UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI"

Transcript

1 POSTER con 10 consigli inclusi UTILIZZO IN SICUREZZA DEI GUANTI nella gestione dei solventi in collaborazione con

2 ESIG European Solvents Industry Group (ESIG) è un associazione che rappresenta i principali produttori europei di solventi idrogenati e a base idrocarburica, multinazionali e piccole e medie aziende. ESIG promuove positivamente l utilizzo sostenibile, sicuro e responsabile dei solventi mediante l istituzione di collaborazioni, la condivisione delle informazioni e il supporto del dialogo con i partner industriali e gli utenti a valle,. ESIG è un gruppo che include atre due associazioni di settore più specifiche OSPA (Oxygenated Solvents Producers Association) e HSPA (Hydrocarbon Solvents Producers Association), due gruppi di settore dell European Chemical Industry Council (Cefic) coprendo con la propria attività ogni settore dei solventi organici non alogenati. LA MISSION DI ESIG La mission di ESIG mira a promuovere la conformità alla legislazione esistente in materia e l utilizzo sostenibile, sicuro e responsabile dei solventi lungo la catena dal valore aggiunto, come anche la condivisione delle informazioni e delle migliori pratiche. STRUMENTI E MATERIALI SUI SOLVENTI In linea con la propria mission, ESIG lavora costantemente allo sviluppo di nuovi strumenti e materiali. Le presenti linee guida sull utilizzo dei guanti sono la quinta edizione della serie di linee guida per la migliore pratica in materia: N 1: Misurazione delle concentrazioni dei vapori di solventi nell ambiente di lavoro. N 2: Guida alla gestione dell esposizione ai solventi. N 3: Linee guida pratiche per la misurazione della concentrazione dei vapori di solventi mediante tubi indicatori. N 4: Infiammabilità Una guida per la sicurezza degli utenti. Le linee guida di miglior pratica possono essere scaricate dal link Altro materiale realizzato da ESIG include depliant, poster, DVD e la newsletter ESIG Solutions. È possibile accedere e scaricare facilmente tutto il materiale dal sito oppure ordinarlo gratuitamente presso la segreteria ESIG ESIG.ORG UNA PORTA APERTA SUL MONDO DEI SOLVENTI offre informazioni sui solventi sia ai propri membri come anche più in generale agli utenti di questi prodotti. Il sito web tratta tematiche quali usi e benefici dei solventi nella vita quotidiana, informazioni aggiornate, REACH, strumenti Responsible Care e altre nozioni utili.

3 UTILIZZO SICURO DEI GUANTI nella gestione dei solventi CONSIGLI PER L USO Poster removibile con 10 consigli per l uso dei guanti nella gestione dei solventi disponibile alla fine del presente depliant. La pelle rappresenta la prima linea di difesa per l organismo. In particolare sulle mani, la pelle è soggetta quotidianamente a una vasta gamma di minacce. Oltre ad irritazioni ed allergie, in periodi di tempo più prolungati è possibile sviluppare patologie come dermatiti o cancro della pelle. Alcuni prodotti chimici penetrano nel flusso sanguigno attraverso la pelle causando quindi altri problemi alla salute (es. insufficienza renale o epatica, varie tipologie di cancro). Gli effetti dei prodotti chimici sulla pelle o nel caso di penetrazione della stessa sono nella maggior parte dei casi cumulativi ed irreversibili. 01 Controllare i guanti: accertarsi 04 di utilizzare i guanti giusti e della misura corretta per il lavoro da svolgere. Verificare che non siano danneggiati. Non superare i tempi di permeazione per i prodotti chimici con i quali si sta lavorando. 07 Smaltire i guanti nell apposito contenitore. 02 Lavare e asciugare le mani prima di indossare i guanti. Non indossare i guanti con le mani bagnate. 05 Non continuare ad utilizzare e non riutilizzare i guanti che presentano segni di degradazione. 08 Lavare ed asciugare le mani una volta rimossi i guanti. 09 Può essere utile applicare una crema per le mani prima e/o dopo l uso dei guanti. 03 Evitare il più possibile il contatto con i prodotti chimici ed evitare che il liquido penetri attraverso i polsi. 06 Per rimuovere i guanti: lavare per prima cosa i guanti ed evitare il contatto con la pelle. Rimuovere i guanti senza toccare la superficie esterna. 10 In caso di irritazione o reazione allergica, consultare immediatamente un medico.

4 INFORMAZIONI SU PITTOGRAMMI E STANDARD Pittogramma nnnn Spiegazione Sui guanti e/o sull imballaggio vicino al marchio CE, possono essere individuati produttore e misura, oltre a vari pittogrammi che riportano il livello di protezione assicurato dai guanti. nnnn è il numero di riferimento dell organismo notificato responsabile del test di controllo della qualità o del monitoraggio della loro produzione. I pittogrammi e i livelli di protezione sono riportati nelle istruzioni per l utente in dotazione con i guanti. EN 374 Guanti di protezione contro prodotti chimici e microorganismi. Questo pittogramma viene utilizzato per guanti resistenti ai liquidi con tempo di permeazione superiore a 30 minuti per almeno 3 prodotti chimici della lista (la lettera di riferimento è abbinata al pittogramma): A Metanolo B Acetone C Acetonitrile D Diclorometano E Solfuro di carbonio F Toluene G Dietilammina H Tetraidrofurano I Acetato di etile J Eptano K Idrossido di sodio 40% L Acido solforico 96% EN 374 Guanti di protezione contro prodotti chimici e microorganismi. Questo pittogramma viene utilizzato per guanti resistenti ai liquidi che non soddisfano il sopraccitato requisito. Consultare le istruzioni per l utente per maggiori informazioni. EN 388 Guanti di protezione contro rischi meccanici. Questo pittogramma presenta marcature che indicano i livelli di protezione per test diversi. Consultare le istruzioni per l utente per maggiori informazioni. EN 407 Guanti di protezione contro rischi termici (calore e/o fuoco). Questo pittogramma presenta marcature che indicano i livelli di protezione per test diversi. Consultare le istruzioni per l utente per maggiori informazioni. EN 511 Guanti di protezione contro il freddo. Questo pittogramma presenta marcature che indicano i livelli di protezione per test diversi. Consultare le istruzioni per l utente per maggiori informazioni.

5 COME SCEGLIERE I GUANTI GIUSTI La valutazione del rischio è il punto di partenza per la scelta. È necessario conoscere i prodotti e le relative condizioni di lavoro (concentrazione, temperature, miscele )! Controlla le etichette e le schede di sicurezza per maggiori informazioni sui prodotti chimici e indicazioni relative al tipo di guanti di protezione consigliati. Tieni in considerazione altri tipi di rischi (meccanico, valore, freddo ) e condizioni quali presa, comfort e efficienza. Gli studi indicano che almeno il 50% dei guanti utilizzati al lavoro (valore medio per tutti i settori) non sono idonei ai rischi delle condizioni di lavoro presenti in loco e talvolta utilizzare un tipo di guanti non adatto può essere più pericoloso che non utilizzarlo affatto! I guanti resistenti ai prodotti chimici non proteggono contro tutti i possibili prodotti chimici o contro tutte le possibili condizioni d uso. Verificare prima dell uso. La seguente tabella fornisce una panoramica di vantaggi e svantaggi dei guanti. Per indicazioni specifiche, contattare il fornitore / fabbricante dei guanti. Alcune indicazioni generali sulla resistenza dei materiali comunemente utilizzati per guanti di protezione contro i prodotti chimici: + - PE/laminato PE* PVA Butile - nel complesso eccellente resistenza agli agenti chimici - elevate resistenza a composti alifatici, aromatici, solventi clorinati, esteri e alla maggior parte dei chetoni - resiste a piccoli imprevisti, forature, abrasioni e tagli - assicura resistenza contro aldeidi, chetoni, esteri e acidi minerali concentrati - efficienza e flessibilità eccellenti - resistenza meccanica modesta - modesta efficienza - presa modesta - idrosolubile : degrada se esposto a soluzioni a base acquosa - resistenza alle soluzioni minerali relativamente modesta - costo piuttosto elevato Viton ** - assicura resistenza contro composti alifatici, alogenati, idrocarburi aromatici e acidi minerali concentrati - costo molto elevato Nitrile Neoprene o cloroprene PVC o vinile - eccellente resistenza a punture, abrasione e piccoli imprevisti - protegge da basi, oli, numerosi solventi, grassi e grassi animali - eccellente presa in condizioni di asciutto e bagnato - resiste a numerosi oli, acidi, sostanze caustiche e solventi (fenolo, glicole etilenico, anilina, ) - eccellente mobilità e flessibilità anche a basse temperature - buona resistenza a numerosi acidi, sostanze caustiche, basi e alcool - eccellente resistenza all abrasione - da evitare con chetoni e solventi aromatici o clorinati (xilene, toluene, diclorometano, tricloroetilene, ) - presa limitata su oggetti bagnati o ingrassati - meno resistente a piccoli imprevisti, forature, abrasioni e tagli - non consigliato per solventi organici - non consigliato per chetoni e numerosi solventi - meno resistente a forature e usura - importante influenza del freddo sulla resistenza meccanica Gomma naturale - resistenza a numerosi acidi - altamente flessibile - può causare reazioni allergiche - da non utilizzare con lubrificanti, oli o prodotti chimici organici (es. solventi a base minerale) * per applicazioni particolarmente specifiche, possono essere utilizzati materiali laminati (PE) come Barrier di Ansell, SilverShield di North, 4H di Safety4. ** Viton è un marchio registrato di DuPont.

6 Alcuni esempi di solventi con materiale dei guanti resistente ai prodotti chimici più adatto (escluso monouso) per la protezione: Identificazione chimica PE PVA Butile Viton Nitrile Neoprene PVC Gomma naturale / Lattice Alcool Etanolo n-butanolo Isopropanolo Eteri Etere dietilico Esteri Acetato di etile Acetato di isopropile Acetato di butile Chetoni Acetone Metil etil chetone Chetone isobutilico metilico Glicoleteri 1-metossi-2-propanolo Etere butilico del glicole Esteri glicoleteri Acetato di butil glicole 1-metossi-2-propilacetato Composti aromatici Xilene Toluene Composti alifatici Frazioni leggere (es. Hexane) Idrocarburi dearomatizzati Acquaragia Paraffinici n-paraffine Isoparaffine C N C C R R N N C C N R R N N N C C R C R R N N DOs C R C N N N N N C R C R R R N N C R C R N R N N C C N C N N N N C C N C C N N N C C N C C N N N < > 480 Non consigliato Protezione dagli schizzi Medio Buona protezione Tempo di permeazione in minuti C = Consigliato / R = Risultati misti / N = Non consigliato Note: La resistenza dei materiali dipenderà da spessore, temperatura e numerosi altri fattori ambientali. I suggerimenti forniti si basano su test di laboratorio effettuati con prodotti chimici allo stato puro. Verificare con il fabbricante dei guanti per specifiche applicazioni. I fabbricanti di guanti dispongono di banche dati con i risultati dei test effettuati sui propri prodotti in relazione a diversi prodotti chimici. Queste informazioni sono disponibili presso il fornitore. Controllare le caratteristiche del prodotto e l applicazione a cui è destinato.

7 Le presenti linee guida per la miglior pratica vengono fornite unitamente ad un poster che illustra come utilizzare in sicurezza i guanti. Qualora il poster non fosse disponibile, è possibile ordinare gratuitamente una copia cartacea con le linee guide di miglior pratica inviando un all indirizzo Le linee guida di miglior pratica possono essere scaricate anche dal sito web ESIG all indirizzo Le linee guide e il poster sone disponibili in inglese, francese, tedesco e spagnolo. POSTER: UTILIZZO SICURO DEI GUANTI nella gestione dei solventi Il presente poster offre 10 importanti suggerimenti per l utilizzo dei guanti quando si lavora con i solventi. Il poster può essere esposto sul luogo di lavoro per aumentare la consapevolezza dei dipendenti migliorando così la loro sicurezza.

8 LINEE GUIDA DI MIGLIOR PRATICA N.5 Maggio 2011 Le presenti informazioni rispecchiano le conoscenze più avanzate di European Solvents Industry Group (ESIG) e sono da considerarsi precise ed affidabili alla data indicata. Non si rilasciano tuttavia dichiarazioni o assicurazioni in merito alla loro precisione, affidabilità o completezza. È responsabilità dell utente ritenersi soddisfatto della conformità e completezza di tali informazioni per i propri specifici scopi. Per maggiori informazioni, visita il nostro sito web all indirizzo o contatta: ESIG, Avenue E. Van Nieuwenhuyse 4, B-1160 Bruxelles Tel: 32 (0) Fax: 32 (0) in collaborazione con

Commissione europea. DG Occupazione, affari sociali e pari opportunità. Unità F.4. Redazione completata nel giugno 2005

Commissione europea. DG Occupazione, affari sociali e pari opportunità. Unità F.4. Redazione completata nel giugno 2005 LINEE DIRETTRICI PRATICHE DI CARATTERE NON OBBLIGATORIO SULLA PROTEZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DEI LAVORATORI CONTRO I RISCHI CONNESSI CON GLI AGENTI CHIMICI SUL LAVORO (Articoli 3, 4, 5, 6 e

Dettagli

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA AVISA Gruppo inchiostri da stampa e serigrafici L impatto ambientale degli inchiostri da stampa Marzo 2013 Questa nota informativa è stata preparata da EuPIA basandosi su di

Dettagli

REGOLAMENTI REACH E CLP Istruzioni operative per gli Utilizzatori a valle

REGOLAMENTI REACH E CLP Istruzioni operative per gli Utilizzatori a valle REGOLAMENTI REACH E CLP Istruzioni operative per gli Utilizzatori a valle Rev. 01 - Novembre 2012 Documento elaborato dall ASL di MONZA e BRIANZA in collaborazione con Confindustria Monza, APA Confartigianato,

Dettagli

Il rischio chimico nel settore edile. Se lo conosci... lo eviti...

Il rischio chimico nel settore edile. Se lo conosci... lo eviti... Il rischio chimico nel settore edile Se lo conosci... lo eviti... Edizione 2013 Pubblicazione realizzata da INAIL Settore Ricerca, Certificazione e Verifica Dipartimento Processi Organizzativi nell ambito

Dettagli

Perché i nostri bambini siano protetti il meglio possibile. Commissione europea Imprese e industria

Perché i nostri bambini siano protetti il meglio possibile. Commissione europea Imprese e industria LA SICUREZZA DEI GIOCATTOLI Perché i nostri bambini siano protetti il meglio possibile Commissione europea Imprese e industria Fotolia Orange Tuesday L Unione europea (UE) conta circa 80 milioni di bambini

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

SPRING COLOR SRL PRIM. C.S. - PRIMER CENTRI STORICI

SPRING COLOR SRL PRIM. C.S. - PRIMER CENTRI STORICI Pagina n. 1 / 6 Scheda Dati di Sicurezza 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa 1.1. Identificatore del prodotto Codice: Denominazione PRIM. C.S. PRIMER CENTRI STORICI

Dettagli

Guida alla registrazione

Guida alla registrazione GUIDA Maggio 2012 Versione 2.0 Guida per l attuazione del regolamento REACH 2 Versione 2.0 Maggio 2012 Versione Modifiche Data Versione 0 Prima edizione giugno 2007 Versione 1 Prima revisione 18/02/2008

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Conforme a Reg. (CE) 453/2010

SCHEDA DI SICUREZZA Conforme a Reg. (CE) 453/2010 2/09 18.10.2011 4 RLAB DG RLAB 1 di 7 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa Identificazione del preparato: Nome commerciale ALCOOL ETILICO DENATURATO 90 AMACASA / Prim / LINDOR

Dettagli

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI

MANUALE PER VETRATE ISOLANTI MANUALE PER VETRATE ISOLANTI INFORMAZIONI Le informazioni contenute nel presente documento sono presentate in buona fede in base alle ricerche e alle osservazioni della Dow Corning, che le considera accurate.

Dettagli

Guida introduttiva al regolamento CLP

Guida introduttiva al regolamento CLP Guida introduttiva al regolamento CLP Il regolamento CLP è il regolamento (CE) n. 1272/2008 relativo alla classificazione, all etichettatura e all imballaggio delle AVVISO LEGALE Il presente documento

Dettagli

CONOSCI, RIDUCI, PREVIENI GLI INTERFERENTI ENDOCRINI

CONOSCI, RIDUCI, PREVIENI GLI INTERFERENTI ENDOCRINI CONOSCI, RIDUCI, PREVIENI GLI INTERFERENTI ENDOCRINI UN DECALOGO PER IL CITTADINO Presentazione del Ministro dell ambiente L interesse della comunità scientifica riguardo ai possibili effetti sulla salute

Dettagli

Cadute dall alto nei lavori in quota

Cadute dall alto nei lavori in quota COLLANA SICUREZZA n. 3 Cadute dall alto nei lavori in quota Cadute dall alto nei lavori in quota Testi a cura di EBAT Ente Bilaterale Artigianato Trentino, OSA Organismo Sicurezza Artigianato Coordinamento

Dettagli

Manuale dell utente completo

Manuale dell utente completo Manuale dell utente completo SOMMARIO Benvenuti 03 Considerazioni iniziali 04 Il vostro MIO Alpha 04 Icone 04 Attivazione di MIO Alpha Utilizzo di MIO Alpha 05 Indossare MIO Alpha 05 Misurazione della

Dettagli

LA SICUREZZA NEI LABORATORI ANALISI

LA SICUREZZA NEI LABORATORI ANALISI Azienda USL Rimini agosto 2000 Sicurezza LA SICUREZZA NEI LABORATORI ANALISI a cura di: Dott.ssa Castellani Francesca 25 Sommario INTRODUZIONE... 5 1. AGENTI BIOLOGICI... 7 1.1 Misure e livelli di contenimento

Dettagli

Guida alla Pitturazione. Edizione italiana

Guida alla Pitturazione. Edizione italiana Edizione italiana Ora disponibile anche come App! Da oltre un secolo creiamo le soluzioni di pitturazione più innovative per proteggere, abbellire e migliorare le prestazioni di tutti i tipi di barche.

Dettagli

Ha inoltre collaborato: Maria Riefolo (Regione Emilia-Romagna - Assessorato Politiche per la Salute) Editing: Massimo Saretta (NuovaQuasco - Bologna)

Ha inoltre collaborato: Maria Riefolo (Regione Emilia-Romagna - Assessorato Politiche per la Salute) Editing: Massimo Saretta (NuovaQuasco - Bologna) !" # # $# Responsabili iniziativa regionale: Susi Realti ed Erminia Malferrari (Regione Emilia-Romagna - Ass.to Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro e Pari Opportunità) Progettazione e

Dettagli

INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia

INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia INDICAZIONI PER LA PROGETTAZIONE ED ELEMENTI PER IL CAPITOLATO dei prodotti vetrari per l edilizia EDIZIONE SETTEMBRE 2014 PREFAZIONE La collaborazione avviata da alcuni anni tra Assovetro ed Anci ha

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI

V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI V02-2012 Maggio 2012 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI Edison Energia S.p.A. è Certificata ISO 9001:2008 EDISON E LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI La Carta della Qualità dei Servizi di Edison

Dettagli

Guida alle etichette dei prodotti. www.comune.monfalcone.go.it. SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE - SICUREZZA Ufficio Commercio

Guida alle etichette dei prodotti. www.comune.monfalcone.go.it. SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE - SICUREZZA Ufficio Commercio COMUNE DI MONFALCONE Assessorato al Commercio SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE - SICUREZZA Ufficio Commercio Guida alle etichette dei prodotti 1 www.comune.monfalcone.go.it GUIDA ALLE ETICHETTE DEI PRODOTTI

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

LINEE GUIDA INQUINAMENTO OLFATTIVO. da cottura di alimenti

LINEE GUIDA INQUINAMENTO OLFATTIVO. da cottura di alimenti DIREZIONE SANITA' Settore Promozione della Salute e Interventi di Prevenzione Individuale e Collettiva LINEE GUIDA Rivolte ai Servizi di Igiene e Sanità Pubblica INQUINAMENTO OLFATTIVO da cottura di alimenti

Dettagli

Acquisti sociali. Una guida alla considerazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici

Acquisti sociali. Una guida alla considerazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici Acquisti sociali Una guida alla considerazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici Questa pubblicazione è sostenuta nell ambito del programma comunitario per l occupazione e la solidarietà sociale

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA Gasolio

SCHEDA DI SICUREZZA Gasolio Data di emissione: 30/11/2008 Revisione 0 del 30/11/2008 1 Identificazione del prodotto e della società Nome del prodotto : GASOLIO Numero CAS: 68334-30-5 Impiego: carburante per motori a combustione interna,

Dettagli

Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese

Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese Linea Guida per l Organizzazione di un Sistema Prevenzionale nelle Piccole e Medie Imprese PRESENTAZIONE Il presente lavoro si propone l obiettivo di fornire un modello organizzativo ispirato ai Sistemi

Dettagli

L applicazione pratica dell accordo di libero scambio tra l UE e la Repubblica di Corea

L applicazione pratica dell accordo di libero scambio tra l UE e la Repubblica di Corea Commissione europea Commercio L applicazione pratica dell accordo di libero scambio tra l UE e la Repubblica di Corea Né la Commissione europea né qualsiasi soggetto che agisca in suo nome rispondono degli

Dettagli

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore Versione 1 settembre 2013 Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore via Savona 1/B, 20144 Milano - tel 02 89415126 - fax 02 58104378 - info@anit.it Tutti i diritti sono riservati. Nessuna

Dettagli

Kemno S.a.s Viale Lavoratori Autobianchi, 1 20033 Desio (MB) Tel.0362/62 44 75 Fax.0362/63 22 32 P.I.04628150965 e-mail: office@kemno.

Kemno S.a.s Viale Lavoratori Autobianchi, 1 20033 Desio (MB) Tel.0362/62 44 75 Fax.0362/63 22 32 P.I.04628150965 e-mail: office@kemno. - Identificazione preparato e società produttrice 1.1 - Denominazione Commerciale: KEM SOL C 1.2 - Ditta Produttrice: KEMNO S.A.S. Via Lavoratori Autobianchi, 1 20033 DESIO (MB) 1.3 - Numero telefonico:

Dettagli

(art. 22 comma 5 del D.Lgs. n. 626/94 ed All.VII del D.M.10.03.98) Organizzato e curato dal: Servizio di Prevenzione e Protezione UNIVERSITÁ di PISA

(art. 22 comma 5 del D.Lgs. n. 626/94 ed All.VII del D.M.10.03.98) Organizzato e curato dal: Servizio di Prevenzione e Protezione UNIVERSITÁ di PISA CORSO DI FORMAZIONE PER I LAVORATORI INCARICATI DELL ATTUAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE INCENDI, LOTTA ANTINCENDIO, EVACUAZIONE DEI LAVORATORI E GESTIONE DELLE EMERGENZE (art. 22 comma 5 del D.Lgs.

Dettagli