FAQ. Art. 2. Art. 2. Sì, tutti i componenti dell aggregazione devono possedere i requisiti previsti nell Avviso.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FAQ. Art. 2. Art. 2. Sì, tutti i componenti dell aggregazione devono possedere i requisiti previsti nell Avviso."

Transcript

1 FAQ N. Quesito Risposta Riferim. Avviso 1 PRESENZA FEMMINILE: a pag.2: Nelle società cooperative e società di persone non è specificato se anche gli organi di amministrazione (oltre alla composizione numerica della compagine sociale) devono essere a maggioranza femminile, così come invece viene indicato nel caso delle società di capitali. 2 ASSOCIAZIONI: Che documenti vengono richiesti ai fini della partecipazione, oltre all atto costitutivo ed allo statuto? Es: iscrizione agli albi regionali? Registrazione all agenzia delle entrate? 3 AGGREGAZIONI: Tutte le imprese facenti parte dell aggregazione che partecipa al bando devono essere in possesso dei requisiti formali richiesti dallo stesso (sede operativa nel Lazio e prevalenza femminile)? 4 I AZIONE SMART E SOCIAL : a pag.4, quando si parla di sviluppo di nuovi prodotti/soluzioni/servizi innovativi, si intende solo ideazione/produzione o anche introduzione/utilizzo in azienda di prodotti/soluzioni/servizi reperibili sul mercato e innovativi per l impresa che decide di adottarli (in quanto prima non lo faceva)? In merito alle società cooperative e società di persone, occorre rispettare esclusivamente la quota di donne socie previste nell Avviso, in particolare queste dovranno essere in misura non inferiore al 60% della compagine sociale, indipendentemente dalle quote di capitale detenute. Oltre agli altri documenti richiesti nell Avviso (ad esempio: la dichiarazione della lista soci dell Associazione) per le associazioni vengono richiesti i seguenti adempimenti formali/documentazione: - Atto costitutivo nella forma di atto pubblico; - Statuto dell Associazione registrato presso l Ufficio del Registro dell Agenzia delle Entrate. Sì, tutti i componenti dell aggregazione devono possedere i requisiti previsti nell Avviso. L introduzione/utilizzo in azienda di prodotti/soluzioni/servizi reperibili sul mercato può essere uno degli elementi del più ampio progetto di sviluppo di nuovi prodotti/soluzioni/servizi innovativi e di grande impatto. In particolare nell Articolo 4 vengono elencate le caratteristiche di innovazione che il progetto deve possedere (almeno una caratteristica). Art. 4

2 5 SOLUZIONI TECNOLOGICHE CONSOLIDATE: a pag.5, quando si dice che nelle due azioni i progetti devono anche utilizzare soluzioni tecnologiche consolidate, si intende che queste devono essere presenti e specificate pena l esclusione dei progetti? Devono essere funzionali allo sviluppo dell innovazione o possono essere considerate esse stesse un elemento di innovazione (in quanto introdotte all interno di un impresa che prima non le utilizzava, vedi quesito precedente)? 6 AMMISSIBILITA DELLE SPESE: Quale è il periodo utile per sostenere le spese, affinchè queste siano considerate ammissibili? a pag.6 si dice: Per ogni progetto presentato saranno ritenute ammissibili esclusivamente le spese sostenute nel periodo compreso tra la data di formale avvio del progetto (data di sottoscrizione del Contratto di Concessione delle Agevolazioni) e la data della sua formale conclusione che dovrà avvenire entro 180 gg. dalla data di sottoscrizione di detto Contratto. A pag.11 si dice: I pagamenti possono essere effettuati anche successivamente alla conclusione delle attività progettuali (180 gg. dalla sottoscrizione del Contratto di Concessione delle Agevolazioni), purché entro la data di scadenza prevista per la presentazione della rendicontazione (entro e non oltre 60 giorni dalla formale chiusura delle attività progettuali). 7 GRADUATORIE: Dopo quanti gg dalla chiusura del bando verranno pubblicate le graduatorie? Si intende che: i progetti devono anche utilizzare tecnologie consolidate quali. L elenco delle tecnologie consolidate è da intendersi non esaustivo. Comunque, l elemento tecnologico deve essere funzionale alla finalità progettuale. Il sostenimento della spesa è riferito alla data di fatturazione della spesa. Ai fini dell ammissibilità della spesa la data della fattura dovrà essere compresa fra la data di sottoscrizione del Contratto di concessione delle Agevolazioni e la data di formale conclusione del progetto e comunque entro 180 giorni dalla sottoscrizione del sopra richiamato Contratto. La data di pagamento può essere anche successiva alla data di conclusione delle attività progettuali sopra descritte ma, comunque, entro la scadenza prevista per la rendicontazione (entro e non oltre 60 giorni dalla formale chiusura delle attività progettuali). La valutazione si concluderà entro il termine stimato di 90 giorni dalla scadenza dei termini di perfezionamento delle domande di agevolazione. I tempi potrebbero subire una modifica in considerazione del numero di domande che perverranno. Art. 4 Artt. 5,6,10 Generico

3 8 DOCUMENTAZIONE ALLEGATA: Alcuni allegati vengono richiesti sia in fase di presentazione della domanda, sia in fase di erogazione dei contributi (es: dichiarazione sostitutiva del certificato d iscrizione al Registro delle imprese; dati necessari alla verifica della regolarità contributiva; atto costitutivo e statuto delle associazioni). È necessario, quindi, presentare due volte la stessa documentazione? 9 Vorrei porvi una domanda: a pagina 7 del bando si riporta che "le spese non devono risultare pena la non ammissibilità fatturate dagli amministratori o soci dei soggetti proponenti (...)"; mi sorge quindi il dubbio se un socio lavoratore di cooperativa a mutualità prevalente con contratto di cocopro oppure dipendente possa essere remunerato per la sua parte di partecipazione al progetto finanziato. 10 Per associazioni a prevalente partecipazione femminile si intendono quelle con il 51% delle quote associative detenute da donne e contemporaneamente con il 51% degli organi decisionali delle associazione composti da donne,oppure è sufficiente avere uno dei due requisiti? 11 Quali tipi di associazione possono partecipare al bando? 12 Il contributo può finanziare l'iva nel caso di associazioni che per natura fiscale non possono recuperare tale imposta? 13 Volevo sapere se il nostro progetto, ovvero aprire una ludoteca, rientra nei servizi finanziabili. In alternativa un asilo sarebbe un ulteriore progetto che ci piacerebbe realizzare, ma non siamo sicuri che queste alternative siano finanziabili da tale bando. Sì, è prevista la presentazione di tale documentazione sia in fase di presentazione della domanda sia in fase di erogazione dei contributi. In qualità di risorsa interna dell'impresa (contratto di dipendente, progetto, etc.) il costo del suo stipendio è ammesso. L Associazione deve possedere entrambi i requisiti. Occorre verificare esclusivamente se l Associazione possieda i requisiti previsti dall Avviso. Sì, la quota relativa all IVA acquisti è ammissibile qualora non possa essere recuperata o compensata. L Avviso non prevede particolari preclusioni per i settori finanziabili, ad eccezione di quanto previsto dalla normativa de minimis. Tuttavia occorre verificare la conformità del progetto che si vuole proporre rispetto alle caratteristiche previste nell Avviso. Artt. 2 e7 Artt. 5 e 6 Generico Art. 5

4 14 Le associazioni devono essere iscritte in CCIAA? 15 La percentuale del 51% delle quote associative donne deve risultare da atto costitutivo? (sempre associazioni) 16 Potrebbe essere finanziabile un progetto presentato nell ambito del settore agricolo? Eventualmente può essere finanziato un progetto da parte di un agriturismo 17 Il giorno 20 maggio dalle ore alle sarà possibile prenotarsi all Avviso Pubblico Innovazione: Sostantivo femminile. In questa fase di prenotazione, quali documenti e/o informazioni in merito all impresa ed al progetto occorrerà presentare? Ad esempio in quale fase si dovrà presentare il formulario? Non è obbligatoriamente richiesto dall Avviso. E previsto che i soggetti proponenti devono essere regolarmente costituiti e iscritti in camera di commercio e/o negli appositi registri previsti dalle normative vigenti al momento della prenotazione telematica. La percentuale potrebbe essersi modificata successivamente alla costituzione dell Associazione. L importante è il rispetto della percentuale del 51% già in fase di prenotazione telematica. Secondo quanto previsto dal Reg CE 1535/2007, l importo complessivo degli aiuti de minimis concessi a una medesima impresa agricola non può superare Euro nell arco di tre esercizi fiscali. Inoltre, l agriturismo è riconducibile ad un impresa agricola e quindi allo stesso Regolamento sopra richiamato. Al momento della prenotazione (Click Day) saranno richiesti alcuni dati sintetici identificativi del progetto, del soggetto proponente e del relativo rappresentante legale, oltre all importo dell agevolazione richiesta. In tale fase non sarà necessario presentare alcuna documentazione. Mentre il formulario, insieme a tutta la documentazione prevista, andrà inviato via posta raccomandata entro il 19 giugno 2014 all indirizzo indicato sull Avviso. Art. 7

5 18 In riferimento all Avviso pubblico Innovazione: sostantivo femminile, vorremmo sapere se tra i soggetti beneficiari di cui all art. 2, Categoria B, sono da intendersi anche le cooperative sociali di tipo A costituite ai sensi della legge 381/91, in quanto gli interventi previsti dall Azione II Sociental Challenges appaiono più consoni con la mission di una cooperativa sociale di tipo A. 19 Siamo una cooperativa interessata al bando di concorso Innovazione: sostantivo femminile. Vorremmo alcuni chiarimenti su alcune voci del bando: 1) punto C.7 modalità di validazione dei risultati e brevettabilità. E possibile usufruire di programmi già brevettati ma utilizzati per scopi differenti? 2) Punto G.2 chiarimento sulle spese ammissibili. Se il progetto riguarda l applicazione di un circuito a diversi hardware, il costo di tutti gli hardware necessari è coperto dal finanziamento? No, le cooperative sociali non rientrano tra i soggetti beneficiari di cui all art. 2 Categoria B. Pertanto, le stesse non possono presentare progetti rientranti nella tipologia II Azione. Al punto C.7 Validazione e diffusione dei risultati (Descrivere:Modalità di validazione dei risultati e brevettabilità, ecc ), si chiede di dichiarare se i risultati del progetto per il quale si richiede il finanziamento produrranno brevetti. Alla luce di ciò si ritiene ammissibile l utilizzo di programmi già brevettati purchè utilizzati in maniera innovativa Relativamente al punto seguente, la possibile risposta è strettamente legata ai contenuti progettuali, quindi si invita il richiedente a valutare se i costi indicati rientrino nel punto G.2 Investimenti materiali in macchinari e attrezzature nuove di fabbrica regolarmente fatturati alle normali condizioni di mercato da soggetti esterni e indipendenti dalla società proponente, giudicati indispensabili alla realizzazione del programma In fase di istruttoria tecnica, alla luce della descrizione di dettaglio del progetto, verrà valutata la congruenza di tali costi. Allegato A Formulario, Art. 5

6 20 Sono la titolare e l amministratore di una Srl. Detengo il 95% delle quote. Il mio socio, uomo, il 5%. Vorrei sapere se posso partecipare al bando innovazione femminile Smart & Social anche se non ci sono altri soci donne. 21 Vorrei sapere se l impresa deve essere già costituita e se no entro quando va costituita Una lavoratrice autonoma non iscritta al registro impresa, ma solo con partita IVA, può presentare la domanda? 22 In riferimento al Bando pubblicato lo scorso 6 maggio Innovazione sostantivo femminile vorrei sapere se, entro la data indicata del 20 maggio per la prenotazione delle domande, volevo chiedere se, partecipando in qualità di associazione, è necessario entro il 20 maggio aver completato l iscrizione all albo delle associazioni. 23 La nostra associazione si occupa di promozione e valorizzazione del patrimonio storico-archeologico con attività anche didattiche. Potremmo partecipare anche se il nostro obiettivo principale non è nell'elenco degli obiettivi per le associazioni ma piuttosto in quello delle PMI? 24 A quale link sarà pubblicata la app per la prenotazione telematica? Per effettuare la prenotazione occorre una pre-registrazioni? Sì, può partecipare all Avviso a condizione che, nel caso specifico, le donne rappresentino almeno il 51% del totale dei componenti dell organo di amministrazione ovvero, come sembrerebbe nel caso specifico, la titolare sia amministratore unico della società. I soggetti proponenti (Categoria A e Categoria B) devono essere regolarmente costituiti e iscritti in camera di commercio e/o negli appositi registri previsti dalle normative vigenti al momento della prenotazione telematica. L Avviso non prevede la partecipazione di liberi professionisti che operino con partita IVA ma che non risultino iscritti nei suddetti registri. I soggetti proponenti (Categoria A e Categoria B) devono essere regolarmente costituiti e iscritti in camera di commercio e/o negli appositi registri previsti dalle normative vigenti al momento della prenotazione telematica (20 maggio 2014). Le Associazioni possono presentare esclusivamente progetti di tipo II AZIONE. La prenotazione telematica potrà essere effettuata collegandosi sul sito internet alla sezione Bandi nell apposito spazio. Ai fini della prenotazione non sarà necessaria alcuna pre-registrazione. Art. 7

7 25 La mia societa' che vorrebbe partecipare nella categoria A è una srl, è uno spin-off Enea ed è detenuta al 55% da donne. Il problema è che, poichè una di queste donne non può, per contratto con Enea, partecipare all'amministrazione della società, l'organo di amministrazione vede solo un presidente donna e un amministratore delegato uomo. Questo significa che siamo esclusi? 26 Possono partecipare le associazioni professionali di categoria che abbiano comunque una prevalenza di iscritte e di incarichi "rosa" nel CDN? 27 Associazioni culturali senza fini di lucro che operano anche in campo sociale, ma che non hanno una sede operativa distinta dalla sede legale, possono partecipare a questo bando? 28 Siamo un'associazione. Se volessimo costituire un'ati, due domande: 1. con chi possiamo associarci? 2. dobbiamo comunicare l'avvenuta costituzione entro il 20 maggio o anche per il 19? Possiamo associarci anche con enti pubblici, srl, studio professionali, o solo altre associazioni? 29 All'articolo 6 dell'avviso sono indicate come non ammissibili le spese fatturate dai soci. Dunque socie dell'associazione che lavorerebbero nel progetto con partita iva o con contratto a progetto non vi possono lavorare o comunque queste spese non possono essere ammesse a rendicontazione? La società non possiede tutti i requisiti previsti dall Avviso. In particolare, non viene rispettato il requisito per cui nelle società di capitali le donne rappresentino almeno il 51% del totale dei componenti dell organo di amministrazione. Si, possono partecipare a condizione che vengano rispettati i requisiti previsti nell Avviso. Sì, la sede dovrà comunque essere localizzata nel territorio della regione Lazio. L Associazione potrà aggregarsi solo con altre associazioni. I soggetti proponenti devono essere regolarmente costituiti e iscritti in camera di commercio e/o negli appositi registri previsti dalle normative vigenti al momento della prenotazione telematica. Qualora le socie possiedano, in qualità di risorse interne dell'associazione, un contratto di dipendente,a progetto, etc., il costo del loro stipendio è ammissibile. Tuttavia non sono ammissibili le spese fatturate dalle socie. Artt. 5 e 6

8 30 Vorrei sapere se è consentita la partecipazione di 3 società che hanno la stessa socia di maggioranza pur essendo giuridicamente distinte 31 Una associazione iscritta al REA ma che ha chiuso la partita IVA perchè svolge attività di formazione fuori campo iva può partecipare? 32 Vorremmo acquisire strumentazione, brevetto e semilavorati per realizzare un nuovo prodotto destinato alle donne. Un progetto del genere rientra nelle call essendo il prodotto inteso come 'oggetto'.. in caso affermativo rientrerebbe nella call: Prodotto/Servizio o Marketing potendo esporre il logo dell'associazione sull'oggetto prodotto? 33 A cosa serve la procedura del click day? L ordine di inserimento della prenotazione ha qualche incidenza sulla valutazione dei progetti? C è un numero limite di prenotazioni accettabili per quella giornata? 34 L allegato F Richiesta DURC all Avviso, richiede la compilazione obbligatoria dei campi n. 1 (CCNL applicato) e 2 (numero dipendenti). Cosa deve compilare una associazione che non ha dipendenti, e pertanto non applica nessun CCNL? Le tre società potranno presentare richiesta in forma aggregata. Si, può partecipare, a condizione che vengano rispettatati i requisiti specifici previsti dall Avviso. Se l oggetto prodotto rientra nella definizione dell Avviso Nuovi prodotti/soluzioni/servizi innovativi e di grande impatto, soddisfa le carattestiche di innovazione previste nell art.4 e se utilizza in modo diffuso e strutturato le tecnologie citate nello stesso articolo, può essere considerato un progetto ammissibile. Sì, è possibile esporre il logo dell associazione sull oggetto prodotto. Ai fini della valutazione prevista nell Avviso, nella graduatoria finale a parità di punteggio verrà data precedenza al progetto presentato prima (orario di prenotazione on line). Non è previsto un limite massimo alle prenotazioni effettuate nell arco temporale indicato nell Avviso. Ai fini della richiesta del DURC, il soggetto è tenuto ad indicare nel modulo i dati in proprio possesso. Generico Generico Art. 9 Allegato F,

9 34 L art 6 Spese non ammissibili afferma che le spese non devono risultare, pena la non ammissione, fatturate dagli amministratori o soci dei soggetti proponenti, o coniugi, parenti o affini entro il terzo grado degli stessi, o da imprese che si trovino, nei confronti dei soggetti proponenti, nelle condizioni di cui all art del codice civile, ovvero siano partecipati, per almeno il 25%, da un medesimo altro soggetto o abbiano la maggioranza degli organi amministrativi composti dai medesimi membri. I soci dell Associazione ed eventuali coniugi, parenti od affini, possono prestare il proprio lavoro nell ambito della categoria f) delle spese ammissibili spese di personale dipendente o assunto con forme contrattuali equivalenti sempre rispettando il limite del 50% dell agevolazione concessa? In qualità di risorsa interna dell'impresa (contratto di dipendente, progetto, etc.) le spese del personale dipendente o assunto con forme contrattuali equivalenti sono ritenute ammissibili nei limiti previsti dall Avviso. Art Possono presentare la domanda anche le Onlus? Nel caso in cui presenti domanda un impresa individuale, la stessa può acquistare beni o servizi da una srl, se il titolare dell impresa individuale nonché proponente è socio della srl al 20%? La Onlus può presentare domanda qualora rispetti i requisiti previsti per la Categoria A o la Categoria B di cui all art. 2 dell Avviso. Occorre verificare che i due soggetti (impresa individuale e srl) abbiano o meno la maggioranza degli organi amministrativi composti dai medesimi membri come previsto all art. 6 dell Avviso. e Art Siamo un associazione no profit e chiediamo se possiamo partecipare all Avviso. Abbiamo il 51% degli organi decisionali dell associazione costituito da donne ma nessuna di noi possiede quote associative. E richiesto un versamento interno all associazione obbligatorio per partecipare all Avviso? Nel caso di soggetti di cui alla Categoria B (Associazioni) art. 2 occorre rispettare i seguenti requisiti: - 51% delle quote associative detenute da donne; - 51% degli organi decisionali delle associazioni composti da donne e localizzate nell intero territorio della regione Lazio.

FAQ relative all Avviso Pubblico Innovazione: sostantivo femminile - Quinta parte

FAQ relative all Avviso Pubblico Innovazione: sostantivo femminile - Quinta parte FAQ relative all Avviso Pubblico Innovazione: sostantivo femminile - Quinta parte N. Quesito Risposta Riferim. Avviso 1 Volevo un chiarimento riguardo la sede operativa per un impresa costituenda. E possibile

Dettagli

FAQ relative all Avviso Pubblico Innovazione: sostantivo femminile - Seconda parte

FAQ relative all Avviso Pubblico Innovazione: sostantivo femminile - Seconda parte FAQ relative all Avviso Pubblico Innovazione: sostantivo femminile - Seconda parte N. Quesito Risposta Riferim. Avviso 1 Un impresa individuale attiva nel settore dell agricoltura (società agricola semplice)

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

POR FESR LAZIO 2007-2013. Horizon2020

POR FESR LAZIO 2007-2013. Horizon2020 POR FESR LAZIO 2007-2013 AVVISO PUBBLICO Horizon2020 Misure per favorire l accesso ai Programmi dell Unione per il finanziamento della Ricerca, dell Innovazione e della Competitività F.A.Q. (Domande frequenti)

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città Avviso pubblico per la presentazione di progetti di sviluppo della Agenda Digitale di Bologna Richieste di chiarimenti V La presente per

Dettagli

Scheda di riepilogo x Bando ISI INAIL - Regione Lazio

Scheda di riepilogo x Bando ISI INAIL - Regione Lazio Scheda di riepilogo x Bando ISI INAIL - Regione Lazio Nel presente documento si riporta un riepilogo degli adempimenti richiesti dal Bando ISI-INAIL della Regione Lazio per poter accedere ai contributi

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

FAQ POST GRADUATORIA AVVISO GIOVANI PER IL SOCIALE

FAQ POST GRADUATORIA AVVISO GIOVANI PER IL SOCIALE FAQ POST GRADUATORIA AVVISO GIOVANI PER IL SOCIALE 1. Domanda: Con quale modalità sarà possibile ottenere chiarimenti in merito alle procedure di attuazione e rendicontazione dei progetti cofinanziati?

Dettagli

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI

COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI COMUNE DI NULE PROVINCIA DI SASSARI LR 37/98 ART. 19 INIZIATIVE PER LO SVILUPPO E L OCCUPAZIONE ANNUALITA 2006 OGGETTO CONCESSIONE CONTRIBUTI, NELLA FORMA DEL DE MINIMIS, PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE IMPRESE.

Dettagli

Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1. Bando per l accesso agli Innovation Voucher

Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1. Bando per l accesso agli Innovation Voucher Piano straordinario per l occupazione ASSE II Competitività MISURA II.1 Bando per l accesso agli Innovation Voucher DOMANDE FREQUENTI Modalità di presentazione delle domande 1. La marca da bollo ogni 4

Dettagli

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative.

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. Allegato A Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. 1. Soggetti beneficiari Sono beneficiarie di contributi di

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA L'attività di supporto alla creazione di imprese innovative è resa possibile grazie

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

Bando per la presentazione di progetti di comunicazione digitale per il business delle MPMI Lombarde

Bando per la presentazione di progetti di comunicazione digitale per il business delle MPMI Lombarde Bando per la presentazione di progetti di comunicazione digitale per il business delle MPMI Lombarde Accordo di programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo - anno 2012 Asse

Dettagli

SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile

SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile SCHEDA SINTETICA LEGGE n. 215/1992 Azioni positive per l'imprenditoria femminile SCOPO E OBIETTIVO DELLA LEGGE La Legge n. 215 del 25 febbraio 1992 riporta un ampio ventaglio di disposizioni con lo scopo

Dettagli

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione. Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO Progetti di Ricerca Applicata per l Innovazione Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione Premessa Il presente documento regola le modalità di rendicontazione, ai fini dell

Dettagli

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova Provincia di Mantova Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova ART.1 FINALITA La Provincia di Mantova e la Camera di Commercio di Mantova

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

Studio Centrella. Misura Start up. dal 14/5/2014

Studio Centrella. Misura Start up. dal 14/5/2014 Studio Centrella Alberto Centrella Commercialista. - Via Polcari n. 7-82100 Benevento - Tel./Fax 0824 29704 -email studio@centrella.it t it FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI Campane Misura Start

Dettagli

OGGETTO: POR-FESR 2014-2020. Bandi RSI - Ricerca, Sviluppo e Innovazione della Regione Toscana

OGGETTO: POR-FESR 2014-2020. Bandi RSI - Ricerca, Sviluppo e Innovazione della Regione Toscana Prato, 02 settembre 2014 OGGETTO: POR-FESR 2014-2020. Bandi RSI - Ricerca, Sviluppo e Innovazione della Regione Toscana Caro Socio/Gentile cliente, con la presente vi informiamo che la Regione Toscana

Dettagli

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Direzione Sviluppo Economico e Valorizzazione Asset Patrimoniali e Territoriali Servizio SUAP e Polizia Amministrativa INTERVENTI PER ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

06/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 36. Regione Lazio

06/05/2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 36. Regione Lazio Regione Lazio DIREZIONE SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 21 marzo 2014, n. G03546 Legge Regionale 4 agosto 2008, n. 13 "Promozione della ricerca e sviluppo

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

FAQ. AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI Campane Misura Reti di impresa

FAQ. AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI Campane Misura Reti di impresa FAQ AVVISO PER LA SELEZIONE DI PROGETTI DA AMMETTERE AL FINANZIAMENTO DEL FONDO ROTATIVO PER LO SVILUPPO DELLE PMI Campane Misura Reti di impresa P.O. FESR Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 2.4 Credito

Dettagli

FAQ POST GRADUATORIA AVVISO GIOVANI PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI PUBBLICI

FAQ POST GRADUATORIA AVVISO GIOVANI PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI PUBBLICI FAQ POST GRADUATORIA AVVISO GIOVANI PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI PUBBLICI 1. Domanda: Quanti progetti risultano ammessi al co finanziamento? Risposta: Al momento i progetti ammessi al co finanziamento

Dettagli

Bando per la erogazione di contributi

Bando per la erogazione di contributi Fondazione Wanda Di Ferdinando Bando per la erogazione di contributi Anno 2015 La Fondazione Wanda Di Ferdinando è un Ente Privato che si propone l attuazione di iniziative del più alto interesse sociale

Dettagli

FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup )

FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup ) FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup ) Aggiornamento al 10 gennaio 2014 CHI PUÒ RICHIEDERE LE AGEVOLAZIONI Chi può presentare domanda

Dettagli

BANDO CALL IMPRENDITORIA FEMMINILE. Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi Via Andrea Cesalpino 1 (00161) Roma www.enpap.

BANDO CALL IMPRENDITORIA FEMMINILE. Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi Via Andrea Cesalpino 1 (00161) Roma www.enpap. BANDO CALL IMPRENDITORIA FEMMINILE Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi Via Andrea Cesalpino 1 (00161) Roma www.enpap.it Premessa La realtà italiana vede un divario netto dei redditi

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE RIAPERTURA BANDO N.3/2012: AZIONE DI SISTEMA INTRODUZIONE DI TECNOLOGIE ASSISTIVE Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97; - L. n. 68 /1999

Dettagli

21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa

21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N.215 21.05.2012 Regione Lazio: incentivi alla creazione d impresa A cura di Carlo De Luca e Luca Savastano Categoria: Agevolazioni Sottocategoria:

Dettagli

Bandi di finanziamento

Bandi di finanziamento Bandi di finanziamento per neo -imprese e aspiranti imprenditori 1Mantova 16 ottobre 2015 DUE INTERVENTI DISTINTI 1) BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE (1508 Bando Neo-Imprese) DOTAZIONE FINANZIARIA:

Dettagli

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO PROGRAMMA ACCEDO PROGETTO FACILITO DINA AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

3. SOGGETTI BENEFICIARI

3. SOGGETTI BENEFICIARI - Contributi per la creazione di start-up nel campo delle biotecnologie e delle scienze per la vita in provincia di Varese. Approvato con determinazione n.314 del 16/07/2014 1. PREMESSA Camera di Commercio

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

BANDO A.I.D.A. APPORTARE INNOVAZIONE DIRETTAMENTE IN AZIENDA ANNO 2015

BANDO A.I.D.A. APPORTARE INNOVAZIONE DIRETTAMENTE IN AZIENDA ANNO 2015 BANDO A.I.D.A. APPORTARE INNOVAZIONE DIRETTAMENTE IN AZIENDA ANNO 2015 Art. 1 Finalità La Camera di Commercio di Frosinone, nell ambito delle proprie iniziative volte a favorire lo sviluppo dell economia

Dettagli

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia ALLEGATO A CONVENZIONE DEL 23/12/2010 TRA IL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA E LA REGIONE PIEMONTE IN ATTUAZIONE DELL INTESA DEL 29 APRILE 2010 RELATIVA AI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE, LE

Dettagli

POR FESR 2007-2013 AZIONE 1.2.4 INGEGNERIA FINANZIARIA PRESTITI RIMBORSABILI

POR FESR 2007-2013 AZIONE 1.2.4 INGEGNERIA FINANZIARIA PRESTITI RIMBORSABILI POR FESR 2007-2013 AZIONE 1.2.4 INGEGNERIA FINANZIARIA PRESTITI RIMBORSABILI 1. FINALITA E INTERVENTI AGEVOLABILI L intervento intende favorire il progresso e lo sviluppo dei processi di innovazione e

Dettagli

Bandi e-commerce e quick-response 2006 F.A.Q. 2) Quali tipologie di iniziative possono rientrare in quelle agevolabili dal bando sull ecommerce?

Bandi e-commerce e quick-response 2006 F.A.Q. 2) Quali tipologie di iniziative possono rientrare in quelle agevolabili dal bando sull ecommerce? Bandi e-commerce e quick-response 2006 F.A.Q. 1) Qual è la definizione di e-commerce? Secondo le indicazioni fornite dalla normativa nazionale e dalla normativa comunitaria per commercio elettronico si

Dettagli

5. Il soggetto promotore, se costituito dai Comuni, deve prevedere la partecipazione degli enti privati.

5. Il soggetto promotore, se costituito dai Comuni, deve prevedere la partecipazione degli enti privati. Regolamento concernente la concessione di finanziamenti a favore delle Amministrazioni comunali del Friuli Venezia Giulia, dei Centri di assistenza tecnica alle imprese commerciali (CAT) autorizzati e

Dettagli

Regolamento per la concessione di contributi in conto interesse alle imprese dei settori artigianato, commercio e turismo

Regolamento per la concessione di contributi in conto interesse alle imprese dei settori artigianato, commercio e turismo Regolamento per la concessione di contributi in conto interesse alle imprese dei settori artigianato, commercio e turismo Approvato con delibera consiliare n. 49 del 23 aprile 2004 Modificato con delibera

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI

FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI FONDO GARANZIA PER LE PMI DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI CAGLIARI Il Fondo di Garanzia è stato istituito dalla Camera di Commercio con apposito Regolamento, approvato con deliberazione del Consiglio camerale

Dettagli

Bando Attività di Vicinato

Bando Attività di Vicinato COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo ALLEGATO B alla Delibera di Giunta Comunale P.G. 87807/06 BANDO ATTUATIVO DI CONCESSIONE CONTRIBUTI ANNO

Dettagli

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO

COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO COMUNE DI PISA D I R E Z I O N E SERVIZI ISTITUZIONALI CULTURA TURISMO OGGETTO: APPROVAZIONE BANDO ANNO 2014 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ORDINARI. SETTORE D INTERVENTO : CULTURA. PRENOTAZIONE IMPEGNO

Dettagli

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015

BANDO. per le associazioni socie del Cesvot. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 BANDO per le associazioni socie del Cesvot per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2015 volontariato ANNO 2015 Pagina 1 1. Chi può presentare Hanno diritto a presentare

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative. Intraprendo Incentivi per la creazione di nuove imprese

GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative. Intraprendo Incentivi per la creazione di nuove imprese GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative Intraprendo Incentivi per la creazione di nuove imprese GOAL Giovani Opportunità per Attività Lavorative A chi è rivolto iniziative strutturate sotto forma

Dettagli

FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2015 ed in relazione al corso della durata di ore DICHIARA

FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2015 ed in relazione al corso della durata di ore DICHIARA All.2) AUTOCERTIFICAZIONE Il sottoscritto nato/a a il in qualità di legale rappresentante dell impresa, iscritta alla Camera di Commercio di Bergamo con il n. REA, a seguito dell ammissione da parte del

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli

Comune di Sinnai Provincia di Cagliari

Comune di Sinnai Provincia di Cagliari Comune di Sinnai Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DI NUOVA FORMAZIONE L.R. 24 dicembre 1998, n. 37, Art. 19 1 Art. 1 Oggetto del Regolamento Principi 1) Il

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO PAG. 1 1404 Allegato alla determinazione dirigenziale n. 131/PM del 18/02/2014 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO BANDO PER LA CORRESPONSIONE DI CONTRIBUTI PER L'INNOVAZIONE

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 (Approvato dalla Giunta camerale con Delibera n. 19 del 30/01/2014

Dettagli

BANDO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE GIOVANILI - ANNO 2014. Disposizioni generali

BANDO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE GIOVANILI - ANNO 2014. Disposizioni generali BANDO PER LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE GIOVANILI - ANNO 2014 Disposizioni generali Art. 1 Finalità e destinatari Nell ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico

Dettagli

Bando per l'innovazione tecnologica delle PMI e delle reti di PMI. Asse 2 Attività II.1.2

Bando per l'innovazione tecnologica delle PMI e delle reti di PMI. Asse 2 Attività II.1.2 Bando per l'innovazione tecnologica delle PMI e delle reti di PMI Asse 2 Attività II.1.2 Obiettivi Supportare i processi di cambiamento tecnologico e organizzativo, attraverso il sostegno a progetti realizzati

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DEI PROGETTI PER RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE 2015

BANDO A SOSTEGNO DEI PROGETTI PER RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE 2015 BANDO A SOSTEGNO DEI PROGETTI PER RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE 2015 POR FERS 2014-2020 e FONDO UNICO REGIONALE FINALITÀ E OGGETTO DEGLI INTERVENTI Il bando finanzia Progetti di Ricerca Industriale

Dettagli

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto.

I soggetti proponenti (capofila o partner) devono avere sede operativa nell ambito territoriale in cui è prevista l azione di progetto. BANDO I PARCHI E LE AREE MARINE PROTETTE: UN PATRIMONIO UNICO DELL ITALIA Il contesto Il sistema delle Aree Naturali Protette in Italia (disciplinato dalla legge 394 del 6 dicembre 1991) rappresenta una

Dettagli

- Compilare su carta semplice e in ogni sua parte il modello misura A) Donna crea impresa, riportato nel seguito, e composto da 2 sezioni

- Compilare su carta semplice e in ogni sua parte il modello misura A) Donna crea impresa, riportato nel seguito, e composto da 2 sezioni Allegati per presentazione domanda su misura A DONNA CREA IMPRESA Per presentare domanda sulla misura A Donna crea impresa è necessario: - Compilare su carta semplice e in ogni sua parte il modello misura

Dettagli

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO 1 Bando 2009 ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA - RICERCA SCIENTIFICA E IN CAMPO SANITARIO FORMAZIONE - TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DI ATTIVITA

Dettagli

Progetto Giovanisì Avvio e consolidamento di impresa nella Regione Toscana Sezione Commercio, Turismo, attività terziarie

Progetto Giovanisì Avvio e consolidamento di impresa nella Regione Toscana Sezione Commercio, Turismo, attività terziarie Progetto Giovanisì Avvio e consolidamento di impresa nella Regione Toscana Sezione Commercio, Turismo, attività terziarie Presentazione dell agevolazione Il presente documento illustrativo ha natura meramente

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE Nell ambito del convegno nazionale La figura del tutor all

Dettagli

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE

NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE POR FESR SARDEGNA 2007 2013 Asse VI Competitività - Linea di attività 6.2.1.b Programma di aiuti per Nuove Imprese Innovative NUOVE IMPRESE INN OVA TIVE Giuseppe Serra Sardegna Ricerche Progetto cofinanziato

Dettagli

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE

ASSESSORATO DEL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E SICUREZZA SOCIALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE D.G.R. n.36/6 del 5 settembre 2006 D. Dirett. n.407 del 12 dicembre 2005 A VVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande di assegnazione di voucher formativi per apprendisti

Dettagli

LINEA START E RESTART ASSE III 3.A.1.1 POR FESR 2014-2020 BANDO DELLA REGIONE LOMBARDIA CRITERI APPLICATIVI NUOVO BANDO

LINEA START E RESTART ASSE III 3.A.1.1 POR FESR 2014-2020 BANDO DELLA REGIONE LOMBARDIA CRITERI APPLICATIVI NUOVO BANDO LINEA START E RESTART ASSE III 3.A.1.1 POR FESR 2014-2020 BANDO DELLA REGIONE LOMBARDIA CRITERI APPLICATIVI NUOVO BANDO Giuseppe Vallarino 1 Convegno Lo street food come opportunità di lavoro. Normative

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

PIANO PROVINCIALE ASSE A TALENTI AL LAVORO 2012-2014 CUP J42B12000070002

PIANO PROVINCIALE ASSE A TALENTI AL LAVORO 2012-2014 CUP J42B12000070002 AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO SVOLTE DA STUDENTI CHE STANNO TERMINANDO CON SUCCESSO PERCORSI DI IFP PIANO PROVINCIALE ASSE A TALENTI AL

Dettagli

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione 1 Voucher per l internazionalizzazione: come nasce Contesto: l intervento dei Voucher per l internazionalizzazione delle PMI nasce nell ambito

Dettagli

Direzione Generale dell Industria

Direzione Generale dell Industria PO R FESR 2007-2013 A sse VI C om petitività- Linee di attività 6.2.2.i) e 6.2.3.a) D eliberazione della G iunta Regionale n. 51/25 del 24.09.2008 Interventi per favorire l'innovazione del sistem a delle

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER L ACCESSO AL CREDITO A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE INDICE

FONDO DI GARANZIA PER L ACCESSO AL CREDITO A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE INDICE F.A.Q. art. 8 della L.R. 12/2004, come sostituito dall art. 33 della l.r. 30/2009 FONDO DI GARANZIA PER L ACCESSO AL CREDITO A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE INDICE 1. Modalità di presentazione

Dettagli

BANDO FAQ Aggiornate al 01-07-2013 1

BANDO FAQ Aggiornate al 01-07-2013 1 BANDO FAQ Aggiornate al 01-07-2013 1 INDICE 1. POSSO PRESENTARE LA DOMANDA SOLTANTO CON FIRMA DIGITALE?... 3 2. QUALI IMPRESE POSSONO PRESENTARE DOMANDA?... 3 3. POSSONO PARTECIPARE AL BANDO ANCHE AGGREGAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

PROVINCIA DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI Approvato dal Consiglio Provinciale con deliberazione n. 117 del 10.12.2002 Modificato con delibera di Consiglio Provinciale n. 19 del 1.4.2004 1 REGOLAMENTO

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO

REGIONE LAZIO. Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO ALLEGATO 1 REGIONE LAZIO Agenzia Regionale del Turismo AVVISO PUBBLICO per la presentazione delle domande concernenti progetti di valorizzazione e promozione turistica destinati a migliorare l accoglienza

Dettagli

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014 Avviso pubblico e Regolamento per la concessione di contributi a parziale concorso delle spese di organizzazione di viaggi in provincia di Napoli in periodi di bassa e media stagione Annualità 2014 Delibera

Dettagli

FORMAZIONE COMPETENZE DIGITALI DEI DOCENTI (Avviso DDG. N. 12 DEL 6 NOVEMBRE 2014) RISPOSTE AI QUESITI POSTI DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE

FORMAZIONE COMPETENZE DIGITALI DEI DOCENTI (Avviso DDG. N. 12 DEL 6 NOVEMBRE 2014) RISPOSTE AI QUESITI POSTI DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE FORMAZIONE COMPETENZE DIGITALI DEI DOCENTI (Avviso DDG. N. 12 DEL 6 NOVEMBRE 2014) RISPOSTE AI QUESITI POSTI DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE D1: la formazione a distanza è ritenuta valida (con particolare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Nell ambito del Fondo per il sostegno all accesso al credito delle imprese del Lazio (art. 20 LR 9/2005)

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI CAGLIARI Largo C. Felice, 72 09124 Cagliari tel. 070/605121 - sito web: http//www.ca.camcom.it INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

Dettagli

P.O.R. MARCHE Obiettivo 2 FSE 2007/2013 Assi I, II e III Annualità 2010 e 2011

P.O.R. MARCHE Obiettivo 2 FSE 2007/2013 Assi I, II e III Annualità 2010 e 2011 PROVINCIA DI FERMO SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE, SCUOLA E POLITICHE DEL LAVORO P.O.R. MARCHE Obiettivo FSE 007/013 Assi I, II e III Annualità 010 e 011 SCADENZA 15/04/011 AVVISO PUBBLICO INCENTIVI

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Allegato 3 UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Programma Sviluppo Rurale FEASR 2007 2013 Art. 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) 1698/05 Allegato

Dettagli

QUESITI: Un HUB può fare domanda?

QUESITI: Un HUB può fare domanda? QUESITI: 1. Un HUB può fare domanda? In linea generale, sì. Si è voluto escludere gli HUB coinvolti nel progetto nuova imprenditorialità, ritenendo di non dover fare nessuna specifica nei criteri, in quanto

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER L ACCESSO AL CREDITO A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE INDICE

FONDO DI GARANZIA PER L ACCESSO AL CREDITO A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE INDICE F.A.Q. art. 8 della L.R. 12/2004, come sostituito dall art. 33 della l.r. 30/2009 FONDO DI GARANZIA PER L ACCESSO AL CREDITO A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE E GIOVANILE INDICE 1. Modalità di presentazione

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004 CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE PROCEDURA PER LA GESTIONE DELL ATTIVITA DI PROMOZIONE E SOSTEGNO DELLA RICERCA PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2004 Sezione A) - Tipologie di intervento previste - Presentazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI

DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI 758 05/02/2014 Identificativo Atto n. 26 DIREZIONE GENERALE SPORT E POLITICHE PER I GIOVANI BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DELLA PRATICA SPORTIVA - INIZIATIVE

Dettagli

COMUNE DI SANTA FIORA Provincia di Grosseto

COMUNE DI SANTA FIORA Provincia di Grosseto COMUNE DI SANTA FIORA Provincia di Grosseto REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI DESTINATI ALLE NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI E ALLE IMPRESE APPROVATO con deliberazione del C.C. n 69 del 30.11.2011

Dettagli

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE A MOSTRE E FIERE ANNO 2015

BANDO PER LA PARTECIPAZIONE A MOSTRE E FIERE ANNO 2015 BANDO PER LA PARTECIPAZIONE A MOSTRE E FIERE ANNO 2015 TITOLO I CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO Art. 1 Finalità La Camera di Commercio di Livorno, nel quadro delle proprie iniziative istituzionali per promuovere

Dettagli

BANDO DI ATENEO TRANSITION GRANT - HORIZON 2020

BANDO DI ATENEO TRANSITION GRANT - HORIZON 2020 BANDO DI ATENEO TRANSITION GRANT - HORIZON 2020 ARTICOLO 1 TRANSITION GRANT HORIZON 2020 LINEE DI FINANZIAMENTO E FONDI DISPONIBILI L Università degli Studi di Milano (UNIMI), al fine di sostenere la progettualità

Dettagli