGETALI

ERBORISTERIA MAGENTINA OLI VEGETALI ERBORISTERIA MAGENTINA OLI VEGETALI Gli Oli vegetali Erboristeria Magentina sono PURI e SPREMUTI A FREDDO, per mantenere inalterati i loro principi attivi. Ammorbidiscono, nutrono e proteggono la pelle.

Dettagli

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi

si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi LA PATATA Famiglia delle solanacee Genere solanum Pianta erbacea coltivata come annuale ma che in natura si comporta come perenne grazie alla sua propagazione attraverso i tuberi I fiori sono riuniti a

Dettagli

Salvia officinalis L.

Salvia officinalis L. Salvia officinalis L. Famiglia: Labiatae Nomi comuni: salvia Forma biologica: camefita suffruticosa Categoria corologica: steno-mediterranea Denominazioni liguri: harvia, sarvia, sàrbia, savia, sarbia,

Dettagli

fiori d arancio fiori d arnica betulla biancospino camomilla finocchio ginepro iperico lino

fiori d arancio fiori d arnica betulla biancospino camomilla finocchio ginepro iperico lino fiori d arancio fiori d arnica betulla biancospino camomilla finocchio ginepro iperico lino liquirizia malva melissa menta salvia senna timo uva orsina valeriana FIORI D ARANCIO (AURANTII FLOS) Arancio

Dettagli

I GRANDI MIELI DI COCCINELLA

I GRANDI MIELI DI COCCINELLA I GRANDI MIELI DI COCCINELLA ACACIA Molto digeribile-antinfiammatorio-leggermente lassativo-disintossicante del fegato-ricco di levulosio (tollerato in piccole dosi anche dai diabetici) MILLEFIORI Energetico-Disintossicante

Dettagli

Schede Prodotto Gamma Sagra

Schede Prodotto Gamma Sagra Scaricato da www.largoconsumo.info Schede Prodotto Gamma Sagra Sagra è ormai da anni un marchio conosciuto e apprezzato dai consumatori italiani per la qualità dei suoi oli grazie ad una selezione accurata

Dettagli

achillea Piante officinali morfologia Proprietà Parti usate Ecologia impiego FAMIGLIA: Asteraceae GENERE: Achillea SPECIE: millefolium

achillea Piante officinali morfologia Proprietà Parti usate Ecologia impiego FAMIGLIA: Asteraceae GENERE: Achillea SPECIE: millefolium FAMIGLIA: Asteraceae GENERE: Achillea achillea SPECIE: millefolium Pianta erbacea perenne, variabile per forma, colore e dimensione. Specie con radici rizomatose, foglie alterne, 2-3 volte pennatosette,

Dettagli

LE PIANTE. acqua anidride carbonica

LE PIANTE. acqua anidride carbonica Unità La foglia e la fotosintesi La foglia è la parte principale della pianta, perché nelle foglie la pianta produce il proprio cibo. luce solare acqua anidride carbonica clorofilla glucosio ossigeno Nella

Dettagli

LINEA NATURA. Benessere in Armonia

LINEA NATURA. Benessere in Armonia Benessere in Armonia UNA FORZA COMMERCIALE. L.R. Limited nata dall esperienza di professionisti che da oltre 40 anni operano nel campo della cosmesi sia in Italia che all estero, propone un ampia gamma

Dettagli

Gli antichi frutti di «Archeologia arborea», una passione che nasce da lontano

Gli antichi frutti di «Archeologia arborea», una passione che nasce da lontano Gli antichi frutti di «Archeologia arborea», una passione che nasce da lontano A Lerchi, a due passi da Città di Castello (Perugia), in un frutteto-collezione visitabile, sono state raccolte in circa trent

Dettagli

I.1 L apparato digerente

I.1 L apparato digerente Capitolo I Introduzione 8 I.1 L apparato digerente L apparato digerente è costituito da un gruppo di organi addetti alla scissione degli alimenti in componenti chimici che l organismo può assorbire ed

Dettagli

Natùa. Sardinian cosmetics Cosmetici 100% naturali All olio extravergine di oliva

Natùa. Sardinian cosmetics Cosmetici 100% naturali All olio extravergine di oliva Natùa Sardinian cosmetics Cosmetici 100% naturali All olio extravergine di oliva Perché siamo qua Presentazione: Note: Natùa è una nuova azienda di cosmetici naturali al 100% I cosmetici naturali Natùa

Dettagli

Via tagliamento, 4 31021 Mogliano Veneto Tel. 041 5947950 info@claudiortes.tv

Via tagliamento, 4 31021 Mogliano Veneto Tel. 041 5947950 info@claudiortes.tv L azienda Claudio Ortes srl rappresenta una delle realtà più importanti e consolidate di tutto il Nord Italia per la vendita all'ingrosso di prodotti legati alla floricoltura e al design floreale. All

Dettagli

corso di AROMATERAPIA E FITOTERAPIA 1 giornata (8 ore totali) C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale

corso di AROMATERAPIA E FITOTERAPIA 1 giornata (8 ore totali) C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale AROMATERAPIA E FITOTERAPIA C O R S O D I F O R M A Z I O N E Professionale 1 giornata (8 ore totali) Ente NO-PROFIT di Formazione Professionale Riconosciuto dalla Regione Lombardia 2014/NA37 AROMETERAPIA

Dettagli

IL VERDE URBANO. A cura di: Dott.ssa Nadia Floris Naturalista Dott.ssa Serena Soddu Biologa Dott. Simone Poma Biologo Dott. Stefano Sunda Naturalista

IL VERDE URBANO. A cura di: Dott.ssa Nadia Floris Naturalista Dott.ssa Serena Soddu Biologa Dott. Simone Poma Biologo Dott. Stefano Sunda Naturalista IL VERDE URBANO A cura di: Dott.ssa Nadia Floris Naturalista Dott.ssa Serena Soddu Biologa Dott. Simone Poma Biologo Dott. Stefano Sunda Naturalista Con la supervisione del Dott. Agr. Claudio Papoff e

Dettagli

21 aprile 2010 IL GENERE SEMPERVIVUM

21 aprile 2010 IL GENERE SEMPERVIVUM 21 aprile 2010 (f.f.) i Semprevivi sono piante bellissime nel periodo della fioritura. Non sono facili a vedersi, ma non sono nemmeno rari. Sono protetti in tutta Italia, ma la Regione Toscana non ne riconosce

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

Colori, fiori e impollinatori

Colori, fiori e impollinatori Unità didattica 9 Piante nell arte Colori, fiori e impollinatori 162 Durata 3 ore Stagione Primavera / estate Materiali - matite colorate - lenti di ingrandimento - cronometro - nastro bi-adesivo - foglio

Dettagli

LE ERBE AROMATICHE DAL CAMPO A...

LE ERBE AROMATICHE DAL CAMPO A... LE ERBE AROMATICHE DAL CAMPO A... IL TERMINE PIANTA AROMATICA INDICA PIANTE CONTENENTI SOSTANZE DI ODORE GRADEVOLE E AROMI, RICCHE DI OLI ESSENZIALI. LA PRODUZIONE DI SOSTANZE AROMATICHE PUÒ ESSERE DISTRIBUITA

Dettagli

TIMO (Thymus) Nomi popolari: erba povera, serpolino

TIMO (Thymus) Nomi popolari: erba povera, serpolino TIMO (Thymus) Nomi popolari: erba povera, serpolino È una piccola pianta perenne alta ca. 20-30 cm, appartenente alla famiglia delle Labiatae. Il genere Thymus comprende un centinaio di specie ; le varietà

Dettagli

i praticissimi decorare con i Fiori freschi

i praticissimi decorare con i Fiori freschi i praticissimi decorare con i Fiori freschi Testi e immagini di questo volume sono tratti da Decorare con i fiori freschi di M. G. Montaini e A. Romanelli Rupi (2005), edito da Giunti. Si ringraziano per

Dettagli

Iperico (Hypericum perforatum L. ) Famiglia: Hypericaceae (Guttiferae)

Iperico (Hypericum perforatum L. ) Famiglia: Hypericaceae (Guttiferae) Iperico (Hypericum perforatum L. ) Famiglia: Hypericaceae (Guttiferae) Descrizione botanica È una pianta erbacea perenne alta dai 20 ai 70 cm. Ha un corto rizoma sotterraneo che produce numerosi fusti,

Dettagli

Rosmarinus officinalis

Rosmarinus officinalis Rosmarinus officinalis Il Rosmarino, regina delle piante aromatiche, è la tipica pianta mediterranea, che cresce sia spontanea che coltivata soprattutto lungo le fasce costiere e fino a 1500 m s.l.m; appartiene

Dettagli

Le erbe di San Giovanni: miti, leggende e curiosità di alcune specie presenti nel nostro territorio

Le erbe di San Giovanni: miti, leggende e curiosità di alcune specie presenti nel nostro territorio Le erbe di San Giovanni: miti, leggende e curiosità di alcune specie presenti nel nostro territorio Testo a cura di M. Cristina Bertonazzi Immaginiamo, per un attimo, di tornare indietro nel tempo: è una

Dettagli

AVENA (Avena sativa L.)

AVENA (Avena sativa L.) Farmacia San Giorgio, Morbio Inf. / il prato nel piatto: Avena / luglio 2006 1 AVENA (Avena sativa L.) L avena è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Poaceae (vecchia denominazione:

Dettagli

per una durata di 10 15 min, alternando sauna e relax con una frequenza di 2 3 volte.

per una durata di 10 15 min, alternando sauna e relax con una frequenza di 2 3 volte. I NOSTRI TRATTAMENTI SAUNA FINLANDESE Consiste in un bagno di calore con temperatura di 80 C 100 C ad umidità ridotta del 10 30% per una durata di 10 15 min, alternando sauna e relax con una frequenza

Dettagli

Olmo campestre. Famiglia: ULMACEE Genere: ULMUS Ulmus campestris Common elm

Olmo campestre. Famiglia: ULMACEE Genere: ULMUS Ulmus campestris Common elm Olmo campestre Famiglia: ULMACEE Genere: ULMUS Ulmus campestris Common elm Caratteristiche morfologiche E un albero caducifoglie, molto longevo (anche più di 5 secoli), il cui tronco può arrivare fino

Dettagli

FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: inglese. ORIGINE: Brasile DATA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

Allegato D) L.R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI INTERESSE AGRARIO NEL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO

Allegato D) L.R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI INTERESSE AGRARIO NEL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO Allegato D) L.R. N. 1/2008 TUTELA DEL PATRIMONIO DI RAZZE E VARIETÀ LOCALI DI INTERESSE AGRARIO NEL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO SCHEDA TECNICA PER L ISCRIZIONE AL REPERTORIO PERO Famiglia: Rosaceae Genere:

Dettagli

SALICACEAE. Divisione: Spermatophyta Sottodivisione:Angiospermae Classe: Dicotyledones Famiglia: Salicaceae Generi: Populus (pioppio), Salix (salice)

SALICACEAE. Divisione: Spermatophyta Sottodivisione:Angiospermae Classe: Dicotyledones Famiglia: Salicaceae Generi: Populus (pioppio), Salix (salice) SALICACEAE Divisione: Spermatophyta Sodivisione:Angiospermae Classe: Dicotyledones Famiglia: Salicaceae Generi: Populus (pioppio), Salix (salice) Le Salicaceae sono una famiglia di Angiosperme che comprende,

Dettagli

Cibo e cucina in sopravvivenza Contributo dell aiuto istruttore Matteo NICOLINI

Cibo e cucina in sopravvivenza Contributo dell aiuto istruttore Matteo NICOLINI Cibo e cucina in sopravvivenza Contributo dell aiuto istruttore Matteo NICOLINI In sopravvivenza occorre conoscere i bisogni nutritivi del corpo e come farvi fronte. Un corpo sano può sopravvivere con

Dettagli

Consigli pratici per gestire le tossicità cutanee

Consigli pratici per gestire le tossicità cutanee Consigli pratici per gestire le tossicità cutanee SALVE, SONO IL DOTTOR CHI. IN QUESTO OPUSCOLO TI DARÒ UNA SERIE DI CONSIGLI UTILI PER GESTIRE AL MEGLIO LE TOSSICITÀ DELLA PELLE. SEGUIMI! SARÒ AL TUO

Dettagli

Scuola Media n. 5 + 12 - Sassari. Progetto di botanica

Scuola Media n. 5 + 12 - Sassari. Progetto di botanica Scuola Media n. 5 + 12 - Sassari Anno scolastico 2011-2012 Progetto di botanica ESSENZE DELLA SARDEGNA E ANTICHI RIMEDI NATURALI Classe 2^H via Mastino Docente: prof.ssa E. Venditti Esperto: sig. Gianpaolo

Dettagli

Erba medica. Medicago sativa L.

Erba medica. Medicago sativa L. Erba medica Medicago sativa L. Erba medica (Medicago sativa L.) L erba medica è tradizionalmente considerata la pianta foraggera per eccellenza rispetto alle altre specie da prato poliennale presenta notevoli

Dettagli

LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA

LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA CORSO DI FRUTTICOLTURA LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA Lezione 1- L albero da frutto: elementi di anatomia e fisiologia vegetale (dr. Giulio RE) Le funzioni vitali

Dettagli

Erbe Officinali. in Val di Lima. Agriturismo IL LAGO

Erbe Officinali. in Val di Lima. Agriturismo IL LAGO Erbe Officinali in Val di Lima Agriturismo IL LAGO Agrilago Azienda Agricola - Agrituristica IL LAGO via di Castello - Casoli Val di Lima 55022 Bagni di Lucca (LU) tel. 0583.809358 fax 0583.809330 Cell.

Dettagli

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione.

In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. In una ricca insalata di verdure sono contenute sostanze nutritive importanti per una sana e corretta alimentazione. L ALIMENTAZIONE E L APPARATO DIGERENTE Una dieta equilibrata è fatta di tutti gli alimenti

Dettagli

Scuola E. DE AMICIS S. Maria del Giudice anno scolastico 2011/12 Classe IV INS. Bandini Monica

Scuola E. DE AMICIS S. Maria del Giudice anno scolastico 2011/12 Classe IV INS. Bandini Monica Scuola E. DE AMICIS S. Maria del Giudice anno scolastico 2011/12 Classe IV INS. Bandini Monica Oggi 10 Novembre abbiamo osservato alcuni semi: semi di lenticchie, di fagiolo, di mais. Tutti i semi al tatto

Dettagli

Prodotti e servizi per il catering

Prodotti e servizi per il catering DIVISIONE FOOD SERVICE Prodotti e servizi per il catering Oli vegetali di semi Oli di Oliva ed Extravergini di Oliva Aceti di vino e Balsamico di Modena Passate, concentrati e pelati di pomodoro Consegna

Dettagli

Herba Sapiens di Scheila Lattaro

Herba Sapiens di Scheila Lattaro Herba Sapiens di Scheila Lattaro Via Arturo Donaggio 11, 00168 ROMA s.lattaro@alice.it P.I. 01461830539 C.F. LTTSHL74L47H501T L officina della Natura 2 Indice La storia pag. 5 La filosofia dell azienda

Dettagli

1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO

1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO 1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO AREA DI ORIGINE: Regione Veneto. TIPO ED INDIRIZZO PRODUTTIVO: Tacchino rustico di taglia media, precoce e a rapido impennamento. Ottimo pascolatore,si presta molto bene

Dettagli

L apparato tegumentario

L apparato tegumentario L apparato tegumentario... o di rivestimento protegge il nostro corpo e permette gli scambi con l esterno, è formato da pelle o cute + annessi cutanei La pelle riveste tutta la parte esterna del corpo.

Dettagli

Dellʼ UOMO. Az. Agr. PANGEA di M. Grazia Bonella Torcegno (TN) Italia www.pangeamadreterra.com +39 347 301 3209

Dellʼ UOMO. Az. Agr. PANGEA di M. Grazia Bonella Torcegno (TN) Italia www.pangeamadreterra.com +39 347 301 3209 Profumi, colori e sapori dalla madre terra, questa e le filosofia dell azienda agricola biologica Pangea e questo e veramente quello che esprime quel piccolo pezzetto di terra colorato e profumato che

Dettagli

INDAGINI ETNOBOTANICHE NEL TERRITORIO DEL PARCO DEL CONERO

INDAGINI ETNOBOTANICHE NEL TERRITORIO DEL PARCO DEL CONERO Università Politecnica delle Marche Facoltà di Agraria Corso di laurea in Scienze degli alimenti INDAGINI ETNOBOTANICHE NEL TERRITORIO DEL PARCO DEL CONERO Tesi di: Sara Massaccese Relatore: Fabio Taffetani

Dettagli

WWW.ORTO2000.COM 223 ANETO

WWW.ORTO2000.COM 223 ANETO PIANTINE daorto WWW.ORTO2000.COM 223 ANETO l aneto è un erba aromatica annuale il cui aroma ricorda quello del finocchio, dell anice e della menta. Predilige terreni ricchi di sostanza organica, ben lavorati,

Dettagli

Sommario. In linea con il carburante giusto. Le ricette proteiche. Le ricette con le alghe. Le ricette con le spezie. Le ricette vegetariane

Sommario. In linea con il carburante giusto. Le ricette proteiche. Le ricette con le alghe. Le ricette con le spezie. Le ricette vegetariane Sommario INTRODUZIONE In linea con il carburante giusto 7 CAPITOLO 1 Le ricette proteiche 25 CAPITOLO 2 Le ricette con le alghe 51 CAPITOLO 3 Le ricette con le spezie 73 CAPITOLO 4 Le ricette vegetariane

Dettagli

Con l'aiuto di Walter e delle nostre maestre siamo riusciti a tingere alcuni pezzi di stoffa per realizzare questo albero.

Con l'aiuto di Walter e delle nostre maestre siamo riusciti a tingere alcuni pezzi di stoffa per realizzare questo albero. Lo sapevate che ortaggi, fiori, frutti, e spezie hanno delle qualità tintorie? Da essi si possono ricavare dei meravigliosi colori per tingere pezzi di stoffa, carta, legno e sassi. Con l'aiuto di Walter

Dettagli

Scuola primaria G. Giusti S. Anna Lucca. Progetto interdisciplinare sulle trasformazioni stagionali della natura:

Scuola primaria G. Giusti S. Anna Lucca. Progetto interdisciplinare sulle trasformazioni stagionali della natura: Scuola primaria G. Giusti S. Anna Lucca Modulo classi seconde Progetto interdisciplinare sulle trasformazioni stagionali della natura: Insegnanti: Marzia Benedetti, Alfreda Nevicati,M.Teresa Pedocchi Realizzato

Dettagli

Vivaio aperto - Perugia

Vivaio aperto - Perugia Vivaio aperto - Perugia Corso di potatura dei frutti INTRODUZIONE ALLA POTATURA 13 e 20 Febbraio 2010 - Bricocenter Perugia Estratto lezione dott. Agronomo Luca Crotti Questo documento è un estratto del

Dettagli

Contributi regionali per le siepi.

Contributi regionali per le siepi. Contributi regionali per le siepi. Finalmente una buona notizia, specifica per l`agricoltura biologica. Un contributo regionale per siepi, filari ed aree umide. Le aziende biologiche infatti hanno la necessità

Dettagli

LE FOGLIE. classe 2^ scuola primaria

LE FOGLIE. classe 2^ scuola primaria LE FOGLIE classe 2^ scuola primaria Per i bambini, scoprire ciò che li circonda è sempre un avventura magica e piena di risorse. La realtà nella quale si trova la nostra scuola offre diversi stimoli dal

Dettagli

HERPES SIMPLEX Herpes zoster Mollusco contagioso Verruche giovanili Verruche volgari Verruche plantari Condilomi acuminati. Dermatosi da virus

HERPES SIMPLEX Herpes zoster Mollusco contagioso Verruche giovanili Verruche volgari Verruche plantari Condilomi acuminati. Dermatosi da virus HERPES SIMPLEX Un virus, per indurre uno stato di malattia, deve entrare in una cellula ed ivi moltiplicarsi. Questo avviene nell epidermide, strato più esterno della cute, dove la componente cellulare

Dettagli

RICETTARIO Menù invernale

RICETTARIO Menù invernale RICETTARIO Menù invernale Condimenti Parmigiano Reggiano per insaporire i primi piatti Olio extravergine di oliva per la preparazione dei piatti e per il condimento a crudo Succo di limone, erbe aromatiche

Dettagli

IDROSADENITE SUPPURATIVA / ACNE INVERSA

IDROSADENITE SUPPURATIVA / ACNE INVERSA IDROSADENITE SUPPURATIVA / ACNE INVERSA Informazioni generali e indicazioni sulla malattia www.idrosadenitesuppurativa.ch Per ulteriori informazioni sull idrosadenite suppurativa. Con il sostegno di Indice

Dettagli

Dall'anno 2000 ad Ormea è stato avviato un importante progetto per utilizzare la grande risorsa di legno presente sul territorio.

Dall'anno 2000 ad Ormea è stato avviato un importante progetto per utilizzare la grande risorsa di legno presente sul territorio. Giovedì 17 aprile siamo andati in gita scolastica a Ormea. Abbiamo visitato la centrale termica del teleriscaldamento, il giardino botanico, il borgo, il museo etnico e la scuola forestale. Dall'anno 2000

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Rinnovo del patentino Modulo agronomico

Rinnovo del patentino Modulo agronomico nforma.fito. Strumenti di supporto per la diffusione delle informazioni sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Rinnovo del patentino Modulo agronomico Lotte obbligatorie Pier Paolo Bortolotti Roberta

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO SUL FUSTO E SULLA GEMMA

PERCORSO DIDATTICO SUL FUSTO E SULLA GEMMA PERCORSO DIDATTICO SUL FUSTO E SULLA GEMMA Daniela Basosi, Lucia Lachina 1 2011 1) DESCRIVERE UN FUSTO LEGNOSO Procuratevi un ramo di albero da frutto e chiedete ai ragazzi di descriverlo. Fate discutere

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

L istituto World Federation Rose Society classifica le rose in:

L istituto World Federation Rose Society classifica le rose in: L istituto World Federation Rose Society classifica le rose in: Rose Selvatiche Rose Antiche da giardino Rose Moderne da Giardino Rose selvatiche 2 1 1 Scabrosa 2 Banksia Lutea 3 Rosa Canina 4 Foetida

Dettagli

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO

DETOX 7 GIORNI PER STARE MEGLIO DETOX 7 7 GIORNI PER STARE MEGLIO Buongiorno!!! complimenti per aver scelto il nostro programma nutrizionale DETOX-7! Per dieta DETOX s intende un programma alimentare che ha lo scopo di eliminare le tossine

Dettagli

No. 68 Febbraio 2014

No. 68 Febbraio 2014 No. 68 Febbraio 2014 Cooperativa consumatori e produttori del biologico Al Piano 2 6593 Cadenazzo Tel. 091 785 40 15 info@conprobio.ch www.conprobio.ch Tra i vari problemi che toccano il mondo della produzione,

Dettagli

i fiori dei pigri Guida dei fiori spontanei al riconoscimento della Provincia di Rimini

i fiori dei pigri Guida dei fiori spontanei al riconoscimento della Provincia di Rimini i fiori dei pigri Guida al riconoscimento dei fiori spontanei della Provincia di Rimini Autori Stefano Cerni Adriano Mattoni Con la partecipazione dell Associazione I Radecc Progetto realizzato con la

Dettagli

Sedano rapa: un regalo per tutte le stagioni!

Sedano rapa: un regalo per tutte le stagioni! Sedano rapa: un regalo per tutte le stagioni! Tutte le ricette di questo mese sono frutto di esperienza, creatività e. passaparola, e sono redatte da Eleonora Berto, presenza quotidiana al banchetto de

Dettagli

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

Le specie di funghi commestibili più comuni

Le specie di funghi commestibili più comuni Le specie di funghi commestibili più comuni Macrolepiota procera Mazza di tamburo Cappello: da 10 a 25 cm di diametro, dapprima ovoidale, quasi sferico, poi piano umbonato al centro, con margine sfrangiato;

Dettagli

Le piante erbacee anemofile - parte 2

Le piante erbacee anemofile - parte 2 Newsletter N. 12-2008 Le piante erbacee anemofile - parte 2 Chi pensa che il volo pollinico si limiti alla prima metà dell anno si sbaglia! In tarda estate sono soprattutto le composite anemofile a creare

Dettagli

Shampoo Crema con estratto di Edera e Olio di Riso

Shampoo Crema con estratto di Edera e Olio di Riso Shampoo Crema con estratto di Edera e Olio di Riso Formulato appositamente per l'uso quotidiano di tutta la famiglia, è specifico per capelli naturali, senza particolari alterazioni del cuoio capelluto.

Dettagli

Foliage. gli alberi e i colori dell autunno

Foliage. gli alberi e i colori dell autunno Foliage gli alberi e i colori dell autunno Dopo l estate arriva una stagione critica anche se le foglie sono ancora perfettamente funzionanti, l albero sa che deve allontanarle da sé Lo abbiamo visto nei

Dettagli

LA MAGGIORANA. Questa pianta ha un profumo dolciastro, intenso, leggermente amarognolo,molto simile all origano.

LA MAGGIORANA. Questa pianta ha un profumo dolciastro, intenso, leggermente amarognolo,molto simile all origano. LA MAGGIORANA LA MAGGIORANA La maggiorana, il cui nome botanico dal greco, significa "splendore di montagna" per la bellezza dei suoi fiori che un tempo adornavano i colli, è tra le piante aromatiche più

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà;

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà; LE SIEPI Le siepi sono esseri viventi che appartengono al mondo vegetale; le loro foglie infatti contengono la clorofilla e altre sostanze. Le siepi possono essere fogliose, lisce, verdi, spinose, diramate,

Dettagli

ANGIOSPERME Famiglie più significative per la raccolta delle erbe spontanee

ANGIOSPERME Famiglie più significative per la raccolta delle erbe spontanee Corso di secondo livello ERBE SPONTANEE Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Scienze Ambientali e Produzioni Vegetali ANGIOSPERME Famiglie più significative per la raccolta delle erbe spontanee

Dettagli

ALTRI USI 104 PER LA BELLEZZA 128 IN CUCINA

ALTRI USI 104 PER LA BELLEZZA 128 IN CUCINA SOMMARIO 6 INTRODUZIONE 10 NELLA STORIA 24 LA PIANTA 46 PROPRIETÀ E PRODOTTI 66 PER LA SALUTE 88 ALTRI USI 104 PER LA BELLEZZA 128 IN CUCINA LA LAVANDA INTRODUZIONE L aromaterapia è la disciplina che analizza

Dettagli

Relatore: Caven Elger

Relatore: Caven Elger Relatore: Caven Elger 1. Parametri basali: temperatura, luce, concime ed acqua 2. Cura dopo la fioritura 3. Fioritura ripetuta 4. Danni da parassiti 5. Danni non da parassiti 6. Caduta dei boccioli 7.

Dettagli