Pellegrinaggio a Medjugorje. Pellegrinaggio a Medjugorje

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pellegrinaggio a Medjugorje. Pellegrinaggio a Medjugorje"

Transcript

1 150 Vedo che la Madonna si è dimostrata particolarmente generosa questa sera con me, da qui posso seguire tutto più nitidamente. Come mai quella persona abbia chiamato proprio me poi, rimarrà un mistero. Intanto a turno tra le varie lingue si recitano rosari, e il coro di preghiera si eleva in maniera maestosa. Osservando poi l immensa folla dei pellegrini, assiepata sulla collina, mi sembra di rivivere in una scena evangelica. Chissà quante volte, alla vista delle folle che lo seguivano, Gesù è salito su di un monte per insegnare, predicare, muoversi a compassione, intenerirsi, amare le folle che pendevano dalle labbra del Maestro. Beh, forse non proprio tutti pendevano dalle sue labbra, anche oggi forse seguiamo non tanto il Maestro, quanto quell individuo che fa miracoli, che moltiplica il pane Intanto, intorno alle 21:00 giunge anche il veggente Ivan, con il gruppo di preghiera. Si continua la preghiera, e ritroviamo i ragazzi della comunità di suor Elvira che, con le loro voci, accompagnate dalla chitarra, contribuiscono a creare un clima gioioso. Sembra quasi di trovarsi in un angolo di Paradiso, sono sempre presenti tuttavia elementi di disturbo, ed in questo devo constatare che noi italiani siamo imbattibili. Sono particolarmente infastidito da un episodio che si consuma davanti ad i miei occhi e che purtroppo rovina un clima di grande raccoglimento e di sincera preghiera. Si tratta dell atteggiamento discutibile, per quanto a volte, raramente, in buona fede, di ricerca dello straordinario, del segno esteriore, fantastico, soprannaturale. Davanti a me, una donna, sciorina foto di presunti fenomeni fotografati in precedenti apparizioni, attirando l attenzione di qualcuno, e ne segue così un gran confabulare, tra chi vuole vedere le foto, chi ne richiede la spedizione, chi dice di vedere chiarori nel cielo insomma anche in un momento così solenne, in cui il cielo abbraccia la terra, noi italiani, siamo capaci di creare disagio, confusione, di cadere nel fanatismo e nella gola spirituale. Ecco perché penso che forse oggi non seguiamo tanto il Maestro, quanto i miracoli, il pane Non è questo il momento, né il luogo di discutere di questi aspetti a volte così fuorvianti, ci sono tempi e luoghi appositi per uno studio e un approfondimento serio e imparziale di presunti fenomeni o manifestazioni soprannaturali. Io sono il primo a non precludere l eventualità dei segni, anche esteriori, ma se l albero non porta buoni frutti, ossia se questi segni non portano alla conversione, ma solo ad una sorta di morboso fanatismo, allora credo che ci sia qualcosa che non va per il verso giusto. Se non avessi riscontrato buoni frutti, ed anche in abbondanza, probabilmente non sarei neanche giunto qui a Medjugorje, fortunatamente di casi come sopra non ce ne sono tanti, si tratta solo di iniziative personali, di pessimo gusto che, proprio in virtù questa arbitrarietà nell iniziativa, non inficiano minimamente la credibilità di Medjugorje, dove tuttavia bisogna stare attenti a diffidare da sedicenti veggenti o simili che, nel tempo, hanno cercato di approfittare della situazione, accreditandosi come tali. Proprio per evitare di cadere in una forma di fanatismo, e comunque per vivere fino in fondo la sacralità del momento, senza distrazioni, prima di partire, ho deciso di separarmi per la prima volta in questi giorni, dalla mia fedele macchina fotografica, una scelta spontanea e quanto mai opportuna. Sono le 22:00, recuperato un po di raccoglimento dopo lo spiacevole inconveniente, comincio a rendermi conto che tra qualche istante la Madonna scenderà ancora una volta sulla terra qui a Medjugorje, a soli 2 metri da me, e ciò mi fa sobbalzare il cuore. Non si può descrivere ciò che si prova 151

2 152 Ma ecco che finalmente durante il Padre Nostro avviene qualcosa. Piomba un silenzio assoluto. E cominciata l apparizione. Ivan parla, ma dalla sua bocca non esce alcun suono (fenomeno già appurato dalla scienza), poi la voce ricompare alla recita del Pater, Ave e Gloria finale. L apparizione è durata un paio di minuti, ma un conto è descriverla, un conto è viverla. Ogni parola potrebbe risultare sterile, non si può descrivere umanamente cosa è successo in quei 2 minuti, quante sensazioni, emozioni, condensate in quegli istanti così brevi ma così intensi. Io non ho visto né sentito la Madonna, ma ho sperimentato cosa significhi sentire e vedere con il cuore. Suggestione, potrà dire qualcuno, ma non sento la necessità di giustificarmi, si tratta infatti, come tutto questo libro, di una esperienza personale. Non posso tacere come ci si senta amati di un amore speciale, materno, e di come si pregusti, attraverso Maria, l Amore, la Misericordia Divino. E infatti la Divina Misericordia che permette da 25 anni la presenza di Maria a Medjugorje, attraverso la quale ci invita incessantemente alla conversione. Come non comprendere questo tempo di grazia? Gesù stesso disse a Santa Faustina: Prima che io venga come Giudice giusto, spalanco la porta della Mia misericordia. Chi non vuole passare attraverso la porta della misericordia, deve passare attraverso la porta della Mia giustizia. (1146) Infelici coloro che non approfittano di questo miracolo della Divina Misericordia! Lo invocherete invano, quando sarà troppo tardi!. (1448) Durante l apparizione ebbi la grazia di capire qualcosa a cui non avevo mai fatto caso in tanti anni. La Madonna era li con noi, in mezzo a noi, e in quel momento quella sua presenza mi aiutò a considerare come ogni giorno sull altare avvenga un miracolo: Gesù che viene tra noi sotto le specie del pane e del vino e ci unisce a Lui con la santa Comunione! Un miracolo che avviene quotidianamente e a cui non facciamo caso! E poi è sempre lì, presente e vivo nel tabernacolo, ostaggio d amore, ad aspettarci, sempre, ma spesso invano. luogo. Ora ai piedi della croce blu vi è un piccolo altarino di forma semicircolare e, attorno ad essa, è stato ricavata una conchetta di forma circolare circondata da un muretto. Generalmente Ivan durante l apparizione si inginocchia al centro della conchetta, mentre il resto del gruppo di preghiera si posiziona intorno, sul muretto circolare. Al nostro arrivo già molta gente è giunta sul posto. Io trovo uno spazio di fronte alla Croce Blu, ma solo ad una decina di metri di distanza. Sono già rassegnato alla posizione non proprio ottimale, quando scorgo una signora, seduta 2 metri a destra della Croce Blu, che non conosco, ma che scoprirò poi far parte del nostro gruppo di pellegrinaggio, che mi fa cenno di venire in avanti. In un primo momento non ci faccio molto caso, c era infatti un altra persona con me, e quando vi è una folla alle spalle, è facile pensare che una persona che fa dei gesti si rivolga a qualcun altro dietro o a fianco, specie quando questa persona non si conosce. Forse il volto non mi è totalmente sconosciuto ma, dopo alcuni giorni trascorsi a Medjugorje, potrei dire altrettanto di centinaia di altre persone, anche di altri gruppi che posso aver incrociato più volte nei vari luoghi di preghiera. Dopo un po ci si sente veramente tutti come appartenenti ad una grande famiglia. Ignorando di essere proprio io il destinatario dell invito, rimango seduto sulla mia pietra ma, quando il mio vicino si alza e capisce che quella persona stava chiamando proprio me, allora mi alzo anch io, mi creo faticosamente un varco tra la folla, e raggiungo la signora. Mi indica, in basso davanti a lei, un piccolo spazietto, proprio a ridosso della conchetta. Mi chiede se ci entro e mi avverte che è un po scomodo, bisognerà infatti stare rannicchiati per quasi due ore, ma non ci penso, ringrazio vivamente e fulmineamente prendo posto, tra terra, piedi e pietre. 149

3 Al termine dell incontro suor Elvira ci deve lasciare, ma restiamo in compagnia dei suoi ragazzi che ci fanno visitare il Campo della vita. Visitiamo il loro laboratorio artigianale e vediamo anche l enorme tendone verde dove ogni 2 del mese la veggente Mirjana ha l apparizione e prega con la Madonna per i non credenti o, come li definisce la Gospa, coloro che non hanno ancora incontrato l amore di Dio. A proposito di apparizione, i ragazzi si stanno preparando ad animare con canti la preghiera prima dell apparizione, che il veggente Ivan avrà presso la Croce Blu alle ore 22:00. Per la verità circolava già la voce, ogni lunedì e venerdì il gruppo di preghiera guidato da Ivan si riunisce presso la Croce Blu, ai piedi del Podbrdo, ma non sempre il messaggio è destinato ai pellegrini. Questa volta pare di sì, gli animi si accendono, si decide su due piedi e in maniera unanime di recarci all apparizione, anche se per fare ciò è necessario saltare la cena. E infatti già tardi, così torniamo alla pensione e, poco prima delle 20:30, siamo nuovamente a Bijakovici. Apparizione presso la Croce Blu. Quando si parla di Croce blu, si intende un luogo ai piedi del Podbrdo, a circa 30 metri dalla strada del paese. Vi si accede da una piccola salita, un varco tra le case, sul lato destro della strada principale di Bijakovici, che precede di un centinaio di metri l accesso consueto alla collina. Pur trattandosi anche in questo caso di una salita, il cammino è molto più breve, e tutti vi accedono con facilità. E importante riflettere alla tenera premura di Maria, a mio parere infatti, ha così voluto consentire, anche a chi non può inerpicarsi fin sulla collina, di assistere alle apparizioni. La croce è formata da due assi trasversali di legno e il suo colore non ha nessun particolare significato, semplicemente qualcuno, nel 1985, l ha dipinta di blu e l ha fissata in quel 148 Scoprirò poi successivamente che nel messaggio del 12 novembre 1986 la Madonna aveva detto proprio questo: «Io vi sono più vicina durante la Messa che durante l apparizione. Molti pellegrini vorrebbero essere presenti nella stanzetta delle apparizioni e perciò si accalcano attorno alla canonica. Quando si spingeranno davanti al tabernacolo, come ora fanno davanti alla canonica, avranno capito tutto, avranno capito la presenza di Gesù, perché fare la comunione è più che essere veggente». Compresi allora, finita l apparizione, le parole che Dio Padre disse a Santa Caterina da Siena, nel Dialogo della Divina Provvidenza, riguardo alla dolcissima madre dell'unigenito mio Figliuolo, Maria : Alla quale, per riverenza del Verbo, è dato questo dalla mia bontà: che chiunque, giusto o peccatore, l'abbia in debita riverenza, non sia preso né divorato dal demonio infernale. Ella è come una esca, posta dalla mia bontà per prendere le creature umane. Ho sperimentato personalmente la dolcezza di questa esca, posta dalla bontà divina per attirare le anime umane, ed anche la fondatezza e la veridicità dell affermazione la Madre è la via che conduce a Cristo. Del resto come afferma il Montfort nel suo Trattato, citando san Giovanni Damasceno: «Essere tuoi devoti o Santa Vergine, è un'arma di salvezza che Dio dà a coloro che vuol salvare». In fondo anche una risposta verso tutti coloro che criticano la devozione mariana affermando che Maria è una creatura mentre Dio è il creatore. Anche San Luigi M. Grignion de Montfort, autore del Trattato della vera devozione a Maria, riconosce questa realtà, affermando che Maria, non essendo che una semplice creatura uscita dalle mani dell Altissimo, paragonata alla sua infinita Maestà, è meno che un atomo, o meglio niente del tutto, poiché egli solo è Colui che è, [ ] tuttavia, dato l ordine attuale delle cose, Dio, avendo voluto cominciare e compiere le sue opere più grandi per mezzo della santissima Vergine, dal momento che la formò, è giusto credere che non muterà tenore nei secoli futuri, perché egli è Dio e non può mutare nei suoi sentimenti come nella sua condotta. Partendo da questo presupposto San Luigi scrisse il suo grande capolavoro di spiritualità mariana, a cui 153

4 154 attinse nella sua giovinezza Giovanni Paolo II, in cui trattò di Maria e delle sue grazie in maniera eccelsa ma affermando, a caratteri cubitali, che: DE MARIA NUMQUAM SATIS (di Maria non si dirà mai abbastanza), Maria non è stata ancora abbastanza lodata, esaltata, onorata e servita. Terminata l apparizione il veggente Ivan detta il messaggio che in breve tempo viene tradotto nelle principali lingue: Anche oggi la Madre vi invita con gioia. Oggi vi porto la pace, portate questa pace agli altri, siate cari figli portatori della pace, vi porto l'amore cari figli, portate questo amore agli altri. Anche oggi vi invito cari figli durante questo tempo, rinnovate i miei messaggi, vivete i miei messaggi. Grazie cari figli perché avete risposto alla mia chiamata. Ricevuto il messaggio, si comincia pian piano a scendere giù verso Bijakovici dove, raggiunto il pullman, torniamo alla pensione. La Croce Blu vivono insieme e si vogliono bene perché hanno riconosciuto di essere dei falliti, dei drogati, e che senza di Dio, non potrebbero fare proprio nulla. La prima condizione per entrare in comunità è proprio questa: cominciare a vivere all insegna della verità col riconoscere il fallimento della propria vita. Vengono così accolti dalla Misericordia del Padre, che dona loro una vita nuova da cui ricominciare. Osservare e sentir parlare suor Elvira è uno spettacolo, sebbene non più ragazzina, possiede una vitalità ed una capacità comunicativa da far invidia al più convincente dei politici. Nella comunità non si fa uso di medicinali o di terapie sostitutive alla droga, non vengono chiesti soldi ai genitori dei ragazzi, e si vive esclusivamente di provvidenza. Suor Elvira invita poi le donne a considerare il grande ruolo che esercitano nel mondo: Ciò che la donna deve desiderare è la famiglia, perché questa è la sua vocazione, la donna è stata fatta per dare la vita, e deve mettere al mondo la vita per sentirsi pienamente realizzata. Non può continuare a seguire le sue voglie, i suoi capricci, le sue ambizioni, il suo egoismo, la sua voglia di emergere, di superare l uomo. E la donna che genera l uomo, ed è solo la donna che può capire l uomo. Oggi siamo giunti ad un punto in cui l uomo deve temere la donna poliziotto, la donna militare, la donna politica, la donna in carriera, quella stessa donna che l ha generato, e che quando sposa vorrebbe che capisse le sue debolezze, ma la donna ambiziosa si rivela più debole dell uomo, incapace di donargli tenerezza, amore, comprensione, allontanandolo da lei. Quando un uomo arriva a questo, spesso, è solo perchè la donna l ha lasciato solo, non è stata capace di far nascere in lui la tenerezza, la bontà, la pazienza. La donna deve invece saper riscoprire il suo grande valore, il suo essere donna, madre e sposa, prendendo esempio da Maria, dalla sua tenerezza, dalla sua capacità di servire, e diventare così il dono prezioso che sa dare la vita a tutti. 147

5 146 siamo buoni. Sono nati genuini, vergini, puliti, sono stati bambini come tutti, solo dopo sono diventati bugiardi. Abbiamo insegnato noi adulti ai giovani, ai figli, a nascondersi dietro le bugie. Loro ci osservano, ci giudicano, ci compatiscono e infine ci abbandonano, perdono in noi la fiducia. Quanti padri, madri fantasmi, che non hanno mai tempo per i figli, lasciandoli vivere in una situazione di solitudine paurosa, tremenda, anche tra mille agiatezze. Con i nostri esempi opachi, falsi, senza futuro abbiamo fatto credere loro che il guadagno, la carriera, il benessere, i soldi, il divertimento, sono la fonte della felicità, lo scopo della vita. Abbiamo ricevuto da Dio doni straordinari, ma noi li usiamo per servire i nostri idoli, che ci schiavizzano e ci portano alla morte spirituale e fisica. I giovani cercano la verità, la comunità si propone di dare il tempo, il rispetto che meritano, perché possano riprendere quota e vivere la verità. In comunità, se si sbaglia, lo si ammette, ci si chiede perdono l un l altro, ci si riconcilia, ci si perdona, si condividono i momenti di gioia come i momenti di dolore, senza giudicarsi o condannarsi. In altre parole si propone la vita cristiana, si propone Gesù, la Verità che ci farà liberi, incontrare Gesù e pregare, stare sempre alla sua presenza, anche quando si è peccato. E inutile scappare, Lui ha voluto prendere su di sé i nostri peccati, i tradimenti, le falsità, la menzogna, la violenza, l ambizione, la paura, l orgoglio, la prepotenza e tutto il resto. Quando pecchiamo tendiamo a mascherare le nostre azioni, a nasconderci, a giustificarci, ma ora in comunità questo non lo facciamo più; accettiamo i nostri errori, riconosciamo la nostra debolezza, ma continuiamo a credere che la bontà, il bene, la luce, la pace, non sono impossibili. L amore misericordioso di Gesù è più grande di ogni nostra debolezza, ed è una terapia garantita da 2000 anni. I ragazzi vivono la parola di Dio, la preghiera, il Rosario, si vive in un clima mariano, e sia avverte la presenza materna di Maria che non trascura nessuno dei suoi figli, amandoli e seguendoli con amore. Qui a Medjugorje ci sono più di 100 ragazzi di oltre 30 nazionalità diverse, ma si rispettano e si fidano di loro, ci sono serbi, bosniaci, croati, montenegrini e altri, che normalmente litigherebbero, come fanno gli altri la fuori, ma che qui in comunità Settimo giorno Martedì 20/06/2006 Ultimo saluto a Medjugorje. Stamattina regime di libertà per tutti. Dopo la messa delle 11:00, ognuno può dare il proprio personale saluto a Medjugorje. Prima di pranzare tuttavia è opportuno fare già i bagagli, in vista della partenza prevista per il primissimo pomeriggio. Poche ore dunque, per fissare bene nella mente e nel cuore tutti questi luoghi, ed eccoci già alla partenza. Inutile stare li a raccontare come ognuno abbia segretamente il desidero di ritornare presto a Medjugorje, dopo aver salutato i carissimi titolari della pensione, partiamo verso Dubrovnik, facendo però una puntatina al santuario di Tihaljina. Il santuario di Tihaljina. Il santuario di Tihaljina si trova a circa 20 km da Medjugorje. E una chiesa francescana, ed è stata per 4 anni la destinazione di Padre Jozo, dopo esser stato mandato via da Medjugorje. Al suo interno possiamo ammirare la meravigliosa statua di Maria, a grandezza naturale e di produzione italiana, il cui dolce volto è presente su ogni souvenir o materiale stampato riguardante Medjugorje, e quindi anche sulla copertina di questo libro. Dubrovnik. Dopo aver percorso a ritroso tutto il percorso descritto all andata, ed aver riammirato la bellezza della costa dalmata, giungiamo nel tardo pomeriggio nella città croata di Dubrovnik, che ci accingiamo a visitare in attesa di 155

6 156 imbarcarci sul traghetto del ritorno. Onestamente, dopo una settimana a Medjugorje, il programma non mi alletta tanto, tuttavia mi unisco ai compagni di pellegrinaggio in questa passeggiata cittadina. Dubrovnik, un tempo nota come Ragusa, fu fondata dai romani nel VII secolo e anche della Repubblica di Venezia fino al XIV secolo. E una città marinara a vocazione turistica e presenta il doppio volto di città moderna e storica. Si possono ammirare moderni palazzi tra cui spicca un casinò ed un maestoso ponte di recentissima costruzione che collega Dubrovik al resto della costa dalmata. Nella città vi è poi un altra città, molto ampia e circondata da mura a mo di fortezza, che ne costituisce il centro storico, caratterizzato dalla presenza di numerose chiese e palazzi d epoca di grande valore artistico e storico, risalenti con molta probabilità al periodo della dominazione veneta. Sebbene nel corso del conflitto jugoslavo la città sia stata pesantemente danneggiata, attualmente non si notano segni di bombardamenti. Alle ore 20:00 circa procediamo verso il porto, per espletare le procedure d imbarco e trascorrere una notte in viaggio, prima di giungere nuovamente in Italia. Fine del Pellegrinaggio. Per perdonare gli altri occorre innanzitutto perdonare se stessi, con tutti i nostri difetti e debolezze. Una volta riconosciuto il nostro peccato dobbiamo chiedere perdono per le nostre offese, dobbiamo tirare giù la maschera, essere trasparenti, non avere tante facce e, se abbiamo emarginato qualcuno, quella persona è Gesù di Nazareth. Se non perdoniamo, anche la nostra preghiera, sarà inutile. Rappresentiamoci Gesù nel volto delle persone che non sopportiamo, non è facile, ma noi cristiani siamo fortunati, perché abbiamo l amore di Cristo, l amore che dona la vita, e l amore non è amore se non è macchiato di rosso, se non passa dalla croce. Diversamente è un illusione, un inganno. C è già chi ha pagato per i nostri peccati, per i peccati di tutti gli uomini, la vendetta non ha più ragione di esistere, resta solo il perdono. Tutti sentiamo il bisogno del perdono e, anche se nella vita abbiamo fallito, Gesù ci accoglie,ci perdona, ci inonda della sua Misericordia, se lo vogliamo. Non ci può essere perdono, né comunione con i fratelli se non c è l incontro con Dio nella preghiera, se a partire dalla quotidianità non pensiamo al bene degli altri prima che al nostro. Qui in comunità si recitano 3 rosari, al mattino, al pomeriggio e alla sera, si lascia abbracciare alla dolce corona tutta la giornata, che simboleggia la nostra vita, dal principio alla fine. E dalla scuola della preghiera che è passata la risurrezione di tanti giovani, il ritrovamento della pace, della serenità e della forza del perdono, dei singoli e delle famiglie. Una preghiera che ottiene grazie straordinarie, di conversione e di riconciliazione, la preghiera degli ultimi, dei poveri, dei semplici, la preghiera di Maria, così piccola eppure così grande agli occhi di Dio. La preghiera è una luce interiore che illumina le nostre piaghe e i nostri difetti. Quanti giovani salvati, recuperati, con la corona del Rosario in mano! Non possiamo sempre colpevolizzare i giovani, ma soprattutto non possiamo più prenderli in giro. I giovani amano la verità, e noi adulti dobbiamo avere il coraggio di vivere la verità, prima ancora di dirgliela, vivere la realtà della propria fragilità. Siamo poveri, siamo fragili, non mettiamoci la maschera per far vedere loro che 145

7 Suor Elvira e la Comunità Cenacolo. Terminata la testimonianza sono quasi le 16:30, ma come gruppo, avevamo un appuntamento alle ore 16:00 presso il Campo della Vita della Comunità Cenacolo; siamo dunque in netto ritardo, ma decidiamo di provare ad andare lo stesso. La Comunità Cenacolo è una comunità di recupero per tossicodipendenti, ma non solo, fondata da suor Elvira Petrozzi nel La Casa madre è a Saluzzo (Cn), e ci sono ben 37 fraternità sparse in tutto il mondo. Il Campo della Vita si trova a Bijakovici, proprio all ingresso della spianata, sempre di fronte al Podbrdo, a fianco della Comunità Mariana Oasi della Pace. All ingresso, nonostante il ritardo, veniamo accolti dai giovani della Comunità, ed abbiamo la fortuna di trovare anche suor Elvira, dato che in questi giorni si festeggia il 15 anno di presenza della comunità qui a Medjugorje. Ci incontriamo in cappella, dove suor Elvira e i giovani si presentano e presentano la comunità. La suora, 70 anni ma una verve incredibile, esordisce affermando di essere sposata da molti anni con il figlio del falegname di Nazareth, scoprendo che servire è regnare. Non c è regno più grande, più stupendo del cuore dell uomo. Il segreto per regnare, per superare le paure, la depressione, è di voltarsi verso chi sta soffrendo più di noi. E inutile stare a contemplare e disperarsi delle proprie ferite, tutti abbiamo una ferita nel cuore, una debolezza, ma proviamo a metterla con verità davanti al Signore, perché ci liberi dai nostri peccati. Non conta il passato, non contano i nostri peccati, Dio dà a tutti la possibilità di risorgere. La vocazione per eccellenza che ognuno è chiamato a vivere è l Amore. Lui non castiga, non fa paura, perché sa benissimo come siamo. La Madonna qui a Medjugorje vuole guarire i nostri cuori. A Medjugorje per qualche ora bisogna ascoltare il proprio cuore in silenzio. Occorre riscoprire il silenzio, è il momento della riconciliazione, di raggiungere la Pace, in modo definitivo. Seconda Parte Eccoci dunque nella seconda parte di questo libro, a cui più volte, nel corso della narrazione, ho rimandato la trattazione più approfondita di alcuni argomenti, che ho volutamente inteso separare dalla prima parte. Si tratta, è vero, pur sempre di opinioni personali, ma qui ho voluto anche riportare o azzardare, partendo comunque sempre da reali dati di fatto, alcune ipotesi, personali e non, ma che, in quanto ipotesi, più si prestano ad essere condivise o non condivise. Queste ultime pagine verranno redatte perciò con spirito giornalistico, lungi dal voler creare proselitismi, alimentare fanatismi o allarmismi. Citerò anche dei documenti, tra cui scritti di papi, santi e beati, tenendo fuori testi di sedicenti rivelazioni private ad eccezione del caso Medjugorje, non intendendo inoltre formulare interpretazioni di comodo della Sacra Scrittura, nè tantomeno creare confusione o sviare la fede dei lettori. Ecco perché ho voluto separare dal resto del libro questa seconda parte e fare, al principio di essa, le debite precisazioni

8 I. Giovanni Paolo II, il Papa di Maria. Medjugorje, 25 agosto 1994: «Cari figli, oggi sono unita a voi nella preghiera in modo speciale, pregando per il dono della presenza del mio amato figlio nella vostra patria (il 10 e l 11 settembre, papa Giovanni Paolo II visiterà la Croazia). Pregate, figlioli, per la salute del mio figlio più caro che soffre, ma che io ho scelto per questi tempi. Io prego e intercedo presso mio Figlio Gesù, affinché si realizzi il sogno dei vostri padri. Pregate, figlioli, in modo speciale, perché Satana è forte e vuole distruggere la speranza nel vostro cuore. Io vi benedico. Grazie per aver risposto alla mia chiamata». Pregate, figlioli, per la salute del mio figlio più caro che soffre, ma che io ho scelto per questi tempi. Maria, con questo messaggio del 25 agosto 1994, ha rivelato dunque che Giovanni Paolo II è il Papa che lei stessa si è scelta per questi tempi. Del resto non è difficile dimostrare, anche per chi non crede o non vuole credere a Medjugorje, come alcuni eventi abbiano segnato la vita del Pontefice in maniera misteriosa, sin dalla sua infanzia. A tal proposito proponiamo alcuni brevi passi, tratti dagli scritti dal Servo di Dio Karol Wojtyla. Il «filo mariano». Naturalmente, parlando delle origini della mia vocazione sacerdotale, non posso dimenticare il filo mariano. La venerazione alla Madre di Dio nella sua forma tradizionale mi viene dalla famiglia e dalla parrocchia di Wadowice. Ricordo, nella chiesa parrocchiale, una cappella laterale dedicata alla Madre del Perpetuo Soccorso, dove di mattina, prima dell'inizio delle lezioni, si recavano gli studenti del ginnasio. Anche a lezioni concluse, nelle ore pomeridiane, vi andavano molti studenti per pregare la Vergine. Comunione e Liberazione di don Giussani, tutti hanno conosciuto la vicenda, e non lo hanno potuto più picchiare. Si conclude infine l incontro: Cosa offriamo così ai nostri figli? Niente, dobbiamo seminare bene, dobbiamo avere fiducia e il mondo si convertirà. Noi spesso diamo ai nostri figli solo le cose materiali e pensiamo di darne sempre di più, ma vediamo la povertà dei loro cuori quando non gli abbiamo dato Dio, quando non li abbiamo istruiti nella preghiera. Per questo è arrivata la Madonna. Lei fa capire a tutti noi che ognuno di noi è suo figlio e che possiamo cominciare anche oggi a vivere una vita nuova anche se abbiamo 90 anni, perchè la Madonna è in mezzo a noi e ci dice: Io vi voglio bene; se sapeste quanto vi amo, piangereste di gioia. Vi auguro con tutto il cuore che ognuno di voi possa scoprire in questi giorni l amore della Madonna. Andate sulla Collina delle apparizioni, sul monte della Croce, nella Chiesa, alla Croce Blu Anche voi che siete qui per la prima volta, cercate qualche piccolo posto dove nascondervi e pregare. Sfruttate bene questo tempo, non cercate, non preoccupatevi del cibo, delle cose materiali o del rosario nuovo che potete comperare per avere una collezione di rosari, o altre cose; ma cominciate a sfruttare questo tempo per dedicarlo a Dio, e vedrete che Dio non si nasconde, non è su, in qualche parte del cielo, ma è in mezzo a noi ci vuole bene e per questo ha mandato la sua e nostra Madre, perché vuole aiutarci e vuole salvarci. Un giorno abbiamo chiesto alla Madonna: Perché tu sei così bella che non possiamo descrivere la tua bellezza? La Madonna ha detto: Io sono bella perché amo. Io vi invito tutti a cominciare ad amare la Madonna, perché se cominciate ad amare la Madonna, la Madonna vi porta a Gesù e quando avete Gesù, avete la vita eterna. Ecco, io vi auguro questo con tutto il cuore e che Dio vi benedica. Questa sera, durante l apparizione, pregherò per tutti voi e per tutte le vostre intenzioni

9 142 invece noi dobbiamo professare la nostra fede. Penso che ci accorgeremo presto del governo che abbiamo voluto. Dalla bocca di Marjia non escono parole di chi vuole fare politica, sono parole pesate, nessuna è fuori posto. C è da fidarsi, ciò che dà credibilità a queste affermazioni sono proprio quei famosi quarant anni di schiavitù comunista, cui sono state sottomesse le popolazioni jugoslave, nonché i soprusi subiti in prima persona dagli stessi veggenti e da Padre Jozo. Inoltre, mentre sto trascrivendo questo testo, fine 2006 inizio 2007, diverse volte l agnello ha lasciato il posto al lupo, in parlamento si discute di matrimoni-gay di pacs, di eutanasia, di stato laico=ateo, e argomenti simili come volevasi dimostrare Per Natale poi sono scomparsi i presepi dalla grande distribuzione, si riteneva offendessero le altre religioni; anche nelle scuole molti dirigenti scolastici hanno proibito il presepe e anche di cantare canzoncine natalizie in cui venisse pronunciato il nome di Gesù. Stiamo assistendo così, se ancora qualcuno ancora non l avesse capito, ad un processo di cancellazione del cristianesimo, stiamo viaggiando verso una sorta di religione umanitaria. Questo lo scenario in cui stiamo vivendo ed il futuro non promette nulla di buono. Vedremo La Gospa nel messaggio del 25 gennaio 1997 disse: «Cari figli, vi invito a riflettere sul vostro futuro. Voi state creando un nuovo mondo senza Dio, solamente con le vostre forze, ed è per questo che non siete soddisfatti e non avete la gioia nel cuore. Questo tempo è il mio tempo e perciò, figlioli, vi invito di nuovo a pregare. [..]». Continua Marjia: Padre Jozo parla contro il comunismo, anche se non parla mai della sua esperienza. Lui è stato percosso, torturato. Se volete sapere quando cambia tempo, potete chiederlo a padre Jozo, lui lo avverte nelle sue ossa. Veniva picchiato duramente, ed aveva spalla e mandibola completamente fuori. Grazie a delle raccolte di firme, in Germania, in Italia, ed in particolare grazie al movimento di Inoltre, a Wadowice, c'era sulla collina un monastero carmelitano, la cui fondazione risaliva ai tempi di San Raffaele Kalinowski. Gli abitanti di Wadowice lo frequentavano in gran numero, e ciò non mancava di riflettersi in una diffusa devozione per lo scapolare della Madonna del Carmine. Anch'io lo ricevetti, credo all'età di dieci anni, e lo porto tuttora. Si andava dai Carmelitani anche per confessarsi. Fu così che, tanto nella chiesa parrocchiale quanto in quella del Carmelo, si formò la mia devozione mariana durante gli anni dell'infanzia e dell'adolescenza fino al conseguimento della maturità classica. Quando mi trovai a Cracovia, nel quartiere Debniki, entrai nel gruppo del «Rosario vivo», nella parrocchia salesiana. Vi si venerava in modo particolare Maria Ausiliatrice. A Debniki, nel periodo in cui andava configurandosi la mia vocazione sacerdotale, anche grazie al menzionato influsso di Jan Tyranowski, il mio modo di comprendere il culto della Madre di Dio subì un certo cambiamento. Ero già convinto che Maria ci conduce a Cristo, ma in quel periodo cominciai a capire che anche Cristo ci conduce a sua Madre. Ci fu un momento in cui misi in qualche modo in discussione il mio culto per Maria ritenendo che esso, dilatandosi eccessivamente, finisse per compromettere la supremazia del culto dovuto a Cristo. Mi venne allora in aiuto il libro di San Luigi Maria Grignion de Montfort che porta il titolo di «Trattato della vera devozione alla Santa Vergine». In esso trovai la risposta alle mie perplessità. Sì, Maria ci avvicina a Cristo, ci conduce a Lui, a condizione che si viva il suo mistero in Cristo. Il trattato di San Luigi Maria Grignion de Montfort può disturbare con il suo stile un po' enfatico e barocco, ma l'essenza delle verità teologiche in esso contenute è incontestabile. L'autore è un teologo di classe. Il suo pensiero mariologico è radicato nel Mistero trinitario e nella verità dell'incarnazione del Verbo di Dio. Compresi allora perché la Chiesa reciti l'angelus tre volte al giorno. Capii quanto cruciali siano le parole di questa preghiera: «L'Angelo del Signore portò l'annuncio a Maria. Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo... Eccomi, sono la serva del Signore. Avvenga di me secondo la tua parola... E il Verbo si fece carne, e 159

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Mercoledì 15 aprile 2009

Mercoledì 15 aprile 2009 Mercoledì 15 aprile 2009 EVANGELIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO - Uno dei problemi maggiori non è tanto evangelizzare, quanto fare in modo che le persone che hanno accettato Gesù come personale Salvatore rimangano

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio X Forum Internazionale dei Giovani - Rocca di Papa (Roma), 24-28 marzo 2010 Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio Fabian Lair, Austria PREMESSA Viviamo in un mondo in cui tutto

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

SAN TOMMASO DEI BATIUTI

SAN TOMMASO DEI BATIUTI rr;;;:.-~ J/(::il. 10 ~m. "'~"'. TO O H "NT U. CAPPELLANIA OSPEDALE SAN TOMMASO DEI BATIUTI PORTOGRUARO 19 Settelnbre Benedizione Cappella 2014 San Giovanni Paolo II BENEDIZIONE DELL'ACQUA E ASPERSIONE

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Maggio ogni giorno con Maria

Maggio ogni giorno con Maria Maggio ogni giorno con Maria Maria, Maestra di contemplazione: i misteri della luce Il Rosario con San Giovanni Paolo II [BRUNA FREGNI] Proposta ispirata alla lettera apostolica sul Rosario di papa Giovanni

Dettagli

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO

RINNOVAMENTO CARISMATICO CATTOLICO INSEGNAMENTO IL MIO CUORE CANTA LE TUE LODI a cura di Carlo Arditi, Responsabile del Servizio Musica e Canto Nel preparare questa condivisione mi sono accorto che, pur non avendolo fatto apposta, anche

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

In collaborazione con le Parrocchie unite di Novara centro. La Salve di Maggio. Nel segno della Madonna Pellegrina. 13 maggio 1981.

In collaborazione con le Parrocchie unite di Novara centro. La Salve di Maggio. Nel segno della Madonna Pellegrina. 13 maggio 1981. In collaborazione con le Parrocchie unite di Novara centro La Salve di Maggio Nel segno della Madonna Pellegrina 13 maggio 1981 Giovanni Paolo II Il messaggio di Fatima e l attentato in piazza San Pietro

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE

APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II A CAVARZERE Traduzione dell articolo pubblicato il mese di Marzo 2011 dalla rivista Cattolica francese L APPEL DU CIEL APPARIZIONI DI GIOVANNI PAOLO II Nel 2005, in occasione

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO

IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Parrocchia della B.V. del Carmine Udine IN ATTESA DEL DONO DELLO SPIRITO SANTO Incontro di riflessione e preghiera VENERDÌ 23 MAGGIO 2014 PRESENTAZIONE DELL INCONTRO Ci troviamo insieme stasera per prepararci

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO

BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO BREVE CATECHESI SUL MATRIMONIO CRISTIANO Il patto matrimoniale con cui l uomo e la donna stabiliscono di vivere insieme per tutta la vita, per sua natura ordinato al bene dei coniugi ed alla procreazione

Dettagli

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi Card. Stanisław Ryłko Presidente Pontificio Consiglio per i Laici Città del Vaticano GIOVANNI PAOLO II: AMICO DEI GIOVANI Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi 1.

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.

Parroco: Micotti don Adriano. Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68. 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete. PARROCCHIE DI S. BARTOLOMEO CAPREZZO S. BRIZIO COSSOGNO E S. PIETRO - TROBASO Parroco: Micotti don Adriano Casa Parrocchiale di Trobaso e FAX 0323-57.16.68 338-50.59.656 d.adri@infinito.it www.parrocchiainrete.it

Dettagli

Giovanni Paolo II. Il Santo di Wadowice

Giovanni Paolo II. Il Santo di Wadowice Giovanni Paolo II Il Santo di Wadowice Edmund Wojtyła con i genitori Emilia e Karol Foto dalla collezione del Museo Casa Natale di Santo Padre Giovanni Paolo II a Wadowice Le mani di mia madre mi insegnavano

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera?

Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Catechismo della Chiesa Cattolica Pregare oggi e perché Che cos'è la preghiera? Quando pregava Gesù? Qual è la via della nostra preghiera? Quali momenti sono più indicati per la preghiera? Quali sono le

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Canto Guida: Questo pomeriggio siamo qui, davanti a Gesù e davanti

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

Viviamo nell era della

Viviamo nell era della PREGHIERA E CATECHESI Nell attesa della venuta di Gesù, ogni giorno c è un per te Una proposta di preghiera personale per ogni giorno di Avvento Viviamo nell era della comunicazione «continua». Il ne è

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Il cristiano esiste o scompare con la preghiera Nella preghiera è custodita la ricetta della vita

Il cristiano esiste o scompare con la preghiera Nella preghiera è custodita la ricetta della vita LE FORME E LE ESPRESSIONI DELLA PREGHIERA NEL TEMPO DELLA CHIESA S. Tommaso d Aquino 8 gennaio 2002 Schema della riflessione tenuta da Nasca Michelangelo INTRODUZIONE Il cristiano che non prega più deve

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a

Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Oleggio 01/11/2005 Festa di Tutti i Santi Ap 7,2-4.9-14 Sal 23, 1-6 1 Gv 3, 1-3 Dal vangelo secondo Matteo 5, 1-12 a Preghiera iniziale Ci mettiamo alla presenza del Signore e apriamo il nostro cuore alla

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA 1. DIO E L UOMO CLASSE PRIMA 1.1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre 1.2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele, testimoniato

Dettagli

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA

LAMPADA. CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015. 12 Aprile 2015 DOMENICA DELLA DIVINA MISERICORDIA CALENDARIO SS.MESSE 11-19 Aprile 2015 DATA Domenica II di Pasqua in albis Divina Misericordia INTENZIONE Sabato 11 18.30 Def. Marcuzzi Pietro / def. Fam. Jogna Prat Angelo/ def. Pupulin Anna e Bertoia

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Differenze tra la chiesa cattolica e la chiesa evangelica

Differenze tra la chiesa cattolica e la chiesa evangelica Mercoledì, 6 maggio 2009 Differenze tra la chiesa cattolica e la chiesa evangelica Oggi vedremo le differenze tra cattolici ed evangelici. Intanto partiamo dai fondamenti comuni. I punti fondamentali della

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Udienza a bambini e ragazzi di Scuole italiane, partecipanti alla manifestazione promossa da La Fabbrica della Pace

Udienza a bambini e ragazzi di Scuole italiane, partecipanti alla manifestazione promossa da La Fabbrica della Pace N. 0358 Lunedì 11.05.2015 Udienza a bambini e ragazzi di Scuole italiane, partecipanti alla manifestazione promossa da La Fabbrica della Pace Dialogo del Papa con i bambini partecipanti all incontro Discorso

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli