Dott.ssa Federica Terzi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dott.ssa Federica Terzi"

Transcript

1 CIRCOLARE SETTIMANALE DEL 24 APRILE 2015 In sintesi le principali novità della settimana. Il Consiglio dei ministri ha varato martedì 21 aprile tre decreti attuativi della delega su: abuso del diritto, fatturazione elettronica tra privati e internazionalizzazione delle imprese. Arriva la tanto attesa disciplina dell abuso del diritto, che dovrà disciplinare i casi in cui un operazione economica consente di ottenere un vantaggio fiscale illegittimo. Non ci sarà la contestata soglia di non punibilità del 3%, il cui esame è rinviato a giugno con la riforma delle sanzioni sia penali che amministrative. Tra le novità c è anche l estensione della fattura elettronica anche tra privati e l arrivo dello scontrino digitale dal Non saranno regimi obbligatori, ma opzionali. Per incentivare commercianti, artigiani e autonomi ad aderire saranno previsti dei «premi» come l esonero da spesometro, comunicazioni black list ed una serie di semplificazioni contabili. Nel pacchetto internazionale arriva un nuovo ruling internazionale per definire le regole su transfer pricing, stabile organizzazione, trasferimento di residenza, tassazione di dividendi, interesssi e royalties. Ora i tre decreti dovranno acquisire i pareri delle commissioni parlamentari entro 30 giorni dalla loro trasmissione. E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 90 del 18 aprile 2015 il Decreto legislativo n. 42 del che recepisce le regole UE sull'e-commerce dettate dalla direttiva 2008/8/CE, per quanto riguarda il luogo delle prestazioni di servizi e che entra in vigore dal 3 maggio. Una delle novità apportate è che non è più obbligatoria la fattura per le prestazioni di servizi di telecomunicazione, di servizi di teleradiodiffusione e di servizi elettronici resi a committenti italiani che agiscono al di fuori dell esercizio d impresa, arte o professione, a meno che non espressamente richiesta dal cliente. La direttiva è entrata in vigore in Italia con riferimento alle operazioni effettuate, nei confronti di soggetti non passivi d imposta, a partire dal 1 gennaio 2015, come espressamente stabilito dallo stesso decreto legislativo, che va ad adeguare la normativa nazionale che era rimasta ancora invariata. Con comunicato stampa del 17 aprile 2015, il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili (Cndcec), ha affermato che la prima adozione dei nuovi principi contabili nazionali OIC può essere una causa per il rinvio dell approvazione del bilancio da parte dell assemblea dei soci, qualora lo statuto sociale preveda tale facoltà. L'indicazione è emersa dalla riunione di insediamento della Commissione per lo studio dei principi contabili nazionali del Consiglio nazionale dei commercialisti, riunitasi a Roma. L art.2364 del codice civile, prevede, infatti che l approvazione del bilancio delle SpA (norma estesa anche alle Srl dall art bis) possa avvenire entro 180 giorni dalla data di chiusura dell esercizio, anziché entro 120 giorni, qualora lo richiedono particolari esigenze relative alla struttura ed all'oggetto della società". 1

2 L'Agenzia delle Dogane, con la Nota n /RU del 20 aprile 2015, ha precisato che, avendo riscontrato nelle dichiarazioni doganali numerosi errori nell'indicazione degli estremi delle lettere di intento, a partire dal 21 aprile 2015 sono attivi controlli bloccanti che comporteranno il rifiuto della registrazione della dichiarazione doganale, qualora non siano rispettate le regole di compilazione contenute nella Nota 11 febbraio 2015, n La nota, poi, ricorda che, in linea con quanto previsto dalla Risoluzione n. 38/E del 13 aprile 2015, è ora consentito presentare una dichiarazione di intento, ai fini dell utilizzo del plafond in dogana, valida per più operazioni doganali fino alla concorrenza dell importo ivi indicato. L'Agenzia delle Entrate, con provvedimento di ieri 23 aprile, ha approvato lo schema di dati (allegati A, B, C e D) da trasmettere telematicamente nell ambito del regime Mini one stop shop (MOSS), il nuovo regime Iva opzionale applicabile dal 1 gennaio 2015 agli operatori nazionali, alle stabili organizzazioni italiane di operatori extra Ue e agli operatori extra Ue non identificati in alcuno Stato membro, per effetto delle modifiche apportate dalla Direttiva 2008/8/CE alla Direttiva n. 112/2006/CE. La registrazione al mini sportello unico consente agli operatori di dichiarare e versare l Iva dovuta sui servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici prestati a persone che non sono soggetti passivi Iva (B2C) senza necessità di doversi identificare in ciascuno Stato membro per effettuare gli adempimenti Iva dovuti. Le disposizioni europee sono state recepite dal decreto legislativo 31 marzo 2015, n. 42 (pubblicato in G.U. n. 90 del 18 aprile 2015). 2

3 INDICE REVERSE CHARGE, LE NUOVE FATTISPECIE PER LE PRESTAZIONI RELATIVE AGLI EDIFICI La Finanziaria 2015 ha previsto l estensione del meccanismo del reverse charge ad una serie di nuove tipologie di operazioni, tra cui le prestazioni di servizi di pulizia, demolizione, installazione di impianti e completamento degli edifici. In questa scheda si illustreranno gli aspetti operativi del nuovo reverse charge negli edifici, alla luce dei chiarimenti forniti dall'agenzia delle Entrate nella circolare 14/E del TERMINI DI PAGAMENTO DEI VERSAMENTI DELLE IMPOSTE DERIVANTI DA UNICO Si riepilogano in questa scheda i termini di versamento delle imposte derivanti da Unico 2015, comprese le scadenze di rateazione nel caso in cui il contribuente opti per il pagamento dilazionato. Si consiglia in ogni caso di restare aggiornati in quanto è consuetudine del legislatore intervenire con proroghe, anche a ridosso dei termini di scadenza. ACQUISTO "PRIMA CASA": ALLINEAMENTO IVA E IMPOSTA DI REGISTRO Il Decreto legislativo semplificazioni fiscali (D.Lgs. n. 175/2014) ha allineato la definizione di "prima casa" rilevante ai fini dell'applicazione delle agevolazioni IVA (aliquota IVA ridotta al 4% sull'acquisto) a quella rilevante ai fini dell'applicazione delle agevolazioni relative all'imposta di registro (al 2%). 3

4 Ai Sig.ri Clienti Loro Sedi OGGETTO: Reverse charge, le nuove fattispecie per le prestazioni relative agli edifici La Finanziaria 2015 ha introdotto, a partire dal 1 gennaio 2015, nuove fattispecie di reverse charge per ridurre i fenomeni di frode e di evasione IVA. Il meccanismo dell'inversione contabile, che prevede il trasferimento degli obblighi di assolvimento dell'iva dal cedente/prestatore all'acquirente/committente, si applica ora anche alle prestazioni di servizi di pulizia, demolizione, installazione di impianti e completamento degli edifici, rese nei confronti di soggetti IVA. L'Agenzia delle Entrate è intervenuta recentemente - con la Circolare 14/E del per fornire i primi chiarimenti sulle nuove fattispecie di reverse charge, che saranno di seguito riepilogati. REVERSE CHARGE PRESTAZIONI RELATIVE AGLI EDIFICI AMBITO APPLICATIVO DEI SERVIZI DI PULIZIA, DEMOLIZIONE E INSTALLAZIONE DEGLI IMPIANTI Tra le nuove fattispecie di reverse charge vi sono i servizi di pulizia, di demolizione di installazione di impianti e di completamento relative a edifici. I soggetti passivi IVA che prestano tali servizi devono applicare il meccanismo dell'inversione contabile a prescindere dal rapporto contrattuale stipulato dalle parti e dalla tipologia di attività esercitata dal prestatore (pertanto si applica a tutte le prestazioni rese tra soggetti passivi IVA, anche nei confronti di committenti che non operano nel settore edile). Sono escluse le forniture di beni con posa in opera, in quanto tali operazioni ai fini IVA costituiscono cessioni di beni e non prestazioni di servizi. CONCETTO DI EDIFICIO Quello che conta, oltre alla soggettività passiva IVA in capo al committente, è la riconducibilità di tali prestazioni ad un edificio e la tipologia della prestazione. Per edificio il legislatore ha voluto limitare la disposizione in esame ai fabbricati, e non alla più ampia categoria degli immobili. Pertanto sono compresi i fabbricati ad uso abitativo, strumentali, compresi quelli di nuova costruzione, o le parti di essi. Sono compresi anche gli edifici in corso di costruzione rientranti nella categoria catastale F3 e le unità in corso di definizione, cat. catastale F4. Sono escluse le prestazioni di servizio aventi ad oggetto terreni, parti di suolo, parcheggi, piscine, giardini, ecc... salvo che questi non costituiscano un elemento integrante dell'edificio stesso. Il reverse charge non si applica poi alle prestazioni di servizi di pulizia 4

5 installazione impianti e demolizione relative ai beni mobili, di qualunque tipo. Per l'individuazione delle prestazioni rientranti nel meccanismo del reverse charge, si fa riferimento ai codici attività della Tabella Ateco 2007, di seguito riepilogati Pulizia generale (non specializzata) di edifici SERVIZI DI PULIZIA NEGLI EDIFICI Altre attività di pulizia specializzata di edifici e di impianti e macchinari industriali. Anche se questo codice comprende anche la "pulizia specializzata di impianti e macchinari industriali", tali operazioni non rientrano nella nozione di edifici pertanto il reverse charge non si applica. INDIVIDUAZIONE DELLE TIPO DI SERVIZIO CODICE ATECO DESCRIZIONE PRESTAZIONI SOGGETTE AL REVERSE CHARGE SERVIZI DI DEMOLIZIONE demolizione Installazione di impianti elettrici in edifici o altre SERVIZI DI DEMOLIZIONE DI INSTALLAZIONE IMPIANTI DI COMPLETAMENTO DI EDIFICI SERVIZI DI INSTALLAZIONE IMPIANTI opere di costruzione (compresa manutenzione e riparazione) Installazione di impianti elettronici (compresa manutenzione e riparazione) Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell'aria (compresa 5

6 manutenzione e riparazione) in edifici o in altre opere di costruzione Installazione di impianti per la distribuzione del gas (compresa manutenzione e riparazione) Installazione di impianti di spegnimento antincendio (compresa manutenzione e riparazione) Installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili Lavori di isolamento termico, acustico o antivibrazioni Lavori di isolamento termico, acustico o antivibrazioni Intonacatura stuccatura e Posa in opera di casseforti, forzieri, porte blindate SERVIZI DI COMPLETAMENTO DI EDIFICI Posa in opera di infissi, arredi, controsoffitti, pareti mobili e simili. Tuttavia la posa in opera di arredi è esclusa dal reverse charge, in quanto non rientra nella nozione di completamento di edifici 6

7 Rivestimento pavimento e muri di Tinteggiatura e posa in opera i vetri Attività non specializzate di lavori edili - muratori (limitatamente alle prestazioni che riguardano edifici) Altri lavori di completamento e di finitura degli edifici n.c.a. "completamento di edifici". Se un contratto comprende una pluralità di prestazioni di servizi, solo in parte soggette al reverse charge (ad esempio installazione di impianti e altre generiche prestazioni di servizi non rientranti nel reverse charge) bisogna scomporre le varie operazioni, individuando quelle assoggettabili al reverse charge, in quanto l'inversione contabile costituisce la regola prioritaria. Tuttavia, in considerazione della complessità delle tipologie contrattuali riscontrabili nel settore edile, nel caso di un unico contratto di appalto avente ad oggetto interventi di restauro, di risanamento conservativo e di interventi di ristrutturazione edilizia, tale scomposizione non è necessaria, e si applicano pertanto le modalità ordinarie dell'iva, anche con riferimento alle prestazioni soggette a reverse charge. ENTRATA IN VIGORE Il meccanismo del reverse charge si applica, in relazione alle nuove fattispecie, alle operazioni effettuate a partire dal 1 gennaio Per determinare il momento di effettuazione si deve fare riferimento alle regole ordinarie, di cui all'art. 6 del DPR 633/72. Non si applicano sanzioni per comportamenti difformi adottati prima del Lo Studio è a disposizione per ogni chiarimento. Distinti saluti 7

8 Ai Sig.ri Clienti Loro Sedi OGGETTO: Termini di pagamento dei versamenti delle imposte derivanti da Unico In considerazione del termine di versamento delle imposte derivanti da Unico, si ricorda che le scadenze di pagamento in linea generale sono: ; con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Gli importi che scaturiscono dalla dichiarazione devono essere versati arrotondandoli all'unità di euro, così come determinati nella dichiarazione stessa. Non va effettuato alcun pagamento se l'importo risultante dalla dichiarazione, riferito alla singola imposta, è inferiore o uguale a 12 euro, per le somme dovute a titolo di IRPEF e addizionali, o a 10,33 euro per le somme da versare a titolo di IVA. I contribuenti possono decidere di rateizzare i versamenti dovuti a titolo di saldo e di acconto ad eccezione dell'acconto di novembre che deve essere versato in un'unica soluzione. Sugli importi rateizzati sono dovuti gli interessi nella misura del 4% annuo e devono essere esposti nel mod. F24 separatamente all'imposta dovuta. I TERMINI DI VERSAMENTO DELLE IMPOSTE DERIVANTI DA 730 UNICO E IRAP 2015 TERMINI ORDINARI DI VERSAMENTO DELLE IMPOSTE MODELLO IVA (FORMA AUTONOMA) Senza maggiorazione dello 0,4% MODELLO IVA (FORMA UNIFICATA) Senza maggiorazione dello 0,4% Con maggiorazione dell'1,20% (0,40 3) Con maggiorazione dell'1,60% (0,40 4) UNICO PF Con maggiorazione dello 0,40% UNICO SP Con maggiorazione dello 0,40% UNICO SC 2015 ENTRO IL GIORNO 16 DEL 6 MESE SUCCESSIVO A QUELLO DI CHIUSURA DEL PERIODO DI IMPOSTA ENTRO I 30 GIORNI SUCCESSIVI UNICO SC 2015 ENTRO IL GIORNO 16 DEL ENTRO I 30 GIORNI 8

9 RELATIVO A SOGGETTI IRES CHE APPROVANO IL BILANCIO OLTRE 120 GIORNI DALLA CHIUSURA MESE SUCCESSIVO ALLA DATA DI APPROVAZIONE DEL BILANCIO O DEL TERMINE ULTIMO DI APPROVAZIONE 1 SUCCESSIVI DELL'ESERCIZIO IRAP Con maggiorazione dello 0,40% Con la retribuzione di competenza del mese di luglio (agosto o settembre per i pensionati) VERSAMENTO 1 A RATA VERSAMENTO 1 A RATA 2 RATA ENTRO IL ENTRO IL SCADENZA % INTERESSI SCADENZA % INTERESSI RATEIZZAZIONE DELLE IMPOSTE PER SOGGETTI NON TITOLARI DI PARTITA IVA , , , , , , , , , ,81 VERSAMENTO 1 A RATA ,48 VERSAMENTO 1 A RATA 3 RATA ENTRO IL ENTRO IL SCADENZA % INTERESSI SCADENZA % INTERESSI RATEIZZAZIONE DELLE IMPOSTE PER SOGGETTI TITOLARI DI PARTITA IVA , , , , , , , , ,65 Lo Studio è a disposizione per ogni chiarimento 1 Il limite massimo entro cui approvare il bilancio, per i soggetti con esercizio coincidente con l anno solare, è il In caso di mancata approvazione del bilancio entro il , la società deve effettuare i versamenti entro il In questo caso l'importo deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento. 3 In questo caso l'importo deve essere preventivamente maggiorato dello 0,40 per cento. 9

10 INFORMAZIONE FISCALE Ai Sig.ri Clienti Loro Sedi OGGETTO: Acquisto "prima casa": allineamento IVA e imposta di registro L'art. 33 del Decreto legislativo semplificazioni fiscali (D.Lgs. n. 175/2014) ha allineato la definizione di "prima casa" rilevante ai fini dell'applicazione delle agevolazioni IVA (aliquota IVA ridotta al 4% sull'acquisto) a quella rilevante ai fini dell'applicazione delle agevolazioni relative all'imposta di registro (al 2%). In passato, infatti: ai fini dell'imposta di registro si applicava la classificazione catastale; ai fini IVA si applicavano i criteri di cui al DM 2 agosto 1969, prescindendo dalla categoria catastale nella quale l immobile risultava censito. Ciò creava un disallineamento normativo, che di recente il Decreto semplificazioni fiscali ha provveduto ad eliminare. Nella presente scheda, vediamo cosa è cambiato. PRIMA CASA: ALLINEAMENTO IVA E IMPOSTA DI REGISTRO ACQUISTO "PRIMA CASA" E TASSAZIONE In generale, l'imposta di registro è dovuta per l acquisto della prima casa se il cedente è: un privato non soggetto IVA; un impresa non costruttrice e non di ripristino (essa fatturerà in esenzione IVA ex art. 10, n. 8-bis, D.P.R. n. 633/1972); un impresa costruttrice o di ripristino se l acquisto avviene dopo 5 anni dalla fine dei lavori, se questa non opta per l assoggettamento ad IVA (essa fatturerà in esenzione IVA ex art. 10, n. 8-bis, D.P.R. n. 633/1972); qualunque impresa se si tratta di cessioni di fabbricati destinati ad alloggi sociali (D.M. 22/04/2008), se il cedente non opta per l assoggettamento ad IVA (fatturerà in esenzione IVA ex art. 10, n. 8- bis,d.p.r. n. 633/1972). In tali fattispecie, l'imposta di registro si applica nella misura agevolata del 2% (in luogo dell aliquota ordinaria del 9%), come previsto dal 1 gennaio 2014 dall art. 1 della Tariffa, Parte I, allegata al D.P.R. n. 131/1986. La norma afferma, in particolare, che tale aliquota si applica: "Se il trasferimento ha per oggetto case di abitazione, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9, ove ricorrano le condizioni di cui alla nota II-bis)". La norma, pertanto, fa riferimento alla classificazione catastale dell'immobile, che non deve essere "di lusso", cioè non deve essere 10

11 stato classificato nelle categorie catastali: A/1 - abitazioni di tipo signorile; A/8 - abitazioni in ville; A/9 - castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici. Con riguardo all'iva, poi, l acquisto della prima casa è soggetto a tale imposta se il cedente è: un impresa costruttrice/ripristino che cede l'immobile prima dei 5 anni dalla fine dei lavori; un impresa costruttrice/ripristino che cede l'immobile dopo i 5 anni ma ha scelto di sottoporre la cessione a IVA (con opzione espressa nell atto di vendita); qualunque impresa se si tratta di cessioni di fabbricati destinati ad alloggi sociali (D.M. 22/04/2008), se il cedente opta per l assoggettamento ad IVA. In tali casi, l'iva si applica nella misura agevolata del 4% al ricorrere di determinati requisiti, che ora sono stati, appunto, allineati a quelli dell'imposta di registro. Ma vediamo nel dettaglio. "PRIMA CASA" AI FINI IVA PRIMA E DOPO IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI Il n. 21) della Tabella A, Parte II, allegata al D.P.R. n. 633/1972 prevedeva, prima del Decreto semplificazioni, che l'aliquota IVA ridotta al 4% si applicasse alle "case di abitazione non di lusso secondo i criteri di cui al decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 agosto 1969". Vi era, cioè, disparità normativa in quanto, ai fini IVA, l individuazione delle case di abitazione per le quali era possibile fruire delle agevolazioni era ancorata ai criteri dettati dal citato DM 2 agosto 1969, a prescindere dalla categoria catastale nella quale l immobile risulta censito in Catasto, come invece avviene per l'imposta di registro. In particolare, si ricorda che il DM 2 agosto 1969 qualifica come "di lusso" alcune tipologie di unità immobiliari che presentano specifici requisiti (ad esempio, superficie superiore a 240 mq, esclusi balconi, terrazze, cantine, soffitte, scale e posti macchina, piscina superiore a 80 mq, ecc.). Ora, dal , anche ai fini delle agevolazioni IVA, rileva che la "prima casa" non sia classificata o classificabile nelle categorie catastali: A/1 - abitazioni di tipo signorile; A/8 - abitazioni in ville; A/9 - castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici. I nuovi criteri rilevano anche per le abitazioni di lusso già costruite, in corso di costruzione o in corso di ristrutturazione alla data di entrata in vigore del provvedimento. Con la Circolare n. 31/E/2014, l Agenzia delle Entrate ha precisato 11

12 che l aliquota IVA del 4% si applica anche alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto, di cui al n. 39) della Tabella A, parte II, allegata al D.P.R. n. 633/1972, relativi alla costruzione dei fabbricati di cui all art. 13 della L. n. 408/1949 (c.d. fabbricati Tupini), effettuate nei confronti dei soggetti che svolgono attività di costruzione di immobili per la successiva vendita o di soggetti per i quali ricorrono le condizioni richiamate nel n. 21) (condizioni agevolazioni prima casa ). REQUISITI "PRIMA CASA" Alla luce delle modifiche apportate, sia ai fini dell'imposta di registro che ai fini IVA, i requisiti necessari per usufruire dell imposizione ridotta sono quelli indicati alla nota II-bis all art. 1, Tariffa, Parte 1, Allegata al D.P.R. n. 131/1986 (Testo Unico dell'imposta di registro), richiamata a sua volta dal n. 21) Tabella A, Parte II, D.P.R. n. 633/1972 (decreto IVA), che riguardano l ubicazione dell immobile e le dichiarazioni che l acquirente deve inserire nell atto di compravendita. In particolare: l immobile deve trovarsi: nel territorio del comune in cui l acquirente ha o stabilisca, entro 18 mesi dall acquisto, la propria residenza; nel territorio del comune in cui l acquirente svolge la propria attività (se diverso dal comune di residenza); nel territorio del comune in cui ha sede o esercita l attività il soggetto da cui dipende (se l acquirente è trasferito all estero per ragioni di lavoro); in qualsiasi comune del territorio italiano se l acquirente è un cittadino italiano emigrato all estero, purché l immobile sia acquisito come prima casa sul territorio italiano; nell atto l acquirente deve dichiarare di: non essere titolare, esclusivo o in comunione con il coniuge, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione ubicata nel territorio del comune ove è situato l immobile da acquistare; non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni prima casa ; impegnarsi a stabilire la residenza, entro 18 mesi dall acquisto, nel territorio del Comune dove è situato l immobile da acquistare, qualora già non vi risieda; (in alternativa al requisito della residenza) l acquirente può rendere la dichiarazione che l immobile è ubicato nel comune in cui svolge la sua attività lavorativa; voler fruire dei benefici fiscali concernenti l imposta di registro per l acquisto della prima casa. 12

13 L Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 31/E/2014, ha precisato che a decorrere dal 13 dicembre 2014, data di entrata in vigore del decreto semplificazioni, in sede di stipula dell atto di trasferimento o di costituzione del diritto reale sull abitazione per il quale si intende fruire dell aliquota IVA del 4%, deve essere dichiarata la classificazione o la classificabilità catastale dell immobile nelle categorie che possono beneficiare del regime di favore, oltre all attestazione della sussistenza delle ulteriori condizioni prescritte per usufruire dell agevolazione di cui alla Nota II-bis all art. 1 della Tariffa, Parte prima, allegata al D.P.R. 26 aprile 1986, n. 131). In caso di cessioni soggette ad IVA, le dichiarazioni concernenti la sussistenza delle condizioni, riferite al momento in cui si realizza l effetto traslativo, possono essere effettuate, oltre che nell atto di acquisto, anche in sede di contratto preliminare. Lo Studio è a disposizione per ogni chiarimento Distinti saluti 13

Reverse charge - estensione a nuove fattispecie nel settore edile: i primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Reverse charge - estensione a nuove fattispecie nel settore edile: i primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Reverse charge - estensione a nuove fattispecie nel settore edile: i primi chiarimenti dell Agenzia delle Entrate L Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 14/E del 27 marzo 2015 (la Circolare ), ha

Dettagli

Ai gentili clienti Loro sedi

Ai gentili clienti Loro sedi Ai gentili clienti Loro sedi La Legge di stabilità 2015, integrando l'articolo 17 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, ha disposto, tra l altro, l'estensione del meccanismo

Dettagli

Reverse charge: pubblicata la Circolare ministeriale

Reverse charge: pubblicata la Circolare ministeriale Reverse charge: pubblicata la Circolare ministeriale Finalmente è stata pubblicata dall Agenzia delle Entrate la circolare n. 14/E del 27 marzo che chiarisce alcuni punti in merito all estensione del meccanismo

Dettagli

IL NUOVO REVERSE CHARGE IN EDILIZIA

IL NUOVO REVERSE CHARGE IN EDILIZIA Studio Benetti e Associati Srl Via Zanon, 6 Quinto Vicentino (VI) Tel. 0444 17822 Fax 0444 1782299 Via Del Ponte 191 Marola di Torri di Quartesolo (VI) Tel. 0444 17822 Fax 0444 1782599 Vicenza Business

Dettagli

Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti

Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Premessa La Legge di stabilità 2015 ha disposto, come noto, l'estensione del meccanismo di assolvimento dell'iva mediante inversione

Dettagli

I.V.A. : Il nuovo Reverse Charge

I.V.A. : Il nuovo Reverse Charge I.V.A. : Il nuovo Reverse Charge Premessa La Legge di stabilità 2015 ha disposto, come noto, l'estensione del meccanismo di assolvimento dell'iva mediante inversione contabile (c.d. reverse charge) a nuove

Dettagli

Reverse charge: : chiarimenti Agenzia delle Entrate (Circ. n. 14/E del 27 marzo 2015)

Reverse charge: : chiarimenti Agenzia delle Entrate (Circ. n. 14/E del 27 marzo 2015) Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott.ssa Sofia a Bertolo

Dettagli

Oggetto: Estensione del reverse charge Primi orientamenti ANCE.

Oggetto: Estensione del reverse charge Primi orientamenti ANCE. CIRCOLARE N. 039 Bergamo, 30 gennaio 2015 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Estensione del reverse charge Primi orientamenti ANCE. Dal 1 gennaio 2015, è operativa l estensione del meccanismo dell

Dettagli

Circolare N. 49 del 1 Aprile 2015

Circolare N. 49 del 1 Aprile 2015 Circolare N. 49 del 1 Aprile 2015 Il nuovo reverse charge in edilizia: chiarimenti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che la Legge di stabilità 2015, integrando l'articolo 17 del decreto

Dettagli

Reverse Charge 2015 I SETTORI DI NUOVA INTRODUZIONE: GENERALITA

Reverse Charge 2015 I SETTORI DI NUOVA INTRODUZIONE: GENERALITA Reverse Charge 2015 La legge di stabilità ha previsto una estensione dell'applicazione dell'iva con il meccanismo del reverse charge: coinvolti, dal 1 gennaio 2015, gli installatori di impianti e i servizi

Dettagli

Bologna, 31 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 31 marzo 2015. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 31 marzo 2015 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 5 APPLICAZIONE DEL REVERSE-CHARGE ALLE PRESTAZIONI DI SERVIZI DI PULIZIA, DEMOLIZIONE, INSTALLAZIONE DI IMPIANTI E DI

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio 31 marzo 2015 Ai gentili clienti dello Studio Fatturazione in Reverse charge dal 2015 per lavori eseguiti su L Agenzia delle Entrate ha fornito le prime indicazioni su come

Dettagli

Nuove casistiche di applicazione del reverse charge Iva

Nuove casistiche di applicazione del reverse charge Iva Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott.ssa Sofia Bertolo Dott.

Dettagli

IL REVERSE CHARGE: LE NOVITA DAL

IL REVERSE CHARGE: LE NOVITA DAL IL REVERSE CHARGE: LE NOVITA DAL 2015 La legge Finanziaria per il 2015 ha previsto, a partire dal 1 gennaio 2015, l estensione dell applicazione dell IVA con il meccanismo del reverse charge alle seguenti

Dettagli

Novità IVA 2015 Ampliamento delle ipotesi di reverse charge. Giovanni Petruzzellis Dottore Commercialista

Novità IVA 2015 Ampliamento delle ipotesi di reverse charge. Giovanni Petruzzellis Dottore Commercialista Novità IVA 2015 Ampliamento delle ipotesi di reverse charge Giovanni Petruzzellis Dottore Commercialista Latina, 4 maggio 2015 1 Estensione del reverse charge Legge n. 190/2014 (articolo 1, commi 629 e

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di Ottobre 2015 Santa Lucia di Piave, lì 20 Ottobre 2015 Oggetto: Perdite su Crediti Reverse Charge tra nuove e vecchie fattispecie. 1. LE NOVITA PER LA DEDUCIBILITA DELLE PERDITE SU CREDITI

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: REVERSE CHARGE IN EDILIZIA TRA VECCHIE E NUOVE FATTISPECIE PAG.

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: REVERSE CHARGE IN EDILIZIA TRA VECCHIE E NUOVE FATTISPECIE PAG. CIRCOLARE N. 22 DEL 15/12/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: REVERSE CHARGE IN EDILIZIA TRA VECCHIE E NUOVE FATTISPECIE PAG. 2 IN SINTESI: Come noto, a decorrere dall

Dettagli

REVERSE CHARGE APPROFONDIMENTO

REVERSE CHARGE APPROFONDIMENTO REVERSE CHARGE APPROFONDIMENTO (testo aggiornato al 27/02/2015) A CURA DI: MARCO SIGAUDO Sommario REVERSE CHARGE - APPROFONDIMENTO... 3 SERVIZI DI PULIZIA NEGLI EDIFICI (art. 17, comma 6. lettera a-ter,

Dettagli

AGEVOLAZIONI PRIMA CASA

AGEVOLAZIONI PRIMA CASA AGEVOLAZIONI PRIMA CASA (Norme a aliquote nel tempo) 1) NORMATIVA IN VIGORE: 1A) Trasferimenti a titolo oneroso 1B) Trasferimenti a titolo gratuito 2) TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO EVOLUZIONE NORMATIVA

Dettagli

CNA Servizi Imola S.c.r.l.

CNA Servizi Imola S.c.r.l. Reverse charge per servizi di pulizia, demolizione, installazione impianti e completamento di edifici prime indicazioni operative Per effetto delle modifiche apportate all'art. 17, D.P.R. n 633/72, il

Dettagli

L Appuntamento con l Esperto MySolution

L Appuntamento con l Esperto MySolution L Appuntamento con l Esperto MySolution Reverse charge (o inversione contabile ) nel settore edile ed energetico nonché con riferimento alle cessioni di pallets dott. Stefano Setti 1 La disposizione normativa

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2015 NOVITA IN MERITO ALL ESTENSIONE DEL REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE, I CHIARIMENTI DELLA CIRCOLARE MINISTERIALE N

LEGGE DI STABILITA 2015 NOVITA IN MERITO ALL ESTENSIONE DEL REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE, I CHIARIMENTI DELLA CIRCOLARE MINISTERIALE N Milano, 1 aprile 2015 CIRCOLARE N. 12/2015 LEGGE DI STABILITA 2015 NOVITA IN MERITO ALL ESTENSIONE DEL REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE, I CHIARIMENTI DELLA CIRCOLARE MINISTERIALE N. 14/E DEL 27 MARZO

Dettagli

CIRCOLARE FEBBRAIO 2015

CIRCOLARE FEBBRAIO 2015 CIRCOLARE FEBBRAIO 2015 Novità 2015 in materia di IVA: reverse charge e split payment Gentile cliente! Come anticipato nella nostra circolare di gennaio 2015 a partire dal 1 gennaio 2015 sono entrate in

Dettagli

S T U D I O D I S P I R I T O. MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma

S T U D I O D I S P I R I T O. MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma S T U D I O D I S P I R I T O CONSULENZA FISCALE SOCIETARIA E CONTABILE MARIO DI SPIRITO Dottore Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Tribunale di Roma Circolare n.3 del 12/02/2015

Dettagli

Torbole Casaglia, 04/02/2015. Circolare 03/2015. OGGETTO: Il reverse charge - Le novita dal 2015 A TUTTI I CLIENTI

Torbole Casaglia, 04/02/2015. Circolare 03/2015. OGGETTO: Il reverse charge - Le novita dal 2015 A TUTTI I CLIENTI Torbole Casaglia, 04/02/2015 Circolare 03/2015 A TUTTI I CLIENTI OGGETTO: Il reverse charge - Le novita dal 2015 La legge di stabilità ha previsto una estensione dell'applicazione dell'iva con il meccanismo

Dettagli

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 19/2015 REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE E NELLE CESSIONI DI PALLETS

Studio Paolo Simoni. Dottori Commercialisti Associati CIRCOLARE N. 19/2015 REVERSE CHARGE NEL SETTORE EDILE E NELLE CESSIONI DI PALLETS Dott. Paolo Simoni Dott. Grazia Marchesini Dott. Alberto Ferrari Dott. Federica Simoni Rag. Lidia Gandolfi Dott. Francesco Ferrari Dott. Enrico Ferra Dott. Agostino Mazziotti Bologna, 03/04/2015 Ai Signori

Dettagli

Prot. Circolare n. 011/2015 Milano, 11 maggio 2015 ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI

Prot. Circolare n. 011/2015 Milano, 11 maggio 2015 ALLE SOCIETÀ IN INDIRIZZO LORO SEDI STUDIO COMMERCIALISTA BUSCEMI Viale Monte Nero, 17 20135 MILANO Tel. 02/54.100.190 (R.A.) Fax 02/54.100.511 www.studiobuscemi.it e-mail: info@studiobuscemi.it pec: studiobuscemi@legalmail.it Prot. Circolare

Dettagli

L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare COLLEGIO dei COSTRUTTORI EDILI di Brescia e provincia Servizio Tributario rag. Enrico Massardi ProBrixia Borsa Immobiliare Camera di Commercio

Dettagli

Circolare N. 5 del 14 Gennaio 2015

Circolare N. 5 del 14 Gennaio 2015 Circolare N. 5 del 14 Gennaio 2015 Reverse charge - dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, alla luce delle modifiche apportate dalla legge di

Dettagli

C.A.F. Imprese C.N.A. Massa Carrara S.r.l.

C.A.F. Imprese C.N.A. Massa Carrara S.r.l. REVERSE CHARGE ULTIMI CHIARIMENTI CIRCOLARE N. 14/E DEL 27/03/2015 RIFERIMENTI NORMATIVI: Art. 1, Commi da 629 a 633, Legge 23/12/2014 n. 190 Art. 17 DPR 633/72 Art. 74, comma 7, DPR 633/72 Circolare Agenzia

Dettagli

AGEVOLAZIONI. Sommario: 1) Agevolazioni prima casa in sede di. acquisto a titolo oneroso; B) Per i trasferimenti

AGEVOLAZIONI. Sommario: 1) Agevolazioni prima casa in sede di. acquisto a titolo oneroso; B) Per i trasferimenti AGEVOLAZIONI Sommario: 1) Agevolazioni prima casa in sede di acquisto a titolo oneroso; B) Per i trasferimenti soggetti ad Imposta sul Valore Aggiunto; imposte ipotecarie e catastali in caso di agevolazioni

Dettagli

Estensione del reverse charge in ambito IVA. Chiarimenti della Agenzia delle Entrate

Estensione del reverse charge in ambito IVA. Chiarimenti della Agenzia delle Entrate Sommario Estensione del reverse charge in ambito IVA. Chiarimenti della Agenzia delle Entrate 15.2015 Aprile 1. PREMESSA... 2 2. SETTORE EDILE... 2 2.1 Ambito oggettivo... 2 2.1.1 Servizi di pulizia...

Dettagli

Reverse charge: dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi

Reverse charge: dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi Ai gentili clienti Loro sedi Reverse charge: dal 01.01.2015 esteso a nuovi servizi Premessa Come noto, il reverse charge è un meccanismo di applicazione dell IVA volto a porre l obbligo dell assolvimento

Dettagli

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 102

SERVIZI TRIBUTARI ANNO 2014 pag. 102 SERVIZI TRIBUTARI ANNO pag. 101 12 marzo 31/FS/om Imposta di registro, ipotecaria e cataste - Atti di trasferimento o di costituzione a titolo oneroso di diritti rei immobiliari Modifiche Chiarimenti -

Dettagli

Fiscal News N. 168. Manutenzione immobili e aliquota IVA agevolata. La circolare di aggiornamento professionale 18.06.2014

Fiscal News N. 168. Manutenzione immobili e aliquota IVA agevolata. La circolare di aggiornamento professionale 18.06.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 168 18.06.2014 Manutenzione immobili e aliquota IVA agevolata Categoria: IVA Sottocategoria: Aliquota applicabile Nell ambito degli interventi

Dettagli

I RECENTI CHIARIMENTI SUL REVERSE CHARGE IN

I RECENTI CHIARIMENTI SUL REVERSE CHARGE IN B A LIN & ASSOCIATI Umberto Balin Margherita Cabianca Francesca Gardellin Viviana Pigal Raffaella Martellani Dott. Alberto Gori Circolare n. 10/2015 Padova, 7 Aprile 2015 A tutti i Clienti LORO SEDI Dott.

Dettagli

Prot.n. 801. Vigente regime IVA per le locazioni e cessioni di fabbricati

Prot.n. 801. Vigente regime IVA per le locazioni e cessioni di fabbricati Prot.n. 801 CIRC.n 208 del 01.08.2013 A TUTTE LE IMPRESE ASSOCIATE IVA - cessioni e locazioni di fabbricati - Circolare dell'agenzia delle Entrate n.22 del 28.06.2013 - Provvedimento del 29.07.2013 per

Dettagli

Newsletter. Legale - Fiscale Diritto delle società e fiscalità d'impresa. Edizione Speciale. 13 aprile 2015

Newsletter. Legale - Fiscale Diritto delle società e fiscalità d'impresa. Edizione Speciale. 13 aprile 2015 Newsletter Legale - Fiscale Diritto delle società e fiscalità d'impresa Edizione Speciale 13 aprile 2015 Nuove ipotesi di reverse charge: i chiarimenti dell Agenzia Nuove ipotesi di reverse charge: i chiarimenti

Dettagli

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014

TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI. Imposte dal 1 gennaio 2014 TRASFERIMENTI A TITOLO ONEROSO DI IMMOBILI dal 1 gennaio 2014 1. NORME 1.1. DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2011, n. 23 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale. (GU n.67 del 23-3-2011 )

Dettagli

Estensione del reverse charge in ambito IVA - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Estensione del reverse charge in ambito IVA - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Rossi danelli GIUSSANI Dottori Commercialisti Associati ANDREA ROSSI Dottore Commercialista PAOLO DANELLI Dottore Commercialista STEFANO GIUSSANI Dottore Commercialista Estensione del reverse charge in

Dettagli

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014

INFORMATIVA N. 23/2013. Novità concernenti le imposte d atto applicabili agli atti immobiliari dall 1.1.2014 STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE LEGALE COMO 5.11.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili

Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili n 28 del 13 luglio 2012 circolare n 464 del 12 luglio 2012 referente BERENZI/af Decreto sviluppo - IVA Modifiche al regime delle cessioni e delle locazioni di immobili Il decreto legge c.d. Decreto Crescita

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI riguardanti L'ASSEGNAZIONE IN PROPRIETA' DI ALLOGGI DI COOPERATIVE DI ABITAZIONE

AGEVOLAZIONI FISCALI riguardanti L'ASSEGNAZIONE IN PROPRIETA' DI ALLOGGI DI COOPERATIVE DI ABITAZIONE AGEVOLAZIONI FISCALI riguardanti L'ASSEGNAZIONE IN PROPRIETA' DI ALLOGGI DI COOPERATIVE DI ABITAZIONE (normativa in vigore dall'01/01/2001) ALIQUOTA IVA L'applicazione dell'iva con aliquota ridotta (4%)

Dettagli

L'IVA e registro nelle operazioni di cessione immobiliare. Manuale operativo

L'IVA e registro nelle operazioni di cessione immobiliare. Manuale operativo L'IVA e registro nelle operazioni di cessione immobiliare Manuale operativo Fabbricati abitativi Per i fabbricati abitativi si intendono quelli individuati catastalmente nel Gruppo A, ad eccezione della

Dettagli

L IVA NELLE CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI

L IVA NELLE CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI L IVA NELLE CESSIONI E LOCAZIONI IMMOBILIARI 1 INDICE Premessa Pag. 3 Introduzione Pag. 4 CAPITOLO 1 Abitazioni Pag. 4 1.1 Cessioni Pag. 4 1.2 Locazioni Pag. 7 CAPITOLO 2 Fabbricati strumentali Pag. 8

Dettagli

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge

Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 33 30.01.2014 Modello Iva 2014: cessione di immobili con reverse charge Categoria: Iva Sottocategoria: Dichiarazione L art. 17, comma 6, lett.

Dettagli

Imposte di registro, ipotecaria, catastale e di bollo, tasse ipotecarie, tributi catastali

Imposte di registro, ipotecaria, catastale e di bollo, tasse ipotecarie, tributi catastali di registro, ipotecaria, catastale e di bollo, tasse ipotecarie, tributi catastali dal 1 gennaio 2014 Le nuove disposizioni sono contenute nell art. 10, D.lgs. 14 marzo 2011, n. 23, come modificato dal

Dettagli

LE NUOVE FATTISPECIE DI REVERSE CHARGE E I RECENTI (ATTESI) CHIARIMENTI DELL AGENZIA

LE NUOVE FATTISPECIE DI REVERSE CHARGE E I RECENTI (ATTESI) CHIARIMENTI DELL AGENZIA INFORMATIVA N. 098 31 MARZO 2015 IVA LE NUOVE FATTISPECIE DI REVERSE CHARGE E I RECENTI (ATTESI) CHIARIMENTI DELL AGENZIA Art. 1, commi 629 e 631, Finanziaria 2015 Artt. 17, comma 6 e 74, comma 7, DPR

Dettagli

RISOLUZIONE 25/E. OGGETTO: Istanza di interpello - Imposta di registro - Ampliamento della c.d. prima casa. Agevolazioni.

RISOLUZIONE 25/E. OGGETTO: Istanza di interpello - Imposta di registro - Ampliamento della c.d. prima casa. Agevolazioni. RISOLUZIONE 25/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma 25 febbraio 2005 OGGETTO: Istanza di interpello - Imposta di registro - Ampliamento della c.d. prima casa. Agevolazioni. Con l istanza di

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

Agevolazione prima casa: la nozione di abitazione di lusso e criteri diversi se la compravendita è soggetta a Registro o Iva.

Agevolazione prima casa: la nozione di abitazione di lusso e criteri diversi se la compravendita è soggetta a Registro o Iva. Agevolazione prima casa: la nozione di abitazione di lusso e criteri diversi se la compravendita è soggetta a Registro o Iva. Con l Ordinanza n. 23507 del 4 novembre 2014, la Corte di Cassazione è tornata

Dettagli

Oggetto: LA CIRCOLARE ESPLICATIVA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI REVERSE CHARGE

Oggetto: LA CIRCOLARE ESPLICATIVA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI REVERSE CHARGE Danilo Cortesi A tutti i Clienti Loro sedi Ravenna, 30/04/2015 Circolare informativa n. 8/2015 Oggetto: LA CIRCOLARE ESPLICATIVA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE IN TEMA DI REVERSE CHARGE Con la Circolare n.14/e

Dettagli

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA

III. QUANDO SI ACQUISTA CASA III. QUANDO SI ACQUISTA CASA Quando si compra casa le imposte da pagare indicato nell'atto, provvede alla rettifica e sono diverse (registro o Iva) a seconda che il alla liquidazione della maggiore imposta

Dettagli

Oggetto: ANCORA MOLTI DUBBI NELL APPLICAZIONE DELLE NUOVE IPOTESI DI REVERSE CHARGE GIÀ IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015

Oggetto: ANCORA MOLTI DUBBI NELL APPLICAZIONE DELLE NUOVE IPOTESI DI REVERSE CHARGE GIÀ IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 Firenze, 26/I/2015 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: ANCORA MOLTI DUBBI NELL APPLICAZIONE DELLE NUOVE IPOTESI DI REVERSE CHARGE GIÀ IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 La Legge di Stabilità per l anno 2015

Dettagli

Fiscal News N. 105. Aliquota IVA 10% e beni significativi. La circolare di aggiornamento professionale 26.03.2015 R.M. 25/E/2015

Fiscal News N. 105. Aliquota IVA 10% e beni significativi. La circolare di aggiornamento professionale 26.03.2015 R.M. 25/E/2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 105 26.03.2015 Aliquota IVA 10% e beni significativi R.M. 25/E/2015 Categoria: IVA Sottocategoria: Aliquote applicabili Nell ambito degli interventi

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI A) VENDITE DI FABBRICATI DA PRIVATI: 1) Prima casa e/o relative pertinenze - vendita da privato - Imposta di registro:

Dettagli

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI

L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI L APPLICAZIONE DELL IVA E DELL IMPOSTA DI REGISTRO PER LE CESSIONI DI FABBRICATI Sommario Introduzione... 2 Il principio generale di esenzione dall Iva... 2 La nozione di impresa costruttrice... 3 Fabbricati

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 129 del 23 Settembre 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Commercio elettronico: per le operazioni UE anche i regimi agevolati applicano il MiniOne Stop Shop Gentile cliente,

Dettagli

STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 5 del 10 gennaio 2006

STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 5 del 10 gennaio 2006 STUDIO DOTT. BONVICINI Circolare n. 5 del 10 gennaio 2006 LA DETRAZIONE PER GLI INTERVENTI DI RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO SALE AL 41% Riferimenti: Art. 1, Legge n. 449/97 Art. 1, comma 121, Legge

Dettagli

Circolare Confindustria

Circolare Confindustria Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 194 08.07.2015 Reverse charge: la prestazione principale stabilisce la fatturazione Circolare Confindustria Categoria: IVA Sottocategoria: Reverse

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE CARRARA

STUDIO PROFESSIONALE CARRARA STUDIO PROFESSIONALE CARRARA sede legale: MILANO, piazza IV Novembre, 4 ufficio: NARZOLE, viale Rimembranza, 28 dott. Marcello Carrara tel. 0173-77432/776296 Commercialista Revisore Contabile ufficio:

Dettagli

Agevolazione prima casa

Agevolazione prima casa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 109 11.04.2014 Agevolazione prima casa Criteri diversi per atti soggetti a IVA e atti soggetti a imposta proporzionale di registro Categoria:

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 47 19.02.2016 Reverse charge in edilzia: riparazioni, impianti fotovoltaici e beni significativi A cura di Gioacchino De Pasquale C.M. 37/E del

Dettagli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli

NOVITA IVA ARGOMENTI. M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment. Mevio Martelli NOVITA IVA Mevio Martelli ARGOMENTI M.O.S.S. Dichiarazioni d intento Estensione Reverse Charge Split Payment 1 M.O.S.S. M.O.S.S. (MINI ONE STOP SHOP) Regolamento 967/2012 Regolamento 815/2012 Provvedimento

Dettagli

Cessioni da soggetti Iva

Cessioni da soggetti Iva Raffaele Trabace Cessioni da soggetti Iva di unità immobiliari C/2 C/6 C/7 Aliquote - Tassazioni Anno 2012 1 CESSIONE AUTONOMA DELL UNITA IMMOBILIARE (1) L unità si considera fabbricato o porzione di fabbricato

Dettagli

Presentazione a cura di Mario Spera

Presentazione a cura di Mario Spera Presentazione a cura di Mario Spera Disposizioni comunitarie Pacchetto IVA Direttiva 2008/8/CE del 12 febbraio 2008 (modifica del luogo di tassazione dei servizi) Direttiva 2008/9/CE del 12 febbraio 2008

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

RISOLUZIONE N. 75/E. Con l interpello in oggetto, concernente l interpretazione dell art. 27 del D.L. n. 98 del 2011, è stato esposto il seguente

RISOLUZIONE N. 75/E. Con l interpello in oggetto, concernente l interpretazione dell art. 27 del D.L. n. 98 del 2011, è stato esposto il seguente RISOLUZIONE N. 75/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 agosto 2015 OGGETTO: Interpello - Regime di vantaggio ex art. 27, co. 1 e 2, del D. L. n. 98 del 2011 - Iva relativa ai servizi di telecomunicazione,

Dettagli

Va osservato in primo luogo che nel caso in esame il riferimento è rappresentato dal fabbricato e non dai beni immobili in genere.

Va osservato in primo luogo che nel caso in esame il riferimento è rappresentato dal fabbricato e non dai beni immobili in genere. Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 147 08.05.2015 Manutenzione impianti relativi ad edifici I nodi applicativi del Reverse charge - C.M. 14/E/2015 Categoria: IVA Sottocategoria:

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI Aggiornato al 29 dicembre 2013 Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O Corso Cobianchi, 62 - Verbania (VB) Tel. 0323/516881 - Fax 0323/581832 E-mail: gpetrelli@notariato.it Sito internet: http://www.gaetanopetrelli.it

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Novità nell applicazione del regime di inversione contabile ai fini IVA 1. Premesse e decorrenza La Legge di Stabilità 2015 ha esteso

Dettagli

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale

N. 33 FISCAL NEWS. 20.01.2012 Il regime degli ex minimi. Premessa. La circolare di aggiornamento professionale a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 33 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 20.01.2012 Il regime degli ex minimi Categoria Sottocategoria Regimi

Dettagli

IVA - Cessioni e locazioni di fabbricati Circolare dell'agenzia delle Entrate del 28 giugno 2013, n. 22

IVA - Cessioni e locazioni di fabbricati Circolare dell'agenzia delle Entrate del 28 giugno 2013, n. 22 Prot. 144/2013 Milano, 17-07-2013 Circolare n. 79/2013 AREA: Circolari, Fiscale IVA - Cessioni e locazioni di fabbricati Circolare dell'agenzia delle Entrate del 28 giugno 2013, n. 22 L Agenzia delle Entrate

Dettagli

AGEVOLAZIONI ACQUISTO PRIMA CASA La Guida 2016

AGEVOLAZIONI ACQUISTO PRIMA CASA La Guida 2016 AGEVOLAZIONI ACQUISTO PRIMA CASA La Guida 2016 Notizie e ricerche a cura del Rag.Paolo Sardi In merito alla residenza ai fini del godimento delle agevolazioni fiscali I requisiti necessari per usufruire

Dettagli

ABITAZIONI Sono i fabbricati inclusi nelle categorie catastali da A1 ad A9, esclusa la categoria A10 (uffici e studi privati)

ABITAZIONI Sono i fabbricati inclusi nelle categorie catastali da A1 ad A9, esclusa la categoria A10 (uffici e studi privati) ABITAZIONI Sono i fabbricati inclusi nelle categorie catastali da A1 ad A9, esclusa la categoria A10 (uffici e studi privati) CESSIONI (artt.10, c. 1, n. 8-bis - Tab. A, parte II, n. 21 e parte III, nn.

Dettagli

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016

L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 L'INVIO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO PER IL 2016 Come noto, agli esportatori abituali è concessa la possibilità di acquistare / importare beni e servizi senza applicazione dell IVA nel limite del plafond

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Disposizione tecnico-organizzativa

Dettagli

LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE

LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE LOCAZIONI E CESSIONI DI IMMOBILI: TRATTAMENTO IVA E ALTRE IMPOSTE INDIRETTE L art. 35 co. 8 della L. 248/2006, nella sua versione

Dettagli

Giovanni Panzera Notaio in Bologna. TARIFFA NOTARILE aggiornata al 1 gennaio 2014

Giovanni Panzera Notaio in Bologna. TARIFFA NOTARILE aggiornata al 1 gennaio 2014 Giovanni Panzera Notaio in Bologna Via Garibaldi, 7-40124 Bologna ufficio atti tel 051-6447682 fax 051-581284 e-mail gpanzera@notariato.it cassa cambiali tel 051-580719 fax 051-581284 e-mail panzeraprotesti@email.it

Dettagli

CONVEGNO La nuova normativa in materia IVA intracomunitaria e gli adempimenti Intrastat. Confcommercio, 14 aprile 2010

CONVEGNO La nuova normativa in materia IVA intracomunitaria e gli adempimenti Intrastat. Confcommercio, 14 aprile 2010 CONVEGNO La nuova normativa in materia IVA intracomunitaria e gli adempimenti Intrastat Confcommercio, 14 aprile 2010 L art. 7 del DPR n. 633 del 1972 è stato sostituito dal 1 gennaio 2010 dal D.Lgs. n.18

Dettagli

D AZEGLIO SERVIZI SRL

D AZEGLIO SERVIZI SRL D AZEGLIO SERVIZI SRL Consulenza alle imprese Bologna, lì 4 febbraio 2015 AI CLIENTI LORO INDIRIZZI CIRCOLARE N. 5/2015 Oggetto: Legge di Stabilità 2015 e novità IVA: il reverse charge La Legge di Stabilità

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 17 Dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Decreto Legislativo 21 novembre 2014 nr. 175, cosiddetto Semplificazione fiscale e dichiarazione dei

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Ampliato il reverse charge. DDL di Stabilità 2015

Ampliato il reverse charge. DDL di Stabilità 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 362 09.12.2014 Ampliato il reverse charge DDL di Stabilità 2015 Categoria: Finanziaria Sottocategoria: 2015 Per contrastare ulteriormente l attuazione

Dettagli

Il Decreto Semplificazioni: Semplificazioni in materia di rimborsi IVA (art. 13)

Il Decreto Semplificazioni: Semplificazioni in materia di rimborsi IVA (art. 13) STUDIO COMMERCIALISTA BUSCEMI Viale Monte Nero, 17 20135 MILANO Tel. 02/54.100.190 (R.A.) Fax 02/54.100.511 www.studiobuscemi.it e-mail: info@studiobuscemi.it pec: studiobuscemi@legalmail.it Prot. Circolare

Dettagli

CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE [ALIQUOTE IVA]

CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE [ALIQUOTE IVA] CESSIONI DI FABBRICATI O PORZIONI DI FABBRICATO NELL ESERCIZIO DI IMPRESE [ALIQUOTE IVA] 1 Disciplina e principi L imposta sul valore aggiunto, disciplinata dal d.p.r. 26 ottobre 1972, n. 633, si applica

Dettagli

Nuove regole dal 1 Gennaio 2015

Nuove regole dal 1 Gennaio 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 357 03.12.2014 Servizi e commerce a privati UE Nuove regole dal 1 Gennaio 2015 Categoria: IVA Sottocategoria: Territorialità A decorrere dal 1

Dettagli

In particolare per i contratti per i quali il termine di registrazione scade tra il 7 aprile e il 6 giugno 2011 la registrazione, anche ai fini dell

In particolare per i contratti per i quali il termine di registrazione scade tra il 7 aprile e il 6 giugno 2011 la registrazione, anche ai fini dell NOVITA LEGISLATIVE CEDOLARE SECCA AFFITTI Con il Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate del 7 aprile 2011 è stata data attuazione, con effetto dal 2011 alla cedolare secca sugli affitti,

Dettagli

IMPOSTE SULLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI

IMPOSTE SULLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI IMPOSTE SULLE COMPRAVENDITE IMMOBILIARI Le imposte sugli atti traslativi a titolo oneroso (compravendite, permute, ecc.) della proprietà di immobili in genere e quelli traslativi o costitutivi di diritti

Dettagli

GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014

GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014 GUIDA AL REVERSE CHARGE : IL PUNTO DOPO LA LEGGE DI STABILITA' N.190-2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa normativa generale L'inversione contabile (o reverse charge) è una particolare modalità di assolvimento

Dettagli

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare

II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare II Guida Iva in Edilizia L'Iva nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare Vademecum operativo Marzo 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1 Abitazioni... 4 1.1 Cessioni... 4 1.1.1 Esercizio dell opzione

Dettagli

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Cessione di immobili. La disciplina fiscale dell acquisto, della vendita, gli oneri e le agevolazioni fiscali Gentile cliente, desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

ALCUNE NOTE AI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA TASSAZIONE DEL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA ALIENAZIONE DI IMMOBILI

ALCUNE NOTE AI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA TASSAZIONE DEL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA ALIENAZIONE DI IMMOBILI Segnalazioni Novità Prassi Interpretative ALCUNE NOTE AI CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SULLA TASSAZIONE DEL CONTRATTO DI GODIMENTO IN FUNZIONE DELLA SUCCESSIVA ALIENAZIONE DI IMMOBILI La circolare

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 2 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione.

Oggetto: Informativa n. 2 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 6 febbraio 2015 Oggetto: Informativa n. 2 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito ad alcune novità della FINANZIARIA

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 7/2012

NOTA OPERATIVA N. 7/2012 NOTA OPERATIVA N. 7/2012 OGGETTO: ristrutturazioni edilizie, detrazioni 36-50% - Introduzione I lavori di ristrutturazione edilizia consentono alle persone fisiche di beneficiare, ormai da molti anni,

Dettagli

L'IVA nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare dopo le novità sull imposta di Registro

L'IVA nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare dopo le novità sull imposta di Registro I Dossier Fiscali L'IVA nelle operazioni di cessione e locazione immobiliare dopo le novità sull imposta di Registro (D.Lgs. 23/2011 federalismo fiscale municipale e D.L. 104/2013, convertito nella Legge

Dettagli

Disciplina IVA in materia di cessioni e locazioni immobiliari

Disciplina IVA in materia di cessioni e locazioni immobiliari Disciplina IVA in materia di cessioni e locazioni immobiliari Novità del DL 22.6.2012 n. 83 convertito nella L. 7.8.2012 n. 134 INDICE 1 - Premessa 2 - Novità in materia di cessioni immobiliari 2.1 - Cessioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 7 giugno 2010. OGGETTO: Agevolazioni prima casa chiarimenti. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 31/E. Roma, 7 giugno 2010. OGGETTO: Agevolazioni prima casa chiarimenti. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 31/E Direzione Centrale Normativa Roma, 7 giugno 2010 OGGETTO: Agevolazioni prima casa chiarimenti 2 INDICE PREMESSA...3 1. TRATTAMENTO FISCALE DELLE PERTINENZE DESTINATE A SERVIZIO DI CASE

Dettagli