Una parte delle domande sono al vaglio dei tecnici Inps e avranno una risposta nei prossimi giorni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una parte delle domande sono al vaglio dei tecnici Inps e avranno una risposta nei prossimi giorni"

Transcript

1 Le risposte fornite devono essere considerate come ipotesi : ogni caso personale richiede un dettaglio informativo che una semplice chat non può fornire Una parte delle domande sono al vaglio dei tecnici Inps e avranno una risposta nei prossimi giorni 1. alessia says: 17 Gennaio 2011 alle 15:33 Buonasera Direttore, ho 30 anni e volevo chiederle se cambierà qualcosa riguardo al riscatto degli anni dell università o bisognerà ingiustatamente pagare sempre troppo per poter vedere riconosciuti quegli anni ai fini pensionistici. Si dice che sarebbe meglio riscattare gli anni dell università subito, ma chi ha euro (più o meno la cifra è quella) da sborsare appena esce dall università? E perchè nessuno affronta l argomento? Non si sente che parlare di pensioni e pensionati, ma i giovani stanno peggio di tutti e saranno (forse) i futuri pensionati. Mi scuso per l impertinenza, ma nessuno ha saputo darmi risposte adeguate. Grazie infinitamente per la disponibilità La normativa sul riscatto della laurea, è stata recentemente modificata: ad esempio, è stata data la possibilità di rateizzare i pagamenti fino ad un massimo di dieci anni. Le consigliamo, pertanto, di consultare il nostro sito dove troverà tutte le informazioni sull argomento. 2. concy says: 17 Gennaio 2011 alle 15:30 sono nata nel 1955 o iniziato a lavorare dal 1972 e lavoro tuttora vorrei sapere quando posso andare in pensione I dati forniti sono troppo vaghi per una risposta precisa. Non sapendo se lei sia una lavoratrice autonoma o dipendente, le possiamo soltanto dire che, secondo il sistema delle quote tuttora in vigore, dal occorreranno almeno 61 anni di età e 36 di contributi (quota 97) per i dipendenti e almeno 62 anni di età e 36 di contributi (quota 98) per gli autonomi giovanna says: 17 Gennaio 2011 alle 15:28 sono nata il 22/08/1954 ex impiegata, chiusa l azienda, mi trovo disoccupata dal 1/12/2002, e con 1476 settimane versate,ad agosto del 2014 compio 60 anni,compiuti i 60 anni devo aspettare un altro anno x andare in pensione? Saluti.

2 Giovanna Grazie. Le attuali norme prevedono uno slittamento di dodici mesi per l effettiva liquidazione della pensione, per lavoratori dipendenti. 3. Gianni says: 17 Gennaio 2011 alle 15:25 Direttore buon giorno, sono una guardia giurata di 57 anni ad aprile, e 37 anni di contributi ha giugno. Volevo sapere visto che lavoro sempre di notte e faccio sempre turni di notte vorrei sapere se il mio lavoro rientra come lavoro usurante. Al fine pensionistico il conteggio viene fatto con il sistema retributivo o contributivo? Avendo un tumore maligno c è qualche agevolazione per andare in pensione prima? La ringrazio anticipatamente, cordiali saluti. 4. Maura Bodrero says: 17 Gennaio 2011 alle 15:18 gentile dott. Avrei la possibilita di andare in pensione nel 2011, pero per poter accedere, ho fatto domanda il 30/06/2010 di riscatto parziale di Laurea. Oramai sono oltre 6 mesi che sto aspettando. Come mai i tempi sono cosi lunghi? Sembra che ci siano intoppi dovuti a nuove procedure dell INPS. Per me e molto urgente perche rischio di perdere una importante opportunita offertami. grazie e saluti. 5. Chiara Gabrielli says: 17 Gennaio 2011 alle 15:09 Buon Giorno, le scrivo in merito ad una situazione particolare di mio papà. E un imprenditore di 62 anni ha già maturato 45 anni di contribuiti per la pensione, ma nonostante ciò non riesce a percepirla. Ha fatto la richiesta per la pensione nel 2005 e poi nuovamente nel 2010, ma entrambe le volte le l hanno respinta motivandogli il fatto che non può percepirla perché riceve già una piccola pensione di invalidità, ma che in realtà non la riceve più da molti anni. Le spiego: mio papà è invalido al 75% dal 1971 ha ricevuto per qualche anno una piccola pensione di invalidità,ma dopo qualche anno le l hanno negata perché ha superato il reddito. Visto che ha requisiti ( 45 anni di lavoro ) Come può fare per ricevere la pensione? Rimango in attesa di un vostro gentile riscontro. Ringrazio e porgo Cordiali Saluti Chiara Gabrielli Le informazioni fornite non sono molto chiare. Con i requisiti dichiarati, suo padre sarebbe già in grado di ottenere una pensione di anzianità. Non avendo modo di verificare la sua posizione, le consigliamo di rivolgersi agli uffici Inps oppure a quelli di un patronato che opera nella sua zona.

3 6. Gianni says: 17 Gennaio 2011 alle 15:09 Direttore buon giorno, sono una guardia giurata di 57 anni ad aprile, e 37 anni di contributi ha giugno. Volevo sapere visto che lavoro sempre di notte e faccio sempre turni di notte vorrei sapere se il mio lavoro rientra come lavoro usurante. Al fine pensionistico il conteggio viene fatto con il sistema retributivo o contributivo? Avendo un tumore maligno c è qualche agevolazione per andare in pensione prima? E possibile fare il calcolo della mia pensione a quanto ammonterebbe avendo anche un disabile ha carico mia figlia invalida al 100%? La ringrazio anticipatamente, cordiali saluti. 7. sansone francesco says: 17 Gennaio 2011 alle 15:03 Buongiorno,cortesemente vorrei sapere a chi rivolgermi per sapere gli anni di anzianità lavorativa di mia moglie,visto che ci siamo rivolti ai patronati di diversi sindacati,senza venirne a capo. siamo andati anche all inps di TRAPANI,dove mia moglie ha iniziato la sua attività lavorativa. Si precisa che ha sempre lavorato nel campo della scuola come insegnante di scuola materna. si precisa che è nata il 23/06/ 55. Cordiali saluti. Sansone Francesco Come avrà avuto modo di sentire dalle dichiarazioni in trasmissione del presidente Mastrapasqua, i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, per cui le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente. 8. franco mellace says: 17 Gennaio 2011 alle 14:59 Egregio Presidente,sono un pensionato di 66 anni che come me altri decine e decine di pensionati si sono visti il mese di gennaio decurtare la pensione delle detrazioni d imposta, per es: io ho preso circa 700 euro in meno, altri chi 1200 euro in meno, chi 400 euro in meno ecc ecc, e c è chi dice che anche il mese di febbraio e marzo vengono detratti, lo so che prima o poi li prendiamo, intanto come facciamo a tirare avanti, e perchè non siamo stati contattati prima delle trattenute? la ringrazio e cordiali saluti. 9. Luigia says: 17 Gennaio 2011 alle 14:53

4 Buongiorno, la mia domanda è : Dovrei raggiungere i requisita il 30/06/2011 per la pensione di anzianità con 40 anni di servizio e 58 anni di età anagrafica. L Azienda ci ha informato dell eventuale licenziamento per riduzione del personale prima del 30/06/11. Quando potrò andare in pensione? Secondo quanto da lei dichiarato, avrebbe già maturato i requisiti nel 2009, per cui in realtà potrebbe andare in pensione in qualsiasi momento. Le consigliamo, comunque, di sentire gli uffici Inps più vicini. 10. lauretta says: 17 Gennaio 2011 alle 14:52 Buongiorno direttore, Sono nata a settembre del 1955, assunta ad agosto del 1975 come impiegata di un Ente locale (INPDAP). Dal 1 aprile del 1996 ho scelto di lavorare in part time verticale al 50%. Quando potrò andare in pensione? Chi può fornirmi indicazioni precise sul calcolo della pensione? Ho provato a chiedere in Ufficio ma. Grazie Come avrà avuto modo di sentire dalle dichiarazioni in trasmissione del presidente Mastrapasqua, i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, per cui le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente 11. paoloantonio says: 17 Gennaio 2011 alle 14:51 nel messaggio delle 20,47 de 16/01 ho sbagliato il mail, se ci sarà una risposta ecco la vera mail grazie 12. simonetta says: 17 Gennaio 2011 alle 14:48 Dottore buongiorno mi chiamo Simonetta sono nata in settembre 1952, ho lavorato per un privato per 22 anni come impiegata i cntributi sono stati versati è da 20 anni che non lavoro più quando andrò in pensione? Secondo i dati che forniti, avendo già raggiunto il requisito contributivo minimo (20 anni), dovrebbe attendere di compiere l età pensionabile che, attualmente, per le donne è di 60 anni. 13. Cinzia says:

5 17 Gennaio 2011 alle 14:47 Buongiorno, ho 53anni e ho lavorato per venti anni e otto mesi come segretaria presso uno sudio notarile. Purtroppo all inizio di quest anno sono stata licenziata a causa di tagli del personale dello studio. Desidero sapere cosa devo fare per avere il minimo della pensione se non dovessi più avere l opportunità di lavorare. Secondo i dati che forniti, avendo già raggiunto il requisito contributivo minimo (20 anni), dovrebbe attendere di compiere l età pensionabile che, attualmente, per le donne del settore privato è di 60 anni. 14. annalena says: 17 Gennaio 2011 alle 14:46 Ho firmato per la mobilità il 1 febbraio 2010; vorrei sapere quale sarà il criterio che adotterete per scegliere i che potranno entrare in deroga alla legge che stabilisce la nuova finestra mobile che prevede un anno di ulteriore lavoro dopo il raggiungimento dei requisiti; potrò andare con le vecchie 4 finestre previste per chi (con la mobilità) farà i 40 di lavoro nell agosto 2012 (di anni ne avrò 60 nel 2012)????? Grazie! 15. sansone francesco says: 17 Gennaio 2011 alle 14:45 buongiorno,cortesemente chiedo di sapere a chi dovrei rivolgermi per sapere di preciso quanti sono gli anni di anzianità di mia moglie, visto che abbiamo chiesto informazioni a diversi patronati di vari sindacati senza arrivare ad una precisa soluzione. Preciso che ci siamo rivolti anche all inps di TRAPANI,dove mia moglie era residente a inizio lavoro. preciso che mia moglie ha 56 anni e ha sempre lavorato nel settore scuola come insegnante di scuola materna. Grazie. Sansone Francesco. Come avrà avuto modo di sentire dalle dichiarazioni in trasmissione del presidente Mastrapasqua, i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, per cui le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente 16. Giovanni says: 17 Gennaio 2011 alle 14:31 spero in una sua risposta 17. Maria Rosaria Pellizzon says: 17 Gennaio 2011 alle 14:28 Sono una ex dipendente dii una azienda fallita, e dopo 1 anno di cassa Integrazione Speciale sono stata messa in mobilità, che finisce il 27 maggio Compio 60 anni il 02 Aprile 2013, con 39 anni di contributi in tutto (tra versati e di cassa

6 integrazione e mobilità). Quando posso percepire l assegno di vecchiaia? Per averne diritto, devo aspettare la finestra di un anno, senza alcun redito già dall anno precedente? Grazie. Maria Rosaria Pellizzon Purtroppo, dai dati da lei forniti non siamo in grado di fornirle indicazioni su quanto richiesto, per cui le consigliamo di rivolgersi presso la sede Inps a lei più vicina. 18. Francesca Esposito says: 17 Gennaio 2011 alle 14:26 Buongiorno Direttore, mi associo a quanto già scritto dal dott. Lasigna. La pratica legale NON retribuita effettuata presso l INPS ha fatto indignare addirittura gli USA grazie all articolo pubblicato sul NYT! Se l INPS ha bisogno di ricorrere ai praticanti legali per far fronte alla mole del contenzioso dell Istituto che rappresenta circa il 25% di quello complessivo nazionale, a fronte di una disponibilità di poco più di 300 avvocati per l intero territorio (v. Circolare n. 25 del ), non può non riconoscere loro un rimborso spese/compenso. Può un ente pubblico ignorare l art. 26 del Codice deontologico forense, celandosi dietro la presunta finalità formativa del praticantato?mi è perfettamente chiaro il nesso tra carenza di organico e i praticanti non devono rappresentare un onere retributivo, previdenziale o assicurativo a carico dell Ente. E preferibile utilizzare dei govani praticanti disposti a lavorare gratuitamente piuttosto che assumere dei nuovi dipendenti. Grazie!L INPS ha aperto le porte ai praticanti, ma ha chiuso le tasche. E per fortuna che i conti dell INPS sono paragonabili a quelli della Svezia 19. silvana says: 17 Gennaio 2011 alle 14:26 Buongiorno, sono nata il 31/2/1955, ho 36 anni di contributi,lavoro nel settore estrattivo (cave materiali inerti) come impiegata, vorrei sapere se rientro nella categoria lavori usuranti e quando eventualmente potrei andare in pensione. Grazie 20. MARIELLA says: 17 Gennaio 2011 alle 14:24 CARO DIRETTORE HO 55 ANNI E 33 ANNI DI ANZIANITA CONTRIBUTIVA NEL MONDO DELLA SCUOLA ( DOCENTE ) QUANDO POTRO ANDARE IN PENSIONE? C E QUALCHE REMOTA POSSIBILITA DI FARLO ADESSO? IL 2011 E IL 34 ANNO DI SERVIZIO GRAZIE E DISTINTI SALUTI Come avrà avuto modo di sentire dalle dichiarazioni in trasmissione del presidente Mastrapasqua, i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, per cui le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente

7 21. fulvio says: 17 Gennaio 2011 alle 14:23 buongiorno, mia moglie dall anno scorso sta versando i contributi volontari raggiungerà i 40 anni di versamenti a marzo 2012; ora dovendo aspettare la finestra del 2013 dovrà pagare ancora per un anno? Grazie No, avendo già raggiunto il requisito previsto, può cessare di pagare i contributi volontari. Le consigliamo, però, di chiedere un estratto e una verifica presso gli uffici Inps 22. domenico says: 17 Gennaio 2011 alle 14:20 Buongiorno. Il 31 agosto prossimo raggiungo i 40 anni di contribuzione. Posso cessare il lavoro aspettando che mi venga versata la pensione o sono obbligato a continuare a lavorare? Specifico che, avendo anche lavoro autonomo, percepirò la pensione dopo 18 mesi. Grazie. Domenico. Una volta raggiunto il requisito previsto dalla legge, non è obbligatorio continuare a lavorare 23. DI GUGLIELMO ERMENEGILDA says: 17 Gennaio 2011 alle 14:20 buon giorno a lei compiendo 60 anni a luglio è avendo 23 anni di contributi misti 13 anni come lavoro dipendente è 10 come lavoro a progetto, quando posso andare in pensione? grazie 24. Anita says: 17 Gennaio 2011 alle 14:16 Rivolgo una domanda per mio marito che è in cassa integrazione in deroga dal febbraio 2010 e che, probabilmente, non sarà rinnovata. Compirà 65 anni il prossimo aprile. Potrà andare in pensione con la vecchia finestra il 1 ottobre oppure perderà cassa e pensione? Grazie Gennaio 2011 alle 14:16 sono Filippo Mannino, ex operatore del contact center inps di Palermo Le faccio una domanda: dopo aver lavorato nel contact center inps/inail per 10 anni dal 2000 sino al 24 settembre 2010 come mai l Inps dopo aver investito denaro pubblico in formazione e aggiornamenti su 55 lavoratori siciliani non ha inserito nel nuovo bando della commessa

8 inps/inail la clausola di salvaguardia per noi lavoratori? eppure siamo stati citati dal Ministro Brunetta come uno dei 100 esempi di buona amministrazione virtuale del Paese. L occasione mi è gradita per invitarla a conoscere e riflettere sulla nostra situazione per avere la consapevolezza che nei nostri confronti (lavoratori attualmente in cassa integrazione ordinaria ribadisco 10 anni di lavoro in nome e per conto dell inps) e in quelli di molti contribuenti italiani e residenti all estero (perchè fornivamo anche informazioni in lingue straniere) non è stata considerata la meritocrazia e pur essendoci ancora lo spazio per noi 55 lavoratori in un bando che prevede l utilizzo di 1200 operatori ancora inspiegabilmente non si trova la giusta e meritata, a parer nostro, collacazione nel panorama previdenziale di chi ha lavorato in nome e per conto dell inps con tanto di formazione e aggiornamento. Vogliamo semplicemente continuare a lavorare per garantire così come abbiamo fatto dal 2000 risposte adeguate a tutti i clienti italiani e connazionali residenti all estero e a rendere efficiente (così come ribadito diverse volte da funzionari dell INPS impegnati nei 5 corsi di formazione effettuati dal 2000 sino al 2010 ). Buon lavoro e buona giornata! Fiippo Mannino 2. Giovanni says: 17 Gennaio 2011 alle 14:15 Buongiorno Direttore, Sono nato il 26/06/1954 e ho iniziato a lavorare nel 1969 e ho più di 40 anni di contrubuti. Ho fatto domanda alla fine del 2010, quindi dal 1 Gennaio dovrei andare in pensione. Quanto tempo devo rimanere senza essere ingaggiato? Grazie La pensione decorrerebbe dal 1 gennaio 2011 se lei è un lavoratore dipendente e se i 40 anni di contribuzione sono stati maturati entro settembre leo says: 17 Gennaio 2011 alle 14:13 buogiorno,alla fine del 2010 ho 36 anni di contributi con 53 anni anagrafici. nell anno 2010 ho chiuso l attività commerciale e purtroppo non riesco a trovare un altro lavoro. Ho richiesto la prosecuzione volontaria dei versamenti.quando potrò andare in pensione Se continua a versare contributi, potrà ottenere la pensione di anzianità quando raggiungerà il requisito di 40 anni di contribuzione 4. Maria Cristina Poli says: 17 Gennaio 2011 alle 14:13 Buongiorno! La mia domanda si discosta dal tema in oggetto ma riguarda sempre l INPS. Sono la moglie di un giovane disabile. Perché, nell ambito delle verifiche straordinarie con rif. alla legge 20 del 2009, le famiglie dei disabili sono state bersagliate da raccomandate proprio durante le vacanze natalizie con richieste di visite straordinarie o quant altro? Non si poteva aspettare qualche giorno? Inoltre la legge a cui fanno riferimento le raccomandate

9 reca il titolo: Contrasto alle frodi in materia di invalidità civile. Quindi questo è stato il regalo di Buon Anno alle migliaia di disabili italiani. Tuttavia, questa legge non contiene neanche lontanamente un accenno a questa che ritengo una vera e propria persecuzione. 5. ANGELO FORNONI says: 17 Gennaio 2011 alle 14:11 Buongiorno dal 1969 ho versato come dipendente i contributi per 5 anni ; successivamente 1 anno di volontari dopodichè più nulla in seguito ad una vita sregolata. Visto che non avrò alcuna pensione,posso recuperare quanto versato?grazie. Quanto da lei richiesto non è previsto dalle norme attualmente in vigore. 6. vincenzo says: 17 Gennaio 2011 alle 14:04 direttore volevo sapere se posso andare in pensione avendo compiuto attraverso i contributi amianto e lavorativi ques anno pur non avendo compiuto l età. Ho 40 anni di contributi. porgo un grazie infinito La pensione di anzianità può essere ottenuta anche con 40 anni di contributi prescindendo dall età anagrafica. 7. Aldo Accardi says: 17 Gennaio 2011 alle 14:03 Buongiorno Direttore, Lei ha spesso ricordato che l Istituto negli ultimi tempi ha raggiunto degli ottimi risultati sotto tutti i punti di vista. Questi risultati sono stati raggiunti anche grazie al contributo di 1800 lavoratori somministrati che da alcuni anni lavorano presso l Inps. Tra questi lavoratori, 600 il 31 dicembre hanno terminato la loro collaborazione e altri 1200 vedranno il loro contratto terminare il 31 marzo Cosa intende fare l Inps dal 31 Marzo in poi? Continuerà ad avvalersi delle prestazioni dei lavoratori somministrati? Grazie e buona giornata. Aldo Accardi 8. anna says: 17 Gennaio 2011 alle 14:00 sono un insegnante (pubblico impiego) non ho capito se per le donne del pubblico impiego vale ancora la pensione di anzianità. devo lavorare fino a 65 anni anche se raggiungo i 40 anni di servizio nel 2015?.così facendo lavorerei 47 anni tenendo conto che insegno all scuola dell infanzia e con i piccoli c è bisogno di molta energia vorrei avere un chiarimento

10 grazie anna ubertalli 9. anna says: 17 Gennaio 2011 alle 13:57 sono un insegnante (pubblico impiego) non ho capito se per le donne del pubblico impiego vale ancora la pensione di anzianità. devo lavorare fino a 65 anni anche se raggiungo i 40 anni di servizio nel 2015?.così facendo lavorerei 47 anni tenendo conto che insegno alla scuola dell infanzia e con i piccoli c è bisogno di molta energia vorrei avere un chiarimento grazie anna ubertalli Come dipendente pubblica, le consigliamo di rivolgersi agli uffici dell Inpdap. Comunque, in linea generale, la pensione di anzianità può essere ottenuta anche con 40 anni di contributi prescindendo dall età anagrafica. 10. midali giuseppina says: 17 Gennaio 2011 alle 13:47 per completare i miei 40 anni di servizio ho risocntrato che 18 mesi iniziali lavorati presso n artigiano in qualità di APPRENDISTA IMPIEGATA non mi sono stati riconosciuti, diversamente da altri miei colleghi APPRENDISTA OPERAIO.perchè questa discriminante?? posso riscattarli oggi?? 11. Tina says: 17 Gennaio 2011 alle 13:44 Egregio presidente buongiorno : ho 57 anni, ex dipendente pubblica, in dimissioni volontarie dal marzo Intendo raggiungere i 40 anni( giugno 2012) di versamenti attraverso contribuzione volontaria. Attualmente quindi sono senza stipendio. Raggiunto il diritto dovrò aspettare comunque, senza alcun reddito, i 12 mesi per ottenere la prima pensione? Grazie per l attenzione Anche se le regole sono state armonizzate, come avrà avuto modo di sentire dalle dichiarazioni in trasmissione del presidente Mastrapasqua, i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, per cui le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente per chiedere informazioni sulla contribuzione volontaria. 12. Emanuele says: 17 Gennaio 2011 alle 13:39

11 Gentile Presidente, sono Emanuele Sciabbarrà operatore del Contact Center INPSINAIL della sede di Palermo dipendente della società Getek ICT srl dal 13/11/2000. Pochi sanno che il Contact Center INPS INAIL ha una sede a Palermo gestita dalla GETEK ICT srl con sede a Roma Dopo l ultima gara di appalto, il consorzio che gestiva il Contact Center ha perso la commessa in favore di un nuovo raggruppamento temporaneo guidato da Transcom Worldwide Spa Ad oggi i tentativi di accordo tra la società Getek ICT e la nuova RTI risultano vani, tant è che a partire dalla data del 04/10/2010 la società ha posto i propri dipendenti di Palermo in cassa integrazione ed ha prospettato, che, se non si troverà una soluzione entro il periodo di CIG, avvierà la procedura di mobilità. La sede di Palermo lavora da quasi dieci anni con l Inps e si svolgono alcuni importanti servizi spaziando dalle campagne outbound di assegnazione del codice PIN e convalida di pratiche COLF e Parasubordinati al servizio inbound. Non di meno il servizio in esclusiva INPSRisponde ossia di risposta via ai quesiti posti all Istituto tramite il sito internet, della quale ce ne siamo occupati sin dalla nascita, è stato fiore all occhiello per l Istituto, enunciato nella classifica pubblicata nel 2008 sul sito del Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione fra le Cento storie di buona pubblica amministrazione. Comprende che 54 famiglie, la quale hanno costruito su questo lavoro le proprie aspettative di vita, vivono momenti di forte tensione e preoccupazione in uno sviluppo negativo della vicenda malgrado l elevata professionalità dimostrata in questi anni. Pertanto, gentile Presidente, La prego di trovare una soluzione a questa difficile problematica. 13. dora says: 17 Gennaio 2011 alle 13:38 Buongiorno, sono la figlia di un signore di 57 anni, che ha lavorato una vita fuori casa facendo il carpentiere, da quattro anni ha avuto problemi si salute ed ha deciso di smettere di lavorare.ha versato 32 anni di contributi. Gentilmente mi può spiegare la situazione.grazie Se la situazione resta così com è, suo padre non potrà andare in pensione prima del compimento del 65 anno di età. 14. STELLA says: 17 Gennaio 2011 alle 13:27 Sono ass. amm.va a scuola, nata il con 34 anni di servizio e relativi contributi versati in conto INPDAP. Vorrei riscattare circa 3 anni di servizio prestato in Germania come operaia presso una ditta. quest ultimo servizio è valido sia fini del requisito per il collocamento a riposo, che ai fini del calcolo della pensione? Quale sarebbe in tal caso l onere per il riscatto? Dal momento che i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente.

12 15. Falco Antonietta says: 17 Gennaio 2011 alle 13:26 Appare strano che la vs sede INPS di S. Giuseppe Vesuviano (NA) per la concessione delle provvidenze dell assegno scolastico in favore di un minore chiede il decreto del Giudice Tutelare, anche in presenza di ambedue i genitori (che l uno firmi all altro l assenso a riscuotere le provvidenze). Ho avuto modo già di segnalare la cosa da più tempo senza esito alcuno, e mi è stato riferito che solo in provincia di Napoli occorre presentare tale documentazione; che comporta oltre una spesa economica anche la perdita parecchio tempo. In tutto il resto d Italia tale documento non viene assolutamente richiesto. La ringrazio anticipatamente per la risposta ed altresì le chiedo se la Provincia di Napoli fa parte dell Italia o no. 16. Michela says: 17 Gennaio 2011 alle 13:23 vorrei sapere perchè cè una legge che quando una persona ES:ha avuto un infarto dipendente di una ditta viene riconosciuto con un invalidità di lavoro gli viene dato una rendita per 3 anni rinnovabile con visita medica per 3 volte se viene riconosciuta invalida perchè continua a lavorare così percepisce sia lo stipendio della ditta giustamente lavorando e in piu la pensione anche se paga le tasse ma usufruisce di 2 stipendi non è per L INPS uno spreco di soldi 17. Michela says: 17 Gennaio 2011 alle 13:13 buon giorno sono natail 05/02/1955 sono invalida civile dal 2005 ma solo da 1 anno e per 18 mesi ho percepito una rendita di 250 euro il 07/09/2010 ho passato la visita di revisione e ancora non è arrivata la risposta chiedo come è possibile dall INPS sede di PISA RISPONDONO che le pratiche sono ferme allora passando all INPS non dovevano essere piu veloci? a PISA ci sono circa 8000 pratiche ferme cosa mi rispone? di BRUNETTA C è bisogno ogni ENTE 18. augusto says: 17 Gennaio 2011 alle 12:59 Buongiorno, vorrei sapere quanto devo aspettare per poter effettuare la ricostituzione della mia pensione dopo aver segnalato la mancanza di 6 anni di versamenti sul mio estratto conto -gestione separata lavoro parasubordinato, preciso che é risultato tutto esatto da parte della Ditta per cui ho lavorato. L ultima mia segnalazione ( la terza tra vari enti dal 2006) l ho fatta all INPS di Civitavecchia nel giugno del 2010, ma non mi danno risposta e non hanno ancora fatto nulla per sistemare l estratto conto. La ringrazio e La saluto 19. Francesco says:

13 17 Gennaio 2011 alle 12:48 Buongiorno, Ho 55 anni e sono in CIGS Formazione on the job da dicembre 2009 e lo stipendio viene integrato dall azienda in modo che il netto in busta rimanga sostanzialmente invariato rispetto alla situazione precedente a questo tipo di Cassa integrazione. Che cosa si perde sulla pensione finale? Qual è la durata massima di tale CIGS Formazione on the job? Qual è la durata massima totale delle varie forme di CIG, ordinaria, straordinaria, in formazione, in deroga, ecc..? Grazie 20. roberta says: 17 Gennaio 2011 alle 12:45 buon giorno sono una dipendente comunale, la mia domanda è: il ho compiuto 59 anni e 37.5 di anzianità posso richiedere il di andare in pensione con il fattore 96? grazie massacci roberta frascati Anche se le regole sono state armonizzate, come avrà avuto modo di sentire dalle dichiarazioni in trasmissione del presidente Mastrapasqua, i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, per cui le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente. 21. Franca Gullì says: 17 Gennaio 2011 alle 12:40 Salve, sono nata nel febbraio del Sono una ex dipendente regionale dimessa nel dicembre 2005 ed autorizzata alla prosecuzione volontaria dei contributi nel Finisco di pagare i 35 anni di contributi nell agosto Quando potrò andare in pensione? Mi era stato detto che per me valgono ancora i vecchi requisiti dei 35 anni di contributi e 57 anni di età, mentre la riforma sposta in avanti la decorrenza a 12 mesi? Quindi avrò la prima pensione nel settembre 2012? E corretto? Grazie 1000 per la vs cortese risposta F. Gullì 22. Renzo says: 17 Gennaio 2011 alle 12:34 Buongiorno Direttore,sono un lavoratore di 57 anni,posto in mobilità speciale il 23/12/2009,a giugno 2013,maturo i 40 anni di contributi per la pensione.il verbale di accordo con l azienda è stato firmato con condizioni, che nel mese di agosto 2010,da parte del Governo,sono state cambiate per il pensionamento.per il pensionamento occorrono ora i

14 40 anni +1. Io ho accettato la mobilità a certe condizioni(avendo la sicurezza che nel periodo di mobilità sarei andato in pensione).ciò ora non è più possibile. Da notare che per il periodo di attesa più lungo,rimango scoperto dall indenità di mobilità per 6 mesi.cosa posso fare??saluti e grazie,scapin Renzo 23. giorgio sironi says: 17 Gennaio 2011 alle 12:02 Buongiorno, sono un ex dipendente del credito e con mia moglie (ex dipendente industria) abbiamo aderito ad una incentivazione all esodo. Io rientro ora in un fondo di solidarieta assimilabile ad una mobilita privata, mia moglie e stata posta in mobilita lunga. Con i requisiti che avevamo nel 2009 saremmo arrivati tranquillamente a percepire la pensione di anzianita. Ora, con la nuova manovra finanziaria, ci troveremo in due a non percepire stipendio per nove mesi. Avendo noi sottoscritto un accordo antecedente la riforma ci troviamo spiazzati dall applicazione retrottiva di detta legge. In pratica parteciperemo al risanamento del bilancio statale (come se non avessimo gia sufficientemente contribuito durante gli anni lavorativi ) con la devoluzione di nove mesi della nostra pensione? Splendido!!!! Ringraziando anticipatamente per la cortese risposta, porgo cordiali saluti. 24. Mario says: 17 Gennaio 2011 alle 11:58 Buongiorno, sono un operaio artigiano di 57 anni in mobilità non pagata, che deve versare i contributi volontari fino ad Aprile 2012, anno in cui raggiungerò i 40 anni di lavoro. Non avendo diritto nè alla cassa integrazione, nè all assegno di disoccupazione, devo comunque aspettare l anno della finestra per ricevere la pensione? E se sì, L INPS prevede qualche sussidio o qualche misura di integrazione del reddito per chi si tova nella mia situazione? In attesa della risposta, la ringrazio anticipatamente per l attenzione, Mario 25. Antonello says: 17 Gennaio 2011 alle 11:58 Buongiorno, Riscatto laurea Appartengo alla categoria di lavoratori con metodo contributivo misto. Il periodo del corso di laurea è Questi 5 anni incrementano il periodo retributivo? In caso di risposta positiva e se il periodo retributivo risultante supera i 18 anni alla data di riferimento, l INPS applicherà il metodo retributivo? Grazie Se i diciotto anni (compreso il periodo di riscatto della laurea) sono stati maturati entro il 31 dicembre 1995, la sua pensione sarà calcolata con il sistema retributivo.

15 26. Eugenio says: 17 Gennaio 2011 alle 11:56 Buongiorno, Ho 55 anni, per quanti anni posso permanere nelle liste di mobilità? 27. Lina Martis says: 17 Gennaio 2011 alle 11:52 Buongiorno, ho compiuto 57 anni il 13 gennaio 2011, dall 1 ottobre 2010 non svolgo più attività lavorativa, ho 2000 settimane versate dal datore di lavoro, in questo caso quando avrò i requisiti per la pensione?. Alrimenti posso effettuare i versamenti volontari per raggiungere la quota 96 o devo effettuare i versamenti sino al compimento dei 40 anni di contributi? Grazie Lina Martis 28. Francesco says: 17 Gennaio 2011 alle 11:47 Buongiorno, Ho 55 anni e sono in CIGS Formazione on the job da dicembre 2009 e lo stipendio viene integrato dall azienda in modo che il netto in busta rimanga sostanzialmente invariato rispetto alla situazione precedente a questo tipo di Cassa integrazione. Che cosa si perde sulla pensione finale? Qual è la durata massima di tale CIGS Formazione on the job? Qual è la durata massima totale delle varie forme di CIG, ordinaria, straordinaria, in formazione, in deroga, ecc..? 29. Domiziano says: 17 Gennaio 2011 alle 11:45 Buongiorno Direttore, io sono uno dei praticanti legali impegnati con la pratica forense presso la direzione provinciale INPS di Taranto. Ho seguito con attenzione le varie interrogazioni parlamentari circa l opportunità di assicurare maggiori garanzie ai giovani dottori in legge impiegati, durante il biennio di pratica, presso l Istituto. Ora vorrei condividere con lei una sola considerazione: non le pare quanto meno beffardo che proprio l INPS abbia bandito un concorso per praticanti legali senza prevedere alcuna copertura nè RETRIBUTIVA nè CONTRIBUTIVA? Grato per la sua attenzione. Con osservanza Dott. Domenico Lasigna 30. giancarlo says: 17 Gennaio 2011 alle 11:45

16 La mia domanda esula dal tema odierno, ma mi interessa sapere se possono pignorarmi il quinto del mio assegno sociale (ho 70 e non ho alcun altro reddito) e dell assegno di accompagnamento (sono invalido civile al 100%) Se no, in base a quali disposizioni? A fine mese ci sarà l udienza ed io vorrei resistere. Grazie sin da ora. 31. maria says: 17 Gennaio 2011 alle 11:30 Biongiorno, sono nata il ho iniziato a lavorare il 1/7/1970 con e ho lavorato ininterrottamente sino al 10 maggio del 2010 salvo un periodo di 9 mesi tra il 1998 ed il 1999 nel 2010 sono stata licenziata ed ora percepisco la disoccupazione sino ad aprile del 2011 con la nuova norma scatterà una finestra anche sull anzianetà che mi porterà a percepire la pensione soltanto a luglio del 2012 per un anno come faccio io a matenermi????? è giusto questo nei confronti di chi ha sempre lavorato??? grazie saluti Arvigo Maria sandra Andrea says: 17 Gennaio 2011 alle 10:35 Egregio Presidente, nel caso in cui al raggiungimento dei requisiti per il pensionamento si scopra che parte dei contributi non siano stati versati da un precedente datore di lavoro cosa accade, tali contributi vengono persi o l Inps li riconosce comunque al lavoratore? Grazie Si può presentare una denuncia all Inps provvisti della necessaria documentazione. In seguito l Istituto provvederà al recupero e all accredito dei contributi. Si ricorda che i contributi vanno in prescrizione dopo 10 anni. 33. Giulia Calò says: 17 Gennaio 2011 alle 10:34 Sono nata il e compio 60 anni il Insegno nella scuola dell Infanzia ed avrò 36 anni di servizio il Posso andare in pensione dal percependo la relativa remunerazione? Come avrà avuto modo di sentire dalle dichiarazioni in trasmissione del presidente Mastrapasqua, i dipendenti pubblici non fanno capo all Inps, ma all Inpdap, per cui le consigliamo di rivolgersi agli uffici di tale Ente. 34. Emanuele Sciabbarrà says: 17 Gennaio 2011 alle 10:31

17 Gentile Presidente, sono Emanuele Sciabbarrà operatore del Contact Center INPSINAIL della sede di Palermo. Il call center INPS di Palermo ha svolto la propria attività per 10 anni continuativi da ottobre 2000 e settembre 2010 con lavoratori appartenenti alla Getek ICT srl (prima Gepin SpA) filiale di Palermo con sede centrate Roma. Dal 2000 al 2005 tramite subappalto con Telecomitalia capocommessa, dal 2005 al 2010 sempre tramite subappalto con Posteitaliane capocommessa. Nel corso del tempo si è occupato di attività di richiamata dell utenza, cosiddetta attività di outbound, per l erogazione di servizi richiesti dall utenza stessa tramite internet utilizzando il sito dell INPS Nel corso del tempo i lavoratori sono passati attraverso varie sessioni formative presso la sede Regionale dell INPS durate nell arco del tempo vari mesi, certificate anche con consegna di attestato di partecipazione ai vari lavoratori. In particolare ha fornito telematicamente servizi come Iscrizioni lavoratori domestici (colf), Assegnazione codice pin, Iscrizione lavoratori parasubordinati, Assegnazione codice pin per gli Enti Comunali, la posta non consegnata tramite il servizio Stampe rese per un totale di circa 1500 pratiche giornaliere. Dal 2003 ha gestito in esclusiva le richieste dell utenza pervenute tramite posta elettronica arraverso il servizio InpsRisponde accessibile dall utenza dal sito internet del quale il call center di Palermo si è occupato sin dalla nascita, considerato fiore all occhiello per l Istituto, enunciato nella classifica pubblicata nel 2008 sul sito del Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione fra le Cento storie di buona pubblica amministrazione, per il quale sono state lavorate oltre 2000 mail giornaliere. Dal 2005 il call center diventa a tutti gli effetti uno sportello virtuale per INPS, a cui si aggiunge anche INAIL (20% delle attività totali) gestendo direttamente le telefonate provenienti dall utenza tramite il numero verde attualmente in esercizio (cosiddetta attività di Inbound). Telefonando a tale numerol utente espone all operatore del call center integrato la propria richiesta, che può essere di natura previdenziale e/o assicurativa, ottenendo nel 70-80% dei casi risposta esaustiva, risultato evidenziato dal Ministro Brunetta collocando il efficienza del call center ai primi posti della classifica della Pubblica Amministrazione. Il restante 20% viene inoltrato alla sede competente che prende in carico la richiesta. Nel corso del tempo il call center si è adeguato alle esigenze degli Istituti svolgendo all occorrenza anche campagne Ministeriali come ad esempio nel febbraio 2004 un sondaggio richiesto dal Ministero del Lavoro riguardante l incentivo al posticipo del pensionamento dei lavoratori dipendenti (cosidetto Superbonus). In conseguenza di ciò anche il numero degli operatori è mutato a seconda delle esigenze lavorative. Oggi il call center di Palermo è composto da 54 lavoratori tutti a tempo indeterminato con contratto metalmeccanico di cui 46 part-time al 75% a 30 ore settimanali. L ultimo bando di gara non ha previsto la clausola di salvaguardia, e dunque i lavoratori di Palermo si sono ritrovati estromessi dal lavoro dall oggi al domani; l ultimo giorno di lavoro è stato il 25/09/2010. La gara aggiudicata nel 2009 è stata vinta da Transcom SpA che non rinnova il subappalto ed estromette dall attività Getek ICT srl.

18 Negli ultimi anni l INPS ha ricorso a lavoratori interinali nelle proprie sedi per ovviare alla carenza di personale nonostante negli anni scorsi siano stati stabilizzati degli lsu in carico all Istituto. E lecito pensare che dopo 10 anni di attività, competenze acquisite e produttività, i lavoratori del call center di Palermo chiedono di poter continuare a svolgere un lavoro nel quale col tempo si sono specializzati, ed all occorrenza sono sicuri possano essere utili anche all interno delle sedi INPS; non avrebbero bisogno di formazione, in un periodo di vacche magre come questo dove si richiedono sacrifici alla popolazione e si tagliano risorse dappertutto, il contribuente risparmierebbe sulla loro cassa integrazione, contribuendo all efficienza delle sedi non disperdendo in tal modo la notevole professionalità acquisita e riconosciuta dalla Direzione Centrale di Roma (DC/SIT) che controllava quantità e qualità del lavoro svolto dal servizio operatori del call center di Palermo e di tutto il Consorzio del quale il call center faceva parte. Oggi 54 lavoratori componenti il call center INPS-INAIL denunciano la mancanza di lavoro non per demeriti ma solo per appartenere ad una cordata che è risultata perdente nell assegnazione nel luglio 2009 della gara vinta col massimo ribasso da Transcom forse agevolata dal fatto di avere una sede a L Aquila in Abruzzo, passando indenne anche attraverso i ricorsi che i raggruppamenti di imprese perdenti hanno intentato. Il bando di gara non conteneva la clausola di salvaguardia, eliminata dopo che era stata prevista in un primo momento, consentendo così a Transcom di non avvalersi del personale di Palermo e di altre sedi precedentemente attivi lasciandoli senza lavoro dall oggi al domani e destinandoli agli ammortizzatori sociali, pagati dunque per non lavorare. Palermo lì 17/01/2011 Emanuele Sciabbarrà 35. gerardo says: 17 Gennaio 2011 alle 10:28 buongiorno:sono nato il 3/10/1952 un ex operaio in mobilita da giugno 2008, i 40 di contributi febbraio 2011, dovevo andare in pensione a luglio,adesso vado ancora o sono penalizzato.grazie 36. vincenzo says: 17 Gennaio 2011 alle 10:15 Con un accordo con l azienda io ed altri colleghi ricevendo un incentivo per riorganizzazione del personale dal 31/12/2009 sono a casa ho 2011 contributi + 52 contributi volontari pagati per il 2010 e per il 2011 dovro pagare i contributi volontari fino al 15 aprile dove avro 40 anni di contributi posso chiedere la pensione contributiva e dopo fare valere quella di anzianità 2012 perchè ho bisogno di uno stipendio per la famiglia. 37. GIGLIONE GIACOMINA says: 17 Gennaio 2011 alle 10:03 EGR. DOTT. MASTROPASQUA SONO UNA IMPIEGATA TUTTORA IN SERVIZIO IN UNA AZIENDA PRIVATA SETTORE COMMERCIO.

19 AVENDO RAGGIUNTO I REQUISITI DELLA PENSIONE DI ANZIANITA ENTRO LO SCORSO ANNO 2010, MENTRE QUELLO DI VECCHIAIA L 8 GENNAIO 2011 (OVVERO AL COMPIMENTO DEI MIEI 60 ANNI) CHIEDO DI CONOSCERE SE POSSO ANDARE IN PENSIONE IN QUALSIAISI MOMENTO DELL ANNO O SE INVECE SONO LEGATA ALLA FINESTRA FISSA 1 LUGLIO ) 38. Paola says: 17 Gennaio 2011 alle 10:01 Buongiorno, nata nel 1957, ho un periodo di lavoro presso il Comune di Roma (INPDAP) per un complessivo di circa 14 anni di contributi versati, successivamente ho lavorato per tre anni con contratto metalmeccanici (INPS). Volevo chiederle: 1. se è confermato che all età di 60 anni potrò percepire l assegno di pensione se raggiungo i 20 anni di contributi; 2. se è possibile ricongiungere le due situazioni contributive e quanto costa questa operazione. Vi ringrazio anticipatamente. Le confermiamo che i requisiti minimi (per le donne) per ottenere la pensione è di venti anni di contribuzione e di 60 anni di età. Riguardo il costo dell eventuale ricongiunzione dovrà rivolgersi agli uffici dell Inps, che le faranno i relativi conteggi, previa domanda. 39. eleonora says: 17 Gennaio 2011 alle 09:58 Sig. Direttore percepisco un indennita di fequenza per conto di mio figlio la quale data di domanda scade a febbraio 2011 per la revisione, e la data seduta comm. medica scade ottobre 2011 ; vorrei sapere, in quanto il provv. dei 3 gg di permessi mensili per la legge n. 104 mi e concesso fino a febbraio 2011 (scad. data domanda), anziche fino a ottobre 2011 (scad. data verbale comm. medica che ha accertato la legge n. 104 )visto che da febb a ott.2008 non ho potuto usufruirne perche non ero in possesso del verbale comm. medica in quanto si e riunita ad ottobre Grazie 40. Vignaroli Fiorella says: 17 Gennaio 2011 alle 09:49 Salve Direttore, sono nata l 11 Gennaio 1954, lavoro come O.S.S. in ospedale e compio 40 anni contributivi il , quando potrò andare in pensione con relativa retribuzione? grazie mille e cordiali saluti. Fiorella 41. Maria Luisa Adamo says: 17 Gennaio 2011 alle 09:33

20 Sono nata il 2 marzo 1953 e lavoro dall 1/12/1970 presso un Azienda Nazionale del Settore Commercio. Nell anno 1995 ho fatto un adozione Internazionale e l ingresso della bambina in Italia è avvenuto il 23/11/95. Dopo 15 giorni chiesi alla mia Azienda un mese di aspettativa non retribuita che mi fu concessa a partire dall 11/12/95 al 10/01/96. Preciso che mia figlia è nata in Brasile il 12/01/1987 e quando è arrivata in Italia aveva otto anni. Ho fatto richiesta all INPS della certificazione attestante il diritto alla pensione e mi sono accorta che, a causa dell aspettativa richiesta, sono state accreditate 49 settimane retribuite nell anno 1995 e 51 settimane nell anno C H I E D O E possibile il riconoscimento del beneficio dell astensione obbligatoria per il periodo 11/12/95-10/01/96 di cui alle leggi: n.184 del 4 maggio 1983 art. 39-quater comma a); n.476 del 31 dicembre 1998 art. 39-quater comma a); D.Lgs. n.151 del 26 marzo 2001 (T.U. della maternità/paternità) art. 27 comma 1. in caso negativo E possibile il riconoscimento dell astensione facoltativa ai sensi della legge.53 dell 8 marzo 2000 art.3 comma5; Decreto legislativo n. 151 del 26 marzo 2001 (T.U. della maternità/paternità) art. 36 comma 2; E possibile riscattare le 4 settimane mancanti tra il 1995 e 1996 per l aspettativa usufruita? Faccio presente che, se una delle risposte è affermativa, posso andare in pensione con la vecchia legge in quanto raggiungo 2080 contributi settimani utili per il raggiungimento del requisito contributivo previsto per la pensione di anzianità a carico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti a dicembre Se la risposta è negativa, i 40 anni di contributi li maturo nel mese di gennaio 2011 e quindi, per la nuova legge, andrò in pensione nel 2012, mi sembra proprio una cattiveria dopo 40 anni di lavoro. Poichè manca pochissimo tempo, chiedo cortesemente una risposta veloce. RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE Maria Luisa ADAMO 42. vignaroli fiorella says: 17 Gennaio 2011 alle 09:29 nata compie 40 anni contributivi il qando puo andare in pensione con relativa retribuzione? grazie (lavoro in ospedale) 43. maria letizia says: 17 Gennaio 2011 alle 09:25

QUESITI AL DR. FRACARO CORR.SERA TOTALIZZ. E CONTRIBUZIONI MISTE http://forum.corriere.it/i_nostri_soldi/

QUESITI AL DR. FRACARO CORR.SERA TOTALIZZ. E CONTRIBUZIONI MISTE http://forum.corriere.it/i_nostri_soldi/ QUESITI AL DR. FRACARO CORR.SERA TOTALIZZ. E CONTRIBUZIONI MISTE http://forum.corriere.it/i_nostri_soldi/ giuliana giovedì, 24 ottobre 2013 CALCOLO BUONGIORNO DOTT. FRACARO SONO NATA NEL 1956 HO LAVORATO

Dettagli

Si legga, in particolare, quanto riguarda gli effetti sui lavoratori in mobilità e gli iscritti ai Fondi di sostegno di settore.

Si legga, in particolare, quanto riguarda gli effetti sui lavoratori in mobilità e gli iscritti ai Fondi di sostegno di settore. La manovra correttiva interviene anche sulle pensioni. Nelle more degli approfondimenti sul testo definitivo del provvedimento, riportiamo di seguito un analisi, con risposte a quesiti, pubblicata da IL

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA E DI ANZIANITA' PRIMA E DOPO LA RIFORMA FORNERO

LA PENSIONE DI VECCHIAIA E DI ANZIANITA' PRIMA E DOPO LA RIFORMA FORNERO LA PENSIONE DI VECCHIAIA E DI ANZIANITA' PRIMA E DOPO LA RIFORMA FORNERO Negli ultimi anni nel nostro Paese si sono susseguite varie riforme che già soddisfacevano le richieste dell'unione Europea di avere

Dettagli

RIFORMA DELLE PENSIONI

RIFORMA DELLE PENSIONI RIFORMA DELLE PENSIONI I punti principali La proposta di legge delega di riforma del sistema previdenziale approvata dal Governo si propone di raggiungere due obiettivi, largamente condivisi a livello

Dettagli

La pensione di anzianità per i lavoratori dipendenti

La pensione di anzianità per i lavoratori dipendenti Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Pensioni La pensione di anzianità per i lavoratori dipendenti Aggiornato al Febbraio 2006 La pensione di anzianità si può ottenere prima di aver compiuto l'età

Dettagli

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato

Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato Previdenza LE Pensioni Gli ultimi aggiornamenti sugli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino Come avviene ogni anno, l Inps ha adeguato il tetto di retribuzione

Dettagli

LE PENSIONI DOPO LA MANOVRA CORRETTIVA

LE PENSIONI DOPO LA MANOVRA CORRETTIVA dott. Marco Ansaldi e rag. Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO 08.08.2011 LE PENSIONI DOPO LA MANOVRA CORRETTIVA La Manovra Correttiva pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n.164 del 16 luglio

Dettagli

U.I.C.I. DELEGAZIONE DI SAN MARCO ARGENTANO

U.I.C.I. DELEGAZIONE DI SAN MARCO ARGENTANO News del : 04/05/2015 U.I.C.I. DELEGAZIONE DI SAN MARCO ARGENTANO OGGETTO: Pensionistica trattamento anticipato di anzianita sospensione delle penalizzazioni fino al 2017 Si fa seguito ai comunicati UICI

Dettagli

Il limite annuo di compensi si calcola conteggiando le somme ricevute da tutti i committenti.

Il limite annuo di compensi si calcola conteggiando le somme ricevute da tutti i committenti. 251 01/2014 PICCOLI LAVORI, VOUCHER FINO A 5.050 EURO Il limite annuo di compensi si calcola conteggiando le somme ricevute da tutti i committenti. So che si può occupare un lavoratore pagandolo con il

Dettagli

Nuove pensioni: l Inps spiega requisiti e finestre di accesso Aldo Forte Esperto in materia previdenziale

Nuove pensioni: l Inps spiega requisiti e finestre di accesso Aldo Forte Esperto in materia previdenziale Nuove pensioni: l Inps spiega requisiti e finestre di accesso Aldo Forte Esperto in materia previdenziale Con circolare 15 maggio 2008, n. 60, l Inps detta le istruzioni per l accesso al pensionamento

Dettagli

l Inserto Nuove finestre d accesso alle pensioni di vecchiaia e di anzianità a partire dal 1 gennaio 2011 Argomenti

l Inserto Nuove finestre d accesso alle pensioni di vecchiaia e di anzianità a partire dal 1 gennaio 2011 Argomenti Argomenti A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Nuove finestre d accesso alle pensioni di vecchiaia e di anzianità

Dettagli

LE CIRCOLARI DELL INPS/INPDAP SULLE PENSIONI PIETRO PERZIANI. (Marzo 2012)

LE CIRCOLARI DELL INPS/INPDAP SULLE PENSIONI PIETRO PERZIANI. (Marzo 2012) LE CIRCOLARI DELL INPS/INPDAP SULLE PENSIONI DI PIETRO PERZIANI (Marzo 2012) Dopo le Circolari della F.P. e del MIUR, sono uscite quelle dell Inps/Inpdap, la n. 35 e la n. 37 del 2012; la prima è diretta

Dettagli

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ

Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ Federazione Nazionale delle Associazioni di Quadri ed Alte Professionalità PENSIONI LE NOVITÀ PENSIONI LE NOVITA Non è una novità, ma l obiettivo del governo è incassare più soldi con tutti i mezzi possibili.

Dettagli

Il Miur sta approntando la circolare con cui annualmente disciplina l accesso alla pensione per il personale della scuola.

Il Miur sta approntando la circolare con cui annualmente disciplina l accesso alla pensione per il personale della scuola. PREG.MI COLLEGHI DELLA SCUOLA, Il Miur sta approntando la circolare con cui annualmente disciplina l accesso alla pensione per il personale della scuola. Questa segreteria provinciale, ritenendo di fare

Dettagli

MOBILITÀ: QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER POTER DECIDERE (e che di solito si chiede) scheda a cura dei delegati FIOM- CGIL Aprilia

MOBILITÀ: QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER POTER DECIDERE (e che di solito si chiede) scheda a cura dei delegati FIOM- CGIL Aprilia MOBILITÀ: QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER POTER DECIDERE (e che di solito si chiede) scheda a cura dei delegati FIOM- CGIL Aprilia 1) Cosa succede se ci vado? Viene chiuso il rapporto di lavoro: il lavoratore,

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale

Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI Le novità del Decreto Salva Italia in materia previdenziale In attesa che sia definitivamente approvato dal Parlamento il Decreto salva Italia, forniamo una sintesi dei contenuti

Dettagli

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima Sistema retributivo = anzianità pari o superiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema misto = anzianità inferiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema contributivo = chi inizia per la prima volta a lavorare dal

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010

A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010 g A cura di Claudio Testuzza aggiornato ad aprile 2010 RETRIBUTIVO : Da retributivo a contributivo La pensione viene calcolata riferendosi allo stipendio: QUOTA A ) Dipendenti pubblici : ultimo percepito,

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e provincia Via Imre Nagy 58 - Località Borgochiesanuova - 46100 Mantova Telefono 0376-366221 - 324660-365274 Fax 0376-365287

Dettagli

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014.

NURSIND SEGRETERIA NAZIONALE. Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. Prot. SN-06 del 04/02/2014 Alla Cortese attenzione del Segretari provinciali Oggetto: Servizio previdenziale: pensionamento dei pubblici dipendenti nel 2014. La riforma Fornero (legge n. 204 del 22.12.2011)

Dettagli

I PUNTI ESSENZIALI DELLA CONTRORIFORMA PREVIDENZIALE GLI OBIETTIVI

I PUNTI ESSENZIALI DELLA CONTRORIFORMA PREVIDENZIALE GLI OBIETTIVI I PUNTI ESSENZIALI DELLA CONTRORIFORMA PREVIDENZIALE GLI OBIETTIVI Sostenibilità finanziaria del sistema pensionistico obbligatorio Prolungare l attività lavorativa o ritardare il momento della pensione:

Dettagli

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI

COMUNICATO IL COLLOCAMENTO A RIPOSO DEL PERSONALE DELLA SCUOLA DAL 1^ SETTEMBRE 2016: NORMATIVA E INDICAZIONI Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche SEGRETERIA NAZIONALE FLP SCUOLA 00187 ROMA Via Piave 61 sito internet: www.flpscuola.org Email: info@flpscuola.org tel. 06/42000358 06/42010899 fax.

Dettagli

1. Requisiti anagrafici e contributivi per accedere al trattamento pensionistico

1. Requisiti anagrafici e contributivi per accedere al trattamento pensionistico Oggetto: D.M. n. 1058 del 23 dicembre 2013 (diramato con nota AOODPIT n.2855 del 23 dicembre 2013) - Cessazioni dal servizio dal 1 settembre 2014. Si fa riferimento alla nota AOODPIT n. 2855 del 23 dicembre

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

IL SISTEMA PENSIONISTICO

IL SISTEMA PENSIONISTICO IL SISTEMA PENSIONISTICO LA CONTRIBUZIONE PREVIDENZIALE : CONTRIBUZIONE, FONDO PENSIONE LAVORATORI DIPENDENTI IL SISTEMA PENSIONISTICO ITALIANO Il cardine della tutela previdenziale riguarda la soddisfazione

Dettagli

OGGETTO : Certificazione del diritto alla prestazione pensionistica ai sensi dell articolo 1, comma 3 della legge 23 agosto 2004, n. 243.

OGGETTO : Certificazione del diritto alla prestazione pensionistica ai sensi dell articolo 1, comma 3 della legge 23 agosto 2004, n. 243. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Struttura di Progetto Costituzione Posizione

Dettagli

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue:

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue: Le pensioni nel 2007 Gli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps, con particolare riferimento al fondo pensioni lavoratori dipendenti Tetto di retribuzione pensionabile Il tetto

Dettagli

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici

SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici SCHEDA SU RIFORMA DELLE PENSIONI MONTI-FORNERO Nodi critici sintetici Articolo 24 Dl 6.12.2011 1. Si tratta di una riforma non concertata, ma imposta, cosa che peraltro accade dal 2007, quando fu firmato

Dettagli

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza

Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Presente e futuro del sistema previdenziale italiano nel tempo dell incertezza Pollenzo 20 Aprile 2012 Luca Valdameri Riferimenti normativi Riforma Amato (decreto legislativo 503/1992 e decreto legislativo

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2015, in modo schematico e il più chiaro possibile. Spero di esservi riuscito. Ringrazio

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

RISCATTARE LA LAUREA:CONVIENE O NON CONVIENE?

RISCATTARE LA LAUREA:CONVIENE O NON CONVIENE? RISCATTARE LA LAUREA:CONVIENE O NON CONVIENE? La possibilità, per i lavoratori dipendenti ed autonomi, di riscattare, ai fini pensionistici, il periodo di studi universitari necessario al conseguimento

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno grandi frecciate sulle pensioni con cambiamenti rilevanti per l accesso. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2013,

Dettagli

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI Che cos è È una prestazione a sostegno del reddito concessa a quei lavoratori che vengono a trovarsi senza lavoro, quindi senza retribuzione,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca C.M. n. 98 Roma, 20 dicembre 2012 Prot. n. AOODGPER 9733 Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI Ai DIRIGENTI SCOLASTICI LORO SEDI Al Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di TRENTO Alla Sovrintendenza

Dettagli

Contributi individuali. Versamenti volontari Riscatti di laurea

Contributi individuali. Versamenti volontari Riscatti di laurea Contributi individuali Versamenti volontari Riscatti di laurea Dott. Elvira Filiaggi Direzione Centrale Sistemi Informativi e tecnologie Dirigente Area contributi individuali continuativi e lavoro domestico

Dettagli

Le pensioni nel 2005

Le pensioni nel 2005 marzo 2005 Le pensioni nel 2005 TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Il tetto di retribuzione pensionabile per il calcolo delle pensioni con il sistema retributivo con decorrenza nell anno 2005 è stato definitivamente

Dettagli

APPUNTI DI PREVIDENZA

APPUNTI DI PREVIDENZA Unione Italiana Lavoratori della COMunicazione Segreteria Provinciale e Regionale Via Alessandria, 21 10152 Torino tel. 011.232188 Fax 011.232176 Posta elettronica : uilcomunicazione@uilcomunicazione.net

Dettagli

IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI

IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI IL FUTURO DELLE PENSIONI E DELLE LIQUIDAZIONI DEI DIPENDE NTI PUBBL ICI manovre correttive 2010/2011 e decreto salva-italia A cura di Giuliano Coan Esperto Previdenzialista 1 decreto legge n. 201 del 6/12/2011,

Dettagli

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti:

Possono esercitare la facoltà prevista e totalizzare i periodi assicurativi, per ottenere un unica pensione, i lavoratori iscritti: Totalizzazione dei contributi È stata prevista da recenti disposizioni legislative per consentire l acquisizione del diritto ad un unica pensione di vecchiaia, di anzianità o ai superstiti a quei lavoratori

Dettagli

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Circolare N.124 del 21 settembre Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Banca dati per l occupazione dei giovani genitori: via agli incentivi

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B Anche questo anno grandi frecciate sulle pensioni con cambiamenti rilevanti per l accesso. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2012,

Dettagli

Centro per l Impiego di Lucca

Centro per l Impiego di Lucca Centro per l Impiego di Lucca Via Vecchia Pesciatina angolo Via Lucarelli 55100 S. Vito - Lucca Tel. 0583/417590 - Fax 0583/417812 Sito web: www.luccalavoro.it Posta elettronica: cilucca@provincia.lucca.it

Dettagli

NOVITA SULLE PENSIONI DAL 2015

NOVITA SULLE PENSIONI DAL 2015 NOVITA SULLE PENSIONI DAL 2015 ANCORA SUGLI GLI AUMENTI PER IL 2015 Si tratta di un aumento davvero irrisorio quello che a gennaio i pensionati ricevono della cosiddetta perequazione automatica l ex scala

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario)

RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) RAPPORTO ANNUALE 2008 (sommario) 2 L INPS a garanzia del Sistema di Welfare Il Rapporto annuale dell INPS descrive il ruolo e le attività dell Istituto, offrendo un immagine dettagliata della società italiana

Dettagli

BREVI CENNI SULLE NORME PREVIGENTI DEL SISTEMA PENSIONISTICO.

BREVI CENNI SULLE NORME PREVIGENTI DEL SISTEMA PENSIONISTICO. Circolare n.1/2008 Prot. n.1008/cm0447 del 23.1.2008 Posiz. UFFICIO RISCATTI E PENSIONI Allegati n. - Al personale di ruolo e non di ruolo dell Università degli Studi del Sannio L O RO S E D I OGGETTO:

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

BREVE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola. a cura di Rosario Cutrupia

BREVE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola. a cura di Rosario Cutrupia BREVE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola a cura di Rosario Cutrupia 1 Cari colleghi, la riforma Fornero del sistema previdenziale (DL 201/2011, art. 24, convertito nella Legge 214/2011),

Dettagli

Direzione Regionale Inpdap Sicilia Sede Inpdap di Catania. Le pensioni obbligatorie dei dipendenti pubblici

Direzione Regionale Inpdap Sicilia Sede Inpdap di Catania. Le pensioni obbligatorie dei dipendenti pubblici Direzione Regionale Inpdap Sicilia Sede Inpdap di Catania Giornata per il Futuro Seminario sulla previdenza obbligatoria e complementare: conoscere per comprendere, comprendere per decidere Le pensioni

Dettagli

Nuovi requisiti sulla pensione di anzianità per lavoratori dipendenti nel sistema retributivo

Nuovi requisiti sulla pensione di anzianità per lavoratori dipendenti nel sistema retributivo 19-5-2008 Le nuove regole per la pensione di anzianità e vecchiaia Circolare INPS n. 60 del 15 maggio 2008 a cura di METELLO CAVALLO L INPS ha diramato la circolare che illustra in modo definitivo le nuove

Dettagli

NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA Istruzioni INPS

NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA Istruzioni INPS NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA Istruzioni INPS L' INPS ha fornito chiarimenti in merito alla nuova riforma pensionistica, introdotta con il cosiddetto decreto-legge salva Italia e modificata dal Milleproroghe,

Dettagli

I lavoratori salvaguardati

I lavoratori salvaguardati Lavoratrici e lavoratori che possono accedere a pensione sulla base dei requisiti vigenti prima dell entrata in vigore del d.l. n. 201/2011 del 6.12.2011 anche se maturati dopo il 31.12.2011 1 Conservano

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 12 febbraio 2009 Le pensioni nel 2009 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole

INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI In Pillole Clicca sull incentivo di tuo interesse: Giovani 18-29 anni; Apprendistato; Fruitori di ASPI; Lavoratori disoccupati o sospesi da almeno 24 mesi; Donne e over 50; Ricercatori

Dettagli

OUTPUT REPORT ESEMPLIFICATIVO «Obiettivo Pensione» Dati contributivi

OUTPUT REPORT ESEMPLIFICATIVO «Obiettivo Pensione» Dati contributivi OUTPUT REPORT ESEMPLIFICATIVO «Obiettivo Pensione» Dati contributivi I dati forniti dal sistema INPS indicano che Lei ha maturato, alla data del, nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, n.1317 contributi

Dettagli

Legge n. 214 del 22.12.2011 (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011)

Legge n. 214 del 22.12.2011 (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011) Legge n. 214 del 22.12.2011 (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011) Interventi in materia previdenziale Napoli, 18 gennaio 2012 Legge n. 214 del 22.12.2011 La quota di pensione maturata

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Pensione di vecchiaia: ecco i nuovi requisiti di età per ottenerla

Pensione di vecchiaia: ecco i nuovi requisiti di età per ottenerla Pensione di vecchiaia: ecco i nuovi requisiti di età per ottenerla Maggio 2015 Più si va avanti e più si allontana l accesso alla pensione degli italiani. Col passare degli anni, infatti, aumenta l età

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA

LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA LICENZIAMENTO COLLETTIVO E PROCEDURA DI MOBILITA Uno degli aspetti più problematici connessi alla crisi dell impresa riguarda la gestione dei rapporti di lavoro. L imprenditore in crisi dispone di diversi

Dettagli

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE Enpals: le pensioni di anzianità e vecchiaia dal 2008 (Enpals, Circolare 15.2.2008 n. 1) Modifiche alla legge 23.8.2004 n. 243 introdotte dalla legge 24.12.2007 n.247 recante Norme di attuazione del protocollo

Dettagli

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO Una crisi aziendale può comportare diverse variazioni delle forme di lavoro, talvolta orientate alla

Dettagli

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza

Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza CIRCOLARE Febbraio 2014 Legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 147) - Principali novità in materia di lavoro e previdenza Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle

Dettagli

Le nuove pensioni. Le novità della manovra Monti

Le nuove pensioni. Le novità della manovra Monti Le nuove pensioni Le novità della manovra Monti Premessa La riforma della previdenza è il primo tassello di una riforma più completa che riguarderà anche il mercato del lavoro e gli ammortizzatori sociali.

Dettagli

OPZIONE CONTRIBUTIVA DONNE 57/35 aggiornata alla legge 214/11. settembre 2012

OPZIONE CONTRIBUTIVA DONNE 57/35 aggiornata alla legge 214/11. settembre 2012 OPZIONE CONTRIBUTIVA DONNE 57/35 aggiornata alla legge 214/11 settembre 2012 OPZIONE CONTRIBUTIVA LEGGE 243/04 (Art. 1 Comma 9) 9. In via sperimentale, fino al 31 dicembre 2015, è confermata la possibilità

Dettagli

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA LE PENSIONI NEL 2006 Gli aggiornamenti sugli aspetti di maggior interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Secondo l art., comma 1, della legge 29/5/82,

Dettagli

Come sono cambiate le regole sulle pensioni

Come sono cambiate le regole sulle pensioni Foglio Informativo Anno 2012 - Numero 1 9 febbraio 2012 Newsletter per i soci Associazione Nazionale Seniores Enel Viale Regina Margherita, 125 00198 Roma - Tel. 0683057422 Fax 0683057440 http://www.anse-enel.it

Dettagli

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI

TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Numero 62 Settembre 2013 TORNANO (CON MOLTE NOVITA ) I PREPENSIONAMENTI Torna, con molte novità e senza oneri per lo Stato, il cosiddetto prepensionamento ovvero quella forma di ammortizzatore sociale

Dettagli

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO

GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO GUIDA AD USO DEI LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE ASPI O MOBILITA CHE HANNO TROVANO UN NUOVO IMPIEGO Una crisi aziendale può comportare diverse variazioni delle forme di lavoro, talvolta orientate alla

Dettagli

Comunicato stampa. Roma, 29 maggio 2012. Ufficio stampa tel. 0659055085

Comunicato stampa. Roma, 29 maggio 2012. Ufficio stampa tel. 0659055085 Ufficio Stampa Comunicato stampa Roma, 29 maggio 2012 Il Rapporto annuale dell Inps viene presentato, nella Sala della Lupa della Camera dei Deputati, per la quarta volta. Questa edizione restituisce l

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Fondo di Previdenza Generale Requisiti Età inferiore a quella di

Dettagli

e s a i b d za n e id v re P

e s a i b d za n e id v re P Previdenza di base INTRODUZIONE ALLA PREVIDENZA DI BASE Spesso si usa il termine previdenziale per indicare il sistema pensionistico, tuttavia previdenza ha un significato, più ampio poiché ricomprende

Dettagli

Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977

Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977 Patronato I.N.C.A.- C.G.I.L. Ufficio Provinciale della Camera del Lavoro 38100 TRENTO via dei Muredei, 8 - Tel. 0461/303911-303977 BENVENUTI AL PATRONATO INCA QUI SI SVOLGONO SOLO PRATICHE E ATTIVITA DI

Dettagli

PATRONATO ACLI LOMBARDIA NEWSLETTER DICEMBRE 2012

PATRONATO ACLI LOMBARDIA NEWSLETTER DICEMBRE 2012 PATRONATO ACLI LOMBARDIA NEWSLETTER DICEMBRE 2012 PENSIONI 2013 PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO PER LA PEREQUAZIONE AUTOMATICA DELLE PENSIONI 2012 E 2013 La perequazione automatica - o rivalutazione

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Messaggio numero 8881 del 19-11-2014 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014

Dettagli

Luigi Pelliccia PENSIONI E PREVIDENZA 2011

Luigi Pelliccia PENSIONI E PREVIDENZA 2011 Luigi Pelliccia PENSIONI E PREVIDENZA 2011 Luigi Pelliccia Pensioni e previdenza 2011 SINTESI Le pensioni rappresentano una materia apparentemente complessa, ma nella realtà affascinante perché consente

Dettagli

Prefettura RIMINI 10/03/2015. L evoluzione del sistema previdenziale: il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo

Prefettura RIMINI 10/03/2015. L evoluzione del sistema previdenziale: il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo Prefettura RIMINI 10/03/2015 L evoluzione del sistema previdenziale: il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo 1919 Nascita della tutela obbligatoria per i lavoratori dipendenti L Istituto

Dettagli

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI PRO-RATA CONTRIBUTIVO A decorrere dal 1 gennaio 2012,

Dettagli

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE INDICE INTRODUZIONE IL TFR LA PREVVIDENZA COMPLEMENTARE IL FINANZIAMENTO DELLE FORME PENSIONISTICHE FORME DI ADESIONE AGEVOLAZIONI FISCALI TASSAZIONE DELLE PRESTAZIONI TRASFERIMENTO

Dettagli

e, per conoscenza, DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125

e, per conoscenza, DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125 DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 7 giugno 1999 Circolare n. 125 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore generale

Dettagli

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015

L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 L ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO NEL 2015 di 1 Con il comma 118 e ss. della Legge di Stabilità 2015 2, al fine di promuovere forme di occupazione stabile, viene introdotto

Dettagli

inserto speciale la PENSIONE può ATTENDERE I Dossier di Famiglia Cristiana da staccare e conservare

inserto speciale la PENSIONE può ATTENDERE I Dossier di Famiglia Cristiana da staccare e conservare I Dossier di Famiglia Cristiana da staccare e conservare Finestre che si chiudono e altre che si aprono, ma con una differenza sostanziale: la via di uscita dal mondo del lavoro è una sola volta all anno.

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c.

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c. Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Prestazioni e Contributi Direzione Prestazioni Previdenziali MESSAGGIO N. 1 DEL 15/02/2008

Dettagli

Roma, 17 giugno 2010. Prot. n. 302/A. Al Consiglio Nazionale della Fnsi. Alle Associazioni Regionali di Stampa. Ai Comitati di Redazione

Roma, 17 giugno 2010. Prot. n. 302/A. Al Consiglio Nazionale della Fnsi. Alle Associazioni Regionali di Stampa. Ai Comitati di Redazione Federazione Nazionale della Stampa Italiana Il Segretario Generale Roma, 17 giugno 2010 Prot. n. 302/A Al Consiglio Nazionale della Fnsi Alle Associazioni Regionali di Stampa Ai Comitati di Redazione Oggetto:

Dettagli

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione

1. INDICAZIONI RELATIVE ALLA NORMA TRANSITORIA: iscrizione e contribuzione Milano, febbraio 2008 Circolare n. 2/08 ALLE IMPRESE INTERESSATE Loro Sedi Alla c.a. Amministrazione del Personale Alla c.a. RSU p.c.: Organizzazioni sindacali Associazioni industriali territoriali Oggetto:

Dettagli

Pensioni delle donne: un analisi di genere

Pensioni delle donne: un analisi di genere Argomento A cura dello Spi-Cgil dell Emilia-Romagna n. 1 gennaio 2015 Pensioni delle donne: un analisi di genere Questo numero è a cura di Roberto Battaglia e Gabriella Dionigi con la collaborazione di

Dettagli

S.U. L. P. M. S.U. L. P. L. UFFICIO STUDI S.U.L.P.M. SINDACATO UNITARIO LAVORATORI POLIZIA MUNICIPALE. Ufficio studi e formazione quadri sindacali

S.U. L. P. M. S.U. L. P. L. UFFICIO STUDI S.U.L.P.M. SINDACATO UNITARIO LAVORATORI POLIZIA MUNICIPALE. Ufficio studi e formazione quadri sindacali S.U. L. P. M. S.U. L. P. L. UFFICIO STUDI S.U.L.P.M. SINDACATO UNITARIO LAVORATORI POLIZIA MUNICIPALE Ufficio studi e formazione quadri sindacali VADEMECUM PENSIONI DAL 2012-1 - Per poter andare in pensione,

Dettagli

Pensioni anticipate e penalizzazioni

Pensioni anticipate e penalizzazioni Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 96 Luglio 2014 Pensioni anticipate e penalizzazioni Nei giorni scorsi, l INPS ha inviato ai propri uffici periferici un messaggio (è il n. 5280

Dettagli

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET)

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) Il Fondo di previdenza per il personale addetto ai pubblici servizi di trasporto è sostitutivo dell' Assicurazione generale obbligatoria (AGO). A questo

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi

Le Circolari della Fondazione Studi Le Circolari della Fondazione Studi ANNO 2016 CIRCOLARE NUMERO 7 PART TIME E PREPENSIONAMENTO Premessa L art. 1 comma 284 della legge 208/2015 introduce uno strumento di flessibilità per lavoratori prossimi

Dettagli

LA PENSIONE DEI DOCENTI UNIVERSITARI DOPO LA RIFORMA MONTI-FORNERO

LA PENSIONE DEI DOCENTI UNIVERSITARI DOPO LA RIFORMA MONTI-FORNERO LA PENSIONE DEI DOCENTI UNIVERSITARI DOPO LA RIFORMA MONTI-FORNERO Paolo Gianni (Comm. Sindacale CNU) Premessa Data la complessità delle norme che regolano l erogazione della pensione ed i requisiti per

Dettagli

COMUNICATO AL PERSONALE CNR

COMUNICATO AL PERSONALE CNR - TRATTENUTE PER ASSENZE PER MALATTIA - RICORSO PER BUONI POSTALI FRUTTIFERI - CONGUAGLIO ARRETRATI CCNL - POLIZZA SANITARIA - BORSE DI STUDIO PER I FIGLI DEI DIPENDENTI COMUNICATO AL PERSONALE CNR TRATTENUTA

Dettagli

PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2014

PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2014 PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2014 Personale docente, educativo e ATA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E LORO EVENTUALE REVOCA ENTRO IL 7 FEBBRAIO 2014 ESCLUSIVAMENTE ON LINE CON POLIS MODALITA DI PRESENTAZIONE

Dettagli

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO Circolare nr. 375 Torino, 15/12/2014 Prot. n.21604/u Ai DIRIGENTI Scolastici delle Scuole ed Istituti Scolastici di ogni ordine e grado- LORO SEDI

Dettagli

Roma, 29 gennaio 2015

Roma, 29 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE CIRCOLARE n. 2500 Roma, 29 gennaio 2015 ALLE ASSOCIAZIONI E AI SINDACATI TERRITORIALI ALLE UNIONI REGIONALI AI COMPONENTI DELLA GIUNTA ESECUTIVA AI COMPONENTI DEL CONSIGLIO NAZIONALE

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 41. Roma, 30/11/2011. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Ai Dirigenti Generali Centrali e Regionali

NOTA OPERATIVA N. 41. Roma, 30/11/2011. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Ai Dirigenti Generali Centrali e Regionali Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Previdenza Ufficio III TFS, TFR, ASV e Previdenza Complementare Roma, 30/11/2011 NOTA OPERATIVA N. 41

Dettagli

La previdenza per le donne. Donne in pensione Donne pensionande Donne giovani. Problemi comuni. Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL

La previdenza per le donne. Donne in pensione Donne pensionande Donne giovani. Problemi comuni. Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL La previdenza per le donne Donne in pensione Donne pensionande Donne giovani Problemi comuni Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL 1 Un po di numeri PER RIFLETTEERE 2 Le donne in pensione 3

Dettagli