Pagina 1 di 40 Copyright BIC Lazio S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pagina 1 di 40 Copyright BIC Lazio S.p.A."

Transcript

1 BIC Lazio S.p.A. Capitolato Tecnico per l affidamento dei Servizi di Lancio e Gestione del FabLab diffuso della Regione LAZIO: Roma, Viterbo, Bracciano Pagina 1 di 40

2 Avviso Le informazioni contenute in questo documento sono proprietà di BIC Lazio S.p.A. ( LA STAZIONE APPALTANTE ) e sono protette dalla legislazione internazionale sul copyright (c) (Diritti di copia). Sebbene ogni misura sia stata presa per assicurare che le informazioni contenute in questo documento siano aggiornate e accurate, LA STAZIONE APPALTANTE non potrà essere considerata responsabile per eventuali inaccuratezze o errori nelle informazioni contenute in questo documento. LA STAZIONE APPALTANTE non fornisce garanzia di alcun tipo circa le informazioni contenute in questo documento e non potrà essere ritenuta responsabile per danni diretti o indiretti che possano prodursi in relazione con la fornitura, o l utilizzo delle informazioni contenute all interno di questo documento. LA STAZIONE APPALTANTE si riserva il diritto di modificare le informazioni contenute in questo documento e ogni requisito di servizio. Apple, e MAC sono marchi registrati della Apple Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi o in entrambi. Microsoft, e Windows sono marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi o in entrambi. Altri nomi di aziende, prodotti e servizi possono essere marchi registrati di altre aziende. Ogni affermazione riguardante i piani, le direzioni e le intenzioni della STAZIONE APPALTANTE sono suscettibili di cambiamento. Pagina 2 di 40

3 Indice Avviso... 2 Indice... 3 Storia delle versioni... 5 Acronimi... 6 Preambolo... 7 Il committente: La Stazione Appaltante... 7 Obiettivi della Gara Attuale... 7 Introduzione... 8 IL FABLAB Definizione e storia... 8 FabLab e territorio... 9 Le Condizioni per essere FABLAB e la FAB CHARTER La Fab Charter... 9 Il FabLab diffuso di Roma, Viterbo e Bracciano Il FabLab di Roma Il FabLab di Bracciano Il FabLab di Viterbo Aree del FabLab: Il Digital Lab L Interactive Lab: Il Training Lab La Networking area Hardware e Software per le aree DIGITAL LAB Roma, Viterbo Bracciano Hardware Software Hardware e Software per le aree Interactive, Training LAB - Roma, Viterbo, Bracciano Hardware Software: Magazzino Attività Formative e Informative Definizioni delle attività informative Definizioni delle attività formative Corsi I Workshop Faber School Requisiti organizzativi del FA Oggetto della Fornitura Definizione dello staff necessario Il Lab Manager Il Technical Manager Il Communication e Social Media Manager I Formatori Organizzazione e modello di gestione Pagina 3 di 40

4 Accesso al FabLab Le modalità di adesione Modalità di gestione del magazzino Strumenti di supporto alla gestione del FabLab La prenotazione delle macchine L iscrizione a Corsi, Workshop, Tutorial Altri compiti del Fornitore Conduzione e gestione dei FabLab La manutenzione dei macchinari e del software Durata e Organizzazione del Servizio Relazione Tecnica e Palinsesto Regola di esecuzione della fornitura Gestione della fornitura Pianificazione Consuntivi e SAL Appendice 1 Layout sedi FabLab Sede di Roma Sede di Bracciano Sede di Viterbo Appendice 2 : Ripartizione Hardware e Software per sedi Bibliografia e Webliografia... 40

5 Storia delle versioni Versione Data di rilascio Descrizione Capitolato_Servizi_lancio_FabLab.docx Documento iniziale Capitolato_Servizi_FabLab V1.0.docx Bozza Capitolato_Servizi_Fablab V2.0.docx Modello di gestione Capitolato_Servizi_Fablab V3.0.docx Documento Finale Pagina 5 di 40

6 Acronimi Abbreviazione ICT CBA MIT IoT BIC UX CAD CAM CNC NAS AR VR ATS DIY STL Descrizione Information and Communication Technology Center for Bits and Atoms Massachusetts Institute of Technology Internet of Things Business Innovation Center User experience Computer Aided Design Computer Aided Manufacturing Computer Numerical Controlled Network Attached Storage Augmented reality Virtual Reality Associazione Temporanea di Scopo Do it yourself STereo Lithography interface format Pagina 6 di 40

7 Preambolo Questo documento (Capitolato_Servizi_Fablab V3.0.docx) è il capitolato tecnico che descrive i requisiti dei Servizi di Lancio e Gestione del FabLab diffuso della Regione Lazio così come organizzato nelle sue tre sedi attuali di Roma, Viterbo e Bracciano e come specificato nel documento e nelle appendici. Il FabLab diffuso della Regione Lazio è il risultato di un progetto POR-FESR ( ) denominato STAArT Up (Supporting Tools for Audiovisual and Artistic Upgrade), iniziativa della Direzione Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio. Il progetto ha caratteristiche di transnazionalità che si realizzano attraverso la collaborazione dei partner Technoport S.A. (Lussemburgo) e CEEI Burgos (Centro Europeo de Empresas e innovacion Spagna). Il documento descrive, le caratteristiche del FabLab diffuso e i servizi richiesti nelle tre sedi di Bracciano, Roma e Viterbo, come specificato nelle pagine che seguono. Il committente: La Stazione Appaltante BIC Lazio è una società operante in regime di " in house providing" della Regione Lazio. BIC Lazio è stata istituita dalla Legge Regionale 35/90. BIC Lazio sostiene lo sviluppo del territorio attraverso la nascita di nuove imprese e il potenziamento di quelle esistenti. Grazie alla sua consolidata esperienza e alla presenza capillare in tutta la regione, è in grado di ascoltare le richieste del tessuto economico locale e di trasferirle a chi intende avviare nuove attività. BIC Lazio lavora in stretta collaborazione con le Istituzioni e con la comunità economica e finanziaria regionale. Per maggiori dettagli sulla stazione appaltante il lettore può fare riferimento al sito istituzionale disponibile all indirizzo web Obiettivi della Gara Attuale L obiettivo della gara attuale è la concessione dei Servizi di Lancio e Gestione del FabLab diffuso della Regione Lazio sedi di Roma, Viterbo, Bracciano a partire dal 15 Giugno fino al 3 Ottobre 2015 come meglio specificato nella sezione Durata del Servizio. Il FabLab diffuso della Regione Lazio è in questo momento in fase avanzata d installazione nelle tre sedi e sarà disponibile al pubblico alla fine del mese di maggio Il presente capitolato tecnico costituisce parte integrante del contratto finale di aggiudicazione. L accettazione del contratto da parte del Fornitore Aggiudicatario (FA) implica da parte sua l accettazione dei requisiti di servizio descritti in questo documento. Pagina 7 di 40

8 Introduzione IL FABLAB Definizione e storia Il FabLab, dall inglese Fabrication Laboratory, è una piccola officina che offre servizi personalizzati di fabbricazione digitale. Un FabLab è generalmente dotato di una serie di strumenti computerizzati in grado di realizzare, in maniera flessibile e semi-automatica, quasi qualunque cosa, inclusi prodotti tecnologici generalmente considerati di appannaggio esclusivo della produzione di massa. Wikipedia. A low-cost lab that lets people build things they need using digital and analog tools. It s a simple idea with powerful results. Neil Gershenfeld - MIT s Center for Bits and Atoms. Uno spazio che ha creato una piccola comunità di persone interessate a capire come si possano inventare nuovi processi produttivi, nuovi modelli di business partendo dalla fabbricazione digitale, dall open source e dalla collaborazione tra persone. Massimo Banzi, inventore di Arduino, e Davide Gomba. I FabLab costituiscono una rete mondiale, per maggiori dettagli il lettore può fare riferimento al sito della Fab Foundation disponibile all indirizzo Un FabLab è uno spazio attrezzato a funzionare come piattaforma tecnica per la prototipazione, votata all invenzione e all innovazione, pensata per fornire stimolo e ispirazione per l impresa locale. Un luogo per creare, giocare, apprendere, educare, inventare. L ingrediente che fa da motore a tutti i FabLab è la creatività. Sono spazi di condivisione, di contaminazione tra mestieri diversi, come designer e ingegneri, ma in generale per chiunque abbia una buona idea e voglia provare a realizzarla. I FabLab sono luoghi di ricerca, grazie all unione di conoscenze da parte di più soggetti. Far parte di un FabLab significa essere connessi a una comunità globale di studenti, educatori, tecnologi, ricercatori, maker e innovatori, soggetti tra cui avviene un continuo scambio di conoscenza. La comunità di riferimento di un FabLab è quella dei makers, termine ampio creatori, che indica una comunità di persone, per lo più dilettanti, che progettano e realizzano beni in spazi fisici e virtuali condivisi, con metodi di lavoro di gruppo e strumenti digitali. Un FabLab è generalmente equipaggiato con una serie di strumenti flessibili controllati da computer che possono lavorare su differenti scale e vari materiali. Sono inclusi anche prodotti che spesso sono percepiti come limitati alla sola produzione di massa. Benché i FabLab debbano ancora entrare in competizione con la produzione di massa e con le associate economie di scala tipiche della produzione e grande distribuzione dei prodotti, questi hanno già dimostrato il potenziale di arricchimento per gli individui, mettendoli in grado di creare oggetti intelligenti da utilizzare per i loro stessi interessi. La fabbricazione digitale ha trovato la sua strada in un numero sterminato di campi di applicazione. I laboratori per la fabbricazione digitale possono essere adattati a qualsiasi caso d uso, inclusi la produzione di mobili e i complementi di arredo, il restauro di opere d arte, la robotica, la manifattura avanzata, l architettura e l edilizia, la gioielleria e l artigianato. I FabLab hanno in comune lo stesso parco macchine e gli stessi processi di condivisione, per realizzare la visione generale che punta alla costruzione di una rete globale in cui laboratori distribuiti possano fungere ovunque da ambienti per ricerca e invenzione dal basso. Pagina 8 di 40

9 FabLab e territorio L obiettivo del FabLab è quello di portare innovazione e conoscenza tecnologica nel territorio in cui opera, infatti il FabLab è: Un punto di incontro, di creazione, luogo di scambio di idee e conoscenze; Uno spazio di lavoro comunity-operated in cui gli utenti condividono interessi comuni, spesso per l informatica, la tecnologia, la scienza, l arte digitale e/o arte elettronica; Un laboratorio aperto che incorpora competenze tipiche delle officine meccaniche, dei laboratori in senso classico e degli studi professionali, in cui i makers possono incontrarsi per condividere le risorse e le conoscenze e per costruire progetti ad alto grado d innovazione; Un luogo che abilita all'uso e lo sviluppo di software liberi, open hardware, e dei media alternativi, diventando un vero e proprio ACCELERATORE" per la ricerca. Le Condizioni per essere FABLAB e la FAB CHARTER. Vediamo nel dettaglio, quali sono le condizioni necessarie per essere definiti FabLab, stabilite dal Center for Bits and Atoms prima, poi dalla Fab Foundation e avallate dalla comunità dei FabLab: 1) L'accesso al laboratorio deve essere pubblico, almeno in una parte della settimana. Ci possono essere differenti modelli di business (es. accesso gratuito o a pagamento), ma l'accesso deve essere pubblico (non un laboratorio privato quindi), meglio se gratuito in alcuni momenti, per poter dare accesso a tutti. 2) Il laboratorio deve sottoscrivere e mostrare la Fab Charter, il manifesto dei FabLab, all'interno del proprio spazio. 3) Il laboratorio deve avere un insieme di strumenti e processi condivisi con tutta la rete dei FabLab. L'idea è che un progetto realizzato a Roma possa essere riprodotto facilmente in tutti gli altri laboratori, quali che siano i loro paesi e continenti. C'è una lista che definisce le tipologie di macchinari, strumenti e componenti, ma è possibile adottare macchinari e strumenti anche di altre marche. 4) Il laboratorio deve essere attivo e partecipare attivamente alla rete globale dei FabLab. Di seguito è riportato la Fab Charter così come deve essere esposta all interno dei FabLab: La Fab Charter Che cosa è un FabLab? I FabLab sono una rete globale di laboratori locali che facilitano lo sviluppo d invenzioni dando accesso a strumenti di fabbricazione digitale. Pagina 9 di 40

10 Che cosa c'è in un FabLab? I FabLab condividono un inventario in continua evoluzione di competenze base per fare (in pratica) qualunque cosa, permettendo la condivisione alle persone e ai progetti. Che cosa fornisce la rete dei FabLab? Assistenza operativa, educativa, tecnica, finanziaria e logistica oltre a tutto ciò che è disponibile in un singolo laboratorio. Chi può usare un FabLab? I FabLab sono disponibili come risorsa comunitaria offrendo sia accesso libero ai singoli individui sia accesso programmato per specifiche iniziative anche alle aziende Quali sono le tue responsabilità? Sicurezza: non fare del male alle altre persone e non danneggiare le macchine. Operazioni: aiutare nella pulizia, mantenimento e sviluppo del laboratorio. Conoscenza: contribuire alla documentazione e all addestramento. A chi appartengono le invenzioni sviluppate nei FabLab? I progetti e i processi sviluppati nei FabLab possono essere protetti e venduti come l'inventore preferisce, ma dovrebbero rimanere disponibili per l'utilizzo e l'apprendimento delle altre persone. Come possono fare le aziende a usufruire dei FabLab? Le attività commerciali possono essere prototipate e incubate in un FabLab, ma non devono entrare in conflitto con gli altri utilizzi e attività, dovrebbero crescere oltre al FabLab piuttosto che dentro il FabLab e ci si aspetta che portino benefici agli inventori, ai laboratori e alle reti che contribuiscono al loro successo. Pagina 10 di 40

11 Il FabLab diffuso di Roma, Viterbo e Bracciano. Il FabLab diffuso della Regione LAZIO è dislocato nelle sedi degli incubatori/spazi attivi di BIC Lazio di: Roma Via Casilina, 3/T Roma Bracciano Via di Valle Foresta, Bracciano Viterbo Via Faul, Viterbo Tutti le sedi del FabLab regionale condividono lo stesso approccio per quanto riguarda la filosofia di definizione delle aree in cui sono organizzati gli spazi. Più in generale essi condividono le linee guida del MIT per la composizione HW e SW dei laboratori. Il mix di servizi offerti dovrà necessariamente essere conforme con le specializzazioni prevalenti dei 3 FabLab: RM - Industrie Creative Digitali: Moda e Design. Audiovisivo digitale: cinema, televisione, video, fotografia, musica. Editoria digitale: libri, riviste, periodici, quotidiani e ogni altro contenuto editoriale per qualsiasi piattaforma digitale (web, tablet, smartphone...) Arti interattive: qualsiasi forma di spettacolo (teatro, danza, musica dal vivo, mostre e performance artistiche, sfilate di moda...) realizzata o distribuita su piattaforme digitali. Servizi ed applicazioni digitali, internet e mobile: qualsiasi altra forma di intrattenimento e utilità su piattaforme digitali: games, social media, cross-media, pubblicità, navigazione... VT - Patrimonio e turismo culturale: Prodotti e servizi per la diagnostica, la conservazione, il restauro, la tutela, la valorizzazione, la divulgazione, la fruizione e la sicurezza dei beni culturali; gestioni di istituti culturali, di luoghi e monumenti storici (musei, biblioteche, archivi, siti archeologici, palazzi, giardini); Prodotti e servizi per la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale del territorio. Servizi turistici per la promozione e la valorizzazione del patrimonio artigianale ed enogastronomico locale. BR - Agrifood: Monitoraggio ambientale. Sistemi di domotica/robotica legati alle coltivazioni. Progettazione e autocostruzione di macchine agricole. Food and Tecnologies. Digital Food, Digital Garden. Servizi turistici per la promozione e la valorizzazione del patrimonio artigianale ed enogastronomico locale. Pagina 11 di 40

12 Ogni FabLab si sviluppa in tre aree fondamentali: Il Digital Lab, l Interactive Lab, il Training Lab. L allestimento di queste aree è coerente con gli obiettivi che i FabLab della Regione, con le loro prevalenti specializzazioni, vogliono raggiungere. Tra i primi obiettivi che i FabLab si pongono ci sono quelli di essere laboratori specializzati dotati di attrezzature digitali di ultima generazione associate a servizi molto qualificati finalizzati all innovazione economica e strategica del settore imprenditoriale culturale, creativo e artistico. Nelle pagine seguenti sono descritte le caratteristiche di ciascuna sede e di ciascuna delle aree indicate. In Appendice 1 è fornito il layout degli spazi dedicati ai FabLab con la posizione dei macchinari e degli arredi. La scelta dei macchinari, oltre al nucleo comune, presenta delle specificità per ogni FabLab in base alla specializzazione che svilupperà. Il FabLab di Roma Le industrie creative e la comunicazione visuale sono la specializzazione del FabLab di Roma, per questo è stato inserito un macchinario lasercutter Speedy w Trotec di medie dimensioni per ottenere manufatti figurativi con molteplici tipologie di materiale e spessore, dal legno, al cartone, al vinile, al plexiglass, permettendo così di sviluppare progetti grafici ed artistici di precisione e di grandi dimensioni. Trotec è la marca più diffusa all interno dei centri di formazione, sia per le sue prestazioni, sia per la grande attenzione alla Sicurezza sul luogo di lavoro. Il plotter da stampa largo formato Roland RF 640 Versa è lo strumento ideale per la grande praticità di utilizzo e per le altissime prestazioni. Roland RF 640 Versa permette di stampare su diverse tipologie di materiali, canvas, carta, vinile, PVC. Inoltre è stato acquistato uno Starter Robot Kit che contiene parti meccaniche e moduli elettronici per iniziare a esplorare il mondo dei robot. Il FabLab di Bracciano La specializzazione del FabLab di Bracciano è il segmento di mercato definito agri food. Nel FabLab di Bracciano l area Digital Lab e Interactive Lab sono ubicate nello stesso spazio fisico. Nell area Training, è stata inserita una workstation PC per le attività di 3D modelling. Per il FabLab è stata scelta una stampante 3D (3DRAG della Futura Group Srl) che opportunamente modificata permette la stampa del cioccolato. Il drone Phantom 1 della DJI e i Kit droni della 3D Robotics sono stati scelti per permettere agli utenti di sperimentare piani di monitoraggio, progetti di acquisizione dati e immagini applicati all agricoltura, inoltre i Kit sono adatti per corsi di formazione e workshop finalizzati alla realizzazione e al pilotaggio dei droni. Pagina 12 di 40

13 Il FabLab di Viterbo La specializzazione prevista per il FabLab di Viterbo riguarda le industrie culturali. Per quanto riguarda gli scanner è stato selezionato uno scanner da indoor e outdoor Artec Eva dalle altissime prestazioni e dal facile utilizzo. Le applicazioni di questo strumento permettono di eseguire rilievi di altissima precisione ma anche di grandi dimensioni, così da poter acquisire il modello in 3D e sviluppare molteplici progettazioni, dal restauro tramite la stampa di parti mancanti alla realizzazione di creazioni artistiche da modelli esistenti. La possibilità di utilizzare lo strumento anche in esterno permette ad esempio, di acquisire i modelli di statue o di opere d arte poste in piazze e luoghi d interesse artistico culturale. Per quanto riguarda la parte di stampa è stato scelto un plotter da stampa e taglio Roland Versa Studio BN così da sperimentare creazioni artistiche in 2D. Anche a Viterbo è stato acquistato uno Starter Robot Kit. Pagina 13 di 40

14 Aree del FabLab: Il Digital Lab Il Digital Lab è l area dedicata alla produzione degli oggetti. Una vera e propria officina in cui gli utenti possono fabbricare da sé, grazie all utilizzo di macchinari specifici per la fabbricazione digitale, un oggetto fisico partendo da un file digitale. L area è equipaggiata con un banco di lavoro con postazioni (attrezzato con utensileria varia per la lavorazione manuale di diversi materiali come legno, metallo, ecc.), banco elettronico per la realizzazione di progetti elettrici ed elettronici (completo di stazione di saldatura professionale, oscilloscopio, ecc.), stampanti 3D (per la stampa di oggetti di piccola e media dimensione), laser cutter per l incisione e il taglio di materiali vari, Vynil cutter per l incisione di materiali sottili e fresatrici (a controllo manuale e numerico). L Interactive Lab: L Interactive Lab è l area dedicata all analisi, acquisizione e progettazione, 3D scanning, modellazione solida e modellazione di superfici, video, grafica, design di prodotti fisici e virtuali, new media e interaction design. L Interactive Lab di Roma e Viterbo sono attrezzati con postazioni di lavoro e macchinari specifici che permettono la digitalizzazione di oggetti tecnici o artistici di piccole dimensioni e di eseguire copie di pezzi, identiche agli originali, mantenendo intatto lo stile di lavorazione e la finitura; sono anche presenti workstation PC Windows per la modellazione 3D e computer MAC per progetti grafici e video. Sono inoltre disponibili tavolette grafiche per il disegno artistico a mano libera e per il fotoritocco, schede Arduino e Raspberry Pi per la prototipazione rapida. L interactive Lab è anche equipaggiata con strumenti per sviluppare applicazioni in AR, VR e applicazioni di interaction design, attraverso l utilizzo di strumenti quali Leap Motion, Kinect, Oculus, video proiettori per riprodurre ambienti virtuali. Il Training Lab Il Training Lab è l area dedicata all erogazione di corsi di formazione e workshop. E dotata del EB- 1430Wi della EPSON, innovativo videoproiettore a ottica ultra-corta con tecnologia Finger Touch e interattività a doppia penna, che consente di interagire con le altre sedi del FabLab. Con uno schermo fino a 100 pollici, le immagini delle presentazioni e delle videoconferenze provenienti da più sorgenti possono essere visualizzate in modalità Split Screen, senza comprometterne la qualità. La Networking area La networking area é l area dedicata allo scambio d idee e alla contaminazione interattiva e dinamica tra gli utenti del FabLab; è progettata per mostrare e condividere informazioni e conoscenze, stimolando i partecipanti a interagire in modo organico su temi d interesse condiviso. E dotata di una stampante multi-funzione, di sedute, di tavolini per le conversazioni, di postazioni di lavoro, di un area di condivisione e una Board Wall per lo scambio di messaggi e notizie utili alla comunità. Pagina 14 di 40

15 Hardware e Software per le aree DIGITAL LAB Roma, Viterbo Bracciano. Hardware Nella fase di definizione del parco macchine si è tenuto conto della lista di macchinari consigliata dal MIT di Boston, per rispettare le condizioni necessarie per essere FabLab e per essere parte integrante del Fab Network. Il core del parco macchine quindi rispetta i principi del MIT secondo cui le macchine e le attrezzature devono essere comuni a tutti i FabLab del mondo e ogni laboratorio deve avere un insieme di strumenti e processi comuni con tutta la rete dei FabLab, così che ogni progetto possa essere condiviso e migliorato da chiunque. I reparti Digital Lab dei tre FabLab sono attrezzati con alcuni macchinari e software indispensabili per rispettare la fab inventory, tra cui stampanti 3D con diverse tecnologie, macchine a taglio laser, frese CNC, scanner, plotter inclusa tutta l utensileria necessaria per attrezzare i banchi di elettronica e meccanica( quali schede di controllo, saldatori, dremel kit, avvitatori, eccetera). Per la scelta dei modelli e delle marche, e delle versioni dei software, oltre a considerare la fab inventory, si è tenuto conto del rapporto qualità prezzo, sia dei macchinari che dei materiali per il loro funzionamento, della usabilità, scegliendo quindi macchinari adatti alla formazione definiti user friendly e, non meno importante, della loro sicurezza, optando verso modelli a safety control. Più in dettaglio: Laser: Roma: Lasercut CO2 - Speedy W - Trotec Viterbo e Bracciano: Laser Cut Co2 - RayJET 30 W - Trotec Area 2D: plotter e stampanti: Roma: o o Vinylcut - Plotter taglio CAMM 1 servo GX24 - Roland DG Stampante 2D Large format - RF 640 Versa express - Roland DG Bracciano: o Vinylcut - Plotter taglio CAMM 1 servo GX24 - Roland DG Viterbo: o Plotter stampa/taglio - Versa STUDIO BN 20 - Roland DG Frese CNC: Roma, Bracciano, Viterbo: Milling machine - Fresa CNC - Mono Fab SRM-20 - Roland DG Area 3D: stampanti e scanner: Roma, Bracciano, Viterbo: o 3DPrint - Stampante 3D FDM - Sharebot NG; o 3DPrint - Stampante 3D FDM - DeltaWASP mm; o 3DPrint - Stampante 3D SLA - Project D System; Pagina 15 di 40

16 o Scanner 3D desktop - Makerbot Digitizer - Makerbot; Bracciano: 3DPrint - Stampante 3D FDM - 3Drag - Futura Group Srl; Viterbo: Scanner 3D indoor e outdoor - Artec EVA Artec; Area Droni: Bracciano: o Phanton 1 Camera Drone - DJI; o 2 Kit - 3D Robotics ; Area elettronica: Roma, Bracciano, Viterbo: o Generatore di Funzioni - GW INSTEK AFG GW INSTEK; o Oscilloscopio - Rigol DS 1204B 200MHz 4 canali RIGOL; o Alimentatore da Banco 2 uscite POWER SUPPLY, 2CH, 30V, 3 - TENMA; o Multimetro digitale MULTIMETER, DIGITAL, POCKET, 3999 TENMA; o Saldatore a stagno: Stazione saldante Lafayette SDD-9 - ZD-931; o Board Arduino UNO, Rasperry B PROCESS, Apio dongle ; Banco da lavoro: Roma, Bracciano, Viterbo: o parete utensileria; o dremel kit; o avvitatori; o trapano a colonna; Per ogni macchinario a controllo numerico è disponibile un PC controller, con tutte le periferiche quali tastiera, mouse e monitor. Software Sui PC controller è installato il SW standard relativo alle apparecchiature controllate. Hardware e Software per le aree Interactive, Training LAB - Roma, Viterbo, Bracciano. Hardware Area Interactive Roma e Viterbo: Workstation Apple Mac Pro Quad core Casse audio Multimedia Speakers Z200 Logitech Cuffie Stereo Headset H150 Logitech Monitor Tunderbolt display Pagina 16 di 40

17 Mouse Magic Mouse Apple Wireless Keyboard Apple Workstation PC MSI Nightblade Z97 (Intel 4790k, SSD 240G B, HDD 1TB) Windows 8.1 Professional 64 bit) Doppio Monitor Philips 240S4LPMS Mouse sharkoon fireglider HD Pro Webcam C920 Logitech tastiera Hard disk NAS Leap motion controller Kinect 2 Tablet ipad air Tablet Galaxy Tab s 10.5 Oculus VR rift Development kit 2 Oculus VR Video proiettore grandangolare NEC GoPro HERO4 Silver Monitor 55 MIIA o Sistema di videoconferenza HD Pro Webcam C920, o o Mobile Speaker Phone P710e - Logitech PC controller Prodesk 600 G1 SFF di HP con tastiera e mouse e monitor AOC E2250SWDA Tavoletta grafiche: Roma e Viterbo Wacom Cintiq,27 Area Interactive Bracciano Sistema di videoconferenza HD Pro Webcam C920, o Monitor 55 MIIA o Mobile Speaker Phone P710e - Logitech o PC controller Prodesk 600 G1 SFF di HP con tastiera e mouse e monitor AOC E2250SWDA Area Training Roma, Viterbo Video proiettore Finger Touch 1430 WI - Epson Lavagna proiezione 120 x 192 Epson wireless LAN module Casse audio Multimedia Speakers Z200 - Logitech PC controller portatile Area Training Bracciano Video proiettore Finger Touch 1430 WI - Epson Lavagna proiezione 120 x 192 Epson wireless LAN module Casse audio Multimedia Speakers Z200 - Logitech PC controller portatile Pagina 17 di 40

18 Workstation PC MSI Nightblade Z97 (Intel 4790k, SSD 240G B, HDD 1TB) Windows 8.1 Professional 64 bit) Doppio Monitor Philips 240S4LPMS Mouse sharkoon fireglider HD Pro Webcam C920 Logitech tastiera Hard disk NAS Leap motion controller Kinect 2 Tavoletta grafica Wacom Intuos Pro M Area Networking Roma, Bracciano, Viterbo Stampante a colori Multifunzione Laser Brother. Software: Per tutte le sedi sono previsti i seguenti Software: Suite Adobe; SketchUp Pro; Rhinoceros; Cinema 4D; Roma e Viterbo: Unity, Resolume VJ, Maya LT, Zbrush, MILLUMIN, Finalcut. In Appendice 2 è fornito il dettaglio della ripartizione hardware e software per sedi. Magazzino La definizione del magazzino di un FabLab è una delle fasi più delicate e articolate della progettazione. Si è tenuto conto non solo della tipologia di macchine, ma soprattutto delle aree tematiche sviluppate dai singoli FabLab, per Roma le industrie creative, per Viterbo la cultura e per Bracciano l agri food. È disponibile una vasta scelta di materiali di magazzino, tra cui, materiali di consumo a uso immediato, come PLA per le stampanti 3D, carta per le stampanti 2D e i plotter, vinili, vinili trasferibili, fogli di compensato, di acrilico, cartone, pelle di diverse misure tenendo conto delle dimensioni delle lasercutter installate, legname vario per le frese, ecc. Per il FabLab di Roma sono disponibili supporti per stampa su stampante large format Roland RF 640 Versa. Inoltre sono disponibili materiali e kit propedeutici alla composizione del banco di elettronica e relativi alla formazione, ad esempio materiali da usare durante i workshop (Arduino starter Kit, Arduino Thinker Kit scuola, Soft Circuit Kit, Kit workshop Littlebits, Starter Robot Kit, Kit schermo LED scorrevole con Raspberry. Pagina 18 di 40

19 Attività Formative e Informative La progettazione e la programmazione delle attività formative e informative è una delle fasi principali nell impostazione della gestione di un FabLab, perché esse sono alla base dello sviluppo di una comunità attiva, che rende i FabLab non luoghi statici ma incubatori d innovazione. Lo scopo del FabLab diffuso della Regione è principalmente quello di: Promuovere e sviluppare le competenze e le conoscenze degli utenti sul territorio, attraverso attività specifiche per lo sviluppo delle abilità e della creatività. Promuovere la cultura della produzione e del saper fare, con particolare riferimento all innovazione tecnologica, alla diffusione della conoscenza e allo scambio di pratiche e processi Integrare la formazione dei giovani dando loro la possibilità di utilizzare nuovi strumenti per affrontare il futuro: scuole, università, istituti di design, arte, ecc... hanno la possibilità di avere uno spazio rivolto all innovazione, alla conoscenza e alla condivisione di saperi Promuovere progetti di valorizzazione del territorio e d innovazione sociale Incentivare e sostenere la nascita d imprese su piccola scala nel nuovo mondo della manifattura distribuita in un modello industriale aperto, bottom up e collaborativo. Le attività formative e informative hanno come finalità principale la creazione e lo sviluppo di una comunità, che usi consapevolmente gli spazi e i macchinari messi a disposizione per favorire lo sviluppo di progetti e idee che spesso hanno impatto sociale ed economico. Le attività informative sono alla base della creazione e dello sviluppo della comunità, le attività formative conferiscono la specificità ai FabLab. Il FA deve fornire la pianificazione di queste attività sia individuando il target di riferimento sia sviluppando corsi e workshop della durata richiesta e con i contenuti sommariamente delineati nelle descrizioni successive, coerenti anche (nel caso dei workshop) con la specializzazione e il corredo HW e SW di ciascuna sede. Per quanto riguarda il numero massimo dei partecipanti ai corsi e ai workshop, esso sarà definito in base alla capienza delle aree della singola sede. Definizioni delle attività informative Open day: è una giornata in cui i FabLab aprono le porte ai visitatori e agli utenti occasionali, senza necessità di concordare un appuntamento. Durante queste giornate, non solo le porte dei FabLab sono aperte, ma gli operatori mettono a disposizione le competenze e le conoscenze per fornire informazioni e richiedere consulenze, ma anche per mettere in contatto persone che lavorano su progetti simili o complementari, creando nuove connessioni. In questi momenti, inoltre, c è la possibilità di scambiare informazioni condividendo la progettualità e la scelta dei materiali. Visite guidate: gli operatori dei FabLab illustrano i vari reparti e le diverse applicazioni che possono avere i macchinari e le tecnologie. Di solito le visite guidate avvengono nell ambito di eventi più ampi, in cui si prevede la visita in un FabLab. Anche durante l Open day è possibile svolgere la visita guidata del FabLab, che di solito è richiesta da chi Pagina 19 di 40

20 ha solo una superficiale conoscenza della cultura makers, oppure da chi ha sentito parlare del movimento e sì è identificato in esso. Le visite guidate forniscono solo una descrizione generica dei macchinari e dei loro diversi usi, delle tecnologie e delle loro applicazioni, dei software presenti, e dei progetti sviluppati. Le visite guidate sono di norma richieste da enti esterni e pianificate di conseguenza. Presentazione FabLab: Eventi di circa un ora, finalizzati a chiarire il significato della piattaforma dei FabLab, la rete globale, l attrezzatura di macchinari e strumenti a disposizione, la missione di un FabLab sul territorio e sulla rete nazionale e globale. Durante le presentazioni sarà illustrato il significato del fenomeno Maker, la presentazione si sviluppa seguendo questi punti principali: La rete dei FabLab: significato e obiettivi Il movimento Maker e il valore del DIY (Do It Yourself) Introduzione alla Digital Fabrication I FabLab della Regione, le attività: formazione, eventi e comunità di talenti Tutorial: Brevi tutorial sull utilizzo dei macchinari e attrezzature disponibili nel FabLab della durata di circa due ore. I partecipanti scopriranno come funzionano i vari macchinari, che tipo di formati digitali sono necessari per le diverse lavorazioni e che parametri di sicurezza è necessario osservare per poter utilizzare in autonomia i macchinari. I Tutorial sono abilitanti all uso indipendente delle macchine presenti nel FabLab, accessibili negli orari di apertura del FabLab e delle disponibilità del Technical Manager (figura descritta nella pagine seguenti). Possono essere individuali o collettivi. La prenotazione deve essere effettuata online attraverso il sito web. Devono essere previsti i seguenti tutorial: Tutorial su stampante 2D large format (sede di Roma) Tutorial sulle stampanti 3D Tutorial sulla fresatrice Tutorial su laser cutter Tutorial sul plotter da taglio o taglio/stampa (dipende dalla sede) Tutorial su scanner 3D (dipende dalla sede) Con i seguenti contenuti Tutorial sulla macchina Caratteristiche della macchina Come impostare un modello per la macchina Configurare il software Operazioni base di manutenzione della macchina Realizzazione pratica di oggetti É necessario in ogni caso che ogni utente che intenda utilizzare i macchinari al FabLab abbia seguito almeno i tutorial sull uso dei macchinari che intende utilizzare. Pagina 20 di 40

REGOLAMENTO D ACCESSO

REGOLAMENTO D ACCESSO Pagina 1 di 12 Indice Indice... 2 Il FabLab diffuso di Roma, Viterbo e Bracciano.... 3 Aree del FabLab:... 4 Il Digital Lab... 4 L Interactive Lab:... 4 Il Training Lab... 4 La Networking area... 4 Hardware

Dettagli

REGOLAMENTO D ACCESSO

REGOLAMENTO D ACCESSO Pagina 1 di 8 fablablazio@biclazio.it Indice Il FabLab distribuito della Regione Lazio... 3 I Servizi Erogati... 3 Organizzazione e modello di gestione... 4 Accesso al FabLab...4 Le Regole di adesione...4

Dettagli

FabLab FabLab FabLab FabLab

FabLab FabLab FabLab FabLab ELETTRONICA INFORMATICA ROBOTICA ECO-RIUSO MECCANICA D E S I G N STAMPA 3D FRESATURA TAGLIO LASER THINK IT, MAKE IT FABLAB MISSION I FabLab (fabrication laboratory) forniscono, alla comunità dei makers

Dettagli

mediterranean FabLab @ School

mediterranean FabLab @ School mediterranean FabLab @ School mediterranean FabLab @ School Il Mediterranean FabLab @ School, propone un offerta formativa che garantisce l incremento dell alternanza scuola-lavoro, in ottemperanza alla

Dettagli

Il FABLAB di Sondrio e dintorni

Il FABLAB di Sondrio e dintorni Il FABLAB di Sondrio e dintorni CI PRESENTIAMO www.fablabsondrio.it cos è? fabche? Un FabLab è un laboratorio (FABbrica LABoratorio) aperto agli associati e al pubblico con macchine per la fabbricazione

Dettagli

Linee guida Secondo ciclo di istruzione

Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Grafica e comunicazione Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Teoria della comunicazione 60 89 Progettazione multimediale 119

Dettagli

REGOLAMENTO D ACCESSO

REGOLAMENTO D ACCESSO fablab@sardegnaricerche.it 1 1. FabLab Il FabLab di Sardegna Ricerche è uno spazio ad accesso aperto in cui tutti possono pensare e realizzare i loro oggetti e le loro invenzioni. E accessibile a tutti

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. WEB & INTERACTION DESIGN corso triennale post diploma

SCEGLI CON IL CUORE. WEB & INTERACTION DESIGN corso triennale post diploma SCEGLI CON IL CUORE pag. 2 Il corpus del corso, di durata triennale, è costituito da sapere e saper fare legati al mondo del web, delle nuove tecnologie e alla gestione di quelle che definiamo esperienze

Dettagli

LE DEFINIZIONI. a low-cost lab that lets people build things they need using digital and analog tools. It s a simple idea with powerful results

LE DEFINIZIONI. a low-cost lab that lets people build things they need using digital and analog tools. It s a simple idea with powerful results LE DEFINIZIONI a low-cost lab that lets people build things they need using digital and analog tools. It s a simple idea with powerful results MIT s Center for Bits and Atoms (CBA) professor Neil Gershenfeld

Dettagli

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020

PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 PON PER LA SCUOLA FONDI STRUTTURALI EUROPEI 2014-2020 LA CLASSE OLTRE I CONFINI PER UNA DIDATTICA 3.0 Progetto dell Istituto Comprensivo Vittorio Veneto 1 Lorenzo Da Ponte NOME DEL PROGETTO: LA CLASSE

Dettagli

Discipline di indirizzo: progettazione esecutiva e illustrazione

Discipline di indirizzo: progettazione esecutiva e illustrazione CORSO DI FOTOGRAFIA PROF.SSA DIRCE IERVOLINO Obbiettivi del corso Il corso ha l obiettivo di introdurre gli allievi ai principi, alle tecniche e alla produzione e post-produzione delle immagini fotografiche

Dettagli

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!!

TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! TU METTI LE IDEE.. NOI LE SOLUZIONI!! MISSION La mission di CSR Solution è quella di supportare soluzioni software avanzate nei settori della progettazione e della produzione industriale per le aziende

Dettagli

RENDI SMART IL TUO UFFICIO.

RENDI SMART IL TUO UFFICIO. RENDI SMART IL TUO UFFICIO. L Information Technology nel mondo aziendale è fondamentale per aumentare la collaborazione, snellire i processi e comunicare al meglio. Mobile, lo Smart Signage e le Soluzioni

Dettagli

HUB Modena R-Nord fab lab, startup, co-working Dott. Enzo Madrigali Fondazione Democenter

HUB Modena R-Nord fab lab, startup, co-working Dott. Enzo Madrigali Fondazione Democenter HUB Modena R-Nord fab lab, startup, co-working Dott. Enzo Madrigali Fondazione Democenter Modena 16 Luglio 2015 HUB DI OPPORTUNITA Interazione tra creatività, innovazione tecnologica e competenze nei settori

Dettagli

Costruisci in classe un dispositivo hi-storia

Costruisci in classe un dispositivo hi-storia hi-storia labs hi-storia Costruisci in classe un dispositivo hi-storia Cos è hi-storia labs I dispositivi hi-storia I dispositivi tattili interattivi hi-storia sono modelli in 3D di edifici storici ed

Dettagli

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019 La Scuola che cambia Proposta progettuale dell Animatore Digitale Ins. Francesca Cocchi Dirigente Scolastico Rosella Puzzuoli Allegato al POF TRIENNALE 2016/2019 PREMESSA Il Piano Nazionale per la Scuola

Dettagli

Indirizzo Grafica e Comunicazione

Indirizzo Grafica e Comunicazione Istituti tecnici Settore tecnologico Indirizzo Grafica e Comunicazione L indirizzo Grafica e Comunicazione ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale, le competenze

Dettagli

CLASSE 2.0 Progetto APPLE

CLASSE 2.0 Progetto APPLE CLASSE 2.0 Progetto APPLE L A MIGLIORE CLASSE 2.0 DEL MONDO! La classe ideale si basa sulle migliori tradizioni pedagogiche che insistono sul principio della partecipazione attiva dello studente. Partecipare

Dettagli

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività.

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività. MCA, ossia Multimedia Collaboration APP, è la soluzione di web collaboration contributiva e interattiva realizzata da HRC per apportare nuove funzionalità nella gestione di meeting e per poter condividere

Dettagli

3D DESIGN&PRINT LABORATORIO DI PROGETTAZIONE E STAMPA 3D

3D DESIGN&PRINT LABORATORIO DI PROGETTAZIONE E STAMPA 3D 3D DESIGN&PRINT Laboratorio di progettazione e stampa 3D Liceo Artistico e Musicale F. Fois, Cagliari a cura di Sustainable Happiness e MArcello Cualbu, Quit Project 1 3D DESIGN&PRINT LABORATORIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. INDUSTRIAL DESIGN corso master

SCEGLI CON IL CUORE. INDUSTRIAL DESIGN corso master SCEGLI CON IL CUORE INDUSTRIAL DESIGN pag. 2 INDUSTRIAL DESIGN Master patrocinato dall Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia, con rilascio di crediti formativi

Dettagli

OPEN SOURCE/ DIGITAL FABRICATION

OPEN SOURCE/ DIGITAL FABRICATION OPEN SOURCE/ DIGITAL FABRICATION REPORT 30/11/2011 NEWIDEA Alessia Mansutti Rosanna Venditti CHE COS E Vectorealism è un servizio di taglio laser professionale offerto a tutti coloro che vogliono creare

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. WEB DESIGN corso di qualificazione professionale

SCEGLI CON IL CUORE. WEB DESIGN corso di qualificazione professionale SCEGLI CON IL CUORE WEB DESIGN pag. 2 WEB DESIGN Il corso, annuale, forma tecnici/progettisti specializzati nel settore della comunicazione multimediale orientata al web. Progettisti in grado di governare

Dettagli

Reti innovative per competere. 28 novembre 2011 Carlambrogio Chiodaroli

Reti innovative per competere. 28 novembre 2011 Carlambrogio Chiodaroli Reti innovative per competere 28 novembre 2011 Carlambrogio Chiodaroli Credito Valtellinese 15% ICCREA + BCC 15% Associazioni 5% CCIAA Como 50% Fond. Politecnico di Milano Confindustri 8% a Como 4% Comune

Dettagli

Definizione, scopi e regolamento

Definizione, scopi e regolamento Definizione, scopi e regolamento Art. 1 - Denominazione Make in Progress (MiP) è un progetto del Comune di Sulbiate, in collaborazione con la Provincia Monza e Brianza, Fondazione Cariplo e Consorzio Poli.Design.

Dettagli

REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori

REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori ALLEGATO N. 2 REGIONE PUGLIA Assessorato alla Solidarietà Politiche sociali, Flussi migratori AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI PER LA CONNETTIVITA SOCIALE PROPOSTA PROGETTUALE FORMULARIO

Dettagli

UNA STARTUP PUGLIESE CONQUISTA

UNA STARTUP PUGLIESE CONQUISTA Lecce, 15 giugno 2015 COMUNICATO STAMPA UNA STARTUP PUGLIESE CONQUISTA LA GRANDE DISTRIBUZIONE COOP CON PRODOTTI OPEN SOURCE E LANCIA UNA TRE GIORNI DEDICATA A INNOVAZIONE E STAMPA 3D. Un evento di tre

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

1. Arduino va di moda.

1. Arduino va di moda. 1. Arduino va di moda. Arduino è una piattaforma hardware open source programmabile, interamente realizzata in Italia, che permette la prototipazione rapida e l'apprendimento veloce dei principi fondamentali

Dettagli

Il progetto partecipa a

Il progetto partecipa a Il progetto partecipa a Fondazione Masaccio Con il patrocinio di 3D ArcheoLab La cultura non è proprietà di persone, di classi, di singoli paesi; è di tutti. Giulio Carlo Argan, 1986 Il progetto intende

Dettagli

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le

Aree di inserimento I percorsi di carriera: tante le opportunità quante le ACCENTURE SPA Profilo Azienda Accenture è un'azienda globale di Consulenza Direzionale, Servizi Tecnologici e Outsourcing che conta circa 323 mila professionisti in oltre 120 paesi del mondo. Quello che

Dettagli

FACILE. È Cremonesini. Assistenza tecnica. Registratori di cassa. Materiale di consumo. Arredo ufficio. Software gestionale. Archiviazione documenti

FACILE. È Cremonesini. Assistenza tecnica. Registratori di cassa. Materiale di consumo. Arredo ufficio. Software gestionale. Archiviazione documenti FACILE. È Cremonesini. Assistenza tecnica Stampanti multifunzione Registratori di cassa Materiale di consumo Arredo ufficio Software gestionale Archiviazione documenti INFORMATICA & ARREDI PER L UFFICIO

Dettagli

Designing for the third industrial revolution Summer school in digital fabrication e interaction design

Designing for the third industrial revolution Summer school in digital fabrication e interaction design University of Applied Sciences and Arts of Southern Switzerland Laboratorio cultura visiva Designing for the third industrial revolution Summer school in digital fabrication e interaction design 9-27 Luglio

Dettagli

PROGETTO PON/FESR 2014-2020

PROGETTO PON/FESR 2014-2020 PROGETTO PON/FESR 2014-2020 Prot.n. AOODGEFID/12810 del 15 Ottobre 2015 Avviso pubblico rivolto alle Istituzioni Scolastiche statali per la realizzazione di ambienti digitali Asse II Infrastrutture per

Dettagli

Le tecnologie digitali nella didattica: code it, make it!

Le tecnologie digitali nella didattica: code it, make it! MEMO - MakeitModena Assessorato Smart City, Comune di Modena Le tecnologie digitali nella didattica: code it, make it! È possibile usare le tecnologie digitali (ICT) in modo creativo, coinvolgente e divertente

Dettagli

QL Hospitality. Soluzione per la comunicazione e l intrattenimento nel mondo dell ospitalità!

QL Hospitality. Soluzione per la comunicazione e l intrattenimento nel mondo dell ospitalità! QL Hospitality Soluzione per la comunicazione e l intrattenimento nel mondo dell ospitalità! Con questa soluzione si realizza un canale televisivo in alta definizione (HD), quindi compatibile con qualsiasi

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma SCEGLI CON IL CUORE pag. 2 Il corso, di durata triennale, permette di conseguire un alta formazione nel campo del design della comunicazione visiva. Il percorso formativo è strutturato in modo da trasmettere

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER TECNICO HARDWARE, SOFTWARE E DI RETE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER TECNICO HARDWARE, SOFTWARE E DI RETE Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: CORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER TECNICO HARDWARE, SOFTWARE E DI RETE Corsi di specializzazione

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 1688

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 1688 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1688 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore CERONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 20 NOVEMBRE 2014 Realizzazione nelle scuole secondarie di secondo grado

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV]

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] corso triennale GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] Progetto: Flavia Pellegrini Comunicazione e informazione sono oggi presenze generalizzate e pervasive che caratterizzano ogni aspetto della quotidianità.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

LA CULTURA COME FATTORE DI PRODUZIONE PER LE PICCOLE IMPRESE: PRESENTAZIONE DELLA RICERCA ARTIGIANATO&CULTURA. Trento 7 maggio 2014

LA CULTURA COME FATTORE DI PRODUZIONE PER LE PICCOLE IMPRESE: PRESENTAZIONE DELLA RICERCA ARTIGIANATO&CULTURA. Trento 7 maggio 2014 LA CULTURA COME FATTORE DI PRODUZIONE PER LE PICCOLE IMPRESE: PRESENTAZIONE DELLA RICERCA ARTIGIANATO&CULTURA Trento 7 maggio 2014 OBIETTIVI Individuare opportunità di mercato per le imprese : diversificare

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA DIPLOMA DI PERITO INDUSTRIALE IN INFORMATICA la scelta ideale per mettere a frutto la propria passione per i computer e la programmazione, aprendosi le porte per una carriera

Dettagli

CORSO VISUAL DESIGN ANNUALE

CORSO VISUAL DESIGN ANNUALE CORSO VISUAL DESIGN ANNUALE Comunicare attraverso le immagini VISUAL DESIGN - ANNUALE Un anno di studio dedicato al Visual Design Obiettivi del corso Il Corso Visual Design annuale, attraverso un percorso

Dettagli

RENDI LE TUE RIUNIONI EFFICACI ED EFFICIENTI.

RENDI LE TUE RIUNIONI EFFICACI ED EFFICIENTI. Serie Epson EB-1400Wi RENDI LE TUE RIUNIONI EFFICACI ED EFFICIENTI. proiezioni fino a: utenti diversi possono aggiungere appunti stampa, salvataggio e condivisione ENGINEERED FOR BUSINESS SISTEMA INTERATTIVO

Dettagli

IL TUO UFFICIO PRENDE FORMA VISUAL. SOLUTIONS Share Your Message. Make an Impact. Grow Your Business.

IL TUO UFFICIO PRENDE FORMA VISUAL. SOLUTIONS Share Your Message. Make an Impact. Grow Your Business. IL TUO UFFICIO PRENDE FORMA VISUAL SOLUTIONS Share Your Message. Make an Impact. Grow Your Business. 1 2 Quello che ci ha mosso sin dall inizio è stato lo sviluppo di nuove tecnologie e l innovazione che

Dettagli

IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE OINT. Percorsi e servizi per nuove imprese innovative. www.trentinosviluppo.it

IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE OINT. Percorsi e servizi per nuove imprese innovative. www.trentinosviluppo.it IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE i OINT Percorsi e servizi per nuove imprese innovative www.trentinosviluppo.it IMPRESA INNOVAZIONE MARKETING TERRITORIALE Trentino Sviluppo è l agenzia creata

Dettagli

Ideazione e sviluppo di nuovi prodotti

Ideazione e sviluppo di nuovi prodotti Ideazione e sviluppo di nuovi prodotti e servizi t 2 i trasferimento tecnologico e innovazione è la società consortile per l innovazione, promossa dalle Camere di Commercio di Treviso e Rovigo, nata NEL

Dettagli

Regione Veneto Bando per la concessione di contributi per la creazione di FABLAB in Veneto

Regione Veneto Bando per la concessione di contributi per la creazione di FABLAB in Veneto Regione Veneto Bando per la concessione di contributi per la creazione di FABLAB in Veneto Requisiti soggetto proponente Possono partecipare al bando laboratori digitali (FabLab) già esistenti o di nuova

Dettagli

Laboratori di settore. Robotica. Fabbrica Digitale. 1. Energie. 2. Robotica. 3. Pneumatica. 4. Automazione. 1. Scuola di Primo Grado

Laboratori di settore. Robotica. Fabbrica Digitale. 1. Energie. 2. Robotica. 3. Pneumatica. 4. Automazione. 1. Scuola di Primo Grado Laboratori di settore 1. Energie 2. Robotica 3. Pneumatica 4. Automazione Robotica 1. Scuola di Primo Grado 2. Scuola di Secondo Grado 3. Ricerca & Sviluppo Fabbrica Digitale 1. Stampanti 3D 2.Frese CNC

Dettagli

Universal Gateway for ALL

Universal Gateway for ALL Laboratorio: Costruiamolo insieme. Design for all, artigiani digitali e disabilità: esperienze di progettazione partecipata UGA Universal Gateway for ALL Usare piattaforme embeddedper accedere a dispositivi

Dettagli

Comunicare una consultazione online

Comunicare una consultazione online Comunicare una consultazione online Questo materiale didattico è stato realizzato da Formez PA nel Progetto PerformancePA, Ambito A Linea 1, in convenzione con il Dipartimento della Funzione Pubblica,

Dettagli

È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP MASTER IN WEB DESIGN

È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP MASTER IN WEB DESIGN MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN WEB DESIGN CERTIFIED ASSOCIATE ABC FORMAZIONE PROFESSIONALE Viale degli Ammiragli,

Dettagli

Guida per il partecipante

Guida per il partecipante CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE PER CITTADINI Primo Livello COMPUTER/TABLET Guida per il partecipante Indice dei contenuti Introduzione al corso... 2 Destinatari dei Corsi... 2 Obiettivi del corso...

Dettagli

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi):

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi): Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dario Maggiorini, Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano LIKE THIS! Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

la Società Chi è Tecnoservice

la Società Chi è Tecnoservice brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 1 brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 2 la Società Chi è Tecnoservice Nata dall incontro di esperienze decennali in diversi campi dell informatica e della comunicazione TsInformatica

Dettagli

3D Prototyping & Design Digital Workflow Rappresentazione e Realizzazione di Modelli Professionali

3D Prototyping & Design Digital Workflow Rappresentazione e Realizzazione di Modelli Professionali 3D Prototyping & Design Digital Workflow Rappresentazione e Realizzazione di Modelli Professionali A.A. 2016/2017 OBIETTIVI Il corso si rivolge a professionisti, architetti, designer ed ingegneri, all

Dettagli

Thinkalize. Il nuovo creatore dell innovazione.

Thinkalize. Il nuovo creatore dell innovazione. Thinkalize. Il nuovo creatore dell innovazione. Come nasce il progetto? La necessita, il desiderio di cambiare le regole e di dettarne di nuove verso un modo contemporaneo di fare impresa, ha dato vita

Dettagli

L Inspiring Lab e i suoi servizi

L Inspiring Lab e i suoi servizi L Inspiring Lab e i suoi servizi Il progetto TEXMEDIN si propone di valorizzare il vasto patrimonio tessile e abbigliamento del Mediterraneo e di promuovere il suo utilizzo come fonte d ispirazione per

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA

TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 PIANO DI STUDIO DI ISTITUTO TECNOLOGIA SCUOLA PRIMARIA PREMESSA Secondo le Linee Guida per l elaborazione dei Piani di Studio Provinciali (2012) la TECNOLOGIA, intesa nel suo

Dettagli

SUITE SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLA STAMPA DIGITALE

SUITE SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLA STAMPA DIGITALE SUITE SOFTWARE PER LA GESTIONE DELLA STAMPA DIGITALE Tutta la nostra esperienza nel campo della nobilitazione tessile e l innata curiosità verso l innovazione tecnologica si uniscono oggi in un nuovo prodotto

Dettagli

È ORA di diventare GRANdI. MASTER IN GRAPHIC E WEb design 328 ore 76 lezioni da 4 ore 2 Volte a settimana + 6 WorKshop. MASTER IN GRAPHIC design

È ORA di diventare GRANdI. MASTER IN GRAPHIC E WEb design 328 ore 76 lezioni da 4 ore 2 Volte a settimana + 6 WorKshop. MASTER IN GRAPHIC design MASTER IN GRAPHIC E WEb design 328 ore 76 lezioni da 4 ore 2 Volte a settimana + 6 WorKshop È ORA di diventare GRANdI MASTER IN GRAPHIC design CERTIFIED ASSOCIATE AbC formazione PROfESSIONALE Via Pisanelli,

Dettagli

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento

Finalità. Requisiti soggetto proponente. Attività oggetto di finanziamento Bando di concorso per la concessione di contributi alle pmi per favorire lo sviluppo di progetti, prodotti, servizi, processi e modelli organizzativi innovativi nonche l adozione di tecnologie e servizi

Dettagli

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico 1 Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro Luigi d Oriano Amministratore Unico 2 Progettiamo innovazioni Passione, esperienza, intuizione, innovazione. La presenza di lavoratori altamente

Dettagli

Il FabLab nella scuola. Descrizione del Progetto

Il FabLab nella scuola. Descrizione del Progetto Il FabLab nella scuola Descrizione del Progetto Contents 1 Introduzione... 3 2 Cos è un FabLab... 5 3 L APS Roma Makers... 7 4 Obiettivo del progetto... 9 5 Destinatari del progetto... 10 6 Modalità di

Dettagli

INNOVecento Museo Novecento Innovation Lab

INNOVecento Museo Novecento Innovation Lab AVVISO INNOVecento Museo Novecento Innovation Lab Il Comune di Firenze, allo scopo di valorizzare e proseguire la vocazione innovativa delle proprie strutture museali, intende chiamare imprese e professionisti

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione ARTIGIANATO ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

MASTER COMMUNICATION & MARKETING

MASTER COMMUNICATION & MARKETING MASTER COMMUNICATION & MARKETING L.UN.A., Libera Università delle Arti, Piazza San Martino 4F Bologna Italy +39 051 0393690 +39 051 0393691 info@uniluna.com wwwuniluna.com La Libera Università delle Arti

Dettagli

Questi i bandi pubblicati: 1) PRESTITI PARTECIPATIVI:

Questi i bandi pubblicati: 1) PRESTITI PARTECIPATIVI: STARTUP LAZIO! punta a promuovere la nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative, attraverso il finanziamento di 4 nuovi bandi: tra la fine del 2013 e l'inizio del 2014 sono stati stanziati complessivamente

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Sistema Informativo della Città dei Saperi. Piattaforma di gestione dell informazione turistica, informazione interattiva

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

Associazione Nazionale Docenti

Associazione Nazionale Docenti www.associazionedocenti.it and@associazionedocenti.it Didattica digitale Le nuove tecnologie nella didattica Presentazione del Percorso Formativo Il percorso formativo intende garantire ai Docenti il raggiungimento

Dettagli

La Nuova ECDL Nuova ECDL Computer Essentials / Concetti di base del computer Online Collaboration / Collaborazione in rete

La Nuova ECDL Nuova ECDL Computer Essentials / Concetti di base del computer Online Collaboration / Collaborazione in rete La Nuova ECDL L'AICA ha annunciato una vera rivoluzione per l ECDL (la patente europea del computer) che si rinnova nei contenuti e nella struttura per adeguarsi ai cambiamenti dello scenario tecnologico,

Dettagli

tel. -095/7252431 - Fax 095/7254848 PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL'ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

tel. -095/7252431 - Fax 095/7254848 PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL'ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Ministero dell' Istruzione, dell'università e della Ricerca CIRCOLO DIDATTICO STATALE "TERESA DI CALCUTTA" VIA GUGLIELMINO 49. 95030 TREMESTIERI ETNEO Codice meccanografico: ctee081004 - Mail ctee081004@istruzione.it

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA

BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA Premessa Bergamo Sviluppo - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo - nell intento di supportare aspiranti e nuovi imprenditori nella progettazione

Dettagli

Oggetto: PROCEDURA DI SELEZIONE 15 ALLIEVI ATTIVITÀ DI FORMAZIONE (Gratuito) STRUMENTI DIGITALI PER ARTIGIANI TECNOLOGICI LEARN - MAKE - SHARE

Oggetto: PROCEDURA DI SELEZIONE 15 ALLIEVI ATTIVITÀ DI FORMAZIONE (Gratuito) STRUMENTI DIGITALI PER ARTIGIANI TECNOLOGICI LEARN - MAKE - SHARE Napoli, 15/07/2015 Oggetto: PROCEDURA DI SELEZIONE 15 ALLIEVI ATTIVITÀ DI FORMAZIONE (Gratuito) STRUMENTI DIGITALI PER ARTIGIANI TECNOLOGICI LEARN - MAKE - SHARE ATTIVITA TEORICO PRATICHE PER 1 CORSO DELLA

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT)

Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT) Istituto d Istruzione Superiore Carlo e Nello Rosselli Aprilia (LT) Presentazione del corso: CCNA Discovery 1: Networking for Home and Small Businesses Opportunità Internet sta cambiando la vita come noi

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Il Progetto educativo e formativo del Liceo Artistico G. de Chirico è finalizzato alla crescita globale

Dettagli

Informatica. Classe Prima

Informatica. Classe Prima Informatica Classe Prima Obiettivo formativo Conoscenze Abilità Conoscere e utilizzare il computer per semplici attività didattiche Conoscere i componenti principali del computer. o Distinguere le parti

Dettagli

MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA

MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA ( Scheda analitica dell idea progettuale 2.0 ) DATI ANAGRAFICI SCUOLA CODICE MECCANOGRAFICO DENOMINAZIONE ISTITUTO meic83503 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FRANCAVILLA

Dettagli

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a:

RELAZIONE E COMUNICAZIONE. Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: RELAZIONE E COMUNICAZIONE Sviluppare la gestione delle relazioni con i clienti grazie a: Microsoft Office System 2007 Windows Vista Microsoft Exchange Server 2007 è ancora più potente ed efficace, grazie

Dettagli

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 1.Descrizione della Soluzione La soluzione per la audio/videoconferenza EW2 proposta da Gruppo SIGLA consente di comunicare e collaborare a distanza, senza muoversi

Dettagli

FACILITATORE DIGITALE

FACILITATORE DIGITALE Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Oggi in Europa circa il 30-40% delle persone anziane, dei disabili, delle donne, delle persone con

Dettagli

E l ora di farsi notare - Visualizza il tuo Prodotto

E l ora di farsi notare - Visualizza il tuo Prodotto maggio 10 - pag. 1 E l ora di farsi notare - Visualizza il tuo Prodotto Ezio Grasselli CAD Technical Specialist maggio 10 - pag. 2 Inventor 2011 fornisce lo stato dell arte delle visualizzazioni. Design

Dettagli

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

Epson serie EB-1400Wi. riunioni dinamiche

Epson serie EB-1400Wi. riunioni dinamiche Epson serie EB-1400Wi Pensata per riunioni dinamiche e COLLABORATIVE Soluzioni pensate per la condivisione Riunioni coinvolgenti e produttive I partecipanti possono contribuire attivamente alle riunioni,

Dettagli

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino Gara a procedura aperta per l affidamento di servizi di supporto tecnico-informatico agli u- tenti dei sistemi informativi gestionali di ENAV S.p.A. CHIARIMENTI A seguito di richiesta di chiarimenti ed

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I.

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE PIEMONTE FESR 2007/2013 Asse 1: Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e P.M.I. ALLEGATO 2 al Bando Progetti innovativi di Creatività Digitale ideati

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

48 Laurea magistrale in Comunicazione multimediale Scienze

48 Laurea magistrale in Comunicazione multimediale Scienze 48 Laurea magistrale in Comunicazione multimediale Scienze C U R R I C O L A All interno del corso di laurea magistrale gli insegnamenti e le attività formative sono organizzate in modo da offrire percorsi

Dettagli

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio

Perito Informatico. Dipartimento Informatica. I.S. Ascanio Sobrero Casale Monferrato (AL) Presentazione del corso di studio Perito Informatico Presentazione del corso di studio 19/11/2008 Perito Informatico 1 Chi è il Perito in Il perito Industriale per l è in grado di conoscere, valutare, dimensionare e gestire le tecnologie

Dettagli

Sommario. Introduzione... 11

Sommario. Introduzione... 11 Introduzione... 11 1. Prima di cominciare... 13 Da Windows a Windows 7...13 Le novità di Windows 7...15 La barra delle applicazioni...16 Il menu Start...17 Gli effetti Aero...18 Windows 7 e il Web...19

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

interact opera nel settore ICT dal 1995 sviluppando sistemi e servizi avanzati per la comunicazione televisiva su Internet e sulle reti mobili.

interact opera nel settore ICT dal 1995 sviluppando sistemi e servizi avanzati per la comunicazione televisiva su Internet e sulle reti mobili. interact interact Watching television interact opera nel settore ICT dal 1995 sviluppando sistemi e servizi avanzati per la comunicazione televisiva su Internet e sulle reti mobili. Con sedi a Roma, Catanzaro

Dettagli

CORSO N. 36 DI 38 TITOLO: Tecniche informatiche e multimediali per le scenografie

CORSO N. 36 DI 38 TITOLO: Tecniche informatiche e multimediali per le scenografie CORSO N. 36 DI 38 TITOLO: Tecniche informatiche e multimediali per le scenografie Tabella n. 1 Obiettivi formativi Settore di riferimento: * Spettacolo (19) Figura professionale di riferimento: * Denominazione:

Dettagli

PROVINCIA Barletta Andria Trani. Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione. Progetto

PROVINCIA Barletta Andria Trani. Politiche del Lavoro, Formazione Professionale e Pubblica Istruzione. Progetto Barletta Andria Trani Progetto dei Servizi per il Lavoro della Provincia Barletta Andria Trani Premessa e contesto di riferimento Oltre il 25% della popolazione della Provincia di Barletta Andria Trani

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale Presentazione aziendale Next IT Generation Assistenza NoStop dalle 08.00 alle 18.00 Lun.-Sab. Specialisti IT certificati a vari livelli e competenze. Contratti di assistenza monte ore scalare. Tecnologia

Dettagli