Difficile non notarlo. Ha

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Difficile non notarlo. Ha"

Transcript

1 PANORAMA 1/1/2009 1

2 di CIANNA MILANO Difficile non notarlo. Ha la forma di un parallelepipedo ed è rivestito con scaglie verdi e azzurre che ricalcano le formule matematiche della morfologia dei tessuti animali. L'edificio su tre piani con un involucro a «pelle di giraffa», sorto in poco meno di due anni, accoglie il polo più all'avanguardia, a livello mondiale, di ricerca e terapie avanzate con cellule staminali dell'epitelio, quindi adulte, per rigenerare tessuti danneggiati, dalla cornea alla pelle. È il Centro di medicina rigenerativa, dedicato a Stefano Ferrari, preside all'università di Modena e Reggio Emilia II Centro di medicina rigenerativa Stefano Ferrari di Modena. In alto, staminali in coltura. della prima facoltà di bioscienze e biotecnologie in Italia, che lo ha realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Modena: un investimento di 13 milioni di euro. «L'obiettivo è rendere curabili malattie devastanti, oggi senza efficaci terapie, e diventare punto di riferimento internazionale per la ricostruzione di molti tessuti epiteliali (cornea, congiuntiva, mucosa dell'uretra, del cavo orale e di alcune vie respiratorie) partendo da stami- > PANORAMA ì/i/aoog

3 scienze > nali adulte» dice Michele De Luca, pioniere di questo filone di ricerca e direttore del centro che si è formato nel laboratorio di Howard Green a Harvard, Boston. Fu Green, nel 1983, a eseguire il primo trapianto di pelle coltivata su tre bambini ustionati gravi. «Nostro scopo è anche portare avanti tecniche di produzione per la terapia genica con staminali ingegnerizzate così da trattare malattie dermatologiche rare, come la epidermolisi bollosa, detta sindrome dei bambini farfalla: la loro pelle è così delicata che forma bolle spontanee» aggiunge Fulvio Mavilio, altra colonna del Centro di medicina rigenerativa con Graziella Pellegrini. Nel depresso panorama universitario, Stefano Ferrari, mancato un mese prima dell'inaugurazione del Centro di Modena lo scorso novembre, ha dimostrato grande lungimiranza. Per portare le terapie avanzate con staminali oltre i confini italiani, sorgerà all'interno del campus, come avviene negli Stati Uniti, una spinoff, la società Holostem srl, che ha come soci l'università e la Chiesi Farmaceutici di Parma, azienda che conta di investire nella ricerca applicata. Per poter diventare una vera fabbrica di cellule per terapie innovative su misura partendo da staminali dell'epitelio, secondo le normative europee recepite dall'italia nel 2004, il Centro di medicina rigenerativa deve ancora superare il vaglio previsto per ottenere la certificazione di laboratorio Gmp (good manufacturing practices), sinonimo di totale garanzia per cellule e tessuti coltivati. Dentro i laboratori si entra solo dopo avere indossato tuta, cuffia, copriscarpe e mascherina. La pressione nelle stanze dove si preparano le cellule è positiva, l'aria è filtrata e riciclata centinaia di volte ogni ora, un computer controlla e registra ogni parametro, dalla temperatura all'umidità, alla pressione, e lancia l'allarme se qualcosa non va. «Le colture di staminali sono a tutti gli effetti equiparate a farmaci per terapie avanzate. Giusto, prima era terra di nessuno. Ma certi requisiti indispensabili per un farmaco non lo sono per un tessuto ricostruito. Se lo si sottoponesse a raggi o a calore per sterilizzarlo, lo si ucciderebbe. Sono occorsi aggiustamenti per adeguarsi alle linee guida, ora il traguardo è vicino» riferisce Pellegrini, che nel 1997 ha firmato con De Luca il primo lavoro su Lancet in cui si descrive la loro tecnica di coltivazione della cornea a partire da cellule staminali. Nei 26 ospedali in Italia che utilizzano le loro cellule per ricostruire la cornea danneggiata da ustioni chimiche, i pazienti sono in lista di attesa. Ogni anno 150 persone diventano cieche a causa di lesioni alla cornea. E sono finora 246 quelle operate di innesto con cellule staminali dell'epitelio corneale. «Tutto comincia ambulatorialmente con una biopsia di pochi millimetri nella parte periferica della cornea, il limbus, dell'occhio sano. L'anestesia è in gocce, senza neppure bendare l'occhio al termine. Il tessuto prelevato è messo in un apposito liquido di trasporto e inviato al Gli scienziati stanno imparando soltanto ora a decifrare il trasformismo di queste cellule. PANORAMA 1/1/2009

4 TRAGUARDI laboratorio» racconta Paolo Rama, primario dell'unità di oculistica all'istituto scientifico universitario San Raffaele di Milano, che ha raccolto la maggiore casistica di trapianti di epitelio corneale (120 con il 70 per cento di successo). Solo una piccola quota di cellule del limbus, non più del 10 per cento, ha caratteristiche staminali. Ed è da queste che nel giro di una dozzina di giorni si forma su cellule di supporto una sorta di gel trasparente, il lembo rosa che sarà applicato sulla cornea da rigenerare. «Il procedimento, che comprende gli enzimi usati per separare le cellule del campione e i fattori prodotti da cloni di fibroblasti certificati per uso clinico ormai da 25 anni, è coperto da un nostro brevetto» precisa Pellegrini. Le staminali del limbus sono quelle che rigenerano l'epitelio della cornea nell'arco della vita. «Quando la lesione è così estesa da non consentire la biopsia, si deve ricorrere al trapianto da donatore, con la necessità di prendere farmaci antirigetto e tutti i problemi che l'immunosoppressione comporta, come recidive e complicanze gravi quali perforazioni corneali» ricorda Pellegrini. Una strada che De Luca e Pellegrini stanno sperimentando per evitare questi problemi è utilizzare pochi millimetri di epitelio prelevato dall'interno della guancia del paziente da cui ricavare cellule sta- PUNTI DI MERITO La Uè ha finanziato con n,g milioni di euro la ricerca su staminali (nel VII programma quadro) del network internazionale NeuroStemCell, coordinato da Elena Cattaneo, ordinario di farmacologia all'università di Milano. PER CAPIRE Le staminali, capaci di dare origine a cellule specializzate di tessuti e organi, sono: embrionali, ricavate dalla blastocisti (un embrione da 4 a 7 giorni di sviluppo); adulte, che danno luogo a cellule specializzate nei tessuti in cui hanno origine. minali per riparare la cornea. «Sarebbe un'opportunità per chi ha danni bilaterali ed estesi. Ma non è facile convincere cellule epiteliali della mucosa del cavo orale a fare cellule di cornea. Che devono essere rinnovabili, stabili, trasparenti e non vascolarizzate» spiega Rama. Le staminali, parola entrata nel lessico diffuso, aprono «prospettive incredibilmente eccitanti» si leggeva in un editoriale di Science già nel 1998, quando James Thomson isolò per la prima volta questo tipo di cellule da un embrione umano. Essendo indifferenziate, ovvero prive di un'identità, le staminali possono essere indirizzate a specializzarsi in un tessuto invece che in un altro, diventare neuroni anziché cellule del sangue o del muscolo scheletrico, del cuore o del fegato. Un trasformismo che gli scienziati stanno imparando a decifrare e vorrebbero poter trasferire alle cellule staminali adulte. Che già provvedono a rinnovare di continuo i nostri tessuti. Pochi sanno del lavoro quotidiano di queste staminali. Nell'arco della vita, senza che ce ne accorgiamo, rigenerano e reintegrano le cellule via via perdute nei vari organi. È così per l'epidermide, che si rinnova ogni due settimane, per unghie, capelli, rivestimento delle pareti dell'intestino, fegato, uno degli organi con la maggiore capacità ri- Alcune ricercatrici del centro di Modena. Sopra, un lembo di cornea ricostruito partendo da cellule epiteliali. generativa, tanto che se ne può donare senza danni una porzione per un trapianto. Ma il più efficiente luogo di rigenerazione cellulare è il midollo osseo, in cui risiedono le staminali ematopoietiche (consentono di rinnovare le componenti del sangue) e di altro tipo, quali le mesenchimali che danno origine ai condrociti, cellule che producono cartilagini. Da oltre ventanni i trapianti di midollo osseo sono un'opportunità terapeutica fondamentale proprio per la capacità delle staminali adulte di rigenerare il midollo e quindi le cellule del sangue dei pazienti con leucemie e linfomi. Oggi sappiamo che dai vari organi in cui risiedono, midollo compreso, è possibile ricavarle e, opportunamente coltivate, farle crescere di numero e indurle a diventare cellule differenziate del tessuto da cui provengono. «I mesoangioblasti, isolati dal muscolo scheletrico, sono usati con risultati incoraggianti nella distrofia muscolare, per ora su modelli animali e tra breve forse sull'uomo» dice Giulio Cossu, direttore dell'istituto di ricerca sulle cellule staminali al San Raffaele di Milano. Nessuno dubita più che nel cuore ci sono staminali residenti, lo ha mostrato il gruppo di Piero Anversa, da poco passato dal New York medicai college alla Harvard medicai school, a Boston. «Nel tentativo di riparare il cuore dopo l'infarto sono state usate nell'uomo staminali adulte di ogni tipo» dice Roberto Latini, >

5 scienze > del Mario Negri di Milano. «I ricercatori puntano ora su particolari cellule del midollo, mononucleate o mesenchimali. Queste ultime hanno capacità riparatoria e riducono la risposta infiammatoria». L'ipotesi prevalente è che a migliorare le condizioni nel postinfarto non siano tanto le cellule iniettate quanto l'ambiente che esse modificano con specifici fattori. Sinora non ci sono prove che una delle staminali usate sia diventata cardiomici ta e abbia cominciato a pulsare. Sempre le ematopoietiche sono usate nelle malattie autoimmuni, come sclerodermia, sclerosi multipla, lupus e artrite reumatoide. «Circa 700 i trapianti auto- Ioghi di midollo eseguiti nel mondo negli ultimi dieci anni per queste malattie, più di 50 in Italia» ricorda Gianvito Martino, direttore della divisione di neuroscienze al San Raffaele di Milano. «Sono state condotte anche le prime sperimentazioni di mesenchimali, sempre del midollo, nella sclerosi multipla in Israele e Iran, per valutare più la sicurezza che l'efficacia. E cellule staminali adulte del bulbo olfattivo sono state impiegate nel trauma spinale in uno studio australiano, il primo eseguito a regola d'arte, dopo tante sperimentazioni con dati aneddotici, per verificarne la sicurezza». È del giugno 2006 il punto di svolta paradigmatico della ricerca per indurre cellule differenziate a comportarsi come staminali embrionali, acquisendone la cosiddetta staminalità: quello straordinario CENTRO DI MEDICINA RIGENERATIVA STEFANO FERRARI a Modena: una fabbrica di cellule. INSPE (Istituto sperimentale di neurologia) del San Raffaele, da poco inaugurato per la ricerca sulle malattie neurologiche. BANCA DEI TESSUTI al Niguarda di Milano, per trapianti di tessuti e cellule. ISTITUTO PER LA RICERCA SUL CANCRO, a Genova, medicina rigenerativa e ingegneria dei tessuti (cartilagini e osso). trasformismo che consente durante lo sviluppo embrionale di farle differenziare in cellule di tutti i tessuti. Il giapponese Shinya Yamanaka, dell'università di Kyoto, usando vettori virali ha inserito in fibroblasti, comuni cellule della pelle, quattro geni specifici che hanno fornito loro le caratteristiche di pluripotenzialità delle staminali embrionali. A riprogrammare quelle cellule, che Yamanaka ha chiamato «induced pluripotent stem cells» (ips), sono state le proteine prodotte da quei pochi geni. Science l'ha appena definita «la scoperta scientifica dell'anno». «Un risultato che ha entusiasmato quanti, per motivi etici, vorrebbero fare a meno del ricorso agli embrioni per la ricerca. Però è prematuro» sostiene Douglas Melton, dello Stem celi institute di Harvard. Queste cellule, le ips, sebbene abbiano alcune delle caratteristiche delle embrionali (formano colonie, proliferano di continuo e possono dare origine a forme tumorali, i teratomi), mancano di altre. Alla fine del 2007 Yamanaka e Thomson hanno annunciato di avere ottenuto le ips anche da cellule umane. E pochi mesi fa sempre Yamanaka ha ottenuto cellule staminali pluripotenti da fibroblasti, riprogrammandoli con soli due geni, nei topi e nell'uomo. Il vantaggio della sua tecnica, che va ottimizzata perché su milioni di cellule della pelle ricavate con la biopsia solo lo 0,1 per cento è riprogrammato, è che consentirà di sviluppare le ips dai pazienti stessi, evitando lo scoglio del rigetto. Che il paziente sia giovane o vecchio, con questo sistema le sue cellule si possono riprogrammare. Ad agosto 2008 ricercatori di Harvard hanno prodotto linee di cellule ips di dieci malattie coltivando fibroblasti di pazienti con Parkinson, diabete e distrofia muscolare. «Consentiranno di studiare le più svariate patologie e sperimentare farmaci. In futuro c'è chi immagina di creare banche con linee cellulari di diverse caratteristiche immunologiche, da utilizzare su pazienti compatibili, come si fa già per il midollo osseo o il cordone ombelicale, ricavate da embrioni donati o da cellule ips» scrive Science. Due ricercatrici del Centro di Modena estraggono le cellule dal contenitore di azoto liquido. Philippe Collas, all'università di Oslo, ha usato altre tecniche per riprogrammare cellule adulte. Ci è riuscito facendole crescere in un terreno di coltura con un estrano di cellule ematopoietiche. «Lo ha fatto usando un estratto di staminali embrionali. Non si sa bene come ciò avvenga, quali siano i meccanismi molecolari, comunque la riprogrammazione avviene. Sono esperimenti che abbiamo eseguito anche nel nostro laboratorio con buoni risultati» racconta Silvia Garagna, bioioga dello sviluppo all'università di Pavia. Le nuove linee guida per la sperimentazione clinica redatte di recente dall'international society for stem celi research dovrebbero facilitare il passaggio dal laboratorio alla clinica, pur tenendo conto delle diverse culture, religioni, politiche e leggi. PANORAMA 1/1/2009

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

IVERI MIRACOLI DELLE STAMINALI. di CHIARA CANTONI - Foto di PAOLA ARPONE

IVERI MIRACOLI DELLE STAMINALI. di CHIARA CANTONI - Foto di PAOLA ARPONE TESSUTI DI CORNEA E CONGIUNTIVE per ridare la vista a chi ha subito danni irreversibili. E poi epidermide per curare gli ustionati e laboratori che preparano la rigenerazione delle mucose dell'uretra e

Dettagli

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Uni-ATENeO "Ivana Torretta" - Anno Accademico 2013-2014 Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Caterina Bendotti Dept. Neuroscience caterina.bendotti@marionegri.it

Dettagli

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo Esperto in processi innovativi di sintesi biomolecolare applicata a tecniche di epigenetica Materiale Didattico Biologia applicata alla ricerca bio-medica immagine Docente: Di Bernardo MEDICINA RIGENERATIVA

Dettagli

«Vita, morte e miracoli della cellula staminale»

«Vita, morte e miracoli della cellula staminale» «Vita, morte e miracoli della cellula staminale» Prof.ssa Gabriella Vannelli Sezione di Anatomia Umana e Istologia Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica Firenze, 13 marzo 2015 Il lungo e affascinante

Dettagli

Fonti di cellule staminali pluripotenti: Le cellule staminali possiedono 2 caratteristiche principali: -La massa cellulare interna della blastocisti.

Fonti di cellule staminali pluripotenti: Le cellule staminali possiedono 2 caratteristiche principali: -La massa cellulare interna della blastocisti. possiedono 2 caratteristiche principali: Fonti di cellule staminali pluripotenti: -Si autorinnovano a lungo termine. -Danno origine a tutti i tipi di cellule differenziate. -La massa cellulare interna

Dettagli

Cos è una cellula staminale

Cos è una cellula staminale Cos è una cellula staminale Le cellule staminali sono cellule primitive non specializzate dotate della singolare capacità di trasformarsi in qualunque altro tipo di cellula del corpo. Esistono 4 tipi di

Dettagli

LEZIONE 4 area biologica. Le cellule staminali

LEZIONE 4 area biologica. Le cellule staminali Corso di Comunicazione delle Scienze 2011 Lunedi 30 maggio LEZIONE 4 area biologica Le cellule staminali Yuri Bozzi, PhD bozzi@science.unitn.it Laboratorio di Neuropatologia Molecolare CIBIO, Università

Dettagli

Michaela Luconi, PhD

Michaela Luconi, PhD Michaela Luconi, PhD Unità di Endocrinologia Laboratorio di Biologia Cellulare dell Organo Adiposo Dipartimento di Scienze Biomediche Sperimentali & Cliniche «Mario Serio» michaela.luconi@unifi.it COSA

Dettagli

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza AVIS NAZIONALE/REGIONALE MARCHE Ancona, 31 Ottobre 2008 Il Sistema Trasfusionale tra necessità e disponibilità Le cellule staminali: una risorsa..una speranza Prof.ssa Gabriella Girelli Sapienza Università

Dettagli

Cellule staminali: evoluzione e rivoluzione della medicina moderna

Cellule staminali: evoluzione e rivoluzione della medicina moderna Cellule staminali: evoluzione e rivoluzione della medicina moderna Le cellule staminali (SC), embrionali (ES) e somatiche o adulte (SSC) sono cellule dotate della singolare proprietà di rinnovarsi mantenendo

Dettagli

CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO.

CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO. CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO. CELLULE STAMINALI. LA RICERCA ENTRA NEL VIVO. Fin dalla sua fondazione per opera di padre Agostino Gemelli, l Università Cattolica del Sacro Cuore ha orientato

Dettagli

B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013. CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future. CHIARA FORONI, Ph.D.

B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013. CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future. CHIARA FORONI, Ph.D. B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013 CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future CHIARA FORONI, Ph.D. Sì, ma io sono così confusa Sai, quando ero una piccola cellula

Dettagli

graziella pellegrini racconta

graziella pellegrini racconta intervista Al lavoro con cornee e staminali graziella pellegrini racconta P Un lembo di epitelio corneale coltivato in vitro. ATTIVITà DIDATTICA Online le schede per lavorare in classe con questo articolo

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA LE CELLULE STAMINALI

LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA LE CELLULE STAMINALI LE NUOVE FRONTIERE DELLA MEDICINA LE CELLULE STAMINALI DEFINIZIONE DI CELLULA STAMINALE Le cellule staminali si caratterizzano per le loro capacità biologiche. Capacità di automantenimento: sono in grado

Dettagli

Differenziamento cellulare

Differenziamento cellulare Differenziamento cellulare Differenziamento: acquisizione progressiva di nuove caratteristiche che porta a tipi cellulari specifici (es cell muscolari, neuroni,.) Dopo la fecondazione lo zigote va incontro

Dettagli

Liceo Scientifico Tecnologico N. Scarano Prof.ssa Serena Scarano Amicone Sara, Guidone Antonio, Ciafardini Antonio, Di Lisa Nicola, Griguoli Mario,

Liceo Scientifico Tecnologico N. Scarano Prof.ssa Serena Scarano Amicone Sara, Guidone Antonio, Ciafardini Antonio, Di Lisa Nicola, Griguoli Mario, Liceo Scientifico Tecnologico N. Scarano Prof.ssa Serena Scarano Amicone Sara, Guidone Antonio, Ciafardini Antonio, Di Lisa Nicola, Griguoli Mario, Colella Sara, Amicone Alessia Cellule staminali CELLULE

Dettagli

I «mattoni» dei «mattoni»: Le cellule staminali. Tania Incitti, PhD

I «mattoni» dei «mattoni»: Le cellule staminali. Tania Incitti, PhD I «mattoni» dei «mattoni»: Le cellule staminali Che cos è una cellula staminale? Le cellule, così come gli esseri viventi, invecchiano e muoiono, devono quindi essere rimpiazzate le cellule staminali sono

Dettagli

Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente

Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente Distrofia dei cingoli Le diverse distrofie dipendono da mutazioni

Dettagli

CELLULE NON DIFFERENZIATE Si replicano continuamente non specializzate. CELLULE DIFFERENZIATE Specializzate a volte non Si dividono

CELLULE NON DIFFERENZIATE Si replicano continuamente non specializzate. CELLULE DIFFERENZIATE Specializzate a volte non Si dividono CELLULE STAMINALI CELLULE NON DIFFERENZIATE Si replicano continuamente non specializzate CELLULE DIFFERENZIATE Specializzate a volte non Si dividono Le cellule staminali sono delle cellule in grado di

Dettagli

Cellule staminali e ricostruzione d'organo

Cellule staminali e ricostruzione d'organo Cellule staminali e ricostruzione d'organo Marina Morigi, Barbara Imberti Laboratorio Biologia Cellulare e Xenotrapianto, NegriBergamo Il trapianto d organo spesso rappresenta l unica scelta terapeutica

Dettagli

Cose su cui riflettere Le cellule staminali possono fare copie di loro stesse. Noi chiamiamo questo processo autorinnovamento.

Cose su cui riflettere Le cellule staminali possono fare copie di loro stesse. Noi chiamiamo questo processo autorinnovamento. Differenziamento: Generare cellule specializzate Un blocco di metallo, che può dare origine a tanti tipi di chiodi Cos è una cellula specializzata? Una cellula specializzata ha un compito particolare nel

Dettagli

MEDICINA RIGENERATIVA CELLULARE Il progresso delle cellule staminali

MEDICINA RIGENERATIVA CELLULARE Il progresso delle cellule staminali Uni-ATENeO "Ivana Torretta" - Anno Accademico 2010-2011 MEDICINA RIGENERATIVA CELLULARE Il progresso delle cellule staminali Caterina Bendotti Dip. Neuroscienze Nerviano, 10 Febbraio 2011 Da dove originano

Dettagli

STUDIO SUL FABBISOGNO DI CELLULE E TESSUTI NEL LAZIO E SULLA FATTIBILITÀ DI UN LABORATORIO GMP (GOOD MANUFACTURING PRACTICE) A ROMA.

STUDIO SUL FABBISOGNO DI CELLULE E TESSUTI NEL LAZIO E SULLA FATTIBILITÀ DI UN LABORATORIO GMP (GOOD MANUFACTURING PRACTICE) A ROMA. STUDIO SUL FABBISOGNO DI CELLULE E TESSUTI NEL LAZIO E SULLA FATTIBILITÀ DI UN LABORATORIO GMP (GOOD MANUFACTURING PRACTICE) A ROMA Sintesi Roma, 25 luglio 2013 Con l espressione Medicina Rigenerativa

Dettagli

Progetto scuola-lavoro Consiglio Nazionale delle Ricerche. Chiara Cuccodoro L.s.s. Francesco d Assisi Classe VE A.s. 2014/2015

Progetto scuola-lavoro Consiglio Nazionale delle Ricerche. Chiara Cuccodoro L.s.s. Francesco d Assisi Classe VE A.s. 2014/2015 Progetto scuola-lavoro Consiglio Nazionale delle Ricerche Chiara Cuccodoro L.s.s. Francesco d Assisi Classe VE A.s. 2014/2015 1 Vaccini a Dna Sono costituiti da un plasmide, cioè un anello di dna, di origine

Dettagli

Obiettivo: tutelare sempre il diritto della madre a conservare il proprio sangue del cordone ombelicale per uso autologo e al tempo stesso garantire

Obiettivo: tutelare sempre il diritto della madre a conservare il proprio sangue del cordone ombelicale per uso autologo e al tempo stesso garantire Obiettivo: tutelare sempre il diritto della madre a conservare il proprio sangue del cordone ombelicale per uso autologo e al tempo stesso garantire la possibilità di donare tale sangue per uso allogenico

Dettagli

APPLICAZIONI TERAPEUTICHE

APPLICAZIONI TERAPEUTICHE CELLULE STAMINALI: Cellula che ha una elevata capacità di differenziarsi in qualsiasi altro tipo di cellula. Durante la formazione dell'embrione, dalle divisioni dello zigote si formano cellule totipotenti

Dettagli

L ORIGINE DEI TESSUTI

L ORIGINE DEI TESSUTI L ORIGINE DEI TESSUTI Tutte le cellule dell organismo derivano dallo zigote Embrioni di topo a diversi stadi di sviluppo: A, stadio a 2 pronuclei; E, stadio a circa 16 cellule B, stadio a 2 blastomeri;

Dettagli

Cellule staminali. inal GmbH SWISS BIOTECHNOLOGY. dal tuo tessuto adiposo. Salute Benessere Bellezza

Cellule staminali. inal GmbH SWISS BIOTECHNOLOGY. dal tuo tessuto adiposo. Salute Benessere Bellezza Cellule staminali dal tuo tessuto adiposo Crea la tua riserva di cellule staminali adulte non espanse per Salute Benessere Bellezza inal GmbH persona per la quale è previsto l utilizzo in non espanse,

Dettagli

Le cellule del corpo non vivono isolate ma si organizzano a formare tessuti

Le cellule del corpo non vivono isolate ma si organizzano a formare tessuti Le cellule del corpo non vivono isolate ma si organizzano a formare tessuti I tessuti studio dei tessuti: è compito dell I STOLOGIA (dal greco istos, tela e logos, discorso). I tessuti UN TESSUTO: è formato

Dettagli

Per la vita di chi ti sta a cuore

Per la vita di chi ti sta a cuore Per la vita di chi ti sta a cuore Cos è il sangue cordonale? Perchè conservare le cellule staminali? Chi è FamiCord Come opera FamiCord Perchè affidarsi a FamiCord Procedure e tempistica I trapianti con

Dettagli

Cellule staminali. Emanuele Nasole

Cellule staminali. Emanuele Nasole Cellule staminali Emanuele Nasole Società Italiana di Medicina Subacquea e Iperbarica Docente Master di II Livello in Medicina Subacquea e Iperbarica - Univ-Palermo - Sede di Trapani Servizio di VUNOLOGIA

Dettagli

Stamina e. Anna Onofri 4/11/2013 UTL SENAGO

Stamina e. Anna Onofri 4/11/2013 UTL SENAGO Stamina e Anna Onofri 4/11/2013 UTL SENAGO Potenziale differenziativo delle cellule staminali Totipotenza: capacità di una cellula staminale embrionale di dare origine a tutti i tipi cellulari dell embrione

Dettagli

Conoscenze Pregresse: Le Cellule Staminali. Liceo Scientifico Marco Vitruvio Pollione Classe 3 P Scienze Applicate Avezzano (AQ)

Conoscenze Pregresse: Le Cellule Staminali. Liceo Scientifico Marco Vitruvio Pollione Classe 3 P Scienze Applicate Avezzano (AQ) Conoscenze Pregresse: Le Cellule Staminali Liceo Scientifico Marco Vitruvio Pollione Classe 3 P Scienze Applicate Avezzano (AQ) Le Cellule Staminali in generale Cosa significa staminale? Il termine staminale

Dettagli

Source: Florida Institute for Reproductive Science and Technologies

Source: Florida Institute for Reproductive Science and Technologies Staminali: concetti, risultati ti e problemi Lo zigote La prima divisione cellulare Source: Florida Institute for Reproductive Science and Technologies Blastula 5 giorni dopo la fertilizzazione Source:

Dettagli

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni Perché ci troviamo oggi a parlare delle cellule staminali? Driesch (fine 800) dimostra la totipotenza dei blastomeri dell embrione precoce

Dettagli

Cellule, tessuti, organi ed apparati

Cellule, tessuti, organi ed apparati LE CELLULE UMANE Il corpo umano contiene circa 100 000 miliardi di cellule che si uniscono a formare i tessuti e più tessuti formano organi come i muscoli, il cervello, il fegato, ecc. EMBRIOLOGIA-UNIPG

Dettagli

Cellule impiegate nell Ingegneria dei tessuti

Cellule impiegate nell Ingegneria dei tessuti Cellule impiegate nell Ingegneria dei tessuti La cellula La cellula è l unità strutturale e funzionale più piccola degli esseri viventi capace di esistenza indipendente. La cellula in genere interagisce

Dettagli

DGR n. 27-8060 del 21.1.2008

DGR n. 27-8060 del 21.1.2008 DGR n. 27-8060 del 21.1.2008 ISTITUZIONE DEL CENTRO DI MEDICINA RIGENERATIVA DELLA REGIONE PIEMONTE E DEL GRUPPO DI LAVORO REGIONALE DELLA MEDICINA RIGENERATIVA Con proprie deliberazioni n. 22-29192, n.

Dettagli

Rigenerazione del Sistema. Biotecnologie Farmaceutiche

Rigenerazione del Sistema. Biotecnologie Farmaceutiche Rigenerazione del Sistema Nervoso Biotecnologie Farmaceutiche Concetti Generali Il Sistema Nervoso Centrale (CNS) è resistente a fenomeni rigenerativi Le cellule staminali del CNS sono Presenti in piccolo

Dettagli

Curare il diabete con i trapianti di isole pancreatiche o di staminali

Curare il diabete con i trapianti di isole pancreatiche o di staminali Società Italiana di Diabetologia Riccione, 20 ottobre 2015 - C. St. 4 A colloquio con il professor Lorenzo Piemonti, Coordinatore del Gruppo di Studio della Società Italiana di Diabetologia Curare il diabete

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1946 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PORETTI, BELTRANDI, BIANCHI, CAPEZZONE, CIOFFI, DATO, DE ZULUETA, D ELIA, DIOGUARDI, GARNERO

Dettagli

Muscoli cresciuti in laboratorio: pezzi di ricambio per tessuti danneggiati?

Muscoli cresciuti in laboratorio: pezzi di ricambio per tessuti danneggiati? Muscoli cresciuti in laboratorio: pezzi di ricambio per tessuti danneggiati? Costruito in laboratorio un tessuto capace di rimpiazzare il muscolo deteriorato e recuperarne la funzionalità persa a causa

Dettagli

1. Capacità di autorinnovamento illimitato

1. Capacità di autorinnovamento illimitato 1. Capacità di autorinnovamento illimitato 2. Capacità di dare origine in risposta a stimoli adeguati e specifici a cellule progenitrici di transito dalle quali discendono popolazioni di cellule altamente

Dettagli

Nel febbraio 2010, in Francia, nel

Nel febbraio 2010, in Francia, nel tools di Paolo Fontana Biologo, docente di Bioetica presso il Seminario teologico del PIME (Pontificio istituto missioni estere) di Monza Nel febbraio 2010, in Francia, nel corso di una conferenza stampa

Dettagli

Tutte le cellule, anche quelle più differenziate, esprimono molti geni comuni, detti housekeeping, che codificano per proteine strutturali, del

Tutte le cellule, anche quelle più differenziate, esprimono molti geni comuni, detti housekeeping, che codificano per proteine strutturali, del Tutte le cellule, anche quelle più differenziate, esprimono molti geni comuni, detti housekeeping, che codificano per proteine strutturali, del metabolismo o richieste per altre funzioni basali Nei mammiferi

Dettagli

PROGRESS IN STEM CELL BIOLOGY AND MEDICAL APPLICATIONS 12/01/13

PROGRESS IN STEM CELL BIOLOGY AND MEDICAL APPLICATIONS 12/01/13 PROGRESS IN STEM CELL BIOLOGY AND MEDICAL APPLICATIONS Fare clic Stresa 14-16 per modificare maggio 2009 lo stile del sottotitolo dello schema Self-renewal vs differentiation Controllo del self renewal

Dettagli

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE Aa 2013/2014. Lezioni 59,60,61,62

CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE Aa 2013/2014. Lezioni 59,60,61,62 CORSO INTEGRATO DI GENETICA E BIOLOGIA MOLECOLARE Aa 2013/2014 Giov 12 e Merc 18.12.2013 Lezioni 59,60,61,62 Prof.A.Turco CELLULE STAMINALI E MEDICINA RIGENERATIVA (da stamen, filo della vita..) CELLULE

Dettagli

www.isscr.org Appendice 1 delle linee guida per la traslazione clinica delle cellule staminali. Dicembre 2008

www.isscr.org Appendice 1 delle linee guida per la traslazione clinica delle cellule staminali. Dicembre 2008 Società Internazionale Per La Ricerca Sulle Cellule Staminali (ISSCR) Manuale per il paziente relativo alle terapie con cellule staminali Appendice 1 delle linee guida per la traslazione clinica delle

Dettagli

Che cos è una cellula staminale?

Che cos è una cellula staminale? Che cos è una cellula staminale? Una cellula che ha la capacita di rigenerarsi - self renewal (dare origine ad altre cellule staminali) dare origine a cellule specializzate Una cellula staminale è una

Dettagli

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu.

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Informazioni sulla donazione delle cellule staminali. Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Martin Q., donatore di cellule staminali registrato Salvare una vita umana è così semplice. Friederike

Dettagli

AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE.

AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE. CELLULE STAMINALI Il termine trapianto di midollo osseo è oggi sostituito da trapianto di cellule staminali. Queste possono essere AUTOLOGHE, ALLOGENICHE, SINGENICHE. Il trapianto di celule staminali è

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

Approfondimento Biologia IN QUESTO NOSTRO APPROFONDIMENTO SI PARLERÀ DEI SEGUENTI ARGOMENTI: CELLULE STAMINALI & BIOTECNOLOGIE

Approfondimento Biologia IN QUESTO NOSTRO APPROFONDIMENTO SI PARLERÀ DEI SEGUENTI ARGOMENTI: CELLULE STAMINALI & BIOTECNOLOGIE Approfondimento Biologia IN QUESTO NOSTRO APPROFONDIMENTO SI PARLERÀ DEI SEGUENTI ARGOMENTI: CELLULE STAMINALI & BIOTECNOLOGIE Cellule staminali Le cellule staminali sono cellule primitive,dotate della

Dettagli

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57

Scritto da RyderItalia Mercoledì 12 Maggio 2010 11:19 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Novembre 2010 15:57 LA TERAPIA METRONOMICA Per oltre mezzo secolo, la terapia sistemica per i tumori è stata caratterizzata dalla somministrazione dei farmaci chemioterapici. La maggior parte di questi farmaci ha lo scopo

Dettagli

Le cellule staminali sono i precursori delle altre cellule. Esse entrano in azione durante la fase di accrescimento e di sviluppo del feto e quando c

Le cellule staminali sono i precursori delle altre cellule. Esse entrano in azione durante la fase di accrescimento e di sviluppo del feto e quando c CELLULE STAMINALI Le cellule staminali sono i precursori delle altre cellule. Esse entrano in azione durante la fase di accrescimento e di sviluppo del feto e quando c è la necessità di riparare un tessuto

Dettagli

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni

LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni LE CELLULE STAMINALI: dalla ricerca di base alle applicazioni Perché ci troviamo oggi a parlare delle cellule staminali? Driesch (fine 800) dimostra la totipotenza dei blastomeri dell embrione embrione

Dettagli

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE 1. Cosa sono le cellule staminali emopoietiche? Le cellule staminali emopoietiche sono cellule in grado di riprodursi dando origine agli elementi corpuscolati

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE DULBECCO

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE DULBECCO RELAZIONE DELLA COMMISSIONE DULBECCO (Sintesi) Il Ministro della Sanità, professor Umberto Veronesi, il 7 settembre scorso, nominò la Commissione di studio sull utilizzo di cellule staminali per finalità

Dettagli

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Sede: Piano terra, Presidio Ospedaliero Binaghi via Is Guadazzonis n.2-09126 Cagliari Struttura della Banca del Sangue Cordonale

Dettagli

Ricerca scientifica e Cellule Staminali

Ricerca scientifica e Cellule Staminali Ricerca scientifica e Cellule Staminali Come studenti di questo Liceo Scientifico sarete, spero, naturalmente portati alla curiosità verso ciò che non sapete, ciò che non è ancora stato scoperto e ciò

Dettagli

CHE COSA SONO APPLICAZIONI TERAPEUTICHE LE NUOVE FRONTIERE DELLA RICERCA LE CELLULE STAMINALI E IL CASO VANNONI OPINIONI E DIALETTICA

CHE COSA SONO APPLICAZIONI TERAPEUTICHE LE NUOVE FRONTIERE DELLA RICERCA LE CELLULE STAMINALI E IL CASO VANNONI OPINIONI E DIALETTICA LE CELLULE STAMINALI CHE COSA SONO APPLICAZIONI TERAPEUTICHE LE NUOVE FRONTIERE DELLA RICERCA LE CELLULE STAMINALI E IL CASO VANNONI OPINIONI E DIALETTICA CHE COSA SONO Le cellule staminali sono cellule

Dettagli

Cellule Staminali embrionali e adulte

Cellule Staminali embrionali e adulte Cellule Staminali embrionali e adulte Dr. Luciano Conti Università degli Studi di Milano UNISTEM - Centro di ricerca sulle cellule staminali 1 Introduzione Le cellule staminali esistono e funzionano fisiologicamente

Dettagli

La donazione del sangue dal cordone ombelicale

La donazione del sangue dal cordone ombelicale ASL NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale CONSULTORIO NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale La donazione del sangue dal cordone ombelicale è innocua e indolore. Il sangue

Dettagli

Sangue da staminali della pelle "Una svolta per le trasfusioni"

Sangue da staminali della pelle Una svolta per le trasfusioni Sangue da staminali della pelle "Una svolta per le trasfusioni" Ricerca canadese su Nature: create cellule adulte del sangue a partire da fibroblasti, senza passare dallo stadio intermedio di pluripotenti.

Dettagli

Cellule staminali in odontoiatria implantare

Cellule staminali in odontoiatria implantare Cellule staminali in odontoiatria implantare Autore_Dr. André Antonio Pelegrine, Brazil _Web Article Questo articolo è presente sul sito www.dental-tribune.com Fig. 1_Una cellula staminale a seguito di

Dettagli

Dalle terapie mediche ai farmaci per le terapie avanzate: Holostem e la rigenerazione corneale. Andrea Chiesi CEO Rimini, 13 giugno 2013

Dalle terapie mediche ai farmaci per le terapie avanzate: Holostem e la rigenerazione corneale. Andrea Chiesi CEO Rimini, 13 giugno 2013 Dalle terapie mediche ai farmaci per le terapie avanzate: Holostem e la rigenerazione corneale Andrea Chiesi CEO Rimini, 13 giugno 2013 L opportunità (dal 2007 ) 6) Chiesi: - competenza industriale e regolatoria

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini Un patrimonio da difendere e sviluppare L AOU San Luigi per la sua collocazione geografica svolge

Dettagli

Le cellule staminali come approccio terapeutico della paralisi cerebrale infantile

Le cellule staminali come approccio terapeutico della paralisi cerebrale infantile PARALISI CEREBRALE INFANTILE. QUALI RISPOSTE DALLE CELLULE STAMINALI? Milano, Circolo della Stampa, 2 Ottobre 2013 Le cellule staminali come approccio terapeutico della paralisi cerebrale infantile Dott.

Dettagli

consentire la nascita e lo sviluppo della rete di Banche di sangue del cordone ombelicale sul territorio nazionale.

consentire la nascita e lo sviluppo della rete di Banche di sangue del cordone ombelicale sul territorio nazionale. L'Associazione Donatrici Italiane Sangue del Cordone Ombelicale è nata nell'ottobre 1995 come associazione di donne disposte a donare, dopo il parto, il sangue del cordone ombelicale che sarebbe altrimenti

Dettagli

Adotta UN RICERCATORE

Adotta UN RICERCATORE Fondazione TES Onlus pp 01 Adotta UN RICERCATORE Adotta un ricercatore è un progetto proposto da Avis Veneto per sostenere, attraverso la Fondazione TES, i giovani ricercatori che svolgono la loro ricerca

Dettagli

CELLULE STAMINALI DA TESSUTO ADULTO

CELLULE STAMINALI DA TESSUTO ADULTO FONDAZIONE INIZIATIVE ZOOPROFILATTICHE E ZOOTECNICHE BRESCIA ASSOCIAZIONE ITALIANA COLTURE CELLULARI-ONLUS (ITALIAN BRANCH OF THE EUROPEAN TISSUE CULTURE SOCIETY) CENTRO SUBSTRATI CELLULARI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO

Dettagli

Direttore Dott. Germano Genitti

Direttore Dott. Germano Genitti Direttore Dott. Germano Genitti Certificazione ISO 9001:2008 VI Corso Genova, 21 Aprile 2012 CORNEE TIPIZZATE: UN PROGETTO PER IL FUTURO Germano Genitti, M.T. Vicentini, M. Baccante Franco Papola (Direttore

Dettagli

Le cellule staminali, caratteristiche biologiche, prospettive terapeutiche e conseguenti problemi etici

Le cellule staminali, caratteristiche biologiche, prospettive terapeutiche e conseguenti problemi etici Le cellule staminali, caratteristiche biologiche, prospettive terapeutiche e conseguenti problemi etici Definizione e caratteristiche delle cellule staminali. A tutt oggi non esiste ancora una definizione

Dettagli

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali

Differenziamento = Creazione cellule specializzate. Il tuo corpo ha bisogno delle cellule staminali Differenziamento = Creazione cellule specializzate Cos è una cellula staminale? Cosa mostra la foto Un pezzo di metallo e molti diversi tipi di viti. Dare origine a diversi tipi di cellule è un processo

Dettagli

Vengono definiti STATI DI PRE EMBRIONE i seguenti: 2 cellule: ZIGOTE

Vengono definiti STATI DI PRE EMBRIONE i seguenti: 2 cellule: ZIGOTE Vengono definiti STATI DI PRE EMBRIONE i seguenti: cavità blastocelica ICM 2 cellule: ZIGOTE 8 16 cellule: MORULA: inizia la sintesi attiva di RNA e proteine trofectoderma BLASTOCISTI 32 64 cellule: BLASTOCISTI:

Dettagli

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta I TRAPIANTI - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta facilmente ad amplificazione e distorsione da parte dei mass-media. - Per trapianto si intende la

Dettagli

Breve presentazione dei momenti più interessanti e significativi che hanno caratterizzato questa esperienza.

Breve presentazione dei momenti più interessanti e significativi che hanno caratterizzato questa esperienza. Nell ambito del progetto GENETICA e DNA sono stati studiati gli aspetti della medicina rigenerativa in riferimento alle cellule staminali. Il 24 aprile 2012 ci siamo recati presso il Dipartimento di Istologia

Dettagli

CELLULE STAMINALI: POTENZIALITÀ TERAPEUTICA IN SICUREZZA. Brescia, 23 Ottobre 2009 In data 23 Ottobre si è svolta, organizzata dall Istituto

CELLULE STAMINALI: POTENZIALITÀ TERAPEUTICA IN SICUREZZA. Brescia, 23 Ottobre 2009 In data 23 Ottobre si è svolta, organizzata dall Istituto CELLULE STAMINALI: POTENZIALITÀ TERAPEUTICA IN SICUREZZA. Brescia, 23 Ottobre 2009 In data 23 Ottobre si è svolta, organizzata dall Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna,

Dettagli

COMMISSIONE TEMPORANEA SULLA GENETICA UMANA E LE ALTRE NUOVE TECNOLOGIE NEL SETTORE DELLA MEDICINA MODERNA

COMMISSIONE TEMPORANEA SULLA GENETICA UMANA E LE ALTRE NUOVE TECNOLOGIE NEL SETTORE DELLA MEDICINA MODERNA COMMISSIONE TEMPORANEA SULLA GENETICA UMANA E LE ALTRE NUOVE TECNOLOGIE NEL SETTORE DELLA MEDICINA MODERNA AUDIZIONE del 26 aprile 2001 Carlos Alonso BEDATE Curriculum accademico Laurea in filosofia Università

Dettagli

centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38

centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38 centro regionale trapianti Brochure_TrapiantoOrgani7_2.indd1 1 11/08/2008 12.16.38 Centri di Prelievo e Centri di Trapianto della Regione Friuli Venezia Giulia Centro trapianti Cuore Centro trapianti Fegato

Dettagli

La brevettazione in campo medico e biotecnologico. Università degli Studi di Ferrara, 29 marzo 2007

La brevettazione in campo medico e biotecnologico. Università degli Studi di Ferrara, 29 marzo 2007 La brevettazione in campo medico e biotecnologico Università degli Studi di Ferrara, 29 marzo 2007 La brevettazione delle cellule staminali Elena Comoglio Jacobacci & Partners S.p.A. Disposizioni della

Dettagli

Donazione di organi, tessuti, cellule. Una donazione moltiplica la vita

Donazione di organi, tessuti, cellule. Una donazione moltiplica la vita Donazione di organi, tessuti, cellule. Una donazione moltiplica la vita La donazione Aiutare e incoraggiare chi potrebbe scegliere di donare è un dovere morale da sempre condiviso da chi lavora a Niguarda,

Dettagli

Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE

Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE Il 2009 rappresenta un anno di grande importanza per il Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR): si festeggia, infatti, il ventesimo

Dettagli

IO HO DETTO SI E TU?

IO HO DETTO SI E TU? IO HO DETTO SI E TU? Questa pubblicazione ha l'obiettivo di fornire una corretta informazione su donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule, affinché nella nostra regione sia maggiormente diffusa

Dettagli

I contributi all A.L.C. - ONLUS - possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi in base all art. 13 D.LGS. n. 460 del 4/12/97.

I contributi all A.L.C. - ONLUS - possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi in base all art. 13 D.LGS. n. 460 del 4/12/97. L Associazione Laura Coviello è nata nel 1996, indipendente e senza fini di lucro, con lo scopo di aiutare i malati leucemici con informazioni mirate e specifiche e sostenere il Centro Trapianti di Midollo

Dettagli

SPECIALE CELLULE STAMINALI

SPECIALE CELLULE STAMINALI DOSSIER SPECIALE CELLULE STAMINALI I CONTENUTI DEL DOSSIER 1. Cosa sono le cellule staminali Isolate per la prima volta dal dottor James Thomson in un laboratorio statunitense nel 1998, le cellule staminali

Dettagli

Gioco di ruolo «La commissione etica» Ricerca sulle cellule staminali. Introduzione

Gioco di ruolo «La commissione etica» Ricerca sulle cellule staminali. Introduzione Gioco di ruolo «La commissione etica» Ricerca sulle cellule staminali Introduzione Numero di partecipanti: 8 18, più il presidente di commissione (questo ruolo può essere interpretato dall insegnante).

Dettagli

Un farmaco spazzino favorisce il recupero da stroke, traumi cranici e spinali.

Un farmaco spazzino favorisce il recupero da stroke, traumi cranici e spinali. Un farmaco spazzino favorisce il recupero da stroke, traumi cranici e spinali. Un farmaco spazzino, che migliora lo smaltimento dei rifiuti cellulari, favorisce il recupero in caso di stroke, traumi cranici

Dettagli

La donazione del sangue da cordone ombelicale

La donazione del sangue da cordone ombelicale La donazione del sangue da cordone ombelicale Il sangue del cordone ombelicale è una fonte importante di cellule staminali emopoietiche Le cellule staminali emopoietiche: sono cellule in grado di dividersi

Dettagli

La cellula staminale. Una cellula in grado di autorinnovarsi e di differenziarsi. Viene mantenuta la riserva

La cellula staminale. Una cellula in grado di autorinnovarsi e di differenziarsi. Viene mantenuta la riserva La cellula staminale Una cellula in grado di autorinnovarsi e di differenziarsi Viene mantenuta la riserva Cellule staminali Malattie fino ad oggi incurabili, per le quali si può prospettare un terapia

Dettagli

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE DIREZIONE SANITARIA DI PRESIDIO TEL. 02 5503.2143-2570 3202 FAX 0255185528 e-mail direzione.presidio@policlinico.mi.it P.01.CLT.M.03 PAGINA 1 DI 6 MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E

Dettagli

IL FUTURO DEI TRAPIANTI NELLE CELLULE STAMINALI E NELLA CHIRURGIA RIGENERATIVA

IL FUTURO DEI TRAPIANTI NELLE CELLULE STAMINALI E NELLA CHIRURGIA RIGENERATIVA IL FUTURO DEI TRAPIANTI NELLE CELLULE STAMINALI E NELLA CHIRURGIA RIGENERATIVA Intervento del professor Carlo Umberto Casciani, commissario straordinario dell Agenzia Regionale del Lazio per i Trapianti

Dettagli

Cellule, tessuti, organi ed apparati

Cellule, tessuti, organi ed apparati LE CELLULE UMANE Il corpo umano contiene circa 100 000 miliardi di cellule che si uniscono a formare i tessuti e più tessuti formano organi come i muscoli, il cervello, il fegato, ecc. EMBRIOLOGIA-UNIPG

Dettagli

DONAZIONE DELLA CORNEA E MEMBRANA AMNIOTICA

DONAZIONE DELLA CORNEA E MEMBRANA AMNIOTICA DONAZIONE DELLA CORNEA E MEMBRANA AMNIOTICA Donare le cornee è una grande opportunità, possibile per tutti, ed è un gesto di grande rilevanza sociale. La donazione di cornee ed il successivo trapianto

Dettagli

Competenze Laboratori (Med-CHHAB)

Competenze Laboratori (Med-CHHAB) Competenze Laboratori (Med-CHHAB) Asse Portante Tematiche Campi d azione Servizi offerti Applicazioni Polimeri Biocompatibili Preparazione e caratterizzazione chimicofisica di materiali polimerici biocompatibili

Dettagli

LA PRIMA SETTIMANA. La segmentazione

LA PRIMA SETTIMANA. La segmentazione LA PRIMA SETTIMANA La segmentazione Embrioni di topo a diversi stadi di sviluppo. LA PRIMA globulo polare SETTIMANA A, uovo fecondato; B, C e D, stadi a 2, 4 e 8 blastomeri. LA PRIMA SETTIMANA 24-30 ore

Dettagli

Il caso Stamina. Perche le terapie avanzate a base di staminali non sono trapianti

Il caso Stamina. Perche le terapie avanzate a base di staminali non sono trapianti Il caso Stamina Il caso Stamina e il piu clamoroso caso di uso improprio di terapie non provate con staminali mai accaduto nel mondo occidentale. Casi simili, all ordine del giorno in tutto l Oriente,

Dettagli

Ogni individuo è diverso dai propri simili..

Ogni individuo è diverso dai propri simili.. GENETICA Ogni individuo è diverso dai propri simili.. Per identificare un individuo qualche tempo fa si usavano le impronte digitali Oggi si esamina il DNA Ma cos è il DNA? Il DNA o Acido DesossiriboNucleico

Dettagli

Presentando le cellule staminali Le cellule staminali nei giornali

Presentando le cellule staminali Le cellule staminali nei giornali Presentando le cellule staminali Le cellule staminali nei giornali Presentando le cellule staminali: Il valore terapeutico per studenti con più di 16 anni Febbraio 2010, aggiornato nel 2012 Obiettivi:

Dettagli