LICEO SCIENTIFICO ULISSE DINI - PISA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LICEO SCIENTIFICO ULISSE DINI - PISA"

Transcript

1 LICEO SCIENTIFICO ULISSE DINI - PISA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO DALLA CLASSE 5 I NEL CORSO DELL ANNO SCOLASTICO 2013/14 DOCENTE LUISA PRODI Elettrostatica Fenomeni di elettrostatica, elettrizzazione per contatto, strofinio, induzione. La legge di Coulomb. Dielettrici e conduttori, polarizzazione dei dielettrici. Il campo elettrico, linee di forza. Flusso di campo elettrico attraverso una superficie chiusa, teorema di Gauss. Calcolo del campo elettrico per alcune distribuzioni di carica con particolari simmetrie, teorema di Coulomb. Potenziale elettrico e superfici equipotenziali; ortogonalità fra superfici equipotenziali e linee di campo elettrico. Circuitazione del campo elettrostatico, conservatività. Capacità di un conduttore. Il condensatore piano, capacità del condensatore. Condensatori in serie e in parallelo. Energia immagazzinata in un condensatore, densità di energia. L esperimento di Millikan e l esperimento di Thomson. Elettrodinamica La corrente elettrica continua. Generatori di tensione, elementi circuitali. Leggi di Ohm e di Kirchhoff. Resistenze in serie e in parallelo. Resistenza interna di un generatore. Modello microscopico e conduzione della corrente elettrica. Potenza erogata da un generatore e potenza dissipata dagli elementi resistivi per effetto Joule. Carica e scarica di un condensatore, circuiti RC. Magnetismo Magneti naturali ed artificiali, il campo magnetico. Confronto fra le caratteristiche del campo elettrico e del campo magnetico. Campo magnetico generato da un filo percorso da corrente; interazione fra circuiti elettrici e campi magnetici. Origine microscopica del campo magnetico. Campo magnetico al centro di una spira, campo generato da un filo indefinito percorso da corrente. Campo magnetico generato da un solenoide. La forza di Lorentz; il moto di una carica in un campo magnetico uniforme. Teorema di Gauss per il campo magnetico, teorema di Ampère. Induzione elettromagnetica Le correnti indotte; flusso di campo magnetico concatenato con una spira. La legge di Faraday-Neumann-Lenz. Le correnti parassite. Autoinduzione, induttanza di un solenoide. Cenni su equazioni di Maxwell e onde elettromagnetiche. L insegnante Gli studenti Pisa, 15 maggio 2014

2 RELAZIONE FINALE CLASSE V SEZIONE I DISCIPLINA LINGUA E LETTERATURA INGLESE DOCENTE GIANFRANCO GIOVANNONE RELAZIONE FINALE La competenza comunicativa in lingua straniera della classe di cui sono stato titolare solo nel corrente A.S. - appariva all inizio dell anno modesta per almeno due terzi della classe e, per alcuni di essi, assolutamente inadeguata. Purtroppo solo una piccola parte di questi studenti ha mostrato consapevolezza di questa situazione sulla quale sia gli studenti che i loro genitori sono stati più volte richiamati e una reale volontà di miglioramento approfittando delle opportunità che in questo senso venivano offerte loro per arrivare ad un livello di comunicazione linguistica almeno accettabile. Si segnala però la presenza di un piccolo gruppo di studenti che si è distinto per la una notevole spinta motivazionale e una evidente consapevolezza dell importanza della competenza comunicativa della lingua straniera, l inglese in particolare, nel complesso contesto comunicativo contemporaneo. Il livello che questi studenti hanno raggiunto può considerarsi di reale eccellenza. La risposta della classe agli stimoli e alle attività proposte è stata però abbastanza soddisfacente soprattutto in relazione ai contenuti anche gli studenti linguisticamente più deboli volevano intervenire per esprimere la loro opinione, anche se spesso chiedevano di poterlo fare in italiano - svolti in classe, molto meno per quanto riguarda l impegno nello studio e la partecipazione al dialogo educativo e alle attività di brainstorming interattivo su cui la maggior delle lezioni erano impostate proprio per migliorare la capacità di comunicazione,soprattutto orale. Decisamente più accettabile si è dimostrata la comprensione della lingua scritta nelle varie tipologie proposte, generalmente soddisfacente e in alcuni casi eccellente. Anche l espressione scritta, migliorata rispetto all inizio dell anno, è generalmente abbastanza adeguata e sostanzialmente corretta (salvo che per un piccolo gruppo di studenti) con un lessico appropriato e, nel caso di alcuni di loro, abbastanza ricca e flessibile. La fisionomia della classe per quanto riguarda soprattutto l espressione orale non è purtroppo cambiata significativamente rispetto a quella descritta all inizio dell anno. Lo svolgimento dei programmi è stato comunque regolare ma il raggiungimento degli obiettivi generali e specifici previsti nella programmazione annuale, sia quelli linguistici sia quelli storico-culturali e letterari si può considerare, per una parte notevole della classe, appena sufficiente.

3 LICEO SCIENTIFICO "ULISSE DINI" PISA A.S CLASSE V I PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA INGLESE Ins. Gianfranco Giovannone Libri di testo adottati o comunque utilizzati nel corso dell anno: A.A.V.V Performer 2/3, Zanichelli. Materiale Fotocopiato Film: Francis Ford Coppola Apocalypse Now David Lean Sequenze dal Film A Passage to India Stephen Daldry: The Hours Ken Loach The wind that shakes the Barley Peter Brook Lord of the Flies MODULO 1 LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE E LA LETTERATURA INGLESE (1)

4 William Blake and the victims of industrialisation Performer2 pp William Blake London Performer2 p.188 The Tger Is it Romantic?/Emotion vs reason/a new sensibility/the Emphasis on the individual. Fotocopia Performer2 pp Daffodils Performer2 p.218 William Wordsworth Westminster Bridge (Fotocopia) S.T. Coleridge and sublime nature Performer2 pp S.T. Coleridge From The Rime of The Ancient Performer2 pp Mariner The Rime of the Ancient Mariner :The Story Fotocopia The Rime of the Ancient Mariner :The Story John Keats and the unchanging nature. Approfondimenti (Fotocopia.) Performer 2 p.234 Critici John Keats Ode on a Grecian Urn Fotocopia MODULO 2 LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE E LA CULTURA INGLESE (2) The first half of Queen Victoria s reign Performer 2 pp Life in the Victorian town Performer 2 p.290 The Victorian compromise Performer 2 p.299 The Victorian novel Performer 2 p 300 Charles Dickens and children Performer 2 p301 Oliver Twist Performer 2 p,302 Charles Dickens Coketown Performer 2 pp

5 Charles Dickens The Definition of a horse Performer2 pp Charles Dickens Oliver wants some more Performer 2 pp Utilitarians and Romantics Fotocopia MODULO 4 IMPERIALISMO E ANTIMPERIALISMO The British Empire P2 pp R.Kipling The White Man s Burden P2 pp Charles Darwin and evolution The Mission of the Colonizer Joseph Conrad Introduzione P2 pp Performer 2 pp P3 pp Joseph Conrad The Chain-gang P3 pp.452-$55 Joseph Conrad The Horror!The Horror Fotocopia Joseph Conrad The Adventure of the British Empire E.M.Forster Introduzione Fotocopia P3 pp E.M.Forster From A passage to India P3 pp MODULO 5 THE DOUBLE FACED REALITY Es, Ego and Super Ego (fotocopia) The British Empire Performer 2 pp

6 The Mission of the Colonizer Performer 2 p. 326 Charles Darwin and Evolution Performer 2 pp Robert Louis Stevenson : Victorian hypocrisy and the double ib literature Performer 2 p 338 R.L. Stevenson From Doctor Jekyll and Mr Hyde Performer 2 p New aesthetic theories Oscar Wilde: the brilliant artist and the Dandy Performer 2 pp, Performer 2 pp Oscar Wilde From The Picture of Dorian Gray Performer2 pp From The Picture of Dorian Gray Fotocopia da Text Bank

7 MODULO 5 Il MODERNISMO The Easter Rising and the Irish War of Independence P3 p.426 James Joyce: a modernist writer P3 p.463 Dubliners P3 p.464 James Joyce Eveline P3 pp James Joyce Gabriel s epiphany P3 pp James Joyce The Funeral Fron Ulysses Copia James Joyce Molly s Monologue Copia J. Joyce s Second Period Copia Time in Modernist Fiction Copia Virginia Woolf From Modern Fiction Copia The Bloomsbury Group P3 p.473 Virginia Woolf and moments of being P3 p.474 Mrs Dalloway P3 p.475 Moments of Being P3 p.479 Virginia Woolf Clarissa and Septimus P3 p Virginia Woolf Clarissa s party Copia da Text Bank Michael Cunningham Fron The Hours P3 pp MODULO 5 THE DYSTOPIAN NOVEL

8 The Dystopian Novel G.Orwell and political dystopia P3 p531 P3 pp G.Orwell from 1984 P3. Pp G.Orwell, from 1984 Copia da Text Bank pp G.Orwell, From Animal Farm Copia da Text Bank pp William Golding and Dystopian allegory P3 pp William Golding From Lord of the flies P3 pp William Golding From Lord of the flies Copia da Text Bank p.126 Aldous Huxley life and works Copia Aldous Huxley From Brave New World Copia W.H. Auden Refugee Blues P3 pp W.H. Auden Musée des Beaux Arts Copia da Text Bank W.H. Auden September 1, 1939 Copia da Text Bank OBIETTIVI TRASVERSALI Per gli obiettivi trasversali si fa riferimento alla programmazione del consiglio di classe presentata all inizio dell A.S: 2013_2014 Per le metodologie, gli strumenti didattici, le modalità di valutazione e di recupero e le modalità di verifica adottate si fa riferimento alla programmazione disciplinare presentata all inizio dell A.S L'insegnante Gianfranco Giovannone

9 Classe 5I Anno Scolastico Programma di Italiano Professoressa M.G.Missaggia Il Seicento Quadro generale delle caratteristiche storico-politiche, delle innovazioni scientifiche e della letteratura del Seicento con cenni su: Spagna: Tirso da Molino: "Don Giovanni"; Lope de Vega e Gongora il Romanzo Picaresco Quevedo: La Vida del Buscon (trama e stile) e sermoni Cervantes: Don Chisciotte (trama e stile) Inghilterra Milton: Paradise Lost John Donne: sermoni Francia: Gallicanesimo

10 Nascita del teatro con Luigi XIII(Commedianti del Re),Luigi XIV e Richelieu(Comédie Francaise) Corneille (poetica e stile): Medea (carattere dei personaggi) Racine (poetica e stile): Fedra (carattere dei personaggi) Molière (poetica stile): Tartufo Il Barocco: i caratteri; cenni su: - Daniello Bartoli e Emanuele Tesauro( Il cannocchiale aristotelico ) (citati) - Giambattista Marino: L Adone, Lettera al Preti; Lettera all Achillini(contenuto) - Baltasar Gracian: Agudeza y arte de ingenio Il Settecento L'Arcadia: tradizionalismo ed innovazione (Giovanni Crescimbeni, Ludovico Muratori, Vincenzo Gravina) Ludovico Muratori: Rerum Italicarum Scriptores, Antitquitates Italicae Medievi Vincenzo Gravina: nuova estetica sociale e pensiero poetico Pietro Giannone ed il giusnaturalismo: Istoria civile del ragno di Napoli, Il Triregno (le tre fasi della storia dell umanità)

11 Giambattista Vico (cenni sulla vita, stile, storicismo e visione scientifica degli studi storici): La scienza Nuova (le tre fasi dello sviluppo storico) Critica settecentesca Saverio Bettinelli : Le lettere virgiliane Giuseppe Baretti: La frusta Letteraria : la difesa della cultura italiana ; la rivalutazione di Shakespeare Vincenzo Cuoco: Saggio storico sulla rivoluzione napoletana del 1799 (giudizio di Cuoco sulla rivoluzione) L'Illuminismo italiano Situazione sociale e politica del Meridione - Antonio Genovesi: Discorso sopra il vero fine delle Lettere e delle Scienze, Elementi di Commercio o di Economia Civile - Ferdinando Galiani: Trattato della moneta (contenuto) Gaetano Filangieri: Scienza della Legislazione (contenuto) Situazione sociale e politica del Nord Italia - Pietro Verri: vita e impegno politico: Il Caffè, Discorso sopra l indole del piacere e del dolore, Manoscritto da leggersi dalla mia figlia Teresa, Osservazioni sulla Tortura

12 - Cenni su: Rousseu : L Emile, Contratto Sociale, Saggio per l Accademia di Digione, "Saggio sulle scienze e sulle arti", Saggio sulle origini e i fondamenti della disuguaglianza tra gli uomini - Giuseppe Parini: vita, impegno pubblico e pensiero; Poesie di Ripano Eupilino, Il Giorno (le tre parti del poemetto e cenni sulla trama e stile), le Odi (stile, caratteri generali e contenuto): L innesto del Vaiolo, Il Dono, Alla Musa, L inclita Nice La Caduta (cenni sul contenuto), A Silvia (cenni sul contenuto); Dialogo sopra la nobiltà, Discorso sopra la poesia cenni su: - Laurence Sterne: caratteri generali e stilistici dell antiromanzo; Tristam Shandy, Sentimental Journey - Madame de la Fayette e la nascita - Goethe: I Dolori del giovane Werther (citato) Il Pre-Romanticismo: Ugo Foscolo :

13 Vita: vita e pensiero Opere: Tieste, Le Ultime Lettere a Iacopo Ortis (caratteri generali, temi, trama e stile); Odi: A Luigia Pallavicini caduta da cavallo, All amica risanata ; I Sonetti: A Zacinto, Alla Sera, Notizia attorno a Didimo Chierico ; Dei Sepolcri (caratteri generali, temi e stile; riferimenti a Thomas Gray: Elegy written in a Country Churchyard e Pindemonte: I Cimiteri ); Le Grazie (caratteri generali, trama,temi e stile); riferimenti a Edmund Burke: A philosophical enquiry into the origini of our ideas of the sublime and beautiful in relazione alla Lettera da Ventimiglia) cenni su: Romanzo Gotico: Il Castello di Otranto di Walpole Il Neo-classicismo: il ibattito sul rapporto arte moderna ed arte antica - Johann Joachim Winckelmann: Pensieri sull'imitazione dell'arte greca nella pittura e nella scultura Gotthold Ephraim Lessing : Laocoonte Romanticismo - Madame de Stael: Saggio sulla poesia romantica, De L Allemagne - Movimento Sturm Und Drang: la rivista Athenaeum - Fratelli Schlegel (pensiero sulla lingua)

14 - Friedrich Schiller: Sulla poesia ingenua e sentimentale (contenuto) L Ottocentoed il Novecento Giacomo Leopardi: vita e pensiero Opere: Orazione agli italiani, in occasione della liberazione del Piceno (citata), Lettera alla Biblioteca italiana, Discorso di un italiano intorno alla poesia romantica ll Canti(pensiero, le varie edizioni e contenuto): Sopra il monumento di Dante, All Italia, Alla Luna, L'infinito, Ad Angelo Mai, Nozze della sorella Paolina, A un vincitore nel gioco del pallone, Bruto Minore, Ultimo canto di Saffo, Alla primavera o delle favole antiche, Ciclo di Aspasia (Il pensiero dominante, Amore e morte, A se stesso, Aspasia), Palinodia al marchese Gino Capponi, La ginestra ; Operette Morali; Discorso sopra lo stato perente dei costumi degli italiani, Paralipomeni della Batracomiomachia, I nuovi credenti ; Zibaldone Walter Scott: riflessioni sul romanzo storico e sulla lingua nella Prefazione ad Ivanhoe

15 Alessandro Manzoni: vita ed opere: Trionfo della Libertà, Urania, In morte di Carlo Imbonati, Inni Sacri, La Pentecoste, Il Cinque Maggio, Lettera a Monsieur Chauvet, Il Conte di Carmagnola, L Adelchi, Fermo e Lucia, I Promessi Sposi, Lettera sul Romanticismo, Osservazioni sulla Morale Cattolica, Discorso sopra alcuni punti della Storia Longobardica in Italia, Dell Invenzione, Del Romanzo Storico, Storia della Colonna Infame Romanzo Storico, cenni su: Tommaso Grossi: Marco Visconti (citata) Massimo D Azeglio: Ettore Fieramosca o la Disfida di Barletta (citata) Domenico Guerrazzi: Battaglia di Benevento (citata) Ippolito Nievo: Confessioni di un Italiano (cenni sul contenuto) Il realismo in Francia: riferimenti a: Guy De Maupassant: Bel Ami Stendhal: Rosso e Nero, La Certosa di Parma Balzac: La Commedia Umana, Papa Goriot Gustave Flaubert: Madame Bovary

16 Positivismo e Naturalismo: caratteri generali con riferimento a: August Comte Herbert Spencer : The Statics, Principi di Psicologia Hippolyte Taine Fratelli De Gouncourt : Germinie Lacerteux Emile Zola : Therese Raquin, La fortuna dei Rougon, Assoimoir, Romanzo Sperimentale" Verismo - Giovanni Verga: vita ed opere: I Carbonari di Montagna, Sulle Lagune, Una Peccatrice, Storia di una Capinera, Eva (prefazione), Tigre Reale, Eros "Nedda, Rosso Malpelo, Vita dei Campi. Fantasticheria, Malavoglia", Mastro Don-Gesualdo, Libertà, con riferimenti a: Franchetti e Sonnino: Inchiesta sulla Sicilia ; Stefano Jacini: Inchiesta Agraria (Influenza su Verga) Federico De Roberto: I Vicerè, L Imperio.

17 Giosuè Carducci: elementi essenziali della poetica con riferimento alle opere: Levia Grava, Odi Barbare ; testo di "Pianto antico" da "Rime Nuove". Decadentismo e Simbolismo: - Charles Baudelaire: I Fiori del Male - Paul Verlaine: Feste Galanti, Languore, Poemi Saturnini, I Poeti Maledetti, L Arte Poetica - Arthur Rimbaud : Lettera del Veggente (contenuto) - Stephane Mallarmè : Un Colpo di Dadi non abolirà mai il Caso - Paul Valéry (cenni) Gabriele D Annunzio: vita ed opere: Primo Vere, Canto Novo, Novelle della Pescara, L Innocente, Il Poema Paradisiaco ( con riferimento a Nietzsche e Tolstoj), La Bestia Elettiva ( in relazione a Nietzsche), Il Piacere, Il Trionfo della Morte, La Città Morta, La figlia di Iorio, Odi Navali, Laudi : contenuto di; Maya, Elettra, Alcyone, Il Notturno Giovanni Pascoli: vita ed opere: Il fanciullino, Myricae, Canti di Castelvecchio, Primi Poemetti, Poemi Conviviali ; "La grande proletaria si è mossa".

18 Nel corso dell'anno sono stati analizzati i seguenti testi: Foscolo: Dei sepolcri, Lettera da Ventimiglia, A Zacinto, Alla Sera, III Inno delle Grazie( Il Velo delle Grazie ) Leopardi: Canti( Sopra il monumento di Dante, All Italia, Alla Luna, L'infinito, Ad Angelo Mai, Nozze della sorella Paolina, A un vincitore nel gioco del pallone, Bruto Minore, Ultimo canto di Saffo, Alla primavera o delle favole antiche, Ciclo di Aspasia (Il pensiero dominante, Amore e morte, A se stesso, Aspasia), Palinodia al marchese Gino Capponi, La ginestra ;) Operette Morali: Storia del genere umano, La scommessa di Prometeo, Dialogo della Natura e di un Islandese, Il Parini, ovvero Della Gloria, Cantico del gallo silvestre, Dialogo di Plotino e Porfirio, Dialogo di Tristano e di un amico Manzoni: La pentecoste, Il Cinque Maggio, Coro Atto III Adelchi, La morte di Adelchi Verga: Prefazione Eva, Rosso Malpelo, Malavoglia, Mastro Don- Gesualdo, Libertà

19 Baudelaire: Corrispondenze Verlaine: L Arte Poetica Mallarmé: Il Pomeriggio di un Fauno D Annunzio: Palude (Primo Vere), Nella Belletta, Meriggio, Le Città Terribili Pascoli: Prefazione Myricae, L Assiuolo, Il Tuono, Nebbia, "L'ultimo viaggio", canto XXI e XXIII dai "Poemi Conviviali": Dante Alighieri: Paradiso: Sono stati inoltre analizzati e commentati dal punto di vista del contesto storico-politico dell'opera e del pensiero filosofico-religioso dell'autore i seguenti canti del Paradiso: Canto l (tutto), canto ll (tutto), canto lll (tutto), canto lv (vv ), canto V (vv ), canto Vl (tutto), canto Vll (riassunto), canto Vlll (vv31-132), canto lx (vv , 43-54, ), canto X (tutto),canto Xl (vv ),

20 canto Xll (vv 34-37, ), canto Xlll (vv ), canto XlV (vv 34-51, 61-66, ), canto XV (tutto), canto XVl (vv 1-27, 94-99, ), canto XVll (tutto), canto XVlll ( vv ), canto XlX (vv 22-96, ), canto XX (vv 1-7, ), canto XXl (vv 73-96, ), canto XXll (vv ), canto XXlll (vv 19-21,25-33, 40-48, 73-88, ), canto XXlV (vv ), canto XXV (vv 1-12, 52-67), canto XXVl (vv 25-36, 55-80, ), canto XXVll (vv 1-87), Canto XXVlll (riassunto), canto XXlX (riassunto), canto XXX-XXXII (riassunto); canto XXXIII (tutto). Firma dell Insegnante Firma dei due Rappresentanti

21 Liceo Scientifico U. Dini, classe 5I a.s Professoressa M.G. Missaggia Programma di Latino Letteratura Elegia - Caratteri generali Elegia greca, citazione autori Archiloco e Antimaco di Colofone - Elegia latina: caratteri generali delineati da Quintiliano - Autori: Cornelio Gallo - accenno vita e stile Tibullo - vita e stile, analizzati anche attraverso brani di Ovidio e Orazio, "Corpus Tibullianum" con 1 e 2 libro, "Panegyricus Messallae" e dubbia attribuzione 3 e 4 libro Properzio - vita, libri di elegie, stile Storiografia - Fine periodo augusteo - contestualizzazione periodo storico e citazione autori Tito Labieno, Cremuzio Cordo - Autori: Tito Livio - vita, opera "Ab Urbe condita" e stile Il primo secolo del' impero - Successione al trono dopo Augusto ed imperatori da Tiberio a Traiano - Autori: Seneca - vita, opere- di ognuna analisi contenuto generale e caratteristiche- stile Consolationes (Dialogorum libri) Dialogorum libri Dialogorum libri dedicati da Anneo Sereno Trattati Tragedie Altre opere - Consolatio ad Marciam - De brevitate vitae - De constantia sapientis - De beneficis - Hercules furens Apokolokyntosi s - Consolatio ad Helviam matrem - De vita beata - De tranquillitate animi - De clementia - Troades Epistulae ad Lucilium - Consolatio ad Polibium - De ira - De otio - Phoenissae Naturales Questiones - Medea "1 Liceo Scientifico U. Dini, classe 5I a.s

22 Professoressa M.G. Missaggia Epica in età imperiale Lucano - vita, opera "Pharsalia" con descrizione struttura, analisi contenuti, stile e precedenti letterari Disagio e protesta sociale Petronio - opera "Satyricon" struttura, analisi contenuti, precedenti letterari, stile e lettura in italiano "Cena di Trimalcione" e "Società per delinquere" pag 376 libro 4 Persio: vita, caratteristiche e stile delle Satire ed evoluzione satira in età imperiale, lettura proemio della raccolta "Lontano dai poeti ufficiali e dal loro mondo" pag. 369 libro 4 Storiografia in età imperiale Tacito - vita, struttura e analisi opere Agricola, Germania, Historiae, Annales, stile Testi Analisi sintattica, traduzione e commento di ogni brano, scansione metrica in esametri e pentametri. Confronto stilistico e concettuale proemi Eneide e Pharsalia AUTORE OPERA VERSI/PARAGRAFI TRADOTTI RIFERIMENTO Orazio 4 Epistola ver 1-16 pag 251 libro 3 Ovidio Amores 3 libro, elegia 9 ver 1-44 The latin library Tito Livio Ab Urbe conditapraefatio terza decade par 1-5 pagg Tito Livio Ab Urbe conditapraefatio all'opera par 1-2 The latin library Virglio proemio Eneide ver 1-7 pag 142 libro 4 Lucano proemio Pharsalia ver 1-8 pag 143 libro 4 2 libro Pharsalia ver The latin library Seneca 7 libro Naturales Questiones par 1,1-1,6 The latin library "2 Liceo Scientifico U. Dini, classe 5I a.s Professoressa M.G. Missaggia

23 LICEO SCIENTIFICO ULISSE DINI - PISA PROGRAMMA DI MATEMATICA SVOLTO DALLA CLASSE 5 I NEL CORSO DELL ANNO SCOLASTICO 2013/14 DOCENTE: LUISA PRODI Introduzione all'analisi matematica Richiami sulle successioni (introdotte al termine della classe quarta). Completezza della retta reale. Nozione di estremo superiore ed inferiore di un insieme numerico. Introduzione alla continuità di una funzione. Continuità di una funzione in un punto e in un intervallo. Discontinuità; discontinuità eliminabili e non eliminabili. Teorema di permanenza del segno, teoremi su somme e prodotti di funzioni continue. Continuità della funzione seno. Studio di funzioni: campo di esistenza, segno, monotonia, periodicità, simmetrie. Limiti di funzioni, definizioni nei vari casi; limiti di funzioni e limiti di successioni. Asintoti orizzontali, verticali e obliqui per il grafico di una funzione. Teoremi degli zeri, di inversione e del massimo (senza dimostrazione) per funzioni continue. Funzioni inverse delle funzioni goniometriche: arcoseno, arcocoseno e arcotangente. La radice n- esima. Calcolo di_erenziale Introduzione alle derivate, derivate di funzioni elementari. Significato geometrico della derivata, derivabilità e continuità. Regole di derivazione: derivata della somma e del prodotto, della funzione reciproca e della funzione inversa, del quoziente e della funzione composta di funzioni derivabili. Derivata logaritmica. Diseguaglianza fondamentale sin x < x < tan x. Limite notevole lim x!0 sin x x = 1. Derivata del seno e del coseno. Cenni sulla formula di Taylor per l approssimazione di una funzione derivabile in un intorno di un suo punto. Punti angolosi, cuspidi, flessi a tangente verticale. La derivata applicata alla ricerca degli intervalli di monotonia di una funzione, ricerca dei valori estremanti. Semplici problemi di massimo e di minimo. Teoremi di Rolle, Lagrange, Cauchy. La derivata seconda: concavità e convessità di una funzione, ricerca dei flessi. Cenni sul significato fisico della derivata: equazione del moto, velocità, accelerazione. Intensità di corrente i(t) come derivata della funzione q(t). Teorema di de l Hopital per le forme00 e. Calcolo integrale Integrale definito di una funzione non negativa su un intervallo chiuso e limitato, proprietà di linearità. Estensione della definizione di integrale a funzioni limitate anche di segno negativo. Proprietà di additività rispetto alla funzione e rispetto all intervallo. Teorema della media integrale. Teorema fondamentale del calcolo integrale, integrali indefiniti. Il problema della ricerca della primitiva. Metodi di integrazione (integrali immediati, integrazione per parti, per sostituzione, integrale di alcune funzioni razionali fratte). Calcolo dell area compresa fra due curve. Integrazione numerica: metodo dei rettangoli e dei trapezi. Integrale generalizzato; calcolo dei volumi dei solidi di rotazione. Probabilità Richiami sul calcolo delle probabilità; cenni sui vari approcci alla probabilità, richiami sul teorema della probabilità totale, sulla probabilità condizionata e sull indipendenza fra eventi probabilistici. Introduzione del concetto di variabile aleatoria. Valor medio e varianza di una variabile aleatoria. Dipendenza ed indipendenza delle variabili aleatorie. Distribuzione binomiale. Variabili aleatorie continue, funzione di ripartizione e densità di probabilità. Distribuzione gaussiana. Calcolo combinatorio Permutazioni di un insieme di n oggetti. Disposizioni e combinazioni di k elementi in un insieme di n oggetti. Il triangolo di Pascal. Potenza n- esima del binomio. L insegnante Gli alunni Pisa 15 maggio 2014

24 RELAZIONE FINALE CLASSE 5 SEZIONE I DISCIPLINA ITALIANO e LATINO DOCENTE M.G. MISSAGGIA 1. ANALISI DELLA SITUAZIONE FINALE La classe presenta livelli di preparazione poco uniformi dovuti ad una serie di fattori, quali la disparità oggettiva nelle abilità personali degli allievi e nella motivazione allo studio, alla ricerca personale ed alla riflessione autonoma sui contenuti appresi. Alla base di ciò, vi è del resto una diversità degli obiettivi finali del percorso liceale che per alcuni è consistito in una fase necessaria e preliminare per poter accedere ad indirizzi universitari che consentano un rapido sbocco professionale, mentre per altri ha rappresentato l'occasione per acquisire consapevolmente un livello di competenze e di conoscenze più ampio ed approfondito; per altri ancora, infine, l'attività scolastica è stata un'esperienza cui hanno portato il contributo dei propri interessi personali, l'entusiasmo della ricerca autonoma, ed una spontanea inclinazione alla riflessione sui vari ambiti del conoscere. Ciò nonostante, la grande maggioranza degli studenti, qualunque sia il livello di competenze che li caratterizza, hanno compiuto comunque un netto progresso rispetto alla situazione di partenza. Anche gli allievi che presentavano difficoltà davvero cospicue nell'espressione scritta hanno raggiunto alla fine dell'ultimo anno la capacità di organizzare il periodo in modo sintatticamente corretto, pur presentando ancora un lessico non del tutto adeguato alla formulazione di concetti critici adeguati agli argomenti affrontati. Significativa e ricca di contributi personali è stata la partecipazione all'attività svolta in classe da parte di un gruppo di allievi che hanno raggiunto il livello di eccellenza per la propria capacità di rielaborazione critica personale del pensiero e della poetica dei vari autori, nonché per la capacità di analisi dei testi proposti dall'insegnante. Risultati più che discreti, invece, vanno segnalati relativamente allo studio della Divina Commedia, per la quale si è avuto modo di riscontrare nella grande maggioranza dei ragazzi, tanto all'orale quanto allo scritto, la capacità di attribuire con sicurezza singole terzine ai canti specifici da cui erano state tratte, nonché di saperle contestualizzare alla luce della struttura narrativa e filosofico-morale dell'opera. Per quanto riguarda il Latino, si è privilegiata l'analisi critica di autori e di testi significativi non solo per la rilevanza nella storia della letteratura latina, quanto anche per la storia della scienza, toccando temi attinenti alle materie di indirizzo, come la descrizione nelle Naturales Quaestiones di Seneca di particolari fenomeni naturali, i cui dati, acquisiti attraverso la lettura del testo latino, sono stati utilizzati dalla classe per integrare e modificare le notizie già presenti su uno dei principali repertori enciclopedici on-line (wikipedia). Solo un gruppo circoscritto di alunni, tuttavia, ha acquisito competenze di lingua latina adeguate, ed in taluni casi molto buone. Alcuni, invece, rivelano a tutt'oggi lacune e carenze anche gravi nelle conoscenze morfosintattiche, dovute in buona parte alla oggettiva difficoltà di recuperare in modo definitivo prerequisiti di base non saldamente posseduti alla fine del biennio. Altri ancora dimostrano di sapersi orientare discretamente nelle strutture grammaticali e sintattiche dei testi, ma solo sotto la guida dell'insegnante, incontrando invece difficoltà nella traduzione autonoma dei brani. Tuttavia, anche tra questi allievi, coloro che hanno prodigato uno studio assiduo e sistematico hanno comumque compiuto un progresso apprezzabile rispetto ai livelli di partenza.

25 Per le ragioni ora esposte, e data la necessità di fare acquisire agli studenti una conoscenza puntuale dei testi sia sotto il profilo morfo-sintattico che storico-letterario, si è preferito restringere la quantità dei brani analizzati, trascegliendo, al contempo, passi significativi sia sotto il profilo stilistico che dal punto di vista del contenuto. 2. OBIETTIVI TRASVERSALI Si fa riferimento agli obiettivi inseriti nella Programmazione 3. OBIETTIVI SPECIFICI APPRENDIMENTO RAGGIUNTI Unità apprendimento (titolo) Tempi OBIETTIVI SPECIFICI APPRENDIMENTO Pur facendo riferimento alla programmazione di Dipartimento per l'insegnamento dell'italiano nel triennio, si specifica quanto segue: Contenuti analizzati a) il testo in sè significato letterale Conoscenze e Competenze Saper leggere e comprendere un testo in italiano antico o moderno aspetti formali del testo Conoscere gli aspetti metricoprosodici, retorici e letterari del testo b) il testo in prospettiva sincronica Significati inertestuali e metatestuali del brano (riferimenti implicito o espliciti ad altre opere dello stesso autore o di altri autori dello stesso periodo) Riconoscere elementi strutturali di identità-diversità, secondo principi di iterazione, parallelismo, antitesi, gradazione Conoscere biografia, opere ed idee dell'autore Riconoscere i temi principali dell'autore e la visione estetica o ideologica che essi rispecchiano Conoscere i testi segnalati per il lavoro in classe o a casa Riconoscere gli elementi di identità-

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI BIOCHIMICA e BIOLOGIA MOLECOLARE

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI BIOCHIMICA e BIOLOGIA MOLECOLARE Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI BIOCHIMICA e BIOLOGIA MOLECOLARE A.S. 2012/2013

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14

scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 scheda 3. PROGRAMMA PREVENTIVO 2013.14 MATERIA ITALIANO N ore settimanali n.4 INSEGNANTE Sergio Spadoni CLASSE IV C LIVELLO DI PARTENZA Il comportamento degli allievi non è sempre corretto e disciplinato

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE

PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE PIANO DI LAVORO ANNUALE-PROGETTAZIONE INDIVIDUALE PER SINGOLA DISCIPLINA E PER CLASSE Classe 4 a C A.S. 2015/2016 Disciplina: Italiano Docente: prof. ssa Anna Schiavo Ore settimanali: quattro Libro di

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini Corsi di Studio: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA- Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometra Liceo Linguistico/Linguistico Moderno -

Dettagli

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE

CONTENUTI 3. IL ROMANZO DA CERVANTES ALLA NARRATIVA DELL OTTOCENTO CONOSCENZE LICEO ARTISTICO P. GOBETTI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 CLASSE IV B INSEGNANTE: CINZIA BELTRAMI PROGRAMMAZIONE ITALIANO Consolidare la conoscenza della lingua italiana Conoscere le coordinate storico-culturali

Dettagli

LICEO ARTISTICO P. GOBETTI OMEGNA PIANO DI LAVORO ANNUALE. Anno scolastico 2012-2013. CLASSE II A Musicale SCIENZE BIOLOGIA.

LICEO ARTISTICO P. GOBETTI OMEGNA PIANO DI LAVORO ANNUALE. Anno scolastico 2012-2013. CLASSE II A Musicale SCIENZE BIOLOGIA. LICEO ARTISTICO P. GOBETTI OMEGNA PIANO DI LAVORO ANNUALE Anno scolastico 2012-2013 CLASSE II A Musicale SCIENZE BIOLOGIA 2 ore settimanali Docente: Prof.ssa Negri Maria Rosa Testo: Le basi della Biologia

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO MATERIA: INGLESE ANNO SCOLASTICO 2014/15 Profssa TERESA VOLGARINO

Dettagli

PIANO DIDATTICO CLASSE II BIOLOGIA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 PERCORSO FORMATIVO

PIANO DIDATTICO CLASSE II BIOLOGIA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 PERCORSO FORMATIVO Liceo Scientifico Statale Vito Volterra - Ciampino PIANO DIDATTICO CLASSE II BIOLOGIA ANNO SCOLASTICO 2010 2011 Finalità - Comprensione del testo e sua utilizzazione come strumento conoscitivo - Sviluppo

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2013/2014 CLASSE: 5 a I.T.A.S.

Dettagli

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS

ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS 1 ITI Faraday Programmazione individuale Lettere (italiano e storia) Docente: Stefano Marmigi Anno scolastico 2015/2016 Classe 4AIS SCANSIONE MODULARE DEL PERCORSO DIDATTICO Materia Italiano e Storia Modulo

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE MATEMATICA CLASSE 3 AS ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA LICEO GINNASIO DANTE ALIGHIERI ANNO SCOLASTICO 2015/16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA CLASSE 4 A (n.o.) DISCIPLINA: ITALIANO PROF. GLORIA VERGANTINI PROFILO DELLA CLASSE Quest'anno seguirò la classe 4A oltre

Dettagli

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno*

Poesia narrativa cavalleresca: Ariosto e Tasso. Dante, Divina Commedia: selezione di canti e/o brani dell Inferno* Programmazione di Dipartimento (Area 1) Lettere Programmazione di Lingua Letteratura Italiana Liceo delle Scienze Umane, Liceo Linguistico II Biennio A. S. 2013-2014 Programmazione disciplinare per anno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO LETTERE MODERNE 2013/2014 ITALIANO (BIENNIO CLASSICO E SCIENTIFICO) Obiettivi generali dell insegnamento della lingua italiana nel biennio sono: affinare le capacità espressive

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI PROGRAMMAZIONE PERCORSO FORMATIVO DISCIPLINARE A. S. 2009/2010 Fisica Classe quinta C liceo Ore annuali: DOCENTE: Giorgio Follo Obiettivi disciplinari Conoscenze Elettromagnetismo: teoria e semplici applicazioni.

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE

ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE pag.1 ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE ZENALE E BUTINONE Vale la pena di insegnare un argomento solo se si ritiene di poterlo approfondire ad un punto tale da poter formulare domande non banali con

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

PROGRAMMA DI BIOLOGIA. CLASSE 2^ F a. s. 2014 2015. Prof.ssa RUBINO ALESSANDRA

PROGRAMMA DI BIOLOGIA. CLASSE 2^ F a. s. 2014 2015. Prof.ssa RUBINO ALESSANDRA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO "ENRICO FERMI" Via Luosi n. 23-41124 Modena Tel. 059211092 059236398 - (Fax): 059226478 E-mail: info@fermi.mo.it Pagina web: www.fermi.mo.it PROGRAMMA DI BIOLOGIA

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: 4A ind. TURISMO Matematica Docente: CABERLOTTO GRAZIAMARIA Situazione di partenza della classe La classe è composta da 24 alunni di

Dettagli

3B BIO classe partecipante al progetto Generazione Web

3B BIO classe partecipante al progetto Generazione Web Anno scolastico 2012-13 ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO INDIRIZZO CHIMICA, MATERIALI E BIOTECNOLOGIE (Articolazione: Biotecnologie sanitarie) PROGRAMMA PREVENTIVO MATERIA Biologia, Microbiologia e

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE ANNO SCOLASTICO 2013-2014 CLASSI SECONDE Docente MELIS LUCIA Libro di testo in adozione SCIENZE INTEGRATE A E B Editore: ZANICHELLI AUTORI: PALMIERI/PAROTTO/ SARACENI/STRUMIA

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. VALLISNERI Via delle Rose, 68 LUCCA - Tel. 0583/58211 Fax 0583/418619 E-mail: info@liceovallisneri.it Sito Internet: http://www.liceovallisneri.it A. S. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

ISIS G. Tassinari a.s. 2015-2016. Programmazione di Matematica. Classe V I

ISIS G. Tassinari a.s. 2015-2016. Programmazione di Matematica. Classe V I ISIS G. Tassinari a.s. 2015-2016 Programmazione di Matematica Classe V I Prof.ssa C. Pirozzi Analisi della situazione di partenza La classe V sezione I è costituita da un gruppo di 16 allievi non sempre

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE e CONTENUTI. Saper leggere in modo scorrevole un testo latino

COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE e CONTENUTI. Saper leggere in modo scorrevole un testo latino LICEO SCIENTIFICO GALILEO GALILEI - PERUGIA PIANO ANNUALE DI CLASSE A.S. 14-15 Classe 4a, sez. L MATERIA: LINGUA E LETTERATURA LATINA DOCENTE: ROSSELLA SPINA 1. Presentazione della classe La classe è composta

Dettagli

FRACCOLA DOMENICO IV A SCIENTIFICO MATEMATICA

FRACCOLA DOMENICO IV A SCIENTIFICO MATEMATICA MOD01P-ERGrev5 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE A.S. 2013/014 Pag 1 di 8 Docente Classe Sezione Indirizzo Disciplina FRACCOLA DOMENICO IV A SCIENTIFICO MATEMATICA Composizione della classe Alunni ripetenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PROF. RAMIN GINO CLASSE III B SCIENTIFICO A.S 2015/2016 MATERIA : SCIENZE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PROF. RAMIN GINO CLASSE III B SCIENTIFICO A.S 2015/2016 MATERIA : SCIENZE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PROF. RAMIN GINO CLASSE III B SCIENTIFICO A.S 2015/2016 MATERIA : SCIENZE LIVELLI DI PARTENZA La classe è attenta ma poco partecipe, qualcuno porta anche dei contributi personali

Dettagli

LICEO CLASSICO-SCIENTIFICO V. IMBRIANI POMIGLIANO D ARCO. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO a.s. 2012/2013 SCIENZE

LICEO CLASSICO-SCIENTIFICO V. IMBRIANI POMIGLIANO D ARCO. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO a.s. 2012/2013 SCIENZE LICEO CLASSICO-SCIENTIFICO V. IMBRIANI POMIGLIANO D ARCO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO a.s. 2012/2013 SCIENZE Finalità educative dell insegnamento delle Scienze Le più significative sono: l abitudine

Dettagli

Anno Scolastico 2011/2012 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

Anno Scolastico 2011/2012 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Prof. Franca Decolle Materia matematica e fisica N.ro ore settimanali 3+3 N.ro ore complessivamente svolte Classe 3C 1. Presentazione sintetica della classe; L attività didattica

Dettagli

FISICA STANDARD MINIMI IN TERMINI DI CONOSCENZE E COMPENTENZE

FISICA STANDARD MINIMI IN TERMINI DI CONOSCENZE E COMPENTENZE FISICA Anno Scolastico 2013-2014 Classe II C Insegnante : Franco Cricenti OBIETTIVI GENERALI Nel II anno degli istituti professionali accanto agli insegnamenti dell area generale comuni a tutti gli indirizzi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE D ISTITUTO a.s. 2015/2016

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE D ISTITUTO a.s. 2015/2016 ISIS"Giulio Natta" Bergamo pag. 1 di 6 Disciplina CHIMICA ORGANICA Quinto anno Chimica e materiali Competenze acquisire i dati ed esprimere qualitativamente e quantitativamente i risultati delle osservazioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Pag. 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Prof.ssa Paola VERGANI Materia MATEMATICA Classe V Sez. D ss Testi adottati: - Bergamini- Trifone- Barozzi Fondamenti di calcolo algebrico

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Matematica e Complementi di Matematica Classe: 4 AI A.S. 2015/16 Docente: Carollo Maristella ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Competenze Abilità dello studente A Padroneggiare gli strumenti espressivi

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2010/2011 CLASSE 5 a Biologico

Dettagli

LICEO STATALE G. GUACCI

LICEO STATALE G. GUACCI LICEO STATALE G. GUACCI BENEVENTO Programmazione Didattica Modulare di Lingua e Letteratura Italiana Classe III sezione B Ind. Scienze Applicate Anno scolastico 2015 2016 Presentazione della classe: La

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 3AS Indirizzo di studio Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Silvia Carminati

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ITALIANO SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO Anno scolastico 2015-2016 1 Obiettivi disciplinari minimi metacognitivi - acquisizione della consapevolezza delle proprie strategie di

Dettagli

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Di Matematica. Secondo Biennio SEZIONE TECNICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro Di Matematica Secondo Biennio DOCENTE CENA LUCIA MARIA CLASSI 4 BM Libri di testo: Bergamini-Trifone-Barozzi Mod.U verde Funzioni e limiti Mod.V verde Calcolo

Dettagli

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof.

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. Francesca Rosati MATEMATICA NUCLEI TEMATICI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri

Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri PROGETTAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE IV SEZIONE A DISCIPLINA: Lingua e Cultura Latina DOCENTE:

Dettagli

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO

Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Liceo Scientifico C. Jucci PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Italiano Secondo biennio e V anno ITALIANO Finalità formative generali di tipo cognitivo I docenti di Italiano e Latino del triennio riconoscono

Dettagli

LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE

LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE LICEO CLASSICO ORDINAMENTALE LETTERE AL GINNASIO Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno: aver raggiunto una conoscenza adeguata

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia

Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Anno scolastico 2013/2014 Istituto Superiore d Istruzione Statale Margherita di Savoia Napoli Dipartimento di Disegno e Storia dell Arte Obiettivi Gli alunni saranno guidati a rafforzare la conoscenza

Dettagli

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI

METODI E STRUMENTI. METODI e STRUMENTI E LETTERE BIENNIO ITALIANO e 3. lavoro individuale 4. lavoro di gruppo 5. laboratorio di lettura e scrittura 6. correzione sistematica collettiva e individualizzata degli esercizi eseguiti a casa e delle

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO. Scuola: Liceo D. Alighieri. INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE R. DEL ROSSO G. DA VERRAZZANO Scuola: Liceo D. Alighieri INDIRIZZO: Linguistico RELAZIONE FINALE DISCIPLINA: Italiano CLASSE:IV A DOCENTE: Marcella Ferrini Obiettivi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ambito disciplinare ITALIANO Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 TRAGUARDI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE al termine della

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI"

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI" Indirizzi: Scienze applicate- Scienze umane- Economico-sociale - Linguistico- Classico-Musicale Via Roma, 66-81059 VAIRANO PATENORA-SCALO (CE) Tel.-fax- 0823/988081

Dettagli

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX.

conoscere lo svolgimento della storia letteraria italiana dei secoli XIX e XX. ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura. it, ed. Bruno

Dettagli

Piano di Lavoro. di SCIENZE NATURALI. Primo Biennio

Piano di Lavoro. di SCIENZE NATURALI. Primo Biennio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale ALDO MORO Via Gallo Pecca n. 4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE SEZIONE SCIENTIFICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro di SCIENZE NATURALI

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina a.s.2015/2016 Classe: II Sez. R INDIRIZZO: Elettronica ed Elettrotecnica Docente : Prof. Roberto Manovella Pag 2 di 7 ANALISI DELLA SITUAZIONE

Dettagli

TORINO PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA

TORINO PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA Liceo Scientifico Statale Piero Gobetti TORINO PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA a.s. 2015/2016 Classe IVB Prof. Genta Silvio TITOLO PIANO DI LAVORO ANNUALE OBIETTIVI TRASVERSALI Rispetto del regolamento d

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE

PROGRAMMA PREVENTIVO PREMESSA DISCIPLINARE COD. Progr.Prev. PAGINA: 1 PROGRAMMA PREVENTIVO A.S. 2014/15 SCUOLA LICEO LINGUISTICO A. MANZONI DOCENTE: CRISTINA FRESCURA MATERIA: FISICA Classe 5 Sezione B FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PREMESSA DISCIPLINARE

Dettagli

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo)

Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado.( come da Indicazioni Nazionali per il curricolo) ISTITUTO COMPRENSIVO SALVADOR ALLENDE Paderno Dugnano Linee progettuali disciplinari CLASSI TERZE - a.s.2014-2015 AREA DISCIPLINARE : Linguistico-artistica-espressiva MATERIA: ITALIANO FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin)

Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) Dipartimento di Lettere (Coordinatore: prof. Maria Elisa Tessarin) PROGRAMMAZIONE GENERALE DI ITALIANO PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO 1 biennio, 2 biennio, 5 anno. Conoscenze disciplinari Conoscere le strutture

Dettagli

Materia: ITALIANO. Programmazione dei moduli didattici

Materia: ITALIANO. Programmazione dei moduli didattici Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez.

PROGETTAZIONE ANNUALE. A. S. 200_/0_ Classe sez. PROGETTAZIONE ANNUALE CORSO: A. S. 200_/0_ Classe sez. Disciplina: ANALISI DELLA CLASSE: Situazione di partenza Descrivere tipologia, (caratteristiche cognitive, comportamentali, atteggiamento verso la

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE. Indirizzo: ITC. Anno scolastico Materia Classi 2012 2013 MATEMATICA Terze

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE. Indirizzo: ITC. Anno scolastico Materia Classi 2012 2013 MATEMATICA Terze PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Indirizzo: ITC Anno scolastico Materia Classi 22 23 MATEMATICA Terze. Competenze al termine del percorso di studi Padroneggiare il linguaggio formale e i procedimenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 IIS VERONESE-MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 CLASSE III L Indirizzo Linguistico COORDINATORE: JESSICA NARDO 1. COMPONENTI DEI CONSIGLI DI CLASSE DOCENTE Lanza Saragene Filippo

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE SECONDO BIENNIO LICEO LINGUISTICO Premessa L indirizzo mira alla preparazione di individui capaci di interagire in situazioni ad alto grado di competenza comunicativa

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PROGRAMMA CONSUNTIVO a.s. 2014/2015 MATERIA MATEMATICA CLASSE DOCENTE 5^ SEZIONE D DI LEO CLELIA Liceo Scientifico delle Scienze Applicate ORE DI LEZIONE 4 **************** OBIETTIVI saper definire e classificare

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Manutenzione e assistenza tecnica DISCIPLINA: MATEMATICA. CLASSI: Terza Quarta Quinta

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Manutenzione e assistenza tecnica DISCIPLINA: MATEMATICA. CLASSI: Terza Quarta Quinta ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO E. BERNARDI PADOVA Anno Scolastico 2014-2015 INDIRIZZO: Manutenzione e assistenza tecnica DISCIPLINA: MATEMATICA CLASSI: Terza Quarta Quinta Anno

Dettagli

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro

Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO. Docentte:: Sandro Marchioro ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE-G.MARCONI SEDE ASSOCIATA G.. MARCONII Cavarzere (VE) PROGRAMMA PREVENTIVO DI ITALIANO Docentte:: Sandro Marchioro Classe 2 IFP I a..s:: 20015/ /2016 FINALITA

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: Docente: IV^ D S.I.A. MAA MATEMATICA Prof. Michele PAVEGGIO Situazione di partenza della classe La classe risulta formata da 18 alunni,

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013

LICEO STATALE TERESA CICERI COMO 11 settembre 2012 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI FISICA A. S. 2012/2013 TRIENNIO BROCCA LICEO SOCIO PSICO - PEDAGOGICO TRIENNIO BROCCA LICEO LINGUISTICO FINALITA GENERALI Il Progetto Brocca individua le seguenti finalità

Dettagli

LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 LICEO STATALE A.VOLTA COLLE DI VAL D ELSA PROGRAMMA DI FISICA SVOLTO NELLA CLASSE VA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Insegnante: LUCIA CERVELLI Testo in uso: Claudio Romeni FISICA E REALTA Zanichelli Su alcuni

Dettagli

ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE

ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE ITIS M.FARADAY PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE Materia: BIOLOGIA Classe: 2E Docente: Toccoli Simona Livelli di partenza Per verificare i livelli di partenza è stato svolto un colloquio

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA

ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA ISTITUTO TECNICO AERONAUTICO A. FERRARIN - CATANIA A. S. 2012-2013 ELETTROTECNICA, ELETTRONICA, AUTOMAZIONE CLASSE 3 Sez. C Prof. Fiorio Walter - Prof. Distefano Antonino LIVELLO DI PARTENZA: La classe

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Anno Scolastico 2014-2015 Istituto PROFESSIONALE grafico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA RIFERITA ALLA DISCIPLINA :LINGUA E LETTERATURA ITALIANA PRIMO BIENNIO OBIETTIVI GENERALI/ FINALITA' OBIETTIVI EDUCATIVI

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO X ISTITUTO TECNICO

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

CLASSE PRIMA LICEO LINGUISTICO

CLASSE PRIMA LICEO LINGUISTICO www.scientificoatripalda.gov.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA DI MATEMATICA CLASSE PRIMA LICEO LINGUISTICO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PARTE PRIMA PREMESSA La riforma del secondo ciclo d istruzione

Dettagli

LICEO STATALE "DOMENICO BERTI OGGETTO : PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016

LICEO STATALE DOMENICO BERTI OGGETTO : PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO STATALE "DOMENICO BERTI Allegato A al verbale n. 45 OGGETTO : PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELLE DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CARATTERISTICH E GENERALI DELL

Dettagli

Liceo Linguistico I.F.R.S. Marcelline. Curriculum di Matematica

Liceo Linguistico I.F.R.S. Marcelline. Curriculum di Matematica Liceo Linguistico I.F.R.S. Marcelline Curriculum di Matematica Introduzione La matematica nel nostro Liceo Linguistico ha come obiettivo quello di far acquisire allo studente saperi e competenze che lo

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof.

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. ssa Laura Piazzi CLASSE I A.S.2014 /2015 2 OBIETTIVI E COMPETENZE 2.1 OBIETTIVI

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO "G. ASPRONI E. FERMI" PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO G. ASPRONI E. FERMI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORI MINERARIO "G. ASPRONI E. FERMI" PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE a.s. 2015-2016 Docente: Carla Ada Piu Disciplina: Matematica e Complementi di matematica CLASSE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Unione Europea Fondi strutturali 2007-2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Sicilia ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE GAETANO CURCIO ISPICA Liceo Classico -

Dettagli

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA

I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA I.I.S. MARGHERITA DI SAVOIA NAPOLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE III SEZ. Ae INDIRIZZO LICEO ECONOMICO PROGRAMMA DI FISICA PROFESSORESSA: REGALBUTO PAOLA LE GRANDEZZE: LE GRANDEZZE FONDAMENTALI E DERIVATE,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO P.STRANEO Via P.Sacco 11 Tel. 0131/346280 Fax 0131/ 346315 15100 ALESSANDRIA

ISTITUTO COMPRENSIVO P.STRANEO Via P.Sacco 11 Tel. 0131/346280 Fax 0131/ 346315 15100 ALESSANDRIA ISTITUTO COMPRENSIVO P.STRANEO Via P.Sacco 11 Tel. 0131/346280 Fax 0131/ 346315 15100 ALESSANDRIA Piano di lavoro di Matematica e Scienze Classi III ANNO SCOLASTICO 2014-15 OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri

Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico e Liceo Scientifico V. Julia - Acri PROGETTAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE III SEZIONE A DISCIPLINA: Lingua e Letteratura Italiana DOCENTE:

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA BANFI, 24 09036 GUSPINI (VS)

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA BANFI, 24 09036 GUSPINI (VS) Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA BANFI, 24 09036 GUSPINI (VS) Codice Fiscale: 91022640923 Codice Meccanografico: CAIS02200N CAIS02200N@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE LICEO CLASSICO Luca Signorelli ITALIANO BIENNIO Il Liceo Classico promuove lo sviluppo e l approfondimento delle quattro abilità di base (ascolto, lettura, rielaborazione

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE SECONDO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Premessa L indirizzo mira alla preparazione di individui capaci di interagire in situazioni ad alto grado di competenza

Dettagli

Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura.it, ed. Bruno Mondadori, voll. 1 e 2; Dante,Divina Commedia, ed varie

Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura.it, ed. Bruno Mondadori, voll. 1 e 2; Dante,Divina Commedia, ed varie ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 4 SEZ.F INDIRIZZO scientifico PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE DOCENTE MATERIA TESTI Prof. Marina Lugetti Italiano Langella, Frare, Gresti, Motta, Letteratura.it, ed. Bruno

Dettagli