Introduzione Che cos è Internet

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "13.1 - Introduzione. 13.1.1 - Che cos è Internet"

Transcript

1 Introduzione Che cos è Internet Internet è il nome con cui è designata la più grande rete di elaboratori del mondo, attraverso la quale è possibile accedere ad una vastissima varietà di servizi. Internet è una «rete di reti» basata sull architettura TCP/IP, sviluppata in modo da essere indipendente dal tipo di computer e di rete locale che si vuole connettere ad essa; è possibile infatti essere collegati alla rete con qualsiasi tipo di computer, con sistemi operativi diversi (MS- DOS, Windows 95, nix, Linux, ecc.) e con diversi tipi di LAN (Ethernet, Token Ring, ecc.). Rappresentare graficamente la rete Internet non è cosa agevole, vista la sua complessa struttura; in una semplificazione estrema è possibile individuare alcune figure fondamentali che danno luogo allo schema di fig. 13.1: Fornitori di accesso di primo livello: sono società che operano a livello internazionale e che gestiscono mediante router di grande potenza le linee di trasmissione ad alta velocità della rete ( 100 Mbit/s 1 Gbit/s), definite backbone o dorsali. Fornitori di accesso di secondo livello, o più comunemente Internet Service Provider (ISP): sono società operanti a livello nazionale, che forniscono gratuitamente o a pagamento l accesso alla rete agli utenti. Sono dotati, in diversi POP (Point Of Presence), di elaboratori che dispongono di un certo numero di accessi tramite rete telefonica o ISDN o altro; tali elaboratori sono collegati in via permanente, mediante linee a media velocità ( 100 kbit/s 10 Mbit/s), alle dorsali offerte dai fornitori di accesso di primo livello. Fornitori di servizi: sono società i cui elaboratori ospitano i servizi e il materiale disponibile in rete (documenti, software, ecc.). I fornitori di servizi possono essere ad esempio enti governativi, università, organizzazioni commerciali o i provider stessi. tenti: sono i singoli fruitori dei servizi Internet, collegati alla rete permanentemente, tramite la propria LAN interconnessa a Internet, o in maniera temporanea, tramite i provider e sfruttando collegamenti su linea telefonica, ISDN o altro (ADSL, satellite, ecc.). R1 R1 R1 INTERNET SF SP SP R TA M linee a bassa velocità linee a media velocità linee ad alta velocità TA ISDN Fig Struttura semplificata di Internet. M M PSTN M M M LAN R1: router dei fornitori di accesso di primo livello R: router SP: server dei provider SF: server fornitore di servizi : utenti M: modem TA: adattatore ISDN 1

2 Breve storia Internet nasce nel 1969 per iniziativa del Dipartimento della Difesa statunitense, il cui fine era la creazione di una rete atta a scambiare informazioni in modo veloce e sicuro tra agenzie governative e basi militari, garantendo la continuità dei flussi anche in caso di attacchi bellici; il nome originale del progetto è Arpanet. Dopo alcuni anni di sperimentazioni affidate principalmente ad istituti universitari, il Dipartimento della Difesa ritiene che il progetto non risponda appieno ai requisiti di sicurezza ricercati e pertanto negli anni ottanta Internet diventa una rete libera, utilizzata prevalentemente dalla comunità scientifica, che ne definisce i protocolli di comunicazione (TCP/IP). Negli anni novanta Internet cessa di essere uno strumento utilizzabile solo da esperti informatici: nascono i programmi di navigazione ad interfaccia grafica, che decretano il boom esponenziale dell utenza Principali servizi I principali servizi utilizzabili mediante l accesso a Internet sono: WWW (World Wide Web, «ragnatela su scala mondiale»): è il servizio più noto, che consente la consultazione di milioni di documenti contenenti testo, immagini, suoni e video mediante il protocollo applicativo HTTP (HyperText Transfer Protocol); (posta elettronica): consente di inviare e ricevere messaggi su scala mondiale in tempo praticamente nullo mediante i protocolli applicativi SMTP (Simple Mail Transfer Protocol) e POP3 (Post Office Protocol 3); FTP (File Transfer Protocol): consente il trasferimento di file da «magazzini» liberamente accessibili mediante l omonimo protocollo applicativo FTP; Altro: dialoghi scritti a due o più partecipanti (IRC), dialoghi vocali (InternetPhone), videoconferenza, backup remoto, stampa remota, invio di fax tramite la rete, collegamenti con le reti telefoniche, ecc DNS Come detto, Internet utilizza i protocolli TCP/IP. Questo significa che per accedere ad una risorsa su Internet il software applicativo deve conoscere l indirizzo IP dell host che dispone di quella risorsa. Ad es., per collegarsi con il sito per ricerche nel Web Altavista, il programma di navigazione deve sapere che l indirizzo IP dell host di competenza è (al momento in cui è redatto questo testo) ; in effetti, digitando tale indirizzo nell apposito spazio della finestra di navigazione ci si collega con Altavista. Naturalmente, riferirsi ad una risorsa, sia essa un host o un indirizzo di posta elettronica, utilizzando un indirizzo IP non è quanto di più pratico si possa chiedere; per tale ragione è stato creato un sistema mediante il quale è possibile identificare le risorse con un nome logico costituito da una stringa di caratteri, come ad esempio: (riferito ad un host) (indirizzo di posta elettronica) La corrispondenza tra nomi logici e indirizzi IP si effettua mediante un meccanismo denominato DNS (Domain Name System). Il sistema di nomi su cui si basa DNS è una struttura gerarchica che prende il nome di spazio dei nomi di dominio, dove con il nome di dominio è designato ciascun livello di tale struttura. I due livelli più alti nello spazio dei nomi sono amministrati dall InterNIC e sono registrati al fine di evitare duplicazioni, mentre i sottodomini successivi possono essere usati liberamente dalle organizzazioni in relazione alle proprie e- sigenze. I sottodomini sono separati da un punto e ordinati gerarchicamente da destra verso sinistra, secondo lo schema nomehost.sottodominio3.sottodominio2.sottodominio1.dominio amministrati dall InterNIC n nome DNS può essere formato da un massimo di 255 caratteri e ogni livello può utilizzare al massimo 63 caratteri. Perché un nome di domino sia compatibile in tutta Internet deve essere formato solo da caratteri dell alfabeto inglese, numeri e segni meno; DNS non fa distinzione tra lettere minuscole e maiuscole. La tab rappresenta il significato di alcuni nomi di dominio al livello più alto. Tale livello non può essere rappresentato in tutta la sua interezza sia perché contiene un abbreviazione per ogni paese al di fuori degli Stati niti, sia perché viene continuamente ampliato. 2

3 dominio com edu gov int mil net org it de significato commerciale universitario governativo SA internazionale militare SA relativo alla rete Internet organizzazioni non commerciali Italia Germania Tab Domini di livello più alto. I nomi di dominio che contengono il livello più alto e un sottodominio devono essere registrati presso l InterNIC. Esempi di sottodomini sono: uniroma1.it niversità di Roma La Sapienza microsoft.com Microsoft itu.int IT I sottodomini successivi al primo appartengono all ambito privato della organizzazione di competenza, come ad es. dsi.uniroma1.it niversità di Roma La Sapienza, dipartimento di Scienze dell Informazione ing.uniroma1.it niversità di Roma La Sapienza, dipartimento di Ingegneria All inizio del nome DNS, prima dei sottodomini, compare il nome assegnato all host specifico. Ad esempio è il nome dell host www del sottodominio dsi del domino registrato uniroma1.it, mentre ftp.dsi.uniroma1.it è il nome dell host ftp dello stesso sottodominio. A ciascun nome logico di tipo DNS corrisponde un indirizzo IP, e il database di corrispondenza è distribuito su server DNS dislocati in tutta Internet. Il meccanismo DNS funziona in questo modo: quando un applicazione deve collegarsi ad una risorsa di cui conosce il nome logico (ad es. l host invia una richiesta dell indirizzo IP corrispondente ad un server DNS locale (la procedura utilizzata è detta resolver); se conosce la risposta, il server DNS locale la restituisce direttamente al richiedente, altrimenti interroga a sua volta un server DNS di livello superiore, e così via sino a che non viene contattato un server in possesso della corrispondenza nome logico-indirizzo IP; quando il server locale riceve la risposta la inoltra al richiedente; quando l applicazione riceve la risposta, crea una connessione TCP con la destinazione utilizzando l indirizzo IP appena reperito. I server DNS possono essere di tre tipi: server primario: server che contiene la copia originale dei dati DNS per una zona particolare; server secondario: server che riceve i dati per la sua zona mediante periodici trasferimenti da altri server DNS; server di sola cache: server non associato ad alcuna zona di Internet; fa da filtro per le richieste DNS delle applicazioni, memorizzando in una propria cache le informazioni sugli indirizzi IP che riceve, in modo tale da poter esaudire immediatamente richieste già trattate RL Per poter accedere ad un qualsiasi oggetto posto in rete (documenti, file, ecc.) è necessario conoscere: il protocollo applicativo da utilizzare; 3

4 il nome logico o l indirizzo IP dell host in cui è situato; la sua posizione all interno dell host. Per racchiudere in un unico identificatore queste informazioni è stato creato uno schema denominato RL (niform Resource Locator, individuatore uniforme di risorse). n RL assume normalmente la forma metodo://nome logico host (o indirizzo IP):porta/percorso e nome oggetto dove il campo metodo identifica il protocollo applicativo da utilizzare (può valere http, ftp, news, mailto, ecc.), il campo nome logico host identifica mediante un nome DNS l host da contattare, il campo porta indica la porta TCP da utilizzare (se mancante si assume il valore «ben noto», vedi par ), e il campo percorso e nome oggetto indica il percorso sul disco dell host e il nome dell oggetto (ad es. il nome del file che corrisponde ad un certo documento). Va notato che in molti casi gli host sui quali risiedono le risorse utilizzano come sistema operativo nix o Linux e pertanto il campo percorso e nome oggetto segue le convenzioni di nix/linux e non quelle più note di MS-DOS o Windows. Le differenze principali sono le seguenti: le barre che definiscono il percorso (directory) sul disco dell host sono dritte (/) e non rovesciate (\); nix e Linux fanno differenza tra lettere minuscole e maiuscole. La prima parte dell RL (metodo - nome logico) è insensibile alla differenza minuscole/maiuscole, mentre la seconda parte (percorso e nome oggetto) potrebbe non esserlo. Tipicamente l uso di RL è associato all uso di programmi di navigazione (browser) come Microsoft Internet Explorer o Netscape Navigator, che sono dotati di funzionalità multiprotocollo. Se invece si utilizzano programmi specifici (ad es. per la posta elettronica o per il trasferimento FTP), viene chiesto di inserire le stesse informazioni ma in modo diverso e variabile da programma a programma. In realtà, lo schema dell RL varia leggermente a seconda del protocollo utilizzato, per cui può essere utile esaminare alcuni esempi: Questo indirizzo corrisponde al file marino.htm posto nella directory telecomunicazioni situata nella directory radice del computer (ossia nel computer www del dominio petrini.it). In realtà si deve osservare che la directory radice di riferimento è una directory relativa all albero dei documenti Web presenti sull host, e non è necessariamente la directory radice dell intero file system dell host; oltre a ciò, il nome e la posizione della sottodirectory telecomunicazioni potrebbe essere virtuale (il percorso potrebbe cioè rappresentare una directory reale di nome e posizione diversi). L immissione dell indirizzo in un browser produce la visualizzazione del documento marino.htm (htm o html è l estensione dei documenti ipertestuali pubblicati su Internet). Come sopra, ma questa volta, poiché il file è un eseguibile e non un documento, l immissione dell indirizzo nel browser provoca il trasferimento del file dal computer remoto al computer locale. Questo indirizzo, simile ai precedenti, presenta una particolarità: vi è indicato un percorso, ma non un file. Immettendo questo indirizzo in un browser si possono avere due comportamenti: 1. viene caricato un file di default presente nella directory itu-t dell host il nome di tale file è stabilito dal gestore del server HTTP (spesso è index.html, ma non esiste alcuna regola); questo espediente permette di collegarsi a un sito Web senza conoscere il nome del file della pagina principale (per esempio per collegarsi al sito della Pubblica Istruzione è sufficiente immettere 2. se il gestore non ha indicato un file di default da caricare, il browser cerca di visualizzare il contenuto della directory itu-t dell host se non vi sono restrizioni vi riesce, altrimenti restituisce un messaggio di accesso negato. 4

5 In questo caso il nome della directory inizia con il carattere speciale «~» (tasti Alt tastierino numerico); ciò indica che il nome che segue è il nome di un utente del computer, e non un normale percorso su disco. Il percorso ~simone individua per convenzione la directory public_html situata nella directory principale dell area su disco riservata all utente simone. file:///c:/documenti/ipertesti.htm L indirizzo indica che il documento in questione risiede sul computer locale e non su Internet. ftp://ftp.sunet.se/pub/pc/bats.zip Questo indirizzo individua il file bats.zip nella directory /pub/pc/ del computer ftp.sunet.se (ossia del computer ftp del domino sunet.se). L immissione dell indirizzo in un browser provoca il trasferimento del file dal computer remoto a quello locale. ftp://ftp.usr.com/driver/ Questo indirizzo individua la directory driver nel computer ftp.usr.com. L immissione dell indirizzo in un browser provoca la visualizzazione del contenuto della directory. Sui browser che supportano la spedizione di posta, l immissione di questo indirizzo provoca l apertura di una finestra nella quale è possibile scrivere un messaggio di posta elettronica. Il messaggio viene successivamente spedito all utente tommaso nell ambito del dominio tin.it. Oltre a quanto detto, si deve aggiungere che le versioni più recenti dei principali programmi per la navigazione accettano RL prive della parte iniziale (in questo caso inseriscono automaticamente e in alcuni casi convertono automaticamente le barre rovesciate in dritte Funzionamento del Web Protocollo HTTP La consultazione dei documenti situati nel World Wide Web è un processo di tipo client/server (vedi par. 9.3). Questo significa che nel computer remoto deve girare un software di tipo server, denominato server Web (con tale denominazione si indica in realtà sia il processo, sia la macchina), la cui funzione è quella di soddisfare, se possibile, le richieste fatte dalla parte client del software, rappresentata normalmente da un browser. Il dialogo tra un client e un server Web è basato sul protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol). Il protocollo prevede che ogni singola interazione tra client e server avvenga nelle seguenti fasi: apertura di una connessione di livello trasporto tra client e server, usando TCP/IP; invio di una singola richiesta da parte del client, che specifica l RL dell oggetto richiesto; invio da parte del server della risposta e dei dati relativi alla richiesta; chiusura della connessione di livello trasporto. Quando il client inoltra una richiesta fornisce al server diverse informazioni, tra cui: il comando che il server deve eseguire; il numero di versione del protocollo HTTP in uso; l indirizzo dell oggetto a cui applicare il comando; il tipo di client; i tipi di dati che il client può accettare. 5

6 I metodi (comandi) definiti in HTTP sono descritti in tab GET è il metodo che si usa più spesso. POST ha il suo più significativo utilizzo nell invio di dati al server tramite compilazione di form (moduli con spazi da riempire). HEAD si usa quando il client vuole avere delle informazioni per decidere se richiedere o no il documento. PT, DELETE, LINK e NLINK non sono disponibili nei client per la navigazione, ma sono utilizzati dal software opportuno nel caso in cui l utente sia abilitato alla gestione remota del server Web. metodo GET HEAD PT POST DELETE LINK NLINK descrizione richiesta di ricevere una pagina dal server richiesta di ricevere solo l intestazione di una pagina HTML richiesta di inviare al server e memorizzare su questo una pagina richiesta di appendere sul server delle informazioni ad una pagina (ad es. integrando con nuove parti un documento già esistente) richiesta di cancellare una pagina dal server richiesta di stabilire un collegamento tra pagine presenti sul server richiesta di eliminare un collegamento tra pagine presenti sul server Tab Metodi HTTP. Ad esempio, si supponga che un client visualizzi un documento in cui è presente l iperlink <A HREF= > </A> e che l utente cliccando attivi tale collegamento. A questo punto il client chiede al server DNS l indirizzo IP di apre una connessione TCP sulla porta 80 con tale server, e invia la sua richiesta. La richiesta è costituita da un messaggio ASCII che contiene una serie di informazioni su diverse linee di testo, come ad esempio: GET /telecomunicazioni/marino.htm HTTP/1.0 ser-agent: Mozilla/3.0 Host: Accept: text/html Accept: image/gif Accept: application/octet-stream If-modified-since: data e ora Metodo, percorso e nomefile, versione HTTP Tipo di client Indirizzo IP del client Client accetta pagine HTML Client accetta immagini Client accetta file binari Inviare il file solo se è più recente di La risposta del server è articolata in tre parti, di cui le prime due in formato ASCII, e cioè: una riga di stato, che descrive l esito della richiesta; alcune informazioni sull oggetto che segue; l oggetto richiesto. La riga di stato, a sua volta, consiste di tre parti: il numero di versione del protocollo HTTP in uso; un codice numerico di stato che descrive l esito della richiesta (tab. 13.3); la descrizione testuale dello stato. esito codice numerico descrizione testuale Richiesta esaudita 200 OK Documento spostato 301 Moved permanently Richiesta di autenticazione 401 nauthorized Richiesta di pagamento 402 Payment required Accesso vietato 403 Forbidden Documento non esistente 404 Not found Errore nel server 500 Server error Tab Tipici codici di stato. 6

7 Server Web Come è stato detto, un computer connesso permanentemente a Internet e ospitante documentazione Web (macchina server Web) è basato sulla parte server di un software per il dialogo HTTP (processo server Web). Le combinazioni sistema operativo-software server Web effettivamente utilizzate in Internet sono relativamente poche; tra queste si distinguono le coppie Linux-Apache Web Server, gratuita, e Microsoft Windows NT/2000 Server-Internet Information Service (IIS). In fig è rappresentata la penetrazione percentuale dei server Web (software) più diffusi riportata in giugno 2001 dal sito Neccraft (http://www.neccraft.com/survey), nella cui home page (http://www.neccraft.com) è anche possibile digitare un indirizzo Web ottenendo informazioni dettagliate sul software utilizzato dal relativo host. Anche se la penetrazione percentuale di Linux deve essere stimata inferiore a quella di Apache (che gira anche sotto altri sistemi operativi), mentre certamente vale l associazione tra server Web e sistema operativo Microsoft, la fig è altamente indicativa sulla predominanza della coppia Linux- Apache nelle applicazioni Web. Apache Fig Statistica sui software server Web riportata dal sito Neccraft. Microsoft altri iplanet NCSA n server Web può essere installato sia su un host di Internet sia su computer che non fa parte in maniera permanente di Internet; questo può essere giustificato da varie situazioni, alcune delle quali sono di seguito esposte. Si vuole avere un mezzo per testare le proprie pagine Web. In questo caso la necessità di installare un server Web è dettata dal fatto che in molti aspetti le pagine HTML richiedono un interazione con il server per il corretto funzionamento. Il caso più banale è quello del contatore delle visite, che evidentemente richiede la memorizzazione e l aggiornamento continuo sul server del numero di utenti che hanno visitato la pagina; altri esempi sono la compilazione di una form (modulo con spazi da riempire), la ricerca all interno del sito, la connessione con database, la generazione di pagine ASP (Active Server Page), l esecuzione sul server di script mediante CGI (Common Gateway Interface). Per il test delle pagine HTML è sufficiente installare IIS di Windows 2000/XP, caricare le pagine nella directory radice e avviare il Web server per poter accedere alle pagine con un browser come se fossero su Internet; ciò si realizza immettendo come indirizzo oppure o anche (naturalmente specificando, se è il caso, anche percorso e nomefile). Si vuole realizzare l equivalente di un sito Internet nell ambito ristretto di una rete locale, che in questo caso diventa una cosiddetta Intranet (rete locale che utilizza i protocolli e le tecnologie di Internet per lo scambio di informazioni). Si vuole realizzare un server Web di Internet o si vuole apprendere il funzionamento di un tale sistema Posta elettronica Dopo il WWW, la posta elettronica, o , è certamente il servizio Internet più utilizzato. n programma per la gestione della posta elettronica consente, nel suo complesso, le seguenti operazioni: comporre un messaggio in formato testo (o eventualmente, ma è pratica poco diffusa, in HTML); allegare al messaggio uno o più file; spedire il messaggio a un destinatario o a più destinatari contemporaneamente; 7

8 ricevere, memorizzare, leggere e stampare i messaggi provenienti da altri utenti; salvare su disco gli eventuali file allegati ai messaggi ricevuti. Il formato di un messaggio di posta elettronica, definito nell RFC 822, è costituito da una intestazione (header), che contiene informazioni varie relative al messaggio, e da un corpo (body), che contiene il messaggio vero e proprio. L intestazione è costituita da una serie di linee, ciascuna relativa a una specifica informazione e caratterizzata da una parola chiave inserita all inizio della riga. Alcune delle informazioni contenute nell intestazione sono elencate in tab parola chiave From: To: Cc: Subject: descrizione Nome identificativo e indirizzo del mittente Nomi identificativi e indirizzi dei destinatari Nomi identificativi e indirizzi dei destinatari ai quali si invia il messaggio per conoscenza Argomento del messaggio Tab Informazioni contenute nell intestazione di un messaggio . Il servizio di posta elettronica viene implementato mediante la cooperazione di due tipi di sistemi software: MA (Mail ser Agent), o mailer: è il software di gestione della posta elettronica utilizzato dall utente; MTA (Mail Transport Agent): è il software residente sulla rete che permette il trasferimento dei messaggi. Il mailer dell utente ha la funzione di comporre i messaggi in uscita e di consegnarli a un MTA per la trasmissione, nonché di recuperare i propri messaggi da un MTA remoto. L MTA ha la funzione di ricevere i messaggi dal mailer, trasferirli agli MTA remoti, i quali a loro volta li inoltrano, quando interpellati, ai mailer dei destinatari, richiedendo ad ogni utente una password per accedere ai messaggi. Il funzionamento del meccanismo utilizza due protocolli principali: SMTP (Simple Mail Transfer Protocol, RFC 821): si occupa del trasporto dei messaggi dal mailer di origine ad un MTA, nonché del trasporto tra MTA, da quello di partenza fino a quello di destinazione; POP3 (Post Office Protocol 3, RFC 1225): si occupa della consegna dei messaggi da parte di un MTA al mailer di destinazione. Recentemente sono stati introdotti protocolli più sofisticati, quali IMAP (Interactive Mail Acces Protocol, RFC 1064) e DMSP (Distributed Mail System Protocol, RFC 1056), in realtà poco diffusi nella rete. Per utilizzare il servizio , un utente deve interagire con due server: un server SMTP, al quale consegnare i messaggi in partenza, e un server POP3 dal quale prelevare i messaggi in arrivo (incidentalmente, le due funzioni potrebbero essere svolte dalla stessa macchina). Gli indirizzi sono univoci su scala mondiale, e hanno la forma dove il carattere (chiocciola) viene di solito letto come «at», e cioè «presso». n indirizzo identifica quindi: il nome logico DNS dell host di Internet utilizzato dall utente per immagazzinare, in uno spazio definito mailbox, la posta a lui destinata; il nome con il quale è registrato l utente presso quell host. In realtà, per rendere gli indirizzi di posta elettronica indipendenti da variazioni dei nomi logici degli host POP3, il secondo campo di un indirizzo specifica solo il dominio dell host. I server DNS hanno memorizzati opportuni record in cui è specificato il nome logico completo e l indirizzo IP dell host che fa da server POP3 per un certo dominio. Ad es., se esistesse l utente pippo registrato presso il server POP3 pop.topolinia.int (host pop del dominio topolinia.int), il suo indirizzo sarebbe 8

9 Inviando un messaggio a questo utente, il software di trasferimento reperirebbe, tramite il DNS, l indirizzo IP dell host pop.topolinia.int, che fa da server POP3 per il dominio topolinia.int. In fig è rappresentato lo scenario di riferimento per un ipotetico scambio di messaggi tra gli utenti Pippo e Paperino, registrati rispettivamente presso i server POP3 pop.topolinia.int (con il nome pippo) e pop.paperopoli.int (con il nome paperino). I due utenti utilizzano per la posta in uscita rispettivamente i server SMTP mail.topolinia.int e mail.paperopoli.int. mail.topolinia.int Internet mailbox pop.paperopoli.int mittente (pippo) rete telefonica SP mailbox server SMTP server POP3 (DNS) server POP3 server SMTP SP rete telefonica SP: Server dei Provider destinatario (paperino) fase 1 fase 2 fase 1: trasferimento del messaggio dal mittente alla mailbox di paperino fase 2: recupero del messaggio da parte di paperino Fig Trasferimento di un messaggio . Si supponga ora che Pippo spedisca un messaggio a Paperino. Il tutto avviene nelle seguenti fasi: Pippo compone il messaggio, specificando come destinatario Pippo, il cui mailer è configurato per consegnare la posta all host mail.topolinia.int, clicca sul pulsante «Invia» del mailer; a questo punto il mailer si connette a Internet, interroga il DNS per conoscere l indirizzo IP di mail.topolinia.int, apre una connessione TCP con detto host ed effettua con esso una conversazione SMTP per mezzo della quale gli consegna il messaggio; Pippo chiude la connessione a Internet e se ne va per i fatti suoi; il server SMTP mail.topolinia.int analizza la seconda parte dell indirizzo del destinatario, chiede al DNS l indirizzo IP del server POP3 nel dominio paperopoli.int, e ottiene l indirizzo IP dell host pop.paperopoli.int; apre una connessione TCP con detto host ed effettua con esso una conversazione SMTP per mezzo della quale gli consegna il messaggio; il server POP3 pop.paperopoli.int analizza la prima parte dell indirizzo del destinatario e deposita il messaggio in uno spazio su disco riservato all utente paperino; il messaggio rimane sul server POP3 per un po di tempo; Paperino, il cui mailer è configurato per ricevere la posta dall host pop.paperopoli.int (notificando a questo il nome-utente paperino con relativa password), decide di scaricare la posta, e clicca sul pulsante «Ricevi» del suo mailer; a questo punto il mailer si connette a Internet, interroga il DNS per conoscere l indirizzo IP di pop.paperopoli.int, apre una connessione TCP con detto host e, previa notifica del nome-utente e della password, effettua con esso una conversazione POP3 per mezzo della quale l host gli consegna il messaggio; Paperino chiude la connessione a Internet e legge il messaggio ricevuto da parte di Pippo. Per completezza, si deve specificare che non sempre la gestione della posta elettronica avviene per mezzo di un mailer. Esistono infatti servizi di posta elettronica Web based (basati sul Web), dove la composizione e l invio dei messaggi in uscita, nonché la lettura di quelli in ingresso, avviene per mezzo di un browser utilizzando il protocollo HTTP. Questi servizi hanno il vantaggio di non richiedere la configurazione di un programma apposito, pertanto si può gestire la propria posta da un qualunque computer dotato di connessione a Internet senza dover configurare nulla. Lo svantaggio di tali sistemi rispetto a quelli basati sul mailer è che non consentono l archiviazione locale dei messaggi spediti e ricevuti. L ideale è utilizzare un servizio che consenta entrambi i tipi di gestione; in questo caso si può gestire la posta con il mailer dalla propria postazione di lavoro abituale, e utilizzare il servizio Web based nelle altre occasioni (ad es. in viaggio). 9

10 tilizzare la posta elettronica Per utilizzare un mailer si deve ovviamente disporre dell accesso a Internet e di una mailbox su un server POP3. Per inviare e ricevere posta è necessario creare un account (accredito) di posta elettronica all interno del mailer, indicando tutte le informazioni necessarie allo svolgimento delle varie operazioni; tali informazioni, nell ordine in cui sono richieste da Microsoft Outlook Express, sono: nome utente (es. Pippo): è il nome che viene visualizzato nel campo «Da:» quando un messaggio inviato viene ricevuto dal destinatario; indirizzo di posta elettronica (es. tipo di server per la posta in arrivo (POP3, IMAP o altro); nome logico DNS del server per la posta in arrivo (es. pop.topolinia.int); nome logico DNS del server SMTP per la posta in uscita (es. mail.topolinia.int); user-name con il quale si è registrati presso il server POP3 (es. pippo): di norma è la prima parte dell indirizzo ; password con la quale si è registrati presso il server POP3 (può essere omessa e in tal caso sarà richiesta ogni volta che si scarica la posta); Di norma i provider concedono l uso del server SMTP solo se si è collegati a Internet tramite essi; ad es. non si può utilizzare il server SMTP smtp.tiscalinet.it di Tiscali se si accede a Internet utilizzando il servizio fornito da Tin. Si noti comunque che l utilizzo di un certo server SMTP non è vincolante: si può utilizzare, per qualsiasi mailbox, il server SMTP concesso in uso dal provider con il quale si accede ad Internet. Si vogliono ora mostrare le funzionalità di base di un mailer. Il programma di riferimento è Microsoft Outlook Express 5, ma nelle caratteristiche essenziali tutti i mailer sono simili. La schermata principale di Outlook Express, avendo selezionato la cartella Posta in arrivo, è riportata in fig Sulla sinistra è presente un elenco di cartelle aventi le seguenti funzioni: Posta in arrivo: contiene i messaggi ricevuti; Posta in uscita: contiene i messaggi da inviare; Posta inviata: contiene i messaggi inviati; Posta eliminata: ha la funzione di cestino e contiene i messaggi eliminati da qualsiasi altra cartella sino al momento in cui non si decide di eliminarli permanentemente; Bozze: contiene i messaggi che si vogliono inviare in un secondo momento, ad esempio perché devono essere perfezionati. L utente è libero poi di creare nuove cartelle o sottocartelle per meglio organizzare i propri messaggi. Sulla destra sono presenti due riquadri; quello superiore ha la funzione di visualizzare i messaggi contenuti nella cartella selezionata, mentre quello inferiore visualizza il contenuto del messaggio selezionato. In basso a sinistra sono presenti i contatti inseriti nella Rubrica. Dal menù Strumenti/Account è possibile creare uno o più account inserendo le opportune informazioni; dopo tale operazione è consigliabile seguire il percorso Strumenti/Opzioni /Connessione/Cambia al fine di verificare il tipo di connessione a Internet utilizzata dal programma. Fig Schermata principale di Outlook Espresse 5. 10

11 Per comporre un messaggio da inviare si clicca sul pulsante Nuovo messaggio (fig ) ottenendo la finestra rappresentata in fig a. Nel campo Da: è presente sin dall inizio l indirizzo del mittente (se sono stati creati più account viene inserito quello predefinito e poi lo si può cambiare), nel campo A: deve essere inserito l indirizzo del destinatario (se i destinatari sono due o più gli indirizzi vanno separati con un punto e virgola), nel campo Cc: si inseriscono eventualmente gli indirizzi ai quali si vuole inviare il messaggio per conoscenza, nel campo Oggetto: si inserisce l argomento del messaggio e nel riquadro inferiore si inserisce il contenuto del messaggio; quest ultimo può essere in formato testo o HTML, a seconda di come è configurato il mailer. Si noti che gli indirizzi dei destinatari possono essere inseriti più comodamente cliccando sul simbolo di rubrica e selezionandoli dai contatti presenti nella rubrica stessa (fig b); alternativamente si può fare un doppio clic direttamente su un contatto della rubrica nella schermata principale. Per allegare uno o più file al messaggio si clicca sul pulsante Allega oppure più comodamente si selezionano i file in Esplora risorse e si trascinano con il mouse all interno della finestra del messaggio rilasciandoli quando compare il simbolo +. (a) (b) Fig (a) Composizione di un messaggio; (b) selezione dei destinatari. na volta composto il messaggio lo si può inviare cliccando sul pulsante Invia. A questo punto il messaggio viene inserito nella cartella Posta in uscita dalla quale passa alla cartella Posta inviata dopo l effettivo invio tramite Internet; quest ultimo può avvenire immediatamente (se si è connessi a Internet) o in un secondo momento, a seconda di come è configurato il mailer. Se sono presenti messaggi non inviati nella cartella Posta in u- scita, per inviarli è sufficiente cliccare sul pulsante Invia/Ricevi della schermata principale di Outlook; mediante lo stesso comando sarà avviata la procedura di download dei messaggi presenti nella propria mailbox presso il server POP3. Naturalmente le operazioni di invio e ricezione richiedono l accesso a Internet e pertanto se il PC non è connesso sarà avviata l opportuna procedura (avvio della connessione remota se non si utilizza una condivisione in rete locale). I messaggi ricevuti sono visualizzati nella finestra principale del programma; possono essere aperti (doppio clic sul messaggio), stampati (pulsante Stampa) o salvati (File/Salva con nome ). Gli eventuali al- 11

12 legati possono essere salvati o aperti direttamente cliccando sul simbolo di attache presente nell intestazione del riquadro di anteprima nella finestra principale (fig ). Per rispondere ad un messaggio ricevuto è sufficiente selezionarlo e cliccare sul pulsante Rispondi: si aprirà una finestra di composizione messaggio già configurata per inserire la risposta al messaggio selezionato. Il pulsante Rispondi a (che starebbe per Rispondi a tutti) inserisce come destinatari della risposta tutti gli indirizzi a cui era stato inviato originariamente il messaggio selezionato (e pertanto è da usare con molta cautela), mentre il pulsante Inoltra replica lo stesso messaggio lasciando vuoto il campo del destinatario. Fig Gestione degli allegati presenti nei messaggi ricevuti. Oltre a quanto detto, Outlook Express offre innumerevoli opzioni di configurazione, tra le quali le più importanti sono: importazione e esportazione dei messaggi o della rubrica (File/Importa o Esporta) modifica della posizione dei messaggi (Strumenti/Opzioni/Manutenzione/Archivia cartella ); rilevazione della posta in arrivo automaticamente ad intervalli regolari (Strumenti/Opzioni /Generale); formato di composizione in testo normale o HTML (Strumenti/Opzioni /Invio); utilizzo di una firma (informazioni varie in formato testo) da aggiungere in coda ai messaggi in uscita (Strumenti/Opzioni /Firma); possibilità di usare un ID digitale per assicurare al destinatario la propria identità o per crittografare i messaggi in uscita (Strumenti/Opzioni /Protezione); impostazione di regole per gestire i messaggi in arrivo in maniera differenziata a seconda del mittente o del contenuto (Strumenti/Regole messaggi /Posta elettronica); blocco del mittente (Messaggio/Blocca mittente ); impostazione del timeout per il server POP3 e possibilità di scaricare la posta conservandone la copia sul server (Strumenti/Account /Selezione account di posta/proprietà/impostazioni avanzate). 12

Livello cinque (Livello application)

Livello cinque (Livello application) Cap. VII Livello Application pag. 1 Livello cinque (Livello application) 7. Generalità: In questo livello viene effettivamente svolto il lavoro utile per l'utente, contiene al suo interno diverse tipologie

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA. Come funziona l e-mail

LA POSTA ELETTRONICA. Come funziona l e-mail LA POSTA ELETTRONICA Come funziona l e-mail La posta elettronica consente lo scambio di messaggi fra utenti di uno stesso computer o di computer diversi ed è stata storicamente uno dei primi servizi forniti

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Internet Terminologia essenziale

Internet Terminologia essenziale Internet Terminologia essenziale Che cos è Internet? Internet = grande insieme di reti di computer collegate tra loro. Rete di calcolatori = insieme di computer collegati tra loro, tramite cavo UTP cavo

Dettagli

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express

CAPITOLO VI. Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express CAPITOLO VI Internet Termini più usati Apparecchiature necessarie Software necessari Avviare Internet explorer Avviare Outlook Express 45 46 INTERNET INTERNET è un collegamento in tempo reale tra i computer

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

TEST DI RETI. 2. Quali di questi può essere un indirizzo IP, espresso in sistema decimale? 1000.250.3000.0 300.120.120.0 10.20.30.40 130.128.

TEST DI RETI. 2. Quali di questi può essere un indirizzo IP, espresso in sistema decimale? 1000.250.3000.0 300.120.120.0 10.20.30.40 130.128. TEST DI RETI 1. Quali di questi può essere un indirizzo IP, espresso in sistema binario? 1000.0110.1000.1001 001010.101111.101010.101010 12312312.33344455.33236547.11111111 00000000.00001111.11110000.11111111

Dettagli

Outlook Express è un programma la cui finalità principale è permettere l utilizzo e la gestione della posta elettronica.

Outlook Express è un programma la cui finalità principale è permettere l utilizzo e la gestione della posta elettronica. PREMESSA Outlook Express è un programma la cui finalità principale è permettere l utilizzo e la gestione della posta elettronica. Per poter fare ciò è necessario innanzitutto disporre di un collegamento

Dettagli

Rete Internet ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA. Prof. Patti Giuseppe

Rete Internet ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA. Prof. Patti Giuseppe Rete Internet ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA Prof. Patti Giuseppe SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA INTERNET Internet in pratica è una rete vastissima, costituita dall interconnessione

Dettagli

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI

TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI TCP/IP: INDIRIZZI IP SIMBOLICI DOMAIN NAME SYSTEM: ESEMPIO www.unical.it 160.97.4.100 100 host 160.97.29.5 dominio i di II livelloll dominio di (organizzazione: università) I livello (nazione) www.deis.unical.it

Dettagli

Internet. La rete di computer che copre l intero pianeta. FASE 1 (1969-1982)

Internet. La rete di computer che copre l intero pianeta. FASE 1 (1969-1982) Internet La rete di computer che copre l intero pianeta. FASE 1 (1969-1982) ARPAnet: Advanced Research Project Agency Network Creata per i militari ma usata dai ricercatori. Fase 1 300 250 200 150 100

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 24 giugno 2004

Reti di calcolatori. Lezione del 24 giugno 2004 Reti di calcolatori Lezione del 24 giugno 2004 Il livello applicativo Nel livello 5 (ultimo livello in TCP/IP) ci sono le applicazioni utente protocolli di supporto a tutte le applicazioni, come per esempio

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Istituzioni scolastiche Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Pag. 1 di 18 1COME ISCRIVERSI AL

Dettagli

Reti di Calcolatori. Internet. Un sistema di comunicazione che offre un servizio universale:

Reti di Calcolatori. Internet. Un sistema di comunicazione che offre un servizio universale: Reti di Calcolatori Dipartimento di Ingegneria dell Informazione 1 Internet Un sistema di comunicazione che offre un servizio universale: permette a due calcolatori qualunque di comunicare indipendemente

Dettagli

Reti e Internet: introduzione

Reti e Internet: introduzione Facoltà di Medicina UNIFG Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo Reti e Internet: introduzione c.gallo@unifg.it Reti e Internet: argomenti Tipologie di reti Rete INTERNET: Cenni storici e architettura

Dettagli

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin

La rete Internet. Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria. Università degli Studi di Brescia. Docente: Massimiliano Giacomin La rete Internet Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione Università di Brescia 1 Che

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari

I browser più comuni sono Explorer, Mozilla Firefox, Chrome, Safari INTERNET Internet, cioè la rete di interconnessione tra calcolatori, è uno dei pochi prodotti positivi della guerra fredda. A metà degli anni sessanta il Dipartimento della difesa USA finanziò lo studio

Dettagli

Gestione della posta elettronica con Round Cube webmail e Outlook Express utilizzando il protocollo IMAP

Gestione della posta elettronica con Round Cube webmail e Outlook Express utilizzando il protocollo IMAP CADMO Infor ultimo aggiornamento: marzo 2013 Gestione della posta elettronica con Round Cube webmail e Outlook Express utilizzando il protocollo IMAP Problema: come avere sempre sotto controllo la propria

Dettagli

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito

Reti di Calcolatori. Vantaggi dell uso delle reti. Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Cosa è una rete? Punto di vista logico: sistema di dati ed utenti distribuito Punto di vista fisico: insieme di hardware, collegamenti, e protocolli che permettono la comunicazione tra macchine remote

Dettagli

Lavorare in Rete Esercitazione

Lavorare in Rete Esercitazione Alfonso Miola Lavorare in Rete Esercitazione Dispensa C-01-02-E Settembre 2005 1 2 Contenuti Reti di calcolatori I vantaggi della comunicazione lavorare in rete con Windows Internet indirizzi IP client/server

Dettagli

Internet Architettura del www

Internet Architettura del www Internet Architettura del www Internet è una rete di computer. Il World Wide Web è l insieme di servizi che si basa sull architettura di internet. In una rete, ogni nodo (detto host) è connesso a tutti

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

Capitolo 16 I servizi Internet

Capitolo 16 I servizi Internet Capitolo 16 I servizi Internet Storia di Internet Il protocollo TCP/IP Indirizzi IP Intranet e indirizzi privati Nomi di dominio World Wide Web Ipertesti URL e HTTP Motori di ricerca Posta elettronica

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA V2.2

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA V2.2 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA V2.2 PROCEDURA DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO INTERNET Sono di seguito riportate le istruzioni necessarie per l attivazione del servizio.

Dettagli

Internet: architettura e servizi

Internet: architettura e servizi Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Corso di Informatica - II anno Prof. Crescenzio Gallo Internet: architettura e servizi c.gallo@unifg.it Internet: argomenti n Modalità di collegamento

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Internet: architettura e servizi

Internet: architettura e servizi Facoltà di Medicina Corso di Laurea in Logopedia Corso di Informatica - III anno Prof. Crescenzio Gallo Internet: architettura e servizi c.gallo@unifg.it Internet: argomenti Modalità di collegamento alla

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Personale ATA, docente e dirigenti scolastici Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Pag. 1 di 24

Dettagli

Internet - Una introduzione. Presentazione basata su Internet & Computing Italian FAQ di Vittorio Bertola http://bertola.eu.

Internet - Una introduzione. Presentazione basata su Internet & Computing Italian FAQ di Vittorio Bertola http://bertola.eu. Internet - Una introduzione Presentazione basata su Internet & Computing Italian FAQ di Vittorio Bertola http://bertola.eu.org/icfaq Indice Primi passi in Internet Approfondimenti Ricercare sulla rete

Dettagli

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4)

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Prof. Valerio Vaglio Gallipoli Rielaborazione e integrazione: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio Rete di computer E un insieme

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET

PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET PROTOCOLLI APPLICATIVI PER INTERNET IC3N 2000 N. 5 La famiglia dei protocolli TCP/IP Applicazioni e-mail,ftp,ssh,www TCP UDP ICMP IP ARP RARP IEEE 802-Ethernet-X25-Aloha ecc. Collegamento fisico 6 1 Protocolli

Dettagli

10110 Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP

10110 Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP Livello Applicativo Indirizzo mnemonico (es. www.unical.it) www telnet Porte TCP (o UDP) Indirizzo IP 160.97.4.100 Indirizzi Ethernet 00-21-52-21-C6-84

Dettagli

Lo scenario: la definizione di Internet

Lo scenario: la definizione di Internet 1 Lo scenario: la definizione di Internet INTERNET E UN INSIEME DI RETI DI COMPUTER INTERCONNESSE TRA LORO SIA FISICAMENTE (LINEE DI COMUNICAZIONE) SIA LOGICAMENTE (PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE SPECIALIZZATI)

Dettagli

Il Livello delle Applicazioni

Il Livello delle Applicazioni Il Livello delle Applicazioni Il livello Applicazione Nello stack protocollare TCP/IP il livello Applicazione corrisponde agli ultimi tre livelli dello stack OSI. Il livello Applicazione supporta le applicazioni

Dettagli

Introduzione a Internet e al World Wide Web

Introduzione a Internet e al World Wide Web Introduzione a Internet e al World Wide Web Una rete è costituita da due o più computer, o altri dispositivi, collegati tra loro per comunicare l uno con l altro. La più grande rete esistente al mondo,

Dettagli

OSOR. Applicazioni di Rete

OSOR. Applicazioni di Rete OSOR Applicazioni di Rete 1 Client-Server in Sistemi Distribuiti Host A Host B Client TCP/UDP IP Network Interface Internet Risultati Server TCP/UDP IP Network Interface Richiesta Applicazioni di Rete

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Creazione Account PEC (Posta Elettronica Certificata)

Creazione Account PEC (Posta Elettronica Certificata) Creazione Account PEC (Posta Elettronica Certificata) Come già specificato, il software è stato realizzato per la gestione di account PEC (Posta Elettronica Certificata), ma consente di configurare anche

Dettagli

Nozioni di base sulle reti di Calcolatori e La Rete INTERNET

Nozioni di base sulle reti di Calcolatori e La Rete INTERNET Modulo 1 - Concetti di base della IT 3 parte Nozioni di base sulle reti di Calcolatori e La Rete INTERNET Modulo 1 - Concetti di base della IT 3 parte Tipologie di reti Argomenti Trattati Rete INTERNET:

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Personale ATA, docente e dirigenti scolastici Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Pag. 1 di 23

Dettagli

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI

SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO. PER LA DISCIPLINA di SISTEMI SIMULAZIONE PROVA SCRITTA ESAME DI STATO PER LA DISCIPLINA di SISTEMI L assessorato al turismo di una provincia di medie dimensioni vuole informatizzare la gestione delle prenotazioni degli alberghi associati.

Dettagli

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo

I Principali Servizi del Protocollo Applicativo 1 I Principali Servizi del Protocollo Applicativo Servizi offerti In questa lezione verranno esaminati i seguenti servizi: FTP DNS HTTP 2 3 File Transfer Protocol Il trasferimento di file consente la trasmissione

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

Informatica e laboratorio

Informatica e laboratorio Informatica e laboratorio Corso di Laurea in Geologia Internet, World Wide Web, ipertesti, posta elettronica World Wide Web: la ragnatela globale Il World Wide Web, o WWW, o Web, o W3 è la rete costituita

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Docente: Di Matteo Marcello

Docente: Di Matteo Marcello Docente: Di Matteo Marcello Cos è la posta elettronica La posta elettronica è nata nel 1971; Ray Tomlinson aveva scritto un programma che permetteva agli utenti di un computer di scambiarsi messaggi e

Dettagli

Piccolo vocabolario del Modulo 7

Piccolo vocabolario del Modulo 7 Piccolo vocabolario del Modulo 7 Cosa è Internet? Internet è una grossa rete di calcolatori, ossia un insieme di cavi e altri dispositivi che collegano tra loro un numero enorme di elaboratori di vario

Dettagli

7 Internet e Posta elettronica II

7 Internet e Posta elettronica II Corso di informatica avanzato 7 Internet e Posta elettronica II 1. Impostare la pagina iniziale 2. Cookie, file temporanei e cronologia 3. Salvataggio di pagine web. Copia e incolla. 4. Trasferimento file

Dettagli

Reti e Internet. Anna F. Leopardi 1 Di 19

Reti e Internet. Anna F. Leopardi 1 Di 19 Reti e Internet Anna F. Leopardi 1 Di 19 Sommario LE RETI INFORMATICHE Lan, Man, Wan INTERNET Breve storia di Internet Servizi Il Web: standard e browser Motori di ricerca E-mail Netiquette Sicurezza Glossario

Dettagli

h t t p : / / w w w. e p - s u i t e. i t C o r s o d i P o s ta Elettronica

h t t p : / / w w w. e p - s u i t e. i t C o r s o d i P o s ta Elettronica h t t p : / / w w w. e p - s u i t e. i t C o r s o d i P o s ta Elettronica 1 S O M M A R I O CORSO DI POSTA ELETTRONICA...1 SOMMARIO...2 1 COS È L E-MAIL...3 2 I CLIENT DI POSTA...4 3 OUTLOOK EXPRESS...5

Dettagli

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS)

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) Esempi di applicazioni internet WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) 17 Il Web: terminologia Pagina Web: consiste di oggetti indirizzati da un URL (Uniform Resource

Dettagli

Internet e il World Wide Web

Internet e il World Wide Web Internet e il World Wide Web 20 novembre 2006 Rete Informatica Supporto tecnologico su cui si basano servizi per la diffusione, gestione e controllo dell informazione Posta elettronica (e-mail) World Wide

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Reti di calcolatori Software applicativo Indirizzi URL Browser Motore di ricerca Internet

Dettagli

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address CAPITOLO 11. INDIRIZZI E DOMAIN NAME SYSTEM 76 Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31 A B C D E 0 net id host id 1 0 net id host id 1 1 0 net id host id 1 1 1 0 multicast address 1 1 1 1 0 riservato per usi

Dettagli

I protocolli di posta elettronica

I protocolli di posta elettronica I protocolli di posta elettronica Telnet Inizialmente per leggere e scrivere messaggi di posta elettronica era necessario collegarsi mediante telnet, un sistema di connessione che permetteva: Di collegarsi

Dettagli

Internet WWW - HTML. Tecnologie informatiche e della comunicazione

Internet WWW - HTML. Tecnologie informatiche e della comunicazione Internet WWW - HTML Cristina Gena cgena@di.unito.it http://www.di.unito.it/ cgena/ cristina gena - [internet web html] 1 Tecnologie informatiche e della comunicazione Cosa intendiamo? Tecnologia dei computer

Dettagli

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Pag. 1 di 42 Servizio di Posta elettronica Certificata Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Funzione 1 7-2-08 Firma 1)Direzione Sistemi 2)Direzione Tecnologie e Governo Elettronico

Dettagli

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi

Contenuti. Applicazioni di rete e protocolli applicativi Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro Applicazioni delle reti Dalla posta elettronica al telelavoro Servizi su Internet La presenza di una infrastruttura tecnologica che permette la comunicazione tra computer a distanze geografiche, ha fatto

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni

Reti di Calcolatori. Il Livello delle Applicazioni Reti di Calcolatori Il Livello delle Applicazioni Il DNS Gli indirizzi IP sono in formato numerico: sono difficili da ricordare; Ricordare delle stringhe di testo è sicuramente molto più semplice; Il Domain

Dettagli

Internet. Internet. Internet Servizi e Protocolli applicativi. Internet. Organizzazione distribuita

Internet. Internet. Internet Servizi e Protocolli applicativi. Internet. Organizzazione distribuita Organizzazione distribuita Il messaggio viene organizzato in pacchetti dal calcolatore sorgente. Il calcolatore sorgente instrada i pacchetti inviandoli ad un calcolatore a cui è direttamente connesso.

Dettagli

Posta Elettronica. Comunicare con e-mail. Definizione di e-mail. metodo di trasmissione dei messaggi tramite Internet:

Posta Elettronica. Comunicare con e-mail. Definizione di e-mail. metodo di trasmissione dei messaggi tramite Internet: Posta Elettronica Comunicare con e-mail Definizione di e-mail Def) La posta elettronica è un metodo di trasmissione dei messaggi tramite Internet: serve a comunicare per iscritto con gli altri utenti della

Dettagli

Iniziare con Internet Explorer. dott. Andrea Mazzini

Iniziare con Internet Explorer. dott. Andrea Mazzini Iniziare con Internet Explorer dott. Andrea Mazzini Cos'è Internet Internet è una rete mondiale di computer interconnessi alla quale si può accedere e trovare informazioni, fare acquisti, parlare con altri

Dettagli

SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA

SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA Reti Informatiche SERVIZI OFFERTI DA INTERNET INTERNET POSTA ELETTRONICA INTERNET Il prototipo della grande rete si chiamava ARPAnet ed alla fine del 1960 collegava i computer dell UCLA, dello Stanford

Dettagli

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice.

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice. LA CALCOLATRICE La Calcolatrice consente di eseguire addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni. Dispone inoltre delle funzionalità avanzate delle calcolatrici scientifiche e statistiche. È possibile

Dettagli

Internet e World Wide Web

Internet e World Wide Web Alfonso Miola Internet e World Wide Web Dispensa C-02 Settembre 2005 1 Nota bene Il presente materiale didattico è derivato dalla dispensa prodotta da Luca Cabibbo Dip. Informatica e Automazione Università

Dettagli

Modulo 7: RETI INFORMATICHE

Modulo 7: RETI INFORMATICHE Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione Modulo 7: RETI INFORMATICHE Il modulo 7 della Patente europea del computer si divide in due parti:

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA 7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA La principale utilità di un programma di posta elettronica consiste nel ricevere e inviare messaggi (con o senza allegati) in tempi brevissimi. Esistono vari programmi di

Dettagli

Che cos'è Internet. Capitolo. Storia e struttura di Internet L. Introduzione alla rete Internet con una breve storia

Che cos'è Internet. Capitolo. Storia e struttura di Internet L. Introduzione alla rete Internet con una breve storia TECNOLOGIE WEB Che cos é Internet Capitolo 1 Che cos'è Internet Introduzione alla rete Internet con una breve storia Storia e struttura di Internet L idea di Internet nasce all inizio degli anni 60. L

Dettagli

Microsoft Excel Lezione 2

Microsoft Excel Lezione 2 Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Excel Lezione 2 Esercitatore: Fabio Palopoli Formattazione del foglio di lavoro Cella [1/4 1/4] Formati numerici: menu Formato/Celle, scheda Numero Pulsante

Dettagli

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI

1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET RETE ARPANET geograficamente distanti esigenze MILITARI 1) La rete INTERNET pag. 106-110 Origini della rete INTERNET: RETE ARPANET:collegava computer geograficamente distanti per esigenze MILITARI, poi l uso venne esteso alle UNIVERSITA ed in seguitoatuttiglialtri.

Dettagli

Dal protocollo IP ai livelli superiori

Dal protocollo IP ai livelli superiori Dal protocollo IP ai livelli superiori Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Protocollo IP Abbiamo visto che il protocollo IP opera al livello di rete definendo indirizzi a 32 bit detti indirizzi IP che permettono

Dettagli

offerti da Internet Calendario incontri

offerti da Internet Calendario incontri Introduzione ai principali servizi Come funziona Internet (9/6/ 97 - ore 16-19) offerti da Internet Calendario incontri Navigazione e motori di ricerca (11/6/ 97 - ore 16-19) Comunicazione con gli altri

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa

Oreste Signore, <oreste@w3.org> Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa http://www.w3c.it/education/2012/upra/basicinternet/#(1) 1 of 16 Oreste Signore, Responsabile Ufficio Italiano W3C Area della Ricerca CNR - via Moruzzi, 1-56124 Pisa Master in Comunicazione

Dettagli

Internet. Cos'è internet? I parte

Internet. Cos'è internet? I parte Internet Da leggere: Cap.6, in particolare par. 6.4 del Console Ribaudo (testo B) I parte Cos'è internet? Milioni di dispositivi di calcolo tra loro interconnessi: host o end-systems Pc, workstation, server

Dettagli

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di Calcolatori 1. Introduzione Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di calcolatori : Un certo numero di elaboratori

Dettagli

Introduzione alle Reti Informatiche

Introduzione alle Reti Informatiche WWW.ICTIME.ORG Introduzione alle Reti Informatiche Cimini Simonelli - Testa Sommario Breve storia delle reti... 3 Internet... 3 Gli standard... 4 Il modello ISO/OSI... 4 I sette livelli del modello ISO/OSI...

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Personale amministrativo Manuale di utilizzo del servizio di posta elettronica Pag. 1 di 14 MINISTERO DELLA PUBBLICA

Dettagli

Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria

Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria Corso Integrato di Scienze Fisiche, Informatiche e Statistiche

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Posta Elettronica e Web

Posta Elettronica e Web a.a. 2002/03 Posta Elettronica e Web Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Posta Elettronica

Dettagli

prof. Mario Dalessandro

prof. Mario Dalessandro INTERNET Internet in pratica è una rete vastissima, costituita dall interconnessione di migliaia di reti pubbliche e private, utilizzata per scopi differenti, ma comunque volta a creare e diffondere informazioni.

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Saro Alioto 1

INTERNET EXPLORER. Saro Alioto 1 INTERNET EXPLORER Saro Alioto 1 INTERNET 1960 Nasce con il nome ARPANET per volontà del Dipartimento della Difesa Statunitense, collegando quattro computer, tre in California ed uno in Utah. 1970 Altri

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

Installazione di GFI FAXmaker

Installazione di GFI FAXmaker Installazione di GFI FAXmaker Requisiti di sistema Prima di installare GFI FAXmaker, assicurarsi di soddisfare tutti i requisiti che seguono. Server FAX GFI FAXmaker: Una macchina server Windows 2000 o

Dettagli