RIMBAUD C A R L O C A R L U C C I. guerra feroce e mortale al destino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RIMBAUD C A R L O C A R L U C C I. guerra feroce e mortale al destino"

Transcript

1 RIMBAUD guerra feroce e mortale al destino C A R L O C A R L U C C I

2

3 Carlo Carlucci Rimbaud guerra feroce e mortale al destino A Bar archbar digital / lapis 1

4 questo saggio di carlo carlucci su arthur rimbaud inaugura la produzione di testi digitali dell archivio barocco nella serie poeti/documenti. L altra serie è dedicata a edizioni, traduzioni o commenti di classici della cultura europea. I disegni a pp. 14 e 144 sono di Vieri Carlucci. Il commento iconografico è a cura della redazione di archbar e non investe necessariamente la volontà dell autore.

5 invio negro D UNQUE RIMBAUD fu come Pinocchio. Entrambe le novelle, esemplari, ebbero non lieto fine. In principio erat lignus et lignus erat apud pinoculum et lignus erat Pinoculus. ma poi il pinocchio (P*) si fece carne. lignus caro factus est. uomini-carne finsero un burattino a loro immagine ed uso, e questa fu la storia; una brutta storia. il filo era d acciaio temprato e ogni tentativo di darvi un colpo piccoletto di cesoie è valso in terra milioni di morti ( O millions de Christs aux yeux sombres et doux ). non era nato P*, la famiglia (abbandonata dal padre, militare di qualche lettura o ambizione se aveva assegnato ai due figli maschi i nomi pesantucci da portare, per allora, di Arturo e Federico) non era certo florida ma non così all osso come l artier legnaiuolo cepparello, geppetto per gli amici, la bambina dai capelli turchini era in casa, anzi ce n era una coppia (Vitalie, che non arrivò a diciassette anni, a tempo per vedere la cattivissima piega presa dal carissimo fratellino, e Isabelle, la soeur Rimbaud), andava a scuola diligentemente ma è dir poco e non avrebbe sbolognato i suoi libri per tutto l oro del mondo, può darsi che il gatto-e-la volpe si fossero per lui unificati nel generoso e modesto (voire mediocre di buona volontà) professor Izambard. l unica cosa che a non andava a genio, della scuola, era d essere un gioco troppo facile per lui, se la beveva in una sorsata e, per metterci qualche bollicina, pensava da solo a impregnarlo di qualche difficoltà. L ironia, per esempio, preclusa come sappiamo al mondo degli adulti, 3

6 marzio pieri comecché professori di retorica (lo era Izambard). LASCIATE RISATELLE O VOI CH ENTRATE. LASCI ALL ATTACCAPANNI OGNI VOGLIA DI RISO. LA PERSONA EDUCATA NON RIDE PER TERRA, spegne il riso nella sputacchiera. Dante e d Annunzio e perfino Marinetti, la mummia, vi fu sempre chi li frugava alla ricerca di lievissime crespe di riso. Dice: scherzavano. Imitando Aube del ragazzaccio Rimbaud, d Annunzio si tiene l acqua sporca dell estetismo pre-debussiano (il futuro suo Claudio di Francia!) e butta via il meglio, la pillula Satie, la cannula pinocchiarda. Provai a spiegarlo a uno dei rari rimbaldisti italiani (un professore d università che amava il tennis quanto le lettere) e me ne tenne rancore. professore e cattolico: peggio che andar di notte. magari scriveva, in punta di sonetto: meglio che andar di corpo (exemplum fictum) e da allora ci sarebbero stati plotoni di enigmisti a spaccare il capello in 68, hanno però delle giustificazioni: lui si piaceva un mare (le fotografie che ne restano, sempre quelle, non gli dànno tutti i torti) e insieme si dispiaceva una montagna. 4

7 Invio Negro Vi sarà certo capitato di aver tanto in ischifo una persona che non riuscite a far a meno di guardarla. l ironia era un mezzo per confondere gli altri (diciamo: per appannare la fotografia, inesorabile) ma anche una bomba molto rischiosa da tenersi in mano per uno che si prendeva tanto sul serio. è uomo di fretta; la in fondo ancora oscura sua sperienza della Comune (in realtà tutto uno scappa-e-fuggi, un gioco di sponda fra casa di mamma e rughe sanguinose della Parigi affamata, un torna per non esserci proprio venendo via o arrivando il giorno prima o il giorno dopo l evento tanto atteso) mette il THE END alla curiosità rimbaldiana del politico. 5

8 marzio pieri La scalata ai poeti lo porta presto à coucher avec Verlaine. L ultimo fotogramma è il colpo di pistola. ha venti anni, non permetterò mai a nessuno di dire che i vent anni sono l età più bella della vita, l affaire Verlaine è durato dall autunno del 71 alla metà del luglio 74, con l apparizione della Mère Verlaine che si mette alle costole di e va con lui, ora a Londra ora in Belgio, in cerca del figliuolo déreglé. queste cose sapeva raccontarle Rossini ( Il Francese in Londra ), Offenbach (Orphèe aux enfers, la cui seconda versione, guardacaso, va in scena a Parigi nel febbraio dello stesso 1874), bastava la decente migrazione di uno des amants da un sesso all altro ( Bradamante cangiata in miglior sesso ). Kiri Te Kanawa 6

9 Invio Negro Arthur è un tenorino discendente dall angelismo dei castrati, Donna Verlenia una donna di mezza età, vedova e ancora piacente (soprano Colbran), Paolo un basso nobile, o anche un basso comico, o un tenore corto o baritenore (?), basta che faccia bene la parte del Furioso (come nel Furioso all isola di San Domingo di Donizetti, opera per l appunto semiseria, ossia déreglée, che il gran librettista Ferretti, quello di Cenerentola o la bontà in trionfo, in aggiunta consuocero del Belli, impasticciò a partire da Cervantes, e per la quale il colpo di genio del praticone Donizetti fu l invenzione di una voce che prima non c era, e ora mancava, quella del baritono romantico, difatti il primo furioso fu Giorgio Ronconi, che sarebbe poi stato il primo Nabucco di Verdi). dovrò chiamare in soccorso Giuseppe Gioachino Belli? sonetto 801 ed. Vigolo: La stramutazzione, che vuol dir metamorfosi: La sai la gran notizzia? Anna Bbalena, Quella donna co ttanta de ficona, Che ccantava in commedia a Ttordinóna, È ddiventata omo, e sse lo smena... Si tratta del soprano Galzerani, passata dalla protagonista dell opera inglese donizettiana (prima della trilogia elisabettiana del musicista bergamasco, che include dal 1830 al 1837 anche Maria Stuarda ed Elisabetta la calva) al protagonista, Romeo, en travesti, dei Capuleti e Montecchi di Bellini, come chiarisce il sonetto 825 (La prima canterina): Sì, Romea, la regazza de Ggiulijetto.... Lotte Schoene, il paggio Urbain (Les Huguenots) 7

10 marzio pieri Così the soldier GGB, uno che non avrebbe scritto versi se il punto da conseguire fosse stato quello d ingabbiare il reale nel petrarchesco, ancora!, e nel poetese. Albertino, il ragazzo di Marcel(la)? I sessi non esistono, han meno consistenza del poggiare per terra, all alzarsi da letto al risveglio, il piede buono o quell altro. I nomignoli bastano a fare il resto (vedi il Rosenkavalier, che della gioia conosce soltanto la rinuncia). Così, se l appuntato Giosè si prende per un Tàgio dei caffè di Siviglia, che fa chiamarsi Carmen in cima del bocchino, e lo lascia scappare dopo che ha ferito con arma da taglio proibita un cameriere che gli ha fatto le lingue, va prigione al posto suo, lo segue a spacciare fra i paesini di bassa montagna, poi il Carmen si invaghisce a sua volta di un centroattacco della Hispánica Virtus (dilettanti) e si lascia ammazzare dal Giosè il giorno che colui debutta in serie C... sono così difficili da trarre le conclusioni? Poeti dall inferno, ok; ma allora, il bell Arturo, meglio Di Caprio facciadaschiaffidangelo (in Eclipse total della Holland), o lo schizoide Stamp voluto da Nelo Risi (Una stagione all inferno, 1971)? Nel 1968 Terence Stamp, attore maledetto, era pur stato il Toby Psycho Dammit di Fellini, da Poe, che si gioca la testa con la bambina Morte. 8

11 Invio Negro Ma è tutto un gioco di capovolgimenti e di combinazioni, poi. A febbraio l Orfeo all inferno, in aprile mette in cantiere un Libro Nero (livre nègre), nel giugno il Carmen tira al Giosè, e finisce in galera, in estate il libronero è completato ma cambia titolo: Une saison en enfer. Don Josè all inferno? tira le somme e comincia quei cinque anni di pellegrinaggi depistanti (noi: e lui), compreso uno sbarco a Batavia ch è proprio dietro l angolo, come coloniale del regio esercito olandese (appena arriva che diserta), e una salita in Svezia e Danimarca impiegato in un circo, 9

12 marzio pieri On ne part pas. Reprenons les chemins d ici, chargé de mon vice, le vice qui a poussé ses racines de souffrance à mon coté, dès l âge de raison... finché nel dicembre 1880 sbarca ad Harrar. qui (dove riparava da Cipro, per aver caravaggescamente assassinato, sembra, un operaio con una sassata) sembra aver trovato pane per i suoi denti, scrive forse la cosa sua più bella: il rapporto dell esplorazione di terre sconosciute dell Ogadina (Ogadèn, nel Corno d Affrica), scritto e pubblicato per la Société de Géographie. pensate se al liceo quel ragazzo dai diavoli invece che un maestro di retorica avesse incontrato un professore di geografia, mettete pure uno tornato d Africa dopo avere viaggiato con Livingstone, che proprio il 10 novembre 1871 vien ritrovato l esploratore scomparso da Stanley nei 10

13 Invio Negro paraggi del lago Tanganika. Noi crediamo di vivere le nostre vite, invece spargiamo semi, perlopiù invisibili e inverificabili. Tutto ritorna, dunque nulla è mai stato. Doctor Plato, I presume... No, si sbaglia, sono Tom Mix. Nel 1960 l Oscar per il miglior film straniero va a una pellicola già presentata (e premiata) a Cannes l anno prima, l Orfeo negro di Marcel Camus, da Vinicius de Moraes, poeta e diplomatico (come Claudel e come Saint-John Perse), musicista e cinefilo, amico di Neruda e di de Andrade, di Ungaretti e di Orson Welles. Come le Livre nègre, segnatamente orfico, era disceso agli Inferi, così l Orfeu negro di Camus veste carioca. Sono riti che non hanno Sibilla. L Orfeu si mangiò il proprio Orfeo come Orfeo fu mangiato dalle femine (Camus fece altri sette film senza ritrovare né la vena né il successo di quello). Marcel si mangiò l altro, lui davvero non orfico, Camus. Albert Camus muore in un incidente d auto (da lui sempre temuto) il 4 gennaio Doveva prendere il treno, ci aveva il biglietto nel portafoglio. et la voix féminine arrivée au fond des volcans et des grottes arctiques... 11

14 marzio pieri Ed ecco che cosa va inteso per déréglement, per déraillement des sens. Non è una azione, solo una ubbidienza. mp 12

15 RIMBAUD

16

17 perché rimbaud? È possibile che tutti coloro che si avvicinano all opera di Rimbaud abbiano qualcosa in comune, un sostrato profondo che li caratterizzi - come dire - un tocco, un piccolo carisma di diversità? All animale basta un minimo indispensabile; gli dèi sono soddisfatti del loro splendore; ma l uomo non può trovare riposo permanente finché non abbia raggiunto il bene supremo. Egli è il più grande fra gli esseri viventi perché è il più insoddisfatto, perché sente più di qualsiasi altro il peso delle proprie limitazioni. È forse la sola creatura capace di essere invasa dalla frenesìa divina per un lontano ideale. Sri Aurobindo Se tu sei destinato a Rimbaud o Rimbaud è destinato a te, è qualcosa cui non si può sfuggire. Presto o tardi lui entrerà come un vento nella tua vita. L ordine delle tue carte potrà esserne sconvolto o il loro disordine ricomposto. I nostri occhi aperti che scorgono con infinito stupore l incessante trasfigurazione di qualsiasi significato. A. Pizzuto Arthur Rimbaud era stato dominante della vita del poeta Antonio Rinaldi, un carissimo e fraterno amico. Un giorno Rinaldi, giovane professore supplente di storia dell arte al Liceo Galvani di Bologna, era entrato in una classe dove Pier Paolo Pasolini sedeva fra gli alunni. L anno scolastico era il Quando quel giovane professore, laureato con Longhi, in luogo della prevista lezione di storia 15

18 Carlo Carlucci dell arte preferì leggere la sua traduzione de Le Bateau Ivre, il giovane Pasolini ebbe la cosiddetta folgorazione, seppe cioè che sarebbe stato disperatamente poeta. Mi apparterrò. V. Agnetti Cos è, come la chiamava Shakespeare, la stuff of dreams, ovvero la sostanza dei sogni? Era un periodo in cui mi ricordavo i sogni perché mi concentravo per ricordarli. Il poeta di Charleville volle entrare con irruenza dentro la mia vita. Non scrivevo più da anni, assorbito da altre incombenze. Il sogno che ebbi fu una specie di film assai preciso in atmosfere e dettagli. Una casa di campagna, una sala d arredamento ottocentesco, un tavolo ovale, un ragazzo un po' scompostamente seduto che assomigliava vagamente all attore Gérard Philippe. In fondo o sullo sfondo, due figure femminili nei lunghi abiti dell Ottocento. «Sono Arthur Rimbaud», esordisce questo personaggio del sogno, «non preoccuparti della tua creatività poetica. Se non ti riesce di scrivere, cioè. È qualcosa che deve avvenire quando deve avvenire. Sai, quando ho scritto Le Bateau Ivre ero mezzo ubriaco anch io, non mi rendevo conto; adesso è una poesia che l hanno messa perfino nei libri di scuola.» Seguì il silenzio a queste parole. Poi, con gentilezza, indicando le due figure femminili appartate sullo sfondo: «Loro, sai, sono le mie zie.» 16

19 Rimbaud Gaele Covelli (Crotone, 1872 Firenze, 1932) La prova dell abito da sposa Mi era diventato lampante come l uomo non solo languisse nelle catene della vita esteriore, ma che fosse anche impossibilitato a parlare... le sue parole (gesti o movimenti) gemevano sotto il peso millenario di una apparente e deformata sincerità... In che modo il nuovo dovrebbe scaturire in tutta la sua purezza?... dai più remoti distretti dello spirito, parole e gesti ed immagini come nel sogno velati e come in sogno svelati... allora il mio sogno si figge nella nuova chiarità, il suo peso obbedisce ad un altra forza di gravità, il suo colore parla ad un paio di occhi nuovi che le mie palpebre chiuse si sono donate a vicenda, il mio udito è trasferito nel mio tatto, dove impara a vedere. P. Celan A quel tempo cercavo ancora di tradurmi l inspiegabile nei termini della razionalità. La motivazione di quel sogno mi apparve ben presto chiara. Ero soffocato dalle 17

20 Carlo Carlucci incombenze del quotidiano, non riuscivo e non volevo più scrivere e quindi mi ero prodotto una benefica, calmante autosuggestione. La stessa razionalità, però, la quale doveva tutto appianare e chiarire, s impuntava su un dettaglio, sull indizio che non tornava con il contenuto del messaggio: le due zie. Passa il tempo, poi torna nuovamente a galla quel particolare delle due signore sullo sfondo del sogno e questo particolare continuava a minacciare l interpretazione razionale che me n ero fatto. Ma se Rimbaud avesse veramente avuto due zie? Ne avevo scorso la biografia, nessuna zia degna di nota; dunque, la conclusione: un quadro razionale con due ombre illogiche sullo sfondo. Dovevano passare degli anni; poi, una mattina di un grigio febbraio fiorentino, i passi che mi stavano conducendo in Via Cavour si fermano quasi nei pressi di Piazza S.Marco, entrano in una libreria di Reminders - libri a metà prezzo - le mani afferrano un edizione (Newton Compton?) delle opere di Rimbaud; le dita sfogliano le pagine, aprono a Le cercatrici di pidocchi, vanno quindi alle note di postfazione: trattasi di un soggiorno del poeta presso le signorine Gindre, a Douai, zie dell amico e professore Izambard, dopo che questi aveva pagato una multa affinché Rimbaud venisse liberato dalla carcerazione a Mazas - era stato sorpreso a viaggiare in treno senza biglietto -. Le signorine Gindre, pare fossero affettuosamente chiamate da Rimbaud le mie zie. Uscii rapidamente. Il grigio, il freddo, l anonimo e la morte di quanto animava la strada mi apparvero raddoppiati ed insieme squarciati da qualcosa - una luce? - che non conoscevo. 18

21 Rimbaud Quando iniziò la morte assente. Il libro si chiude e la mano indica una parola che non esiste. Non è più la parola sulla pagina che interessa, ma l attesa dentro la mano. V. Agnetti La vera ricerca dell anima è così lontana dall ultimo cerchio dell introspezione da essere fuori di esso. Fino a quando non avrai raggiunto quel piccolo anello rosso ed ardente non sarai vivo. Il numero dei defunti che vivono e camminano è a dir poco sorprendente. D. Thomas Passano le vicende e gli anni. Un giorno irrompe luminosissimo nel piccolo orizzonte del mio ego il Leopardi, morto-ammazzato e poi sepolto da una scuola che con La donzelletta vien dalla campagna aveva cominciato - fin dalle 19

22 Carlo Carlucci elementari - a cucinarmelo superficialmente e maldestramente. Fu un ritrovare finestre sopra l infinito, un rivitalizzare l intelligenza, persino l amor patrio; altro che quelle sciocchezze sul pessimismo che lo stesso poeta aveva disperatamente respinto. Ma prima del Leopardi vi era stato, nel 1984, il decisivo incontro con Sri Aurobindo e Mère. Sri Aurobindo era indiano di nascita; di istruzione europea, divenne spirito e coscienza universale per auto-formazione. Huxley lo ha definito il Platone del XX secolo, ma si sarebbe quantomeno approssimato al vero se avesse citato la figura di Socrate. In realtà, Sri Aurobindo si è avventurato ed ha realizzato là dove nessuno ha mai tentato o osato. Assieme a lui e dopo la sua morte - liberamente auto-autorizzata come sanno fare i grandi yogi - il cammino è stato continuato da Mère, con il necessario apporto e sostegno di Sri Aurobindo di là dal velo. Dopo la scomparsa di Mère nel 1973, il cammino verso l impossibile - l unico praticabile - continua, sull Himalaya, con Satprem, loro discepolo. Così, sulla dimensione di questo inarrivabile, di questo irraggiungibile, verso cui insensibilmente ed anche insensatamente tendiamo, ho potuto affacciarmi sugli infiniti del poeta di Recanati. Dovunque. Fuori dal mondo. Gettarsi in fondo all abisso, cielo o inferno, che importa? Nel fondo dell ignoto per trovare il nuovo. C. Baudelaire Quanto tempo è trascorso da quando ho smesso di assomigliare a me stesso. De Lautreamont 20

23 Rimbaud Un giorno, un amico - Luigi Bianco - mi chiede di scrivere sul Nuovo per la rivista Harta, che in sanscrito significa Progetto Comune. Era difficile, perché il Nuovo ci visita, arriva sconvolgente all improvviso, poi ci lascia perché siamo sostanzialmente impreparati. E questo amico avrebbe poi preteso addirittura una finestrella su questo nuovo, con una rubrica Nel vuoto del nuovo. E qui, oltre a Leopardi, Sri Aurobindo, Mère, Satprem 1, respirati come ossigeno dal mio asfissiato ed asfissiante ego, il mio amico Rimbaud si fa avanti per darmi una mano. Le mie dita si dirigono verso le sue pagine, sempre e solo sfiorate. Andarsene per sempre è un accadimento confortato dal clan delle apparenze. Il sapere è ormai sospetto d esigere, un ombra, l amarezza al bianco-lucente sole. Una vanità implorata. La necessità di un altro ossigeno. Sospetto altero è il sogno. 1 MÈRE. Nata a Parigi nel 1878 col nome di Mirra Alfassa, riceve una educazione scientifica, matematica. Attratta dalla musica, dalla pittura, è amica di Rodin, Monet e altri grandi impressionisti, vivendo uno dei momenti più rivoluzionari dell arte moderna. Sposa un pittore, studia l occultismo in Algeria, divorzia per sposare un filosofo, che come per caso la conduce a Podinchéry, allora India francese. E qui, alla vigilia della guerra mondiale, Mère incontra Sri Aurobindo. Sarà lui a chiamarla così: la Madre. Soggiorna lungamente in Giappone, dove pratica a fondo lo zen. Nel 1920 si stabilisce a Pondichéry. Vivrà trenta anni accanto a Sri Aurobindo, assumendo la responsabilità di un ashram che lei stessa definirà campionario delle difficoltà umane. Intanto si immergerà in quello yoga della materia, o delle cellule, che Sri Aurobindo aveva iniziato e che lei, pur nella resistenza che la circonda, porterà fino in fondo, quando nel 1973 sarà costretta ad andarsene. L Agenda è la storia di questa esperienza. SATPREM. Nato a Parigi nel 1923, internato perché appartenente alla Resistenza nei lager nazisti, passa gli anni successivi della giovinezza a vagabondare dall Egitto alle foreste amazzoniche, dalla Africa Nera al Tibet, assillato dal bisogno di trovare qual è davvero il senso della condizione umana. Nel 1947 incontra brevemente Sri Aurobindo; sarà questo fatto a spingerlo a tornare in India e a restare per vent anni accanto a Mère, cercando di spiegare in numerosi libri la rivoluzione che Sri Aurobindo e Mère rappresentano. Intanto annota giorno per giorno le esperienze che Mère gli va rivelando e che costituiranno l immenso giornale di bordo che sono i 13 volumi dell Agenda. Di lui sono recentemente apparsi: La Rivolta della Terra, Edizioni Mediterranee; Ricerche evolutive, 1990; Evoluzione 2 (chi verrà dopo l uomo e soprattutto come?), stesse Edizioni,

24 Carlo Carlucci Non più il nulla dei passi senza fine e passi. Epigrafi, le ore al nostro arreso, rassegnato, rancoroso, irriducibile pianeta. Appesi segnali di disegnato, ignudo ignoto. Da dove sono venuti quegli uccelli d oro di Rimbaud? E verso dove volano? Non sono colombe né avvoltoi; abitano l aria. Sono messaggeri particolari, covati nell ombra e liberati alla luce di un illuminazione. Non hanno alcuna somiglianza con le creature dell aria e nemmeno sono angeli. Sono i rari uccelli dello spirito, uccelli di passaggio che trasmigrano di sole in sole. Non sono prigionieri della poesia, anzi, vi si liberano. Si alzano sulle ali dell estasi e svaniscono nella fiamma. Avendo come condizione l estasi, il poeta è simile ad un prodigioso, sconosciuto uccello intrappolato nelle ceneri del pensiero. Se ha la fortuna di liberarsi, è per compiere una sacrificale trasvolata verso il sole. H. Miller Stéphane Mallarmé avec Méry Laurent Ed ecco, con tattilità di cieco, cosa le mie dita leggono le parole del poeta: «... la musica sapiente manca al nostro desiderio.»... «Che cos è il mio niente di fronte allo stupore che vi attende?»... «E se l Adorazione se ne va, risuona la sua promessa, risuona.... Basta con le superstizioni e i vecchi corpi, le famiglie e le età: è tutta l epoca che è 22

25 Rimbaud andata a picco.»... «Noi andiamo allo Spirito. È certissimo. È oracolo, quanto dico: lo comprendo, e non sapendo come spiegarmi se non con parole pagane, allora vorrei tacere.»... Se dovesse in Francia, per l avvenire, rinascere una religione, questa sarà l amplificazione di mille gioie dell istinto del cielo in ciascuno (e non un altra minaccia di ridurre questo fiotto all elementare livello della politica). S. Mallarmé Leopardi si era arrestato dinanzi alla terribile incredulità della morte, di fronte a questo nascere per morire, all infinito, nella perennità dei corsi e ricorsi della Storia. Nessuna speranza per la sua intelligenza in quell avvenire di progresso su cui si apriva il secolo. In quei deserti lavici ove si trovava a vivere la sua ultima stagione ed a scrivere l ultima poesia La Ginestra, sotto quel magma solidificato giacevano sepolte Ercolano e Pompei; quel deserto lavico era l emblema delle magnifiche sorti progressive e monito al secolo superbo e sciocco. Siècle d enfer, l avrebbe chiamato Rimbaud. Pessimismo cosmico : così la critica ha definito quello di Leopardi, e oggi viviamo sotto plumbei cieli di diossido di carbonio, con le decine di mini-hitler sparsi per il globo, i loro massacri e tutte le terrificanti sorti progressive che abbiamo fin qui avuto. E quella speranza del poeta di Recanati nella volontà degli uomini i quali, dovendo avvedersi un giorno dell ampiezza e della profondità delle tragedie che li accomunano, dovranno per forza di cose avviarsi alla comunione, federarsi contro il fatale incombere dei comuni mali. E quella sua fede nella bellezza della poesia, nella necessità delle illusioni, quella sua fede nell impossibile non sta diventando sempre più necessaria? Pessimismo tutto ciò? Perché non invece uno straordinario, unico, altissimo, decisivo e anche paradossale ottimismo? Rimbaud, con passi di vento tra i torvi bagliori di cinetiche città incivili, aveva visto oltre il nulla il Nuovo, ma per tradurre le visioni sarebbero occorsi dei verbi ascetici e delle parole mistiche e non le comuni pagane parole. E ancora, quel Il faut être absolument modernes, nel niente che ci vive, in questa morte che vive tra i vecchi corpi. Ma come poterlo essere assolutamente moderni? Quanto non lo è, non è difficile scoprirlo: basta fermarsi un attimo nella catena di insulti cui abbiamo condannato l unicità del nostro vivere. E se fra le lancinanti fitte che ci assalgono, disperato, un grido d aiuto ci sale alle labbra, ecco che forse debolissimo, tentennante, ma sicuro un inizio... 23

26 Carlo Carlucci Come se fra migliaia d anni mi voltassi a guardare indietro e nel presente di adesso vedessi l inizio della leggenda. Mère Son testimone e aspetto. W. Whitman Mother Sybilla (Guercino) Walt Whitman (Robert Shetterly) Stavo dimenticando il punto più importante di una qualsiasi introduzione: quello di illustrare le ragioni, i fini, che mi hanno spinto a questo studio, nonché ambito e criteri che lo uniformano. A me pare sempre più decisivo quanto ho già detto: se tu sei destinato a Rimbaud o Rimbaud è destinato a te, è qualcosa cui non puoi sfuggire. Prendiamo il caso di Henry Miller ed il suo libro Il tempo degli assassini, dedicato al poeta di Charleville. L ho letto, quasi per dovere professionale, anche se nel profondo presentivo di dover fare qualche scoperta. Il titolo è il rintocco conclusivo di Mattinata 24

27 Rimbaud d ebbrezza, un brano delle Illuminazioni, ma è anche un titolo sonoro, da effetto televisivo. Mi immaginavo che il Miller teorico dello sregolamento sessuale fosse stato attratto dalle sregolatezze che hanno accompagnato quella stagione all inferno del Rimbaud e invece, pure nel tracimare qua e là della ridondanza tipicamente milleriana, mi sono trovato di fronte ad una scrittura che non si può non definire di qualità mistica ; eccone qualche esempio: «Quando questi morti si desteranno - e si desteranno - la poesia sarà propriamente la sostanza della vita... Stiamo ancora usando il linguaggio dell Età della Pietra. Se gli uomini non riescono ad afferrare l enormità del presente, come saranno capaci di pensare in termini di futuro? Adesso, in un colpo solo, di quel misterioso passato è stata fatta piazza pulita. Non è rimasto a guardarci in faccia che il futuro. Si spalanca come un baratro.... Io sto ancora adoperando il linguaggio dell Età della Pietra, come vi potete accorgere. Parlo come se l atomo di per sé stesso fosse il mostro, come se fosse lui e non noi ad esercitare il potere... l uomo non ha nemmeno cominciato a pensare. È ancora quattro zampe. Sta barcollando nella nebbia, con gli occhi chiusi, il cuore che gli martella di paura... All uomo è stata data una seconda vista perché potesse discernere attraverso ed oltre il mondo dell apparenza. Il solo sforzo che gli è richiesto è che apra gli occhi dell anima...» Sri Aurobindo, dopo quattordici anni di educazione in Inghilterra tornò in India e lì a poco a poco le sue simpatie si volsero alla causa del riscatto del suo popolo dal colonialismo inglese. Verso i primissimi anni del Novecento entrò in un movimento di resistenza clandestino, finché fu arrestato con l imputazione di appartenenza alla resistenza armata, il che poteva comportava la condanna a morte. Aveva nel frattempo già iniziato delle pratiche yoga per rafforzarsi e prepararsi nella lotta al colonialismo. Nell anno di carcerazione ebbe l occasione di conoscere uno yogi che gli indusse la trance yoghica. Rilasciato quasi miracolosamente nel 1909,si allontanò dalla attività politica diretta per seguire la sua sadhana, o cammino verso la perfezione. Qualche tempo dopo, veniva isolato - sempre tenuto sotto controllo dalle autorità britanniche - nel possedimento francese di Pondicherry con alcuni compagni che lo avevano seguito. Ad uno dei vecchi compagni delle sue battaglie politiche il quale gli chiedeva quando avrebbero ripreso la lotta contro l imperialismo inglese, rispose che quella lotta l avrebbe potuta intraprendere chiunque avesse avuto un po' di coraggio e spirito di sacrificio; la vera battaglia che ora lui doveva intraprendere era invece contro la natura universale. Si doveva in qualche modo formare una nuova religione che riassumesse e correggesse le antiche; una religione basata non sui dogmi, ma sulla conoscenza e sulle esperienza dirette. Insomma qualcosa approssimabile a quell ultrafilosofia invocata da Leopardi, l unica a suo dire capace di penetrare l insano, indegno mistero delle cose. A Tommaso Boni Menato, che in quel di Roma ha fondato l Istituto di Ricerche Evolutive e che ha curato fra le altre cose la traduzione degli imponenti tredici 25

28 Carlo Carlucci volumi dell Agenda di Mère, avevo accennato di questo progetto di lavoro su Rimbaud e gli avevo chiesto, su una terna, quale titolo gli sarebbe sembrato più appropriato: a questo punto, si dovrebbe veramente e finalmente parlare non dei confini o dei limiti di questo studio, ma degli infiniti cui esso ha cercato di tendere, attraverso i lampi, le apparizioni, le visioni che inestricabilmente percorrono tutto l intenso, intatto arco della poesia di Rimbaud. I titoli proposti erano: 1 ) Mi apparterrò (Vincenzo Agnetti) ; 2 ) I suoi sguardi, il suo respiro, il suo corpo, la sua luce (Arthur Rimbaud) ; 3 ) Di far guerra feroce e mortale al destino (Giacomo Leopardi). Menato ha voluto scegliere quest ultimo, lievemente raccorciato, e così l ho mantenuto. A tutti gli effetti, per il Rimbaud poeta, di questo si è trattato: di una guerra, feroce e mortale - la sua stessa vita si è giocato - al destino. La letteratura, la poesia stessa, erano per così dire un fattore secondario, una sorta di testimonianza non certo del vissuto, delle cieche vicende di un qualunque io, ma di un autentica lotta verso la conoscenza senza limiti e la trasformazione, la trasformazione radicale dell essere dentro la vita mortale. Dopo che Verlaine lo ebbe chiamato a Parigi, invocandolo come cara, grande anima, così lo ricorda l amico Delahaye: «Alla vigilia della partenza - fine 26

29 Rimbaud settembre Rimbaud mi lesse il Bateau Ivre. L ho scritto, disse, per presentarlo a quelli di Parigi. E quando gli dissi che con la sua poesia avrebbe eclissato tutti, anche i più famosi, lui si fece malinconico e pensieroso: Ma che ci vado a fare laggiù?... Non so come comportarmi, non so fare dei discorsi... No, quanto alle idee, al pensiero, non mi fa paura nessuno...» E mi diceva nella sua lettera Boni Menato: «... Alla luce appunto della Agenda di Mère - che ingloba e, come si suo dire, porta avanti il lavoro di Sri Aurobindo - rivisito anch io a mio modo l imbarazzante eredità del poète voyant. Perché imbarazzante? Perché la rivolta, la ricerca, la sete, la tensione - chiamiamola come vogliamo - di Rimbaud è dominata dall ego. D altronde, lui stesso lo aveva intuito molto bene: ad esempio - ma solo ad esempio - là dove afferma Je est un autre... E poi, pur con potenti escursioni nel cuore, la sua visione resta confinata nella mente, non riesce a calarsi nella carne. Ecco allora - poiché l ego è appunto dominante - il senso distruttivo dell échec. È ancora e sempre l ego, l ispiratore della sua rinuncia. In tal senso, l intera vicenda poetica ed umana di Rimbaud mi suona non solo come un potente stimolo, ma come una grande lezione. Alla luce di questa considerazione basilare, eppure tutt altro che scontata per gli innumerevoli studiosi dell enigmatica opera di Rimbaud dei titoli da lei proposti etc....» Il dono segreto di questa poesia sta davanti ai nostri occhi aperti che, per ripeterci con Pizzuto: «...scorgono con infinito stupore l incessante trasfigurazione di qualsiasi significato». 27

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Enzo l incontro con Gesù

Enzo l incontro con Gesù Enzo l incontro con Gesù Enzo Casagni ENZO L INCONTRO CON GESÙ Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Enzo Casagni Tutti i diritti riservati A Gesù che mi ha sempre seguito fin dal seno

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2006 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 88-17-01185-1. Prima edizione: giugno 2006

Proprietà letteraria riservata 2006 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 88-17-01185-1. Prima edizione: giugno 2006 Proprietà letteraria riservata 2006 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 88-17-01185-1 Prima edizione: giugno 2006 Indice A chi è destinato questo libro? 13 1. La via tantrica: un viaggio verso l ignoto A cosa

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

A proposito di sogni

A proposito di sogni A proposito di sogni Nel V libro delle Metamorfosi Apuleio descrive con ricchezza di particolari il meraviglioso palazzo divino, costruito in oro e pietre preziose, nel quale Psiche è magicamente trasportata

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia

1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti. 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia NLISI DEL TESTO LE FSI DI LVORO 1) Scheda della poesia (percezione globale) 2) Verifica e/o consolidamento dei prerequisiti 3) 1 lettura: contenuto, in generale, della poesia 4) 2 lettura: spiegazione,

Dettagli

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva

PROVA DI ITALIANO. Scuola Primaria. Classe Seconda. Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2008 2009. Spazio per l etichetta autoadesiva Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva La

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

***! Le letture di Edgar Cayce parlano molto a favore dell importanza del matrimonio.!

***! Le letture di Edgar Cayce parlano molto a favore dell importanza del matrimonio.! Gli Aspetti Spirituali del Matrimonio nelle Letture di Cayce *** Le letture di Edgar Cayce parlano molto a favore dell importanza del matrimonio. D: Il matrimonio come l abbiamo è necessario e consigliabile?

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Vola, Aquila, vola. Favola africana. Raccontata da Christopher Gregorowski. Vola, Aquila, vola

Vola, Aquila, vola. Favola africana. Raccontata da Christopher Gregorowski. Vola, Aquila, vola Favola africana Raccontata da hristopher Gregorowski 15 Un giorno un contadino andò alla ricerca di un vitello che si era perso. La sera prima i pastori erano ritornati senza di esso. E durante la notte

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012

spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 spettacoli ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Teatro D'Oltre Confine P.zza Giovanni XXIII, 1 20090 Corsico tel e fax 024400454 dolreconfine@libero.it www.teatrodoltreconfine.it "CUORE D'ALBERO" 3-10 anni ESIGENZE

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI Scuola Primaria - Classi 3 A & 3 B a.s. 2012-2013 Scuola in galleria, Galleria Nazionale, Parma 14 Febbraio 2013 STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI CHI SONO GLI DEI? CHE COSA HANNO DI DIVERSO DAGLI UOMINI?

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi Nuovi pensieri e ricordi Forse aforismi Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Mauro Baldassini NUOVI PENSIERI E RICORDI

Dettagli