GUIDA ALLA PREVIDENZA INTEGRATIVA LO SCENARIO LA FISCALITÀ CBA PREVIPIÙ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA ALLA PREVIDENZA INTEGRATIVA LO SCENARIO LA FISCALITÀ CBA PREVIPIÙ"

Transcript

1 PREVIDENZA GUIDA ALLA PREVIDENZA INTEGRATIVA LO SCENARIO LA FISCALITÀ CBA PREVIPIÙ À

2 COME CAMBIERÀ LO SCENARIO DELLE PENSIONI Da diversi anni ormai si sente parlare di riforma del sistema pensionistico, ma forse, proprio perché se ne parla da tempo, è giunto il momento di riassumere i punti fondamentali che stanno caratterizzando questo mutamento di scenario. COSA É CAMBIATO E COSA CAMBIERÀ Il vecchio sistema pensionistico era chiamato retributivo, in quanto l ammontare della pensione era legato soprattutto ai livelli di retribuzione. In pratica, all ingresso nell età pensionabile, lo Stato provvedeva a mantenere il tenore di vita dell individuo, garantendogli una pensione pubblica proporzionata a quelle che erano state le sue ultime retribuzioni da lavoro. Due fattori di natura demografica e di grande impatto sociale hanno però reso impossibile il perpetrarsi di questo sistema: da una parte l allungamento progressivo della vita media, che si traduce in un maggior esborso da parte dello Stato; dall altra parte il progressivo calo delle nascite, che ha inesorabilmente prodotto, nel tempo, un minor apporto contributivo alle casse della previdenza pubblica. Questi due fattori, combinati fra loro, portano ad un eccessivo invecchiamento della società, nella quale saranno sempre di più i pensionati e sempre di meno gli adulti in età lavorativa. Fin dai primi anni 90, l Italia, al pari delle altre nazioni europee interessate da questi fenomeni demografici, si è trovata nella necessità di progettare un cambiamento strutturale del sistema pensionistico pubblico. È nato così il nuovo sistema pensionistico pubblico, denominato contributivo perché l ammontare della pensione non sarà più calcolato in base alle ultime retribuzioni percepite dal lavoratore, bensì in base ai suoi contributi effettivamente versati nell arco dell età lavorativa. Questo sistema permetterà un riequilibrio fra il dare e l avere che si instaura fra cittadino e Stato in materia di previdenza; purtroppo questo bilancio generale difficilmente garantirà ai singoli un adeguato tenore di vita durante l età pensionabile. È stato calcolato, ad esempio, che fra 30 anni, un lavoratore che si appresterà ad entrare nell età pensionabile con un reddito mensile lordo da lavoro paragonabile a Euro di oggi, inizierà a percepire una pensione di circa 750 Euro. Il suo tenore di vita si ridurrebbe dunque, improvvisamente, di circa

3 2/3 e tale riduzione sarà ancora maggiore, arrivando a 3/4, per coloro che percepiranno redditi più elevati. Basando il nostro futuro sulla sola previdenza pubblica, ci si dovrà attrezzare per vivere l età pensionabile con circa 1/3 o anche 1/4 del nostro attuale reddito da lavoro. L ESIGENZA IMPROROGABILE DI UNA PENSIONE COMPLEMENTARE Nel varare la riforma del sistema pensionistico, lo Stato era ben consapevole del fatto che questa trasformazione avrebbe impattato duramente sul futuro tenore di vita delle famiglie. Si è quindi preoccupato di regolamentare e favorire il ricorso a forme private di previdenza, che andranno a costituire la necessaria integrazione alla pensione pubblica. Questo progetto di complementarità fra pubblico e privato, nell obiettivo di garantire a tutti una dignitosa e serena vecchiaia, almeno senza preoccupazioni sul versante economico, è diventato noto come "sistema dei tre pilastri" Accanto al primo pilastro, costituito dalla pensione pubblica derivante dai contributi obbligatori versati nell'arco dell'età lavorativa, vanno a costituirsi due nuove fonti di sostegno; secondo pilastro, costituito dai fondi pensione, ovvero una forma collettiva di accantonamento a fine previdenziale, basato sul contributo per adesione dei singoli lavoratori e - in certi casi - dei datori di lavoro; terzo pilastro, costituito da tutte quelle forme individuali di previdenza volontaria, Il decreto legge n 124 del 21 aprile 1993 e le sue successive modificazioni, regolano il quadro delle forme di previdenza integrativa per poter disporre, in futuro, di una pensione complementare.

4 Per incentivare il ricorso alla previdenza di secondo e terzo pilastro, lo Stato offre anche, in varia misura, a seconda della forma prescelta, la possibilità di un risparmio fiscale. GUIDA ALLA FISCALITÀ Il trattamento fiscale è uno degli aspetti di maggior rilevanza nell'adesione ad una Forma pensionistica individuale (PIP o FIP). Qui di seguito diamo pertanto una serie di informazioni relative ai vari risvolti della fiscalità: I CONTRIBUTI Sono deducibili per un importo del 12% del reddito complessivo dell'assicurato, entro un tetto massimo di 5.164,57 Euro. Per reddito complessivo si intende quello da lavoro (autonomo o dipendente), redditi da fabbricati, fondiari, ecc. Va però osservato che contribuiscono a formare lo stesso tetto di deducibilità di Euro 5.164,57, oltre ai contributi versati a forme di previdenza individuale, tutti i contributi versati a forme pensionistiche indicate nel D. Lgs n 124 del 21/04/1993 (quelli versati, quindi, sia dall'aderente, sia dall'eventuale datore di lavoro ad altre forme pensionistiche collettive). Occorre inoltre precisare quanto segue: se alla formazione del reddito complessivo concorrono redditi di lavoro dipendente, e per tale rapporto di lavoro è operante una forma pensionistica collettiva, l'importo complessivamente deducibile non può comunque superare la somma formata dall'ammontare dei redditi diversi da quello di lavoro dipendente aumentato del doppio della quota di TFR destinata a detta forma, indipendentemente dal fatto che tale contributo sia a carico dell'aderente stesso o del datore di lavoro. La disposizione che vincola la deducibilità dei contributi alla quota del TFR versata non è valida: - se l'aderente è un "vecchio iscritto", ovvero già iscritto alla data del 28/04/93 a fondi pensione istituiti alla data del 15/11/92; - se la forma complementare pensionistica collettiva a cui partecipa è istituita unicamente da un accordo tra lavoratori; - se la forma pensionistica collettiva istituita non sia operante dopo 2 anni; - se la forma pensionistica collettiva non sia stata istituita. possono aderire ad una forma pensionistica individuale anche persone che sono fiscalmente a carico (ossia che producono un reddito annuo inferiore a Euro 2.840,51). In questo caso la deduzione spetta innanzitutto a tali soggetti nei limiti del loro reddito, non tenendo conto del limite del 12%

5 L'eventuale parte di contributi o eccedente a tale importo può essere dedotta dal contribuente del quale i soggetti stessi sono a carico, nei limiti del suo plafond deducibile e senza tener conto della condizione della destinazione di quote di TFR; per i "vecchi iscritti", fermo restando il limite del 12% del reddito complessivo, l'importo massimo deducibile di Euro 5.164,57 è maggiorato, per il periodo compreso fra il 2001 e il 2005, della differenza tra i contributi effettivamente versati alle forme pensionistiche nel 1999 e il predetto limite di Euro 5.164,57. TABELLA RIASSUNTIVA CATEGORIA LAVORATIVA LIMITI DI DEDUCIBILITÀ CONTRIBUTI DEDUCIBILI 1. Lavoratori autonomi; 2. liberi professionisti; 3. lavoratori dipendenti vecchi iscritti (*); 4. lavoratori dipendenti per i quali la fonte istitutiva sia costituita unicamente da accordi tra lavoratori; 5. lavoratori dipendenti per i quali la forma pensionistica collettiva istituita non sia operante dopo due anni; 6. lavoratori dipendenti per i quali non sia istituita una forma pensionistica collettiva. Lavoratori dipendenti per i quali siano stati istituiti fondi pensione su base negoziali (di categoria, aziendale e territoriale). Qualora sussistano i fondi pensione collettivi e il lavoratore dipendente, pur avendone i requisiti, non aderisce (non si iscrive) Persone fiscalmente a carico (ad esempio coniuge o figli) 12% del reddito complessivo e, comunque, fino al massimo di Euro 5.164,57 Relativamente ai redditi da lavoro dipendente, la deduzione compete per un importo complessivamente non superiore al doppio della quota di TFR destinata alle forme pensionistiche collettive (vedi pag. successiva). Il plafond del 12% deve essere calcolato sul reddito complessivo, tenendo conto anche del reddito da lavoro dipendente, ma la deduzione spetta unicamente nel limite degli altri redditi. ES: soggetto non si iscrive al fondo pensione = euro di reddito (di cui euro di lavoro dipendente ed euro di altri redditi). Limite percentuale = 12% di =3.000 Deducibili solo riferibili al reddito eccedente quello di lavoro dipendente. La deduzione spetta, innanzitutto, alla persona a carico,entro il limite assoluto di 5.164,57 euro, fino a capienza del reddito complessivo che trattandosi di soggetto fiscalmente a carico, non può superare Euro 2.840,51. Se il reddito complessivo di tale soggetto non è capiente per consentire l intera deduzione delle somme versate, l eccedenza può essere dedotta dal reddito complessivo del soggetto cui questi è a carico, Naturalmente, quest ultimo potrà dedurre dette somme eccedenti, oltre quelle versate per la propria previdenza sempre nel rispetto dei limiti del 12% del reddito complessivo e, comunque, fino al massimo di 5.164,57 euro. Sono deducibili, nei limiti previsti, tutti i versamenti che affluiscono alle forme pensionistiche, collettive e individuali, con la sola eccezione del TFR e cioè: 1. Delle somme versate dall iscritto; 2. Delle somme versate dal datore di lavoro; 3. Delle quote accantonate dal datore di lavoro, ai sensi dell articolo 70, comma 1, del TUIR, ai fondi di previdenza interni. Nota bene: ai fini della deducibilità, i contributi e i contributi vanno assunti al lordo della quota destinata direttamente alla copertura delle spese e delle prestazioni per invalidità e premorienza, benché tale quota non vada ad incrementare le singole posizioni individuali. (*) Vecchi iscritti ai vecchi fondi: i soggetti iscritti alla data del 28 aprile 1993 a fondi istituiti alla data del 15 novembre La qualifica di vecchio iscritto viene conservata anche dal soggetto iscritto alla data del 28 aprile 1993 a fondi istituiti alla data del 15 novembre 1992 e abbia successivamente trasferito la propria posizione previdenziale ad altri fondi, a condizione che non abbia riscattato la sua posizione previdenziale.

6 LAVORATORI DIPENDENTI: per capire quale sia il limite di deducibilità per un lavoratore dipendente, è necessario sapere quale sia la quota di TFR che confluisce nel fondo pensione di appartenenza. Attenzione: tale quota dipende dalla data di prima assunzione e prima iscrizione del lavoratore al fondo. Per i lavoratori iscritti per la prima volta al fondo pensione dopo il 28 aprile 1993, ma assunti per la prima volta anteriormente a tale data, la quota di TFR che confluisce nel fondo pensione dipende dalla fonte istitutiva del fondo stesso (Es. Contratto Collettivo), ad es: Per i lavoratori iscritti al fondo pensione e assunti per la prima volta dopo il 28 aprile 1993, confluisce nel fondo pensione l intera quota di TFR (art. 8 D..lgs 124) IPOTESI DI RETRIBUZIONE ANNUA LORDA DI Euro ,00 % della retribuzione lorda annua che confluisce nel fondo pensione % a carico dell'azienda 2% Euro 500 % a carico dell'azienda 2% Euro 500 % a carico del lavoratore 2% Euro 500 % a carico del lavoratore 2% Euro 500 % quota TFR 2% Euro 500 % quota TFR 7,41% Euro 1.852,5 Limite massimo di deducibilità 12% reddito Limite massimo di Euro lordo annuo deducibilità 12% reddito lordo annuo Euro Somme deducibili pari al doppio della quota TFR Euro Somme deducibili pari al doppio della quota TFR Euro Importo massimo deducibile Euro Importo massimo deducibile Euro Lavoratori dipendenti con reddito aggiuntivo: il calcolo della deduzione è effettuato sulla somma tra la retribuzione lorda annua e il reddito aggiuntivo stesso (redditi da fabbricati, terreni ecc..), sempre nel limite del 12% del reddito complessivo e di euro 5.164,57. Lavoratori dipendenti con familiari a carico: i versamenti effettuati a favore di persone fiscalmente a carico (ad esempio, la moglie casalinga) sono deducibili per l importo non dedotto direttamente dalla persona a carico stessa, sempre nel limite del 12% del reddito complessivo e di eruo 5.164,57i. I RENDIMENTI I rendimenti, maturati durante tutta la fase di accumulo fino alla data di inizio dell erogazione delle prestazioni finali, sono assoggettati ad imposta sostitutiva con l aliquota dell 11%. LA PRESTAZIONE FINALE SOTTO FORMA DI RENDITA La rendita da corrispondere viene scomposta nelle seguenti parti, ciascuna sottoposta ad un diverso regime fiscale: la parte corrispondente ai contributi versati e dedotti dal reddito imponibile IRPEF, che costituisce reddito assimilato a quello di lavoro dipendente, rientra nel reddito complessivo IRPEF ed è assoggettata a ritenuta d acconto da parte della società istitutrice della forma pensionistica in qualità di sostituto d imposta; la parte relativa ad eventuali contributi versati e non dedotti, che ha già scontato l IRPEF, come pure la parte relativa ai rendimenti finanziari maturati nel corso del periodo di accumulazione, già assoggettata all imposta sostitutiva dell 11%, non sono soggette ad ulteriore tassazione; la parte derivante dai rendimenti annualmente maturati sulla rata in corso

7 di erogazione è assimilabile ad un reddito di capitale soggetto quindi ad imposta sostitutiva del 12,5%. ESEMPIO DI TASSAZIONE DELLA PRESTAZIONE FINALE EROGATA SOTTO FORMA DI RENDITA (Ipotesi effettuata su CBA Previpiù) Ipotizziamo un aderente,nato nel 1971,nuovo iscritto che, alla maturazione del diritto alla prestazione di vecchiaia (65 anni),dopo aver versato contributi annui pari a Euro 3.615,19 per 35 anni, percepisca i 2/3 del maturato totale sotto forma di rendita vitalizia Si ipotizza inoltre che al momento della pensione abbia 65 anni e che il suo reddito complessivo sia di Euro ,7. I valori finali saranno quindi: RENDITA TOTALE A SCADENZA: ,80 Euro IPOTESI DI RIVALUTAZIONE DELLA RENDITA 6% DI CUI PARTE GIÀ ASSOGGETTATA AD IMPOSTA: ,80 Euro DI CUI RICHIESTA IN FORMA DI RENDITA: ,21 Euro DI CUI PARTE GIÀ ASSOGGETTATA AD IMPOSTA: 8.754,53 Euro DATI UTILI PER IL CALCOLO RENDITA TOTALE MATURATA A SCADENZA (ESEMPIO SU CBA PREVIPIU ) ,80 DI CUI PERCEPITA IN PRESTAZIONE IN RENDITA (2/3 DELLA RENDITA TOTALE MATURATA) ,21 PARTE DI RENDITA SU CUI SONO PAGATE LE IMPOSTE (13.131,80 X 2/3) 8.754,53 PRESTAZIONE IMPONIBILE (13.267, ,53) 4.512,68 %DI RENDITA DA TASSARE IRPEF (4.512,68/13.267,21) 34% ALIQUOTA MARGINALE IRPEF RELATIVA AL REDDITO COMPLESSIVO 39% RIVALUTAZIONE MINIMA GARANTITA 3% TASSO TECNICO (*) 2% RENDITA ANNUA A TASSO TECNICO (13.267,21 x 18,6928/23,6485) ,98 (*)Si deve tener presente che,essendo la rendita calcolata a tasso tecnico 2%, tale tasso di interesse già stato conteggiato nello importo della rendita stessa. Questo comporta,al momento della rivalutazione delle rate di rendita, uno scorporo del suddetto tasso del 2%dal tasso di rivalutazione ipotizzato. TASSAZIONE RENDITA 1 RATA 2 RATA 3 RATA IMPORTO RENDITA RIVALUTATA AL 3% , , ,22 TASSAZIONE SUL RENDIMENTO 364,11 380,86 397,78 RENDITA DA TASSARE IRPEF 4.512, , ,68 IMPOSTA SOSTITUTIVA IRPEF OPERATA DA CBA VITA 812,28 812,28 812,28 RENDITA EROGATA DA CBA VITA , , ,16 IMPOSTA IRPEF DOVUTA IN BASE AL REDDITO 1.759, , ,94 CONGUAGLIO ANNUO 947,66 947,66 947,66 LEGENDA Tassazione sul rendimento: è la tassazione delle rivalutazioni. Si ottiene applicando il 12,5% alla differenza tra la rendita lorda rivalutata e la prima rata di rendita annua ricalcolata senza alcun interesse finanziario precalcolato.

8 Rendita da tassare con IRPEF: è la rata di rendita derivante dal prodotto tra la prestazione da percepire in rendita e la percentuale di rendita da tassare con IRPEF. Imposta sostitutiva IRPEF operata da CBA Vita: è il prodotto tra la rendita da tassare con IRPEF e l aliquota marginale corrispondente allo scaglione di reddito in cui ricade la rendita stessa (18%). Rendita erogata da CBA Vita: è la differenza tra la rendita annua lorda rivalutata e la somma delle tassazioni (quella sul rendimento e quella sostitutiva IRPEF). Imposta dovuta in base al reddito: è il prodotto tra la rendita da tassare con IRPEF e l aliquota marginale (39%) dello scaglione di reddito corrispondente alla somma tra tale rendita ed il reddito complessivo ipotizzato (Euro ,7). Conguaglio annuo: è la differenza tra l imposta IRPEF dovuta in base al reddito e l imposta sostitutiva IRPEF operata da CBA Vita. Rappresenta l importo che l Aderente deve versare in sede di dichiarazione dei redditi in aggiunta a quanto già trattenuto da CBA Vita quale sostituto d imposta. LA PRESTAZIONE FINALE IN FORMA DI CAPITALE Il meccanismo di calcolo Gli importi liquidati in forma di capitale sono assoggettati a tassazione separata. L aliquota applicata è determinata con i criteri previsti per il calcolo dell aliquota del TFR. Tale aliquota è quella media IRPEF corrispondente all importo che risulta moltiplicando per 12 e dividendo per il numero degli anni di versamento dei contributi alla forma pensionistica complementare, l importo della prestazione maturata al netto dei redditi già assoggettati ad imposta, nella stessa percentuale della parte di prestazione finale percepita come capitale. Gli uffici finanziari provvederanno poi a riliquidare l imposta in base all aliquota media di tassazione dei 5 anni precedenti a quello in cui è maturato il diritto alla percezione della prestazione. Va inoltre considerato che il regime fiscale in vigore tiene conto della percentuale di prestazione che verrà corrisposta in forma di capitale.

9 Pertanto, si danno i seguenti casi: se la prestazione in forma di capitale non è superiore a un terzo dell importo complessivamente maturato, oppure l importo annuo della prestazione finale convertita in rendita è inferiore al 50% dell assegno sociale stabilito dalla legge, ovvero in caso di riscatto successivo al decesso dell aderente, l imposta si applica sull importo al netto dei redditi già assoggettati ad imposta e dei contributi eventualmente non dedotti; nei rimanenti casi l imposta si applica sulla totalità dell importo. ESEMPIO DI TASSAZIONE DELLA PRESTAZIONE FINALE EROGATA SOTTO FORMA DI CAPITALE Ipotizziamo ancora un aderente,nato nel 1971,nuovo iscritto che, alla maturazione del diritto alla prestazione di vecchiaia (65 anni),dopo aver versato contributi annui pari a Euro 3.615,19 per 35 anni,scelga di convertire in forma di capitale 1/3 della prestazione complessivamente maturata. Ipotizziamo i seguenti valori finali: PRESTAZIONE RENDITA FINALE MATURATA ( CBA PREVIPIU ): ,80 IPOTESI DI RIVALUTAZIONE DELLA RENDITA 6% DI CUI PARTE GIA ASSOGGETTATA AD IMPOSTA ,80 CONTRIBUTI COMPLESSIVAMENTE VERSATI (3.615,19 x 35): ,84 PRESTAZIONE RENDITA RICHIESTA SOTTO FORMA DI CAPITALE 6.633,60 DI CUI GI ASSOGGETTATA AD IMPOSTA 4.377,26 COEFFICIENTE DI CONVERSIONE IN CAPITALE 18,6928 TASSAZIONE CAPITALE ANNI DI CONTRIBUZIONE 35 RENDITA MATURATA ALLA SCADENZA ,80 CONVERSIONE IN CAPITALE (6.633,60 X 18,6928) ,69 PARTE DI PRESTAZIONE GIÀ ASSOGGETTATA AD IMPOSTA (4.377,26 X 18,6928) ,37 CAPITALE IMPONIBILE ( , ,37) ,32 REDDITO DI RIFERIMENTO (42.177,32 X 12/35) ,69 IMPOSTA TRATTENUTA DA CBA VITA (CALCOLATA SUGLI SCAGLIONI IRPEF DEL 2001) 2.850,84 ALIQUOTA MEDIA (2.850,84/14.460,69) 19,7% IMPOSTA TRATTENUTA DA CBA VITA (42.177,32 X 19,7%) 8.308,93 ALIQUOTA MEDIA ULTIMI CINQUE ANNI PRECEDENTI LA PRESTAZIONE (IPOTESI) 26% IMPOSTA RILIQUIDATA DALL ERARIO (42.177,32 X 26%) ,10 ULTERIORE IMPOSTA DOVUTA DALL ADERENTE (10.966, ,93) 2.657,17 RISCATTI ANTICIPATI La tassazione applicata è in funzione dei diversi casi, previsti dalla legge, per cui può essere richiesta una liquidazione anticipata: nel caso di riscatto totale a seguito di: a) decesso dell aderente prima dell accesso alla prestazione;

10 b) pensionamento senza aver maturato i requisiti previsti dalla forma individuale di previdenza per percepire la prestazione finale, l aliquota è quella della tassazione separata indicata al precedente punto riguardante la prestazione finale in forma di capitale e viene applicata sull importo al netto dei redditi già assoggettati ad imposta; nel caso di capitali erogati per riscatto parziale, tali importi sono soggetti a tassazione separata per il loro intero importo, con eventuale conguaglio al momento della liquidazione definitiva della prestazione. Più specificamente, nel caso in cui la somma dei riscatti parziali risulti inferiore ad 1/3 dell importo maturato al momento dell erogazione della prestazione finale, maggiorato del totale dei riscatti parziali concessi, oppure l importo annuo della prestazione finale convertita in rendita sia inferiore all assegno sociale, l imposta sarà riliquidata al netto dei rendimenti finanziari già tassati in capo all impresa di assicurazione. Diversamente sarà riliquidata al lordo dei medesimi importi; il riscatto totale corrisposto a seguito della cessazione dell'attività lavorativa senza aver maturato i requisiti per l erogazione della pensione è assoggettato a tassazione con aliquota IRPEF e si assume al netto della parte corrispondente ai contributi non dedotti e ai risultati già assoggettati ad imposta. TRASFERIMENTI AD ALTRE FORME DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE Il trasferimento della posizione individuale maturata ad altra forma pensionistica (individuale o collettiva) prevista dal d. lgs. 21/4/93, n. 124, non comporta alcun onere fiscale. SUGGERIMENTI PER UNA CORRETTA TASSAZIONE In considerazione della molteplicità degli aspetti fiscali che intervengono per questa tipologia di forme pensionistiche, è importante ai fini di una corretta applicazione richiedere all aderente una ulteriore documentazione.

11 In particolare: l aderente dovrà far pervenire alla Società istitutrice della forma pensionistica una dichiarazione attestante l esatto importo dedotto (infatti vengono considerati interamente deducibili tutti i contributi versati entro il tetto massimo di Euro 5.164,57 e non deducibili i versamenti eccedenti tale importo).tale documento dovrà pervenire entro il 30 settembre dell anno successivo a quello in cui è stato effettuato il versamento; l ultima eventuale comunicazione dovrà pervenire, comunque, alla data in cui matura il diritto alla prestazione finale. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. La polizza CBA PREVIPIU è emessa da CBA Vita S.p.A. e collocata nel caso specifico da Banca Sella. Prima della sottoscrizione leggere la nota informativa e le condizioni di polizza. CBA VITA S.p.A. - COMPAGNIA DI BANCHE E ASSICURAZIONI PER LE ASSICURAZIONI SULLA VITA Capitale Sociale Euro i.v. - Sede e Direzione: Milano - Via Cerva, 30 - Tel. 02/ Fax 02/ Internet: - C.F. / P. IVA n Reg. Imprese di Milano n R.E.A. n Autorizzata con D.M. n del (G.U. 127 dell' ) e con Provvedimento ISVAP n. 633 del (G.U. 181 del ) per Infortuni e Malattie

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli

i fondi pensione: in che consistono, come utilizzarli LA GUIDA DEL CONTRIBUENTE è una pubblicazione del Ministero delle Finanze Segretariato generale Ufficio per l informazione del contribuente Per ulteriori informazioni: www.finanze.it La Guida è distribuita

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO AURORA PREVIDENZA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti

Dettagli

Documento sul Regime Fiscale

Documento sul Regime Fiscale FONDO PENSIONE DEI DIPENDENTI DELLA HEWLETT- PACKARD ITALIANA S.r.l. E DI ALTRE SOCIETA DEL GRUPPO HEWLETT-PACKARD Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1538 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato

Dettagli

UNIPOL FUTURO PRESENTE

UNIPOL FUTURO PRESENTE Unipol Futuro Presente Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Iscritto all albo tenuto dalla Covip con il n. 5050 UNIPOL FUTURO PRESENTE Documento sul regime fiscale Il presente

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME. 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE APERTO UNIPOL INSIEME DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in

Dettagli

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale Unipol Previdenza Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA Documento sul regime fiscale Il presente documento costituisce parte integrante della nota informativa

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale

Unipol Previdenza. Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA. Documento sul regime fiscale Unipol Previdenza Fondo Pensione Aperto iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 30 UNIPOL PREVIDENZA Documento sul regime fiscale Il presente documento costituisce parte integrante della nota informativa

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE PER IL PERSONALE DELLA BANCA POPOLARE DI ANCONA E DELLE SOCIETA CONTROLLATE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Il presente documento annulla e sostituisce integralmente

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Il presente documento annulla e sostituisce integralmente

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale postaprevidenza valore Per informazioni: 800.316.181 infoclienti@postevita.it

Dettagli

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi.

DOCUMENTO FISCALE. Sede legale: Piazza Cola di Rienzo n.80a 00192 Roma C.F. 97151420581 tel. 0636006135 0636086392 fax 063214994 fondapi@fondapi. FONDO NAZIONALE PENSIONE COMPLEMENTARE PER I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ASSOCIAZIONE RICONOSCIUTA D.M. LAVORO 5.6.2001 - ISCRIZIONE ALBO FONDI PENSIONE N 116 DOCUMENTO FISCALE

Dettagli

IntegrazionePensionisticaAurora

IntegrazionePensionisticaAurora IntegrazionePensionisticaAurora Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Iscritto all albo tenuto dalla Covip con il n. 5034 IntegrazionePensionisticaAurora Documento sul regime

Dettagli

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE AXA MPS PREVIDENZA PER TE - FONDO PENSIONE APERTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al fondo pensione aperto a contribuzione definita

Dettagli

Documento sul regime fiscale

Documento sul regime fiscale Fondo Scuola Espero FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLA SCUOLA iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 145 Documento sul regime fiscale (depositato presso la Covip

Dettagli

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE BYBLOS FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DELLE AZIENDE ESERCENTI L INDUSTRIA DELLA CARTA E DEL CARTONE, DELLE AZIENDE GRAFICHE

Dettagli

UNIPOL FUTURO PRESENTE

UNIPOL FUTURO PRESENTE Unipol Futuro Presente Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Iscritto all albo tenuto dalla Covip con il n. 5050 UNIPOL FUTURO PRESENTE Documento sul regime fiscale Il presente

Dettagli

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) ARCO FONDO NAZIONALE PENSIONE FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I LAVORATORI DEL LEGNO, SUGHERO, MOBILE ARREDAMENTO, BOSCHIVI/FORESTALI, LATERIZI E MANUFATTI IN CEMENTO, LAPIDEI, MANIGLIE

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione)

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 gennaio 2015) 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo pensione) I fondi pensione, istituiti in regime di contribuzione definita, sono

Dettagli

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI)

FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) FON.TE. FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER I DIPENDENTI DA AZIENDE DEL TERZIARIO (COMMERCIO, TURISMO E SERVIZI) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo

Dettagli

Previgest Fund Mediolanum

Previgest Fund Mediolanum Fondo Pensione aperto Previgest Fund Mediolanum Documento sul Regime Fiscale Società di Gestione Collocatore Unico Retro di copertina 2/7 Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa

Dettagli

Docente: Alessandro Bugli

Docente: Alessandro Bugli Docente: Alessandro Bugli Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012 Fonte: OECD Global Pension Statistics - 2012 Rapporto patrimonio / PIL dei fondi pensione Paesi OCSE anno 2012

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER PREVICOOPER FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE NAZIONALE A CAPITALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI DELLE IMPRESE DELLA DISTRIBUZIONE COOPERATIVA DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DEL FONDO PENSIONE PREVICOOPER Approvato

Dettagli

AXA progetto pensione più

AXA progetto pensione più AXA progetto pensione più PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE allegato alla nota informativa edizione 2015 AXA Assicurazioni S.p.A. AXA progetto

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Approvato dal Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione LABORFONDS nella seduta del 26/03/2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Approvato dal Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione LABORFONDS nella seduta del 26/03/2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Approvato dal Consiglio di Amministrazione del Fondo Pensione LABORFONDS nella seduta del 26/03/2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento espone il regime fiscale

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il sistema previdenziale italiano, da oltre un decennio, è stato oggetto di numerose riforme volte, da un lato, a riorganizzare ed armonizzare i trattamenti previdenziali assicurati

Dettagli

GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14)

GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14) GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 08/14) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1 Il presente documento integra il contenuto della Nota informativa Il Regime Fiscale di un Fondo Pensione è caratterizzato da tre momenti: 1. Contribuzione 2. Gestione Finanziaria

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE fondo pensione aperto aviva Fondo Pensione Istituito in Forma di Patrimonio Separato da AVIVA S.p.A. (Art. 12 del Decreto Legislativo 5 Dicembre 2005, n. 252) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE

Dettagli

Aviva Top Pension. Documento sul regime fiscale. Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione

Aviva Top Pension. Documento sul regime fiscale. Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Aviva Top Pension Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita (art. 13 del

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Fondo Pensione Complementare per i Geometri Liberi Professionisti FONDO PENSIONE FUTURA Iscritto al n. 166 all Albo COVIP DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota

Dettagli

FONDO PENSIONE INTEGRATIVO (FIP)

FONDO PENSIONE INTEGRATIVO (FIP) FONDO PENSIONE INTEGRATIVO (FIP) LO SCOPO Il FIP qui descritto è una forma pensionistica complementare individuale di tipo assicurativo, ché ha lo scopo di consentire all aderente di attivare un piano

Dettagli

PREVIMODA. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 117. Sezioni

PREVIMODA. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 117. Sezioni Previmoda Fondo Pensione a capitalizzazione per i lavoratori dell industria tessile-abbigliamento, delle calzature e degli altri settori industriali del sistema moda. Documento PREVIMODA FONDO PENSIONE

Dettagli

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE

RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI CONTRIBUZIONE Come viene alimentata la posizione previdenziale? Il finanziamento è attuato mediante contribuzione a carico del lavoratore, del datore di lavoro e tramite

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

aggiornato al 31 luglio 2014

aggiornato al 31 luglio 2014 aggiornato al 31 luglio 2014 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi versati, a partire dal 1 gennaio 2007, dai

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE - FONDO PENSIONE DIRIGENTI COOPERATIVE DI CONSUMATORI. 1. FASE DEI VERSAMENTI: Regime fiscale dei contributi

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE - FONDO PENSIONE DIRIGENTI COOPERATIVE DI CONSUMATORI. 1. FASE DEI VERSAMENTI: Regime fiscale dei contributi DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE - FONDO PENSIONE DIRIGENTI COOPERATIVE DI CONSUMATORI 1. FASE DEI VERSAMENTI: Regime fiscale dei contributi Contributi versati dal 1 gennaio 2007 I contributi versati a fondi

Dettagli

IN BREVE PER I DIPENDENTI PRIVATI

IN BREVE PER I DIPENDENTI PRIVATI IN BREVE PER I DIPENDENTI PRIVATI La previdenza complementare Previdenza complementare: cosa è e a cosa serve? La riforma della previdenza del 1995 ha apportato una significativa riduzione dell entità

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDAV Fondo Pensione Complementare Personale Navigante di Cabina Sede Legale: Viale A. Marchetti, 111 00148 Roma Uffici: Piazza Fernando de Lucia, 37 00139 Roma Telefono: 06/88291308 Telefax: 06/8803298

Dettagli

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione Aperto DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa all offerta pubblica di adesione a L.A. PREVIDENZA Fondo Pensione

Dettagli

FATA Futuro Attivo. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione

FATA Futuro Attivo. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale - Allegato alla Nota informativa - Documento sul regime fiscale Allegato alla Nota informativa Pagina 1

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (Aggiornato al 23 febbraio 2015)

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (Aggiornato al 23 febbraio 2015) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (Aggiornato al 23 febbraio 2015) Il presente documento integra il contenuto della Nota informativa per l adesione al fondo pensione aperto a contribuzione definita PENSPLAN

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO AVIVA

FONDO PENSIONE APERTO AVIVA FONDO PENSIONE APERTO AVIVA FONDO PENSIONE ISTITUITO IN FORMA DI PATRIMONIO SEPARATO DA AVIVA S.P.A. (ART. 12 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE

Dettagli

PrevAer Fondo Pensione

PrevAer Fondo Pensione Pagina 1 di 5 Documento sul Regime Fiscale aggiornato al 27 marzo 2015 Regime fiscale applicabile ai lavoratori iscritti a una forma pensionistica complementare dopo il 31 dicembre 2006 e ai contributi

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO DI PREVIDENZA MARIO NEGRI FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE A CAPITALIZZAZIONE PER I DIRIGENTI DI AZIENDE DEL TERZIARIO, DI SPEDIZIONE E TRASPORTO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della

Dettagli

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337

FONDO PENSIONE MEDICI Iscritto all'albo COVIP con il n 1337 mod. C/P01 (Rev. Nov 2010) FONDO PENSIONE MEDICI C/P01 - PENSIONAMENTO RICHIESTA DI PRESTAZIONE PENSIONISTICA Da compilarsi e sottoscrivere a cura dell'aderente Il Sottoscritto.. nato a.. (prov....) il...

Dettagli

Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1

Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1 Aspetti fiscali della previdenza integrativa 1 Il regime fiscale della previdenza integrativa risente del sistema in base al quale è strutturato. Al compimento dell età pensionabile il sottoscrittore percepirà

Dettagli

La nuova Previdenza: riforma e offerta. Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni

La nuova Previdenza: riforma e offerta. Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni La nuova Previdenza: riforma e offerta Direzione commerciale - Sviluppo previdenza e convenzioni Previdenza: situazione attuale 140 Alcuni fattori rilevanti: 120 100 80 22 2015 pensionamento persone nate

Dettagli

programma previdenza il tuo DoMani DipenDe DaLLe scelte Di oggi.

programma previdenza il tuo DoMani DipenDe DaLLe scelte Di oggi. programma previdenza il tuo DoMani DipenDe DaLLe scelte Di oggi. tutte Le RISPOSTE CHe CERCHI. IntegrazionePensionisticaAurora * è un piano pensionistico individuale realizzato mediante un contratto di

Dettagli

FAQ FONDO PENSIONE AZIMUT PREVIDENZA

FAQ FONDO PENSIONE AZIMUT PREVIDENZA FAQ FONDO PENSIONE AZIMUT PREVIDENZA MI MANCANO POCHI ANNI DI LAVORO AL PENSIONAMENTO. MI CONVIENE ISCRIVERMI AD UNA FORMA PENSIONSITICA COMPLEMENTARE? Non esistono reali controindicazioni all'adesione

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Orizzonte Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa ed è aggiornato al

Dettagli

Futuro Pensione. Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 5049. documenti allegati

Futuro Pensione. Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 5049. documenti allegati Futuro Pensione Piano Individuale Pensionistico di tipo assicurativo. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 5049. documenti allegati Futuro Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo

Dettagli

Obiettivo Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo pensione

Obiettivo Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo pensione Obiettivo Previdenza Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo pensione 4 - Documento sul Regime fiscale Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5017 Numeri utili Pronto Allianz

Dettagli

Tutte le risposte che cerchi

Tutte le risposte che cerchi Tutte le risposte che cerchi Il tuo domani dipende dalle scelte di oggi Quando pensi alla pensione, è normale farsi tante domande cui è difficile rispondere. Quando potrò andare in pensione? Quale sarà

Dettagli

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare

Aspetti fiscali sulla previdenza complementare Stampa Aspetti fiscali sulla previdenza complementare admin in LA PREVIDENZA COMPLEMENTARE: ASPETTI FISCALI Come è noto, la riforma, attuata con il Decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252, in vigore

Dettagli

Piano Individuale Pensionistico

Piano Individuale Pensionistico Piano Individuale Pensionistico Indice 2 Piano Individuale Pensionistico Cos è? Come funziona? 3 e documenti per le liquidazioni 7 Fiscalità 9 Domande 1 Cos è? Come funziona? Cos è? Il Piano Individuale

Dettagli

Documento Sul Regime Fiscale

Documento Sul Regime Fiscale 2015 Documento Sul Regime Fiscale Il presente documento illustra sinteticamente il regime fiscale in vigore a decorrere dall 1 gennaio 2007, alla luce delle disposizioni dell Agenzia delle Entrate (Circolare

Dettagli

Gli Organismi di Previdenza Complementare

Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli Organismi di Previdenza Complementare Gli organismi di previdenza complementare, o fondi pensione, sono stati introdotti nell ordinamento italiano attraverso le disposizioni del Decreto legislativo

Dettagli

Il regime fiscale della previdenza complementare

Il regime fiscale della previdenza complementare Il regime fiscale della previdenza complementare INCA Regime fiscale dei fondi pensione Le fasi di partecipazione alla previdenza complementare Il finanziamento del fondo (contribuzione) la gestione finanziaria

Dettagli

La Previdenza Complementare

La Previdenza Complementare La Previdenza Complementare Il sistema previdenziale italiano pagina 1 Indice Il sistema previdenziale italiano La previdenza complementare L adesione a previdenza complementare Le prestazioni della previdenza

Dettagli

FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI

FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI FISCALITA ASSICURATIVA GLI ASPETTI FISCALI DEI PRODOTTI ASSICURATIVI PARTE I: LE POLIZZE VITA ED INFORTUNI PREMESSA: SUCCESSIONE DEI REGIMI 1. DISCIPLINA VIGENTE PER I CONTRATTI STIPULATI ENTRO IL 31/12/20000

Dettagli

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva UniCredit Futuro P.I.P. Aviva Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita

Dettagli

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 4 Cara lavoratrice, caro lavoratore come certamente saprai, dal primo gennaio è

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DC S RG FSC l presente documento integra il contenuto della ota nformativa relativa al Fondo ensione Gruppo Cariparma Crédit gricole. l Fondo ensione Gruppo Cariparma Crédit gricole si assume la responsabilità

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento sulle anticipazioni pagina 1 di 3 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE La presente Nota informativa, redatta da PENSPLAN INVEST SGR S.p.A. in conformità allo schema predisposto dalla Covip, non è soggetta

Dettagli

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari

Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Mb!sjgpsnb!efm!UGS! Forme Pensionistiche Complementari Introduzione Le forme pensionistiche complementari sono forme di previdenza finalizzate alla costituzione di una prestazione pensionistica integrativa,

Dettagli

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare Le riforme del sistema previdenziale attuate negli anni 90 hanno apportato una serie di interventi restrittivi alle pensioni erogate dal sistema pubblico,

Dettagli

Documento sul regime fiscale. Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26 marzo 2015

Documento sul regime fiscale. Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26 marzo 2015 Documento sul regime fiscale Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26 marzo 2015 aggiornato il 24 settembre 2015 Sommario 1 Regime fiscale dei contributi... 3 2 Regime fiscale della

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DC S RG FSC l presente documento integra il contenuto della ota nformativa relativa al Fondo ensione per il ersonale delle Società arabancarie e nterbancarie del Gruppo. l Fondo ensione per il ersonale

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (A) Regime fiscale applicabile agli iscritti a partire dal 1 gennaio 2007ed ai contributi versati dal 1 gennaio 2007dai lavoratori già iscritti 1. I Contributi 1.1 Il regime

Dettagli

COORDINAMENTO R.S.A. Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.

COORDINAMENTO R.S.A. Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. CGIL FISAC COORDINAMENTO R.S.A. Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Monte dei Paschi di Siena : Direzione Generale, Uff. Corriere, P.zza Salimbeni, 3 53100 SIENA Tel. (interno) 296913 Camera del Lavoro

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Fondo Pensione complementare a capitalizzazione per gli operai agricoli e florovivaisti a DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Regime fiscale dei contributi (applicabile anche ai soggetti iscritti alla data del

Dettagli

Pensa oggi guardando al domani! Inizia a progettare il tuo futuro.

Pensa oggi guardando al domani! Inizia a progettare il tuo futuro. Pensa oggi guardando al domani! Inizia a progettare il tuo futuro. GUIDA AI PRODOTTI GUIDA AI PRODOTTI La linea previdenza Inizia a progettare il tuo futuro. Le forme pensionistiche complementari servono

Dettagli

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti

La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti La normativa delle Casse di previdenza dei liberi professionisti Analisi degli Enti del decreto 509/1994 LA PENSIONE DELL AVVOCATO CASSA FORENSE Indice Considerazioni di carattere generale La contribuzione

Dettagli

Le novità della previdenza complementare sul mod. Cud 2008 di Marco Piacenti

Le novità della previdenza complementare sul mod. Cud 2008 di Marco Piacenti Le novità della previdenza complementare sul mod. Cud 2008 di Marco Piacenti Iniziamo la pubblicazione di una serie di interventi di approfondimento sulle novità del modello Cud 2008. Si parte con l analisi

Dettagli

Il Trattamento di Fine Rapporto

Il Trattamento di Fine Rapporto Il Trattamento di Fine Rapporto Principi generali La Tassazione 1 Nozione di T.f.r. Riferimenti normativi Soggetti beneficiari Base imponibile Retribuzione Utile Periodi Utili Accantonamento Rivalutazione

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER I DIPENDENTI DELLE AZIENDE CONVENZIONATE FONDO PENSIONE (iscritto al n. 1137 della Sezione Speciale I dei Fondi Preesistenti dell Albo Covip) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA

FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA FONDO PENSIONE APERTO UBI PREVIDENZA FONDO PENSIONE ISTITUITO IN FORMA DI PATRIMONIO SEPARATO DA AVIVA ASSICURAZIONI VITA S.P.A. (ART. 12 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005, N. 252) DOCUMENTO SUL

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE APERTO SOLUZIONE PREVIDENTE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il Fondo Pensione Aperto Soluzione Previdente è iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 155. Helvetia Vita S.p.A. Compagnia

Dettagli

Per saperne di più su alcune parole della previdenza

Per saperne di più su alcune parole della previdenza Adesione individuale: Forma di adesione al fondo pensione aperto, che si perfeziona mediante un contratto stipulato direttamente tra il singolo aderente ed il fondo. Adesione Volontaria: Forma di adesione

Dettagli

DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO

DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO FONTEDIR Fondo Pensione Complementare Dirigenti Gruppo Telecom Italia FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE DIRIGENTI GRUPPO TELECOM ITALIA in forma abbreviata FONTEDIR DOCUMENTO SUL MULTICOMPARTO REGIME FISCALE

Dettagli

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione)

La previdenza complementare. I lavoratori interessati. La scelta della destinazione del trattamento di fine rapporto (Tfr o liquidazione) La previdenza complementare La previdenza complementare ha lo scopo di pagare pensioni che si aggiungono a quelle del sistema obbligatorio, in modo da assicurare migliori condizioni di vita ai pensionati.

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E L UTILIZZO DEL TFR 1 SISTEMA PENSIONISTICO ATTUALE 1^ PILASTRO: previdenza obbligatoria (Inps,Inpdap,Casse professionali ecc ) ASSICURA LA PENSIONE BASE 2^ PILASTRO

Dettagli

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali

I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali I PIANI SANITARI UNISALUTE: Le opportunità, i vantaggi e la convenienza Gli aspetti normativi e fiscali UniSalute per l Azienda: un know-how all avanguardia Soluzioni flessibili e innovative in linea con

Dettagli

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749

Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 Legge n. 296/2006 art. 1, comma 749 A decorrere dal 1 gennaio 2007 il lavoratore dipendente è tenuto ad operare una scelta circa la destinazione del proprio tfr maturando: se destinarlo a una previdenza

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DI PREVEDI Fondo Pensione Complementare per i Lavoratori delle Imprese Industriali ed Artigiane Edili ed Affini Aggiornato alla legge n. 190 del 23 dicembre 2014 ( legge di

Dettagli

di Marco Piacenti Risorse umane >> Fondi pensione www.intesasanpaoloimprese.com

di Marco Piacenti Risorse umane >> Fondi pensione www.intesasanpaoloimprese.com PREVIDENZA COMPLEMENTARE: ASPETTI FISCALI di Marco Piacenti Risorse umane >> Fondi pensione Sommario Premessa...3 Iscritti dall'anno 2007...4 Soggetti già iscritti alla data della riforma: regime transitorio...7

Dettagli

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE E il momento di scegliere A cura della Struttura di Comparto Scuola non statale DESTINARE IL TFR COS E IL TFR? Il trattamento di fine rapporto (anche conosciuto come liquidazione

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento è aggiornato alla data del 31 marzo 2012 Premessa La partecipazione a forme di previdenza complementare può idealmente scindersi, da un punto di vista

Dettagli

Previgest Fund Mediolanum

Previgest Fund Mediolanum Fondo Pensione aperto Previgest Fund Mediolanum Documento sul Regime Fiscale Società di Gestione Retro di copertina 2/7 Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativo all offerta

Dettagli

HELVETIA AEQUA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

HELVETIA AEQUA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE HELVETIA AEQUA PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Helvetia Aequa è iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. 5079. Helvetia Vita S.p.A.,

Dettagli

Allegato alla nota informativa. La fiscalità della previdenza complementare. Bergamo, 24 Novembre 2008

Allegato alla nota informativa. La fiscalità della previdenza complementare. Bergamo, 24 Novembre 2008 Allegato alla nota informativa. La fiscalità della previdenza complementare " La fiscalità della nuova previdenza complementare" INTRODUZIONE La legge di riforma della previdenza complementare (D.Lgs.252/2005

Dettagli