CORSO A CATALOGO Corso ID: Progettazione meccanica avanzata tramite sistemi CAD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO A CATALOGO - 2012 - Corso ID: 10523 - Progettazione meccanica avanzata tramite sistemi CAD"

Transcript

1 CORSO A CATALOGO 2012 Corso ID: Progettazione meccanica avanzata tramite sistemi CAD Dati principali ID Odf: 2949 me organismo: Tipo organismo: ID Corso: Titolo corso: CENTOFORM S.R.L. Odf accreditato o Agenzie abilitate Progettazione meccanica avanzata tramite sistemi CAD Tipologia corso: Link web dettaglio Master: Master di 1 livello o 2 livello: Indirizzo del Master: Area settoriale Area Tematica: Obiettivi formativi: Risultati attesi: Fabbisogni formativi: Spendibilità in termini di occupabilità: Corsi di specializzazione ATTIVITÀ MANIFATTURIERE Gestione della progettazione e dello sviluppo/erogazione di nuovi prodotti e servizi Il corso, rivolto a occupati e disoccupati, ha l'obiettivo di fornire le competenze per formare la figura di progettista in area meccanica, con competenze di CAD 2D e 3D in modalità avanzata, modellizzazione e progettazione di complessivi e particolari. La figura così formata, di notevole appetibilità per il mercato di riferimento, sarà idealmente inseribile in un ufficio tecnico di aziende del settore, anche ad alto valore aggiunto nel campo dell'innovazione/rinnovamento del ciclo di produzione e prodotto. Al termine del percorso i partecipanti avranno acquisito competenze di tipo tecnico indispensabili per rivestire ruoli professionali in ambito di progettazione meccanica avanzata, sviluppando conoscenze lavorative improntate alla valorizzazione dell'innovazione del processo tramite strumenti software e tecnologici. La professionalità, di indubbia ricaduta a livello di mercato del lavoro, offrirà ai corsisti una spendibilità immediata in fase di inserimento o riposizionamento all'interno delle aziende. Per la provincia di Ferrara (Cento) e la Regione Emilia Romagna i comparti di riferimento della figura professionale in esito al presente corso rappresentano settori notevolmente importanti in termini di occupazione e fatturato, con trend espansivi trainanti anche per altri settori dell'economia provinciale e regionale, e con una posizione di leadership mondiale. La forte positività della bilancia commerciale di questi comparti conferma l'elevata qualità e competitività dei prodotti offerti e quindi la necessità di garantire l'aggiornamento e lo sviluppo delle conoscenze e competenze delle risorse tecniche. Le imprese del settore sono chiamate ad un difficile percorso di recupero di competitività per rafforzare le posizioni sui mercati internazionali e soprattutto per non perdere ulteriore terreno nello scenario competitivo globale. Per far questo le imprese hanno bisogno, fra le altre cose, anche di tecnici specializzati e competenti. Pertanto il presente percorso che metterà sul mercato del lavoro profili altamente specializzati nell area cruciale della progettazione e del disegno meccanico risponde al crescente fabbisogno di competenze tecnicospecialistiche delle imprese sopra descritte. In un contesto industriale in cui il settore metalmeccanico è così significativo, una figura come quella proposta non solo sia una tra le più ricercate dal mercato del lavoro, ma possa anche trovare facilmente una collocazione occupazionale e un inserimento rapido in azienda, soprattutto nel momento in cui la ripresa economicoproduttiva diventerà effettiva e sensibile. L appetibilità del profilo in questione a livello locale è confermata, a livello nazionale, anche dai dati dell attività di monitoraggio di Excelsior Anno 2011, il stema Informativo di Unioncamere e Ministero del Lavoro: secondo tali dati le figure high skill particolarmente dinamiche e con maggiori probabilità di impiego stabile sono principalmente costituite da professioni ad elevato contenuto scientifico, quali gli informatici, gli ingegneri meccanici, nonché i tecnici del campo dell ingegneria industriale e della progettazione meccanica ed elettronica. Da alcuni anni le imprese segnalano la necessità e la difficoltà a reperire tecnici specializzati. Oltre Data ultima modifica 26/07/2012 alla 18:44:52 "carenza" di diplomati / laureati tecnici, le imprese spesso lamentano la "distanza" Pagina tra le 1 di 14 competenze e conoscenze acquisite dagli studenti durante il percorso scolastico rispetto a quelle necessarie per operare in azienda. Il presente percorso ha l'obiettivo di mettere in rete realtà consulenziali operanti nel settore della progettazione meccanica in outsourcing presso diverse imprese manifatturiere del territorio e realtà che si occupano di ricerca e innovazione in tale ambito

2 Innovatività: Follow up: Innovatività metodologie formative: Modalità di valutazione competenze in uscita: Settori: Da alcuni anni le imprese segnalano la necessità e la difficoltà a reperire tecnici specializzati. Oltre alla "carenza" di diplomati / laureati tecnici, le imprese spesso lamentano la "distanza" tra le competenze e conoscenze acquisite dagli studenti durante il percorso scolastico rispetto a quelle necessarie per operare in azienda. Il presente percorso ha l'obiettivo di mettere in rete realtà consulenziali operanti nel settore della progettazione meccanica in outsourcing presso diverse imprese manifatturiere del territorio e realtà che si occupano di ricerca e innovazione in tale ambito al fine di fornire ai parteicpanti, partendo dal loro background di conoscenze acquisite, competenze specifiche relative alla progettazione meccanica avanzata con sistemi CAD. Il percorso prevederà inotre testimonianze di tecnici operanti in aziende manifatturiere del territorio, finalizzate a fornire esempi concreti di come la cooperazione tra impresa, università, ricerca e formazione possa creare le condizioni per avere tecnici sempre più preparati a rispondenre alle costanti esigenze di innovazione del nostro tessito produttivo. prevede una rilevazione sul placement utile a conseguire informazioni su: spendibilità della formazione; influenza del processo formativo sulle scelte di vita, studio e lavoro dei partecipanti. Oltre alla raccolta delle informazioni, la valutazione dei risultati di placement deve poter essere interpretata nell ottica dell erogazione di servizio postcorso. La raccolta di informazioni e/o erogazione di servizio postcorso potrà essere realizzata: predisponendo una intervista telefonica, che registri (a 6 mesi dalla fine del corso): se l'allievo sta lavorando, studiando, è disoccupato o inattivo; quale tipo di mansione sta svolgendo e in quale tipo di impresasettore (allo scopo di valutarne la coerenza col profilo formato); organizzando un intervento di followup quale miglior seguito appropriato al servizio offerto, richiamando gli allievi del corso per un incontro, con il coordinatore didattico e/o con il tutor, finalizzato a una verifica della strategia di ricerca messa in atto, ovvero a una sua rivisitazione o a un suo potenziamento. Da intervista e followup si possono trarre informazioni quali: occupabilità degli allievi formati interesse delle imprese per il profilo formato canali di placement dimostratisi più efficaci difficoltà o carenze nella preparazione alla luce del primo impatto lavorativo competenze distintive ricercate dalle imprese eventuali fabbisogni formativi non coperti dal programma del corso A livello di innovazione metodologica e didattica, alcune lezioni saranno svolte da testimoni aziendali, altre saranno svolte presso la sede del partner Centec, che dispone di innovative tecnologie per la progettazione e la prototipazione meccanica. Queste lezioni in situazione vedranno la compresenza di due livelli di docenza: una centrata sui contenuti (docente) e una centrata sui processi (testimone aziendale). L importanza di svolgere alcune lezioni in situazione è fondamentalmente per poter unire contenuti a processi aziendali specifici. Inoltre il coinvolgimento delle imprese viene privilegiato nell erogazione della formazione, facendo ricorso a diversi modelli: parte delle ore di insegnamento verranno realizzate da imprenditori, manager, consulenti ed esperti del settore. Sarà incentivata l adozione di metodi e tecniche di didattica attiva che andranno ad affiancarsi ai metodi tradizionali. Le tecniche utilizzate saranno: lavori di gruppo didattica per compiti reali metodo dei casi esercitazioni in laboratori (CAD, prototipazione ecc) Parte integrante dei contenuti specialistici sarà inoltre una panoramica sull innovazione tecnologica e lo sviluppo delle diverse tipologie di prodotti meccanici. Ogni modulo del percorso formativo verrà valutato in uscita tramite tutti gli strumenti necessari alla verifica della corretta trasmissione dei contenuti. I docenti utilizzeranno ogni ausilio, in riferimento a test praticoapplicativi e simulazioni che permetta loro di monitorare l'effettivo maturare delle competenze/conoscenze degli utenti, apportando, in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi, gli opportuni correttivi. Fondamentale ai fini della valutazione delle competenze in uscita sarà inoltre lo svolgimento da parte dei partecipanti di un project work per gli occupati e di uno stage per i disoccupati, finalizzato a contestualizzare le competenze acquisite ad una specifica realtà aziendale. Il project work (che riguarderà gli occupati) sarà definito tramite un lavoro congiunto dei docenti afferenti i principali moduli e riguarderà la verifica di tutte le principali competenze da acquisire durante il percorso. Attività professionali, scientifiche e tecniche > Attività degli studi di architettura e d'ingegneria; collaudi ed analisi tecniche Attività professionali, scientifiche e tecniche > Altre attività professionali, scientifiche e tecniche Servizi di informazione e comunicazione > Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse Pagina 2 di 14

3 Titolo di studio minimo in ingresso: Gruppo corsi laurea: Altri requisiti di accesso: Tipologia destinatari: Costo di iscrizione per partecipante (euro): 5.000,00 Coordinamento interno progetto: attività connesse Servizi di informazione e comunicazione > Attività dei servizi d'informazione e altri servizi informatici Attività manifatturiere > Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio Attività manifatturiere > Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche Attività manifatturiere > Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi Attività manifatturiere > Metallurgia Attività manifatturiere > Fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchinari e attrezzature) Attività manifatturiere > Fabbricazione di macchinari e apparecchiature NCA Attività manifatturiere > Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi Attività manifatturiere > Fabbricazione di altri mezzi di trasporto Attività manifatturiere > Fabbricazione di mobili Attività manifatturiere > Altre industrie manifatturiere Attività manifatturiere > Riparazione, manutenzione ed installazione di macchine ed apparecchiature Costruzioni > Costruzione di edifici Costruzioni > Ingegneria civile me Cognome Ruolo Dettaglio attività Telefono Chiara Pancaldi Coordinatore seguirà l'organizzazione del corso, il raccordo con i docenti e i testimoni aziendali, la calendarizzazione delle attività Stefania Casalini Tutor seguirà il rapporto con i corsisti e l'attività d'aula Informazioni titolo di studio Diploma di maturità e scuola superiore Il corso si rivolge a persone occupate e disoccupate in possesso di competenze di base in ambito di disegno tecnico, tecnologie dei materiali, conoscenza avanzata del pc, che vogliano approfondire le proprie competenze tecniche in ambito di progettazione meccanica avanzata. Occupati diplomati Occupati laureati Disoccupati laureati Soggetti in CIG diplomati Soggetti in CIG laureati Soggetti in mobilità diplomati Soggetti in mobilità laureati Altre informazioni centoform.it Costo orario (euro): 19,53 Durata in: Durata totale corso (in ore): Ore 256 Monte ore per calcolo % ammissibili: 256,00 Pagina 3 di 14

4 Ore attività formazione in aula: 184 Attività in aula (%): 71,88 Ore attività FAD: Attività FAD (%): 0,00 Ore attività Outdoor: Attività Outdoor (%): 0,00 Ore attività stage/project work: 72 Attività stage/project work(%): Ore attività visite guidate: Ore attività visite guidate (%): Ore attività studio individuale: Contenuti FAD: Specifiche tecniche attività FAD: Presenza Tutor per l attività di FAD: te sulle attività previste: Numero docenti junior: 1 Numero docenti middle: Numero docenti/testimoni senior: Attestazione al termine del corso: te attestazione: Verifica delle competenze in ingresso: Prove selettive ulteriori: Parte dell attività svolta all'estero o altra regione: Tipologia attività svolta all'estero o altra regione: Durata dell attività svolta all'estero o altra regione (in ore): Di cui ore di formazione in aula: Motivazione dell'attività svolta all'estero o altra regione: Sede/i dell'attività svolta all'estero o altra regione: Titolo modulo: Contenuto: 1 7 Attestato di frequenza Ore attività studio individuale (%): 28,13 Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza che riporta la tipologia di corso e le ore svolte sul totale fissato. Durata: Ore 36 Moduli didattici Num. moduli: 6 1 Fondamenti di progettazione FORMAZIONE IN AULA 1.1 Le caratteristiche e la tecnologia del prodotto meccanico 1.2 Il processo di progettazione: obiettivi della funzione progettazione, elaborazione e sviluppo dell idea progettuale, dati e requisiti di base; risultati della progettazione; verifica della progettazione; modifiche della progettazione 1.3 La qualità progettuale; le normative vigenti, la direttiva macchine e il marchio CE 1.4 I metodi di progettazione per famiglia di prodotto 1.5 Tecnologia dei materiali 0,00 0,00 Pagina 4 di 14

5 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Testimone aziendale : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 64 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Testimone aziendale : Titolo modulo: FORMAZIONE IN AULA Le ore del modulo saranno articolate in: lezioni frontali in laboratorio, con un utilizzo privilegiato del metodo esperienziale (esperienza, analisi/riflessione, generalizzazione), con brevi quadri di sintesi che facilitino la concettualizzazione delle esperienze; esercitazioni strutturate; analisi di casi; Maurizio Colletti Senior (10 anni di esperienza) 2 Progettazione 2D e 3D e modellizzazione 2.1 Comandi di editing, acquisizione 2.2 Blocchi, quotature e tratteggi 2.3 Funzioni lineepunti, cerchi, curve, verifica, modifica, scalatura e spostamento, 3D wireframe 2.4 Stampa 2.5 Viste e tavole; collegamenti modelli a viste e tavole; bollinature, assi, linee di sezione 2.6 Funzioni di raccordo, verifica, modifica, smusso 2.7 Foro, serie, specchio, nervatura, sformo, filettatura 2.8 Schizzi 2D, estrusione, rivoluzione FORMAZIONE IN AULA Le ore del modulo saranno articolate in: lezioni frontali in laboratorio, con un utilizzo privilegiato del metodo esperienziale (esperienza, analisi/riflessione, generalizzazione), con brevi quadri di sintesi che facilitino la concettualizzazione delle esperienze; esercitazioni strutturate; analisi di casi; Maurizio Colletti Senior (10 anni di esperienza) Contenuto: 3.1 Creazione di strutture di progettazione 3.2 Comunicazione di informazioni di progettazione 3.3 Analisi e modifica delle strutture dell assieme 3.4 Gestione di parti complesse 3.5 Creazione di rappresentazioni semplificate 3.6 sostituzione e rimpiazzo di componenti 3.7 Modifica di rappresentazioni semplificate 3.8 Gestione di disegni complessi 3.9 Feature avanzate basate su sketch 3.10 Sformi e gusci 3.11 Sweep e blend Durata: Ore 30 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docente : Testimone aziendale : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 30 Modalità formativa: Metodologie formative Data proposte: ultima modifica 26/07/ :44:52 3 Progettazione d insieme e modellizzazione FORMAZIONE IN AULA Le ore del modulo saranno articolate in: lezioni frontali in laboratorio, con un utilizzo privilegiato del metodo esperienziale (esperienza, analisi/riflessione, generalizzazione), con brevi quadri di sintesi che facilitino la concettualizzazione delle esperienze; esercitazioni strutturate; analisi di casi; Mirco Borsari Senior (10 anni di esperienza) Maurizio Colletti Senior (10 anni di esperienza) Francesco Gallerani Senior (10 anni di esperienza) Luca Borghi Senior (10 anni di esperienza) Marco Pilati Senior (10 anni di esperienza) 4 Progettazione 2D e 3D in modalità avanzata 4.1 Tecniche di progettazione d insieme avanzate (multibody, serie parametriche, strutture saldate) 4.2 Progettazione lamierati 4.3 Tecnologia FEM (FEA, IFAstrutture saldate) 4.4 Progettazione parti in plastica 4.5 Modellizzazione CAD funzionale alla simulazione numerica FORMAZIONE IN AULA Pagina 5 di 14

6 Metodologie formative proposte: Docente : Testimone aziendale : Titolo modulo: Contenuto: Durata: Ore 24 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: Docente : Titolo modulo: Le ore del modulo saranno articolate in: lezioni frontali in laboratorio, con un utilizzo privilegiato del metodo esperienziale (esperienza, analisi/riflessione, generalizzazione), con brevi quadri di sintesi che facilitino la concettualizzazione delle esperienze; esercitazioni strutturate; analisi di casi; Mirco Borsari Senior (10 anni di esperienza) Maurizio Colletti Senior (10 anni di esperienza) 5 Reverse engineering e prototipazione 5.1 Modellazione CAD avanzata finalizzata al Reverse Engineering 5.2 Ricostruzione di geometrie 3D con tecniche NURBS 5.3 Modellazione CAD avanzata finalizzata al Rapid Prototying 5.4 Gestione del disegno CAD per l'ottimizzazione della stampa tridimensionale 5.5 Modellazione CAD avanzata finalizzata alla mulazione Numerica 5.6 Preparazione di disegni 2D e 3D per la simulazione FEM e CFD FORMAZIONE IN AULA Le ore del modulo saranno articolate in: lezioni frontali in laboratorio, con un utilizzo privilegiato del metodo esperienziale (esperienza, analisi/riflessione, generalizzazione), con brevi quadri di sintesi che facilitino la concettualizzazione delle esperienze; esercitazioni strutturate; analisi di casi; Claudio Pavan Senior (10 anni di esperienza) Alessio Suman Junior (3 anni di esperienza) Cristian Ferrari Senior (10 anni di esperienza) Contenuto: Project work Durante il corso i partecipanti occupati svilupperanno un project work finalizzato alla contestualizzazione nella propria azienda di appartenenza di quanto appreso in aula. Questa attività sarà realizzata da ciascun partecipante in autonomia, avendo comunque come riferimento e supporto i diversi esperti che tratteranno gli specifici moduli, oltre ad un tutor dedicato. L attività di project work sarà svolta trasversalmente all attività svolta in aula. Il progetto da realizzare verrà definito in modo congiunto ed integrato dai diversi esperti che interverranno sul corso e condiviso con ogni partecipante al fine di massimizzare la contestualizzazione alla specifica realtà di appartenenza. Stage per disoccupati I partecipanti disoccupati, invece, se lo desidereranno, potranno realizzare uno stage presso un azienda del territorio alternativamente all attività di project work. Lo stage avrà l obiettivo di contestualizzare quanto appreso in aula in una specifica realtà aziendale. Alternativamente potrà essere realizzato, anche dai partecipanti disoccupati, un attività di project work che simuli la contestualizzazione delle competenze acquisite alla realizzazione di un progetto definito e alla risoluzione di specifici casi aziendali definiti dai docenti. Anche per l attività di stage sarà previsto un tutor dedicato. Durata: Ore 72 Modalità formativa: Metodologie formative proposte: 6 Project work/stage STAGE/PROJECT WORK utilizzerà il Project Work per dar modo ai partecipanti di operare una metariflessione su quanto appreso in aula. I partecipanti elaboreranno un report finale di tale processo di ricerca. I partecipanti saranno supportati dal tutor per il raccordo con i docenti e per l utilizzo di strutture (computer, laboratori, ecc.). Infine i partecipanti avranno modo di contestualizzare e sviluppare, durante l esperienza di stage in azienda, le conoscenze e competenze acquisite in aula Pagina 6 di 14

7 Aree di lavoro, gruppi di competenze e competenze Area tematica Gestione della progettazione e dello sviluppo/erogazione di nuovi prodotti e servizi Area di lavoro Gestione delle Fasi di Progettazione e Sviluppo / Erogazione Nuovi Prodotti e Servizi Gruppo di competenze Progettazione Industriale del Prodotto Competenza Conoscere i principali approcci alla progettazione industriale (Design for Manufacturing, Design for Assembly, Design for Logistic etc.) Liv. comp. ingr. 3 Modalità verifica Colloquio in fase di selezione e verifica documentale Tipo Mappata Classificazione con richiesta di specifico livello in ingresso Val. somm. 5 Conoscere le specifiche tecniche di progettazione relative alle diverse aree tecniche e disciplinari pertinenti con il tipo di prodotto progettato 3 Colloquio in fase di selezione e verifica documentale Mappata con richiesta di specifico livello in ingresso 5 Saper utilizzare gli strumenti di supporto informatico alla progettazione (CAD, CAE, CAM etc) e alla gestione dei dati tecnici (sistemi PDM) 3 Colloquio in fase di selezione e verifica documentale Mappata con richiesta di specifico livello in ingresso 6 Saper tradurre i dati e le informazioni dei processi a valle della progettazione in indicazioni utili al miglioramento dei parametri progettuali 3 Colloquio in fase di selezione e verifica documentale n mappata con richiesta di specifico livello in ingresso 5 Elenco competenze non oggetto del corso richieste in ingresso Elenco competenze non oggetto del corso richieste in ingresso Elenco competenze non oggetto del corso richieste in ingresso Competenza Liv. comp. ingr. 5 Partenariato Modalità verifica Tipo Classificazione Conoscenze di base di informatica verifica documentale e test d'ingresso n mappata Competenza non oggetto del corso richiesta in ingresso 0 Val. somm. me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società a responsabilità limitata Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: Xmem servizi CAD X.Mem è un'azienda formata da tecnici di provata esperienza in vari settori della meccanica. La prerogativa principale della società è quella di fornire un valido supporto alle aziende che per vari motivi necessitano di un aiuto al loro ufficio tecnico, operando in modo conforme alle direttive aziendali. Esegue progettazione costruttiva esecutiva meccanica (studi, disegni costruttivi, esplosi) e si occupa d'installazione, formazione e assistenza di tecnici, programmatori e disegnatori meccanici. via Ferrarese 41/G, CENTO (FE) Attività professionali, scientifiche e tecniche Piccola Impresa Da 10 a 15 addetti Mauro Bonora BNRMRA67A26A965R Pagina 7 di 14

8 Codice fiscale legale rappresentante: to web: BNRMRA67A26A965R Riferimenti per contatto: Mauro Bonora Tel.: Ruolo del partner: Progettazione: Dettaglio progettazione: Testimoni rappresentativi: Stage: Numero previsto di voucheristi in stage: 1 Dettaglio attività Specifiche su sedi Cognome: collaborazione alla stesura di tutti i moduli formativi del percorso Colletti Maurizio socio fondatore di xmem soluzioni CAD. Lo stage verrà svolto nell'ambito dell'ufficio tecnico dell'azienda e riguarderà l'applicazione di quanto appreso in aula dai partecipanti. Lo stage potrà svolgersi presso Xmem o presso le sedi delle aziende clienti di Xmem Maurizio Colletti Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società per azioni Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: Codice fiscale legale rappresentante: BALTUR S.p.A. Baltur Spa tecnologie per il clima, produce Caldaie, Bruciatori, pompe di calore, climatizzatori, ecc. In Baltur la ricerca delle alte prestazioni e la tecnologia d avanguardia non mettono certo in secondo piano il rispetto per l ambiente e la volontà di creare macchine che siano user frendly. Per raggiungere tali obiettivi il team Baltur utilizza sistemi CAD 3D, codici di analisi numerica strutturale, fluidodinamica e termica, configuratori di prodotto, laboratori ed attrezzature di prototipazione rapida, Sale Ricerca e Prova d'avanguardia per lo sviluppo e la sperimentazione dei nuovi prodotti. via Ferrarese 10, CENTO (FE) Attività manifatturiere Grande Impresa Da 50 a 249 addetti Riccardo Fava FVARCR63S02C469R to web: Riferimenti per contatto: Amadio Pilati Tel.: Ruolo del partner: Pagina 8 di 14

9 Progettazione: Dettaglio progettazione: Testimoni rappresentativi: Stage: Numero previsto di voucheristi in stage: Dettaglio attività Specifiche su sedi Cognome: Telefono: Pilati Marco Borghi Luca Gallerani Francesco Responsabile omologazione e rapporti con l'università Ing.impiegato nell'ufficio tecnico Ing. impiegato nell'ufficio tecnico me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società per azioni Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: Codice fiscale legale rappresentante: FAVA S.p.A. Fondata nel 1937, la Fava S.p.A., all'avanguardia nella progettazione e costruzione di impianti per pastifici, opera con successo nel settore da tre generazioni. La ricerca e l'inventiva che portarono nel 1970 all'ideazione della tecnologia dell'alta temperatura, sono ancora oggi elementi fondamentali di una strategia aziendale sempre pronta al miglioramento per soddisfare ogni esigenza del cliente e di un mercato che evolve. L'azienda è certificata ISO 9001 Vision 2000 ed il principale obiettivo è: Progettare e costruire linee allo stato dell'arte per la produzione di pasta e fornire negli anni l'assistenza tecnica e tecnologica qualificata per la piena soddisfazione del cliente, operando con efficienza, riducendo i costi e migliorando l'immagine complessiva dell'azienda. Via IV vembre 29, CENTO (FE) Attività manifatturiere Grande Impresa Da 50 a 249 addetti Luigi Fava FVALGU61R03C469U to web: Riferimenti per contatto: Namari Andrea Tel.: Ruolo del partner: Progettazione: Dettaglio Data ultima progettazione: modifica 26/07/ :44:52 Pagina 9 di 14

10 Dettaglio progettazione: Testimoni rappresentativi: Stage: Numero previsto di voucheristi in stage: 1 Dettaglio attività Specifiche su sedi Cognome: Lo stage verrà svolto nell'ambito dell'ufficio tecnico dell'azienda e riguarderà l'applicazione di quanto appreso in aula dai partecipanti. FAVA S.p.A via IV novembre 29 Andrea Namari Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società a responsabilità limitata Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: Codice fiscale legale rappresentante: PULSAR srl Pulsar svolge l attivita di engineering, produzione, realizzazione di Soluzioni di movimetazione e trasporto per i settori del packacing, tissue ed automation, è inoltre produttrice, di macchine automatiche speciali,di confezionamento, di alimentazione e smistamento per il settore del tissue. via Serenari 29, CASTEL MAGGIORE (BO) Attività manifatturiere Piccola Impresa Da 10 a 15 addetti Massimo Franzaroli FRNMSM58D18A944M to web: Riferimenti per contatto: Andrea De Angelis Tel.: Ruolo del partner: Progettazione: Dettaglio progettazione: Testimoni rappresentativi: Stage: Numero previsto di voucheristi in stage: 1 Dettaglio attività Pagina 10 di 14

11 Dettaglio attività Specifiche su sedi Cognome: lo stage riguarderà l'applicazione di quanto appreso in aula allo specifico contesto aziendale Pulsar via Serenari 29 Castelmaggiore Andrea De Angelis Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Università pubblica Pubblica Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: Codice fiscale legale rappresentante: Dipartimento di Ingegneria Laboratorio in rete Tecnopolo MechLav Università di Ferrara Il Dipartimento di ingegneria ha collaborato alla fase di progettazione e collaborerà alla realizzazione della docenza con particoalre riferimento al modulo 5 attraverso il CenTec, sede di Cento del Tecnopolo di Ferrara. Il Centec ha l'obiettivo di sviluppare la ricerca industriale e di favorire il trasferimento tecnologico, principalmente nelle aree dell'ingegneria Meccanica e di quella Informatica rivolgendosi principalmente al tessuto industriale centese ma è aperto a collaborazioni su tutto il territorio regionale. Per quanto riguarda l ingegneria meccanica ricerca soluzioni nelle seguenti aree: Meccanica industriale, Termofluidodinamica, Rapid Prototyping, Reverse Engineering, Open Source CAD/CAE/CAM, Supercalcolo 2) via Saragat, 1, FERRARA (FE) Istruzione Media Impresa Da 50 a 249 addetti Giorgio Vannini VNNGRG60B11C745L to web: Riferimenti per contatto: Michele Pinelli Tel.: 0532/ Ruolo del partner: Progettazione: Dettaglio progettazione: Testimoni rappresentativi: Il Dipartimento di Ingegneria dell'università di Ferrara, tramite il Centec, ha collaborato alla progettazione del modulo 5, del quale curerà anche la docenza Stage: Numero previsto di voucheristi in stage: Dettaglio attività Specifiche su sedi Pagina 11 di 14

12 Cognome: Telefono: me azienda: Descrizione soggetto: Forma giuridica: Natura giuridica: Sede: Legale rappresentante: Società per azioni Privata Codice fiscale: Partita IVA: Settore: Dimensione: Numero addetti: Codice fiscale legale rappresentante: ELETTROSTAMPERIE POPPI azienda operante nell'alto bolognese specializzata nello stampaggio di componenti peril settore automotive VIA PROVINCIALE VECCHIA 8, CASTELLO D'ARGILE (BO) Attività manifatturiere Media Impresa Da 50 a 249 addetti Lidia Poppi PPPLDI45S68C469G to web: Riferimenti per contatto: Paolo Zanarini Tel.: Ruolo del partner: Progettazione: Dettaglio progettazione: Testimoni rappresentativi: Stage: Numero previsto di voucheristi in stage: 1 Dettaglio attività Specifiche su sedi Cognome: Lo stage consisterà nella contestualizzazione di quanto appreso in aula alle specifiche esigenze dell'impresa Poppi Elettrostamperie Castello D'argile (BO) Paolo Zanarini Telefono: N totale partner: N partner in progettazione: N partner con testimoni Data aziendali: ultima modifica 26/07/ :44: Pagina 12 di 14

13 N partner con testimoni aziendali: N partner per stage : N partner per stage localizzati in regioni/stati differenti: Edizioni Num. edizioni: 1 ID sede: 7387 Denominazione sede: Provincia: Comune: Indirizzo: Località: CAP: Telefono: Fax: Riferimento accreditamento: Data scadenza iscrizione: Centoform FERRARA CENTO via Nino Bixio 11 Cento /11/2012 Data avvio: 28/11/2012 Data fine prevista: 20/06/2013 Num. minimo Voucher: 4 Num. partecipanti max.: 12 Modalità svolgimento corso: Specifiche su prove selettive: Dati principali edizione ID edizione: Il corso prevede la possibilità di partecipazione per disoccupati ed occupati (anche con contratti atipici, liberi professionisti con partita iva, dipendenti in CIGO, CIGS, mobilità). Le modalità di svolgimento verranno pertanto definite in base alle esigenze degli effettivi partecipanti. Nel caso ci siano partecipanti occupati il corso si terrà nel fine settimana (venerdì sabato) e/o in orario serale. Nel caso in cui non ci siano partecipanti occupati le lezioni si terranno con una frequenza di circa 3 giorni a settimana. Colloquio in fase di selezione e verifica documentale per la verifica delle competenze oggetto del corso. Test d'ingresso di informatica Accessibilità ID edizione: Accessibilità persone disabili: Specifiche accessibilità: La sede di svolgimento del corso è accessibile a persone con disabilità motorie Referente ID edizione: Cognome: Stefania Casalini Telefono: Docenti e Testimoni rappresentativi ID edizione: Pagina 13 di 14

14 Testimoni Docenti minativo Ore docenza Maurizio Colletti 72 Marco Pilati 4 Luca Borghi 4 Francesco Gallerani 4 minativo Ore docenza Mirco Borsari 80 Cristian Ferrari 8 Claudio Pavan 8 Alessio Suman 4 Pagina 14 di 14

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM Il disegno tecnico di un oggetto è in grado di spiegarne: - la forma, - le dimensioni, - la funzione, - la lavorazione necessaria per ottenerlo, - ed il materiale in cui è realizzato. attraverso l impiego

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO Liceo Ginnasio D. A. Azuni Via Rolando, 4 - Sassari Tel 079 235265 Fax 079 2012672 Mail: lcazuni@tin.it Web: http://www.liceoazuni.it MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI inseriti nel PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo

Process Counseling Master. Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Process Counseling Master Strumenti di consulenza e formazione per lo sviluppo organizzativo Il percorso Una delle applicazioni più diffuse del Process Counseling riguarda lo sviluppo delle potenzialità

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

Presentazione Formazione Professionale

Presentazione Formazione Professionale Presentazione Formazione Professionale Adecco Training Adecco Training è la società del gruppo Adecco che si occupa di pianificare, organizzare e realizzare progetti formativi che possono coinvolgere lavoratori

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

5 fondata sul lavoro

5 fondata sul lavoro 5 fondata sul lavoro In Italia abbiamo 700 mila disoccupati tra i 15-24enni, e 4 milioni 355 mila ragazzi che non studiano, non lavorano, non sono in formazione (c.d. NEET), in grossa parte alimentati

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero.

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Cosa fa un ingegnere petrolifero? Gli ingegneri petroliferi individuano, estraggono e

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli