PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DELLA CLASSE V Sezione G. Disciplina: ITALIANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DELLA CLASSE V Sezione G. Disciplina: ITALIANO"

Transcript

1 PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DELLA CLASSE V Sezione G Disciplina: ITALIANO DOCENTE: ANNA BARBIERI Libri di testo adottati: R. Luperini e altri, La scrittura e l interpretazione; La Divina Commedia, Paradiso, ed. varie Tempi annuali previsti per la disciplina (h. settimanali x 33 settimane) = 132 h. - Tempi annuali effettivamente utilizzati = 123 h. (comprensivi delle verifiche). MODULI Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) LIVELLO DI Approfondimento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) Preromanticismo U.Foscolo, Vita e Opere ; Ultime lettere J.Ortis ; 8 Lettera da Ventimiglia;Sonetti : Alla sera,a Zacinto,In morte del fratello Giovanni;Dei Sepolcri:vv Il neoclassicismo foscoliano: Le Grazie-Il velo delle Grazie Romanticismo Definizioni e caratteri Il romanticismo tedesco : Holderlin-Diotima Novalis : Inno alla notte F. Schiller, Poesia ingenua e sentimentale 4 TEMPI IN ORE Manzoni biografia essenziale Scritti di poetica: da Lettera a Ms. Chauvet: il rapporto tra poesia e storia da Lettera a C.D Azeglio: l utile, il vero, l interessante Prefazione al Conte di Carmagnola: sintesi Inni sacri, La Pentecoste: analisi dello stile e dell ideologia (il rapporto tra cristianesimo e illuminismo) Adelchi,atto III, Coro Adelchi, atto IV, morte di Ermengarda: la provida sventura Il cinque maggio: analisi della struttura e del tema (il rapporto tra potere umano e potenza divina) I Promessi Sposi: conoscenza generale Novità di contenuti e stile (diseroicizzazione, realismo, punto di vista) Sistema dei personaggi Cap. XXXIII : la vigna di Renzo 11

2 MODULI Romanticismo Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) Leopardi la vita e la poetica: dalla poesia ingenua alla poesia- pensiero; il sistema filosofico : dal sistema della natura e delle illusioni alla crisi dell antropocentrismo, alla valorizzazione della fraternità sociale Epistolario, A Pietro Giordani (aprile 1817) LIVELLO DI Approfondimento (Ottimo - Discreto Sufficiente - cenni) TEMPI IN ORE Zibaldone La teoria del piacere [ ] fotocopia Il mondo non è fatto per l uomo [ ] Lo stato di souffrance [ ] Una contraddizione spaventevole [4128] Pensieri, LXVIII, la noia 14 Operette morali Dialogo della Natura e di un Islandese Dialogo di Plotino e di Porfirio(passi) Dialogo di Tristano e di un amico Dialogo di Prometeo Dialogo di Colombo e Gutierrez Canti Ultimo canto di Saffo L infinito A Silvia La sera del di' di festa Canto notturno di un pastore errante dell Asia La ginestra (vv. 1-86, , )

3 MODULI Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) LIVELLO DI Approfondimento (Ottimo - - Discreto Sufficiente - cenni) L età del realismo La Scapigliatura milanese definizione di avanguardia dichiarazione di poetica: E. Praga, Preludio Discreto TEMPI IN ORE 2 Il naturalismo francese Il romanzo: dalla partecipazione all impersonalità E. Zola, La fortuna dei Rougon Prefazione Discreto E. Zola, Il romanzo sperimentale, 3 Il verismo italiano confronto Verga-Zola G. Verga la vita e le opere l adesione al verismo la rivoluzione tematica: il ciclo dei Vinti la rivoluzione stilistica: impersonalità, straniamento, regressione, discorso indiretto libero (erlebte rede) L amante di Gramigna, dedicatoria a Salvatore Farina Eva, Prefazione Vita dei campi Fantasticheria Rosso malpelo La lupa I Malavoglia: conoscenza generale la fiumana del progresso (Prefazione) la religione della famiglia il motivo dell esclusione capitolo III partim 8 Mastro Don Gesualdo la sconfitta dell arrampicatore sociale la morte di Gesualdo

4 MODULI Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) G. Carducci Il classicismo carducciano;lo sperimentalismo in ''Odi barbare'': Nevicata.La poesia di Carducci secondo A.Mola LIVELLO DI Approfondimento (Ottimo - - Discreto Sufficiente - cenni) Discreto 4 TEMPI IN ORE L età del Decadentismo Simbolismo e decadentismo francese significato del termine decadentismo il ruolo del poeta e la funzione della poesia C. Baudelaire Perdita d aureola I fiori del male Corrispondenze Albatros A una passante A. Rimbaud Lettera del veggente (lo sregolamento dei sensi) Vocali (il procedimento sinestetico) Discreto 4

5 MODULI L età del Decadentismo Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) G. Pascoli la vita la poetica del fanciullino e l ideologia piccolo-borghese l eros negato il simbolismo impressionistico democrazia linguistica; onomatopea, sinestesia e fonosimbolismo Prose Il fanciullino, passi La grande proletaria s è mossa LIVELLO DI Approfondimento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) 10 TEMPI IN ORE Myricae Canti di Castelvecchio Poemetti Lavandare X Agosto L assiuolo Temporale Novembre Ultimo sogno Il gelsomino notturno Digitale purpurea G. D Annunzio la vita inimitabile di un mito di massa l ideologia e la poetica: estetismo, superuomo, panismo Il piacere Alcyone Andrea Sperelli il verso è tutto Elogio dei miei cani La sera fiesolana La pioggia nel pineto Meriggio Nella belletta Le stirpi canore 8 Il Novecento L avanguardia futurista, i crepuscolari ed i vociani F.T. Marinetti il primo manifesto del Futurismo il manifesto tecnico della letteratura futurista Zang Tumb Tumb : Bombardamento (fotocopia) Discreto 3 S. Corazzini Desolazione del povero poeta sentimentale

6 MODULI Il Novecento Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) Le trasformazioni dell immaginario e i nuovi temi letterari: l estraneità, l angoscia, l inettitudine LIVELLO DI Approfondimento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) TEMPI IN ORE Pirandello vita e formazione culturale relativismo filosofico e poetica dell umorismo persona e personaggio, «forma» e «vita» 6 Il disajutato (E.Ghidetti) L umorismo Il fu Mattia Pascal Novelle per un anno forma e vita umorismo e comicità conoscenza generale lo strappo nel cielo di carta la lanterninosofia (fotocopia) il treno ha fischiato R. Luperini, La psicologia di Binet Il pirandellismo Svevo biografia essenziale la nascita del romanzo d avanguardia in Italia le vicende, il tema dell inettitudine e le soluzioni formali dei romanzi. Vita e letteratura La coscienza di Zeno conoscenza generale; tempo narrativo; salute e malattia la vita è una malattia Lettura integrale del romamzo Una vita 4

7 MODULI Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) LIVELLO DI Approfondimento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) TEMPI IN ORE Il Novecento Ungaretti biografia essenziale L allegria titolo, temi, religione della parola Veglia Il porto sepolto (fotocopia) San Martino del Carso I fiumi'' Sono una creatura (fotocopia) Discreto 4 Montale biografia essenziale Ossi di seppia come romanzo di formazione : l «attraversamento di d Annunzio» e la crisi del Simbolismo Non chiederci la parola Spesso il male di vivere ho incontrato I limoni Cigola la carrucola 6 Dante Paradiso: struttura la poesia della luce il tema dell ineffabilità il tema della giustizia Francesco come alter Christus Dante come scriba Dei Canti I, III, VI, XI, XVII, XXXIII 14

8 PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DELLA CLASSE V Sezione G Disciplina: LATINO DOCENTE: ANNA BARBIERI Libri di testo adottati Menghi Gori, Novae Voces ( Lucrezio, Seneca), Mondadori - A. Garbarino, Letteratura latina, Paravia - AA.VV., Comprendere e tradurre, Bompiani Tempi annuali previsti per la disciplina (3h. settimanali x 33 settimane) = 99 h. - Tempi annuali effettivamente utilizzati = 83 h. (comprensivi delle verifiche). MODULI LETTERATURA Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) Età augustea Ovidio Vita ed opere Metamorphoseon libri : tematiche,la concezione del mito in Ovidio Pigmalione (in traduzione) LIVELLO DI Approfondim ento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) 3 TEMPI IN ORE L età di Tiberio e della dinastia Giulio-Claudia: politica culturale degli imperatori; rapporto intellettuali e potere Lucano Vita Bellum civile: atipicità del tema, ideologia e rapporti con l epos virgiliano, personaggi, stile,l'angoscia lucanea Lettura in traduzione italiana: Una scena di necromanzia I ritratti di Pompeo,Cesare,Catone Il locus horridus : la selva di Marsiglia (fotocopia) 4 Petronio Satyricon: il problema dell autore, la questione del genere letterario;il presunto realismo, il plurilinguismo Lettura in traduzione italiana: L ingresso di Trimalchione La matrona di Efeso 5

9 MODULI L età dei Flavi: la politica culturale Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) Marziale Vita Epigrammata: precedenti letterari e tecnica compositiva; poetica e temi. Letture in traduzione: Epitaffio per Erotion, V, 34 LIVELLO DI Approfondim ento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) Discreto 3 TEMPI IN ORE Quintiliano Vita Institutio oratoria formazione dell oratore; rapporto oratorepoeta; cause della decadenza dell oratoria, L' aemulatio Letture in traduzione: Consigli per l educazione dei bambini, I, 1-3; L età di Traiano e Adriano: la ripresa dei generi letterari Giovenale Vita Satire:la poetica dell «indignatio» Discreto 3 Tacito Vita De vita Iulii Agricolae De origine et situ Germanorum: fonti, giudizio sui barbari Historiae e Annales: schema compositivo, sintesi dei contenuti, concezione e prassi storiografica, lingua e stile Letture in traduzione: Annales, Morte di Seneca, XV, Annales, Ritratto e morte di Petronio, XVI,

10 MODULI L età degli Antonini: la diffusione della cultura Apuleio Vita De Magia: contenuti De deo Socratis Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) Metamorphoseon libri XI: il problema delle fonti; struttura, significato, lingua e stile Lettura in traduzione: Metamorphoseon, Psiche fanciulla bellissima, IV, LIVELLO DI Approfondi mento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) Discreto 3 TEMPI IN ORE Lucrezio MODULI AUTORI Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) Vita e contesto storico De rerum natura: contenuti e modelli; tra neoterismo e tradizione; lingua LIVELLO DI Approfondi mento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) TEMPI IN ORE De rerum natura: lepos e ratio Inno a Venere, I, vv L'unicita' di ogni essere vivente II, La Venus lucreziana secondo E.Paratore De rerum natura: ratio vs. religio Il trionfo di Epicuro, I, vv Empietà della religio, I, vv De rerum natura: natura Madre o matrigna?, V, vv Voci a confronto: Lucrezio e Leopardi

11 Seneca MODULI De rerum natura: «sapientum templa serena» Le dolcezze della vita, II, vv La peste in Atene VI Conclusione dell'opera,problemi critici Unità didattiche (mono/pluridisciplinari) Vita, opere, contesto storico Dialogi, Epistulae ad Lucilium Stile della prosa senecana A. Traina, Il linguaggio della predicazione (appunti) L interiorità e il tempo LIVELLO DI Approfondi mento (Ottimo - - Discreto - Sufficiente - cenni) BUONO 15 TEMPI IN ORE De brevitate vitae Capp. 1,2,3,10 (fotocopia) De providentia 2,8-12 Il progresso in Lucrezio e Seneca : Medea,II coro (in traduzione e in fotocopia) L etica della solidarietà Epistulae ad Lucilium 47,

12 SEZIONE G DISCIPLINA : LINGUA E CIV.STRANIERA : INGLESE : ONLY CONNECT (VOL.2/3)(Zanichelli,2011) THE LITERARY READER (Parrucchini-Pajalich, Principato) AN ILLUSTRATED HISTORY OF BRITAIN (Longman) TOTALE ORE : Totale ore: 101 CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI (suddivisi per moduli e/o unità didattiche) LIVELLO DI APPROFONDIMENT O (Ottimo Discreto Sufficiente) METODI UTILIZZATI MEZZI /STRUMENTI E ORE MODULO A Utilizzo della terminologia specifica Discreto 1. APPROC CIO Appunti fotocopiati (4 ore) MODULO B Definizione di figure retoriche ed accorgimenti letterari Elementi base dell analisi del testo Tipologie Testuali Discreto 2. APPROC CIO 3. Appunti fotocopiati (4ore)

13 MODULO C Dal Pre-Romanticismo all Età Vittoriana The historical background (British and American Settings) The Pre-Romantic Movement Th. Gray Elegy Written in a Country Churchyard (pag. D23) (stanza:1,2,3,4,15,epitaph) E. Burke On The Sublime (pag. D11) Pre-Romantic Poetry W.Blake Songs of Innocence : The Lamb (pagd36) Songs of Experience : The Tyger (pag. 37) Two Generations of Romantic Poets William Wordsworth S.T. Coleridge The Preface to the Lyrical Ballads (pag. D103) Daffodils (pag.43) The Rhyme of The Ancient Mariner ( pag. 67/68/69) The Gothic Novel Mary Shelley Frankenstein J.Keats Ode on a Gracian Urn (pag. 47/48 (stanza: 1,2,ultima) P.B.Shelley 4. APPROCCIO Problem Solving 5. CLASS DISCUSSIO N Testo base, appunti Lettore DVD Testo base (22ore) MODULO D L Età Vittoriana The historical background (British and American Settings) The Age of Imperialism The Novel in The Victorian Era The American Setting Th.Hardy Tess of the D Urbervilles (252/253) O.Wilde The Importance of Being Earnest (pag. 281) APPROCCIO Problem Solving Class Discussion Appunti fotocopiati Lettore DVD Testo base (18 ore)

14 MODULO E The XXth Century (Historical Background) Modern Fiction J.Joyce The Dubliners She was fast Asleep (pag. F158) V.Woolf Mrs Dalloway (pag. F175) G:Orwell Nineteen Eighty-Four (pag. F205) 8. APPROCCIO 9. PROBLEM SOLVING 10. CLASS DISCUSSIO N Appunti fotocopiati Lettore DVD Testo base (10 ore) MODULO F Modern Poetry Th.S.Eliot The waste Land (pag. F57, F59) 11. APPROCCIO Problem Solving 12. CLASS DISCUSSIO N Appunti fotocopiati Lettore DVD Testo base (4ore) MODULO G The HistoricalAmerican Setting The New Deal The Cold War Argomenti sviluppati dopo il 15/05/11 The Absurd Theatre Samuel Becket Waiting for Godot (pag. G103) The Tree (fotocopie) 13. APPROCCIO Problem Solving 14. CLASS DISCUSSIO N Appunti fotocopiati Lettore DVD Testo base (8ore) MODULO H Approfondimenti (Si precisa che i seguenti argomenti facenti parte del programma svolto, sono stati approfonditi proponendo una serie di proposte cinematografiche inerenti ai suddetti temi) Films Tess (R.Polanski, GB 1979) Gandhi(R, Attemborough, GB 1982) Mrs Dalloway (M.Gorris, GB 1997) 1984 (M.Radford, GB 1984) 15. Lettore DVD (16ore) ARTICOLI DI GIONALE (ATTUALITA ) Tratti dalla rivista TIME 2013

15 PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE MATEMATICA Prof. ANGELA ALESIANI CLASSE VG A.S. 2013/2014 MODULO 1: ELEMENTI DI TOPOLOGIA E FUNZIONI Livello di approfondimento: BUONO Ore :14 Disequazioni Concetto di funzione e proprietà fondamentali Dominio, segno, estremi, periodicità di una funzione Funzioni elementari e grafici Funzioni inverse e composte Grafici deducibili. MODULO 2: TEORIA DEI LIMITI Livello di approfondimento: BUONO Ore :16 Definizioni di limite di una funzione. Verifiche di limiti, teoremi sui limiti: unicita, confronto, permanenza del segno.teoremi sul limite della somma, del prodotto di funzioni Limiti notevoli (il lim (1+1/x)^x non è stato dimostrato). Continuita,vari tipi di discontinuita, teoremi fondamentali sulle funzioni continue. Dimostrazioni relative alla continuità di funzioni elementari. Asintoti di una funzione. Teorema di Weierstrass e teoremi di esistenza degli zeri. Infinitesimi ed infiniti. MODULO 3: TEORIA DELLE DERIVATE Livello di approfondimento: BUONO Ore: 14 Concetto di derivata, rapporto incrementale di una funzione nell'intorno di un suo punto. Significato geometrico del rapporto incrementale. Derivata di una funzione in un suo punto, significato geometrico della derivata. Teorema sulla continuità delle funzioni derivabili in un punto. Calcolo della derivata di alcune funzioni elementari attraverso la definizione. Teoremi sulla derivazione di funzioni composte e di funzioni inverse. Regole di derivazione:somma, prodotto, quoziente e funzione reciproca. Funzione derivata prima e funzioni derivate successive. Differenziale di una funzione e suo significato geometrico. Significati fisici della derivata: Velocità e accelerazione istantanea in un moto rettilineo. MODULO 4: CALCOLO DIFFERENZIALE MASSIMI E MINIMI DI UNA FUNZIONE Livello di approfondimento: BUONO Ore :8 Massimi e minimi. Teoremi di Rolle, Lagrange,Cauchy e significati geometrici. Teorema di De L Hopital (dimostrazione solo della forma (0/0)). Forme indeterminate. Teorema fondamentale sulle funzioni crescenti o decrescenti. Massimi e minimi relativi di una funzione. Teorema fondamentale sui massimi e minimi relativi di una funzione derivabile. Studio dei punti di non derivabilità. MODULO 5: STUDIO DI FUNZIONI Livello di approfondimento: BUONO Ore :8 Flessi. Determinazione dei massimi, minimi e flessi orizzontali tramite lo studio del segno della y'. Concavità e convessità di una curva in un punto. Ricerca dei punti di flesso di una funzione. Ricerca dei max, min e

16 flessi orizzontali con il metodo delle derivate successive. Massimo e minimo assoluto di una funzione derivabile in un intervallo chiuso. Studio dell andamento di una funzione algebrica razionale intera e fratta, irrazionale, goniometrica, logaritmica, esponenziale, inversa di una funzione circolare. Studio di un moto rettilineo. Discussione di equazioni parametriche. Ricerca delle radici reali di un equazione con il metodo di bisezione. Grafici deducibili. MODULO 6: PROBLEMI DI MASSIMO E MINIMO Livello di approfondimento: DISCRETO- Ore : 6 Problemi di massimo e minimo assoluto applicati alla geometria euclidea piana e solida, alla trigonometria e alla geometria analitica. Discussione di sistemi parametrici. MODULO 7: L INTEGRALE INDEFINITO Livello di approfondimento: DISCRETO Ore :10 Funzioni primitive di una funzione data, significato geometrico dell'integrale indefinito. Proprietà dell'integrale indefinito. Integrali immediati e quasi immediati. Integrazione per decomposizione della funzione integranda. Integrazione per sostituzione. Integrazione per parti. Integrazione delle funzioni algebriche razionali. Calcolo di alcuni integrali notevoli. MODULO 8: L INTEGRALE DEFINITO Livello di approfondimento: SUFFICIENTE Ore :6 Area del trapezoide, integrale definito, approssimazione di un integrale definito, proprietà dell'integrale definito, teorema della media e suo significato geometrico, funzione integrale, teorema fondamentale del calcolo integrale: teorema di Torricelli-Barrow. Calcolo di aree di domini piani. Volume dei solidi di rotazione.volume della piramide. Significato fisico dell'integrale. Integrali impropri. MODULO 9: RIPASSO Livello di approfondimento: Ore :4+4* Analisi, geometria analitica. Problemi assegnati alla maturità negli anni precedenti. MODULO 10: ELEMENTI DI CALCOLO COMBINATORIO Livello di approfondimento: SUFFICIENTE Ore : 5* Disposizioni, permutazioni e combinazioni, Fattoriale di un numero e coefficienti binomiali Regola del binomio di Newton.

17 * Lezioni da svolgere dopo il 15 Maggio. Testo: FRASCHINI GRAZZI Matematica 3 ATLAS Ascoli Piceno 13/05/2014 L insegnante Visto per adesione i rappresentanti di classe

18 PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE DELLA CLASSE V Sezione G 1. Disciplina: FISICA 16. DOCENTE: ANGELA ALESIANI Testo utilizzato: LA FISICA DI AMALDI vol. 3 - U. AMALDI Tempi annuali previsti per la disciplina (3 h. settimanali x 33 settimane =) 99 h. Tempi annuali effettivamente utilizzati = 76 h. (comprensivo delle verifiche fino alla data 15/05/2012; si prevedono altre 9 ore di lezione fino al 7 giugno). MODULO 1: LA CARICA ELETTRICA E LA LEGGE DI COULOMB Livello : Ore: 8 I corpi elettrizzati e le loro interazioni Conduttori ed isolanti. La polarizzazione dei dielettrici L induzione elettrostatica La legge di Coulomb Il principio di sovrapposizione Forza tra due cariche in un dielettrico MODULO 2: IL CAMPO ELETTRICO Livello : Ore: 18 Concetto di campo elettrico Il campo elettrico di una carica puntiforme Rappresentazione del vettore campo elettrico Principio di sovrapposizione Flusso del Campo elettrico e Teorema di Gauss Applicazioni del teorema di Gauss Campi elettrici generati da particolari distribuzioni di carica (lastra, filo, condensatore) Campo elettrico generato da una sfera conduttrice Energia potenziale elettrica, lavoro del campo elettrico e calcolo dell energia potenziale elettrica Circuitazione del campo elettrico Conservazione dell energia nel campo elettrico Il potenziale elettrico Campo e potenziale di un conduttore in equilibrio elettrostatico Equilibrio elettrostatico fra due conduttori Il campo elettrico generato da un conduttore e teorema di Coulomb Il potenziale generato da un conduttore Il potere dispersivo delle punte La capacità di un conduttore I condensatori, capacità di un condensatore Effetto di un dielettrico sulla capacità di un condensatore Sistemi di condensatosi (collegamento in serie e parallelo) Energia immagazzinata in un condensatore carico

19

20 17. MODULO 3: CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Livello : Ottimo Ore: 18 Corrente elettrica e la forza elettromotrice Resistenza elettrica e sua interpretazione microscopica Le leggi di Ohm Circuiti elettrici in corrente continua Leggi di Kirchhoff Semplici circuiti elettrici, resistenze in serie e parallelo Cenni sugli strumenti di misura (voltmetro e amperometro) Energia e potenza elettrica, l effetto Joule I circuiti RC, carica e scarica di un condensatore e suo bilancio energetico L effetto termoionico Effetto Volta e l effetto Seebeck (cenni) La conduzione elettrica nei liquidi e nei gas (principi fondamentali) MODULO 4: CAMPI MAGNETICI GENERATI DA MAGNETI E DA CORRENTI Livello : Ore:13 Campi magnetici dei magneti permanenti Campi magnetici delle correnti Interazioni magneti-correnti e correnti-correnti Il campo di induzione magnetica L induzione magnetica di un filo rettilineo percorso da corrente L induzione magnetica prodotta da una spira circolare Il flusso del campo di induzione magnetica La circuitazione del campo di induzione magnetica L induzione magnetica prodotta da un solenoide retto Momento torcente di un campo magnetico su una spira percorsa da corrente (CENNI) Il galvanometro a bobina mobile (cenni) Il magnetismo e la materia Effetti prodotti da un campo magnetico sulla materia Ferromagnetismo e ciclo di isteresi 18. MODULO 5: MOTO DI CARICHE IN CAMPI ELETTRICI E MAGNETICI Livello : Ore:10 Il moto di una carica in un campo elettrico uniforme L esperimento di Millikan e la quantizzazione della carica elettrica La forza magnetica sulle cariche in movimento, la forza di Lorentz Il moto di una carica in un campo magnetico uniforme L esperimento di Thomson Lo spettrometro di massa Acceleratori di particelle: LINAC e Ciclotrone (principi di funzionamento)

21 19. MODULO 6: L'INDUZIONE ELETTROMAGNETICA Livello :Sufficiente Ore:9+1 (*) Le esperienze di Faraday e le correnti indotte La legge di Faraday-Neumann-Lenz Verso della corrente indotta e conservazione dell energia Induttanza di un circuito ed autoinduzione elettromagnetica La mutua induzione Alternatori e dinamo (cenni) 20. MODULO 7: LE EQUAZIONI DI MAXWELL E LE ONDE ELETTROMAGNETICHE * Livello : Sufficiente Ore: 8* Il campo elettrico indotto La corrente di spostamento ed il campo magnetico Le equazioni di Maxwell e le onde elettromagnetiche Lo spettro elettromagnetico (cenni) Produzione e ricezione di onde elettromagnetiche e l esperimento di Hertz (cenni) * da svolgersi nel periodo successivo al 15 maggio Ascoli Piceno; li 13 Maggio 2014 I rappresentanti di classe Il Docente A.Alesiani

22 PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE Disciplina: STORIA - libro di testo adottato:giardina-sabatucci-vidotto -Nuovi Profili Storici Vol. 2-3, Laterza. Tempi annuali previsti per la disciplina (n. 3 h settimanali x 33 settimane) = 99h Tempi annuali effettivamente utilizzati (al 13/05/2013) = 82 (totale colonna Tempi in ore) CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI (descrivere dettagliatamente specificando per ciascun contenuto, il livello di approfondimento, i metodi i mezzi/strumenti, gli spazi e i tempi utilizzati comprensivi delle prove di verifica). CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI (suddivisi per moduli e/o unità didattiche) Livello di Approfondimento degli alunni (Ottimo Discreto Sufficiente - Cenni) METODI UTILIZZATI (1) MEZZI/STRUMENTI (2) SPAZI (3) TEMPI IN ORE (4) EVENTUALI NOTE AGGIUNTIVE U.D. 1 Il risorgimento italiano e il 1848 Il 1848 in Europa. I caratteri fondamentali del risorgimento italiano. Il 48 in Italia. Mazzini e Gioberti, due personalità a confronto. DISCRETO AULA 3 U.D. 2 La seconda rivoluzione industriale Confronti e differenze con la prima rivoluzione industriale. La società di massa. Il movimento operaio. La prima e la seconda internazionale socialista. SUFFICIENTE AULA 2 U.D. 3 - La lotta per l egemonia europea e l unità tedesca L Inghilterra liberale; la Francia del secondo impero: il bonapartismo; la Russia di Alessandro II; il declino dell impero asburgico e l ascesa della Prussia di Bismarck; la guerra franco-prussiana e l unificazione tedesca; la Comune di Parigi. U.D. 4 L Europa delle grandi potenze La terza Repubblica francese; il sistema bismarckiano; la triplice intesa; l ascesa del centro e la fine di Bismark. U.D. 5 Gli Stati Uniti, la Cina e il Giappone Il capitalismo imprenditoriale; Le differenze tra Nord e Sud; gli schiavi neri; Il West; la guerra di secessione; l elezione di Lincoln; la reazione del Sud e il Ku Klux Klan; l intervento francese in Messico; la Cina e le conseguenze della penetrazione occidentale; la modernizzazione del Giappone; i trattati ineguali ; la rivoluzione dall alto. U.D. 6 L unificazione italiana e la destra storica La restaurazione dopo il 48. Vittorio Emanuele II e il proclama di Moncalieri. La legge Siccardi. La figura di Cavour SUFFICIENTE BUONO SUFFICIENTE DISCRETO AULA 3 AULA 2 AULA 3 AULA 7

23 L attività rivoluzionaria e l impresa di Pisacane. La repressione di uno stato non ancora nato. La figura di Garibaldi. Gli accordi di Plombiers. Un unificazione per difetto. Le differenze tra il nord e il sud. Aspettative e delusioni. La morte di Cavour e la sua eredità. La destra storica e l unificazione economica. Il compimento dell unificazione. Il fenomeno del brigantaggio. U.D. 7 Le masse protagoniste Il taylorismo e il fordismo. I nuovi ceti: colletti bianchi e tute blù. Il revisionismo di Bernstein. La rerum novarum. Lo scacchiere europeo e le nuove alleanze. Il caso Dreyfus. U.D. 8 Imperialismo e colonialismo Le ragioni economiche e politiche; la spartizione dell Africa; la guerra anglo-boera; la conquista dell Asia; la violenza coloniale; sviluppo e sfruttamento; l impatto culturale della colonizzazione. Lettura critica: La colonizzazione del Congo Marck Twain A.D. 9 L Italia nell età della sinistra- Il trasformismo di De Pretis e il suo programma elettorale. I socialisti e le avventure di Pinocchio. La politica di Crispi e le sue contraddizioni. La triplice allenza. L attentato dell anarchico Oberdan. La politica coloniale. La repressione. I vari governi e il ritorno di Crispi. U.D. 10 L età giolittiana La svolta liberale e la politica di riforme; decollo industriale e progresso civile; la questione meridionale; la dittatura di Giolitti; la politica estera, il nazionalismo, la guerra di Libia; il declino del sistema giolittiano. Lettura critica: il ministro della malavita Salvemini. U.D. 11 La prima guerra mondiale - Gli antefatti del conflitto; l iniziativa tedesca e lo scoppio della guerra; dalla guerra di movimento alla guerra di usura, il dramma nelle trincee; l intervento dell Italia; il : la grande strage;la mobilitazione totale e il fronte interno ; la svolta del conflitto; l Italia e il disastro di Caporetto; il ruolo della propaganda; i motivi che posero fine al conflitto; i trattati di pace, i punti di Wilson e l umiliazione della Germania. DISCRETO SUFFICIENTE DISCRETO BUONO DISCRETO AULA 2 AULA 3 AULA 4 AULA 4 AULA 4

24 U.D La rivoluzione russa- La fine del regime zarista e il governo provvisorio; il ruolo dei soviet; Lenin e le tesi di aprile ; i bolscevichi al potere; la difficile gestione del potere e la guerra civile;la terza Internazionale; dal comunismo di guerra alla NEP; la nascita dell Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche; da Lenin a Stalin. U.D. 13 Il dopoguerra in Europa I mutamenti sociali e le nuove aspettative; il ruolo della donna; le conseguenze economiche; il biennio rosso in Europa, in particolar modo in Germania. U.D. 14 La Germania dopo la prima guerra mondiale e i primi segni del nazismo La Repubblica di Weimer; la sfiducia nella democrazia e l offensiva della destra; l occupazione della Ruhr; la grande inflazione e la polverizzazione del marco; Hitler e il complotto di Monaco; il piano Dawes; la ripresa economica e gli anni della stabilità. U.D. 15 Il dopoguerra in Italia e l avvento del fascismo - La crisi della classe liberale e la trasformazione dei partiti; l impresa fiumana; il biennio rosso in Italia; il ritorno di Giolitti; la nascita del partito comunista; i fasci di combattimento; le elezioni del 21; l agonia dello stato liberale e l avanzata del fascismo; la marcia su Roma e la scelta del re; verso lo stato autoritario; il ruolo della chiesa; il delitto Matteotti; le leggi fascistissime. Letture critiche: programma fascista di San Sepolcro U.D. 16 La crisi del 29 Gli Stati uniti e il giovedì nero della Borsa di New York; la cirsi in Europa; la crisi in Germania; Roosevelt e il new deal ; il nuovo ruolo dello Stato. LA risposta alla crisi del governo mussolini. DISCRETO SUFFICIENTE SUFFICIENTE BUONO DISCRETO AULA 3 AULA 2 AULA 2 AULA 4 AULA 2

25 U.D. 17 Totalitarismi I fascismi e le società di massa; il collasso delle istituzioni; il terzo reich; lo Stato del Fuherer; dalla discriminazione alla persecuzione, il mito della razza; la debolezza delle opposizioni; la propaganda e il mito; l Unione Sovietica di Stalin e l industrializzazione forzata; i piani quinquennali e lo stacanovismo; lo stalismo i dissidi interni al partito e la repressione; il mito dell Unione Sovietica in Occidente; la guerra di Spagna; l Europa verso la catastrofe. Letture critiche: Gli ebrei mito e contromito (Gorge L. Mosse); Le ragioni storiche dell antisemitismo (lezione specifica dell insegnante); Le masse (Le origini del totalitarismo di Hannah Arendt). Articolo 58 (Arcipelago Gulag) di Solzenitsyn. BUONO AULA 6 U.D.18 Il totalitarismo imperfetto - Lo Stato fascista; il ruolo della chiesa e i Patti lateranensi; sviluppo e arretratezza; il mito dell uomo nuovo; il consenso dei ceti medi;cultura e comunicazioni di massa; la battaglia del grano ; quota 90 ; gli effetti della crisi del 29 e la politica dei lavori pubblici; la bonifica delle Paludi Pontine; la politica estera; l asse Roma-Berlino; l Italia antifascista; l autarchia e le leggi raziali. U.D. 19 Il tramonto del colonialismo Il declino degli imperi coloniali; gli inglesi e il nazionalismo arabo; rivoluzione e modernizzazione in Turchia; l impero britannico e l India; Ghandi e il movimento indipendentista; nazionalismi e comunismi in Cina; imperialismo e autoritarismo in Giappone;dittature militari e regimi populisti in America Latina. U.D. 20 La seconda guerra mondiale La politica di appeasement e i piani di DISCRETO SUFFICIENTE DISCRETO DISPENSA AULA 3 AULA 2 AULA 6

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013

PROGRAMMA SVOLTO. a.s. 2012/2013 Liceo Scientifico Statale LEONARDO DA VINCI Via Cavour, 6 Casalecchio di Reno (BO) - Tel. 051/591868 051/574124 - Fax 051/6130834 C. F. 92022940370 E-mail: LSLVINCI@IPERBOLE.BOLOGNA.IT PROGRAMMA SVOLTO

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA. CLASSE: V A Corso Ordinario ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I.I.S. ITCG L. EINAUDI SEZ.ASSOCIATA LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO PROGRAMMA DI FISICA CLASSE: V A Corso Ordinario DOCENTE: STEFANO GARIAZZO ( Paola Frau dal 6/02/2015) La corrente

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

ESERCITAZIONE Rispondi a ciascuna delle seguenti domande in 10 righe

ESERCITAZIONE Rispondi a ciascuna delle seguenti domande in 10 righe ESERCITAZIONE Rispondi a ciascuna delle seguenti domande in 10 righe CAPITOLO 1 La carica elettrica e la legge di Coulomb La carica elettrica e la legge di Coulomb: conduttori ed isolanti. Vari tipi di

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna

IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca. INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna IL LATO OSCURO DELL UNIVERSO dov e` la materia che non vediamo? Elena Zucca INAF - Osservatorio Astronomico di Bologna Ma l Universo è costituito solo da materia luminosa? La forza di gravità Galileo

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa

A Ferrara, 14 miliardi di anni fa A Ferrara, 14 miliardi di anni fa 1 L eredità di Copernico Quale è la relazione fra l uomo e l universo per ciò che riguarda: x : lo spazio t : il tempo m: la materia m t C X 2 Un viaggio nel tempo t di

Dettagli

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA

CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA CORSO DI GEOPEDOLOGIA A.S. 2012 2013 prof. Luca Falchini LA STRUTTURA INTERNA DELLA TERRA Indagini dirette Scavi per ricerche minerarie, energetiche e idriche; carotaggi Non si giunge oltre i 12 km di

Dettagli

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Sequenza dei passi Classificazione In pratica Classifica il tipo di funzione: Funzione razionale: intera / fratta Funzione irrazionale: intera

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia

DERIVATE DELLE FUNZIONI. esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia DERIVATE DELLE FUNZIONI esercizi proposti dal Prof. Gianluigi Trivia Incremento della variabile indipendente e della funzione. Se, sono due valori della variabile indipendente, y f ) e y f ) le corrispondenti

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER Cenni Storici (Wikipedia) Jean Baptiste Joseph Fourier ( nato a Auxerre il 21 marzo 1768 e morto a Parigi il 16 maggio 1830 ) è stato un matematico e fisico, ma è conosciuto

Dettagli

QUESITI A RISPOSTA APERTA

QUESITI A RISPOSTA APERTA QUESITI A RISPOSTA APERTA 1.Che cosa sono gli spettri stellari e quali informazioni si possono trarre dal loro studio? Lo spettro di un qualsiasi corpo celeste altro non è che l insieme di tutte le frequenze

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1

Le funzioni continue. A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. 2002-03. A. Pisani, appunti di Matematica 1 Le funzioni continue A. Pisani Liceo Classico Dante Alighieri A.S. -3 A. Pisani, appunti di Matematica 1 Nota bene Questi appunti sono da intendere come guida allo studio e come riassunto di quanto illustrato

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione. Un ipotesi di percorso didattico

I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione. Un ipotesi di percorso didattico I ROMANI E GLI ALTRI POPOLI: tra conflitto e integrazione Un ipotesi di percorso didattico Motivazioni culturali ed educative rilevanza del tema nella storia e nella cultura romana codici di interpretazione

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007

Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 Prova di ammissione dell Indirizzo Linguistico-Letterario Classe A043 1 ottobre 2007 1. La Commedia è un testo poligenere perché: 1) utilizza termini provenienti da lingue diverse 2) ha aspetti del poema,

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI

LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI Prof. Euro Sampaolesi IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE Le linee del magnete-terra escono dal Polo geomagnetico Nord ed entrano nel

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

Il valore dell equilibrio nell arte. Dalla classicità al modernismo astrattista di Kandinsky e Mondrian Alessandro Alfieri *

Il valore dell equilibrio nell arte. Dalla classicità al modernismo astrattista di Kandinsky e Mondrian Alessandro Alfieri * Il valore dell equilibrio nell arte. Dalla classicità al modernismo astrattista di Kandinsky e Mondrian Alessandro Alfieri * Che l equilibrio possa venire considerato come una delle categorie essenziali

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli

La realtà non è come ci appare. carlo rovelli La realtà non è come ci appare carlo rovelli 450 a.e.v. Anassimandro cielo terra Anassimandro ridisegna la struttura del mondo Modifica il quadro concettuale in termine del quali comprendiamo i fenomeni

Dettagli

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Paolo Montagna, Paolo Vitulo Dipartimento di Fisica Università di Pavia INFN Sezione di Pavia paolo.montagna@unipv.it, it paolo.vitulo@unipv.it http://fisica.unipv.it/fisnucl/

Dettagli

FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas

FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas FUNZIONI REALI DI VARIABILE REALE e CONTINUITA Roberto Argiolas.8.6.. - -.5.5 -. In questa dispensa ricordiamo la classificazione delle funzioni elementari e il dominio di esistenza delle stesse. Inoltre

Dettagli

L infinito nell aritmetica. Edward Nelson Dipartimento di matematica Università di Princeton

L infinito nell aritmetica. Edward Nelson Dipartimento di matematica Università di Princeton L infinito nell aritmetica Edward Nelson Dipartimento di matematica Università di Princeton Poi lo condusse fuori e gli disse: . E soggiunse:

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora,

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, ma la natura produce di continuo energie superiori nelle

Dettagli

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi Alle sei di mattina del 7 agosto 1912 da un campo presso la città austriaca di Aussig si levò in volo un pallone che trasportava tre uomini, uno di

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione Il Quarantotto 1. Cause di una rivoluzione Una crisi di tipo nuovo Intorno alla metà del 1800 una serie di ondate rivoluzionarie in Europa fece crollare l ordine della Restaurazione. Occorre comprendere

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Prefazione alla II edizione

Prefazione alla II edizione Prefazione alla II edizione La seconda edizione di questo testo mantiene tutte le caratteristiche della prima edizione, progettata in modo specifico per i corsi semestrali della Laurea Magistrale in Fisica:

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

APPUNTI DI FISICA 3. Pietro Donatis

APPUNTI DI FISICA 3. Pietro Donatis APPUNTI DI FISICA 3 Pietro Donatis Versione 2 7 luglio 2009 i Questi Appunti di fisica sono rivolti agli studenti del quinto anno di un liceo scientifico e seguono gli analoghi appunti scritti per il

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Dalle binarie alle galassie Come le stelle si aggregano

Dalle binarie alle galassie Come le stelle si aggregano Istituto Nazionale di Astrofisica Osservatorio astronomico di Brera Universo in fiore Dalle binarie alle galassie Come le stelle si aggregano Stefano Covino stefano.covino@brera.inaf.it INAF-Osservatorio

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

LA FUNZIONE INTEGRALE

LA FUNZIONE INTEGRALE LA FUNZIONE INTEGRALE MAGLIOCURIOSO & CAMILLO magliocurioso@hotmail.it Sommario. In questa breve dispensa ho semplicementrascritto in L A TEX il contenuto di questa discussione: http://www.matematicamente.it/forum/

Dettagli

Fisica delle Particelle: esperimenti. Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it

Fisica delle Particelle: esperimenti. Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it Fisica delle Particelle: esperimenti Fabio Bossi (LNF-INFN) fabio.bossi@lnf.infn.it Il processo scientifico di conoscenza Esperimento Osservazione quantitativa di fenomeni riguardanti alcune particelle

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli