Manuale tecnico gateway multi appartamento 1456B Passion.Technology.Design.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale tecnico gateway multi appartamento 1456B Passion.Technology.Design."

Transcript

1 IT MAUALE TECICO Art 456B B Vdc SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A A2 A3 A4 Mnule tecnico gtewy multi pprtmento 456B Pssion.Technology.Design.

2 Avvertenze Effetture l instllzione seguendo scrupolosmente le istruzioni fornite dl costruttore ed in conformità lle norme vigenti. Tutti gli pprecchi devono essere destinti esclusivmente ll uso per cui sono stti concepiti. Comelit Group S.p.A. declin ogni responsilità per un utilizzo improprio degli pprecchi, per modifiche effettute d ltri qulunque titolo e scopo, per l uso di ccessori e mterili non originli. Tutti i prodotti sono conformi lle prescrizioni delle direttive 2006/95/CE (che sostituisce l direttiv 73/23/CEE e successivi emendmenti) e ciò è ttestto dll presenz dell mrctur CE sugli stessi. Evitre di porre i fili di montnte in prossimità di cvi di limentzione (230/400V). Gli interventi di instllzione, montggio e ssistenz gli pprecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivmente d elettricisti specilizzti. Togliere l limentzione prim di effetture qulsisi mnutenzione. L'rticolo 456B è un gtewy multi-pprtmento che: permette di gestire fino 200 pprtmenti con mssimo 5 dispositivi slve per pprtmento; permette di rispondere lle chimte dl posto esterno ttrverso videocitofono virtule disponiile trmite App per smrtphone/tlet o con un normle telefono GSM o fisso; integr il protocollo SIP per consentire chimte telefoniche trmite server SIP o trmite linee virtuli cquistte d un provider di servizi SIP; consente fino 4 chimte udio/video contempornee; consente l configurzione d remoto trmite We Pge. Descrizione Art.456B 2 3 A SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A2 A3 A4 4 5 Art.456B Port ethernet per ingresso di montnte sistem ViP (indirizzmento di defult: Autoip). 2. Dip Switch per eseguire l procedur di "Rivvio con prmetri di rete predefiniti" pg. 9 e di "Ripristino di fric" pg Ingresso limentzione trmite Art. 44, Art. 44B. 4. CV e CV2 per settggio dell port A2. 5. CV3 e CV4 per settggio dell port A3. 6. A4 port ethernet O POE per collegmento PC o router (defult: Indirizzo IP sttico , netmsk ). 7. A3 port ethernet O POE settile POE (defult: Indirizzo IP sttico , netmsk ). Settre l port come POE se si desider connettere dispositivi che richiedono limentzione (d esempio videocitofoni). 8. A2 port ethernet O POE settile POE (defult: Indirizzo IP sttico , netmsk ). Settre l port come POE se si desider connettere dispositivi che richiedono limentzione (d esempio videocitofoni). 9. A port ethernet POE (defult: Indirizzo IP sttico , netmsk ). SETTABLE POE CV A2CV2 CV3 CV4 A3 CV CV2 CV3 CV4 SETTABLE CV CV2 POE O USARE ETHERET STADARD* CV3CV CV4CV2 CV3 CV4 POE O USARE ETHERET STADARD* * Connettersi l router o l PC solo con cvo rosso Comelit 2E7T DEFAULT CV CV2 O POE CV CV2 STADARD ETHERET CV3CV CV4CV2 CV3CV CV4CV2 CV3 CV4 O POE CV3 CV4 STADARD ETHERET 2

3 Configurzione Art.456B È necessrio essere provvisti di un PC con softwre ViP Mnger versione e successive (scricile dl sito È necessrio vere un connessione internet ttiv. ) Collegmento L rticolo 456B h 2 interfcce di rete A e B, identificili trmite etichett, che possono essere configurte seprtmente per soddisfre esigenze di impinto differenti. Sull se del tipo di impinto che si desider configurre, connettere i dispositivi come mostrto nelle seguenti figure: RETE VIP + RETE COESSIOE ITERET IMPIATO CO RETE SIGOLA IMPIATO ViP Art.44 Art.44B A B Ar t. 456B SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T Vdc FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A2 A3 A4 ITERFACCIA B IDIRIZZO IP: AUTOIP ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO (defult) A B Ar t. 456B SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T Vdc FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A2 A3 A4 ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO (defult) IMPIATO ViP con connessione internet ttiv con connessione internet ttiv PC Instlltore con ViP Mnger ver e successive PC Instlltore con ViP Mnger ver e successive Prestre prticolre ttenzione lle impostzioni di interfcci di rete, evitndo di configurre le interfcce A e B con gli stessi indirizzi o simili prmetri: ogni indirizzo IP deve essere univoco, gli indirizzi delle interfcce A e B non possono pprtenere ll stess sottorete. Tutti i dispositivi dell'impinto fnno prte di un'unic rete, quindi è necessrio configurre solo l'interfcci 'A'. In questo cso O intervenire sulle configurzioni dell'interfcci B. 3

4 2) Indirizzmento d ViP Mnger CASO CASO 2 l indirizzo di defult del dispositivo ( ) pprtiene ll stess rete del router (es: ) l indirizzo di defult del dispositivo ( ) O pprtiene ll stess rete del router (es: ) Ar t. 456B Ar t. 456B A A SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SOLO CO CAVO SETTABLE ROSSO COMELIT POE 2E7T POE OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T A2 A3 A4 A2 A3 A4 FIXED POE SETTABLE POE 0 POE ITERFACCIA ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO IDIRIZZO IP STATICO (defult) (defult) Ar t. 456B Ar t. 456B A A SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SOLO CO CAVO ROSSO SETTABLE COMELIT POE 2E7T POE OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T A2 A3 A4 A2 A3 A4 FIXED POE SETTABLE POE 0 POE ITERFACCIA ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO IDIRIZZO IP STATICO (defult) (defult) X X X X PC instlltore PC instlltore PC instlltore PC instlltore è necessrio ssegnre ll interfcci A un nuovo Indirizzo IP sttico pprtenenete ll stess rete dei dispositivi connessi sull interfcci A SEGUIRE LA SEGUETE PROCEDURA PER IL CASO CASO EFFETTUARE LO SCA IMPIATO I DHCP E ASSEGARE U IDIRIZZO VIP L seguente procedur descrive come effetture un scnsione dell'impinto in DHCP, per trovre tutti i dispositivi connessi sull'interfcci A e B: Ar t. 456B SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T ITERFACCIA A i dispositivi in modlità di indirizzmento AUTOIP (connessi ll'interfcci B) verrà ssegnto un indirizzo IP in utomtico; FIXED POE SETTABLE POE 0 POE i dispositivi in modlità di indirizzmento ADHCP A2 (connessi A3 ll'interfcci A4 IDIRIZZO A) verrà IP ssegnto STATICO un indirizzo IP in utomtico se l'impinto è collegto un server con funzione DHCP ttiv; (defult) i dispositivi con Indirizzo IP sttico verrno individuti solo se venti un indirizzo di rete comptiile con quello dell'interfcci 'A'.. D Opzioni [] / Connessioni locli [] spuntre Ailitzione DHCP [c] e confermre [d] X Durnte l scnsione dell'impinto PC instlltore SCASIOE SISTEMA I DHCP ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO (defult) VERRÀ ASSEGATO AL PC U IP COMPATIBILE CO L IMPIATO ES: X c Instller PC CAVO ROSSO COMELIT 2E7T COMELIT RED CABLE 2E7T SETTABLE POE 0 POE 2 A3 A C instlltore d 4

5 CASO 2. Lncire l scnsione del sistem premendo Scn Sistem [e].»» nell elenco dei dispositivi si visulizzernno tutti i dispositivi connessi ll impinto. 3. Selezionre l rticolo 456 B [f], scegliere Indirizzmento/Indirizzo ViP [g], ssegnre l dispositivo un indirizzo ViP univoco [h] e premere Scrivi pgin [i] per slvre le impostzioni correnti. e f g h CASO 2 Ar t. 456B ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO (defult) SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A2 A3 A4 A X el cso di impinti con 2 dispositivi 456B è necessrio ssegnre ll'interfcci 'A' di uno dei due dispositivi un nuovo Indirizzo IP sttico (come descritto per il "cso 2"), perchè ogni dispositivo deve vere un indirizzo IP univoco SEGUIRE LA SEGUETE PROCEDURA PER IL CASO 2 ASSEGARE ALL'ITERFACCIA 'A' U UOVO IDIRIZZO IP STATICO SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T PC instlltore L seguente procedur descrive come ssegnre ll'rticolo 456B delle impostzioni di rete comptiili con quelle dei dispositivi connessi sull'interfcci 'A'. Ar t. 456B ITERFACCIA A. Aprire il softwre ViP Mnger versione e successive (scricile dl sito FIXED POE SETTABLE POE 0 POE 2. D Opzioni [] / Connessioni locli A[] togliere A2 A3 l spunt A4 Ailitzione IDIRIZZO DHCP IP STATICO e ssegnre l proprio pc un indirizzo IP [c] (nell esempio: )* pprtenente ll stess rete dell indirizzo IP dell interfcci (defult) A (defult= ) e confermre [d]. * l ultimo vlore deve essere compreso tr 2 e 253 esclusi: il 200 (ssegnto l gtewy Art. 456B) e i vlori già ssegnti d ltri dispositivi connessi ll rete. i X ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO (defult) X PC instlltore c Assegnere l PC un IP comptiile con l rete del 456B (es: ) per consentire i due dispositivi di comunicre SO COMELIT 2E7T RED CABLE 2E7T ABLE POE 0 POE A3 A nstlltore d 5

6 CASO 2 3. Lncire l scnsione del sistem premendo Scn Sistem [e]»» nell elenco dei dispositivi pprirà l rticolo 456B [f] 4. In Indirizzmento/Indirizzo IP [g] ssegnre l dispositivo 456B un Indirizzo IP sttico [h] e un mscher di rete IP [i] comptiili con il proprio impinto d esempio IP: , netmsk: (ttenzione: l'indirizzo IP non deve essere già in uso). 5. Ailitre "Utilizz gtewy predefinito" [l] SOLO nell'interfcci conness l router (defult interfcci 'A') 6. Impostre l'indirizzo del gtewy [m] d esempio premere Scrivi pgin [n] per slvre le impostzioni correnti. e f g h i m ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO (defult) X Assegnere ll'rt. 456 delle impostzioni di rete comptiili con quelle dei dispositivi connessi sull'interfcci 'A' in modo che possno comunicre. l Ailitre "Utilizz gtewy predefinito" SOLO nell'interfcci conness l router (defult interfcci 'A') Ar t. 456B SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A2 A3 A4 A »» il dispositivo 456B srà or sull stess rete del router ( X) Ar t. 456B SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A PC instlltore A2 A3 A4 ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO n X PC instlltore el cso di impinti "Rete ViP + Rete connessione internet" si preg di prestre prticolre ttenzione lle impostzioni di interfcci di rete, evitndo di configurre le interfcce A e B con gli stessi indirizzi o simili prmetri: ogni indirizzo IP deve essere univoco, gli indirizzi delle interfcce A e B non possono pprtenere ll stess sottorete. 6

7 CASO 2 EFFETTUARE LO SCA IMPIATO I DHCP E ASSEGARE U IDIRIZZO VIP L seguente procedur descrive come effetture un scnsione dell'impinto in DHCP, per trovre tutti i dispositivi connessi sull'interfcci A e B: i dispositivi in modlità di indirizzmento AUTOIP (connessi ll'interfcci B) verrà ssegnto un indirizzo IP in utomtico; i dispositivi in modlità di indirizzmento DHCP (connessi ll'interfcci A) verrà ssegnto un indirizzo IP in utomtico se l'impinto è collegto un server con funzione DHCP ttiv; i dispositivi con indirizzo sttico verrnno individuti solo se venti un indirizzo di rete comptiile con quello dell'interfcci 'A'.. D Opzioni [] / Connessioni locli [] spuntre Ailitzione DHCP [c] e confermre [d]. Durnte l scnsione dell'impinto SCASIOE SISTEMA I DHCP ITERFACCIA A IDIRIZZO IP STATICO (defult) VERRÀ ASSEGATO AL PC U IP COMPATIBILE CO L IMPIATO ES: X c d Instller PC Ar t. 456B SOLO CO CAVO ROSSO COMELIT 2E7T OLY WITH COMELIT RED CABLE 2E7T FIXED POE SETTABLE POE 0 POE A2 A3 A4 A Lncire l scnsione del sistem premendo Scn Sistem [e].»» nell elenco dei dispositivi si visulizzernno tutti i dispositivi connessi ll impinto. e PC instlltore 3. Selezionre l rticolo 456 B [f], scegliere Indirizzmento/Indirizzo ViP [g], ssegnre l dispositivo un indirizzo ViP univoco [h] e premere Scrivi pgin [i] per slvre le impostzioni correnti. f g h i 7

8 3) Attivzione licenze L'ttivzione delle licenze per ciscun pprtmento consente gli utenti di quell'unità ittiv di poter usufruire delle funzioni specili disponiili grzie ll'utilizzo dell'rticolo 456B (vedi pg. 9 per mggiori dettgli sulle licenze): rispondere d remoto un chimt udio/video d posto esterno trmite smrtphone o tlet (licenz mster e slve); rispondere un chimt udio d telefono GSM o fisso (tutte le licenze); effetture il ckup telefonico udio di un dispositivo non rggiungiile (licenz mster e slve); possiilità di non vere un posto interno mster (licenz mster). È necessrio vere un connessione internet ttiv per completre l ttivzione delle licenze. È necessrio vere un licenz per ciscun pprtmento che desideri usufruire delle funzioni soprdescritte.. Selezionre l rticolo 456B []. 2. Premere Aggiungi licenz []. 3. Premere Aggiungi file licenz [c]. 4. Cercre il file-licenz con estensione.viplcs [d] sull periferic di rchivizione USB (se fornit ll cquisto) o dove è stto slvto l momento dell cquisto e confermre premendo Apri [e].»» nell finestr wizrd ttivzione licenze pprirà un nuov rig con le licenze ppen cricte. 5. Ripetere i punti 3 e 4 se si desider cricre ltre licenze. 6. Premere Avnti [f], 7. inserire un indirizzo e-mil vlido, premere Avnti e confermre. Apri Cerc in d Documenti recenti Desktop c Documenti è possiile selezionre più file contempornemente f Risorse del computer Risorse di rete ome file: Tipo file: Apri Annull e»» In Impostzioni Principli/Licenze [g] srà possiile visulizzre le nuove licenze cricte [h]. h g 8

9 LICEZE ACQUISTABILI LICEZA MASTER: on serve il videocitofono mster (già intergrto nel 456B) Per ogni pprtmento è possiile ggiungere fino 5 dispositivi slve tr : Smrtphone / Tlet + Comelit App Telefono PST / GSM Videocitofono (impostto come slve) ESEMPIO DI APPARTAMETO CO LICEZA MASTER: BACKUP TELEFOICO AUDIO VIP * ITERET O APP ATTIVA E RETE DATI DISPOIBILE? SI APP GSM PST PROVIDER SIP * è possiile ggiungere posti interni ViP in modlità Slve LICEZA SLAVE: È necessrio disporre di un videocitofono mster Per ogni pprtmento è possiile ggiungere fino 5 dispositivi slve tr : Smrtphone / Tlet + Comelit App Telefono PST / GSM Videocitofoni ggiuntivi (impostti come slve) ESEMPIO DI APPARTAMETO CO LICEZA SLAVE: BACKUP TELEFOICO AUDIO VIP * ITERET O APP ATTIVA E RETE DATI DISPOIBILE? SI APP GSM PST PROVIDER SIP * è possiile ggiungere posti interni ViP in modlità Slve LICEZA TELEFOO: on serve il videocitofono mster (già intergrto nel 456B) Per ogni pprtmento è possiile ggiungere fino 5 dispositivi slve tr : Telefono PST / GSM Videocitofono (impostto come slve) ESEMPIO DI APPARTAMETO CO LICEZA TELEFOO: VIP * VIDEOCITOFOO SLAVE (OPZIOALE) GSM PST PROVIDER SIP * è possiile ggiungere posti interni ViP in modlità Slve 9

10 4) Configurzione DynDS per l connessione d remoto L'indirizzo DynDS (DS Dinmico) permette d un nome DS in Internet di essere sempre ssocito ll'indirizzo IP di uno stesso host, nche se l'indirizzo cmi nel tempo. L registrzione di un DynDS è necessri per rendere rggiungiile il dispositivo 456B d remoto trmite pgin we e per consentire il funzionmento (d remoto) dell'ppliczione ComelitViP remote. È necessrio vere un connessione internet ttiv per completre l ttivzione delle licenze.. Selezionre l rticolo 456B e scegliere Impostzioni Principli/DynDS []. 2. Scegliere ComelitDS [] per usufruire del servizio grtuito ComelitDS. 3. Premere Registr CDS [c] per registrre un hostnme comelitds. 4. Compilre l sched di registrzione (B: nnotre i dti inseriti o copirli e incollrli direttmente nell pgin di configurzione) e premere per completre l registrzione. 5. Riportre i dti "hostnme", "nome utente", "pssword" nell schermt "Impostzioni DynDS" del softwre ViP Mnger [d]. 6. Premere Scrivi pgin [e] per confermre le impostzioni correnti. d scrivere il nome host completo, d esempio: nome_host3.comelitdns.com c e sched di registrzione Comelit DS 0

11 5) Impostzione port forwrding per l connessione d remoto Il Port forwrding è l'operzione che permette il trsferimento dei dti d un dispositivo d un ltro trmite un specific port di comuniczione. Quest procedur può permettere d un utente esterno (cellulre) di rggiungere un dispositivo su un rete locle (456B). L procedur di pertur delle porte su router per l'rticolo 456B è necessri per consentire l'ccesso ll'impinto d remoto trmite pgin we (port TCP 8080) e trmite App (port TCP 6400*, port UDP 6400*). * Per lcuni provider internet l port 6400 non risult disponiile, in tl cso suggerimo: di utilizzre le seguenti porte 25, 80, 0, 43 o di chimre il proprio provider internet. Con il PC ncor collegto con cvo ethernet ll'rticolo 456B (vedi pg. 3).. Accedere l rowser e digitre nell rr di nvigzione l'indirizzo IP del router, d esempio: Effetture l login inserendo il nome utente e l pssword (reperiili sul mnule utente del router). Per ogni mrc e tipo di router le modlità di configurzione delle porte potrnno essere diverse 3. Cercre le sezioni "Apertur Porte" o "Appliczioni e Giochi" o "Port Forwrding" (se non visiili nel menu principle, cercrle nelle impostzioni vnzte) e ggiungere le porte che si desider configurre. 4. Completre l sched di configurzione (vedi esempio nell figur seguente):. Inserire un nome identifictivo.. Selezionre il protocollo desiderto (TCP per l port 8080, TCP/UDP per l port 6400). c. Per l port estern inserire il vlore desiderto (d esempio: 8080 / 6400), inserire lo stesso vlore in Strt e in End per prire un sol port. d. Per l port intern inserire il vlore desiderto (8080 / 6400), inserire lo stesso vlore in Strt e in End per prire un sol port. e. Inserire l'indirizzo IP del gtewy Vip d esempio (defult= ). f. Confermre. 5. Ripetere l procedur per ciscun port che si desider prire.

12 6) Configurzione prmetri SIP L configurzione dei prmetri SIP è d utilizzre solo se si vuole incnlre un comuniczione citofonic verso un line telefonic digitle SIP (PST/GSM). È possiile cquistre fino 5 linee telefoniche SIP condivise fr tutti gli pprtmenti. Ogni line è un cnle di comuniczione: qundo è in rrivo un chimt d posto esterno verso un telefono/cellulre, viene utilizzt l prim line SIP disponiile. Acquistre le linee SIP desiderte (mx 5) d un provider di servizi SIP: ogni line è un ccount vlido sul server SIP utilizzto per effetture chimte telefoniche, i prmetri user e pssword vnno inseriti nell pgin configurzione linee SIP (vedi pg. 3).. Selezionre l rticolo 456B e scegliere Impostzioni Principli/Prmetri SIP []. 2. Riportre l'indirizzo IP del provider del servizio SIP (d esempio: sip.messgenet.it) e l port UDP del centrlino fornit dl provider del servizio (d esempio: 506) []. 3. Lscire il prmetro "Preferenz codec"[c] (per l codific/decodific udio) come impostto di defult: PCMA/PCMU. Solo per utenti Americni selezionre il codec PCMU. 4. Premere Scrivi pgin [d] per slvre le impostzioni correnti. c d DTMF pertur relè /2/3: sequenze di tsti d premere (minimo 3, mssimo 6 cifre) per invire un comndo per l'ttivzione di relè d telefono (è possiile modificre i vlori di defult) 2

13 7) Configurzione linee SIP L'ccesso lle linee SIP è regolmentto trmite user e pssword forniti dl provider di servizi SIP l momento dell'cquisto. Alcuni provider forniscono nche un ID utente ( volte indicto come user uthentiction, user uth o user ID). Di seguito srnno descritti i pssggi necessri per configurre le linee.. Selezionre l rticolo 456B e scegliere Impostzioni Principli/Linee Telefoniche SIP []. 2. Per ogni line SIP cquistt, riportre l rispettiv user e pssword di identificzione []. 3. Per ogni line SIP cquistt, riportre l'id utente [c] solo se fornito dl proprio provider di servizi SIP, ltrimenti lscire il cmpo vuoto. 4. Premere Scrivi pgin [d] per slvre le impostzioni correnti. c Se l user, l pssword e l'id utente forniti dl provider di servizi SIP sono vlidi per più linee SIP, ripetere user, pssword e ID utente nelle righe successive fino rggiungere il numero delle linee cquistte. Ad esempio: se sono stte cquistte 5 linee SIP e si h user, pssword, ID utente, inserire le stesse credenzili nelle prime 5 righe. d È possiile vere mssimo 5 linee telefoniche SIP ilitte. Le linee sono condivise tr tutti gli utenti dell impinto connessi ll'rt. 456B e sono gestite secondo l logic "primo rrivto, primo servito". 3

14 8) Configurzione Apprtmenti ell pgin di configurzione pprtmenti è possiile ssegnre d ogni pprtmento l licenz cquistt, un indirizzo VIP (univoco) e un descrizione che consent di identificre l'pprtmento e il gestore di pprtmento con fcilità. Per ogni licenz disponiile è possiile ilitre un pprtmento.. Selezionre l rticolo 456B e scegliere Impostzioni Principli/Apprtmenti []. 2. Configurre i singoli pprtmenti (mx 200) []: Ailitzione: ilitre/disilitre l licenz di pprtmento scegliendo i prmetri Ailitto/Disilitto. Tipo licenz: ssegnre il tipo di licenz cquistt per l'pprtmento scegliendo tr i prmetri Slve/Mster/Telefono. Indirizzo ViP: inserire un indirizzo ViP univoco che identifichi l'pprtmento. Descrizione: inserire un descrizione che identifichi l'pprtmento in modo univoco. 3. Premere Scrivi pgin [c] per slvre le impostzioni correnti. c 4

15 9) Configurzione Utenti (dispositivi) In quest pgin è possiile configurre i dispositivi slve ttivili per ciscun pprtmento (mx 5). Ogni dispositivo è identificto dl numero di slve. Per ogni dispositivo occorre ssegnre il tipo (posto interno, pp o telefono), un descrizione, il numero di telefono (se si trtt di un telefono/cellulre).. Selezionre l rticolo 456B e scegliere Impostzioni Principli/Utenti []. 2. Scegliere l'pprtmento per cui si desider configurre gli utenti [] 3. Configurre i singoli dispositivi (mx 5 per pprtmento) [c]: Ailitzione: ilitre/disilitre il dispositivo scegliendo i prmetri Ailitto/Disilitto. Tipo dispositivo: ssegnre l tipologi di dispositivo scegliendo tr: Posto interno: posto interno ViP Comelit; App: App ComelitViP Remote per dispositivi Android o Apple (consultre il reltivo mnule per ulteriori dettgli); Telefono: dispositivo ViP virtule gestito d 456B e utilizzto per effetture chimte telefoniche verso telefono fisso o cellulre. Descrizione: inserire un descrizione che identifichi il dispositivo in modo univoco. umero di telefono: se si st configurndo un telefono inserire il numero di telefono del dispositivo. Bckup: ilitre/disilitre l line di ckup per configurre il dispositivo corrente come unità di ckup cui inoltrre le chimte fllite verso il dispositivo specificto nell colonn dicente ("Bckup di"). Bckup di: indicre il dispositivo di cui si desider effetture il ckup scegliendo lo slve corrispondente. Esempio ckup: il numero di telefono slve 3 (John Phone) è ilitto d essere unità di ckup dell App slve (John App) instllt sullo stesso dispositivo --> el cso in cui l App "John App", non dovesse essere rggiungiile dopo qulche secondo l chimt verrà inoltrt l numero di telefono "John Phone". 4. Premere Scrivi pgin [d] per slvre le impostzioni correnti. c ID slve del dispositivo Ogni pprtmento support 5 dispositivi, identificti d un ID dispositivo (numero di slve) che identific il dispositivo ll'interno dell'pprtmento. L'ID dispositivo ssegnto in quest pgin deve corrispondere quello ssegnto nell pgin "Indirizzmento/indirizzo ViP" del rispettivo rticolo. È consigliile ssegnre i numeri di slve -2-3 dispositivi che possono ricevere il segnle video (posti interni/ ppliczioni), in modo che su chimt possno ricevere il segnle video direttmente, senz premere lcun tsto di richiest video. d 5

16 0) Configurzione server di messggistic L seguente procedur descrive come indicre ll'rt. 456B l'indirizzo IP o ViP dell'rt. 952 utilizzto come server di messggistic (se presente). Selezionre l rticolo 456B e scegliere Impostzioni Principli/Server di messggistic []. 2. D menu tendin [] selezionre Indirizzo ViP o Indirizzo IP e inserire l'indirizzo del dispositivo CPS che funzion d server di messggistic. 3. Premere scrivi pgin [c] per slvre le impostzioni correnti. c 6

17 Configurzioni specili Impostzioni connessione App Dll seguente pgin di configurzione è possiile: impostre i prmetri personlizzti per l connesisone dell pp (d esempio se si desider impostre un port divers per l connessione dell pp, oppure se si h un indirizzo pulico sttico che si desider utilizzre per l connessione d remoto. modificre il limite di connessioni video sull rete (mx6) o su App (mx 4).. Selezionre l rticolo 456B e scegliere Impostzioni Principli/Impostzioni connesisone App []. 2. Modificre i vlori che di desider personlizzre. Impostzioni connessione App Indirizzo locle: lscire il cmpo vuoto se si desider impostre come indirizzo locle l'indirizzo dell'interfcci A, presente nell pgin Indirizzmento/Indirizzo IP. Port TCP/UDP locle/remot (defult 6400): per lcuni provider internet l port 6400 non risult disponiile; se l App ComelitViP Remote non dovesse registrrsi provre cmire l indirizzo delle porte con uno dei seguenti: 25, 80, 0, 43 (prire le rispettive porte su router vedi pg. e modificre i vlori sull App ComelitViP Remote). Indirizzo remoto: lscire il cmpo vuoto se si desider impostre come indirizzo remoto l'hostnme registrto durnte l configurzione delle Impostzioni DynDS. Se necessrio, è possiile ssegnre un indirizzo pulico sttico per l connessione d remoto. Connessioni Video Limite connessioni video in rete: limite di connessioni video contempornee sull rete (mx6). Limite connessioni video su tunnel (App): numero mssimo di connessioni video contempornee su App (mx 4). 3. Premere scrivi pgin [] per slvre le impostzioni correnti. se necessrio è possiile ssegnre un indirizzo pulico sttico per l connessione d remoto 7

18 Connessione lle pgine we di configurzione Dlle pgine we è possiile effetture tutte le operzioni disponiili su ViP Mnger eccetto l'ttivzione delle licenze. L funzione di ckup e ripristino è disponiile solo d pgin we. A) Connessione d remoto Un volt effettut l configurzione Dyn DS (vedi pg. 0) e l pertur dell port 8080 (vedi pg. ) su router è possiile ccedere l dispositivo d remoto. È necessri un connessione internet ttiv. A. Digitre l'hostnme registrto o l'indirizzo ip pulico, come negli esempi seguenti, e premere invio. B) Connessione d locle Con pc connesso trmite cvo ethernet ll interfcci A dell rt. 456B e indirizzo IP pprtenente ll stess rete dell interfcci A. B. Digitre l'indirizzo IP dell'interfcci A come nell'esempio seguente, e premere invio. hostnme registrto.comelitdns.com esempio = nome_host3.comelitdns.com :8080 Indirizzo IP interfcci A defult = :8080 oppure: ip pulico esempio = :8080 2) Login. Premere Accesso [] 2. Digitre l pssword instlltore (defult= comelit) e confermre premendo il tsto Accesso [] 8

19 Bckup e ripristino L funzione di ckup consente di fre il slvtggio delle configurzioni correnti, per poter tornre in qulsisi momento ll configurzione slvt, grzie ll funzione di ripristino. Le funzioni di ckup e ripristino sono disponiili solo dlle pgine we di configurzione (per ccedere lle pgine we vedi pg. 8). Come descritto pg. 8: collegrsi lle pgine we del dispositivo (in locle o in remoto) ed effetture l login. 2. Accedere ll sezione Bckup/Ripristino premendo Bckup/Ripristino [] 3. Premere Cre Bckup [] per crere il ckup dell configurzione corrente. 4. Premere Ripristin [c] e confermre. 5. Premere Rivvio [d] per ttivre l configurzione slvt. 4. Premere Elimin [e] per cncellre il ckup dell configurzioni. e c d Rivvio con prmetri di rete predefiniti L funzione rivvio con prmetri di rete predefiniti consente di vvire l'rticolo con i prmetri di rete di defult (interfcci A= ), mntenendo le restnti configurzioni inlterte. OFF O OFF O Con i DIP in posizione di defult (OFF).. Togliere l'limentzione dl dispositivo. 2. Impostre il DIP O. 3. Alimentre il dispositivo. 4. Attendere circ secondi, fino qundo i LED lmpeggernno lentmente in modo lternto ( sec rosso / sec verde). OFF O 5. Riportre tutti i DIP OFF.»» Il LED verde lmpeggerà per 5 secondi.»» Il dispositivo si vvierà con i prmetri di rete di defult. 6. Al successivo rivvio il dispositivo recupererà i prmettri slvti. 9

20 Ripristino di fric Quest procedur permette di ripristinre tutti i prmetri i vlori di fric e di cncellre tutte le configurzioni del dispositivo. OFF O Con i DIP in posizione di defult (OFF). OFF O OFF O. Togliere l'limentzione dl dispositivo. 2. Impostre tutti i DIP O. 3. Alimentre il dispositivo. 4. Attendere circ secondi, fino qundo i LED lmpeggernno velocemente in modo lternto (0. sec rosso /0. sec verde). 5. Riportre tutti i DIP OFF.»» Il LED rosso lmpeggerà per 5 secondi.»» Il dispositivo resetterà tutti i prmetri i vlori di fric e si rivvierà normlmente. ATTEZIOE: eseguendo l procedur di reset totle vengono cncellte nche le licenze cricte nel dispositivo. È possiile eseguire il ripristino delle licenze (mx 2 volte) seguendo l procedur descritt nel prgrfo seguente. Ripristino delle licenze L seguente procedur consente di ripristinre le licenze perse durnte l procedur di reset totle:. D ViP Mnger cercre l'rticolo 456B come descritto nell procedur di indirizzmento d ViP Mnger (pg. 4). 2. Selezionre l'rticolo 456B []. 3. Premere ggiungi licenz dl menu principle []. 4. Premere "cric d server" per ripristinre le licenze precedentemente ttivte [c]. È possiile eseguire il ripristino delle licenze solo 2 volte. Rivolgersi l centro ssistenz Comelit per eseguire ulteriori ripristini. c 20

21 J J2 J 2 J J2 J J2 OUT I S 0 + V C C P F AL 0 A P V 6304 VIP/06G Schem di collegmento impinto con Rete ViP + Rete connessione internet P C 0 0 S A F V P V + C OP OP OUT AL V 6202W+ 623 G D C F P - + AL C 6203W C 3 OP + OP - S C F + P P A 0 V AL OUT V I I OUTOUTOUTOUT OUT I S 0 + V C C P F AL 0 A P V 6304 P C 0 0 S A F V P V + C OP OP OUT AL V 6202W B L - + V V + I I OUTOUTOUTOUT B A A A A V ITERFACE B AUTO IP ITERFACE A IP: X ORAGE WIRE WHITE/ORAGE WIRE GREE WIRE WHITE/GREE WIRE TX - TX + RX - RX ORAGE WIRE WHITE/ORAGE WIRE GREE WIRE WHITE/GREE WIRE TX - TX + RX - RX V V S C G R O C O T E D - V V ṮX TX RX RX M E C S C G R O C O T E D - V V ṮX TX RX RX M E C P R G G D 485 D- 485 D+ S 24 Vc 24 Vc 3360A 2

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ

INTERCONNESSIONE CONNETTIVITÀ EMC VMA AX 10K EMC VMAX 10K fornisce e un'rchitettu ur scle-out multi-controlller Tier 1 rele e che nsolidmento ed efficienz. EMC VMAX 10 0K utilizz l stess s grntisce lle ziende con stemi VMAX 20 0K e

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio "Mercury Premier"

Grazie. Normativa sulle emissioni dell'epa. Avviso relativo alla garanzia. Servizio Mercury Premier Grzie per vere cquistto uno dei migliori motori fuoribordo sul mercto che si rivelerà un ottimo investimento per l nutic d diporto. Il fuoribordo è stto fbbricto d Mercury Mrine, leder internzionle nel

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW

STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Cod. 1879.185M STUD FOTOVOLTAICO 16 LED 1.2W CW Crtteristiche tecniche Corpo in lluminio pressofuso Portello di chiusur vno cblggio/btterie in termoindurente Riflettore in lluminio vernicito binco Diffusore

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0

Catalogo generale Process Heat 2014 /15. La soluzione giusta per ogni applicazione. We know how. Versione 4.0 Ctlogo generle Process Het 2014 /15 L soluzione giust per ogni ppliczione. Versione 4.0 We know how. Leister Technologies AG, Corporte Center, Kegiswil, Schweiz Leister Technologies AG, Stilimento di produzione,

Dettagli

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo

Cuscinetti ad una corona di sfere a contatto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo Cuscinetti d un coron di sfere conttto obliquo 232 Definizione ed ttitudini 232 Serie 233 Vrinti 233 Tollernze e giochi 234 Elementi di clcolo 236 Crtteristiche

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

IMMS-SI. Interfaccia sito (SI) IMMS. Istruzioni per l installazione. IMMS Site Interface. To Controller From CCC. From Sensors. To First CI REM SEN

IMMS-SI. Interfaccia sito (SI) IMMS. Istruzioni per l installazione. IMMS Site Interface. To Controller From CCC. From Sensors. To First CI REM SEN -SI Interfaccia sito (SI) Istruzioni per l installazione SOMMRIO... Montaggio dell armadietto...1 Connessione dell alimentazione C...2 Connessione dell interfaccia al programmatore...3 ll ICC... 3 l Pro-C...

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1).

Epigrafe. Premessa. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 (1). D.Lgs. 29-12-2006 n. 311 Disposizioni correttive ed integrtive l D.Lgs. 19 gosto 2005, n. 192, recnte ttuzione dell direttiv 2002/91/CE, reltiv l rendimento energetico nell'edilizi. Pubblicto nell Gzz.

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine

YOGURT. Dosi per. 150 più secondo il. fermenti. eccezionalee. il nostroo lavorare. intestino. forma. Alla fine YOGURT FATTO IN CASAA CON YOGURTIERA Lo yogurt ftto in cs è senz ltro un modoo sno per crere un limento eccezionlee per l nostr slute. Ricco di ltticii iut intestino fermenti il nostroo lvorre meglioo

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE

NOME BUBBICO ROCCO LUIGI CODICE FISCALE Riservto ll Poste itline Sp N. Protocollo t di presentzione UNI CONORME AL PROVVEIMENTO AGENZIA ELLE ENTRATE EL 000 E SUCCESSIVI PROVVEIMENTI Periodo d'impost 0 COGNOME COICE ISCALE Informtiv sul trttmento

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale

NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale Hosting di più siti web e abilitazione del servizio DDNS A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe essere

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Metodi d integrazione di Montecarlo

Metodi d integrazione di Montecarlo Metodi d itegrzioe di Motecrlo Simulzioe l termie simulzioe ell su ccezioe scietific h u sigificto diverso dll ccezioe correte. Nell uso ordirio è sioimo si fizioe; ell uso scietifico è sioimo di imitzioe,

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

MANUALE. GUIDA RAPIDA Alla ricarica con le impostazioni dell'ultimo programma

MANUALE. GUIDA RAPIDA Alla ricarica con le impostazioni dell'ultimo programma MNULE CONGRTULZIONI per l'acquisto di un nuovo professionale a tecnologia switc. Questo modello fa parte di una serie di professionali di CTEK SWEDEN B ed è dotato della tecnologia di ricarica delle batterie

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Panasonic. Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS)

Panasonic. Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS) Panasonic Analog Pbx System KX-TES 824 (NE) e TEA308 (NE) Chiamate senza restrizioni (PIN,Codice Conto e Cambio COS) Centrale Telefonica KX-TES 824 e TEA308 Informazione Tecnica N 010 Panasonic Italia

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Industry Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Dispositivi utilizzati: - 2 LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) - Scalance X-208 LOGO! 0BA7 Client IP: 192.168.0.1 LOGO! 0BA7 Server IP:

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura

Fatture registro unico. Oggetto della fornitura .S.: - - IC GIOVNNI XXIII/CESTE MIICBC (CF: ) nno Finnzirio: Ftture registro unico Ftture trovte: Numero- Dt Prg Reg Procoll o /B - -- /B - -- /B - -- Tipo Doc fttur fttur fttur Numero Fttur V- /M Dt Fttur

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC)

4. Trasporto pubblico non di linea: taxi e noleggio con conducente (NCC) 4. Trsporto pubblico non di line: txi e noleggio con conducente (NCC) L domnd di mobilità dei cittdini incontr un corrispondente offert delle diverse modlità di trsporto, sull bse delle crtteristiche degli

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi

11. Attività svolta dall Agenzia, risorse e aspetti organizzativi 11. Attività svolt dll Agenzi, risorse e spetti orgnizztivi 11.1 Attività istituzionle svolt i sensi dell Deliberzione istitutiv In un vlutzione complessiv delle ttività svolte dll Agenzi i sensi dell

Dettagli