Giubileo stampa. SANTUARIO MADONNA DEL FRASSINO - Peschiera del Garda (Verona)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giubileo stampa. SANTUARIO MADONNA DEL FRASSINO - Peschiera del Garda (Verona) www.santuariodelfrassino.it"

Transcript

1 Anno 87 - N. 2 aprile - maggio - giugno Pubb. trimestrale - Poste Italiane spa - Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art.1 comma 2, DCB VERONA Giubileo stampa ANNIVERSARIO APPARIZIONE MADONNA DEL FRASSINO 1755 SANTUARIO MADONNA DEL FRASSINO - Peschiera del Garda (Verona)

2 ANNIVERSARIO APPARIZIONE MADONNA DEL FRASSINO SANTUARIO MADONNA DEL FRASSINO - Peschiera del Garda (Verona) 1755 banda musicale Peschiera del Garda Card. Attilio Nicora annullo postale per il 500 dell Apparizione Pellegrinaggio scuole LA REGINA DEL GARDA Pubblicazione Trimestrale Editore SANTUARIO DELLA MADONNA DEL FRASSINO (Prov.Veneta di S.Antonio O.F.M.) PESCHIERA DEL GARDA (VR) TEL FAX C.C.P. n Tribunale di Verona R. S. n. 297 del Direttore responsabile: P. Dino Buso, ofm Redattore Frate Pio Prandina ofm SOSTEGNO BOLLETTINO Annuo 10 Sostenitore 20 Stampa: Eurostampa s.r.l. (VR) Confezione-Spedizione: Nuova Zai s.n.c. (VR) Tel Ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lsl. 196/2003), La Regina del Garda garantisce che i dati personali relativi agli abbonati sono custoditi nell archivio, anche elettronico, con le prescritte misure di sicurezza e sono utilizzati esclusivamente per l invio del periodico. Anno 87 - N. 2 aprile - maggio - giugno Pubb. trimestrale - Poste Italiane spa - Sped. in a. p. - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art.1 comma 2, DCB VERONA Giubileo stampa in Copertina Ostensorio restaurato Orario Apertura Santuario Solare: ore ; Legale: ore ; SOMMARIO Lettera del padre Rettore... 3 Preghiera del Papa alla Madonna del Frassino... 4 Lettera del Card. T. Bertone anni...una continua risorsa d amore... 7 Gradite presenze giornata dell ammalato Pellegrini per le strade della nostra città Benedizione dei bambini La Madonna visita...gli ammalati Maria: sempre in cammino con noi Mostra e presentazione libro Incontri... preghiere Una fede come quella di Maria La sfida educativa di Benedetta Può ancora educare la famiglia? Anniversari Affidati a Maria Locandina 5 settembre CELEBRAZIONI DELLA LITURGIA Liturgia Feriale Lodi: ore 7.00 SS.Messe: ore Vespro: ore S. Messa del Sabato sera e Vigilia delle Feste: ore Liturgia Festiva Ore (orario legale) (orario solare) Canto del Vespro ore (legale) ore (solare) Sacramento della Riconciliazione: tutti i giorni: ore Ogni primo sabato del mese: S. Messa per anziani e ammalati. Ore (orario legale) Ore (orario solare) 2

3 Lettera del padre Rettore La storia di ogni uomo è scritta, anzi tutto, nel cuore della propria madre.. (Giovanni Paolo II) Carissimi amici e devoti della Madonna del Frassino, le celebrazioni dell Anno Giubilare continuano a manifestare la devozione di migliaia e migliaia di pellegrini che in silenzio si fermano a guardare e pregare davanti alla piccola immagine della Madonna del Frassino. Le celebrazioni del mese di maggio, i pellegrinaggi durante il giorno e quelli parrocchiali della sera, sono stati come una continua marea mossa dalla fede e dalla riconoscenza di persone che volevano incontrare lo sguardo della Madre. Nascono sempre domande e considerazioni alla ricerca di comprendere il fenomeno della devozione alla Madonna, fra le molte risposte che possiamo trarre o leggere, l affermazione sopra riportata di Giovanni Paolo II, ci offre una meditazione che ci ricorda le origini del rapporto affettivo con ogni mamma, con la nostra mamma. La mamma percepisce il miracolo che solo lei vive, il figlio viene intessuto nel suo grembo, come si esprime meravigliosamente il Salmista (138, 13), e lei segue questo ricamo di amore giorno dopo giorno, notte dopo notte nell ascolto delle variazioni e dei movimenti della vita che in lei prende forma, in attesa di vedere il volto del bimbo. Si aggiunge a questa stupenda realtà d amore anche quanto avviene nel figlio il quale impara a conoscere ed amare la madre prima ancora di conoscerne il nome. Un amore che nasce e si sviluppa senza parole, nel silenzio. La nostra devozione alla Madonna credo che ripercorra la via dell amore iniziale tra la madre e il figlio, per noi nella nascita naturale, mentre, nella fede con la nascita spirituale e precisamente dal cuore di Gesù in croce, che rivolgendosi alla madre, dice: Donna, ecco tuo figlio e al discepolo Giovanni: Figlio, ecco tua madre. Auguro ad ognuno di crescere nella gioia dell amore, nato nella fede, con la Vergine Maria. frate pio Giubileo ANNIVERSARIO 3

4 4

5 Giubileo 2010 A Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Guseppe ZENTI Vescovo di Verona Piazza Vescovado, VERONA (con allegato) ANNIVERSARIO 5

6 PREGHIERA DEL PAPA ALLA MADONNA DEL FRASSINO 6

7 500 anni...una continua risorsa d amore. Il giorno 11 maggio inizia promettendo pioggia e temporali, quasi a ripetere quanto è avvenuto il giorno 11 maggio 1910, si legge nelle memorie di P. Benigno Migliorini, allora guardiano del Frassino: Nel più bello di un sonno profondo vengo svegliato da una prolungata scampanellata. Balzo in piedi e corro alla finestra; l apro: Dio mio, che pioggia dirotta! Il cielo da sereno, come si era mantenuto per circa quaranta giorni, appariva coperto da dense nubi, che si scioglievano in un diluviare di acqua.addio, esclamai, la bella festa centenaria Corsi ad ogni modo alla porta; l aprii. L orologio segnava le ore quattro. Entrava la prima colonna di uomini che chiedevano di confessarsi. Oggi come allora, nel mattino grigio e piovoso, numerosi fedeli erano presenti alla celebrazione della S. Messa delle ore 6.30 e delle 7.30, quest ultima, trasmessa in diretta da Radio Maria e animata dal Coro Le Campane di S. Martino. Il momento principale delle celebrazioni è stato alla sera, dalle parrocchie della città: S. Martino, S. Benedetto, Beato Andrea, sono coro di Peschiera del Garda card. Attilio Nicora partiti i fedeli in processione, animati nella preghiera dal proprio parroco. L immagine della Madonna del Frassino era tra i fedeli partiti dalla parrocchia di S. Martino, poi si sono uniti i vari cortei per procedere insieme verso il Santuario. Alla processione ha partecipato anche il sindaco Umberto Chincarini, varie Associazioni con il proprio labaro e tanti fedeli incuranti della minaccia di pioggia. Quando il corteo dei pellegrini iniziò a percorrere il viale verso il Santuario, le campane suonarono a festa e poi la Banda Cittadina accompagnò i canti. All inizio della solenne celebrazione il saluto del rettore del Santuario frate Pio: Con gioia e riconoscenza porgo il saluto a sua Eminenza Reverendissima card. Attilio Nicora, al Vicario generale della Diocesi di Verona mons. Giuseppe Pellegrini, a frate Antonio Scabio, ministro provinciale dei Frati Minori della Provincia Veneta di S. Antonio, ai Vicari Foranei del Lago Veronese, del Lago Bresciano e di Villafranca, al Vicario episcopale per la Vita Consacrata mons. Callisto Barbolan, ai parroci, sacerdoti e religiosi presenti. Al signor sindaco, Umberto Chincarini e ai componenti l Amministrazione Comunale di Peschiera del Garda, alle Associazioni. Sono state lette le parole di partecipazione inviate dai confratelli del lebbrosario di Cumura Guine a Bissau- (Africa) 7

8 Brevi riflessioni dall omelia di Sua Eminenza il card. Attilio Nicora nella quale ha sottolineato il ruolo particolare di Maria, nella storia della salvezza, colto nel brano del Vangelo di Giovanni: le nozze di Cana. Maria rivolgendosi al figlio chiedendo di intervenire perché la festa di nozze continuasse nella gioia, non si aspettava la risposta di Gesù: donna non è giunta la mia ora, e non venne meno la certezza che Gesù l avrebbe esaudita. L ora alla quale si riferiva Gesù è la crocifissione, perché egli non è andato alla morte per la cattiveria e l ottusità mentale di alcune persone, ma la sua è stata obbedienza al Padre, volontà racchiusa nelle parole: voglio che tutti gli uomini siano salvi. Dio ha potuto manifestare le sue meraviglie nella vita della Madonna perché in lei ha trovato un cuore accogliente e docile. Maria ci invita a guardare a Gesù, a non scoraggiarci di fronte alle difficoltà, ad affidarsi a lei che intercede per noi presso il Figlio suo. Rivolgendosi a noi presenti il Cardinale ha ricordato l impegno che ognuno di noi ha come credente: Voi siete chiamati ad essere nel mondo segno di novità e di speranza. Padre Pio, card. Nicora, Sindaco di Peschiera del Garda Tecnostruttura sul sagrato del Santuario La nostra fraterna riconoscenza agli Alpini, alle Associazioni presenti, alla Sirius Agency di Peschiera del Garda, alla Banda Cittadina, ai Cori di Peschiera del Garda, ai gruppi di Campanari succedutisi nel festoso suono delle campane e alle molte persone che generosamente si sono prestate perché l anniversario Giubilare potesse essere vissuto nella fede e nel raccoglimento. Un fraterno grazie a Tele Giovanni Paolo II per la trasmissione in diretta della celebrazione, visibile in digitale terrestre canale A. 8 card. A. Nicora e concelebranti

9 GRADITE PRESENZE Padre Flavio Roberto Carraro, vescovo emerito di Verona, i giorni precedenti l anniversario dell Apparizione del 11 maggio, ha presieduto il triduo di preparazione le celebrazioni serali nei pellegrinaggi parrocchiali. Padre Flavio benedice i fedeli delle parrocchie di Cavalcaselle e Angeli Custodi. Ascoltate e seguite sono state le omelie di Padre Flavio nelle celebrazioni dei pellegrinaggi serali, ne riportiamo alcuni pensieri. Parlando di come la salvezza viene a noi mediante una donna: la Vergine Maria, e per evidenziare le caratteristiche specifi che della Madonna e di ogni donna, ha riportato una considerazione dei Rabbini i quali affermano che la donna ha un cuore ricco di amore e di sensibilità perché è stata tratta dalla costola di Adamo, e la costola è la parte del corpo più vicina al cuore. In un altra rifl essione ha parlato della Madonna Padre Flavio anima il Rosario per i pellegrini della parrocchia di Castelnuovo madre e maestra dei sacerdoti ed ha posto alcune domande: Preghiamo abbastanza il Padrone della messe perché mandi operai nella sua messe? Insistiamo abbastanza? Diamo buon esempio nell ambito della vita famigliare? Ha esortato i presenti a guardare alla casa di Nazaret per imparare a vivere la paternità e la maternità. Padre Flavio assieme ai ragazzi della parrocchia di Palazzolo Mons. Egidio Caporello, vescovo emerito di Mantova, presiede la Celebrazione eucaristica per i pellegrini delle parrocchie di Monzambano, Ponti sul Mincio, Castellaro. 9

10 35 GIORNATA DELL AMMALATO 18 maggio 2010 Tema dell anno proposto da Lourdes: Impariamo a fare il segno della croce con Bernardette. L UNITALSI del Lago Veronese, Castelnuovo del Garda, ha vissuto una giornata intensa di preghiera. Terminata la S. Messa delle ore 9.00 l immagine della Madonnina è stata posta davanti all altare, per ricordarci che Maria, salute degli infermi, cammina con noi sulle strade del mondo. E seguita la Liturgia Penitenziale come purificazione del nostro cuore e rinascere alla vita nuova in Cristo mediante il perdono dei peccati. Si è proseguito con la recita del S. Rosario. Il primo pomeriggio ha avuto luogo l adorazione eucaristica e la benedizione dei malati. Il nostro vescovo, mons. Giuseppe Zenti, ha presieduto la solenne celebrazione eucaristica, ricordando nell omelia, il valore della sofferenza offerta e vissuta con Maria, la madre di Gesù e madre nostra. A conclusione della Messa ha impartito la Benedizione Papale. I canti sono stati eseguiti dal coro della Parrocchia del Beato Andrea di Peschiera del Garda. La nostra fraterna riconoscenza alla Direzione e agli operatori televisivi di Telepace, perché hanno offerto la possibilità di seguire per televisione tutta la cerimonia e alle molte persone che generosamente hanno dato la loro disponibilità. 10

11 PELLEGRINI per le strade della nostra città Uno squarcio di luce, nel mattino umido e piovoso dell 11 Maggio, ha permesso di intraprendere il pellegrinaggio a piedi degli alunni della Scuola Primaria di Peschiera, San Benedetto e della Scuola Secondaria di 1 grado con i loro insegnanti per rendere omaggio alla Madonna del Frassino. Tutti in piazza d Armi alle 8,30, muniti di ombrello, cappellini e foulard giallo, segno distintivo dell anno Giubilare, i ragazzi ripercorrono il tragitto che l immagine di Maria compiva una sera di 500 anni fa, dalla chiesa della Disciplina per ritornare al Frassino. In vicolo Disciplina l arch. Cofani, ha indicato l esatta ubicazione della chiesetta che ospitò la statuetta della Madonna, illustrando il momento storico e bellico del in cui Peschiera si trovava. Padre Felice e Frate Marco guidano il pellegrinaggio con le preghiere a Maria, mentre una fila di circa 200 ragazzi si snoda per le vie centrali del paese, facendo risuonare le note dell inno Un dì sul verde Frassino E rassicurante pensare che tanti ragazzi, giovani, adolescenti abbiano risposto, a questa proposta di partecipazione della Direzione scolastica e dei Frati del Frassino e si siano messi in cammino per raggiungere il Santuario e vivere insieme il Giubileo. Arrivati al Frassino, intorno alle ore 11.00, i pellegrini sono stati accolti in Santuario con i canti dei loro compagni del Coro, diretto dalla prof.ssa Ferri, con una esibizione davvero eccellente, animando tutta la celebrazione eucaristica. L atmosfera creatasi, durante la S. Messa, intorno all altare e ai piedi di Maria, sapeva di profumo di unità, di comunione e di fraternità. Una pellegrina 11

12 BENEDIZIONE DEI BAMBINI 16 maggio 2010 LO SGUARDO AMABILE DI MARIA HA RICHIAMATO L INNOCENZA! Sono i più piccoli i prediletti della Madonna. Essi accorrono a Lei con spontaneità, si stringono intorno al Suo manto per essere vicini a Gesù che tiene in braccio. Vogliono giocare con Lui e diventare Suoi amici...avviene, così, un incontro di cuori puri che, sotto gli occhi di Maria, palpitano di bontà e speranza. Accompagnati dalle loro mamme e papà, tanti bambini sono pervenuti in Santuario, il pomeriggio del 16 Maggio, per essere affi dati alla protezione della Madonna. E sempre emozionante e festoso assistere allo stupore di gioia e di affetto che trapela dagli occhi limpidi e sinceri di così piccoli pellegrini che in braccio alle loro mamme o tenuti per mano dai loro papà si accostano all altare della Vergine del Frassino con splendida trepidazione. Il momento celebrativo, accompagnato dalla preghiera e dal canto, rallegrato dal sorriso dei bimbi, dagli sguardi oranti dei genitori, ha creato un clima di vera devozione, di comunione e di fede. Il Rettore del Santuario P. Pio Prandina, esprimendo gratitudine e accoglienza per la numerosa presenza partecipativa, ha impartito su tutti i presenti, in modo speciale ai bambini, la Benedizione, come augurio di irradiare forza e senso profondo della vita verso il Signore. E bello intravedere nel volto delle mamme che salutano Maria, lasciando il Suo luogo, serenità, fi ducia e speranza per il futuro dei propri fi gli. Il momento fi nale è stato impresso dal dono, per ogni bimbo, di un biglietto di augurio di pace unito ad una rosa bianca, simbolo di candore e di purezza come a signifi care il Grazie di Maria a ciascuno di loro, graditi ospiti della Sua Casa, che assicura protezione nel cammino della vita e sguardo premuroso di dolce Madre senza dimenticare tutti gli altri bambini del mondo. Una mamma 12

13 LA MADONNA VISITA.GLI AMMALATI. MALATI. Casa di cura dott. Pederzoli di Peschiera del garda Il 18 maggio 2010 l immagine della Madonna del Frassino si incondi Peschiera del Garda. Un incontro desiderato da molte persone e preparato con gioia. La Madonnina è stata portata a tra con gli ammalati presso la Casa di Cura dott. Pederzoli nei vari reparti a consolare e benedire con la sua presenza le persone ricoverate, a risvegliare il senso di umanità nel personale medico verso gli ammalati, a donare sapienza ai medici. i. Alle ore mons. Giuseppe Zenti ha presieduto la solenne concelebrazione sotto una tecnostruttura preparata a per l occasione. Il Vescovo ha espresso la sua gioiosa sorpresa per la presenza numerosa di fedeli, personale medico, amici, L Amministratore delegato rag. Giuseppe Puntin ha Amministratore delegato rag. Giuseppe Puntin rivolto il saluto al Vescovo a nome di tutti gli operatori presso la Clinica ed ha sottolineato la sua, gioia per la grazia della presenza della Madonna nel luogo di sofferenza e di speranza, qual è un ospedale. Si è fatto portavoce di tutte le persone presenti e del personale della Clinica. Ha concluso: questo è un giorno speciale in cui tutti noi ci sentiamo piccola ma utile goccia nell oceano della fede. Il Vescovo nell omelia ha ricordato come il servizio medico che viene svolto all interno dell ospedale, richiede una attenzione di umanità, di attenzione alla persona. La preghiera dei fedeli preparata dal personale della Clinica, è stata una sintesi di consapevolezza del delicato loro compito e della umile richiesta al Signore di aiuto: perché sull esempio di Gesù ci prendiamo cura dell uomo nelle sue fragilità, perché le nostre giornate siano rinnovate nelle relazioni e negli sguardi che ci offriamo, ti chiediamo di guidarci nel nostro lavoro e nell assistenza a tutti i sofferenti e alle loro famiglie. Il momento dell offertorio è stato caratterizzato da segni propri dell attività ospedaliera: una divisa, per rappresentare tutte le fi gure professionali, un ricettario e uno strumentario medico: rappresentano la delicata professione medica; una penna e un agenda: simbolo di un lavoro attento e lungimirante. 13

14 MARIA: sempre in cammino con noi... Due sono stati i punti di partenza di pellegrinaggio a piedi S. Angela Merici, Desenzano. Nel pomeriggio del 22 maggio il nostro piccolo gregge è partito in pullman dal santuario per raggiungere la chiesa di S. Angela Merici a Desenzano. Dopo un breve momento di preghiera e di riflessione, nella quale il parroco don Paolo ci ha presentato l esempio di Maria pellegrina nel mondo, siamo partiti a piedi verso la Madonna del Frassino. Il nostro percorso si è svolto nel pittoresco ambiente della campagna, il quale è diventato come una cornice per la nostra preghiera. Meditando i misteri del Santo Rosario, accompagnati dalle riflessioni di Giovanni Paolo II e contemplando la presenza di Dio nel dono della Creazione ci siamo accorti di una cosa: in qualunque luogo eravamo, non perdevamo di vista il Lago di Garda. E sembrava, che questo testimone maestoso e nel medesimo tempo umile e silenzioso della storia lunga 500 anni scritta con Maria e da Maria, volesse prenderci per mano e accompagnarci verso la meta del nostro cammino. Bardolino In un breve passaggio della preghiera alla Madonna del Frassino di papa Benedetto XVI, si chiede a Maria: Insegnaci a custodire le parole che vengono da Dio perché, congiungendole come in un mosaico, impariamo a comprenderle. Il sole, la bellezza del lago, le persone incontrate o solamente incrociate con lo sguardo (certe volte sorpreso), la preghiera, le esperienze scambiateci, le semplici nostre parole lungo il cammino e nella fatica del cammino, sono stati tutti frammenti da custodire e magari occasioni dove Dio ha posto anche la sua parola. Il ritmo del nostro passo, so, il silenzio che in certi tratti tti abbiamo biam amo gustato, la meta che avevamo vamo davanti, anti ci hanno no aiutati ati a fare spazio dentro di noi per custodire e per congiungere nger e quelle le quotidiane e familiari ari parole di Dio che sanno ricomporre or re la nostra vita e rivelarcela rc come uno splendido do mosaico. 14

15 ... AL TRAMONTO UN PO STANCHI MA FELICI E CONTENTI, ABBIAMO RAGGIUNTO IL SANTUARIO, DOVE RIUNITI CON ALTRI PELLEGRINI ABBIAMO TERMINATO LA GIORNATA CON LA VEGLIA DI PENTECOSTE. MOSTRA Si è chiusa la mostra: il Santuario, la nascita, la storia, la devozione. Stampe, oggetti, foto antiche del Santuario. Cordinate dal Prof. Franco Prospero PRESENTAZIONE DEL LIBRO La Madonna del Frassino a Peschiera del Garda Cinquecento nto anni ni di storia e d arte Il 23 Aprile 2010 in Santuario c è stata la presentazione del libro di ricerca storicoartistico sul Santuario: La Madonna del Frassino a Peschiera del Garda Relatori: Prof. Giorgio Cracco Dott.ssa Paola Marini La pubblicazione di questo volume è stata resa possibile grazie al contributo di: 15

16 INCONTRI Il dottor Alberto Michelini ci ha offerto una interessante e commovente rilettura della vita e della devozione alla Madonna del Papa Giovanni Paolo II, narrando i suoi molti incontri avuti con il Papa e proponendo alla grande assemblea dei presenti un DVD dal titolo Credo. Le arie sacre interpretate da Andrea Boccelli. Il dottor Giuseppe De Carli, responsabile della struttura RAI-Vaticano ha parlato sulla devozione alla Madonna riproponendo l evento Fatima, frutto di frequenti ed approfonditi colloqui avuti con il card. Tarcisio Bertone. Il Cardinale era stato incaricato da Giovanni Paolo II a raccogliere la testimonianza di suor Lucia, ultima veggente di Fatima. (suor Lucia e il card. T. Bertone) PREGHIERE Gli Scout della Zona Verona Monte Baldo hanno trascorso la notte del marzo in preghiera nel Santuario, quale loro partecipazione alle celebrazioni dell Anno Giubilare. Il tema della preghiera notturna era: Chiamati a servire. Frate Marco Viktor Gongalo, nostro confratello, sabato 24 aprile è stato consacrato Diacono per l imposizione delle mani di mons. Ovidio Poletto, vescovo di Pordenone. La nostra preghiera accompagni fra Marco nel suo servizio alla Chiesa e ai fratelli. 16

17 UNA FEDE COME QUELLA DI MARIA Il Vangelo ci insegna che Maria non è grande perché è stata Madre di Dio o perché ha avuto un così grande dono di grazia da essere stata preservata dal peccato originale, tanto da essere riconosciuta come l Immacolata Concezione. La sua santità non si trova neppure nella sua verginità o nel mistero della sua assunzione in cielo. Se vogliamo comprendere la grandezza dell umile serva del Signore dobbiamo ascoltare quanto Elisabetta, illuminata dallo Spirito Santo, ha rivelato di lei nell episodio della visitazione. La parente della Vergine, dopo aver udito il suo saluto, esclamò: beata colei che ha creduto nell adempimento delle parole del Signore (Lc 1,45). È in queste parole che troviamo quale sia la vera grandezza della fanciulla di Nazaret. Maria è grande perché si è fidata di Dio e di quanto lui proponeva per la sua vita. In questa maniera, Lei diventa realmente il contrario di Eva che si era fidata delle parole del serpente e aveva portato nel mondo la disperazione del peccato. La fiducia di Maria, invece, è esclusivamente rivolta al suo Signore così che «mediante la fede si è abbandonata a Dio senza riserve ed ha consacrato totalmente se stessa, quale ancella del Signore, alla persona e all opera del Figlio suo. E questo Figlio - come insegnano i Padri - l ha concepito prima nella mente che nel grembo: proprio mediante la fede!» (Redemptoris Mater, n. 13). Gesù rivela che la sua famiglia non è tanto quella carnale, ma quella che si fonda nel legame della fede: «Mia madre e i miei fratelli sono quelli che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica» (Lc 8, 21). Maria diventa vera madre di Gesù proprio perché è la donna che ha ascoltato, custodito e messo in pratica la Parola di Dio. Per questo motivo san Bonaventura la esalta dicendo: «Beata tu che hai creduto, poiché credendo hai concepito e concependo hai portato la beatitudine a tutte le genti, completamente» (Commento al vangelo di Luca, I, 85). Se siamo ora beati è perché Maria ha creduto prima di noi e per noi. Ma la sua fede non fu facile: «La beata Vergine ha avanzato nel cammino della fede e ha conservato fedelmente la sua 17

18 unione con il Figlio sino alla croce» (Lumen gentium, n. 58). Anche lei come noi ha dovuto convertirsi da una mentalità umana per accogliere e comprendere quella Parola di Dio che si era fatta uomo in Gesù. Anche lei doveva credere che in quel bambino nato da lei c era il Dio con noi. Ma soprattutto doveva credere che quel Dio fatto bambino sarebbe morto sulla croce come un uomo comune: come si poteva credere che Dio, l onnipotente, si faceva umile uomo e che si lasciava inchiodare sulla croce? Gli interrogativi che ci poniamo noi su Dio, sulla vita, sulle sofferenze al morte, sono quelli che si è posta anche Maria. La sua grandezza non sta nel non aver mai dubitato, ma nell aver custodito nel suo cuore (Lc 2,19) tutti gli avvenimenti della vita di Gesù. Il conservare la Parola e la fede in essa hanno fatto in modo che la Vergine avesse potuto essere forte nel momento atroce della croce, quando partecipò con tutta sé stessa alla morte del Figlio. Se come diceva san Bonaventura: «è la fede che rende beati» (Commento al vangelo di Luca, I, 83), è sempre la fede che ci aiuta a superare il momento della prova e della sofferenza. Senza la fede saremmo senza beatitudine e cadremmo nella disperazione. La Bibbia dice che è «maledetto l uomo che confida nell uomo» (Ger 17, 5), che fonda la sua esistenza nelle cose terrene e che non pone la sua fiducia in Dio. La nostra fede non deve essere legata alle cose umane e neppure alle persone, ma deve unicamente fondarsi solo in Dio. Se la Vergine avesse legato la sua fede ai discepoli del suo Figlio, di certo non li avrebbe avuti legati a lei nel momento della grande prova: sotto la croce con lei vi è solo Giovanni, tutti sono fuggiti. Se fondiamo la nostra fede nelle persone di Chiesa, di fronte ai loro scandali che cosa ci rimarrebbe? Ecco perché noi dobbiamo, come Maria, fondare la nostra fede esclusivamente in Gesù e nella sua Parola! È questa fede che spinge Maria ad amare i discepoli del suo Figlio e a perdonarli dopo che lo hanno abbandonato sulla croce. Dopo questo scandalo, Maria avrebbe potuto ripudiare gli apostoli traditori, ma il Nuovo Testamento ci mostra che dopo la risurrezione di Gesù, nella comunità cristiana, insieme con gli apostoli c era Maria la madre di Gesù (At 1,14). La sua è una presenza orante, perché la comunità cristiana ha bisogno della preghiera per vivere nella concordia. Oggi più che mai, la comunità cristiana ha bisogno che le persone di fede, come Maria, preghino per la pace e la concordia, ma soprattutto perché il Signore aumenti la nostra fede in lui, facendoci scoprire che solo lui è la nostra vera e unica speranza. Frate Stefano Cecchin ofm 18

19 LA SFIDA EDUCATIVA DI BENEDETTA (X) A breve i nostri Vescovi italiani ci presenteranno il programma pastorale per i prossimi dieci anni, incentrato sull urgenza educativa. Tema già sviluppato da Papa Benedetto XVI in un luminare intervento alla Diocesi di Roma lo scorso anno. Da più parti, ormai, torna predominante l urgenza educativa: ne sentono la necessità i genitori, gli insegnanti, i catechisti e gli educatori, i datori di lavoro, le forze dell ordine da ogni parte giungono segnali di un crescente bisogno di recuperare una corretta educazione, capace di rimettere al centro l uomo e, proprio perché uomo, sapendo mettere sì in conto fatiche e fragilità, ma non per adeguarsi, quanto per cercare di tirar fuori il meglio che il buon Dio ha seminato in ciascuno di noi. La responsabilità educativa ha certamente attraversato tutte le epoche, e ciascuno ha tentato di darne una direzione: nelle citazioni che seguono possiamo cogliere l impronta educativa che caratterizzava Benedetta e il suo gruppo di amici. Scrive l amica Nicoletta Padovani: L uomo costruisce se stesso nella misura in cui rende la sua ricca esperienza, una, cioè organica, nella misura in cui c è un fattore che è diventato il centro, il catalizzatore, di ogni aspetto Ogni uomo veramente uomo, e cioè veramente colto, pone un principio, una idea, un fatto che costituisce l unità della sua esperienza, la linea direttiva. Per noi questa unità della nostra esperienza, più che un principio, è una persona: è Gesù Cristo Davvero come è pagana la società d ora: e le scuole! Non solo nessuno di quelli che ci parlano di cultura ci insegna che Cristo deve diventare mentalità e modo di vedere le cose, altrimenti tutto è un caos e un assurdo: tutto quello che siamo e tutto quello che impariamo e facciamo. Ma nemmeno si sentono in dovere di accennare a Lui, di dire che bisogna prendere posizione, per lo meno per amore della realtà, dato che è un fatto storico, il Cristianesimo. Pensa che sproporzione: per anni interi studiamo l Iliade o l Eneide, per trimestri interi Napoleone o Kant. E i duemila anni di Cristianesimo? Come se non fosse un fatto. E Cristo? Come se fosse un fantasma. E di fronte a questa provocazione, Benedetta così risponde: Condivido poi quello che mi scrivi e mi scrivesti nella Tua ultima; ho notato che nel mondo almeno negli strati così detti più civili si apprezzano sì le virtù cristiane, ma non appena arriva Gesù Cristo, la Sua Croce, tutti si dileguano, tutti tacciono, proprio di Lui e dell Umiltà che lo circonda ci si sentono imbarazzati: cioè cristianesimo in fondo sì, ma Cristo no almeno «ni»!!. In questo breve dialogo epistolare si coglie benissimo che Nicoletta e Benedetta non solo hanno scoperto per esperienza personale seppur per strade diverse che solo in Cristo è possibile trovare unità di vita evitando così di condurre una vita dispersiva ed evasiva, ma proprio a partire da questa esperienza con Cristo, sono state capaci di leggere e interpretare lo scorrere della loro vita quotidiana cogliendo come l impegno educativo è reale solo se è rispettoso della vita reale, fatta anche della proposta cristiana. Sì, Benedetta ha compreso benissimo che di fronte alla Crocifisso non ci si può dileguare, poiché solo con Lui è possibile educarsi a una misura alta della vita, e lei stessa ne è oggi luminare esempio. Don Andrea 19

20 PUO ANCORA EDUCARE LA FAMIGLIA? Si sente dire spesso, e magari lo diciamo noi stessi, oggi la famiglia è in crisi ed è senz altro vero, anche se possiamo dubitare che sia mai esistita una realtà familiare immobile e senza tensioni. La famiglia è al crocevia dell esistenza personale e sociale, e quindi il travaglio di crescita delle persone e di mutamento sociale la interessa sempre da vicino. E dunque fuorviante idealizzare la famiglia del passato come un isola felice dove tutto andava bene. Ma la crisi di oggi è reale, e la vediamo esprimersi prima di tutto in una profonda incertezza dei legami di coppia. E sempre più difficile dare vita e mantenere nel tempo relazioni stabili. Le indagini statistiche ci informano che il rapporto di coppia è sempre molto desiderato; ma come ce lo rappresentiamo? Si dà molta e quasi esclusiva importanza agli aspetti emotivi della relazione, talvolta con la pretesa di continuare a sentirsi sempre innamorati come il primo giorno. Ci sono aspettative reciproche molto alte: al rapporto si chiede intensità affettiva, completa intesa sessuale, capacità di comunicazione, condivisione di interessi; ma nello stesso tempo devono essere tutelati i diritti di ciascuno: all autonomia, al perseguimento di obiettivi personali, alla realizzazione di sé, alla libertà di fare nuove esperienze. Soprattutto, con una certa ingenuità, si pensa che l intesa venga e si mantenga da sé: e così, mentre ormai sappiamo bene di dover imparare tutto, dal guidare un auto all usare il computer o al cucinare, non si ritiene di doversi educare al lavoro di cura e di impegno nella relazione. Siamo più sensibili che in passato all autenticità, a evitare il formalismo di legami di facciata; ma questo desiderio di autenticità è destinato a fallire senza una continua educazione alla cura del legame, che non può essere relegata a una sola fase della vita. Spesso non ci si sente tanto impegnati a costruire e mantenere un legame unico e speciale, da rinnovare nel corso del tempo ma percepito e voluto come un legame per la vita, quanto piuttosto si ricercano emozioni uniche, abbandonando il campo quando non sono più così gratificanti e sperando di trovare in un nuovo rapporto la stessa iniziale intensità. Insomma: la relazione coniugale sembra riflettere in maniera acuta la difficoltà che la nostra cultura individualistica ha nei confronti delle relazioni. E soprattutto dell aspetto di responsabilità e di vincolo che ogni relazione porta con sé: le persone oggi aborriscono i vincoli, vorrebbero poter entrare e uscire dai legami a loro piacimento. Ma questo modo di concepire i legami mal si adatta ai legami familiari: come si fa a sciogliere il legame con un figlio? si può forse pensarsi come ex-genitori? o come ex-figli? Ecco allora un primo aspetto importante dell educazione di cui la famiglia è luogo irrinunciabile: in famiglia si può imparare che i legami implicano responsabilità e chiedono cura; che le relazioni buone richiedono impegno e investimento e anche perché no? accettazione della fatica, capacità di rinuncia e di sacrificio. Ma c è un altra incertezza che segnala la difficoltà che la famiglia vive oggi: l incertezza nella relazione fra genitori e figli. Ancora una volta, non si tratta di idealizzare il passato: rapporti segnati da autoritarismo e da assoluta mancanza di dialogo non sono da rimpiangere. Se però ci guardiamo attorno scopriamo che anche qui sono balzate in primo piano le emozioni. La riduzione del numero dei figli sembra andare di pari passo con l aumento dell investimento emotivo su di essi. Siamo più sensibili e attenti ai diritti e ai bisogni del bambino. Tuttavia la preoccupazione principale appare essere quella di compiacerlo, di prevenire ogni suo bisogno e desiderio, in qualche modo quella di tenerlo vicino a sé senza scontentarlo piuttosto che quella di dirgli come affrontare la realtà, di fornirgli una attrezzatura di abitudini, attitudini e valori per la vita. Spesso i genitori stessi sono chiaramente in difficoltà nel condurre, nel dare un orientamento alla crescita: appaiono incerti sui criteri e dubbiosi su quali indicazioni dare forse perché in fondo essi stessi non sanno che cosa 20

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ

OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ OPERA FRANCESCANA DELLA PIETÁ Calendario Liturgico Ottobre 2013 Il mese di ottobre è dedicato alla devozione al SS. Rosario. Inoltre nelle Cappelle del Cuore Immacolato di Maria a Campi Bisenzio e della

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE

CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE CELEBRAZIONE DI APERTURA DELL ANNO DELLA FEDE RITI DI INTRODUZIONE DELLA CHIESA STAZIONALE 1. Quando il popolo si è riunito nella Chiesa stazionale il Vescovo saluta la comunità: Nel nome del Padre e del

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI Diocesi San Marco Argentano-Scalea Parrocchia Santa Maria del Piano VERBICARO Solenni Festeggiamenti in onore di MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE - PATRONA DI VERBICARO 23 giugno-3 luglio 2013 Cari Verbicaresi,

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ Carissimi, A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO SETTEMBRE - OTTOBRE 2015 tutte le nostre feste comunitarie in questo tempo ci invitano a innalzare lo sguardo alla Madonna: al Santuario per

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu

Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Sinodo Diocesano Parroco: Don Ignazio Trogu Signore Gesù, come vuoi che sia la tua Chiesa? Chiesa intesa come una famiglia, dove ognuno deve sentirsi partecipe e vivo, ricordandosi che ognuno di noi è

Dettagli

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto.

4. La celebrazione ha inizio presso una chiesa sussidiaria o un luogo adatto. GIUBILEO DELLA MISERICORDIA RITO DI APERTURA NELLE PARROCCHIE _ PREMESSE 1. L Ufficio Liturgico Diocesano in occasione del Giubileo della Misericordia ha predisposto una celebrazione di apertura per le

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI

INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI INDICAZIONI LITURGICO-PASTORALI Giornata di preghiera per il Bicentenario della Diocesi 1816-2016 Giubileo della Misericordia Domenica 25 ottobre 2015 PREMESSA In vista dell apertura del Bicentenario della

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua

CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE. Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua Arcidiocesi di Capua PARROCCHIA SACRO CUORE Forania di Capua CELEBRAZIONE DELLA PRIMA COMUNIONE RITI DI INTRODUZIONE S - Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. A - Amen. S - La Grazia e

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO

INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO I C1 INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DEL BATTESIMO Per il celebrante e l'équipe battesimale Monizioni Accoglienza Siamo radunati sulla soglia della chiesa è un luogo altamente simbolico, poiché evoca l

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

Frasi Immacolata Concezione

Frasi Immacolata Concezione Frasi Immacolata Concezione Oggi la città si riempie di luci e colori; è un trionfo di bagliori, nell aria c è già il profumo di festa e la voglia di donare un sorriso, un abbraccio e un augurio di una

Dettagli

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia

Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10. tel.0522/699134 - Stampato in proprio. parole in famiglia La Voce della Parrocchia Notiziario delle Parrocchie di Mandrio,Mandriolo e S.Martino Piccolo n 94 aprile-maggio 10 Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: Poste Italiane s.p.a. Sped. in Abb. Postale

Dettagli

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA.

DOMENICA: perché? E per noi? Che cosa vuol dire DOMENICA? GIORNO DEL SIGNORE. è la festa della VITA, la festa di PASQUA. PREPARAZIONE ALLA PRIMA COMUNIONE LA SANTA MESSA ANNO CATECHISTICO 2008/09 NOME E COGNOME 1 DOMENICA: perché? Tutti i popoli hanno dei giorni di festa. Il popolo ebraico, a cui apparteneva Gesù, aveva

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

INDICAZIONI DIOCESANE PER IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE

INDICAZIONI DIOCESANE PER IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE INDICAZIONI DIOCESANE PER IL MINISTERO STRAORDINARIO DELLA COMUNIONE Con l Istruzione della Congregazione per i Sacramenti ed il Culto divino Immensae caritatis del 23.01.1972, Paolo VI ha istituito il

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

3. Rito della benedizione senza la Messa

3. Rito della benedizione senza la Messa 3. Rito della benedizione senza la Messa INIZIO 500. Quando la comunità è già riunita, si può cantare il Salmo 33 (34) o eseguire un altro canto adatto. Terminato il canto, tutti si fanno il segno della

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

I. Celebrazione del battesimo

I. Celebrazione del battesimo I. Celebrazione del battesimo Obiettivi Siamo al momento culminante della prima fase della pastorale pre e post battesimale. Dopo il cammino che ha coinvolto i genitori e ha interessato la comunità cristiana,

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

Educare in spirito di famiglia

Educare in spirito di famiglia FESTA DELLA FAMIGLIA 26 GENNAIO 2014 Educare in spirito di famiglia È bello fare festa, dire sì con entusiasmo alla vita, ringraziare e lodare Colui che ne è l autore, godere per le cose belle che ci sono

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli

Liturgia. Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli Liturgia Colui che scruta i segreti più intimi, conosce l anelito dello Spirito e lo raccoglie ( Rm 8,27) Fiorenza Pestelli C è un piacere nel credere e del credere insieme La fede non è solo un offerta

Dettagli

Apertura della Settimana delle Rogazioni

Apertura della Settimana delle Rogazioni A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO Carissimi, MAGGIO GIUGNO LUGLIO 2015 il Cardinale Arcivescovo della nostra Chiesa bolognese quest anno verrà a sigillare la nostra festa della famiglia

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare

COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare COME OTTENERE LE GRAZIE DALLA MADONNA DI MEDJUGORJE a cura di Antonio Norrito per la Nuova Devozione Popolare Attraverso questa rassegna di messaggi in ordine cronologico si potrà scoprire il cammino di

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale

SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale SANTO NATALE 2015 (Omelia all ospedale) E nato per noi un bambino, un figlio ci è stato donato (antifona). Pochi giorni dopo l'apertura della porta Santa che ci ha visti accorrere numerosi per vivere la

Dettagli

1. una scelta responsabile

1. una scelta responsabile 1.a tappa : preparazione al Battesimo Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 1. una scelta responsabile Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Coloro che li sentivano raccontare

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO

2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 2 - LA SANTA COMUNIONE E IL VIATICO AGLI INFERMI DATI DAL MINISTRO STRAORDINARIO 1. RITO ORDINARIO RITI INIZIALI 60. Il ministro, entrando dal malato, rivolge a lui e a tutti i presenti un fraterno saluto.

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

IL PROGETTO EDUCATIVO DEL PRESEMINARIO S. PIO X

IL PROGETTO EDUCATIVO DEL PRESEMINARIO S. PIO X Nella pedagogia degli anni 70 qualcuno arrivava a parlare di una impossibilità di scelta in età infantile e adolescenziale, e di conseguenza riteneva che il Preseminario (e anche il seminario minore) non

Dettagli