Wireless Multi-Function Access Point

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Wireless Multi-Function Access Point"

Transcript

1 Wireless Multi-Function Access Point A02-AP-W54 MANUALE COMPLETO A02-AP-W54 _MI01

2

3 INDICE CAPITOLO 1: INTRODUZIONE AL PRODOTTO Panoramica del Wireless Multi-Function Access Point Contenuto della confezione Caratteristiche tecniche Schema di installazione del Wireless Multi-Function Access Point Considerazioni sull Installazione 3 CAPITOLO 2: USO DEL WIRELESS MULTI-FUNCTION ACCESS POINT Precauzioni nell uso del Wireless Multi-Function Access Point I LED frontali Le porte posteriori Cablaggio 7 CAPITOLO 3: CONFIGURAZIONE Prima di iniziare Configurazione del PC in Windows 95/98/ME Configurazione del PC in Windows NT Configurazione del PC in Windows Configurazione del PC in Windows XP Configurazione in ambiente MAC Verifica della Configurazione Settaggi di Default Password Porte LAN e WLAN Configurazione tramite Browser Navigare nell interfaccia Web di Configurazione Network LAN Setup Wireless Settings WDS Links Security Access Control List 27

4 3.5.2 Radius Servers Wired Equivalent Privacy (WEP) x Security Wi-Fi Protected Access (WPA) Status Status Wireless Statistics Event Report Clients Wireless Clients Access Point Tools Configurations Change Password Lock Access Point 36 APPENDICE A: RISOLUZIONE DEI PROBLEMI 37 A.1 LEDs 37 A.1.1 LED Power 37 A.1.2 LED LAN 37 A.1.3 LED WLAN 38 A.2 Configurazione WEB 38 A.3 Login con Username e Password 38 A.4 Amministrazione remota 39 A.5 Domande Generali 40 APPENDICE B:COME AVVIENE LA COMUNICAZIONE WIRELESS 50 APPENDICE C: SICUREZZA NEL WIRELESS 53 APPENDICE D: COPERTURA 55 APPENDICE E: LINK DI SEGNALE (BRIDGE OUTDOOR) 58 APPENDICE F: CONSIDERAZIONI SULLA SALUTE 64

5 APPENDICE G: CARATTERISTICHE TECNICHE 66 APPENDICE H: SUPPORTO OFFERTO 67 A02-AP-W54_MI01 (V1.0 Aprile 2005)

6 AVVERTENZE Abbiamo fatto di tutto al fine di evitare che nel testo, nelle immagini e nelle tabelle presenti in questo manuale, nel software e nell'hardware fossero presenti degli errori. Tuttavia, non possiamo garantire che non siano presenti errori e/o omissioni. Infine, non possiamo essere ritenuti responsabili per qualsiasi perdita, danno o incomprensione compiuti direttamente o indirettamente, come risulta dall'utilizzo del manuale, software e/o hardware. Il contenuto di questo manuale è fornito esclusivamente per uso informale, è soggetto a cambiamenti senza preavviso (a tal fine si invita a consultare il sito o per reperirne gli aggiornamenti) e non deve essere interpretato come un impegno da parte di Atlantis Land spa che non si assume responsabilità per qualsiasi errore o inesattezza che possa apparire in questo manuale. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta o trasmessa in altra forma o con qualsiasi mezzo, elettronicamente o meccanicamente, comprese fotocopie, riproduzioni, o registrazioni in un sistema di salvataggio, oppure tradotti in altra lingua e in altra forma senza un espresso permesso scritto da parte di Atlantis Land spa. Tutti i nomi di produttori e dei prodotti e qualsiasi marchio, registrato o meno, menzionati in questo manuale sono usati al solo scopo identificativo e rimangono proprietà esclusiva dei loro rispettivi proprietari. CE Mark Warning Questo dispositivo appartiene alla classe B. In un ambiente domestico il dispositivo può causare interferenze radio, in questo caso è opportuno prendere le adeguate contromisure. Restrizioni nell uso nei paesi appartenenti all Comunità Europea In Germania, Regno Unito, Italia, Spagna, Belgio, Olanda, Portogallo, Grecia, Irlanda, Danimarca, Lussemburg, Austria, Finlandia, Svezia, Norvegia ed Islanda il dispositivo può essere utilizzato liberamente. In Francia invece l uso di canali al di fuori di quelli nell intervallo è proibito. ATTENZIONE Lasciare almeno 30cm di distanza tra le antenne del dispositivo e l utilizzatore. FCC Questo dispositivo è stato collaudato ed è risultato conforme ai limiti previsti per i dispositivi digitali di Classe B, ai sensi della Parte 15 della normativa FCC. Tali limiti sono concepiti per fornire un grado di protezione ragionevole contro le

7 interferenze dannose in ambienti residenziali. Questo dispositivo genera, utilizza e può emettere radiofrequenze e, qualora non installato e utilizzato in conformità alle istruzioni, può provocare interferenze dannose alle comunicazioni radio. Tuttavia non esiste garanzia che una particolare installazione non provochi interferenza. Se il dispositivo causa interferenze dannose alla ricezione radiotelevisiva (il che può essere verificato spegnendo e accendendo il dispositivo), si consiglia all utente di adottare una o più delle seguenti misure onde correggere l interferenza: -Riorientare o riposizionare l antenna di ricezione -Aumentare la separazione tra i dispositivi -Collegare il dispositivo a una presa di alimentazione diversa da quella del ricevitore -Rivolgersi a un rivenditore o a un tecnico radiotelevisivo qualificato per l assistenza

8 CAPITOLO 1: Introduzione al prodotto Questo manuale è stato pensato per un utilizzo avanzato Wireless Multi-Function Access Point, per questo sono stati trattati con dovizia di particolari una moltitudine di argomenti che potrebbero, almeno inizialmente, scoraggiare alcuni utenti. Per una configurazione rapida è comunque disponibile una Guida all Installazione presente sia su CDRom che su supporto cartaceo a corredo del prodotto. 1.1 Panoramica del Wireless Multi-Function Access Point Il Wireless Multi-Function Access Point consente una completa mobilità mantenendo sempre una continua connessione. Semplice da installare, veloce e flessibile, permette di decidere in quale ambiente lavorare con il portatile o PC fisso, attraverso un accesso wireless. E finalmente possibile estendere l attuale rete LAN senza la preoccupazione di cavi ingombranti. L'utile funzione di roaming consente una maggiore libertà di movimento: la gestione di due o più Wireless Multi-Function Access Point consente di realizzare una rete wireless anche in uffici di notevoli dimensioni. Il supporto della funzionalità Bridging rende possibile la connessione, tramite un ponte wireless, di due diverse LAN, mentre con la funzionalità Repeating è possibile estendere la copertura di una rete wireless. Il chipset Intersil (ISL3893) garantisce inoltre il pieno supporto hardware, senza nessuna degradazione di performance, degli standard di sicurezza più recenti, come il Wi-Fi Protected Access (WPA) e IEEE i. La modalità Intersil Nitro GT rende possibile un incremento del throughput sino al 300% in ambienti operanti in modalità ibrida (IEEE802.11g/b) e sino al 50% in ambienti operanti esclusivamente in modalità IEEE802.11g. La rete wireless sarà finalmente scattante ed a prova di hacker. 1.2 Contenuto della confezione Una volta aperta la confezione in cartone dovrebbero essere presenti i seguenti componenti: Wireless Multi-Function Access Point CDRom contenente il manuale (Italiano, Inglese e Francese), la guida rapida Guida di Quick Start in Inglese stampata Cavo CAT-5 LAN Alimentatore AC-DC (5V 2 Antenne da 2.2 dbi ciascuna Tagliando di Garanzia A02-AP-W54 Pag. 1

9 Qualora mancasse uno qualsiasi di questi componenti rivolgersi immediatamente al rivenditore. 1.3 Caratteristiche tecniche Caratteristiche offerte dal Wireless Multi-Function Access Point: Conforme alle specifiche IEEE g e IEEE b: E possibile utilizzare tutti gli apparati esistenti compatibili col protocollo IEEE802.11g e/o IEEE802.11b. Funzionalità Wi-Fi Protected Access (WPA) e WEP encryption: E possibile utilizzare il massimo livello di sicurezza senza nessuna degradazione di performance. WDS: Grazie all uso della funzionalità Wireless Distribution System è possibile utilizzare il dispositivo in modalità Bridge (permette di connettere tramite un ponte wireless due diverse LAN) e Repeater (estendere la copertura wireless). Modalità Nitro GT : E possibile ottenere aumenti di throughput nell ordine del 50% grazie all uso del chipset Intersil Antenne: Antenne esterne sostituibili ed orientabili per una migliore ricezione (grazie alla diversità) ed una più estesa copertura. 1 porta Fast Ethernet: la porta integra la funzionalità MDI-II/MDI-X e pertanto può funzionare indipendentemente tanto con cavi dritti che incrociati. Grazie a questa funzionalità è sufficiente collegare i dispositivi, penserà l AP ad adeguarsi al tipo di cavo. Mac Filtering: Tramite questa funzionalità è possibile filtrare ulteriormente il traffico limitando l accesso in base all indirizzo MAC degli apparati di rete. Sarà possibile bloccare l accesso ad una lista di MAC Address. Configurabile (GUI) via Web: La gestione e la configurazione sono possibili via interfaccia grafica (browser). Firmware Upgrade: E possibile effettuare l upgrade del firmware tramite interfaccai WEB. 1.4 Requisiti di Sistema per la configurazione Prima di iniziare l installazione del dispositivo controllare i seguenti requisiti: Un Computer con un qualsiasi Sistema Operativo e lo stack TCP/IP correttamente installato Internet Explorer V6.0 o successivi (Netscape V6.0 o successivi) CDRom A02-AP-W54 Pag. 2

10 1.5 Schema di installazione del Wireless Multi-Function Access Point Seguire i seguenti punti per effettuare il cablaggio del dispositivo: Il Wireless Multi-Function Access Point può essere collegato, tramite la porta RJ45 (LAN) alla LAN. Collegare l alimentatore AC-DC (1.2A /5V) alla rete elettrica e all apposito attacco (DC IN) situato nel pannello posteriore. E possibile vedere in figura un esempio di cablaggio di una rete con diversi PC ed in cui il prodotto è utilizzato come Access Point. 1.6 Considerazioni sull Installazione In condizioni ideali la copertura offerta dal dispositivo può arrivare anche a coprire un raggio di diverse decine di metri. E però opportuno considerare che pareti divisorie attenuano fortemente il segnale. Oggetti metallici riflettono le onde elettromagnetiche e possono generare (al pari di particolari ambienti indoor) fastidiosi cammini multipli. Non va trascurato inoltre il fenomeno dell interferenza con altri apparati operanti sulle frequenze vicine. Rispettare i seguenti punti per massimizzare la copertura offerta dal dispositivo. Ogni muro attenua il segnale, posizionare il dispositivo in un luogo appropriato al fine di minimizzare il numero di muri attraversati dal segnale. A02-AP-W54 Pag. 3

11 Porte o ampie superfici metalliche non sono attraversate dalla propagazione elettromagnetica. E bene prendere in considerazione questo fatto. Allontanare l AP Wireless da ogni altro dispositivo che produca emissioni RF. Nel posizionamento dei vari client considerare una linea che idealmente unisce il Wireless AP col client in questione. Se tale linea intersecherà dei muri (caso assai frequente), cercare di minimizzare la superficie attraversata (per evitare di avere un attenuazione importante). Si veda la figura sottostante: Il Client in posizione B avrà un enorme attenuazione e peggiori prestazioni che non il client in posizione A. E sufficiente collocare il Wireless AP al centro del locale per migliorare decisamente le prestazione del client B. A02-AP-W54 Pag. 4

12 CAPITOLO 2: Uso del Wireless Multi-Function Access Point 2.1 Precauzioni nell uso del Wireless Multi-Function Access Point Non usare il Wireless Multi-Function Access Point in un luogo in cui ci siano condizioni di alte temperatura ed umidità, l Access Point potrebbe funzionare in maniera impropria e danneggiarsi. Non usare la stessa presa di corrente per connettere altri apparecchi al di fuori del Wireless Multi-Function Access Point. Non aprire mai il case del Wireless Multi-Function Access Point né cercare di ripararlo da soli. Se il Wireless Multi-Function Access Point dovesse essere troppo caldo, spegnerlo immediatamente e rivolgersi a personale qualificato. Non appoggiare il dispositivo su superfici plastiche o in legno che potrebbero non favorire lo smaltimento termico. Mettere il Wireless Multi-Function Access Point su una superficie piana e stabile oppure fissarlo a muro tramite le apposite scanalature poste. Usare esclusivamente l alimentatore fornito nella confezione, l uso di altri alimentatori farà automaticamente decadere la garanzia. Non effettuare upgrade del firmare utilizzando apparati/client wireless ma solo wired. Questo potrebbe danneggiare il dispositivo ed invalidare la garanzia. A02-AP-W54 Pag. 5

13 2.2 I LED frontali Wireless Multi-Function Access Point Sul pannello frontale del Wireless Multi-Function Access Point sono presenti tutta una serie di Led che indicano lo stato di alcune funzionalità del prodotto. La tabella che segue descrive i LED posti sul pannello frontale dell Access Point. LED Informazione POWER LAN Acceso verde quando connesso alla rete elettrica Accesa verde per indicare una connessiona a 100 o 10 Mbps e lampeggiante verde in caso di trasferimento dati. WLAN Quando lampeggia di verde indica l invio di pacchetti sull interfaccia wireless. 2.3 Le porte posteriori Porte Connettori Reverse SMA LAN Reset POWER (DC-IN) Utilizzo Avvitare le antenne fornite in dotazione sino a fine corsa. Eseguire l operazione delicatamente e senza sforzare eccessivamente. Connettere con un cavo Ethernet dritto o incrociato direttamente ai PC oppure ad altri Switch. Dopo che il dispositivo è stato alimentato, premere per resettare il dispositivo o ripristinare la impostazioni predefinite in fabbrica. Premere il tasto reset sino a che il LED WLAN sarà spento(dopo una decina di secondi), questo indica il ripristino delle condizioni iniziali. Una brevissima pressione invece sblocca il dispositivo e ne permette nuovamente la configurazione (nel caso si sia attivata la funzionalità di Lock Access Point) Connettere l alimentatore a questo jack A02-AP-W54 Pag. 6

14 2.4 Cablaggio Wireless Multi-Function Access Point Il problema più comune è quello di un cattivo cablaggio per Ethernet o una cattiva configurazione dei client Wireless. Accertarsi che tutti i dispositivi connessi siano accesi, usare inoltre i Led frontali per avere una diagnosi immediata dello stato del cablaggio. Controllare che siano accesi tutti i LED (qualora così non fosse ricontrollare il cablaggio). E possibile utilizzare qualunque tipologia di cavi (dritti o incrociati) per collegare il dispositivo. A02-AP-W54 Pag. 7

15 CAPITOLO 3: Configurazione Wireless Multi-Function Access Point Il Wireless Multi-Function Access Point può essere configurato via browser Web che dovrebbe essere incluso nel Sistema Operativo o comunque facilmente reperibile in Internet. Il prodotto offre una semplice interfaccia di configurazione. 3.1 Prima di iniziare Questa sezione descrive la configurazione richiesta dai singoli PC connessi alla LAN cui è collegato il Wireless Multi-Function Access Point. Tutti i PC devono avere una scheda di rete Ethernet o Adattatore Wireless installata correttamente, essere connessi al Wireless Multi-Funciton Access Point direttamente o tramite un Hub/Switch o in Wireless ed avere il protocollo TCP/IP installato e correttamente configurato. L indirizzo IP, normalmente appartenennte ad una classe privata, devestare nella classe x con Subnet Anzitutto è necessario preparare i PC inserendovi (qualora non vi fosse già) la scheda di rete / Adattatore Wireless. E necessario poi installare il protocollo TCP/IP. Qualora il TCP/IP non fosse correttamente configurato, seguire gli steps successivi: Qualsiasi workstation col TCP/IP può essere usata per comunicare con o tramite il Wireless Multi-Function Access Point. Per configurare altri tipi di workstations fare riferimento al manuale del produttore. A02-AP-W54 Pag. 8

16 3.1.1 Configurazione del PC in Windows 95/98/ME 1. Andare in Start/Settings/Control Panel. Cliccare 2 volte su Network e scegliere Configuration. 2. Selezionare TCP/IP ->NE2000 Compatible, o qualsiasi Network Interface Card (NIC) del PC. 3. Cliccare su Properties. 4. Selezionare l opzione Specify an IP address (dopo aver scelto IP Address) ed introdurre un indirizzo IP del tipo x (X compreso tra 1 e 254 escluso 100 che è l IP utilizzato del Wireless Multi-Function AP)e subnet mask A02-AP-W54 Pag. 9

17 5. Andare su DNS Configuration 6. Selezionare l opzione Enable Disable DNS ed introdurre l indirizzo IP del DNS (chiedere tale informazione al proprio ISP). A02-AP-W54 Pag. 10

18 3.1.2 Configurazione del PC in Windows NT Andare su Start/Settings/ Control Panel. Cliccare per due volte su Network e poi cliccare su Protocols. 2. Selezionare TCP/IP Protocol e poi cliccare su Properties. 7. Selezionare l opzione Specify an IP Address e ed introdurre un indirizzo IP del tipo x (X compreso tra 1 e 254 escluso 100 che è l IP utilizzato del Wireless Multi-Function AP)e subnet mask Premere OK per terminare. A02-AP-W54 Pag. 11

19 3.1.3 Configurazione del PC in Windows Andare su Start/Settings/Control Panel. Cliccare due volte su Network and Dial-up Connections. 2. Cliccare due volte su Local Area Connection. 3. In Local Area Connection Status cliccare Properties. A02-AP-W54 Pag. 12

20 4. Selezionare Internet Protocol (TCP/IP) e cliccare su Properties 5. Selezionare l opzione Use the Following IP address ed introdurre un indirizzo IP del tipo x (X compreso tra 1 e 254 escluso 100 che è l IP utilizzato del Wireless Multi- Function AP)e subnet mask Successivamente scegliere Use the Following DNS server address automatically (chiedere tale informazione al proprio ISP). 7. Premere su OK per terminare la configurazione A02-AP-W54 Pag. 13

21 3.1.4 Configurazione del PC in Windows XP 1. Andare su Start e poi Control Panel. Cliccare due volte su Network (in Classic View) Connections. 2. Cliccare due volte su Local Area Connection. 3. In Local Area Connection Status cliccare Properties. 4. Selezionare Internet Protocol (TCP/IP) e cliccare su Properties. A02-AP-W54 Pag. 14

22 5. Selezionare l opzione Use the following IP address ed introdurre un indirizzo IP del tipo x (X compreso tra 1 e 254 escluso 100 che è l IP utilizzato del Wireless Multi- Function AP)e subnet mask Successivamente Use the following DNS server addresses (chiedere tale informazione al proprio ISP). 7. Premere su OK per terminare la configurazione. A02-AP-W54 Pag. 15

23 3.1.5 Configurazione in ambiente MAC Wireless Multi-Function Access Point 1. Cliccare sull icona Mela nell angolo in alto a sinistra dello schermo e selezionare: Control Panel/TCP/IP. Apparirà la finestra relativa al TCP/IP come mostrata in figura. 2. Scegliere Ethernet in Connect Via. 3. Scegliere Using DHCP Server in Configure. 4. Lasciare vuoto il campo DHCP Client ID Verifica della Configurazione Per verificare il successo della configurazione (dopo aver riavviato il PC, operazione necessaria su Win98, 98Se,ME e invece sufficiente ottenere il rilascio dell IP su XP, 2000), utilizzare il comando ping. Da una finestra Dos digitare: ping Se appare il seguente messaggio: Pinging with 32 bytes of data: Reply from : bytes=32 times<10ms TTL=64 Reply from : bytes=32 times<10ms TTL=64 Reply from : bytes=32 times<10ms TTL=64 E possibile procedere andando al punto seguente. Se invece appare il seguente messaggio: Pinging with 32 bytes of data: Request timed out. Request timed out. Request timed out. A02-AP-W54 Pag. 16

24 Controllare che il led LAN /Wireless sia acceso (cambiare il cavo qualora non fosse così). Controllare l indirizzo del PC digitando winipcfg per (Win95,98,ME) o ipconfig (per Win2000,XP) ed eventualmente reinstallare lo stack TCP/IP. 3.2 Settaggi di Default Prima di iniziare la configurazione del Wireless Multi-Function Access Point è necessario conoscere quali siano i settaggi di default: Nome Utente: Password: Indirizzo IP ( ) Subnet Mask( ) Modalità di funzionamento: Access Point SSSID: default Canale: Password Quando si configura Il Wireless Multi-Function Access Point con il browser premere su OK per entrare per la prima volta. E consigliato cambiare la password, al fine di aumentare la sicurezza. Qualora si perdesse la password premere per 10 (o più) secondi il bottone reset (utilizzando un cacciavite a punta e premendo delicatamente) per far tornare il Wireless Multi-Function Access Point alle impostazioni di default Porte LAN e WLAN Questa tabella riassume i settaggi di default delle interfacce LAN e WLAN: Porta LAN Porta WLAN IP address Modalità=Access Point Subnet Mask Canale=6 SSID=default Sicurezza=Disabilitata A02-AP-W54 Pag. 17

25 3.3 Configurazione tramite Browser Wireless Multi-Function Access Point Accedere tramite Internet Explorer al seguente indirizzo IP (dove si inserisce l URL) che di default è: , e premere il tasto invio. Premere OK per continuare. Apparirà a questo punto l interfaccia di configurazione dell apparato. Nel caso venisse bloccato l accesso (possibile solo dopo il primo accesso in cui nessuna password è richiesta) è opportuno inserire la password (precedentemente impostata). Lasciare vuoto il nome utente, il dispositivo verifica sempre e comunque il solo campo password Navigare nell interfaccia Web di Configurazione Questa sezione descrive come navigare all interno dell interfaccia di configurazione. Sono disponibili 6 differenti menu: Cliccare su Network per configurare la sezione LAN, Wireless e WDS. Cliccare su Security per accedere alla sezione di sicurezza dell apparato grazie alla quale è possibile bloccare accessi indesiderati e cifrare il traffico per renderlo incomprensibile a utenti esterni alla WLAN. L Access Point supporta: WPA, 802.1x e WEP. A02-AP-W54 Pag. 18

26 Cliccare su Status per conoscere tutti i dettagli relativi allo stato dell AP, all interfaccia WLAN ed al registratore di eventi interno. Cliccare su Clients per controllare la lista dei client Wireless o AP rilevati. Cliccare su Tools per effettuare l upgrade del firmware del dispositivo. Cliccare su Configuration per cambiare la password di accesso e per impedirne la configurazione tramite client Wireless. A02-AP-W54 Pag. 19

27 3.4 Network Wireless Multi-Function Access Point In questo sottomenu è possibile configurare le seguenti sezioni: LAN, Wireless e WDS LAN Setup E possibile configurare l indirizzo IP del dispositivo. Questo può essere ottenuto da un server DHCP presente nella rete oppure assegnato staticamente. Dynamic (DHCP Client): Cliccare su questa voce per fare in modo che l IP del Wireless Multi-Function Access point venga assegnato da un server DHCP presente nella LAN. Static IP: Cliccare su questa voce per assegnare staticamente l indirizzo IP, Subnet Mask e Gateway. Cliccare su Apply per rendere permanenti le modifiche. Il campo Gateway deve essere digitato nel caso si voglia effettuare una gestione remota del Wireless Multi-Function Access Point. A02-AP-W54 Pag. 20

28 3.4.2 Wireless Settings Wireless Multi-Function Access Point In questa sottomenu è possibile configurare la sezione Wireless. Radio Settings: in questa sezione è possibile scegliere la regione in cui il dispositivo wireless verrà utilizzato. Questo, automaticamente, regolerà l apparato nel rispetto delle regole vigenti. La selezione errata della regione (nel campo Country Domain) potrebbe portare ad un utilizzo di frequenze vietate. E necessario scegliere la regione corretta. Cliccare su Change Region, si aprirà la finestra sottostante. A02-AP-W54 Pag. 21

29 Scegliere la country di appartenenza e cliccare su OK. Wireless Multi-Function Access Point Wireless LAN: In questa sezione è possibile configurare tutti i dettagli della connessione wireless. 1. Wireless Network Name (SSID): Service Set Identifier, è un nome univoco condiviso da tutti i client wireless ed AP (se in roaming). Usando SSID diversi è possibile associare determinati client a determinati AP. E una stringa ASCII composta da un amssimo di 32 caratteri. 2. Band: E possibile scegliere la modalità operativa del dispositivo. Sono possibili 3 differente scelte. Mixed mode: permette il funzionamento con apparati IEEE802.11b ed IEEE802.11g G-only: permette il funzionamento esclusivamente con apparati IEEE802.11g B-only: permette il funzionamento esclusivamente con apparati IEEE802.11b 3. Radio Channel: Indica il canale ove l AP opera. Lo standard ETSI (valido in Europa) prevede l uso dei canali dal N 1 al N Broadcast SSID: Deselezionare per nascondere l'essid, in questo modo una stazione Wireless non può ottenere l'essid attraverso scansione passiva. Selezionare per rendere visibile l'essid, in questo modo una stazione Wireless può ottenere l'essid attraverso scansione passiva. Il range di frequenze radio usate dalle apparecchiature Wireless IEEE g/b è suddiviso in canali. Il numero di canali disponibili dipende dall area geografica di appartenenza. E possibile selezionare canali differenti in modo da eliminare eventuali interferenze con gli Access Point vicini. L interferenza si verifica quando due o più canali si sovrappongono degradando le prestazioni, questa sovrapposizione è chiamata Overlap. E consigliabile mantenere una distanza di 5 canali tra due utilizzati (es. AP1 posizionato sul canale 1, AP2 posizionato sul canale 6). A02-AP-W54 Pag. 22

30 Da questo si evince che soltanto 3 Access Point possono essere usati in caso di sovrapposizioni spaziali(copertura) e temporali(funzionano allo stesso tempo) WDS Links Grazie al WDS (Wireless Distribution System) è possibile consentire a 2 AP di comunicare tra di loro e permettere di realizzare così particolari applicazioni. Questa famiglia di AP permette di creare sino a 6 differenti canali WDS contemporanei. Le modalità operative permesse dal WDS sono le seguenti: Access Point (WDS disattivato): La modalità di funzionamento normale, in cui l AP è utilizzato per la creazione di una Wireless LAN. L AP è il punto di contatto fra la LAN wired ed i vari client wireless. In figura un esempio. A02-AP-W54 Pag. 23

31 Repeat Mode (WDS attivo): Permette di estendere il raggio di copertura di una rete wireless. Essendo i protocolli wireless half-duplex l uso di AP configurati in modalità Repeat riduce in maniera importante le performance. In questa maniera più Access Point possono essere utilizzati per creare una vasta area di copertura wireless senza bisogno di creare un infrastruttura cablata che connetta i vari AP. E necessario controllare che sia l SSID, cifratura (solo WEP) ed il canale impostato siano identici in tutti gli AP. In figura un esempio. A02-AP-W54 Pag. 24

32 Wireless Bridge(WDS attivo, ACL attivo): Una coppia di AP che operano in modalità Bridge permette di connettere tramite un ponte wireless due diverse LAN. E necessario controllare che sia l SSID, cifratura (solo WEP) ed il canale impostato siano identici in entrambi gli AP che operano in modalità Bridge. Per completare la configurazione è necessario attivare su entrambi gli AP la funzionalità ACL in modalità Reject (in questo modo nessun client Wireless potrà essere accettato). L intera banda offerta dalla connessione wireless viene così utilizzata per il Bridge. In figura un esempio. Cliccando su WDS Link si aprirà una finestra in cui verranno mostrati tutti gli AP rilevati che stanno utilizzando canali (in un intorno di 3) adiacenti. Cliccare su Refresh Link List per aggiornare questa lista. Per creare dei Link WDS con AP non rilevati sono possibili 2 maniere operative: 1- Cliccare il bottone Add WDS Link ed aggiungere manualmente tutti i parametri nella finesta che viene aperta. 2- Cambiare il canale dell AP e ripetere la scansione degli AP adiacenti. A02-AP-W54 Pag. 25

33 A questo punto non resta che spuntare l opportuno AP cui collegarsi in modalità WDS e cliccare su Apply. Un link wireless tra i 2 AP verrà così creato (ripetere tale operazione in entrambi gli AP del link WDS). Per rimuovere un link WDS è sufficiente deselezionare dalla tupla opportuna il bottone Enable. Entrambi gli AP del link WDS devono avere gli stessi settaggi (Canale, WEP, SSSID). Soltanto la cifratura WEP è utilizzabile quando la modalità WDS è attiva. A02-AP-W54 Pag. 26

34 3.5 Security Wireless Multi-Function Access Point Le funzionalità di Wireless Security sono necessarie per proteggere le comunicazione tra stazioni Wireless Access Point e la rete cablata. Sono disponibili 3 differenti modalità: WPA, 802.1x and WEP. Quando la funzione è attivata il rispettivo flag nella parte sinistra verrà evidenziato. Nel caso del Server Radius invece verrà mostrato un numero che indica il numero dei server precedentemente configurati Access Control List La schermata ACL permette di configurare il Wireless Multi-Function Access Point in modo da fornire l accesso solo dopo aver controllato il MAC address del client wireless. E possibile pertanto permettere: l accesso ad una lista esclusiva di MAC address (selezionare Default Access su Reject ed introdurre in Specific Address la lista dei MAC address permessi in modalità Accept) l accesso a tutti e bloccare una lista di MAC address ben precisa (selezionare Default Access su Access ed introdurre in Specific Address la lista dei MAC address vietati in modalità Reject). A02-AP-W54 Pag. 27

35 In figura il riassunto di quanto detto. Enable Access Attivo Attivo Control List Default Access Access Reject Effetto Tutti vengono abilitati Nessuno viene abilitato all accesso a meno di quei all accesso a meno di quei MAC Address presenti MAC Address presenti nella nella lista di Specific lista di Specific Address Address con l accesso in con l accesso in modalità modalità Reject. Accept Radius Servers Un server Radius viene utilizzato per autenticare un client e reinviargli i parametri per l accesso al network wireless. RADIUS (Remote Authentication Dial-In User Service) utilizza un server RADIUS per l autenticazione e poi un algoritmo per la cifratura (WEP, TKIP o AES) dei dati. Re-authentication Time: intervallo di riautenticazione del client. Cliccare su Add per accedere alla seguente schermata. A02-AP-W54 Pag. 28

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 Guida Utente TD-W8960N Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 TP-LINK TECHNOLOGIES CO., LTD COPYRIGHT & TRADEMARKS Le specifiche sono soggette a modifiche senza obbligo di preavviso.

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE IT Security Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard IT Security. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

EPICENTRO. Software Manual

EPICENTRO. Software Manual EPICENTRO Software Manual Copyright 2013 ADB Broadband S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà di ADB. Nessuna parte di questo documento può

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Connessione alla rete wireless WIFI-UNIPA-WPA e WIFI-UNIPA-WPA-A per gli utenti con sistema Windows Vista

Connessione alla rete wireless WIFI-UNIPA-WPA e WIFI-UNIPA-WPA-A per gli utenti con sistema Windows Vista Connessione alla rete wireless WIFI-UNIPA-WPA e WIFI-UNIPA-WPA-A per gli utenti con sistema Windows Vista Prerequisiti: Per gli studenti: il nome utente è reperibile una volta effettuato l'accesso al portale

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601

Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 Guida all'installazione Powerline AV+ 500 Nano XAV5601 2011 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, archiviata

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico?

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico? FAQ 1. Quali sono le differenze con un accesso telefonico? 2. Quali sono le differenze con un collegamento DSL? 3. Funziona come un collegamento Satellitare? 4. Fastalp utilizza la tecnologia wifi (802.11)?

Dettagli

Micro HI-FI Component System

Micro HI-FI Component System Micro HI-FI Component System Istruzioni per l uso Informazioni preliminari Connessioni di rete Operazioni Informazioni aggiuntive Risoluzione dei problemi Precauzioni/Caratteristiche tecniche CMT-G2NiP/G2BNiP

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Le funzioni di una rete (parte 1)

Le funzioni di una rete (parte 1) Marco Listanti Le funzioni di una rete (parte 1) Copertura cellulare e funzioni i di base di una rete mobile Strategia cellulare Lo sviluppo delle comunicazioni mobili è stato per lungo tempo frenato da

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule.

I db, cosa sono e come si usano. Vediamo di chiarire le formule. I db, cosa sono e come si usano. Il decibel è semplicemente una definizione; che la sua formulazione è arbitraria o, meglio, è definita per comodità e convenienza. La convenienza deriva dall osservazione

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Peltor DECT-Com II. The Sound Solution. User s manual for DECT-Com II

Peltor DECT-Com II. The Sound Solution. User s manual for DECT-Com II Peltor DECT-Com II The Sound Solution User s manual for DECT-Com II DECT 1.8 GHz GUIDA RAPIDA Peltor DECT-Com II Pulsante Funzione [M] [+] [ ] [M] e [+] [M] e [ ] Accende/spegne l unità DECT-Com II Seleziona

Dettagli

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso Telecamera IP Wireless/Wired VISIONE NOTTURNA & ROTAZIONE PAN/TILT DA REMOTO Manuale d uso Contenuto 1 BENVENUTO...-1-1.1 Caratteristiche...-1-1.2 Lista prodotti...-2-1.3 Presentazione prodotto...-2-1.3.1

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Procedura Import tracciato ministeriale

Procedura Import tracciato ministeriale Progetto SINTESI Dominio Provinciale Modulo Applicativo:COB Procedura Import tracciato ministeriale 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 LETTURA DEL FILE... 4 3 IMPORT DEI FILE... 10 4 VERIFICA DELLE BOZZE E

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete:

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete: Di Simone Zanardi Cablaggio di rete: offre la casa La tecnologia Powerline consente di sfruttare l impianto elettrico domestico per collegamenti Ethernet; un alternativa alla posa dei cavi Utp e alle soluzioni

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE Server di stampa multifunzione Ethernet multiprotocollo su scheda e Server di stampa multifunzione Ethernet (IEEE 802.11b/g) senza fili GUIDA DELL UTENTE IN RETE Leggere attentamente questo manuale prima

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

Manuale d'uso Nokia Treasure Tag Mini (WS-10)

Manuale d'uso Nokia Treasure Tag Mini (WS-10) Manuale d'uso Nokia Treasure Tag Mini (WS-10) Edizione 1.1 IT Manuale d'uso Nokia Treasure Tag Mini (WS-10) Indice Per iniziare 3 Parti 3 Inserire la batteria 3 Associare e collegare 5 Associare il sensore

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+

Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ Manuale per l utilizzo di Orderman Sol e Sol+ 2010 by Orderman GmbH Bachstraße 59, 5023 Salisburgo Austria www.orderman.it Salvo errori e refusi. Non è consentita la copia - anche di estratti - senza l'autorizzazione

Dettagli

Disabilitare lo User Account Control

Disabilitare lo User Account Control Disabilitare lo User Account Control Come ottenere i privilegi di sistema su Windows 7 1s 2s 1. Cenni Generali Disabilitare il Controllo Account Utente (UAC) Win 7 1.1 Dove può essere applicato questo

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli