La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)"

Transcript

1 La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella Commissione Principi Contabili ODCEC Milano Milano 27 febbraio 2015 sede ODCEC Milano corso Europa 11

2 0. Indice argomenti trattati Le principali novità introdotte dai nuovi principi OIC : - La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) in particolare il Conto Economico ricadute sulla base imponibile IRAP - I crediti (nuovo principio OIC 15) in particolare le perdite su crediti trattamento tributario perdite su crediti - Le imposte sul reddito (nuovo principio OIC 25) in particolare le differenze temporanee e permanenti

3 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio ( nuovo principio OIC 12 ) Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 12: - precisato che il principio è raccomandato per le società di persone e le imprese individuali che svolgono attività commerciale - stralciata la parte dedicata al rendiconto finanziario trattata nel nuovo principio OIC 10 - illustrate nell appendice A le norme Codice Civile - eliminate le appendici sull analisi dei movimenti voci patrimonio netto e sulla informativa per area geografica - incorporato nel nuovo principio OIC 12 il documento interpretativo n. 1 sulla classificazione delle voci Conto Ec.

4 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 12 (segue): - inserite ulteriori precisazioni sui principi di classificazione e rappresentazione delle voci negli schemi di Stato Patrimoniale e Conto Economico - precisato che, se un elemento dell attivo e del passivo può essere classificato in più voci della schema, la classificazione dell elemento è effettuata nella voce che il redattore del bilancio ritiene più rilevante per gli utilizzatori - rivisto il contenuto di alcune voci di Conto Economico tenuto conto degli altri principi OIC aggiornati - nella Nota Integrativa chiarito che le informazioni sono presentate nell ordine in cui le voci sono classificate negli schemi di Stato Patrimoniale e Conto Economico

5 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 12 (segue): - chiarita la definizione di attività straordinaria - nell appendice A richiamate le norme del C.C. sui consorzi - introdotto appendice C sull informativa strumenti finanziari partecipativi - introdotto appendice D sulle operazione di locazione finanziaria e compravendita ( leasing e sale / lease back ) - introdotto appendice E sulle operazioni di compravendita con obbligo di retrocessione a termine - introdotto appendice F sull informativa da attività di direzione e coordinamento

6 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 12 (segue): - introdotto appendice G sull informativa parti correlate e accordi fuori bilancio - introdotto appendice H per motivare alcune scelte operate dall OIC nel nuovo principio OIC 12

7 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Alcune ricadute sulla base imponibile IRAP derivanti dal nuovo principio OIC 12 : - proventi e oneri straordinari in particolare oneri e proventi da eventi naturali o calamitosi - accantonamenti fondi rischi e oneri in particolare indennità cessazione agenzia e suppletiva di clientela in particolare indennità cessazione rapporti di collaborazione coordinata e continuativa - sconti commerciali e finanziari - rettifiche di ricavi

8 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Base imponibile IRAP (ex art 5 D. L.vo 446/1997) valore produzione netta = A valore produzione B costi produzione escluse voci B.9 costi personale B.10 c) svalutazioni delle immobilizzazioni B.10 d) svalutazioni dei crediti attivo circolante e disponibilità liquide B.12 accantonamenti fondi rischi e oneri B.13 altri accantonamenti I componenti positivi e negativi del valore della produzione sono accertati secondi i criteri di corretta qualificazione, imputazione temporale e classificazione previsti dai principi contabili adottati dall impresa

9 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Distinzione tra attività svolte dalla società : - Ordinaria = attività caratteristica o tipica + attività accessoria + attività finanziaria - Straordinaria : comprende proventi e oneri la cui fonte è estranea all attività ordinaria

10 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Alcune definizioni : - l attività caratteristica è costituita dalle operazioni che si manifestano in via continuativa per lo svolgimento della gestione che generano componenti positivi e negativi di reddito qualificanti la parte peculiare e distintiva dell attività economica svolta dalla società - l attività accessoria è costituita dalle operazioni che generano componenti positivi e negativi di reddito (proventi, oneri, plusvalenze e minusvalenze) rientranti nell attività ordinaria ma non rientranti nell attività caratteristica e finanziaria

11 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Alcune definizioni ( segue ) : - l attività finanziaria è costituita dalle operazioni che generano. proventi e oneri, plusvalenze e minusvalenze, svalutazioni e ripristini su titoli, partecipazioni, conti bancari, crediti nelle immobilizzazioni fin., finanziamenti attivi e passivi,. utili e perdite su cambi - l attività straordinaria accessoria è costituita dalle operazioni che generano componenti positivi e negativi di reddito (proventi, oneri, plusvalenze e minusvalenze) la cui fonte è estranea all attività ordinaria

12 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico In particolare sono proventi e oneri straordinari : - quelli che derivano da eventi accidentali ed infrequenti - quelli che derivano da operazioni infrequenti estranee all attività ordinaria della società Precisazione : - la straordinarietà dell evento o dell operazione è determinata in relazione all attività ordinaria della società

13 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Ad esempio sono eventi straordinari : - per un impresa industriale il crollo accidentale dello stabilimento Ad esempio non sono eventi straordinari : - gli scioperi, in quanto rientranti nel rischio d impresa - gli utili e le perdite da variazioni cambi, - le perdite su crediti per insolvenza del creditore, - la definizione di controversie, se ricorrenti ed inerenti l attività ordinaria d impresa

14 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Categorie di costi e ricavi straordinari E.20 e E.21 : - oneri, plusvalenze e minusvalenze derivanti da operazioni aventi rilevanti effetti sulla struttura dell azienda - plusvalenze e minusvalenze derivanti dal trasferimento di immobili civili e di altri beni non strumentali all attività d impresa, né afferenti la gestione finanziaria - plusvalenze e minusvalenze da svalutazioni e rivalutazioni di natura straordinaria, - sopravvenienze attive e passive derivanti da fatti naturali o da fatti estranei alla gestione dell impresa, - componenti di reddito relativi a esercizi precedenti, - componenti da mutamenti nei criteri di valutazione d impresa

15 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Sono irrilevanti IRAP le voci incluse tra gli oneri e i proventi straordinari voci E.20 e E.21 (ex art 5 D. L.vo 446/1997), eccetto - plusvalenze e minusvalenze da cessione immobili non strumentali e non merce - contributi erogati in forza di legge - sopravvenienze attive e passive correlate a componenti rilevanti ai fini IRAP Possibile contrasto tra contribuenti e Agenzia Entrate : - sopravvenienze passive e minusvalenze da eventi naturali o calamitosi su beni danneggiati o distrutti, - rimborsi assicurativi e indennizzi

16 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Sono irrilevanti IRAP gli accantonamenti a fondi rischi e oneri (ex art 5 D. L.vo 446/1997), - voci B.12 - voci B.13 Possibile contrasto tra contribuenti e Agenzia Entrate : - accantonamenti a fondo indennità clientela, - altri accantonamenti o accertamenti di costi stimati

17 1. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (nuovo principio OIC 12) e in particolare il Conto Economico Nel nuovo principio OIC 12 - sconti commerciali pattuiti al momento della vendita classificati nel A.1 o nel B.6, B.7, B.8 - sconti finanziari emergenti al momento dell incasso classificati nel C. 16 e C.17 Possibile contrasto tra contribuenti e Agenzia Entrate : - sconti cassa, - rettifiche di ricavi non ancora definiti alla chiusura dell esercizio

18 Indice del nuovo principio OIC 15 : - Finalità del principio - Ambito di applicazione - Definizioni S.A.F. 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti. - Classificazione e contenuto delle voci - Rilevazione iniziale - Valutazione e rilevazioni successive - Casi particolari - Cancellazione dei crediti - Nota Integrativa

19 Note sulla classificazione dei crediti : S.A.F. 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti. - possibile classificazione secondo la natura del debitore secondo la scadenza - esposizione crediti al netto delle eventuali svalutazioni eccetto credito non esistente a fronte di fondo rettifica ancora esistente eccetto fondo rettifica che comporta il pagamento di un debito - divieto di compensazione partite a credito / debito eccetto per le posizioni compensabili legalmente

20 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti. La valutazione dei crediti (art 2426 C.C. n. 8): - al presunto valore di realizzo - quindi al valore nominale rettificato per tenere conto di. perdite per inesigibilità. resi e rettifiche di fatturazione. sconti ed abbuoni. interessi non maturati. altre cause di minor realizzo

21 Le perdite per inesigibilità dei crediti 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti - devono gravare sul Conto Economico dell esercizio in cui possono essere ragionevolmente previste - non devono gravare sul Conto Economico degli esercizi futuri in cui si manifesteranno con certezza

22 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Il fondo svalutazione dei crediti - può essere determinato metodo analitico metodo sintetico o forfettario - da tenere quale conto separato in contabilità da non evidenziare separatamente nello Stato Patrimoniale da evidenziare separatamente nella Nota Integrativa

23 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Altre note sulla rilevazione iniziale e sulla valutazione dei crediti : - crediti derivanti dallo scambio di beni e servizi. a breve termine. a medio lungo termine - crediti finanziari a medio lungo termine

24 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Scorporo degli interessi attivi impliciti - Crediti commerciali a scadenza oltre 12 mesi (media lunga scadenza) non produttivi d interessi espliciti rilevati nello Stato Patrimoniale al valore nominale risconto passivo sui ricavi di vendita interessi attivi ripartiti sulla dilazione di pagamento - Crediti finanziari a scadenza oltre 12 mesi (media lunga scadenza) non produttivi d interessi espliciti rilevati nello Stato Patrimoniale al valore nominale interessi attivi impliciti segnalati nella nota integrativa

25 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Casi particolari chiariti dal nuovo principio OIC 15 - valutazione dei crediti incassabili con un attività diversa dai fondi liquidi - valutazione dei crediti dati a garanzia di prestiti - valutazione dei crediti indicizzati

26 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti La cancellazione dei crediti dal bilancio La società cancella il credito dal bilancio quando - i diritti contrattuali sui flussi finanziari derivanti dal credito si estinguono - la titolarità dei diritti contrattuali sui flussi finanziari derivanti dal credito è trasferita ad altro soggetto quindi sono sostanzialmente trasferiti tutti i rischi inerenti il credito

27 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Per valutare se i rischi sono trasferiti, devono essere considerati - le garanzie fornite - gli obblighi contrattuali - le commissioni e le penali in caso di mancato pagamento - le eventuali franchigie da pagare ai garanti Altri elementi da considerare sulla cessione del credito - contratto o scambio di corrispondenza con data certa - notifica della cessione al debitore ceduto - cessionario terzo acquirente (intermediario finanziario ex art 106 TUB)

28 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Se il credito è cancellato dal bilancio, - la perdita è rilevata a Conto Economico negli oneri diversi B.14 - perdita = differenza tra corrispettivo della cessione e valore contabile del credito ( valore nominale svalutazioni fondo ) Se il credito non è cancellato dal bilancio, - debito di finanziamento a fronte dell anticipazione ricevuta - interessi e commissioni rilevate a Conto Economico per competenza

29 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Appendice B Casi che comportano la cancellazione del credito dal bilancio - forfaiting - datio in solutum (prestazione in luogo dell adempimento ex art 1197 CC) - conferimento del credito - cessione del credito, compreso il factoring con cessione pro soluto e trasferimento sostanziale di tutti i rischi - cartolarizzazione con trasferimento sostanziale di tutti i rischi

30 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti Appendice B Casi che non comportano la cancellazione del credito dal bilancio cioè che comportano il mantenimento del credito in bilancio - mandato all incasso, compreso ricevute bancarie e factoring comprendente solo mandato all incasso - cambiali girate all incasso - pegno di crediti - cessione a scopo di garanzia - sconto, cessioni pro solvendo e cessioni pro soluto che non trasferiscono tutti i rischi - cartolarizzazioni che non trasferiscono tutti i rischi

31 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti La normativa tributaria (cenni) Articolo 106 T.U.I.R. Le svalutazioni dei crediti sono deducibili - ogni esercizio nel limite dello 0,5% dei crediti (al valore nominale o di acquisizione) Le perdite su crediti sono deducibili - limitatamente all eccedenza rispetto al fondo svalutazioni e accantonamenti dedotti nei precedenti esercizi

32 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti La normativa tributaria (cenni) Articolo 101 T.U.I.R. Le perdite su crediti sono deducibili - se risultano da elementi certi e precisi - in ogni caso se il debitore è assoggettato a procedure concorsuali o ha concluso un accordo di ristrutturazione dei debiti omologato ex art 182 bis L.F. - in ogni caso se il credito è di modesta entità e scaduto da oltre 6 mesi - in caso di cancellazione dei crediti operata in applicazione dei principi contabili - in caso di prescrizione del diritto di riscossione del credito

33 2. I crediti secondo il nuovo principio OIC 15 e in particolare le perdite su crediti La normativa tributaria (cenni) Articolo 101 T.U.I.R. Le perdite su crediti verso debitori assoggettati a procedure concorsuali - fallimento (sentenza dichiarativa) - liquidazione coatta amministrativa (provvedimento ordinante) - amministrazione straordinaria grandi imprese in crisi - concordato preventivo (decreto di ammissione) - accordo di ristrutturazione dei debiti (decreto di omologazione)

34 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 25 - eliminati i riferimenti al disinquinamento fiscale, - disciplinata la fiscalità differita derivante da a) operazioni che hanno effetto sul Conto Economico b) operazioni che non hanno effetto sul Conto Economico - aggiunta la disciplina sulle partecipazioni in controllate, collegate e joint ventures nei casi di valore contabile diverso da valore fiscale

35 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 25 (segue) - aggiornata la disciplina sulle perdite fiscali riportabili a nuovo, - precisata l aliquota fiscale applicabile per le imposte anticipate e differite quella in vigore nell esercizio di riversamento delle differenze temporanee prevista dalla norma tributaria vigente alla data di riferimento bilancio - disciplinato l affrancamento dei valori contabili di avviamento e altre attività derivanti da operazioni straordinarie, nel caso in cui la decisione di affrancare è presa nell esercizio di effettuazione dell operazione straordinaria

36 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 25 (segue) - chiarito in modo esplicito che la fiscalità differita o anticipata non è rilevabile a) in caso di rilevazione iniziale dell avviamento b) in caso di rilevazione iniziale di attività o passività che non influenza direttamente il risultato civilistico o il reddito imponibile fiscale, che non deriva da operazione straordinaria - aggiunti chiarimenti sulla fiscalità differita da operazioni straordinarie

37 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Modifiche introdotte dal nuovo principio OIC 25 (segue) - inglobato il precedente documento interpretativo OIC 3 nel nuovo principio OIC 25 sul tema affrancamento dell avviamento - disciplinato il trattamento contabile dell imposta sostitutiva da riallineamento dei valori civili e fiscali - inglobato il precedente documento interpretativo OIC 2 nel nuovo principio OIC 25

38 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee imponibili che generano imposte differite - Plusvalenze patrimoniali da cessione di beni se rateizzate in quote costanti (ex art 86 comma 4 TUIR) - Dividendi rilevati nell esercizio di maturazione per competenza nel bilancio C.C. imponibili IRES nel periodo di percezione (ex art 89 TUIR comma 2)

39 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee deducibili che generano imposte anticipate - Accantonamenti a fondi nel passivo o rettificativi dell attivo svalutazione dei crediti (ex art 106 comma 1 TUIR) - Accantonamento fondo rischi contrattuali su opere, forniture e servizi di durata ultrannuale (ex art 93 comma 2 TUIR) - Ammortamento dei beni materiali (ex art 102 comma 2 TUIR) nel bilancio C.C. effettuati in misura eccedente ai coefficienti MEF

40 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee deducibili che generano imposte anticipate - Ammortamento dei beni immateriali (ex art 103 comma 1 TUIR) diritti d utilizzo, brevetti e marchi nel bilancio C.C. effettuati in misura superiore alla misura TUIR - Ammortamento dell avviamento (ex art 103 comma 3 TUIR) nel bilancio CC effettuato in misura superiore alla misura TUIR

41 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee deducibili che generano imposte anticipate - Accantonamenti fondo rischi su cambi (ex art 110 comma 3 TUIR) nel bilancio C.C. effettuati ma perdite non realizzate - Accantonamenti oneri su concorsi e operazioni a premio (ex art 107 comma 3 TUIR) nel bilancio CC effettuati in misura superiore alla misura TUIR

42 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee deducibili che generano imposte anticipate - Accantonamenti altri fondi rischi e oneri (ex art 110 comma 3 TUIR) effettuati nel bilancio C.C. ma non previsti da norme tributarie - Accantonamenti oneri su concorsi e operazioni a premio (ex art 107 comma 3 TUIR) nel bilancio C.C. effettuati in misura superiore alla misura TUIR

43 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee deducibili che generano imposte anticipate - Spese di manutenzione, riparazione, ammodernamento e trasformazione (ex art 102 comma 6 TUIR) deducibili in quote costanti effettuati nel bilancio C.C. ma eccedenti il limite previsto da norma tributaria - Accantonamenti al fondo tfr o a fondi previdenza complementare per adeguare sopravvenute modifiche normative e retributive (ex art 105 comma 2 TUIR) deducibili in quote costanti

44 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee deducibili che generano imposte anticipate - Spese per studi e ricerche (ex art 108 comma 1 TUIR) se dedotte IRES in quote costanti - Spese di pubblicità e propaganda (ex art 108 comma 2 TUIR) se dedotte IRES in quote costanti - Imposte indirette, altri tributi e contributi associativi sindacali e di categoria se rilevati nel bilancio C.C. ma non pagati (ex art 99 TUIR)

45 3. Le imposte sul reddito secondo il nuovo principio OIC 25 Appendice B al nuovo principio OIC 25 Esempi di differenze temporanee permanenti - Dividendi quota non soggetta a IRES (ex art 89 comma 2 TUIR) - Plusvalenze da cessione di azioni o quote di partecipazione (ex art 87 TUIR) esenti non soggette a IRES - Erogazioni liberali non deducibili IRES (ex art 100 TUIR) - Imposte sul reddito (ex art 99 TUIR)

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Crediti Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA 1. PREMESSA L art. 33, comma 5, del D.L. 22.6.2012, n. 83, così come modificato dalla legge di conversione 7.8.2012 n. 134, ha sostituito il comma 5 dell articolo

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone RISULTATO DELL ESERCIZIO ANTE IMPOSTE VARIAZIONI IN AUMENTO Negli esercizi dal 2005 al 2008 sono state realizzate plusvalenze o altri proventi rateizzati? = In base all'art. 86 del TUIR è ammessa la rateazione

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE L'INSERTO 2 Analisi della rilevanza ai fini IRAP delle voci del Conto Economico A cura

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Fondi per rischi e oneri e Trattamento di Fine Rapporto

Fondi per rischi e oneri e Trattamento di Fine Rapporto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Fondi per rischi e oneri e Trattamento di Fine Rapporto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Gli interessi moratori, il principio della compentenza ed il bilancio di esercizio

Gli interessi moratori, il principio della compentenza ed il bilancio di esercizio Gli interessi moratori, il principio della compentenza ed il bilancio di esercizio di Tiziano Sesana (*) Gli interessi legali di mora ex D.Lgs. n. 231/2002 così come modificato dal D.Lgs. n. 192/2012 sono

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica»

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2013 Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» Gianluca Cristofori 31 maggio 2013 Sala Orlando - Corso

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE)

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE) RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. III, Fasc. 1, 2007 IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 Il contribuente, per la compilazione

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito OdV Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito di Sebastiano Di Diego* Nell articolo viene descritto il variegato regime fiscale, ai fini IRES, delle associazioni

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Immobilizzazioni immateriali

Immobilizzazioni immateriali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni immateriali Gennaio 2015 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE Analisi di alcune fattispecie di variazione in aumento ed in diminuzione maggiormente significative per la determinazione del reddito d'impresa nel Modello Unico SC/2010 Il quadro RF contenuto nel Modello

Dettagli

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group L'analisi dei profili fiscali, anche reputazionali, nell'ambito dei processi decisionali dell'impresa bancaria: dalla negoziazione e strutturazione alla delibera di comitato o di consiglio di amministrazione

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Le regole di deducibilità degli interessi passivi in base all articolo 96 del Tuir

Le regole di deducibilità degli interessi passivi in base all articolo 96 del Tuir N. 11 del 23.03.2012 I Focus A cura di Ennio Vial e Gioacchino De Pasquale Le regole di deducibilità degli interessi passivi in base all articolo 96 del Tuir Lo scopo del presente lavoro è illustrare la

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli