People Caring Bilanciamento Vita-Lavoro HRO.SC.PC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "People Caring Bilanciamento Vita-Lavoro HRO.SC.PC"

Transcript

1 Bilanciamento Vita-Lavoro HRO.SC.PC

2 Chi siamo People Caring è la struttura creata nel 2009 dal Gruppo Telecom Italia per aver cura delle persone. I suoi obiettivi sono: Valorizzare le diversità oggi presenti nel contesto lavorativo attraverso interventi mirati anche a livello normativo Trovare il giusto equilibro tra vita lavorativa e tempo libero, venendo incontro alle esigenze dei colleghi e migliorando così la qualità globale del vivere, mediante interventi ad hoc Soddisfare le esigenze dei colleghi in relazione anche alle diverse sedi di lavoro con differenti caratteristiche e problematiche Contribuire a stare meglio in Azienda attraverso un ascolto attivo che possa trovare soluzioni mirate ai problemi lamentati, sia on line (Intranet, community, posta elettronica) sia off line (eventi, manifestazioni, iniziative rivolte a tutti noi e alle nostre famiglie) A sostegno delle politiche di Bilanciamento vita-lavoro e diversity, People Caring ha costituito il Comitato Diversity composto da 35 colleghi rappresentanti le diversità di: genere, religione, età, orientamento sessuale, disabilità, etnia. Il Comitato è preposto ad azioni di audit e di diffusione della cultura del Diversity management e alla presentazione di progetti ed interventi organizzati da proporre in azienda per favorire l apertura al tema specifico. E presente sul territorio il network interno di Supporter : circa 200 colleghi che volontariamente supportano le attività di comunicazione interna e di People Caring riportando esigenze, rumors, idee o proposte varie. E stato organizzato un Corso di formazione Lavorare in rete - Il cantiere delle idee" per favorire tra i colleghi la diffusione di una mentalità aperta allo scambio, alla condivisione, alla generazione collettiva di significato, di contenuto e di valore nell ottica del nuovo web 2.0. Nell area Intranet dedicata alla diversità ed al Bilanciamento vita-lavoro, sono stati implementati quattro Blog : Diversity, Famiglia si diventa dedicato alle famiglie che hanno adottato bambini, Dislessia, per i colleghi che hanno figli dislessici, Donatori Gruppo Telecom. 2

3 Attività di Work-life balance ASILI NIDO AZIENDALI 13 asili nido aziendali di cui: 9 interni nelle sedi aziendali di Torino, Milano, Roma (Oriolo Romano, Parco de Medici, val Cannuta, 186) Ancona, Napoli, Catanzaro, Palermo 4 convenzioni con asili esterni: Roma (via Tuscolana, e via Viola) Padova e Torino Per l anno educativo 2011/2012) sono state effettuate 368 iscrizioni SOGGIORNI ESTIVI DI VACANZA Tradizionali partecipanti per le 12 strutture proposte Tematici Italia 1971 partecipanti per le 14 strutture proposte Tematici estero Confermate 441 partecipanti per i 4 soggiorni in college TOTALI Partecipanti :

4 Work life balance ATTIVITÀ DI ISTRUZIONE Soggiorni studio all estero di 1 anno 20 Borse di Studio (Nazioni Europee, Argentina, Brasile, Usa, Canada, Cina, Hong Kong, India) Soggiorni studio all estero di 4 settimane 100 Borse di studio (Irlanda, Finlandia, Spagna) Rimborso Tasse Universitarie (per il primo anno di Università): 205 richieste PRESTITI AZIENDALI per i dipendenti di Telecom Italia SpA e TI Audit&CS Motivazioni varie: 436 Acquisto casa: 64 Ristrutturazione casa: 98 PRESTITI MAMME E PAPÀ, per i dipendenti di Telecom Italia S.p.A. e TI Audit&CS 263 Prestiti DONATORI SANGUE GRUPPO TELECOM ITALIA I Donatori organizzano periodicamente con l AVIS giornate per la raccolta sangue utilizzando autoemoteche parcheggiate all esterno di molte sedi aziendali. Nel 2011 i Donatori Gruppo Telecom hanno organizzato 66 giornate donazioni sangue a Torino, Milano, Roma, Napoli, Bari e Palermo più una Giornata Donazione Sangue Regionale in Puglia che ha coinvolto 7 città pugliesi. Inoltre, il 18 ottobre 2011, è stato organizzato a Roma un evento formativo informativo per celebrare i primi dieci anni trascorsi dalla costituzione del Gruppo Donatori Sangue. BACHECA PEOPLE CARING Un area riservata sulla intranet dedicata ai temi della conciliazione che aiuta i colleghi nella gestione delle attività relative alla vita privata quali carichi familiari, gestione dei figli, della casa, Volontariato, eccetera (postati 2717 annunci) 4

5 TIME SAVING Attività di Settore Disbrigo pratiche: 32 sportelli nelle sedi aziendali di Torino, Milano, Venezia, Padova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, (ottobre 2011) Area Benessere: nelle sedi aziendali di Padova, Roma. E prevista una nuova convenzione con palestra esterna per la sede di Palermo. Lavanderia/calzoleria: servizio attivo in cinque sedi, Milano e Roma (4). Edicole: in tre sedi romane (via De Francisci, Parco dé Medici e Santa Palomba, in sostituzione di Via Faustiniana) SHOP Attivate circa 38 convenzioni destinate ai dipendenti del Gruppo e ad alcuni partner commerciali (circa 2.000). Offerte on line di prodotti e servizi derivanti da accordi di partnership di Telecom Italia a carattere prevalentemente nazionale (acquisti vari, assicurazioni, auto e moto, casa e famiglia, cultura e spettacolo, economia solidale, elettronica, istituti finanziari, ristorazione, salute e benessere, sport, viaggi e vacanze) Pubblicazione delle Offerte per i colleghi dei prodotti/servizi Telecom Italia. IEP, Network per favorire/ allargare il ventaglio di convenzioni con aziende partner (Mediaset, Wind, De Agostini, Banca Intesa, Lavazza, Alitalia) AREA BENEFICIENZA/VOLONTARIATO Dynamo Camp: 20 colleghi hanno trascorso tra luglio e ottobre due sessioni di volontariato presso il Dynamo Camp, struttura che accoglie bambini ospedalizzati. A disposizione dei dipendenti volontari 6/7 giornate di permesso retribuito a copertura delle assenze. Altri 50 colleghi hanno aderito alle due edizioni precedenti del 2009 e 2010 E!STATE LIBERI: supporto a Fondazione Telecom Italia che, in collaborazione con l associazione Libera, ha organizzato dal 2 al 10 luglio 2011 l iniziativa E!State Liberi, un campo di volontariato d impresa e di responsabilità civile destinata a 11 colleghi, ciascuno dei quali è stato accompagnato da un figlio di età superiore a 12 anni oppure da un genitore. HRO ha messo a disposizione degli 11 dipendenti volontari cinque giorni di permesso retribuito da utilizzare per le assenze nei giorni lavorativi compresi nel camp. Banchetti Solidarietà: nel 2011 sono stati organizzati 144 banchetti nelle sedi aziendali di Torino, Genova,Milano, Ancona, Roma, Pomezia, Napoli e Palermo. 5

6 Centro People Caring Per aiutare i colleghi ad affrontare i disagi psicologici e personali è attivo, dal 29 novembre 2010, il Centro; quattro le regioni coinvolte nella fase sperimentale: Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lazio e Sicilia. Al 31 dicembre si sono rivolte al Centro 144 persone e sono stati attivati 54 counseling con piena soddisfazione degli interessati, il sito del Centro ha avuto accessi. Descrizione sintetica Il Centro offre prestazioni e interventi (principalmente counseling telefonico), finalizzati a potenziare l ascolto e la comprensione delle esigenze dei dipendenti che emergono nel contesto lavorativo, in particolare quelle derivanti da un eventuale sentimento di disagio, in modo tale da: agevolare le persone, mediante azioni rivolte sia agli individui che ai gruppi, ad affrontare il disagio percepito; contribuire a sviluppare le risorse personali e professionali; promuovere il benessere organizzativo e una cultura di people caring; orientare i lavoratori nella ricerca di soluzioni a esigenze di natura organizzativa o informativa che dovessero pervenire, ma di competenza di altri soggetti aziendali (tramite rinvio e indicazione al personale di People Caring per successivo corretto orientamento). Numero verde oppure: Finalità Supportare i colleghi che affrontano situazioni in cui non si sentono a loro agio (eventuali discriminazioni, bilanciamento vita-lavoro, mobilità in uscita, contratti di solidarietà, crisi economica) e che convivono con l incertezza; Cercare di diminuire la distanza dal potere nelle organizzazioni, condizione maggiormente presente nelle periferie, ove si avverte una forte distanza tra vertice e lavoratore, ma spesso anche, in ambiti più ristretti, tra capo e collaboratore; Supportare il passaggio da una cultura più collettivista e sociale, dove le persone erano e si sentivano con e per gli altri, ad una cultura più individualista, a causa della quale le persone si scoprono sole ; Rispondere alle esigenze normative del Decreto Legislativo 81/08 sulla sicurezza negli ambienti di lavoro che prevede l obbligo di valutare entro il 1 gennaio 2011 il rischio collegabile allo stress lavoro-correlato; Supportare il cambiamento, costante della nostra vita lavorativa e non, la cui gestione risulta un processo, per molti, complesso e stressante; Monitorare le aree del disagio organizzativo/relazionale attraverso il Centro Relazioni Umane, struttura operativa di orientamento e aggiornamento del Centro People Caring collegata al mondo scientifico e accademico. 6

7 Il Telelavoro in Telecom Italia Telecom Italia ha avviato le prime forme di telelavoro già nel 1995 per gli addetti al servizio informazioni 12, ora ridenominato Un altissima percentuale ha manifestato interesse a proseguire il telelavoro, apprezzandone i vantaggi sul piano lavorativo, personale e familiare. Positivi i ritorni anche rispetto alla componente ambientale. E infatti emerso che non meno del 60% del campione utilizzava un mezzo fortemente inquinante per raggiungere la sede, con un esborso medio annuo di circa euro a persona. La riduzione degli spostamenti derivante dal telelavoro, calcolata sui dodici mesi, ha consentito un risparmio di litri di benzina e di Km, con una minore emissione di monossido di carbonio di Kg. Attualmente in ambito call center, su 540 operatori 1254, il 68%, ossia 370, sono telelavoristi. Nel 2002, con progetto Progetto Panda è stata introdotta la modalità lavorativa in working out per il personale tecnico oggi oltre lavoratori - impegnato in via pressoché esclusiva all esterno. L Azienda ha reso disponibile ai lavoratori un veicolo aziendale e la necessaria strumentazione per ricevere gli ordinativi di lavoro ed attestare la presenza in servizio, in situazione di mobilità. A distanza ormai di qualche anno dal suo avvio il bilancio dell iniziativa appare decisamente positivo: la riduzione delle percorrenze di oltre di chilometri registrata negli ultimi tre anni e il correlato abbattimento di circa tonnellate di CO2 contribuiscono peraltro a confermare la bontà dell approccio anche in termini ambientali. Nel 2007 un ulteriore sperimentazione ha interessato due ambiti organizzativi della Direzione Technology & Operations che assicura lo sviluppo e l esercizio della rete e dei sistemi informativi di Telecom Italia: il Testing Labs e la Software Factory di Trento nell ambito di TILAB. Il Testing Labs è la struttura dedicata all innovazione e alla ricerca nel settore delle telecomunicazioni, nella quale si effettuano prima dell immissione sul mercato test su terminali ed apparati di rete, sui servizi e sui materiali. In tale ambito hanno aderito alla sperimentazione 30 lavoratori che svolgono il lavoro dal proprio domicilio in media per due giorni a settimana (ora 26). L iniziativa ha rappresentato anche l occasione per testare in campo nuovi sistemi per il controllo da remoto di impianti ed apparati e per migliorare la gestione della relazione a distanza tra i telelavoratori e gli altri colleghi. Nell ambito della Software Factory di Trento sono gestite le attività connesse allo sviluppo di applicativi informatici. La sperimentazione ha interessato 10 lavoratori con profilo professionale di Software Engineer, che lavorano dal proprio domicilio in media tre giorni a settimana. Il 24 ottobre 2011 è stato firmato un verbale di accordo con le OO.SS per la sperimentazione del telelavoro in SSC, cui hanno aderito 73 persone di Bari, Bologna, Milano, Roma, Torino, Trento; il 6 dicembre 2011 per la sperimentazione in ambito HRO (40 persone) e il 20 dicembre per HR Services (sperimentazione su 15 risorse per un periodo di 6 mesi).

8 Le modalità del telelavoro Il telelavoro si prefigge finalità relative al bilanciamento del tempo lavorativo e del tempo familiare o di cura che è un contributo importante per un benessere durevole, per una crescita economica sostenibile e per la coesione sociale. Il telelavoro attiene inoltre alla responsabilità sociale dell azienda (impatto ambientale, tempi di spostamento, etc.) e consente di intervenire sull area della programmazione delle attività per produrre contestualmente incrementi di efficacia e flessibilità operativa. L adesione al telelavoro è su base esclusivamente volontaria per l intera durata della sperimentazione, con possibilità di recesso per entrambi le parti con preavviso di due mesi. Il lavoratore dovrà provvedere all attivazione nel proprio domicilio di una connessione ADSL di tipo flat con capacità di connessione di almeno 7 Mbps. L abbonamento sarà rimborsato dalla società previa presentazione di documentazione giustificativa. Il lavoratore si avvarrà del servizio di instant messaging (Communicator) per evidenziare il suo status operativo. L attestazione dell inizio/termine e delle interruzioni/riprese dell attività lavorativa sarà operata dall interessato tramite connessione da remoto con il sistema informativo aziendale. Verrà richiesta la presenza per un giorno a settimana presso il normale posto di lavoro, al fine di garantire i necessari raccordi con la struttura interna e di definire con il responsabile la programmazione settimanale delle attività da svolgersi presso le sedi dei clienti o il domicilio. Il lavoratore effettuerà la prestazione rispettando l ordinaria durata dell orario di lavoro giornaliero/settimanale.

9 I vantaggi del telelavoro Il telelavoro rappresenta il perseguimento della soddisfazione equilibrata delle esigenze di tutti gli stakeholder coinvolti. I driver del progetto sono una conferma di approcci consolidati, quali il work-life balance e la sostenibilità sociale, con l aggiunta di una dimensione assai meno consueta nel contesto aziendale: la ricerca di una migliore efficacia e produttività delle attività della funzione attraverso la programmabilità organizzata delle stesse. Si rende necessario un cambio culturale per adottare una modalità di lavoro a a distanza, basata sulla fiducia e il senso di respoonsabilità. I benefici per le Risorse In termini di work-life balance il telelavoro comporta un maggior equilibrio tra vita lavorativa e tempo libero, maggiore supporto alle esigenze familiari, miglioramento della qualità della vita, flessibilità in alcuni casi anche temporale della prestazione, riduzione delle spese per gli spostamenti, diminuzione dello stress correlato alla durata e faticosità degli spostamenti quotidiani. 9

10 I vantaggi del telelavoro I benefici per l azienda Miglioramento della motivazione: le risorse sono più motivate a svolgere al massimo il loro lavoro, in risposta al segnale di fiducia e di sicurezza che viene loro dato, da parte dell azienda, mediante l uso di stili di lavoro più indipendenti incoraggiati ti dal telelavoro. Le risorse sono motivate a lavorare per obiettivi e i capi a focalizzare la loro valutazione più sul raggiungimento degli obiettivi stessi che sulla presenza fisica nel posto di lavoro. Incremento di produttivita : grazie alla maggiore motivazione delle risorse, minore assenteismo, e assenza delle interruzioni normali dell ambiente di un ufficio. Il miglioramento dell efficienza si ottiene anche attraverso la programmabilità delle attività, più ampia copertura oraria delle necessità aziendali anche negli orari abituali degli spostamenti. Risparmio dei costi: Se applicato su vasta scala, inoltre, il telelavoro consente anche risparmi nei costi per i locali di lavoro, per le spese generali e nei costi della manodopera. Miglioramento dell immagine esterna e interna: l immagine al interno e all esterno dell azienda sarà quella di un HR più flessibile e aperto alle istanze moderne. I Benefici sociali Per la società il telelavoro si traduce in: riduzione del traffico, dell inquinamento, dell occupazione dei parcheggi, riduzione degli incidenti stradali, benefici economici complessivi per risparmio di costi.

Esperienze di Telelavoro nel Gruppo Telecom Italia

Esperienze di Telelavoro nel Gruppo Telecom Italia Esperienze di Telelavoro nel Gruppo Telecom Italia maggio 2013 Maurizio Gelletti Relazioni Sindacali GRUPPO TELECOM ITALIA Esperienze di telelavoro nel Gruppo Telecom Italia 1/2 Telelavoro domiciliare

Dettagli

La sostenibilità nel Gruppo Telecom Italia. Paolo Nazzaro Responsabile Group Sustainability Telecom Italia

La sostenibilità nel Gruppo Telecom Italia. Paolo Nazzaro Responsabile Group Sustainability Telecom Italia La sostenibilità nel Gruppo Telecom Italia Paolo Nazzaro Responsabile Group Sustainability Telecom Italia La sostenibilità in Telecom Italia Presidente Esecutivo Direttore External Relations Consiglio

Dettagli

TELELAVORO IN POSTE ITALIANE

TELELAVORO IN POSTE ITALIANE Telelavoro in Poste Italiane 1 TELELAVORO IN POSTE ITALIANE 10 novembre 2008 Telelavoro Customer Services 2 Il Il risultati Employee Satisfaction Index 2008 nel CS Focus sul Telelavoro ESI Customer Services

Dettagli

Il nuovo progetto d'innovazione si chiama Smart Working

Il nuovo progetto d'innovazione si chiama Smart Working NEWS WWW.CISALCOM.ORG Il nuovo progetto d'innovazione si chiama Smart Working ROMA. 9 MAGGIO 2015. L'amministratore delegato di Telecom Italia, Marco Patuano, ha annunciato l'avvio di un nuovo progetto

Dettagli

LE INIZIATIVE PER LA CONCILIAZIONE VITA-LAVORO DEI DIPENDENTI INAIL

LE INIZIATIVE PER LA CONCILIAZIONE VITA-LAVORO DEI DIPENDENTI INAIL LE INIZIATIVE PER LA CONCILIAZIONE VITA-LAVORO DEI DIPENDENTI INAIL PREMESSA Le profonde trasformazioni di natura demografica, sociale ed economica che hanno interessato i paesi europei a partire dagli

Dettagli

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI

FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI FORUM HR 2014 BANCHE E RISORSE UMANE APPLICAZIONI DI MANAGEMENT POSITIVO COME INTEGRAZIONE DI OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI Mario Giuseppe Napoli, Responsabile Risorse Umane, Gruppo UBI Banca Roma, Palazzo Altieri,19

Dettagli

Le questioni di genere nei processi, negli approcci e negli strumenti di valutazione delle politiche pubbliche.

Le questioni di genere nei processi, negli approcci e negli strumenti di valutazione delle politiche pubbliche. Le questioni di genere nei processi, negli approcci e negli strumenti di valutazione delle politiche pubbliche. Human Resources and Organization - Relazioni Industriali - Welfare 16-17 ottobre 2007 Roma

Dettagli

Welfare Aziendale per MPMI. Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI

Welfare Aziendale per MPMI. Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI Welfare Aziendale per MPMI Anna Maria Del Vescovo Edenred Italia Responsabile Welfare PMI Edenred: soluzioni per una vita semplice Da Edenred, l inventore dei Ticket Restaurant, una gamma completa di soluzioni

Dettagli

Pratiche di conciliazione in Accor Services Italia/Edenred

Pratiche di conciliazione in Accor Services Italia/Edenred Pratiche di conciliazione in Accor Services Italia/Edenred Moms@Work: la mamma come risorsa per le aziende 24 giugno 2010 Direzione Risorse Umane La nostra missione Azienda solidale e responsabile, partner

Dettagli

WELFARE AZIENDALE LA RISPOSTA AI BISOGNI DEL LAVORO

WELFARE AZIENDALE LA RISPOSTA AI BISOGNI DEL LAVORO WELFARE AZIENDALE LA RISPOSTA AI BISOGNI DEL LAVORO LIBERATEMPO INNOVAZIONE NEL SEGNO DELL ESPERIENZA Liberatempo è una società nata dall esperienza ventennale di Cesvip, punto di riferimento nel settore

Dettagli

Audit. Il Family Audit in Trentino e l esperienza della Fondazione Bruno Kessler

Audit. Il Family Audit in Trentino e l esperienza della Fondazione Bruno Kessler Il Family Audit in Trentino e l esperienza della Fondazione Bruno Kessler 2014 Family Audit: cos è? Linee Guida Aiuta le organizzazioni a realizzare un efficace, consapevole, duraturo ed economicamente

Dettagli

SMART WORKING. Lavoro agile

SMART WORKING. Lavoro agile SMART WORKING Lavoro agile 25 MARZO 2015: GIORNATA DEL LAVORO AGILE Promossa dal Comune di Milano Imprese private ed Enti pubblici (7.000 partecipanti, aumento del 20% rispetto al 2014) Adesioni da tutta

Dettagli

Azioni di conciliazione e buone prassi per il telelavoro e l'orario flessibile

Azioni di conciliazione e buone prassi per il telelavoro e l'orario flessibile sessione: TERZA Azioni di conciliazione e buone prassi per il telelavoro e l'orario flessibile gruppo di lavoro: BONA GRISELLI coordinatrice relatori: Bona Griselli, Rosa Mottola, Daniela Raffaelli Il

Dettagli

Welfare Aziendale: l esperienza Edison. Dott. Giorgio Colombo Milano, 9 luglio 2013

Welfare Aziendale: l esperienza Edison. Dott. Giorgio Colombo Milano, 9 luglio 2013 Welfare Aziendale: l esperienza Edison Dott. Giorgio Colombo Milano, 9 luglio 2013 INDICE Obiettivi e aspettative 2008-2013: Fattori chiave per la gestione del Programma L approccio Edison nel contesto

Dettagli

CONTESTO E DEFINIZIONI

CONTESTO E DEFINIZIONI LA CONCILIAZIONE PER IL BENESSERE LAVORATIVO E LA QUALITA DEL SERVIZIO Varese 16 Dicembre 2013 a cura di Arianna Visentini CONTESTO E DEFINIZIONI WORK LIFE BALANCE 1 PAROLE CHIAVE DELLA CONCILIAZIONE STAKEHOLDERS

Dettagli

Flexible Reward e Piani di Welfare

Flexible Reward e Piani di Welfare BBF&Partners Servizi per la Gestione delle Risorse Umane Flexible Reward e Piani di Welfare Soluzioni web-based per sistemi flessibili di remunerazione non monetaria con benefici fiscali e contributivi

Dettagli

PIANO DI AZIONI POSITIVE per il triennio 2015-2017

PIANO DI AZIONI POSITIVE per il triennio 2015-2017 Comune di Cinisello Balsamo Allegato A) alla Deliberazione di Giunta comunale n. 112 del 28/05/2015 PIANO DI AZIONI POSITIVE per il triennio 2015-2017 COMUNE DI CINISELLO BALSAMO Piano di Azioni Positive

Dettagli

Misure di Welfare aziendale e territoriale Percorso di formazione per i Consulenti del Lavoro Roma, 15-16 aprile 2014

Misure di Welfare aziendale e territoriale Percorso di formazione per i Consulenti del Lavoro Roma, 15-16 aprile 2014 Progetto La.Fem.Me. Misure di Welfare aziendale e territoriale Percorso di formazione per i Consulenti del Lavoro Roma, 15-16 aprile 2014 Federico Isenburg AGENDA COME E QUALI SERVIZI DARE? ALCUNI CASI

Dettagli

WELFARE AZIENDALE: PROCESSO PER LA CREAZIONE DI VALORE. Mario Molteni 22 maggio 2012

WELFARE AZIENDALE: PROCESSO PER LA CREAZIONE DI VALORE. Mario Molteni 22 maggio 2012 WELFARE AZIENDALE: PROCESSO PER LA CREAZIONE DI VALORE Mario Molteni 22 maggio 2012 1 Welfare aziendale, al cuore della CSR PROFIT Equitable Sustainable Bearable Viable PLANET PEOPLE CULTURA ed ENGAGEMENT

Dettagli

Il percorso verso un sistema integrato di Welfare aziendale. Milano, Alessia Coeli e Mario Molteni, 24 novembre 2011

Il percorso verso un sistema integrato di Welfare aziendale. Milano, Alessia Coeli e Mario Molteni, 24 novembre 2011 Il percorso verso un sistema integrato di Welfare aziendale Milano, Alessia Coeli e Mario Molteni, 24 novembre 2011 1 Sostenibilità: centralità delle persone WA 2 Welfare aziendale: perché adesso? Valori

Dettagli

Il welfare aziendale

Il welfare aziendale Il welfare aziendale Insieme coordinato di iniziative nelle quali l impresa si fa carico dei bisogni del lavoratore concedendo dei benefit non in denaro, bensì sotto forma di beni e servizi. I piani di

Dettagli

PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017

PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017 PIANO AZIONI POSITIVE TRIENNIO 2015-2017 Proposto dal Comitato Unico di Garanzia della Scuola Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 28 ottobre 2015 Piazza dei Cavalieri, 7 56126 Pisa-Italy

Dettagli

Scheda di candidatura Pubblica Amministrazione Premio FamigliaLavoro, Terza edizione

Scheda di candidatura Pubblica Amministrazione Premio FamigliaLavoro, Terza edizione Scheda di candidatura Pubblica Amministrazione Premio FamigliaLavoro, Terza edizione L intento della Scheda di candidatura non è soltanto quello di raccogliere informazioni sulle politiche di conciliazione

Dettagli

Famiglia - Lavoro: un binomio possibile

Famiglia - Lavoro: un binomio possibile Milano, 1 ottobre 2015 Famiglia - Lavoro: un binomio possibile La voce delle aziende Daniela Bianco Partner, The European House - Ambrosetti 2015 The European House - Ambrosetti S.p.A.. TUTTI I DIRITTI

Dettagli

Cos è il Family Audit

Cos è il Family Audit Cos è il Family Audit Strumento che consente alle organizzazioni di adottare politiche di gestione del personale orientate al benessere dei propri dipendenti e alla crescita aziendale; aiuta le organizzazioni

Dettagli

Convegno Tuttolavoro Contratti, lavoro e flessibilità: il mercato del lavoro dopo la riforma

Convegno Tuttolavoro Contratti, lavoro e flessibilità: il mercato del lavoro dopo la riforma Towers Watson Convegno Tuttolavoro Contratti, lavoro e flessibilità: il mercato del lavoro dopo la riforma Fabio Carniol, Managing Consultant e Amministratore Delegato 8 ottobre 2012 Towers Watson: una

Dettagli

Il dottorato industriale

Il dottorato industriale GRUPPO TELECOM ITALIA Roma, 17 luglio 2012 Il dottorato industriale Antonio Migliardi Responsabile Human Resouces & Organization Telecom Italia Il modello di relazione con le Università Le iniziative sul

Dettagli

L architettura di un Piano di Welfare

L architettura di un Piano di Welfare Bologna 4 novembre 2014 L architettura di un Piano di Welfare Avv. Emanuele Barberis Partner Chiomenti Studio Legale Dott. Antonino Guida Senior Associate Chiomenti Studio Legale 1 LE TIPOLOGIE DI SERVIZI

Dettagli

Formatore Riconosciuto ECC Italia European Care Certificate

Formatore Riconosciuto ECC Italia European Care Certificate CV Formato Europeo INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALESSANDRO CIGLIERI Indirizzo VIA VARSAVIA, 10 00142 ROMA (RM) Telefono 06 89870078 342 9229623 PEC alessandro.ciglieri@pec-legal.it E-mail alessandro@ciglieri.it

Dettagli

Le nuove frontiere del Welfare tra variabili giuslavoristiche ed opportunità fiscali

Le nuove frontiere del Welfare tra variabili giuslavoristiche ed opportunità fiscali Le nuove frontiere del Welfare tra variabili giuslavoristiche ed opportunità fiscali Dott. Paolo Giacometti - Avv. Emanuele Barberis Milano, 14 maggio 2014 1 Insieme di servizi e prestazioni che le aziende

Dettagli

1 Indagine sui bisogni di servizi di Conciliazione Work-Life Balance. sul territorio di Schio

1 Indagine sui bisogni di servizi di Conciliazione Work-Life Balance. sul territorio di Schio Alleanza Territoriale per le Famiglie di Schio 1 Indagine sui bisogni di servizi di Conciliazione Work-Life Balance sul territorio di Schio Schio 5 aprile 2014 a cura di 1 Indagine su servizi di Conciliazione/Work-Life

Dettagli

Family Audit. Guida pratica

Family Audit. Guida pratica Family Audit Guida pratica Cos è il Family Audit Strumento manageriale che promuove un cambiamento culturale e organizzativo all interno delle organizzazioni, e consente alle stesse di adottare politiche

Dettagli

CONCILIAZIONE tra famiglia e lavoro

CONCILIAZIONE tra famiglia e lavoro CONCILIAZIONE tra famiglia e lavoro CONFERENZA STAMPA di presentazione dell avviso di finanziamento 2011 (art. 9 legge 53/2000) Roma, 8 giugno 2011 Sala Stampa Palazzo Chigi Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

Formatore Riconosciuto ECC Italia European Care Certificate

Formatore Riconosciuto ECC Italia European Care Certificate CV Formato Europeo INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALESSANDRO CIGLIERI Indirizzo VIA VARSAVIA, 10 00142 ROMA (RM) Telefono 06 89870078 342 9229623 PEC alessandro.ciglieri@pec-legal.it E-mail alessandro@ciglieri.it

Dettagli

Attivazione del telelavoro ----- L esperienza concreta dell Azienda Ospedaliera della provincia di Pavia

Attivazione del telelavoro ----- L esperienza concreta dell Azienda Ospedaliera della provincia di Pavia Attivazione del telelavoro ----- L esperienza concreta dell Azienda Ospedaliera della provincia di Pavia Provincia di Monza-Brianza Congresso del 20/10/2010 Sede provinciale Enrico Cuoco Dirigente Responsabile

Dettagli

Responsabilità Sociale L esperienza AstraZeneca. 16 Rapporto Annuale Responsible Care Milano, 11 ottobre 2010

Responsabilità Sociale L esperienza AstraZeneca. 16 Rapporto Annuale Responsible Care Milano, 11 ottobre 2010 Responsabilità Sociale L esperienza AstraZeneca 16 Rapporto Annuale Responsible Care Milano, 11 ottobre 2010 AstraZeneca Global Una storia di innovazione lunga 70 anni che ha permesso la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito

in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito in collaborazione con BANDO 2013 UN ASILO NIDO PER OGNI BAMBINO Invito Nel confermare il loro impegno di sviluppo e promozione sociale, la Fondazione aiutare i bambini Onlus ( Aiutare i Bambini ) e la

Dettagli

L auto aziendale in Italia

L auto aziendale in Italia L auto aziendale in Italia Modalità e tendenze Company Car Drive Alessandro Brioschi 14 Maggio 2015 2014 Towers Watson. All rights reserved. Agenda Chi è Towers Watson Una panoramica tratta dalle nostre

Dettagli

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013

DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI. Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 DAL BANDO WELFARE AZIENDALE E INTERAZIENDALE ALLO SVILUPPO DI RETI TERRITORIALI Dott. Piergiorgio Guizzi C.C.I.A.A. di Brescia, 08 ottobre 2013 RETI TERRITORIALI OBIETTIVO Attivazione di reti territoriali

Dettagli

I casi del progetto La.Fem.Me. Elementi per impostare una politica di supporto alle imprese ed al territorio

I casi del progetto La.Fem.Me. Elementi per impostare una politica di supporto alle imprese ed al territorio Work life balance ed innovazione organizzativa per aumentare la produttivita delle imprese Roma, 24 ottobre 2013 I casi del progetto La.Fem.Me. Elementi per impostare una politica di supporto alle imprese

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

Ufficio V - Relazioni sindacali e benessere psicofisico UGROB

Ufficio V - Relazioni sindacali e benessere psicofisico UGROB 1 Il CUG Salute ha radici in una storica attenzione che l Amministrazione pone alla promozione della cultura della Parità Pari opportunità Benessere organizzativo Benessere psicofisico delle donne e degli

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA L Università degli studi di Messina In collaborazione con il Comitato Pari Opportunità Piano di Azioni positive triennio 2008/2011 Le azioni positive sono, com è noto, lo strumento fondamentale per l attuazione

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale PROGETTO MULTIMEDIA SKILL Multimedia Skill è un progetto ideato e promosso da Poliedra Politecnico

Dettagli

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste Soggetti finanziatori Progetto Scadenza ALLEANZA ASSICURAZIONI Iniziative che hanno come scopo: 1. progetti di formazione e/o inserimento professionale dei giovani finalizzati all'uscita da situazioni

Dettagli

Fare rete sul welfare. Raggruppamento Bassano del Grappa 7 Novembre 2014

Fare rete sul welfare. Raggruppamento Bassano del Grappa 7 Novembre 2014 Fare rete sul welfare Raggruppamento Bassano del Grappa 7 Novembre 2014 Obiettivo Mettere in rete le aziende attorno al tema del welfare creando vantaggi per i collaboratori e le per le aziende stesse

Dettagli

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità Roma, martedi 27 aprile 2004 L esperienza italiana nel contesto internazionale Gestori Circuito I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il Car sharing in Italia è

Dettagli

IL WELFARE COME ELEMENTO STRATEGICO PER LA MOTIVAZIONE DEL LAVORATORE, DOUBLEYOU COME PARTNER PER GESTIRE IL WELFARE DELLA TUA AZIENDA

IL WELFARE COME ELEMENTO STRATEGICO PER LA MOTIVAZIONE DEL LAVORATORE, DOUBLEYOU COME PARTNER PER GESTIRE IL WELFARE DELLA TUA AZIENDA DoubleYou è il partner per le aziende che vedono il Welfare come una leva strategica per lo sviluppo delle Risorse Umane, Soluzioni innovative per aumentare motivazione, produttività e senso di appartenenza

Dettagli

Lo standard di certificazione Family Audit. Presentazione ad aziende Gian Paolo Barison

Lo standard di certificazione Family Audit. Presentazione ad aziende Gian Paolo Barison Lo standard di certificazione Family Audit Presentazione ad aziende Gian Paolo Barison Il Family Audit Il Family Audit è una certificazione aziendale che riconosce l'impegno di un'organizzazione per l

Dettagli

Welfare Aziendale 2.0: il punto di vista di un Provider hi-tech. Welfare Company Srl - Strettamente Confidenziale Riproduzione vietata

Welfare Aziendale 2.0: il punto di vista di un Provider hi-tech. Welfare Company Srl - Strettamente Confidenziale Riproduzione vietata by Welfare Aziendale 2.0: il punto di vista di un Provider hi-tech Welfare Company Srl - Strettamente Confidenziale Riproduzione vietata Copertura e gestione dell intera gamma dei servizi di supporto al

Dettagli

EVOLUZIONE DEL MERCATO DEL LAVORO FORZA LAVORO E DIVERSITÀ FORMAZIONE AMBIENTE VOLONTARIATO

EVOLUZIONE DEL MERCATO DEL LAVORO FORZA LAVORO E DIVERSITÀ FORMAZIONE AMBIENTE VOLONTARIATO INDICATORI CSR ATTRAVERSO LA PUBBLICAZIONE DEL PRIMO CSR REPORT, GI GROUP INTENDE PRESENTARE A TUTTI I PROPRI STAKEHOLDER IL PERCORSO DI CREAZIONE DEL PROPRIO SISTEMA INTERNAZIONALE DI CSR. 72 Nel presente

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

OUTSOURCING HR? Ecco come si sceglie. Human Energy

OUTSOURCING HR? Ecco come si sceglie. Human Energy OUTSOURCING HR? Ecco come si sceglie. RELAZIONI CHE AUMENTANO IL VALORE L outsourcing è in rapida e costante crescita, anche per quanto riguarda l amministrazione e la gestione del personale. Nuove soluzioni

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008

I.C.S. Iniziativa Car Sharing. La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 I.C.S. Iniziativa Car Sharing La mobilità sostenibile: ricerca, innovazione e opportunità di business Milano, 28 gennaio 2008 IL CAR SHARING Il CAR SHARING è un servizio di mobilità che consente di acquistare

Dettagli

WELFARE AZIENDALE. Project Work a cura di: Marcello Andriola Daniele Boscari Angela Fedele Marta Pedronetto Valentina Selmi

WELFARE AZIENDALE. Project Work a cura di: Marcello Andriola Daniele Boscari Angela Fedele Marta Pedronetto Valentina Selmi WELFARE AZIENDALE Project Work a cura di: Marcello Andriola Daniele Boscari Angela Fedele Marta Pedronetto Valentina Selmi Cos è il welfare aziendale? Benefit e servizi forniti dall azienda ai propri dipendenti

Dettagli

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini

Motilità Elettrica l energia che sposta le persone. Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità Elettrica l energia che sposta le persone Comune di Cento Assessorato all Ambiente 5 maggio 2013 Palazzo Panini Motilità ecologica? L automazione elettrica delocalizza l inquinamento? polveri

Dettagli

MATERIALE A SUPPORTO DEL WORKSHOP TERRITORIALE REGIONE PUGLIA WELFARE AZIENDALE. ISTITUTO PER LA RICERCA SOCIALE (IRS) Capofila BRIGHT.

MATERIALE A SUPPORTO DEL WORKSHOP TERRITORIALE REGIONE PUGLIA WELFARE AZIENDALE. ISTITUTO PER LA RICERCA SOCIALE (IRS) Capofila BRIGHT. Direzione generale per le politiche attive, i servizi per il lavoro e la formazione DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA Promozione di un azione di sistema volta alla programmazione e attuazione degli

Dettagli

Il welfare aziendale

Il welfare aziendale Il welfare aziendale Insieme coordinato di iniziative nelle quali l impresa si fa carico dei bisogni del lavoratore concedendo dei benefit nonindenaro,bensìsottoformadibenieservizi. I piani di welfare

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VAUDAGNA Marco Amministrazione

Dettagli

Arianna. Attivazione Rete nazionale antiviolenza

Arianna. Attivazione Rete nazionale antiviolenza Arianna Attivazione Rete nazionale antiviolenza Il progetto sperimentale Arianna Si propone come azione di sistema volta a fornire un servizio nazionale di accoglienza telefonica alle donne vittime di

Dettagli

REGIONE PUGLIA P.O. FESR 2007-2013. I servizi per l infanzia. Roma 27 ottobre 2011

REGIONE PUGLIA P.O. FESR 2007-2013. I servizi per l infanzia. Roma 27 ottobre 2011 REGIONE PUGLIA P.O. FESR 2007-2013 Politiche nel campo dell inclusione sociale I servizi per l infanzia Roma 27 ottobre 2011 1 LE PRIORITA DEL WELFARE PUGLIESE Rimettere le persone al centro delle politiche

Dettagli

Piano triennale. delle azioni positive. in materia di. pari opportunità 2010-2012. Dicembre 2010. Pag. 1 di 19

Piano triennale. delle azioni positive. in materia di. pari opportunità 2010-2012. Dicembre 2010. Pag. 1 di 19 Piano triennale delle azioni positive in materia di pari opportunità 2010-2012 Dicembre 2010 Pag. 1 di 19 Arpa Emilia-Romagna Piano triennale delle azioni positive in materia di pari opportunità 2010-2012

Dettagli

CONSULENZA PSICOLOGICA PER GLI AGENTI DI POLIZIA PENITENZIARIA E GLI OPERATORI DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

CONSULENZA PSICOLOGICA PER GLI AGENTI DI POLIZIA PENITENZIARIA E GLI OPERATORI DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA CORSO PER PSICOLOGI e MEDICI DEL LAVORO Febbraio-Marzo 2015 In collaborazione con: DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA PROVVEDITORATO REGIONALE PER IL VENETO, FRIULI VENEZIA GIULIA E TRENTINO

Dettagli

Regione Lombardia. Direzione Generale Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione. Indicatori di Responsabilità sociale d Impresa per le aziende

Regione Lombardia. Direzione Generale Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione. Indicatori di Responsabilità sociale d Impresa per le aziende Regione Lombardia Direzione Generale Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione Indicatori di Responsabilità sociale d Impresa per le aziende 1 Premessa In un contesto che cambia a livello globale,

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

Le partnership pubblico privato

Le partnership pubblico privato VII Forum Politeia sulla CSR Milano 19/20 maggio 2011 Le partnership pubblico privato L esperienza di Telecom Italia Paolo Nazzaro Direttore Group Sustainability Telecom Italia 1 La sostenibilità in Telecom

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA. Proposta di legge di iniziativa dei Consiglieri:

CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA. Proposta di legge di iniziativa dei Consiglieri: CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA Proposta di legge di iniziativa dei Consiglieri: Lorenzo Pellerano Aldo Siri avente ad oggetto: Norme per la disciplina del servizio di tagesmutter

Dettagli

UniCredit: l'attenzione al benessere delle sue persone e la valorizzazione delle diversità. Ilaria Marchioni HR Initiatives and Change Management

UniCredit: l'attenzione al benessere delle sue persone e la valorizzazione delle diversità. Ilaria Marchioni HR Initiatives and Change Management UniCredit: l'attenzione al benessere delle sue persone e la valorizzazione delle diversità Ilaria Marchioni HR Initiatives and Change Management Bologna, 1 Ottobre 2013 Il benessere per l OMS L Organizzazione

Dettagli

Roma, 1 giugno 2010. Treno, auto e aereo Confronti su costi ed emissioni di CO 2

Roma, 1 giugno 2010. Treno, auto e aereo Confronti su costi ed emissioni di CO 2 Roma, 1 giugno 2010 Treno, auto e aereo Confronti su costi ed emissioni di CO 2 Confronto costi Roma Milano (centro città),, 1 adulto, 2 luglio 2010 134,55 Benzina + costi chilometrici 33,10 pedaggio =

Dettagli

Esempi di buone prassi attuate da aziende italiane volte a promuovere le pari opportunità sul lavoro

Esempi di buone prassi attuate da aziende italiane volte a promuovere le pari opportunità sul lavoro CONTRIBUTO DEL SISTEMA CONFINDUSTRIA AL DOCUMENTO ELABORATO IN SENO AL GRUPPO DI LAVORO SULLE PARI OPPORTUNITA DELL UNI (COMMISSIONE RESPONSABILITA SOCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI) Esempi di buone prassi

Dettagli

Edison e il programma Edison per te di Sara Annoni

Edison e il programma Edison per te di Sara Annoni 007Edison:Altis_Opuscolo_3 15/05/2009 17.44 Pagina 57 Edison e il programma Edison per te di Sara Annoni Il programma Edison per te di Edison, ha vinto il Premio FamigliaLavoro Prima edizione nella categoria:

Dettagli

Bando interdistrettuale: Misure a sostegno del welfare aziendale e della conciliazione famiglia lavoro

Bando interdistrettuale: Misure a sostegno del welfare aziendale e della conciliazione famiglia lavoro Bando interdistrettuale: Misure a sostegno del welfare aziendale e della conciliazione famiglia lavoro PREMESSA Il lavoro in atto in Regione Lombardia sul tema conciliazione famiglia-lavoro e welfare aziendale

Dettagli

Bilancio del Capitale Umano di Philips SpA 2014-2015. La nostra. cultura. Le nostre persone

Bilancio del Capitale Umano di Philips SpA 2014-2015. La nostra. cultura. Le nostre persone Bilancio del Capitale Umano di Philips SpA 2014-2015 La nostra cultura Le nostre persone Crediamo che i grandi cambiamenti partano dalle piccole cose L idea di redigere il Bilancio del Capitale Umano per

Dettagli

Associazione Donatrici Italiane Sangue di Cordone Ombelicale. Carolina Sciomer

Associazione Donatrici Italiane Sangue di Cordone Ombelicale. Carolina Sciomer Associazione Donatrici Italiane Sangue di Cordone Ombelicale Carolina Sciomer Presidente Nazionale ADISCO Consiglio Nazionale ADMO Genova, 15 Novembre 2009 Origini della Associazione 1988: Primo trapianto

Dettagli

I mutamenti del Welfare State. Genova, 7 Luglio 2015 1

I mutamenti del Welfare State. Genova, 7 Luglio 2015 1 I mutamenti del Welfare State 1 Il Welfare State Nel Welfare State gli unici due attori sono il governo e il mercato. La caratteristica principale del Welfare State è che il mercato produce ricchezza ma

Dettagli

CHI SIAMO? RAPPORTO DI RESPONSABILITA SOCIALE 2013

CHI SIAMO? RAPPORTO DI RESPONSABILITA SOCIALE 2013 CHI SIAMO? Autoguidovie, nata nel 1908, è una società per azioni a capitale privato che da più di 95 anni opera nel trasporto pubblico locale (Tpl) delle province di Cremona, Milano e Bergamo, Monza e

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA La Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità, di seguito denominato Dipartimento, c.f. n. 80188230587, con sede in Roma, Largo Chigi,

Dettagli

PROGETTI SPERIMENTALI delle sedi PADOVA e ROVIGO: GRUPPO DI SUPPORTO E AIUTO E CONSULENZA PSICOLOGICA (INDIVIDUALE O/E FAMILIARE)

PROGETTI SPERIMENTALI delle sedi PADOVA e ROVIGO: GRUPPO DI SUPPORTO E AIUTO E CONSULENZA PSICOLOGICA (INDIVIDUALE O/E FAMILIARE) Allegato n. 2 Circ. 61/2011 1. Titolo Intervento Schema Intervento Titolo IV PROGETTI SPERIMENTALI delle sedi PADOVA e ROVIGO: GRUPPO DI SUPPORTO E AIUTO E CONSULENZA PSICOLOGICA (INDIVIDUALE O/E FAMILIARE)

Dettagli

IL TELELAVORO IN POSTE ITALIANE

IL TELELAVORO IN POSTE ITALIANE IL TELELAVORO IN POSTE ITALIANE 27 settembre 2007 HRO - Relazioni Industriali - Finalità/obiettivi 2 L introduzione del telelavoro nei processi produttivi rappresenta per i dipendenti e per l Azienda una

Dettagli

FESTIVAL DELLA FAMIGLIA

FESTIVAL DELLA FAMIGLIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA PER LA FAMIGLIA, LA NATALITÀ E LE POLITICHE GIOVANILI FESTIVAL DELLA FAMIGLIA La Famiglia come risorsa per la crisi economica Se cresce la Famiglia, cresce la Società

Dettagli

Iniziativa di sensibilizzazione sulla Responsabilitàsociale d impresa: una esperienza (in)formativa

Iniziativa di sensibilizzazione sulla Responsabilitàsociale d impresa: una esperienza (in)formativa Al servizio di gente unica Iniziativa di sensibilizzazione sulla Responsabilitàsociale d impresa: una esperienza (in)formativa Dati aggiornati al 30/07/2012 Premessa La Regione Autonoma Friuli Venezia

Dettagli

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Salute e Servizi Sociali Famiglia, Minori, Giovani, Pari Opportunita', Servizio Civile - Servizio

REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Salute e Servizi Sociali Famiglia, Minori, Giovani, Pari Opportunita', Servizio Civile - Servizio Allegato A INTESA SUI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE, LE FINALITA, LE MODALITA ATTUATIVE NONCHE IL MONITORAGGIO DEL SISTEMA DI INTERVENTI PER FAVORIRE LA CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO,

Dettagli

SOGGETTO ATTUATORE (indicare il Partner interessato): La Biotre.sas di Cappella Giuseppe, & C

SOGGETTO ATTUATORE (indicare il Partner interessato): La Biotre.sas di Cappella Giuseppe, & C AZIONE 3: attivazione di accordi sugli orari e sull organizzazione del lavoro, volti a favorire forme di flessibilità finalizzate alla conciliazione dei tempi di vita familiare e di lavoro dei lavoratori

Dettagli

Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari

Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari La sperimentazione e lo sviluppo di percorsi di pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari che partecipano al Progetto interregionale transnazionale

Dettagli

Soluzioni HR Articolo 1 srl Aut. Min. Lav. N. 1118 del 26/11/2004

Soluzioni HR Articolo 1 srl Aut. Min. Lav. N. 1118 del 26/11/2004 Soluzioni HR Articolo 1 srl Aut. Min. Lav. N. 1118 del 26/11/2004 Articolo 1 è una società italiana di servizi dedicati alle Risorse Umane, certificata UNI EN ISO 9001/2008. Siamo nati con l introduzione

Dettagli

Progetto ACI per il Sociale

Progetto ACI per il Sociale Progetto ACI per il Sociale Iniziative sperimentali realizzate dall Automobile Club d Italia a favore delle fasce deboli della mobilità (Lucia Vecere) Finalità del Progetto Dare attuazione alla missione

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA

IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA Ernesto Somma Coordinatore Struttura di missione P.O.R.E., Presidenza del Consiglio dei Ministri Venezia,

Dettagli

Servizi al Cliente e Qualità. Versione: 01 Servizi al Cliente e Qualità Gestione Operativa e Controllo

Servizi al Cliente e Qualità. Versione: 01 Servizi al Cliente e Qualità Gestione Operativa e Controllo Gestione Operativa e Controllo Organizzazione SCQ: dislocazione territoriale operatori TOTALE FTE: 208 Dato aggiornato a marzo 2009 Torino Milano Venezia Genova Firenze Roma Napoli Bari Cagliari Palermo

Dettagli

Analisi del progetto Nidi PA

Analisi del progetto Nidi PA Analisi del progetto Nidi PA 1 2 Presentazione Il presente lavoro parte dall analisi dei dati italiani ed europei relativi ai tassi di occupazione femminile e prende spunto dagli obiettivi europei (Strategia

Dettagli

Commento ai grafici: l analisi viene condotta su un totale di 215 imprenditori e manager d azienda.

Commento ai grafici: l analisi viene condotta su un totale di 215 imprenditori e manager d azienda. RISULTATI SURVEY INTERNATIONAL MANAGEMENT Luglio 2013 Premessa: l Area Executive Education della Fondazione CUOA ha lanciato un indagine per analizzare i fabbisogni formativi di imprenditori, manager e

Dettagli

8. SEGRATE: PIU TEMPO PER LA FAMIGLIA E I FIGLI

8. SEGRATE: PIU TEMPO PER LA FAMIGLIA E I FIGLI 8. SEGRATE: PIU TEMPO PER LA FAMIGLIA E I FIGLI L impegno sarà quello di promuovere azioni di armonizzazione e conciliazione dei tempi di vita, di lavoro e personali: l obiettivo è offrire un aiuto concreto

Dettagli

Il welfare aziendale. Roma 19 maggio 2014

Il welfare aziendale. Roma 19 maggio 2014 Il welfare aziendale Roma 19 maggio 2014 Agenda Contenuti Cos è il welfare aziendale Le opportunità del welfare aziendale Implementazione di un piano di welfare aziendale Profili giuslavoristici Come finanziare

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

IL PERCORSO DELLA DIREZIONE REGIONALE SICILIA INPS - GESTIONE EX INPDAP NEL PROGETTO MIGLIORAPA

IL PERCORSO DELLA DIREZIONE REGIONALE SICILIA INPS - GESTIONE EX INPDAP NEL PROGETTO MIGLIORAPA IL PERCORSO DELLA DIREZIONE REGIONALE SICILIA INPS - GESTIONE EX INPDAP NEL PROGETTO MIGLIORAPA PELLEGRINO MARINELLI (DIRIGENTE UFFICIO RELAZIONI CON L UTENZA, D.C. COMUNICAZIONE, GESTIONE EX INPDAP) La

Dettagli

Le Carte della Diversità in Europa

Le Carte della Diversità in Europa Le Carte della Diversità in Europa La Commissione Europea, negli ultimi anni, ha incoraggiato i datori di lavoro a inserire con maggiore impegno, la gestione della diversità e delle pari opportunità nelle

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

LE PRATICHE DI GENERE NELLA PROGRAMMAZIONE FSE 2007-2013 Il progetto In Pratica Idee alla pari

LE PRATICHE DI GENERE NELLA PROGRAMMAZIONE FSE 2007-2013 Il progetto In Pratica Idee alla pari LE PRATICHE DI GENERE NELLA PROGRAMMAZIONE FSE 2007-2013 Il progetto In Pratica Idee alla pari Roma, 15 Maggio 2015 Dott.ssa Flavia Pesce - IRS Istituto per la Ricerca Sociale BRIGHT.LY LE FASI DEL PROGETTO

Dettagli

Customer Services. Versione: 0.1 CNS Customer Services

Customer Services. Versione: 0.1 CNS Customer Services Customer Services Agenda 2 Il contesto competitivo La strategia del Customer Services Call Center Protezione Civile Il telelavoro Il servizio 186 Il contesto competitivo Il mercato dei Contact Center ha

Dettagli

SET DI INDICATORI PROXY PER L INQUINAMENTO INDOOR

SET DI INDICATORI PROXY PER L INQUINAMENTO INDOOR SET DI INDICATORI PROXY PER L INQUINAMENTO INDOOR A. LEPORE, V. UBALDI APAT Dipartimento Stato dell Ambiente e Metrologia Ambientale La conoscenza delle problematiche relative all inquinamento indoor,

Dettagli