Il Sistema ECVET: gli elementi chiave

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Sistema ECVET: gli elementi chiave"

Transcript

1 Il Sistema ECVET: gli elementi chiave ECVET: key features Manuela Bonacci ISFOL

2 Processi integrati Europass Qualità e Accreditamento ECTS ECVET EQF NQS Sistema dei crediti Validation Sistema Nazionale dei titoli e delle qualification

3 ECVET: processo pre-raccomandazione Dopo Consiglio europeo di Lisbona (2000) necessità di istituire anche per il sistema della VET un processo parallelo ad ECTS A partire dal 2002 istituzione di uno specifico gruppo tecnico per la messa in opera di un sistema europeo di crediti per la VET (complementare ad un quadro comune dei titoli e delle qualifiche) Consultazione pubblica da parte della Commissione europea per verificare la sostenibilità di ECVET nei diversi paesi 9 aprile 2008 Proposta di Raccomandazione ECVET 23 aprile 2008 Raccomandazione EQF 18 giugno 2009 Raccomandazione ECVET novembre 2009 / 2011 ECVET Users guide

4 Raccomandazione ECVET Secondo la Raccomandazione ECVET entro il 2012 si dovranno creare le condizioni necessarie e adottare misure affinché (conformemente alla legislazione e alle prassi nazionali ed alla luce di sperimentazioni e prove) il sistema ECVET possa essere gradualmente applicato alle qualifiche dell istruzione e della formazione professionale a tutti i livelli dell EQF e utilizzato allo scopo di trasferire, riconoscere e accumulare i risultati dell apprendimento conseguiti da una persona in contesti formali e, se del caso, non formali ed informali

5 ECVET è un sistema dedicato agli individui in una prospettiva di apprendimento permanente (lifelong learning) senza confini compatibile e complementare con il sistema europeo di accumulazione e trasferimento dei crediti nell ambito della formazione superiore (ECTS) focalizzato sulla Mobilità (geografica, da un sistema/contesto all altro) e sulla Trasparenza (Europass) centrato sulle qualification in coerenza con l EQF basato su un approccio per risultati dell apprendimento (conoscenze, abilità, competenze), acquisiti in tutti i contesti (Formali, Non Formali, Informali)

6 La definizione di Qualification Risultato formale di un processo di valutazione e convalida, acquisito quando l autorità competente stabilisce che i risultati dell apprendimento di una persona corrispondono a standard definiti (Raccomandazione EQF 23 Aprile 2008) Autorità competente Risultati Apprendimento Valutazione QUALIFICATION Standard definiti Convalida

7 Risultati dell Apprendimento Descrizione di ciò che un discente conosce, capisce ed è in grado di realizzare al termine di un processo di apprendimento. I risultati sono definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze. (Raccomandazione EQF23 Aprile 2008) Descrittori dei LO Conoscenze Abilità Competenze risultato dell assimilazione di informazioni attraverso l apprendimento teorie e/o pratiche le capacità di applicare conoscenze e di utilizzare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi. comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia

8 Approccio per Learning Outcomes L attenzione non è più focalizzato su input dell apprendimento tipici dei processi formali, ma su outcome - (Learning Outcomes) tipici dei processi di apprendimento. Teaching process Learning process INPUT Approach SHIFT OUTCOME ORIENTED Approach (contenuti, durata, tipo di istituto ) (conoscenze, abilità, competenze) Riflette un approccio innovativo di descrivere l apprendimento. Influenza il modo di definire i processi di valutazione e convalida (tutti i contesti).

9 The European Qualification Framework (EQF) EQF si basa su 8 livelli definiti sulla base dei risultati dell apprendimento e descritti in termini di conoscenze, abilità e competenze EQF si propone due obiettivi specifici: facilitare l apprendimento permanente (lifelong learning) la mobilità transnazionale/regionale/tra contesti, Livelli e descrittori sono sufficientemente ampi da incoraggiare la trasparenza delle qualification ed il confronto (mobility) EQF Level 8 EQF Level 7 EQF Level 6 EQF Level 5 EQF Level 4 EQF Level 3 EQF intende coprire l intero range delle EQF Level 2 qualification dalla scuola dell obbligo fino ai più alti livelli professionali ed accademici EQF Level 1

10 ECVET: specificità tecniche Descrizione delle qualification in risultati di apprendimento (learning outcomes) definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze Suddivisione delle qualification in unità consistenti che possono essere valutate e validate (assessment and validation) Assegnazione di un determinato valore alle unità ed ai percorsi per mezzo di crediti che possono essere accumulati e/o trasferiti Riconoscimento istituzionale dei crediti mediante specifiche procedure di certificazione Allocazione di punti ECVET - rappresentazione numerica del peso dei risultati di apprendimento all interno della qualifica

11 ECVET: il nucleo sono le unità

12 ECVET: le specifiche delle unità L unità può essere la parte più piccola di una qualification e costituire l oggetto della valutazione, validazione ed eventualmente può essere certificata. Un unità può appartenere ad una sola qualification o essere comune a più qualification Qualifica (punti ECVET x) La qualifica è costituita dall'insieme delle unità Punti ECVET sono assegnati alla qualifica e a ciascuna unità Unità 1: Unità 2: Unità 3: Unità 4: Unità 5: Unità 6: punti a punti b punti c punti d punti e punti f Il valore dei punti ECVET della qualifica (x) rappresenta la somma dei punti ECVET attribuiti a ciascuna unità

13 ECVET: le specifiche dell Unità Titolo Unità 1 Titolo Unità x Titolo QUALIFICATION Punti ECVET n Riferimento livello EQF Riferimento livello NQF x Risultati dell'apprendimento Conoscenze Competenze Capacità (Skills) (Knowledge) (Competence).. Procedure e criteri per la valutazione La validità temporale dell unità (se rilevante).... Risultati dell'apprendimento Punti ECVET n.. Punti ECVET n..

14 ECVET: processo di trasferimento Memorandum of Understanding 2 3 CONTESTO B HOST PROVIDER Istituzione ospitante Acquisizione di conoscenze, abilità e competenze Valutazione (assessment) dei risultati di apprendimento CONTESTO A Learning Agreement 1 HOME PROVIDER Learning Programme Istituzione di provenienza (con il discente) Riconoscimento e accumulazione dei risultati di apprendimento come parte di una qualificazione 7 con inclusi i relativi punti ECVET 4 Attribuzione dei crediti Validazione dei crediti ai risultati di apprendimento (unità con associati (unità con associati Trasferimento dei i punti ECVET) 5 i punti ECVET) risultati di apprendimento 6 e registrazione nel Libretto Personale

15 ECVET: documenti Memorandum of Understanding: accordo tra istituzioni competenti (ECVET partnership) che stabilisce il quadro per il trasferimento dei crediti Learning Agreement: documento nel quale si definiscono quali risultati dell apprendimento saranno raggiunti e come verranno valutati, validati e certificati Learning programme: documento nel quale sono descritti i contenuti e/o le metodologie per raggiungere gli obiettivi formativi previsti Learner s personal transcript: libretto personale di apprendimento dove vengono registrate le informazioni riguardanti i crediti acquisiti

16 ECVET implementation Broad range initiative Impact analysis Updating regulations Adapting Qualifications System Wait and see Combine with NQF ECVET European Projects EQF Informing Level Stakeholder Cedefop Study (Working Paper No 10, 2010) 30 Paesi in Europa Nella maggior parte dei Paesi ECVET si sta sviluppando attraverso un mix di strategie

17 Conclusioni Applicare attraverso azioni pilota i meccanismi e le specifiche tecniche di ECVET Creare e consolidare reti tra autorità competenti e stakeholder per facilitare la fiducia reciproca (mutual trust) e la cooperazione tra le istituzioni dell istruzione e formazione professionale in Europa Condividere principi, concetti e linguaggi comuni nell ottica di facilitare la mobilità, il riconoscimento ed il trasferimento delle competenze Consolidare i sistemi di qualità e accreditamento Facilitare la trasparenza dei sistemi e delle qualification Superare l approccio bilaterale (tra due autorità competenti) su singoli progetti di mobilità/trasferimento e sviluppare un sistema organico e strutturato Valorizzare esigenze, bisogni, esperienze e specificità nazionali in considerazione delle spinte europee.

18 Grazie della vostra attenzione Manuela Bonacci

L implementazione nel sistema Italia delle specifiche tecniche di ECVET

L implementazione nel sistema Italia delle specifiche tecniche di ECVET L implementazione nel sistema Italia delle specifiche tecniche di Luogo Presentazione: Vicenza Autore: Data: giovedì 12 giugno 2014 ESCO PROCESSI INTEGRATI Europass NQS ECTS Sistema dei crediti HE EQF

Dettagli

M.O.T.O. Model of transferability of learning outcome units

M.O.T.O. Model of transferability of learning outcome units M.O.T.O. Model of transferability of learning outcome units MOTO Roma 27 / 3 / 2014 Perchè M.O.T.O.? MOTIVAZIONE Verificare fino a che punto gli strumenti sviluppati a livello nazionale consentono di trasferire

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

Che cos'è l'ecvet. L'operatore socio-sanitario in prospettiva europea. Bari, 23 Aprile 2012 Sala Convegni ACLI Provinciali - Via De Bellis, 37

Che cos'è l'ecvet. L'operatore socio-sanitario in prospettiva europea. Bari, 23 Aprile 2012 Sala Convegni ACLI Provinciali - Via De Bellis, 37 L'operatore socio-sanitario in prospettiva europea Bari, 23 Aprile 2012 Sala Convegni ACLI Provinciali - Via De Bellis, 37 Che cos'è l'ecvet Lorenzo Liguoro Kairos S.p.A. Consulenza e Formazione www.kairos-consulting.com

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

L impatto di ECVET sul sistema regionale degli standard

L impatto di ECVET sul sistema regionale degli standard L impatto di ECVET sul sistema regionale degli standard La sperimentazione ECVET nel settore turistico -alberghiero: l esperienza dell Agenzia di formazione professionale delle Colline Astigiane Asti -AglianoTerme,

Dettagli

Materiale elaborato, su incarico del Bologna Follow Up Group, dall apposito Bologna Working Group on Qualifications Frameworks

Materiale elaborato, su incarico del Bologna Follow Up Group, dall apposito Bologna Working Group on Qualifications Frameworks Estratto dal documento A Framework for Qualifications of the European Higher Education Area (Il Quadro dei Titoli dello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore), disponibile sul sito www.processodibologna.it/documentieuropei

Dettagli

Quadro europeo delle qualifiche per l apprendimento permanente (EQF)

Quadro europeo delle qualifiche per l apprendimento permanente (EQF) Quadro europeo delle qualifiche Quadro europeo delle qualifiche per l apprendimento permanente (EQF) Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi

Dettagli

Progettare la mobilità per unità di risultati dell apprendimento

Progettare la mobilità per unità di risultati dell apprendimento Progettare la mobilità per unità di risultati dell apprendimento Marta Santanicchia Isfol Team Nazionale Esperti ECVET Workshop di approfondimento su ECVET Agenzia Leonardo da Vinci Roma, 21 Settembre

Dettagli

IL PORTAFOGLIO EUROPASS PER LA TRASPARENZA E LA MOBILITÀ. Luogo Presentazione: Verona Autore: Silvia Lotito Data: 27 novembre 2015

IL PORTAFOGLIO EUROPASS PER LA TRASPARENZA E LA MOBILITÀ. Luogo Presentazione: Verona Autore: Silvia Lotito Data: 27 novembre 2015 IL PORTAFOGLIO EUROPASS PER LA TRASPARENZA E LA MOBILITÀ Luogo Presentazione: Verona Autore: Silvia Lotito Data: 27 novembre 2015 Muoversi in Europa La mobilità transnazionale è considerata da oltre un

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO OFFICINA PITTINI PER LA FORMAZIONE PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA - LAVORO Il sistema europeo per il trasferimento dei crediti e la certificazione delle competenze European Qualification Framework (EQF) European

Dettagli

Linee guida per le Università sul tema del riconoscimento e della convalida degli apprendimenti pregressi. Luciano Galliani, Università di Padova

Linee guida per le Università sul tema del riconoscimento e della convalida degli apprendimenti pregressi. Luciano Galliani, Università di Padova Linee guida per le Università sul tema del riconoscimento e della convalida degli apprendimenti pregressi Luciano Galliani, Università di Padova Secondo quanto riportato all art. 4 commi 51-58 della Legge

Dettagli

delle competenze e delle qualifiche per tutti

delle competenze e delle qualifiche per tutti Verso un Euro e-portfolio delle competenze e delle qualifiche per tutti Alfredo Mazzocchi Dirigente Scolastico - Marche Venezia, 15 03 2013 Lifelong learning & Lifelong mobility Il lifelong learning e

Dettagli

UNI 9994-2 (U70001742) Apparecchiature di estinzione di incendi - Estintori di incendio

UNI 9994-2 (U70001742) Apparecchiature di estinzione di incendi - Estintori di incendio 1 UNI 9994-2 (U70001742) Apparecchiature di estinzione di incendi - Estintori di incendio Parte 2: definizione di conoscenza, abilità e competenza del Tecnico Manutentore di estintori d incendio Marino

Dettagli

La Raccomandazione EQF: dalle indicazioni europee al processo di referenziazione in Italia

La Raccomandazione EQF: dalle indicazioni europee al processo di referenziazione in Italia La Raccomandazione EQF: dalle indicazioni europee al processo di referenziazione in Italia EQF: prospettive e opportunità Isola San Giorgio Maggiore Venezia - 15 marzo 2013 Marta Santanicchia Isfol Il

Dettagli

l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale (LLP-LdV-TOI-11-IT-632)

l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale (LLP-LdV-TOI-11-IT-632) (LLP-LdV-TOI-11-IT-632) l assicurazione di qualità della convalida dell apprendimento non formale e informale Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L autore è il

Dettagli

Dalla competenza alla certificazione

Dalla competenza alla certificazione Dalla competenza alla certificazione Creazione di modelli e strumenti per l'elaborazione di standard di competenze comuni e condivisi dal sistema istruzioneformazione-lavoro 1. TRASPERENZA E COMPETENZA

Dettagli

Competenze: un introduzione

Competenze: un introduzione Didattica & Certificazione delle Competenze Seminario di Studi Lecce, 26 novembre 2014 Polo Professionale Luigi Scarambone Competenze: un introduzione di Dario Cillo Europa 1995: Libro bianco della Cresson

Dettagli

NUOVI ORIENTAMENTI DEI TOOL EUROPEI RISPETTO ALLE PRIORITÀ DEL MERCATO DEL LAVORO

NUOVI ORIENTAMENTI DEI TOOL EUROPEI RISPETTO ALLE PRIORITÀ DEL MERCATO DEL LAVORO NUOVI ORIENTAMENTI DEI TOOL EUROPEI RISPETTO ALLE PRIORITÀ DEL MERCATO DEL LAVORO Manuela Bonacci Struttura Metodologie e Strumenti per le Competenze e le Transizioni Processi in Europa ed in Italia Indagini

Dettagli

Europass strumento di trasparenza e mobilità nei percorsi di certificazione delle competenze linguistiche

Europass strumento di trasparenza e mobilità nei percorsi di certificazione delle competenze linguistiche Europass strumento di trasparenza e mobilità nei percorsi di certificazione delle competenze linguistiche Bologna, 22 ottobre 2009 Alessandra Biancolini Centro Nazionale Europass Italia 1 Muoversi in Europa

Dettagli

Premessa: VALIDATION OF NON FORMAL AND INFORMAL LEARNING: UN AGGIORNAMENTO DELLA CORNICE EUROPEA

Premessa: VALIDATION OF NON FORMAL AND INFORMAL LEARNING: UN AGGIORNAMENTO DELLA CORNICE EUROPEA Premessa: VALIDATION OF NON FORMAL AND INFORMAL LEARNING: UN AGGIORNAMENTO DELLA CORNICE EUROPEA Il tema della trasparenza e del riconoscimento delle competenze comunque e ovunque acquisite rappresenta

Dettagli

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Milano, 18 gennaio 2013 1 NORMATIVA RELATIVA ALLA SOLIDARIETA, AL BENESSERE DEGLI STUDENTI E ALL AUTONOMIA DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI L. 285/97 relativa

Dettagli

Linee guida per l attuazione pratica

Linee guida per l attuazione pratica www.euvetsupport.eu Il portale di supporto per EQF & ECVET Linee guida per l attuazione pratica della mobilità ECVET www.euvetsupport.eu INDICE euvetsupport Newsletter EQF and ECVET application in practice

Dettagli

DOCENTI ESPERTI IN DIDATTICA CON TECNOLOGIE DIGITALI CERTIFICARE LE PROPRIE COMPETENZE

DOCENTI ESPERTI IN DIDATTICA CON TECNOLOGIE DIGITALI CERTIFICARE LE PROPRIE COMPETENZE DOCENTI ESPERTI IN DIDATTICA CON TECNOLOGIE DIGITALI CERTIFICARE LE PROPRIE COMPETENZE Profilo - Competenze - Certificazioni Perché definire un profilo? Perché descriverne le competenze e certificarle?

Dettagli

Le nuove opportunità per il riconoscimento di qualificazioni e competenze in Italia

Le nuove opportunità per il riconoscimento di qualificazioni e competenze in Italia Le nuove opportunità per il riconoscimento di qualificazioni e competenze in Italia Seminario di monitoraggio tematico ECVET: Strumenti e pratiche per promuovere la trasparenza delle competenze Firenze

Dettagli

ECTS - Guida per l'utente

ECTS - Guida per l'utente ECTS - Guida per l'utente Ulteriori informazioni sull Unione Europea compaiono nel sito http://europa.eu Titolo originale: ECTS User s Guide edito nel 2009 dalla Commissione Europea Traduzione in Italiano

Dettagli

L apprendimento permanente per realizzare un economia della conoscenza basata su coesione sociale e competitività

L apprendimento permanente per realizzare un economia della conoscenza basata su coesione sociale e competitività L apprendimento permanente per realizzare un economia della conoscenza basata su coesione sociale e competitività Tommaso Grimaldi EVTA General Secretary www.evta.eu The largest VET European community

Dettagli

BE- TWIN TOOL KIT UN PONTE TRA ECVET ED ECTS UNA GUIDA PER LO STAFF PEDAGOGICO

BE- TWIN TOOL KIT UN PONTE TRA ECVET ED ECTS UNA GUIDA PER LO STAFF PEDAGOGICO BE- TWIN TOOL KIT UN PONTE TRA ECVET ED ECTS UNA GUIDA PER LO STAFF PEDAGOGICO 2 BE- TWIN TOOL KIT UN PONTE TRA ECVET ED ECTS UNA GUIDA PER LO STAFF PEDAGOGICO (Versione italiana) Il presente progetto

Dettagli

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning I. Fortunato. MIUR 1 La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning Camerino 18.12. 2008 Il ruolo del Sistema istruzione e della scuola nelle politiche di lifelong learning Considerazioni

Dettagli

ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale

ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale Anna Barbieri B2 Luglio 2014 1 Le nuove sfide Europa 2020 investire

Dettagli

Campagna di informazione sul Processo di Bologna Seminario nazionale su

Campagna di informazione sul Processo di Bologna Seminario nazionale su Campagna di informazione sul Processo di Bologna Seminario nazionale su Apprendimento permanente e riconoscimento dell apprendimento pregresso in collaborazione con la Rete Universitaria Italiana per l

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME Obbligo di istruzione Linee guida per le agenzie formative accreditate ai sensi del DM del 29/11/2007 (MPI/MLPS) Premessa 1. Il contesto di riferimento

Dettagli

Il Quadro Europeo delle Qualificazioni per l apprendimento permanente. Domande e risposte utili al mondo del lavoro

Il Quadro Europeo delle Qualificazioni per l apprendimento permanente. Domande e risposte utili al mondo del lavoro Il Quadro Europeo delle Qualificazioni per l apprendimento permanente Domande e risposte utili al mondo del lavoro Gli strumenti europei per la mobilità di studenti e lavoratori - EQF, EUROPASS, ECVET

Dettagli

ECTS - Guida per l'utente

ECTS - Guida per l'utente ECTS - Guida per l'utente Ulteriori informazioni sull Unione Europea compaiono nel sito http://europa.eu Titolo originale: ECTS Users Guide edito nel 2009 dalla Commissione Europea Traduzione in Italiano

Dettagli

CARTA DI LECCE. Direttive della Rete Reforme 2012-2016

CARTA DI LECCE. Direttive della Rete Reforme 2012-2016 RETE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE DELL EDILIZIA IN EUROPA Il FORMEDIL fa parte della rete europea REFORME costituita nel 1986 per promuovere rapporti più stretti tra giovani,

Dettagli

Report Conclusivo Azione WP4 CBA

Report Conclusivo Azione WP4 CBA Report Conclusivo Azione WP4 CBA Indice 1. Obiettivi della Work Package Costruzione e sperimentazione di un sistema di monitoraggio dei processi formativi a garanzia della qualità in accordo con le raccomandazioni

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622 14236 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 55 del 21 04 2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 marzo 2015, n. 622 Approvazione Linee guida per lo svolgimento degli esami di Qualifica in esito

Dettagli

B.E.A.TR.I.C. Building European passport for TRansparent and International Certification I/04/B/F/PP-154111. Prodotto 1 LANDSCAPE FOR VET

B.E.A.TR.I.C. Building European passport for TRansparent and International Certification I/04/B/F/PP-154111. Prodotto 1 LANDSCAPE FOR VET B.E.A.TR.I.C Building European passport for TRansparent and International Certification I/04/B/F/PP-154111 Prodotto 1 LANDSCAPE FOR VET Il progetto è stato finanziato con il sostegno della Unione Europea.

Dettagli

La dimensione europea dell Assicurazione della qualità

La dimensione europea dell Assicurazione della qualità L assicurazione della qualità come opportunità di sviluppo Conservatorio di Musica Arrigo Boito Parma 14 marzo 2009 La dimensione europea dell Assicurazione della qualità Carla Salvaterra carla.salvaterra@unibo.it

Dettagli

newsletter Il monitoraggio dei progetti Leonardo da Vinci: un approfondimento sull ECVET N 3 Luglio 2011 Introduzione

newsletter Il monitoraggio dei progetti Leonardo da Vinci: un approfondimento sull ECVET N 3 Luglio 2011 Introduzione newsletter N 3 Luglio 2011 Il monitoraggio dei progetti Leonardo da Vinci: un approfondimento sull ECVET Introduzione Questo numero della newsletter si focalizza su una tematica comune alle diverse azioni

Dettagli

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Seminario interprovinciale Siracusa - Ragusa Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Come migliorare le proposte progettuali Da un lavoro individuale ad un lavoro

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

ALLEGATO 1. Repertorio Regionale dell apprendistato. Premessa

ALLEGATO 1. Repertorio Regionale dell apprendistato. Premessa ALLEGATO 1 Repertorio Regionale dell apprendistato Premessa Il Repertorio nazionale dei Titoli e Qualificazioni professionali istituito con Decreto Legislativo 13/2013 segna, in maniera inequivocabile,

Dettagli

IL VALORE AGGIUNTO DEI QUADRI NAZIONALI DELLE QUALIFICAZIONI NELL ATTUAZIONE DELL EQF

IL VALORE AGGIUNTO DEI QUADRI NAZIONALI DELLE QUALIFICAZIONI NELL ATTUAZIONE DELL EQF European Qualifications Framework IL VALORE AGGIUNTO DEI QUADRI NAZIONALI DELLE QUALIFICAZIONI NELL ATTUAZIONE DELL EQF Serie del Quadro Europeo delle Qualificazioni: Nota 2 Europe Direct è un servizio

Dettagli

Valorizzare l esperienza per promuovere l inclusione e la mobilità

Valorizzare l esperienza per promuovere l inclusione e la mobilità Seminario Nazionale Rete Euroguidance Valorizzare l esperienza per promuovere l inclusione e la mobilità 04 Novembre 2015 Isfol Corso d Italia 33, Roma Emilia Filosa psicologa/psicoterapeuta-orientatrice-formatrice

Dettagli

ELITE. Chi è Habia UK. Chi è VTCT

ELITE. Chi è Habia UK. Chi è VTCT CORSI PROFESSIONALI PER ACCONCIATORI ED ESTETISTE approved centre Chi è Habia UK Habia UK è l ente riconosciuto dal governo inglese per lo sviluppo, lo studio e l implementazione, all interno del Regno

Dettagli

CAPITOLO 2 LA PROCEDURA DI RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ACCADEMICI

CAPITOLO 2 LA PROCEDURA DI RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ACCADEMICI CAPITOLO 2 LA PROCEDURA DI RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ACCADEMICI Quando si va all estero per studiare o lavorare ci si imbatte in sistemi diversi da quelli che ci sono più familiari. Le differenze più evidenti

Dettagli

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI Il Programma settoriale Leonardo da Vinci: indicazioni per la progettazione di nuove iniziative a partire dalla presentazione di alcune esperienze di successo Seminario di informazione generale Roma, 27

Dettagli

PRIMO RAPPORTO ITALIANO DI REFERENZIAZIONE DELLE QUALIFICAZIONI AL QUADRO EUROPEO EQF

PRIMO RAPPORTO ITALIANO DI REFERENZIAZIONE DELLE QUALIFICAZIONI AL QUADRO EUROPEO EQF PRIMO RAPPORTO ITALIANO DI REFERENZIAZIONE DELLE QUALIFICAZIONI AL QUADRO EUROPEO EQF 21 Novembre 2012 1 2 SOMMARIO INTRODUZIONE 6 Il processo europeo per la trasparenza e l EQF 6 Guida alla lettura del

Dettagli

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva Descrizione generale Il Programma Leonardo da Vinci si propone di collegare le politiche alle pratiche nel campo dell istruzione e formazione

Dettagli

Presentazione del Progetto COLOR COLOR Project Overview. Marta Santanicchia ISFOL

Presentazione del Progetto COLOR COLOR Project Overview. Marta Santanicchia ISFOL Presentazione del Progetto COLOR COLOR Project Overview Marta Santanicchia ISFOL CALL FOR PROPOSALS EACEA/08/2010 UNDER THE LIFELONG LEARNING PROGRAMME (LLP) - LEONARDO DA VINCI PROGRAMME Finanziamento

Dettagli

PRIMO RAPPORTO ITALIANO DI REFERENZIAZIONE DELLE QUALIFICAZIONI AL QUADRO EUROPEO EQF

PRIMO RAPPORTO ITALIANO DI REFERENZIAZIONE DELLE QUALIFICAZIONI AL QUADRO EUROPEO EQF PRIMO RAPPORTO ITALIANO DI REFERENZIAZIONE DELLE QUALIFICAZIONI AL QUADRO EUROPEO EQF Giugno 2012 1 SOMMARIO Il processo europeo per la trasparenza e l EQF 3 Guida alla lettura del Rapporto Errore. Il

Dettagli

Un nuovo approccio. Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile

Un nuovo approccio. Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile Un nuovo approccio Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile Le occasioni lavorative esistono ma si rileva un gap fra competenze e loro impiegabilità nel mondo del lavoro Requisiti

Dettagli

1. La strategia dell Unione Europea per la trasparenza e il riconoscimento di ogni apprendimento

1. La strategia dell Unione Europea per la trasparenza e il riconoscimento di ogni apprendimento Certificazione delle competenze e validazione dell apprendimento non formale e informale: stato dell arte e sfide per il futuro Elisabetta Perulli e.perulli@isfol.it 1. La strategia dell Unione Europea

Dettagli

539313-LLP-1-2013-1-IT-LEONARDO-LMP

539313-LLP-1-2013-1-IT-LEONARDO-LMP Newsletter No. 4 LIVORG Definire e sperimentare nuove competenze e capacità professionali per lo sviluppo ed il riconoscimento delle attività manageriali nel settore degli allevamenti biologici in Europa

Dettagli

Linee di sviluppo regionale: dai progetti alle sperimentazioni sul campo

Linee di sviluppo regionale: dai progetti alle sperimentazioni sul campo Workshop Gruppo Esperti Nazionali ECVET La sperimentazione di ECVET nei processi di apprendimento in contesti lavorativi Lamezia Terme, 5 luglio 2013 (Grand Hotel Lamezia, Piazza Lamezia) Linee di sviluppo

Dettagli

I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL TURISMO a cura Dipartimento Istruzione

I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL TURISMO a cura Dipartimento Istruzione I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL TURISMO a cura Dipartimento Istruzione Con riferimento al sistema di istruzione e formazione professionale relativi al settore turistico l attuale

Dettagli

METODOLOGIA. per la formazione dei formatori basata su EQF ed ECVET nella vendita al dettaglio di prodotti biologici certificati

METODOLOGIA. per la formazione dei formatori basata su EQF ed ECVET nella vendita al dettaglio di prodotti biologici certificati METODOLOGIA per la formazione dei formatori basata su EQF ed ECVET nella vendita al dettaglio di prodotti biologici certificati ECVET-based training of trainers in organic food retailing to EcoQualify

Dettagli

Le molteplici funzioni dell e-learning: dalla sensibilizzazione allo sviluppo delle nuove competenze

Le molteplici funzioni dell e-learning: dalla sensibilizzazione allo sviluppo delle nuove competenze Le molteplici funzioni dell e-learning: dalla sensibilizzazione allo sviluppo delle nuove competenze Anna Moreno ENEA Milano 10 novembre 2008 L e-learning come strumento per diffondere conoscenze e promuovere

Dettagli

EBLA VAI Valorizzare l Apprendimento Non Formale ed Informale nelle PMI. VAI Valorizzare l apprendimento non formale ed informale nelle PMI

EBLA VAI Valorizzare l Apprendimento Non Formale ed Informale nelle PMI. VAI Valorizzare l apprendimento non formale ed informale nelle PMI VAI Valorizzare l apprendimento non formale ed informale nelle PMI Il Promotore: EBLA EBLA è l Ente Bilaterale Lavoro e Ambiente costituto per iniziativa della FEDERLAZIO - ASSOCIAZIONE delle Piccole

Dettagli

Il Quadro Europeo delle Qualificazioni EQF: caratteristiche, obiettivi e utilizzo nella mobilità

Il Quadro Europeo delle Qualificazioni EQF: caratteristiche, obiettivi e utilizzo nella mobilità Il Quadro Europeo delle Qualificazioni EQF: caratteristiche, obiettivi e utilizzo nella mobilità Roma 5 novembre 2015 Diana Macrì PNC EQF 1. Che cosa è EQF, obiettivi e adempimenti 2. Il processo italiano

Dettagli

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE A E ATELIER EUROPEO in collaborazione con MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE Atelier Europeo, in collaborazione con la Fondazione Politecnico di Milano, allo scopo di incrementare

Dettagli

3.1 Finalità e Natura del Quadro di riferimento per i titoli dello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore

3.1 Finalità e Natura del Quadro di riferimento per i titoli dello Spazio Europeo dell Istruzione Superiore A Framework for Qualifications of the European Higher Education Area Bologna Working Group on Qualifications Frameworks Ministry of Science, Technology and Innovation February 2005 traduzione delle pp.

Dettagli

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE

MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE A E ATELIER EUROPEO in collaborazione con MASTER EUROPEO DI SPECIALIZZAZIONE IN EUROPROGETTAZIONE con il patrocinio di Comune di Brescia Atelier Europeo, in collaborazione con la Fondazione Politecnico

Dettagli

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione From the Lifelong Learnig Programme to Erasmus for All Investing in high quality education and training Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi Pacinotti di Bologna 24 maggio 2013 Il contributo del

Dettagli

Validazione delle competenze da esperienza: approcci e pratiche in Italia e in Europa

Validazione delle competenze da esperienza: approcci e pratiche in Italia e in Europa Validazione delle competenze da esperienza: approcci e pratiche in Italia e in Europa 12 dicembre 2011 Auditorium Isfol - Corso D Italia, 33 I risultati di Highlight the Comptences Enrico Libera Mobile

Dettagli

IL CURRICOLO PER COMPETENZE SECONDO LE NUOVE INDICAZIONI 2012

IL CURRICOLO PER COMPETENZE SECONDO LE NUOVE INDICAZIONI 2012 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE IL CURRICOLO PER COMPETENZE SECONDO LE NUOVE INDICAZIONI 2012 Franca Da Re CONFERENZA DI SERVIZIO PADOVA 03.10.2012 1 Competenze

Dettagli

BROCHURE INIZIALE DUAL -TRAINING

BROCHURE INIZIALE DUAL -TRAINING BROCHURE INIZIALE DUAL -TRAINING Perché questo progetto? La troppa frammentarietà delle esperienze finora portate avanti da singole regioni o singoli Stati, volte ad introdurre il sistema duale di alternanza

Dettagli

Il Repertorio RRFP come strumento multifunzione per la analisi dei fabbisogni formativi, l orientamento e l incontro tra domanda e offerta di lavoro

Il Repertorio RRFP come strumento multifunzione per la analisi dei fabbisogni formativi, l orientamento e l incontro tra domanda e offerta di lavoro Il Repertorio RRFP come strumento multifunzione per la analisi dei fabbisogni formativi, l orientamento e l incontro tra domanda e offerta di lavoro Luciano Capriolo Cagliari 9 giugno 2014 IL SISTEMA REGIONALE

Dettagli

Agenda per nuove competenze e per l'occupazione. Roma 22 novembre 2012

Agenda per nuove competenze e per l'occupazione. Roma 22 novembre 2012 Agenda per nuove competenze e per l'occupazione Roma 22 novembre 2012 Carlo Scatoli DG Istruzione e cultura 2019 2020 80 Employment rate (20 to 64 years) for the EU Tasso di occupazione EU (20-64 anni)

Dettagli

Riconoscimento e validazione apprendimenti non formali

Riconoscimento e validazione apprendimenti non formali Riconoscimento e validazione apprendimenti non formali Prof. Umberto Margiotta Università Cà Foscari -Venezia Progetto SUV -Veneto 2009-2010 Istruzione e formazione durante tutto l arco della vita L'educazione

Dettagli

I datori di lavoro cercano competenze spesso non certificate ma essenziali per lo svolgimento di talune attività (es.

I datori di lavoro cercano competenze spesso non certificate ma essenziali per lo svolgimento di talune attività (es. Tavola Rotonda L impatto sui sistemi di riconoscimento delle qualifiche tra bisogni del mercato del lavoro, risposte dei sistemi formativi e governo dei processi delle Autorità competenti Pasquale di Marzo

Dettagli

CORSO SERALE - LINEE GUIDA

CORSO SERALE - LINEE GUIDA CORSO SERALE - LINEE GUIDA 1. ASPETTI GENERALI Dal 31 agosto 2015, con l entrata in vigore del D.P.R. n.263 del 29 ottobre 2012 e le successive circolari ministeriali, i corsi serali, i CTP, i corsi di

Dettagli

La validazione degli apprendimenti in Italia: un percorso in cerca di conclusione di Alessandra Ferrari

La validazione degli apprendimenti in Italia: un percorso in cerca di conclusione di Alessandra Ferrari La validazione degli apprendimenti in Italia: un percorso in cerca di conclusione di Alessandra Ferrari La validazione degli apprendimenti in Italia disegna un panorama molto variegato con differenze marcate

Dettagli

DIREZIONE GENERALE CULTURA FORMAZIONE LAVORO Servizio Formazione Professionale

DIREZIONE GENERALE CULTURA FORMAZIONE LAVORO Servizio Formazione Professionale I professionisti del care Figure professionali la cui definizione e formazione è di competenza Ministeriale (Università) Medici Assistente Sociale Fisioterapista Infermiere professionale Terapista della

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA ECVET PER LA QUALIFICA A LIVELLO EUROPEO NEL

PROTOCOLLO D INTESA ECVET PER LA QUALIFICA A LIVELLO EUROPEO NEL Programma di apprendimento permanente, Leonardo da Vinci Trasferimento di innovazione Progetto N.: 01-1-HU1-LEO05-0583 Titolo del progetto: Turismo sanitario: Un processo ECVET per mettere in trasparenza

Dettagli

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 1 Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 2 Obiettivi specifici A. Sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell

Dettagli

Nota Tecnica Modalità di progettazione dei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) attivati dai Poli Formativi in Campania

Nota Tecnica Modalità di progettazione dei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) attivati dai Poli Formativi in Campania e del Forum Regionale della Gioventù 03 ALLEGATO A Nota Tecnica Modalità di progettazione dei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) attivati dai Poli Formativi in Campania 1- Premessa

Dettagli

Lifelong Learning Politiche dell istruzione e formazione Formazione professionale ed educazione degli adulti EAC

Lifelong Learning Politiche dell istruzione e formazione Formazione professionale ed educazione degli adulti EAC COMMISSIONE EUROPEA Direzione Generale Istruzione e Cultura Lifelong Learning Politiche dell istruzione e formazione Formazione professionale ed educazione degli adulti EAC BRUXELLES, 31 ottobre 2006 SEC

Dettagli

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento Erasmus + 2014-2020 Azioni: Prevede tre tipi di azioni fondamentali: La mobilità individuale ai fini di apprendimento: la mobilità rappresenta una quota significativa del bilancio complessivo. Tale incremento,

Dettagli

EQAVET: Quadro di riferimento europeo per la garanzia di qualità dell istruzione e formazione professionale

EQAVET: Quadro di riferimento europeo per la garanzia di qualità dell istruzione e formazione professionale EQAVET: Quadro di riferimento europeo per la garanzia di qualità dell istruzione e formazione professionale In riferimento all obiettivo qualità, nel Documento del Consiglio dell'unione europea del maggio

Dettagli

R.OMA CAP JTAl =,.DIPART~~ENTO ~RISORS.~ ~MAN:

R.OMA CAP JTAl =,.DIPART~~ENTO ~RISORS.~ ~MAN: R.OMA CAP JTAl =,.DIPART~~ENTO ~RISORS.~ ~MAN: 22 alt. 2012. Direzione Lavoro e Fo rmazione Professional UFF'C'~~05COlb G BI.. J.... PROTOCOLLO D'INTESA TRA L'UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL

DELIBERAZIONE N. DEL Oggetto: Istituzione del Repertorio Regionale dei Profili di Qualificazione e del Sistema regionale per l individuazione, validazione e certificazione delle competenze. L Assessore del Lavoro, Formazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE GENERALE

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE GENERALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MOBILITA STUDENTESCHE

REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MOBILITA STUDENTESCHE REGOLAMENTO DI ATENEO PER LE MOBILITA STUDENTESCHE (Emanato con D.R. n. 629 2015, prot. n. 13678 I/3 del 29.05.2015) I termini relativi a persone che, nel presente Regolamento, compaiono solo al maschile

Dettagli

Deeper Sviluppo di un programma di formazione innovativo ed integrato rivolto ai rifugiati ed ai richiedenti asilo.

Deeper Sviluppo di un programma di formazione innovativo ed integrato rivolto ai rifugiati ed ai richiedenti asilo. Deeper Sviluppo di un programma di formazione innovativo ed integrato rivolto ai rifugiati ed ai richiedenti asilo. Developing innovative and integrate training program for refugees and asylum seekers

Dettagli

Il Piano d indirizzo per la Riabilitazione ed i risultati del progetto MaecVET: una piena coerenza

Il Piano d indirizzo per la Riabilitazione ed i risultati del progetto MaecVET: una piena coerenza Il Piano d indirizzo per la Riabilitazione ed i risultati del progetto MaecVET: una piena coerenza La centralità del cittadino salvaguardata dal progetto individuale personalizzato e dal conseguente percorso

Dettagli

Il programma ERASMUS PLUS

Il programma ERASMUS PLUS Il programma ERASMUS PLUS Nel Gennaio 2014 avrà inizio Erasmus +, il nuovo programma europeo per l'educazione, la formazione, i giovani e lo sport per gli anni 2014-2020. Il programma è stato adottato

Dettagli

1. Il PROGETTO. I Paesi Europei coinvolti sono: Germania, Grecia, Inghilterra, Malta, Portogallo, Spagna.

1. Il PROGETTO. I Paesi Europei coinvolti sono: Germania, Grecia, Inghilterra, Malta, Portogallo, Spagna. PROGRAMMA ERASMUS + AZIONE KA1 MOBILITA INDIVIDUALE AI FINI DELL APPRENDIMENTO AMBITO VET PROMOTORE: MATCH UP SRLS PROGETTO: TTTE TOURISM TRAINING TOWARDS EUROPE DALL ITALIA VERSO L EUROPA PROGETTO N.

Dettagli

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004

Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Raccomandazione n. 195 sulla valorizzazione delle risorse umane, 2004 Allegato La Conferenza generale dell Organizzazione internazionale del Lavoro, convocata a Ginevra dal Consiglio di amministrazione

Dettagli

Broker di competenze per l'innovazione

Broker di competenze per l'innovazione Broker di competenze per l'innovazione Il profilo professionale secondo i quadri ECVET ed EQF Il partenariato REBASING Estratto dal libro The Innovation Competence Broker: Bridging firms and R&D institutions,

Dettagli

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 Idocumenti ufficiali della Commissione Europea relativi all istruzione e alla formazione a partire dal 1996 (anno europeo del lifelong learning), ribadiscono

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle

Dettagli

POSITION PAPER DEL CLUSTER SPRING SULLA PROMOZIONE E IL CONSOLIDAMENTO DI ATTIVITÀ A SUPPORTO DELLA BIOECONOMIA IN CAMPO FORMATIVO/EDUCATIVO

POSITION PAPER DEL CLUSTER SPRING SULLA PROMOZIONE E IL CONSOLIDAMENTO DI ATTIVITÀ A SUPPORTO DELLA BIOECONOMIA IN CAMPO FORMATIVO/EDUCATIVO POSITION PAPER DEL CLUSTER SPRING SULLA PROMOZIONE E IL CONSOLIDAMENTO DI ATTIVITÀ A SUPPORTO DELLA BIOECONOMIA IN CAMPO FORMATIVO/EDUCATIVO Novembre 2015 Obiettivi del documento In questo position paper

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE 2013/2014

LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE 2013/2014 LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE 2013/2014 1 La certificazione delle competenze Certificare le competenze significa valorizzare il capitale umano e professionale in termini di competenze, conoscenze

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

LE LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE NEL 2010 E IL RILANCIO DEI CONTRATTI A CONTENUTO FORMATIVO.

LE LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE NEL 2010 E IL RILANCIO DEI CONTRATTI A CONTENUTO FORMATIVO. LE LINEE GUIDA PER LA FORMAZIONE NEL 2010 E IL RILANCIO DEI CONTRATTI A CONTENUTO FORMATIVO. CONVEGNO UIL ADAPT Roma, 6 maggio 2010 L apprendistato di alta formazione: L esperienza FIXO di Italia Lavoro

Dettagli

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15 Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Scuola primaria e Scuola secondaria di primo grado Maria Cassani

Dettagli

Modello Qualità Sistema di validazione delle competenze acquisite in contesti non formali e informali

Modello Qualità Sistema di validazione delle competenze acquisite in contesti non formali e informali Modello Qualità Sistema di validazione delle competenze acquisite in contesti non formali e informali A cura della Direzione Lavoro Regione del Veneto Il presente progetto è finanziato con il sostegno

Dettagli

ECTS SISTEMA EUROPEO DI ACCUMULAZIONE E TRASFERIMENTO DEI CREDITI. Punti chiave

ECTS SISTEMA EUROPEO DI ACCUMULAZIONE E TRASFERIMENTO DEI CREDITI. Punti chiave COMMISSIONE EUROPEA Direzione Generale per l Educazione e la Cultura Versione 11.02.03 ECTS SISTEMA EUROPEO DI ACCUMULAZIONE E TRASFERIMENTO DEI CREDITI Punti chiave Cosa è un sistema di crediti? Un sistema

Dettagli