INPS - Messaggio 06 ottobre 2014, n. 7450

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INPS - Messaggio 06 ottobre 2014, n. 7450"

Transcript

1 INPS - Messaggio 06 ottobre 2014, n Pensioni delle gestioni private. Liquidazione della pensione in favore dei lavoratori salvaguardati di cui all articolo 1, comma 194 e ss., della legge 147/2013 (c.d. salvaguardia dei ). Premessa Con il messaggio n del 29 luglio 2014 sono state illustrate le procedure di gestione delle certificazioni della salvaguardia di cui all articolo 1, comma 194 e ss., della legge 147/2013. Si comunica che il sistema di gestione del conto Unicarpe e le procedure di liquidazione delle pensioni sono state aggiornate per consentire la liquidazione della pensione in favore dei lavoratori salvaguardati di cui all articolo 1, comma 194 e ss., della legge 147/2013. A tal proposito si rammentano i criteri generali da utilizzare per la liquidazione delle pensioni con requisiti diversi da quelli ordinari: - correlazione fra il prodotto Webdom di certificazione del diritto e il prodotto Webdom di liquidazione della pensione. In questo caso: - PRODOTTO DI CERTIFICAZIONE = ; - PRODOTTO LIQUIDAZIONE - Gruppo: Anzianità/Vecchiaia Tipo: Salvaguardia ex L Categorie ammesse La liquidazione in oggetto è ammessa per le pensioni dirette di categoria VO, VOS, VR, VRS, VOART, VOARTS, VOCOM, VOCOMS, VDAI, VOBANC, VGAS, VES, DZ, e fondi speciali di tipo "V" ET, EL, TT, VL, FS e VPT (ex-ipost). Al momento è possibile la liquidazione delle pensioni in salvaguardia ex L.147 solo per le categorie di fondi che sono liquidate con la nuova procedura reingegnerizzata (EL, TT, VL ed ET per tutto il territorio nazionale, FS e PT per le sole sedi pilota di Milano, Torino, Trieste, Reggio Calabria e Bologna). Si raccomanda alle sedi che ancora utilizzano la procedura non reingegnerizzata per la liquidazione delle pensioni FS e PT di non procedere alla liquidazione di questa tipologia di pensioni. 1

2 2. Decorrenza Le pensioni liquidate in base alla deroga in argomento non possono avere decorrenza anteriore al 1 gennaio Sistema Unicarpe La procedura di liquidazione controlla su Felpe la presenza di una certificazione con la dicitura "Soggetto salvaguardato ex lege 147/ lettera inviata" e la tipologia di appartenenza del lavoratore. La verifica del diritto a pensione e la relativa decorrenza viene effettuata sia in applicazione della salvaguardia, sia con le regole ordinarie. La definizione della domanda non è consentita nel caso in cui risulti verificato l accesso al pensionamento senza salvaguardia. Sulla prima pagina del modello "Retr. Pens" viene riportata la dicitura. "La pensione è stata liquidata con i requisiti agevolati previsti per i lavoratori beneficiari di salvaguardia ai sensi della legge 147/2013". 4. Data di scadenza del beneficio L art. 1, comma 197, della legge 147/2013 stabilisce le risorse finanziarie destinate al riconoscimento della pensione in applicazione della salvaguardia in argomento per gli anni dal 2014 al Pertanto contestualmente alla liquidazione della pensione viene quantificato l onere della salvaguardia. Il costo individuale è rappresentato dall importo mensile lordo della pensione del lavoratore moltiplicato per il numero di mesi di anticipo rispetto alla data di pensionamento con le regole in vigore dal 1 gennaio Per questa ragione, all interno dello stesso flusso di trattazione, Unicarpe effettua una doppia verifica del diritto e dell accesso a pensione: - la prima, effettuata sulla base della contribuzione effettivamente accreditata in favore del lavoratore, è utilizzata per calcolare la decorrenza della pensione con il beneficio; - la seconda, effettuata con la proiezione della contribuzione, è utilizzata per individuare la decorrenza della pensione anticipata o di vecchiaia sulla base delle disposizioni vigenti. A tal fine, la posizione contributiva del lavoratore salvaguardato viene implementata virtualmente di ulteriore 2

3 contribuzione, aggiungendo all ultimo contributo accreditato in estratto la contribuzione obbligatoria registrata da ultimo. L onere sarà monitorato mensilmente sulla base della disposizione di pagamento, fino alla data di scadenza del beneficio. Nel caso in cui la decorrenza della pensione senza beneficio, calcolata con le modalità descritte, si collochi entro la decorrenza della pensione in salvaguardia, il lavoratore è salvaguardato "a costo zero". 5. Felpe I dati di calcolo della pensione e della scadenza del beneficio vengono memorizzati su Felpe, per il successivo passaggio in automatico alle procedure di prima liquidazione. 6. Procedure di liquidazione AGO, in convenzione internazionale e dei fondi speciali Le procedure di liquidazione si collegano con l archivio Felpe per verificare la presenza di una certificazione accolta e dell informazione di invio della lettera (stato della domanda = "Soggetto salvaguardato ex lege 147/ lettera inviata"). La liquidazione in salvaguardia non è consentita: - in caso di assenza della certificazione inviata, - nel caso in cui siano perfezionati i requisiti di accesso in base alla disciplina vigente; in tal caso la certificazione del diritto a pensione in salvaguardia memorizzata in "FELPE" deve essere annullata da parte dell'operatore. 7. Informazioni relative alla tipologia di salvaguardia Vengono compilati con modalità automatica i campi del pannello MNLAN30 e gli analoghi delle procedure dei Fondi Speciali e delle Convenzioni internazionali: - soggetto derogato, con il valore "G", oppure "H" in caso di salvaguardia a costo zero - deroga L 214/2011, con il valore "N" - rid. Ex L 214/2011 con il valore "N" 3

4 8. Informazioni relative all onere Nel pannello MNLPREP vengono memorizzate le seguenti informazioni: - Dec. Beneficio precompilato con la decorrenza della pensione; - Cess. Beneficio precompilato per le liquidazioni automatiche (K2A, K4A); deve essere inserito dall operatore per le liquidazioni manuali (K3M, K5M); la data non può essere precedente la decorrenza della pensione e coincide con la decorrenza senza beneficio - Gruppo legge 4200 = salvaguardia legge 147/2013, precompilato sia per le liquidazioni automatiche che per le manuali - Sottogruppo da 4201 a 4206, precompilato sia per le liquidazioni automatiche che per le manuali lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione lavoratori cessati entro il 30 giugno lavoratori cessati dopo il 30 giugno 2012 ed entro il 31 dicembre lavoratori cessati per risoluzione unilaterale nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2007 e il 31 dicembre lavoratori in mobilità autorizzati alla prosecuzione volontaria lavoratori autorizzati alla prosecuzione volontaria anche se non risultano effettuati versamenti volontari. 9. Memorizzazione delle informazioni su Felpe A seguito della liquidazione della prestazione vengono restituiti a Felpe: - codice sede - numero domanda - codice fiscale - matricola dell operatore - tipo di liquidazione - data di calcolo centrale - categoria - numero di certificato 4

5 - tipologia della domanda 10. Memorizzazione delle informazioni nel DATA BASE Pensioni Per le pensioni liquidate in base alla deroga in argomento il campo GP1AJ11 del database delle pensioni viene compilato con i valori: G = Salvaguardia art. 1 L. 147/2013; H = Salvaguardia art. 1 L. 147/2013 costo zero I dati relativi alla decorrenza della pensione in applicazione della salvaguardia, alla data di cessazione del beneficio (corrispondente alla decorrenza pensione con le regole ordinarie) e al relativo codice vengono memorizzati nei campi della sezione GP2PB TE08, cassetto previdenziale e visualizzazione in internet Per le pensioni in questione, sul modello TE08 deve essere riportata la seguente dicitura: "La pensione è stata liquidata con i requisiti agevolati previsti per i lavoratori salvaguardati (art.1, comma 194, della legge 147/2013)". La stessa dicitura è riportata su Cassetto previdenziale e messa a disposizione del cittadino e dei patronati nella visualizzazione in internet. 5

INPS - Messaggio 18 novembre 2014, n. 8838

INPS - Messaggio 18 novembre 2014, n. 8838 INPS - Messaggio 18 novembre 2014, n. 8838 Salvaguardia di cui all articolo 2, comma 1 della legge 147/2014, (32.100 sesta salvaguardia). Prodotti WebDom per l acquisizione delle domande di verifica del

Dettagli

A TUTTE LE STRUTTURE NAZIONALE, TERRITORIALI E AZIENDALI

A TUTTE LE STRUTTURE NAZIONALE, TERRITORIALI E AZIENDALI A TUTTE LE STRUTTURE NAZIONALE, TERRITORIALI E AZIENDALI SALVAGUARDIA LAVORATORI - PRIMO GRUPPO DEI 65.000 Si trasmette il Messaggio n. 2526, datato 8/2/2013, riguardante le modalità adottate dall INPS,

Dettagli

PATRONATO I.N.C.A. C.G.I.L. PROVINCIALE TORINO. - QUINTA SALVAGUARDIA : - Legge n.147 del 27 dicembre 2013 Legge di stabilità 2014 -

PATRONATO I.N.C.A. C.G.I.L. PROVINCIALE TORINO. - QUINTA SALVAGUARDIA : - Legge n.147 del 27 dicembre 2013 Legge di stabilità 2014 - PATRONATO I.N.C.A. C.G.I.L. PROVINCIALE TORINO - QUINTA SALVAGUARDIA : - Legge n.147 del 27 dicembre 2013 Legge di stabilità 2014 - DI COSA SI TRATTA? L art.1, comma 191 della legge n.147/2013, ha innanzitutto

Dettagli

Quinto contingente salvaguardati

Quinto contingente salvaguardati Quinto contingente salvaguardati decreto interministeriale 14 febbraio 2014, in Gazzetta Ufficiale n. 89 del 16 aprile 2014 legge 27 dicembre 2013, n. 147 Messaggio INPS 4363 del 2 maggio 2014 Corso agenti

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 24-01-2013. Messaggio n. 1500

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 24-01-2013. Messaggio n. 1500 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 24-01-2013 Messaggio n. 1500 Allegati n.2 OGGETTO: Salvaguardia ai sensi dell art. 24, commi 14 e 15, della Legge

Dettagli

Pensione - Procedure di prima liquidazione delle pensioni - Art. 1, comma 707, L. n. 190/2014 (legge di stabilità 2015) - Doppio calcolo

Pensione - Procedure di prima liquidazione delle pensioni - Art. 1, comma 707, L. n. 190/2014 (legge di stabilità 2015) - Doppio calcolo www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Messaggio 15 marzo 2016, n.1180 Procedure di prima liquidazione delle pensioni. Applicazione dell'art. 1, comma 707, della legge n.

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 13.12.2013 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE** PENSIONI LIQUIDATE* 1^

Dettagli

FINALMENTE L INPS INDICA I REQUISITI PER LA PENSIONE AI 10 MILA IN MOBILITA

FINALMENTE L INPS INDICA I REQUISITI PER LA PENSIONE AI 10 MILA IN MOBILITA FINALMENTE L INPS INDICA I REQUISITI PER LA PENSIONE AI 10 MILA IN MOBILITA Sembra finalmente chiarita la questione relativa all individuazione dei 10 mila lavoratori in mobilità che potranno avere accesso

Dettagli

REPORT SALVAGUARDIE SITUAZIONE AL 6 MAGGIO 2014

REPORT SALVAGUARDIE SITUAZIONE AL 6 MAGGIO 2014 REPORT SALVAGUARDIE SITUAZIONE AL 6 MAGGIO 2014 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 6.5.2014 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA

Dettagli

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014

TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 31.01.2014 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI ** PENSIONI LIQUIDATE* 1^ SALVAGUARDIA

Dettagli

REPORT SALVAGUARDIE SITUAZIONE AL 3 APRILE

REPORT SALVAGUARDIE SITUAZIONE AL 3 APRILE REPORT SALVAGUARDIE TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA CERTIFICAZIONI INVIATE AI BENEFICIARI E PENSIONI LIQUIDATE AL 03.4.2015 OPERAZIONI DI SALVAGUARDIA NUMERO SOGGETTI SALVAGUARDATI

Dettagli

In particolare, il regime previgente continua ad applicarsi tra gli altri - ai lavoratori:

In particolare, il regime previgente continua ad applicarsi tra gli altri - ai lavoratori: Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 19-12-2012 Messaggio n. 20944 Allegati n.1 OGGETTO: Monitoraggio delle domande di assegno straordinario da liquidare

Dettagli

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia).

Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (cd. sesta salvaguardia). Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014 Messaggio n. 8881 Allegati n.2 OGGETTO: Legge 10 ottobre 2014, n. 147: nuove

Dettagli

La riforma Monti-Fornero La sesta «Salvaguardia»

La riforma Monti-Fornero La sesta «Salvaguardia» La riforma Monti-Fornero La sesta «Salvaguardia» Legge n 147 del 22.10.2014 A cura di Salvatore Martorelli & Paolo Zani per FNP CISL Milano Aggiornata al 11 novembre 2014 2 La sesta salvaguardia Sulla

Dettagli

Con riferimento ai lavoratori del presente punto, l articolo 4 del decreto interministeriale del 22 aprile 2013 ha stabilito quanto segue.

Con riferimento ai lavoratori del presente punto, l articolo 4 del decreto interministeriale del 22 aprile 2013 ha stabilito quanto segue. Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 12-08-2013 Messaggio n. 12998 OGGETTO: Salvaguardia ai sensi dell articolo 1, commi

Dettagli

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps

pari o inferiori a tre volte il T.M. Inps superiori a tre volte il T.M Inps e pari o inferiori a quattro volte il trattamento minimo Inps Novità introdotte dalla Legge n 147/13 in materia previdenziale e assistenziale Per il triennio 2014-2016 la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici, secondo il meccanismo stabilito dall

Dettagli

1 - TIPOLOGIE DI LAVORATORI E CRITERI DI AMMISSIONE ALLA SALVAGUARDIA

1 - TIPOLOGIE DI LAVORATORI E CRITERI DI AMMISSIONE ALLA SALVAGUARDIA ISTITUTO TUTELA ASSISTENZA COMMERCIO TURISMO E SERVIZI CONFESERCENTI 1 - TIPOLOGIE DI LAVORATORI E CRITERI DI AMMISSIONE ALLA SALVAGUARDIA Lavoratori di cui all art. 1, comma 194, Legge 147/13 a) Lavoratori

Dettagli

I lavoratori salvaguardati

I lavoratori salvaguardati Lavoratrici e lavoratori che possono accedere a pensione sulla base dei requisiti vigenti prima dell entrata in vigore del d.l. n. 201/2011 del 6.12.2011 anche se maturati dopo il 31.12.2011 1 Conservano

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Messaggio numero 8881 del 19-11-2014 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Roma, 19-11-2014

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. DECRETO 14 febbraio 2014

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI. DECRETO 14 febbraio 2014 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DECRETO 14 febbraio 2014 Modalita di attuazione dei commi 194 e 196 dell articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147 (legge di stabilita 2014). Estensione

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE PENSIONI DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TECNOLOGICI AI DIRETTORI REGIONALI AI DIRETTORI DELLE STRUTTURE TERRITORIALI

DIREZIONE CENTRALE PENSIONI DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TECNOLOGICI AI DIRETTORI REGIONALI AI DIRETTORI DELLE STRUTTURE TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE PENSIONI DIREZIONE CENTRALE SISTEMI INFORMATIVI E TECNOLOGICI AI DIRETTORI REGIONALI AI DIRETTORI DELLE STRUTTURE TERRITORIALI Oggetto: Pensioni delle gestioni private. Ricostituzioni

Dettagli

PATRONATO INCA CGIL Lombardia. Finanziaria 2011-2013 D.L. 31 Maggio 2010 n. 78 convertito in legge n. n122/2010 G.U n. 176 del 30 luglio 2010

PATRONATO INCA CGIL Lombardia. Finanziaria 2011-2013 D.L. 31 Maggio 2010 n. 78 convertito in legge n. n122/2010 G.U n. 176 del 30 luglio 2010 PATRONATO INCA CGIL Lombardia Finanziaria 2011-2013 D.L. 31 Maggio 2010 n. 78 convertito in legge n. n122/2010 G.U n. 176 del 30 luglio 2010 Milano, 22 novembre 2010 NUOVE DECORRENZE: PREMESSA Comma 1,

Dettagli

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti.

e, per conoscenza, OGGETTO: Computo nella gestione separata - articolo 3 D.M. 2 maggio 1996, n. 282 Riepilogo istruzioni ed ulteriori chiarimenti. Direzione Centrale Pensioni Roma, 18/11/2015 Circolare n. 184 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al

Dettagli

Lavoratori Salvaguardati

Lavoratori Salvaguardati Numero 104 Dicembre 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Aggiornamento al 12 dicembre 2014 dei n^ 53, 69 e 72 b di Previdenza Flash con le novità apportate dalla Legge n 147 del 22/10/2014

Dettagli

Roma, marzo 2012 GUIDA PRATICA AI REQUISITI DI

Roma, marzo 2012 GUIDA PRATICA AI REQUISITI DI Roma, marzo 2012 GUIDA PRATICA AI REQUISITI DI PENSIONABILITÁ Indice Inquadramento previdenziale dipendenti Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Nuovi riferimenti normativi Pensione di vecchiaia: requisiti

Dettagli

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA

PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA PRESTAZIONI PENSIONISTICHE NELL AMBITO DELLA GESTIONE SEPARATA La Gestione separata (G.S.) è una gestione pensionistica separata di nome e di fatto. Infatti la contribuzione ivi versata viene accreditata

Dettagli

Nuove pensioni: l Inps spiega requisiti e finestre di accesso Aldo Forte Esperto in materia previdenziale

Nuove pensioni: l Inps spiega requisiti e finestre di accesso Aldo Forte Esperto in materia previdenziale Nuove pensioni: l Inps spiega requisiti e finestre di accesso Aldo Forte Esperto in materia previdenziale Con circolare 15 maggio 2008, n. 60, l Inps detta le istruzioni per l accesso al pensionamento

Dettagli

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue:

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue: Le pensioni nel 2007 Gli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps, con particolare riferimento al fondo pensioni lavoratori dipendenti Tetto di retribuzione pensionabile Il tetto

Dettagli

INPS PORTALE PRESTAZIONI ATIPICHE INTERNET

INPS PORTALE PRESTAZIONI ATIPICHE INTERNET INPS PORTALE PRESTAZIONI ATIPICHE INTERNET INPS Direzione Generale 29/01/2015 2 AGENDA Portale delle Prestazioni Atipiche Consultazione finanziamento mensile Utilizzo nuovi conti di tesoreria Domanda accesso

Dettagli

Roma, 08/01/2008. e, p.c.

Roma, 08/01/2008. e, p.c. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 08/01/2008

Dettagli

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO GLI ISCRITTI F.A.B.I. DELLE B.C.C. RAGGIUNTI I 10.000 FORTUNATI ESODATI CHE POTRANNO ACCEDERE ALLA PENSIONE DI ANZIANITÀ CON LA NORMATIVA PREVIGENTE L I.N.P.S., con messaggio 14952 del 14.04.05 fa sapere

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 08/05/2013

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 08/05/2013 Direzione Centrale Pensioni Roma, 08/05/2013 Circolare n. 76 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Segreteria Provinciale di Cremona Viale Trento e Trieste, 54-26100 CREMONA Tel.0372/596811 fax 0372/596850 www.fimcremona.com

Segreteria Provinciale di Cremona Viale Trento e Trieste, 54-26100 CREMONA Tel.0372/596811 fax 0372/596850 www.fimcremona.com Segreteria Provinciale di Cremona Viale Trento e Trieste, 54-26100 CREMONA Tel.0372/596811 fax 0372/596850 www.fimcremona.com Comma 14, Art. 24 D.L. 201/2011 convertito con legge n. 214/2011; Art 6 D.L.

Dettagli

Contributi individuali. Versamenti volontari Riscatti di laurea

Contributi individuali. Versamenti volontari Riscatti di laurea Contributi individuali Versamenti volontari Riscatti di laurea Dott. Elvira Filiaggi Direzione Centrale Sistemi Informativi e tecnologie Dirigente Area contributi individuali continuativi e lavoro domestico

Dettagli

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094

INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 INPS - Messaggio 12 febbraio 2015, n. 1094 Decreto n. 85708 del 24 ottobre 2014 del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze per il prolungamento

Dettagli

Calcolo e Simulazione della Pensione Manuale d uso

Calcolo e Simulazione della Pensione Manuale d uso Calcolo e Simulazione della Pensione Manuale d uso Accesso al servizio Per accedere alla procedura è necessario inserire il proprio Codice Fiscale e PIN INPS. 2 Pagina di benvenuto Nella Homepage è descritto

Dettagli

Pensione di Vecchiaia. Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995

Pensione di Vecchiaia. Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995 Circ INPS 35-2012 Pensione di Vecchiaia (art. 24, commi 6 e 7) P.1 circ 35 Requisiti per soggetti che possono far valere contribuzione al 31.12-1995 ETA :Si confermano i requisiti di età indicati nelle

Dettagli

Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori

Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Dipartimento Democrazia Economica, Economia Sociale Fisco, Previdenza, Formazione Sindacale 31-5-2013 VP Decreto Interministeriale 22 aprile 2013 e Tabelle

Dettagli

Le regole da rispettare

Le regole da rispettare SCHEDA RIEPILOGATIVA NOTA MINISTERIALE PREMESSA Per poter andare in pensione con decorrenza 1 settembre 2016, gli interessati devono presentare DUE domande, a due soggetti diversi ( le due domande sono

Dettagli

Oggetto: Decreto interministeriale a tutela dei lavoratori salvaguardati ex art.24 della L.214/11

Oggetto: Decreto interministeriale a tutela dei lavoratori salvaguardati ex art.24 della L.214/11 Linea di Prodotto Previdenza Linea di Prodotto Pubblica Amministrazione Data: Num. Protocollo: Oggetto: Decreto interministeriale a tutela dei lavoratori salvaguardati ex art.24 della L.214/11 E stato

Dettagli

Guida operativa. Area Riservata. Sede legale: p.zza San Carlo 156-10126 Torino

Guida operativa. Area Riservata. Sede legale: p.zza San Carlo 156-10126 Torino 2011 Guida operativa Area Riservata Sede legale: p.zza San Carlo 156-10126 Torino ACCEDERE AL SITO INTERNET DEL FONDO www.fondopensionisanpaoloimi.it Inserire nei campi appositi, posti a destra del sito,

Dettagli

Legge 228/2012 Disposizioni in materia di cumulo

Legge 228/2012 Disposizioni in materia di cumulo Legge 228/2012 Disposizioni in materia di cumulo Abrogazione legge 322/58 in particolari situazioni Cumulo periodi contributivi per pensione Vecchiaia Reversibilità Inabilità Corso agenti sociali FNP CISL

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 12 febbraio 2009 Le pensioni nel 2009 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

31 dicembre 1998 1,056503. 31 dicembre 1999 1,051781. 31 dicembre 2000 1,047781. 31 dicembre 2001 1,043698. 31 dicembre 2002 1,041614

31 dicembre 1998 1,056503. 31 dicembre 1999 1,051781. 31 dicembre 2000 1,047781. 31 dicembre 2001 1,043698. 31 dicembre 2002 1,041614 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Messaggio 20 ottobre 2015, n.6462 Liquidazione delle pensioni con decorrenza nell'anno 2015. Coefficienti di rivalutazione delle retribuzioni

Dettagli

Perequazione dei trattamenti pensionistici, ex D.L. n. 65/2015 Aggiornamenti in materia di NASpI

Perequazione dei trattamenti pensionistici, ex D.L. n. 65/2015 Aggiornamenti in materia di NASpI Videoconferenza EPASA 8 settembre 2015 Perequazione dei trattamenti pensionistici, ex D.L. n. 65/2015 Aggiornamenti in materia di NASpI Relatori: Antonio Licchetta Carla Innocenzi Chiara Pierannunzi Consulenza

Dettagli

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI

Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI Riforma Monti - Legge 22 dicembre 2011 n 214 Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici SCHEDA DI ANALISI PRO-RATA CONTRIBUTIVO A decorrere dal 1 gennaio 2012,

Dettagli

U.I.C.I. DELEGAZIONE DI SAN MARCO ARGENTANO

U.I.C.I. DELEGAZIONE DI SAN MARCO ARGENTANO News del : 04/05/2015 U.I.C.I. DELEGAZIONE DI SAN MARCO ARGENTANO OGGETTO: Pensionistica trattamento anticipato di anzianita sospensione delle penalizzazioni fino al 2017 Si fa seguito ai comunicati UICI

Dettagli

B) Legge n. 243 del 2004 come integrata e modificata dall articolo 1, commi 1 e 2, della legge n. 247 del 2007

B) Legge n. 243 del 2004 come integrata e modificata dall articolo 1, commi 1 e 2, della legge n. 247 del 2007 Allegato 4 Riepilogo disposizioni vigenti in materia di requisiti e di acceso ai trattamenti pensionistici anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 201 del 2011, convertito dalla

Dettagli

OGGETTO: Dlgs 30 aprile 1997, n. 184 Chiarimenti in materia di prosecuzione volontaria.

OGGETTO: Dlgs 30 aprile 1997, n. 184 Chiarimenti in materia di prosecuzione volontaria. ISTITUTO Roma, 17 maggio 2006 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Generale Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI

LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI 1 LA TOTALIZZAZIONE DEI PERIODI ASSICURATIVI DECRETO LEGISLATIVO N 42/2006 LEGGE N 247/2007 DECRETO LEGGE N 201/2011 CONVERTITO IN LEGGE N 214/2011 2 1 Totalizzazione La nuova disposizione esordisce con

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Sindacato Autonomo Bancari di Mantova e provincia Via Imre Nagy 58 - Località Borgochiesanuova - 46100 Mantova Telefono 0376-366221 - 324660-365274 Fax 0376-365287

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Direzione centrale delle Prestazioni. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e

Direzione centrale delle Prestazioni. Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e Direzione centrale delle Prestazioni Roma, 15 Maggio 2008 Circolare n. 60 Allegati n. 4 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei

Dettagli

ULTERIORI INTERVENTI IN MATERIA DI SALVAGUARDIA PENSIONISTICA. ( sesta salvaguardia ) Art. 1

ULTERIORI INTERVENTI IN MATERIA DI SALVAGUARDIA PENSIONISTICA. ( sesta salvaguardia ) Art. 1 25giu14 ULTERIORI INTERVENTI IN MATERIA DI SALVAGUARDIA PENSIONISTICA ( sesta salvaguardia ) Ampliamento da 36 a 48 mesi dall entrata in vigore del d.l. 201/2011 del periodo di maturazione dei previgenti

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Bilanci e servizi fiscali Roma, 05/03/2010 Circolare n. 33 Allegati n.2 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori

Dettagli

U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. LA RIFORMA PREVIDENZIALE FORNERO APPLICAZIONE ai LAVORATORI MARITTIMI

U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. LA RIFORMA PREVIDENZIALE FORNERO APPLICAZIONE ai LAVORATORI MARITTIMI F E D E R M A N A G E R Via Ravenna 14-00161 ROMA U.S.C.L.A.C. / U.N.C.Di.M. UNIONE SINDACALE CAPITANI UNIONE NAZIONALE CAPITANI LUNGO CORSO AL COMANDO DIRETTORI di MACCHINA Segreteria Nazionale 16121

Dettagli

Nuovi requisiti sulla pensione di anzianità per lavoratori dipendenti nel sistema retributivo

Nuovi requisiti sulla pensione di anzianità per lavoratori dipendenti nel sistema retributivo 19-5-2008 Le nuove regole per la pensione di anzianità e vecchiaia Circolare INPS n. 60 del 15 maggio 2008 a cura di METELLO CAVALLO L INPS ha diramato la circolare che illustra in modo definitivo le nuove

Dettagli

Fondo di solidarietà Credito

Fondo di solidarietà Credito BANCA POPOLARE DI MILANO Documenti: conoscere per decidere Fondo di solidarietà Credito Il fondo eroga prestazioni a favore dei lavoratori di aziende facenti parte di gruppi creditizi o che applicano i

Dettagli

APPUNTI DI PREVIDENZA

APPUNTI DI PREVIDENZA Unione Italiana Lavoratori della COMunicazione Segreteria Provinciale e Regionale Via Alessandria, 21 10152 Torino tel. 011.232188 Fax 011.232176 Posta elettronica : uilcomunicazione@uilcomunicazione.net

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno grandi frecciate sulle pensioni con cambiamenti rilevanti per l accesso. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2013,

Dettagli

RIFERIMENTI STORICI E NORMATIVI

RIFERIMENTI STORICI E NORMATIVI FONDO VOLO (VL) E un fondo sostitutivo dell assicurazione generale obbligatoria ed ha la finalità di provvedere alla liquidazione delle pensioni del personale di volo: piloti, assistenti di volo e tecnici

Dettagli

ALLEGATO 99 (GP1AB01) - DECODIFICA CATEGORIE DI PENSIONE

ALLEGATO 99 (GP1AB01) - DECODIFICA CATEGORIE DI PENSIONE 001 VO = Pensioni di vecchiaia, di anzianità e pensionamenti anticipati, liquidati a carico del pensioni lavoratori dipendenti 002 IO = Pensioni di invalidità e di inabilità e assegni di invalidità liquidati,

Dettagli

DIREZIONE PRESTAZIONI

DIREZIONE PRESTAZIONI DIREZIONE PRESTAZIONI Regolamento di disciplina del Regime Previdenziale (Deliberazione dell AdD del 27-28/11/2003) (D.I. 14 luglio 2004) La svolta del sistema previdenziale: come cambiano le prestazioni

Dettagli

INPS Direzione Centrale Pensioni. a cura dell Area Normativa e Contenzioso Amministrativo Pensioni in Regime Generale

INPS Direzione Centrale Pensioni. a cura dell Area Normativa e Contenzioso Amministrativo Pensioni in Regime Generale INPS Direzione Centrale Pensioni a cura dell Area Normativa e Contenzioso Amministrativo Pensioni in Regime Generale 1 Riforma Pensioni 2012 DL 6 dicembre 2011, n. 201 Articolo 24 convertito dalla legge

Dettagli

Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it

Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it Pensione di vecchiaia con 15 anni di contributi: ok dall'inps Ipsoa.it di Aldo Forte Pubblicista Esperto in materia previdenziale L'Inps, con la circolare n. 16/2013, chiarisce che per i soggetti con un'anzianita'

Dettagli

1. PREMESSA. Roma, 13/05/2008. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati

1. PREMESSA. Roma, 13/05/2008. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Roma, 13/05/2008 Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

Le pensioni nel 2006

Le pensioni nel 2006 Le pensioni nel 2006 Proponiamo il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE

Dettagli

L EMISSIONE DEGLI ESTRATTI CONTO CONTRIBUTIVI PER GLI ISCRITTI ALLA GESTOINE SEPARATA INPS (ART. 2 DELLA LEGGE 335/95)

L EMISSIONE DEGLI ESTRATTI CONTO CONTRIBUTIVI PER GLI ISCRITTI ALLA GESTOINE SEPARATA INPS (ART. 2 DELLA LEGGE 335/95) L EMISSIONE DEGLI ESTRATTI CONTO CONTRIBUTIVI PER GLI ISCRITTI ALLA GESTOINE SEPARATA INPS (ART. 2 DELLA LEGGE 335/95) Caratteristiche dei destinatari degli estratti L'emissione dell'estratto conto nei

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/02/2015

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/02/2015 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/02/2015 Circolare n. 29 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore

SCHEMA DI SINTESI. Requisiti del lavoratore SCHEMA DI SINTESI L intervento (articolo 4, commi da 1 a 7-ter, della legge n. 92 del 28 giugno 2012, così come modificata dalla legge n. 221 del 17 dicembre 2012, di conversione del decreto legge n. 179

Dettagli

La pensione di anzianità per i lavoratori dipendenti

La pensione di anzianità per i lavoratori dipendenti Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Pensioni La pensione di anzianità per i lavoratori dipendenti Aggiornato al Febbraio 2006 La pensione di anzianità si può ottenere prima di aver compiuto l'età

Dettagli

PREVIDENZA COMPLEMENTARE IL FONDO PERSEO

PREVIDENZA COMPLEMENTARE IL FONDO PERSEO PREVIDENZA COMPLEMENTARE IL FONDO PERSEO PERSEO, il Fondo pensione complementare dei dipendenti delle Regioni, Autonomie locali e della Sanità Chi può aderire PERSEO può contare su una platea di potenziali

Dettagli

RIFORMA DINI. Legge 08 agosto 1995 n. 335

RIFORMA DINI. Legge 08 agosto 1995 n. 335 RIFORMA DINI Legge 08 agosto 1995 n. 335 La legge 335/95 ha previsto tre distinti sistemi per la determinazione delle pensioni: Sistema contributivo per neoassunti dall 1 gennaio 1996 e per coloro che

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE

RISOLUZIONE N. 25/E SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE RISOLUZIONE N. 25/E Roma, 3 marzo 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Interpello ordinario 954-588 /2010 Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza a favore dei Biologi Art. 10, comma 1, lett. e)

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 21/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 21/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 21/04/2015 Circolare n. 80 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 30-12-2014. Messaggio n. 9963

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 30-12-2014. Messaggio n. 9963 Direzione Centrale Pensioni Roma, 30-12-2014 Messaggio n. 9963 OGGETTO: Presentazione domande di riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti entro il 1 marzo 2015 per

Dettagli

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE

ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO DIREZIONE GENERALE Enpals: le pensioni di anzianità e vecchiaia dal 2008 (Enpals, Circolare 15.2.2008 n. 1) Modifiche alla legge 23.8.2004 n. 243 introdotte dalla legge 24.12.2007 n.247 recante Norme di attuazione del protocollo

Dettagli

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 1358/r Cosenza, 09/01/2015

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 1358/r Cosenza, 09/01/2015 Prot. n. 1358/r Cosenza, 09/01/2015 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Statali di ogni ordine e grado della provincia LORO SEDI e,p.c. All U. S. R. per la Calabria Via Lungomare 259 88100 CATANZARO

Dettagli

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Requisiti generali 1. L anticipazione della posizione individuale maturata che l aderente può conseguire da parte del Fondo per specifiche causali é disciplinata dall art.

Dettagli

MESSAGGIO INPS n. 016771 del 16/10/2012

MESSAGGIO INPS n. 016771 del 16/10/2012 MESSAGGIO INPS n. 016771 del 16/10/2012 Oggetto: Indennità di mobilità ordinaria per i lavoratori del Gruppo Alitalia spa art. 1-bis del D.L. 5 ottobre 2004, n. 249 convertito, con modificazioni, dalla

Dettagli

6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello

6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello 6. Sgravio contributivo contrattazione secondo livello 6.1 Riferimenti normativi Legge n. 247/2007 - art. 67; Decreto Ministero dell Economia e Finanze del 7 maggio 2008 (G.U. del 31/7/2008); Circolare

Dettagli

TuttoInps. Le pensioni. La pensione di vecchiaia per i lavoratori dipendenti. Sommario

TuttoInps. Le pensioni. La pensione di vecchiaia per i lavoratori dipendenti. Sommario TuttoInps Le pensioni La pensione di vecchiaia per i lavoratori dipendenti Sommario NEL SISTEMA CONTRIBUTIVO... 2 NEL SISTEMA RETRIBUTIVO... 3 NEL SISTEMA MISTO... 4 LA DOMANDA... 4 LA DECORRENZA... 4

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c.

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c. Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Prestazioni e Contributi Direzione Prestazioni Previdenziali MESSAGGIO N. 1 DEL 15/02/2008

Dettagli

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA LE PENSIONI NEL 2006 Gli aggiornamenti sugli aspetti di maggior interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Secondo l art., comma 1, della legge 29/5/82,

Dettagli

IL REDDITO DI ATTIVAZIONE

IL REDDITO DI ATTIVAZIONE IL REDDITO DI ATTIVAZIONE Finalità In attuazione dell art. 2, comma 124, della legge 23 dicembre 2009, n. 191 e del comma 4 dell art. 1.1 della Legge provinciale sul lavoro, il Reddito di Attivazione concorre

Dettagli

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Definiti i contributi IVS 2015 di artigiani e commercianti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la circ. 4.2.2015 n. 26, l'inps ha comunicato

Dettagli

La previdenza obbligatoria dei lavoratori dipendenti. Dott. Massimo Brisciani

La previdenza obbligatoria dei lavoratori dipendenti. Dott. Massimo Brisciani La previdenza obbligatoria dei lavoratori dipendenti Dott. Massimo Brisciani Requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia art. 2 D.Lgs. 503/1992 Si acquisisce il diritto alla pensione al compimento

Dettagli

FONDO PENSIONE APERTO PIONEER INVESTIFUTURO

FONDO PENSIONE APERTO PIONEER INVESTIFUTURO Pioneer Investment Management SGRpA Società appartenente al Gruppo rio UniCredito Italiano Iscritto all Albo dei Gruppi ri 1. DATI DELL ISCRITTO MODULO RICHIESTA LIQUIDAZIONE (lavoratori Autonomi) FONDO

Dettagli

NEWS INCA LODI speciale Manovra Monti

NEWS INCA LODI speciale Manovra Monti DISPOSIZIONI URGENTI PER LA CRESCITA, L EQUITA E IL CONSOLIDAMENTO DEI CONTI PUBBLICI Questo dovrebbe essere il testo che va in discussione alle camere diverso in alcuni punti dal testo riportato sul precedente

Dettagli

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi

LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2. Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi ASPI e MINI ASPI LEGGE 92 DEL 28/6/2012 ART. 2 Cessazioni dal 1/1/2013 Nuove indennità di disoccupazione: ASPI e mini-aspi sostituiscono disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali disoccupazione

Dettagli

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro

OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro LINEA DI PRODOTTO PREVIDENZA PA OGGETTO: disegno di legge in materia di riforma del mercato del lavoro Nei giorni scorsi è stato varato dal Governo il disegno di legge recante disposizioni in materia di

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Nota 28 maggio 2015, n.3667

Istituto Nazionale Previdenza Sociale. Nota 28 maggio 2015, n.3667 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Nota 28 maggio 2015, n.3667 Inoltro HERMES: Pensioni delle gestioni private. Avvio della campagna RED ITA e RED EST. Raccolta delle

Dettagli

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima Sistema retributivo = anzianità pari o superiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema misto = anzianità inferiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema contributivo = chi inizia per la prima volta a lavorare dal

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI PER I LAVORATORI DIPENDENTI COSA SONO I versamenti volontari hanno lo scopo di consentire ai lavoratori che hanno cessato l'attività di aumentare il numero

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 02/07/2015

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 02/07/2015 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 02/07/2015 Circolare n. 130 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET)

FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) FONDO AUTOFERROTRANVIERI O FONDO TRASPORTI (ET) Il Fondo di previdenza per il personale addetto ai pubblici servizi di trasporto è sostitutivo dell' Assicurazione generale obbligatoria (AGO). A questo

Dettagli

OGGETTO: COLLOCAMENTI A RIPOSO DAL 01/09/2015 PERSONALE DELLA SCUOLA. INDICAZIONI OPERATIVE

OGGETTO: COLLOCAMENTI A RIPOSO DAL 01/09/2015 PERSONALE DELLA SCUOLA. INDICAZIONI OPERATIVE Prot. n. 4279 /AA25 CIRCOLARE DOCENTI N. 99 del 18 /11/2014 CIRCOLARE ATA N. 95 del 18 /11/2014 A TUTTI I DOCENTI AL PERSONALE ATA (entrambe le sedi) OGGETTO: COLLOCAMENTI A RIPOSO DAL 01/09/2015 PERSONALE

Dettagli