Classe 5 A Liceo Linguistico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe 5 A Liceo Linguistico"

Transcript

1 LICEO STATALE "ANTONIO PIGAFETTA" - VICENZA CLASSICO LINGUISTICO MUSICALE DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE per l Esame di Stato Anno scolastico Classe 5 A Liceo Linguistico Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 1

2 INDICE STORIA DELLA CLASSE...p. 3 OBIETTIVI DELLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE...p. 4 ATTIVITA' INTEGRATIVE REALIZZATE DAL CONSIGLIO DI CLASSE...p. 5 COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE...p. 7 RELAZIONE E PROGRAMMA DI ITALIANO...p. 9 RELAZIONE E PROGRAMMI DI FILOSOFIA...p. 13 RELAZIONE E PROGRAMMA DI STORIA...p. 16 RELAZIONE E PROGRAMMA DI INGLESE...p. 19 RELAZIONE E PROGRAMMA DI TEDESCO...p. 22 RELAZIONE E PROGRAMMA DI SPAGNOLO...p. 24 RELAZIONE E PROGRAMMA DI CINESE...p. 28 RELAZIONE E PROGRAMMA DI MATEMATICA...p. 33 RELAZIONE E PROGRAMMA DI FISICA. p. 36 RELAZIONE E PROGRAMMA DI SCIENZE...p. 39 RELAZIONE E PROGRAMMA DI STORIA DELL'ARTE...p. 42 RELAZIONE E PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA...p. 45 RELAZIONE E PROGRAMMA DI RELIGIONE...p. 48 ALLEGATO B: SIMULAZIONI DI TERZA PROVA...p. 50 ALLEGATO C: GRIGLIE DI VALUTAZIONE...p. 70 Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 2

3 LICEO STATALE "ANTONIO PIGAFETTA" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE per l Esame di Stato a.s LICEO LINGUISTICO Classe 5 ^ Sez A Coordinatore: prof.ssa Lievore Stefania STORIA DELLA CLASSE 1.1. Composizione del consiglio di classe nel triennio NOME DOCENTI DISCIPLINE 3^ 4^ 5^ Lingua e letteratura Italiana S. Lievore S. Lievore S. Lievore Lingua e letteratura Inglese C. Nizzero C. Nizzero C. Nizzero Lingua e letteratura Tedesca G. Callegaro G. Callegaro G. Callegaro Lingua e letteratura Spagnola L. Grassi K. Stefanutti G. Rampon Lingua e letteratura Cinese M. Nori M. Nori M. Nori Storia D. Sartori D. Sartori D. Sartori Filosofia D. Sartori D. Sartori D. Sartori Matematica C. Ceccato C. Ceccato C. Ceccato Fisica C. Ceccato C. Ceccato C. Ceccato Scienze naturali F. Martino F. Martino F. Martino Storia dell Arte F. Lora F. Lora F. Lora Scienze Motorie e Sportive R. Bissoli R. Bissoli G. Zanzarin Religione N. Doro N. Doro N. Doro 1.2. Percorso scolastico degli studenti nel Triennio Classe Iscritti Ritirati Nuovi inserimenti Scrutinati a giugno Promossi a giugno 3 anno anno 30 30* 5 anno 30 Giudizio sospeso Non ammessi * L alunna Emma Bolcati ha frequentato il quarto anno all estero nell ambito del progetto di Mobilità Studentesca Internazionale ed è stata promossa nello scrutinio di fine agosto. Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 3

4 1.3. Comportamento della classe nel Triennio Per quanto riguarda la socializzazione, la classe ha raggiunto un livello più che buono La capacità di ascolto e di attenzione si è mantenuta su livelli mediamente buoni La partecipazione al dialogo educativo e didattico è stata più che buona Si segnala la situazione di un alunno per il quale devono essere messe in atto strategie di supporto nello svolgimento dei compiti scritti attraverso l utilizzo di mezzi informatici 2. OBIETTIVI DELLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE 2.1. Sul piano formativo Obiettivo Potenziare il senso di responsabilità Far acquisire consapevolezza di essere parte attiva del percorso educativo Formare un soggetto capace di orientarsi nei vari aspetti della realtà Contribuire alla formazione di una mentalità aperta e critica Livello raggiunto (insuff., suff., discreto, buono, ottimo) Più che buono Buono Buono Mediamente discreto, in alcuni casi anche ottimo 2.2. Sul piano didattico Obiettivo Sviluppare interesse per le materie oggetto di studio e per le attività proposte al di fuori del percorso curricolare Esprimersi in modo corretto e appropriato, adottando il registro linguistico richiesto dalle diverse situazioni comunicative e dalle singole discipline Migliorare la capacità di analisi, sintesi, e di rielaborazione delle nozioni apprese Saper attuare collegamenti interni alla stessa disciplina. Saper attuare collegamenti tra discipline diverse Saper esprimere un giudizio personale motivato Livello raggiunto (insuff., suff., discreto, buono, ottimo) Complessivamente buono, in alcuni casi ottimo Mediamente discreto, con delle punte di eccellenza Mediamente buono Mediamente discreto, per alcuni ottimo Mediamente discreto, per alcuni ottimo Mediamente discreto, per alcuni ottimo Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 4

5 2.3 Insegnamento di discipline non linguistiche in Lingua straniera secondo la metodologia CLIL 1 Delibera del Consiglio di Classe del 22 ottobre 2015 (verbale n. 2) Intervento didattico: Modulo CLIL/Percorso multidisciplinare Il Consiglio di Classe, dopo una lunga discussione riguardo al progetto CLIL, decide di non realizzare nessun modulo o percorso perché tutti i docenti di disciplina non linguistica possiedono competenze linguistiche inferiori a quelle degli alunni e non sono stati formati nella metodologia CLIL. Pertanto il Consiglio di Classe, all unanimità, ritiene che non esistano le condizioni per realizzare il progetto Livelli generali raggiunti dalla classe: in termini di conoscenze Nell'acquisizione dei contenuti disciplinari, e specificatamente nell acquisizione di concetti, argomenti, procedure, linguaggi specifici, la conoscenza della classe è più che discreta in termini di competenze Nell applicazione delle conoscenze acquisite, la classe ha raggiunto un livello più che discreto in termini di capacità Nella capacità di analisi, di sintesi, di rielaborazione critica delle conoscenze acquisite, nell applicazione delle stesse ai vari campi del sapere, la classe ha raggiunto un livello mediamente più che discreto 3. OBIETTIVI SPECIFICI Per quanto riguarda gli obiettivi delle discipline curricolari, si rinvia alla relazione presentate dai singoli docenti del Consiglio di classe (Allegato A). 4. ATTIVITÀ INTEGRATIVE REALIZZATE DAL CONSIGLIO DI CLASSE Nel corso del Triennio la classe ha partecipato alle seguenti attività integrative: Scambio culturale in Germania Viaggio d istruzione a Roma Viaggio d istruzione a Barcellona e in Cina Annuale giornata della memoria Filosofia e Oriente: conferenza sul Taoismo Conferenze in lingua inglese: L Irlanda e Joyce Percorso sulla mitologia a Palazzo Thiene Lezione spettacolo in spagnolo: Don Quijotte caballero de la utopia Lezioni spettacolo Trovatori e giullari ; Orlando Furioso. Percorso palladiano in collaborazione con l Unesco Progetto teatro e scienza: spettacolo teatrale Il calcolo delle probabilità Progetto di educazione alla salute Incontri per l'orientamento in uscita 1 Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 5

6 Filosofia e Oriente: conferenza su arte e pensiero Spettacolo teatrale Antropolaroid Lezione di approfondimento sulla lingua cinese Il cinese classico nel cinese moderno. Laboratorio teatrale in spagnolo: La casa de Bernarda Alba di F. García Lorca Certificazioni linguistiche in tutte le lingue 5. ESEMPI DI PROVE EFFETTUATE IN PREPARAZIONE DELLA TERZA PROVA SCRITTA 5.1 Per i testi e le griglie di valutazione si rinvia agli Allegati B e C 5.2 SIMULAZIONI EFFETTUATE Data Tipo di prova Durata Discipline coinvolte Valutazione complessiva 10/02/2015 I 6 ore Italiano Discreto 31/03/2015 II 6 ore Inglese Più che discreto 18/03/2015 III 3 ore Filosofia, Discreto scienze, tedesco, cinese e spagnolo 09/05/2015 III 3 ore Filosofia, scienze, tedesco, cinese e spagnolo Allegati Allegato A: Relazioni e programmi dei singoli docenti Allegato B: Testi delle terze prove Allegato C: Griglie di valutazione per prove scritte e colloquio Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 6

7 CONSIGLIO di CLASSE DISCIPLINE FIRMA dei DOCENTI Lingua e letteratura Italiana Prof.ssa Stefania Lievore Lingua e letteratura Inglese Prof.ssa Cristina Nizzero Lingua e letteratura Tedesca Prof. Gaetano Callegaro Lingua e letteratura Spagnola Prof.ssa Giulia Rampon Lingua e letteratura Cinese Prof.ssa Marta Nori Storia Prof.ssa Diana Sartori Filosofia Prof.ssa Sartori Diana Matematica Prof.ssa Cristina Ceccato Fisica Prof.ssa Cristina Ceccato Scienze naturali Prof.ssa Felicetta Martino Storia dell Arte Prof.ssa Francesca Lora Scienze Motorie e Sportive Prof.ssa Giulia Zanzarin Religione Prof.ssa Nicoletta Doro Vicenza, 15 maggio 2015 Il Coordinatore di classe Stefania Lievore Il DIRIGENTE SCOLASTICO Roberto Guatieri Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 7

8 ALLEGATI Allegato A: relazioni e programmi dei singoli docenti Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 8

9 RELAZIONE E PROGRAMMA DI ITALIANO Classe: 5 Sez : A Prof.ssa Lievore Stefania 1. Obiettivi raggiunti dalla classe: in termini di conoscenze Nell'acquisizione dei contenuti disciplinari, e specificatamente nell acquisizione di concetti, argomenti, procedure, linguaggi specifici, le conoscenze della classe risultano mediamente più che discrete, ottime in qualche caso in termini di competenze Nell applicazione delle conoscenze acquisite la classe ha raggiunto un livello discreto, con delle punte d eccellenza in termini di capacità Nella capacità di analisi, di sintesi, di rielaborazione critica delle conoscenze acquisite, nell applicazione delle stesse la classe ha raggiunto un livello discreto, in alcuni casi buono e persino ottimo 2. CONTENUTI DEL PERCORSO FORMATIVO E TEMPI DI REALIZZAZIONE Argomento Autori Testi analizzati Tempi di realizzazio ne Il romanticismo La polemica classicoromantica in Italia Giacomo Leopardi Il pessimismo storico, la poetica e i primi Canti Il silenzio poetico e le Operette morali Il ritorno della poesia e gli ultimi Canti Schiller Berchet Madame de Stael Poesia ingenua e sentimentale La sola poesia è popolare Sulla novità delle traduzioni Zibaldone: Immaginazione degli antichi e sentimento dei moderni; La teoria del piacere; La poetica del vago e dell'indefinito. Canti: L ultimo canto di Saffo L infinito La sera al dì di festa Operette morali: Dialogo della Natura e di un Islandese Dialogo di Plotino e di Porfirio Dialogo di Tristano e di un amico A Silvia Canto notturno di un pastore errante dell Asia A se stesso La ginestra o il fiore del deserto 2 12 Alessandro Manzoni La poetica Lettre à M. Chauvet: Poesia e storia Dalla prefazione al Conte di Carmagnola: Le funzioni del coro 8 Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 9

10 La produzione tragica Il romanzo La Scapigliatura: una rivolta non solo letteraria Naturalismo e Verismo: Verga Produzione mondana e conversione La conquista dell originalità: le tecniche narrative La poetica del decadentismo e del simbolismo Giovanni Pascoli Esperienze biografiche e capisaldi ideologici La poesia pura La forza innovativa delle soluzioni formali Gabriele D Annunzio Arte e vita Tappe di un itinerario Immobilismo o evoluzione? Il simbolismo crepuscolare E. Praga A. Boito Baudelaire Verlaine Rimbaud Sergio Corazzini Guido Gozzano Adelchi: Pur mi parea che ad altro fossi nato, Atto III,1 (in fotocopia) Il delirio di Ermengarda Coro dell atto terzo Coro dell atto quarto, righe I Promessi Sposi (conoscenza generale) Preludio Lezione di anatomia 2 Prefazione ad Eva Prefazione a L'amante di Gramigna Nedda ( in fotocopia) Vita dei campi: Fantasticheria Rosso Malpelo La prefazione de I Malavoglia I Malavoglia - Mastro Don Gesualdo La morte di don Gesuado L albatro Corrispondenze Arte poetica Lettera del veggente Myricae: Lavandare Novembre X Agosto L assiuolo Canti di Castelvecchio Gelsomino notturno Primi Poemetti Italy Il fanciullino Il piacere: Andrea Sperelli Alcyone: La sera fiesolana La pioggia nel pineto Desolazione del povero poeta sentimentale I colloqui: La signorina Felicita Totò Merumeni (in fotocopia) Le poetiche delle avanguardie storiche Filippo T.Marinetti Aldo Palazzeschi Fondazione e manifesto del futurismo; Manifesto tecnico della letteratura futurista Lasciatemi divertire 3 Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 10

11 Italo Svevo L impiegato Schmitz I primi romanzi La coscienza di Zeno: la nuova forma del romanzo Luigi Pirandello La crisi dell io e della realtà oggettiva Principi di poetica e modalità di rappresentazione La rivoluzione teatrale di Pirandello Ungaretti e la poesia pura Umberto Saba Psicoanalitico prima della psicoanalisi Il vissuto e il poetico La rima fioreamore Eugenio Montale Un testimone del nostro tempo Ossi di seppia Gli sviluppi della lirica montaliana La coscienza di Zeno La prefazione del dottor S. La proposta di matrimonio Ritratto di Augusta La vita è una malattia L umorismo: Il sentimento del contrario Il flusso continuo della vita Il fu Mattia Pascal Uno, nessuno e centomila: Non conclude - Novelle per un anno Il treno ha fischiato Enrico IV: La vita, la maschera, la follia Sei personaggi in cerca di autore: L irruzione dei personaggi sul palcoscenico L Allegria: Il porto sepolto, San Martino del Carso, Veglia, Fratelli, Soldati I fiumi. Sentimento del tempo: L isola Non gridate più Il Canzoniere La capra A mia moglie Mio padre è stato per me l assassino Vivevo allora a Firenze, e una volta (in fotocopia) Amai Ossi di seppia: I limoni Non chiederci la parola Spesso il male di vivere Le occasioni: La casa dei doganieri Non recidere, forbice, quel volto La bufera e altro: L anguilla Satura: Ho sceso, dandoti il braccio Avevamo studiato per l'aldilà (in fotocopia) Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 11

12 3. METODI DEL PERCORSO FORMATIVO E ATTIVITÀ DI RECUPERO Nello studio della storia della letteratura sono state privilegiate la lettura e l analisi dei testi, dai quali sono stati desunti i principi di poetica dei vari autori. L opera dunque è stata il punto di partenza per comprendere l autore e riflettere sulle tematiche affrontate. Questa impostazione ha richiesto un intervento attivo degli alunni, dando origine a lezioni dialogiche. Fin dal terzo anno del liceo gli studenti sono stati esercitati nelle tipologie di esame, quest anno in modo particolare sono state dedicate alcune lezioni all approfondimento dell argomentazione, essenziale per uno studio liceale e per un corretto svolgimento della Tipologia B. 4. MEZZI SPAZI E TEMPI DEL PERCORSO FORMATIVO E stato utilizzato il seguente libro di testo: Luperini, Cataldi, Marchiani, Marchese La letteratura come dialogo, Palumbo Editore, volumi 2, 3a e 3b. Sono state fatte solo delle piccole integrazioni di fotocopie come risulta dal programma svolto. 5. CRITERI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE Le prove scritte, due nel trimestre e tre nel pentamestre, sono state organizzate conformemente alle indicazioni ministeriali in tipologie A, B, C, D ( analisi testuale guidata, saggio breve o articolo di giornale con documentazione, tema storico, tema generale). La valutazione è stata data sia in decimi sia in quindicesimi, secondo le griglie allegate. La valutazione ha tenuto conto delle seguenti capacità: conoscere gli argomenti oggetto di studio saper organizzare e riferire le proprie conoscenze in modo chiaro, preciso e coerente saper usare un lessico specifico e appropriato saper cogliere il significato delle conoscenze acquisite, saperle analizzare sotto vari punti di vista e metterle in rapporto anche con conoscenze acquisite in altri ambiti disciplinari. Il livello di sufficienza è definito dal possesso delle conoscenze e delle competenze indicate ai punti a), b), c) e dal grado di autonomia raggiunto riguardo al punto d). Vicenza, 15 maggio 2015 Firma del docente Stefania Lievore Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 12

13 RELAZIONE E PROGRAMMA DI FILOSOFIA Classe: 5^ Sez A Prof.ssa Diana Sartori 1. Obiettivi raggiunti dalla classe: in termini di conoscenze Nell'acquisizione dei contenuti disciplinari, e specificatamente nell acquisizione di concetti, argomenti, procedure, linguaggi specifici, le conoscenze della classe risultano abbastanza buone. in termini di competenze Nell applicazione delle conoscenze acquisite la classe ha raggiunto un livello abbastanza buono. in termini di capacità Nella capacità di analisi, di sintesi, di rielaborazione critica delle conoscenze acquisite, nella applicazione delle stesse la classe ha raggiunto un livello abbastanza buono. 2. CONTENUTI DEL PERCORSO FORMATIVO E TEMPI DI REALIZZAZIONE N. Titolo del modulo, unità didattica, argomento Contenuti disciplinari Il criticismo kantiano (non il periodo precritico) La Critica della Ragione Pura; L'etica kantiana e la Critica della Ragione Pratica 1. KANT La Critica del giudizio Il pensiero politico di Kant: Risposta alla domanda Che cos'è l'illuminismo?, la critica dello stato paternalistico, Per la pace perpetua. Caratteri generali del Romanticismo LA FILOSOFIA DEL 2. L'estetica romantica ROMANTICISMO Naturphilosophie Romanticismo politico (in rapporto a Storia) 3 VERSO L'IDEALISMO Verso l'idealismo: il dibattito postkantiano sulla cosa in sé 4 FICHTE 1. Il passaggio dal kantismo all'idealismo 2. La Dottrina della scienza e i suoi tre principi: la struttura dialettica dell Io 1. L'idealismo etico: il primato della ragion pratica 2. Il pensiero politico: i Discorsi alla nazione tedesca Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 13

14 N. Titolo del modulo, unità didattica, argomento Contenuti disciplinari - L assoluto come indifferenza di spirito e natura: le critiche a Fichte 5 SCHELLING - La filosofia della natura - L'estetica - Lo sviluppo del pensiero di Schelling: solo in sintesi La filosofia dell identità Introduzione: l'idealismo assoluto, la dialettica, la struttura del sistema La Fenomenologia dello spirito: Il ruolo della fenomenologia all interno del sistema; L'itinerario della coscienza e le sue figure Il sistema: - La logica 6 HEGEL - La filosofia della natura - La filosofia dello spirito - Lo spirito soggettivo 1. Lo spirito oggettivo( diritto, moralità, eticità) 1. L'eticità: famiglia, società civile, stato - La filosofia della storia 2. Lo spirito assoluto - L arte - La religione - Filosofia e storia della filosofia 7 FEUERBACH 8 MARX 9 SCHOPENHAUER 1. Destra e Sinistra hegeliana 2. La critica a Hegel 3. La critica della religione Caratteri generali del pensiero marxiano Il giovane Marx: filosofia ed emancipazione umana Concezione materialistica della storia e socialismo L'analisi della società capitalistica Il mondo della rappresentazione come velo di Maya Il mondo come volontà Le vie di liberazione Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 14

15 N Titolo del modulo, unità didattica, argomento KIERKEGAARD Tratti generali del positivismo Contenuti disciplinari Caratteri generali del pensiero: esistenza, angoscia, scelta Esistenza e comunicazione Gli stadi dell'esistenza: vita estetica, vita etica, vita religiosa Caratteri generali del positivismo Cenni alla legge dei tre stadi di Comte 12 NIETZSCHE 13 FREUD E LA PSICOANALISI Caratteristiche del pensiero e della scrittura di Nietzsche Il senso tragico del mondo Il linguaggio e la storia (Seconda inattuale) Il periodo illuministico Il superuomo e l'eterno ritorno La critica della morale e della religione Introduzione : la rivoluzione psicoanalitica La scoperta dell'inconscio La metapsicologia La terapia psicoanalitica 3. METODI DEL PERCORSO FORMATIVO E ATTIVITÀ DI RECUPERO Si è utilizzata in prevalenza la lezione frontale, ma si sono fatte attività di analisi e discussione a partire da letture e materiali audiovisivi 4. MEZZI SPAZI E TEMPI DEL PERCORSO FORMATIVO Testo adottato: Cioffi Luppi Zanette Il discorso filosofico vol 2b e vol 3a Integrazioni al testo adottato (soprattutto per la lettura dei testi), tecnologie audiovisive. 5. CRITERI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE Criteri comuni adottati dal dipartimento. Verifiche orali, prove scritte, test oggettivi Firma del docente Prof.ssa Diana Sartori Vicenza, 15 maggio 2015 Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 15

16 RELAZIONE E PROGRAMMA DI STORIA Classe: 5^ Sez: A Prof.ssa Diana Sartori 1. Obiettivi raggiunti dalla classe: in termini di conoscenze Nell'acquisizione dei contenuti disciplinari, e specificatamente nell acquisizione di concetti, argomenti, procedure, linguaggi specifici, le conoscenze medie della classe risultano abbastanza buone. in termini di competenze Nell applicazione delle conoscenze acquisite la classe ha mediamente raggiunto un livello abbastanza buono. in termini di capacità Nella capacità di analisi, di sintesi, di rielaborazione critica delle conoscenze acquisite, nell applicazione delle stesse la classe ha raggiunto mediamente un livello discreto. CONTENUTI DEL PERCORSO FORMATIVO La pesante riduzione delle ore di storia nel nuovo ordinamento ha reso arduo svolgere il programma ministeriale nella sua compiutezza, la docente ha accumulato ritardo nell'avanzamento del programma durante i due anni precedenti e pur sintetizzando vari argomenti è riuscita ad arrivare solo alle soglie della 2^ guerra mondiale. * Gli argomenti affrontati trovano i seguenti riferimenti nel manuale in adozione. N. 1. Titolo del modulo, unità didattica, argomento LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE (Vol 2.1 UNITA 5) Contenuti disciplinari CAP.10 LE ORIGINI DELL INDUSTRIALIZZAZIONE Approfondimento: Modelli di sviluppo. Le fasi di Rostow e il modello di Gerschenkron sull industrializzazione tardiva. 2 LE ORIGINI DELLA POLITICA CONTEMPORANEA CAP.11 STATO E IDEOLOGIE POLITICHE NELL (Vol.2.2 UNITÀ 6 ) 3 LE LOTTE PER LA CAP. 12 RESTAURAZIONI E RIVOLUZIONI ( ) Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 16

17 LIBERTÀ (UNITÀ 7) nella sintesi sintesi (escluso guerra civile Svizzera) CAP. 13 LE AMERICHE Nella sintesi ( 13.5 solo La dottrina Monroe: l America agli Americani ) CAP. 14 IL RISORGIMENTO ITALIANO CAP. 15 LE RIVOLUZIONI DEL IL MONDO BORGHESE (UNITÀ 8) 5 L UNITÀ D ITALIA CAP. 16 SOCIETÀ BORGHESE E MOVIMENTO OPERAIO solo L enciclica «Quanta cura» e il «Sillabo» CAP. 17 L UNIFICAZIONE NAZIONALE (UNITÀ 9 ) 6 LA POLITICA DI POTENZA (UNITÀ 10 ) CAP. 18 I PROBLEMI DELL UNIFICAZIONE CAP. 19 L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE ( ) sintesi ,19.9,19.10 sintesi CAP. 20 I NUOVI MONDI: STATI UNITI E GIAPPONE , il resto in sintesi CAP. 21 IMPERIALISMO E COLONIALISMO CAP. 22 L ITALIA LIBERALE (Ma 22.4 nella sintesi) 7 INDUSTRIALIZZAZION E E SOCIETA DI MASSA (Vol 3.1 UNITA 1) 8 L EUROPA E IL MONDO ALLA VIGILIA DELLA GUERRA (UNITA 2) CAP. 1 - LA SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE CAP. 2 - VERSO LA SOCIETA DI MASSA (escluso 2.12) CAP. 3 - L EUROPA TRA DUE SECOLI CAP. 4 - IMPERIALISMO E RIVOLUZIONE NEI CONTINENTI EXTRAEUROPEI (Nella sintesi) CAP. 5 - L ITALIA GIOLITTIANA 9 GUERRA E RIVOLUZIONE CAP.6 - LA PRIMA GUERRA MONDIALE Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 17

18 (UNITA 3) CAP.7 - LA RIVOLUZIONE RUSSA CAP. 8 L EREDITA DELLA GRANDE GUERRA CAP.9 IL DOPOGUERRA IN ITALIA E L AVVENTO DEL FASCISMO 10 LA GRANDE CRISI E I TOTALITARISMI (UNITA 4) 11 LA SECONDA GUERRA MONDIALE E IL SECONDO DOPOGUERRA (Vol.3.2 UNITA 1) CAP.10 - ECONOMIA E SOCIETA NEGLI ANNI 30 CAP.11 L ETA DEI TOTALITARISMI CAP.12 L ITALIA FASCISTA CARATTERI GENERALI CAP LA SECONDA GUERRA MONDIALE SOLO IN ESTREMA SINTESI SE POSSIBILE NELLE ULTIME LEZIONI 3. METODI DEL PERCORSO FORMATIVO E ATTIVITÀ DI RECUPERO Si è utilizzata in prevalenza la lezione frontale, ma si sono fatte attività di analisi e discussione a partire da letture e materiali audiovisivi 4. MEZZI SPAZI E TEMPI DEL PERCORSO FORMATIVO Testo adottato: A.Giardina, G.Sabbatucci, Profili storici, edizioni Laterza. Vol.2.2, Vol. 3.1, Vol.3.2 Materiale documentario e filmico. 5. CRITERI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE Criteri secondo la programmazione di dipartimento. Verifiche orali, prove scritte, test oggettivi Firma del docente Prof.ssa Diana Sartori Vicenza, 15 maggio 2015 Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 18

19 RELAZIONE E PROGRAMMA DI INGLESE Classe: 5^ Sez: A Prof.ssa Nizzero Cristina 1. Obiettivi raggiunti dalla classe: in termini di conoscenze Nell'acquisizione dei contenuti disciplinari, e specificatamente nell acquisizione di concetti, argomenti, procedure, linguaggi specifici, le conoscenze della classe risultano discrete, in alcuni casi ottime in termini di competenze Nell applicazione delle conoscenze acquisite la classe ha raggiunto un livello mediamente discreto, ottimo per alcuni in termini di capacità Nella capacità di analisi, di sintesi, di rielaborazione critica delle conoscenze acquisite, nell applicazione delle stesse la classe ha raggiunto un livello discreto, ottimo per alcuni CONTENUTI DEL PERCORSO FORMATIVO E TEMPI DI REALIZZAZIONE N. Titolo del modulo, unità didattica, argomento Contenuti disciplinari Mese programmato 1. The Romantic Age An introduction settembre 2. W.Wordsworth Preface to the 2 nd edition of Lyrical Ballads settembre I Wandered Lonely as a Cloud settembre 3. S.T.Coleridge The Rime ottobre Part I, III, VII (ll ) 4. The Victorian Age An introduction; ottobre novembre The Victorian compromise; workhouses; the Victorian novel 5. C.Dickens Oliver asks for more from Oliver Twist Novembre Coketown, Facts from Hard Times 10. O.Wilde The Picture of Dorian Gray (lettura estiva versione integrale) dicembre Basil Hallward, Dorian s Death Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 19

20 11. The War Poets R.Brooke, S.Sassoon, W.Owen gennaio The Soldier, They, Dulce et Decorum Est 12. The Modern Age The Age of anxiety febbraio 13. V.Woolf From Mrs Dalloway, an extract: Febbraio-marzo Bond Street 14. J.Joyce From Dubliners, Eveline Marzo-aprile from Ulysses, an extract: Molly Bloom's final monologue 15. G.Orwell From 1984, two extracts: maggio Text one (Part 1, Chapter 1) Newspeak (Part 1, Chapter 5) 3. METODI DEL PERCORSO FORMATIVO E ATTIVITÀ DI RECUPERO Lo studio della letteratura è partito dalla lettura dei testi di prosa e di poesia, con successivo commento e analisi, attraverso esercizi mirati alla comprensione, all'analisi delle tecniche narrative e dello stile, per arrivare ai temi, agli autori, al contesto letterario, ponendo attenzione, per quanto possibile, a collegamenti tra diverse discipline. Lezioni frontali sono state alternate a lavori di gruppo o di coppia allo scopo di stimolare la discussione e di rinforzare l'esercizio dell'espressione orale. I compiti per casa sono sempre stati corretti in classe. Si è cercato di preparare gli alunni alla seconda prova scritta d'esame con compiti mirati ad esercitarli su comprensione del testo e produzione. A questo scopo si è fatto uso di alcune prove ministeriali degli anni precedenti, usate anche nella prova di simulazione concordata con i colleghi del Consiglio. Gli alunni sono stati preparati, in particolare durante la prima parte dell anno scolastico, a fornire risposte scritte a quesiti di argomento letterario in un certo numero di parole in previsione della terza prova d'esame. Da quando a gennaio è giunta comunicazione dal Ministero che gli studenti avrebbero dovuto affrontare la seconda prova scritta obbligatoriamente in lingua inglese (Lingua 1), gli sforzi sono stati diretti unicamente verso questo tipo di prova. 4. MEZZI SPAZI E TEMPI DEL PERCORSO FORMATIVO Testo in adozione: Only Connect..New Directions, Marina Spiazzi, Marina Tavella, LINGUE ZANICHELLI, Vol.1 e 2 Materiale in fotocopia Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 20

21 CD/DVD Lavagna interattiva 5. CRITERI E STRUMENTI DI VALUTAZIONE Per la valutazione delle verifiche orali si è tenuto conto dei seguenti fattori: la capacità di esprimersi con semplicità, chiarezza ed efficacia, organizzando il discorso con buona logica e coerenza; la conoscenza dei contenuti; la capacità di rielaborazione; la correttezza della pronuncia. Per la valutazione delle verifiche scritte sono stati tenuti in considerazione i seguenti fattori: la comprensione del testo, la correttezza formale, la capacità di rielaborazione e di sintesi, la conoscenza dei contenuti. Si fa riferimento alla griglia di valutazione concordata con i colleghi di lingue per la prova scritta. Il Dipartimento di Inglese del Liceo Pigafetta segnala che gli esempi di Seconda Prova scritta (Inglese) pubblicati dal MIUR in data 30 aprile 2015, acquisiti dai docenti il 6 maggio u.s., presentano delle novità significative rispetto alla prassi da tempo consolidata dei Licei Linguistici. In particolare si rilevano: la presenza di quattro tipologie di testo (non più due) tra cui scegliere; l introduzione di due ambiti (artistico e storico- sociale) completamente nuovi; - la richiesta di una riflessione sul testo che implica l utilizzo di competenze linguistiche superiori a quelle previste dal profilo in uscita dello studente, secondo la cosiddetta Legge Gelmini. La tempistica con cui queste novità sono state comunicate ha impedito sia di allenare gli studenti alla nuova prova d esame, sia di somministrare una simulazione d esame conforme ai sopracitati cambiamenti. Firma del docente Prof.ssa Cristina Nizzero Vicenza, 15 maggio 2015 Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 21

22 RELAZIONE E PROGRAMMA DI TEDESCO Classe: 5^ Sez : A Prof.Gaetano Callegaro Obiettivi raggiunti dalla classe: in termini di conoscenze Nell'acquisizione dei contenuti disciplinari, e specificatamente nell acquisizione di concetti, argomenti, procedure, linguaggi specifici, le conoscenze della classe risultano mediamente discrete, per alcuni allievi sono buone o ottime in termini di competenze Nell applicazione delle conoscenze acquisite la classe ha raggiunto un livello mediamente discreto, per alcuni allievi il livello è buono o ottimo in termini di capacità Nella capacità di analisi, di sintesi, di rielaborazione critica delle conoscenze acquisite, nell applicazione delle stesse la classe ha raggiunto un livello mediamente discreto, per alcuni allievi il livello è buono o ottimo 2. CONTENUTI DEL PERCORSO FORMATIVO E TEMPI DI REALIZZAZIONE N. Titolo del modulo, unità didattica, argomento Contenuti disciplinari Mese programmato 1. Romantik J. von Eichendorff: Mondnacht, Der Taugenichts; settembre - ottobre 2. Realismus H. Heine: Das Fräulein stand am Meere, Die Weber, Deutschland. Ein Wintermärchen Th. Fontane: Effi Briest 3. Jahrhundertwende G. Trakl: Grodek F. Kafka: Das Urteil, Der Brief an den Vater, Die Verwandlung novembre - dicembre gennaio - febbraio 4. Weimarer Republik H. Hesse: Siddhartha B. Brecht: Das Kreidekreuz B. Brecht: Mein Bruder war ein Flieger; General,dein Tank; 1940 (Mein junger Sohn); An die Nachgeborenen; Die Lösung; Fragen eines lesenden Arbeiters 5. Gegenwart P. Weiss: Die Ermittlung; P. Celan: Todesfuge W. Borchert: Die Küchenuhr; marzo - aprile aprile - maggio Liceo statale Antonio Pigafetta, Vicenza Documento del Consiglio di Classe 22

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5 C Indirizzo:

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

Indirizzo odontotecnico a.s. 2015/2016

Indirizzo odontotecnico a.s. 2015/2016 I.P.S.I.A E. DE AMICIS - ROMA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA Classe 5C Indirizzo odontotecnico a.s. 2015/2016 Prof. Rossano Rossi La programmazione è stata sviluppata seguendo le linee guida ministeriali

Dettagli

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio SEZIONE TECNICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro Di Matematica Secondo Biennio DOCENTE CENA LUCIA MARIA CLASSI 4 BM Libri di testo: Bergamini-Trifone-Barozzi Mod.U verde Funzioni e limiti Mod.V verde Calcolo

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2013/2014 CLASSE: 5 a I.T.A.S.

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2010/2011 CLASSE 5 a Biologico

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. SCUOLA: CIVICO LICEO LINGUISTICO A.MANZONI DOCENTE: FABIO NUNZIATA MATERIA: ITALIANO Classe 5 Sezione H OBIETTIVI Cognitivi 1. conoscere adeguatamente le regole del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 MATERIA ITALIANO N ore settimanali n.4 INSEGNANTE Sergio Spadoni CLASSE IV C LIVELLO DI PARTENZA Il comportamento degli allievi non è sempre corretto e disciplinato

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Matematica e Complementi di Matematica Classe: 4 AI A.S. 2015/16 Docente: Carollo Maristella ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: 4A ind. TURISMO Matematica Docente: CABERLOTTO GRAZIAMARIA Situazione di partenza della classe La classe è composta da 24 alunni di

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO Anno scolastico 2014-2015 MATERIA ITALIANO CLASSE 5 SEZIONE A Liceo scientifico opzione scienze applicate DOCENTE DOSSO BARBARA ORE DI LEZIONE 4 SETTIMANALI **************** OBIETTIVI

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

DIPARTIMENTO SCIENTIFICO

DIPARTIMENTO SCIENTIFICO DIPARTIMENTO SCIENTIFICO PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE DI MATEMATICA CLASSI QUINTE Anno scolastico 2015/2016 Ore di lezione previste nell anno: 165 (n. 5 ore sett. x 33 settimane) 1. FINALITÀ DELL INSEGNAMENTO

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE MATEMATICA CLASSE 3 AS ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

Piano di Lavoro Di MATEMATICA. Secondo Biennio

Piano di Lavoro Di MATEMATICA. Secondo Biennio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Via Gallo Pecca n. 4/6-10086 Rivarolo Canavese Tel 0124 454511 - Cod. Fiscale 85502120018 E-mail: segreteria@istitutomoro.it

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO a.s. 2014/2015 MATERIA MATEMATICA CLASSE DOCENTE 5^ SEZIONE D DI LEO CLELIA Liceo Scientifico delle Scienze Applicate ORE DI LEZIONE 4 **************** OBIETTIVI saper definire e classificare

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli

Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only Connect 1 New Directions Zanichelli ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE III SEZ C. INDIRIZZO LL PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. MUSSONI ROSSANA INGLESE Spiazzi Tavella PERFORMER FCE TUTOR Zanichelli Spiazzi Tavella Only

Dettagli

I.S.I.S. Zenale e Butinone - Dipartimento di Matematica P.A.L. CLASSE 5^ TECNICO TUR. a.s. 14/15 pag.1

I.S.I.S. Zenale e Butinone - Dipartimento di Matematica P.A.L. CLASSE 5^ TECNICO TUR. a.s. 14/15 pag.1 I.S.I.S. Zenale e Butinone - Dipartimento di Matematica P.A.L. CLASSE 5^ TECNICO TUR. a.s. 14/15 pag.1 ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE Vale la pena di insegnare un argomento solo

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ITALIANO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo sviluppo e l approfondimento delle quattro abilità di base (ascolto, lettura, rielaborazione

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

Obiettivi Cognitivi - Mantenere consolidati gli aspetti fondamentali della fonetica delle lingua cinese e del sistema di trascrizione pinyin.

Obiettivi Cognitivi - Mantenere consolidati gli aspetti fondamentali della fonetica delle lingua cinese e del sistema di trascrizione pinyin. Docente G. Colombo Materia L. Cinese Classe VL Programmazione Preventiva Anno Scolastico 2012-2013 Data 31/10/2012 Obiettivi Cognitivi - Mantenere consolidati gli aspetti fondamentali della fonetica delle

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Pag. 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Prof.ssa Paola VERGANI Materia MATEMATICA Classe V Sez. D ss Testi adottati: - Bergamini- Trifone- Barozzi Fondamenti di calcolo algebrico

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura

Conoscenze, abilità e competenze. Saper collocare. fatti nel tempo e nello spazio;conoscere il contesto storico in cui nasce la letteratura Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Indirizzi: Trasporti Marittimi / Apparati ed Impianti

Dettagli

DIPARTIMENTO DI MATERIA COMPETENZE/CONOSCENZE MINIME PER IL RECUPERO DELL INSUFFICIENZA E CRITERI DI VALUTAZIONE E CORREZIONE DELLE PROVE

DIPARTIMENTO DI MATERIA COMPETENZE/CONOSCENZE MINIME PER IL RECUPERO DELL INSUFFICIENZA E CRITERI DI VALUTAZIONE E CORREZIONE DELLE PROVE Pagina di 4 ANNO SCOLASTICO 0/03 DIPARTIMENTO DI: INDIRIZZO: Materie letterarie Liceo scientifico BIENNIO TRIENNIO RIUNIONE DEL 9 aprile 03 Orario di inizio 4,30 orario di conclusione 6,00 PRESENTI: ASSENTI:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ambito disciplinare ITALIANO Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 TRAGUARDI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE al termine della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO

PROGRAMMA DI ITALIANO LICEO SCIENTIFICO "A. EINSTEIN" ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE V C Prof. Paolo Albergati PROGRAMMA DI ITALIANO Testo in adozione: G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria, La letteratura, Paravia,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI"

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI" Indirizzi: Scienze applicate- Scienze umane- Economico-sociale - Linguistico- Classico-Musicale Via Roma, 66-81059 VAIRANO PATENORA-SCALO (CE) Tel.-fax- 0823/988081

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Liceo Artistico Statale di Crema e Cremona Bruno Munari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE Cod. Doc.: M 7.3 A-1 Rev. 1 del : 12/06/03 Anno scolastico 2011 / 2012 INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA DI LINGUA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15 PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 04-5 Competenze previste Abilità dello studente Conoscenze sapersi orientare sui concetti generali relativi alle istituzioni statali,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE MATEMATICA-INFORMATICA. Classe Quarta. (Aggiornato) ANNO SCOLASTICO 2011/12

PROGRAMMAZIONE ANNUALE MATEMATICA-INFORMATICA. Classe Quarta. (Aggiornato) ANNO SCOLASTICO 2011/12 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S. CATERINA CANIANA Via Polaresco 19 24129 Bergamo Tel:035 250547 035 253492 Fax:035 4328401 http://www.istitutocaniana.it email: canianaipssc@istitutocaniana.it

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2012/2013 ITALIANO A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Prof. David Baragiola 1 L AMBITO DISCIPLINARE DI ITALIANO STABILISCE

Dettagli

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo classico Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, Il piacere dei testi, vol. 5 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volume

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo

PROGRAMMA. MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo PROGRAMMA MATERIA: ITALIANO DOCENTE: RAIMONDO Carlo LIBRI DI TESTO ADOTTATI: G. Baldi, S Giusso, La letteratura, vol. 4 R, Luperini, P. Cataldi, Il nuovo la scrittura e l interpretazione - Volumi 5 e 6

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 4Asa Indirizzo di studio Scienze applicate - Nuovo ordinamento Docente Disciplina

Dettagli

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE pag.1 ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE Vale la pena di insegnare un argomento solo se si ritiene di poterlo approfondire ad un punto tale da poter formulare domande non banali con

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010/11 Docente: Antonio Gottardo Materia: Matematica Classe: 5BSo Liceo delle Scienze Sociali 1. Nel primo consiglio di classe sono stati definiti gli obiettivi

Dettagli

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO

IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO MATERIA: ITALIANO IIS FERMI GALILEI CIRIE TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSI: SECONDO BIENNIO INDIRIZZO LICEO SCIENTIFICO A.S. 2013-2014 Competenze chiave trasversali di cittadinanza

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini Corsi di Studio: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA- Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometra Liceo Linguistico/Linguistico Moderno -

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze

CLASSI PRIME PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO. Conoscenze PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO CLASSI PRIME Conoscenze Il sistema e le strutture fondamentali della lingua italiana ai diversi livelli: fonologia, ortografia, morfologia, sintassi del verbo. Le strutture della

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. FRUZZETTI

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA Nucleo tematico Oralità Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti -Ascolta e comprende messaggi

Dettagli

DIPARTIMENTO LINGUISTICO a. s. 2013/14

DIPARTIMENTO LINGUISTICO a. s. 2013/14 DIPARTIMENTO LINGUISTICO a. s. 2013/14 BIENNIO (S.C., L.S., ITT, T.T.) OBIETTIVI COMPORTAMENTALI E TRASVERSALI Il dipartimento linguistico individua obiettivi comportamentali trasversali indispensabili

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua

Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua DIPARTIMENTO DI LINGUE STRANIERE Inglese I Lingua - Francese II Lingua - Tedesco III Lingua Modalità di verifica e criteri di valutazione MODALITA DI VERIFICA BIENNIO Le verifiche, frequenti e diversificate,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2013 / 2014 Dipartimento: MATEMATICA Coordinatore: ROVETTA ROBERTA Classe: 5 Indirizzo: TECNICO DEI SERVIZI TURISTICI Ore di insegnamento settimanale:

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO "G. ASPRONI E. FERMI" PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO G. ASPRONI E. FERMI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO "G. ASPRONI E. FERMI" PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016 Docente: Carla Ada Piu Disciplina: Matematica e Complementi di matematica CLASSE

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Anno scolastico 2015 / 2016 Piano di lavoro individuale LICEO "Dante Alighieri" Classe: V LICEO linguistico e scientifico Insegnante: ZERBI Raffaella

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione Via Saint Denis 200 20099 Sesto San Giovanni Tel.: 02.26224610/16/10 Fax 02.2480991 Sito: www.iisdenicola.it - e_mail uffici: info@iisdenicola.it Anno scolastico: 2013/2014

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSI SECONDE SA

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSI SECONDE SA PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSI Monte ore annuo 132 66 MODULO DI RACCORDO MODULO DI RACCORDO Il testo poetico: introduzione Il tramonto della Repubblica OBIETTIVI OBIETTIVI Gli obiettivi

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 7 04/12/2013 118 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014

Dettagli

Programmazione annuale docente classi 1^ - 2^ - 3^-4^

Programmazione annuale docente classi 1^ - 2^ - 3^-4^ Programmazione annuale docente classi 1^ - 2^ - 3^-4^ Docente Anna Maria Candiani Classe IV sez. A Indirizzo Sistemi informativi aziendali Materia di insegnamento Matematica Applicata Libro di testo Bergamini

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

Eventuale anticipo di elementi di analisi poetica o del testo teatrale. Lettura più ampia possibile dei Promessi sposi

Eventuale anticipo di elementi di analisi poetica o del testo teatrale. Lettura più ampia possibile dei Promessi sposi PROGRAMMAZIONE ELABORATA DAL DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO VIAN La programmazione di Dipartimento ha carattere indicativo dei contenuti ritenuti imprescindibili per ciascun anno, i quali potranno essere

Dettagli

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Finalità formative generali di tipo cognitivo I docenti di Italiano e Latino del triennio riconoscono

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA

I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA I.P.S.S.S. DE AMICIS ROMA PROGRAMMAZIONE a.s, 2014 2015 DIPARTIMENTO: MATERIE LETTERARIE MATERIA: ITALIANO COORDINATORE: De Benedictis Rosa Maria Classi: Quinte ARGOMENTO I: POSITIVISMO, NATURALISMO, VERISMO.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio.

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio. ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio Obiettivi specifici ITALIANO Attività ASCOLTO - Applicare le strategie dell ascolto

Dettagli

LICEO STATALE G. GUACCI

LICEO STATALE G. GUACCI LICEO STATALE G. GUACCI BENEVENTO Programmazione Didattica Modulare di Lingua e Letteratura Italiana Classe III sezione B Ind. Scienze Applicate Anno scolastico 2015 2016 Presentazione della classe: La

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: MATEMATICA Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 Docente: POLONIO NADIA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe risponde adeguatamente alle proposte formative, e lavora in modo disciplinato,

Dettagli

Al Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia

Al Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia PIANO DI LAVORO ANNUALE Al Dirigente Scolastico dell I.T.S.T. F. Algarotti Venezia prof.ssa LAURA MARCHETTO Classe 3 sez. H MATEMATICA a.s 2014/15 B Obiettivi generali da raggiungere: Lo studente rispetti

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F

PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F LICEO SCIENTIFICO STATALE G. CASTELNUOVO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ITALIANO CLASSE V SEZ. F Testi adottati: Corrado Bologna, Paola Rocchi, Rosa fresca aulentissima, ed.loescher (vol.4-5-6)

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Innocenzo XII ANZIO (Roma) Programmazione Generale Dipartimento di Lettere BIENNIO SCIENTIFICO

Liceo Scientifico Statale Innocenzo XII ANZIO (Roma) Programmazione Generale Dipartimento di Lettere BIENNIO SCIENTIFICO Liceo Scientifico Statale Innocenzo XII ANZIO (Roma) Programmazione Generale Dipartimento di Lettere BIENNIO SCIENTIFICO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Questa programmazione fornisce orientamenti generali

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Manutenzione e assistenza tecnica DISCIPLINA: MATEMATICA. CLASSI: Terza Quarta Quinta

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Manutenzione e assistenza tecnica DISCIPLINA: MATEMATICA. CLASSI: Terza Quarta Quinta ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO E. BERNARDI PADOVA Anno Scolastico 2014-2015 INDIRIZZO: Manutenzione e assistenza tecnica DISCIPLINA: MATEMATICA CLASSI: Terza Quarta Quinta Anno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO

PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Via dei Carpani 19/B 31033 Castelfranco V. ( TV ) Pag. 1 di 10 Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTUALITA DIDATTICA DIPARTIMENTO Disciplina ITALIANO Classe PRIMA DATI IN EVIDENZA IN PREMESSA (richiami al

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2014 / 2015 Dipartimento: MATEMATICA Coordinatore: TRIMBOLI SILVIA Classe: 4 Indirizzo: Istituto Tecnico per il Turismo orientamento sportivo Ore di insegnamento

Dettagli