MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI"

Transcript

1 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento del Tesoro Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI Consumi e prezzi interni ed internazionali Dicembre 2002 (Sito Internet:

2 Prefazione Il Quaderno dei Prodotti petroliferi raccoglie in modo sistematico l andamento dei consumi e dei prezzi interni ed internazionali del greggio e dei principali prodotti petroliferi e in particolare di un mix di greggi significativo per le importazioni italiane. Viene inoltre illustrato l andamento dei contratti a termine sul Brent negoziati sul mercato di Londra, che forniscono informazioni sulle tendenze di medio-lungo periodo dei prezzi del greggio. Il Quaderno dei Prezzi viene aggiornato e pubblicato con cadenza trimestrale. G. Galvano Dirigente Responsabile: Giuseppina Galvano Redazione ed elaborazioni statistiche Dott.ssa Silvia D Andrea Dott.ssa Francesca Policastro

3 IL PETROLIO E I PRODOTTI PETROLIFERI Andamento dei consumi e dei prezzi nel 2002 Il prezzo internazionale medio del mix di greggi rappresentativo delle importazioni italiane ha fatto registrare nel corso del 2002 una andamento sempre in salita, fatta eccezione per delle riduzioni registrate a giugno e novembre. La quotazione di metà dicembre è pari a 25,5 dollari/barile, con un aumento di circa 8 dollari/barile rispetto a metà dicembre 2001, quando il prezzo sembrava proseguire il trend in discesa iniziato a ottobre Nonostante tali andamenti, nella media del 2002 il prezzo in dollari si è attestato sui 23,8 dollari/barile, con un lieve aumento (0,27 dollari/barile) rispetto al Per effetto della rivalutazione dell euro, invece, la quotazione media del 2002 pari a 25,2 euro/barile si è ridotta di circa 1 euro/barile rispetto al Le previsioni per l anno prossimo sono attualmente caratterizzate da elevata incertezza. In primo luogo, non si sono ancora dileguati i rischi di un possibile attacco all Iraq da parte degli USA. Inoltre, secondo le ultime analisi dell AIE, la domanda è debole nelle principali aree di consumo (Usa ed Europa), mentre la Cina potrebbe assorbire l 80% circa della domanda attesa. La domanda è comunque caratterizzata anche dal fenomeno della ricostituzione delle scorte, che secondo l AIE avrebbe assorbito tutta la produzione in eccesso rispetto al tetto fissato dall OPEC. Prendendo a riferimento le quotazioni a termine del Brent di metà dicembre, che comunque presentano un livello di prezzo superiore a quello del mix di greggi delle nostre importazioni, una prima stima della quotazione media del 2003 si attesterebbe sui 26 dollari/barile. Per quanto riguarda le importazioni italiane, secondo le prime elaborazioni diffuse dall Unione Petrolifera, nei primi nove mesi del 2002 il costo CIF del greggio è stimabile in 187 euro a tonnellata, con una riduzione del 10 per cento rispetto allo stesso periodo del Tale andamento è ricollegabile, da un lato, ad una riduzione del 6,7 per cento del costo all origine (ammontante a 174 dollari a tonnellata) e, dall altro, ad una contemporanea rivalutazione del cambio euro/dollaro del 3,9 per cento (per un valore di 0,9302). Sul piano interno, i consumi di prodotti petroliferi hanno registrato nel mese di novembre un notevole calo (-6,2%) rispetto allo stesso mese del 2001, confermando la tendenza riflessiva in atto dal mese di agosto e che seguiva una fase di ripresa. E negativo l andamento di quasi tutti i prodotti, in particolare della benzina che registra una riduzione dell 8,5% rispetto a novembre 2001 e dell olio combustibile utilizzato nel termoelettrico (-30%); in flessione anche i consumi di gasolio auto (-3,6%), contrariamente al trend positivo registrato nel corso del Tuttavia, il dato cumulato degli undici mesi del 2002 resta positivo, facendo registrare un lieve aumento dei consumi (0,8%) rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Nel mese di dicembre i prezzi industriali italiani dei prodotti petroliferi sono risultati in lieve discesa rispetto al mese precedente. Dall inizio dell anno, si sono alternate fasi di aumento e fasi di riduzione dei prezzi, con una leggera prevalenza di queste ultime, tanto che il prezzo industriale medio del 2002 di benzina e gasoli risulta lievemente inferiore rispetto al prezzo medio del 2001 (rispettivamente 2 e 3 centesimi di euro). Parallelamente, l andamento dei prezzi al consumo di benzina e gasolio auto, nella media dell anno, risulta inferiore di circa 1 centesimo di euro rispetto alla media del Diversamente per quanto riguarda il Dipartimento Tesoro-Direzione I - Ufficio V

4 gasolio riscaldamento, il cui prezzo medio al consumo nel 2002 risulta superiore a quello del 2001 (circa 1 centesimo di euro), sostanzialmente per un effetto statistico dovuto alla componente fiscale. Si deve ricordare infatti che, essendo stata ripristinata l aliquota unica per i due gasoli, è venuta meno l agevolazione per il gasolio riscaldamento la cui componente fiscale risulta pertanto in aumento. Per un confronto con gli altri Paesi europei, gli ultimi dati disponibili relativi al mese di ottobre evidenziano che l Italia ha i prezzi industriali più elevati rispetto a quelli dei principali partner, con un differenziale per la benzina di 4, 6 e 7 centesimi di euro, rispettivamente nei confronti di Germania, Francia e Regno Unito. Solo per effetto di regimi di tassazione diversi, il prezzo al consumo della benzina verde è inferiore a quello di Germania e Regno Unito. Il differenziale del prezzo industriale del gasolio auto è di 2 centesimi di euro nei confronti di Germania e Regno Unito e di 4 centesimi di euro nei confronti della Francia. Il prezzo finale risulta inferiore solo a quello del Regno Unito, mentre quello del gasolio riscaldamento risente di una tassazione più elevata ed è, quindi, pari a circa il doppio del prezzo al consumo della Francia, che ha il prezzo più elevato dopo il nostro. Roma, 20 dicembre 2002 Dipartimento Tesoro-Direzione I - Ufficio V

5 INDICE I prezzi praticati in Europa... pag. 3 SEZIONE I: Consumi e prezzi finali dei prodotti petroliferi in Italia - Consumi dei prodotti petroliferi Benzina super Benzina verde Gasolio auto Gasolio riscaldamento SEZIONE II: Prezzi industriali dei prodotti petroliferi e confronti internazionali Grafici benzina super, gasolio auto e gasolio riscaldamento medie annuali Grafici benzina super, gasolio auto e gasolio riscaldamento medie trimestrali 18 Benzina super: - Prezzi industriali interni ed internazionali Variazioni assolute e scostamenti rispetto alla media UE e alle quotazioni internazionali 22 Benzina verde: - Prezzi industriali interni ed internazionali Variazioni assolute e scostamenti rispetto alla media UE e alle quotazioni internazionali 26 Gasolio: - Prezzi industriali interni ed internazionali Variazioni assolute e scostamenti rispetto alla media UE e alle quotazioni internazionali: Gasolio auto Gasolio riscaldamento Olio combustibile: Prezzi industriali interni ed internazionali: - ATZ BTZ Greggio: - Mix di greggi: andamento quotazioni spot internazionali Grafici del mix di greggi e del Brent a termine ($/b) 40 - Grafico aspettative sul BRENT contratti a termine ($/b) 42 - BRENT Contratti a termine ( ) Dipartimento Tesoro Direzione I Ufficio V

6 I PREZZI DEI PRODOTTI PETROLIFERI IN EUROPA (euro/litro) Benzina Gasolio Gasolio verde auto risc.to rilevazione del 1 dicembre 1999: Germania Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 71% 61% 32% Francia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 74% 66% 37% Regno Unito Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 79% 76% 23% Italia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 69% 65% 66% Spagna Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 64% 58% 36% Belgio Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 71% 60% 23% rilevazione del 4 dicembre 2000: Germania Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 68% 56% 27% Francia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 68% 56% 22% Regno Unito Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 75% 72% 17% Italia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 64% 56% 55% Spagna Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 57% 49% 29% Belgio Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 66% 50% 21% rilevazione del 1 dicembre 2001: Germania Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 76% 66% 33% Francia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 77% 67% 29% Regno Unito Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 81% 76% 24% Italia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 71% 65% 66% Spagna Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 65% 56% 36% Belgio Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 72% 59% 23% Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 3

7 I PREZZI DEI PRODOTTI PETROLIFERI IN EUROPA (euro/litro) Benzina verde Gasolio auto Gasolio risc.to Benzina verde Gasolio auto Gasolio risc.to rilevazione del 3 settembre 2001: rilevazione del 1 ottobre 2001: Germania Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 72% 64% 29% 72% 64% 30% Francia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 72% 43% 27% 73% 64% 28% Regno Unito Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 74% 74% 20% 76% 74% 20% Italia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 67% 61% 61% 66% 61% 67% Spagna Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 60% 52% 34% 61% 53% 33% Belgio Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 67% 55% 21% 69% 57% 21% rilevazione del 2 settembre 2002: rilevazione del 1 ottobre 2002: Germania Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 73% 66% 30% 71% 65% 30% Francia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 73% 66% 31% 72% 65% 31% Regno Unito Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 77% 76% 21% 76% 75% 21% Italia Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 68% 64% 65% 67% 63% 64% Spagna Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 62% 56% 37% 61% 55% 35% Belgio Prezzo industr Prezzo al cons % imposte sul prezzo 69% 57% 36% 67% 57% 22% Nota metodologica: I prezzi sono espressi in euro in base ai cambi indicativi della data di rilevazione, a cura della Banca d'italia. La componente fiscale è pari al prezzo al consumo meno il prezzo industriale. Fonte: Unione Petrolifera. Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 4

8 SEZIONE I: Consumi e prezzi finali dei prodotti petroliferi in Italia

9 CONSUMI DI PRODOTTI PETROLIFERI 1991 Var. % 1992 Var.% 1993 Var. % 1994 Var. % 1995 Var. % 1996 '92/'91 '93/'92 '94/'93 '95/'94 '96/'95 in milioni di litri: Benzina autotrazione di cui: benzina verde (1379.4) (2885.1) 85.6 (5354.1) 43.9 (7702.7) 25.3 (9667.1) 12.7 ( ) Gasolio autotrazione Gasolio riscaldamento Gasolio agricolo Petrolio in miliardi di Kg.: G.P.L Olio combustibile: (di cui termoelettrica:) (20.017) 11.9 (22.401) -1.1 (22.154) 0.8 (22.338) 4.5 (23.344) -4.3 (22.343) ATZ BTZ O.C. fluido (3/5 E) in migliaia di tonnellate: TOTALE CONSUMI Var.% 1997 Var.% 1998 Var.% 1999 Var.% 2000 Var.% 2001 Var.% 2002 '97/'96 '98/'97 '99/' / / /2001 Gen.-Nov. in milioni di litri: Benzina autotrazione di cui: benzina verde 9.5 ( ) 13.9 ( ) 7.8 ( ) 10.4 ( ) 10.8 ( ) Gasolio autotrazione Gasolio riscaldamento Gasolio agricolo Petrolio in miliardi di Kg.: G.P.L di cui: GPL autotrazione (1.204) 1.9 (1.227) 11.3 (1.366) 4.1 (1.422) -2.0 (1.394) Olio combustibile: (di cui termoelettrica:) -8.5 (20.443) -3.2 (19.785) (15.651) (13.651) (11.427) 5.3 (11.445) ATZ BTZ O.C. fluido (3/5 E) in migliaia di tonnellate: TOTALE CONSUMI Fonte: Elaborazioni su dati Staffetta Quotidiana. Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 6

10 BENZINA SUPER (prezzi in lire/litro - euro litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assoluta Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) settembre ottobre novembre dicembre gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V

11 BENZINA SUPER (prezzi in lire/litro - euro litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assoluta Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre (2) novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio (3) marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre (4) dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre (5) novembre dicembre MEDIA 2001 (6) (1) Dal mese di ottobre 1991 viene indicato il prezzo medio praticato nel giorno indicato, rilevato dal Ministero delle Attività Produttive e trasmesso alla UE. (2) Dal mese di ottobre 1997 viene applicata l'aliquota IVA del 20% (in sostituzione di quella del 19%) in base al D.L. n. 328/1997, cvt in L.410 del (3) Dal mese di febbraio 1999 l'accisa è maggiorata di 26,87 lire/litro per effetto della "carbon tax". (4) Dal mese di novembre e fino al 31 dicembre l'accisa è ridotta di 25 lire/litro (D.L.383 del ) per compensare le variazioni dei prezzi internazionali del petrolio. (5)Dal 1 ottobre l'accisa è uniformata a quella della benzina senza piombo (1.007,49 lire/litro), fino al 31 dicembre dell anno in corso è consentita l immissione al consumo di benzina avente contenuto di piombo compreso tra 150 e 5 mg/litro, attraverso il sistema distributivo della benzina con piombo (si tratta della benzina verde che, immessa nei serbatoi della benzina super, ne prende il piombo depositatosi sulle pareti). Dal 1 gennaio 2002 non è più commercializzata. (6) Dal 1 gennaio 2002 la benzina super non è più commercializzata. Fonte: Gazzetta Ufficiale, Ministero delle Attività Produttive e Staffetta Quotidiana. 8 Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V

12 BENZINA SUPER SENZA PIOMBO (prezzo lire/litro - euro/litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assoluta Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) settembre ottobre novembre dicembre gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V

13 BENZINA SUPER SENZA PIOMBO (prezzi in lire/litro - euro/litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assoluta Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre (2) novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre (4) dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA (5) 14 gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA (1) Dal mese di ottobre 1991 viene indicato il prezzo medio praticato nel giorno indicato, rilevato dal Ministero delle Attività Produttive e trasmesso alla UE. (2) Dal mese di ottobre 1997 viene applicata l'aliquota IVA del 20% (in sostituzione di quella del 19%) in base al D.L. n. 328/1997, cvt in L.410 del (3) Dal mese di febbraio 1999 l'accisa è maggiorata di 26,87 lire/litro per effetto della "carbon tax". (4) Dal mese di novembre e fino al 31 dicembre l'accisa è ridotta di 25 lire/litro (D.L.383 del ) per compensare le variazioni dei prezzi internazionali del petrolio. (5) dal 2002 tutti i valori sono espressi in euro. Fonte: Gazzetta Ufficiale, Ministero delle Attività Produttive e Staffetta Quotidiana. Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 10

14 GASOLIO AUTO (prezzi in lire/litro - euro/litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assol. Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) settembre ottobre novembre dicembre gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 11

15 GASOLIO AUTO (prezzi in lire/litro - euro/litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assol. Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre (2) novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio (3) marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre (4) dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA (5) 14 gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA (1) Dal mese di ottobre 1991 viene indicato il prezzo medio praticato nel giorno indicato, rilevato dal Ministero delle Attività Produttive e trasmesso alla UE. (2) Dal mese di ottobre 1997 viene applicata l'aliquota IVA del 20% (in sostituzione di quella del 19%) in base al D.L. n. 328/1997, cvt in L.410 del (3) Dal mese di febbraio 1999 l'accisa è maggiorata di 26,87 lire/litro per effetto della "carbon tax". (4) Dal mese di novembre e fino al 31 dicembre l'accisa è ridotta di 25 lire/litro (D.L.383 del ) per compensare le variazioni dei prezzi internazionali del petrolio. (5) Dal 2002 tutti i valori sono espressi in euro. Fonte: Gazzetta Ufficiale, Ministero delle Attività Produttive e Staffetta Quotidiana. Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 12

16 GASOLIO RISCALDAMENTO (prezzi in lire/litro - euro/litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assol. Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) settembre ottobre novembre dicembre gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V

17 GASOLIO RISCALDAMENTO (prezzi in lire/litro - euro/litro) Prezzo Variaz. Componente fiscale Prezzo Prezzo industriale assol. Imposta di Variaz. I.V.A. Variaz. Totale finale finale (1) fabbricaz. assol. assol. (in lire) (in euro) gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre (2) novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio (3) marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre (4) dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA (5) 14 gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre MEDIA (1) Dal mese di ottobre 1991 viene indicato il prezzo medio praticato nel giorno indicato, rilevato dal Ministero delle Attività Produttive e trasmesso alla UE. (2) Dal mese di ottobre 1997 viene applicata l'aliquota IVA del 20% (in sostituzione di quella del 19%) in base al D.L. n. 328/1997, cvt in L.410 del (3) Dal mese di febbraio 1999 l'accisa è maggiorata di 26,87 lire/litro per effetto della "carbon tax". (4) Dal mese di novembre e fino al 31 dicembre l'accisa è ridotta di 25 lire/litro (D.L.383 del ) per compensare le variazioni dei prezzi internazionali del petrolio. (5) Dal 2002 tutti i valori sono espressi in euro. Fonte: Gazzetta Ufficiale, Ministero delle Attività Produttive e Staffetta Quotidiana. Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 14

18 SEZIONE II: Prezzi industriali dei prodotti petroliferi e confronti internazionali

19 BENZINA VERDE (Prezzo industriale - valori medi annui) Mix di greggi: Lit.(migl.)/tonn (lire/litro) GASOLIO AUTO (Prezzo industriale - valori medi annui) Mix di greggi: Lit.(migl.)/tonn (lire/litro) GASOLIO RISCALDAMENTO (Prezzo industriale - valori medi annui) Mix di greggi: Lit.(migl.)/tonn (lire/litro) Italia UE internaz. Mix di greggi Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 16

20 BENZINA VERDE (Prezzo industriale - valori medi annui) Mix di greggi: Euro.(migl.)/tonn (euro/litro) GASOLIO AUTO (Prezzo industriale - valori medi annui) Mix di greggi: Euro(migl.)/tonn (Euro/litro) GASOLIO RISCALDAMENTO (Prezzo industriale - valori medi annui) Mix di greggi: Euro(migl.)/tonn (euro/litro) Italia UE internaz. Mix di greggi Dipartimento Tesoro - Direzione I - Ufficio V 17

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento del Tesoro Direzione I Ufficio V QUADERNO DEI PRODOTTI PETROLIFERI Consumi e prezzi interni ed internazionali Agosto 2003 (Sito Internet: www.dt.tesoro.it/aree-docum/analisi-pr/analisi-ma/index.htm)

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica Ufficio V

Dettagli

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO DICEMBRE 2005 Roma, febbraio 2006 1. Commento 2. Consumi di energia in fonti primarie (composizione %) 3. Emissioni di CO 2 4. Equazione

Dettagli

Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO - MARZO 2001

Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO - MARZO 2001 Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA GENNAIO - MARZO 2001 INDICE 1. Commento 2. Fonti primarie di energia 3. Indice dei consumi di energia in fonti primarie 4. Emissioni di CO

Dettagli

Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera. Roma, 12 dicembre 2011

Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera. Roma, 12 dicembre 2011 Pre-Consuntivo 2011 Dati sull attività petrolifera Roma, 12 dicembre 2011 TAV. 1 - OFFERTA E DOMANDA PETROLIFERA MONDIALE Nel 2011 il rallentamento dell'attività economica, che ha mostrato segni di cedimento

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio

IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014. Rita Pistacchio Seminario AIEE IL SISTEMA ENERGETICO ITALIANO NEL 2014 E VERSO IL 2015: SITUAZIONI E TENDENZE IL QUADRO PETROLIFERO IN ITALIA NEL 2014 1 aprile 2015 Centro Studi Americani Via Michelangelo Caetani, 32

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Ottobre 2015 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 82 Dicembre 2015 SOMMARIO Premessa 3 Entrate tributarie 3 Imposta sul valore aggiunto

Dettagli

Senato della Repubblica. Audizione del Garante per la sorveglianza dei prezzi La dinamica dei prezzi dei carburanti

Senato della Repubblica. Audizione del Garante per la sorveglianza dei prezzi La dinamica dei prezzi dei carburanti Senato della Repubblica Audizione del Garante per la sorveglianza dei prezzi La dinamica dei prezzi dei carburanti 6 ottobre 2009 Sommario Prezzi al consumo e peso della componente fiscale dei carburanti

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Nel periodo ottobre 2011-ottobre

Nel periodo ottobre 2011-ottobre I PREZZI DEI CARBURANTI Un anno difficile per i consumatori di Orietta Maizza e Giancarlo Fiorito Nel periodo ottobre 2011-ottobre 2012 i cittadini italiani hanno assistito a rincari rilevanti dei dei

Dettagli

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA

LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA Studi economici ed energetici LA DOMANDA DI ENERGIA IN ITALIA NEL PRIMO SEMESTRE 2005 Roma, settembre 2005 1. Commento 2. Consumi di energia in fonti primarie (composizione %) 3. Emissioni di CO 2 4. Equazione

Dettagli

Il Bilancio energetico nazionale

Il Bilancio energetico nazionale Il Bilancio energetico nazionale Il Bilancio Energetico Nazionale è una pubblicazione annuale realizzata dal Ministero dello Sviluppo Economico mediante la rilevazione dei dati delle produzioni interne

Dettagli

PREZZI, QUANDO I DATI SMENTISCONO MISTER PREZZI E GLI ADDETTI AL PREZZIFICIO PREZZI RILEVATI IL 20 DICEMBRE 2010

PREZZI, QUANDO I DATI SMENTISCONO MISTER PREZZI E GLI ADDETTI AL PREZZIFICIO PREZZI RILEVATI IL 20 DICEMBRE 2010 PREZZI, QUANDO I DATI SMENTISCONO MISTER PREZZI E GLI ADDETTI AL PREZZIFICIO I prezzi rilevati nella settimana del 20 dicembre, del 3 gennaio e del 10 gennaio manca quella del 27 dicembre perché non rilevata

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Luglio 2012 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 43 Settembre 2012 SOMMARIO Premessa... 3... 3 Imposta sul valore aggiunto... 4 Analisi

Dettagli

Il prezzo al consumo è il risultato finale di queste componenti:

Il prezzo al consumo è il risultato finale di queste componenti: E notizia di tutti i giorni l inarrestabile corsa dei prezzi al consumo e, in particolare, quella dei prodotti appartenenti ai capitoli Prodotti Alimentari e Bevande Analcoliche, Abitazione, Acqua, elettricità

Dettagli

Un fattore da prendere in considerazione è rappresentato dai prezzi e dalle tariffe dell energia.

Un fattore da prendere in considerazione è rappresentato dai prezzi e dalle tariffe dell energia. 5. Prezzi dell energia Un fattore da prendere in considerazione è rappresentato dai prezzi e dalle tariffe dell energia. Osservando i prezzi medi dell ultimo decennio 40 si nota che dei principali prodotti

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO DEI PRODOTTI PETROLIFERI RILEVATI NELLA PROVINCIA DI GENOVA DALL'APPOSITA COMMISSIONE

PREZZI AL CONSUMO DEI PRODOTTI PETROLIFERI RILEVATI NELLA PROVINCIA DI GENOVA DALL'APPOSITA COMMISSIONE QUOTAZIONI MEDIE RIFERITE AL PERIODO 15-31 DICEMBRE 2012 - da 0 a 1.000 litri il litro 1,664 1,674 - da 1.001 a 2.000 litri il litro 1,653 1,663 - da 2.001 a 5.000 litri il litro 1,640 1,650 - da 5.001

Dettagli

Commissione Industria Senato. Audizione Unione Petrolifera

Commissione Industria Senato. Audizione Unione Petrolifera Commissione Industria Senato Audizione Unione Petrolifera Indagine conoscitiva prezzi e tariffe Roma, 19 maggio 2009 Le indagini Antitrust dal 1994 Gennaio 1994: Indagine Antitrust rete carburanti (IC13)

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

Lo scenario energetico in Italia

Lo scenario energetico in Italia Lo scenario energetico in Italia Il Bilancio Energetico Nazionale Il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica annualmente il Bilancio Energetico Nazionale (BEN) del nostro Paese. Questo ci dà l opportunità

Dettagli

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete REPORT SULLA DISTRIBUZIONE DEI CARBURANTI IN ITALIA SETTEMBRE 2013 1 A. Consistenze e caratteristiche generali della rete Tav.1 Evoluzione della rete di distribuzione carburanti 2000 2005 2010 2011 Autostradali

Dettagli

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.22 Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.23 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica 67 Figura 3.24 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica (dati

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Novembre 2015 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 83 Gennaio 2016 SOMMARIO Premessa 3 Entrate tributarie 3 Imposta sul valore aggiunto

Dettagli

Il testo dell'osservatorio dal 12 al 18 giugno

Il testo dell'osservatorio dal 12 al 18 giugno Il testo dell'osservatorio dal 12 al 18 giugno Roma, 18 giugno 2010 Osservatorio Figisc Anisa sui prezzi carburanti Rapporto settimanale Settimana sabato 12 giugno venerdì 18 giugno 2010 a cura dell Ufficio

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

La determinazione del prezzo al consumo dei carburanti

La determinazione del prezzo al consumo dei carburanti La determinazione del prezzo al consumo dei carburanti Rotary Club Messina, Royal Palace Hotel 23 ottobre 2012 Massimiliano Giannocco Nel mondo circolano un sacco di menzogne e il peggio è che molte di

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei servizi dentistici...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei servizi dentistici...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

PREZZI CARBURANTI. SQUERI: PROBABILI AUMENTI SOTTO IL LIMITE DI 1

PREZZI CARBURANTI. SQUERI: PROBABILI AUMENTI SOTTO IL LIMITE DI 1 Roma, 9 luglio 2010 METEO-CARBURANTI: IL PREZZO CHE FA Rapporto settimanale Figisc Anisa Confcommercio Settimana sabato 3 luglio giovedì 8 luglio 2010 a cura dell Ufficio Studi & Comunicazione Figisc PREZZI

Dettagli

Alcune verità sui prezzi dei carburanti Nota metodologica

Alcune verità sui prezzi dei carburanti Nota metodologica Alcune verità sui prezzi dei carburanti Nota metodologica 6 ottobre 2015 Il comunicato dell Istat del 30 settembre sull andamento dei prezzi al consumo evidenzia in termini inequivocabili i cali registrati

Dettagli

Energia e trasporti: il ruolo del metano

Energia e trasporti: il ruolo del metano Metano e trasporti per il governo della mobilità Energia e trasporti: il ruolo del metano di Edgardo Curcio Presidente AIEE Parma, 16 marzo 2010 Centro Congressi Paganini Indice della presentazione 1.

Dettagli

Analisi sui recenti andamenti del prezzo dei carburanti Nota metodologica

Analisi sui recenti andamenti del prezzo dei carburanti Nota metodologica Analisi sui recenti andamenti del prezzo dei carburanti Nota metodologica 11 dicembre 2015 I prezzi dei carburanti anche in queste ultime settimane hanno proseguito la loro discesa in linea con l andamento

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Giugno 2013 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 54 Agosto 2013 SOMMARIO Premessa... 3... 3 Imposta sul valore aggiunto... 4 Analisi

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA Ottobre 2011 A cura dell Ufficio Protesti e Prezzi e dell Ufficio Studi e Ricerche Economiche Camera di Commercio di Perugia Indice Introduzione pag.

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL

ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL ANDAMENTO DEL PREZZO DEL GPL IN PROVINCIA DI PERUGIA Ottobre 2013 ooo A cura dell Ufficio Prezzi Camera di Commercio di Perugia Indice Introduzione pag. 5 I prezzi del GPL nel I semestre 2013 - Sintesi

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Senato della Repubblica X Commissione Permanente Industria, Commercio, Turismo Indagine conoscitiva sulla dinamica dei prezzi della

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

L ENERGIA E I SUOI NUMERI

L ENERGIA E I SUOI NUMERI ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E L AMBIENTE L ENERGIA E I SUOI NUMERI ITALIA 2000 Funzione Centrale Studi Maggio 2001 Il presente opuscolo è stato realizzato da M. Teresa Chironi e da Gemma Casadei

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Le esportazioni di Vicenza e la dinamica del cambio nei mercati del made in Vicenza Tra i primi 20 mercati di destinazione dei prodotti

Dettagli

Gennaio 2014. Osservatorio Fertilizzanti

Gennaio 2014. Osservatorio Fertilizzanti Gennaio 2014 Osservatorio Fertilizzanti Frisio D. G., Casati D., Ferrazzi G. Osservatorio Economico Colture Vegetali - Dipartimento di Economia Management e Metodi Quantitativi - Università degli Studi

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I. Ufficio V - Prezzi e regolamentazione L ANDAMENTO DEI PREZZI

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I. Ufficio V - Prezzi e regolamentazione L ANDAMENTO DEI PREZZI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento del Tesoro Direzione I Ufficio V - Prezzi e regolamentazione L ANDAMENTO DEI PREZZI 9 140 7 90 5 3 40 1-10 -1-60 -3 Novembre 2005 (Sito Internet: www.dt.tesoro.it/aree-docum/analisi-pr/analisi-ma/index.htm)

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

Richiamiamo di seguito le principali ipotesi assunte, rimandando alla Tab. 4-6 il dettaglio dei valori numerici.

Richiamiamo di seguito le principali ipotesi assunte, rimandando alla Tab. 4-6 il dettaglio dei valori numerici. 5773/2207; DGR-8745/2008) riguardanti le prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti, sia nuovi (autorizzati successivamente al 1 gennaio 2010) che quelli oggetto di ristrutturazioni significative.

Dettagli

Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015

Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015 Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015 29 febbraio 2016 1. Premessa In un quadro di continua evoluzione normativa, tecnologica e di mercato, la disponibilità di dati aggiornati e

Dettagli

Oggetto: indagine conoscitiva costi prodotti petroliferi ed energia elettrica e gas.

Oggetto: indagine conoscitiva costi prodotti petroliferi ed energia elettrica e gas. Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L ENERGIA Oggetto: indagine conoscitiva costi prodotti petroliferi ed energia elettrica e gas. FABBISOGNO ENERGETICO Il consumo interno lordo del Paese

Dettagli

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15 giugno 2 Italia Marzo 2 ha convalidato il leggero miglioramento

Dettagli

Rapporto sulle entrate Dicembre 2014

Rapporto sulle entrate Dicembre 2014 Rapporto sulle entrate Dicembre 2014 Le entrate tributarie e contributive nel periodo gennaio-dicembre 2014 mostrano, nel complesso, una diminuzione di 1.471 milioni di euro (-0,2 per cento) rispetto all

Dettagli

Fraterni saluti. - A tutte le strutture UIL. IL SEGRETARIO CONFEDERALE (Paolo Carcassi) All./1

Fraterni saluti. - A tutte le strutture UIL. IL SEGRETARIO CONFEDERALE (Paolo Carcassi) All./1 Data 12 Gennaio 2015 Protocollo: 05/15/ML/cm Servizio: Politiche Industria Contrattazione Sviluppo Sostenibile Agricoltura Cooperazione Oggetto: Comunicato Autorità per l Energia su riduzione energia elettrica

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

Entrate Tributarie Internazionali

Entrate Tributarie Internazionali Entrate Tributarie Internazionali Aprile 2015 Ufficio 3 - Consuntivazione, previsione ed analisi delle entrate Numero 76 Giugno 2015 SOMMARIO Premessa 3 Entrate tributarie 3 Imposta sul valore aggiunto

Dettagli

Indice del costo d'acquisto delle commodities per le imprese industriali Approfondimento Il mercato del cacao

Indice del costo d'acquisto delle commodities per le imprese industriali Approfondimento Il mercato del cacao Indice del costo d'acquisto delle commodities per le imprese industrialii Appro ofondimento Il mercato del cacao a cura dell Ufficio Informazione Economica e Statistica Giugno 2012 Nel mese di marzo, l

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Bolzoni SpA Relazione Trimestrale al 31.03.2008 Attività del Gruppo

Bolzoni SpA Relazione Trimestrale al 31.03.2008 Attività del Gruppo Attività del Gruppo Il Gruppo Bolzoni è attivo da oltre sessanta anni nella progettazione, produzione e commercializzazione di attrezzature per carrelli elevatori e per la movimentazione industriale. Lo

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

1. Andamento congiunturale del mercato internazionale dell energia: ripercussioni sul sistema nazionale

1. Andamento congiunturale del mercato internazionale dell energia: ripercussioni sul sistema nazionale 1. Andamento congiunturale del mercato internazionale dell energia: ripercussioni sul sistema nazionale Nel corso del 1999 e ancor di più nel 2000 due fenomeni concomitanti hanno invertito la congiuntura

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

Mercato in caduta libera e contromisure necessarie

Mercato in caduta libera e contromisure necessarie Mercato in caduta libera e contromisure necessarie Roma, 2 Marzo 2012 Romano Valente Direttore Generale Roma, 2 Marzo 2012 Salone Ginevra Risultati mercato 2012 vs. 2011 febbraio 180.000 160.000 140.000

Dettagli

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro COMUNICATO Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro Milano, 29 settembre 2015 Dopo i ribassi nei primi 9 mesi dell anno, in aumento le bollette nell ultimo trimestre,

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016)

I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) I dati significativi del mercato assicurativo italiano nel contesto economico (dati aggiornati a febbraio 2016) Servizio Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati ANIA Agenda Il contesto economico

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da gennaio deciso calo per la bolletta elettricità -3%, in lieve riduzione il gas -0,3% sull anno risparmi per oltre 72 euro

Dettagli

Pierluigi Monceri Cagliari, 10 ottobre 2012. Produzione Energetica degli Impianti da Fonte Rinnovabile: i Numeri in Sardegna.

Pierluigi Monceri Cagliari, 10 ottobre 2012. Produzione Energetica degli Impianti da Fonte Rinnovabile: i Numeri in Sardegna. Pierluigi Monceri Cagliari, 10 ottobre 2012 Produzione Energetica degli Impianti da Fonte Rinnovabile: i Numeri in Sardegna. Le Fonti Rinnovabili: Dati di Scenario. In un confronto a livello mondiale,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4 1 Anno 12 22/04/2013 (112/17) bis Registrazione al Tribunale di Roma n.521/2002 del 03/09/2002 Energy & commodities Direttore: Fabrizio Spagna Commodities indexes 2 Gas Petrolio Analisi tecnica dei principali

Dettagli

Dinamica dei prezzi dei prodotti petroliferi

Dinamica dei prezzi dei prodotti petroliferi Dinamica dei prezzi dei prodotti petroliferi 1 gennaio 2000 15 maggio 2004 Commissione comunale per il controllo della rilevazione dei prezzi al consumo 27 maggio 2004 Eventi e indicatori: www.comune.brescia.it/statistica

Dettagli

Scenari macroeconomici e prospettive di crescita

Scenari macroeconomici e prospettive di crescita Scenari macroeconomici e prospettive di crescita Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria Lo scenario economico globale presenta condizioni favorevoli. Ma l incertezza è il maggior ostacolo a

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 4 OTTOBRE 2015 Il commercio mondiale risente del rallentamento dei paesi emergenti, ma allo stesso tempo evidenzia una sostanziale tenuta delle sue dinamiche di fondo.

Dettagli

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo Ricavi a 204,7 milioni di Euro (206,6 milioni di Euro nel primo trimestre ) Margine operativo lordo a 24,2

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014 Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze Maggio 2014 1 Sommario 1. IL CONSUMO DI VINO 3 2. TENDENZE DEL COMMERCIO MONDIALE DI VINO NEL 2013 6 3. PRINCIPALI ESPORTATORI NEL 2013 8 4. PRINCIPALI IMPORTATORI

Dettagli

Provincia di Forlì - Cesena

Provincia di Forlì - Cesena 1 Il settore avicolo si presenta Marzo 2013 Introduzione: il settore avicunicolo in carni avicole 19% carni ovicaprine 3% La produzione avicola italiana si compone per oltre il 57% da carne di pollo, per

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti:

COMUNICATO STAMPA. Ecco di seguito lo studio Confesercenti: Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA ACCISE E CONSUMI SUI CARBURANTI. ULTERIORI AUMENTI SAREBBERO FORTEMENTE NEGATIVI PER L ECONOMIA ED IL GETTITO FISCALE STUDIO CONFESERCENTI: AD UN AUMENTO DEL 54% DEL PRELIEVO

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I. Ufficio V - Prezzi e regolamentazione tariffaria L ANDAMENTO DEI PREZZI

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE. Dipartimento del Tesoro. Direzione I. Ufficio V - Prezzi e regolamentazione tariffaria L ANDAMENTO DEI PREZZI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento del Tesoro Direzione I Ufficio V - Prezzi e regolamentazione tariffaria L ANDAMENTO DEI PREZZI 9 140 7 90 5 3 40 1-10 -1-60 -3 Marzo 2003 (Sito Internet:

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano

Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano Architettura istituzionale del mercato elettrico italiano Massimo Beccarello Direzione Strategie, studi e documentazione Milano Roma, 20 giugno 2006 Autorità per l energia elettrica e il gas 1 I soggetti

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa... 5. I prezzi più caldi e più freddi...7. La dinamica delle tariffe idriche...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa... 5. I prezzi più caldi e più freddi...7. La dinamica delle tariffe idriche... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica Div. V - Monitoraggio dei prezzi e statistiche sul commercio e sul

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%)

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) 01/2015 Mercato Mercati nazionali 5.1.11 di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2014 MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) Nel 2014, il prezzo medio dei suini da industria

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2012. Ottobre 2013

Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2012. Ottobre 2013 Il parco veicolare di Bologna al 31.12.2012 Ottobre 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di Marisa Corazza Nel 2012 parco

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Il riciclo e il recupero

Il riciclo e il recupero 22 Rapporto di sostenibilità Conai 213 Il riciclo e il recupero Conai si fa carico del conseguimento degli obiettivi fissati dalla normativa europea e nazionale in materia di gestione ambientale dei rifiuti

Dettagli

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia.

IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015. I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia. IL SETTORE ENERGETICO NEL 2014 E LE PROSPETTIVE PER IL 2015 I mercati energetici internazionali e le prospettive per l Italia Vittorio D Ermo Direttore Osservatorio Energia AIEE Aprile 2015 Sommario n

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Prezzi benzina e gasolio 1996-2010

Prezzi benzina e gasolio 1996-2010 Prezzi benzina e gasolio 1996-2010 Prezzi euro/litro benzina e gasolio - valori correnti e valori 2010-1996 - 2010 1,500 1,400 1,300 1,200 1,100 1,000 0,900 0,800 0,700 0,600 0,500 1996 1997 1998 1999

Dettagli

Il Gruppo SARAS. Mercoledì, 5 giugno 2013

Il Gruppo SARAS. Mercoledì, 5 giugno 2013 Il Gruppo SARAS Mercoledì, 5 giugno 2013 1 IL GRUPPO SARAS OGGI Il Gruppo Saras è attivo nel settore energetico ed è uno dei principali operatori indipendenti europei nella raffinazione di petrolio La

Dettagli

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello

IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI. Ismea. a cura di Mario Schiano lo Moriello IL MERCATO DEL MELONE TENDENZE RECENTI AGGIORNAMENTO PER LA RIUNIONE DEL COMITATO DI PRODOTTO DELL ORGANISMO INTERPROFESSIONALE «ORTOFRUTTA ITALIA» BRESCELLO, 7 SETTEMBRE 2015 a cura di Mario Schiano lo

Dettagli

#1y14: gennaio dicembre 2013

#1y14: gennaio dicembre 2013 Newsletter ASSOELETTRICA I principali dati congiunturali del settore elettrico italiano #1y14: gennaio dicembre 2013 I dati degli ultimi mesi del 2013 e le stime e valutazioni che se ne possono trarre

Dettagli

INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA E PREVISIONE DEI

INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA E PREVISIONE DEI INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA E PREVISIONE DEI CONSUMI DI ENERGIA AL 2010 NELLO SCENARIO TENDENZIALE 6 - ASPETTI METODOLOGICI 7 - INDICATORI DI EFFICIENZA ENERGETICA NEI SETTORI INDUSTRIA, TERZIARIO,

Dettagli