LICEO CLASSICO STATALE TORQUATO TASSO - ROMA. DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE - III SEZ. F (Estratto) Anno scolastico 2013/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO CLASSICO STATALE TORQUATO TASSO - ROMA. DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE - III SEZ. F (Estratto) Anno scolastico 2013/2014"

Transcript

1 LICEO CLASSICO STATALE TORQUATO TASSO - ROMA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE - III SEZ. F (Estratto) Anno scolastico 2013/2014

2 Il presente documento, frutto di lavoro collegiale, condiviso in tutte le sue parti dai docenti del Consiglio di classe, approvato e sottoscritto da tutti i docenti, è affisso all Albo della scuola. CONSIGLIO DELLA CLASSE III SEZIONE F DISCIPLINE DOCENTI CONTINUITÀ DIDATTICA FIRMA DEL DOCENTE ITALIANO LUISA GANDINI TRIENNIO LATINO LUISA GANDINI III ANNO GRECO PAOLA TASSINI TRIENNIO STORIA E FILOSOFIA FRANCESCA MARAZZI II e III ANNO MATEMATICA E FISICA VALERIA CIAI TRIENNIO SCIENZE ANTONELLA FORGELLI II e III ANNO LINGUA INGLESE ERSILIA AGOSTINI TRIENNIO STORIA DELL ARTE MARIA LETIZIA PAPINI II e III ANNO EDUCAZIONE FISICA SUSANNA POSSIDONI II e III ANNO RELIGIONE CATTOLICA MASSIMO PIEGGI TRIENNIO MATERIA ALTERNATIVA (STORIA DELLA MUSICA) MARIA CRISTINA PACIELLO TRIENNIO COMMISSARI DESIGNATI MEMBRI INTERNI DISCIPLINA DOCENTE GRECO STORIA DELL ARTE INGLESE PAOLA TASSINI MARIA LETIZIA PAPINI ERSILIA AGOSTINI Roma, 15 maggio 2014

3 PRESENTAZIONE DELL ISTITUTO QUADRO ORARIO SETTIMANALE DEL QUINQUENNIO DISCIPLINE ANNI I II III IV V TOTALE ORE I.R.C/ATT.ALTERNATIVA ITALIANO LATINO GRECO STORIA GEOGRAFIA FILOSOFIA INGLESE MATEMATICA FISICA SCIENZE STORIA DELL ARTE ED. FISICA LA NOSTRA SCUOLA Il liceo classico Torquato Tasso, sia per la sua ubicazione al centro della città, che lo rende facilmente raggiungibile anche dalle periferie, sia per la tradizione di oltre cento anni di attività, costituisce un polo di riferimento in cui gli studenti confluiscono richiamati dalla attenzione rivolta alla formazione culturale e civile dei giovani. Fedele infatti alla sua consuetudine, il Liceo continua a promuovere un intensa vita culturale, non solo con la normale attività didattica e con le numerose iniziative extracurriculari, ma anche attraverso l organizzazione in sede di eventi di particolare interesse. ISPIRAZIONE PEDAGOGICA GENERALE Tenendo presente la situazione concreta in cui il liceo Torquato Tasso si trova ad operare e la sua tradizione, si possono in linea di principio così identificare e delineare alcuni criteri di fondo che ispirano l azione educativa nel nostro Istituto: consapevolezza della peculiarità della formazione classica nel contesto della scuola secondaria superiore e suo adeguamento alla specifica particolare utenza di questo liceo attenzione alla continuità del processo formativo (raccordo con la scuola media, passaggio bienniotriennio, orientamento agli studi superiori) equilibrio e rapporto armonico tra ambito umanistico e scientifico, al fine di ricostruire l originaria unità della cultura impegno nel porre argini all insuccesso ed alla dispersione scolastica e nel favorire e potenziare negli allievi un atteggiamento positivo nei confronti dello studio, anche attraverso la costruzione di personali percorsi di formazione.

4 OBIETTIVI TRASVERSALI DELL AZIONE DIDATTICA-EDUCATIVA L azione didattico-educativa dell ultimo anno di studi conclude un percorso costruito sui seguenti obiettivi trasversali: conoscenze -conoscere i contenuti delle singole discipline correlati alla centralità della dimensione umanistica della storia occidentale competenze -usare i linguaggi settoriali -decifrare le fonti documentali -applicare in ambiti diversi le conoscenze acquisite -interpretare fatti ed eventi capacità -sviluppare le capacità logico-deduttive, logico-interpretative, critico-argomentative, di collegamento tra i vari saperi -sviluppare una personalità autonoma nel giudizio, autocritica, flessibile -formare una coscienza civile e politica PROGETTI DI AMPLIAMENTO E MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA Il Collegio dei Docenti di questo Liceo ha deliberato le seguenti attività per l ampliamento e il miglioramento dell offerta formativa: Esperienze di traduzione letteraria ITALIANO LATINO/GRECO TEATRO MATEMATICA /FISICA SCIENZE Incontri con scrittori contemporanei Laboratorio dantesco Laboratorio di scrittura creativa Letture preparatorie Certamen Horatianum Esperienze di traduzione letteraria Giornata di studi classici Prometeo Laboratorio di Archeologia Educazione al Teatro Compagnia teatrale stabile Tasso Laboratorio teatrale Inglese Elementi di Analisi Matematica Olimpiadi di Matematica Laboratorio di Matematica Esperimenti di Fisica La Matematica in Greco Potenziamento studio delle Scienze naturali A tu per tu con la ricerca

5 STORIA-ARTE FILOSOFIA STORIA ED. FISICA-STORIA FILOSOFIA FILOSOFIA- RELIGIONE RELIGIONE ARTE ARTE /MUSICA ARTE/REL/MUSICA LINGUA INGLESE EDUCAZ. SALUTE EDUCAZ FISICA Identità e Alterità Pasubio Cineforum 70 anni fa: Resistenza e Costituzione Cinema e Storia Viaggio della memoria Conferenze di Storia della Scienza Storia e musica nel 900 Luoghi della Scienza.Luoghi del Potere Bici e Storia Olimpiadi di Filosofia Certamen Bruniano Psicologia della relazione Frontiere del possibile Costruire ponti tra religioni Laboratorio d arte contemporanea Laboratorio calchi L ombra del Caravaggio Olimpiadi del patrimonio Classico Contemporaneo Il Tasso alla Corsini Biennale di Venezia Certificazioni linguistiche PET-FCE-CAE Parlamento Europeo Giovani Partnerariato bilaterale Comenius Model United Nations Sportello psicoterapeutico Sportello medico Gruppo sportivo scolastico ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA L attività di orientamento universitario è stata articolata nelle seguenti iniziative: - incontri con docenti universitari, professionista, ex-alunni - Orientamento in rete per la preparazione al superamento dei test per l accesso alle facoltà biologicomediche - prove di orientamento e di autovalutazione per alcune Facoltà dell Area scientifica - partecipazione alla selezione della Settimana di Orientamento organizzate da alcune Università (Bocconi, Politecnico di Milano, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore S. Anna) - partecipazione alla selezione per il programma Talent Scout organizzato dall Università Bocconi - partecipazione agli Open Day delle singole Facoltà - corso di potenziamento delle competenze in preparazione ai test d ingresso alle facoltà scientifiche ATTIVITA DI RECUPERO E POTENZIAMENTO La Scuola ha predisposto per le discipline Greco, Latino e Matematica attività di recupero (corsi e sportelli in orario pomeridiano), indirizzate agli alunni che avessero riportato insufficienze allo scrutinio del I trimestre. Per Scienze è stata proposta agli studenti attività di potenziamento delle competenze in vista dei test universitari.

6 CRITERI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE Le informazioni necessarie al processo valutativo, raccolte nel corso dell anno scolastico (suddiviso in un trimestre e in un semestre), hanno permesso di formulare: valutazioni iniziali: attraverso verifiche formative volte a controllare che la situazione di partenza della classe corrispondesse allo standard prefissato dagli obiettivi didattici dell anno precedente valutazioni intermedie: attraverso interrogazioni, colloqui, prove scritte di diverso tipo, strutturate e non strutturate, osservazioni attente e sistematiche dei comportamenti della classe e dei singoli alunni. Le valutazioni intermedie, a metà del semestre (fine marzo), hanno trovato forma ufficiale in una scheda informativa alle famiglie (pagellino) valutazioni finali: attraverso la crescita culturale e i progressi raggiunti nel processo di formazione di ogni singolo studente e della classe stessa rispetto al punto di partenza, attraverso la partecipazione alle diverse attività, la regolarità e la qualità del lavoro personale, le conoscenze, le competenze e le capacità sviluppate. Sulla base degli obiettivi didattico-educativi si è proceduto a definire i requisiti richiesti per una valutazione di insufficienza focalizzazione imprecisa dell argomento conoscenze frammentarie esposizione incerta sufficienza individuazione dell argomento conoscenze essenziali collegamenti monodisciplinari esposizione ordinata e corretta oltre la sufficienza contestualizzazione capacità di effettuare deduzioni logiche e di argomentare efficacemente collegamenti pluridisciplinari capacità di approfondimento e di apporti personali precisione e ricchezza linguistica, originalità espositiva SIMULAZIONE DELLE PROVE D ESAME Il Collegio dei Docenti, come da consolidata tradizione, ha stabilito una simulazione generale della tre prove d esame secondo il seguente calendario: simulazione prima prova 16 maggio simulazione seconda prova 17 maggio simulazione terza prova settimana dal 19 al 24 maggio 2014 Le griglie di misurazione adottate per la correzione delle prove sono riportate a fine documento

7 PROFILO DELLA CLASSE III F 1. LA STORIA La classe è composta da 13 alunni, di cui 12 provenienti dall originario quarto ginnasio 2. OBIETTIVI 2.1 Obiettivi formativi Si è mirato a sviluppare: livello di interesse senso di responsabilità organizzazione del lavoro partecipazione alle attività scolastiche e extrascolastiche 2.2 Obiettivi didattici Si è mirato a sviluppare: conoscenza dei contenuti capacità di analisi e sintesi uso dei linguaggi specifici capacità di critica e di elaborazione abilità nell applicazione delle conoscenze 3. PERCORSO FORMATIVO 3.1 Contenuti I contenuti didattici scelti e sviluppati sono riportati nei programmi. 3.2 Metodi I metodi utilizzati sono stati molteplici e la scelta di uno o più di essi è stata sempre legata all obiettivo da raggiungere, al contenuto da trasmettere, alla specificità dell alunno. 3.3 Attività integrative e rapporti con il territorio Gli alunni hanno partecipato, tutti o in parte, alle seguenti attività: Progetto Biennale di Venezia (A. Mombelli -T. Locci) Laboratorio sensoriale a cura del CNR (L. Santoni - G. Villa) Progetto 70 anni fa: Resistenza e Costituzione (G. Amelio - A. Mombelli) Progetto Pasubio: 1914 la fine di un epoca, conferenza del gen. Basilio di Martino Progetto Libera e la pirateria cinematografica (F. Marcelli - G. Villa) Visita a Keats and Shelley Memorial House Visita ai Musei Vaticani Progetto Orientamento in rete, Università degli Studi La Sapienza di Roma ( F. Marcelli- L. Santoni- F.Scannapieco-T.Locci) Incontri di orientamento, Università degli Studi La Sapienza di Roma 3.4 Tempi L anno scolastico in corso è stato diviso in un trimestre (settembre - dicembre) ed un semestre (dicembre - giugno).

8 4. VALUTAZIONE 4.1 Tipologie delle prove Le tipologie delle prove somministrate agli studenti sono state di vario tipo e comunque funzionali alla preparazione delle tre prove d esame e al colloquio. La terza prova è stata sperimentata in tipologia A (I simulazione) e in tipologia B (II simulazione). Per la terza simulazione, quella di istituto, si è adottata la tipologia B (cinque discipline, dieci quesiti, 8 righe, in un tempo di 2,45 ore). 4.2 Valutazione delle prove Per la valutazione delle prove si rimanda ai criteri indicati in precedenza e alle indicazioni contenute nelle singole relazioni. Tutte le prove di italiano svolte durante il triennio e le simulazioni di terza prova svolte nel II e III anno sono state valutate con le griglie a fine documento. Le simulazioni di I, II, III prova d Esame sono state valutate con le griglie a fine documento. 4.3 Criteri di valutazione del credito formativo Il Consiglio di Classe ha preso in considerazione per il credito formativo quanto indicato dal Collegio docenti e riportato nel POF d Istituto, in coerenza con l indirizzo e comunque nel rispetto della normativa vigente. 5. INDICAZIONI DISCIPLINARI 5.1 Ore di lezione delle singole discipline Lo schema che segue contiene il numero delle ore previste dal curricolo, quello delle ore effettivamente svolte al 15 maggio 2014 e da svolgere entro il 7 giugno n. ore previste n. ore svolte n. ore da svolgere Italiano Latino Greco Storia Filosofia Matematica Fisica Scienze St. Arte Inglese Ed. fisica I.R.C Storia musica Programmi disciplinari A seguire i programmi disciplinari

9 PROGRAMMA DI ITALIANO prof. Luisa Gandini 1) Il Romanticismo - A. Manzoni - G. Leopardi F. Schlegel Dialogo sulla poesia: Poesia sentimentale e poesia fantastica F. Schiller Sulla poesia ingenua e sentimentale: Poesia antica e poesia romantica M.de Staël Sulla maniera e l utilità: traduzioni e modernità G. Berchet Lettera semiseria di Grisostomo al suo figliolo: Il pubblico romantico A. Manzoni Carme in morte di C. Imbonati (vv ) Inni sacri: La Pentecoste Lettera a M. Chauvet: Storia e invenzione Lettera sul Romanticismo: Il «vero» e il «falso» Adelchi: la morte di Adelchi - I cori Odi: Il cinque maggio - Marzo 1821 I promessi sposi G. Leopardi Lettere: La prigione di Recanati-Il niente mi circonda-incantato da Pisa Zibaldone: frammenti Canti: L infinito - L ultimo canto di Saffo 2) La crisi del Romanticismo - C. Baudelaire - La Scapigliatura Testi: Operette morali: Dialogo della natura e di un islandese - Dialogo di un Folletto e di uno Gnomo - Dialogo della Moda e della Morte- Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggere - Dialogo di Tristano e di un amico Canti: A Silvia - Le ricordanze - La quiete dopo la tempesta - Il sabato del villaggio- Canto notturno di un pastore errante dell Asia - A se stesso - La ginestra C. Baudelaire I fiori del male: Corrispondenze - L albatro- Spleen - Simpatia dell orrore P. Verlaine Ars poetica - Languore A. Rimbaud Vocali 3) L età del Positivismo --- Naturalismo e Verismo --- G. Verga Testi: E. e J. De Goncourt Prefazione a G. Lacerteux scientifica è un dovere E. Zola Il romanzo sperimentale: L investigazione L ammazzatoio:l attesa di Gervasia G. Verga Prefazioni a I Malavoglia e a L amante di Gramigna - Fantasticheria Vita dei campi: Nedda - Rosso Malpelo - La lupa Novelle rusticane: La roba - Libertà I Malavoglia Mastro Don Gesualdo: La morte di Gesualdo

10 4) L età del Decadentismo - Le poetiche - La poesia - Il romanzo - Il teatro Le poetiche A. Rimbaud Lettera del veggente F. T. Marinetti Manifesto del Futurismo - Manifesto tecnico della letteratura futurista La poesia G. Pascoli Il fanciullino Myricae: L assiuolo - Arano - X agosto - I puffini dell Adriatico Canti di Castelvecchio: Il gelsomino notturno Poemetti: Digitale purpurea - Italy (passi) Poemi conviviali: L ultimo viaggio G. D Annunzio Canto novo: Preludio - In faccia alla vecchia scrostata rossiccia muraglia Poema paradisiaco: Le tristezze ignote Laudi, Maia: Laus vitae Laudi, Alcyone: La pioggia nel pineto - La sera fiesolana - Le stirpi canore G. Gozzano I colloqui: La signorina Felicita - Totò Merumeni A. Palazzeschi Poemi: Chi sono S. Corazzini Piccolo libro inutile: Desolazione del povero poeta sentimentale F. T. Marinetti Zang Tumb Tumb: Bombardamento G. Ungaretti L allegria: In memoria - Il porto sepolto - Veglia- I fiumi- Mattina- Soldati - San Martino del Carso - Natale Sentimento del tempo: L isola - Di luglio Il dolore: Non gridate più E. Montale Ossi di seppia: I limoni- Non chiederci la parola- Meriggiare pallido e assorto - Spesso il male di vivere ho incontrato - Forse un mattino andando-cigola la carrucola nel pozzo Le occasioni: La casa dei doganieri - Dora Markus - Ti libero la fronte dai ghiaccioli - Non recidere forbice quel volto La bufera e altro: L anguilla Satura: Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale Il romanzo e la novella G. D Annunzio Il piacere o L innocente L. Pirandello Il fu Mattia Pascal Uno nessuno centomila: Mia moglie e il mio naso Novelle per un anno: C è qualcuno che ride - Il treno ha fischiato I. Svevo La coscienza di Zeno Il teatro L. Pirandello Enrico IV, atto III, scena finale Sei personaggi in cerca di autore, rappresentazione teatrale 5) Il Romanzo prima e dopo la guerra A. Moravia Gli indifferenti C. Pavese La luna e i falò o Paesi tuoi 6) D. Alighieri: Paradiso Canti I - VI - XI - XII - XV - XVII - XXIII - XXVII - XXXIII MANUALE Antonelli - Sapegno, L Europa degli scrittori, voll. 2 b - 3 a,b,c

11 PROGRAMMA DI LATINO prof. Luisa Gandini LETTERATURA - L ETA GIULIO-CLAUDIA - la dinastia giulio-claudia il rapporto intellettuali-potere le tendenze stilistiche gli autori e i testi Seneca: Dialogi - De clementia- De beneficiis - Naturales quaestiones -Epistulae ad Lucilium- Tragedie -Apokolokyntosis - Come trattare gli schiavi (epist, 47) - Claudio assiste al proprio funerale (apok. 11,6-13,1) - L interpretazione del sacrificio (oed ) Petronio: Satyricon - Le polemiche ( ) una novella (111) la cena ( ) a Crotone ( ) - Limiti del realismo petroniano (E.Auerbach) Lucano: Bellum civile - L argomento del poema e lodi di Nerone (I, 1-66) - ETÀ DEI FLAVI - la dinastia dei Flavi la vita culturale gli autori e i testi Quintiliano: Institutio oratoria - Il valore educativo del gioco (I, 1, 20) - I vantaggi dell apprendimento collettivo (I, 2) - Non antagonismo ma intesa tra allievi e maestri (II, 9, 1-3) - Valore formativo della letteratura (X, 1, 5-15) - L oratore, vir bonus (XII, I, 1-5) - Severo giudizio su Seneca (X,1, ) Plinio il Vecchio: Naturalis Historia - Il confine dell umano: i cannibali (VII, 6-12) - La tavolozza del pittore (XXXI, 29-30) - L ETÀ DI TRAIANO E ADRIANO - il principato adottivo la vita culturale gli autori e i testi

12 Plinio il Giovane: Panegirico di Traiano - Epistulae - Una storia di fantasmi (epist, XII, 27) - L eruzione del Vesuvio e la morte di Plinio il Vecchio (epist, VI, 16) - Governatore e imperatore di fronte al problema dei cristiani (epist, X, 96) Svetonio: De viris illustribus - De vita Caesarum - Augusto, prodigi e superstizione (aug, 90-93) - Le mogli di Claudio (cl, 26) Tacito: Agricola - Germania - Dialogus de oratoribus - Historiae - Annales - La decadenza dell oratoria (dial, 36 cfr. Del sublime, 44) - La cura posteritatis (hist, I, 1) - Sine ira et studio (ann, I, 1) - Il passaggio al principato (ann, I, 2-4) - L incendio di Roma (ann, XV, 38-42) - L uccisione di Ottavia (ann, XIV, 63-64) - I limiti della coscienza storica di Tacito (E.Auerbach) - L ETA DEGLI ANTONINI E LA CRISI DEL III SECOLO - l età degli Antonini la fine del "secolo felice"- la crisi del III secolo la cultura tra Grecia e Roma gli inizi della letteratura cristiana: le versioni bibliche gli autori e i testi Apuleio: De magia - Metamorfosi - Che cos è la magia? (mag, 25-27) - II proemio e l inizio della narrazione (met, I, 1-3) - Lucio diventa asino (met, III, 24-25) - Il significato delle vicende di Lucio (met, XI, 13-15) Tertulliano: Apologeticum Adversus marcionem- Adversus Valentinianos- De spectaculis - La prova della nostra innocenza (apol, 49-50) - DA DIOCLEZIANO AI REGNI ROMANO BARBARICI - l impero da Diocleziano a Teodosio la fine dell impero romano la vita culturale: letteratura pagana e cristiana autori e testi Ammiano Marcellino: Rerum gestarum libri - Ultime parole di Giuliano (gest. XXV, 3, 15-23)

13 Historia Augusta - Stravaganze dell imperatore Elagabalo Ambrogio: Exameron - De officiis - Orazioni e lettere - Inni - Risposta a Simmaco (epist, 18, passim) - Gli uccelli della notte e il canto del gallo (exam. V, 84 sgg) - Al canto del gallo (hym 1) Gerolamo: Vulgata - Epistulae - Contra Rufinum - De viris illustribus - Un sogno (epist, 22, 29-30) - Sul miglior modo di tradurre (epist, 57, 5-6) TESTI SENECA il tempo: brev,3 epist, 1 e 93,4-8 l ira: ir. I, 18 il sapiens: const. 5,4-7 apologia del suicidio: prov. 6,7 ORAZIO, Carmina la poesia in traduzione I,1 e III, 30 IV, 8 la vita I, 9,11,38 II,8 I, 5 e 23 II,10 II, 3 II,14 I, 4 Roma I, 37 IV, 15 ep, VII TACITO Historiae l inizio delle Historiae I, 1 la fine di Vitellio III, 83 e 85 Annales il campo di battaglia di Teutoburgo I, la morte di Tiberio VI, MANUALE M. Bettini, Limina, vol. 4 TESTI Novae voces, Seneca Orazio - Tacito

14 PROGRAMMA DI GRECO prof. Paola Tassini Letteratura e brani antologici in italiano L età classica La Commedia ARISTOFANE Cavalieri, Nuvole, 1-183, Uccelli, La Storiografia ERODOTO Proemio (testo greco) Il dialogo tra Creso e Solone La battaglia di Maratona- La battaglia delle Termopili- La battaglia di Salamina TUCIDIDE La peste di Atene - Il dialogo tra gli Ateniesi e i Melii SENOFONTE Senofonte assume il comando dell esercito - L arrivo al mare- La caduta di Atene L Oratoria del V e del IV secolo LISIA Contro Eratostene, 4-30 ISOCRATE Contro i sofisti, 1-22 Panegirico, 26-50; Filippo, 30-33; 73-78; 154. DEMOSTENE Prima Filippica, 1-28 Seconda Olintiaca, 3-20 Terza Filippica, 3-27 Sulla corona, ; ; 208 L età ellenistica L evoluzione della Commedia MENANDRO Il Misantropo, vv La donna rapata, vv Lo scudo, vv cfr. Plauto, Pseud., vv L epigramma CALLIMACO Aitia, vv La chioma di Berenice, vv cfr. Catullo, c. 66 L epica APOLLONIO RODIO Le Argonautiche, I, vv. 1-22; III, ; ; ; ; ; ; La poesia bucolica. TEOCRITO Le Talisie (Id. VII) - Il ciclope (Id. XI) L incantatrice (Id. II) Le Siracusane (Id. XV) Il Mimo e la poesia giambica. ERODA il Fragmentum Grenfellianum La Storiografia GLI STORICI DI ALESSANDRO POLIBIO Storie, I, 1-4; 35; III, 6-7; VI, 2-5; 7-10; VI, 9; 10-14; 10 passim; 43-44;

15 Autori EURIPIDE, Elettra, vv. 1-81; ; ; (tot. 414 vv.). Lettura del trimetro giambico. Lettura integrale del testo in italiano. LISIA, Per l uccisione di Eratostene, Il λόγος επιτάφιος: un modello di autocelebrazione della πόλις: LISIA, Epitafio, LICURGO, Contro Leocrate, IPERIDE, Epitafio, 3-9. Testi adottati M. CASERTANO G. NUZZO, Storia e testi della Letteratura Greca, voll. 2, 3a (Palumbo) EURIPIDE - Elettra (Principato) LISIA Per l uccisione di Eratostene (Principato)

16 PROGRAMMA DI STORIA prof. Francesca Marazzi - Sviluppo industriale e società di massa alla fine del XIX secolo - Il socialismo della II Internazionale - Il mondo cattolico e la Rerum Novarum di Leone XIII - La crisi del positivismo e la diffusione dei nazionalismi - La Germania guglielmina e le nuove alleanze - La guerra russo-giapponese e la rivoluzione del 1905 in Russia - Imperialismo e neocolonialismo - La prima guerra mondiale - L'Italia dalla crisi del sistema giolittiano all'intervento - Il crollo dell'impero zarista e la rivoluzione del La fine della centralità europea e i problemi del dopoguerra - Gli Stati Uniti dagli anni Venti al New Deal - L'avvento del fascismo in Italia - L'Unione Sovietica da Lenin a Stalin - La Germania dalla Repubblica di Weimar al III Reich - Gli anni Trenta in Italia e in Europa - La guerra civile spagnola e l'espansionismo nazista - La seconda guerra mondiale - L'Italia dalla non belligeranza all'intervento - Resistenza e collaborazionismo - L'Italia occupata e la Liberazione - La Shoah - Hiroshima e Nagasaki - Il mondo diviso: dalla guerra "fredda" alla coesistenza pacifica - Il XX Congresso del PCUSS e la crisi d'ungheria - L'Italia dalla Resistenza alla Costituzione repubblicana - Il Trattato di pace e gli anni del centrismo - Le elezioni del 18 aprile I Trattati di Roma del 1957: primi passi di integrazione europea - I caratteri generali della decolonizzazione - La Conferenza di Bandung e il Terzo Mondo - Il boom dell'economia mondiale tra i '50 e i '60: - Consumismo e contestazione - La Chiesa Cattolica: dal Concilio Vaticano II al pontificato di Giovanni Paolo II - Distensione e confronto: l'età di Kennedy e di Kruscev - La guerra del Vietnam - La crisi petrolifera - L Italia dagli anni 60 alla crisi della I Repubblica DOCUMENTI: La Costituzione della Repubblica Italiana: struttura e divisione del Testo; lettura e commento dei principi fondamentali Documenti filmati dalla Storia d'italia del XX secolo; documenti storiografici scelti secondo personali interessi di approfondimento all interno del Testo di Storia Testo: Giardina-Sabbatucci-Vidotto Nuovi profili storici vol. 3, ed. Laterza

17 PROGRAMMA DI FILOSOFIA prof. Francesca Marazzi Le discussioni sul criticismo e la fondazione dell'idealismo Fichte Schelling - l'io puro come infinito superamento del limite - l'assoluto come identità indifferenziata di Natura e Spirito G.G.F.Hegel - Vita e opere - Gli scritti teologici giovanili e in particolare il confronto tra religione greca ebraica e cristiana - La Fenomenologia dello Spirito come cammino storico-dialettico dalla coscienza sensibile al Sapere assoluto - Il Sistema triadico dell Assoluto: Idea in Sé, Idea fuori di Sé, Idea in Sé e per Sé - ( Logos Natura Spirito) - La Logica: essere, essenza, concetto - La filosofia della Natura - La filosofia dello Spirito - Panlogismo, storicismo e realismo politico La scuola hegeliana: destra e sinistra La diversa interpretazione del rapporto tra metodo e sistema in riferimento alla politica e alla religione L. Feuerbach - il rovesciamento della dialettica hegeliana e l antropologia come umanesimo integrale K. Marx - Vita e opere - La critica della filosofia hegeliana del diritto - La critica del socialismo utopistico - La critica della sinistra hegeliana e di Feuerbach in particolare - La critica dell economia classica - Il materialismo storico - I concetti di struttura e sovrastruttura - Merce: valore d uso e valore di scambio - Alienazione e negazione umana nel sistema produttivo capitalistico - il comunismo come umanesimo realizzato La contestazione del sistema hegeliano: A. Schopenhauer - Vita e opere - La reinterpretazione dei concetti kantiani di fenomeno e noumeno - Il velo di Maya e la scoperta della Volontà di vivere - Pessimismo cosmico e storico - La liberazione dalla volontà di vivere come noluntas - Negazione del suicidio e Nirvana S. Kierkegaard - Vita e opere - Contro la sintesi hegeliana la filosofia dell aut-aut - Esistenza, libertà e angoscia - La scelta estetica - La scelta etica - La scelta religiosa - Il cristianesimo come paradosso

18 Il Positivismo in Europa e in particolare le espressioni della cultura inglese e francese A.Comte - Vita e opere - La legge dei tre stadi e l enciclopedia delle scienze H. Spencer - Vita e opere - la legge dell evoluzione di C. Darwin estesa a concezione generale della realtà Sviluppi del determinismo nella cultura europea di fine secolo: - il darwinismo sociale e le teorie razziste F.Nietzsche - Vita e opere - La reinterpretazione della civiltà greca: Dioniso e Apollo - Il rapporto con la filosofia di Schopenhauer e con la musica di Wagner - Il rifiuto dello storicismo e le tre modalità di studio della storia (monumentale, antiquaria, critica) - Il concetto di oltre-uomo - Morte di Dio e nichilismo - Volontà di potenza come individualismo libertario e radicato alla natura - Forzature e diverse interpretazioni del pensiero nietzscheano S.Freud - Vita e opere - Il superamento del metodo ipnotico e la scoperta della rimozione - La psicanalisi: interpretazione dei sogni e libere associazioni - Il sogno: significato latente e manifesto - La sessualità infantile e il complesso di Edipo - Psicanalisi e società: eros e thanatos C.G.Jung - Vita e opere - La concezione della libido come energia vitale - Il concetto di inconscio collettivo e gli archetipi - Io e Ombra, Logos e Eros - I tipi psicologici: introverso e estroverso H.Bergson - Vita e opere - Il tempo spazializzato della scienza e la durata come flusso della coscienza - Memoria e ricordo; istinto, intelligenza e intuizione - Lo slancio vitale come libera creazione di energia infinita - Le due opposte modalità di vivere la morale e la religione La scuola di Francoforte Adorno e Horkheimer - la dialettica dell illuminismo - ragione critica e ragione strumentale Marcuse: Eros e civiltà e l Uomo a una dimensione Fromm: essere e avere

19 Libertà e impegno in Francia J.P. Sartre - Vita e opera - Esistenzialismo come umanismo G. Marcel - Vita e opere - esistenza situata e mistero dell essere K. Popper - Vita e opere - Il criterio di falsificazione contro il verificazionismo - Il metodo della ricerca scientifica come congetture e confutazioni contro la pretesa di saperi definitivi - Perché marxismo e psicanalisi non sono scienze - La democrazia come società aperta e i pericoli che la insidiano ( testo: Simposio ed Laterza) Testo Abbagnano-Fornero Il nuovo- Protagonisti e Testi, ed. Paravia

20 PROGRAMMA DI MATEMATICA prof. Valeria Ciai 1) LA FUNZIONE ESPONENZIALE E LA FUNZIONE LOGARITMICA Le funzioni e le loro proprietà. Ripasso delle proprietà delle potenze e del calcolo con le potenze. La funzione potenza in R. Grafico della funzione esponenziale: con a maggiore, minore o uguale ad 1. Equazioni esponenziali elementari e con variabile ausiliaria. Disequazioni esponenziali elementari e con variabile ausiliaria. Definizione di logaritmo. Proprietà dei logaritmi. Equazioni e disequazioni logaritmiche elementari. Grafico della funzione logaritmica: con a maggiore, minore o uguale ad 1. 2) GONIOMETRIA La misura degli angoli: gradi, radianti, da gradi a radianti e viceversa, gli angoli orientati, la circonferenza goniometrica. Definizione delle funzioni goniometriche seno, coseno, tangente e cotangente, secante e cosecante; loro variazione; rappresentazione grafica delle funzioni seno,coseno, tangente. Le relazioni fondamentali della goniometria (con dimostrazione). Le funzioni goniometriche di archi particolari: 30, 60, 45 (con dimostrazione). Gli angoli associati. Le formule goniometriche per l addizione e la sottrazione di seno, coseno e tangente (con dimostrazione della formula di sottrazione del coseno); le formule di duplicazione; le formule parametriche. 3) LE EQUAZIONI GONIOMETRICHE Le equazioni goniometriche : risoluzione di equazioni goniometriche elementari per seno, coseno, tangente e cotangente. Le equazioni lineari in seno e coseno: metodo algebrico con l'applicazione delle formule parametriche. Le equazioni omogenee di secondo grado in seno e coseno, le equazioni riconducibili ad omogenee. Le disequazioni goniometriche elementari. 4) TRIGONOMETRIA I teoremi sui triangoli rettangoli: la risoluzione dei triangoli rettangoli. Il teorema della corda, il teorema dei seni e il teorema del coseno: la risoluzione dei triangoli qualunque. ( tutti i teoremi con dimostrazione). Applicazione alle soluzione di semplici problemi con triangoli rettangoli e qualunque. Questo programma si basa sui moduli Blu : O Goniometria, Q Trigonometria e N Funzioni esponenziali e logaritmiche di Bergamini, Trifone, Barozzi, edizioni Zanichelli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI

GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI GUIDA ALLA RIFORMA DEI LICEI Profili d uscita, obiettivi specifici di apprendimento e quadri orari dei nuovi licei, con le indicazioni dei cambiamenti rispetto al vecchio ordinamento Il futuro è la nostra

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 2 A Corso: BIENNIO UNICO COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Classe: 2 A RELIGIONE CATTOLICA 9788810612521 BOCCHINI SERGIO NUOVO RELIGIONE E RELIGIONI + CD ROM BIBBIA GERUSALEMME / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 20,30 No No No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 P Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788805070800 CAMPOLEONI ALBERTO / CRIPPA LUCA ORIZZONTI / CON NULLA OSTA CEI

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE INDICE A che cosa serve la prova di ammissione pag. I Come è strutturata la prova III Come rispondere al questionario V Indicazioni sulle principali conoscenze richieste XII Testo della prova del 4 settembre

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Curriculum vitae et studiorum

Curriculum vitae et studiorum Curriculum vitae et studiorum INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Data e luogo di nascita TRONCARELLI MARCELLINA VIA SALARIA, 1396-00138 ROMA 338 3693605 m.troncarelli@virgilio.it

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

Formule trigonometriche

Formule trigonometriche Formule trigonometriche C. Enrico F. Bonaldi 1 Formule trigonometriche In trigonometria esistono delle formule fondamentali che permettono di calcolare le funzioni goniometriche della somma di due angoli

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

I numeri relativi. Il calcolo letterale

I numeri relativi. Il calcolo letterale Indice Il numero unità I numeri relativi VIII Indice L insieme R Gli insiemi Z e Q Confronto di numeri relativi Le operazioni fondamentali in Z e Q 0 L addizione 0 La sottrazione La somma algebrica La

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

2013.2014. definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI. Il POF è il documento che

2013.2014. definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI. Il POF è il documento che 2013.201 Il POF è il documento che definisce l'identità culturale e progettuale dell Istituto FERMI descrive ciò che il FERMI offre agli studenti e alle loro famiglie Grafica originale di copertina gentilmente

Dettagli

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI I quadri di riferimento: Matematica Il Quadro di Riferimento (QdR) per le prove di valutazione dell'invalsi di matematica presenta le idee chiave che guidano la progettazione delle prove, per quanto riguarda:

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA - BIENNIO COMUNE Classe: 1 A LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788839511980 MANZONI A. / PERISSINOTTO PROMESSI SPOSI U PARAVIA 22,65 No Si No LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 9788842443155 FERRALASCO ANNA / MOISO ANNA MARIA

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

GIOVANNI SIAS 1 La tua domanda è ben posta per me, tutt altro che impropria, perché mi dà modo di precisare alcune cose che non ho ancora detto o che si potevano leggere solo fra le righe. Innanzitutto,

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli