CORSO DI RECUPERO SU CAD 2D/3D

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI RECUPERO SU CAD 2D/3D"

Transcript

1 Classe DOL I10 Gruppo 6: Cassol Carlo, Duma Leonardo. Attività collaborativa: progettiamo un corso online CORSO DI RECUPERO SU CAD 2D/3D

2 1. INTRODUZIONE AL PROGETTO Il progetto in esame cerca di sviluppare un corso di recupero formativo, costituito da lezioni pianificate modularmente e corredate da test di verifica dell'apprendimento, accessibile direttamente in rete e attraverso lezioni frontali, costantemente aggiornato e ottimizzato, nei contenuti e nella metodologia didattica. Nel laboratorio CAD meccanico vengono realizzati disegni 2D/3D di componenti meccanici e lo studio per la loro realizzazione su macchine utensili a controllo numerico, grazie al software CAM. L obbiettivo è quello di consolidare la preparazione dello studente, che presenta delle lacune sia nella comprensione degli aspetti teorici sia per l utilizzo dei software di supporto, che alla fine del secondo ciclo di biennio dovrebbe essere in grado di elaborare semplici, mediante sistemi CAD in 2D e 3D di componenti meccanici elaborandone i cicli di lavorazione. Si vuole inoltre rafforzare la capacità di operare autonomamente sul sistema CAD per prepararlo al percorso finale del quinto anno in cui le competenze e abilità nel disegno saranno determinanti e funzionali alle applicazioni più specialistiche nell ambito CAM. 2. DURATA CORSO Il corso avrà una durata complessiva di 62 ore così suddivise: 18h frontali 44h e-learning 3. PERSONE Il corso è rivolto agli studenti del quarto anno di un ITIS ad indirizzo meccatronico I docenti coinvolti sono o o o o Un tutor d aula due docenti per la materia (insegnante teorico e insegnate ITP) un tecnico ATA per la gestione dell infrastruttura informatica materia corso di CAD 2D/3D ( 24 studenti) 4. METODI lezione in aula (docente) 7h E-learning (formazione a distanza tramite Internet) sfruttando l apprendimento collaborativo che rende gli studenti protagonisti attivi nella creazione e distribuzione dei saperi all interno del gruppo. pag. 2

3 lezione in laboratorio (docente+itp) 11h verifica finale videoconferenze dimostrative condotta da esperto 6 incontri (12h) 5. CONTENUTI obbiettivo: fornire la padronanza del disegno in 3D funzionale alla progettazione di stampi, pezzi meccanici ecc. Questo per utilizzare efficacemente la parte CAM nell utilizzo di centri di lavoro. Le tecniche tridimensionali, come i rendering, permettono di verificare la volumetria degli spazi progettati, di dare corpo in ogni minimo particolare al progetto e di poterlo variare al fine di sperimentare nuove soluzioni. Per ottenere questi risultati è quindi, necessaria la conoscenza approfondita di un programma come CAD 3D. Il Corso completa l'iter del bidimensionale e porta lo studente fino alla fase del rendering del modello. Durante il Corso si svilupperà un intero progetto 3D con viste e sezioni assonometriche, arrivando fino alla fase di plottaggio e stampa, compreso il rendering fotorealistico del modello finale. tipologie di contenuti: lezione frontale testo di riferimento contenuti multimediali: o (tutorial del programma di disegno utilizzato) o Appunti online delle lezioni frontali con LIM o Esercitazioni a casa con valutazione (dei docenti) in itinere pag. 3

4 6. PROGRAMMA DEL CORSO Modulo Contenuti lezione durata Introduzione al 3d; Gestione dei layer; Introduzione ai sistemi di coordinate 3d; Le regole della mano destra; Utilizzo dei filtri di coordinate in 3d; Immissione di coordinate 3d; Modellatore di regioni; Generazione di punti di vista; Sistemi di coordinate; F 1 Principi Modelli wireframe Modellazione di superfici; Modelli solidi le introduttivi primitive geometriche; Operazioni booleane Comandi di editazione superfici e solidi; I sistemi di riferimento esterni; Visualizzazioni avanzate dei modelli 3d; Introduzione alla L E 2 6 visualizzazioni dei modelli 3d; Gestione dello spazio carta e Stampa; Interfaccia di CAD; Modellazione di parte; Vari tipi di estrusione (protusione, protusione di rivoluzione, scorrimento, loft, Modellazione elicoidale ecc.); Parametrizzazione delle feature e relativi vincoli; Modifica di feature, modifiche in Edge bar; Lavorazioni di scavo, smusso, raccordo, spoglia, spessoramento, nervatura, nervatura multipla; Serie rettangolare e polare di feature, simmetria di parte o di feature; Utilizzo degli schizzi, Importazione di geometrie in formato dxf o dwg; Vari modi di visualizzare il modello, impostazione dei colori e sfondi; Strumenti di misura, F L E massa, mostra, nascondi; Inserisci copia parte; Quote parametriche associate con variabili; Visualizzazione del modello semplificato; Modellazione di parti con sheet metal (cenni); Salvare in altri formati esportabili Uso degli assiemi, associatività tra le parti; Inserimento di parti negli assiemi, costruire nuove parti in un assieme; Relazioni d assieme, piani di riferimento, sistema di coordinate; Gestione dei gruppi e sottogruppi di assieme, modifica delle parti di F 2 Assembly assieme, visualizzazione delle parti negli assiemi; Controllo di eventuali interferenze delle parti di assieme; Sostituzione delle parti negli assiemi; Revisione di assiemi, rinomina delle parti e degli assiemi (Revision Manager); Gestione delle proprietà delle L E 3 12 parti (materiali, peso ecc).; Variabili di assieme e Variabili Paritetiche.(collegamento con foglio EXCEL) Viste di sezione e Piani di taglio; Messa in tavola del modello; Fogli di lavoro (disegno), foglio di modello 2D, squadratura di sfondo; Creazione delle viste principali e derivate, scale di rappresentazione; Vista di sezione, sezione parziale, vista di dettaglio; Aggiornamento del modello e della vista di disegno; Quotatura e recupero delle quote associate, inserimento di tolleranze dimensionali, geometriche, Draft rugosità, inserimento di annotazioni; Visualizzazione di bordi nelle viste, assi di simmetria; Esempio di particolare con forature e Tabella di quotatura di fori; Messa in tavola del disegno di assieme; Inserimento di tabella distinta base e pallinatura, richiami, relative personalizzazioni; Stampa dei disegni; Salvare in altri formati, importazione di file in altri formati; Revisione dei disegni dei modelli e dell assieme (Revision Manager); Viste di disegni esplosi; F L E Legenda: F=Lezione frontale (7); L=Laboratorio(11); E=e-learning(44) pag. 4

5 7. DESIGN 7.1. Requisiti funzionali Dal punto di vista funzionale, la piattaforma e-learning (ovvero Learning Management System) gestisce l insieme di attività connesse al processo formativo: organizzazione dell evento formativo, registrazione utenti, erogazione, monitoraggio, amministrazione e valutazione formativa. Le principali funzioni di usabilità sono le seguenti Il sistema permette l'accesso attraverso delle credenziali (user e password) Il sistema permette di strutturare un archivio di documenti, in maniera semplice e rapida, con modalità di accesso diversificate. Il sistema permette di strutturare e moderare ambienti di comunicazione sincrona ed asincrona con funzionalità di tracciamento Nel sistema è stata integrata la possibilità di partecipare alle lezioni in videoconferenza con il docente esperto Il sistema permette di strutturare e accedere rapidamente ai materiali didattici facilitando le attività di download e stampa dei materiali didattici. I servizi di supporto: Per consentire agli utenti di essere costantemente seguiti nell attività di formazione on line, la piattaforma e-learning mette a disposizione dei servizi aggiuntivi di assistenza sia tecnica che didattica. L help desk, attivo tramite mail, è a disposizione degli utenti allo scopo di fornire chiarimenti sulle modalità di utilizzo dei vari moduli. e dell'infrastruttura LMS e di registrare e risolvere tempestivamente eventuali problemi tecnici riscontrati. Il tutor on line, raggiungibile sia via mail sia attraverso il forum di discussione, fornisce chiarimenti e approfondimenti sui contenuti dei moduli e sulla fruizione ottimale degli stessi, avvia eventuali sessioni di confronto e costituisce un riferimento costante durante tutta la sessione di formazione Requisiti dei dati da utilizzare La raccolta dati costituisce una parte importante dell'attività di definizione dei requisiti. Esiste un numero abbastanza ridotto di tecniche per raccogliere i dati, ma si tratta di metodi flessibili e combinabili tra loro: i questionari, le interviste, i focus group e i workshop, l'osservazione sul campo e lo studio della documentazione. In questo specifico caso l osservazione sul campo ovvero l approccio del singolo studente di fronte alle problematiche connesse all utilizzo del CAD (dunque l osservazione da parte dei docenti in classe e in pag. 5

6 laboratorio) e lo studio della documentazione ovvero il profitto degli studenti, dedotto dalle valutazioni quadrimestrali e intermedie (recuperare le insufficienze emerse nell arco del primo quadrimestre), sono stati i requisiti utilizzati per decidere quali studenti invitare al corso e su quali moduli insistere per confezionare opportunamente il corso Requisiti dell'utenza I profili utente che sono stati considerati nella fase di definizione degli obiettivi del corso di recupero; sono: docente, tutor e discente Requisiti di usabilità Per quanto riguarda la navigazione dei contenuti formativi, oltre alle funzioni elementari necessarie alla visualizzazione di una sequenza di contenuti elementari (avanti, indietro, torna all inizio, esci dal corso), la piattaforma offre una serie di funzioni accessorie: Indice dei moduli: Finestra in cui scegliere l'argomento da consultare. Gli argomenti già consultati sono indicati con un colore diverso per tenere traccia dell'avanzamento nel corso. Un'icona segnalerà la presenza di appunti presi con il blocco note. Obiettivi: finestra che visualizza gli obiettivi formativi del modulo corrente. Risorse: per consultare ulteriori informazioni fornite nell'ambito del corso: materiali di approfondimento, links, glossario e bibliografia. Blocco Note: consente di prendere appunti testuali in margine ad una determinata "pagina" del corso. Le annotazioni vengono salvate e visualizzate ogni volta che l'utente riapre il blocco note durante le sessioni di formazione. Risultati test: finestra che visualizza i risultati delle singole domande del test di autovalutazione lì dove presente. Cliccando su ogni domanda nella lista dei risultati l'utente viene automaticamente portato alla videata corrispondente. Stampa: stampa i contenuti della pagina Animazioni: ogni animazione flash con relativo audio può essere pilotata dall'utente (fermata, fatta avanzare, riportata all'inizio) grazie ad una semplice bottoniera visualizzata contestualmente all'animazione stessa. 8. TECNOLOGIE 8.1. LMS I Learning Management Systems sono software che consentono di gestire una serie composita di attività formative in rete e che mettono a disposizione dei docenti e dei tutor un insieme di strumenti per la creazione e la diffusione dei contenuti didattici. La piattaforma di riferimento per questo corso è ATutor. pag. 6

7 ATutor è un LCMS (Learning Content Management System) Open Source rilasciato sotto licenza GNU/GPL, attualmente considerato come una delle piattaforme FaD tra le più affidabili. Sito di riferimento per il donwload: Caratteristiche integrate (Atutor) interfaccia diretta per l'amministratore del corso; possibilità di costruire corsi progettando una serie di pagine di contenuti; possibilità di importare contenuti agli standard IMS (e SCORM) possibilità di esportare i contenuti in formato IMS funzione integrata di posta attraverso messaggi interni con possibilità di contattare simultaneamente tutti gli iscritti a un particolare corso forum e chat possibilità di creare learning objects riusabili e interoperabili, grazie all'adozione delle specifiche di Content Packaging IMS/SCORM; possibilità di definire chiavi che facilitano il meccanismo di ricerca, disponibile su tutto il catalogo dei corsi; facilità nella creazione e nella navigazione dei corsi, benché sia richiesta una minima conoscenza di HTML; help contestuale a possibilità di accesso a ulteriori aiuti sul sito; per la versione italiana, piena conformità alla Legge Stanca (legge sull'accessibilità n. 4, del 9 gennaio 2004) Gli Strumenti di Comunicazione La posta interna Tutti i componenti di un corso, siano essi docenti, tutor o discenti possono, attraverso il servizio di posta interna scambiare messaggi, al fine di chiarie dubbi, ricevere ed offrire informazioni, organizzare una seduta in chat, avvisare dell'esistenza di un appuntamento importante per la vita della classe. Webforum Il positivo utilizzo del forum per la didattica è stato ampiamente riscontrato. Il forum consente alla classe di impegnarsi in attività comuni e quindi di fruire delle opportunità formative offerte dall'esistenza di una dimensione sociale. La chat Attraverso la chat la comunità che è la classe può scambiare messaggi e informazioni di tipo istantaneo. La piattaforma pensa all'utilizzo della chat anche per impostare delle attività tipo tavola pag. 7

8 rotonda su.... Agli allievi è data la possibilità di scambiare le opinioni, sotto l'occhio del docente, che si riserva di intervenire per ricondurre il dibattito entro binari che ne garantiscano l'efficacia didattica Video Conferenza Live Il servizio scelto per condurre le video conferenze live con gli studenti è l'applicatione Yugma: https://www.yugma.com/ Con Yugma è possibile realizzare una videoconferenza con estrema semplicità. è sufficiente che sia iscritto un solo utente al servizio, dopodiché per invitare un ospite è sufficiente inviargli un link che gli consente di seguire la conferenza (come spettatore o utente interattivo) senza registrarsi al servizio. Anche la semplice organizzazione di una conferenza diventa quindi molto fluida! Yugma inoltre presenta molte altre funzioni. Infatti è anche uno strumento di screen sharing, è browser based ed ha pure una versione Skype based! Per non parlare di funzioni avanzate come la condivisione file, la lavagna condivisa (e relativi strumenti di disegno), funzioni avanzate di gestione di gruppi di utenti e la registrazione delle sessioni (sia audio che video), che possono essere quindi riutilizzate e riprodotte. Yugma quindi è un ottimo strumento che supporta l'e-learning, poiché integra funzioni di comunicazione e lavoro collaborativo con tool di produzione 8.5. LIM Durante le lezioni frontali si utilizzerà nel laboratorio di informatica la Lavagna Interattiva Multimediale che consente di visualizzare contenuti e applicazioni in formato digitale ed in modo interattivo. L'utilizzo della LIM in rete consente: di guidare al computer gli studenti durante la lezione; di coinvolgere con videate illustrative; tutorial live di distribuire file e compiti 8.6. Aula Informatica Il laboratorio si definisce come uno spazio mentale attrezzato dove si domina il senso del proprio apprendimento: si produce e si opera concretamente. Gli strumenti utilizzati sono i Personal Computer e il software CAD 3D. 9. LA VERIFICA DELL APPRENDIMENTO La valutazione dell'efficacia della formazione è una esigenza connaturata con il processo formativo stesso. A tal attraverso la piattaforma di accesso al corso di recupero vi sono una serie di meccanismi pag. 8

9 che consentono una corretta valutazione dell apprendimento. Gli strumenti di valutazione e verifica presenti nel nostro percorso formativi sono: Esercitazioni: è importante fare in modo che l utente possa mettere in pratica, durante il corso, quanto sta imparando. Per questo motivo è essenziale che l esposizione dei contenuti sia, dove possibile, intervallata da piccole prove di autoverifica, identificabili, ad esempio, in domande e/o semplici simulazioni. Buona pratica è pensare che l utente possa, durante il corso, applicare le competenze acquisite, come durante la vita reale. Le esercitazioni servono, quindi, a controllare in itinere il livello di acquisizione delle nozioni oltre che a mantenere viva l attenzione dell utente. Test di Autovalutazione: alla fine di ogni modulo didattico sono presenti test composti da domande che consentano di verificare se e quanto gli utenti hanno raggiunto gli obiettivi didattici e quindi identificare gli argomenti su cui è eventualmente necessario focalizzare maggiormente il loro studio. Il test di autovalutazione si compone di una batteria di domande strutturate secondo le tipologie classiche di: scelta multipla, Vero o Falso, Drag and Drop. Indipendentemente dal tipo di domanda l utente ha sempre a disposizione le seguenti funzionalità: Feedback testuale alle risposte (siano esse esatte o sbagliate); 10. QUADRO ECONOMICO Di seguito si riporta il quadro economico del progetto con il dettaglio dei costi evidenziando sia la retribuzione lorda del personale (compenso) sia l importo complessivo sostenuto dall istuzione scolastica (lordo Stato) Personale funzione ore compenso lordo stato totale Docente frontale 18 35,00 46,55 837,90 e-learning 44 17,50 23, ,10 Preparazione lezioni 20 17,50 23,28 465,50 tutoraggio d'aula 10 17,50 23,28 232,75 non docente AT assistenza 15 16,50 21,95 329,18 AA segreteria 15 16,50 21,95 329,18 CS pulizia 10 12,50 16,63 166,25 Esterni Esperto videoconferenza (forfait) 850,00 850,00 Costo complessivo del progetto 4.234,85 pag. 9

10 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE AL PROGETTO DURATA CORSO PERSONE METODI CONTENUTI PROGRAMMA DEL CORSO DESIGN Requisiti funzionali Requisiti dei dati da utilizzare Requisiti dell'utenza Requisiti di usabilità TECNOLOGIE LMS Caratteristiche integrate (Atutor) Gli Strumenti di Comunicazione Video Conferenza Live LIM Aula Informatica LA VERIFICA DELL APPRENDIMENTO QUADRO ECONOMICO... 9 SOMMARIO pag. 10

CAD 2D / 3D. Autocad 2D/3D - Revit - Inventor - RhinoCeros - Autocad Eletrical

CAD 2D / 3D. Autocad 2D/3D - Revit - Inventor - RhinoCeros - Autocad Eletrical CAD 2D / 3D Autocad 2D/3D - Revit - Inventor - RhinoCeros - Autocad Eletrical Autocad 2D / 3D Questo corso è indirizzato a chi intenda acquisire le conoscenze necessarie per utilizzare AutoCAD 2D e 3D

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA

L E-LEARNING ENTRA NELLA PA : IL CASO ARPA PUGLIA Luigi Barberini Studiodelta S.r.l. Bari /Italia l.barberini@studiodelta.it FULL PAPER Obiettivo principale del progetto è stato la formazione informatica di base per un numero di circa 0 dipendenti dell

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO

GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA ALL USO DELLA PIATTAFORMA E-Learning DOCEBO GUIDA A DOCEBO ACCESSO A DOCEBO L indirizzo di DOCEBO dell IPSSAR è il seguente: www.ipssarvieste.info/docebo. C è un apposito link nella parte bassa della

Dettagli

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO

TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO TELESKILL PROGETTO E-LEARNING 2.0 PER LA FORMAZIONE E L'AGGIORNAMENTO CONTINUO CARATTERISTICHE FUNZIONALI DELLA SOLUZIONE TECNOLOGICA DEDICATA ALLA FORMAZIONE E ALL'AGGIORNAMENTO A DISTANZA

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning

Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Manuale di utilizzo della piattaforma e-learning Rivolto ai discenti Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo Di Potenza Sommario 1. Cos è Moodle... 3 1.1. Accesso alla piattaforma Moodle... 4 1.2. Come

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning

GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning GAP Formativo e FAD con piattaforma e-learning nelle Strutture Ospedaliere Caso Studio Le esigenze delle Strutture Ospedaliere Disporre di una soluzione tecnologica avanzata per gestire efficientemente

Dettagli

FORMAZIONE. Corso Serale di Formazione Autodesk Inventor. Calendario Giugno 2015. Corso Durata Costo

FORMAZIONE. Corso Serale di Formazione Autodesk Inventor. Calendario Giugno 2015. Corso Durata Costo Corso Serale di Formazione Autodesk Inventor Obiettivo del corso è fornire le conoscenze necessarie per concretizzare le tue idee con la progettazione tridimensionale, in ambito meccanico. Calendario Giugno

Dettagli

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008)

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Regolamento del servizio di tutorato (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1 - L istituto del tutorato... 3 Articolo 2 - Obiettivi generali e specifici... 3 Articolo 3 - I tutor...

Dettagli

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008

Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 Romecamp 2008 Roma 21 e 22/11/2008 L'Open Source entra nell'e Learning Paolo Gatti http://www.paologatti.it E learning: introduzione Per e learning si intende la possibilità di imparare sfruttando la rete

Dettagli

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09

FORMAZIONE BLENDED LEARNING DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 FORMAZIONE BLENDED LEARNING http://puntoeduri.indire.it/neoassunti2008/in dex.php DOCENTI NEO ASSUNTI 2008/09 e-tutor Lorelle Carini 1 AMBIENTE ON-LINE PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI NEOASSUNTI CON CONTRATTO

Dettagli

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning ICT Solution ICT Solution WeTech Srl è un'azienda italiana operante nel campo dell'information & Communication Technology che, grazie alla sua offerta di prodotti e servizi ad alto valore aggiunto, è in

Dettagli

e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane

e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane Il progetto e-learning ICE nasce da un indagine dei fabbisogni formativi delle piccole e medie imprese italiane, interessate a progetti di internazionalizzazione,

Dettagli

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Innovazione nella formazione universitaria Firenze, 21 marzo 2012 E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Prof. Enrico Del Re Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Il progetto STEEL Progetto

Dettagli

Corso di disegno C.A.D. 3D. sull uso di SolidDEdge

Corso di disegno C.A.D. 3D. sull uso di SolidDEdge Corso di disegno C.A.D. 3D sull uso di SolidDEdge Solid Edge è un sistema di computer-aided design (CAD) per assiemi meccanici, modellazione di parti e produzione di disegni. Sviluppato con la tecnologia

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

E-learning. Introduzione

E-learning. Introduzione E-learning Introduzione Definizione L'e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM

attraverso l impiego convenzionale di linee, numeri e simboli Il disegno rappresenta un elemento chiave del ciclo di vita di un prodotto CAM CAM Il disegno tecnico di un oggetto è in grado di spiegarne: - la forma, - le dimensioni, - la funzione, - la lavorazione necessaria per ottenerlo, - ed il materiale in cui è realizzato. attraverso l impiego

Dettagli

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr.

Minerva. Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione. dr. Augusto Pifferi. dr. Guido Righini. http://minerva.mlib.cnr. Minerva Un ambiente integrato per la Didattica e la Divulgazione dr. Augusto Pifferi Istituto di Cristallografia C.N.R. dr. Guido Righini Istituto di Struttura della Materia C.N.R. http://minerva.mlib.cnr.it

Dettagli

E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa

E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa 8 Congresso Nazionale FADOI Bologna, 14-17 Maggio 2003 E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa Centro di Ricerca e Formazione in Ecografia Internistica ed Interventistica

Dettagli

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa MODULO I TRODUTTIVO Indice Premessa Obiettivo del modulo Didattica blended Ragioni dell adozione del blended e-learning - Ragioni didattiche - Ragioni del lifelong learning Finalità e obiettivi Risultati

Dettagli

In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata

In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata Benvenuto, In homepage troverai una finestra per accedere, inserendo le tue credenziali (login e password), alla tua Area Riservata Una volta entrato nella tua area riservata avrai a disposizione, in alto,

Dettagli

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare.

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare. Gestire la conoscenza nell'era del web elearnit: un network di consulenti per la crescita della tua azienda Piattaforma di formazione via web senza costi di licenza Oggi molte aziende utilizzano la formazione

Dettagli

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09

Piattaforma e-learning Moodle. Manuale ad uso dello studente. Vers. 1 Luglio 09 Piattaforma e-learning Moodle Manuale ad uso dello studente Vers. 1 Luglio 09 Sommario 1. Introduzione...2 1.1 L ambiente...2 1.2 Requisiti di sistema...4 2. Come accedere alla piattaforma...4 2.1 Cosa

Dettagli

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per studenti

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per studenti Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari Indice Introduzione p. 01 Come collegarsi p. 02 Come registrarsi p. 03 Come effettuare il login p. 04 La Home dello studente p. 05 Header e Funzionalità p.

Dettagli

UNIVERSITAS MERC ATORUM

UNIVERSITAS MERC ATORUM All. 4 Carta dei servizi Pag. 1 Carta dei servizi dell Università Telematica Universitas Mercatorum Art. 1- Premessa L Univeristà Telematica Universitas Mercatorum è costituita in seno al Sistema delle

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

MODULO 2: PRIMI PASSI CON LA LIM 1. TECNICHE DI BASE PER L USO DELLA LIM a. Calibrare la lavagna b. Utilizzare la penna digitale

MODULO 2: PRIMI PASSI CON LA LIM 1. TECNICHE DI BASE PER L USO DELLA LIM a. Calibrare la lavagna b. Utilizzare la penna digitale Corso di Perfezionamento ed aggiornamento professionale in La lavagna interattiva multimediale (LIM) e le nuove tecnologie per l insegnamento II edizione A.A. 2011/2012 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL

Dettagli

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA Grifo multimedia Srl Via Bruno Zaccaro, 19 Bari 70126- Italy Tel. +39 080.460 2093 Fax +39 080.548 1762 info@grifomultimedia.it www.grifomultimedia.it VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER

Dettagli

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014

Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Lo strumento: dalla filosofia di Moodle, ai suoi aspetti tecnico/pratici Bologna, 27 marzo 2014 Le piattaforme Il concetto di ambiente di apprendimento riconduce storicamente a termini quali formazione

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente)

Manuale d uso per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) per l utilizzo del portale e-logos (Profilo Utente) Indice Introduzione... 3 Requisiti minimi di sistema... 4 Modalità di accesso... 4 Accesso alla Piattaforma... 5 Pannello Utente... 6 Pannello Messaggi...

Dettagli

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Gianluca Cicognani La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Il progetto Osservatorio RRHH Spin-Off Formazione a distanza Evoluzione FAD Prima generazione: materiale cartaceo inviato per

Dettagli

La piattaforma e-learning dello IAL

La piattaforma e-learning dello IAL La piattaforma e-learning dello IAL Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania è da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro.

Dettagli

Prot n. Todi, 23/03/2013

Prot n. Todi, 23/03/2013 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE CIUFFELLI - EINAUDI TODI Agraria, Agroalimentare e Agroindustria -- Amministrazione, Finanza e Marketing Turismo - Costruzioni, Ambiente e Territorio Manutenzione ed Assistenza

Dettagli

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834

ATTENZIONE il corso è evidenziabile sul catalogo interregionale ricercando l'id 11834 corso GRATUITO: CHIEDI IL VOUCHER DI FORMAZIONE REGIONALE! Corso di specializzazione della durata di 450 ore: si svolgerà con una frequenza di 3/4 volte a settimana, in orario pomeridiano/serale (presumibilmente

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008

PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Indire: Formazione online Neoassunti 2008 PuntoEdu Formazione NeoAssunti 2008 è l ambiente di apprendimento per i docenti neoassunti nell anno scolastico 2007/08 con contratto a tempo indeterminato.

Dettagli

Piattaforma di e-learning Moodle

Piattaforma di e-learning Moodle Piattaforma di e-learning Moodle Manuale Utente Indice Introduzione Registrazione/Login/Logout Personalizzazione profilo Navigazione e blocchi Accesso/Iscrizione ai corsi Organizzazione contenuti all interno

Dettagli

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza A. Frascari, A. Pegoretti Anastasis, Bologna afrascari@anastasis.it Sommario EduCms è un servizio web accessibile per la produzione di unità didattiche

Dettagli

Lavorare in sicurezza. La Soluzione integrata per la formazione in materia di sicurezza sul lavoro

Lavorare in sicurezza. La Soluzione integrata per la formazione in materia di sicurezza sul lavoro Lavorare in sicurezza La Soluzione integrata per la formazione in materia di sicurezza sul lavoro In breve italiana d.o.c. open source requisiti di legge T.U.S.L. totalmente web based cross platform multi

Dettagli

L elearning nell Accordo Stato Regioni per la formazione dei lavoratori (21 dicembre 2011) RUO FSRU Formazione Tecnico-Specialistica e Finanziata

L elearning nell Accordo Stato Regioni per la formazione dei lavoratori (21 dicembre 2011) RUO FSRU Formazione Tecnico-Specialistica e Finanziata L elearning nell Accordo Stato Regioni per la formazione dei lavoratori (21 dicembre 2011) Indice 2 1. L elearning nell Accordo Stato Regioni: applicabilità e requisiti 2. Sede e strumentazione 3. Programma

Dettagli

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di:

La piattaforma sicurezza.elis.org permette all'utente registrato di: Benvenuto nella piattaforma e-learning dedicata alla formazione in tema di Salute e Sicurezza. Nata per soddisfare le esigenze di decentramento delle attività di formazione, l ambiente di apprendimento

Dettagli

TITOLO DEL CORSO DESTINATARI ASPETTI METODOLOGICI ED ORGANIZZATIVI CONTENUTI

TITOLO DEL CORSO DESTINATARI ASPETTI METODOLOGICI ED ORGANIZZATIVI CONTENUTI REVIT: PROGETTARE CON IL BIM. Il corso è stato pensato per tutti coloro che si avvicinano per la prima volta a questo software e che vogliono imparare ad utilizzarlo per produrre tavole tecniche complete

Dettagli

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica

Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Sommario Strumenti per il supporto alla formazione a distanza e la didattica Introduzione al portale SSIS infofactory - Laboratorio di Intelligenza Artificiale - Univ. degli Studi di Udine 3-4 Dicembre

Dettagli

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso La piattaforma MOODLE Le risorse e le attività di un corso Università di Brescia 9/10 aprile 2013 Per iniziare Le sezioni Formato Settimanale vs. per Argomenti Numero di sezioni di un corso, visibilità

Dettagli

C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO

C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO C018 Corso di formazione per lavoratori IL RISCHIO ELETTRICO durata 3 ore Artt. 36-37 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 DESTINATARI DEL CORSO Il corso di formazione è destinato

Dettagli

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety

Manuale per l e-learning del Gruppo ECOSafety p1/21 Introduzione La piattaforma di e-learning è uno strumento didattico, con accesso ed utilizzo interamente web, che permette al docente in totale autonomia di pubblicare e rendere accessibile ai discenti

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

Nuova Piattaforma Formazione a Distanza. Le regole di utilizzo

Nuova Piattaforma Formazione a Distanza. Le regole di utilizzo Nuova Piattaforma Formazione a Distanza Le regole di utilizzo LA STRUTTURA DEI CORSI Il catalogo formativo prevede per ogni utente di Agenzia un percorso formativo determinato sulla base del ruolo NewAge

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO 2

LINEE DI INDIRIZZO 2 LINEE DI INDIRIZZO 2 ATTIVITÀ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA A DISTANZA PER L APPRENDIMENTO NON FORMALE 1. Attività di Formazione a distanza (FAD) 1.1. La formazione a distanza (FAD) consiste nell

Dettagli

Syllabus P.E.K.I.T. CAD

Syllabus P.E.K.I.T. CAD Syllabus P.E.K.I.T. CAD 1 Fase 1 Concetti di base 1.1 Cominciare a lavorare 1.1.1 Campi di applicazioni del CAD Sistemi di disegno tecnico computerizzato (CAE, CAM, GIS) Autodesk e le versioni di AutoCAD,

Dettagli

file://c:\documents%20and%20settings\maria\documenti\istruzioni_corso_elearning\istruzioni%20corso1.htm

file://c:\documents%20and%20settings\maria\documenti\istruzioni_corso_elearning\istruzioni%20corso1.htm Pagina 1 di 17 ISTRUZIONI PER LA FRUIZIONE DEL CORSO Qui trovi le spiegazioni sull utilizzo di questa piattaforma per la fruizione del corso che hai scelto, suddivise in schermate così come ti appaiono

Dettagli

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina A cura di Novella Caterina 1 RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI 1.1 Premessa di scenario 1.2 Finalità 1.3 Destinatari del corso 1.4 Obiettivi 1.5 Target di riferimento 1.6 Referenti di progetto manager (Pm) si

Dettagli

E-LEARNING PER LA FORMAZIONE

E-LEARNING PER LA FORMAZIONE E-LEARNING PER LA FORMAZIONE LA PIATTAFORMA S-LEARNING AiFOS Frutto di una costante ricerca ed esperienza nel campo della formazione in aula ed in azienda, S-learning è un sistema innovativo integrato

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti

AREA STUDENTI. Manuale d'uso. Rielaborazione del. Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti AREA STUDENTI Manuale d'uso Rielaborazione del Claroline 1.3 - Manuale per gli Studenti Edizione: 01 Revisione: 00 Release software: 1.8.3 Data: 30/03/2007 ELEARNING SYSTEM ITIS A. Einstein - MANUALE STUDENTI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag. 1 di 8 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina Tecnologie informatiche a.s. 2015/2016 Classe: 1 a Sez. Q,R,S Docente : Prof. Emanuele Ghironi / Prof.Davide Colella Pag. 2 di 8 PERCORSI MULTIDISCIPLINARI/INTERDISCIPLINARI

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI]

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] 2014 FONDAZIONE ANGELO COLOCCI [AREA RISERVATA - STUDENTI] Cosa è. Il portale Docebo è una piattaforma E-Learning e un Content Management System Open Source che La Fondazione Angelo Colocci ha deciso di

Dettagli

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI

IAMP ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI ISTITUTO AVANZATO MULTIPROGETTO IL FUTURO E QUI E-LEARNING + ON LINE - costi + RISULTATI PROGETTO PRESENTAZIONE GENERALE è un marchio commerciale di Studio Mandelli S.r.l., società specializzata in servizi

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

E-learning con Docebo

E-learning con Docebo E-learning con Docebo Introduzione La suite Doceboè un progetto open source completamentegratuito che mette a disposizione: LMS (Learning Management System) CMS(Content Management System) Mydocebo( la

Dettagli

Specifiche tecniche. La piattaforma deve soddisfare i seguenti requisiti:

Specifiche tecniche. La piattaforma deve soddisfare i seguenti requisiti: Allegato A Specifiche tecniche 1) Obiettivi 2) Formazione in modalità e-learning 3) Requisiti Front Office del sistema 4) Requisiti Back Office del sistema 5) Fase di monitoraggio formazione 6) Videolezioni

Dettagli

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti

STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti STUDIUM.UniCT Tutorial per gli studenti Studium.UniCT Tutorial Studenti v. 6 06/03/2014 Pagina 1 Sommario 1. COS È STUDIUM.UniCT... 3 2. COME ACCEDERE A STUDIUM.UniCT... 3 3. COME PERSONALIZZARE IL PROFILO...

Dettagli

E-learning Guida pratica all utilizzo

E-learning Guida pratica all utilizzo E-learning Guida pratica all utilizzo Riccardo Picen 2014-2015 Sommario Cos è MOODLE?... 2 Come collegarsi alla pagina dei servizi... 2 PIATTAFORMA E-LEARNING... 3 1. Effettuare la registrazione (valida

Dettagli

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C.

Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Classe G6 Piero Pelosi Relazione finale Esperienza Didattica Avanzata II Anno Moodle in Classe M.I.C. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti http://moodlevarrone.netsons.org/moodle/

Dettagli

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5

SOMMARIO. www.trustonline.org. 1. Introduzione 3. 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3. 2.1. Amministrazione degli utenti 5 www.trustonline.org SOMMARIO 1. Introduzione 3 2. Caratteristiche generali della piattaforma 3 2.1. Amministrazione degli utenti 5 2.2. Caricamento dei corsi 5 2.3. Publishing 6 2.4. Navigazione del corso

Dettagli

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE

GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE GUIDA DOCENTE PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE Università degli Studi di Bergamo Centro per le Tecnologie Didattiche e la Comunicazione GUIDA ANALITICA PER ARGOMENTI ACCESSO...2 RISORSE e ATTIVITA - Introduzione...5

Dettagli

LEARNING OBJECTS Progettare e realizzare oggetti di apprendimento

LEARNING OBJECTS Progettare e realizzare oggetti di apprendimento Un progetto di innovazione didattica dell Istituto Comprensivo Statale "Galileo Galilei" - Pieve a Nievole Lezione 3 LEARNING OBJECTS Progettare e realizzare oggetti di apprendimento a cura di Carlo Mariani

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

General english cartoon based Corso online curriculare di lingua inglese

General english cartoon based Corso online curriculare di lingua inglese General english cartoon based Corso online curriculare di lingua inglese Overview Corso multimediale pensato per utenti che, indipendentemente dal livello iniziale di padronanza della lingua, vogliano

Dettagli

CAD 2D/3D E RENDERING

CAD 2D/3D E RENDERING FFA CAD 2D/3D E RENDERING OBIETTIVI Il corso si propone di fornire agli allievi le abilità pratiche necessarie per una corretta formazione relativa all uso professionale di AUTOCAD 2D, 3D e RENDERING con

Dettagli

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE

LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE LA FUNZIONE DEL TUTOR NEI PROCESSI DI FORMAZIONE La formazione degli adulti Condurre gruppi di lavoro di adulti professionalizzati Il ruolo del tutor nella formazione degli adulti Le caratteristiche della

Dettagli

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Corsista Indice Premessa Accesso alla piattaforma di gestione dei corsi I miei corsi Finestra di inizio lavoro Il menù di selezione Gestione sessioni

Dettagli

Windchill PDMLink 9.0/9.1 Guida al curriculum

Windchill PDMLink 9.0/9.1 Guida al curriculum Windchill PDMLink 9.0/9.1 Guida al curriculum NOTA: per una rappresentazione grafica del curriculum in base al ruolo professionale, visitare la pagina: http://www.ptc.com/services/edserv/learning/paths/ptc/pdm_90.htm

Dettagli

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Esperto

VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Esperto VADEMECUM PIATTAFORMA DOCEBO Operazioni del Docente Esperto Indice Premessa Accesso alla piattaforma di gestione dei corsi I miei corsi Finestra di inizio lavoro Il menù di selezione Gestione sessioni

Dettagli

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica learning nella didattica Il presente documento propone la struttura e i contenuti di un possibile documento relativo alle linee guida sull uso dell elearning nell ambito delle attività didattiche con riferimento

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI EDUCAZIONE ECNICA Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la Formazione

Dettagli

SOFTWARE CATIA V5 CORSO DI FORMAZIONE

SOFTWARE CATIA V5 CORSO DI FORMAZIONE SOFTWARE CATIA V5 CORSO DI FORMAZIONE SOFTWARE CATIA V5 CORSO DI FORMAZIONE Il successo e la professionalità delle Aziende Italiane che offrono servizi e prodotti altamente qualificati nel campo della

Dettagli

applicazione strategica per le università

applicazione strategica per le università E-learning applicazione strategica per le università Enrico Cavalli Università degli Studi di Bergamo Strategie dell e-business Università degli Studi di Bergamo 5-6 giugno 2002 e-learning E-learning Distance

Dettagli

www.formazionepro.it

www.formazionepro.it www.formazionepro.it 2 La piattaforma E-Learning Analist Group presenta la piattaforma dedicata alla Formazione a Distanza FAD (E-Learning). La piattaforma FormazionePro utilizza le più moderne tecnologie

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica

Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Sculture dinamiche - classe 3^ Meccanica-meccatronica Prodotti Progetto e prototipo di scultura dinamica 1 A - Utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Ottobre 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del

Dettagli

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per docenti

Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari. Guida all utilizzo di moodle per docenti Guida all utilizzo a cura di Francesco Lattari Indice Come collegarsi p. 02 Come effettuare il login p. 03 LaHome del docente p. 04 Header e Funzionalità p. 05 Preferenze del Profilo Utente p. 07 Il Calendario

Dettagli

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA MATERIA INFORMATICA CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: IL COMPUTER: CONCETTI DI BASE - Saper far funzionare correttamente il computer - Sapersi muovere

Dettagli

Corsi di formazione E-Learning per i Lavoratori, i Dirigenti ed i Preposti per la Sicurezza dell Agenzia

Corsi di formazione E-Learning per i Lavoratori, i Dirigenti ed i Preposti per la Sicurezza dell Agenzia Corsi di formazione E-Learning per i Lavoratori, i Dirigenti ed i Preposti per la Sicurezza dell Agenzia Ai sensi dell Art. 37 del D.Lgs. 81/2008 (integrato dal D.Lgs. 106/2009), ed erogati secondo l Accordo

Dettagli

Formazione in rete e apprendimento collaborativo

Formazione in rete e apprendimento collaborativo Formazione in rete e apprendimento collaborativo Ballor Fabio Settembre 2003 Cos è l e-learning Il termine e-learning comprende tutte quelle attività formative che si svolgono tramite la rete (Internet

Dettagli

LE NUOVE NORME UNI-TS 11300 PARTE 1 E PARTE 2

LE NUOVE NORME UNI-TS 11300 PARTE 1 E PARTE 2 Corso di Formazione On-Line In collaborazione con il CNPI 8 Crediti LE NUOVE NORME UNI-TS 11300 PARTE 1 E PARTE 2 Docente: prof. Vincenzo Corrado - Politecnico di Torino Durata del corso: 8 ORE Al corso

Dettagli

E-tutor: competenze per la formazione online

E-tutor: competenze per la formazione online Progetto Speciale Multiasse La Società della Conoscenza in Abruzzo PO FSE Abruzzo 2007-2013 Piano degli interventi 2011-2012-2013 INTERVENTO B) Formazione online per le aziende SYLLABUS E-tutor: competenze

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. Patrizia

Dettagli

TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY

TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY TELESKILL ITALIA DESCRIZIONE SINTETICA DELLA LEARNING COMMUNITY Giugno 2010 Teleskill Learning Community Teleskill Learning Community è un portale on-line che consente al cliente di gestire

Dettagli

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE DIDATTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO TESI DI LAUREA TRIENNALE IN COMUNICAZIONE DIGITALE AMBIENTI DI APPRENDIMENTO: SPERIMENTAZIONE DI WebCeM COME STRUMENTO DI SUPPORTO ALLO STUDIO E ALLA CREAZIONE DI MATERIALE

Dettagli

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano Apertura iscrizioni master online in tecnologie per la didattica Prof. Paolo Paolini Politecnico di Milano HOC-LAB Viale Rimembranze di Lambrate 14 20134 MILANO Al Dirigente scolastico Milano, 2 Dicembre

Dettagli

Costruire corsi online con Moodle

Costruire corsi online con Moodle Agenzia per la valorizzazione dell individuo nelle organizzazioni di servizio Corso di formazione Costruire corsi online con Moodle Sito internet: www.avios.it E-mail: avios@avios.it Destinatari Obiettivi

Dettagli