LETTERA DEL PROVINCIALE C è una mano che guida i nostri passi...2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LETTERA DEL PROVINCIALE C è una mano che guida i nostri passi...2"

Transcript

1 FRATRES IN UNUM anno 52 n. 252 Bollettino d informazione della Provincia Italiana Missionari Monfortani Via Romagna, Roma Tel. 06/ Fax 06/ Direttore: Luciano Nembrini. Impaginazione: Gritti Luigi. Stampa in proprio a cura della Curia provinciale. Finito di stampare il Copertina: la Croce del Padre di Montfort, cappella di Pontchâteau.. LETTERA DEL PROVINCIALE C è una mano che guida i nostri passi...2 VITA DI PROVINCIA Lettera di indizione del Capitolo Nomine ed obbedienze...9 Assemblea dei Superiori...11 Procura delle Missioni...14 Missioni al Popolo...18 Ricordi on line...22 DALLE DELEGAZIONI Perù-Brasile: Assemblea annuale...25 CORRISPONDENZA Ognuno faccia la sua parte...27 Lourdes giovani FRATRES IN BREVE...34 DEFUNTI P. Marcello Baraldo...38 P. Luciano Duca...47 Ricordiamoli al Signore...52

2 LETTERA DEL PROVINCIALE C è una mano che guida i nostri passi Carissimi confratelli, desidero rileggere brevemente con voi alcuni avvenimenti che hanno segnato l anno pastorale appena trascorso, mentre ci prepariamo a riprendere il cammino nel nuovo. Volge al termine il 50 della Provincia Italiana, un anniversario che ha offerto l occasione di ripercorrere le tappe salienti della nostra storia, fatta di luci e ombre. Quanto realizzato in questi anni testimonia la presenza della mano paterna di Dio e sollecita oggi la nostra responsabilità per continuare l opera alla quale il Padre ci chiama, collaborando all annuncio del vangelo e alla crescita del suo Regno. Legato a questa ricorrenza è l album fotografico di Provincia che è già possibile trovare sul nostro sito internet e che continuerà ad essere perfezionato. Ringrazio i confratelli che con pazienza hanno raccolto ed elaborato il materiale, in particolare padre Santino Epis e padre Luigi Gritti. Abbiamo ancora in cantiere la preparazione di una pubblicazione sulla storia della Provincia e speriamo che veda al più presto la luce. In questi ultimi tempi con crescente frequenza, imputabile anche all età che avanza per tutti, la malattia ha bussato alla porta di alcuni nostri confratelli. Li vogliamo accompagnare con la vicinanza nella preghiera. Inoltre, senza dimenticare gli altri confratelli che ci hanno lasciato nei mesi scorsi, ossia padre Battista Pedruzzi, padre Marcello Favaro, fra 2

3 LETTERA DEL PROVINCIALE Luigi e padre Luciano Duca, il mio pensiero va in particolare a padre Marcello Baraldo per il ruolo che rivestiva nella attuale amministrazione provinciale e per la repentinità con cui la grave malattia che lo ha colpito lo ha portato alla morte. Sono certo che dal cielo intercede per noi e otterrà la grazia necessaria alla nostra famiglia religiosa in questo tempo. Non sono tuttavia mancati momenti belli, significativi e incoraggianti. Oltre a quanto ognuno di noi ha vissuto personalmente, ne voglio ricordare due che hanno coinvolto diversi di noi. Il primo è l appuntamento che da qualche anno riunisce a Loreto tanti laici nel segno della spiritualità monfortana. Ad ogni edizione questo incontro si rivela sempre più ricco per la diversità di esperienze e per le testimonianze che edificano vicendevolmente i partecipanti. L entusiasmo dei laici e il loto desiderio di conoscere e approfondire la consacrazione a Gesù per la mani di Maria, ci sprona e ci impegna nella diffusione dell insegnamento del Montfort, ma sopratutto ci spinge a incarnare noi in prima persona il suo messaggio. L altro evento significativo è il pellegrinaggio-ritiro di Saint-Laurent, dal 2 al 14 settembre Diciotto confratelli, compresi i giovani dello studentato internazionale, hanno riletto sui luoghi monfortani l esperienza del padre di Montfort. La diversità di età e sensibilità ha permesso e ha favorito la conoscenza e lo scambio tra varie esperienze di vita e di ministero, portando in dono il reciproco arricchimento. Il viaggio di andata e ritorno si è impreziosito della visita ad alcuni luoghi cari alla storia della spiritualità francese: Ars, Nevers, Paray le Monial, Annecy. 3

4 LETTERA DEL PROVINCIALE La settimana centrale l abbiamo trascorsa a Saint- Laurent, ospiti dalla Figlie della Sapienza nella casa Betanie. Da qui abbiamo raggiunto diversi luoghi legati alla vita di san Luigi Maria: Montfort, La Rochelle, Poitiers, e alcuni villaggi dove il nostro Fondatore ha tenuto missioni e dove si conservano tracce del suo passaggio, in particolare statue della Vergine Maria con Gesù a lui attribuite dalla tradizione. Infine Pontchâteau, dove abbiamo partecipato alla chiusura delle celebrazioni in ricordo dei 300 anni della costruzione del Calvario. Padre Oliver Maire, nostra guida nel pellegrinaggio e anche negli esercizi spirituali, ha preparato il nostro cuore alla celebrazione dei 300 anni del Calvario di Pontchâteau, introducendoci negli aspetti caratteristici della predicazione del Montfort attraverso alcuni Cantici. Richiamo alcuni passaggi delle sue riflessioni. La meditazione del Cantico 155, intitolato Cantico nuovo in onore di nostra Signora delle ombre, dopo aver visitato la cappella di La Chevrolière in un pomeriggio piuttosto afoso, ha svelato un Montfort missionario, capace di valorizzare la natura come via per cogliere la presenza di Maria nella propria vita. Per il missionario l ombra diventa occasione per cantare Maria quale luogo di frescura dove riposarsi, lo splendore della santità di Maria, nascosta all - ombra della sua umiltà. Così nell immagine dell ombra si può contemplare il mistero dell incarnazione in Maria a- dombrata dallo Spirito. Ancora, all ombra di Maria è possibile gustare la pace, il silenzio, riposarsi nel corpo e nello spirito. Ma l ombra nasconde anche la bellezza di Maria, per questo va ricercata con costanza e perseveranza. Infine, all - 4

5 LETTERA DEL PROVINCIALE ombra di Maria anche noi siamo chiamati alla santità della vita. Il Cantico 137, conosciuto come Cantico nuovo in o- nore del Calvario vuole essere la risposta alla domanda: «perché costruire un Calvario al termine della missione?». Perché il Calvario è lì dove noi viviamo la vita di ogni giorno e davanti alla scena di Cristo crocifisso e morto per amore il cristiano viene ricolmato di gioia: non si viene per piangere al Calvario, ma per immergersi in un mistero d amore che non ha fine e che domanda in risposta il nostro amore. Davanti a questa scena siamo chiamati a far dono del nostro cuore, cioè del nostro amore; il Montfort richiamava questa verità chiedendo ai devoti di portare un cuore per metterlo sulla croce. Infine il Cantico 164, intitolato Il Calvario di Pontchâteau, ricorda l impresa della costruzione del grande Calvario nella pianura della Maddalena. Un opera nella quale si vede tutta la capacità del Montfort di coinvolgere tante persone - bambini, giovani, donne, anziani - in una impresa impossibile secondo i criteri umani. Il Calvario serve a mantenere viva la memoria dell amore di Gesù per l umanità, un amore a caro prezzo. Fanno da contrasto i giochi dei potenti che ancora una volta, come in occasione della crocifissione di Gesù, hanno il sopravvento quando arriva l ordine di demolire il Calvario. Montfort obbedisce: la croce è segno di pace e di unità e non può essere occasione di altre divisioni. Piantiamo la croce nel nostro cuore: è l invito di Montfort a tutti coloro che hanno collaborato alla sua edificazione. Lui che è vissuto intimamente unito alla croce di Cristo, fino a identificarsi in lui, ci ricorda che la Croce è sempre 5

6 LETTERA DEL PROVINCIALE segno di vittoria e vuole che tutti siano attirati dalla Croce di Cristo. Per questo guardare oggi il Calvario di Pontchâteau riempie il cuore di consolazione. Dopo trecento anni la memoria del Padre di Montfort non si è persa in questo luogo immerso nel verde della pianura della Maddalena. Concludo ricordando che abbiamo avviato la preparazione del prossimo Capitolo provinciale che nella sua prima sessione guarderà prioritariamente al Capitolo generale. Il primo passo della preparazione è la visita canonica: il consigliere incaricato, padre Olivier Maire, nei prossimi mesi passerà nelle nostre comunità per condividere con noi la preghiera, la fraternità e la riflessione. Al di là degli adempimento formali, ciò che davvero conta è prepararsi a vivere questi eventi con spirito di fede. Dobbiamo guardare in faccia la realtà senza perderci d animo, ma con l atteggiamento di chi sa che al di là delle debolezze e fragilità che caratterizzano il momento attuale del nostro cammino di consacrati, c è la mano di Dio che guida i nostri passi. Il nostro compito è quello di cogliere i segni che ci portano a scoprire i cammini di Dio e chiedere la forza dello Spirito che percorrerli con coraggio, rischiando qualcosa anche personalmente. Prepariamoci perciò ai prossimi appuntamenti con la mente e il cuore aperti alla grazia e confidando nell aiuto del Signore e della Vergine Maria. 26 settembre 2010 Padre Luciano Nembrini Sup. Prov. 6

7 VITA DI PROVINCIA Lettera di indizione del Capitolo Provinciale A tutti i confratelli della Provincia italiana dei Missionari Monfortani Indizione del Capitolo Provinciale Il 25 marzo 2009, nella Solennità dell Annunciazione del Signore, il Superiore generale, padre Santino Brembilla, con una lettera indirizzata a tutti i confratelli della nostra Congregazione, annunciava l avvio della fase di preparazione al prossimo Capitolo Generale che sarà celebrato a Roma dal 1 a 21 maggio Il desiderio che accompagna questo evento veniva espresso così nella lettera: «Desideriamo lasciar parlare la ricchezza della condivisione fatta in ogni entità sulla nostra missione oggi, per scoprire il cammino che lo Spirito ci vuole indicare a livello personale, comunitario, di ogni entità e a livello generale». Come stabilito dalle nostre Costituzioni (cf. MO n. 212; Statuti n. 73), in preparazione al Capitolo Generale anche la nostra Provincia è chiamata a organizzare il proprio Capitolo. Pertanto, sentito il Consiglio, indìco il XV Capitolo Provinciale che si aprirà, con la Prima Sessione, il giorno 4 gennaio 2011 a Redona-Villa Santa Maria. Invio, quindi, a ciascuno di voi la scheda per la designazione dei confratelli delegati al Capitolo provinciale, con le indicazioni relative ai modi e ai tempi. I membri di diritto sono attualmente sette, per cui a norma degli Statuti di Provincia (cf. n. 41) i membri da eleggere sono quattordici. Gli Statuti (cf. n. 72) prevedono una Seconda Sessione dopo il Capitolo generale per recepirne gli orientamenti. Si 7

8 VITA DI PROVINCIA terrà nel gennaio In quella data scadrà il mio mandato di Superiore Provinciale e si provvederà agli adempimenti previsti per l elezione della nuova Direzione provinciale. Gli Statuti (cf. n. 44) prevedono anche la nomina di una commissione per la preparazione del Capitolo provinciale. Dopo aver sentito il parere dei Superiori, consultati nella recente Assemblea, e del Consiglio, credo opportuno nominare tale commissione subito dopo la Prima Sessione del Capitolo provinciale. Si apre per tutti un tempo di riflessione e di ascolto del Signore. È nel suo nome che alcuni saranno convocati, a nome di tutti, per discernere la volontà di Dio per noi oggi. Non lasciamo che si indebolisca la nostra identità di consacrati. Non lasciamoci tentare dalla passività e dalla disaffezione: tutti abbiamo una parte da svolgere per il bene comune. Spesso costatiamo che si parla sempre delle stesse cose e nulla sembra cambiare. Eppure, man mano che procediamo, la vita continua a proporci delle sfide. Un Capitolo non può certo fare tutto, ma qualcosa sì. Attenti ai bisogni del mondo odierno, mettiamoci in ascolto dello Spirito per discernere come dobbiamo essere e cosa siamo chiamati a fare come famiglia consacrata. Con l impegno di tutti, potremo riaccendere l amore generoso e disinteressato per Gesù e per Maria, sua e nostra Madre. Ancora una volta ci consacriamo a lei per far dono di tutto noi stessi al suo Figlio nel servizio ai poveri e nell annuncio fedele del Vangelo, sulle orme di san Luigi Maria. Roma, 22 giugno 2010 P. Luciano Nembrini Sup. Prov. 8

9 VITA DI PROVINCIA Nomine ed Obbedienze P. Gerolamo BELLINI, viene nominato Consigliere provinciale in sostituzione di p. Marcello BARALDO. P. Angelo EPIS, viene nominato per un triennio Superiore della comunità di Redona-Villa S. Maria. P. Francesco AGLIARDI, viene nominato Economo della comunità di Redona-Villa S. Maria e Vice-economo della Provincia. P. Egidio ALBERTIN viene rinnovato come Responsabile della comunità di Loreto per un triennio. P. Giorgio MONZANI viene nominato Responsabile della comunità di Reggio Calabria-Casa della Madonna per un anno. P. Marino COMIN viene rinnovato come Responsabile della comunità di Fiesso d Artico per un anno. P. Domenico SEMINARA viene nominato Superiore della comunità di Treviglio per un triennio.. 9

10 VITA DI PROVINCIA P. Eugenio MINORI viene rinnovato come Superiore della comunità di Caravaggio per un triennio. P. Battista Cortinovis viene nominato Superiore e Direttore del Centro Mariano Monfortano per un triennio. 10 P. Angelo MAFFEIS, riceve l obbedienza per la Delegazione Generale del Perù-Brasile. P. Francesco CASTRIA, riceve l obbedienza per la Delegazione Generale del Perù-Brasile. P. Efrem ASSOLARI, riceve l obbedienza per la comunità di Roma-Monte Mario. P. Ugo PACCAGNELLA, riceve l obbedienza per la comunità di Redona - Villa Montfort. P. Tullio FIOR, riceve l obbedienza per la comunità di Fiesso d Artico. P. Angelo Epis, riceve l obbedienza per la comunità di Redona-Villa S. Maria. P. Domenico Seminara, riceve l obbedienza per la comunità di Treviglio.

11 VITA DI PROVINCIA Assemblea dei Superiori L annuale incontro, occasione per fare il punto e guardare al futuro. L assemblea dei Superiori si è tenuta a Redona l 8-9 giugno Ha presenziato il Superiore generale e con il Superiore provinciale e suo Consiglio, hanno partecipato i Superiori o Responsabili delle comunità (mancavano Caravaggio, Rosario, via Romagna, via Cori), l Economo Provinciale, il Procuratore delle Missioni uscente e il nuovo. Ha fatto una breve apparizione anche p. Luciano Andreol, Delegato generale del Perù-Brasile. Nella prima giornata, dopo la preghiera iniziale, il saluto e le comunicazioni di carattere organizzativo e le informazioni, il Superiore provinciale ha presentato una relazione sul Consiglio Generale Straordinario di Fatima (13-24 maggio 2010). Dopo alcune brevi annotazioni del Superiore Generale, i partecipanti hanno chiesto chiarimenti in merito ad alcune situazioni internazionali (strutture formative, comunità internazionali, nuove aperture ). Dopo la pausa è seguita la relazione dell Economo Provinciale, e l informazione sullo stato dei lavori a Roma-ex- Studentato e Redona-ex-ala nuova. In questo contesto hanno preso la parola p. Mihovil Filipović sulla costruzione della nuova casa di Zagabria, p. Angelo Maffei sul attività della Procura delle Missioni e p. Santino Trussardi sulla situazione economica della Delegazione provinciale del Malawi. 11

12 VITA DI PROVINCIA Nel pomeriggio il Superiore Generale ha introdotto la discussione riguardante la preparazione del Capitolo Generale. Ha toccato due temi: - la missione monfortana nelle sue esperienze in atto; - la visione di Congregazione da recuperare e proporre. I vari interventi si sono soffermati in particolare sul primo punto. Si è parlato di verifica e rilancio della varie attività apostoliche, affinché siano sempre più spazio di condivisione e dono della spiritualità monfortana, non sentita come un handicap, ma un punto di forza. Si è accennato al fatto che le nostre presenze parrocchiali, senza tradire il loro pieno inserimento nella chiesa locale, possono essere luoghi di diffusione ed esperienza di spiritualità monfortana. Nella seconda parte del pomeriggio la discussione ha toccato gli appuntamenti in vista del Capitolo Generale: la visita canonica, la preparazione del Capitolo Provinciale e l elezione dei delegati al Capitolo. La visita canonica, affidata al consigliere generale p. Olivier Maire e programmata in ottobre-novembre 2010, sarà un occasione per presentare le tracce per la preparazione al Capitolo Generale e di dialogo diretto con la direzione generale. In assemblea si è delineato un calendario di massima della visita come pure delle votazioni dei Delegati al Capitolo. Circa la costituzione di una commissione preparatoria al Capitolo provinciale, come previsto dagli Statuti, viene suggerito di nominarla dopo la prima sessione del Capitolo stesso, in modo da poter scegliere i membri tra i componenti dell assemblea capitolare. La seconda giornata si è aperta con la verifica dell anno pastorale , concentrando l attenzione soprattutto sui due momenti del convegno di Provincia e sulla peregrinatio 12

13 VITA DI PROVINCIA della reliquia del Montfort. Gli incontri di Redona e di Reggio Calabria sono stati vissuti positivamente, come momento di rilettura dei 50 anni di Provincia e formazione permanente. Le comunità che hanno accolto la reliquia del Santo di Montfort hanno registrato un grande interesse da parte dei fedeli. Purtroppo si deve registrare un scarso coinvolgimento nell iniziativa da parte delle comunità del centro-nord. Nella seconda parte della mattinata p. Luciano Andreol ha presentato in breve l attuale situazione della Delegazione generale del Perù-Brasile, prospettando le prossime nuove aperture in Brasile e in Argentina. Ha ringraziato la Provincia italiana per l interesse e l aiuto assicurato alla Delegazione. Prima di pranzo i confratelli si sono riuniti per la preghiera mariana in occasione della chiusura dell anno sacerdotale, nella quale hanno rinnovato l atto di affidamento a Maria con le parole pronunciare da Papa Benedetto XVI a Fatima il 12 maggio scorso. L incontro del pomeriggio è stato riservato alla programmazione del nuovo anno pastorale , che vedrà al centro dell attenzione l ambito dei laici. Proprio il coinvolgimento dei laici e l esigenza di una maggiore consapevolezza dell impegno del loro accompagnamento e formazione sarà il tema del Convegno di Provincia che si è deciso di organizzare per il prossimo anno: a Redona di Bergamo nella prima metà di febbraio e a Reggio Calabria all inizio di marzo. Si è deciso, invece, di non mettere in programma per il prossimo anno l Assemblea dei Superiori, dato che si entrerà nella fase capitolare. P. Aldo Bolis smm 13

14 VITA DI PROVINCIA La Procura delle Missioni: prospettive e programmi Il nuovo Procuratore delle Missioni interpella i Delegati sulla fisionomia e i compiti della Procura. Carissimi delegati, sono Padre Remigio Santo Trussardi, come sapete nuovo Procuratore e vi scrivo a nome anche delle persone che collaborano con me. Come ultimo arrivato alla Procura vorrei vivere questo periodo con un atteggiamento di apprendistato: imparare e fare esperienza in questo nuovo incarico che ho accettato senza riserve. Con l aiuto vostro e del buon Dio si parte ed ogni giorno insieme si va avanti. Quali idee per la Procura? Innanzi tutto mi metto a disposizione per collaborare con voi delegati e con i vostri confratelli per quanto sia possibile nel rispondere alle diverse necessità e richieste. Secondariamente vorrei rispondere anche alle richieste di tutti coloro che qui, in territorio italiano, sono stati o sono desiderosi di conoscere il mondo delle nostre missioni di Africa e America Latina. Per questo propongo: 1. Che oltre agli incontri che già sono in programma ogni mese dell anno qui alla Procura (di cui tratterò al secondo punto) vengano ripresi gruppi di ragazzi/adulti che voglio- 14

15 VITA DI PROVINCIA no fare un esperienza missionaria. Dalla mia esperienza africana so quanto sia complicato ricevere ospiti durante il corso dell anno perché si è già impegnati nell annuncio e nell assistenza e organizzare il soggiorno di più persone diviene impegnativo. Ma vi chiederei la disponibilità (almeno nel Malawi) ad accogliere un gruppo di 10/15 persone in agosto, che sappiamo essere il periodo migliore, organizzandone il più possibile l accoglienza e la permanenza. Da parte mia posso assicurare una formazione missionaria prepartenza da effettuarsi nei mesi precedenti (da febbraio a giugno), chiedendo il contributo sia dei missionari che in quel periodo fossero presenti in Italia sia delle personeformatori esterni. In questo modo si concentrerebbero le visite alle missioni in un solo periodo, ben organizzato e di formazione ( e anche un po vacanziero). Nel caso ci fosse necessità e richiesta da parte vostra si può anche pensare ad un accompagnatore. L idea nasce dalla necessità di rispondere alle numerose richieste di giovani interessati alla vita missionaria non soltanto accompagnandoli sul posto ma dando loro al tempo stesso gli strumenti necessari per comprendere la realtà in cui sono inserite le nostre missioni. 2. Proprio seguendo questa linea ho intenzione di promuovere, sia durante gli incontri della Procura che durante la formazione missionaria, un percorso improntato all «educazione alla mondialità», così che chi ne usufruisce può essere introdotto alla conoscenza di altre culture e alle problematiche che le affliggono e che coinvolgono indirettamente il mondo intero. 3. Come sarebbe possibile, a vostro parere, migliorare la Procura nelle sue funzioni e attività? 15

16 VITA DI PROVINCIA 4. Ci sono diverse associazioni/onlus che sostengono nostri missionari. La missioni monfortane onlus potrebbe avere un ruolo, con loro, un ruolo più attivo di coordinamento, di stimolo e, come detto sopra, di formazione missionaria? Come? 5. Cosa pensate del servizio svolto finora dalla Onlus? Negli ultimi anni si è cercato di concentrare l attenzione su dei programmi specifici. Attualmente promuoviamo: - Programmi di sostegno a distanza che vengono direttamente seguiti da Bergamo per le nostre tre realtà in Malawi, Perù e Madagascar. Le richieste arrivano in sede o tramite altri referenti e inoltrate ai beneficiari e pure la comunicazione con i benefattori è gestita direttamente dalla Onlus. Per questo abbiamo diversi volontari e associazioni che collaborano con noi. Si cerca di superare la logica assistenzialistica puntando sulla formazione educativa/scolastica dei ragazzi, scelti fra i più bisognosi. - Organizzazione eventi di beneficienza: l anno scorso è stata realizzata una mostra di quadri in favore del progetto Un quadro per un asilo. La raccolta è andata oltre ogni aspettativa e per l anno 2010 sarà ripetuta. Altre iniziative come bancarelle e serate di beneficienza sono promosse o sostenute dalla Onlus. - Finanziamento di microprogetti: grazie alla quota del 5 per mille che abbiamo ottenuto nel 2008 e 2009 siamo riusciti a finanziare 12 microprogetti nelle nostre missioni e continueremo, governo permettendo. - Richiesta finanziamenti alle Fondazioni: nel 2008 è stato 16

17 VITA DI PROVINCIA finanziato un grosso progetto da parte della Fondazione Cariplo e nel corso del 2010 si è fatta domanda per un altro progetto di sviluppo. Le procedure sono impegnative ma non impossibili. Sappiate che c è la possibilità di utilizzare la Onlus come partner per richiesta a fondazioni per dei progetti di sviluppo. Per parteciparvi è necessario mobilitarsi almeno 3/4 mesi prima del bando. - Sostegno progetti: abbiamo iniziato a sostenere due centri per bambini sieropositivi, orfani e emarginati sociali. Uno in Brasile e uno in India. Sono entrambi monfortani e necessitano di aiuto nonostante stiano intraprendendo la strada dell auto sostentamento. - Interventi sul territorio: in futuro ci piacerebbe, con l - aiuto dei volontari, ampliare il raggio di intervento delle nostre missioni anche in altre realtà come le scuole punto ancora da definirsi. P. Remigio Santo Trussardi Procuratore delle Missioni 17

18 VITA DI PROVINCIA Missioni al popolo Sintesi dell incontro dell équipe a Santeramo in Colle (Ba) - 23 giugno Presso la nostra comunità monfortana di Santeramo in Colle, il giorno 23 giugno 2010 si è tenuto l incontro dell équipe per le Missioni parrocchiali. Hanno partecipato p. Eugenio Perico, direttore delle Missioni parrocchiali, p. Giovanni Crippa, don Roberto Atzori, parroco a Cagliari, dove i missionari monfortani hanno animato la Missione cittadina, p. Giovanni Maria Personeni, suor Maria Tocci, suor Maria Donata e suor Anna, delle Figlie della Sapienza, suor Maria delle Grazie e suor Emanuela, della Fraternità Arca di Maria, Rosalba Biella delle Missionarie di Maria, Giovanna Di Leo e Anna De Girolamo del Movimento Con Maria a Gesù di Trinitapoli. Era presente anche p. Angelo Calabrese. P. Giovanni Crippa ha aperto l incontro con una relazione su: Il Padre di Montfort e le Missioni. Uno sguardo sul passato, al fine di costruire l oggi. Interessante vedere l organizzazione e il metodo delle missioni attuate dal Montfort. Il programma, la tecnica, la forma della predicazione. I supporti e le attrezzature usate, nonché le funzioni speciali quali il Contratto di alleanza o il rinnovamento delle promesse battesimali e anche il dopo missione. Ci si è accorti che diversi aspetti e caratteristiche delle missioni del Padre di Montfort attendono forse di essere rivalutate in 18

19 VITA DI PROVINCIA una coraggiosa e sapiente attualizzazione o comunque spingono a ritrovare la specifica identità della missione monfortana. Sono seguiti così, nel momento di condivisione, diversi interventi in cui si è riconosciuta la situazione attuale di analfabetismo nella fede, la crisi di fondo che sta vivendo la Chiesa, la difficoltà nel comunicare il Vangelo, il contesto di ateismo e paganesimo in cui si trova immersa la Chiesa attuale, ma che a ben guardare, era lo stesso contesto in cui si trovava la Chiesa primitiva. Ci si è accorti che avanzano le ceste del Pane eucaristico, perché nessuno si comunica, ma si vede ancor di più la fatica di uscire da una pastorale di sacramentalizzazione per una pastorale di evangelizzazione. Occorre certo tornare al contatto personale, comunicando Dio nell esperienza. La Chiesa deve tornare ad essere la tenda che si sposta e accoglie. E per questo occorre unirsi. In tal senso sarebbe una buona cosa che le parrocchie dove si è tenuta una missione siano informate di altre missioni e invitate a pregare per queste. Nella missione di Manta, la preparazione di due anni, ha portato il frutto di una bella accoglienza. La missione è riuscita e c è stata libertà di parlare anche tra i missionari stessi sul suo andamento e ciò che poteva essere utile. Nel pomeriggio, don Roberto Atzori ha svolto il tema: L impronta della Missione parrocchiale nella Comunità parrocchiale. Parroco da due anni quando fu celebrata la Missione a Cagliari, in quel momento ha compreso sempre di più la necessità di porsi in stato di missione permanente per la nuova evangelizzazione voluta da Giovanni Paolo II. 19

20 VITA DI PROVINCIA Don Roberto ha visto l utilità di una programmazione della missione svolta insieme alla comunità parrocchiale e anche la necessità di curare il post-missione. Pastore attento ai bisogni del gregge, ha visto la necessità di due momenti complementari: il momento catechetico e il momento sociopastorale. Occorre, poi, creare unità fra i gruppi in parrocchia. Si sono costituiti i Centri di ascolto, ma ora serve la formazione degli animatori di questi centri. La missione aiuta a passare da una Chiesa seduta a una Chiesa in movimento. Importante anche la riscoperta dei segni nella liturgia da rileggere uniti alla Parola e la spiritualità mariana che crea tempi e luoghi che permettono l annuncio e la catechesi. P. Eugenio, riportando l eco dell incontro della CISM sulla nuova evangelizzazione e sui frutti delle recenti missioni parrocchiali, ha aperto il secondo momento di confronto. La missione di Ginosa ha lasciato un ricordo, preparata con visite alle famiglie un mese prima. Visita ripetuta poi dai missionari. A Locri, S. Agata e Carafa si è mantenuto un contatto nel post-missione e Chioggia ha chiesto l intero gruppo di missionari presente per un altra occasione. I centri di ascolto, si è visto, permettono di raggiungere più persone e danno la possibilità di un incontro più familiare. La missione viene concepita sempre di più come un porre in stato di missione l intera parrocchia. La varietà di presenze nella missione è positiva, senza fissarsi solo su uno o sull altro missionario e aprendosi anche al di fuori dei monfortani, è positiva. Si vede utile al termine della missione un momento di verifica. Si sente inoltre l esigenza di un itinerario di approfondimento catechetico della fede da proporsi sia nella missione in corso che nel post-missione e nello 20

21 VITA DI PROVINCIA stesso tempo l esigenza di inserire maggiormente la nostra spiritualità, magari con la prospettiva della nascita di gruppi mariani quale frutto della missione. P. Eugenio ha concluso presentando un prospetto delle missioni parrocchiali in programma. Quelle in svolgimento, quelle in preparazione, quelle in corso di cui già si conosce la data di celebrazione e quelle nella fase del dopo missione e le parrocchie che stanno prendendo contatto per iniziare. Il giorno seguente tutto il gruppo dell équipe si è mosso verso Trinitapoli con una tappa la Santuario Madonna di Fatima in Trani, primo santuario dedicato alla Madonna di Fatima in Italia. Lì ha recitato la Preghiera infocata chiedendo a Dio, con le parole del Fondatore, missionari santi per la sua Chiesa e ha affidato alla Vergine Maria il lavoro dell équipe e la missione di ogni associato e figlio e figlia del Santo di Montfort. Il pomeriggio si è concluso con la celebrazione eucaristica nell anniversario di nascita e fondazione del Movimento di Trinitapoli. Al termine dell Eucaristia la festa è continuata con danze, canti, e una piccola agape. p. Giovanni Maria Personeni 21

22 VITA DI PROVINCIA Ricordi on line per non dimenticare Un album di famiglia on line, strumento prezioso per conservare la memoria della Provincia. Fuori tempo massimo, ma siamo arrivati ad uno dei traguardi previsto nel programma per la celebrazione del 50 della Provincia Italiana: una documentazione fotografica dei momenti più significativi della nostra storia quasi centenaria. Abbiamo raggiunto questo obiettivo utilizzando la forma che ci è parsa più semplice: mettendo sul nostro sito internet il materiale fotografico, distribuito in blocchi corrispondenti a vari periodi. La grafica è stata curata da Padre Luigi Gritti e bisogna dire che è molto bella da vedere. Non tutto il materiale raccolto è entrato in questo progetto grafico. Verrà conservato in archivio. Questa raccolta è stata un operazione importante perché ha permesso di recuperare foto d epoca che pochi tra noi hanno visto e che correvano il grosso rischio di andare perdute. Sono un prezioso ricordo del passato e serviranno a conservare la memoria storica delle grandi cose che con la misteriosa e concreta regia di Dio i missionari monfortani italiani hanno compiuto in Italia e nei paesi di missione. Non c è futuro senza una puntuale e concreta memoria del passato. È una legge che vale per la storia in generale, e vale anche per la nostra storia in particolare. La visione delle foto ci aiuta a ricordare fatti e volti che hanno fatto la nostra storia e che ci hanno consegnato 22

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

I. Celebrazione del battesimo

I. Celebrazione del battesimo I. Celebrazione del battesimo Obiettivi Siamo al momento culminante della prima fase della pastorale pre e post battesimale. Dopo il cammino che ha coinvolto i genitori e ha interessato la comunità cristiana,

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ Calendario Liturgico Ottobre 2013 Il mese di ottobre è dedicato alla devozione al SS. Rosario. Inoltre nelle Cappelle del Cuore Immacolato di Maria a Campi Bisenzio e della

Dettagli

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE NON DI SOLO PANE Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE Questo secondo anno pastorale vuole continuare il cammino iniziato in quello precedente e portato avanti

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità

٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità ٠ Accoglienza ٠ Missione ٠ Internazionalità Dallo statuto leggiamo: Art. 1 L AMI è composta da laici, diaconi, presbiteri che docili all azione dello Spirito Santo intendono vivere una medesima vocazione

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE RITI DI INTRODUZIONE DELLA CHIESA STAZIONALE 1. Quando il popolo si è riunito nella Chiesa stazionale il Vescovo saluta la comunità: Nel nome del Padre e del

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Diocesi di Bergamo Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Lo scorso 30 settembre Papa Francesco ha annunciato l evento straordinario della Canonizzazione di Papa Giovanni

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro.

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro. Ci ritroviamo in Cattedrale per celebrare la santa Messa di ringraziamento per il dono di Papa Benedetto XVI ed anche per pregare per la Chiesa chiamata, per la responsabilità dei cardinali, ad eleggere

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE Parrocchia S. Biagio in Ravenna Anni: 2014-2015 e 2015-2016 PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona

PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona Introduzione alla nuova edizione - Non ha Dio come padre chi non ha la Chiesa come madre. La celebre intuizione di san Cipriano

Dettagli

Il Vescovo di Crema. Piazza Duomo, 27 26013 CREMA (CR) Telefono 0373/256565

Il Vescovo di Crema. Piazza Duomo, 27 26013 CREMA (CR) Telefono 0373/256565 Il Vescovo di Crema Alle Parrocchie di Palazzo Pignano, Cascina Caprio, Cascina Gandini, riunite in unità pastorale; al parroco, don Benedetto Tommaseo, al cappellano, don Ernesto Mariconti al consiglio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Schema del cammino GG e giovani

Schema del cammino GG e giovani Schema del cammino GG e giovani Professione di fede GIOVANISSIMI La dignità della persona umana La vocazione cristiana Una chiesa di discepoli GIOVANI Una chiesa di inviati Prima, seconda e terza superiore

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di vatican Service News

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di <i>vatican Service News</i> Pagina 4 Angelus dell Acr con il papa in Vaticano, i Messaggi pontifici per la Giornata Mondiale del Malato e la Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, l AdunanzA Eucaristica a Catanzaro, una giovane

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro

Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro Il progetto pastorale della Parrocchia di Gesù Divino Maestro 1. INTRODUZIONE La parrocchia si pone l'obiettivo di costruire una comunità nella quale ogni cristiano si impegni a: 1. conoscere meglio Cristo

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali Parrocchia Sacro Cuore Capua Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali 29 Settembre 2013 Monizione In questa Eucaristia, il nostro parroco consegnerà il mandato a svolgere il servizio nella pastorale

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

Hogar San Francisco nostra Hogar San Francisco

Hogar San Francisco nostra Hogar San Francisco Carissimi amici, Hogar San Francisco sarà da oggi uno strumento per sentirci uniti, un semplice foglio informativo della nostra missione in Venezuela. Perché questo nome? Sostanzialmente perché, con i

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

La Parrocchia Gesù Maestro. Celebra l anno della Vita Consacrata 2015-2016

La Parrocchia Gesù Maestro. Celebra l anno della Vita Consacrata 2015-2016 La Parrocchia Gesù Maestro Celebra l anno della Vita Consacrata 2015-2016 Carissimi la Chiesa, dallo scorso novembre, celebra l Anno della Vita Consacrata e invita tutti noi a riscoprire la vocazione di

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

Omelia nella memoria di san Carlo Borromeo nel 40 dell ordinazione sacerdotale Guastalla Chiesa dei Servi, 4 novembre 2015

Omelia nella memoria di san Carlo Borromeo nel 40 dell ordinazione sacerdotale Guastalla Chiesa dei Servi, 4 novembre 2015 Omelia nella memoria di san Carlo Borromeo nel 40 dell ordinazione sacerdotale Guastalla Chiesa dei Servi, 4 novembre 2015 Cari fratelli e sorelle, oggi, come ogni anno, ricordiamo san Carlo Borromeo,

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Secondo Convegno Volontari in Africa VOLONTARI

Secondo Convegno Volontari in Africa VOLONTARI Secondo Convegno Volontari in Africa di Chiara Giusto, Volontaria VIS Dal 13 al 17 gennaio a Nairobi è stato organizzato dai Dicasteri per la Pastorale Giovanile e per le Missioni della Congregazione salesiana

Dettagli

PROGRAMMA CONGRESSO VI RACCOMANDO I MIEI AMATI POVERI S. FIDENZIO (VERONA) 2011

PROGRAMMA CONGRESSO VI RACCOMANDO I MIEI AMATI POVERI S. FIDENZIO (VERONA) 2011 PROGRAMMA CONGRESSO VI RACCOMANDO I MIEI AMATI POVERI S. FIDENZIO (VERONA) 2011 CONGRESSO ASSOCIAZIONE LAICI CANOSSIANI: domenica 31luglio a domenica 7 agosto 2011 CRITERI DI PARTECIPAZIONE: Ogni Provincia

Dettagli

I N. Si chiedano preghiere soprattutto ai monasteri di clausura.

I N. Si chiedano preghiere soprattutto ai monasteri di clausura. M I S S I O N E MARIA di NAZARETH I N E U R O P A Fratello, sorella, ciò che ti presento è una proposta, liberamente offerta a tutti quei cristiani che desiderano operare per una Nuova Evangelizzazione

Dettagli

Rivista Diocesana Vigevanese

Rivista Diocesana Vigevanese Rivista 333 A n n o X C = N 9 = 3 0 N o v e m b r e 2 0 1 0 Lettera alla Diocesi per comunicare la nomina di S. E. Mons. Vincenzo Di Mauro Arcivescovo Titolare di Arpi a Vescovo Coadiutore di Vigevano

Dettagli

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E

UNA COMUNITÁ EDUCANTE E PREMESSA Con questo scritto introduciamo in Parrocchia, una nuova tradizione: consegnare a tutta la nostra Comunità, le linee di pastorale che ci impegneranno durante il prossimo anno. Esse ricalcano e

Dettagli

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre.

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre. Non siamo i «cercatori» di sofferenza..., e nemmeno gli «entusiasti» per la sofferenza. Siamo persone che si sforzano di «vivere» la loro sofferenza «come Gesù»..., non solo nella contemplazione di Lui

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli Liturgia Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli C è un piacere nel credere e del credere insieme La fede non è solo un offerta

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Vangelo senza confini

Vangelo senza confini Diocesi di Bergamo Centro Missionario Diocesano Ottobre Missionario 2009 Rosario Missionario Vangelo senza confini Nel nome del Padre. Con Maria percorriamo le strade del mondo; come Maria portiamo Gesù;

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Progetto Pastorale Parrocchiale

Progetto Pastorale Parrocchiale Progetto Pastorale Parrocchiale E' il desiderio dì vivere come Chiesa il nostro rapporto con Dio: Padre - Figlio - Spirito, e con ogni persona, in una comunione sempre più vera e intensa, perché ognuno

Dettagli

I Redentoristi in Spagna Oggi sono 155 e presenti con un attività pastorale multiforme.

I Redentoristi in Spagna Oggi sono 155 e presenti con un attività pastorale multiforme. I Redentoristi in Spagna Oggi sono 155 e presenti con un attività pastorale multiforme. I numeri della Provincia di Madrid, cioè della Spagna. I Redentoristi in Spagna (che storicamente formano la Provincia

Dettagli

CAPPELLA della Sapienza Università di Roma Città Universitaria La Cappella della Sapienza è una comunità cristiana presente ed operante nella realtà universitaria dell Ateneo di Roma. Si propone di essere

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

LA FORMAZIONE IN PROVINCIA

LA FORMAZIONE IN PROVINCIA LA FORMAZIONE IN PROVINCIA CENNI DI STORIA La storia monfortana italiana per molti aspetti è una storia di formazione. Sovente infatti l apertura della Scuola Apostolica di Redona è considerata il vero

Dettagli

PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO. Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi

PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO. Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi PARROCCHIA SAN BASILIO E SAN DOMENICO REGALBUTO Per riflettere insieme sulla vita della parrocchia dal gennaio 2005 fino ad oggi Carissimi parrocchiani, a distanza di due anni dall elaborazione del Piano

Dettagli

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989

La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I. Domenica, 17 dicembre 1989 La Santa Sede DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II DURANTE LA VISITA ALLA PARROCCHIA DI SAN LEONE I Domenica, 17 dicembre 1989 Alla popolazione del quartiere Una visita ad un quartiere difficile quella che compie

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

IL BENE DEGLI ANZIANI Card. Jorge Mario Bergoglio, s.j. Arcivescovo di Buenos Aires

IL BENE DEGLI ANZIANI Card. Jorge Mario Bergoglio, s.j. Arcivescovo di Buenos Aires IL BENE DEGLI ANZIANI Card. Jorge Mario Bergoglio, s.j. Arcivescovo di Buenos Aires Il pensiero e le parole espresse che presentano i punti del Documento di Aparecida sugli anziani, è molto confortante:

Dettagli

L adulto destinatario e soggetto di formazione

L adulto destinatario e soggetto di formazione Diocesi di Treviso Anno pastorale 2012-2013 Formare cristiani adulti in una Chiesa adulta Anno secondo L adulto destinatario e soggetto di formazione Orientamenti pastorali per l anno 2012-2013 A cura

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI Giornata di preghiera per il Bicentenario della Diocesi 1816-2016 Giubileo della Misericordia Domenica 25 ottobre 2015 PREMESSA In vista dell apertura del Bicentenario della

Dettagli

PRESUPPOSTI DOTTRINALI

PRESUPPOSTI DOTTRINALI La comunità ecclesiale celebra le proprie Liturgie, ma nello stesso tempo non si dà pace, finché ci saranno fratelli e sorelle nella sofferenza spirituale e materiale" PRESUPPOSTI DOTTRINALI La comunità

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

E il Signore ci dice:

E il Signore ci dice: E il Signore ci dice: mettetevi sulla strada buona (Paolo VI) Itinerario quaresimale con i Papi del Concilio Vaticano II: Giovanni XXIII e Paolo VI A cura di Mons. Battista Rinaldi Consulenza redazionale

Dettagli

SOTTOSEZIONE DI PALERMO

SOTTOSEZIONE DI PALERMO SOTTOSEZIONE DI PALERMO 2014 VIA CARTAGINE 39 90135 PALERMO TEL 091 340994-5 FAX 091 307795 E-mail: palermo@unitalsi.it Sito: www.unitalsipalermo.it Orario di segreteria Lunedì e Venerdì dalle ore 9,00

Dettagli

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI

1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI 1. GIORNO - PREGHIAMO PER I VEGGENTI Gesù disse ai suoi discepoli: Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè,

Dettagli

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ All inizio del nuovo anno pastorale 2014-2015 viene distribuito alla comunità il Calendario Pastorale, segno del cammino comunitario e strumento utile per la programmazione delle diverse attività della

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat

NOVENA DI NATALE le letture antifone maggiori del Magnificat NOVENA DI NATALE I testi liturgici che preparano alla Solennità del Natale del Signore sono densi di una ricchezza notevole. La tradizionale Novena di Natale sorge proprio per colmare la difficoltà dei

Dettagli