IPSIA A. Castigliano Asti Tecnico Superiore Automazione Industriale Corso IFTS 2011/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IPSIA A. Castigliano Asti Tecnico Superiore Automazione Industriale Corso IFTS 2011/2012"

Transcript

1 POLO FORMATIVO PER LA MECCANICA E LE NUOVE TECNOLOGIE CON L UTILIZZO DI MATERIALI AVANZATI TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Accoglienza ed orientamento Tecniche di comunicazione efficace Diritto ed Organizzazione aziendale Pari opportunità Elementi di informatica Lingua inglese Sicurezza e prevenzione degli infortuni Qualità Elementi di Disegno Tecnico e Meccanico e Progettazione assistita Tecniche e sistemi di controllo e regolazione Programmazione e controllo di macchine CNC Pneumatica e Oleodinamica per l'automazione Industriale PLC e Microcontrollori Robotica Affidabilità e manutenibilità dei sistemi Sistemi automatici integrati Supervisione dei processi Ore UF 544 Ore stage 240 Ore prove finali 16 Totale Percorso 800

2 UF/Argomenti Accoglienza ed orientamento Elementi di comunicazione aziendale I contesti (Istruzione, Formazione, Apprendistato, Lavoro) e le loro regole. Il curriculum e la presentazione delle domande Introduzione alle aree e settori professionali Lavoro di gruppo Strumenti di verifica e autovalutazione Tecniche di comunicazione efficace Elementi di comunicazione aziendale Lavoro di gruppo Diritto ed Organizzazione aziendale Aspetti generali di sostenibilità Economia aziendale Il rapporto di lavoro La struttura aziendale Organizzazione aziendale Pari opportunità Interculturalità e Pari Opportunità Elementi di informatica Copyright, Privacy e sicurezza Reti locali: condivisione di periferiche, file e programmi Sistemi operativi Lingua inglese Documenti del settore: lettere, comunicazioni, presentazioni e relazioni Lessico e vocabolario dell'ambito professionale di riferimento Sicurezza e prevenzione degli infortuni Norme di igiene e sicurezza: Decreto legislativo 81/2008 Piano aziendale di prevenzione Sicurezza sul posto di lavoro Qualità Aspetti generali di sostenibilità Aspetti specifici di sostenibilità Il sistema qualità Sistemi Qualità Strumenti di miglioramento

3 Elementi di Disegno Tecnico e Meccanico e Progettazione assistita Disegno tecnico meccanico Normative del disegno tecnico Predisposizione hardware e software di una stazione grafica Problematiche relative ai processi di fabbricazione Sistema operativo Tecniche CAD per il disegno meccanico bidimensionale Tecniche CAD per il disegno tridimensionale Tecniche e sistemi di controllo e regolazione Sensori e trasduttori Sistemi elettronici utilizzati nell automazione industriale Tecniche e sistemi di controllo e regolazione Programmazione e controllo di macchine CNC Software per il disegno e la progettazione Tecnologie dell automazione industriale Pneumatica e Oleodinamica per l'automazione Industriale Applicazioni elettropneumatiche, oleodinamiche o miste Tecniche di comando e di controllo PLC e Microcontrollori Sistemi elettronici utilizzati nell automazione industriale Software per la programmazione di sistemi elettronici Tecniche di comando e di controllo Robotica Software per la programmazione di sistemi elettronici Tecnologie dell automazione industriale Affidabilità e manutenibilità dei sistemi Manutenzione elettrica Metodologie e tecniche di assemblaggio. Normative e direttive di riferimento Politiche di qualità in ambito manutentivo Strumenti e metodi di manutenzione Sistemi automatici integrati Sensori e trasduttori Sistemi elettronici utilizzati nell automazione industriale Tecnologie dell automazione industriale Supervisione dei processi Sistemi di monitoraggio e supervisione Tecniche di comando e di controllo Tecnologie dell automazione industriale

4 Accoglienza ed orientamento Iter di comunicazione all'interno dell'azienda Dinamiche comunicative all'interno delle aziende Funzione e organizzazione dell'agenzia Formativa; UF/Saperi Presentazione degli enti promotori del corso (agenzia formativa, istituzione scolastica, università ed associazione di imprese), del Comitato tecnico scientifico, figure/ruoli di riferimento per l'allievo/a nel percorso, dei servizi offerti. Il percorso formativo: finalità, obiettivi, attività e organizzazione; Regole del gruppo classe; Funzione del lavoro di gruppo nel percorso; L'informativa sulla sicurezza; Il patto formativo. Funzione del curriculum; Struttura e contenuto del curriculum; Errori da evitare; Il curriculum europeo; Lettera di presentazione; I canali per presentare curriculum e domande di lavoro; Modalità di presentazione del curriculum e della domanda di lavoro; Stesura di un curriculum. Area e settore di riferimento del profilo professionale; Il contesto economico locale e congiuntutale; Competenze fondanti di area; Competenze richieste dal territorio; Evoluzione professionale: competenze, capacità e opportunità, in relazione alle pari opportunità per tutti. Saper collaborare ed interagire nei gruppi di lavoro Dinamiche di gruppo nello sviluppo dei processi/processi Durante il percorso formativo, a giudizio dell'équipe formativa, vengono attivate fasi di recupero e/o approfondimento allo scopo di aiutare gli utenti a contestualizzare e /o recuperare i contenuti delle esperienze (formative o di stage) effettuate al fine di realizzare la "conferma" delle abilità/capacità acquisite. I contenuti (saperi) saranno definiti in fase attuativa a seguito dei vari momenti di verifica apprendimento pianificati. Il costante monitoraggio (allievi, aspetti organizzativi e sviluppo dei contenuti) svolto da un Formatore tutor e il rilevamento dei feedback dai tutor aziendali e dai Formatori del corso permettono alla équipe formativa di "ritarare" in itinere la formazione affinchè sià più "vantaggiosa" per l'utenza. Tecniche di comunicazione efficace Iter di comunicazione efficace Gestire le conflittualità comunicative Gestire in modo efficace ed efficiente le conflittualità di gruppo Superare le conflittualità finalizzando il risultato alla crescita Diritto ed Organizzazione aziendale Sviluppo sostenibile. Principi e Indicatori. Relazione uomo-ambiente, società-ambiente, economia-ambiente. Il consumo di risorse naturali: l'acqua, la Natura e il Territorio L inquinamento L'ambiente urbano L'industria La Mobilità I rifiuti: dati e smaltimento Il clima: cambiamenti climatici e prospettive future. Le strutture giuridiche delle imprese. Il rapporto di lavoro. Tipologie di contratti lavorativi. Meritrocrazia all'interno dell'ambiente lavorativo. Analisi del processo produttivo. Le responsabilità del gestore delle commesse e le sue interfacce interne all azienda. Le regole per la corretta impostazione tecnica dei lavori (o ingegnerizzazione). I punti di controllo del processo produttivo.

5 Le regole per la corretta pianificazione del lavoro nei reparti di produzione. La struttura organizzativa aziendale. L'azienda. Pari opportunità Principi fondamentali delle Pari Opportunità. Parità di genere Strumenti di conciliazione Condivisione delle responsabilità. Valorizzazione ed armonizzazione delle differenze: età, orientamento sessuale ed identità di genere, religione, razza ed etnia, disabilità. Identità, stereotipi e adeguamento del linguaggio. Elementi normativi e Istituzioni di parità. Elementi di informatica Principi di rispetto della privacy Legislazioni sul copyright Principi di sicurezza nella gestione dati Utilizzo delle periferiche Conoscenza della gestione dei programmi e della rete Introduzione alle reti industriali per l'automazione integrata Introduzione a modelli, protocolli di comunicazione e servizi di rete per l'automazione Utilizzo dei sistemi operativi Elementi di programmazione sw Fondamenti di programmazione ad oggetti Lingua inglese Uso e consultazione dei manuali di utilizzo dei software in lingua inglese Consultazione dei centri di Supporto, Help Desk e dei Forum tematici degli sviluppatori Consultazione dei cataloghi tecnici dei costruttori Autovalutazione delle competenze linguistiche del settore meccanici Glossario tecnico in lingua inglese della gracomponentistica meccanica Sicurezza e prevenzione degli infortuni Approfondimenti relativi alle norme di igiene e sicurezza secondo il "testo unico sicurezza lavoro" D.Lgs 81/2008 Pratiche per il rispetto dei requisiti di legge Prevenzione dei rischi e degli infortuni Valutazione previsionale dei rischi Analisi previsiva Le norme di igiene e sicurezza secondo il "testo unico sicurezza lavoro" D.Lgs 81/2008. Identificazione di figure e norme di riferimento relative al sistema di prevenzione e di protezione. Il ruolo del datore di lavoro nella gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro L informazione, il coinvolgimento e la formazione del personale. Addestramento, consapevolezza, comunicazione, flusso informativo e cooperazione. Operare in sicurezza all'interno di una unità produttiva I rischi e dispositivi di prevenzione e sicurezza. Qualità Elementi di 'diritto' dell'ambiente: il protocollo di Kyoto, L'Agenda 21, ISO 9004: Qualità verso la sostenibilità Organismi di vigilanza e il controllo: ISSI, WWF Ambiente Italia, Ministero dell'ambiente Gli strumenti per la sostenibilità Buone prassi quotidiane Buone prassi per l'utilizzo eco-sostenibile Utilizzo delle materie prime Gestione e smaltimento dei rifiuti e dei componenti elettrici, elettronici e meccanici Riduzione della produzione di rifiuti generici ed industriali Riciclaggio e recupero dei componenti elettrici, elettronici,meccanici e dei materiali generici; Ruolo del fruitore/ utente;

6 Smaltimento sostanze inquinanti (metalli pesanti, plastiche, sviluppi chimici...) Eco-efficienza energetica Abitudini eco-compatibili Tecniche di risparmio energetico applicate all attività professionale Gli agenti inquinanti: inquinamento idrico, atmosferico ed acustico Qualità:glossario e principali processi ISO 9000 (qualità) ISO (ambiente) ISO TS (automobilistico): elementi Il sistema qualità nella prospettiva del TQM Fattori tecnici ed umani che incidono sui risultati della qualità OHSAS (sicurezza) BS 7799 e TL 9000 QUALITÀ PROGETTO La qualità nella progettazione: il quality function deployement, Failure Method analysis Certificazione dei sistemi di gestione secondo le norme Specifiche nominali e tolleranze del prodotto Variabilità e tolleranza naturale del processo La gestione delle non conformità Progettazione degli esperimenti (Design of experiment) QUALITÀ PRODOTTO/PROCESSO Il controllo di processo Le carte di controllo per variabili Le carte di controllo per attributi Applicazioni delle carte di controllo Controllo statistico mediante carte di controllo Piani di campionamento. Individuazione delle figure di riferimento in azienda e conseguente organigramma aziendale Esplicitazione delle norme ISO 9001:2000, le finalità del Sistema Qualità e il significato di lavorare in un contesto di qualità. Individuazione degli elementi del sistema qualità identificando le principali procedure del processo produttivo di riferimento, i ruoli e responsabilità relative al Sistema Qualità e le motivazioni e finalità delle azioni previste dal Sistema Qualità. Pratiche per garantire il miglioramento continuo Strumenti di valorizzazione meritocratica del ciclo produttivo Elementi di Disegno Tecnico e Meccanico e Progettazione assistita Le tolleranze dimensionali. Il sistema di tolleranze secondo la normativa ISO. I collegamenti foro-base ed albero-base. Finitura superficiale, rugosità e sua indicazione a disegno. Le tolleranze geometriche Prescrizione, scelta dei riferimenti funzionali Organi e collegamenti meccanici Organi filettati: definizioni Sistemi di filettature e relative norme di rappresentazione e quotatura Viti, bulloni, ghiere filettate e dispositivi antisvitamento Collocazione del disegno nel ciclo di vita del prodotto Il prototipo digitale Normazione ed unificazione nell'ambito del disegno tecnico Proiezioni ortogonali, proiezioni di punti, segmenti e figure piane Le proiezioni ortografiche di solidi e loro compenetrazione Le sezioni e relative norme di rappresentazione Le proiezioni assonometriche La quotatura e la rappresentazione degli errori La quotatura funzionale e tecnologica La disposizione delle quote e relative normative I sistemi di quotatura Specifiche hw per la stazione grafica Ottimizzazione hw/sw Settaggi delle periferiche Settaggi dell'ambiente CAD Le scelte di progetto Le specifiche funzionali dei componenti di un prodotto Scelta e ottimizzazione del sistema SO/CAD

7 Introduzione al CAD (AutoCAD) Tecniche e comandi di disegno, di costruzione, di modifica, di selezione e di informazione Stili di testo, scrittura e modifica dei testi Stili di quota e quotature Indicazioni di tolleranze Utilizzo dei blocchi Stampa Esportazione ed importazione di file Introduzione al CAD: Sistemi CAD. Sistemi di riferimento e coordinate. Funzioni di base modellatore solido: generazione degli schizzi, generazione di modelli 3D partendo dagli schizzi, messa in tavola vuotatura. Strumenti per la visualizzazione, la misura e calcolo delle proprietà delle parti. Funzioni CAD 2D e 3D: Introduzione ai tipi di solidi 3D. Comandi di base per la creazione di solidi: estrusioni e rivoluzioni. Parametri ed editing di un modello 3D, metodi di selezione. Disegni: viste principali, formati del cartiglio, informazioni generali, indici cronologici di modifica. Annotazioni: quote, tolleranze, note e testo. Solidi con più features geometriche: Utilizzo della geometria di riferimento nelle parti. Creazione di solidi con più caratteristiche geometriche: estrusioni, fori, raccordi, smussi, gole, nervature, ripetizione di caratteristiche geometriche, specchiature. Solidi sottili, gusci, tagli sottili. Configurazioni. Relazioni padre/figlio delle features geometriche che compongono le parti Funzioni 2D avanzate per i disegni: Viste di dettaglio, viste ausiliarie. Sezioni, sezioni parziali, sezioni con offset, ½ sezioni. Proprietà della campitura delle sezioni. Proprietà dello stile delle quote. Utilizzo dei layer. Stampa dei disegni Gli assiemi di parti 3D, tecniche base ed avanzate, documentazione degli assiemi: Introduzione, il concetto di modello di assieme. Funzioni di base. Vincoli. Configurazioni. Sottoassiemi. Modellazione Top-down. Utilizzo del Toolbox. Accompiamenti avanzati: ingranaggio e camma. Disegni: documentazione degli assiemi. Equazioni. Tecniche di modellazione 3D avanzate: Sweep 2D, sweep 3D, sweep elicoidale, curve guida nelle sweep. Loft semplice, loft con curve guida. Import/export dei file Featureworks. Introduzione alle superfici ed applicazioni. Introduzione alla modellazione di base delle lamiere ed applicazioni. Tecniche e sistemi di controllo e regolazione Sensori e trasduttori nei sistemi di controllo automatico Regolatori standard (P, PI, PID) e loro effetti sui processi. Introduzione ai sistemi di controllo e regolazione dei processi Descrizione dei sistemi tramite schemi a blocchi Funzione di trasferimento Ingressi elementari e concetti di transitorio e regime di un sistema Sistemi di controllo ad anello aperto ed anello chiuso Componenti dell'anello di retroazione Stabilità di un sistema di controllo ad anello chiuso Programmazione e controllo di macchine CNC La programmazione ISO standard Tecniche CAM Simulazione CNC Relazione tra U.T. ed U.T.M. Specifiche funzionali del pezzo Individuazione e/o progettazione delle attrezzature Criteri di scelta del semilavorato Criteri di scelta degli utensili Parametri di taglio Strategie di lavorazione Realizzazione pratica su sistemi CNC. Pneumatica e Oleodinamica per l'automazione Industriale Produzione e distribuzione dell'aria compressa Componentistica pneumatica Diagramma delle fasi, GRAFCET ed altri metodi di descrizione dei cicli Logica pneumatica Elettropneumatica Circuiti ad uno o più attuatori Il sequenziatore pneumatico Caratteristiche di un fluido oleodinamico Elementi essenziali che compongono un circuito oleodinamico Simbologia unificata dei componenti oleodinamici

8 Comandi diretti e indiretti (definizione e confronto) Cicli manuali, semiautomatici e automatici (definizione e confronto) Comandi elettrici/elettronici a logica cablata e programmabile (definizione e confronto) Comandi ON/OFF e proporzionali (definizione e confronto) PLC e Microcontrollori Richiami di Elettrotecnica e di Elettrotecnica di Base. PLC: architettura logica. PLC: architettura funzionale hw e sw. Introduzione ai microcontrollori Microcontrollori: architettura logica. Microcontrollori: architettura funzionale hw e sw. PLC: fasi e procedure per la programmazione. Elementi di programmazione dei PLC Siemens S7 Programmazione dei microcontrollori. Elementi di programmazione dei Microcontrollori Parallax BS2 Comandi elettrici/elettronici a logica cablata e programmabile (confronto). Descrizione dei sistemi automatici tramite GRAFCET. Tecnica delle memorie di passo. Robotica Tecniche di programmazione dei robot Programmazione di robot KUKA KR3 Tecnica di programmazione di robot per verniciatura e saldatura Definizione e classificazione dei robot Esempi di utilizzo Gradi di libertà e zona di lavoro di un robot Meccanica dei robot Organi di presa Sensoristica int./est. Visione artificiale Problemi di cinematica diretta ed inversa nei robot Le macchine di misura a coordinate Tecnologie innovative a controllo numerico: elettroerosione, lavorazione laser, prototipazione rapida Affidabilità e manutenibilità dei sistemi Direttiva macchine (richiami) Tipi di lavori elettrici Lavori fuori tensione (media e bassa tensione) Lavori sotto tensione (bassa tensione) L'importanza delle corrette tecniche di installazione, cablaggio e dimensionamento dei componenti per la prevenzione dei guasti e delle anomalie La conoscenza delle sequenze operative e le procedure utilizzate per la realizzazione del sistema automatico come strumento per la manutenzione Rassegna dell'attuale normativa di riferimento per l'assemblaggio, l'avvio, la condotta e la manutenzione dei sistemi automatici Indici di Affidabilità e Disponibilità Tecniche FMEA Analisi di componenti isolati Analisi dei sistemi Manutenzione: obiettivi, politiche e scelte Strumenti sw per la pianificazione e la gestione della manutenzione Interventi di prima manutenzione su macchine ed impianti Esempio di casi Sistemi automatici integrati Collegamento in rete di sensori e trasduttori. Collegamento di sensori ed attuatori. Esempi pratici di integrazione.

9 Modelli, protocolli di comunicazione e servizi di rete per l'automazione Bus di campo in ambiente industriale e loro criteri di scelta Gestione dei sistemi integrati Definizioni ed esempi di sistemi automatici integrati Reti industriali Norme per le reti industriali Configurazione di sistemi distribuiti e loro componenti Supervisione dei processi Tecniche HMI e loro evoluzione Tecniche HMI per la supervisione e/o il controllo dei processi Sistemi SCADA Esempi di controllo di processi industriali Utilizzo di sw SCADA Configurazione di sistemi distribuiti e loro componenti (richiami) Classificazione dei processi industriali Principi e tecniche di monitoraggio dei sistemi integrati

POLO FORMATIVO PER LA MECCANICA E LE NUOVE TECNOLOGIE CON L UTILIZZO DI MATERIALI AVANZATI PROGETTO IFTS TECNICO SUPERIORE DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

POLO FORMATIVO PER LA MECCANICA E LE NUOVE TECNOLOGIE CON L UTILIZZO DI MATERIALI AVANZATI PROGETTO IFTS TECNICO SUPERIORE DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE POLO FORMATIVO PER LA MECCANICA E LE NUOVE TECNOLOGIE CON L UTILIZZO DI MATERIALI AVANZATI PROGETTO IFTS TECNICO SUPERIORE DI AUTOMAZIONE INDUSTRIALE SINTESI DEI CONTENUTI DESCRIZIONE Profilo Professionale

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L'INDUSTRIA E L'ARTIGIANATO CASCIA TECNICO ESPERTO IN AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L'INDUSTRIA E L'ARTIGIANATO CASCIA TECNICO ESPERTO IN AUTOMAZIONE INDUSTRIALE dell Infanzia, Primaria, Secondaria I grado e Secondaria di II grado (I.P.S.I.A.) Località La Stella - 06043 Cascia (PG) 074376203 0743751017 074376180 E-mail: pgee020006@istruzione.it Sito Internet: www.scuolacascia.it

Dettagli

Attività e insegnamenti dell indirizzo Produzioni industriali e artigianali. Articolazione Industria. Opzione Arredi e forniture d interni

Attività e insegnamenti dell indirizzo Produzioni industriali e artigianali. Articolazione Industria. Opzione Arredi e forniture d interni Attivitàeinsegnamentidell indirizzo Produzioniindustrialieartigianali Articolazione Industria Opzione Arrediefornitured interni Disciplina: LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI Il docente di Laboratori

Dettagli

TECNICO - PROFESSIONALI

TECNICO - PROFESSIONALI AREA TEMATICA SVILUPPO COMPETENZE DI BASE TECNICO - PROFESSIONALI Lettura del disegno meccanico 1 CAD meccanico bidimensionale 2 CAD meccanico tridimensionale 3 Montaggi meccanici 4 Programmazione PLC

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

AREA TEMATICA SVILUPPO COMPETENZE DI BASE TECNICO PROFESSIONALI

AREA TEMATICA SVILUPPO COMPETENZE DI BASE TECNICO PROFESSIONALI AREA TEMATICA SVILUPPO COMPETENZE DI BASE TECNICO PROFESSIONALI LETTURA DEL DISEGNO MECCANICO 2 LETTURA DEL DISEGNO MECCANICO E METROLOGIA D'OFFICINA 2 CAD/CAM 3 CAD MECCANICO BIDIMENSIONALE 3 CAD MECCANICO

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO OPZIONI Schede disciplinari e quinto anno (Art. 8, comma 4, lettera c) d.p.r. n. 87 del 15 marzo 2010) ISTITUTI PROFESSIONALI -

Dettagli

IO 6.3 PRESTAZIONI MINIME DEI LABORATORI IPIA-ITI

IO 6.3 PRESTAZIONI MINIME DEI LABORATORI IPIA-ITI Pag. 1 di 6 IO 6.3 PRESTAZIONI MINIME DEI LABORATORI IPIA-ITI n ediz. Data Descrizione Firma preparazione Firma approvazione DIR 00 22/09/13 Prima emissione Carlo Ferrari Maria Amodeo Pag. 2 di 6 INDICE

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

CATALOGO CORSI CORSI TECNICI: MECCANICA ED ELETTRICITA DISEGNO MECCANICO - LIVELLO BASE

CATALOGO CORSI CORSI TECNICI: MECCANICA ED ELETTRICITA DISEGNO MECCANICO - LIVELLO BASE CATALOGO CORSI CORSI TECNICI: MECCANICA ED ELETTRICITA DISEGNO MECCANICO - LIVELLO BASE Il corso ha la finalità di formare il personale tecnico nell ambito della lettura e dell interpretazione dei disegni

Dettagli

BOZZA 16 novembre 2011 Allegato B1 Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Opzione Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili

BOZZA 16 novembre 2011 Allegato B1 Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Opzione Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili BOZZA 16 novembre 2011 Allegato B1 Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Opzione Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili Profilo Il Diplomato di istruzione professionale nell indirizzo

Dettagli

Attività e insegnamenti dell indirizzo Elettronica ed elettrotecnica articolazione: Elettrotecnica. Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA

Attività e insegnamenti dell indirizzo Elettronica ed elettrotecnica articolazione: Elettrotecnica. Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA Attività e insegnamenti dell indirizzo Elettronica ed elettrotecnica articolazione: Elettrotecnica Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA Il docente di Complementi di matematica concorre a far conseguire

Dettagli

DIPARTIMENTO DISCIPLINE TECNOLOGICHE

DIPARTIMENTO DISCIPLINE TECNOLOGICHE I.I.S REMO BRINDISI MANUTENZIONE ed ASSISTENZA TECNICA DIPARTIMENTO DISCIPLINE TECNOLOGICHE Tecnologie Meccaniche e Applicazioni Programmazione Secondo Biennio Conoscenze Tolleranze caratteristiche degli

Dettagli

CAD 2D / 3D. Autocad 2D/3D - Revit - Inventor - RhinoCeros - Autocad Eletrical

CAD 2D / 3D. Autocad 2D/3D - Revit - Inventor - RhinoCeros - Autocad Eletrical CAD 2D / 3D Autocad 2D/3D - Revit - Inventor - RhinoCeros - Autocad Eletrical Autocad 2D / 3D Questo corso è indirizzato a chi intenda acquisire le conoscenze necessarie per utilizzare AutoCAD 2D e 3D

Dettagli

Curricolo per Competenze triennio

Curricolo per Competenze triennio Curricolo per Competenze triennio proposte settore meccanico area specialistica tecnologica Istituto Tecnico Industriale Statale Marie Curie PREMESSA I percorsi degli istituti tecnici hanno l obiettivo

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 I Disciplina: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE Elaborata

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA CONDUZIONE E LA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

CALENDARIO ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO MARCONI AZIENDE Sez. MECCANICA di ASSINDUSTRIA BARI

CALENDARIO ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO MARCONI AZIENDE Sez. MECCANICA di ASSINDUSTRIA BARI Calendario formazione in azienda: 1 Intervento 24 ore 2 Intervento 28 ore 3 Intervento 32 ore 4 Intervento 32 ore 5 Intervento 32 ore CALENDARIO ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO MARCONI AZIENDE Sez. MECCANICA

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Tecnologico Indicazioni nazionali per i Piani di Studio Personalizzati Obiettivi Specifici di Apprendimento Allegato_C8-LT-02-Elettrico

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE DESCRITTIVO COMPETENZE TECNICO/PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO

PROFILO PROFESSIONALE DESCRITTIVO COMPETENZE TECNICO/PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO PROFILO PROFESSIONALE TECNICO DI AUTOMAZIONE TERZA VERSIONE SETTEMBRE 2010 DESCRITTIVO Il Tecnico dell automazione industriale è una figura professionale in grado di approntare il funzionamento, ed intervenire

Dettagli

#FPCS. Formazione Permanente Continua e Superiore. Corsi di formazione permanente continua nelle seguenti aree: Domotica.

#FPCS. Formazione Permanente Continua e Superiore. Corsi di formazione permanente continua nelle seguenti aree: Domotica. #FPCS Corsi di formazione permanente continua nelle seguenti aree: Informatica CAD Robotica CNC Domotica Meccanica Elettrica Automazione Formazione Permanente Continua e Superiore "Chiunque smetta di imparare

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica. Indirizzo Generale

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica. Indirizzo Generale SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica Indirizzo Generale ISTITUTI TECNICI - Settore: Industria e artigianato.- Indirizzo: Manutenzione e assistenza tecnica. ISTITUTI

Dettagli

LABORATORIO TECNOLOGICO ED ESERCITAZIONI PRIMO BIENNIO

LABORATORIO TECNOLOGICO ED ESERCITAZIONI PRIMO BIENNIO LABORATORIO TECNOLOGICO ED ESERCITAZIONI PRIMO BIENNIO CONOSCENZE Le principali cause di infortunio. La segnaletica antinfortunistica. I dispositivi di protezione individuali e collettiva. Regole di comportamento

Dettagli

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati

Liceo Tecnologico. Indirizzo Elettrico Elettronico. Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Indicazioni nazionali per Piani di Studi Personalizzati Obiettivi Specifici d Apprendimento Discipline con attività di laboratorio 3 4 5 Fisica 99 Gestione di progetto 132 99 *Tecnologie informatiche e

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 H Disciplina: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE Elaborata

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica L indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica propone una formazione polivalente che unisce i principi, le tecnologie e le pratiche

Dettagli

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica

ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica ISTRUZIONE TECNICA SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica L indirizzo Elettronica ed Elettrotecnica propone una formazione polivalente che unisce i principi, le tecnologie e le pratiche

Dettagli

PROFILO PROFESSIONALE

PROFILO PROFESSIONALE TIEL - TECNICO DELLE INDUSTRIE ELETTRICHE --- Programmi MINISTERIALI di insegnamento delle discipline Area di indirizzo corso TIEL (approvati con DM 15 aprile 1994 e pubblicati sulla GU dell 1-7-1994 -

Dettagli

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico

RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI. Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico Il Perito in Elettronica ed Elettrotecnica: RIORDINO DEGLI ISTITUTI TECNICI Figura Professionale Perito Elettronico ed Elettrotecnico ha competenze specifiche nel campo dei materiali e della tecnologia

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITA SOSTENIBILE-AEROSPAZIO-MECCATRONICA PERCORSO ITS TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE E L INNOVAZIONE DI PROCESSI E PRODOTTI MECCANICI BIENNIO FORMATIVO 2014-16

Dettagli

POST-DIPLOMA. Il corso prevede 440 ore di attività formativa ( le ore di stage sono invece ), così ripartite:

POST-DIPLOMA. Il corso prevede 440 ore di attività formativa ( le ore di stage sono invece ), così ripartite: POST-DIPLOMA Nel settore della Meccatronica è attualmente in svolgimento, in collaborazione con CPV, ( centro produttività del Veneto, che è il centro di formazione della Camera di Commercio di VI), presso

Dettagli

TECNOLOGIA COMPETENZE

TECNOLOGIA COMPETENZE ISTITUTO COMPRENSIVO F. DE Sanctis CURRICOLO VERTICALE DI TECNOLOGIA A.S. 2013/2014 1 TECNOLOGIA La materia tecnologia comporta la formazione di competenze diversificate, che vanno dalla formazione di

Dettagli

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA UF1 - PRODURRE ALLA FRESATRICE Norme del disegno tecnico. Tolleranze di lavorazione. Lettura degli strumenti di misura e di controllo Conoscenza degli utensili per fresare Calcolo dei parametri di taglio.

Dettagli

1 il coordinatore prof. Gaetano Fiore

1 il coordinatore prof. Gaetano Fiore Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica A. S. 2015/2016 ISTITUTO TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONE CLASSE 2 UNITA FORMATIVA 1 GLI OGGETTI E LA LORO FORMA Insegnante: Rota Margherita - ITP: Chilelli

Dettagli

CONNOTAZIONI GENERALI DELL INTERVENTO

CONNOTAZIONI GENERALI DELL INTERVENTO FORMULARIO PER LA PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI FORMATIVI PAG. 1 CONNOTAZIONI GENERALI DELL INTERVENTO A.1 - SOGGETTO PROMOTORE: ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO CARLO CATTANEO

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - PROGETTISTA DISEGNATORE

Dettagli

Anno scolastico 2015 / 2016. Elettrotecnica ed elettronica Sistemi automatici. Docente/i

Anno scolastico 2015 / 2016. Elettrotecnica ed elettronica Sistemi automatici. Docente/i Alessandria, 17 ottobre 2015 Anno scolastico 2015 / 201 Classe 5AE Indirizzo Materia Elettrotecnica ed elettronica Sistemi automatici Docente/i Nome e cognome Franco GABRIELE Firma Nome e cognome Antonietta

Dettagli

L Istituto Galileo GALILEI di Crema

L Istituto Galileo GALILEI di Crema L Istituto Galileo GALILEI di Crema in continuità con la sua proposta formativa propone, a partire dall a.s. 2010/11, corsi quinquennali di: - ISTITUTO TECNOLOGICO, diurni e serali (ex ITIS) - LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

BOZZA DEL 06/09/2011

BOZZA DEL 06/09/2011 ARTICOLAZIONE: ENERGIA Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA (C1) Il docente di Complementi di matematica concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, i seguenti risultati

Dettagli

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Tecnologia. TECNOLOGIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti

Istituto Comprensivo 2 di Montesarchio A.S. 2014-2015 Curricolo Verticale di Tecnologia. TECNOLOGIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Istituto Comprensivo di Montesarchio A.S. 014-015 Curricolo Verticale di Tecnologia 1 Competenze Leggere e descrivere immagini. TECNOLOGIA - SCUOLA INFANZIA Prerequisiti Riproduzione dei colori per realizzare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DOCENTI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DOCENTI ISS IPSIA SILVIO CECCATO di MONTECCHIO MAGGIORE ( VI ) classe QUINTA A e B PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DOCENTI Anno scolastico 2015/16 Materia: LABORATORI TECNOLOGICI ED ESERCITAZIONI Indirizzo :

Dettagli

Obiettivi di apprendiment 2/7

Obiettivi di apprendiment 2/7 TIM - TECNICO DELLE INDUSTRIE MECCANICHE --- Programmi MINISTERIALI di insegnamento delle discipline Area di indirizzo corso TIM (approvati con DM 15 aprile 1994 e pubblicati sulla GU dell 1-7-1994 - Supplemento

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi) DISCIPLINA: TECNOLOGIA MECCANICA A.S. 2012/2013 di dipartimento individuale del/i docente/i...... per la/e classe/i 4^ TIM 1) PREREQUISITI Possedere conoscenze relative alle proprietà chimico-strutturali,

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 I Disciplina: Sistemi automatici Docenti: Linguanti Vincenzo Gasco Giovanni PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE. SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Basilio Focaccia via Monticelli (loc. Fuorni) - Salerno PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo: Elettrotecnica ed Elettronica Anno scolastico:

Dettagli

Disegno di Macchine. Lezione n 1 Introduzione al Corso. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing.

Disegno di Macchine. Lezione n 1 Introduzione al Corso. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Disegno di Macchine corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Lezione n 1 Introduzione al Corso Ruolo del Disegno Nell ambito dell ingegneria industriale ed in particolar

Dettagli

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI (CONOSCENZE E COMPETENZE) METODOLOGIA. Norme e comportamenti antinfortunistici nei luoghi di lavoro Vie di fuga.

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI (CONOSCENZE E COMPETENZE) METODOLOGIA. Norme e comportamenti antinfortunistici nei luoghi di lavoro Vie di fuga. MATERIA: LTE (Laboratorio Tecnologico ed Esercitazioni) CLASSE: 4 D curvatura manutentori di apparati meccanici (3 ore settimanali programmate su 30 settimane annuali ) MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI (CONOSCENZE

Dettagli

Percorso di qualifica OPERATORE/TRICE ELETTRICO/A ELETTRONICO/A

Percorso di qualifica OPERATORE/TRICE ELETTRICO/A ELETTRONICO/A Percorso di qualifica OPERATORE/TRICE ELETTRICO/A ELETTRONICO/A Standard formativi della figura Quadro formativo del corso Articolazione e contenuti dell esame finale 1 Validazione documento: Gennaio 2011

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA CLASSE 5H Docenti: Raviola Giovanni Moreni Riccardo Disciplina: Sistemi elettronici automaticih PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE FINALI Al termine

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale Tecnico per l automazione industriale Standard formativo minimo regionale 1 Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 9. TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO 9. TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE. Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 9. TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professioni (NUP/ISTAT): 6. Artigiani, operai

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard della Figura nazionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard della Figura nazionale Tecnico per l automazione industriale Standard della Figura nazionale Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate 6. Artigiani,

Dettagli

Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici. Standard formativo minimo regionale

Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici. Standard formativo minimo regionale Operatore elettrico - Impianti elettromeccanici Standard formativo minimo regionale Denominazione del profilo professionale OPERATORE ELETTRICO IMPIANTI ELETTROMECCANICI Referenziazioni del profilo Professioni

Dettagli

PROFILI PROFESSIONALI ( SEDE SALVETTI ) TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE

PROFILI PROFESSIONALI ( SEDE SALVETTI ) TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE PROFILI PROFESSIONALI ( SEDE SALVETTI ) TERZO ANNO DI QUALIFICA OPERATORE DELLA GESTIONE AZIENDALE L operatore della gestione aziendale è in possesso di una valida cultura i base e di una preparazione

Dettagli

CATALOGO CORSI PER LA FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA 2015-2016 PERIODO DI SVOLGIMENTO

CATALOGO CORSI PER LA FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA 2015-2016 PERIODO DI SVOLGIMENTO CATALOGO CORSI PER LA FORMAZIONE PERMANENTE E CONTINUA 15-16 Riferimenti sede di Milano: Via Tonale, 19 - Milano (Raggiungibile con: F.S. Stazione Centrale, MM verde fermata Centrale, MM gialla Tel. 02.676271

Dettagli

THEME Matrice di Competenza - Meccatronica

THEME Matrice di Competenza - Meccatronica AREE DI COMPETENZA FASI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE 1. Effettuare la manutenzione e garantire l'affidabilità dei sistemi. svolgere le operazioni di manutenzione programmata di base su macchine e sistemi

Dettagli

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO

MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO PIANO DI LAVORO CLASSE 4 ES A.S. 2014-2015 MATERIA : SISTEMI ELETTRICI AUTOMATICI INS. TEORICO: PROF. CIVITAREALE ALBERTO INS. TECNICO-PRATICO: PROF. BARONI MAURIZIO MODULO 1: SISTEMI E MODELLI (30 ore)

Dettagli

La verità sul 3D: il 2D è ancora necessario.

La verità sul 3D: il 2D è ancora necessario. La verità sul 3D: il 2D è ancora necessario. Autodesk Inventor Series è il software di progettazione meccanica 3D più venduto nel mondo: non per caso. Si tratta di un prodotto all avanguardia, versatile,

Dettagli

Introduzione alla Rappresentazione Tecnica. Corso di Laurea in Ingegneria Politecnico di Bari

Introduzione alla Rappresentazione Tecnica. Corso di Laurea in Ingegneria Politecnico di Bari Introduzione alla Rappresentazione Tecnica Corso di Laurea in Ingegneria Politecnico di Bari Obiettivi della lezione introduttiva Il disegno come forma principale di rappresentazione tecnica. Comprendere

Dettagli

La collaborazione delle imprese nell ambito del riordino dell Istruzione Tecnica

La collaborazione delle imprese nell ambito del riordino dell Istruzione Tecnica La collaborazione delle imprese nell ambito del riordino dell Istruzione Tecnica Corso di formazione docenti Milano, 8 Settembre 2009 1 Le ragioni di una più stretta collaborazione scuola - impresa Le

Dettagli

Nel 2012 il Moretto confluisce con l'itis Castelli nel nuovo Istituto di Istruzione Superiore Benedetto Castelli.

Nel 2012 il Moretto confluisce con l'itis Castelli nel nuovo Istituto di Istruzione Superiore Benedetto Castelli. Istituto di Istruzione Superiore "Benedetto Castelli" IPSIA MORETTO OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013-2014 Diploma Statale Manutenzione e Assistenza Impiantistica Industriale e Civile Qualifica Regionale / Europea

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO MECCANICA, IMPIANTI E COSTRUZIONI OPERATORE MECCANICO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO MECCANICA, IMPIANTI E COSTRUZIONI OPERATORE MECCANICO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO MECCANICA, IMPIANTI E COSTRUZIONI Denominazione della figura OPERATORE MECCANICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6. Artigiani,

Dettagli

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA

MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA MATRICE DELLE COMPETENZE DI SCIENZE E TECNOLIE APPLICATE INDIRIZZO DI MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA Competenze in esito al quinquennio (dall Allegato C del Regolamento) 1. Individuare le proprietà

Dettagli

PLC Sistemi a Logica Programmabile

PLC Sistemi a Logica Programmabile PLC Sistemi a Logica Programmabile Prof. Nicola Ingrosso Guida di riferimento all applicazione applicazione dei Microcontrollori Programmabili IPSIA G.Ferraris Brindisi nicola.ingrosso @ ipsiaferraris.it

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO DI RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE ADDETTO ALLE MACCHINE UTENSILI

PROGETTO FORMATIVO DI RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE ADDETTO ALLE MACCHINE UTENSILI PROGETTO FORMATIVO DI RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE ADDETTO ALLE MACCHINE UTENSILI Premessa: La presente ipotesi nasce dall esigenza di riqualificare professionalmente dei lavoratori disoccupati, in mobilità

Dettagli

TECNICO DEI SISTEMI MECCATRONICI PER L INDUSTRIA TORINO

TECNICO DEI SISTEMI MECCATRONICI PER L INDUSTRIA TORINO Riallineamento competenze di base: - Disegno - Tecnologia meccanica - Tecnologia elettrica/elettronica COMPETENZE GENERALI DI BASE 80 ore Riallineamento ed omogeneizzazione delle competenze in ingresso

Dettagli

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM Il disegno tecnico di un oggetto è in grado di spiegarne: - la forma, - le dimensioni, - la funzione, - la lavorazione necessaria per ottenerlo, - ed il materiale in cui è realizzato. attraverso l impiego

Dettagli

Introduzione al Corso

Introduzione al Corso Anno accademico 2005/2006 Prof. Giovanni Muscato Introduzione al Corso Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi Università degli Studi di Catania Viale A. Doria 6, 95125, Catania,

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Simulazione di macchina: analisi virtuale del comportamento cinematico. Elio Bergamaschi

Simulazione di macchina: analisi virtuale del comportamento cinematico. Elio Bergamaschi Simulazione di macchina: analisi virtuale del comportamento cinematico Elio Bergamaschi - Simulazione: Progettazione, Costruzione & Test Virtuali Progettista meccanico Disegno Produzione Assemblaggio Messa

Dettagli

KANTEA S.C.R.L. CATALOGO CORSI FORMAZIONE CONTINUA 2015. Area tematica: Tecniche di produzione

KANTEA S.C.R.L. CATALOGO CORSI FORMAZIONE CONTINUA 2015. Area tematica: Tecniche di produzione KANTEA S.C.R.L. CATALOGO CORSI FORMAZIONE CONTINUA 2015 Area tematica: Tecniche di produzione Saldatore Con Certificazione Uni En 287 Saldatore Elettrodo Rivestito/Saldatore Filo Animato 150 ore Frequenza

Dettagli

Decreto Ministeriale 29 dicembre 2000, n. 447 (in GU 24 febbraio 2001, n. 46)

Decreto Ministeriale 29 dicembre 2000, n. 447 (in GU 24 febbraio 2001, n. 46) Decreto Ministeriale 29 dicembre 2000, n. 447 (in GU 24 febbraio 2001, n. 46) Regolamento concernente integrazione al decreto del Ministro della Pubblica Istruzione 29 dicembre 1991, n. 445, recante il

Dettagli

Progettista con sistemi CAD/CAE avanzati: SolidWorks, Solid Edge, AutoCAD.

Progettista con sistemi CAD/CAE avanzati: SolidWorks, Solid Edge, AutoCAD. Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo Progettista con sistemi CAD/CAE avanzati: SolidWorks,

Dettagli

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale

Tecnico per l automazione industriale. Standard formativo minimo regionale Tecnico per l industriale Standard formativo minimo regionale Denominazione della figura TECNICO PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche

Dettagli

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici

Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Addetto agli impianti ed ai processi metallurgici e meccanici Figure professionali: addetto conduzione impianti addetto impianti sistemi automatizzati colatore fonditore laminatore verniciatore stampatore

Dettagli

CURVATURA VERSO ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI

CURVATURA VERSO ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI CURVATURA VERSO ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI MACRO-COMPETENZE IN USCITA VERSO LA ROBOTICA/MECCATRONICA AVANZATA Quattro Macro-Competenze Specialistiche: 1. Saper

Dettagli

SECONDO BIENNIO ISTITUTO TECNICO

SECONDO BIENNIO ISTITUTO TECNICO SETTORE DOCUMENTI PER LA DISCUSSIONE ISTITUTO TECNICO INDIRIZZO ARTICOLAZIONE ELETTROTECNICA TECNOLOGICO ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA ESITI DI APPRENDIMENTO (competenze, abilità, conoscenze) Regolamento,

Dettagli

Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica

Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica Prodotti Progetto e prototipo di scultura dinamica 1 A - Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle

Dettagli

CURRICOLO DI TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 1. Leggere e ricavare informazioni utili da guide d uso o istruzioni di montaggio. 1a. Seguire indicazioni date per realizzare un semplice manufatto

Dettagli

Fresia Davide Via Cagnassi 5/a - 12050 RODELLO (CN) davide.fresia@hotmail.com

Fresia Davide Via Cagnassi 5/a - 12050 RODELLO (CN) davide.fresia@hotmail.com INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Fresia Davide Via Cagnassi 5/a - 12050 RODELLO (CN) Telefono Tel. +39 0173 617345 Mobile +39 331 3026161 E-mail davide.fresia@hotmail.com Nazionalità Data di nascita

Dettagli

PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CESARE PESENTI -BERGAMO Anno Scolastico 2013/14 alternanza@istitutopesenti.it Finalità del progetto Il Progetto di Alternanza

Dettagli

CLASSE 5 A MM [Stesura a.s. 2014-15]

CLASSE 5 A MM [Stesura a.s. 2014-15] PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE Monte ore annuo 99 Libro di Testo SISTEMI ED AUTOMAZIONE INDUSTRIALE VOL.3 ANTONELLI ED. CAPPELLI SETTEMBRE Componentistica elettropneumatica. Schema elettrico funzionale.

Dettagli

CopernicoCS, AREE DI INTERVENTO IN FORMAZIONE E CONSULENZA. MATERIA GIURIDICA (Area A)

CopernicoCS, AREE DI INTERVENTO IN FORMAZIONE E CONSULENZA. MATERIA GIURIDICA (Area A) CopernicoCS, AREE DI INTERVENTO IN FORMAZIONE E CONSULENZA I docenti che si appoggiano alla rete CopernicoCS, portano con loro le più svariate competenze: sono rappresentati da avvocati, commercialisti,

Dettagli

CFP SAN MARINO ORDINAMENTO DEL BIENNIO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DI BASE PROGRAMMI DELL AREA PROFESSIONALIZZANTE

CFP SAN MARINO ORDINAMENTO DEL BIENNIO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DI BASE PROGRAMMI DELL AREA PROFESSIONALIZZANTE CFP SAN MARINO ORDINAMENTO DEL BIENNIO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE DI BASE Settore INDUSTRIA E ARTIGIANATO Qualifica: Installatore di impianti elettrici e fotovoltaici 1 INDICE PROFILO PROFESSIONALE 3

Dettagli

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^

Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione. Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Specializzazione Elettronica ed Elettrotecnica Articolazione Automazione Elettronica ed Elettrotecnica - Classe 3^ Elettrotecnica Tipologie di segnali Unità di misura delle grandezze elettriche Simbologia

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO Denominazione della figura 13. OPERATORE MECCANICO Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): 6. Artigiani, operai specializzati

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA CLASSE 5H Docenti: Raviola Giovanni Moreni Riccardo Disciplina: Sistemi elettronici automatici PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE COMPETENZE FINALI Al termine

Dettagli

Programmazione modulare di Tecnologia Meccanica Classe: 5^ Meccanica e Meccatronica Tempo previsto: 132 h/annuali

Programmazione modulare di Tecnologia Meccanica Classe: 5^ Meccanica e Meccatronica Tempo previsto: 132 h/annuali ITI M. FARADAY A.S. 201-2015 Programmazione modulare di Tecnologia Meccanica Classe: 5^ Meccanica e Meccatronica Tempo previsto: 132 h/annuali Prof. Giordano Cecchetti Prof. Salvatore Di Novo 1 N modulo

Dettagli

Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Corso matricola 2011SI0890

Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Corso matricola 2011SI0890 Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) TECNICO SUPERIORE PER L AUTOMAZIONE INDUSTRIALE Corso matricola 2011SI0890 Unità Formativa Capitalizzabile UFC Gestione del servizio di manutenzione:organizzazione,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina a.s.2013/2014 Classe:4 Sez. 4AELT INDIRIZZO: Elettronica ed Elettrotecnica articolazione Elettrotecnica Docenti : Prof. Giovanni Antonio Fadda,

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI TECNOLOGIA

CURRICOLO DISCIPLINARE DI TECNOLOGIA A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Palena-Torricella Peligna Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Palena (CH) SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

RIF. MD03 MODULO PROGRAMMAZIONE ANNUALE INDIVIDUALE 17/06/09 REV 02

RIF. MD03 MODULO PROGRAMMAZIONE ANNUALE INDIVIDUALE 17/06/09 REV 02 Piano delle attività X Programma effettivamente svolto Sez.D COMPETENZE (da linee guida DPR 15/03/2010, art. 8 comma 3 e direttiva 4 del 16 gennaio 2012) K1 - utilizzare la strumentazione di laboratorio

Dettagli

Bando per il Master Universitario di II livello in INGEGNERIA DELL AUTOVEICOLO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE

Bando per il Master Universitario di II livello in INGEGNERIA DELL AUTOVEICOLO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Bando per il Master Universitario di II livello in INGEGNERIA DELL AUTOVEICOLO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Anno accademico 2011/20 L Università degli Studi di Camerino, VISTO lo Statuto, emanato con Decreto

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa

Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa ESPERIA Istituto Tecnico Industriale P. Paleocapa Prospetto informativo per l orientamento agli studi Tecnici Superiori Per informazioni via Gavazzeni 29, Bergamo tel. 035-319388 fax 035-318741 Sito internet:

Dettagli

Elementi di disegno bidimensionale CAD

Elementi di disegno bidimensionale CAD Page 1 of 8 Elementi di disegno bidimensionale CAD Formazione Continua Individuale 2009 - Normale - In Compilazione Codice identificativo: ID52508 Profilo professionale di riferimento: Operatore CAD -

Dettagli

TECNICA-INDUSTRIALE ELETTROTECNICA E IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI CORSO BASE DI OLEODINAMICA INDUSTRIALE CORSO AVANZATO DI OLEODINAMICA INDUSTRIALE

TECNICA-INDUSTRIALE ELETTROTECNICA E IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI CORSO BASE DI OLEODINAMICA INDUSTRIALE CORSO AVANZATO DI OLEODINAMICA INDUSTRIALE - MECCANICA E DISEGNO TECNICO METALLOGRAFIA METALLURGIA PER ANALISI METALLI MESCOLE GOMME ELETTRO E IMPIANTI ELETTRICI INDUSTRIALI CORSO BASE DI OLEODINAMICA CORSO AVANZATO DI OLEODINAMICA CORSO PROPORZIONALE

Dettagli