PANORAMICA SULLE CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PROGRAMMA KDFM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PANORAMICA SULLE CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PROGRAMMA KDFM"

Transcript

1 PANORAMICA SULLE CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PROGRAMMA KDFM PARTE 1: INFORMAZIONI TECNICHE GENERALI PARTE 2: GUIDA RAPIDA PARTE 3: DOMANDE E RISPOSTE SUL PROGRAMMA KDFM PARTE 4: CARATTERISTICHE/ FUNZIONI DETTAGLIATE DEL PROGRAMMA KDFM PARTE 5: ESEMPI DI REPORT GRAFICI PARTE 6: INFORMAZIONI DI CONTATTO PARTE 1: INFORMAZIONI TECNICHE GENERALI Sicurezza Per i nostri programmi Dealer Fleet Management è fondamentale garantire l assoluta sicurezza e protezione dei dati dei clienti. Una volta raccolti, i dati non possono più essere modificati o alterati da nessuno. Non condivideremo mai le informazioni relative ai clienti con nessun soggetto per nessun motivo senza il consenso esplicito dell utente. Questi detiene la chiave relativa a chi può accedere ai dati e a quali dati si può accedere. Il nostro interfaccia software e utente è protetta dalla codifica bit RSA 1024, corrispondente allo stesso livello di sicurezza dell online banking. Interfaccia web 8Tutti gli accessi esterni avvengono tramite login sicuro (nome utente e password) e registrazione web sicura su: 8 L accesso all applicazione web sicura utilizza codifiche 128 bit SSL. Scansione 8La scansione SNMP è condotta esclusivamente nella rete interna, tramite la porta standard SNMP (porta UDP 161). 8Il Collection Agent (CA) utilizza una trasmissione unicast per comunicare con ogni indirizzo IP nell intervallo di scansione configurato. Non viene inviato alcun pacchetto di trasmissione. 8È possibile specificare una stringa di comunità nella configurazione del CA, se necessario. Raccolta dati del CA 8Nome, marca e modello della stampante 8 Posizione 8 Numero di serie 8 Indirizzo IP 8 Indirizzo MAC 8 Conteggio pagine 8 Livelli toner 8Stato/Avvisi (per es. carta esaurita, inceppamento carta)

2 Solo le seguenti informazioni vengono raccolte e trasmesse al server sicuro tramite il nostro CA. Non vengono raccolti dati personali o relativi all utente: Trasmissione dei dati 8Il CA si collega al server dei programmi esclusivamente tramite una connessione in uscita. Non è prevista alcuna connessione inversa dal nostro server dei programmi verso il CA. 8HTTPS è il metodo di invio predefinito nella finestra di configurazione del CA. Ciò garantisce che i dati siano codificati durante la trasmissione utilizzando protocolli di sicurezza internet standard (SSL a 128 bit su porta TCP 443). Se l HTTPS non è disponibile, il CA utilizzerà l HTTP come metodo di invio. 8HTTPS (128 bit SSL) è lo stesso sistema di sicurezza utilizzato per l internet banking o per l acquisto di prodotti online dai principali commercianti. 8Il server invia una semplice notifica della ricezione dei dati, ma nessun altro dato viene rinviato al CA in risposta alla trasmissione. Anche questa risposta viene codificata in modo identico alla trasmissione stessa. Archiviazione dei dati 8 Il nostro server dei programmi è collocato in un ambiente fisicamente sicuro. 8Il nostro server dei programmi è collocato dietro un firewall hardware apposito che impedisce qualsiasi accesso esterno a eccezione di quelli necessari per il funzionamento di Katun Dealer Fleet Management. 8Il server è aggiornato con i patch dei sistemi operativi, i patch di sicurezza e gli aggiornamenti anti virus più recenti. 8I login di amministrazione del server sono limitati a un numero molto ristretto di personale autorizzato che richiede l accesso soltanto per la manutenzione di routine e per fini di backup. Dati ospitati I dati verranno ospitati su una struttura protetta 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che include: 8 Capacità di larghezza della banda sufficiente - Capacità internet in eccesso in modo tale da non doversi mai preoccupare della propria larghezza di banda. 8 Sistema di alimentazione ridondante - I sistemi di alimentazione del nostro centro dati sono progettati per un funzionamento continuo anche in caso di interruzione completa della corrente elettrica. In caso di interruzione prolungata della corrente elettrica, i generatori a diesel possono funzionare a oltranza. 8 HVAC - L aria circola e viene filtrata ogni 45 secondi per rimuovere la polvere e gli elementi contaminanti. I sistemi Liebert per il controllo degli ambienti garantiscono una temperatura costante nel centro dati. 8 Sistemi antincendio 8 Monitoraggio video di sicurezza 24/7 8 Porte di sicurezza a bussola Qualora ci siano dubbi a cui non abbiamo risposto, è possibile scaricare e poi cancellare permanentemente tutti i propri dati dal portale web Katun Dealer Fleet Management. Assistenza Clienti Offriamo un supporto completo per i nostri programmi; gli indirizzi e i numeri di telefono del servizio di assistenza clienti sono elencati alla fine del presente documento. L assistenza viene fornita da uno dei nostri specialisti, nella vostra lingua. I nostri operatori del servizio di assistenza clienti sono disponibili dal lunedì al venerdì, nei normali orari di lavoro, a partire dalla data di implementazione del programma. L assistenza fornisce risposte a qualsiasi follow-up e a qualsiasi domanda relativa a migliorie dei programmi.

3 PARTE 2: GUIDA RAPIDA Questa GUIDA RAPIDA accompagna l utente nel processo di creazione, dall inizio alla fine, di un nuovo profilo cliente su Katun Dealer Fleet Management. Per poter completare tale processo, è necessario accedere a Katun Dealer Fleet Management con una login di livello rivenditore. PANORAMICA 1. Creazione di una Registrazione Cliente su Katun Dealer Fleet Management. 2. Scelta di un computer presso la sede del cliente che ospiterà il Collection Agent (CA). 3. Download del CA sul computer del cliente. 4. Installazione del CA. 5. Attivazione del CA. 6. Tracciatura dei dispositivi impostando i livelli di tracciabilità. 7. Personalizzazione della configurazione del CA (facoltativo). Fase 1: creazione di una Registrazione Cliente su Katun Dealer Fleet Management 1. Accertarsi di aver effettuato l accesso al sito web di Katun Dealer Fleet Management utilizzando il login di livello rivenditore. 2. Navigare alla pagina Amministrazione, poi Clienti e fare clic sul pulsante Crea nuovo cliente nella barra degli strumenti. In questo modo verrà visualizzata la schermata Dettagli cliente. 3. Nella schermata Dettagli cliente, effettuare le seguenti operazioni: a. Inserire il nome dell azienda del cliente nel campo Nome cliente. b. Se si ha accesso a più di un rivenditore, scegliere quello appropriato dal menu a tendina Rivenditori. c. Scegliere il fuso orario del cliente. Se gli uffici del cliente sono distribuiti in zone con diversi fusi orari, è possibile indicarli successivamente creando sedi multiple per un cliente; per il momento, sceglierne solo uno. d. Inserire le informazioni di contatto del cliente. È obbligatorio inserire almeno il nome e l indirizzo Fare clic sul pulsante Salva in fondo alla pagina per creare la registrazione del cliente. NOTA: quando si aggiunge un nuovo cliente al Katun Dealer Fleet Management viene creata una sede predefinita. Se esiste più di una sede, è possibile crearne altre tornando alla pagina Amministrazione, Clienti e facendo clic sul pulsante Crea nuova sede. Quando si aggiunge un cliente, questi non ottiene l accesso tramite login a Katun Dealer Fleet Management. Se si desidera consentire al cliente la login e la visualizzazione delle proprie informazioni, è possibile creare un Utente apposito. Per fare ciò, effettuare la login a Katun Dealer Fleet Management e poi selezionare Amministrazione, Utenti e fare clic sul pulsante Crea nuovo utente. Fase 2: scelta di un computer presso la sede del cliente che ospiterà il CA Il computer selezionato dovrebbe essere un computer sempre acceso. Potrebbe trattarsi di un computer server, ma ciò non è indispensabile. Il computer selezionato deve possedere i seguenti requisiti minimi: 8 Microsoft Windows 2000, XP, Vista, Server 2000 o Server Processore e RAM come definiti dai requisiti minimi per il sistema operativo 8 20 MB di spazio sull hard disk

4 Fase 3: scaricamento del CA sul computer del cliente Seguire il collegamento appropriato per scaricare la versione più aggiornata del CA: Salvare il file sul desktop o in un altra posizione dove sia possibile ritrovarlo facilmente. Fase 4: installazione del CA 1. Navigare alla cartella in cui è stato salvato il file scaricato nella fase Fare doppio clic sul file per avviare il processo di installazione. 3. Fare clic su Avanti per avviare la procedura guidata. 4. Fare clic su Avanti per installare il CA. 5. Al termine della procedura guidata, fare clic su Fine. Dopo aver installato con successo il CA, se lo si desidera, è possibile eliminare il file scaricato. Fase 5: attivazione del CA 1. Lanciare l Amministratore del Collection Agent di Katun Dealer Fleet Management. 2. Nella finestra di dialogo Concessione della licenza per l amministratore del Collection Agent di Katun Dealer Fleet Management, inserire il Codice di attivazione per il cliente/sede che si sta attivando. Il Codice di attivazione è stato inviato per al momento della creazione del profilo cliente o della sede. 3. Fare clic su Attiva. 4. Verrà visualizzato il contratto di licenza per il Collection Agent di Katun Dealer Fleet Management. Selezionare Accetto per procedere. 5. A questo punto verrà visualizzata una finestra di dialogo che confermerà all utente la concessione della licenza. 6. Qualora fosse presente un server proxy, è possibile configurarne le impostazioni in questa fase. Per ulteriori informazioni sui server proxy, consultare il seguente articolo: Firewall e proxy di Katun Dealer Fleet Management. Fase 6: impostazione del livello di tracciabilità per i dispositivi Al termine della prima scansione del CA, è necessario impostare i livelli di tracciabilità per i dispositivi prima che compaiano sul Dashboard di Katun Dealer Fleet Management. 1. Accertarsi di aver effettuato l accesso al sito web di Katun Dealer Fleet Management utilizzando il login di livello rivenditore. 2. Navigare alla pagina Amministrazione, poi Clienti e fare clic sul segno + vicino al nome del cliente che si sta creando. 3. Sotto al nome del cliente comparirà la Sede predefinita. 4. Verificare che sulla colonna Scansione più recente per la Sede predefinita non sia indicato Mai. Se l indicazione Mai è presente, significa che il CA non ha completato la prima scansione o che non è stato attivato correttamente. In tal caso, potrebbe essere necessario attendere alcuni minuti per il completamento della scansione o potrebbe essere necessario riattivare il CA. 5. Se nella colonna Scansione più recente è indicata una data e un ora, fare clic su Sede predefinita per aprire la schermata Dettagli della sede. 6. Fare clic sulla scheda Dispositivi e licenze al centro della pagina. 7. Comparirà l elenco di tutti i dispositivi rilevati dal CA. Passare in rassegna tutti i dispositivi e selezionare quelli da tracciare. 8. Selezionare le caselle di spunta a fianco dei dispositivi scelti. 9. Selezionare il livello di tracciabilità desiderato dal riepilogo a discesa sopra l elenco dei dispositivi.

5 10. Fare clic sul pulsante Modifica dispositivi selezionati. 11. Comparirà una schermata di conferma. 12. Se si è certi di voler tracciare i dispositivi selezionati, fare clic sul pulsante Procedi. 13. Qualora vi fossero dispositivi che non si desidera tracciare, ripetere le fasi 8-12 per questi dispositivi, selezionando Non tracciare come livello di tracciabilità durante la fase 9. Dopo aver modificato i livelli di tracciabilità, i dispositivi tracciati compariranno immediatamente nel Dashboard. Fase 7 (facoltativa): personalizzazione della configurazione del CA Una volta installato, il CA sarà configurato automaticamente con impostazioni adeguate alla maggioranza delle installazioni. In alcune situazioni potrebbe essere necessario personalizzare leggermente la configurazione. Per esempio, se il CA deve effettuare la scansione di sottoreti multiple o di reti remote tramite un WAN, potrebbe essere necessario apportare alcune modifiche alla configurazione. Se si deve personalizzare la configurazione del CA, è possibile farlo all interno del sito web di Katun Dealer Fleet Management. Per informazioni dettagliate su questa procedura, consultare l assistenza online. PARTE 3: DOMANDE E RISPOSTE SUL PROGRAMMA KDFM Come si crea un nuovo Cliente? * Per poter completare questo processo, è necessario avere un accesso di livello rivenditore al sito KDFM. 1. Accertarsi di aver effettuato l accesso al sito web di KDFM utilizzando il login di livello rivenditore. 2. Navigare alla pagina Amministrazione, poi Clienti e fare clic sul pulsante Crea nuovo cliente nella barra degli strumenti. In questo modo verrà visualizzata la schermata Dettagli cliente. 3. Nella schermata Dettagli cliente, effettuare le seguenti operazioni: a. Inserire il nome dell azienda del cliente nel campo Nome cliente. b. Se si ha accesso a più di un rivenditore, scegliere quello appropriato dal menu a discesa Rivenditori. c. Scegliere la valuta che si desidera utilizzare per riportare i costi relativi a questo cliente. d. Scegliere il fuso orario del cliente. Se gli uffici del cliente sono distribuiti in zone con diversi fusi orari, è possibile indicarli successivamente creando sedi multiple per un cliente;per il momento, sceglierne solo uno. e. Inserire le informazioni di contatto del cliente. È obbligatorio inserire almeno il nome e l indirizzo Fare clic sul pulsante Salva in fondo alla pagina per creare la registrazione del cliente. 5. Si riceverà un messaggio che fornisce il codice di attivazione per il cliente appena creato. Tale codice viene richiesto durante la Fase 5 illustrata sotto. Come si crea una nuova Sede? * Per poter completare questo processo, è necessario avere un accesso di livello rivenditore al sito KDFM. 1. Accertarsi di aver effettuato l accesso al sito web di KDFM utilizzando il login di livello rivenditore. 2. Navigare alla pagina Amministrazione, poi Clienti e fare clic sul pulsante Crea nuova sede nella barra degli strumenti. In questo modo verrà visualizzata la schermata Dettagli sede.

6 3. Nella schermata Dettagli sede, effettuare le seguenti operazioni: a. Inserire il nome della sede nel campo Nome sede. b. Inserire un numero per la sede nel campo Numero. Non è possibile utilizzare lo stesso numero per più di una sede relativa allo stesso cliente. In caso di dubbio, iniziare con 100 e incrementare il numero di un unità per ogni nuova sede creata per quel cliente. c. Scegliere il cliente per il quale si desidera aggiungere la sede dal menu a discesa Clienti. d. Scegliere il fuso orario per la sede. Esso verrà utilizzato per tutti i dispositivi di tale sede. Quest ultima può avere un fuso orario diverso rispetto a quello di altre sedi relative allo stesso cliente. e. Inserire le informazioni di contatto per la sede. È obbligatorio inserire almeno il nome e l indirizzo Fare clic sul pulsante Salva in fondo alla pagina per creare la registrazione della sede. 5. Si riceverà un messaggio che fornisce il codice di attivazione. Come si crea un nuovo Utente? 1. Effettuare il login al sito web di KDFM. 2. Andare a Amministrazione utenti. 3. Fare clic sull opzione Crea nuovo utente situata nell angolo superiore destro della pagina web. 4. Inserire un nome e indirizzo di contatto per l utente. L indirizzo è usato per effettuare il login al sito di KDFM. 5. Se si desidera consentire a questo utente il login per il sito web di KDFM, selezionare la casella di spunta Questa persona può effettuare il login al sito web. In questo modo l utente potrà accedere al sito web di KDFM con il Livello di accesso assegnatogli. 6. Selezionare la lingua dell utente e le preferenze di formato per l invio di . Le possono essere inviate in formato Rich Text o Solo testo. 7. Aggiungere le informazioni di contatto appropriate per l utente. 8. Assegnare il Livello di accesso al sito di KDFM adeguato per l utente. Come si crea una visualizzazione personalizzata per il Dashboard? Non è possibile modificare le visualizzazioni predefinite in dotazione. È possibile, invece, creare una copia della visualizzazione maggiormente aderente ai propri requisiti, quindi modificarla e inserire/eliminare le colonne secondo necessità. Come si può trovare una Sede, un Cliente o una Macchina nel vasto elenco visualizzato sul Dashboard? Per trovare l elemento richiesto, seguire i passaggi forniti sotto: 1. Fare clic sul pulsante Espandi tutto. In questo modo saranno visualizzate tutte le righe attualmente nascoste. 2. Ora premere CTRL+F oppure il tasto F3, per aprire la funzione Trova sul proprio browser. 3. Digitare il nome della Sede o il numero di serie che si sta cercando. Se si usa Internet Explorer 7/8, occorre fare clic sul pulsante Avanti in modo che il browser avvii la ricerca di una possibile corrispondenza sulla pagina. Come si modifica la password? 1. Accedere al sito web di KDFM tramite l indirizzo e password attuali. 2. Fare clic sulla scheda Amministrazione.

7 3. Sulla pagina con i dettagli del Profilo personale, inserire la nuova password nel campo Modifica password. 4. Inserire la stessa password nel campo Conferma password per confermare. Se le password non corrispondono, apparirà un asterisco rosso (*) accanto al campo Modifica password. 5. Una volta inserite le due password, fare clic sul collegamento Salva nell angolo superiore destro della pagina. Se si è dimenticata la password, se ne può chiedere il ripristino: 1. Andare sul sito web di KDFM. 2. Fare clic sul collegamento Password dimenticata. 3. Inserire l indirizzo usato per accedere a KDFM. 4. Fare clic su Invia. 5. La password sarà ripristinata con una nuova generata dal sistema che verrà inviata al proprio indirizzo Dopo aver ricevuto la nuova password, è possibile modificarla seguendo i passaggi illustrati sopra. Come si crea un Report testuale? 1. Accedere al sito web KDFM. 2. Fare clic sulla scheda Report. 3. Fare clic su Report testuali. 4. Selezionare Report testuale personalizzato, Estratto conto del cliente oppure Report volumi mensili. 5. Seguire le indicazioni selezionando le voci desiderate per il proprio report. 6. Selezionare la modalità in cui si desidera generare il report e fare clic su Genera report. Come si crea un Report grafico? 1. Accedere al sito web KDFM. 2. Fare clic sulla scheda Report. 3. Fare clic su Report grafici. 4. Selezionare il modello di report che si desidera creare. 5. Selezionare Procedi alla prossima fase. 6. Seguire le indicazioni selezionando le voci desiderate per il proprio report. 7. Selezionare la modalità in cui si desidera generare il report e fare clic su Genera report. Si sta tracciando un nuovo dispositivo. In che modo è possibile inserirlo nel proprio Profilo di avvisi intelligenti? 8 Se si sa in anticipo di dover utilizzare un profilo intelligente per tutti i nuovi dispositivi che appaiono online, andare alla pagina Dettagli profilo intelligente e selezionare la casella di spunta Profilo predefinito per tutti i nuovi dispositivi. 8 Se si decide che un particolare dispositivo dovrebbe avere lo stesso profilo di altri, andare al Profilo avvisi intelligenti in questione, scendere in fondo alla pagina e selezionare la casella di spunta corrispondente a tale dispositivo. Quindi, fare clic sul pulsante Salva per confermare le modifiche.

8 Il Profilo di avvisi intelligenti creato è in grado di notificare più persone? Sì, sotto la sezione Notifica le seguenti persone è possibile selezionare più persone dal riepilogo a discesa o aggiungerne altre per l invio delle notifiche. È possibile usare un Profilo di avvisi intelligenti predefinito per tutti i dispositivi? Sì, andare alla pagina Dettagli profilo intelligente e selezionare la casella di spunta Profilo predefinito per tutti i nuovi dispositivi, quindi salvare il profilo di avvisi intelligenti. È possibile tracciare l attivazione di più condizioni? Sì, andare alla pagina Dettagli profilo di avvisi intelligenti e selezionare le caselle di spunta sulle quali si desidera ricevere un avviso. Quindi, fare clic sul pulsante Salva. Qual è lo scopo dei Report di gruppo? La funzione dei Report di gruppo è quella di poter generare i report per gruppi. È possibile raggruppare i dispositivi in base alla marca e poi utilizzare tale raggruppamento nei propri report. Come funziona la copertura del toner su KDFM? La copertura del toner è calcolata a cartuccia, usando la seguente formula generale: Copertura = 5% * (toner usato * resa prevista al 5% di copertura) / numero effettivo di pagine stampate. Per esempio: supponiamo che una cartuccia toner abbia una resa dichiarata di pagine al 5% di copertura e che, da quando KDFM ha iniziato a tracciare il dispositivo, il toner sia diminuito del 25% e siano state stampate pagine. 25% * equivale a pagine. Pertanto, se la copertura è del 5%, ci aspetteremmo che la stampante abbia stampato pagine. Tuttavia ne sono state stampate solo / significa che è stata effettivamente utilizzata 1,5 volte la quantità di toner prevista (5%), dando come risultato il 7,5% di copertura per quella cartuccia. La precisione di questo calcolo è influenzata da tre fattori principali: 1. Avere un numero di resa prevista corretto da usare per il calcolo (configurato nel Profilo costo effettivo del dispositivo su KDFM). 2. La granularità del livello di toner riportata. In particolare, i dispositivi Ricoh generalmente riportano solo il consumo di toner in incrementi del 10%, il che significa che i valori di copertura saranno più alti finché il toner scende dal 50% al 40% e diventeranno più bassi mano a mano che il toner si avvicina alla successiva discesa. Alcuni fra gli altri produttori hanno dispositivi che misurano i livelli di toner in maniera più granulare rispetto agli incrementi del 10%, il che significa che il calcolo della copertura è leggermente più preciso in ogni momento dato. 3. La lunghezza del periodo durante il quale il dispositivo è stato tracciato (quantità di dati disponibile). Più a lungo un dispositivo viene tracciato da KDFM, maggiore esperienza viene acquisita dal sistema con gli schemi di consumo di tale toner, pertanto il valore di copertura tende a divenire più stabile e preciso con il trascorrere del tempo. Cosa significa quando un dispositivo indica solo una singola casella verde con OK come opposta alla % di toner rimanente? Generalmente la singola casella verde con OK significa che questa è l unica informazione riportata dal dispositivo. Se si apre la pagina web incorporata relativa al dispositivo, non dovrebbe essere presente il report del toner in formato percentuale. Tale dispositivo visualizza indicatori quali OK, Toner quasi esaurito o Vuoto. Come viene rilevata un modifica del toner da KDFM? KDFM rileva che un toner è stato modificato quando quello precedente diventa equivalente a Vuoto o Basso : se il livello aumenta nuovamente, KDFM lo rileva come modifica. Pertanto, è teoricamente possibile che, se la lettura riportava un livello Basso e poi qualcuno ha scosso il toner facendone aumentare il livello oltre quella soglia, venga rilevata una modifica di toner falsamente positiva.

9 Come si crea un Profilo costo effettivo? Un Profilo costo effettivo è usato per calcolare il costo effettivo di ciascun dispositivo gestito. Il numero di stampe per cartuccia è necessario per calcolare la Copertura nella sezione Forniture del Dashboard. Per creare un nuovo Profilo costo effettivo, accedere al sito web KDFM e fare clic su Gestione dispositivo -> Profili costo effettivo. Nell angolo superiore destro, fare clic su Crea nuovo profilo costo effettivo. 1. Attribuire un nome significativo al nuovo profilo. Tale nome consentirà di fare riferimento al profilo nella schermata Profili costo effettivo e nel Dashboard. 2. Inserire i dettagli del Profilo. Se non si conosce un valore o non si desidera utilizzarlo nel calcolo, lasciarlo in bianco. a. Costi toner e numero di stampe rese da una singola cartuccia. La resa prevista per cartuccia può generalmente essere rintracciata sul sito web del produttore. b. Costo carta è il costo tipico di 500 fogli. c. Prezzo acquisto dispositivo è il prezzo d acquisto o noleggio. d. Ammortamento prezzo dispositivo si riferisce al numero di mesi necessari ad ammortizzare il prezzo d acquisto. 3. Aggiungere dispositivi che useranno questo profilo. Sotto la sezione Dispositivi della schermata Dettagli profili costo effettivo, fare clic sul comando Aggiungi dispositivi. In questo modo verrà visualizzata la schermata Selezionatore dispositivi. Utilizzarla per cercare dispositivi basati sul cliente e/o sulla sede. Per restringere l elenco di dispositivi, può essere utilizzato un filtro. Per esempio, è possibile usare il filtro per individuare solo i dispositivi realizzati da un produttore specifico. Utilizzare le caselle di spunta per selezionare i dispositivi che si desidera includere nel profilo. Si possono selezionare tutti i dispositivi facendo clic sulla casella di spunta accanto a Produttore. Al termine, fare clic su Operazione completata nella schermata Selezionatore dispositivo. 4. È possibile impostare il profilo come predefinito per i nuovi dispositivi aggiunti al cliente/sede o usarlo come predefinito per un modello specifico. Nella sezione Profilo predefinito : a. Contrassegnare l opzione Usa questo profilo come predefinito per l inserimento di nuovi dispositivi. b. Selezionare un livello Cliente/Sede dai menu a discesa o contrassegnare l opzione Usa questo profilo come predefinito solo per i seguenti modelli e selezionare un modello dal riepilogo a discesa. In che modo è possibile aggiornare i dispositivi in blocco su KDFM? 1. Accedere al sito web KDFM. 2. Fare clic su Gestione dispositivi. 3. Fare clic su Aggiornamento dispositivi in blocco. 4. Selezionare la sede che si desidera aggiornare dal riepilogo a discesa. 5. Se si desidera un file CSV campione su cui lavorare, fare clic sul pulsante Scarica. Verrà richiesta una posizione per il salvataggio del file. 6. È possibile modificare il file CSV per aggiungere informazioni supplementari in merito a dispositivi esistenti su KDFM come Numero risorsa, Posizione, ecc. 7. Dopo aver modificato il file, salvare le modifiche. Se si usa un programma con fogli di lavoro per modificare il file, assicurarsi di salvarlo in formato CSV. 8. Fare clic sul pulsante Sfoglia per navigare fino al file che si desidera caricare e, quindi, fare clic sul pulsante Carica. Dettagli sul formato CSV Il file CSV che si carica su KDFM deve essere in un particolare formato. Tale tipo di file contiene 12 campi, tuttavia la maggior parte di essi sono facoltativi. Se un campo facoltativo viene lasciato in bianco, non sarà aggiornato

10 sul server e il valore attuale rimarrà tal quale. L ordine dei campi è importante ed è fondamentale che ci siano esattamente 12 campi nel file CSV anche se molti di essi sono in bianco. 1. Nome dispositivo (facoltativo) 2. Posizione (facoltativa) 3. Numero di serie (facoltativo) 4. Numero risorsa (facoltativo) 5. Indirizzo IP (facoltativo) 6. Indirizzo MAC nel formato AA-BB-CC (facoltativo) 7. Versione firmware (facoltativo) 8. Conteggio durata dispositivo (facoltativo) - Questo campo sarà aggiornato solo per dispositivi non tracciati da un CA (dispositivi manuali). 9. Conteggio durata colore dispositivo (facoltativo) - Questo campo sarà aggiornato solo per dispositivi non tracciati da un CA (dispositivi manuali). 10. ID dispositivo (obbligatorio) - Per la maggior parte dei dispositivi, l ID è costituito dall indirizzo MAC nel formato AA-BB-CC Per dispositivi locali o manuali, i relativi ID variano. Se si desidera ottenerli, scaricare un file CSV campione della sede, come descritto in precedenza. 11. Campo personalizzato 1 (facoltativo) 12. Campo personalizzato 2 (facoltativo) Come si aggiunge manualmente un dispositivo? La voce Nuovo dispositivo manuale è usata esclusivamente per aggiungere dispositivi non in rete o copiatrici precedenti e non è prevista per aggiungere dispositivi che possono essere rilevati attraverso il motore CA. Eccetto Nome dispositivo e Totale pagine, tutti gli altri campi sono facoltativi. 1. Effettuare il login al sito web di KDFM. 2. Fare clic su Gestione dispositivi. 3. Fare clic su Nuovo dispositivo manuale. 4. Inserire il Nome dispositivo. 5. Dal menu a discesa Sede, selezionare la sede per il dispositivo. 6. Dal menu a discesa Modello, selezionare il modello per il dispositivo. Se il dispositivo non è presente nell elenco, fare clic su Riporta modello mancante per fare in modo che il dispositivo venga aggiunto all elenco dei modelli. 7. Compilare i dettagli facoltativi nei campi rimanenti. 8. Aggiungere il Totale pagine per il dispositivo. 9. Se il dispositivo è a colori, inserire il Totale pagine a colori. 10. Al termine, fare clic su Salva. Come si imposta un Intervallo di scansione personalizzato? Per creare Intervalli di scansione personalizzati : 1. Fare clic sul pulsante di scelta Intervallo(i) di scansione personalizzato(i). 2. Fare clic sul pulsante Aggiungi un intervallo di scansione personalizzato.

11 3. Appariranno tre caselle di testo: inserire un indirizzo IP valido per entrambe le caselle Scansiona da e Scansiona a. 4. La casella di testo Sottorete verrà compilata con un valore predefinito basato sull intervallo di indirizzi IP inserito. Se il valore predefinito è incorretto per la rete da scansionare, modificare quello della sottorete come necessario. 5. Una volta inserito l intervallo IP desiderato, fare clic sul pulsante OK. 6. Gli indirizzi IP appena inseriti saranno visualizzati come parte della tabella. 7. Ripetere le fasi 1-5 finché tutti gli intervalli di indirizzi IP desiderati siano stati inseriti. 8. Al termine, fare clic sul pulsante Salva in fondo alla pagina. Per eliminare un Intervallo di scansione personalizzato : 1. Fare clic sul pulsante di scelta Intervallo(i) di scansione personalizzato(i). 2. Sarà visualizzato un elenco di intervalli IP personalizzati. 3. Per l intervallo IP che si desidera eliminare, fare clic sul pulsante Elimina, situato nella colonna all estrema destra della tabella. 4. Al termine, fare clic sul pulsante Salva in fondo alla pagina. Per aggiungere o aggiornare intervalli di scansione multipli in blocco: Se si è scelto di configurare gli intervalli di scansione personalizzati, può essere più rapido aggiornarli in blocco che inserirli uno per uno. È possibile eseguire tale operazione nel modo seguente: 1. Scorrere verso il basso la sezione della pagina Aggiorna in blocco gli intervalli di scansione. 2. Nel campo Intervalli di scansione inserire gli intervalli di scansione: a. Immettere un intervallo di scansione per linea. b. Usare il formato seguente: - Da_Indirizzo - A_Indirizzo - Sottorete 3. Per aggiungere questi intervalli all elenco attuale, fare clic sul pulsante Aggiungi intervalli. 4. Oppure, per sostituire interamente l elenco attuale con questi intervalli, fare clic sul pulsante Sostituisci intervalli. Per esempio, supponiamo che i seguenti valori siano stati immessi nel campo Intervalli di scansione e poi sia stato fatto clic sul pulsante Aggiungi intervalli : , , , , Due intervalli di scansione saranno stati aggiunti all elenco: uno da a usando la sottorete e un altro da a 192, usando la sottorete Si conoscono le specifiche del traffico di rete per il motore Collector Agent? Traffico di rete del CA durante una scansione: 8Il CA non crea nessun traffico di rete finché viene iniziata la scansione (per impostazione predefinita, le scansioni si verificano ogni 60 minuti). 8Una volta iniziata una scansione, il CA crea approssimativamente da 30 a 50 KB di traffico di rete bidirezionale per dispositivo scansionato.

12 Dimensioni del file caricato dal CA: 8Il CA crea un file cifrato contenente le informazioni di scansione per ciascun dispositivo e, in seguito, lo invia a KATUN per compilare il portale web KDFM. 8 Le dimensioni del file sono approssimativamente di 5 KB per dispositivo scansionato. È possibile installare il Collector Agent su un PC usando i sistemi operativi Windows e Mac? No, il Collector Agent funziona solo su sistemi operativi Windows. Consultare i requisiti nella sezione Guida rapida. Qual è la differenza tra Scansione rapida e Scansione di rilevamento? La Scansione rapida (valore predefinito ogni 60 minuti) effettua una scansione di tutti gli indirizzi IP noti dei dispositivi, mentre la Scansione di rilevamento (valore predefinito ogni 720 minuti) esamina l intervallo degli indirizzi IP dati e determina se ci sono nuovi dispositivi in rete. Perché alcuni dispositivi non vengono rilevati dal CA, né viene riportato alcun dato su KDFM? Problema: È stata effettuata una scansione della rete con il CA e alcuni o tutti i dispositivi non sono stati rilevati, né è stato riportato alcun dato su KDFM. Causa: Se qualche dispositivo individuale non viene rilevato dal CA le cause possibili sono le seguenti: 8 Il dispositivo non riceve alimentazione, è fisicamente scollegato dalla rete o altrimenti non in linea. 8 Il dispositivo è stato rimosso dall ambiente o permanentemente disattivato. 8 Il dispositivo ha un guasto che incide sulla connettività di rete. 8 Il dispositivo non supporta l SNMP. 8 Il dispositivo è stato riconfigurato e l SNMP è stato disattivato. 8Il dispositivo è stato spostato in una nuova posizione e il nuovo indirizzo IP è al di fuori dell intervallo di scansione configurato nel CA. 8Il dispositivo è collegato a una scheda JetDirect. Attualmente non scansioniamo dispositivi collegati a schede JetDirect HP o a qualsiasi altro server di stampa in rete. Scansioniamo esclusivamente stampanti direttamente collegate in rete. 8Il dispositivo è di tipo Fiery. I dispositivi Fiery non forniscono informazioni sufficienti che il CA possa raccogliere e riportare. 8 La stringa comunitaria del dispositivo può essere stata modificata. Se nessuno dei dispositivi viene rilevato dal CA le cause possibili sono le seguenti: 8 Il CA non è configurato con gli indirizzi/intervalli IP corretti per scansionare adeguatamente i dispositivi. 8Il CA non riesce a comunicare con i dispositivi in rete (per esempio, un firewall o un router dotato di firewall sta bloccando il traffico SNMP sulla rete. 8 Esiste un server proxy sulla rete che impedisce la comunicazione tra il CA e KDFM.

13 Risoluzione: Se qualche dispositivo individuale non viene rilevato dal CA, tentare i seguenti passi di risoluzione del problema: 1. Controllare la configurazione del dispositivo, assicurandosi che sia alimentato, online e collegato alla rete. 2. Controllare l indirizzo IP del dispositivo e confermare che non sia stato spostato a una sottorete diversa o a un indirizzo IP al di fuori degli intervalli di scansione configurati per il CA. Se il dispositivo è stato spostato a un indirizzo IP al di fuori degli intervalli di scansione configurati per il CA, modificare l intervallo di scansione in modo da includere tale indirizzo IP. 3. Aprire la pagina incorporata relativa ai dispositivi. Se questa operazione è possibile, l indirizzo IP per il dispositivo è corretto. Inoltre, occorre confermare che la porta UDP 161 non sia bloccata per questo dispositivo. 4. Eseguire un ping dell indirizzo IP per vedere se si ottiene risposta o meno. Se non si ottiene risposta, il problema dipende dalla rete e deve essere risolto prima che il CA possa rilevare il dispositivo. Se nessuno dei dispositivi viene rilevato, tentare i seguenti passaggi di risoluzione del problema: 1. Controllare con particolare attenzione la configurazione del CA su KDFM e assicurarsi che sia impostata per scansionare l intervallo corretto di indirizzi IP. 2. Confermare che la stringa di comunità impostata nella configurazione del CA su KDFM corrisponda alla comunità corretta impostata sui dispositivi. 3. Se esiste un firewall o un router che utilizza un firewall nell ambiente, assicurarsi che non stia bloccando la comunicazione SNMP (porta 161 UDP) tra il CA e i dispositivi che si stanno tracciando. Occorre, inoltre, assicurarsi che le porte TCP 80 e 443 non siano bloccate, dato che ciò impedirebbe la comunicazione tra il CA e KDFM. 4. Se è presente un server proxy nella rete, configurarne le impostazioni nell Amministratore del CA. Se nessuna delle informazioni sopra illustrate risolve il problema, contattare il nostro dipartimento di assistenza tecnica che fornirà supporto nella creazione di file di registro potenzialmente in grado di individuare e risolvere la difficoltà. Perché non è possibile attivare il CA su un altra macchina? Una volta attivato il CA e caricato l ID unico sui server KDFM, non è possibile riattivare la licenza su un sistema diverso finché non la si rimuove da quello vecchio. Per rimuovere la licenza: 1. Accedere a KDFM. 2. Selezionare Amministrazione. 3. Selezionare Clienti. 4. Selezionare la sede primaria del cliente. 5. Sulla pagina Dettagli sede, selezionare la scheda Motore Collection Agent. 6. Di fronte a Codice di licenza, occorre selezionare il pulsante Rimuovi licenza. 7. Una volta selezionato, premere OK sulla finestra che si apre. Adesso dovrebbe essere possibile riattivare il CA su un altra macchina.

14 PARTE 4: CARATTERISTICHE/FUNZIONI DETTAGLIATE DEL SISTEMA KDFM CARATTERISTICHE DETTAGLIATE DEL SISTEMA KDFM PLUS BEST CARATTERISTICHE TECNICHE Informazioni sul motore Collection-Windows 2000 o sulla postazione di lavoro più recente presso la sede del cliente Procedura di installazione guidata Sì Sì Strumenti di configurazione remota Sì Sì Interfaccia utente basata sul web Sì Sì Aggiornamenti completamente automatizzati Sì Sì Dashboard personalizzabile dall utente Sì Sì Completamente brandizzabile Sì Sì Potente codifica dei dati e trasmissione sicura Sì Sì Livelli di sicurezza personalizzabili dall utente Sì Sì LETTURA CONTATORE Conteggio durata Sì Sì Conteggio livelli colore e bianco e nero Sì Sì Conteggi per funzione (copia, stampa, scansione, fax) Sì Sì Conteggi per dimensioni carta Sì Sì Altri conteggi (graffette, bidirezionale) Sì Sì INFORMAZIONI DISPOSITIVO Produttore Sì Sì Modello Sì Sì Numero di serie Sì Sì Versione firmware Sì Sì Indirizzo IP Sì Sì Data di aggiunta del dispositivo Sì Sì Data di acquisto Sì Sì Indirizzo MAC Sì Sì Posizione Sì Sì Numero risorsa Sì Sì SISTEMA DI AVVISI INTELLIGENTI Avvisi intelligenti sullo stato del dispositivo e notifiche di manutenzione No Sì Avvisi toner No Sì Avvisi dispositivo recentemente installato No Sì Avviso di assegnazione profilo automatico per nuovi dispositivi No Sì GESTIONE FORNITURE Ordine toner online No No Livelli toner No Sì Data prevista di esaurimento del toner No Sì Copertura del toner No Sì Rilevamento automatico di toner recentemente installati No Sì COSTI Assegnazione di un costo per pagina ai dispositivi Sì Sì Assegnazione di eccedenze Sì Sì Supporto per la maggior parte delle valute principali Sì Sì Assegnazione profilo costo automatica per nuovi dispositivi Sì Sì Calcolo del costo effettivo per pagina No No Costi effettivi del toner No No Costi effettivi della carta No No Costi effettivi di noleggio del dispositivo No No Costi della cronologia degli interventi di manutenzione No No Tracciatura della cronologia degli interventi di manutenzione No No REPORT Report testuali Sì Sì Report grafici Sì Sì Programmazione efficace dei report Sì Sì Possibilità di invio dei report per Sì Sì Esportazione dei dati in sistemi di contabilità di terzi Sì Sì Report personalizzabili Sì Sì Report letture contatore Sì Sì Report sul volume per tipo di lavoro (a colori rispetto al bianco e nero) Sì Sì Report sul volume per funzione del dispositivo (stampa, copia, scansione, fax) Sì Sì Estratti conto del cliente Sì Sì Report sulle informazioni del dispositivo Sì Sì Report sull inventario del dispositivo Sì Sì Report sul livello del toner No Sì Report sulla copertura No Sì Report sulla data prevista di esaurimento del toner No Sì Report sui costi Sì Sì Report sui costi assegnati Sì Sì Report sui costi effettivi No No Report sul costo totale di proprietà No No

15 PARTE 5: ESEMPI DI PROSPETTI GRAFICI

16 IL NOSTRO OBIETTIVO È OFFRIRE UN SERVIZIO DI ASSISTENZA OTTIMALE A VOI E AI VOSTRI TEAM PARTE 6: INFORMAZIONI DI CONTATTO BELGIO FRANCIA GERMANIA ITALIA LUSSEMBURGO PORTOGALLO SPAGNA RU ALTRO - INTERNAZIONALE i_panoramica 2012 Katun Corporation

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

guida utente showtime

guida utente showtime guida utente showtime occhi, non solo orecchie perché showtime? Sappiamo tutti quanto sia utile la teleconferenza... e se poi alle orecchie potessimo aggiungere gli occhi? Con Showtime, il nuovo servizio

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Gestione Studio Legale

Gestione Studio Legale Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione dello Studio. Manuale operativo Gestione Studio Legale Il software più facile ed efficace per disegnare l organizzazione

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli