Percentuale di soggetti operati entro 60 giorni dalla data della mammografia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Percentuale di soggetti operati entro 60 giorni dalla data della mammografia"

Transcript

1 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore Numeratore Formula Matematica Valore di Riferimento Fonti dati BC obj1 Percentuale di soggetti operati entro 60 giorni dalla data della mammografia Diagnosi Descrive la proporzione di nuovi casi che accedono all intervento chirurgico nei tempi definiti dai protocolli diagnostico terapeutici Numero di nuovi casi con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Numero di nuovi casi con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa, che hanno effettuato una mammografia nei 60 giorni precedenti l intervento chirurgico N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia con mammografia nei 60gg precedenti X 100 Almeno 70% N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia SDO Specialistica Ambulatoriale (28/SAN) FILE-F, Farma Assistiti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) il DRG sia uno tra: o 257 Mastectomia totale per neoplasie maligne con CC o 258 Mastectomia totale per neoplasie maligne senza CC o 259 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne con CC o 260 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne senza CC Nei casi in cui si abbia più di un ricovero per tumore della mammella nella stessa donna si considera solo il primo (considerando la prima tra le date dei diversi ricoveri). Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento principale (MPR) dell episodio di ricovero. Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza 1

2 Passo 2 prevalenti) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale) della SDO: V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. Da questi vanno esclusi i soggetti sottoposti a Chemioterapia Neoadiuvante effettuata nei 6 mesi precedenti all intervento (MPR), ovvero: Passo 3 Terapia Neoadiuvante) 28/SAN: (data contatto) Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non MAC01 Chemioterapia con somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC02 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC03 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo per patologia oncoematologica (File F 5 e 3) MAC04 Terapia antitumorale con somministrazione di farmaci orali o IM SDO (data ricovero) Diagnosi: o V58.1 Chemioterapia Procedure: o Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non o Iniezione o infusione di agenti modificatori della risposta biologica (brm) come agenti antineoplastici File F, Farma: (data erogazione) ATC: L01* Antineoplastici La coorte risultante costituisce il Denominatore Passo 4 (Definizione Numeratore) Conteggio dei soggetti che hanno effettuato una mammografia nei 60 giorni precedenti l intervento, indipendentemente dalla struttura di erogazione della prestazione di mammografia, ovvero: 28/SAN: (data contatto) Mammografia bilaterale Mammografia monolaterale La coorte risultante costituisce il Numeratore 2

3 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore BC obj2 Percentuale di nuovi casi che effettuano una cito-istologia nei 30 giorni precedenti l intervento chirurgico Diagnosi Descrive la proporzione di nuovi casi che accedono all intervento chirurgico con l accertamento della malignità della lesione Numero di nuovi casi con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Numeratore Numero di nuovi casi con diagnosi di tumore alla mammella che effettuano una citoistologia nei 30 giorni precedenti l intervento chirurgico Formula Matematica N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia con cito-istologia entro 30gg X 100 N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia Valore di Riferimento Fonti dati Almeno 80% SDO Specialistica Ambulatoriale (28/SAN) FILE-F, Farma Assistiti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) il DRG sia uno tra: o 257 Mastectomia totale per neoplasie maligne con CC o 258 Mastectomia totale per neoplasie maligne senza CC o 259 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne con CC o 260 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne senza CC Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento MPR dell episodio di ricovero. Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza 3

4 Passo 2 prevalenti) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. Da questi vanno esclusi i soggetti sottoposti a Chemioterapia Neoadiuvante (effettuate nei 6 mesi precedenti all intervento (MPR), ovvero: Passo 3 Terapia Neoadiuvante) 28/SAN: (data contatto) Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non MAC01 Chemioterapia con somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC02 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC03 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo per patologia oncoematologica (file F 5 e 3) MAC04 Terapia antitumorale con somministrazione di farmaci orali o IM SDO (data ricovero) Diagnosi: o V58.1 Chemioterapia Procedure: o Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non o Iniezione o infusione di agenti modificatori della risposta biologica (brm) come agenti antineoplastici File F: (data erogazione) File F, Farma: (data erogazione) ATC: L01* Antineoplastici La coorte risultante costituisce il Denominatore 4

5 Per i soggetti di cui al punto precedente individuazione e conteggio di coloro che hanno effettuato una cito-istologia nei 30 giorni precedenti l intervento, indipendentemente dalla struttura di erogazione della stessa. Questa può essere effettuata sia in regime ambulatoriale (28/SAN) sia Ospedaliero (SDO). Passo 4 (Definizione Numeratore) Attività ambulatoriale i cui codici prestazione sono: 8511 Biopsia [percutanea] [agobiopsia] della mammella Biopsia eco-guidata della mammella; Biopsia con ago sottile della mammella 8521 Asportazione locale di lesione della mammella Rimozione di area fibrosa dalla mammella Aspirazione percutanea di cisti della mammella; Eco-guidata Es. istocitopatologico mammella: Biopsia stereotassica Es. istocitopatologico mammella: Nodulectomia MAC Mammotome guida ecografica (Biopsia miniinvasiva vacuum assisted con guida ecografica); Biopsia miniinvasiva vacuum assisted con guida stereotassica. Attività di ricovero cui codici procedura sono: 85.1 Procedure diagnostiche sulla mammella Asportazione o demolizione di tessuto della mammella, SAI Asportazione locale di lesione della mammella La coorte risultante costituisce il Numeratore 5

6 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore Numeratore BC obj3 Percentuale di nuovi casi di tumore alla mammella sottoposti ad intervento utilizzando la tecnica del linfonodo sentinella Trattamento Descrive l accesso in fase di stadiazione alla tecnica del linfonodo sentinella Numero di nuovi casi con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Casi con tumore della mammella trattati con chirurgia sottoposti alla tecnica del linfonodo sentinella N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia Formula Matematica Valore di Riferimento Fonti dati che effettuano l esame del linfonodo sentinella X 100 Almeno 80% N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia SDO Specialistica Ambulatoriale (28/SAN) FILE-F, Farma Assistitti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) il DRG sia uno tra: o 257 Mastectomia totale per neoplasie maligne con CC o 258 Mastectomia totale per neoplasie maligne senza CC o 259 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne con CC o 260 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne senza CC Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento MPR dell episodio di ricovero. Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza 6

7 Passo 2 prevalenti) Passo 3 (Età) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno, al momento dell intervento, età superiore agli 80 anni Da questi vanno esclusi i soggetti sottoposti a Chemioterapia Neoadiuvante (effettuate nei 6 mesi precedenti all intervento (MPR), ovvero: Passo 4 Terapia Neoadiuvante) 28/SAN: (data contatto) Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non MAC01 Chemioterapia con somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC02 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC03 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo per patologia oncoematologica (file F 5 e 3) MAC04 Terapia antitumorale con somministrazione di farmaci orali o IM SDO (data ricovero) Diagnosi: o V58.1 chemioterapia Procedure: o Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non o Iniezione o infusione di agenti modificatori della risposta biologica (brm) come agenti antineoplastici File F, Farma: (data erogazione) ATC: L01* Antineoplastici Passo 5 (Casi con mastectomia radicale) La coorte risultante costituisce il Denominatore Da questi vanno esclusi i soggetti sottoposti mastectomia radicale con svuotamento ascellare, ovvero codice procedura: 85.4* mastectomia 7

8 Per i soggetti di cui al punto precedente individuazione e conteggio di coloro che sono stati sottoposti a tecnica del linfonodo sentinella, indipendentemente dalla struttura di erogazione della stessa. Questa può essere individuata attraverso 2 metodologie. 1 metodo) La presenza contemporanea, nello stesso episodio di ricovero di una o più delle seguenti procedure: Passo 6 (Definizione Numeratore) 8834 Linfografia arto superiore 9216 Scintigrafia del sistema linfatico E di una o più delle seguenti procedure 401 Asportazione semplice di strutture linfatiche Asportazione di linfonodi ascellari Asportazione semplice di altre strutture linfatiche 40.3 Asportazione di linfonodi regionali Asportazione radicale di linfonodi, SAI Asportazione radicale dei linfonodi ascellari 2 metodo) La presenza di uno dei seguenti DRG 257, 258, 259, 260 e la valorizzazione del Tipo Tariffa pari a K. La coorte risultante costituisce il Numeratore 8

9 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato BC obj4 Percentuale di casi sottoposti a tecnica chirurgica radicale che effettuano la ricostruzione della mammella Trattamento Descrive l accesso alla chirurgia ricostruttiva Denominatore Numero di nuovi casi con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale Numeratore Numero di nuovi casi con tumore alla mammella sottoposti a chirurgica radicale, che effettuano la ricostruzione immediata o differita della mammella Formula Matematica Valore di Riferimento Fonti dati N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale che effettuano la ricostruzione X 100 N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale Almeno 80% SDO Assistiti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) un intervento sia uno tra: o Mammectomia sottocutanea o Altra mammectomia sottocutanea. o Mastectomia semplice monolaterale o Mastectomia semplice allargata monolaterale o Mastectomia radicale monolaterale asportazione di mammella, muscoli pettorali e linfonodi regionali o Mastectomia radicale bilaterale o Mastectomia radicale monolaterale allargata asportazione di mammella, muscoli e linfonodi o Mastectomia radicale bilaterale allargata Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento dell episodio di ricovero. Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza 9

10 Passo 2 prevalenti e altri tumori) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. Passo 3 Metastatici abinitio) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero tra 6 mesi prima e 3 mesi dopo l intervento chirurgico, identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): 197.* 198.* 199.* La coorte risultante costituisce il Denominatore Per i soggetti di cui al punto precedente individuazione e conteggio di coloro che hanno effettuato una procedura di ricostruzione (durante il ricovero, entro 3 mesi ed entro un anno dalla data del primo ricovero), indipendentemente dalla struttura di erogazione della stessa. Questa può essere individuata attraverso le codifiche seguenti: Diagnosi V52.4 collocazione e sistemazione di protesi e impianto mammario oppure Procedure Passo 4 (Definizione Numeratore) oppure DRG 85.3* Mammoplastica riduttiva e mammectomia sottocutanea 85.5* Mammoplastica di ingrandimento 85.6 Mastopessi 85.7 Ricostruzione totale della mammella 85.8* Altri interventi di riparazione e plastica sulla mammella Inserzione di espansore tessutale nella mammella 265 ea 266 E contemporaneamente sia presente la procedura con codice La coorte risultante costituisce il Numeratore 10

11 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore Numeratore BC obj5 Percentuale di nuovi casi che avviano un trattamento chemioterapico o radioterapico adiuvante entro 3 mesi dall intervento chirurgico Follow up Descrive l accesso alle terapie adiuvanti nel setting di casi chirurgici Casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale Numero di nuovi casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale che avviano un trattamento chemioterapico o radioterapico adiuvante N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia che avviano Formula Matematica Valore di Riferimento Fonti dati un trattamento medico o radioterapico adiuvante X 100 N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale Almeno 90% SDO Specialistica Ambulatoriale (28/SAN) FILE-F, Farma Assistiti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) un intervento sia uno tra: o Mammectomia sottocutanea o Altra mammectomia sottocutanea. o Mastectomia semplice monolaterale o Mastectomia semplice allargata monolaterale o Mastectomia radicale monolaterale asportazione di mammella, muscoli pettorali e linfonodi regionali o Mastectomia radicale bilaterale o Mastectomia radicale monolaterale allargata asportazione di mammella, muscoli e linfonodi o Mastectomia radicale bilaterale allargata Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento dell episodio di ricovero. Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza 11

12 Passo 2 prevalenti e altri tumori) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. Passo 3 Non Metastatici abinitio) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero tra 6 mesi prima e 3 mesi dopo l intervento chirurgico, identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): 197.* 198.* 199.* La coorte risultante costituisce il Denominatore Per i soggetti di cui al punto precedente individuazione e conteggio di coloro che hanno effettuato un trattamento chemioterapico o radioterapico adiuvante, indipendentemente dalla struttura di erogazione della stessa. Questo può essere individuato attraverso i codici seguenti: Prestazioni di trattamento medico (AMB) Passo 4 (Definizione Numeratore) Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non MAC01 Chemioterapia con somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC02 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC03 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo per patologia onco-ematologica (file F 5 e 3) MAC04 Terapia antitumorale con somministrazione di farmaci orali o IM tutte le procedure che rientrano nella branca Radioterapia Prestazioni di trattamento ospedaliero (SDO) Diagnosi V58.1 Chemioterapia V58.0 Radioterapia Procedure iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non Iniezione o infusione di agenti modificatori della risposta biologica (brm) come agenti antineoplastici Prestazioni di trattamento farmacologico (FILE-F o Farma) ATC: L* Chemioterapici, Ormonoterapia e immunomodulanti La coorte risultante costituisce il Numeratore 12

13 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore Numeratore Formula Matematica Valore di Riferimento Fonti dati BC obj6 Percentuale di nuovi casi che effettuano una mammografia nei 18 mesi successivi la chirurgia Follow up Descrive la proporzione di nuovi casi che accedono al follow up minimale successivo all intervento chirurgico Numero di nuovi soggetti con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Numero di nuovi soggetti con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa che effettuano una mammografia nei 18 mesi successivi all intervento chirurgico N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa che effettuano una mammografia nei 18 mesi successivi all intervento chirurgico X 100 N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Almeno 90% SDO Specialistica Ambulatoriale (28/SAN) Assistiti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) il DRG sia uno tra: o 257 Mastectomia totale per neoplasie maligne con CC o 258 Mastectomia totale per neoplasie maligne senza CC o 259 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne con CC o 260 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne senza CC Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento MPR dell episodio di ricovero. Passo 2 prevalenti e altri tumori) Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. 13

14 Passo 3 Non Metastatici abinitio) Passo 4 Bilaterale) Passo 5 casi per i quali non è disponibile il periodo di osservazione) Passo 6 (Definizione Numeratore) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero tra 6 mesi prima e 3 mesi dopo l intervento chirurgico, identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): 197.* 198.* 199.* Da questi vanno esclusi i soggetti sottoposti a procedura di mastectomia bilaterale nel periodo di follow-up, ovvero: SDO (data ricovero) Procedure: o o o Da questi vanno esclusi i soggetti che sono deceduti/sono migrati fuori Regione nei 18 mesi successivi la data dell intervento e quei soggetti aventi età maggiore di 85 anni. La coorte risultante costituisce il Denominatore Per i soggetti di cui al punto precedente individuazione e conteggio di coloro che hanno effettuato una mammografia nei 18 mesi successivi l intervento, indipendentemente dalla struttura di erogazione della prestazione di mammografia. Attività ambulatoriale i cui codici sono: mammografia bilaterale mammografia monolaterale La coorte risultante costituisce il Numeratore 14

15 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore Numeratore Formula Matematica Valore di Riferimento Fonti dati BC obj7 Percentuale di nuovi casi che effettuano una scintigrafia ossea o PET/TC/RM nell anno successivo il trattamento chirurgico Follow up Descrive la proporzione di casi che accedono ad un follow up intensivo NON appropriato successivo all intervento chirurgico Numero di nuovi soggetti con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa che effettuano un follow up intensivo nell anno successivo all intervento N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa che effettuano un follow up intensivo nell anno successivo all intervento X 100 N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Meno del 20% SDO Specialistica Ambulatoriale (28/SAN) File-F, Farma Assistiti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) il DRG sia uno tra: o 257 Mastectomia totale per neoplasie maligne con CC o 258 Mastectomia totale per neoplasie maligne senza CC o 259 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne con CC o 260 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne senza CC Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento MPR dell episodio di ricovero. Passo 2 prevalenti e altri tumori) Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. 15

16 Passo 3 Non Metastatici abinitio) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero tra 6 mesi prima e 3 mesi dopo l intervento chirurgico, identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): 197.* 198.* 199.* Da questi vanno esclusi i soggetti sottoposti a chemioterapia successivamente l intervento: Prestazioni di trattamento medico (AMB) Passo 4 Chemioterapia) Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non MAC01 Chemioterapia con somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC02 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC03 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo per patologia onco-ematologica (file F 5 e 3) MAC04 Terapia antitumorale con somministrazione di farmaci orali o IM Prestazioni di trattamento ospedaliero (SDO) Diagnosi V58.1 Chemioterapia Procedure Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non Iniezione o infusione di agenti modificatori della risposta biologica (brm) come agenti antineoplastici Prestazioni di trattamento farmacologico (FILE-F o Farma) ATC: L01* Chemioterapici Passo 5 casi per i quali non è disponibile il periodo di osservazione) Da questi vanno esclusi i soggetti che sono deceduti/sono migrati fuori Regione nei 12 mesi successivi la data dell intervento. La coorte risultante costituisce il Denominatore 16

17 Per i soggetti di cui al punto precedente individuazione e conteggio di coloro che hanno effettuato una scintigrafia ossea o PET/TC/RM nei 12 mesi successivi l intervento, indipendentemente dalla struttura di erogazione della prestazione. Attività ambulatoriale i cui codici sono: Passo 6 (Definizione Numeratore) Tomografia computerizzata (TC) del torace, senza e con contrasto Tomografia computerizzata (TC) dell addome completo, senza e con contrasto Risonanza magnetica nucleare (RM) del torace, senza e con contrasto Risonanza magnetica nucleare (RM) dell addome superiore, senza e con contrasto Risonanza magnetica nucleare (RM) dell addome inferiore e scavo pelvico, senza e con contrasto Scintigrafia ossea o articolare Tomoscintigrafia globale corporea (PET) Attività ospedaliera i cui codici sono: Tomografia assiale computerizzata (TAC) del torace Tomografia assiale computerizzata (TAC) dell addome Altra tomografia assiale computerizzata Risonanza magnetica nucleare (RMN) del torace e miocardio Risonanza magnetica nucleare (RMN) di altre sedi non specificate 9218 Scintigrafia ossea o articolare La coorte risultante costituisce il Numeratore 17

18 Codice Interno Definizione Fase PDTA Significato Denominatore Numeratore Formula Matematica BC obj8 Percentuale di nuovi casi che effettuano markers tumorali nell anno successivo il trattamento chirurgico Follow up Descrive la proporzione di casi che accedono ad un follow up intensivo NON appropriato successivo all intervento chirurgico Numero di nuovi soggetti con diagnosi di tumore alla mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa che effettuano un follow up intensivo nell anno successivo all intervento N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa che effettuano un follow up intensivo nell anno successivo all intervento X 100 N. casi con tumore della mammella sottoposti a chirurgia radicale e/o conservativa Valore di Riferimento Fonti dati Meno del 20% SDO Specialistica Ambulatoriale (28/SAN) File-F, Farma Assistiti SSR Procedura di Elaborazione A partire dalle SDO dell anno 2006 fino all ultima mensilità disponibile si procede con l individuazione del possibile caso incidente, ossia si cercano i casi in cui si verifichino le seguenti condizioni: la Diagnosi principale sia 174* e contemporaneamente Passo 1 (Selezione casi) il DRG sia uno tra: o 257 Mastectomia totale per neoplasie maligne con CC o 258 Mastectomia totale per neoplasie maligne senza CC o 259 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne con CC o 260 Mastectomia subtotale per neoplasie maligne senza CC Il caso viene associato alla struttura che ha effettuato il ricovero. La data del caso (incidente) è quella dell intervento MPR dell episodio di ricovero. Passo 2 prevalenti e altri tumori) Il soggetto deve essere assistito dal SSR alla data di incidenza Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero (finestra temporale: dall anno 2006 al periodo di riferimento), identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): V.10* Diagnosi comprese tra 140*- 239* La coorte risultante costituisce la popolazione incidente. 18

19 Passo 3 Non Metastatici abinitio) Da questi vanno esclusi i soggetti che hanno avuto un precedente episodio di ricovero tra 6 mesi prima e 3 mesi dopo l intervento chirurgico, identificato con una delle seguenti diagnosi in qualsiasi posizione (non solo la principale): 197.* 198.* 199.* Da questi vanno esclusi i soggetti sottoposti a chemioterapia successivamente l intervento: Prestazioni di trattamento medico (AMB) Passo 4 Chemioterapia) iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non MAC01 Chemioterapia con somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC02 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo (file F 5 e 3) MAC03 Chemioterapia senza somministrazione di farmaci ad alto costo per patologia onco-ematologica (file F 5 e 3) MAC04 Terapia antitumorale con somministrazione di farmaci orali o IM Prestazioni di trattamento ospedaliero (SDO) Diagnosi V58.1 Chemioterapia Procedure Iniezione o infusione di sostanze chemioterapiche per tumore, non Iniezione o infusione di agenti modificatori della risposta biologica (brm) come agenti antineoplastici Prestazioni di trattamento farmacologico (FILE-F o FARMA) ATC: L01* Chemioterapici Passo 5 casi per i quali non è disponibile il periodo di osservazione) Da questi vanno esclusi i soggetti che sono deceduti/sono migrati fuori Regione nei 12 mesi successivi la data dell intervento. La coorte risultante costituisce il Denominatore 19

20 Per i soggetti di cui al punto precedente individuazione e conteggio di coloro che hanno effettuato markers tumorali nei 12 mesi successivi l intervento, indipendentemente dalla struttura di erogazione della prestazione. Attività ambulatoriale i cui codici sono: Passo 6 (Definizione Numeratore) Antigene carboidratico 125 (CA 125) Antigene carboidratico 19.9 (CA 19.9) Antigene carboidratico 195 (CA 195) Antigene carboidratico 50 (CA 50) Antigene carboidratico 72-4 (CA 72-4) Antigene carboidratico mucinoso (MCA) Antigene carcino embrionario (CEA) Antigene polipeptidico tissutale (TPA) La coorte risultante costituisce il Numeratore 20

Numero di nuovi casi con tumore del colon sottoposti a chirurgia

Numero di nuovi casi con tumore del colon sottoposti a chirurgia Codice Interno Definizione Significato Denominatore Carcinoma Colon-Retto CRC obj1 Percentuale di casi con trattamento chirurgico per tumore del colon entro 60 gg dall endoscopia Descrive la proporzione

Dettagli

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE m IRCCS MultiMedica m Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) MultiMedica Castellanza Viale Piemonte, 70 - Castellanza

Dettagli

OBIETTIVI OPERATIVI DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE

OBIETTIVI OPERATIVI DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE OBIETTIVI OPERATIVI DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE GOVERNO DEI DATI, DELLE STRATEGIE E PIANI DEL SISTEMA SANITARIO Attuazione della DGR 1185/2013 attraverso i seguenti obiettivi. Obiettivi

Dettagli

Linfedema dell arto superiore nei 24 mesi successivi al trattamento chirurgico

Linfedema dell arto superiore nei 24 mesi successivi al trattamento chirurgico FOLLOW-UP 01 Linfedema dell arto superiore nei 24 mesi successivi al trattamento chirurgico 100 A S L 20 DESCRIZIONE: stima la proporzione di pazienti che sviluppano un linfedema dell arto superiore nei

Dettagli

Maurizio Bersani Direzione Generale Salute Regione Lombardia

Maurizio Bersani Direzione Generale Salute Regione Lombardia Maurizio Bersani Direzione Generale Salute Regione Lombardia Complessità Sistema Sanitario e Sociosanitario Natura delle patologie stadio ed evoluzione necessità assistenziali Domanda popolazione che esprime

Dettagli

FOBT da screening nei 6 mesi precedenti la diagnosi

FOBT da screening nei 6 mesi precedenti la diagnosi COLON DIAGNOSTICO 01 FOBT da screening nei 6 mesi precedenti la diagnosi DESCRIZIONE: Stima la proporzione di pazienti che eseguono il prelievo del sangue occulto nelle feci (FOBT) all interno di uno screening

Dettagli

Endoscopia nell anno successivo

Endoscopia nell anno successivo COLON FOLLOW-UP 01 Endoscopia nell anno successivo DESCRIZIONE: Stima la proporzione di pazienti sottoposti a endoscopia nei 12 mesi successivi all intervento 0-20 DISTRIBUZIONE SPAZIALE 21-40 41-60 61-80

Dettagli

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente diagnosi differenziale: carcinoma della mammella sono elementi di sospetto: monolateralità, rapido sviluppo Primitiva: puberale,

Dettagli

Gli esami di diagnosi e stadiazione previsti dai PDTA per cui è applicabile l esenzione 048 temporanea. (Domenico Manachino Responsabile CAS ASLVC)

Gli esami di diagnosi e stadiazione previsti dai PDTA per cui è applicabile l esenzione 048 temporanea. (Domenico Manachino Responsabile CAS ASLVC) Gli esami di diagnosi e stadiazione previsti dai PDTA per cui è applicabile l esenzione 048 temporanea (Domenico Manachino Responsabile CAS ASLVC) Esami di diagnostica e stadiazione neoplastica Stato attuale

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO IN STADIO INIZIALE.

PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO IN STADIO INIZIALE. PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO IN STADIO INIZIALE. 1. Stadiazione La stadiazione della paziente con tumore della mammella iniziale comprende l esame obiettivo, un emocromo e un

Dettagli

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag.

Sommario. 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso. PERCORSO Codice DVA 09 Rif. P 01. Pag. Rif. P 01 Pag. 1 Sommario 1. Scopo e applicabilità 2. Riferimenti 3. Allegati 4. Descrizione del percorso REVISIONI N REV. DATA STESURA DESCRIZIONE Rif. PARAGR. Rif. PAGINA 00 20/10/2009 Prima emissione

Dettagli

ANALISI DI ALCUNI INDICATORI DI FOLLOW-UP NEL TUMORE DELLA MAMMELLA NELL ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE ANNO 2009

ANALISI DI ALCUNI INDICATORI DI FOLLOW-UP NEL TUMORE DELLA MAMMELLA NELL ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE ANNO 2009 ANALISI DI ALCUNI INDICATORI DI FOLLOW-UP NEL TUMORE DELLA MAMMELLA NELL ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE ANNO 2009 A cura di: Dr.ssa M. Gambino, Dr.ssa Ass. San. L. Balconi, Dr. S. Pisani U. O. S. Sorveglianza

Dettagli

PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013

PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013 PDTA - 04 Rev. 0 del 24/10/2013 Certificato N 9122 AOLS Data applicazione Redazione Verifica Approvazione 24.10.2013 Dr.ssa S. Ferrario Dr.ssa M.V. Forleo Dr.ssa E. Piazza Dr.ssa G. Saporetti Dr. E. Goggi

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Direzione Sanitaria PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente nel sesso femminile, in tutte le fasce

Dettagli

Terapia medica oncologica e radioterapia adiuvante

Terapia medica oncologica e radioterapia adiuvante RETTO TRATTAMENTO MEDICO 01 Terapia medica oncologica e radioterapia adiuvante DESCRIZIONE: Stima la proporzione di pazienti che effettuano una terapia medica oncologica e radioterapia post-intervento

Dettagli

ore al Tumore al seno: dalla prevenzione alla terapia

ore al Tumore al seno: dalla prevenzione alla terapia ore al Tumore al seno: dalla prevenzione alla terapia rapia RCCS ultimedica Cosa è un Centro di Senologia Il Centro di Senologia dell Ospedale MultiMedica di Castellanza è un luogo di cura studiato per

Dettagli

OSPEDALE DI CIRCOLO E FONDAZIONE MACCHI VARESE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO AZIENDALE

OSPEDALE DI CIRCOLO E FONDAZIONE MACCHI VARESE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO AZIENDALE OSPEDALE DI CIRCOLO E FONDAZIONE MACCHI VARESE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO AZIENDALE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE (PDTA) DELLE PAZIENTI CON CARCINOMA MAMMARIO INTRODUZIONE Il carcinoma mammario

Dettagli

CARCINOMA DELLA MAMMELLA

CARCINOMA DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA TRATTAMENTO LOCO REGIONALE e ADIUVANTE NEOPLASIE INTRAEPITELIALI DELLA MAMMELLA Neoplasia Lobulare Intraepiteliale (LIN 2-3) Nessun trattamento (dopo la diagnosi) Resezione mammaria

Dettagli

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Informazione per pazienti Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Questo opuscolo è stato realizzato per fornire alcune utili informazioni sul percorso seguito

Dettagli

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore SEZIONE RADIODIAGNOSTICA casa di cura san rossore casa di cura san rossore apparecchiature: - ECOGRAFIA, ECOCOLORDOPPLER - RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE - RISON MAGN ARTICOLARE - TAC MULTISLIDE 64 - DIAGNOSTICA

Dettagli

.E SE MI DEVO OPERARE?

.E SE MI DEVO OPERARE? Regione Lazio A cura di: U.O.C. Screening Oncologici dell ASL Roma C, via Monza2 U.O.C. Oncologia Medica Ospedale S. Eugenio.E SE MI DEVO OPERARE? Tel. 06.51008021 fax 06.51003771 email: screening.mammografico@aslrmc.it

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PDTA ELABORATO DAL GRUPPO U.O.C. CHIRURGIA TORACICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

PRESENTAZIONE DEL PDTA ELABORATO DAL GRUPPO U.O.C. CHIRURGIA TORACICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PRESENTAZIONE DEL PDTA ELABORATO DAL GRUPPO FEDERICO REA U.O.C. CHIRURGIA TORACICA UNIVERTA DEGLI STUDI DI PADOVA AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PDTA Percorso Diagnostico Terapeutico ed Assistenziale Rappresenta

Dettagli

70,00. Pagina 1 di 7

70,00. Pagina 1 di 7 Descrizione Onorario LP (es. ) ORTOPANORAMICA DELLE ARCATE DENTARIE TELERADIOGRAFIA DEL CRANIO ESAME DIRETTO OSSA NASALI CRANIO (3 PROIEZIONI) SENI PARANASALI (3 PROIEZIONI) COLONNA CERVICALE COLONNA CERVICALE

Dettagli

GLOSSARIO DEI TERMINI Interventi e trattamenti

GLOSSARIO DEI TERMINI Interventi e trattamenti GLOSSARIO DEI TERMINI Interventi e trattamenti A cura del D r.g.antonini RIASSUNTO Questo capitolo tratta in maniera semplice e comprensibile i termini utilizzati dai medici, spiegando sommariamente il

Dettagli

MEDIA ANNUALE RICOVERI MANERBIO ANNO 2015 MEDIA ANNUALE RICOVERI DESENZANO ANNO 2015 TEMPI OBIETTIVO REGIONALI MEDIA ANNUALE ANNO 2015 DESCRIZIONE

MEDIA ANNUALE RICOVERI MANERBIO ANNO 2015 MEDIA ANNUALE RICOVERI DESENZANO ANNO 2015 TEMPI OBIETTIVO REGIONALI MEDIA ANNUALE ANNO 2015 DESCRIZIONE DESCRIZIONE TEMPI OBIETTIVO REGIONALI MEDIA ANNUALE ANNO 2015 MEDIA ANNUALE RICOVERI DESENZANO ANNO 2015 MEDIA ANNUALE RICOVERI MANERBIO ANNO 2015 PRMA VISITA CARDIOLOGICA PRIMA VISITA CHIRURGICA VASCOLARE

Dettagli

Si effettuano esami in regime di ricovero, ambulatoriale, o in libera professione.

Si effettuano esami in regime di ricovero, ambulatoriale, o in libera professione. Si effettuano esami in regime di ricovero, ambulatoriale, o in libera professione. - ECOGRAFIA: le indagini si riferiscono ai seguenti distretti: - Addome superiore ed inferiore - Anse intestinali - Endo-anale

Dettagli

IRCCS INT Fondazione Pascale - Napoli

IRCCS INT Fondazione Pascale - Napoli Amato D. M. TSRM U.O.C. DI RADIODIAGNOSTICA1 Dipartimento di Diagnostica per Immagini Terapia Radiante e Metabolica IRCCS INT Fondazione Pascale - Napoli La RMN mammaria e l impatto sul ca eredo familiare:

Dettagli

E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA?

E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA? E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA? Informazioni sui percorsi di trattamento chirurgico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

Unità Multidisciplinare di Senologia. Dedicato a te, donna. Percorso Senologico. con la collaborazione dell'associazione

Unità Multidisciplinare di Senologia. Dedicato a te, donna. Percorso Senologico. con la collaborazione dell'associazione Percorso Senologico Dedicato a te, donna Unità Multidisciplinare di Senologia con la collaborazione dell'associazione Percorso Senologico dedicato a te, donna Percorso senologico E' un percorso di accoglienza

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5 ALLEGATOA alla Dgr n. 863 del 21 giugno 2011 pag. 1/5 45.13 45.13 45.16 45.16 45.23 45.24 45.24 45.25 ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA [EGD]. Endoscopia dell' intestino tenue Escluso: Endoscopia con biopsia

Dettagli

Pubblicazione in collaborazione con l'azienda Unità sanitaria locale di Ravenna

Pubblicazione in collaborazione con l'azienda Unità sanitaria locale di Ravenna Coordinamento editoriale e di redazione: Marta Fin, Alba Carola Finarelli, Carlo Naldoni Redazione testi: Gianni Saguatti, Debora Canuti, Marilena Manfredi, Mario Taffurelli Grafica: Tracce, Modena Stampa:

Dettagli

TEMPI D'ATTESA PER BRANCA

TEMPI D'ATTESA PER BRANCA ANNO 2012 1 TRIMESTRE 2013 Priorità B Priorità D Priorità P Priorità B Priorità D Q upriorità P TOTALE BRANCHE 93,9% 89,4% 89,5% 97,2% 92,3% 88,5% 08 - Cardiologia 94,8% 93,3% 91,2% 97,3% 96,8% 94,1% 88.72.3

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Titolo Relatori: Neoplasia della mammella: come si affronta Dott. Duilio Della Libera Dott. Mauro Dal Soler Dott. Pierluigi Bullian Data 16 aprile 2014 Sede Aula

Dettagli

Tariffa Campania Lire. Pagina 1 di 7

Tariffa Campania Lire. Pagina 1 di 7 06.01 ASPIRAZIONE NELLA REGIONE TIROIDEA L. 95.200 49,17 70,00 40.19.1 AGOBIOPSIA LINFONODALE ECO-GUIDATA L. 91.840 47,43 70,00 40.19.2 AGOBIOPSIA LINFONODALE TC-GUIDATA L. 162.000 83,67 90,00 BIOPSIA

Dettagli

11 Incontro di Oncologia ed Ematologia

11 Incontro di Oncologia ed Ematologia 11 Incontro di Oncologia ed Ematologia Sestri Levante, 18 maggio 2013 Maria Sironi C è ancora un ruolo per la citologia da agoaspirato con ago sottile nella diagnostica dei noduli mammari? 1 mm Quali tecniche

Dettagli

TEMPI ATTESA 2011 - ATTIVITA' AMBULATORIALE RICOVERI

TEMPI ATTESA 2011 - ATTIVITA' AMBULATORIALE RICOVERI TEMPI ATTESA 2011 - ATTIVITA' AMBULATORIALE RICOVERI decreto 654 del 20 luglio 2011 RILEVATI AL 7/9/2011 T max in Area Oncolo gica Area cardio- OSPEDALE vascola- PRESTAZIONI Breno Prestazioni Ambulatoriali

Dettagli

tumore della mammella: una risposta alle domande più frequenti della paziente. Collana per saperne di più

tumore della mammella: una risposta alle domande più frequenti della paziente. Collana per saperne di più tumore della mammella: una risposta alle domande più frequenti della paziente. Collana per saperne di più Cos è la mammella? La mammella è una ghiandola esocrina, la cui funzione è quella di produrre il

Dettagli

La neoplasia prostatica. fabrizio dal moro

La neoplasia prostatica. fabrizio dal moro fabrizio dal moro India Cina Giappone 240 210 180 150 120 90 60 30 0 La neoplasia prostatica Epidemiologia Incidenza nel mondo America, Centro, Sud Europa, Sud Italia Italia Italia Italia Europa, Est Africa,

Dettagli

Protocollo dello studio Prostate cancer survival patients in Italy

Protocollo dello studio Prostate cancer survival patients in Italy Protocollo dello studio Prostate cancer survival patients in Italy Il tumore della prostata è la neoplasia più frequente nella popolazione maschile dei paesi industrializzati, tra cui l Italia. E quindi

Dettagli

Percorso Clinico-Assistenziale della Paziente con Tumore della Mammella

Percorso Clinico-Assistenziale della Paziente con Tumore della Mammella DIPARTIMENTO EMATOLOGIA, ONCOLOGIA E MEDICINA DI LABORATORIO - DIRETTORE: PROF. F.W. GRIGIONI DIPARTIMENTO EMERGENZA/URGENZA, CHIRURGIA GENERALE E DEI TRAPIANTI - DIRETTORE: PROF. A.D. PINNA DIPARTIMENTO

Dettagli

I Tumori della Mammella

I Tumori della Mammella SPAZIO SALUTE E AMBIENTE I Tumori della Mammella La Fonte Istrana, 12.04.2011 Fondazione Raphael I Tumori della Mammella Relatore: Giuseppe Zora Presidente della Fondazione Raphael La Mammella: questa

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 600 del 13 marzo 2007 pag. 1/14

ALLEGATOA alla Dgr n. 600 del 13 marzo 2007 pag. 1/14 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 600 del 13 marzo 2007 pag. 1/14 Prestazioni ambulatoriali TEMPI MASSIMI DI ATTESA I tempi massimi di attesa per le prestazioni sotto riportate sono

Dettagli

ELENCO PRESTAZIONI AMBULATORIALI. Radiologia Convenzionale. 8705 Dacriocistografia. 87061 Scialografia. 8707 Laringografia 4 proiezioni

ELENCO PRESTAZIONI AMBULATORIALI. Radiologia Convenzionale. 8705 Dacriocistografia. 87061 Scialografia. 8707 Laringografia 4 proiezioni ELENCO PRESTAZIONI AMBULATORIALI Radiologia Convenzionale 8705 Dacriocistografia 87061 Scialografia 8707 Laringografia 4 proiezioni 87091 Esame diretto ghiandole salivari 87091 Rinofaringe - Laringe -

Dettagli

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI APPROPIATEZZA DIAGNOSTICO-TERAPEUTICA IN ONCOLOGIA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI Alessandro Del Maschio Dipartimento di Radiologia Università Vita-Salute IRCCS San Raffaele Milano 1. NEOPLASIE POLMONARI Prof.

Dettagli

La Cura del malato oncologico

La Cura del malato oncologico La Cura del malato oncologico Salvagno Luigi U.O. Oncologia Amb onco-ematologia ULSS 7 Conegliano 23 aprile 2016 Mortalità per neoplasia negli USA anni 1975-2012 Questo dipinto rivela il mio stato d'animo

Dettagli

I TUMORI OGGETTO DI SCREENING: SPECIFICITA DELLA REGISTRAZIONE E VARIABILI AGGIUNTIVE

I TUMORI OGGETTO DI SCREENING: SPECIFICITA DELLA REGISTRAZIONE E VARIABILI AGGIUNTIVE I TUMORI OGGETTO DI SCREENING: SPECIFICITA DELLA REGISTRAZIONE E VARIABILI AGGIUNTIVE Orietta Giuliani Registro Tumori della Romagna IRCCS Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori

Dettagli

PRESTAZIONI DIAGNOSTICO/SPECIALISTICHE SOGGETTE A MONITORAGGIO

PRESTAZIONI DIAGNOSTICO/SPECIALISTICHE SOGGETTE A MONITORAGGIO 33.22 BRONCOSCOPIA CON FIBRE OTTICHE 45.13 ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA [EGD] 45.16 ESOFAGOGASTRODUODENOSCOPIA [EGD] CON BIOPSIA 45.23 COLONSCOPIA CON ENDOSCOPIO FLESSIBILE 45.24 SIGMOIDOSCOPIA CON ENDOSCOPIO

Dettagli

Il Punto Senologico. Dott.ssa Elda Longhitano. 25 settembre 2009. Direttore di Presidio Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena

Il Punto Senologico. Dott.ssa Elda Longhitano. 25 settembre 2009. Direttore di Presidio Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena Il Punto Senologico Dott.ssa Elda Longhitano Direttore di Presidio Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena 25 settembre 2009 XIII Conferenza Nazionale della Rete HPH Ospedali e Servizi

Dettagli

30/05/2011. Carcinoma esofageo. Anatomia. scaricato da www.sunhope.it 1

30/05/2011. Carcinoma esofageo. Anatomia. scaricato da www.sunhope.it 1 Carcinoma esofageo 1 Anatomia 2 scaricato da www.sunhope.it 1 3 Epidemiologia ed Eziologia 4 scaricato da www.sunhope.it 2 Epidemiologia ed Eziologia Costituisce il 50% di tutta la patologia d organo 7%

Dettagli

Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta TC Cerebrale senza e con MDC RMN 4.11.1999 2.11.1999 Scintigrafia ossea

Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta TC Cerebrale senza e con MDC RMN 4.11.1999 2.11.1999 Scintigrafia ossea Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta ed esegue: TC Cerebrale senza e con MDC In sede parasagittale sinistra superiormente al tetto del ventricolo laterale di sinistra,

Dettagli

coin lesion polmonare

coin lesion polmonare coin lesion polmonare accurata anamnesi ed esame obiettivo impossibile confronto con precedenti radiogrammi lesione non preesistente o modificatasi TC Follow-up caratteri di benignità lesione sospetta

Dettagli

VIENE DEFINITA SULLA BASE DI UN INQUADRAMENTO DIAGNOSTICO PREOPERATORIO CONDIVISA A LIVELLO MULTIDISCIPLINARE CON LA DONNA

VIENE DEFINITA SULLA BASE DI UN INQUADRAMENTO DIAGNOSTICO PREOPERATORIO CONDIVISA A LIVELLO MULTIDISCIPLINARE CON LA DONNA LA STRATEGIA CHIRURGICA VIENE DEFINITA SULLA BASE DI UN INQUADRAMENTO DIAGNOSTICO PREOPERATORIO CONDIVISA A LIVELLO MULTIDISCIPLINARE CON LA DONNA IMAGING MICROISTOLOGIA TUMORE EREDO FAMILIARE CLINICA

Dettagli

Un indagine retrospettiva sul costo del tumore al seno per le famiglie. Campagna Nastro Rosa, Ottobre 2008

Un indagine retrospettiva sul costo del tumore al seno per le famiglie. Campagna Nastro Rosa, Ottobre 2008 Un indagine retrospettiva sul costo del tumore al seno per le famiglie Campagna Nastro Rosa, Ottobre 2008 R.08.110 Settembre 2008 INDICE Introduzione: obiettivi, metodo e caratteristiche dell indagine

Dettagli

Il carcinoma della prostata

Il carcinoma della prostata Il carcinoma della prostata LA STATA: che organo è? a cosa serve? dove è situata? fig.1 La prostata è una ghiandola che fa parte dell apparato genitale maschile, insieme alle vescicole seminali, le ampolle

Dettagli

PERCORSO UNITA PROSTATA. POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma

PERCORSO UNITA PROSTATA. POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma PERCORSO UNITA PROSTATA POLICLINICO UMBERTO I v.le Regina Elena, 324 Roma COORDINAMENTO DIAGNOSTICO: Dott.ssa Valeria Panebianco, UOC Radiologia Centrale (Dir.Prof.C.Catalano) Dipartimento di Scienze Radiologiche,

Dettagli

GRUPPO DI STUDIO TUMORI DEL TESTA-COLLO

GRUPPO DI STUDIO TUMORI DEL TESTA-COLLO ANNO 2012 TUMO GRUPPO DI STUDIO TUMORI DEL TESTA-COLLO TUMORI DELL IPOFARINGE A cura di: Mauro Magnano 1 TUMORE DELL IPOFARINGE Storia Naturale Il carcinoma a cellule squamose dell' ipofaringe è meno frequente

Dettagli

NEI PAESI ASIATICI, IN AFRICA E NEL SUD AMERICA PRESENTA INCIDENZE NETTAMENTE SUPERIORI RAGGIUNGENDO IL 10-20% DI TUTTE LE FORME TUMORALI

NEI PAESI ASIATICI, IN AFRICA E NEL SUD AMERICA PRESENTA INCIDENZE NETTAMENTE SUPERIORI RAGGIUNGENDO IL 10-20% DI TUTTE LE FORME TUMORALI CANCRO DEL PENE EPIDEMIOLOGIA NEOPLASIA PIUTTOSTO RARA NEI PAESI INDUSTRIALIZZATI NEI PAESI OCCIDENTALI RAPPRESENTA LO 0,2-2% DI TUTTE LE NEOPLASIE CHE COLPISCONO L UOMO NEI PAESI ASIATICI, IN AFRICA E

Dettagli

FIGURE MEDICHE Oncologi e Pneumologi

FIGURE MEDICHE Oncologi e Pneumologi FIGURE MEDICHE I Pazienti si trovano a doversi confrontare con diverse figure mediche e a dover contattare diverse strutture. Poiché tale patologia deve essere affrontata con un approccio multidisciplinare,

Dettagli

ore al Tumore al seno: dalla prevenzione alla terapia Senologia ultimedica

ore al Tumore al seno: dalla prevenzione alla terapia Senologia ultimedica ore al Tumore al seno: dalla prevenzione alla terapia rapia ruppo Senologia ultimedica Dove siamo Sede di Milano Sede di Sesto San Giovanni Ospedale San Giuseppe IRCCS MultiMedica Via San Vittore, 12 -

Dettagli

AZIENDA ASP TRAPANI - TEMPI ATTESA ALLA DATA DEL 31.12.2013

AZIENDA ASP TRAPANI - TEMPI ATTESA ALLA DATA DEL 31.12.2013 AZIENDA ASP TRAPANI - TEMPI ATTESA ALLA DATA DEL 31.12.2013 CODICE NOMENCLATORE DESCRIZIONE TEMPO MASSIMO (GIORNI) EROGATORE NOTE 89.7 VISITA ONCOLOGICA (PRIMA VISITA) 87.37.1 MAMMOGRAFIA BILATERALE (NO

Dettagli

Innovazioni tecnologiche ed applicazioni nel trattamento radioterapico dei tumori mammari: CASO CLINICO

Innovazioni tecnologiche ed applicazioni nel trattamento radioterapico dei tumori mammari: CASO CLINICO Innovazioni tecnologiche ed applicazioni nel trattamento radioterapico dei tumori mammari: CASO CLINICO O. Lora, F. Gregucci, A. Negri* U.O. di Radioterapia e Medicina Nucleare *U.O. Di Fisica Sanitaria

Dettagli

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 110. Veneto Orientale - 4 Trimestre 2012

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 110. Veneto Orientale - 4 Trimestre 2012 Struttura erogante=360101. POLIAMB.OSP.PORTOGRUARO Branca: 08.Carologia 88.72.3 - ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA A riposo e dopo prova fisica o farmacologica. Non associabile a 88.72.1; 88.72.2 89.43

Dettagli

La Risonanza Magnetica della Mammella

La Risonanza Magnetica della Mammella La Risonanza Magnetica della Mammella - in 15 minuti - Dr Renzo Taschini Centro Oncologico Fiorentino RM Mammella : i requisiti 1- TECNOLOGIA Magnete ad elevato campo (1.5T o 3T) Elevata risoluzione spaziale

Dettagli

IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL TUMORE MAMMARIO IN DAY-SURGERY 15 anni di esperienza della AOUPR. Dott. Leonardo Cattelani

IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL TUMORE MAMMARIO IN DAY-SURGERY 15 anni di esperienza della AOUPR. Dott. Leonardo Cattelani IL TRATTAMENTO CHIRURGICO DEL TUMORE MAMMARIO IN DAY-SURGERY 15 anni di esperienza della AOUPR Dott. Leonardo Cattelani Martedì dell'ordine Parma 15/05/2012 INTERVENTI CHIRURGICI SENOLOGICI DAY SURGERY

Dettagli

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC METASTASI CEREBRALI DA CA MAMMELLA 10-30% delle pazienti con tumore mammario in fase avanzata Insorgono tardivamente nella storia naturale della malattia

Dettagli

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA Descrizione Importo Limiti Documentazione Note

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA Descrizione Importo Limiti Documentazione Note NOMENCLATORE TARIFFARIO Garanzie A e B Prestazioni pre e post Grandi Interventi come da Elenco della Garanzia A. Le prestazioni rimborsabili sono quelle effettuate nei 90 giorni precedenti e nei 90 giorni

Dettagli

FONTANAROSA VITO MARIA CV EUROPEO

FONTANAROSA VITO MARIA CV EUROPEO Nome FONTANAROSA VITO MARIA Data di nascita 07/02/1960 ESPERIENZA LAVORATIVA INTERNA Nome e indirizzo del datore di lavoro Date (da - a) 01/01/2012 - in corso Tipo di azienda o settore PUBBLICO AZIENDA

Dettagli

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore SEZIONE RADIODIAGNOSTICA casa di cura san rossore casa di cura san rossore risonanza magnetica La nuova apparecchiatura consente lo studio delle strutture vascolari e l esecuzione di indagini funzionali

Dettagli

RMN e TAC Tempi medi di Attesa e numero di prenotazioni a Livello Regionale - ANNI 2012-2014

RMN e TAC Tempi medi di Attesa e numero di prenotazioni a Livello Regionale - ANNI 2012-2014 Tempi medi di Attesa e numero di a Livello Regionale - ANNI 2012-2014 I dati dell'anno 2014 sono aggiornati fino al mese di: Settembre Raggruppamento Numero prestazioni 2012 2013 2014 entro 30 gg entro

Dettagli

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA ANGIOGRAFIA AORTA-ADDOMINALE 596,00 ANGIOGRAFIA ARTERIE PERIFERICHE (VASI ILIACI FEMORALI 478,00 POPLITEI TRONCHI TIBIALI) ANGIOGRAFIA DISTRETTO SOPRAAORTICO (CAROTIDI 596,00 SUCCLAVIE VERTEBRALI E CIRC.INTRACR.)

Dettagli

Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate OSPEDALI DI: Carate Brianza, Desio, Giussano, Seregno, Vimercate Tempi_Medi_Tabella_2012

Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate OSPEDALI DI: Carate Brianza, Desio, Giussano, Seregno, Vimercate Tempi_Medi_Tabella_2012 Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate OSPEDALI DI: Carate Brianza, Desio, Giussano, Seregno, Vimercate Tempi_Medi_Tabella_2012 Tempi medi di erogazione delle prestazioni ambulatoriali relative all anno

Dettagli

Tempi di attesa: attività ambulatoriali, diagnostica per immagini, ricoveri

Tempi di attesa: attività ambulatoriali, diagnostica per immagini, ricoveri Tempi di attesa: attività ambulatoriali, diagnostica per immagini, ricoveri In questa sezione sono contenuti i tempi di attesa (espressi in giorni) delle prestazioni oggetto di monitoraggio da parte della

Dettagli

Risonanza Magnetica. Agobiopsie percutanee imaging - guidate. Citologia, Core Biopsy, Core Biopsy Vacuum- Assisted

Risonanza Magnetica. Agobiopsie percutanee imaging - guidate. Citologia, Core Biopsy, Core Biopsy Vacuum- Assisted 1 Obiettivo: Diagnosi Metodiche di imaging I Livello Mammografia ed Ecografia Tomosintesi (ancora in fase sperimentale) II Livello Risonanza Magnetica Agobiopsie percutanee imaging - guidate Citologia,

Dettagli

Neoplasie della mammella - 2

Neoplasie della mammella - 2 Neoplasie della mammella - 2 Fattori prognostici Numero di N+ : >3 Età e stato menopausale Diametro di T Invasione linfatica e vascolare Tipo istologico Grading Recettore per Estrogeni/Progesterone Amplificazione

Dettagli

Tumore al seno risposte alle domande più frequenti

Tumore al seno risposte alle domande più frequenti risposte al Un opuscolo informativo di mamazone - Alto Adige Frauen und Forschung gegen Brustkrebs Onlus Donne e ricerca contro il tumore al seno A un certo momento della nostra esistenza, perdiamo il

Dettagli

IL CANCRO DELLA MAMMELLA MASCHILE. A. Sardaro

IL CANCRO DELLA MAMMELLA MASCHILE. A. Sardaro IL CANCRO DELLA MAMMELLA MASCHILE A. Sardaro Epidemiologia Rappresenta circa 1% di tutti i carcinomi mammari e

Dettagli

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 102.FELTRE - 1 Trimestre 2012

SPS - Tempi Attesa Prestazioni Specialistiche Garantite Traccianti: Azienda 102.FELTRE - 1 Trimestre 2012 Branca: 08. Carologia 88.72.3 - ECO(COLOR)DOPPLERGRAFIA CARDIACA A riposo e dopo prova fisica o farmacologica. Non associabile a 88.72.1; 88.72.2 89.43 - TEST CARDIOVASCOLARE DA SFORZO CON CICLOERGOMETRO

Dettagli

PRESTAZIONI SANITARIE UOC DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

PRESTAZIONI SANITARIE UOC DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI PRESTAZIONI SANITARIE UOC DI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI ECOGRAFIA 1. Agobiopsia ecoguidata della mammella 2. Agobiopsia linfonodale ecoguidata 3. Agobiopsia tiroidea eco guidata 4. Agobiposia ecoguidata

Dettagli

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA

ACCERTAMENTI DI ALTA DIAGNOSTICA ANGIOGRAFIA AORTA ADDOMINALE 596,00 Prescrizione medica ANGIOGRAFIA ARTERIE PERIFERICHE (VASI ILIACI FEMORALI 478,00 POPLITEI TRONCHI TIBIALI) Prescrizione medica ANGIOGRAFIA DISTRETTO SOPRAAORTICO (CAROTIDI

Dettagli

Neoplasie della mammella - 1

Neoplasie della mammella - 1 Neoplasie della mammella - 1 Patologia mammaria FIBROADENOMA CISTI ASCESSO ALTERAZIONI FIBROCISTICHE NEOPLASIA NEOPLASIA RETRAZIONE CUTANEA Carcinoma mammario Incidenza per 100.000 donne Western Europe

Dettagli

Ecografia Ginecologica 30 giugno 2007 Ordine dei Medici della Provincia di Bari dott. Luigi Scaringello

Ecografia Ginecologica 30 giugno 2007 Ordine dei Medici della Provincia di Bari dott. Luigi Scaringello Ecografia Ginecologica 30 giugno 2007 Ordine dei Medici della Provincia di Bari dott. Luigi Scaringello spec.ostetrico-ginecologo luigi.scaringello@virgilio.it www.sessuologiaonline.com Clinica LA MADONNINA

Dettagli

TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI AMBULATORIALI aggiornati al 26 luglio 2012

TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI AMBULATORIALI aggiornati al 26 luglio 2012 TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI AMBULATORIALI aggiornati al 26 luglio 2012 I tempi di indicati si riferiscono alla prima disponibilità in un punto di erogazione aziendale Sono riportate le liste di delle

Dettagli

Azienda Ospedaliera di Lodi

Azienda Ospedaliera di Lodi Azienda Ospedaliera di Lodi Prestazioni prenotabili tramite numero verde 800 638 638 ed erogate in orario serale, il sabato e la domenica Prestazioni erogate in orario serale: COD PRESTAZIONE DESCRIZIONE

Dettagli

Fondo mètasalute Piano Sanitario 2015

Fondo mètasalute Piano Sanitario 2015 Fondo mètasalute Piano Sanitario 2015 1 Piano Sanitario mètasalute: NOVITA 2015 Piano mètasalute: NOVITA 2015 PIANO BASE 2015 Migliorie su prestazioni in essere Introduzione nuove garanzie 3 RIEPILOGO

Dettagli

Il carcinoma della mammella nel 2010: il chirurgo generale tra demolizione, ricostruzione e radioterapia

Il carcinoma della mammella nel 2010: il chirurgo generale tra demolizione, ricostruzione e radioterapia PALAZZO DELLA PROVINCIA Società Triveneta di Chirurgia Udine 23 Ottobre Il carcinoma della mammella nel 2010: il chirurgo generale tra demolizione, ricostruzione e radioterapia REGIONE DEL VENETO U.O.C

Dettagli

PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Pag. 1 di 5 Redazione: dott. G.Pellis dott. N.Lizza Verifica: Serena Di Caccamo Approvazione: Willy Pierre Mercante Pareri specialistici: Modifiche rispetto alla versione precedente: Aggiornamento Pag.

Dettagli

LAB-NEWS Anno 1 n 6 Giugno 2006

LAB-NEWS Anno 1 n 6 Giugno 2006 1 IL CARCINOMA DELLA PROSTATA Il carcinoma della prostata rappresenta una grave questione di sanità pubblica e la sua incidenza è destinata ad aumentare nei prossimi anni, a causa del costante aumento

Dettagli

00 01 07 08 30 31 60 61 90 >90 00 01 07 675 2.123 31,79% 4,35% 825 2.123 38,86% 4,44% 300 2.123 14,13% 7,24% 46 2.123 2,17% 0,45% ECG, ECG SFORZO

00 01 07 08 30 31 60 61 90 >90 00 01 07 675 2.123 31,79% 4,35% 825 2.123 38,86% 4,44% 300 2.123 14,13% 7,24% 46 2.123 2,17% 0,45% ECG, ECG SFORZO Classe Prestazione ECG, ECG SFORZO ECO MAMMELLA ECO(COLOR)DOPPLER ECO/ECOCOLOR CARDIAC ECOGRAFIA OSTETRICA ECOGRAFIE EEG Fascia Attesa >90 >90 >90 >90 >90 >90 242 2.123 11,40% 7,85% 675 2.123 31,79% 4,35%

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO

PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO 1 PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DEL CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO RECIDIVA LOCO-REGIONALE Dopo mastectomia, si definisce locale la ripresa della malattia a livello della cicatrice chirurgica o a livello

Dettagli

IL MANUALE DEL DATABASE WEB

IL MANUALE DEL DATABASE WEB [Digitare il testo] PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE TERRITORIALE Mesotelioma Maligno della Pleura Allegato n. 5 Revisione n. 1 Approvato il 27/5/2014 Il manuale del database web IL MANUALE

Dettagli

La terapia medica primaria e adiuvante e il follow-up: le principali novità. a cura di Claudio Zamagni (Bologna) e Antonio Frassoldati (Ferrara)

La terapia medica primaria e adiuvante e il follow-up: le principali novità. a cura di Claudio Zamagni (Bologna) e Antonio Frassoldati (Ferrara) Protocollo diagnostico-terapeutico per le Pazienti con carcinoma mammario La terapia medica primaria e adiuvante e il follow-up: le principali novità a cura di Claudio Zamagni (Bologna) e Antonio Frassoldati

Dettagli

INFORMAZIONI PER LA PAZIENTE AFFETTA DA NEOPLASIA MALIGNA DELLA MAMMELLA CANDIDATA A INTERVENTO CHIRURGICO

INFORMAZIONI PER LA PAZIENTE AFFETTA DA NEOPLASIA MALIGNA DELLA MAMMELLA CANDIDATA A INTERVENTO CHIRURGICO INFORMAZIONI PER LA PAZIENTE AFFETTA DA NEOPLASIA MALIGNA DELLA MAMMELLA CANDIDATA A INTERVENTO CHIRURGICO DIPARTIET AD ATTIVITA ITEGRATA DI CHIRURGIA GEERAE E TRACICA Direttre Prf. ic de a!i i UERI UTII

Dettagli

Alcune Informazioni per le Nostre Pazienti

Alcune Informazioni per le Nostre Pazienti Unità Operativa di Senologia Nessun altro tumore ha visto una così rapida progressione nella diagnosi e nella terapia. Oggi, la maggior parte dei tumori della mammella è guaribile, senza disfigurazioni

Dettagli

GRUPPO INTEGRATO OSPEDALE TERRITORIO (D.G.R. N. 3535/2004) Raggruppamenti di Attesa Omogenei RADIOLOGIA

GRUPPO INTEGRATO OSPEDALE TERRITORIO (D.G.R. N. 3535/2004) Raggruppamenti di Attesa Omogenei RADIOLOGIA GRPPO INTEGRATO OSPEDALE TERRITORIO (D.G.R. N. 3535/2004) Raggruppamenti di Attesa Omogenei RADIOLOGIA ECOGRAFIA ADDOME SPERIORE NELL ADLTO 3 gg Colica reno-ureterale. Macroematuria Colica biliare con

Dettagli

Fondo mètasalute Piano Sanitario 2015

Fondo mètasalute Piano Sanitario 2015 Fondo mètasalute Piano Sanitario 2015 1 Piano Sanitario mètasalute: NOVITA 2015 Piano mètasalute: NOVITA 2015 PIANO BASE 2015 Migliorie su prestazioni in essere Introduzione nuove garanzie INTRODUZIONE

Dettagli

LE MASTOPLASTICHE E GLI INTERVENTI DI SIMMETRIZZAZIONE CONTROLATERALI ALLA RICOSTRUZIONE POSSONO OSTACOLARE L IMAGING NEL FOLLOW UP?

LE MASTOPLASTICHE E GLI INTERVENTI DI SIMMETRIZZAZIONE CONTROLATERALI ALLA RICOSTRUZIONE POSSONO OSTACOLARE L IMAGING NEL FOLLOW UP? LE MASTOPLASTICHE E GLI INTERVENTI DI SIMMETRIZZAZIONE CONTROLATERALI ALLA RICOSTRUZIONE POSSONO OSTACOLARE L IMAGING NEL FOLLOW UP? Carlo Alberto Mori Dipartimento di Diagnostica per Immagini Azienda

Dettagli

Radioterapia successiva a quadrantectomia

Radioterapia successiva a quadrantectomia TRATTAMENTO MEDICO 01 Radioterapia successiva a quadrantectomia 100 A S L 85 77.5% DESCRIZIONE: stima la proporzione di pazienti che effettuano la radioterapia dopo una quadrantectomia 80 DISTRIBUZIONE

Dettagli

CARCINOMA MAMMARIO: terapia chirurgica. Dott. Luca Rotunno

CARCINOMA MAMMARIO: terapia chirurgica. Dott. Luca Rotunno CARCINOMA MAMMARIO: terapia chirurgica Dott. Luca Rotunno LE DONNE VANNO INFORMATE SU: Scopi della terapia chirurgica. Possibili opzioni (chirurgia conservativa-demolitiva demolitiva- ricostruttiva). Vantaggi

Dettagli

ASSESSORATO TUTELA DELLA SALUTE E SANITA' DIREZIONE CONTROLLO DELLE ATTIVITA' SANITARIE

ASSESSORATO TUTELA DELLA SALUTE E SANITA' DIREZIONE CONTROLLO DELLE ATTIVITA' SANITARIE ASSESSORATO TUTELA DELLA SALUTE E SANITA' DIREZIONE CONTROLLO DELLE ATTIVITA' SANITARIE MATRICE DELLE ECCEZIONI DI CALCOLO PER AZIENDA Per le aziende che non hanno le caratteristiche richieste dall'indicatore,

Dettagli

Utilizzo sempre maggiore della chirurgia conservativa

Utilizzo sempre maggiore della chirurgia conservativa Torino, 8 marzo 2011 Il Tumore della Mammella: Conoscere per Decidere P. Bogetti SC. Chirurgia Plastica U. (Dir.:Prof. S Bruschi) A.O.U San Giovanni Battista di Torino Programmi di Screening, evoluzione

Dettagli