OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NELL EDIFICIO SCOLASTICO DI VIA LUSERNA DI RORA 14 SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE BATTISTI CIRCOSCRIZIONE 3.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NELL EDIFICIO SCOLASTICO DI VIA LUSERNA DI RORA 14 SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE BATTISTI CIRCOSCRIZIONE 3."

Transcript

1 VICE DIREZIONE GENERALE SERVIZI TECNICI SETTORE EDILIZIA SCOLASTICA MANUTENZIONE OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NELL EDIFICIO SCOLASTICO DI VIA LUSERNA DI RORA 14 SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE BATTISTI CIRCOSCRIZIONE 3. PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE OPERE DI RESTAURO ARTE RESTAURO CONSERVAZIONE di ARLOTTO CRISTINA MARIA e C. SAS C.so A. Picco, TORINO P.IVA Via Bazzi, Torino tel fax www. comune.torino.it 1

2 CAMPAGNA STRATIGRAFICA ESEGUITA SULLE FACCIATE DELLA SCUOLA CESARE BATTISTI IN VIA LUSERNA DI RORÀ E RELAZIONE DESCRITTIVA DELLO STATO DI CONSERVAZIONE E DEGLI INTERVENTI DI RESTAURO ARTISTICO 2

3 CAMPAGNA STRATIGRAFICA FACCIATA SU VIA VERZUOLO Facciata su via Verzuolo Tassello n 1 Fascia in corrispondenza con la pantalera 0 Tinta giallo ocra ai silicati 1 Tracce di tinta rossa 3

4 2 Stuccatura in gesso Facciata su via Verzuolo Tassello n 2 Fascia decorata 0 Tinte ai silicati che riprendono il motivo decorativo originale 1 Motivo decorativo originale 4

5 Facciata su via Verzuolo Tassello n 3 Cornice della falsa finestra del terzo registro 0 Tinta bianco ghiaccio 1 Rasatura cementizia 2 Intonaco cementizio di rifacimento 5

6 Facciata su via Verzuolo Tassello n 4 Sfondato della falsa finestra del terzo registro 0 Tinta bianca 1 Tinta rosso mattone con frammenti di tinta viola 2 Intonaco a calce 6

7 Facciata su via Verzuolo Tassello n 5 Fascia marca piano e cornice di finestra del terzo registro 0 Tinta bianca ai silicati 0a. Malta cementizia 1 Tinta a calce rosa 7

8 Facciata su via Verzuolo Tassello n 6 Fascia decorata sul modulo in laterizi della facciata 0 Fascia decorata ripresa con colori ai silicati 1 Fascia decorata originale 8

9 Facciata su via Verzuolo Tassello n 7 Cornice della falsa finestra nel secondo registro 0 Tinta grigia ai silicati 0a Malta cementizia propedeutica alla stesura della tinta 0 1 Coloritura arancione originale su malta di calce e polvere di marmo 9

10 Facciata su via Verzuolo Tassello n 8 Cornice della falsa finestra del secondo registro 0 Tinta ai silicati grigia. 1 _ Coloritura originale rosso-mattone sul rilievo della cornice. - Arancione sulla battuta della finestra. 10

11 Facciata su via Verzuolo Tassello n 9 Specchiatura al di sopra della fascia marcapiano tra primo e secondo registro 0 Tinta ai silicati ocra 1 Malta cementizia con coloritura giallo ocra 2 Intonaco con tracce della decorazione originale 11

12 Facciata su via Verzuolo Tassello n 10 Fascia marca piano tra piano terra e primo piano 0 Tinta grigia a calce 1 Tinta bianco ghiaccio Malta con coloritura gialla 12

13 FACCIATE SUL CORTILE Facciata sul cortile (fronte est) Tassello n 11 Fascia della pantalera e cornicione 0 Tinta bianca 1 Rasatura in gesso 1a Rifacimento dell intonaco con malta cementizia 2 Intonaco originale in malta di calce con tinta giallina 2a Tracce di coloritura rosso mattone (alterata dal dilavamento) 13

14 Facciata sul cortile (fronte sud) Tassello n 12 Fascia della pantalera e cornicione 0 Tinta ocra ai silicati 1a Rifacimento degli arricci con malta cementizia 2 Modanature in stucco originali 2a Tracce di coloritura rosso mattone 14

15 Facciata sul cortile (fronte est) Tassello n 13 Fascia decorata 0 Rifacimenti dell apparato decorativo con tinte ai silicati 0a Tamponatura con malta cementizia e laterizi 1a Stuccatura in gesso di fessurazione 2 Lacerti della decorazione originale * Intonaco originale abraso 15

16 Facciata sul cortile (fronte est) Tassello n 14 Cornice della finestra del secondo registro 1 Tinta a calce rosa 1a Rasatura e rifacimento degli stucchi in malta cementizia 2 Tracce di coloritura rosso mattone sulla modanatura della cornice 16

17 Facciata sul cortile (fronte est) Tassello n 15 Fascia marcapiano del secondo registro 1 Tinta a calce rosa 2 Tracce di coloritura rosso mattone 17

18 Facciata sul cortile (fronte ovest) Tassello n 16 Specchiatura del primo registro 0 Tinta ai silicati ocra 1 Tracce di coloritura giallo ocra su intonaco a calce 18

19 Facciata sul cortile (fronte ovest) Tassello n 17 Fascia marcapiano tra piano terra e primo registro 0 Tinta ocra ai silicati 1 Tinta rosa a calce 2 Coloriture originali giallo ocra sulla specchiatura e rosso mattone sulla fascia marcapiano 2a Intonaco in malta a calce 19

20 FACCIATA SU VIA RORA DI LUSERNA Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 18 Cornicione in corrispondenza con la pantalera 0 Tinte ai silicati 0a Rasatura in gesso 1 Tinta a calce bianca 2 Intonaco degli stucchi con coloritura giallina 2a Intonaco a calce abraso con frammenti di pittura * Frammento di tinta giallo ocra 20

21 Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 19 Riquadri in corrispondenza con la pantalera 1 Rasatura in gesso data a pennello 2 Fascia decorata color arancio e cornice rosso mattone * Intonaco in malta di calce 21

22 Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 20 Fascia decorata 0 Tinta ai silicati color ocra 2 Frammento della decorazione originale segnata a chiodo 22

23 Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 21 Fascia decorata in corrispondenza con il modulo in laterizi della facciata 0a Rifacimento degli intonaci con rasatura in gesso su arriccio in malta cementizia 2 Decorazione originale 23

24 Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 22 Pannello in corrispondenza con la fascia decorata 1 Rasatura in gesso 1a Malta cementizia 2 Intonaco originale con lacerti di pittura 24

25 Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 23 Specchiatura del secondo registro 1 Malta cementizia stesa a spruzzo con coloritura giallo ocra 1a Rifacimento degli arricci con malta cementizia 2 Tracce dell apparato decorativo sull intonaco originale * Lesione sull intonaco steso a spruzzo che segue l andamento degli arricci rifatti 25

26 Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 24 Fascia marcapiano tra piano terreno e primo registro 1 Tinta grigia a calce 2 Frammenti di coloritura bianco ghiaccio 2a Intonaco degli stucchi con finitura a marmorino con pigmentazione giallina 26

27 Facciata su via Luserna di Rorà Tassello n 25 Fascia con finitura bocciardata al piano terreno 2 Tinta giallo ocra 2a Arricio * Malta spruzzata pigmentata di giallo ocra 27

28 FACCIATA SU VIA REVELLO Facciata su via Revello Tassello n 26 Fascia con finitura bocciardata al secondo piano 2 Finitura a malta spruzzata 2a Intonaco * Arricio con malta a base di calce 28

29 Facciata su via Revello Tassello n 27 Fascia con pannelli decorati con cornice dipinta 2* Materia pittorica ricoperta di sporco incoerente e smog 2 Materia pittorica pulita con soluzione acquosa leggermente alcalina: si evidenza la finitura dipinta a finto larice * Il legno privo della finitura pittorica a finto larice 29

30 Facciata su via Revello Tassello n 28 Fascia con decorazione 2 Decorazione a calce relativa al primo intervento di ampliamento del a Decorazione a calce e caseine relativa all ampliamento del b Intonaco preparatorio in malta di calce 2c Arriccio 30

31 Facciata su via Revello Tassello n 29 Fascia con decorazione nel corpo con laterizi a vista 2 Parti della decorazione a secco 2a Preparazione pittorica eseguita ad affresco interessata da un alterazione cromatica in cui il colore è virato dal blu al verde * Tracce di doratura a foglia 31

32 Facciata su via Revello Tassello n 30 Fascia con finitura bocciardata al piano terreno 1 Finitura bocciardata 2 Intonaco decorato relativo al corpo originale dell edificio (1903) 2a Bocciardatura originale dell intervento del

33 RELAZIONE DESCRITTIVA Le fasi di ampliamento La Scuola, sorta nei primi anni del 1900, è compresa nell isolato tra le vie Luserna di Rorà, Verzuolo, Vigone e Revello ed è inserita nel quartiere Cenisia. Inizialmente, nel 1903, era composta di un solo edificio collocato in via Luserna di Rorà, realizzato su due piani. La prima modifica risale al 1906 e riguarda l aggiunta di un piano al fabbricato originale, in seguito venne aggiunta l ala del fabbricato che va dalla prima finestra dopo il blocco in laterizi fino a via Vigone. 33

34 Si trova traccia, dell ampliamento che venne operato sull edificio nel 1909, nella sovrapposizione degli intonaci della fascia decorata di questa porzione di edificio dove si sovrappongono agli intonaci del primitivo corpo di fabbrica. 34

35 Elementi costitutivi della decorazione Fascia a pannelli incorniciati a livello della pantalera Sono rimasti non modificati solo su via Revello (esclusa la porzione corrispondente alle due finte finestre verso via Luserna di Rorà) e nel cortile interno fronte est (sclusa la porzione corrispondente alle ultime sei finestre verso il corpo centrale). Pannello della pantalera in via Revello Sono stati parzialmente rifatti gli intonaci della parte alta e completamente rasati a gesso i pannelli rimanenti su via Verzuolo e via Luserna di Rorà (la materia pittorica è presente sotto la rasatura). Pannello della pantalera in via Luserna di Rorà Sono stati completamente rifatti gli intonaci del cortile interno (fronte sud ed ovest). Pannello della pantalera nel cortile 35

36 Parti lignee della pantalera Le parti lignee della pantalera erano originariamente dipinte a finto larice. Sono rimaste non modificate le parti su via Revello (esclusa la porzione corrispondente alle due finte finestre verso via Luserna di Rorà) e nel cortile interno fronte est (esclusa la porzione corrispondente alle ultime sei finestre verso il corpo centrale). Le mensole risultano in buono stato di conservazione, mentre l assito si presenta fatiscente e imbarcato. Tutta la pantalera del fabbricato, esclusa la porzione sopra descritta, è stata ripristinata e verniciata con impregnante nero (forse a base di pece). 36

37 Fasce decorate La fascia decorata risulta ancora a vista ed in buono stato di conservazione solo su via Revello (esclusa la porzione corrispondente alle due finte finestre e le due finestre verso via Luserna di Rorà) e nel cortile interno fronte est (esclusa la porzione corrispondente alle ultime sei finestre verso il corpo centrale). Presenta sporco incoerente e smog su tutta la superficie, ed è realizzata con tinte a calce e interventi a secco (forse colori a base di caseina). Sono presenti delle dorature a foglia nelle bacche del fogliame che circonda le figure dei leoni. Fascia decorata su via Revello La fascia decorata risulta ha vista ma dilavata nella rimanente porzione di via Revello e del cortile interno fronte est. Fascia decorata su via Revello La fascia decorata risulta ridipinta con colori ai silicati su via Terzuolo, al di sotto della quale è ancora presente l impianto decorativo originale. Fascia decorata su via Verzuolo 37

38 La fascia decorata, sui fronti sud ed ovest del cortile interno, risulta ridipinta con colori ai silicati su rasatura a gesso e malta cementizia, al di sotto della quale è presente l impianto decorativo originale molto ammalorato. Fascia decorata nel cortile La fascia decorata su via Luserna di Rorà risulta in gran parte completamente assente a causa degli intonaci rifatti. Dove rimangono porzioni d intonaci originali solo presenti lacerti della decorazione originale (segnata a chiodo) in parte a vista e in parte coperta da tinta ai silicati. Fascia decorata su via Luserna di Rorà La fascia decorata su via Luserna di Rorà con lacerti di pittura originale 38

39 Finitura bocciardata del secondo piano L impianto originale dell edificio (1903) si sviluppava su due piani. Il secondo piano (l ultimo piano per l impianto del 1903) conserva, sotto la finitura a bocciardato, gli intonaci originali decorati su tutta via terzuolo, su via Luserna di Rorà e su via Revello, fino alla porzione corrispondente alla penultima finestra prima del blocco in laterizi. Fascia al secondo piano su via Luserna di Rorà Finitura a bocciardato del primo piano La finitura a bocciardato presente al primo piano ricopre una precedente finitura analoga, presumibilmente originale(1909), ma con una coloritura giallo ocra (conservata nei sotto finestra della facciata fronte est del cortile interno). Fascia al primo piano su via Verzuolo Finitura a bocciardato del Primo terra La Finitura a bocciardato originale del piano terreno presenta un intonaco spruzzato con coloritura della malta (giallo ocra). Fascia al piano terra di via Luserna di Rorà 39

40 Finitura pittorica delle cornici e degli infissi Dai saggi effettuati su via Verzuolo e nel cortile interno è risultato che la finitura delle cornici marcapiano avevano una coloritura rosso mattone, mentre le cornici interne delle finestre una coloritura arancione simile alla finitura a finto larice dei pannelli della pantalera. Fascia marcapiano nel cortile interno Cornice di finta finestra su via Verzuolo Gli infissi lignei conservano tracce di una finitura dipinta a finto larice. Infisso ligneo al piano terra di via Luserna di Rorà 40

41 Stato di conservazione Il degrado degli intonaci decorati risulta maggiormente presente in corrispondenza delle zone dove si sovrappongono le diverse fasi di ampliamento della struttura. Lo stato del degrado è particolarmente importante nelle parti dove si incontrano le fasi di ampliamento dell edificio. La linea di congiunzione tra il fabbricato originale ( ) e l ampliamento su via Revello (1909) oltre a presentare una diversa granulometria della finitura a dell intonaco bocciardato presenta sulla fascia decorata lacune dell intonaco e sollevamenti dovute a perdite ed infiltrazioni di acque meteoriche provenienti dal tetto. Gli intonaci decorati presentano fenomeni di degrado e perdita del colore a causa di dilavamento e depositi superficiali (in particolare sulla facciata est del cortile), parziali ridipinture su via Verzuolo e verso il cortile interno, mentre risultano quasi completamente rifatti su Via Luserna di Rorà. Al secondo piano, in corrispondenza con gli intonaci della primitiva fascia decorata, la finitura a bocciardato si presenta in più punti sollevata e distaccata dal supporto, mettendo in evidenza le sottostanti decorazioni appartenenti alla prima fase costruttiva. Finitura a bocciardato distaccata dal supporto sulla facciata di via Revello 41

42 La linea di congiunzione tra il fabbricato originale ( ) e l ampliamento su via Revello(1909) oltre a presentare una diversa granulomertia della finitura a bocciardato, presenta, sulla fascia decorata, delle cadute e sollevamenti dell intonaco originale dovute sia a perdite dalla grondaia del tetto sia al alla stesura di malte con diverso stadio di carbonatazione, applicate in periodi diversi. La diversa granulometria del bocciardato segna il confine tra gli interventi di ampliamento del 1906 e 1909 in via Revello. Intonaco sollevato sulla fascia decorata in via Revello Gli intonaci decorati hanno subito perdita del colore a causa del dilavamento (in particolare sulla facciata del cortile corrispondente all ala di via Revello) o sono parzialmente ridipinti su via Verzuolo direttamente sulla pellicola pittorica originale. Sulle rimanenti facciate gli intonaci originali sono stati sostituiti. Fascia decorata su via Verzuolo ridipinta. Fascia decorata nel cortile con intonaco originale molto ammalorati. Su via Revello le modanature delle cornici delle finestre e delle fasce marcapiano si presentano fortemente ammalorate con presenza di alveolazioni; sulle rimanenti facciate sono ampiamente risarcite con stuccature in malta cementizia. Gli infissi lignei hanno perso la loro finitura a finto larice. 42

43 Sono visibili sulla facciata ad angolo con via Verzuolo le tracce dell intonaco della fascia decorata e del cornicione alto; sono state eliminate tutte le modanature delle finestre, ed è stato aggiunto il timpano del tetto. Su via Luserna di Rorà la fascia decorata non è più visibile essendo stati rifatti gli intonaci. Si possono notare solo alcuni lacerti della decorazione e tracce di chiodatura ricoperte di tinta. Tassello su finta finestra in via Verzuolo Le finte finestre presentavano una coloritura marrone rossastra ancora visibile su via Revello 43

44 Descrizione degli interventi I lavori riguardano gli interventi di restauro artistico e di recupero dell ornamentazione decorativa presente lungo tutte sulle facciate in corrispondenza della zona sottostante la pantalera del tetto della scuola elementare Cesare Battisti, sita in Torino in Via Luserna di Rorà. In particolare sono oggetto di restauro tutte la specchiature con decorazione floreale e geometrica realizzate in diverse fasi decorative. L intervento di restauro artistico dovrà concentrarsi esclusivamente in corrispondenza delle decorazioni a motivi floreali e geometrici posti al di sotto della pantalera del tetto. Particolare cura dovrà essere posta nel recupero delle superfici affrescate e degli intonaci in corrispondenza delle facciate su Via Revello e interno cortile fronte est (quelle in cui sono ancora presenti gran parte delle decorazioni originali non ridipinte). In specifico l intervento di restauro artistico si comporrà di: 1. Restauro delle decorazioni originali e non ridipinte sulle facciate di Via Revello e interno cortile fronte est; 2. Recupero e conservazione delle decorazioni ridipinte durante l ultimo intervento di restauro su Via Verzuolo e quelle interno cortile sui fronti sud e ovest; 3. Restauro delle decorazioni originali floreali ancora presenti sul fronte di Via Luserna di Rorà e riproposizione dell apparato decorativo mancante. 44

45 INDICE CAMPAGNA STRATIGRAFICA...3 FACCIATA SU VIA VERZUOLO...3 Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n FACCIATE SUL CORTILE...13 Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n FACCIATA SU VIA RORA DI LUSERNA...20 Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n FACCIATA SU VIA REVELLO...28 Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n Tassello n RELAZIONE DESCRITTIVA...33 Le fasi di ampliamento...33 Elementi costitutivi della decorazione...35 Stato di conservazione...41 Descrizione degli interventi

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo)

Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato sito in Via Villafalletto n 6-14 Saluzzo (Cuneo) Chiara Bettinzoli Conservazione e restauro opere d arte Via Mons. Romero n 5-10022 Carmagnola ( To ) P.I. 08461530019 - Tel. 338/ 6811593 Saggi di indagine stratigrafica eseguiti sulle facciate del fabbricato

Dettagli

CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia. Relazione tecnica

CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia. Relazione tecnica CAPPELLA LANDO Chiesa di San Pietro Castello Venezia Relazione tecnica Elementi lapidei dell altare L'intervento eseguito é consistito in una prima pulitura delle superfici dell'altare rimuovendo le impurità

Dettagli

Verona 02/11/2007. Chiameremo i due soffitti 1 e 2

Verona 02/11/2007. Chiameremo i due soffitti 1 e 2 Verona 02/11/2007 OGGETTO: RELAZIONE FINALE SUL RESTAURO DI DUE SOFFITTI LIGNEI A CASSETTONI, E DI UN PICCOLO BRANO AFFRESCATO A GROTTESCHE, IN UN APPARTAMENTO IN VIA C.CATTANEO 4 A VERONA Chiameremo i

Dettagli

Scheda edificio via S. Sofia 33 - Milano

Scheda edificio via S. Sofia 33 - Milano S. Sofia 33 - Milano Data prestazione: 2000-2001 Committente: Condominio via S. Sofia, 33 - Milano Professionista incaricato: Ing. Roberto Dell Acqua Bellavitis e Ing. Filippo Dell Acqua Bellavitis, via

Dettagli

PROGETTO A4 n. 170/2012 ESECUTIVO. Interventi di ripristino e miglioramento strutturale-sismico del Teatro Comunale

PROGETTO A4 n. 170/2012 ESECUTIVO. Interventi di ripristino e miglioramento strutturale-sismico del Teatro Comunale PROGETTO A4 n. 170/2012 ESECUTIVO Interventi di ripristino e miglioramento strutturale-sismico del Teatro Comunale RELAZIONE CON SCHEDE TECNICHE PER IL RESTAURO DI SUPERFICI DECORATE DI BENI ARCHITETTONICI

Dettagli

Il colore di un edificio è, da sempre, la caratteristica che maggiormente

Il colore di un edificio è, da sempre, la caratteristica che maggiormente TINTEGGIATURA TRADIZIONALE VESUVIANA Il colore di un edificio è, da sempre, la caratteristica che maggiormente contribuisce alla migliore percezione della forma architettonica esaltando le articolazioni

Dettagli

BIELLA Chiesa di San Filippo Giuseppe Mazzola L estasi di San Filippo Neri, 1797, olio su tela cm 420 x 330 circa RELAZIONE DI RESTAURO

BIELLA Chiesa di San Filippo Giuseppe Mazzola L estasi di San Filippo Neri, 1797, olio su tela cm 420 x 330 circa RELAZIONE DI RESTAURO BIELLA Chiesa di San Filippo Giuseppe Mazzola L estasi di San Filippo Neri, 1797, olio su tela cm 420 x 330 circa RELAZIONE DI RESTAURO L intervento di restauro sul grande dipinto è stato condotto in loco,

Dettagli

Relazione finale di Restauro

Relazione finale di Restauro Relazione finale di Restauro Lavori di restauro dei soffitti decorati Palazzo Pace Via Schioppettieri, n 11 Palermo Direttore Lavori Restauratori Anna Badagliacca Maria Teresa Caruso Daniela D Angelo Giorgia

Dettagli

RELAZIONE DI RESTAURO DEI LAVORI DI QUATTRO SALE DEL PALAZZO CLEMENTINO IN CAMPIDOGLIO

RELAZIONE DI RESTAURO DEI LAVORI DI QUATTRO SALE DEL PALAZZO CLEMENTINO IN CAMPIDOGLIO RELAZIONE DI RESTAURO DEI LAVORI DI QUATTRO SALE DEL PALAZZO CLEMENTINO IN CAMPIDOGLIO SALA 1 Soffitto ligneo - Stato di conservazione Il soffitto a cassettoni era ricoperto da numerosi strati di pitture

Dettagli

IL CORSO DI RESTAURO DELLE FACCIATE STORICHE DI MONCALIERI (REVIGLIASCO, 6 SETTEMBRE -15 NOVEMBRE 2008)

IL CORSO DI RESTAURO DELLE FACCIATE STORICHE DI MONCALIERI (REVIGLIASCO, 6 SETTEMBRE -15 NOVEMBRE 2008) CITTÀ DI MONCALIERI SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PER IL PAESAGGIO DEL PIEMONTE CNA - CIPET - POLITECNICO DI TORINO IL CORSO DI RESTAURO DELLE FACCIATE STORICHE DI MONCALIERI (REVIGLIASCO,

Dettagli

RESTAURO CONSERVATIVO ELEMENTI LAPIDEI E INTONACI

RESTAURO CONSERVATIVO ELEMENTI LAPIDEI E INTONACI CINCOTTO ADRIANO RESTAURO CONSERVATIVO Cannaregio, 1333/c 30121 VENEZIA PALAZZO COLOMBO VENEZIA RESTAURO CONSERVATIVO ELEMENTI LAPIDEI E INTONACI 1 RELAZIONE DI INTERVENTO RESTAURO CONSERVATIVO FACCIATA

Dettagli

CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA

CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA CASA GIORGI, poi GUACCIMANNI (1492-98) VIA ARMANDO DIAZ, RAVENNA restauro degli affreschi delle decorazioni a tempera di soffitti e pareti degli elementi in cotto e materiale lapideo RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Cenni storici. PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI Nichelino (To) sec. XVIII

Cenni storici. PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI Nichelino (To) sec. XVIII PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI Nichelino (To) sec. XVIII Eseguito dall impresa Arte Restauro Conservazione di Arlotto Cristina Maria e C. S.a.s. Lavori di restauro in OS. Cenni storici Soprintendenza

Dettagli

LARES Diagnostica e conservazione di opere d arte

LARES Diagnostica e conservazione di opere d arte Palazzo Ducale Caminetti Lapidei Caminetto della sala degli Scarlatti Il caminetto che orna la Sala degli Scarlatti al primo piano di Palazzo Ducale, oggetto della proposta d intervento di restauro conservativo,

Dettagli

FACCIATE PALAZZO UFFICI FINANZIARI C.SO VINZAGLIO 8, TORINO

FACCIATE PALAZZO UFFICI FINANZIARI C.SO VINZAGLIO 8, TORINO FACCIATE PALAZZO UFFICI FINANZIARI C.SO VINZAGLIO 8, TORINO INDICAZIONI STORICHE: Nel 1706 Torino fronteggiò con successo un prolungato assedio da parte delle truppe francesi. Luogo simbolo della resistenza

Dettagli

Enrica Borra. Restauro Conservativo Affreschi ed Opere D Arte. Via Campasso 17,13881 Cavaglià (BI) Tel. 340.8982117 E-MAIL: enrica.borra@email.

Enrica Borra. Restauro Conservativo Affreschi ed Opere D Arte. Via Campasso 17,13881 Cavaglià (BI) Tel. 340.8982117 E-MAIL: enrica.borra@email. Enrica Borra Restauro Conservativo Affreschi ed Opere D Arte Via Campasso 17,13881 Cavaglià (BI) Tel. 340.8982117 E-MAIL: enrica.borra@email.it www.restaurienricaborra.com Enrica Borra Diplomata in pittura

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI RESTAURO DEL VANO 2_21 AL PRIMO PIANO NOBILE

SCHEDA TECNICA DI RESTAURO DEL VANO 2_21 AL PRIMO PIANO NOBILE P IANO T ER R A VANO 2_21 SCHEDA TECNICA DI RESTAURO DEL VANO 2_21 AL PRIMO PIANO NOBILE 2-29 2-27b -4-2-28 2-26 2-18 2-19 2-21 2-25 Ubicazione: Soffitto voltato al primo piano nobile Soggetto: Volta a

Dettagli

Descrizione, tecnica di esecuzione ed intervento di restauro Mariarita Morfino Restauratrice

Descrizione, tecnica di esecuzione ed intervento di restauro Mariarita Morfino Restauratrice Descrizione, tecnica di esecuzione ed intervento di restauro Mariarita Morfino Restauratrice Il primo gruppo della processione dei Misteri, la Separazione, è formato dalla figura di Gesù, al centro, leggermente

Dettagli

Interventi di restauro della sala d Onere- oggi detta sala dell Alessi Palazzo Marino

Interventi di restauro della sala d Onere- oggi detta sala dell Alessi Palazzo Marino nterventi di restauro della sala d Onere- oggi detta sala dell Alessi Palazzo Marino Relazione Tecnica Stralcio della relazione relativa alla sola parte centrale zona originale dell Alessi Stucchi modellati:

Dettagli

Sommario FACCIATA... 2

Sommario FACCIATA... 2 LICEOMICHELANGIOLO COMPLETAMENTODELRESTAUROSULFRONTEDIVIADELLACOLONNA Sommario FACCIATA...2 DIPINTIASECCO......3 AFFRESCHI......3 SAGGISTRATIGRAFICI......3 DESCIALBO......3 PULITURA......4 STUCCATURE......4

Dettagli

CARTELLA COLORI PER IL CENTRO STORICO DI SAN VITO DEI NORMANNI. Tavolozza dei colori della tradizione sanvitese: alcune premesse

CARTELLA COLORI PER IL CENTRO STORICO DI SAN VITO DEI NORMANNI. Tavolozza dei colori della tradizione sanvitese: alcune premesse CARTELLA COLORI PER IL CENTRO STORICO DI SAN VITO DEI NORMANNI Tavolozza dei colori della tradizione sanvitese: alcune premesse La riqualificazione della scena urbana passa necessariamente attraverso un

Dettagli

CAMPO VALLEMAGGIA. chiesa parrocchiale di san Bernardo

CAMPO VALLEMAGGIA. chiesa parrocchiale di san Bernardo CAMPO VALLEMAGGIA chiesa parrocchiale di san Bernardo Campagna di restauro 2010-2012 Cappella della Madonna del Carmelo Muralto, dicembre 2012 Gabriele Vittorio Grimbühler Conservatore-restauratore SKR

Dettagli

OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNA-AFFRESCHI INTERNO- UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI

OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNA-AFFRESCHI INTERNO- UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI OGGETTO: RELAZIONE FINALE RESTAURI ESEGUITI PRESSO VILLA POMPEI CARLOTTI ILLASI LOGGIA ESTERNAAFFRESCHI INTERNO UN SOFFITTO VANO SCALEAFFRESCHI LOGGIA ESTERNA Nel soffitto della loggia esterna sono posti

Dettagli

di Valentina Muzii DOCUMENTAZIONE di RESTAURO Committenza : Pinacoteca Civica Teramo Direttrice Dott.ssa Paola Di Felice

di Valentina Muzii DOCUMENTAZIONE di RESTAURO Committenza : Pinacoteca Civica Teramo Direttrice Dott.ssa Paola Di Felice Studio di Restauro di Valentina Muzii Dipinti su tela e tavola, pitture murali, cornici, dorature, ceramica, materiale cartaceo, opere in metallo, oggetti lapidei e lignei policromi. Via Cona, 94-64100

Dettagli

ELABORATI GRAFICI CORRELATI

ELABORATI GRAFICI CORRELATI SCHEDA CS27 SG UBICAZIONE AMBIENTE Recupero e valorizzazione della Villa Reale di Monza e dei Giardini di pertinenza 1 lotto funzionale - Corpo centrale SCHEDA GENERALE DI VANO PROGETTO DI RESTAURO DELLE

Dettagli

TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie

TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie TITOLO III Regole sul decoro, sull ornato e dipintura delle facciate edilizie Art. 17 - Decoro degli edifici Le costruzioni devono rispettare nel loro aspetto esterno il decoro edilizio ed inserirsi armonicamente

Dettagli

I lavori sono stati affidati alla ditta Moranda Geom. Alfredo di Corteno Golgi (BS), con contratto d appalto del 14 marzo 2014.

I lavori sono stati affidati alla ditta Moranda Geom. Alfredo di Corteno Golgi (BS), con contratto d appalto del 14 marzo 2014. Il progetto di Risanamento e restauro conservativo dell ex sede della Società Operaia di Mutuo soccorso a Breno (BS) in Via Prudenzini è nato dalla necessità di recuperare un immobile di ampie dimensioni

Dettagli

Chiesa San Michele Arcangelo di Lardaro. Opere interne di restauro conservativo

Chiesa San Michele Arcangelo di Lardaro. Opere interne di restauro conservativo Chiesa San Michele Arcangelo di Lardaro Opere interne di restauro conservativo Il rilievo Analisi del degrado Gli interventi Il pavimento del presbiterio in quadrelle di marmo bianco botticino e pietra

Dettagli

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO

IL RESTAURO DELLA CAPPELLA SAN ROCCO COMUNE DI NICHELINO SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI E PER IL PAESAGGIO DEL PIEMONTE SOPRINTENDENZA PER I BENI STORICO-ARTISTICI E DEMOANTROPOLOGICI DEL PIEMONTE CNA - POLITECNICO DI TORINO IL

Dettagli

Università degli Studi di Palermo CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI (LMR/02)

Università degli Studi di Palermo CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI (LMR/02) Università degli Studi di Palermo CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI (LMR/02) In Convenzione con l ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL'IDENTITA SICILIANA

Dettagli

RTP - Architetti Giorgio Rossi, Chiara Avagnina, Paolo Bovo Saluzzo (CN) Pag. 1

RTP - Architetti Giorgio Rossi, Chiara Avagnina, Paolo Bovo Saluzzo (CN) Pag. 1 Saluzzo (CN) Pag. 1 Saluzzo (CN) Pag. 2 La proposta di recupero della manica (o castello) di mezzo è destinata a completare i restauri conservativi avviati precedentemente sull edificio nel corso delle

Dettagli

PROCEDIMENTO RESTAURO CONSERVATIVO DEL DIPINTO AD OLIO CON CORNICE ANALISI:

PROCEDIMENTO RESTAURO CONSERVATIVO DEL DIPINTO AD OLIO CON CORNICE ANALISI: PROCEDIMENTO RESTAURO CONSERVATIVO DEL DIPINTO AD OLIO CON CORNICE ANALISI: L'opera è un dipinto a olio su tela, potrebbe risalire a fine 800 inizio 900, non vi è traccia dell autore. Il dipinto ha subito

Dettagli

BOLOGNA, SCALONE DI PALAZZO GIOVAGNONI Corridoio d Ingresso al pt, Scala, Atrio Ingresso al pn

BOLOGNA, SCALONE DI PALAZZO GIOVAGNONI Corridoio d Ingresso al pt, Scala, Atrio Ingresso al pn BOLOGNA, SCALONE DI PALAZZO GIOVAGNONI Corridoio d Ingresso al pt, Scala, Atrio Ingresso al pn INTERVENTO SPECIALISTICO di ICS -Indagine Critico-stratigrafica- e PROGETTAZIONE del RESTAURO delle SUPERFICI

Dettagli

Interventi di restauro delle facciate, delle sculture del coronamento, di tutti gli altorilievi, e degli androni di Villa Begiojoso Bonaparte

Interventi di restauro delle facciate, delle sculture del coronamento, di tutti gli altorilievi, e degli androni di Villa Begiojoso Bonaparte Interventi di restauro delle facciate, delle sculture del coronamento, di tutti gli altorilievi, e degli androni di Villa Begiojoso Bonaparte Relazione tecnica Su incarico dell Impresa Borghini s.a.s.

Dettagli

LAVORI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SARZANO PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRUTTURA

LAVORI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SARZANO PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRUTTURA Diocesi di Adria-Rovigo LAVORI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SARZANO PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRUTTURA restauro Committente: PARROCCHIA DI SANTA MARGHERITA V.M. SARZANO,

Dettagli

LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE

LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE LA COSTRUZIONE DELLA CATTEDRALE I blocchi di pietra calcarea destinati alla costruzione degli archi,venivano tagliati con precisione e uniti con la malta (calce,sabbia,acqua). Una volta che gli archi si

Dettagli

Ufficio Tecnico. Foglio 17, particella 151, sub. 23. Decreto di Vincolo n. 346/2005, Notifica n. 11024 del 15/12/2005. Descrizione morfologica

Ufficio Tecnico. Foglio 17, particella 151, sub. 23. Decreto di Vincolo n. 346/2005, Notifica n. 11024 del 15/12/2005. Descrizione morfologica Premessa L'edificio oggetto del presente Programma di conservazione fa parte del Complesso Ospedaliero di S. Chiara. Il complesso, situato nel centro storico della città di Pisa e di proprietà dell Azienda

Dettagli

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori)

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) Premessa La cartella dei colori costituisce lo strumento per guidare gli interventi di tinteggiatura delle facciate nel centro storico, al fine

Dettagli

L IMMACOLATA Chiesa Conventuale di San Giovanni Battista Pesaro

L IMMACOLATA Chiesa Conventuale di San Giovanni Battista Pesaro LETIZIA BRUSCOLI VIA CANALE,30 ABITAZIONE VIA FAZI,3 LABORATORIO 61121 PESARO C.F. BRS LTZ 60P43G479V P.I.02492140419 CELL. 3497204135 - TEL. ABIT. 0721/24693 Pesaro 14/01/14 L IMMACOLATA Chiesa Conventuale

Dettagli

PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg

PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA RÉGION AUTONOME DE LA VALLÉE D AOSTE COMUNE DI COMMUNE DE M O N T J O V E T PIANO DEL COLORE SOTTOZONA PRG: Ab1* Le Bourg ELABORATO PRESCRITTIVO Arch. Ing. HÉRIN Renato MATTERI

Dettagli

RIPRISTINO DELLE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO

RIPRISTINO DELLE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO 200 RIPRISTINO DELLE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO 201 I MECCANISMI DEL DEGRADO Il degrado dei manufatti in calcestruzzo, si manifesta essenzialmente mediante distacchi localizzati di porzioni di copriferro,

Dettagli

P.R.G. del comune di BOCENAGO PIANO INSEDIAMENTI STORICI Unita Edilizia Nr.: 41

P.R.G. del comune di BOCENAGO PIANO INSEDIAMENTI STORICI Unita Edilizia Nr.: 41 P.R.G. del comune di BOCENAGO PIANO INSEDIAMENTI STORICI Unita Edilizia Nr.: 41 Comprensorio C8 - Giudicarie N. particella ed. o fond..132 Comune Amministrativo Bocenago Data rilievo 21/06/07 Comune Catastale

Dettagli

ORATORIO BIONDETTI VENEZIA

ORATORIO BIONDETTI VENEZIA ORATORIO BIONDETTI VENEZIA Restauro conservativo elementi lapidei facciate RELAZIONE DI INTERVENTO 1 Descrizione dell opera da restaurare L Oratorio Biondetti è sito in Campo San Vio a Venezia. La sua

Dettagli

L immobile si presenta in buone condizioni generali, con le coperture rifatte di recente, insieme ai canali di gronda ed ai discendenti.

L immobile si presenta in buone condizioni generali, con le coperture rifatte di recente, insieme ai canali di gronda ed ai discendenti. RELAZIONE SULLO STATO DI CONSERVAZIONE DELL IMMOBILE DI COGGIOLA DI PROPRIETÀ DELLA FONDAZIONE ITALIANA PER L AUTISMO L immobile si presenta in buone condizioni generali, con le coperture rifatte di recente,

Dettagli

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00 CIMITERO URBANO L elenco delle opere di investimento da eseguire nell arco della temporalità del project financing e nella tempistica che sarà indicata nelle successive fasi progettuali si possono così

Dettagli

COMPUTO METRICO COMUNE DI NAPOLI. Restauro delle cappelle laterali e dell'altare centrale OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 06/03/2014 IL TECNICO. pag.

COMPUTO METRICO COMUNE DI NAPOLI. Restauro delle cappelle laterali e dell'altare centrale OGGETTO: COMMITTENTE: Data, 06/03/2014 IL TECNICO. pag. COMUNE DI NAPOLI pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: Restauro delle cappelle laterali e dell'altare centrale Data, 06/03/2014 IL TECNICO PriMus by Guido Cianciulli - copyright ACCA software S.p.A. pag. 2 R

Dettagli

NORME TECNICHE D ATTUAZIONE

NORME TECNICHE D ATTUAZIONE COMUNE DI CLES PROVINCIA DI TRENTO NORME TECNICHE D ATTUAZIONE VARIANTE AL P.R.G. INTEGRAZIONE DELLA SCHEDATURA DEL CENTRO STORICO Redatto da: Zanolini arch. Paola Data: Prima Adozione: Adozione Definitiva:

Dettagli

Inquadramento territoriale 2 NOTE STORICHE 3 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 6. Allegato 1 - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

Inquadramento territoriale 2 NOTE STORICHE 3 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 6. Allegato 1 - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA INDICE Inquadramento territoriale 2 NOTE STORICHE 3 LO STATO DEI LUOGHI 5 INTERVENTI DI PROGETTO 6 Allegato 1 - DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA Inquadramento territoriale NOTE STORICHE Il monastero benedettino

Dettagli

Comune di Agropoli Provincia di Salerno. Piano del Colore

Comune di Agropoli Provincia di Salerno. Piano del Colore Provincia di Salerno Piano del Colore Mappa cromatica di uno spazio urbano Redazione del Piano del Colore in attuazione della Legge Regionale 18 Ottobre 2002, n. 26 Norme ed incentivi per la valorizzazione

Dettagli

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI (Provincia dell Aquila)

COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI (Provincia dell Aquila) COMUNE DI SAN DEMETRIO NE VESTINI (Provincia dell Aquila) Cap. 67028 Viale Dante Alighieri n. 1 Tel. 0862 810834 C.F. 80002710665 E mail: s.demetrio@katamail.com Fax. 0862 810017 P.I. 00193050663 c.c.b.

Dettagli

TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA

TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA TECNICHE TRADIZIONALI DI FINITURA INTONACHINO INTONACO A CALCE SCIALBATA (O CALCE TIRATA) INTONACO A GRAFFITO INTONACI A STUCCO E A MARMORINO INTONACHINO La ricetta tradizionale

Dettagli

PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR

PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR REGOLAMENTO EDILIZIO ALLEGATO 1 PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR 1A DISCIPLINA 1B SCHEDE DI INTERVENTO DICEMBRE 2015 REGOLAMENTO EDILIZIO ALLEGATO 1 PIANO DEL COLORE DI VIA CAVOUR 1A DISCIPLINA SINDACO Dr.FabrizioTondi

Dettagli

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica.

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica. RELAZIONE TECNICA Nel corso dei diversi sopralluoghi tecnici effettuati si sono riscontrate innumerevoli problematiche legate allo stato di conservazione degli edifici nel loro complesso e in particolar

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PROGETTISTA:

SCHEDA INFORMATIVA PROGETTISTA: SCHEDA INFORMATIVA 1) DATI RELATIVI AL PROGETTISTA: arch. Ilaria Venturi DIRETTORE DEI LAVORI ----------------------------------------------- ----------------------------------------------------- 2) ALTRE

Dettagli

E8. Il rilievo materico e del degrado

E8. Il rilievo materico e del degrado Università degli Studi di Bergamo Corso di Laurea in ingegneria Edile A.A. 2014/2015 E8. Il rilievo materico e del degrado Corso Integrato di CONOSCENZA DEL COSRUITO STORICO Modulo di FONDAMENTI DI RESTAURO

Dettagli

ENRICO COLOSIMO RESTAURATORE ARCHITETTONICO CONSULENTE RELAZIONE TECNICA SULL INTERVENTO DI RIMOZIONE DELL INTONACO NON ORIGINALE

ENRICO COLOSIMO RESTAURATORE ARCHITETTONICO CONSULENTE RELAZIONE TECNICA SULL INTERVENTO DI RIMOZIONE DELL INTONACO NON ORIGINALE ENRICO COLOSIMO RESTAURATORE ARCHITETTONICO CONSULENTE RELAZIONE TECNICA SULL INTERVENTO DI RIMOZIONE DELL INTONACO NON ORIGINALE PRESENTE ALLE PARETI DECORATE DELLA CAPPELLA GENTILIZIA DI VILLA SIMONETTA.

Dettagli

isolato I PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud

isolato I PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO isolato I vista Nord vista Est vista Sud vista Ovest PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO MATRICE SCHEDA I-01 localizzazione ISOLATO I via Cavour, via Roma, via

Dettagli

LAVORI DI RESTAURO CAMPANILE SUD RIFACIMENTO DELLA COPERTURA

LAVORI DI RESTAURO CAMPANILE SUD RIFACIMENTO DELLA COPERTURA LAVORI DI RESTAURO CAMPANILE SUD RIFACIMENTO DELLA COPERTURA Le condizioni della copertura al momento dell intervento, con la croce, mutila del braccio verticale superiore, ancora in sito. La copertura,

Dettagli

COMUNE DI PRIZZI. Provincia di Palermo. Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata

COMUNE DI PRIZZI. Provincia di Palermo. Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata COMUNE DI PRIZZI Provincia di Palermo Settore Tecnico Ufficio Edilizia Privata Il presente regolamento, che si compone di n art icoli, è stato approvato con deliberazione consiliare n del, pubbl icata

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli

APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ

APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ APPLICAZIONE DELLE BUONE PRASSI: PROGETTI DI FATTIBILITÀ Il caso di Cogul...189 Step 1: rilievo critico...190 a - identificazione e collocazione con gli estratti cartografici...190 b - rilievo fotografico...190

Dettagli

Napoli - Museo e Certosa di san Martino RELAZIONE TECNICA E SPECIALISTICA DELLE OPERE ARCHITETTONICHE

Napoli - Museo e Certosa di san Martino RELAZIONE TECNICA E SPECIALISTICA DELLE OPERE ARCHITETTONICHE Napoli - Museo e Certosa di san Martino RELAZIONE TECNICA E SPECIALISTICA DELLE OPERE ARCHITETTONICHE FACCIATA MONUMENTALE SU LARGO SAN MARTINO E VIA TITO ANGELINI E CHIESA DELLE DONNE Il Largo san Martino,

Dettagli

Industria Produzione porte e serramenti in legno lamellare e massello

Industria Produzione porte e serramenti in legno lamellare e massello Industria Produzione porte e serramenti in legno lamellare e massello MANUTENZIONE E CURA DEGLI INFISSI Consigli per il trattamento conservativo degli infissi MEDEA Premessa: Tutti gli infissi esterni,

Dettagli

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano OGGETTO: Ampliamento scuola primaria di Cisliano - CUP J81E15001290004 PROGETTO PRELIMINARE PER APPALTO INTEGRATO COMPLESSO ai sensi dell art. 53 comma 2 lett. C)

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO CON PIANO DI RECUPERO RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA Ristrutturazione edilizia con cambio di destinazione d uso e recupero del sottotetto Fabbricato sito

Dettagli

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione TETTO

P.R.G. Comune di Vigo di Fassa Norme Tecniche di Attuazione TETTO TETTO DESCRIZIONE Negli edifici montani la copertura è l elemento costruttivo che più di altri segna e caratterizza il paesaggio. La struttura portante del tetto è in legno con schema a trave di colmo,

Dettagli

IMMAGINI DEL RESTAURO DELL ALTARE LIGNEO MONUMENTALE XVIII sec. DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO DI STILO

IMMAGINI DEL RESTAURO DELL ALTARE LIGNEO MONUMENTALE XVIII sec. DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO DI STILO IMMAGINI DEL RESTAURO DELL ALTARE LIGNEO MONUMENTALE XVIII sec. DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO DI STILO Stemma Francescano dell Altare di San Francesco INTERVENTO CONSERVATIVO SULLA PARTE SINISTRA DEL BASAMENTO

Dettagli

4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO

4. PROGETTO INTERVENTI DI CONSOLIDAMENTO STUDIO DI GEOLOGIA ASSOCIATO -------------------------------------------------------------------------------------- oggetto: relazione geologico-tecnica per il progetto di consolidamento della Rupe di

Dettagli

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) Regolamento Urbanistico. (art. 55 LRT n. 1/05) Variante parziale. Allegato 8

COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) Regolamento Urbanistico. (art. 55 LRT n. 1/05) Variante parziale. Allegato 8 Allegato E COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) Regolamento Urbanistico (art. 55 LRT n. 1/05) Norme Tecniiche dii Attuaziione Variante parziale Allegato 8 Elenco dei materiali da impiegare

Dettagli

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione...

Sommario. 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... Sommario 1. Premessa... 2 1. Sintesi dello stato di consistenza... 3 2. Intervento di salvaguardia della conca di navigazione... 4 Pagina 1 di 6 1. Premessa Il recupero funzionale della conca di navigazione

Dettagli

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione.

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. Progetto di demolizione con ripristino tipologico in ampliamento di fabbricato abitativo

Dettagli

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori)

PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) PROPOSTA COLORE PER IL CENTRO STORICO (cartella dei colori) Premessa Il tema della riqualificazione degli insediamenti antichi è un nodo cruciale nell insieme degli interventi di pianificazione del territorio

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - PITTORE- Il pittore edile

Dettagli

COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI RONCADE PROVINCIA DI TREVISO Progetto generale di arredo urbano del centro storico di Roncade capoluogo lungo via Roma, da villa Ziliotto alla chiesa, comprendente piazza I Maggio, piazzale e

Dettagli

Edificio per abitazioni

Edificio per abitazioni R. Del Monaco Edificio per abitazioni Via Cavalieri del santo sepolcro 6, Milano 1962 1965 LUIGI CACCIA DOMINIONI I prospetti presi in oggetto sono a pianta rettangolare dell inizio degli anni sessanta,

Dettagli

CINCOTTO ADRIANO. Restauro conservativo. Cannaregio 1333/c - 30121 VENEZIA PALAZZO EMO VENEZIA

CINCOTTO ADRIANO. Restauro conservativo. Cannaregio 1333/c - 30121 VENEZIA PALAZZO EMO VENEZIA CINCOTTO ADRIANO Restauro conservativo Cannaregio 1333/c - 30121 VENEZIA PALAZZO EMO VENEZIA 1 RELAZIONE D INTERVENTO RESTAURO CONSERVATIVO FACCIATA INDICE 1. STATO CONSERVATIVO ANTECEDENTE INTERVENTO.

Dettagli

Interventi di restauro conservativo di parte degli intonaci e finiture antiche del cortile Farmacia

Interventi di restauro conservativo di parte degli intonaci e finiture antiche del cortile Farmacia Interventi di restauro conservativo di parte degli intonaci e finiture antiche del cortile Farmacia Relazione Tecnica Introduzione e Descrizione delle Superfici Nei mesi di Giugno-Novembre 2009, su incarico

Dettagli

Architetto Enzo Siligardi Studio di architettura Via San Martino, 3-38100 Trento Tel. 0461/ 982365 - Fax. 0461/239790 - E-mail: siligardi@tin.

Architetto Enzo Siligardi Studio di architettura Via San Martino, 3-38100 Trento Tel. 0461/ 982365 - Fax. 0461/239790 - E-mail: siligardi@tin. COMUNE DI TESERO PROVINCIA DI TRENTO PIANO REGOLATORE GENERALE DEL COMUNE DI TESERO VARIANTE V2 VARIANTE AL PIANO REGOLATORE GENERALE PER LA CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO MONTANO

Dettagli

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE

REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE Variante n 41 ALLEGATO N 2 alle Norme Tecniche di Attuazione PRESCRIZIONI

Dettagli

Simone Riccardi. Particolare di una facciata nel centro storico di Parma (foto Flickr autore Viola Klis )

Simone Riccardi. Particolare di una facciata nel centro storico di Parma (foto Flickr autore Viola Klis ) VALORIZZAZIONE DELLE quinte urbane studi dei prospetti con necessità di ordine manutentivo nel centro storico di parma Simone Riccardi Il centro storico di Parma racchiude all interno delle sue vie e dei

Dettagli

PARROCCHIA DI FORESTO SPARSO (BG) CHIESA DI SAN MICHELE

PARROCCHIA DI FORESTO SPARSO (BG) CHIESA DI SAN MICHELE PARROCCHIA DI FORESTO SPARSO (BG) CHIESA DI SAN MICHELE Compilatore: CALZANA / RODA Compilazione: 23 01 2014 Aggiornamenti: TABELLA DI SINTESI DEL DEGRADO Umidità di risalita Manto di copertura Fondazioni

Dettagli

CORSI TECNICHE DECORATIVE

CORSI TECNICHE DECORATIVE CORSI TECNICHE DECORATIVE PROGRAMMA CORSO FINTE CORNICI Finte cornici: Realizzazione di modanature in chiaro-scuro con effetto di finto rilievo (trompe l oeil), bordure per stipiti ed architravi di porte

Dettagli

Fattori di degrado ricorrenti negli edifici storici e le possibili soluzioni adottate negli interventi di restauro e conservazione

Fattori di degrado ricorrenti negli edifici storici e le possibili soluzioni adottate negli interventi di restauro e conservazione Fattori di degrado ricorrenti negli edifici storici e le possibili soluzioni adottate negli interventi di restauro e conservazione Le norme di riferimento D.lgs 192/2005 D.lgs 31/2006 D.lgs 102/2014 Obiettivo

Dettagli

PALAZZO BELLONI BATTAGGIA

PALAZZO BELLONI BATTAGGIA CINCOTTO ADRIANO Cannaregio, 1333/c 30123 VENEZIA RESTAURO CONSERVATIVO PALAZZO BELLONI BATTAGGIA VENEZIA RESTAURO CONSERVATIVO DELL ORATORIO INDICE 1. STATO ATTUALE 2. DEGRADO 3. PROGETTO DI RESTAURO

Dettagli

Recupero e valorizzazione della Villa Reale di Monza e dei Giardini di pertinenza 1 lotto funzionale Corpo centrale

Recupero e valorizzazione della Villa Reale di Monza e dei Giardini di pertinenza 1 lotto funzionale Corpo centrale SCHEDA CS17 SG UBICAZIONE AMBIENTE Recupero e valorizzazione della Villa Reale di Monza e dei Giardini di pertinenza 1 lotto funzionale Corpo centrale SCHEDA GENERALE DI VANO PROGETTO DI RESTAURO DELLE

Dettagli

COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO. PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO Norme di attuazione

COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO. PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO Norme di attuazione COMUNE DI COREDO PROVINCIA DI TRENTO PIANO COLORE DEL COMUNE DI COREDO RESPONSABILI DI PROGETTO Arch. Andrea Rigo Ing. Mirko Gazzini COLLABORATORI Arch. Eleonora Fronza Arch. Virginia Berti Sommario Art.

Dettagli

Chiesa di San Alberto a Caselle (Morimondo) Relazione Tecnica

Chiesa di San Alberto a Caselle (Morimondo) Relazione Tecnica Chiesa di San Alberto a Caselle (Morimondo) Relazione Tecnica La chiesetta di Sant Alberto è un piccolo oratorio in località Caselle. A livello planimetrico presenta un impianto piuttosto semplice, con

Dettagli

FABBRICATO IN VIA PADRE GIOVANNI ANTONIO FILIPPINI civ. 119

FABBRICATO IN VIA PADRE GIOVANNI ANTONIO FILIPPINI civ. 119 FABBRICATO IN VIA PADRE GIOVANNI ANTONIO FILIPPINI civ. 119 INQUADRAMENTO ARCHITETTONICO I fabbricati siti in Via Padre Giovanni Antonio Filippini n. 119, fanno parte di un complesso immobiliare costituito

Dettagli

STRUTTURE DI ELEVAZIONE e SOLAI

STRUTTURE DI ELEVAZIONE e SOLAI STRUTTURE DI ELEVAZIONE e SOLAI DESCRIZIONE Il sistema costruttivo degli edifici che si articolano su due piani si basa generalmente su uno schema di tipo ricorrente: - il piano seminterrato o piano terra,

Dettagli

CALCI, LEGANTI, GESSI

CALCI, LEGANTI, GESSI CALCI, LEGANTI, GESSI 39 LINEA RESTAURO CEPRO LAFARGE SINOPIA distribuisce l'intera gamma dei prodotti CEPRO LAFARGE composta da: Pitture a calce e silicati Tonachini a calce e silicati Marmorini a calce

Dettagli

isolato D PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud

isolato D PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO Comune di Muros vista Est vista Nord vista Ovest vista Sud PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO isolato D vista Nord vista Est vista Sud vista Ovest PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO MATRICE SCHEDA D-01 localizzazione ISOLATO D UNITA EDILIZIA 1 fabbricato

Dettagli

TERMOGRAFIA a infrarossi

TERMOGRAFIA a infrarossi TERMOGRAFIA a infrarossi L'energia termica, o infrarossa, consiste in luce la cui lunghezza d'onda risulta troppo grande per essere individuata dall'occhio umano. A differenza della luce visibile, nel

Dettagli

INTERVENTO DI RESTAURO DELLE FACCIATE E DEL TETTO EDIFICIO IN LARGO REZZARA-PIAZZA PONTIDA, BERGAMO RELAZIONE TECNICA

INTERVENTO DI RESTAURO DELLE FACCIATE E DEL TETTO EDIFICIO IN LARGO REZZARA-PIAZZA PONTIDA, BERGAMO RELAZIONE TECNICA OGGETTO: INTERVENTO DI RESTAURO DELLE FACCIATE E DEL TETTO UBICAZIONE INTERVENTO: EDIFICIO IN LARGO REZZARA-PIAZZA PONTIDA, BERGAMO RELAZIONE TECNICA Lo scrivente arch. Leonardo Angelini, con studio in

Dettagli

INTERVENTO DI RECUPERO DELL ACCESSO RESURRECTURIS DEL CIMITERO MONUMENTALE DI VERONA E DELLE ALI LATERALI CONNESSE

INTERVENTO DI RECUPERO DELL ACCESSO RESURRECTURIS DEL CIMITERO MONUMENTALE DI VERONA E DELLE ALI LATERALI CONNESSE INTERVENTO DI RECUPERO DELL ACCESSO RESURRECTURIS DEL CIMITERO MONUMENTALE DI VERONA E DELLE ALI LATERALI CONNESSE Consegna dei lavori: i lavori sono stati consegnati il 21/05/2003 Data di ultimazione

Dettagli

CENTRO STORICO NOBILE

CENTRO STORICO NOBILE CENTRO STORICO NOBILE Identificativo 34 Centro Storico Nobile Via Roma Identificativo catastale Mappale n.1142 fg. n. 4 Piani fuori terra n.3 Residenziale piano terra altri piani Grado di intervento Edificio

Dettagli

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione

3) Consistenza planimetrica dei locali posti a concessione di valorizzazione Il mobile 4 incorpora la porta da cui si accede al corridoio di servizio e ad un vano scale; sulla parete di destra l arredo è composto da più elementi di mobili (5, 6, 7, 8) e risulta più eterogeneo.

Dettagli

RELAZIONE STORICO ARTISTICA

RELAZIONE STORICO ARTISTICA Cagliari, chiesa di San Mauro, Restauro cinque sculture lignee raffiguranti gli arcangeli Raffaele, Geudiele, Sealtiele, Uriele e Barachiele (XVIII secolo) RELAZIONE STORICO ARTISTICA Le opere sono conservate

Dettagli

Analisi delle malte originali e di rifacimento del mosaico di controfacciata nella chiesa di Santa Sabina (V sec. d.c)

Analisi delle malte originali e di rifacimento del mosaico di controfacciata nella chiesa di Santa Sabina (V sec. d.c) Analisi delle malte originali e di rifacimento del mosaico di controfacciata nella chiesa di Santa Sabina (V sec. d.c) Paola Santopadre, Pierluigi Bianchetti, Giancarlo Sidoti La composizione e la tessitura

Dettagli

Comune di Montalcino Teatro degli Astrusi PROGETTO ESECUTIVO PER IL CONSOLIDAMENTO, RESTAURO CONSERVATIVO E RIQUALIFICAZIONE

Comune di Montalcino Teatro degli Astrusi PROGETTO ESECUTIVO PER IL CONSOLIDAMENTO, RESTAURO CONSERVATIVO E RIQUALIFICAZIONE Comune di Montalcino Teatro degli Astrusi PROGETTO ESECUTIVO PER IL CONSOLIDAMENTO, RESTAURO CONSERVATIVO E RIQUALIFICAZIONE RELAZIONE TECNICA DESCRIZIONE DELLE LAVORAZIONI Indice delle Lavorazioni Premessa...

Dettagli