Servizio Sanitario Nazionale Regione Basilicata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizio Sanitario Nazionale Regione Basilicata"

Transcript

1 Servizio Sanitario Nazionale Regione Basilicata AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO DI POTENZA CAPOFILA DELLA UNIONE DI ACQUISTO CON AZIENDE SANITARIE 1, 2, 3, 4 E 5 ED IL CROB DI RIONERO DISCIPLINARE/CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DEL SISTEMA RIS/PACS REGIONALE

2 INDICE ALLEGATO 01: Modello di sopralluogo; 02/A 02/B Modelli offerta economica; ALLEGATO 03: Prospetto informativo e dichiarazione di conformità costruttiva alle normative e direttive Europee. ALLEGATO 04: Riferito alla Dipartimento Salute della Regione Basilicata Potenza Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; ALLEGATO 05: Riferito alla Azienda Ospedaliera San Carlo di Potenza e Pescopagano - Sub 01 Unità Operative interessate; Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; Sub 03 Organico Unità Operative di Diagnostica per Immagini; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; Sub 06 Planimetrie ALLEGATO 06: Riferito al Centro di Riferimento Oncologico di Rionero Sub 01 Unità Operative interessate; Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; Sub 03 Organico Unità Operative di Diagnostica per Immagini; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; Sub 06 Planimetrie ALLEGATO 07: Riferito alla Azienda Sanitaria Locale n.1 di Venosa; Sub 01 Unità Operative interessate; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; ALLEGATO 08: Riferito alla Azienda Sanitaria Locale n.2 di Potenza; Sub 01 Unità Operative interessate; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; ALLEGATO 09: Riferito alla Azienda Sanitaria Locale n.3 di Lagonegro; Pag. 2 di 62

3 Sub 01 Unità Operative interessate; Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; Sub 03 Organico Unità Operative di Diagnostica per Immagini; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; Sub 06 Planimetrie ALLEGATO 10: Riferito alla Azienda Sanitaria Locale n.4 di Matera; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; ALLEGATO 11: Riferito alla Azienda Sanitaria Locale n.5 di Montalbano J.; Sub 01 Unità Operative interessate; Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; Sub 03 Organico Unità Operative di Diagnostica per Immagini; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; Sub 06 Planimetrie ALLEGATO 12: Screening Mammografico; Sub 01 Unità Operative interessate; Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; Pag. 3 di 62

4 ALLEGATO 01: Modello di sopralluogo; AZIENDA.. ATTESTATO DI SOPRALLUOGO Oggetto: RIS-PACS REGIONALE Si attesta che il sig., in rappresentanza della ditta in data., ha effettuato il sopralluogo nei luoghi dove si svolgeranno i lavori indicati in oggetto. II sig. dichiara di aver preso visione dei luoghi e di tutte le circostanze che possono ìnfluire sull'appalto, di aver richiesto e ricevuto tutte le informazioni e delucidazioni necessarie per ottemperare a quanto riportato in DISCIPLINARE/CAPITOLATO. PER RICEVUTA DELL ATTESTATO E PER DICHIARAZIONE IL DIRIGENTE della U.O.... Dr. Allegato copia documento di riconoscimento Pag. 4 di 62

5 ALLEGATO 2/A DESCRIZIONE SERVIZIO/FORNITURA IMPORTO FORNITURA/SERVIZIO ( escluso IVA) I.V.A. IMPORTO TOTALE FORNITURA/SERVIZIO ( incluso IVA) TOTALI FORNITURE/SERVIZI OGNI TABELLA SOPRA INDICATA DEVE ESSERE RIFERITA ALLA SINGOLA AZIENDA/DIPARTIMENTO REGIONALE. Pag. 5 di 62

6 ALLEGATO 2/B LE DESCRIZIONI DI FORNITURE E PRESTAZIONI SONO INDICATIVE. GLI IMPORTI VANNO ESPRESSI IN EURO, IVA ESCLUSA. Pag. 6 di 62

7 ALLEGATO 03: Prospetto informativo e dichiarazione di conformità costruttiva alle normative e direttive Europee. REGIONE BASILICATA AZIENDA.. PROSPETTO INFORMATIVO E DICHIARAZIONE DI CONFORMITA COSTRUTTIVA ALLE NORMATIVE E DIRETTIVE EUROPEE IL SOTTOSCRITTO [ ] LEGALE RAPPRESENTANTE [ ] RESPONSABILE TECNICO [ ] ALTRO DELLA DITTA CON SEDE IN VIA DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA LA VERIDICITA DEI DATI E DELLE CONDIZIONI DI FORNITURA QUI RIPORTATI, ED INOLTRE CHE LA SOTTODESCRITTA APPARECCHIATURA /SISTEMA RISPONDONO ALLE NORME COSTRUTTIVE DIRETTIVE GENERALI/PARTICOLARI ELENCATE NELLA PAGINA SUCCESSIVA: COMPOSIZIONE TIPO DI APPARECCHIATURA PRODUTTORE E MODELLO CLASSE E TIPO (DESCRIZIONE COMPONENTE) (sicurezza elettrica) 1) 2) 3) 4) 5) Pag. 7 di 62

8 MATERIALI DI CONSUMO Descrivere e quotare, eventualmente in allegato, tutti i materiali necessari per il corretto funzionamento di quanto sopra descritto, nessuno escluso; esemplificare e chiarire il numero delle prestazioni /trattamenti ottenibili per ogni lotto di materiale (es. confezione da 8 lampade, utili per c.a ore di funzionamento pari a 750 trattamenti) TIPO DESCRIZIONE DESCRIZIONE 1) 2) 3) 4) BARRARE LE CASELLE CORRISPONDENTI - COMPILARE OGNI PARTE SENZA OMISSIONI DICHIARAZIONE Di CONFORMITA' ALLE DIRETTIVE EUROPEE - NORME DEL C.E.I. (I.E.C.) ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA CEE n* 539/84 E SEGG. ( ) CEI 62-5 (IEC 601-1) NORME COSTRUTTIVE GENERALI - [ ] CEI 66-5 APP. ELETTRICI DA LABOR. PER ANALISI CLINICHE NORME SPECIFICHE INTEGRATIVE ( E RELATIVE VARIANTI ) APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI APPARECCHIATURE ELETTROM. RADIOLOGICHE [ ] CEI APPARECCHI TESTALETTO [ ] CEI 62 2 APP. PER DIAGNOSI CON TENS. DA 10 KV A 400 KV [ ] CEI APPARECCHI CHIRURGICI AD ALTA FREQUENZA [ ] CEI 62 3 CASSETTE RADIOGRAFICHE [ ] CEI DEFIBRILLATORI CARD E DEF. C. CON MONITOR [ ] CEI 62 6 INTENSIFICATORI ELETTRO-OTTICI DI IMM. RADIOL. Pag. 8 di 62

9 [ ] CEI APP. DI TERAPIA AD ONDE CORTE (MARCONITER.) [ ] CEI 62 8 TUBI RADIOGENI E COMPLESSI TUBO-GUAINA [ ] CEI ELETTROCARDIOGRAFI [ ] CEI 62 9 GRIGLIE ANTIDIFFUSIONE NEGLI APP. RAD. [ ] CEI POMPE D'INFUSIONE [ ] CEI SCHERMI DI RINFORZO RADIOLOGICI [ ] CEI APP. PER LA TERAPIA A MICR00NDE (RADARTER.) [ ] CEI GEN. RADIOL. DEI GRUPPI RADIOG. DI DIAGN. [ ] CEI SISTEMI DI MONITORAGGIO DEL PAZIENTE [ ] CEI GENERATORI RADIOLOGICI TERAPEUTICI [ ] CEI APPARECCHI PER EMODIALISI [ ] CEI DISTORSIONE DEGLI INTENSIFIC. ELETTRO-OTTICI [ ] CEI VENTILATORI POLMONARI [ ] CEI DOSIMETRI USATI IN RADIOTER. DI TIPO ELETTRIC [ ] CEI APPARECCHI PER ANESTESIA [ ] CEI APPARECCHIATURE DI GAMMATERAPIA [ ] CEI INCUBATRICI NEONATALI [ ] CEI DOSIMETRI A CAM. DI IONIZZAZ. USATI IN RADIOT. [ ] CEI APP. DI STIMOLAZIONE NEUROMUSCOLARE [ ] CEI ACCELERATORI MEDICALI DI ELETTRONI 1-50 MeV [ ] CEI ELETTROSTIMOLATORI CARDIACI IMPIANTABILI [ ] CEI TUBI AD ANODO ROTANTE [ ] CEI APPARECCHI ELETTRICI PER USO ESTETICO [ ] CEI GENERATORI RADIOL. A SCARICA DI CONDENSAT. [ ] CEI INCUBATRICI DA TRASPORTO [ ] CEI APP. PROIETTORI AUTOM. DI SORGENTI GAMMA [ ] CEI APP. LASER TERAPEUTICI E DIAGNOSTICI [ ] CEI SIMULATORI DI RADIOTERAPIA APPARECCHI E INSTALLAZIONI LASER APPARECCHIATURE NON ELETTROMEDICALI [ ] CEI 76-1 APPARECCHI ED INSTALLAZ.. LASER-SIC. ELETTR. [ ] LVD 93/68 EEC DIRETTIVA BASSA TENSIONE [ ] CEI 76-2 APP. LASER. SIC. RADIAZ. CLASSIFICAZ. PRESCRIZ. [ ] DPR 459/96 DIRETTIVE MACCHINE ALTRE DIRETTIVE [ ] EMC 89/336/EEC COMPATIBILITA ELETTROMAGNETICA [ ] MDD 93/42/EEC DISPOSITIVI MEDICI Pag. 9 di 62

10 CERTIFICAZIONE RICONOSCIUTA DA ENTI NORMATORI MARCHI [] IMQ (ITALIA) [] NEMKO (NORVEGIA) [] KEMA (OLANDA) [] CEBEC (BELGIO) [] SEMKO (SVEZIA) [] VDE-P (GERMANIA) [] SEV (SVIZZERA) [] SETI (FINLANDIA) [] INSTALLAZIONE [ ] Chiavi in mano : viene fornito quanto necessiti per rendere funzionante ed a norma, l app. ; comprende l allacciamento alle alimentaz. e la fornitura di cavi con spine dello stesso standard dell impianto esistente. [ ] ALTRO: GARANZIA [ ] Omnicomprensiva di pezzi di ricambio e mano d op. interventi presso Ospedale, di almeno 12 mesi dal collaudo [ ] ALTRO: CENTRO DI ASSISTENZA (nome, ditta e sede): Dir. di chiamata costo or. Mano d op. costo (assoluto o %) di un contr. Full Risk (omnicomprensivo (mat. Mano d op.): MATERIALE FORNITO CON LE APPARECCHIATURE, SENZA ONERI AGGIUNTIVI: A [] MANUALI ORIGINALI PER OPERATORE CON TRADUZIONE IN ITALIANO, SE REDATTI I N LINGUA STRANIERA B [] MANUALI ORIGINALI DI ASSISTENZA TECNICA C [] SCHEMI ELETTRICI E FUNZIONALI D [] SET INIZIALE DI FUNZIONAMENTO, PER COLLAUDO E TARATURA DATA: TIMBRO E FIRMA Pag. 10 di 62

11 ALLEGATO 04: Dipartimento Salute della Regione Basilicata. PREMESSA Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; L'Area di Diagnostica per Immagini, punto di connessione di tutti i percorsi diagnostico-terapeutici (degenza, accessi ambulatoriali e di Pronto Soccorso), caratterizzata da elevati volumi di attività, dall'utilizzo di tecnologie sofisticate e ad alto costo e da alta complessità gestionale-organizzativa, rappresenta il primo passo per la futura realizzazione del dossier di dati clinici a livello regionale. Il progetto dovrà consentire la gestione centralizzata di tutti i dati dello screening mammografico oltre a garantire la disponibilità on line, nelle diverse unità di diagnostica per immagini delle Aziende Ospedaliere e delle Aziende Sanitarie della Regione ed a tutti gli operatori sanitari abilitati (all interno delle Aziende e sul territorio), dei risultati delle prestazioni di Diagnostica per Immagini effettuate da cittadini lucani. Per raggiungere tale scopo è fondamentale che: i sistemi teleradiologici RIS-PACS siano completamente integrati con il Sistema Informativo Regionale (anagrafe unica, Cup regionale, progetto LUMIR, ecc.); venga sviluppato un archivio indice regionale, sul modello di quanto realizzato in Regione Toscana, in cui raccogliere e condividere dati clinici e referti tra le diverse Aziende Sanitarie e che faciliti l accesso, quando richiesto, alle immagini archiviate in periferia. Così facendo, i benefici attesi si estrinsecheranno almeno a tre livelli: a livello del cittadino, che dovrà trovare: o soddisfazione ai propri bisogni sanitari in modo più efficiente, semplice e veloce, evitando spostamenti e perdite di tempo, oggi spesso dovute alle procedure burocratiche ed al reperimento della necessaria documentazione clinica; o maggiore efficacia nel processo diagnostico-terapeutico potendo consultare immediatamente i dati clinici necessari; o diminuzione del rischio di errori medici dovuti alla mancanza di dati clinici (le immagini di precedenti accertamenti, informazioni sulle patologie in atto, ecc..) ; o diminuzione del rischio per esposizione alle radiazioni ionizzanti per esami ripetuti e non appropriati; a livello delle strutture sanitarie, che potranno o migliorare la propria efficienza operativa; o ottimizzare l'impegno delle risorse umane, effettuando alcune attività nei centri in cui è presente la maggiore competenza tecnico-professionale (teleconsulto, second opinion); a livello dei Medici di Medicina Generale (MMG), Pediatri di Libera Scelta (PLS) e Medici specialisti (MS), che potranno: o avere immediatamente a disposizione dati, referti ed immagini degli accertamenti diagnostici richiesti, facilitando l'inquadramento diagnosticoterapeutico dell'assistito; o consultare, dopo l'effettuazione delle prestazioni, i risultati, referti ed immagini di competenza dei propri assistiti. Pag. 11 di 62

12 Per raggiungere gli obbiettivi e requisiti generali di progetto innanzi enunciati si rende necessaria la implementazione di una soluzione architetturale del sistema regionale che preveda la disponibilità di un sistema elaborativo principale ubicato in Regione a Potenza ed un duale da installare a Matera. Tale configurazione ridondata insieme ad una ed opportuna infrastruttura software ed avvalendosi delle tecnologie di rete già disponibili deve consentire: o La replica delle informazioni tra un sito primario e secondario; o Il riallineamento automatico e ripartenze sul sito secondario, in caso di fault primario; o Il backup giornaliero dei dati; Nel seguito non in via esaustiva vengono date le indicazioni di dettaglio della soluzione. Sommario esecutivo Il presente documento costituisce la descrizione tecnica relativa all acquisizione della infrastruttura di archiviazione on-line e condivisione di dati, del sistema di back up, del sistema di disaster recovery da realizzare presso la Regione Basilicata, presso la sede del CED di via della Regione a Potenza e la sede dell ospedale di Matera. Il presente documento fornisce pertanto una descrizione non esaustiva dei sistemi richiesti, ed una indicazione dei requisiti minimi dei prodotti hardware e software richiesti per la sua realizzazione. Nel prosieguo si fornisce l'architettura di riferimento e le specifiche di dettaglio delle attività che costituiscono il previsto intervento. Oggetto dell intervento L'oggetto dell intervento richiesto consiste nelle seguenti attività, descritte in dettaglio nel seguito del documento: - Fornitura, installazione ed integrazione con la server farm esistente di un sistema NAS/SAN e di tutti i componenti accessori necessari; - - Fornitura, installazione ed integrazione con la server farm esistente di un sistema di Back up e di tutti i componenti accessori necessari; - Fornitura, installazione ed integrazione presso la sede dell ospedale di Matera di un sistema di replica e di tutti i componenti accessori necessari;sistema Network Attached Storage Il sistema hardware e software richiesto deve avere le caratteristiche di NAS con una capacità grezza disponibile di 4 TB ed una espansibilità fino a 16 TB con le caratteristiche di dettaglio di seguito riportate. Come opzione facoltativa è richiesta anche le funzionalità di Storage Area Network nello stesso sistema basata su tecnologia Fiber Channel per una capacità di 4 TB ed una espansibilità fino a 16 TB. Le caratteristiche di dettaglio sono di seguito riportate. Pag. 12 di 62

13 Caratteristiche di dettaglio sistema NAS Caratteristiche di sintesi - una capacità totale di storage di 4 Terabytes ( grezzo ); - accesso indipendente sia da sistemi Windows sia da sistemi UNIX (in particolare Linux); - supporto a driver di tipo SCSI/SATA/ATA/PATA Hot-Swappable; - capacità minima richiesta con dischi SCSI 438 GB ( grezzo ) più un disco di hot spare; - eventuale scalabilità in capacità fino a16 TB; - configurazione in un unico Rack; - Flessibilità; - Semplicità di gestione, tramite console dedicata ed inclusa nel Rack e software dedicato; - N.ro due unità di controllo in HA con le seguenti caratteristiche minimali per ciascuno: - 4 porte 10/100/1000 Ethernet RJ45 Autosensing - 3 porte Fibre Channel 2Gbit (2 per il Back-end + 1 per l unità a nastro) - 2 CPU Intel Pentium IV a 3 Ghz - 4 GB di Ram - alimentazione ridondante. - Protocolli di rete supportati: - TCP/IP, UDP/IP - CIFS, NFS V2 e V3 - FTP - NDMP V1 V2 V3, V4, SNMP - NTP, SNTP Ulteriori caratteristiche richieste Fail Safe Networking/Etherchannel/Lacp Il sistema deve supportare che le porte Ethernet 10/100/1000 operino in modalità FailSafe. In tale modalità, mediante il collegamento a due switch di rete, è possibile, in caso di guasto di una porta o di un cavo Ethernet, passare in modo trasparente sull interfaccia in stand-by. Deve essere possibile attivare le funzionalità di Trunking, tramite i più diffusi modi di aggregazione dei canali Ethernet, Cisco EtherChannel e lo standard IEEE 803.ad (supportato dalla quasi totalità dei switch non Cisco). HA e Load Balancing delle unità di controllo Le unità di controllo devono garantire sia la modalità active/passive garantendo il failover automatico dei servizi NAS a fronte di un qualunque tipo di malfunzionamento di una delle due unità di controllo. Il sistema deve poter inoltre operare in una modalità ad alte performance, active/active, dove le due unità di controllo lavorano contemporaneamente. Gestione livello RAID Flessibilità di configurazione, che consente l utilizzo contemporaneo di livelli RAID 1 e RAID 5 su dischi FC da 36GB, 73GB, 146GB e SATA da 250GB minimo. Funzionalità Software di gestione Pag. 13 di 62

14 Il software di management integrato nel sistema deve essere Web Based, e deve consentire di svolgere tutte le principali funzioni da un qualsiasi punto della rete. Nella versione proposta deve consentire le seguenti funzionalità: Configurazione della Rete Configurazione dell Hardware Gestione di: o o o o o o Unità di controllo File System Shares Tree Quote Volume Management Automatico Checkpoint Stato del sistema Utilizzo del sistema Wizard Help integrato NDMP supporto per i software di back up Il sistema deve supportare il protocollo NDMP (Network Data Management Protocol ), che permetta di avere i seguenti aspetti sostanziali: - le prestazioni di backup molto elevate - si scarica la rete dal passaggio dei dati di backup. Il Network Data Management Protocol (NDMP), è un protocollo standard di comunicazione per ambienti open system progettato specialmente per soluzioni di backup e restore in architetture Network Attached Storage (NAS) eterogenee. I maggiori produttori di software di backup supportano questo tipo di protocollo attraverso l installazione di un modulo aggiuntivo. Si richiede che siano certificati almeno i produttori di seguito riportati: Veritas Netbackup Legato NetWorker Pag. 14 di 62

15 CommVault galaxy HP Omiback Ibm Tsm Integrazione Ambienti Microsoft Il sistema deve essere in grado di supportare l integrazione in un qualsiasi dominio Windows NT, 2000 e 2003, in modo nativo o mixed mode. Nel dettaglio, il supporto in ambiente Windows 2003 deve includere: Dynamic DNS Active Directory LDAP, Kerberos Domain/Local/Global/Universal Groups Sparse Files Kerberos Authentication Windows 2003 Quotas Group Policy Objects Pag. 15 di 62

16 Riepilogo caratteristiche richieste N N o S i n g l e P o i n t O f F a i l u r e D r i v e s u p p o r t a t i F C 3 6 / 7 3 / G B / S A T A G B m i n. C a p a c i t à U t i l e S F C : 1 6 T B F C / A T A : 1 6 T B U t i l i z z o d r i v e m i s t i S I. e t i p o d i p r o c e s s o r i 4 P e n t i u m I V a 3. 0 G h z ( m i n i m o o e q u i v a l e n t e ) N. p o r t e E t h e r n e t / G b i t / / N. p o r t e F i b r e C h a n n e l 6 2 G b i t M e m o r i a ( M a x ) 8 G B L i v e l l i R a i d 1, 5 L i v e l l i R a i d m i s t i S I I P r o t o c o l l i S u p p o r t a t i T C P / I P, U D P / I P C I F S, N F S V 2 e V 3 F T P N D M P V , S N M P N T P, S N T P M a n a g e m e n t W e b B a s e d L i n k A g g r e g a t i o n, E t h e r n e t T r u n k i n g S S I I F a i l S a f e N e t w o r k i n g S I A u t e n t i c a z i o n e D o m i n i W i n d o w s K e r b e r o s N T P D C ( P r i m a r y D o m a i n C o n t r o l l e r ) U N I X N I S S e c u r e N F S D i a g n o s t i c a A u t o d i a g n o s t i c a c o n c h i a m a t a a u t o m a t i c a a l C u s t o m e r C a r e e m a n u t e n z i o n e r e m o t a Caratteristiche sistema SAN Pag. 16 di 62

17 Si richiede che il sistema NAS integri anche le funzionalità di Storage Area Network basata su tecnologia Fibre Channel. Caratteristiche di sintesi: - Gestione della stessa capacità totale di storage di 4 Terabytes del sistema NAS ( grezzo ); - accesso indipendente sia da sistemi Windows sia da sistemi UNIX (in particolare Linux); - supporto a driver di tipo SCSI/SATA/ATA/PATA/FC Hot-Swappable; - eventuale scalabilità in capacità fino a16 TB; - configurazione in un unico Rack; Il sistema deve permettere di utilizzare nello stesso array le unità disco Fibre Channel e le unità disco SATA. Velocità di trasmissione dei dati con un throughput della cache di 760 MB/s e I/O al secondo. Supporto per minimo 5 unità disco. Interfacce FC minimo 2 e comunque supportare il collegamento diretto FC di n.ro 2 server tramite controller FC. Host connection via Fibre Channel (FC), 2 connectors per controller tramite Media adapter for Fibre Optic Multimode connections, Distance to host up to 500 m (FO Multimode) Caratteristiche Software di gestione SAN administration and monitoring tool for a single Fiber channel raid disk array system grafical user interface runs on a LAN-connected communication with a Fiber channel raid disk array system through a platform-specific agent and via the FC channels provides a clear view to physical RAID groups and logical volumes in a system; RAID group and logical volume configuration Software Agent minimo n.ro 2 per Windows Componenti integranti del sistema NAS A completamento del sistema NAS vengono richiesti n.ro 2 switch con le seguenti caratteristiche minime: - Switch with 24 ports 10/100/1000 BaseT; - plus 2 fiber mini-gbic 1000 Base SX ; - cascade ports including Stacking Cable; - Managed SNMP supports; - Supporto protocollo di trunking ethernet ( 803.ad) fino a 8 Gbps; - Layer 2; - Supporto VLAN; Pag. 17 di 62

18 Inoltre vengono anche richiesti n.ro due server di classe media ( con caratteristiche a discrezione dell offerente ) che presentino tutto quanto necessario per il collegamento al sistema SAN/NAS in termini di interfacce FC e per l installazione del sistema software con funzionalità di Back-up, restore e replica con un numero di licenze minimo per 14 host ( con particolare enfasi al back up di DB SQL); Ovviamente il sistema Software proposto deve tener conto di una perfetta integrazione con l intera fornitura in oggetto. Sistema di back up Il sistema di archiviazione richiesto si basa su Libreria a nastri LTO2 con le seguenti caratteristiche di dettaglio: Libreria LTO - capacità 8 TB nativi ( senza compressione); - scalabilità, in configurazione modulare ad almeno 16 TB nativi ( senza compressione ); - 2 drives lettura/scrittura LTO Ultrium 2; - Drive throughput minimo richiesto 15 MB/sec nativo; - Alimentazione ridondante; - Library MCBF ; - Drivers Hot Swapplable; - Supporto multipiattaforma Windows, Linux, Solaris; - Possibilità di configurazione DAS ( Direct attach storage ) con Fibre Channel per collegamento al NAS e/o al sistema di gestione. Sistema sw e hw di gestione dedicato al back up Il sistema hw e sw di gestione dedicato al back up dovrà essere collegato alla libreria LTO in modalità DAS via Fibre Channel e alla rete LAN del CED di via della Regione tramite interfaccia gigabit ethernet del tipo 1000 BaseT. Caratteristiche hardware minime richieste server rack 19 standard; 1 processore Xeon 3 GHZ, 1 MB cache, up-gradabile a biprocessore; RAM 4 GB; N.ro 3 HD SCSI 146 GB U320 HOT SWAP; Controller RAID 0,1,5; Doppia scheda Fibre Channel compatibile con la libreria LTO; Scheda di rete Dual gigabit Ethernet 1000 BaseT; alimentazione ridondante; SO a cura del fornitore. Caratteristiche software Pag. 18 di 62

19 Il sistema di backup, archiviazione, migrazione e gestione LTO dovrà essere installato e funzionante sul server di gestione. La configurazione base deve prevedere la licenza server e almeno 10 licenze client. Caratteristiche di dettaglio del Software di gestione Libreria e Back up Scheduling dei job di back up, archiviazione e migrazione; Multi-tasking e multi utente; Gestione dei dati/nastri off-line; Funzionalità di tipo HSM ( Hierarchacal Storage Management); Condivisione del dato ai vari clients; Compatibilità multipiattaforma ( Windows, Linux, Solaris); Configurazione, gestione e monitoraggio da rete via LAN in modo sicuro; Installazione lato client per il sistema di DB centrale su SQL Microsoft. Sistema di Disaster Recovery In coerenza con quanto previsto nei paragrafi precedenti si richiede la proposta di un sistema da implementare presso la sede dell Ospedale di Matera che tramite la rete RUPAR, che consente di avere un canale di 1 Gbps con la sede della Regione Basilicata, funga da sistema remoto a cui rifarsi per garantire la protezione dei dati in caso di fuori servizio dei sistemi ubicati alla sede centrale. L offerente deve proporre la soluzione migliore in termini di servizi di recovery e di integrazione con gli altri componenti previsti. Pag. 19 di 62

20 ALLEGATO 05: Riferito alla Azienda Ospedaliera San Carlo di Potenza e Pescopagano Sub 01 Unità Operative interessate; Le Unità Operative interessate dal progetto dislocate presso il campus ospedaliero di Macchia Romana in Potenza sono: Radiologia Diagnostica (Radiologia Centrale, Blocchi operatori, Pronto soccorso, Sala Angiografica, Sala Traumatologica); Neuroradiologia, Medicina Nucleare; Emodinamica; Sale operatorie (gruppo centrale Pad. A, cardiochirurgia Pad. C, Padiglione F1). Le Unità Operative interessate dal progetto dislocate presso il Presidio Ospedaliero di Pescopagano sono: Unità Operativa di Radiologia Diagnostica; Sale operatorie. Inoltre, in attuazione della legge regionale di accorpamento delle Aziende, alla Azienda Ospedaliera San Carlo potrebbe afferire il CROB di Rionero (vedasi allegato 6). Sub 02 Attrezzature minime richieste e loro ubicazione; PRESIDIO OSPEDALIERO DI POTENZA A) - Neuroradiologia N. 2 stazione di visualizzazione/refertazione (dop pio monitor) da collocarsi nella sala refertazione Neuroradiologia così caratterizzata: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 1 stazione di visualizzazione/refertazione (tri plo monitor) da collocarsi nella sala refertazione Neuroradiologia così caratterizzata: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 1 stazione di visualizzazione/refertazione (dop pio monitor) da collocarsi nello studio del Primario di Neuroradiologia così caratterizzata: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 3 stazione di gestione RIS ; Pag. 20 di 62

21 Altre apparecchiature N 2 stampanti di etichette N 1 scanner per radiografie B) - Radiologia N. 1 stazione di visualizzazione / refertazione (d oppio monitor) da collocarsi nei vari locali della radiologia e traumatologia così configurate: risoluzione ottimale (almeno 5M pixel) N. 7 stazioni di visualizzazione / refertazione (d oppio monitor) da collocarsi nei vari locali della radiologia e traumatologia così configurate: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 1 stazione di visualizzazione / refertazione (d oppio monitor) da collocarsi nello studio del Primario della Radiologia così configurata: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 2 stazioni di visualizzazione/ consultazione i nterattiva (doppio monitor) da collocarsi nella sala refertazione Radiologia così configurate: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 4 stazioni di gestione RIS; Altre apparecchiature N 4 stampanti di etichette N 1 scanner per radiografie N 3 stampanti di immagini a colori di qualità fo tografica C) - Emodinamica Presso la Unità Operativa è in via di esecuzione un progetto di aggiornamento del sistema RIS-PACS attualmente in uso anche finalizzato alla piena condivisione di dati e immagini rivenienti dagli angiografi di recente attivati: N. 1 angiografo Siemens mod. AXIOM ARTIS dfc; N. 1 angiografo Siemens mod. AXIOM ARTIS dbc; n. 1 sistema di archiviazione immagini Siemens TERASTORE mod. T7200; n. 2 personal computer Fujitsu Siemens. Inoltre è in via di fornitura in comodato d uso gratuito il sistema DICOMED REVIEW CARDIO IN CONFIGURAZIONE DIAGNOSTICA in modalità stand-alone (non interconnesso al resto del sistema informatico ospedaliero) così configurato: Pag. 21 di 62

22 modulo software DICOM Worklist server; Dicomed CD/DVD Printer server incluso sistema robotizzato RIMAGE 2000i e workstation di controllo di pilotaggio robot; software DICOmed PACS cache server inclusi 2 server (database e servizi); n. 1 stazione di refertazione doppio monitor 19. Indipendentemente dallo stato di attuazione e dalle modalità di cessione del sistema innanzi citato, la soluzione proposta dovrà essere completamente interfacciata, compatibile ed integrata con il RIS-PACS aziendale e, pertanto, è facoltà del proponente di integrare/sostituire/acquisire in toto o in parte tali sistemi. In ogni caso la configurazione finale della U.O. dovrà comprendere, al minimo, le seguenti dotazioni: D) - Medicina Nucleare N. 2 stazioni di visualizzazione / refertazione (d oppio monitor) da collocarsi nei locali della U.O. così configurata: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 1 stazioni di gestione RIS, N. 1 stazione di visualizzazione / refertazione (d oppio monitor) da collocarsi nei locali della U.O. così configurata: risoluzione ottimale (almeno 5M pixel) N. 1 stazione di visualizzazione / refertazione (d oppio monitor) da collocarsi nei locali della U.O. così configurata: risoluzione ottimale (almeno 3M pixel) N. 1 stazioni di gestione RIS; E) - Sale Operatorie Dovrà essere garantita una dotazione di stazioni di consultazione quantitativamente e qualitativamente adeguata a minimizzare l utilizzo residuale di pellicole e diafanoscopi. La soluzione adottata dovrà coprire le attuali 22 sale: 10 Gruppo operatorio centrale; 4 Cardiochirurgia; 4 Pad. F1; 1 sala nefrologica; 3 Emodinamica e dovrà essere il più possibile capillare e di immediato utilizzo (1 stazione di consultazione per ogni sala operatoria), normativamente conforme all utilizzo in sala operatoria. Pag. 22 di 62

23 PRESIDIO OSPEDALIERO DI PESCOPAGANO A) - Radiologia o o o o o o Presso la Unità Operativa di radiologia del Presidio Ospedaliero di Pescopagano è in uso un sistema di digitalizzazione delle immagini radiologiche comprendente: 20 cassette CR KODAK con schermi GP 25 ai fosfori a memoria riutilizzabili di vari formati; dispositivo di rete costituito da un armadio, uno switch 10/100 e il cablaggio passivo per il collegamento dei sistemi; router per collegamento alla rete geografica regionale; KODAK DIRECT VIEW 900 comprendente le seguenti componenti: lettore di schermi ai fosfori fotostimolabili; dispositivo per l inserimento automatico delle cassette multislot; workstation di post elaborazione integrata (mon. 14 flat touch, HD 20GB, UPS, lettore bar code); kodak direct view image processing software comprendente I moduli: identificazione paziente; preview; elaborazione automatica imagine; elaborazione interattiva imagine; Kodak DICOM Print Service Class User Software; Software Kodak DirectView EVP; Pannello operativo remoto Kodak directview ROP; Software Kodak black surround /masking; Software Kodak DICOM wordlist management Service Class User; Software Kodak feature package versione 3.0; Software Kodak long Imaging; n 2 stazioni di refertazione medstation pro con l a seguente configurazione: pc hp piv 512kb 40GB; monitor CRT BARCO 2MP; monitor flat colore 15 ; software medstation pro; software di stampa DICOM; stazione server RIS-PACS di archiviazione immagini comprendente: n 4 pc Client RIS; n 1 Kit refertazione vocale; n 1 stampante per etichette e Bar Code; n 3 stampanti laser hp 6 ppm; n 1 stampante ink-jet HP serie 900; Pag. 23 di 62

24 n 3 lettori laser di bar code Meteor. L offerente ha la possibilità di aggiornare, integrare, riutilizzare, sostituire parzialmente o totalmente il sistema in uso, fermo restante che devono essere soddisfatti gli obiettivi di progetto intendendo in particolare che deve essere possibile la piena integrazione con il sistema ris-pacs installato al presidio ospedaliero di Potenza. La configurazione finale della U.O. dovrà comprendere, al minimo, le dotazioni strumentali in uso. B) - Sale Operatorie Dovrà essere garantita una dotazione di stazioni di consultazione quantitativamente e qualitativamente adeguata a minimizzare l utilizzo residuale di pellicole e diafanoscopi. La soluzione adottata normativamente conforme all utilizzo in sala operatoria dovrà coprire le attuali 2 sale. Sub 03 Organico Unità Operative di Diagnostica per Immagini; U.O. MEDICI TT.SS.RR.MM. INFERMIERI OPERATORI AMMINISTRATIVI RADIOLOGI PROFESSIONALI SANITARI NEURORADIOLOGIA RADIOLOGIA POTENZA RADIOLOGIA PESCOPAGANO 1 5 EMODINAMICA MEDICINA NUCLEARE U.O. DI NEURORADIOLOGIA Sub 04 Elenco attrezzature diagnostiche in uso; N 1 TC PHILIPS LX N 1 RM GE HORIZON N 1 ANGIOGRAFO MONOPLANARE Pag. 24 di 62

25 U.O. DI RADIOLOGIA SALA DIAGNOSTICA 1 N 1 TROCOGRAFO + STATIVO PER L ESECUZIONE DI TORAC I E COLONNA IN ORTOSTASI N 1 ORTOPANTOMOGRAFO TRADIZIONALE N 1 CR975 KODAK SALA DIAGNOSTICA 2 N 1 APPARECCHIO TELECOMANDATO TRADIZIONALE GILARDO NI DEL 1998 N 1 CR975 KODAK SALE DIAGNOSTICHE N 3 APPARECCHI TELECOMANDATI GENERAL ELECTRIC TRAD IZIONALI del 1995 N 2 CR975 KODAK SALA DIAGNOSTICA 4 N 1 TELECOMANDATO DIGITALE PHILIPS DEL 1998 SALE MAMMOGRAFICHE N 2 MAMMOGRAFI A) SENOGRAPF 500 DEL 1991 B) GIOTT O ( SCREENING) DEL 1998 N 1 CR975 KODAK SALE ECOGRAFICHE N 3 ECOGRAFI SIENNA DELLA SIEMENS DEL 2000 N 3 ECOGRAFI DIGITALI PHILIPS HD11 SALA TAC N 1 TC SPIRALE A SINGOLO STRATO TOSHIBA X PRESS SX DEL 1997 Pag. 25 di 62

26 N 1 TC 64 SLICES SIEMENS 2005 SALA RISONANZA N 1 RM 1,5 TESLA DELLA GENERAL ELECTRIC DEL 1998 N 1 RISONANZA MAGNETICA PHILIPS ACHIEVA NOVA DUAL DA 1,5 TESLA SALA ANGIOGRAFICA N 1 ANGIOGRAFO PHILIPS DEL 2002 APPARECCHI PORTATILI N 3 APPARECCHI DEGLI ANNI 80 PORTATILI SALE OPERATORIE N 3 APPARECCHI DEGLI ANNI 80 RX ORTOPEDIA N 1 TELECOMANDATO DEL 1995 N 1 DENSITOMETRO A RAGGI X DEL 1990 N 1 TROCOGRAFO N 1 CR975 KODAK RADIOLOGIA D URGENZA N 1 CR975 KODAK APPARECCHIATURE DI PROSSIMA ACQUISIZIONE - 2 APPARECCHI PORTATILI TRADIZIONALI - 1 MAMMOGRAFO TRADIZIONALE - 1 MAMMOGRAFO DIGITALE Pag. 26 di 62

27 U.O. DI MEDICINA NUCLEARE GAMMA CAMERA N 1 PHILIPS SOLUS (EX ADAC) SISTEMA PEGASIS N 1 PHILIPS VERTEX (EX ADAC) SISTEMA PEGASIS PET N 1 PET DISCOVERY FT DELLA GE Sub 05 Volumi di riferimento delle Unità coinvolte nel progetto; U.O. TAC RM ECO MOC ANGIO CRANIO CONTRAST. MAMMOGR. RX TRADIZ. PET SCINTIGR. NEURORADIOLOGIA RADIOLOGIA POTENZA RADIOLOGIA PESCOPAGANO EMODINAMICA MEDICINA NUCLEARE Sub 06 Planimetrie NEURORADIOLOGIA E RADIOLOGIA POTENZA EMODINAMICA MEDICINA NUCLEARE Pag. 27 di 62

28 RADIOLOGIA E NEURORADIOLOGIA Pag. 28 di 62

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE A.S.L. 1 TORINO Via S. Secondo, 29-10128 TORINO Codice Fiscale Partita IVA 05437630014

SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE A.S.L. 1 TORINO Via S. Secondo, 29-10128 TORINO Codice Fiscale Partita IVA 05437630014 SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE A.S.L. 1 TORINO Via S. Secondo, 29-10128 TORINO Codice Fiscale Partita IVA 05437630014 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA ALLEGATO B.1 MODELLO PER LA FORMULAZIONE DELL OFFERTA TECNICA Rag. Sociale Indirizzo: Via CAP Località Codice fiscale Partita IVA DITTA DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA Specifiche minime art. 1 lett.

Dettagli

INDAGINE DI MERCATO. b) N.6 Licenza di collegamento a ecografi o workstation DICOM (anche di terze parti).

INDAGINE DI MERCATO. b) N.6 Licenza di collegamento a ecografi o workstation DICOM (anche di terze parti). UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI MEDICINA INTERNA E SANITÀ PUBBLICA Prot. 626 L Aquila 06. 06. 2012 AVVISO INDAGINE DI MERCATO Il Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica ha

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010

U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010 U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010 1) Viene richiesto al fornitore di farsi carico dell assistenza verso i sistemi informativi Carestream ImagoWeb e TDS Projects

Dettagli

FORNITURA DI APPARECCHIATURE DI RADIOLOGIA: CONFIGURAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE, OPERATIVE E FUNZIONALI MINIME

FORNITURA DI APPARECCHIATURE DI RADIOLOGIA: CONFIGURAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE, OPERATIVE E FUNZIONALI MINIME ALLEGATO 3 FORNITURA DI APPARECCHIATURE DI RADIOLOGIA: CONFIGURAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE, OPERATIVE E FUNZIONALI MINIME LOTTO APPARECCHIATURA SPESA COMPLESSIVA IVA ESCLUSA 1 FORNITURA DI N. 1 APPARECCHIATURA

Dettagli

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche:

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche: ALLEGATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVER, PERSONAL COMPUTER, ALTRE ATTREZZATURE INFORMATICHE E LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI GARANZIA E ASSISTENZA TECNICA. PREMESSA Il Sistema Informativo dell Assessorato

Dettagli

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA HSR RIS/PACS: stato attuale, architettura e prospettive Patrizia Signorotto Direzione Sistemi Informativi Fisica Sanitaria IRCCS Ospedale San Raffaele Milano, 18

Dettagli

Workstation e accessori. Tipo Descrizione, Configurazione minima e periferiche Quantità

Workstation e accessori. Tipo Descrizione, Configurazione minima e periferiche Quantità PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA IN UN UNICO LOTTO DI APPARECCHIATURE TECNOLOGICHE PER LE RADIOLOGIE AZIENDALI. Capitolato Speciale d Appalto Caratteristiche tecniche Workstation e accessori Tipo Descrizione,

Dettagli

COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati

COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati di sequenziamento Premessa Il presente Capitolato definisce

Dettagli

Affidamento della progettazione e messa in opera di una infrastruttura tecnologia per la realizzazione di un sistema di continuità operativa ICT

Affidamento della progettazione e messa in opera di una infrastruttura tecnologia per la realizzazione di un sistema di continuità operativa ICT ALLEGATO 1 AL CAPITOLATO TECNICO Affidamento della progettazione e messa in opera di una infrastruttura tecnologia per la realizzazione di un sistema di continuità operativa ICT NUOVO BLADE CENTER PRESSO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI www.aoucagliari.it QUESITI PERVENUTI ALLA DATA DEL 11/02/2013

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI www.aoucagliari.it QUESITI PERVENUTI ALLA DATA DEL 11/02/2013 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI CAGLIARI www.aoucagliari.it QUESITI PERVENUTI ALLA DATA DEL 11/02/2013 RELATIVI ALLA GARA D'APPALTO CON PROCEDURA APERTA PER IL CONTRATTO DI NOLEGGIO CON RISCATTO FINALE

Dettagli

LOTTO N 6. N 1 PORTATILE DI RADIOGRAFIA PER ESAMI A POSTO LETTO per il P.O. San Martino di Oristano. SPECIFICHE TECNICHE

LOTTO N 6. N 1 PORTATILE DI RADIOGRAFIA PER ESAMI A POSTO LETTO per il P.O. San Martino di Oristano. SPECIFICHE TECNICHE LOTTO N 6 N 1 PORTATILE DI RADIOGRAFIA PER ESAMI A POSTO LETTO per il P.O. San Martino di Oristano. SPECIFICHE TECNICHE L apparecchiatura in oggetto dovrà essere caratterizzata da prestazioni di altissimo

Dettagli

I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza

I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza II^ Forum Risk Management in Sanità Applicazione delle tecnologie alla sicurezza del paziente Arezzo, Centro

Dettagli

ALLEGATO N 1 CARATTERISTICHE TECNICHE LOTTO N 1-

ALLEGATO N 1 CARATTERISTICHE TECNICHE LOTTO N 1- Fornitura e Posa in Opera di N 1 TAC multistrato con indice di acquisizione non inferiore a 16 (sedici) strati simultaneamente. L apparecchiatura in oggetto dovrà essere caratterizzata da prestazioni di

Dettagli

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE Elisabetta Borello SISTEMA RIS-PACS Il sistema RIS-PACS costituisce, attraverso la sua integrazione

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVER E RELATIVE PERIFERICHE E PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI GARANZIA E ASSISTENZA TECNICA.

ALLEGATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVER E RELATIVE PERIFERICHE E PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI GARANZIA E ASSISTENZA TECNICA. ALLEGATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVER E RELATIVE PERIFERICHE E PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI GARANZIA E ASSTENZA TECNICA. La fornitura delle apparecchiature richieste si compone di: 1. n. 2 armadi rack

Dettagli

Elenco delle principali installazioni dei sistemi RIS / PACS della M.I. Medical

Elenco delle principali installazioni dei sistemi RIS / PACS della M.I. Medical Elenco delle principali installazioni dei sistemi RIS / PACS della M.I. Medical INSTALLAZIONI PUBBLICHE 1. A.S.L. Caserta 2 La fornitura del sistema RIS/PACS presso la ASL CE/2 REGIONE CAMPANIA - AVERSA

Dettagli

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013 Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC Giugno 2013 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 COMPONENTE TECNOLOGICA DEL SERVIZIO... 3 3 COMPONENTE APPLICATIVA DEL SERVIZIO... 5 3.1 Infrastruttura tecnologica,

Dettagli

Un workflow lineare per maggiori produttività e rapidità. DirectView Classic CR System

Un workflow lineare per maggiori produttività e rapidità. DirectView Classic CR System Un workflow lineare per maggiori produttività e rapidità DirectView Classic CR System DirectView Classic CR System Migliore workflow e impulso alla produttività con sistemi CR compatti, a cassetta singola

Dettagli

ALLEGATO TECNICO COTTIMO FIDUCIARIO FORNITURE PER IL SISTEMA INFORMATIVO DI MARCHE NORD

ALLEGATO TECNICO COTTIMO FIDUCIARIO FORNITURE PER IL SISTEMA INFORMATIVO DI MARCHE NORD ALLEGATO TECNICO COTTIMO FIDUCIARIO FORNITURE PER IL SISTEMA INFORMATIVO DI MARCHE NORD Il presente allegato tecnico ha per oggetto la fornitura di server e di materiale e servizi di assistenza tecnica

Dettagli

CEN/CENELEC EN 46003:1999 Sistemi qualità Dispositivi medici Prescrizioni particolari per l'applicazione della EN ISO 9003

CEN/CENELEC EN 46003:1999 Sistemi qualità Dispositivi medici Prescrizioni particolari per l'applicazione della EN ISO 9003 CEN/CENELEC EN 46003:1999 Sistemi qualità Dispositivi medici Prescrizioni particolari per l'applicazione della EN ISO 9003 CENELEC EN 60118-13:1997 Protesi acustiche Parte 13: Compatibilità elettromagnetica

Dettagli

Disciplinare Tecnico Attrezzature radiologiche asl to 3

Disciplinare Tecnico Attrezzature radiologiche asl to 3 Disciplinare Tecnico Attrezzature radiologiche asl to 3 GARA PER LA FORNITURA DI: NOLEGGIO DI ATTREZZATURE RADIOLOGICHE DI TRATTAMENTO IMMAGINE (CR PANNELLI WIRELESS), STAMPA E RELATIVE PELLICOLE OCCORRENTI

Dettagli

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA Anna Angeloni Gli strumenti utilizzati in radiologia digitale Modalità digitali Rete telematica ( LAN) Applicativo per la gestione della cartella radiologica (RIS)

Dettagli

Virtualizzazione. Orazio Battaglia

Virtualizzazione. Orazio Battaglia Virtualizzazione Orazio Battaglia Definizione di virtualizzazione In informatica il termine virtualizzazione si riferisce alla possibilità di astrarre le componenti hardware, cioè fisiche, degli elaboratori

Dettagli

Migliore workflow, produttività e velocità operativa. DirectView Elite CR System

Migliore workflow, produttività e velocità operativa. DirectView Elite CR System Migliore workflow, produttività e velocità operativa. DirectView Elite CR System DirectView Elite CR System Sistemi CR compatti, a cassetta singola progettati per migliorare workflow, produttività e velocità

Dettagli

QUESTIONARIO TECNICO - MODELLO T

QUESTIONARIO TECNICO - MODELLO T QUESTIONARIO TECNICO - MODELLO T DITTA Offerta n. - N. 2 MAMMOGRAFI DIGITALI PER L AZIENDA USL DI VITERBO Il sottoscritto legale rappresentante della Ditta, sotto la propria responsabilità, dichiara: 1.

Dettagli

Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA. Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE.

Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA. Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE. Direzione Sistemi Informativi SPECIFICA TECNICA Progetto di consolidamento dei sistemi per la gestione dei Data Base del GSE Pagina 1 di 10 INDICE 1. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL GSE...3

Dettagli

Normativa di Riferimento

Normativa di Riferimento Normativa di Riferimento Normativa di Riferimento Di seguito vengono riportate le principali norme di riferimento nel settore degli apprecchi elettromedicalicei 62 (Prima edizione) (Italiano) Dizionario

Dettagli

N. 1 TC MULTISLICE PER L OSPEDALE SAN CARLO DI VOLTRI CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI DEL SISTEMA

N. 1 TC MULTISLICE PER L OSPEDALE SAN CARLO DI VOLTRI CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI DEL SISTEMA ALLEGATO A) N. 1 TC MULTISLICE PER L OSPEDALE SAN CARLO DI VOLTRI CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI DEL SISTEMA E richiesta un unità tomografica computerizzata multistrato (TC Multislice) con scansione

Dettagli

QUESTIONARIO TECNICO (ALLEGATO B )

QUESTIONARIO TECNICO (ALLEGATO B ) QUESTIONARIO TECNICO (ALLEGATO B ) DITTA PARTECIPANTE: SISTEMA DI ARCHIVIAZIONE (PACS) A)-1) Archiviazione digitale di tipo legale Memoria di archiviazione (specificare) DICOM 3.0 Due livelli di archiviazione

Dettagli

Restando a disposizione per eventuali concrete e specifiche richieste, si rappresenta che non è possibile fornire alcuna proroga.

Restando a disposizione per eventuali concrete e specifiche richieste, si rappresenta che non è possibile fornire alcuna proroga. Settore Tecnico Prot. n. Allegati n. Ns. Rif. Oggetto: Procedura aperta per l affidamento del servizio di progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione del nuovo sistema RIS-PACS dell ARNAS Garibaldi

Dettagli

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. All. 1 CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. OGGETTO E LUOGO DI CONSEGNA DELLA FORNITURA...4

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

Scheda E allegata al Capitolato Tecnico --- Inventario dell Hardware

Scheda E allegata al Capitolato Tecnico --- Inventario dell Hardware ROMA CAPITALE Scheda E allegata al Capitolato Tecnico --- Inventario dell Hardware Procedura Aperta Servizio di gestione, manutenzione, supporto e sviluppo tecnologico delle infrastrutture hardware e software

Dettagli

ALLEGATO B UNITÀ OPERATIVE COINVOLTE

ALLEGATO B UNITÀ OPERATIVE COINVOLTE 1 ALLEGATO B UNITÀ OPERATIVE COINVOLTE Premessa: La Ditta partecipante durante le fasi di sopralluogo dovrà procedere alla verifica di quanto di seguito descritto, al fine di poter formulare l offerta

Dettagli

La Diagnostica Radiologica Emergente: Mammografia Digitale

La Diagnostica Radiologica Emergente: Mammografia Digitale Controversie e Innovazioni in Senologia Bari 23-25 Febbraio 2005 HOTEL AMBASCIATORI - BARI La Diagnostica Radiologica Emergente: Mammografia Digitale Marcello Viterbo Studio Radiologico Viterbo - Di Carlo

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER IL POTENZIAMENTO TECNOLOGICO DEGLI AMBIENTI DI STORAGE E DI BACKUP DEL III DIPARTIMENTO-SINIT ALLEGATO 6

CAPITOLATO TECNICO PER IL POTENZIAMENTO TECNOLOGICO DEGLI AMBIENTI DI STORAGE E DI BACKUP DEL III DIPARTIMENTO-SINIT ALLEGATO 6 ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO PER L ACQUISIZIONE DI HARDWARE, SOFTWARE, E SERVIZI PER IL POTENZIAMENTO TECNOLOGICO DEGLI AMBIENTI DI STORAGE AREA NETWORK E SUPPORTI DI BACKUP PER IL III DIPARTIMENTO-SINIT

Dettagli

S E R V I Z I A I C I T T A D I N I E A L L E P U B B L I C H E A M M I N I S T R A Z I O N I GARA INFORMALE BANDO E LETTERA DI INVITO

S E R V I Z I A I C I T T A D I N I E A L L E P U B B L I C H E A M M I N I S T R A Z I O N I GARA INFORMALE BANDO E LETTERA DI INVITO S E R V I Z I A I C I T T A D I N I E A L L E P U B B L I C H E A M M I N I S T R A Z I O N I Data di Pubblicazione Frascati, 20/05/2010 GARA INFORMALE BANDO E LETTERA DI INVITO Oggetto: Stabilizzazione

Dettagli

suite suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini

suite suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini suite 3D 2D 4D suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini Piattaforma integrata basata su tecnologia web, ideata per ottimizzare

Dettagli

Presentazione soluzione medicale OKI DICOM: ES6410DM (A4) ES7411DM (A4) ES8431DM (A3) ES9410DM (A3+)

Presentazione soluzione medicale OKI DICOM: ES6410DM (A4) ES7411DM (A4) ES8431DM (A3) ES9410DM (A3+) Presentazione soluzione medicale OKI DICOM: ES6410DM (A4) ES7411DM (A4) ES8431DM (A3) ES9410DM (A3+) Lo standard DICOM (Digital Imaging and COmmunications in Medicine, immagini e comunicazione digitali

Dettagli

IL SISTEMA INFORMATICO IN UN SERVIZIO DI NEURORADIOLOGIA PEDIATRICA

IL SISTEMA INFORMATICO IN UN SERVIZIO DI NEURORADIOLOGIA PEDIATRICA IL SISTEMA INFORMATICO IN UN SERVIZIO DI NEURORADIOLOGIA Dr. Luca Pazienza Dr. Nicola Zarrelli San Giovanni Rotondo (FG) 22-23 Ottobre 2004 PEDIATRICA Unità Operativa di Radiologia Poliambulatorio Giovanni

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. 2. Un apparato di lettura/scrittura DVD IBM 7226-1U3 completa di DVD ram.

CAPITOLATO TECNICO. 2. Un apparato di lettura/scrittura DVD IBM 7226-1U3 completa di DVD ram. CAPITOLATO TECNICO Il presente appalto ha ad oggetto il noleggio operativo per un periodo di cinque anni di un elaboratore atto a gestire il sistema informativo della Stazione appaltante. Il noleggio deve

Dettagli

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel UNI EN ISO 9001:2008 ALL. 3/1 QUESTIONARIO TECNICO PER SISTEMI DI MONITORAGGIO PAZIENTI, SISTEMI DA ANESTESIA E VENTILATORI PER NIV PER REPARTI VARI DEL NUOVO BLOCCO NORD DELL OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO ATTI 285/2010. Pagina 1 di 18 SERVIZIO APPROVVIGIONAMENTI

CAPITOLATO TECNICO ATTI 285/2010. Pagina 1 di 18 SERVIZIO APPROVVIGIONAMENTI ATTI 285/2010 PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI APPARECCHIATURE RADIOLOGICHE OCCORRENTI ALLA STRUTTURA COMPLESSA DI RADIODIAGNOSTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA cod. CIG 0474331651 LOTTO 1 cod. CIG 04743348CA

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Soluzione medium cost: Thumper

Soluzione medium cost: Thumper CCR/19/07/P Luglio 2007 Versione 1.1 Infrastrutture di storage per servizi centrali e calcolo di esperimento: soluzioni e costi Gruppo storage di CCR Introduzione Questo documento riassume i dati sulle

Dettagli

PROGETTO RIS-PACS LA DIGITALIZZAZIONE DELLA RADIOLOGIA OSPEDALE M.BUFALINI CESENA E GLI OSPEDALI DEL TERRITORIO DOTT.SSA ALESSANDRA DANESI

PROGETTO RIS-PACS LA DIGITALIZZAZIONE DELLA RADIOLOGIA OSPEDALE M.BUFALINI CESENA E GLI OSPEDALI DEL TERRITORIO DOTT.SSA ALESSANDRA DANESI PROGETTO RIS-PACS LA DIGITALIZZAZIONE DELLA RADIOLOGIA OSPEDALE M.BUFALINI CESENA E GLI OSPEDALI DEL TERRITORIO DOTT.SSA ALESSANDRA DANESI INTRODUZIONE In periodo di evoluzione tecnologica in Sanità, l

Dettagli

Comune di Cortina d Ampezzo

Comune di Cortina d Ampezzo OGGETTO: fornitura, installazione e configurazione di infrastruttura server. Richiesta d offerta attraverso il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA). CIG Z8311A553A La scrivente Amministrazione

Dettagli

La componente tecnologica dei. sistemi informativi. Architettura hw. Componenti di una architettura hw

La componente tecnologica dei. sistemi informativi. Architettura hw. Componenti di una architettura hw Informatica o Information Technology La componente tecnologica dei sistemi informativi m. rumor Architettura del Sistema tecnologico Sistema tecnologico: insieme di componenti connessi e coordinati che

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI N.1 SISTEMA DIGITALE PER RADIOLOGIA TORACICA OCCORRENTE ALLA S.C. DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DEL P.O. DI SARONNO

CAPITOLATO D ONERI N.1 SISTEMA DIGITALE PER RADIOLOGIA TORACICA OCCORRENTE ALLA S.C. DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DEL P.O. DI SARONNO CAPITOLATO D ONERI N.1 SISTEMA DIGITALE PER RADIOLOGIA TORACICA OCCORRENTE ALLA S.C. DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DEL P.O. DI SARONNO Fabbisogno Sostituzione di apparecchiatura radiologica in uso presso il

Dettagli

Controlli di Qualità ICRP Ruolo del responsabile sanitario

Controlli di Qualità ICRP Ruolo del responsabile sanitario Sez. Radioprotezione e Radiobiologia Controlli di Qualità ICRP Ruolo del responsabile sanitario Dario Visconti Direttore U.O. Radiologia Ospedale Cavalese Dipartimento Strutturale di Radiodiagnostica APSS

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L ADEGUAMENTO DEL DATA CENTER DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI ALESSANDRIA

CAPITOLATO TECNICO PER L ADEGUAMENTO DEL DATA CENTER DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI ALESSANDRIA CAPITOLATO TECNICO PER L ADEGUAMENTO DEL DATA CENTER DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI ALESSANDRIA 1 Sommario 2 Introduzione...3 2.1 Descrizione generale...3 3 Server presenti in Azienda...4 3.1 Tab. 1 - Server

Dettagli

Pianificazione e gestione delle emergenze informatiche in una Azienda Sanitaria: l esperienza dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

Pianificazione e gestione delle emergenze informatiche in una Azienda Sanitaria: l esperienza dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Pianificazione e gestione delle emergenze informatiche in una Azienda Sanitaria: l esperienza dell Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Achille Rizzo Responsabile Area Informatica Gestionale Direzione Sistemi

Dettagli

Teleradiologia: la larga banda nei servizi di rete per la telemedicina

Teleradiologia: la larga banda nei servizi di rete per la telemedicina Teleradiologia: la larga banda nei servizi di rete per la telemedicina Mario Magliulo - Marco Salvatore IBB - Consiglio Nazionale delle Ricerche Università degli Studi di Napoli Federico II Mario Magliulo

Dettagli

Prot. n. 09250 P Cuneo li, 28/01/2013

Prot. n. 09250 P Cuneo li, 28/01/2013 DIPARTIMENTO LOGISTICO TECNICO S.C. ACQUISTI Via C. Boggio, 12 12100 CUNEO tel. 0171 450660 fax 0171 1865271 e-mail: acquisti@aslcn1.it Prot. n. 09250 P Cuneo li, 28/01/2013 Oggetto: PROCEDURA APERTA PER

Dettagli

Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna.

Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna. Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna. Si richiede la realizzazione, a completo carico della ditta aggiudicataria, di un sistema informatico

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Prot.: 0000225 Monza, lì 21/01/2016

Prot.: 0000225 Monza, lì 21/01/2016 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA I.P.S.S.E.C. A. OLIVETTI VIA LECCO 12-20900 MONZA (MB) Tel. 039324627 - Fax. 039323397 - sito web:

Dettagli

Capitolato Tecnico Procedura aperta n.1/2011

Capitolato Tecnico Procedura aperta n.1/2011 Capitolato Tecnico Procedura aperta n.1/2011 Procedura aperta per la fornitura di un sistema storage per il consolidamento delle risorse infrastrutturali del CRS4 Codice Identificativo di Gara (CIG) n.2591090b19

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

DELL SOLUZIONI DI BACKUP

DELL SOLUZIONI DI BACKUP DELL SOLUZIONI DI BACKUP Appliance DELL Appliance di backup e ripristino Dell DL1000 1TB Appliance di backup e ripristino Dell DL1000 2TB Appliance di backup e ripristino Dell DL1000 3TB/2VM Appliance

Dettagli

suite Sistema Ris Pacs

suite Sistema Ris Pacs 3D suite 2D 4D Sistema Ris Pacs Sistema Ris Pacs per l archiviazione di immagini diagnostiche digitali I sistemi informativi sono il pilastro sul quale si basa l organizzazione delle strutture che operano

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Progetto di massima per un network cardiologico provinciale

Progetto di massima per un network cardiologico provinciale AZIENDA SANITARIA DI BOLZANO OSPEDALE GENERALE REGIONALE DI BOLZANO SANITÄTSBETRIEB BOZEN ALLGEMEINES REGIONALKRANKENHAUS BOZEN SERVIZIO INTERAZIENDALE DI INGEGNERIA CLINICA ÜBERBETRIEBLICHER DIENST FÜR

Dettagli

Applicativo SBNWeb. Configurazione hardware e software di base di un server LINUX per gli applicativi SBNWeb e OPAC di POLO

Applicativo SBNWeb. Configurazione hardware e software di base di un server LINUX per gli applicativi SBNWeb e OPAC di POLO Applicativo SBNWeb Configurazione hardware e software di base di un server LINUX per gli applicativi SBNWeb e OPAC di POLO Versione : 1.0 Data : 5 marzo 2010 Distribuito a : ICCU INDICE PREMESSA... 1 1.

Dettagli

VELOCE SEMPLICE VERSATILE SISTEMA DIGITALE DELL IMMAGINE

VELOCE SEMPLICE VERSATILE SISTEMA DIGITALE DELL IMMAGINE VELOCE SEMPLICE VERSATILE SISTEMA DIGITALE DELL IMMAGINE Imaging digitale avanzato La tecnologia digitale SOREDEX è all avanguardia nell imaging radiologico dentale. L imaging digitale offre ai dentisti

Dettagli

A.O. Ospedale Niguarda Ca' Granda

A.O. Ospedale Niguarda Ca' Granda Compilare il questionario sottostante in tutte le sue parti (non è ammesso il rimando alle schede tecniche). Qualora non fosse possibile riportare le informazioni richieste nel questionario, il riferimento

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA IN ECONOMIA PER LA FORNITURA DI UNA INFRASTRUTTURA SERVER BLADE, PER LA NUOVA SEDE DELLA FONDAZIONE RI.MED CUP H71J06000380001 NUMERO GARA 2621445 - CIG 25526018F9 ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR

Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR MAXDATA PLATINUM 600 IR: Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale Caratteristiche

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Provincia di Padova SISTEMI INFORMATIVI, PROT.CIVILE E PUBBL. ISTRUZIONE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Proposta n. 2245/2015 Determina n. 1860 del 20/11/2015 Oggetto: DETERMINA A CONTRARRE PER L'AFFIDAMENTO

Dettagli

Mirco Magnani Modelli di HTA nell'acquisizione dei sistemi digitali Loreto (AN) 19 Novembre 2011

Mirco Magnani Modelli di HTA nell'acquisizione dei sistemi digitali Loreto (AN) 19 Novembre 2011 Diagnostica per immagini e Radioterapia nel 2011: Fare sistema L amministrazione dei sistemi complessi di diagnostica per immagini nei contesti aggiornati e le nuove tecnologie Mirco Magnani Modelli di

Dettagli

STORAGE. 2015 Arka Service s.r.l.

STORAGE. 2015 Arka Service s.r.l. STORAGE STORAGE MEDIA indipendentemente dal modello di repository utilizzato i dati devono essere salvati su dei supporti (data storage media). I modelli utilizzati da Arka Service sono i comuni metodo

Dettagli

Impianti informatici. Sistemi di storage. Paolo Cremonesi

Impianti informatici. Sistemi di storage. Paolo Cremonesi Impianti informatici Sistemi di storage Paolo Cremonesi Capacità e Prestazioni Aumento di capacità dei dischi Densità di informazione (Mbit/cm 2 ) 100.000 10.000 1.000 100 10 1 1980 1985 1990 1995 2000

Dettagli

Tavolo tecnico per il Governo della spesa pubblica dei dispositivi medici

Tavolo tecnico per il Governo della spesa pubblica dei dispositivi medici FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA AISPEC Gruppo prodotti sensibili Introduzione Tavolo tecnico per il Governo della spesa pubblica dei dispositivi medici Considerazioni del Gruppo Prodotti Sensibili Settore diagnostica

Dettagli

PROGETTO Backup Consolidation

PROGETTO Backup Consolidation PROGETTO Backup Consolidation BENEFICI DELLA SOLUZIONE Consolidamento: il primo vantaggio della soluzione proposta è quello di ottenere una soluzione unica per il salvataggio dei dati dell intero CED.

Dettagli

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara C.A. Tutti i candidati procedura aperta per l acquisizione in locazione operativa di un sistema RIS/PACS per l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

N. 1 TOMOGRAFO A RISONANZA MAGNETICA APERTO A CAMPO VERTICALE AD ALTA INTENSITA PER LA U.O. RADIOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO VILLA SCASSI

N. 1 TOMOGRAFO A RISONANZA MAGNETICA APERTO A CAMPO VERTICALE AD ALTA INTENSITA PER LA U.O. RADIOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO VILLA SCASSI LOTTO 1 ( ALLEGATO A) N. 1 TOMOGRAFO A RISONANZA MAGNETICA APERTO A CAMPO VERTICALE AD ALTA INTENSITA PER LA U.O. RADIOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO VILLA SCASSI COMPOSIZIONE DEL SISTEMA E CARATTERISTICHE

Dettagli

Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina. F. Paolo Gentile FISICA MEDICA. Canale Monterano (RM)

Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina. F. Paolo Gentile FISICA MEDICA. Canale Monterano (RM) F. Paolo Gentile Canale Monterano (RM) FISICA MEDICA Applicazione dei principi e delle metodologie della Fisica alla medicina 1 Chi è il Fisico medico? Il Fisico medico è una figura professionale che applica

Dettagli

LA TELERADIOLOGIA di Sabina Giusti

LA TELERADIOLOGIA di Sabina Giusti LA TELERADIOLOGIA di Sabina Giusti La telematica in medicina è una soluzione che consente di applicare le opportunità offerte dagli attuali sistemi di telecomunicazione alle necessità sanitarie ed è finalizzata

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO CARATTERISTICHE TECNICHE DELLE ATTREZZATURE DA FORNIRE IN NOLEGGIO

CAPITOLATO TECNICO CARATTERISTICHE TECNICHE DELLE ATTREZZATURE DA FORNIRE IN NOLEGGIO ISTITUTO NAZIONALE PER LO STUDIO E LA CURA DEI TUMORI FONDAZIONE GIOVANNI PASCALE ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO Via Mariano Semmola - 80131 NAPOLI CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA

Dettagli

Valutazione della piattaforma di storage multiprotocollo EMC Celerra NS20

Valutazione della piattaforma di storage multiprotocollo EMC Celerra NS20 Valutazione della piattaforma di storage multiprotocollo EMC Celerra NS20 Resoconto commissionato da EMC Corporation Introduzione In breve EMC Corporation ha incaricato Demartek di eseguire una valutazione

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

2.2.1 FrontEnd FIREWALL CARATTERISTICHE VALORE RICHIESTO VALORE OFFERTO QTA' 2

2.2.1 FrontEnd FIREWALL CARATTERISTICHE VALORE RICHIESTO VALORE OFFERTO QTA' 2 2.2.1 FrontEnd FIREWALL RICHIESTO QTA' 2 modello throughput 400 Mbps Throughput cifrato (3DES) 200 Mbps VPN Session 700 Connessioni al secondo 7000 RAM 512 Mbyte System flash 64 6 porte per Network Gigabitporte

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO POTENZIAMENTO DATACENTER DI ARPA E SERVIZI SISTEMISTICI CONNESSI 1. PREMESSA... 2

DISCIPLINARE TECNICO POTENZIAMENTO DATACENTER DI ARPA E SERVIZI SISTEMISTICI CONNESSI 1. PREMESSA... 2 DISCIPLINARE TECNICO POTENZIAMENTO DATACENTER DI ARPA E SERVIZI SISTEMISTICI CONNESSI Importo complessivo della fornitura euro 42.000,00 (IVA esclusa) oneri per la sicurezza pari ad euro 0,00 INDICE 1.

Dettagli

Procedura aperta per la fornitura di beni e servizi per la realizzazione della Server Farm del SIFS

Procedura aperta per la fornitura di beni e servizi per la realizzazione della Server Farm del SIFS SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE DELLA FISCALITÀ (SIFS) Progetto del Sotto-Sistema informativo di gestione delle imposte regionali (SIFS-02) Procedura aperta per la fornitura di beni e servizi per la realizzazione

Dettagli

Qualità d immagine all avanguardia

Qualità d immagine all avanguardia ITALIANO Qualità d immagine all avanguardia L innovativo sensore intraorale Planmeca ProSensor definisce i nuovi standard in fatto di imaging nel settore odontoiatrico. Planmeca ProSensor è capace di combinare,

Dettagli

Sistema di visualizzazione e manipolazione di immagini medicali tramite monitor ampio doppio touchscreen

Sistema di visualizzazione e manipolazione di immagini medicali tramite monitor ampio doppio touchscreen Allegato A CAPITOLATO TECNICO Sistema di visualizzazione e manipolazione di immagini medicali tramite monitor ampio doppio touchscreen LUOGO DI ESECUZIONE DELLA FORNITURA: Il sistema deve essere installato

Dettagli

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA. Milano, 18 gennaio 2007

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA. Milano, 18 gennaio 2007 SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA Immagini in sala operatoria: verso il filmless Francesco Di Giovanni Direzione Sistemi Informativi Ospedale San Raffaele Milano, 18 gennaio 2007 I blocchi operatori

Dettagli

Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO

Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO Caratteristiche generali Il sistema di aggio multiparametrico dovrà essere composto da multiparametrici, centrali di aggio, display per ripetizione di segnale e networking,

Dettagli

UPS indicato è nativo con staffe per posizionamento su pavimento, le staffe rack sono opzioni, lo deve installare in un Rack

UPS indicato è nativo con staffe per posizionamento su pavimento, le staffe rack sono opzioni, lo deve installare in un Rack P- 20110037379 Acquisizione di server e workstation per il Progetto estensione del Sistema PACS-RIS per le UU.OO. di Radiologia, Pediatria, Belgioioso e nuovo D.E.A. della Fondazione Quesito è indicato

Dettagli

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario.

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario. Istruzioni per l uso (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems N. modello DP-800E / 800P / 806P Installazione Sommario Installazione Installazione del driver di

Dettagli

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto:

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto: Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto: FORNITURA DI LICENZE SOFTWARE, DI SERVER E DEI RELATIVI SERVIZI DI ASSISTENZA IN GARANZIA PER IL SISTEMA INFORMATIVO INPDAP Chiarimenti pagina 1 di

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Unità Operativa: Sistema Informativo Ospedaliero Tel. 0971 612582 Fax 0971-613115 e mail: sio.segreteria@ospedalesancarlo.it OGGETTO: Fornitura del Sistema RIS/PACS Regionale: chiarimenti. CHIARIMENTI

Dettagli

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Relazione preparata sotto contratto con EMC Introduzione EMC Corporation ha incaricato Demartek di eseguire una valutazione pratica del nuovo sistema

Dettagli

VIRTUAL INFRASTRUCTURE DATABASE

VIRTUAL INFRASTRUCTURE DATABASE ALLEGATO B5.3 VIRTUAL INFRASTRUCTURE DATABASE Situazione alla data 30.6.2011 Pag. 1 di 6 AIX Logical Partitions Database L infrastruttura dell ambiente RISC/AIX viene utilizzata come Data Layer; fornisce

Dettagli

Capitolato Tecnico fornitura SAN per la sede di Roma del Centro Sperimentale di Cinematografia Via Tuscolana, 1524

Capitolato Tecnico fornitura SAN per la sede di Roma del Centro Sperimentale di Cinematografia Via Tuscolana, 1524 Capitolato Tecnico fornitura SAN per la sede di Roma del Sommario 1. Introduzione... 2 2. Requisiti Fornitori... 2 3. Generalità... 3 4. La Soluzione SAN: requisiti richiesti... 4 4.1. Caratteristiche

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili anche sul sito www.mef.gov.it sotto la dicitura Concorsi e Bandi - Gare in Corso e sul sito www.consip.it.

I chiarimenti della gara sono visibili anche sul sito www.mef.gov.it sotto la dicitura Concorsi e Bandi - Gare in Corso e sul sito www.consip.it. Oggetto: gara a procedura aperta ai sensi del D. Lgs 358/92 e s.m.i., per la fornitura di serventi ed apparati a supporto delle DPSV/CMV del Ministero dell Economia e delle Finanze I chiarimenti della

Dettagli