Intervento riabilitativo precoce Squiggles Early Activity e Early Sitting,

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Intervento riabilitativo precoce Squiggles Early Activity e Early Sitting,"

Transcript

1

2 Intervento riabilitativo precoce Il gioco è un momento di scoperta per i bambini piccoli ed i neonati, li aiuta a crescere e a sviluppare le facoltà cognitive. I bambini con bisogni speciali hanno a volte, purtroppo, delle opportunità limitate di gioco. I Sistemi di postura Squiggles Early Activity e Early Sitting, appositamente realizzati per bambini molto piccoli e neonati da 0 a 48 mesi, sono tra i più stimolanti della nostra gamma di prodotti. I sistemi di postura Early Activity e Early Sitting stimolano i bambini attraverso il gioco e al tempo stesso sono un ausilio indispensabile per prevenire l'insorgenza di problemi posturali maggiori. L'efficacia del sistema Early Activity è migliore quando viene integrata da un programma di sviluppo dell attività motoria realizzato in sinergia tra terapisti genitori e caregivers. Entrambi i sistemi di postura sono in grado di massimizzare le potenzialità motorie dei bambini, con benefici sia immediati che a lungo termine. Anche i genitori si rendono conto immediatamente di come questi sistemi di postura siano in grado di offrire, da subito, ai loro bambini la possibilità di apprendere ed interagire con l'ambiente circostante. James Leckey

3 Sistema di postura Squiggles Early Activity Nei primi tre anni di vita la crescita cognitiva e fisiologica è molto intensa, per questo è fondamentale offrire il massimo aiuto e supporto possibile partendo proprio dal semplice concetto di movimento. Ogni attività nella primissima infanzia stimola lo sviluppo fisico, cognitivo e sensoriale del bambino, facendo emergere le sue potenzialità e preparandolo ad affrontare il futuro nel miglior modo possibile. Il sistema di postura Early Activity * è stato realizzato per essere utilizzato dai genitori e dai terapisti per dare ai bambini, che hanno bisogni speciali, opportunità di apprendimento e di sviluppo per tutto il ciclo di vita che copre la prima infanzia. Il processo di sviluppo Imparare a muoversi richiede tanto esercizio, il sistema di postura Early Activity è stato studiato appositamente per stimolare una serie di attività basilari in 5 posizioni chiave : posizione supina, posizione prona, posizione laterale, posizione seduta a terra con le gambe distese, posizione genuflessa a quattro punti. Il sistema aiuta il bambino a mantenere una posizione sicura e confortevole che gli permette di praticare una sequenza di attività molto più ampia rispetto a quelle che altrimenti riuscirebbe a svolgere.

4 Perchè l assistenza nella prima infanzia è così importante? Lo sviluppo dell essere umano nella prima infanzia è un processo fantastico ma incredibilmente complicato. Qualsiasi cosa che il neonato vede, sente e tocca lo aiuta nel suo sviluppo. Le cosiddette pietre miliari dello sviluppo psico-motorio possono rappresentare però una sfida ancora più complicata per i bambini con bisogni speciali. Abbiamo sviluppato il sistema Early Activity lavorando in sinergia con i genitori ed i terapisti per aiutare i bambini a massimizzare le loro potenzialità fin dalle prime occasioni. Attraverso il gioco ed il divertimento si cerca di stimolare con l ausilio di questo sistema posturale il bambino ad una serie di attività motorie che rientrano nelle 5 posizioni chiave di cui sopra, studiando anche come permettergli il passaggio da una posizione all altra. L importanza del gioco Facilmente si dimentica la fondamentale importanza del gioco nello sviluppo infantile e, troppo spesso, i bambini con bisogni speciali hanno limitate opportunità di gioco.si cerca allora di agevolare la scoperta e l esplorazione dell ambiente che li circonda attraverso l attività motoria, estremamente importante per il loro sviluppo. Il gioco non incoraggia solo lo sviluppo fisico, cognitivo e sensoriale, ma aumenta anche l autostima. La conoscenza è di basilare importanza E importante per i genitori capire quali siano esattamente le fasi di sviluppo dei loro bambini per incoraggiarli alla crescita. Sia i genitori che i care givers possono partecipare al programma di attività, lavorando insieme ai piccoli per far "emergere" i loro interessi, trovando uno spunto per intrattenerli, e contemporaneamente motivarli nel loro sviluppo psico-fisico. I genitori ed i fisioterapisti possono inoltre operare in sinergia per stabilire una sorta di gioco, di routine quotidiana, che incoraggi lo sviluppo cognitivo e sensoriale, aiutando il bambino in quei contesti che per lui sono meno semplici da affrontare rispetto ad altri. Preparazione iniziale Il sistema Squiggles Early Activity è costituito da un kit di supporti posturali versatili e flessibili, che vengono fissati su un apposito materassino-base tramite velcro ed utilizzati per realizzare un programma posturale completo sia a casa che a scuola. Parte intergrante e fondamentale di questo sistema di postura è il manuale riabilitativo. Illustrato con disegni di immediata comprensione e accompagnato da un testo semplice e chiaro, può essere utilizzato dal terapista, dai genitori e dai care givers per raggiungere obiettivi decisivi per lo sviluppo, fisico, sensoriale e cognitivo del bambino. Il controllo del capo, del tronco, la coordinazione oculo-manuale, la percezione spaziale, l equilibrio e la forza fisica sono solo alcuni dei punti su cui lavorare anche se, volutamente, non sono stati fissati dei limiti o degli obiettivi precisi; scoprirete come i risultati migliori si ottengano con l'uso dei diversi elementi dei kit, nel modo che si adatta meglio alle esigenze del singolo bambino. Tuttavia è importante che i genitori lavorino costantemente in sinergia con il fisioterapista che segue il bambino per capire quali siano le posizioni migliori da far assumere al piccolo. Suggeriamo a genitori, care givers e, soprattutto, ai terapisti di vedere il sistema Squiggle Early Activity prima di tutto come uno strumento di lavoro versatile ed estremamente semplice. E non dimenticatevi che i bambini imparano più velocemente giocando e divertendosi!!!!! Quali opportunità offre il prodotto Stimola ed incoraggia terapisti, assistenti e genitori ad operare in sinergia. Rappresenta, per bambini con bisogni speciali, la prima opportunità di poter sperimentare modelli di movimento organizzato. Attraverso il gioco vengono stimolati i processi di sviluppo psico-motorio di base e si rafforza l apparato muscolare sviluppandone la coordinazione. Gli obiettivi possono essere suddivisi in diversi livelli più semplici da raggiungere e quindi più stimolanti. Agevola lo sviluppo della sequenza dei movimenti funzionali di base.

5 Sistema di postura Early Activity Questo sistema è stato ideato per consentire un numero infinito di combinazioni posturali. Per ogni elemento del kit, tutti contenuti nella pratica e bella borsa che ne facilita il trasporto, vi indichiamo ora le caratteristiche principali di utilizzo. Materassino imbottito Ricoperto da un soffice strato in Velcro, permette di applicare o rimuovere velocemente e agevolmente i supporti posturali. Uno strato in Velcro, collocato anche nella parte inferiore del materassino, consente, eventualmente, di utilizzare anche altre opzioni posturali supplementari. Il materassino può essere lavato a 40 gradi. Supporti cilindrici flessibili I quattro supporti cilindrici sono disponibili in due misure e possono essere applicati sopra o sotto il materassino; possono essere usati singolarmente o in combinazione con altri elementi posturali. Cinghie di fissaggio Si usano generalmente insieme ai supporti cilindrici come sostegno aggiuntivo, anteriore, laterale o posteriore. In alternativa si possono usare anche da sole per un contenimento minimo e comunque segmentale. Poggiatesta E sagomato in modo da sostenere la testa anche in decubito laterale. Può essere usato singolarmente o insieme agli elementi di contenimento laterali che risultano essere molto pratici per la postura supina o laterale. Cuscino a cuneo Progettato per offrire un supporto toracale in posizione prona, può essere utilizzato anche come supporto per il capo (sotto la testa), in posizione supina, oppure come supporto per il bacino in posizione seduta (insieme agli altri supporti per la postura seduta) per permettere un leggero basculamento anteriore o posteriore e lavorare quindi sull'anteposizione o retroposizione delle pelvi. Unità di postura per il bacino Elemento fondamentale per il raggiungimento progressivo della postura seduta, può essere utilizzato in associazione con altri elementi del kit per offrire diversi gradi di contenimento e di sostegno anteriore, posteriore o laterale. La stabilizzazione del bacino permette un miglior controllo della parte superiore del tronco e del capo, favorendo l'attività degli arti superiori. Tessuto Il tessuto usato per rivestire i supporti posturali è di alta qualità, circa 100 volte più resistente rispetto al normale vinile. Questo tessuto mantiente inalterate, anche dopo un uso intenso, le sue proprietà antibatteriche e antifungine. E' morbido al tatto e facile da pulire. 1 x Materassino imbottito 1x Cuscino a cuneo 1x Unità di postura per il bacino 1 x Poggiatesta 2 x Cinghie di fissaggio 4 x Supporti cilindrici flessibili

6 Il manuale "Activity development programme" E' un elemento dell'early Activity System, realizzato per essere complementare al sistema di postura, in cui viene spiegata nel dettaglio l'importanza dell'assistenza fin dai primi giorni di vita per quei bambini che hanno bisogno di cura e assistenza speciali. Viene offerta inoltre una guida all uso di ogni singolo supporto posturale presente nel kit e vengono proposte delle semplici attività da realizzare attraverso il gioco. Il programma offre a terapisti, assistenti e genitori uno schema d base su cui cominciare a costruire un percorso personalizzato di apprendimento psicomotorio a tappe. Nella prima parte viene descritta brevemente la ricerca svolta prima della realizzazione del prodotto e di quella fatta successivamente per verificare le potenzialità dello stesso, una volta creato il prototipo. E' importante sottolineare il prezioso contributo che i terapisti e i genitori coinvolti hanno dato al prodotto e alla stesura del manuale. La seconda parte si incentra sulle attività di gioco, mirate allo sviluppo psico-motorio, da poter svolgere nelle seguenti posizioni: Supina, Prona, Laterale, Seduta a terra a gambe distese, Posizione genuflessa a 4 punti (mani e ginocchia) Considerando anche le fasi di passaggio da una posizione all'altra. Ogni attività è spiegata dettagliatamente, specificando le ragioni cliniche per lo svolgimento delle stesse, oltre agli obiettivi fisici, cognitivi e sensoriali. Sono suggerite anche alcune linee guida per le diverse posture, anche se è chiaro che spetta al terapista che segue il bambino indicare quelle più appropriate. Con i vari elementi del sistema di postura Early Activity, si impara ad inventare"; la semplicità, infatti, di ogni componente permette al sistema di essere facilmente adattato alle esigenze individuali del bambino, che via via si modificano. E facile poter registrare i progressi del bambino: Il programma contiene uno schema organizzativo dettagliato in cui devono, essere specificate la durata e la frequenza di tutte le attività praticate a casa o a scuola. In questo modo tutti gli obiettivi ed I risultati raggiunti dal bambino possono venire agevolmente analizzati e discussi sia dai genitori che dal personale riabilitativo, che possono così operare in sinergia. Esempio (vedi disegno e didascalia indicati di seguito, a lato) Pagina di esercitazione: Programma di sviluppo dell'attività: A. Il manuale "Activity development programme" è disponibile in un pratico opuscolo ad anelli per una più agevole consultazione B. Posizione Viene mostrata la posizione da far assumere al bambino per poter svolgere l'attività proposta. C. Numerazione progressiva dell attività proposta -Identifica una particolare attività e le singole posizioni della stessa. D. Descrizione Una guida semplice ma dettagliata su come effettuare ciascuna attività. E. Frequenza Quanto volte un'attività può essere svolta in un giorno. F. Durata Quanto tempo deve durare quella specifica attività. G. Osservazioni Idee, suggerimenti per rendere l attività più divertente ed in alcuni casi più semplice per il bambino. H. Illustrazioni Posizione suggerita per aiutare Il bambino a praticare quella determinata attività. A B C D E F G H 1. Disteso sulla schiena (supino) Attività proposta 4 Sostenete i piedi del bambino ed aiutatelo a calciare o a far la "bicicletta"con le gambine. Questo lo aiuterà a rafforzare l'addome, le gambe ed i piedi, oltre che il movimento nel suo insieme. Questa attività è fondamentale per imparare a muoversi sostenendo il peso del proprio corpo. La maggior parte delle attività proposte possono includere una componente sensoriale utilizzando giocattoli con sonaglio o musicali, palline con colori brillanti e superficie ruvida, oggetti morbidi o più rigidi... tutto questo per stimolare la vista, l'udito e le sensazioni tattili del bimbo. Se siete in un ambiente sufficientemente riscaldato provate a lasciare il bambino a corpo nudo oppure il più possibile svestito in modo che tutto il corpo possa ricevere il massimo grado di stimolazioni afferenziali. Il terapista vi fornirà tutte le indicazioni utili riguardo alla tolleranza sensoriale e percettiva del vostro bambino. Durata Frequenza

7

8 Early Sitting System Progettato specificatamente per bambini dai 18 ai 48 mesi, il Sistema di postura Early Sitting * offre un impareggiabile strumento di lavoro al terapista per impostare un precoce programma terapeutico di acquisizione progressiva della postura seduta. Le cinghie di cui è dotato permettono di fissarlo ad una comune sedia da pranzo per offrire maggiore stabilità durante l'assunzione del pasto o per facilitare lo svolgimento di attività attentive in qualsiasi altro contesto. Il design essenziale e l'estrema versatilità ne fanno un ausilio che agevola un'effettiva interazione con gli altri bambini. La postura seduta è una posizione assolutamente importante per i bambini piccoli: stimola lo sviluppo del controllo dei movimenti del capo e garantisce la stabilità apprpriata per poter gestire meglio la motricità degli arti superiori. La postura seduta favorisce l interazione con l ambiente circostante e agisce da "facilitatore" per la comunicazione. Per raggiungere un buon equilibrio in posizione seduta, il bambino deve imparare a spostare il proprio peso in avanti, indietro o lateralmente e il sistema di postura Early Sitting è stato sviluppato per acquisire progressivamente la stabilità pelvica di cui i bambini con bisogni speciali necessitano. Questo prodotto modulare è costituito da un'unità di postura per il bacino, un'unità di postura dinamica per il tronco, un appoggiagambe a contenimento laterale ed una serie di altri supporti posturali che agevolano il raggiungimento di tre obiettivi terapeutici: La postura dinamica La postura a gambe distese (long sitting) e a gambe flesse La postura in posizione basculata

9 La postura dinamica La struttura leggera ma estremamente robusta dell'unità di postura del bacino offre ai bambini il supporto necessario per mantenere una postura seduta assolutamente stabile. L'unità di postura dinamica per il tronco permette il movimento sufficiente per stimolare i bambini ad esplorare l'ambiente che li circonda, sviluppando le giuste abilità fisiche, cognitive e sensoriali. Il range di flesso-estensione dell'unità di postura dinamica può essere regolato in varie posizioni o lasciato più libero agendo sulle apposite manopole. E' possibile anche una regolazione in altezza per offrire a ciascun bambino il grado più appropriato di supporto in quella fase del trattamento riabilitativo o per quella specifica attività. inserendo il cuneo di abduzione nell'unità di postura del bacino si permette l'abduzione e la rotazione esterna degli arti inferiori migliorando la stabilità generale. Se è necessario un ulteriore contenimento anteriore, il tavolino imbottito, regolabile in inclinazione e in altezza, può diventare, oltrechè un ottimo supporto, una superficie funzionale perfetta per svolgere attività manipolatorie e di stimolazione tattile. La postura a gambe distese (long sitting) e a gambe flesse La postura a gambe distese (long sitting), è una posizione "classica" usata nel trattamento riabilitativo per estendere la muscolatura posteriore degli arti inferiori e per agevolare una maggiore stabilità in posizione seduta grazie alla base "allargata" di appoggio. Il sistema di postura Early Sitting può essere dotato di appoggiagambe a contenimento laterale a cui può essere fissato un cuneo abduttore e una cinghia di fissagio per favorire un posizionamento simmetrico degli arti inferiori. Se al posto dell'appoggiagambe a contenimento laterale si inserisce il supporto per la flessione degli arti inferiori (incluso nella dotazione base) si può ridurre l'angolo di apertura della cerniera pelvica ottenendo un effetto di stabilizzazione della posizione seduta stessa e si agisce prevenendo lo scivolamento anteriore del bacino. La postura in posizione basculata Stando seduti in questa posizione, il bacino viene a sua volta favorito nel basculamento anteriore e questa posizione viene usata per favorire l'estensione del tronco, lo sviluppo delle curve spinali e la stabilità del tronco, migliorandone la funzionalità. Per posizionare tutto il sistema di postura in questa posizione è sufficiente inserire la staffa di supporto per il basculamento anteriore presente nella configurazione base dell'early Sitting. Tessuto Il tessuto usato per rivestire i diversi supporti posturali è di alta qualità, circa 100 volte più resistente rispetto al normale vinile. Questo tessuto mantiene inalterate, anche dopo un uso intenso, le sue proprietà antibatteriche e antifungine. E' morbido al tatto e facile da pulire. Postura dinamica Postura a gambe distese e a gambe flesse postura in posizione basculata

10 Sistema Early Sitting Età da 18 mesi a 48 mesi Peso max dell'utente 17kg Altezza dell'utente Min 800mm Max 1100mm Unità postura bacino Larghezza Min 150mm Max 200mm Profondità Min 190mm Max 260mm Altezza contenimento posteriore 100mm Cinghia pelvica a quattro punti Circonferenza pelvica Min 500mm Max 570mm Unità di postura dinamica per il tronco Larghezza (misurata all'interno del supporto dinamico per il tronco) Min 160mm (con riduttori di larghezza) Max 220mm Altezza del supporto dinamico per il tronco Min 190mm Max 255mm Regolazione dell'inclinazione del supporto dinamico per il tronco da 75º a 115º Supporto per il basculamento anteriore Angolo di basculamento anteriore -15º Tavolino Superficie del piano di appoggio lunghezza 600 mm x larghezza 480 mm Regolazione altezza (altezza piano d'appoggio da terra) Min 240mm Max 280mm 414C89=31000 Unità posturale dinamica tronco-bacino con cinghia pelvica 415C89=SK300 Cuneo di abduzione 415S89=SK310 Supporto per la flessione arti inferiori 415S89=SK300 Tavolino imbottito con incavo, reg.in altezza e inclinazione 415S89=SK320 Riduttori di larghezza 415S89=SK330 Staffa di supporto per basculamento anteriore 415S89=SK340 Appoggiagambe a contenimento laterale regolazione appoggiagambe a contenimento laterale regolazione dell'inclinazione del supporto dinamico per il tronco cinghie di fissaggio alla sedia

11 Caso di studio La Leckey ha come scopo principale quello di realizzare i migliori prodotti al fine di soddisfare le esigenze dei bambini con bisogni speciali. Vogliamo che genitori, terapisti e in primis i bambini prendano confidenza con i nostri prodotti, sperimentandone l'efficacia. Per questo abbiamo realizzato un programma di Raccolta di Casi di Studio. I "Casi di studio" sono storie individuali di bambini, raccolte secondo un protocollo valutativo ben preciso dalle famiglie dei bambini stessi e dai medici e terapisti che li seguono dal punto di vista riabilitativo. E' un metodo di ricerca per misurare i progressi che stanno facendo i bambini e per poterli documentare permettendo ad altri bambini, famiglie e terapisti di poter condividere le esperienze fatte da altri. In questo modo, inoltre, viene dimostrata la funzionalità dei prodotti e questo è importante per medici e terapisti per giustificare la bontà degli investimenti fatti prescrivendoli. A noi produttori permette di identificare meglio le migliorìe da apportare ai prodotti o le aree di sviluppo per nuovi ausili su cui concentrarsi. Conosciamo Janae Janae ha solo 6 mesi di vita. È nata prematura di 10 settimane con una seria emorragia celebrale. In seguito a questa e alla nascita prematura, Janae ha evidenziato problemi cardiaci e respiratori; a successivi accertamenti diagnostici ha mostrato notevoli rischi di sviluppare una paresi celebrale abbastanza seria. La valutazione di Janae Janae è stata valutata dalla fisioterapista che ha riscontrato un ipertono generalizzato che riduceva di molto la capacità flessoria degli arti. Non era in grado di respirare adeguatamente in posizione prona, di sorreggere il capo contro la forza di gravità, o di girare la testa da una parte all'altra. Infatti Janae preferiva tenere la testa girata verso destra e questo stava creando problemi muscolari sempre più evidenti. Le manine di Janae erano chiuse a pugno e lei non era in grado di portarle al centro,lungo la linea mediana, di allungarle o portarle alla bocca. Gli scopi del trattamento riabilitativo Gli scopi iniziali della terapista di Janae furono quelli di rafforzare i muscoli del collo e del tronco, migliorare il controllo della testa, migliorare la sua tolleranza della posizione prona (in modo tale che fosse in grado di avere una adeguata attività respiratoria) ed introdurre, progressivamente, il sostegno del peso sulle mani e le braccia ( posizione a carponi). Obiettivi del trattamento riabilitativo Gli obiettivi sono stati concordati e dichiarati preventivamente dalla terapista di Janae insieme alla sua assistente, e basati sugli elementi emersi durante la valutazione e sugli scopi del trattamento. Distesa sull'addome Janae girerà la testa su un lato per liberare le vie respiratorie. Nella posizione distesa sulla schiena (supina) e distesa su un fianco Janae porterà le mani insieme sulla linea mediana (con un eventuale aiuto per raggiungere questo obiettivo) e manterrà questa posizione per 3-5 secondi in almeno due prove su tre. Nella posizione seduta, leggermente inclinata, con l ausilio dell unità di postura per il bacino, Janae girerà la testa per mezzo giro per seguire il percorso del giocattolo in almeno due prove su tre. Pianificazione del trattamento In accordo con le assistenti di Janae, la terapista ha strutturato un programma individuale di trattamento che prevede l utilizzo dell Early Activity System per raggiungere questi obiettivi nel lasso di tempo di quattro settimane. 1. In posizione prona La terapista ha usato il cuscino a cuneo sotto il tronco per sostenerne lo sterno. In questa posizione Janae era in grado di sostenere il proprio peso grazie ai suoi arti inferiori. L'aggiunta dei cuscinetti imbottiti tra le ginocchia di Janae, le permettevano di mantenere una posizione simmetrica stimolando, al tempo stesso, un adeguato sviluppo a livello articolare. 2. In posizione supina Questa posizione è stata usata per stimolare Jeane ad avere una migliore percezione della linea mediana. Sono stati posizionati il rullo flessibile, le cinghie di fissaggio ed il supporto per il capo sul lato destro, in modo da stimolare la bambina a voltarsi verso sinistra 3. Distesa su un fianco La posizione distesa su un fianco è stata usata per distendere i muscoli del collo di Janae, stimolare l osservazione visiva bilaterale e per utilizzare la gravità per portare la parte superiore del braccio e della mano verso il basso lungo la linea mediana, stimolando le dita a muoversi per giocare. 4&5. Posizione seduta La prima foto mostra Janae durante l uso dell unità di postura per il bacino, dotato di un ulteriore supporto per il capo. I giocattoli sono fissati al rullo flessibile per stimolare lo sguardo di osservazione di Janae. Osservando la sua capacità di ruotare il capo, la terapista di Janae commenta: La sua capacità di osservazione sul lato sinistro è aumentata nel giro di soli due giorni, trasformandosi in sole 3 settimane nell abilità di osservare e contemporaneamente di voltare il capo. La seconda immagine mostra Janae in posizione seduta senza l ausilio del supporto posteriore per il capo e senza il supporto del rullo flessibile anteriore. In questa posizione il collo di Janae ed i muscoli del tronco si sono rinforzati. Il controllo del movimento oculare è migliorato. La stabilizzazione del tronco le permette di oscillare in avanti e le mani riescono a mantenersi in posizione centrale e ad iniziare così a raggiungere per la prima volta i giocattoli da sola Prima valutazione a posteriori A quattro settimane dall inizio del programma terapeutico, facendo una valutazione attenta dei progressi e tenendo conto degli obiettivi prefissati da parte degli assistenti e della terapista, si è potuto valutare che Janae ha raggiunto i risultati che ci si era prefissati. Janae sta tuttora usando l Early Activity System per lavorare al raggiungimento dei successivi obiettivi terapeutici. Si può tranquillamente affermare che le sue capacità fisiche, cognitive e sensoriali sono in continuo miglioramento Altre informazioni Se volete saperne di più, potere consultare il sito Ringraziamenti La Leckey vuole ringraziare Janae, la sua assistente e Ginny Paleg (PT, Maryland US) per aver gentilmente concesso l'utilizzo del loro caso di studio

12 Materiale informativo per la raccolta di Casi di Studio Il nostro materiale informativo per la raccolta di Casi di Studio è stato realizzato per supportarvi nel vostro lavoro iniziale con i suggerimenti e l assistenza pratica dei nostri terapisti specializzati. Contattateci all indirizzo per richiedere il pacchetto informativo

13 Otto Bock Italia srl us. Via Filippo Turati, Budrio (BO) Tel Fax Squiggles è un marchio registrato

Leckey Classic. Focalizzati sul bambino e clinicamente appropriati, è il nostro obiettivo.

Leckey Classic. Focalizzati sul bambino e clinicamente appropriati, è il nostro obiettivo. Leckey Classic Quando progettiamo i notri prodotti pensiamo prima di tutto al vostro bambino: il nostro approccio non si limita al dimensionamento delle singole parti o degli accessori, in base al peso

Dettagli

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti

Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti Unità didattica 2: Mobilitazioni e Spostamenti In questa unità didattica si impara come si può aiutare una persona a muoversi, quando questa persona non può farlo in modo autonomo. Quindi, è necessario

Dettagli

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini

L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini L allenamento posturale per il Biker di Saverio Ottolini Saverio Ottolini L allenamento posturale per il biker www.mtbpassione.com L allenamento posturale per il biker Per chi si allena e gareggia in Mountain

Dettagli

Imparare a scrivere 4/5 ANNI. Dai punti alla linea. Linee e decorazione. Dalla linea alla lettera. Da fare a casa

Imparare a scrivere 4/5 ANNI. Dai punti alla linea. Linee e decorazione. Dalla linea alla lettera. Da fare a casa A R U T IT R C S I D O N IL MIO QUADER Imparare a scrivere 4/5 ANNI Dai punti alla linea Linee e decorazione Dalla linea alla lettera Da fare a casa 2 Dalla scuola a casa Dalla scuola a casa Cari genitori,

Dettagli

Consigli posturali per il neonato - lattante. Come favorire uno sviluppo simmetrico del capo

Consigli posturali per il neonato - lattante. Come favorire uno sviluppo simmetrico del capo Consigli posturali per il neonato - lattante Come favorire uno sviluppo simmetrico del capo Nel 1992, l American Academy of Pediatrics (AAP) pubblicò alcune raccomandazioni sulla necessità di porre i neonati

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

con rotazione destra e inclinazione sinistra

con rotazione destra e inclinazione sinistra Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Unità Riabilit. Gravi Disabilità Infantili Dott. A. Ferrari - Direttore Torcicollo con rotazione destra e inclinazione sinistra 1 A cura di: Giulia Borelli,

Dettagli

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO

MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO MESOCICLO ARBITRI PERIODO AGONISTICO (Modulo) 10' Corsa (Borg 2-3) Inserendo anche corsa laterale 5' Stretching Dinamico 5' Andature (Skip, Corsa, Calciata, Scivolamenti laterali ecc. 3x10m) 3x Allungo

Dettagli

Sedute/STINGRAY pagina 14. stingraytm

Sedute/STINGRAY pagina 14. stingraytm Sedute/STINGRAY pagina 14 stingraytm Stingray è un sistema per consentire una appropriata postura seduta, personalizzabile, ai bambini con gravi problemi motori, prevalentemente per gli spostamenti esterni.

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Il tratto cervicale è la prima parte della colonna vertebrale. Quando si parla di cervicalgia si intende un dolore a livello del collo che

Dettagli

Test per gli arti superiori

Test per gli arti superiori Test per gli arti superiori TF 1 Lancio della palla medica È uno dei più classici e semplici test per la forza, che si fa lanciando palle di vario peso. Chi è più alto è favorito perché ha leve più lunghe

Dettagli

Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof.

Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof. Unità Operativa di Medicina Riabilitativa DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE/RIABILITAZIONE - San Giorgio - Direttore: Prof. Nino Basaglia MODULO DIPARTIMENTALE ATTIVITÀ AMBULATORIALE Responsabile: Dott. Efisio

Dettagli

vivere serenamente la preparazione ad accogliere il nostro bambino cercando di coccolarci e di coccolare la creatura che cresce dentro di noi.

vivere serenamente la preparazione ad accogliere il nostro bambino cercando di coccolarci e di coccolare la creatura che cresce dentro di noi. Gravidanza: maneggiare con cura Molte amiche e colleghe abituate a fare attività fisica e con un idea piuttosto abituale della loro forma fisica, mi chiedono come io abbia affrontato le mie gravidanze

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

Guida alla terapia con Gloreha

Guida alla terapia con Gloreha Guida alla terapia con Gloreha Introduzione Questo documento vuole essere un supporto per tutti coloro che desiderano effettuare riabilitazione con Gloreha a casa propria. Non è un manuale d uso tecnico

Dettagli

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni

Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni Associazione Italiana Arbitri - AIA Settore Tecnico: Modulo Preparazione Atletica Esercizi per la Prevenzione degli Infortuni AIA CAN-D Stagione Agonistica 2010-2011 Prevenzione Infortuni Introduzione

Dettagli

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi

Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi 2012 Lo Stretching per il ciclista 17 semplici esercizi Una raccolta di esercizi specifici per chi pratica ciclismo a tutti i livelli dall'agonista al semplice cicloturista De Servi Giuseppe STUDIO BIOMEC

Dettagli

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE

CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE CAPSULITE ADESIVA ESERCIZI PER LA RIABILITAZIONE Esercizio nr. 1) Piegate il busto in avanti in modo che sia parallelo al pavimento ed appoggiatevi con il braccio sano ad uno sgabello o ad un tavolino.

Dettagli

Esercizi per la fatigue

Esercizi per la fatigue Esercizi per la fatigue È stato dimostrato che, praticando una costante e adeguata attività fisica, la sensazione di fatigue provata dal paziente si riduce notevolmente e che di conseguenza si ottiene

Dettagli

CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ICTORRIMPIETRA CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 A. IL CORPO E LE FUNZIONI SENSO-PERCETTIVE L alunno/a acquisisce consapevolezza di sé attraverso l ascolto e l osservazione del

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile.

Le principali cause del mal di schiena: 1. Postura scorretta quando si è seduti, al lavoro, in casa o in automobile. ESERCIZI PER LA SCHIENA La maggior parte delle persone che viene nel nostro centro soffre di dolori alla schiena. Vi consigliamo di leggere attentamente questo opuscolo e di attenervi il più possibile

Dettagli

la piattaforma per esercizi

la piattaforma per esercizi In forma con la piattaforma per esercizi Guida professionale al training quotidiano RICHIEDETE SOLO L O R I G I N A L E www.thera-band.it Indice Introduzione...3 La piattaforma per esercizi...4 Materiali

Dettagli

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA RIABILITAZIONE CARDIOVASCOLARE ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Una corretta attività fisica svolge un azione molto favorevole sull apparato cardiovascolare, riduce tutti i principali

Dettagli

RIABILITAZIONE DIMENSIONI DIMENSIONI

RIABILITAZIONE DIMENSIONI DIMENSIONI RIABILITAZIONE SPALLIERE E CORRIMANO Le spalliere sono attrezzi classici in una palestra. Oltre che per esercizi tradizionali, offrono appoggi a diverse altezze per l arto superiore. Sono in legno, disponibili

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO SCUOLE DELL INFANZIA DI LENO, CASTELLETTO E PORZANO PROGETTO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 RAGIONI DELLA SCELTA L acqua è un elemento fondamentale per la nostra vita. E importante

Dettagli

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA International Pbi S.p.A. Milano Copyright Pbi SETTEMBRE 1996 15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA Introduzione I muscoli e le articolazioni che danno sostegno alla nostra schiena spesso mancano

Dettagli

ww.chirurgiarticolare.it riproduzione vietata

ww.chirurgiarticolare.it riproduzione vietata Il trattamento delle sindromi rotulee non può essere lo stesso in ogni paziente. Sarà il medico curante a prescrivere, in base alla patologia quale dei seguenti esercizi dovrà essere praticato. E' importante

Dettagli

GiocoSport PROGRAMMA DI LAVORO SCUOLA PRIMARIA BIENNIO TRIENNIO

GiocoSport PROGRAMMA DI LAVORO SCUOLA PRIMARIA BIENNIO TRIENNIO GiocoSport PROGRAMMA DI LAVORO SCUOLA PRIMARIA BIENNIO TRIENNIO INTRODUZIONE Il progetto intende costituire un insieme d esperienze motorie per: Rispondere al gran bisogno di movimento dei bambini. Promuovere

Dettagli

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza.

A voi la scelta! Complimenti, siete sulla linea di partenza. Complimenti, siete sulla linea di partenza. Qui inizia il vostro Zurich percorsovita «...» che avrete a vostra disposizione ogniqualvolta lo vorrete. Resistenza A voi la scelta! Troverete 15 stazioni con

Dettagli

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE

ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ESERCIZI PER IL MIGLIORAMENTO DELLA MOBILITÀ ARTICOLARE E PER L ALLUNGAMENTO MUSCOLARE ARTICOLAZIONI DELLA CAVIGLIA Flessioni del piede da stazione eretta con la punta su un rialzo o contro una parete

Dettagli

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio.

Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Core Training, Allenamento Funzionale per il portiere di calcio. Il portiere di calcio oltre a dover possedere ottime qualità tecniche, deve avere delle componenti fisiche molto importanti, in grado di

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA La RACHIALGIA, nome scientifico del mal di schiena, si colloca tra le patologie più diffuse, colpendo in modo democratico persone di tutte le età, di tutte le categorie professionali e di tutte le tipologie.

Dettagli

STRATEGIE VISIVE PER LA COMUNICAZIONE

STRATEGIE VISIVE PER LA COMUNICAZIONE STRATEGIE VISIVE PER LA COMUNICAZIONE A CURA DELLA S.C. DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE ASLCN1 PRESIDIO EX ASL 17 COSA SONO? Sono quei SEGNALI che vediamo e che sono in grado di stimolare, sostenere ed ampliare

Dettagli

Ginnastica preparatoria

Ginnastica preparatoria Ginnastica preparatoria Le attività di una ginnastica per attività sportiva sono essenzialmente 4: Riscaldamento muscolare allungamento dei muscoli tonificazione (potenziamento ) muscolare minimo allenamento

Dettagli

Sinergia tra dinamismo e relax

Sinergia tra dinamismo e relax i nuov Sinergia tra dinamismo e relax Il corpo umano non è nato per restare a lungo nella stessa posizione. Le articolazioni e lo scheletro sono strutturati per un attività motoria continua. La sedia KOMFORTSAVE

Dettagli

ATTIVITA NATATORIA IN ORARIO CURRICULARE

ATTIVITA NATATORIA IN ORARIO CURRICULARE Società Sportiva Dilettantistica a responsabilità limitata ATTIVITA NATATORIA IN ORARIO CURRICULARE PER GLI ALLIEVI DIVERSAMENTE ABILI IL NUOTO A SCUOLA, UN OPPORTUNITA PER TUTTI ANNO SCOLASTICO 2013-2014

Dettagli

1465 A TTIV PREVENZIONE A

1465 A TTIV PREVENZIONE A 146 PREVENZIONE ATTIVA - PREVENZIONE ATTIVA sostegni dorsali per auto - pag. 148 147 PREVENZIONE ATTIVA seduta e schienale - pag. 149 pedana per esercizio delle gambe - pag. 149 cuscino a cuneo per seduta

Dettagli

Azalea Family. Una grande famiglia con il nuovo schienale Flex3 e nuovi colori telaio. Nel corso degli anni le carrozzine posturali/passive Invacare

Azalea Family. Una grande famiglia con il nuovo schienale Flex3 e nuovi colori telaio. Nel corso degli anni le carrozzine posturali/passive Invacare Family A L B E R COMPATIBILE + Inclinazione con compensazione + Basculamento a baricentro costante = Una grande famiglia con il nuovo schienale Flex3 e nuovi colori telaio Nel corso degli anni le carrozzine

Dettagli

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili

R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili SERVIZIO DI RECUPERO E RIEDUCAZIONE FUNZIONALE R.E.A.Dy Rinforzo con Elastici per Atleti Dyversamente abili Gli atleti che praticano sport in carrozzina sono ormai destinati a raggiungere carichi di allenamento

Dettagli

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE

COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE COME COMBATTERE IL MAL DI SCHIENA DIPARTIMENTO DI RIABILITAZIONE Struttura Semplice Dipartimentale Rieducazione Funzionale Ospedale Albenga/Territorio Albenganese Responsabile Dssa. Anna Maria Amato 2

Dettagli

6.3 Organizzare l ambiente

6.3 Organizzare l ambiente 6.3 Organizzare l ambiente 6.3.1. Introduzione Il normale ambiente domestico può creare alla persona di cui ci si prende cura problemi di accesso, come le scale, e può anche essere pericoloso, come varie

Dettagli

La nuova Avantgarde guardiamo al futuro! NEXT GENERATION AVANTGARDE

La nuova Avantgarde guardiamo al futuro! NEXT GENERATION AVANTGARDE La nuova Avantgarde guardiamo al futuro! 3 NEXT GENERATION AVANTGARDE All you Avantgarde3 Otto Bock Italia srl us 2 L A prima vista e poi per sempre! Naturalmente parliamo d'amore: principio e sentimento

Dettagli

PASSEGGINI. Alvema - Passeggini. Ito...pag. 148 Pixi...pag. 150

PASSEGGINI. Alvema - Passeggini. Ito...pag. 148 Pixi...pag. 150 PASSEGGINI Alvema - Passeggini Ito...pag. 148 Pixi...pag. 150 Passeggini 147 ITO è stato progettato unendo le idee di tecnici, designers e terapisti con l obiettivo di realizzare il passeggino ideale sia

Dettagli

L innovativo ed ergonomico sistema portascale per qualsiasi possibile impiego.

L innovativo ed ergonomico sistema portascale per qualsiasi possibile impiego. L innovativo ed ergonomico sistema portascale per qualsiasi possibile impiego. 2 1 2 3 Chiedete ai vostri specialisti Prime Design Europe in tutta Europa ulteriori informazioni sui nostri prodotti vincenti!

Dettagli

LA PERLA. Difficoltà: livello 1 FIG. 1

LA PERLA. Difficoltà: livello 1 FIG. 1 Difficoltà: livello 1 LA PERLA FIG. 1 Descrizione Scopo e benefici La perla è uno degli esercizi invisibili più facili, perché non richiede una percezione delle diverse parti della muscolatura pelvica.

Dettagli

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi.

Esercizio 8) Posizione supina. Braccia distese lungo i fianchi e gambe semiflesse. Sollevare il bacino e mantenere alcuni secondi. Dr.Italo Paolini, Medico di medicina generale, Z.T.13 AP, ASUR Marche, Via Salaria 15-63043 Arquata del tronto (AP) Tel.0736809408E-mail: italopaolini@gmail.com TERAPIA DEL DOLORE Ti propongo una serie

Dettagli

DURATA: 30 torsioni in totale.

DURATA: 30 torsioni in totale. Il warm up è la fase di riscaldamento generale a secco indispensabile prima di entrare in acqua. La funzione è quella di preparare il corpo allo sforzo, prevenire gli infortuni e migliorare la performance

Dettagli

Strategie preventive nella gestione di limitazioni lavorative in fisioterapia

Strategie preventive nella gestione di limitazioni lavorative in fisioterapia LA GESTIONE DEI WMSDs DEGLI OPERATORI SANITARI: interpretazione del rischio specifico, e gestione aziendale della collocazione lavorativa Strategie preventive nella gestione di limitazioni lavorative in

Dettagli

PROCEDURE PER CONTENERE IL RISCHIO LEGATO ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI E ALL ASSUNZIONE DI POSTURE INCONGRUE

PROCEDURE PER CONTENERE IL RISCHIO LEGATO ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI E ALL ASSUNZIONE DI POSTURE INCONGRUE 1 DIREZIONE SANITARIA A.S.L. BRESCIA SERVIZIO MEDICINA PREVENTIVA PROCEDURE PER CONTENERE IL RISCHIO LEGATO ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI E ALL ASSUNZIONE DI POSTURE INCONGRUE PREMESSA Nella

Dettagli

Posture, mobilizzazioni e ausili

Posture, mobilizzazioni e ausili Corso per Assistenti familiari Posture, mobilizzazioni e ausili Ft Fabio Sandrin Posture Postura supina Decubito laterale Cambio di postura Va fatto almeno ogni 2 ore Nella posizione supina si piegano

Dettagli

ASILO NIDO Programmazione didattica Classe Formichine e Coccinelle Anno Scolastico 2008/2009

ASILO NIDO Programmazione didattica Classe Formichine e Coccinelle Anno Scolastico 2008/2009 ASILO NIDO Programmazione didattica Classe Formichine e Coccinelle Anno Scolastico 2008/2009 Nei primi due anni di vita l intelligenza del bambino si manifesta attraverso l azione, ossia le attività ludiche,

Dettagli

MUOVERSI, ANCHE DA SEDUTI.

MUOVERSI, ANCHE DA SEDUTI. VARIABLE tm LA PREVENZIONE PER LA VOSTRA SCHIENA MUOVERSI, ANCHE DA SEDUTI. Ecco il segreto per mantenere in forma la vostra colonna vertebrale. La prevenzione è la prima e più efficace arma contro il

Dettagli

Ricerca dei segni dello stress

Ricerca dei segni dello stress 5 Ricerca dei segni dello stress Prima di iniziare il massaggio vero e proprio, specialmente quando massaggiate una persona per la prima volta, accertate il livello dello stress attraverso la ricerca dei

Dettagli

COPYRIGHT A BETTER LIFE. G-EO System

COPYRIGHT A BETTER LIFE. G-EO System G-EO System For a better life. «Reha Technology ha portato il G-EO System a un elevato livello tecnicoscientifico. Ha le potenzialità per produrre un forte impatto terapeutico e sociale.» Prof. Edoardo

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE - LINEE GENERALI Al termine del percorso liceale lo studente deve aver acquisito la consapevolezza della propria corporeità intesa come conoscenza, padronanza e rispetto del

Dettagli

IL FANTASTICO MONDO DEL CORPO IN MOVIMENTO

IL FANTASTICO MONDO DEL CORPO IN MOVIMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1º GRADO 93010 - D E L I A Via G. Dolce 8 Presidenza 0922-826570- Segreteria e Fax 0922-820290- Sc.Primaria 0922-820289 Sc.Dell Infanzia

Dettagli

PROGRAMMAZZIONE ANNUALE Categoria PRIMI CALCI. Prof. Sergio Ruosi Responsabile Primi Calci Laureato in Scienze Motorie

PROGRAMMAZZIONE ANNUALE Categoria PRIMI CALCI. Prof. Sergio Ruosi Responsabile Primi Calci Laureato in Scienze Motorie PROGRAMMAZZIONE ANNUALE Categoria PRIMI CALCI Prof. Sergio Ruosi Responsabile Primi Calci Laureato in Scienze Motorie Presupposti In ogni disciplina sportiva sono vari gli aspetti da curare per la formazione

Dettagli

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate

2 Risalire a letto Appoggiare il sedere al bordo del letto, con le mani appoggiate APPENDICE ESERCIZI POST-OPERATORI CONSIGLIATI 1 Scendere dal letto Da supino a letto sollevare il tronco sostenendosi sui gomiti, portare il dorso del piede sano sotto la caviglia dell arto operato, per

Dettagli

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA

PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA PREVENZIONE E CURA DEL MAL DI SCHIENA Indicazioni Generali Gli esercizi Consigli utili Indicazioni generali Questo capitolo vuole essere un mezzo attraverso il quale si posso avere le giuste informazioni

Dettagli

DALLA TESTA AI PIEDI

DALLA TESTA AI PIEDI PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA A. MAGNANI BALIGNANO DALLA TESTA AI PIEDI ALLA SCOPERTA DEL NOSTRO CORPO Anno scolastico 2013-14 MOTIVAZIONI Il corpo è il principale strumento

Dettagli

Attrezzature per Fisioterapia

Attrezzature per Fisioterapia Attrezzature per Fisioterapia Sollevamento carichi a partire da un peso di solo 0,5 kg PULLEY (Pulley) I pulley e i loro accessori sono considerati come l attrezzatura per riabilitazione più versatile

Dettagli

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA

GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA GINNASTICA PER IL MAL DI SCHIENA Introduzione: Per limitare i danni provocati alla colonna vertebrale durante l'attività sportiva e garantire una postura corretta nello sviluppo della stessa, è necessario

Dettagli

SEZIONE FARFALLE : mesi (24-36) SEZIONE COCCINELLE: mesi (12 24 ) PREMESSA

SEZIONE FARFALLE : mesi (24-36) SEZIONE COCCINELLE: mesi (12 24 ) PREMESSA SEZIONE FARFALLE : mesi (24-36) SEZIONE COCCINELLE: mesi (12 24 ) PREMESSA I primi anni di vita sono caratterizzati dal periodo definito senso-motorio :termine che indica un periodo in cui l intelligenza

Dettagli

SEDIE DA LAVORO. Euroflex - Sedie da lavoro. Basic...pag. 140 200 classic...pag. 142 Forma...pag. 144. Sedie da lavoro

SEDIE DA LAVORO. Euroflex - Sedie da lavoro. Basic...pag. 140 200 classic...pag. 142 Forma...pag. 144. Sedie da lavoro SEDIE DA LAVORO Euroflex - Basic....pag. 140 200 classic...pag. 142 Forma...pag. 144 139 Basic semplicità, flessibilità Euroflex Basic è una sedia da progettata per persone con disabilità. Lo chassis Basic

Dettagli

EFFETTI DELLA DOPPIA SPINTA

EFFETTI DELLA DOPPIA SPINTA EFFETTI DELLA DOPPIA SPINTA DESCRIZIONE DEL MOVIMENTO, CORRELAZIONE TRA I DUE ARTI I fotogrammi utilizzati sono stati digitalizzati su computer, da immagini filmate con video camera 8 mm e con sincronia

Dettagli

PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA

PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA Direzione Didattica Statale ed Istituto Comprensivo di Cattolica PROGETTO IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA PALLAVOLANDO CON LA CARTELLA 1 Giocare e svolgere attività sportive a scuola CONCETTI GENERALI

Dettagli

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE FIBS I MANUALI DEL CNT Tratto da The Pitching Edge di Tom House Tom House BASEBALL FIBS-CNT 1 L Allenamento con i Pesi per i Lanciatori non è Body Building L obiettivo è ottenere una forza bilanciata e

Dettagli

Quaderno d'allenamento G+S Canoismo

Quaderno d'allenamento G+S Canoismo Una produzione della Scuola universitaria federale dello sport di Macolin SUFSM 30.351.310 i / Edizione 2002 (02.04) Quaderno d'allenamento G+S Canoismo UFSPO 2532 Macolin La base: la fiducia La fiducia

Dettagli

Dynamic Vacuum System

Dynamic Vacuum System Dynamic Vacuum System Un vuoto pieno di vantaggi Informazioni per il Tecnico Ortopedico 2099357.indd 1 18.06.2015 12:35:32 Il vuoto ottimale grazie ad un sistema innovativo Il Dynamic Vacuum System (DVS)

Dettagli

ETA 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Capacità di apprendimento motorio Capacità di differenziazione e

ETA 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Capacità di apprendimento motorio Capacità di differenziazione e FINALITA I nuovi programmi Ministeriali ritengono l educazione motoria una componente essenziale dell unità educativa della persona per cui essa concorre alla realizzazione delle finalità proprie della

Dettagli

scegli la scarpina giusta Scarpine Fisiologiche Chicco

scegli la scarpina giusta Scarpine Fisiologiche Chicco scegli la scarpina giusta Scarpine Fisiologiche Chicco Scarpine Fisiologiche Comincia il viaggio con il piedino giusto Il piede ha una funzione fondamentale nello sviluppo motorio del bambino. Va protetto

Dettagli

Chair Massage. Il massaggio veloce ed efficace contro stress e tensioni

Chair Massage. Il massaggio veloce ed efficace contro stress e tensioni Chair Massage Il massaggio veloce ed efficace contro stress e tensioni Il Chair Massage si basa su una tecnica che deriva da un particolare massaggio giapponese anma alla quale vengono mescolate tecniche

Dettagli

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura

Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Esercizi per il potenziamento e la stabilizzazione della muscolatura Specifico per il tiro con la pistola ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi

Asilo nido Centro ricreativo Centro educativo. Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Progetto Educativo Asilo Piccoli Passi Asilo Asilo nido nido Centro Centro ricreativo ricreativo Centro Centro educativo educativo Indroduzione Il desiderio di aprire l Asilo Nido nasce da un istintivo

Dettagli

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa.

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa. Nella quarta parte di questi quattro articoli, andrò a rispondere alla domanda che mi viene posta più frequentemente: Come fanno i Professionisti ad ottenere tutte quelle rivoluzioni? In realtà la vera

Dettagli

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Estratto dal progetto Foundations for Work per gentile concessione di DiversityWorks (Progetto n. 2012-1-GB2-LEO05-08201) Introduzione Perché

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 Piano di Studio di Istituto SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PREMESSA Partendo dalle indicazioni delle Linee Guida per i Piani di Studio Provinciali del Primo ciclo di Istruzione,

Dettagli

CURRICOLO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

CURRICOLO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 6 ISTITUTO COMPRENSIVO BRUNO CIARI PADOVA CURRICOLO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CLASSE 1-2 - 3-4 - 5 SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Classe 1 NUCLEI FONDANTI Abilità

Dettagli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli

RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli RIABILITAZIONE POST-CHIRURGICA DELLA SPALLA a cura di Piero Faccini, Sabrina Zanolli 1 a Fase - Istruzioni generali Tutti gli esercizi devono essere effettuati lentamente e sotto controllo del movimento.

Dettagli

1.4 Interpretare gli stimoli esterni che consentono al corpo di adattarsi all ambiente.

1.4 Interpretare gli stimoli esterni che consentono al corpo di adattarsi all ambiente. SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE OB. FORMATIVI COMPETENZE CLASSE 1 1. OSSSERVARE, CONOSCERE E RAPPRESENTARE IL CORPO, E DISCRIMINARE ATTRAVERSO I SENSI. 1.1 Riconoscere e denominare le parti del corpo su se

Dettagli

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le seguenti undici competenze chiave del coaching sono state sviluppate per fornire una maggiore comprensione rispetto alle capacità ed agli approcci

Dettagli

CENTRO DIURNO ESTIVO 2012. A cura di

CENTRO DIURNO ESTIVO 2012. A cura di Comune di Gudo Visconti (Provincia di Milano) CENTRO DIURNO ESTIVO 2012 Scuola dell Infanzia, Primaria e Primo anno della Scuola Secondaria di Primo Grado IL SESTO SENSO A cura di Associazione culturale

Dettagli

Invacare. Semplicemente unica!

Invacare. Semplicemente unica! J a n u s 2 0 1 0 d e l a S a n t é Semplicemente unica! rappresenta una rivoluzione nel settore delle carrozzine elettroniche non solo per la particolare forma del telaio, ma soprattutto per la versatilità

Dettagli

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA

GLI ESERCIZI UTILI PER IL MAL DI SCHIENA Il benessere della colonna vertebrale dipende strettamente dalla tonicità dei muscoli della schiena. Se i muscoli sono forti ed elastici grazie allo svolgimento regolare dell attività fisica, la colonna

Dettagli

Serie. Codice 30PA312. 30pa10000. 30pa10004cl. 30pa10013 30pa10012 30pa10015. Serie Percorso 16 staz. Codice 30PA316. Codice stazione.

Serie. Codice 30PA312. 30pa10000. 30pa10004cl. 30pa10013 30pa10012 30pa10015. Serie Percorso 16 staz. Codice 30PA316. Codice stazione. Percorso staz. Percorso staz. 0PA0 0pa000cl 0pa00 Percorso 0 staz. 0PA 0 0pa000cl 0pa000 0pa000 0pa00 0pa00 0pa00 0pa000 0pa000 Si tratta di un insieme armonico di stazioni per esercizi fisici, studiati

Dettagli

CICLO LABORATORI ROSSI

CICLO LABORATORI ROSSI LABORATORI SCUOLA DELL'INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2010-1011 CICLO LABORATORI ROSSI (percorsi laboratoriali brevi) Laboratorio espressivo Scopriamo il colore Il laboratorio di scoperta ed esplorazione del

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE a.s. 2014-15

PROGETTAZIONE ANNUALE a.s. 2014-15 PROGETTAZIONE ANNUALE a.s. 2014-15 Esplorare..dire, fare, abbracciare.. Le educatrici del nido, nel corso dell anno 2014-2015 proporranno ai bambini un percorso didattico intitolato Esplorare dire, fare,

Dettagli

ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI

ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI ESERCIZI PER GLI ADDOMINALI BREVE ANATOMIA DEGLI ADDOMINALI La parete addominale è interamente rivestita da muscolatura la cui tonicità occupa importanza estetica e funzionale, garantendo la tenuta dei

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO

AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO APPROCCIO FISIOTERAPICO AL PAZIENTE LARINGECTOMIZZATO RIEDUCAZIONE MOTORIA RIEDUCAZIONE RESPIRATORIA Il trattamento riabilitativo motorio e respiratorio va iniziato precocemente a distanza di pochi giorni

Dettagli

Guida al paziente con frattura di femore trattato con

Guida al paziente con frattura di femore trattato con UNITA' OPERATIVA SERVIZI DI ASSISTENZA RIABILITATIVA AI SOGGETTI DISABILI DISTRETTO GHILARZA - BOSA Responsabile Dr.ssa Luisella Congiu 0785/562535 Guida al paziente con frattura di femore trattato con

Dettagli

SVILUPPO DEL CORPO: l esercizio fisico stimola la respirazione e la circolazione, quindi le cellule sono nutrite meglio, e le loro scorie sono più

SVILUPPO DEL CORPO: l esercizio fisico stimola la respirazione e la circolazione, quindi le cellule sono nutrite meglio, e le loro scorie sono più La motricità nello sviluppo e nel comportamento del bambino Tutti gli autori sono d accordo nel riconoscere che l esercizio fisico ha un importanza fondamentale per lo sviluppo del corpo, della mente e

Dettagli

LOJER MTT - Attrezzature per Fisioterapia

LOJER MTT - Attrezzature per Fisioterapia LOJER MTT - Attrezzature per Fisioterapia Lojer è uno dei più grandi produttori per fisioterapia e rieducazione Sollevamento carichi a partire da un peso di solo 0,5 kg LOJER PULLEY (Pulley) I pulley e

Dettagli

TAPPA DELLA SPECIALIZZAZIONE INIZIALE

TAPPA DELLA SPECIALIZZAZIONE INIZIALE TAPPA DELLA SPECIALIZZAZIONE INIZIALE A 14-15 anni inizia un avvio alla specializzazione nei salti esteso ad almeno tre salti. A 16-17 anni continua il percorso verso uno specializzazione ma per salti

Dettagli

ComfortControl 01 BLOCCO DELL INCLINAZIONE 02 TENSIONE DELL INCLINAZIONE 05 ALTEZZA DELLA SCHIENA 06 ANGOLO DELLO SCHIENALE 03 PROFONDITÀ DEL SEDILE

ComfortControl 01 BLOCCO DELL INCLINAZIONE 02 TENSIONE DELL INCLINAZIONE 05 ALTEZZA DELLA SCHIENA 06 ANGOLO DELLO SCHIENALE 03 PROFONDITÀ DEL SEDILE Passo 1: Sbloccate la vostra sedia. 01 BLOCCO DELL INCLINAZIONE Passo 2: Adattate la sedia al vostro corpo. 02 TENSIONE DELL INCLINAZIONE 03 PROFONDITÀ DEL SEDILE 04 ALTEZZA DEL SEDILE Passo 3: Adattate

Dettagli