USA, a cultural experience

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "USA, a cultural experience"

Transcript

1 USA, a cultural experience

2 Intro This new section of the blog wants to be a logbook about my experience in the USA. It is not thought to be a detailed description of what I have done day by day; instead, it is a collection of thoughts and ideas about what surprises me in the States, the respected or false stereotypes and so on. I hope you will enjoy it! Tell me baby Red Hot Chili Peppers They come from every state to find Some dreams were meant to be declined Tell the man what did you have in mind What have you come to do No turning water into wine No learning while you're in the line I'll take you to the broken sign You see the lights are blue Come and get it Lost it at the city limit Say goodbye Cause they will find a way to trim it Everybody Lookin' for a silly gimmick Gotta get away Can't take it for another minute This town is made of many things Just look at what the current brings So high it's only promising This place was made on you Tell me baby what's your story Where you come from And where you wanna go this time Tell me lover are you lonely The thing we need is

3 Never all that hard to find Tell me baby what's your story Where do you come from And where you wanna go this time Your so lovely are you lonely Giving up on the innocence you left behind Some claim to have the fortitude To shrewd to blow the interlude Sustaining pain to set a mood Step out to be renewed I'll move you like a baritone Jungle brothers on the microphone Getting over with an undertone It's time to turn to stone Chitty chitty baby When your nose is in the nitty gritty Life could be a little sweet But life could be a little shitty What a pity Boston and a kansas city Looking for a hundred But you only ever found a fitty Three fingers in the honeycomb You ring just like a xylophone Devoted to the chromosome The day that you left home

4 Entry #1: Be a loner Be a loner. That gives you time to wonder, to search for the truth. Have holy curiosity. Make your life worth living. (A. Einstein) Einstein sembra aver affermato questa grande verità durante una delle tante conversazioni poi riportate in un libro. Ultimamente, è una delle più quotate su Facebook, cosa che mi ha fatto immediatamente pensare che fosse falsa. Sembra essere vera, ma questo non è comunque il particolare importante. Indipendentemente da chi l abbia detta, è una grande idiozia dal mio punto di vista. Non dico che non possa essere vera per certe persone, dico solo che non è l assoluta verità che solo un genio può esprimere. Per me, è vero il contrario, e mai come in questi giorni me ne sto rendendo conto. La compagnia, la condivisione di esperienze, la comunicazione mi permettono di interrogarmi, di ricercare la verità, sentita come maggiore conoscenza, non come rivelazione ultima, che, secondo me, non è un concetto reale. Certo, bisogna avere curiosità, e rendere la vita degna di essere vissuta, ma tutto ciò è dato dalle esperienze, che possono essere vissute in solitudine, ma non solo. Senza un equilibrio tra le due visioni, la vita non è veramente degna o completa. Ora, probabilmente vi starete chiedendo chi mi creda per contraddire Einstein. Non credo di essere nessuno in particolare, solo una persona che è stanca di vedere citazioni usate solo perché le ha dette, forse, qualcuno di famoso e, possibilmente, morto giovane. Per quanto mi riguarda, A. A. Milne ha detto cose molto più sagge per bocca di Winnie the Pooh di quante non ne abbia detto tanta gente citata su Facebook! Questo capoverso sgradevole serviva solo per introdurre questa nuova pagina che ho voluto dedicare alla mia avventura statunitense. Ho iniziato questo viaggio con tanti progetti in mente, e mi vedo ora già totalmente immersa nella seconda metà di questo lungo mese senza aver realmente raggiunto nessuno dei punti che mi ero prefissa. Sono delusa da questo fatto? Non ho nessun motivo per mentire, e sono anche una pessima bugiarda. Sì, sono decisamente delusa da questa esperienza! È la mia seconda visita negli Stati Uniti in meno di un anno, e in generale in tutta la mia vita. Questo significa che sono salita su quell aereo senza l eccitazione di star finalmente facendo avverare uno dei più grandi sogni della mia vita. Quello che volevo stavolta era divertirmi e godermi una bella vacanza. Senza sprecarmi in dettagli, ci sono ancora giorni per far avverare quel sogno, ma non sento di aver realmente camminato in quella direzione fino a ora. Uno dei progetti che avevo era di scrivere una sorta di diario di bordo, un resoconto delle esperienze che potesse poi diventare qualcosa di carino, da tenere come ricordo. Per vari motivi, dopo 17 giorni, questa è la prima pagina che sto scrivendo, e non è realmente un resoconto di attività, ma di sensazioni. Probabilmente, sarebbe stato qualcosa del genere comunque, visto lo stile di ciò che scrivo. L idea di pubblicare queste pagine non era contemplata, ma vedo già che stanno diventando una personalissima

5 analisi della società, le abitudini e gli stereotipi che può essere interessante introdurre in questo blog. Uno dei miei desideri è stato da sempre quello di poter vivere negli Stati Uniti per un certo periodo, ma più entro in contatto con la vita in questo paese, più mi rendo conto di non essere ancora pronta. Vengo da una città come Londra, con oltre 15 milioni di abitanti se si considera l area metropolitana, e una città famosa dovunque per l individualismo e l isolamento delle persone. Ho sempre condiviso quest opinione, credendo che fosse realmente triste vedere così tante persone incrociarsi continuamente e vivere comunque un esistenza triste e solitaria. Ora, la penso diversamente; ho passato esattamente 14 mesi a Londra prima di prendere l aereo che mi ha portato oltreoceano, e devo ammettere che, molto spesso, esattamente il contrario è vero. L annichilamento che la vita frenetica londinese causa può essere assoluto, ma è anche altamente compensato dalla personalità dei cittadini, inglesi di nascita o d adozione più o meno recente. Qua non si vede un anima in strada, tutti guidano delle macchine enormi, e non si conosce il concetto del raggiungere una destinazione qualsiasi a piedi. Ecco perché nulla di realmente utile è a una distanza accessibile per un semplice pedone, e perché i collegamenti offerti dai trasporti pubblici sono veramente penosi. Per fortuna, la solitudine e l estraniamento spariscono quando si va a fare compere, si può pensare. La società da sempre identificata come la madre del consumismo non ci può tradire, creerà senza dubbio un esperienza indimenticabile per chi va a comprare... o forse no. Non importa dove si vada a fare spesa, che sia in negozi piccoli o enormi capannoni pieni di confezioni dalle dimensioni impensabili, devi avere qualche problema con il pagamento perché qualcuno si accorga di te. Ogni negozio è un enorme ibrido tra Morrisons e Primark in quanto a gentilezza, e dopo un anno in cui il sorriso non tradisce mai, le porte si aprono immediatamente e la possibilità di uno sconto non è poi così remota, la mia autostima è veramente colpita a morte in un paese dove sperare in una parola che esca dall interazione stabilita dal libro del perfetto cassiere o barista è un utopia!

6 Entry #2: Downtown for 'pizza and movie' night Non sono completamente soddisfatta della prima parte di questo diario di bordo, ma non mi stupisce, visto lo scenario psicológico in cui ero immersa quando l ho scritta. In ogni caso, ho detto la verità. Oggi vorrei invece parlare di un altra tipica esperienza che raramente manca nei film ambientati negli Stati Uniti: la serata pizza e film. Nel nostro caso, era pizza e Game of Thrones, ma anche meglio direi. In una nuova esperienza per entrambi, abbiamo deciso di prendere l autobus per raggiungere la casa dell appuntamento. Un consiglio, abbiate sempre monete per pagare il viaggio, perché qua, come a Dublino, dovete avere la cifra esatta da inserire nell apposita macchina, e non potete salire neppure con un biglietto da 5 dollari e sperare di essere accettati. Noi, dopo un attenta caccia al tesoro tra librerie, comodini e tavoli di tutte le dimensioni, siamo riusciti, ancora una volta, a racimolare abbastanza quarti di dollaro e nichelini da pagare due biglietti, e ci siamo avventurati nell alcohol-free tardo pomeriggio di New Haven. Ci tengo a precisare alcohol-free perché la domenica pomeriggio, dopo le 5, non si può acquistare alcohol (e io che mi ero stupita quando avevo sentito il commesso di Tesco dire che dopo le 23 a Londra non si poteva!) In ogni caso, eccoci in viaggio verso il centro. Dopo la mia prima pessima opinione espressa l altro giorno, devo fare un passo indietro, e dire che, nonostante lento e con pessime traduzioni in spagnolo dei cartelli, il viaggio in autobus non è poi così male: niente di speciale, ma accettabile. Il centro città è più animato di quello londinese la domenica pomeriggio, forse perché la gente ha comunque una parvenza di vita dopo il fine settimana, forse perché non si stressa così tanto, forse perché ci sono tanti universitari, in particolare grazie a Yale, o forse perché i negozi non chiudono alle 5! Ritirare soldi dal bancomat è un impresa impossibile per una correntista Barclays, ma di questo parlerò probabilmente nella pagina dedicata a banche e carte di credito. In ogni caso, ci dotiamo di biscotti di vari gusti, e ci incamminiamo verso la periferia dei grandi palazzi in mattoni rossi. Non so se mi piacciono quasi per nulla perché mi ricordano di più l interno di un forno a legna, o i torridi pomeriggi a fare lezione nelle aule del pedagogico quando la sede del Marconi era chiusa per lavori di ristrutturazione mai portati a termine. In ogni caso, l antiestetica facciata nasconde una struttura particolare, con uno pseudo

7 cortile interno in ghiaia, e scale vedo-non-vedo in metallo che, ormai, non mi disturbano quasi più. L appartamento, all interno, è incredibilmente carino, arredato con stile, accogliente, con stampe di buon gusto alle pareti e libri sparsi con studiata casualità in tutto il salone, come si addice a un professore che ha davvero una cultura. Fin qui, tutto normale, o no. È un cambio inaspettato e piacevole dallo stereotipo visto in TV delle tipiche case vittoriane con cortile senza recinzione, portico frontale, scoiattoli tutto intorno e porta laterale di facile accesso. Per cambio piacevole intendo che la casa in cui sto è esattamente così, e che ogni tanto ci vuole un cambio. Il gruppo, a parte qualche defezione, è riunito, e le pizze arrivano poco dopo, enormi e, almeno una, con pepperoni (lo sapete, lo devo scrivere così, perché non sto parlando dei peperoni!) In ogni caso, Frank Pepe ha sbagliato un ordine, e ci ha anche regalato una piccola pizza pepperoni extra. Non sono male, la pasta è buona e non troppo grossa, e anche il formaggio è più che accettabile; in ogni caso, io propendo per quella coi broccoli. Lo champagne d accompagnamento è delizioso, non serve neppure dirlo, e la birra che spetta a me è fantastica, come tutte le californiane che ho provato fino ad ora. In questo caso, è una IPA, che mi fornisce anche uno dei migliori status su Facebook degli ultimi tempi, e una delle mie nuove citazioni preferite: Life is uncertain. Don t sip! In realtà, c è stata anche qualche variazione rispetto ai clichés. Non solo non è arrivato nessun assassino come sempre nei film quando il gruppo si sta divertendo, ma ci siamo anche goduti un doppio episodio di Game of Thrones che, ovviamente, ha portato tanta gioia nel cuore di tutti noi. Il tocco finale di aggiungere lo spezzone The witch is dead per festeggiare la morte di Joffrey è stato il tocco di genio del dottore. Qualche stereotipo rispettato, qualche innovazione, qualche nota di colore per questa serata all americana!

8 Entry #3: Pasqua intercontinentale Per un po di tempo ho pensato che quest anno non avrei potuto pubblicare nulla sulla Pasqua, perché avevo già descritto le tradizioni che conosco. Invece, eccomi qua a smentirmi con questa pagina dedicata alla Pasqua che ho vissuto e sto vivendo negli Stati Uniti. Diciamo che è un festeggiamento un po misto, con tradizioni di cui ho già parlato e che ho importato ora che sono venuta qua, con un certo adattamento a ciò che si fa qua, e con un pizzico di inventiva. Per motivi di salute, non sono potuta andare in chiesa per la Domenica delle Palme, ma mi è sembrato di capire che anche qua, come in Australia, si prende una foglia di palma in chiesa e si benedice durante la messa. Una cosa è certa, non ho visto palme decorate e intrecciate in vendita come in Italia o in Spagna. Per quanto riguarda il resto della settimana santa, le celebrazioni sono molto ridotte rispetto alla tradizione spagnola, incredibilmente ricca ed estesa, ma anche a quella italiana. Come in tutte le parrocchie di stile inglese (quelle londinesi, ma anche quelle australiane), quella statunitense con cui sono entrata in contatto non ricorda la resurrezione di Cristo con una processione d incontro tra la Madonna e Gesù. La messa è, ovviamente, sostanzialmente la stessa con piccole variazioni. Una di queste, anche se piccola, è la benedizione con l acqua benedetta la notte precedente; mentre nella mia parrocchia di Serrenti si usa l aspersorio, oggi è stato usato un ramo d ulivo. Parlando di cose particolari che ho visto in questi ultimi anni, uno dei più interessanti è quello della messa pasquale di Adelaide, in Australia: visto che la fede vuole che si comunichi almeno a Pasqua, il sacerdote offrì a chiunque non se la sentisse di ricevere la comunione di mettersi comunque in fila con gli altri, con le braccia incrociate sul petto per farsi riconoscere e ricevere almeno la benedizione personale se non il corpo di Cristo. Credo sia una cosa meravigliosa per chi vorrebbe ma non può ricevere la comunione. Tornando a noi e alla Pasqua 2014, la colazione, come sempre, è stata la famosa mexina de sa fà; secondo la tradizione, coccoi, salsiccia secca e uova sode sono il primo pasto dopo la Quaresima. In questo caso, ho portato con me due piccoli coccois congelati per poter rivivere quest esperienza anche oltreoceano. Stavolta, però, a questa usanza si è aggiunta una prettamente statunitense visita a Starbucks per caffè, tè e morning bun.

9 Una cosa realmente deludente è la parte che riguarda l uovo di Pasqua: se già lo stile prettamente britannico di avere uova di cioccolato senza sorpresa o con altri cioccolati all interno non mi ha mai convinto, quello statunitense non fa proprio per me. A quanto pare, qua si decorano le uova sode, così come da noi; inoltre, si possono comprare uova in plastica da riempire con dolci di tutti i tipi. Insomma, una specie di Befana che però priva chi riceve l uovo della gioia, amplificata esponenzialmente viste le dimensioni, che può dare un semplice uovo Kinder! Inoltre, non è raro vedere piccole uova di cioccolato usate per decorare i vasi di fiori attorno alla casa e, probabilmente, per la caccia al tesoro, così come in Inghilterra. Avendo realizzato appieno che queste erano le tradizioni negli Stati Uniti solo una volta arrivata qua, mi sono adattata e ho comprato un mini uovo M&M s e un coniglietto di cioccolato Lindt. Un altro dolce tipico sono i Peeps, pulcini di marshmallows, o cotone dolce, nati originariamente per Pasqua e ora always in season, come dice uno dei loro slogan pubblicitari.

10 Per concludere, una nota interessante che la dice lunga sul bisogno che abbiamo, soprattutto in Sardegna, di essere più tolleranti e aperti alle altre culture. A New Haven, una città in cui quasi l 80% della popolazione, a quanto pare, è cattolico, è altrettanto facile poter preparare il proprio uovo di Pasqua o trovare i cibi kashèr e tutto il necessario per celebrare la Pasqua ebraica. Benché non si possano trovare dovunque tutte le varianti regionali delle pietanze per rispettare tutte le tradizioni, insieme a tanti cartelli su agnelli e porchetti in offerta per Pasqua, in Sardegna non mi dispiacerebbe vedere quelli che indicano che anche i cibi che fanno parte delle tradizioni incluse nelle altre fedi sono disponibili senza grandi difficoltà.

11 Entry #4: Non date credito a ciò che si dice Ci sono ancora tanti aspetti della cultura statunitense da trattare, e non sono sicura di cosa finirà su queste pagine e cosa no. Di certo, non posso esimermi dal parlare dell aspetto economico, perché è qualcosa che tocca chiunque abiti in questo paese o semplicemente lo visiti. È il tipico esempio di economia consumista, e c è veramente poca critica nelle mie parole, venendo da una cultura che basa tanto sulle apparenze e sul possedere tanto solo per dimostrare di appartenere a una classe sociale che non solo non esiste come tale, ma non avrebbe nessun valore in ogni caso. Se giudizio si vuole trovare nelle mie parole, è di apprezzamento per gli Stati Uniti, visto che hanno creato tutta un economia basata su questo principio, e la fanno funzionare, mentre per noi è solo un desiderio di rivalsa di chi non può permetterselo e rovina se stesso e apporta ben poco a un economia in rovina. Detto questo, una delle caratteristiche che più di tutte mi ha colpito, e che rispecchia perfettamente lo stereotipo, è la cultura delle carte di credito. Già a Londra mi ero stupita dell uso diffusissimo delle carte bancarie per qualsiasi transazione, ma negli Stati Uniti il livello è completamente diverso. Non solo è normale e auspicabile avere un numero alto di carte, ma è anche facile riceverne di nuove. Gli stessi negozi e locali in generale sono, nell'immaginario collettivo, divisi in "quelli in cui si può pagare con soldi falsi", intendendo con carte di credito, e quelli in cui non si può. Come risultato di questa cultura, non solo io ero l'unica ad avere sempre contanti, ma non ho neppure avuto bisogno di aspettare il mio turno a un bancomat. Il contrappasso per questa comodità è stata l'incredibile difficoltà nel trovare un bancomat vicino a me. Uno dei momenti più incredibili l'ho vissuto quando sono arrivata al mitico "Karaoke Heroes" e mi sono trovata davanti il cartello No cash, cards only. Altro che la risposta: "Ma mi costa 1,50 la transazione!" che ha ha ricevuto la mia amica quando, all'aeroporto di Cagliari, ha cercato di pagare con la carta i 3 dovuti per due bottiglie d'acqua. Per concludere, e far capire realmente quanto la cultura statunitense si basi sul consumo e sullo spendere immensamente di più di quanto ci si possa permettere, voglio aggiungere che per tutto il viaggio mi sono chiesta perché i prezzi esposti fossero tutti senza IVA, e mi è stato spiegato che era il risultato di una grande battaglia vinta dalle multinazionali. Secondo loro, in questo modo, i clienti possono permettersi di spendere di più, ma non è altro che uno specchietto per le allodole perché, in realtà, comprano basandosi su un prezzo che non è quello che pagheranno e, in realtà, finiranno vivendo al di sopra delle proprie possibilità. E per corroborare ciò che affermo, voglio chiudere citando due episodi di Sabrina, vita da strega, i cui dialoghi sono disponibili interamente trascritti su questo blog.

12 Sabrina, the teenage witch, season 4 episode 5, Spoiled rotten Sabrina- (Cont.) Oh! Cooool! My first credit card and no bills and a lot of catalogues. I have been specially chosen for unbridled consumption. Hilda- And it makes a really cool noise when you swipe it. ( ) Zelda- Sabrina, I m serious about this credit card. Be careful, witches are very susceptible to Getitis. Sabrina- Getitis? Oh you mean what mortal children get on Christmas morning? Zelda- Exactly, you don t appreciate anything because you keep thinking each new item will bring you happiness. Sabrina- Okay, well this isn t my first time at the cauldron you know. I got a sweater because it s sweater weather and that doesn t mean it can t be stylish sweater weather. Zelda hands the card back to Sabrina. Zelda- Okay, I hope they give you frequent flyer miles for rationalisations. She leaves. Sabrina- (To herself) Y know? Sometimes I think she has no faith in me, but I totally appreciate this new sweater. She swipes her card and a large pile of different coloured sweaters materialises on her desk. Sabrina- (Cont.) And the fact that it comes in thirty-seven festive, fall colours and she said this wouldn t make me happy Although I d be a lot happier if I had shoes to match. *** Sabrina, the teenage witch, season 7 episode 14, Present perfect Roxie- Unfortunately, sacks of cash is exactly what the electric company wants. This is what we each owe for utilities. She shows the bill to Morgan. Morgan- But if I pay that, I won t have enough for my car payment! Or my nails! Not even one coat. Roxie- And how pathetic am I? I am going to have to put half of this on my credit cards. Morgan- Plastic! Yes, I m saved (Remembering) No, all mine are maxed out.

13 Sabrina- So? There are, like, five applications for new ones in today s mail. Roxie- Of course! That is good. This is America. Morgan- Exactly. Life, liberty and the pursuit of the perfect little black dress. They both jump up and head for the living room and today s junk mail. Sabrina continues with her cookie recipe by breaking an egg and adding it to the mix. ( ) Spellman living room. Morgan and Roxie are a lot happier now their financial problems are well and truly cured. Roxie puts down the phone. Roxie- Great. Another credit card activated and ready to go. Plus, it came with ten thousand miles on Icelandic Air. Morgan- This is so easy. You should have seen what I had to fill out to get a Blockbuster membership. Why is it easier to get a credit card than rent A night at the Roxbury? ( ) Morgan- I am sorry, Sabrina. Can we, at least, buy you something? (Holding up a fistful of plastic) Thanks to you we have a hundred thousand dollar limit.

14 Entry #5: USA, I simply love you! Non mi ero proposta un numero specifico di articoli dedicati alla mia esperienza negli Stati Uniti, anche perché ho iniziato a scrivere quando ero ancora là, e non avevo idea di quante cose mi avrebbero ispirato. Ogni volta che vedevo qualcosa che, da turista, ritenessi degna di nota, la includevo nel mio piccolo foglietto digitale sul cellulare, pronta a dedicare spazio a tutto. Una volta tornata in Inghilterra, è stata dura dare un senso di completezza a questa sezione a cui tenevo tanto. Non potevo esimermi dal parlare dell aspetto economico e creditizio, ma non sono riuscita a fare più di quello, intrappolata com ero in una fitta selva di liane immaginarie che erano la nostalgia, la spossatezza, la tristezza e, la più forte di tutte, la tempesta (anch essa figurata) di sentimenti che mi ha sbattuto da una parte all altra per un intero mese, e mi ha comunque fatto approdare in un mare di serenità di cui ancora non mi spiego l esistenza. Pochi giorni fa, ripensando al viaggio, rivedendo certe cose che ho scritto in altri siti e litigando col quadro di New York che non c è modo di tenere appeso per più di un giorno, mi sono sentita veramente desolata. Avevo ancora vari aspetti da trattare, ma ormai era troppo tardi, a quasi una mese dal rientro. Oggi è diverso, oggi sono qua, e questa pagina conclusiva di un diario speciale sta nascendo parola dopo parola. Non è veramente chiaro cosa mi stia spingendo a farlo, forse il fatto che, mentre facevo pulizia tra i miei appunti digitali sul telefonino, abbia ritrovato anche il piccolo promemoria del viaggio; forse la discussione avuta ieri con un amica sul cibo statunitense; forse il fatto che una delle parti che voglio analizzare includa le arachidi, e che stessi proprio leggendo un passaggio in cui si parla di questi frutti secchi in un libro; forse il fatto di aver passato l intera giornata a leggere, consapevole di dover iniziare un nuovo lavoro domani, e di star tornando alla vita normale, se non a quella che voglio. Qualunque sia il motivo, questa è la parte conclusiva di una sezione in cui ho trasposto il mio cuore più che in qualsiasi altra. Sarà un miscuglio di cose che ancora mi restavano da descrivere. Prima di tutto, la segnaletica: è completamente diversa, come principio, dalla nostra. Devo ovviamente precisare di non avere la patente, e quindi di non poter parlare come autista del mio punto di vista su queste cose. Come semplice passeggero, o pedone, posso dire di adorare la segnaletica statunitense. Non sto parlando del cartello Adopt a highway di cui mi sono innamorata immediatamente, o di quello poetico di cui non sono riuscita a fare la foto. In generale, parlo del fatto che la loro posizione sia geniale. Gli stessi semafori, non sono esattamente sopra il tettuccio della prima auto ferma al rosso, ma dall altra parte dello stop, così che l autista possa vederli sul serio. Ovviamente, anche a Londra sono spesso così, ma negli USA è la norma. Poi, ad ogni incrocio ci sono i cartelli con i nomi delle strade, così non si deve andare avanti fino a trovarne uno per poi

15 scoprire che, invece, la via che ci serviva era quella che abbiamo passato tre bivi fa, ma che non aveva nome, come spesso capita a Londra (e lasciamo stare in Italia). Una cosa importante, e che mi è tornata in mente ieri a parlare con Rachel, è il cibo. Quando lei mi ha chiesto se preferissi il cibo inglese o quello statunitense, non ho esitato un attimo a rispondere: il cibo negli Stati Uniti è delizioso. Ovviamente, devo ammettere, come ho fatto con lei, che il mio anfitrione è uno a cui piace mangiare bene, e quindi abbiamo esplorato i posti migliori, ma non è semplicemente quello il motivo. Ho già spiegato in altri posts la questione dell olio di palma e dei grassi che per me è molto importante, quindi non tornerò sull argomento. Quello che sì voglio chiarire è che gli ingredienti in generale sono molto saporiti e prelibati, contrariamente a quelli del Regno Unito. Qua, la stragrande maggioranza dei clienti non ha la benché minima idea di cosa significhi cibo saporito, genuino o di qualità. Dopo anni di esperienza purtroppo!- nella ristorazione, ma anche come cliente, mi sono resa conto, come tanti altri, di qualcosa che può sembrare stupida, ma che è la realtà: gli inglesi non sanno cosa siano i sapori. Tutto viene servito a temperature impossibili, specialmente le bevande come il tè e il caffè, e bevuto immediatamente; il cibo, invece, viene coperto di pepe a tal punto che non sa di altro. Il risultato, mi sembra ovvio, è l assenza quasi assoluta di sensibilità nelle papille gustative, e lo dimostra il fatto che la quasi totalità delle lamentele sono sul cibo che non è abbastanza caldo. Se si mangia tutto bollente e coperto di pepe, che sapori si vogliono sentire? Negli Stati Uniti, non solo la scelta è molto più varia, con tante opzioni diverse sia per la colazione che per il pranzo e la cena, ma i cibi sono saporiti, con ingredienti vari e numerosi, e tutti questi sono freschi e di qualità. Come ho già detto, probabilmente abbia visitato i migliori locali a disposizione, ma non mi riferisco solo al cibo dei ristoranti, parlo anche della frutta al supermercato. Erano anni che non mangiavo delle fragole così succose e saporite, solo per fare un esempio. È semplicemente un altro mondo, a mio parere. Per quanto riguarda le arachidi, non è altro che una fesseria, che magari è comune anche al Five Guys che hanno aperto da poco a Londra, ma che mi è piaciuta tanto. Non solo la scelta di hamburger è sempre immensa in confronto a quella dei pub inglesi, ma è anche di maggiore qualità. Ovviamente, sono innamorata della catena Plan B, dove ho mangiato i migliori hamburger della mia vita; loro non ti servono un petto di pollo alla griglia o una frittella di verdure, ma ti danno una lista di hamburger degni di questo nome tra cui scegliere. Lo stesso Five Guys, che non è chissà che catena rinomata, ha una scelta molto più varia, oltre alle bibite che si possono riempire a piacere dai distributori e ai cartoni di arachidi gratis per i clienti, which simply blew my mind, don t ask me why!

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciotto

U Corso di italiano, Lezione Diciotto 1 U Corso di italiano, Lezione Diciotto U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? M Excuse-me, what time do shops open in Bologna? U Scusi, a che ora aprono i negozi a Bologna? D Aprono alle nove F

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale

The Elves Save Th. Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale The Elves Save Th Il gioco del Villaggio segreto di Babbo Natale Bianca Bonnie e and Nico Bud had avevano been working lavorato really hard con making molto impegno per a inventare new board game un nuovo

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciassette

U Corso di italiano, Lezione Diciassette 1 U Corso di italiano, Lezione Diciassette U Oggi, facciamo un esercizio M Today we do an exercise U Oggi, facciamo un esercizio D Noi diremo una frase in inglese e tu cerca di pensare a come dirla in

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventotto

U Corso di italiano, Lezione Ventotto 1 U Corso di italiano, Lezione Ventotto M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione di spaghetti M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front.

Fare: to do/to make. io faccio. voi date. io vado. chap. 2A irregular are verbs.notebook. August 14, 2013. noi andiamo. gli amici. stanno. Front. chap. 2A irregular are verbs.notebook August 14, 2013 Fate Ora: Complete each sentence with the correct word/verb from the choices given. 1. Mi piace a calcio con i miei amici. (gioco, giochiamo, giocare)

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dieci

U Corso di italiano, Lezione Dieci 1 U Corso di italiano, Lezione Dieci U Ricordi i numeri da uno a dieci? M Do you remember Italian numbers from one to ten? U Ricordi i numeri da uno a dieci? U Uno, due, tre, quattro, cinque, sei, sette,

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Sedici

U Corso di italiano, Lezione Sedici 1 U Corso di italiano, Lezione Sedici U Dove abiti? M Where do you live? U Dove abiti? D Abito nella città vecchia, davanti alla chiesa. F I live in the old town, in front of the church. D Abito nella

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΑΝΩΤΕΡΗΣ ΚΑΙ ΑΝΩΤΑΤΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΥΠΗΡΕΣΙΑ ΕΞΕΤΑΣΕΩΝ ΠΑΓΚΥΠΡΙΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ 2008 Μάθημα: Ιταλικά Ημερομηνία και ώρα εξέτασης: Σάββατο, 14 Ιουνίου 2008 11:00 13:30

Dettagli

Ciao a tutti! Volevo come scritto sul gruppo con questo file spiegarvi cosa è successo perché se non ho scelto la cucciola senza pedigree e controlli (e come sto per spiegare non solo) è anche grazie ai

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Sette

U Corso di italiano, Lezione Sette 1 U Corso di italiano, Lezione Sette M Two friends meet at the restaurant U Ciao, Paola M Hi, Paola U Ciao, Paola D Ciao Francesco, come stai? F Hi Francesco, how are you? D Ciao Francesco, come stai?

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Citazioni dal film Radiofreccia. Invece le canzoni non ti tradiscono, anche chi le fa può tradirti, ma le

Citazioni dal film Radiofreccia. Invece le canzoni non ti tradiscono, anche chi le fa può tradirti, ma le Citazioni dal film Radiofreccia Sulle Canzioni: Invece le canzoni non ti tradiscono, anche chi le fa può tradirti, ma le canzoni, le tue canzoni, quelle che per te hanno voluto dire qualcosa, le trovi

Dettagli

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle proteste dei docenti contro le ultime disposizioni del governo, avevamo deciso di non offrire nessuna attività extra-

Dettagli

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio Test A2 Carta CE Prove di comprensione del testo: LETTURA Primo esempio 1 Secondo esempio 2 Terzo esempio Leggi attentamente il testo, poi rispondi scegliendo una delle tre proposte. Segna la risposta

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato CHIAVI In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Due

U Corso di italiano, Lezione Due 1 U Corso di italiano, Lezione Due U Ciao, mi chiamo Osman, sono somalo. Tu, come ti chiami? M Hi, my name is Osman. What s your name? U Ciao, mi chiamo Osman, sono somalo. Tu, come ti chiami? D Ciao,

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Otto

U Corso di italiano, Lezione Otto 1 U Corso di italiano, Lezione Otto U Ti piace il cibo somalo? M Do you like Somali food? U Ti piace il cibo somalo? D Sì, mi piace molto. C è un ristorante somalo a Milano. É molto buono. F Yes, I like

Dettagli

THREE LITTLE PIGS. Contenuti tematici : BODY S PARTS, THE HOUSE, THE FAMILY. Obiettivi linguistici:

THREE LITTLE PIGS. Contenuti tematici : BODY S PARTS, THE HOUSE, THE FAMILY. Obiettivi linguistici: THREE LITTLE PIGS Contenuti tematici : BODY S PARTS, THE HOUSE, THE FAMILY Obiettivi linguistici: - ascoltare - comprendere - memorizzare lessico e strutture attraverso un testo narrativo noto - seguire

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS)

-PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) Visitaci su: http://englishclass.altervista.org/ -PRONOMI PERSONALI- (PERSONAL PRONOUNS) PREMESSA: RICHIAMI DI GRAMMATICA Il pronome (dal latino al posto del nome ) personale è quell elemento della frase

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

Interview to Igor. C.H.: Were you you always wear. happy, when the black? Mr. Igor: I don t know, the look of our day!

Interview to Igor. C.H.: Were you you always wear. happy, when the black? Mr. Igor: I don t know, the look of our day! 24/10/2011 The Big Eyes Issue 00 First page: Exclusive: Interview to Igor New pages on Facebook Frederick Frankenstein s letter Interview to Igor C.H.: Good morning course! Perhaps I m C.H.: Thank you,

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1

Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12. Livello A1 Università degli Studi di Genova Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ Completa con gli articoli (il, lo, la, l, i, gli, le) TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 30 gennaio

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August)

Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) Compiti (students going from level 2 to level 3 in August) (Before doing this homework, you might want to review the blendspaces we used in class during level 2 at https://www.blendspace.com/classes/87222)

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti)

I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) I SAPERI (conoscenze, argomenti e contenuti) La seguente scansione dei saperi è da considerare come indicazione di massima. Può essere utilizzata in modo flessibile in riferimento ai diversi libri di testo

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1

Test d Italiano T-1 Italian Introductory test T-1 Inserisci il tuo nome- Your Name: E-Mail: Data : Puoi dare questa pagina al tuo insegnante per la valutazione del livello raggiunto Select correct answer and give these pages to your teacher. Adesso scegli

Dettagli

L anno prossimo http://yearcompass.com/it http://yearcompass.com/shop

L anno prossimo http://yearcompass.com/it http://yearcompass.com/shop Credo che tutto sia possibile l anno prossimo. Data: l anno che hai firma di fronte Opera dello Staff di YearCompass e dei volontari dell Invisible University International. Békéssy László, Freisinger

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

LEZIONE 2: VERBI TO BE E TO HAVE

LEZIONE 2: VERBI TO BE E TO HAVE LEZIONE 2: VERBI TO BE E TO HAVE Verbi ESSERE e AVERE TO BE e TO HAVE (TO indica l infinito) Sono verbi ausiliari (aiutano gli altri verbi a formare modi e tempi verbali): TO BE (forma progressiva, forma

Dettagli

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno.

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno. Lezione 7 Intervista con Maria Luisa Vassallo, lettrice del Ministero degli Affari Esteri e docente di Lingua Italiana e traduzione presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Dettagli

La tecnica della tartaruga. Una metodo per insegnare l autocontrollo

La tecnica della tartaruga. Una metodo per insegnare l autocontrollo La tecnica della tartaruga Una metodo per insegnare l autocontrollo La tecnica della tartaruga è un metodo per insegnare ai bambini, fin dall età prescolare ad acquisire la capacità di controllare la propria

Dettagli

for Italy Virginia Evans

for Italy Virginia Evans for Italy My Language Portfolio Virginia Evans Virginia Evans INDICE A LETTER FOR YOU (Una lettera per te)... pag. 5 I LANGUAGE PASSPORT (Passaporto Linguistico)... pag. 7 II LANGUAGE BIOGRAPHY (Biografia

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we?

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we? Lesson 1 (A1/A2) Verbo to be tempo presente Forma Affermativa contratta Negativa contratta Interrogativa Interrogativo-negativa contratta I am ( m) I am not ( m not) Am I? Aren t I? you are ( re) you are

Dettagli

Italian II Chapter 9 Test

Italian II Chapter 9 Test Match the following expressions. Italian II Chapter 9 Test 1. tutti i giorni a. now 2. di tanto in tanto b. sometimes 3. ora c. earlier 4. tutte le sere d. usually 5. qualche volta e. every day 6. una

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

CORSO DI CUCINA A CASA!

CORSO DI CUCINA A CASA! Tour N.12 CORSO DI CUCINA A CASA La classe a lavoro Un fantastico modo per imparare a cucinare le più tipiche pietanze Toscane, senza muoversi da casa vostra Il nostro chef arriverà direttamente nella

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

ITALIENSKA NIVÅTEST Grund Sid 1(3)

ITALIENSKA NIVÅTEST Grund Sid 1(3) Grund Sid 1(3) Namn: Poäng: Nivå : Adress: Tel: Le parole seguenti sono in disordine. Rimettetele in ordine in modo da formare una frase dotata di senso. Esempio: A / il / comincia / ora / film / che /?

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli