Corri dietro al tuo cuore

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corri dietro al tuo cuore"

Transcript

1 Corri dietro al tuo cuore MENSILE DI COLLEGAMENTO PER I GRUPPI DI PREGHIERA DEL RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO N. 1 GENNAIO-FEBBRAIO 2015

2 2 CORRI DIETRO AL TUO CUORE INDICE Editoriale Tanti auguri scomodi Un missionario risponde alle fidanzate dei preti Famiglia Cristiana all attacco del sindaco che difende il Crocifisso I 10 errori più comuni nell educazione dei figli I martiri del Laos Gigliana, era mistica, ma forse non lo sapeva! Tutti in fila per la comunione. Ma quanti si confessano? Grazie Libri di Don Beppino Celebrazioni con don Beppino p. 3 p. 4 p. 6 p. 8 p. 10 p. 12 p. 15 p. 18 p. 20 p. 21 p. 22 Stampato presso la Tipografia Artigianelli in Pontremoli

3 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 3 All inizio di questo Anno Nuovo 2015 offro ai lettori di Corri dietro al tuo cuore un Decalogo personalizzato. EDITORIALE don Beppino 1-Essere donna non è indispensabile perché pare che ogni dieci centenari, otto sono le donne centenarie. 2-Essere piccoli di statura o magri non è un handicap perché pare che la longevità non si addica molto a chi ha problemi di peso e tanto meno a chi è alto. 3-Vi diranno che fumare fa male. Ed è vero! Infatti io non fumo. La maggioranza dei centenari non conosce la sigaretta. 4-Meglio vivere in campagna. Infatti io vivo in campagna. Lo smog della città uccide. Molto meglio l aria della campagna. 5-Abituarsi ad una alimentazione normale. Non eccedere mai, senza dimenticare che anche certe privazioni possono far male. I centenari generalmente mangiano di tutto ma lo fanno con moderazione. 6-Abituarsi a tenere il cervello sveglio e sotto sforzo. E vero il proverbio che dice: il pesce incomincia a marcire dalla testa. Un cervello addormentato accelera la morte. 7-Avere un carattere forte. I centenari spesso sono dei duri, poco malleabili. Si distinguono per il piglio e non mollano facilmente. 8-Interessarsi a tutte le cose che accadono ogni giorno perché il tempo è quello che stai vivendo oggi. 9-Meglio avere tanta voglia di vivere che essere sempre ossessionati dalla morte che comunque arriverà. 10-L autostima ci guarisce da tante malattie. Essere giovane è bello e anche un vantaggio. Anche essere vecchio è bello ed è anche un vantaggio. PS. Non dimentichiamo che l Anno Nuovo non esiste. Esistono soltanto (calcoli alla mano) ottomilasettecentosessanta ore nuove. Meglio: esistono cinquecentoventicinquemila seicento minuti nuovi. Tutto carico di ogni possibilità.

4 4 CORRI DIETRO AL TUO CUORE TANTI AUGURI SCOMODI don Tonino Bello Carissimi, non obbedirei al mio dovere di vescovo se vi dicessi Buon Natale e buone feste senza darvi disturbo. Io, invece, vi voglio infastidire. Non sopporto infatti l idea di dover rivolgere auguri innocui, formali, imposti dalla routine di calendario. Mi lusinga addirittura l ipotesi che qualcuno li respinga al mittente come indesiderati. Tanti auguri scomodi, allora miei cari fratelli! Gesù che nasce per amore vi dia la nausea di una vita egoista, assurda, senza spinte verticali e vi conceda di inventarvi una vita carica di donazione, di preghiera, di silenzio, di coraggio. Il Bambino che dorme sulla paglia vi tolga il sonno e faccia sentire il guanciale del vostro letto duro come un macigno, finché non avrete dato ospitalità a uno sfrattato, a un povero di passaggio. Dio che diventa uomo vi faccia sentire dei vermi ogni volta che la vostra carriera diventa idolo della vostra vita, il sorpasso, il progetto dei vostri giorni, la schiena del prossimo, strumento delle vostre scalate. Maria, che trova solo nello sterco degli animali la culla dove deporre con tenerezza il frutto del suo grembo, vi costringa con i suoi occhi feriti a sospendere lo struggimento di tutte le nenie natalizie, finché la vostra coscienza ipocrita accetterà che il bidone della spazzatura, l inceneritore di una clinica diventino tomba senza croce di una vita soppressa. Giuseppe, che nell affronto di mille porte chiuse è il simbolo di tutte le delusioni paterne, disturbi le sbornie dei vostri cenoni, rimproveri i tepori delle vostre tombolate, provochi corto circuiti allo spreco delle vostre luminarie, fino a quando non vi lascerete mettere in c risi dalla sofferenza di tanti genitori che versano lacrime segrete per i loro figli senza fortuna, senza salute, senza lavoro. Gli angeli che annunciano la pace, portino ancora guerra alla vostra sonnolenta tranquillità incapace di vedere che poco più lontano di una spanna, con l aggravante del vostro complice silenzio, si consumano ingiustizie, si sfratta la gente, si fabbricano armi, si militarizza la terra degli umili, si condannano uomini allo sterminio della fame. I Poveri che accorrono alla grotta, mentre i potenti tramano nell oscurità e la città dorme nell indifferenza, vi facciano capire che, se anche voi

5 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 5 volete vedere una grande luce dovete partire dagli ultimi. Che le elemosine di chi gioca sulla pelle della gente sono tranquillanti inutili.che le pellicce comprate con le tredicesime di stipendi multipli fanno bella figura, ma non scaldano. Che i ritardi dell edilizia popolare sono atti di sacrilegio, se provocati da speculazioni corporative. I pastori che vegliano nella notte, facendo la guardia al gregge e scrutano l aurora, vi diano il senso della storia, l ebbrezza delle attese, il gaudio dell abbandono in Dio. E vi ispirino il desiderio profondo di vivere poveri, che è poi l unico modo per morire ricchi. Sul nostro vecchio mondo che muore, nasca la speranza.

6 6 CORRI DIETRO AL TUO CUORE UN MISSIONARIO RISPONDE ALLE FIDANZATE DEI PRETI di padre Piero Gheddo Il celibato sacerdotale è tornato alla ribalta per una lettera inviata a Papa Francesco da un ventina di signore che si dichiarano innamorate di preti, un amore ricambiato ma vissuto nel segreto e quindi non in modo sereno, pieno. Chiedono a Francesco di abolire la regola del celibato. Ne scrivo non per dare consigli. Vorrei solo comunicare la mia esperienza di sacerdote da 61 anni, ordinato dal card. Schuster nel Duomo di Milano il 28 giugno 1953 Il compito essenziale del prete è di innamorarsi di Gesù, pregarlo, conoscerlo, viverlo e imitarlo, per poter essere per la gente un altro Cristo, pur nei limiti e debolezze di uomo. Poi viene tutto il resto. Il prete è nella posizione migliore per innamorarsi di Gesù. Certo con molte tentazioni, sbagli, peccati, ma senza altre preoccupazioni che questa: non deve pensare alla casa, al lavoro, alla famiglia, ai soldi, alla pensione (il prete non ci va mai, a meno che sia costretto dalla salute). Dico spesso: è bello fare il prete! Se il prete, con l aiuto di Dio, tenta di essere veramente prete, è un uomo felice, realizzato, anche perché capisce che questa grande verità: che tutti gli uomini e tutte le donne, tutti i popoli hanno e tutte le culture hanno bisogno di Cristo. Anche quelli che non lo conoscono, anche quelli che lo rifiutano. In questa logica vissuta di consacrazione totale a Dio e agli uomini, sinceramente l idea di un matrimonio e di vita familiare mi sembra qualcosa di estraneo; certamente bello, umano, consolante, con molte eventuali complicazioni. Il celibato, amato e vissuto come consacrazione a Dio, è la migliore garanzia di poter realizzare il ministero sacerdotale in modo totale, trasparente, disinteressato. Il prete celibe è libero da ogni altro legame affettivo e di impegno personale. Solo così può esser di tutti, disponibile per tutti, dare tutto il suo tempo e la sua passione al prossimo, per rimanere sul posto anche a rischio della vita. E penso alle molte situazioni di guerra o guerriglia che ho visto in Vietnam, Birmania, Angola, Mozambico, Congo, Somalia Mi dicevano che i missionari prote-

7 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 7 stanti (spesso ottime persone) erano tornati in patria per mettere al sicuro la famiglia. L errore più funesto per un prete è di avere un mediocre concetto della sua dignità e missione, di considerarsi un funzionario, un lavoratore a servizio della Chiesa. Non è così. Io sacerdote, come tutti i sacerdoti, devo avere un altissima stima della mia dignità e dell importanza che ho nella Chiesa e nella società. Stima non di me stesso, Piero Gheddo, che sono un pover uomo come gli altri; non per quello che faccio o posso fare in campo pastorale e ministeriale, ma per quello che il Sacramento dell Ordine imprime nel prete: un marchio indelebile, un sigillo spirituale che consacra l uomo a Cristo. Nel 1983, in Birmania, chiedevo al futuro beato padre Clemente Vismara: Che messaggio dai ai missionari del Pime e ai giovani che si preparano a diventarlo?. Risposta: Bisogna donare la vita con generosità, semplicità, entusiasmo e amore. Non tenere nulla per sé, non essere attaccato nemmeno alle opere che tu fai e alle persone che ti vogliono bene. Bisogna essere liberi per amare davvero Dio e il prossimo. Se il missionario non dona tutto se stesso vale poco. Solo Dio ti basta. (Il Timone n. 136).

8 8 CORRI DIETRO AL TUO CUORE FAMIGLIA CRISTIANA ALL ATTACCO DEL SINDACO CHE DIFENDE IL CROCIFISSO di Michele Majno Riscossa Cristiana è un sito in cui si parla con garbo e moderazione e quindi cercherò di adeguarmi, anche perché il direttore non mi tagli a pezzi l articolo. Ma francamente questa vicenda del sindaco di Padova, il leghista Massimo Bitonci, attaccato a testa bassa da un vescovo e ora anche da Famiglia Cristiana, perché ha commesso l inenarrabile crimine di ricordare che l Italia è un paese cattolico, che il Crocifisso fa parte della nostra vita e della nostra storia, inizia a dare la nausea. I nemici della fede, almeno quelli che hanno l onestà di dichiararsi tali, non devono nemmeno far più fatica per sparare contro quei pochi che ricordano e difendono la Tradizione. Non devono far fatica perché sanno che nella nuova chiesa ci sarà sempre qualche prelato, qualche zelante religioso o affermato giornalista cattolico che si scandalizzerà vedendo (forse), lesi i diritti degli islamici o che tremerà per il sacro dialogo e rischi di venire interrotto da qualche intemperante bigotto che voglia ricordare le nostre radici cristiane, che voglia addirittura esibirne con orgoglio i simboli, e tra questi il più prezioso, il Crocifisso. Nossignori - tuonano non è così che si testimonia la fede. Però! Nella provincia di Padova i migranti residenti sono quasi 90mila e tra questi non pochi sono seguaci del Corano. Pregano e osservano i dettami della loro fede, proprio come fanno i cristiani praticanti ammonisce famiglia Cristiana. Non ha aggiunto che i quasi 90mila fanno anche la raccolta differenziata che, si sa, è uno dei compiti precisi dei nuovi cristiani dell era suicidaria. Ci arriveremo alla prossima puntata, vedrete Ma vogliamo smetterla di dire o scrivere fesserie che hanno denominatore comune: paura, ansia di essere politicamente corretti, vergognoso abbandono della testimonianza e dell apostolato, resa incondizionata ai nemici della fede? E poi, leggere per credere, quando un giornalista, scrivendo su un giornale che si definisce cattolico arriva a definire il Crocifisso quel simbolo in legno dentro un aula

9 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 9 scolastica o di tribunale, scusate tanto, ma non viene il prurito alle mani? Certo queste non sono argomentazioni dialoganti e concilianti, ma come si fa ad essere dialoganti e concilianti in questa folle atmosfera di autolesionismo, tra cattolici (o presunti tali) che sembrano avviati verso la Religione Unica Mondiale? Sindaco Bitonci, ma come si permette - gridano di voler imporre il Crocifisso! Ma non ha capito che tutto ciò da fastidio a chi è ansioso di incassare trenta denari? Mi viene in mente un giovanissimo martire della fede: Rolando Rivi. Gli sarebbe bastato togliere la veste per aver salva la vita. Magari avrebbe potuto anche aprire un dialogo con i suoi persecutori. No, lui ha preferito morire per testimoniare Cristo. (Da RISCOSSA CRISTIANA 4/ 7/2014)

10 10 CORRI DIETRO AL TUO CUORE I 10 ERRORI PIÙ COMUNI NELL EDUCAZIONE DEI FIGLI di Roberta Sciamplicotti Vi siete mai chiesti il motivo dell espressione educare è un arte? L opera educativa di un genitore è tanto delicata quanto meravigliosa e implica un processo di apprendimento soggetto a errori. Pur volendo il meglio per i figli, non sempre i genitori fanno il loro bene con certi atteggiamenti. Ecco gli errori più frequenti che i genitori compiono nella formazione dei figli. 1-USO INADEGUATO DELL AU- TORITA. Quando l autorità viene concepita solo agli estremi: autoritarismo o permissività, senza via di mezzo. Sono dannosi sia l uno che l altra. 2-INCONGRUENZA TRA IL DIRE E IL FARE. E uno degli errori più commessi dagli educatori senza rendersi conto della sua portata. Si riferisce alle famose minacce che non vengono mai messe in pratica e alle promesse che non vengono mai mantenute. Questo indica che l autorità è debole e può essere intaccata facilmente. 3-DISPARITA NELL AUTORI- TA. Si riferisce alla situazione in cui la madre emette un messaggio e il padre un altro, il che provoca un labirinto in cui io figlio non sa in quale direzione andare né quale via d uscita prendere. 4-CONCETTO ERRONEO DELLA LIBERTA. E la falsa convinzione che la libertà consista nel permettere ai figli di fare ciò che vogliono, dove vogliono, come vogliono e nel momento in cui vogliono, perché si pensa che stabilendo dei limiti si impedisce il libero sviluppo della personalità. 5-IPERPROTETTIVITA. E impedire l autonomia dei figli. I genitori realizzano per loro cose che sono del tutto capaci di svolgere da soli. In generale i genitori iperprotettivi cercano di evitare ai propri figli ogni tipo di sofferenza o difficoltà. Il frutto dell iperprotettività è l insicurezza che si genera nella persona, così come l incapacità di far fronte agli inconvenienti. E un amore possessivo, di attaccamento,

11 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 11 che ostacola il processo naturale dei figli. 6-MANIPOLAZIONE AFFETTI- VA. Si verifica quando si mette in mezzo un interesse specifico del genitore per raggiungere un obiettivo con i figli. Può verificarsi a qualsiasi età, anche quando i figli si sono già fatti una famiglia e i genitori ricorrono a varie ragioni (denaro, malattia, compagnia ) per catturare la loro attenzione. 7-RIEMPIRE I VUOTI CON BENI MATERIALI. E un fenomeno che si verifica in molte famiglie. La mancanza di tempo per stare con i figli viene compensata con giocattoli, computer, telefoni cellulari che hanno l obiettivo di sostituire l affetto che i genitori non possono concedere per via delle loro occupazioni lavorative. 8-NON RICONOSCERE I LIMITI DEI FIGLI. Rifiutarsi di ammettere le difficoltà che i figli presentano o richiedere loro capacità che non possiedono dà luogo a una serie contrarietà che pregiudicano entrambe le parti. Molto spesso i genitori cercano di fare dei figli ciò che non sono riusciti a fare di se stessi, di modo che le loro frustrazioni trovino realizzazione nella vita dei figli. 9-COMUNICAZIONE CARENTE. E la paura di trattare con i figli certi temi difficili da affrontare (sessualità, dipendenze, amicizie poco adatte) che lascia nella piena libertà di trovare le informazioni in fonti che distorcono la realtà e il senso delle cose. 10-GESTIONE DELLE NUOVE TECNOLOGIE. Si è osservata nelle famiglie una carenza di limiti e norme per l uso delle tecnologie, il che può aprire le porte a mondi oscuri e pericolosi per chi è ancora in formazione, come contatti con persone sconosciute, pornografia, dipendenza dal gioco, isolamento Dando uno sguardo a questi errori dei genitori, possiamo concludere che non è difficile cadervi. Ciò che conta è di non fermarsi l, ma cercare il modo di evitare o di affrontare gli errori dando loro una soluzione opportuna. Fonte: Aleteia, 5/11/2014.

12 12 CORRI DIETRO AL TUO CUORE I MARTIRI DEL LAOS Finalmente una bella notizia. E stata introdotta la causa di beatificazione per 17 martiri del Laos, in Indocina. Sono stato missionario in questo paese per quattro anni, sino all espulsione da parte del nuovo governo comunista. Ho scritto anche due libri sul Laos: Il vangelo secondo Ho Chi Min (quando è uscito ho avuto qualche noia in alto!) e Laos: il calvario di un popolo. Il Laos, un paese dove esiste ancora oggi una dura repressione contro i cristiani, non interessa a nessuno: non c è petrolio e poi il grande fratello (vedi Vietnam e Cina) non va toccato! Ecco una breve storia dei martiri del Laos. Nella primavera del 1953 la guerriglia occupa la provincia di Sam Neua e i missionari francesi sono costretti a partire. Il giovane sacerdote laotiano Joseph Thao Tien, ordinato prete nel 1949 decide di restare affermando: Io resto per il mio popolo. Sono pronto a dare la mia vita per i miei fratelli del Laos. Quando viene portato prigioniero verso il villaggio di Talang, tutti si mettono in ginocchio davanti a lui, in lacrime. Consola il suo popolo dicendo: Non siate tristi. Io ritornerò, per adesso vado soltanto a studiare Continuate a vivere la vostra fede. Il 2 giugno 1954 è condannato a morte e fucilato: aveva rifiutato di prendere moglie e di abbandonare il sacerdozio. In un altro villaggio del Laos, il padre Jean-Baptiste Malo, già missionario in Cina, era stato arrestato con quattro altri quattro missionari. Muore sfinito per le percosse nel Nel 1959 padre René Dubroux delle Missione Estere di Parigi, che era già stato prigioniero di guerra nel 1940, è tradito da un suo collaboratore e viene ucciso. In quell anno la Santa Sede aveva dato l ordine che tutto il personale missionario, clero locale e religiosi compresi, restassero al loro posto, a meno che venissero espulsi. Tutti i missionari obbediscono ed è la loro firma di morte. Nel 1960 un giovane catechista hmong Thoj Xyooj e padre Mario Borzaga di Trento sono barbaramente uccisi. Nel mese di aprile 1961, nel villaggio di Xieng Khouang, vengo uccisi senza alcun processo i padri francesi Louis Leroy, Michel Coquelet e Vincent L Hénoret. Al sud del Laos, viene ucciso padre Noel Tenaud e il suo catechista Outhay. Padre Marcel Denis viene ucciso dopo alcuni mesi

13 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 13

14 14 CORRI DIETRO AL TUO CUORE di prigionia. Un confratello scrive di loro: Sono stati tutti dei missionari straordinari, pronti ad ogni sacrificio, vivevano in maniera molto povera, senza mai risparmiarsi nel loro ministero. In quel periodo, tutti avevamo il desiderio di morire martiri e di dare la nostra vita per Cristo Gesù. Nessuno di noi aveva paura. Tutti avevamo preso la difesa dei più poveri, dei malati e soprattutto volevamo annunciare il vangelo. Nel 1967, padre Jean Wauthier, l apostolo dei rifugiati viene abbattuto dai colpi di un mitragliatore e lascia un popolo preso dal dolore che ripeteva: Abbiamo perduto un padre!. Nel 1968, padre Jean Galan, già missionario in Cina, visitava i suoi catecumeni con il suo catechista di 16 anni, Khampeuane e ambedue vengono uccisi. Dopo di loro viene ucciso padre Joseph Boissel, di 60 anni. Nel 1970 un giovane catechista, Luc Sy inviato dal vescovo in missione a Vang Vieng, con un altro catechista, Maisam Pho Inpeng, ambedue sposati, vengono uccisi dopo aver formato vari gruppi di catecumeni. Missionari, sacerdoti del Laos, catechisti, tutti hanno versato il loro sangue per il vangelo. La giovane chiesa del Laos riconosce in loro i padri fondatori. PREGHIERA PER CHIEDERE LA BEATIFICAZIONE DEI MAR- TIRIDEL LAOS. Signore nostro Dio, Tu hai dato a padre Joseph Tien e ai suoi compagni, laici, catechisti e missionari, il coraggio di trasmettere la fede cristiana in ogni circostanza. Essi hanno obbedito, con una fede straordinaria, agli ordini ricevuti dal Successore di Pietro, hanno amato i poveri, i malati e i piccoli rischiando la loro vita. Affinché al Laos nascesse e aumentasse un popolo di credenti gioiosi anche nelle avversità, essi hanno voluto dare la loro vita in unione con quella di Gesù offerta per noi sulla Croce. Noi vogliamo far conoscere alle giovani generazioni l esempio che ci hanno lasciato. Ti preghiamo, Signore: possa l autenticità della loro vocazione alla santità e al martirio essere presto riconosciuta. E per loro intercessione, concedici la grazia che ti chiediamo con fiducia. Per Cristo nostro Signore. Amen. (Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre)

15 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 15 GILIANA, ERA UNA MISTICA, MA FORSE NON LO SAPEVA! (Nel 20 anniversario della sua morte) Per un complesso di inferiorità davanti a certe realtà spirituali che mi superano, non sono mai stato appassionato di visioni, veggenti e mistici, anche perché mi hanno scioccato certe sbugiardate, rivelatesi vere, a proposito di questi strani personaggi. Con Giliana ho dovuto ricredermi. Giliana Faglia, da piccola, costretta a letto per una grave malattia, un giorno riceve in maniera inaspettata la visita della Madonna e di padre Pio nella sua casa di Chiari(BS) e nella sua semplicità pensa che quello che lei ha vissuto, succeda a tutti i bambini. Una domenica mamma Mina l accompagna in una cappella dedicata a Maria Regina delle Vittorie a Cossirano(BS) dove tra il giugno 1953 e il maggio del 1958, si dice che ci furono alcune apparizioni e rivelazioni della Madonna. In quella cappella la mamma chiede la guarigione della figlia. Giliana non guarisce, però la Vergine durante una apparizione chiede alle veggenti, come ricompensa per il soffrire di Giliana, di regalarle proprio quella statua dell Immacolata che lei desiderava tanto. In seguito la statua sarà messa sull altare del Santuario di Monte Fasce a Genova. Giliana vive per anni nella solitudine della sua cameretta a Chiari, mai disturbata da tante parole e da tanti rumori inutili, pronta ad ascoltare soltanto le voci del cielo, quelle voci di cui raramente lei parlava per pudore, preferendo conservare il segreto del Re e della Regina. Il 2 marzo del 1958, la Regina delle Vittorie, alla bambina Domenica, une delle veggenti di Cossirano, rivelò che presto quella giovane sordomuta, che spesso era presente alle apparizioni, si sarebbe recata dal suo servo fedele, Padre Pio, da quel frate che, come ho già detto, frequentava qualche volta la casa di Giliana, in bilocazione, mentre la ragazza seguiva meravigliata il suo passeggiare nella cameretta. Giliana ha avuto più volte l occasione di andare in pellegrinaggio a Pietrelcina, superando anche dei momenti di grande stanchezza a causa della sua malattia. Non sempre si trattava di incontri privati con padre Pio perché qualche volta lei stessa preferiva restare in mezzo alla folla a pre-

16 16 CORRI DIETRO AL TUO CUORE gare. L incontro più simpatico con il frate stigmatizzato si è svolto così. Giliana aveva un regalino da portare a padre Pio: una scatola di tabacco, perché il frate qualche volta amava tirare di tabacco, che dopotutto non è un grande vizio. Arrivata a Pietrelcina, nascosta nella folla, lei non sapeva come fare per consegnare il pacchetto, lontano da occhi indiscreti. Ci pensò padre Pio, con un gesto semplice quanto immediato. Quasi che lui conoscesse le intenzioni di Giliana, appunto perché leggeva nei cuori, ad un tratto il padre si fece strada tra la gente, allungò la mano e afferrò la scatola di tabacco. Un ammiccamento degli occhi confermò a Giliana che lui aveva capito tutto e la ringraziava. Un giorno Giliana ricevette la visita di una nobildonna di Milano, la signorina Terzaghi che le chiese qualche consiglio. Con decisione Giliana le suggerì di andare a confessarsi da padre Pio. Dopo qualche peripezia la giovane si trovò finalmente nel confessionale di padre Pio il quale, tra le altre cose le disse: Io per gli altri ottengo molte grazie, ma per me il Signore non rivela mai nulla. La mia vita è un inferno! Fammi un favore, vai a Brescia dove troverai una ragazza inferma di nome Giliana. Vai da lei e dille di chiedere alla Madonna quando mi verrà a prendere perché io non ne posso più!. La signorina meravigliata rispose: Padre, ma è proprio Giliana che mi ha mandato qui da lei. Comunque riferirò. Torna-

17 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 17 ta a Chiari venne accolta da Giliana che, stringendo tra le mani una busta le disse: Ritorna subito da padre Pio, qui c è la risposta della Madonna!. La giovane era molto preoccupata perché sapeva bene che avvicinare padre Pio con tutta quella folla che lo assediava non era facile. Invece, proprio in mezzo a quella folla il padre le sfilò la lettera dalle mani, lasciandola di stucco. Un giorno suona il campanello della casa di Giliana e qualcuno chiede di entrare. La ragazza è a letto mezza paralizzata a causa dei ricorrenti attacchi della sua malattia. Sono sicura che è arrivato padre Raschi dice alla mamma. La madre apre la porta e trova il padre davanti a lei; sulle labbra ha quel sorriso buono che tanti ricordano. Giliana esce con questa sparata: Sai, non mi piaci, sei troppo grasso!. Padre Raschi incassa. Il francescano siede vicino al letto e mentre pregano insieme, la Madonna ispira in maniera chiara al padre: Tutte le volte che tu pregherai con questa mia bambina, io sarò in mezzo a voi. Mi vedrete e io parlerò con voi. Poi diede l ordine che entro due anni, il frate e la piccola sordomuta dovevano erigere un Santuario sulla cima del monte Borriga a Genova. Entro due anni - insisteva la Madonna - e non oltre, altrimenti sarà impossibile per i tempi tristi che verranno. La Madonna ha voluto il suo Santuario entro due anni e puntualmente, dopo due anni il Santuario svettava su quella montagna. Tra Genova e Chiari i contatti si moltiplicano. Alla fine Giliana si stabilisce definitivamente a Monte Fasce, diventando la confidente della Madonna, onorata su quel monte con il titolo di Immacolata Fonte della Misericordia. Giliana è cresciuta all ombra di padre Bonaventura Maria Raschi. Molti peccatori sono stati strappati dal male e dal maligno, grazie alla sua preghiera. Ha sperimentato la lotta contro il principe del male e vari testimoni affermano che talvolta, nel cuore della notte, dalla sua camera arrivava il rumore della battaglia contro quel nemico che la voleva sfiancare, bruciando tutto: il letto, il comodino, l armadio, la poltrona. Giliana non mollava e non veniva mai a patti; resisteva invocando l aiuto di S. Michele Arcangelo. E vinceva la sua battaglia. Nel mio ministero, di queste cose me ne intendo. Prima diffidavo molto dei vari veggenti e mistici; alla fine, nei confronti di Giliana, con mia grande sorpresa, mi sono scoperto come un fratello. Ora comprendo meglio chi è stata Giliana: era una mistica, ma forse non lo sapeva! don Beppino.

18 18 CORRI DIETRO AL TUO CUORE TUTTI IN FILA PER LA COMUNIONE. MA QUANTI SI CONFESSANO? di Rino Cammilleri Essendo nato nel 1950 dovetti fin da piccolo imparare a memoria il catechismo detto di san Pio X, quello a domande e risposte. Era un libretto minuscolo e mandarlo a memoria era agevole. Ebbene, tra quelle antiche norme d inizio Novecento c era anche l obbligo, per i fedeli, di confessarsi almeno una volta all anno e comunicarsi almeno a Pasqua. Il che fa capire che, a quei tempi, i fedeli erano riottosi alla confessione e alla comunione, sennò non ci sarebbe stato bisogno di scongiurarli a provvedere almeno ogni dodici mesi. Smisi di andare a messa contagiato dal clima degli anni Sessanta, ma da bambino ci andavo e ricordo bene che, per poter accedere alla comunione, bisognava essere digiuni dalla mezzanotte. E questo era un motivo in più, per quanti a messa ci andavano solo alla domenica (e a quella principale di mezzogiorno, cioè quasi tutti), per astenersi dalla comunione. DUBBI GIOVANILI Per venire incontro alle istanze dei tempi che mutavano, la Chiesa accorciò il digiuno eucaristico a un ora, consentì la comunione in piedi e poi anche in mano. Ero ormai un giovanotto (ma sempre agnostico) quando mi stupivo nel vedere in tivù certe cerimonie da stadio con preti sparpagliati sulle gradinate gremite e intenti a distribuire ostie a chiunque tendesse le mani. Mi chiedevo: ma tutta quella gente si sarà confessata? Infatti, ai miei tempi la chiesa domenicale era, sì piena, ma a far la comunione erano in pochi. Oggi vedo la chiesa domenicale piena e tutti i presenti mettersi in fila per la comunione. Giustamente ha fatto notare il vaticanista de L Espresso, Sandro Magister, che ormai far la comunione è percepito come un segno comunitario al pari della pace e sentirsene esclusi è vissuto come un intollerabile attentato ai propri diritti : un cristianesimo puramente emotivo e ignorante della dottrina quale, quello odierno non può tollerarlo. Ai tempi di scarsa frequenza alla comunione, chi non era in regola con la dottrina poteva passare inosservato, non così quando a comunicarsi va l intera chiesa

19 CORRI DIETRO AL TUO CUORE 19 Il vero problema non è quello attualmente in dibattito, cioè i divorziati risposati che vogliono fare la comunione. Questi sono quattro gatti, e non c è bisogno di scomodare coloro che fanno le statistiche per saperlo. I pastori dovrebbero chiedersi semmai, come è che la comunione è diventata un fenomeno di massa mentre la pratica penitenziale è a picco. Quello dunque dei divorziati risposati è un falso problema. Il problema vero è una pastorale matrimoniale fallimentare o inesistente. Di più: il concetto stesso di peccato è sparito e ormai siamo tutti come i biblici abitanti di Ninive che non sapevano distinguere la propria mano destra dalla sinistra (Giona 4,9). Il criterio di concedere alle umane debolezze e ignoranza quel chiedono, non paga, lo dicono l esperienza e la storia stessa della vita di questa apertura. Giona, con sua gran sorpresa, convertì i pagani di Ninive semplicemente annunciando loro: Ancora quaranta giorni e Ninive sarà distrutta. Certo, forse il metodo di Giona non è adatto al nostro tempo. Ma è anche vero che i Novissimi (le ultime verità da credere) sono spariti dalla predicazione, perché per troppo tempo si è ritenuto di poter evangelizzare facendo ricorso alla sociologia. (Fonte: La Nuova Bussola Quotidiana, 17/11/2014).

20 20 CORRI DIETRO AL TUO CUORE GRAZIE! Per la prima volta ho inviato il nostro bimensile CORRI DIETRO AL TUO CUORE ai 18 vescovi della Toscana con biglietto personale con cui ringraziavo per il Documento ESORCISMI E PREGHIERE DI GUARIGIONE, assicurando che nei nostri gruppi sappiamo obbedire a queste indicazioni. Soltanto due vescovi hanno risposto e li ringraziamo. Monsignor Simone Giusti, vescovo di Livorno: Molto reverendo Don Cò, grazie per il suo gradito bimensile che mi ha fatto pervenire. Nel reciproco ricordo nella preghiera, con i saluti più fraterni. La benedico. Monsignor Alessandro Staccioli O.M.I. già Vicario Apostolico di Luang-Prabang (Laos) e vescovo emerito di Siena-Montalcino: Carissimo don Beppino, sono felice che tu porti avanti bene il tuo lavoro e chiedo al Signore di benedire e mantenere vive le tue iniziative. Al Laos pare che la cappella del Seminario di Luang-Prabang, con la tomba di monsignor Berti sarà restituita alla Chiesa. Solo quella però! Siamo anche in attesa delle decisioni per i martiri del Laos. Forse nel prossimo anno ci potrebbe essere la beatificazione Salutami tanto mons. Santucci e un caro abbraccio a te.

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA"

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA MADRE DELL'EUCARISTIA MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA" Via delle Benedettine, 91-00135 ROMA Tel. 063380587; 063387275 Fax 063387254 Internet: http://www.madredelleucaristia.it E-mail: mov.imp.test@madredelleucaristia.it

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello?

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello? Giovedì 13/11/2014 Un ora con Dio Dov'è tuo fratello? Canto d inizio: Invochiamo la tua presenza Invochiamo la tua presenza, vieni Signor Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi. Vieni luce dei cuori,

Dettagli

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Veglia nella notte del S. Natale 2012 Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Il Santo Padre ha dedicato quest'anno liturgico alla Fede e noi in questa veglia che precede la S. Messa di Natale

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata

di Gesù La Missione Riflessione Biblica Esperienze La nostra eredità spirituale Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata portare vita piena agli altri Congregazione delle Suore della SS.ma Madre Addolorata del Terz Ordine Regolare di San Francesco d Assisi Luglio 2013 #2 La Missione di Gesù Carissime/i, dopo aver presentato

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate.

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese Dicembre 1995 - Dicembre 2005 Don Ugo Proserpio 10 da anni Parroco a Novate Dicembre 2005 10 anni tra noi di don Ugo 11 La comunità delle suore Serve

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione.

Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Ognuno è libero di contraddirci. Vi chiediamo solo quell anticipo di simpatia senza il quale non c è alcuna comprensione. Eugenio e Chiara Guggi (tramite le parole di Benedetto XVI) Il laico dev essere

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO

CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO CADUTI IN TERRA PER PORTARE FRUTTO Veglia di Preghiera Guida: Il sangue dei Martiri è sangue di speranza che, caduto in terra porta frutti di vita nuova. Non c è amore più grande di questo: dare la vita

Dettagli

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Domanda della madre dei figli di Zebedeo Matteo 20, 20-28 Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT Adorazione Eucaristica A Gesù... per Maria Guida: In occasione della Peregrinatio della Statua della Madonna di Lourdes, lasciamoci illuminare

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Incontrare il Signore in famiglia.

Incontrare il Signore in famiglia. temi pastorali Incontrare il Signore in famiglia. GIAMPAOLO DIANIN* Padova Se la fede è la storia di un grande amore, è nella famiglia - in cui oggi si vive una sorta di indifferenza - che essa deve essere

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore

Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Cos'è e come si recita la Liturgia delle Ore Tante volte mi è stato chiesto come si recita l Ufficio delle Ore (Lodi, Vespri, ecc.). Quindi credo di fare cosa gradita a tutti, nel pubblicare questa spiegazione

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Incontro del 16 Novembre 2014 in viale Ofanto 27 - Foggia dalle ore 17.30 (LETTORE) Introduzione Viviamo le diverse parti della preghiera con calma e tranquillità,

Dettagli

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo PREGHIERA La Tua Parola, Signore, è Verità perenne, la Tua Parola è vita piena, immortale. Nella tua sequela camminerò, nella luce che emana dalla tua Presenza dirigerò spedito i miei passi. Alla tua sorgente

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ

GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE PACE E SALUTE NEL SIGNORE GESÙ GIUSEPPE PELLEGRINI VESCOVO DI CONCORDIA-PORDENONE AI PRESBITERI E AI DIACONI AI FRATELLI E ALLE SORELLE DI VITA CONSACRATA AI FEDELI LAICI E A TUTTI GLI UOMINI E LE DONNE DI BUONA VOLONTÀ DI QUESTA NOSTRA

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO www.josemariaescriva.info/opus_dei/novenalavoro.pdf 1 giorno LAVORO, cammino di santità Siamo venuti a richiamare di nuovo l'attenzione sull'esempio di Gesù che visse

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia Il Credo del Popolo di Dio è una Professione di Fede che Paolo VI ha formulato e presentato il 30 giugno

Dettagli