Iniziative e biblioteche digitali del Politecnico : un incontro di lavoro Aula Magna, Politecnico di Milano, 1 ottobre 2004

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Iniziative e biblioteche digitali del Politecnico : un incontro di lavoro Aula Magna, Politecnico di Milano, 1 ottobre 2004"

Transcript

1 Iniziative e biblioteche digitali del Politecnico : un incontro di lavoro Aula Magna, Politecnico di Milano, 1 ottobre 2004 Archivio degli indici e degli abstract delle tesi di laurea delle Facoltà di Architettura e del Design consultabile tramite l'opac di Ateneo Archivio digitale delle tesi di laurea delle Facoltà di Architettura e del Design consultabile in rete locale Rossana Zucchinali CEDAT Centro di documentazione dell Architettura e del Territorio <

2 L archivio delle tesi di laurea in architettura e design premessa

3 L archivio delle tesi di laurea in architettura e design premessa la tesi di laurea un documento amministrativo obbligatorio per il conseguimento del titolo di studio un tassello del patrimonio di documentazione scientifica prodotto dall università

4 L archivio delle tesi di laurea in architettura e design premessa la tesi di laurea un documento amministrativo obbligatorio per il conseguimento del titolo di studio un tassello del patrimonio di documentazione scientifica prodotto dall università spesso però l aspetto documentale non viene valorizzato mancanza di un quadro legislativo nazionale problemi legati al diritto d autore questioni tecniche di conservazione, catalogazione ecc.

5 L archivio delle tesi di laurea in architettura e design premessa la tesi di laurea un documento amministrativo obbligatorio per il conseguimento del titolo di studio un tassello del patrimonio di documentazione scientifica prodotto dall università spesso però l aspetto documentale non viene valorizzato mancanza di un quadro legislativo nazionale problemi legati al diritto d autore questioni tecniche di conservazione, catalogazione ecc. l atteggiamento di molti atenei disincentivare il più possibile i tentativi di avvicinamento alle tesi creare cataloghi parziali o semplici elenchi di titoli

6 L archivio delle tesi di laurea in architettura e design premessa la tesi di laurea un documento amministrativo obbligatorio per il conseguimento del titolo di studio un tassello del patrimonio di documentazione scientifica prodotto dall università spesso però l aspetto documentale non viene valorizzato mancanza di un quadro legislativo nazionale problemi legati al diritto d autore questioni tecniche di conservazione, catalogazione ecc. l atteggiamento di molti atenei disincentivare il più possibile i tentativi di avvicinamento alle tesi creare cataloghi parziali o semplici elenchi di titoli il Politecnico dedica particolare attenzione alla conservazione e alla divulgazione delle tesi di laurea dal 1978 il CEDAT raccoglie, archivia, cataloga e mette a disposizione del pubblico le tesi di laurea discusse presso le facoltà di Architettura e del Design

7 L archivio delle tesi di laurea in architettura e design premessa

8 L archivio delle tesi di laurea in architettura e design premessa 1998 le procedure di gestione dell archivio cartaceo sono pienamente collaudate e il catalogo delle tesi integrato all OPAC di Ateneo il presidente del CEDAT, prof. Maria Cristina Treu indirizza gli obiettivi di sviluppo dei servizi relativi all archivio delle tesi di laurea sui progetti di digitalizzazione

9 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione

10 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione catalogo delle tesi di laurea integrato al catalogo di Ateneo un valore aggiunto notevole per la pubblicizzazione, la comunicazione e la conservazione della memoria storica dell attività didattica e di ricerca svolte da docenti, ricercatori e laureati del Politecnico

11 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione catalogo delle tesi di laurea integrato al catalogo di Ateneo un valore aggiunto notevole per la pubblicizzazione, la comunicazione e la conservazione della memoria storica dell attività didattica e di ricerca svolte da docenti, ricercatori e laureati del Politecnico sessione di luglio 1998 i laureandi consegnano un file.txt contenente l indice della tesi autorizzandone o meno la pubblicazione in Internet il personale del CEDAT effettua le opportune verifiche e procede all aggiornamento del catalogo e al riversamento su server

12 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione catalogo delle tesi di laurea integrato al catalogo di Ateneo un valore aggiunto notevole per la pubblicizzazione, la comunicazione e la conservazione della memoria storica dell attività didattica e di ricerca svolte da docenti, ricercatori e laureati del Politecnico sessione di luglio 1998 i laureandi consegnano un file.txt contenente l indice della tesi autorizzandone o meno la pubblicazione in Internet il personale del CEDAT effettua le opportune verifiche e procede all aggiornamento del catalogo e al riversamento su server sessione di dicembre 2000 i laureandi inseriscono nel file anche l abstract

13 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione catalogo delle tesi di laurea integrato al catalogo di Ateneo un valore aggiunto notevole per la pubblicizzazione, la comunicazione e la conservazione della memoria storica dell attività didattica e di ricerca svolte da docenti, ricercatori e laureati del Politecnico sessione di luglio 1998 i laureandi consegnano un file.txt contenente l indice della tesi autorizzandone o meno la pubblicazione in Internet il personale del CEDAT effettua le opportune verifiche e procede all aggiornamento del catalogo e al riversamento su server sessione di dicembre 2000 i laureandi inseriscono nel file anche l abstract sessione di ottobre 2004 i laureandi inseriscono nel file anche la bibliografia

14 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione

15 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione l arricchimento informativo è indubbiamente notevole

16 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione l arricchimento informativo è indubbiamente notevole l utente remoto può verificare l effettiva pertinenza alla propria ricerca di una tesi di laurea individuata tramite la ricerca per argomento

17 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione l arricchimento informativo è indubbiamente notevole l utente remoto può verificare l effettiva pertinenza alla propria ricerca di una tesi di laurea individuata tramite la ricerca per argomento l interrogazione nel campo indice-abstract può portare ad allargare il risultato offrendo spunti che altrimenti risulterebbero nascosti all interno dell archivio

18 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract descrizione l arricchimento informativo è indubbiamente notevole l utente remoto può verificare l effettiva pertinenza alla propria ricerca di una tesi di laurea individuata tramite la ricerca per argomento l interrogazione nel campo indice-abstract può portare ad allargare il risultato offrendo spunti che altrimenti risulterebbero nascosti all interno dell archivio con l ulteriore inserimento della bibliografia, l utente remoto semplicemente consultando il catalogo generale di Ateneo avrà accesso diretto ad una notevole fonte di informazioni bibliografiche

19 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract dati tecnici

20 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract dati tecnici i numeri dell archivio file contenenti gli indici, di cui contenenti anche l abstract [su tesi circa consegnate dall avvio del progetto, luglio 1998] la procedura è ormai consolidata: files all anno, a seconda delle disposizioni firmate dai laureandi al momento della consegna della tesi

21 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract dati tecnici i numeri dell archivio file contenenti gli indici, di cui contenenti anche l abstract [su tesi circa consegnate dall avvio del progetto, luglio 1998] la procedura è ormai consolidata: files all anno, a seconda delle disposizioni firmate dai laureandi al momento della consegna della tesi tecnologie e standard software di elaborazione testi software di catalogazione VIM software OPAC Easyweb formato dei files: TXT spazio di memoria attualmente occupato su server: circa 60 Mb

22 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract dati tecnici

23 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract dati tecnici i costi il progetto è stato realizzato da personale interno e esterno i cui compensi sono gravati sui fondi di funzionamento del CEDAT poiché le attrezzature informatiche (hardware e software) del CEDAT vengono rinnovate costantemente anche gli strumenti utili alla realizzazione tecnica del progetto erano e sono normalmente disponibili presso il centro

24 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract dati tecnici i costi il progetto è stato realizzato da personale interno e esterno i cui compensi sono gravati sui fondi di funzionamento del CEDAT poiché le attrezzature informatiche (hardware e software) del CEDAT vengono rinnovate costantemente anche gli strumenti utili alla realizzazione tecnica del progetto erano e sono normalmente disponibili presso il centro che cosa ha funzionato la disponibilità di strumenti già attrezzati per la diffusione di allegati elettronici lo sforzo organizzativo e di sperimentazione la scelta del formato.txt

25 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract dati tecnici i costi il progetto è stato realizzato da personale interno e esterno i cui compensi sono gravati sui fondi di funzionamento del CEDAT poiché le attrezzature informatiche (hardware e software) del CEDAT vengono rinnovate costantemente anche gli strumenti utili alla realizzazione tecnica del progetto erano e sono normalmente disponibili presso il centro che cosa ha funzionato la disponibilità di strumenti già attrezzati per la diffusione di allegati elettronici lo sforzo organizzativo e di sperimentazione la scelta del formato.txt i problemi non si sono evidenziati particolari problemi se non quelli relativi alla quantità delle tesi discusse ogni anno e alla gestione amministrativa delle autorizzazioni

26 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract esempio_1

27 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract esempio_2

28 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract esempio_3

29 Primo progetto: digitalizzazione di indici e abstract esempio_4

30 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione

31 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione obiettivi del progetto di digitalizzazione delle tesi miglioramento del servizio di ricerca e di consultazione progressiva dismissione della consultazione dell'archivio cartaceo conservazione di materiale destinato al sicuro deterioramento

32 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione obiettivi del progetto di digitalizzazione delle tesi miglioramento del servizio di ricerca e di consultazione progressiva dismissione della consultazione dell'archivio cartaceo conservazione di materiale destinato al sicuro deterioramento ipotesi di progetto realizzazione di un archivio di files in formato.pdf conservati su server ricercabili mediante una versione personalizzata dell OPAC esistente con accesso limitato da postazioni dedicate collegate in rete locale

33 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione obiettivi del progetto di digitalizzazione delle tesi miglioramento del servizio di ricerca e di consultazione progressiva dismissione della consultazione dell'archivio cartaceo conservazione di materiale destinato al sicuro deterioramento ipotesi di progetto realizzazione di un archivio di files in formato.pdf conservati su server ricercabili mediante una versione personalizzata dell OPAC esistente con accesso limitato da postazioni dedicate collegate in rete locale valutazione di fattibilità verifica della possibilità di conversione nel formato.pdf verifica circa le possibilità di utilizzo degli elaborati in formato digitale consegnati dai laureandi secondo determinate specifiche

34 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione

35 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione problema: le tesi laurea in architettura e design hanno forma variegata si va dalle tesi un volume di solo testo a quelle la cui relazione è arricchita da apparati iconografici in bianco e nero e a colori, grafici, tabelle, schizzi, per arrivare alle tesi tipicamente di progetto corredate da diapositive ed elaborati grafici anche di grande formato (dall A3 all A0), a quelle multimediali supportate da videocassette, animazioni digitali, ipertesti ecc.

36 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione problema: le tesi laurea in architettura e design hanno forma variegata si va dalle tesi un volume di solo testo a quelle la cui relazione è arricchita da apparati iconografici in bianco e nero e a colori, grafici, tabelle, schizzi, per arrivare alle tesi tipicamente di progetto corredate da diapositive ed elaborati grafici anche di grande formato (dall A3 all A0), a quelle multimediali supportate da videocassette, animazioni digitali, ipertesti ecc. un conto è organizzare un archivio digitale di documenti prevalentemente testuali altro è conseguire il risultato di una visualizzazione di qualità di documenti di progetto che stampati su supporto cartaceo raggiungono le dimensioni dell A0.

37 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione

38 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione soluzione: analisi dei formati, prove di conversione, supporto informativo analisi delle tipologie di file prodotti dai più diffusi programmi di scrittura, impaginazione, creazione di immagini raster e vettoriali prove di conversione in formato.pdf elaborazione delle prime tesi digitali partendo dai files consegnati dai laureandi intensificazione del supporto informativo per aumentare la consegna di materiale idoneo ad essere trattato

39 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea descrizione soluzione: analisi dei formati, prove di conversione, supporto informativo analisi delle tipologie di file prodotti dai più diffusi programmi di scrittura, impaginazione, creazione di immagini raster e vettoriali prove di conversione in formato.pdf elaborazione delle prime tesi digitali partendo dai files consegnati dai laureandi intensificazione del supporto informativo per aumentare la consegna di materiale idoneo ad essere trattato interfaccia di accesso all archivio elenco ipertestuale ordinato per relatore motore di ricerca su pagine html statiche integrazione con il data-base bibliografico in uso per l archivio cartaceo per permettere di accedere direttamente dal catalogo alla visualizzazione dei file [fase non ancora ultimata: problematiche legate alla tutela del diritto d autore invitano alla cautela nelle scelte legate ad una diffusione generalizzata, pur in ambito ristretto, delle tesi in formato digitale]

40 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea dati tecnici

41 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea dati tecnici i numeri dell archivio tesi di laurea in formato digitale a partire dalla sessione di luglio 1998 [quasi certamente il più consistente archivio di tesi digitali esistente in Italia] incremento medio di 500 documenti per anno accademico pari al 35%-45% del totale delle tesi discusse presso le 3 Facoltà

42 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea dati tecnici i numeri dell archivio tesi di laurea in formato digitale a partire dalla sessione di luglio 1998 [quasi certamente il più consistente archivio di tesi digitali esistente in Italia] incremento medio di 500 documenti per anno accademico pari al 35%-45% del totale delle tesi discusse presso le 3 Facoltà tecnologie e standard files.pdf + formati originali quando la conversione in formato PDF provoca eccessiva perdita di informazione o è impossibile (DWG, MOV ecc.) software di elaborazione di testi e immagini software di elaborazione e visualizzazione dei file in formato PDF software di visualizzazione dei formati non inclusi nei file PDF spazio di memoria attualmente occupato su server: 57 GB metadati tecnici creati automaticamente, descrittivi inseriti manualmente il software Adobe Acrobat nelle versioni più recenti permette l inserimento di ulteriori metadati di tipo gestionale e la creazione automatica di campi Dublin Core e XML

43 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea dati tecnici

44 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea dati tecnici i costi il progetto è stato realizzato da personale interno e esterno i cui compensi sono gravati sui fondi di funzionamento del CEDAT poiché le attrezzature informatiche (hardware e software) del CEDAT vengono rinnovate costantemente anche gli strumenti utili alla realizzazione tecnica del progetto erano e sono normalmente disponibili presso il centro

45 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea dati tecnici i costi il progetto è stato realizzato da personale interno e esterno i cui compensi sono gravati sui fondi di funzionamento del CEDAT poiché le attrezzature informatiche (hardware e software) del CEDAT vengono rinnovate costantemente anche gli strumenti utili alla realizzazione tecnica del progetto erano e sono normalmente disponibili presso il centro che cosa ha funzionato il grande sforzo organizzativo e di sperimentazione la scelta del del formato.pdf l impegno del personale del CEDAT nel supporto informativo ai laureandi la collaborazione dei laureandi e la loro senza più approfondita competenza nell utilizzo delle tecnologie informatiche l abbattimento dei costi delle tecnologie stesse

46 Secondo progetto : digitalizzazione delle tesi di laurea dati tecnici i costi il progetto è stato realizzato da personale interno e esterno i cui compensi sono gravati sui fondi di funzionamento del CEDAT poiché le attrezzature informatiche (hardware e software) del CEDAT vengono rinnovate costantemente anche gli strumenti utili alla realizzazione tecnica del progetto erano e sono normalmente disponibili presso il centro che cosa ha funzionato il grande sforzo organizzativo e di sperimentazione la scelta del del formato.pdf l impegno del personale del CEDAT nel supporto informativo ai laureandi la collaborazione dei laureandi e la loro senza più approfondita competenza nell utilizzo delle tecnologie informatiche l abbattimento dei costi delle tecnologie stesse i problemi la quantità di tesi discusse ogni anno (circa 1.400) la tutela del diritto d autore le dimensioni dei files prodotti dai sistemi CAD e GIS

47 Conclusioni

48 Conclusioni i progetti di biblioteca digitale sviluppati dal CEDAT hanno dato risultati molto positivi costituendo un modello sperimentale seguito da altre strutture universitarie

49 Conclusioni i progetti di biblioteca digitale sviluppati dal CEDAT hanno dato risultati molto positivi costituendo un modello sperimentale seguito da altre strutture universitarie la diffusione di software per l auto-archiviazione, completi di sistemi per la gestione dei diritti di deposito e di accesso, ripropone il quesito su una possibile apertura dell archivio delle tesi verso il mondo esterno

50 Conclusioni i progetti di biblioteca digitale sviluppati dal CEDAT hanno dato risultati molto positivi costituendo un modello sperimentale seguito da altre strutture universitarie la diffusione di software per l auto-archiviazione, completi di sistemi per la gestione dei diritti di deposito e di accesso, ripropone il quesito su una possibile apertura dell archivio delle tesi verso il mondo esterno per progettare una diffusione generalizzata sarà necessario verificarne la fattibilità dal punto di vista gestionale, rispondendo alle seguenti domande: user e password e gestione dei privilegi per migliaia di laureandi? verifica dei documenti depositati su un server istituzionale? diritto d autore relativo ai materiali inseriti dai laureandi nelle tesi di laurea? preservazione e mantenimento dell accesso a migliaia di files per centinaia di GB?

51 Conclusioni i progetti di biblioteca digitale sviluppati dal CEDAT hanno dato risultati molto positivi costituendo un modello sperimentale seguito da altre strutture universitarie la diffusione di software per l auto-archiviazione, completi di sistemi per la gestione dei diritti di deposito e di accesso, ripropone il quesito su una possibile apertura dell archivio delle tesi verso il mondo esterno per progettare una diffusione generalizzata sarà necessario verificarne la fattibilità dal punto di vista gestionale, rispondendo alle seguenti domande: user e password e gestione dei privilegi per migliaia di laureandi? verifica dei documenti depositati su un server istituzionale? diritto d autore relativo ai materiali inseriti dai laureandi nelle tesi di laurea? preservazione e mantenimento dell accesso a migliaia di files per centinaia di GB? in ogni caso lo sviluppo delle tecnologie e il prevalere dell approccio Open Access alla diffusione della comunicazione scientifica consentirà di realizzare iniziative per la valorizzazione delle tesi dei laureati eccellenti, tramite la pubblicazione integrale o parziale in un eventuale futuro Open Archive

52 GRAZIE PER L ATTENZIONE!

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) www.biblio.polimi.it

Il Sistema Bibliotecario di Ateneo (SBA) www.biblio.polimi.it , Centro Sistema IT Seminario CNBA L integrazione delle risorse eterogenee distribuite: problemi, strumenti e prospettive, Roma 27 ottobre 2004 Il (SBA) www.biblio.polimi.it 2 L'Area (SBA) é la struttura

Dettagli

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa

Unipi EPrints, l'archivio istituzionale dell'università di Pisa DOPO BERLIN 3: POLITICHE DI ACCESSO APERTO ALLA LETTERATURA DI RICERCA Pisa, Aula magna della facoltà di Scienze politiche Giovedì 16 febbraio 2006, h. 15.00 Unipi EPrints, Barbara Pistoia bpistoia@dcci.unipi.it

Dettagli

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE

P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 ALLEGATO A. SCHEDA PROGETTO per la creazione di BIBLIOTECA SCIENTIFICA REGIONALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE P.O.R. SARDEGNA 2000-2006 MISURA 3.13 RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO NELLE IMPRESE E TERRITORIO ALLEGATO A SCHEDA PROGETTO per la creazione

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I S A L E R N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I S A L E R N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I S A L E R N O Regolamento per la gestione, tenuta e tutela delle tesi dell Università degli Studi Salerno INDICE CAPO I PRINCIPI, AMBITO DI APPLICAZIONE, DEFINIZIONI...

Dettagli

Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08

Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08 Linee guida per la redazione della tesi di laurea Corsi di laurea specialistica e magistrale A.A. 2007/08 Indice Presentazione 4 Norme per il Corso di laurea specialistica in Disegno industriale del prodotto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA Dipartimento di Studi Umanistici Lettere, Beni culturali, Scienze della Formazione

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA Dipartimento di Studi Umanistici Lettere, Beni culturali, Scienze della Formazione UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA Dipartimento di Studi Umanistici Lettere, Beni culturali, Scienze della Formazione REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DELLA TESI, LO SVOLGIMENTO E LA VALUTAZIONE DELL ESAME

Dettagli

Gestione Tesi Online

Gestione Tesi Online Gestione Tesi Online Guida docente Versione 2.0 Autore Gruppo di lavoro Esse3 Stato Approvato Fase Sperimentazione Revisore Prof. V. Auletta Data 07/03/2016 Distribuito a: Docenti dell Ateneo Sommario

Dettagli

Deposito e trattamento delle tesi nelle biblioteche dell Università di Parma

Deposito e trattamento delle tesi nelle biblioteche dell Università di Parma Deposito e trattamento delle tesi nelle biblioteche dell Università di Parma Fabrizia Bevilacqua Responsabile del deposito istituzionale DSpace@Unipr 1. Scopo dell indagine Il Settore Biblioteche dell

Dettagli

GeoSoft BLU. short presentation

GeoSoft BLU. short presentation short presentation 1 short presentation Che cosa è? A cosa serve? Il software BLU è un prodotto software di tipo CRM (Customer Relationship Management) e Data Publishing finalizzato alla alla gestione

Dettagli

UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA E BENI CULTURALI LABORATORIO DI BENI CULTURALI CARTA DEI SERVIZI

UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA E BENI CULTURALI LABORATORIO DI BENI CULTURALI CARTA DEI SERVIZI UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA E BENI CULTURALI LABORATORIO DI BENI CULTURALI CARTA DEI SERVIZI Informazioni generali Strutture, spazi e attrezzature Consistenza e disponibilità

Dettagli

Sistematizzare la documentazione di progetto Una metodologia per un Quality-controlled Subject Gateway del design

Sistematizzare la documentazione di progetto Una metodologia per un Quality-controlled Subject Gateway del design Dipartimento INDACO Facoltà del Design - III Facoltà d Architettura Politecnico di Milano Sistematizzare la documentazione di progetto Una metodologia per un Quality-controlled Subject Gateway del design

Dettagli

AMS Tesi di Laurea. Marialaura Vignocchi - Roberta Lauriola. ASDD Settore Gestione e sviluppo della biblioteca digitale d Ateneo AlmaDL

AMS Tesi di Laurea. Marialaura Vignocchi - Roberta Lauriola. ASDD Settore Gestione e sviluppo della biblioteca digitale d Ateneo AlmaDL AMS Tesi di Laurea Marialaura Vignocchi - Roberta Lauriola ASDD Settore Gestione e sviluppo della biblioteca digitale d Ateneo AlmaDL Bologna, 11 e 16 ottobre 2013 Un corso su AMS Tesi di Laurea per conoscere

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI. Accesso on line ai metadati e ai dati

UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI. Accesso on line ai metadati e ai dati scaletta per seminario 14-12-05 UN SISTEMA DI ARCHIVI AUDIOVISIVI sul tema Accesso on line ai metadati e ai dati a cura di Francesco Baldi Discoteca di Stato e Museo dell Audiovisivo novembre 2005 Quadro

Dettagli

Nome SPINAZZA FABIO Indirizzo VIA MATTEOTTI, 113 21051 ARCISATE - VA Telefono Uff. 0332 255229 Fax E-mail faspin@tin.it

Nome SPINAZZA FABIO Indirizzo VIA MATTEOTTI, 113 21051 ARCISATE - VA Telefono Uff. 0332 255229 Fax E-mail faspin@tin.it P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E ( F O R M A T O E U R O P E O ) INFORMAZIONI PERSONALI Nome SPINAZZA FABIO Indirizzo VIA MATTEOTTI, 113 21051 ARCISATE - VA Telefono Uff. 0332 255229 Fax E-mail

Dettagli

CENTRO DI ATENEO DI DOCUMENTAZIONE REGOLAMENTO INTERNO

CENTRO DI ATENEO DI DOCUMENTAZIONE REGOLAMENTO INTERNO CENTRO DI ATENEO DI DOCUMENTAZIONE REGOLAMENTO INTERNO ART. 1 FINALITÀ ISTITUZIONALI Il (C.A.D.) coordina le strutture bibliotecarie dell Ateneo e i servizi informativi e documentali, gestisce le risorse

Dettagli

Università degli Studi di Udine. Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine

Università degli Studi di Udine. Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine Università degli Studi di Udine Modalità e limiti di utilizzo della rete telematica dell Università di Udine Gruppo di lavoro istituito il 16 aprile 2004 con decreto rettorale n. 281 Pier Luca Montessoro,

Dettagli

informarisorse Tracciarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari

informarisorse Tracciarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Tracciarisorse Risorse multidisciplinari informarisorse InFormaRisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario di Ateneo finalizzato

Dettagli

A. PERIODI E SCADENZE PER IL DEPOSITO E L APPROVAZIONE ONLINE DELLE TESI

A. PERIODI E SCADENZE PER IL DEPOSITO E L APPROVAZIONE ONLINE DELLE TESI ASBA Area Servizi Bibliotecari di Ateneo TeDOC Servizio tesi e documentazione ASICT Area Servizi ICT - Servizio applicazioni bibliotecarie, per la ricerca e di supporto alla gestione documentale ISTRUZIONI

Dettagli

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA

FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA DI INFORMATICA APPLICATA Titolo I Disposizioni generali Art. 1 Informatica applicata 1. Presso la Facoltà di Agraria sono impartiti insegnamenti

Dettagli

informarisorse IEEE/IET Electronic Library InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse specialistiche. Politecnico

informarisorse IEEE/IET Electronic Library InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse specialistiche. Politecnico informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche IEEE/IET Electronic Library Risorse specialistiche. Politecnico informarisorse InFormaRisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario

Dettagli

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi

Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi Servizi bibliotecari di Ateneo: Carta dei servizi La Carta dei servizi La Carta dei servizi precisa ciò che gli utenti possono attendersi dai Servizi bibliotecari dell Università di Bergamo e le attese

Dettagli

6. SUPPORTI INFORMATIVI

6. SUPPORTI INFORMATIVI SiBA - SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO Il Sistema Bibliotecario di Ateneo coordina l acquisizione e la gestione del patrimonio bibliografico e documentale necessario al supporto di tutte le attività di

Dettagli

Introduzione alla Ricerca Bibliografica. User Education nella Biblioteca della Facoltà di Scienze della Formazione della LUMSA

Introduzione alla Ricerca Bibliografica. User Education nella Biblioteca della Facoltà di Scienze della Formazione della LUMSA Introduzione alla Ricerca Bibliografica on-line User Education nella Biblioteca della Facoltà di Scienze della Formazione della LUMSA DALL ORIENTAMENTO IN BIBLIOTECA ALLA USER EDUCATION SU RICHIESTA Le

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO E L APPROVAZIONE ONLINE DELLE TESI DI LAUREA SPECIALISTICHE/MAGISTRALI E VECCHIO ORDINAMENTO

ISTRUZIONI PER IL DEPOSITO E L APPROVAZIONE ONLINE DELLE TESI DI LAUREA SPECIALISTICHE/MAGISTRALI E VECCHIO ORDINAMENTO ASBA - Area Servizi Bibliotecari di Ateneo TeDOC Servizio tesi e documentazione ASICT - Area Servizi ICT - Servizio applicazioni bibliotecarie, per la ricerca e di supporto alla gestione documentale ISTRUZIONI

Dettagli

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE

TARGET DOCUVISION DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE 0 SOMMARIO TARGET DOCUVISION 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE 4 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI MODULI 5 LOGICA OPERATIVA MODULO DOCUVISION 6 LOGICA OPERATIVA DELLE FUNZIONALITA WORKFLOW 7 GESTIONE DOCUMENTI

Dettagli

SPAZIOZERO SERVIZIO DI ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI CARTACEI

SPAZIOZERO SERVIZIO DI ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI CARTACEI SPAZIOZERO DI ARCHIVIAZIONE OTTICA DEI DOCUMENTI CARTACEI Obbiettivi del servizio Con la digitalizzazione dell archivio cartaceo di: - Atti di Stato Civile - Cartellini Carte Identità - Cartellini Individuali

Dettagli

Opendoc DLS Digital Library System

Opendoc DLS Digital Library System Opendoc DLS Digital Library System Opendoc DLS - Digital Library System Chi siamo Opendoc Srl è una società milanese nata a seguito di un'importante esperienza per il Ministero per i Beni e le Attività

Dettagli

Gestione documentale. Arxivar datasheet del 30-09-2015 Pag. 1

Gestione documentale. Arxivar datasheet del 30-09-2015 Pag. 1 Gestione documentale Con ARXivar è possibile gestire tutta la documentazione e le informazioni aziendali, i documenti e le note, i log, gli allegati, le associazioni, i fascicoli, i promemoria, i protocolli,

Dettagli

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE ARCHIVIAZIONE DOCUMENTALE Value proposition La gestione dei documenti cartacei è oggi gravemente compromessa: l accesso ai documenti e lo spazio fisico per la conservazione, cioè le key feature, sono messi

Dettagli

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F Albumdi.it software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based standard ICCD scheda F Copyright by CG Soluzioni Informatiche - www.albumdi.it MOD-ST: 004 - Pag.1 Caratteristiche

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Art. 15, comma 3, lett. a) e b) Legge 6 agosto 2008, n. 133 Caratteristiche tecniche e tecnologiche libri di testo PREMESSA Il libro di testo, nella sua versione a stampa, on line e mista, costituisce

Dettagli

Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi

Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi Regolamento per la consegna e l archiviazione delle tesi Approvato con delibera della Giunta esecutiva n. 21 del 04.06.2002 Modificato con delibera della Giunta esecutiva n. 28 del 25.10.2002 Modificato

Dettagli

K-Archive. Conservazione Sostitutiva

K-Archive. Conservazione Sostitutiva K-Archive per la Conservazione Sostitutiva Descrizione Prodotto Per informazioni: MKT Srl Corso Sempione 33-20145 Milano Tel: 02-33104666 FAX: 20-70039081 Sito: www.mkt.it Email: ufficio@mkt.it Copyright

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

Lo schema complessivo con cui opera il servizio è quello rappresentato in figura. 1

Lo schema complessivo con cui opera il servizio è quello rappresentato in figura. 1 U N I A R C Amministrazione Digitale dei Documenti Nell ambito delle trasformazioni legate alla conversione al digitale della Pubblica Amministrazione e delle Imprese (nuovo Codice dell Amministrazione

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 2F RIM Materia: Informatica Docente: Piovesan Paola Situazione di partenza della classe Non mi è possibile definire il livello di partenza

Dettagli

WORKFLOW TESI ON-LINE CORSI DI LAUREA TRIENNALI

WORKFLOW TESI ON-LINE CORSI DI LAUREA TRIENNALI WORKFLOW TESI ON-LINE CORSI DI LAUREA TRIENNALI Limitatamente ai corsi di laurea triennali dell area sanitaria: "Ai sensi dell'art 53 del D.Lgs. 165/2001, la partecipazione alle commissioni degli esami

Dettagli

Siti Web e Information Architecture: organizzare i contenuti e strutturare le informazioni

Siti Web e Information Architecture: organizzare i contenuti e strutturare le informazioni Siti Web e Information Architecture: organizzare i contenuti e strutturare le informazioni Ornella Nicotra A.A.1999-2000 Modulo europeo Action Jean Monnet Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari

Dettagli

Biblioteche, centri di documentazione e musei digitali per la ricerca e la formazione superiore

Biblioteche, centri di documentazione e musei digitali per la ricerca e la formazione superiore Biblioteche, centri di documentazione e musei digitali per la ricerca e la formazione superiore Jacopo Di Cocco Direttore CIB, coordinatore CASA, CNC-SBN, GSB-CRUI, OTS-GARR 24-26 giugno 2002 Bologna:

Dettagli

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS?

FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? FAQ EIPASS A COSA SERVONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI OTTENGONO LE CERTIFICAZIONI EIPASS? COME SI ACCEDE ALLA PIATTAFORMA? CHE COSA E' AULA DIDATTICA 3.0? IN CHE COSA CONSISTE L'ESAME? La Certificazione

Dettagli

GUIDA ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI

GUIDA ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI Laurea in Lingue e cultura per l impresa (a. a. 2005/2006) Corso di Informatica GUIDA ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI PROGRAMMA CFU 6 Corso di laurea / anno DU I o II anno, CL4 II anno Professore Roberto

Dettagli

Gestione Documentale Conservazione Ottica Sostitutiva Firma Digitale

Gestione Documentale Conservazione Ottica Sostitutiva Firma Digitale Gestione Documentale Conservazione Ottica Sostitutiva Firma Digitale GMC Consulting s.n.c. - Via Visconti di Modrone, 2-20122 Milano La soluzione KarthaDoc Descrizione funzionalità KarthaDoc I sistemi

Dettagli

PROTOS GESTIONE DELLA CORRISPONDENZA AZIENDALE IN AMBIENTE INTRANET. Open System s.r.l.

PROTOS GESTIONE DELLA CORRISPONDENZA AZIENDALE IN AMBIENTE INTRANET. Open System s.r.l. Open System s.r.l. P.IVA: 00905040895 C.C.I.A.A.: SR-7255 Sede Legale: 96016 Lentini Via Licata, 16 Sede Operativa: 96013 Carlentini Via Duca degli Abruzzi,51 Tel. 095-7846252 Fax. 095-7846521 e-mail:

Dettagli

DOMANDA DI LAUREA QUANDO

DOMANDA DI LAUREA QUANDO DOMANDA DI LAUREA Per il conseguimento della Laurea, Laurea Specialistica, Laurea Magistrale e Laurea Magistrale a ciclo unico è necessario superare una prova finale. La modalità di svolgimento è fissata

Dettagli

COMUNICATO. Vigilanza sugli intermediari Entratel: al via i controlli sul rispetto della privacy

COMUNICATO. Vigilanza sugli intermediari Entratel: al via i controlli sul rispetto della privacy COMUNICATO Vigilanza sugli intermediari Entratel: al via i controlli sul rispetto della privacy Nel secondo semestre del 2011 l Agenzia delle Entrate avvierà nuovi e più articolati controlli sul rispetto

Dettagli

Le dichiarazioni fiscali in sicurezza

Le dichiarazioni fiscali in sicurezza P1568 MODULI DIcHIaRaZIOnI FIScaLI Le dichiarazioni fiscali in sicurezza I moduli Dichiarazioni Fiscali del Sistema ViaLibera sono lo strumento modulare e integrato per la gestione completa e sicura di

Dettagli

Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Giurisprudenza Regolamento per la prova finale dei corsi di laurea magistrale/specialistica

Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Giurisprudenza Regolamento per la prova finale dei corsi di laurea magistrale/specialistica Università degli Studi di Foggia Dipartimento di Giurisprudenza Regolamento per la prova finale dei corsi di laurea magistrale/specialistica (approvato nella seduta del Consiglio del Dipartimento di Giurisprudenza

Dettagli

Archiviazione ottica documentale

Archiviazione ottica documentale Archiviazione ottica documentale Le informazioni che cercate sempre disponibili e condivise, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza Chi siamo Cos è Charta Il processo di archiviazione I nostri punti

Dettagli

Cercare documenti Web

Cercare documenti Web Pagine web (struttura html) Cercare documenti Web Motori di Ricerca I MOTORI DI RICERCA Sulla rete Web vi sono strumenti specifici chiamati motori di ricerca (research engines) per la ricerca di siti e

Dettagli

Progetto NIR e ai suoi strumenti di sviluppo

Progetto NIR e ai suoi strumenti di sviluppo Introduzione al Progetto NIR e ai suoi strumenti di sviluppo Costantino Ciampi ITTIG-CNR URL: http://www.ittig ittig.cnr.it e-mail: c.ciampi ciampi@ittig.cnr.it 1 Il progetto NIR Accesso alle Norme in

Dettagli

Guida all elaborazione della Tesi

Guida all elaborazione della Tesi Università degli Studi di Torino Scuola di Medicina Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche Corso di Laurea in Infermieristica Sedi Torino (Città della Salute, TO2, TO4) Guida all elaborazione

Dettagli

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo...

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo... Pagina 1 di 5 Trasparenza - versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i

Dettagli

josh Archive! il software per Archiviazione Documentale josh Archive! per una completa gestione dei processi di

josh Archive! il software per Archiviazione Documentale josh Archive! per una completa gestione dei processi di josh Archive! il software per l Archiviazione Documentale josh Archive! per una completa gestione dei processi di Archiviazione Documentale e Conservazione Sostitutiva Cos è josh Archive! Dalla scansione

Dettagli

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL TOLC DA PARTE DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL TOLC DA PARTE DEGLI STUDENTI 1. TEST TOLC DEFINIZIONI, VALIDAZIONE, VALORE NAZIONALE a) I Test On Line CISIA sono uno strumento di orientamento e di valutazione delle capacità iniziali per l'ingresso prevalentemente ai Corsi di Studio

Dettagli

4Serials Opendoc Document Management System

4Serials Opendoc Document Management System 4Serials Opendoc Document Management System Chi siamo Opendoc Srl è una società milanese nata a seguito di un'importante esperienza per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ha portato al

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA TENUTA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE DELLA PROVINCIA DI SIENA

DISCIPLINARE PER LA TENUTA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE DELLA PROVINCIA DI SIENA DISCIPLINARE PER LA TENUTA DELL ALBO PRETORIO ON-LINE DELLA PROVINCIA DI SIENA Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Oggetto ed ambito di applicazione Gestione dell Albo Pretorio on-line

Dettagli

Guida per la compilazione on line del. modulo di assegnazione dell elaborato finale

Guida per la compilazione on line del. modulo di assegnazione dell elaborato finale Guida per la compilazione on line del modulo di assegnazione dell elaborato finale 1 INDICE INTRODUZIONE... 3 1. INSERIMENTO MODULO ASSEGNAZIONE ELABORATO FINALE / TESI... 4 2. FAQ...13 2 INTRODUZIONE

Dettagli

PROGETTO DI GESTIONE DELLE OPERE D ARTE STRADALI

PROGETTO DI GESTIONE DELLE OPERE D ARTE STRADALI PROGETTO DI GESTIONE DELLE OPERE D ARTE STRADALI SOFTWARE BRIDGE La conservazione delle opere d arte stradali e ferroviarie è un dovere fondamentale di ogni concessionario, sia esso pubblico o privato,

Dettagli

REGOLAMENTO INERENTE LA TESI DI LAUREA, L ESAME FINALE DI LAUREA,

REGOLAMENTO INERENTE LA TESI DI LAUREA, L ESAME FINALE DI LAUREA, LE MODALITA' DI SVOLGIMENTO DEL LABORATORIO DI TESI DI LAUREA del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura U.E. Nuovo Ordinamento CdCS del 20-10-2010, 03-11-2010, 10-11-2010,

Dettagli

La dematerializzazione nell attività di supporto al processo legislativo.

La dematerializzazione nell attività di supporto al processo legislativo. La dematerializzazione nell attività di supporto al processo legislativo. Silvia Bertini Direzione Processo Legislativo Elena Fenoglio Settore progettazione, sviluppo e gestione sistemi informativi e Banca

Dettagli

Dal cartaceo al digitale: la dematerializzazione degli a1. La conservazione del documento digitale. Notaio Gea Arcella garcella@notariato.

Dal cartaceo al digitale: la dematerializzazione degli a1. La conservazione del documento digitale. Notaio Gea Arcella garcella@notariato. Dal cartaceo al digitale: la dematerializzazione degli a1 La conservazione del documento digitale Notaio Gea Arcella garcella@notariato.it Mantova, 17 maggio 2013 1 La conservazione in generale Normativa

Dettagli

Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca

Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca Allegato al PTOF dell I.C. Giuseppe Scelsa Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca Premessa L Animatore Digitale individuato in ogni scuola sarà (rif. Prot. n 17791 del 19/11/2015) destinatario di un

Dettagli

Anno Scolastico 2011-2012. Relazione finale. Funzione Strumentale. Nuove tecnologie

Anno Scolastico 2011-2012. Relazione finale. Funzione Strumentale. Nuove tecnologie Anno Scolastico 2011-2012 Relazione finale Funzione Strumentale Nuove tecnologie RELAZIONE FINALE DEI RESPONSABILI DELLE AULE INFORMATICA DELLE SEZIONI VALENTE PENAZZATO - MEDIA Commissione: Cafasso Crimaldi

Dettagli

CONVENZIONE. tra: Il Politecnico di Milano - Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle

CONVENZIONE. tra: Il Politecnico di Milano - Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle CONVENZIONE tra: Il Politecnico di Milano - Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito - Department Architecture, Built Environment and Construction Engineering (ABC)

Dettagli

Il progetto classi 2.0

Il progetto classi 2.0 classe classe 2.0 2.0 Didattica innovativa Il progetto classi 2.0 Il progetto Cl@ssi 2.0, attivato nel 2009 dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca, ha l obiettivo di promuovere

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i laureati di corsi

Dettagli

PREMIO UNIVERSITA 2015 III Edizione Bando di Concorso

PREMIO UNIVERSITA 2015 III Edizione Bando di Concorso DISTRETTO ROTARACT 2041 - DISTRETTO ROTARACT 2042 - DISTRETTO ROTARACT 2050 PREMIO UNIVERSITA 2015 III Edizione Bando di Concorso INTRODUZIONE Il Rotaract è un Programma formativo del Rotary International.

Dettagli

Marca da bollo Valore vigente

Marca da bollo Valore vigente Pag 1 di 5 Marca da bollo Valore vigente DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT Al Magnifico Rettore dell'università degli Il/la sottoscritto/a matr. nato/a a prov. il residente in via comune prov CAP telefono

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA NORME PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA DI LAUREA MAGISTRALE PRESSO IL DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, DEGLI ALIMENTI E DELL AMBIENTE A) ESAME DI LAUREA Art. 1 Ammissione

Dettagli

Costruire un progetto di digitalizzazione

Costruire un progetto di digitalizzazione Convegno di studio ABEI Senigallia 2012 Costruire un progetto di digitalizzazione standard, formati e strumenti adeguati agli obiettivi di un progetto relatore dr. Paolo Tentori Novantiqua Multimedia BIBLIOTECA

Dettagli

DEPOSITO E APPROVAZIONE ONLINE DELLE TESI DI DOTTORATO - ANNO 2014

DEPOSITO E APPROVAZIONE ONLINE DELLE TESI DI DOTTORATO - ANNO 2014 DEPOSITO E APPROVAZIONE ONLINE DELLE TESI DI DOTTORATO - ANNO 2014 Ultimo aggiornamento: 16/01/2014 Ogni dottorando ha l obbligo di depositare la propria tesi di dottorato in formato elettronico (PDF)

Dettagli

Profilo Professionale

Profilo Professionale Profilo Professionale Addetto Raccolta dati ed elaborazione Roma 16 Aprile 2014 Organizzazione Sviluppo Risorse Umane e Qualità Certificata ISO 9001:2008 Certificata OHSAS 18001:2007 Finalità Nell ambito

Dettagli

La digitalizzazione negli studi professionali e la fatturazione elettronica La soluzione Sistemi. Dott.sa Paola Callegari

La digitalizzazione negli studi professionali e la fatturazione elettronica La soluzione Sistemi. Dott.sa Paola Callegari La digitalizzazione negli studi professionali e la fatturazione elettronica La soluzione Sistemi Dott.sa Paola Callegari Fatturazione Elettronica Emissione/ Trasmissione Archiviazione Conservazione CHIAVI

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO. Soluzioni gestionali integrate per la Pubblica Amministrazione Architettura client/server

PROTOCOLLO INFORMATICO. Soluzioni gestionali integrate per la Pubblica Amministrazione Architettura client/server Soluzioni gestionali integrate per la Pubblica Amministrazione Architettura client/server PROTOCOLLO INFORMATICO Acquisizione Massiva Documenti Manuale Utente Protocollo Informatico 1/9 INDICE 1 INTRODUZIONE

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE METODOLOGICO-DIDATTICA INERENTE LA REALIZZAZIONE DI UNA CLASSE DIGITALE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i laureati di corsi

Dettagli

Specifiche tecniche. La piattaforma deve soddisfare i seguenti requisiti:

Specifiche tecniche. La piattaforma deve soddisfare i seguenti requisiti: Allegato A Specifiche tecniche 1) Obiettivi 2) Formazione in modalità e-learning 3) Requisiti Front Office del sistema 4) Requisiti Back Office del sistema 5) Fase di monitoraggio formazione 6) Videolezioni

Dettagli

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale

Lezione 1. Introduzione e Modellazione Concettuale Lezione 1 Introduzione e Modellazione Concettuale 1 Tipi di Database ed Applicazioni Database Numerici e Testuali Database Multimediali Geographic Information Systems (GIS) Data Warehouses Real-time and

Dettagli

Il formato PDF/A: Archiviazione digitale documentale

Il formato PDF/A: Archiviazione digitale documentale E-Mission - Sez. italiana PDF/A Comp. Center Il formato PDF/A: Archiviazione digitale documentale Il PDF/A, il formato digitale per l archiviazione digitale sostitutiva Il PDF/A Competence Center e la

Dettagli

Tema Gestione documentale Dematerializzazione delle tesi

Tema Gestione documentale Dematerializzazione delle tesi Tema Gestione documentale Dematerializzazione delle tesi Rapporto per Tavolo Tecnico 17/02/2011 I risultati della rilevazione effettuata Maria Guercio, Stefano Palagiano Premessa e principali nodi critici

Dettagli

Archiviazione e gestione documenti per studi commercialisti

Archiviazione e gestione documenti per studi commercialisti Archiviazione e gestione documenti per studi commercialisti ScanDataCenter è una suite per l archiviazione dei documenti cartacei ed elettronici che ne rende immediata la ricerca e la divulgazione sia

Dettagli

TARGET DEL PRODOTTO DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE

TARGET DEL PRODOTTO DOCUVISION WORKFLOW DIGITALE PRESENTAZIONE 2 TARGET DEL PRODOTTO CHE COSA E Docuvision Workflow Digitale è uno strumento studiato per: la gestione elettronica dei documenti, acquisiti trami- te scanner, clipboard o file (disco, supporto

Dettagli

Presentazione della Tesi di Laurea:

Presentazione della Tesi di Laurea: UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI "FEDERICO II" FACOLTA' DI INGEGNERIA Dipartimento di Informatica e Sistemistica Anno Accademico 1992-93 Presentazione della Tesi di Laurea: "Sistemi Informativi per la

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA 1) COPERTINA E FRONTESPIZIO Devono recare indicazione Università Telematica e-campus (senza logo), Facoltà di.., Titolo della tesi, Nome e Cognome del Relatore

Dettagli

Biblioteca di Ateneo: servizi e strumenti per la ricerca. di Ilaria Moroni

Biblioteca di Ateneo: servizi e strumenti per la ricerca. di Ilaria Moroni Biblioteca di Ateneo: servizi e strumenti per la ricerca di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: maggio 2012 BdA - sommario Introduzione: perché, dove e quando, cosa e come Servizi: fai da te, di prestito,

Dettagli

informarisorse Discovery service Summon InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari

informarisorse Discovery service Summon InFormare sull uso delle risorse elettroniche Risorse multidisciplinari informarisorse InFormare sull uso delle risorse elettroniche Discovery service Summon Risorse multidisciplinari informarisorse InFormaRisorse informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario di Ateneo

Dettagli

Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche

Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell Umbria e delle Marche VIsualizzazione Esami Web (VIEW) Regolamentazione accesso VIEW (VIsualizzazione Esami Web) Regolamentazione accesso Pagina 1 di 7 Indice Generalità e regolamentazione accesso... 3 Profilo di accesso...

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

Tuttocamere - Manuale Fedra Plus PARTE TERZA LA PRATICA TELEMATICA. Parte Terza Cap. 1 - Supporti tecnici Maggio 2006 - Pag. 1/8

Tuttocamere - Manuale Fedra Plus PARTE TERZA LA PRATICA TELEMATICA. Parte Terza Cap. 1 - Supporti tecnici Maggio 2006 - Pag. 1/8 PARTE TERZA LA PRATICA TELEMATICA Parte Terza Cap. 1 - Supporti tecnici Maggio 2006 - Pag. 1/8 1. I SUPPORTI TECNICI E LE OPERAZIONI DA COMPIERE PER L INVIO TELEMATICO 1. I supporti tecnici necessari Il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA D.R. n. 3 del 30/06/2009 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi Guglielmo Marconi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 127 del 31 maggio 2008; VISTO il Regolamento Didattico

Dettagli

IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT

IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI MEDIANTE CONSOLLE PCT Il professionista che riveste l incarico di delegato alle operazioni di vendita, al fine del deposito degli atti delle procedure di esecuzione immobiliare

Dettagli

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio Perito Informatico Presentazione del corso di studio 19/11/2008 Perito Informatico 1 Chi è il Perito in Il perito Industriale per l è in grado di conoscere, valutare, dimensionare e gestire le tecnologie

Dettagli

MEDIA LIBRARY Biblioteca Digitale di pubblica lettura Progetto di cooperazione tra realtà bibliotecarie

MEDIA LIBRARY Biblioteca Digitale di pubblica lettura Progetto di cooperazione tra realtà bibliotecarie Seriate, 23 maggio 2008 seminario "Nuove tecnologie e nuovi servizi in una biblioteca di pubblica lettura" MEDIA LIBRARY Biblioteca Digitale di pubblica lettura Progetto di cooperazione tra realtà bibliotecarie

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: 2E TUR Materia: Informatica Docente: Piovesan Paola Situazione di partenza della classe La classe è composta da 20 studenti di cui uno affiancato

Dettagli

Spool Pdf. Spool Pdf è un Tool ideato per trasferire reports da ISERIES a PC

Spool Pdf. Spool Pdf è un Tool ideato per trasferire reports da ISERIES a PC Spool Pdf è un prodotto sviluppato interamente da Skemalog Spool Pdf Spool Pdf è un Tool ideato per trasferire reports da ISERIES a PC Con Spool Pdf puoi trasferire le stampe del tuo Iseries tramite rete

Dettagli

PROGETTO POLIMNIA Deposito digitale delle tesi

PROGETTO POLIMNIA Deposito digitale delle tesi Università degli Studi di Parma Settore Biblioteche PROGETTO POLIMNIA Deposito digitale delle tesi preparato da Fabrizia Bevilacqua responsabile DSpaceUnipr Versione 1.4, 12 marzo 2007 Sintesi del progetto

Dettagli

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT

DOMANDA DI LAUREA VECCHIO ORDINAMENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT Pag 1 di 5 Marca da bollo Valore vigente AL MAGNIFICO RETTORE dell'università degli Il/La sottoscritto/a matr. nato/a a prov. il residente in via comune prov CAP telefono fisso cellulare e-mail personale

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova

Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova Obiettivi di accessibilità per l Ateneo di Genova anno 2015 Versione 1 Redatta il 27/03/2015 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Centro servizi informatici

Dettagli