PSICOLOGIA INVESTIGATIVA. Classe di laurea L-24 del MIUR: Scienze e tecniche psicologiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PSICOLOGIA INVESTIGATIVA. Classe di laurea L-24 del MIUR: Scienze e tecniche psicologiche"

Transcript

1 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Laurea triennale / Baccalaureato PSICOLOGIA INVESTIGATIVA Classe di laurea L- del MIUR: Scienze e tecniche psicologiche Regolamento Approvata dal Consiglio di Istituto in data 12 giugno Titolo di accesso Data la peculiarità formativa e professionale del percorso di laurea, costituirà criterio preferenziale di selezione il possesso di una laurea di durata almeno triennale (o di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto equipollente in base alla normativa vigente) nei seguenti settori scientifico disciplinari: classe delle lauree in Scienze dei servizi giuridici (L-1); classe delle lauree in Scienze dell amministrazione e dell organizzazione (L-1); classe delle lauree in Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-); classe delle lauree in Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace (L-7); classe delle lauree in Sociologia (L-0); costituiranno titolo preferenziale anche le c.d. lauree vecchio ordinamento con titoli di laurea equiparati o equipollenti alle classi di laurea appena sopraelencate. Per i laureati con elevata preparazione, risultante dalle conoscenze e competenze certificate nel curriculum, provenienti da percorsi formativi non perfettamente coerenti con i requisiti richiesti al presente punto, è prevista la presentazione di un dettagliato curriculum vitae et studiorum e il superamento di una prova di ammissione. In alternativa ai requisiti sopra descritti, e in casi del tutto eccezionali e particolari da valutare singolarmente, lo studente potrà accedere al CdL anche senza un titolo accademico se in possesso di almeno 0 CFU convalidati in base allo specifico percorso accademico e/o professionale (la convalida dei CFU sarà svolta dalla Commissione IUSVE in base al Regolamento Accademico attualmente vigente). 2. Piano di studi Il Piano di studi del CdL triennale/baccalaureato in Psicologia Investigativa è composto da 180 CFU, suddivisi in 0 CFU per ogni semestre, per un totale di (sei) semestri di lezione e quindi di (tre) anni accademici. Esso è articolato in: insegnamenti di base ( CFU) insegnamenti caratterizzanti l ambito della psicologia investigativa ( CFU) insegnamenti integrativi ( CFU) insegnamenti opzionali (10 CFU)

2 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) laboratori (2 CFU) tirocinio (10 CFU) tesi (10 CFU) I laboratori potranno avere al massimo studenti: il gruppo dei 70 studenti verrà quindi diviso in due sottogruppi (il primo semestre un gruppo effettuerà il laboratorio A e un gruppo il laboratorio B e il secondo semestre viceversa). Il Piano di studi del CdL triennale/baccalaureato in Psicologia Investigativa si compone delle seguenti discipline. Tab. 1 (Piano di studi) Tipo di attività formativa Insegnamenti di base CFU Insegnamenti caratterizzanti l'ambito della psicologia investigativa CFU Insegnamenti integrativi CFU Ambito disciplinare Insegnamento CFU/ECTS Psicologia generale Psicologia generale Psicologia sociale 10 Psicologia sociale Psicologia della religione e movimenti settari Psicologia dello sviluppo Psicologia dello sviluppo Psicologia dinamica Psicologia dinamica Psicologia clinica 10 Psicologia clinica e di comunità Psicologia dell emergenza Psicopatologia generale 10 Psicopatologia forense Psicopatologia delle dinamiche familiari Psicologia giuridica 8 Psicologia giuridica Lineamenti di diritto penale e procedura penale Criminologia 1 Criminologia Elementi di vittimologia Elementi di criminalistica Elementi di medicina legale Storia della criminalità e della eversione Storia della criminalità e della eversione Metodi e tecniche della psicologia investigativa 8 Comunicazione, mediazione e negoziazione Metodi, tecniche e tecnologie dell investigazione criminologica Elaborazione e requisiti delle Elaborazione e requisiti delle prove prove psicodiagnostiche psicodiagnostiche Psicodiagnostica forense 10 Test strutturati

3 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Attività consistenti in seminari, tirocini, laboratori, ricerche ed esercitazioni dello studente 2 CFU Attività a scelta dello studente Prova finale Test proiettivi Psicologia fisiologica 10 Elementi di biologia e di genetica Fondamenti interdisciplinari della psicologia Fondamenti anatomo-fisiologici dell attività psichica Sociologia giuridica, della devianza e del mutamento sociale Epistemologia della ricerca Etica e deontologia professionale Antropologia filosofica e culturale Laboratorio 2 Psicologia della testimonianza Esame del minore e ascolto protetto Letteratura criminologica Psicopedagogia della prevenzione dell abuso e del maltrattamento Descrizione e analisi della scena del crimine Corsi opzionali 2 10 Tirocinio accademico 10 Tesi Piano di studi suddiviso per anni Insegnamenti di base Psicologia generale Psicologia dello sviluppo Psicologia sociale Psicologia dinamica Insegnamento Insegnamenti caratterizzanti Psicologia giuridica Criminologia applicata Lineamenti di diritto penale e procedura penale Elementi di criminalistica Primo anno 9 CFU CFU ECTS in aula in FAD Insegnamenti integrativi Elaborazione e requisiti delle prove psicodiagnostiche

4 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Epistemologia della ricerca Antropologia filosofica e culturale Laboratori Letteratura criminologica Psicologia della testimonianza Insegnamento Insegnamenti di base Psicopatologia forense Psicologia clinica e di comunità Psicopatologia delle dinamiche familiari Psicologia della religione e movimenti settari Secondo anno 1 CFU CFU ECTS Insegnamenti caratterizzanti l'ambito della psicologia investigativa Elementi di vittimologia Elementi di medicina legale Storia della criminalità e della eversione Comunicazione, mediazione e negoziazione Metodi, tecniche e tecnologie dell investigazione criminologica Insegnamenti integrativi Psicodiagnostica forense: test strutturati Psicodiagnostica forense: test proiettivi Fondamenti anatomo-psicologici dell attività psichica Laboratori Esame del minore e ascolto protetto Psicopedagogia della prevenzione dell abuso e del maltrattamento Insegnamento 2 Terzo anno 0 CFU CFU ECTS in aula in aula in FAD 10 in FAD Insegnamenti di base Psicologia dell emergenza Insegnamenti caratterizzanti l'ambito della psicologia investigativa Lineamenti di diritto penale e procedura penale Comunicazione, mediazione e negoziazione Insegnamenti integrativi Elementi di biologia e genetica Sociologia giuridica, della devianza e del mutamento sociale Etica e deontologia professionale Laboratori Descrizione e analisi della scena del crimine Esami opzionali

5 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Opzionale 1 Opzionale 2 Tirocinio Tesi Organizzazione.1 Percorso formativo Come previsto dal Regolamento didattico del Dipartimento di Psicologia (PSE), gli studenti in possesso di una laurea triennale o vecchio ordinamento, otterranno la convalida di 0 CFU, secondo lo schema qui indicato: CFU di insegnamenti di base = CFU di Psicologia dell emergenza CFU di insegnamenti caratterizzanti l ambito della psicologia investigativa = 2 CFU di Lineamenti di diritto penale e procedura penale e CFU di Comunicazione, mediazione e negoziazione 1 CFU di insegnamenti integrativi = CFU di Elementi di biologia e genetica, CFU di Sociologia giuridica, della devianza e del mutamento sociale e CFU di Etica e deontologia professionale CFU di laboratori = CFU di Descrizione e analisi della scena del crimine 10 CFU di esami opzionali 10 CFU di tirocinio 10 CFU di tesi Quindi, con la convalida di 0 CFU per gli studenti già in possesso di una laurea, il percorso di laurea triennale (180 CFU) potrà articolarsi sui primi due anni accademici, ovvero i primi quattro semestri, avendo già ottenuto la convalida dei CFU inseriti nei due semestri del terzo anno. Oltre a questa convalida di 0 CFU, sarà possibile, soltanto per gli appartenenti all Arma dei Carabinieri, e analizzando caso per caso, convalidare ulteriori CFU legati ad abilità professionali specialistiche, in particolare per corsi seguiti presso il centro ISTI di Roma, per un massimo di 20 CFU e per discipline non già convalidate..2 Ammissione Possono iscriversi al CdL in Psicologia investigativa coloro che sono in possesso di una Laurea almeno triennale; studenti non laureati che hanno ottenuto la convalida di almeno 0 CFU dalla Commissione riconoscimento crediti IUSVE, secondo la modalità di seguito indicata. Il corso di laurea avrà un numero massimo di 70 (settanta) posti disponibili, dei quali 0 (cinquanta) riservati a personale proveniente dall Arma dei Carabinieri e 20 (venti) a civili. Verrà attivato al raggiungimento di almeno 0 (quaranta) iscritti dell Arma dei Carabinieri e di 10 (dieci) iscritti civili.. Immatricolazioni Le immatricolazioni per l anno accademico si apriranno il 29 luglio 201. Per immatricolarsi è necessario consegnare (o inviare tramite posta raccomandata) alla Segreteria Generale IUSVE di Venezia Mestre (via dei Salesiani 1) la Domanda di Immatricolazione, debitamente compilata ed accompagnata da: fotografie formato tessera (firmate sul retro);

6 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) fotocopia di un documento di identità valido; diploma di maturità in originale o certificato di laurea; ricevuta di versamento di 100 tramite bonifico bancario a Istituto Universitario Salesiano Banco Popolare IBAN IT2 W con causale Tassa di iscrizione corso di laurea PSI ; curriculum vitae aggiornato; certificato degli esami sostenuti durante precedenti percorsi universitari; Inoltre, per gli studenti appartenenti all Arma dei Carabinieri: certificazione dei corsi frequentati presso l ISTI fotocopia del tesserino dell Arma. La domanda di immatricolazione prevede anche che lo Studente abbia preso visione e dichiari di accettare il Progetto culturale dello IUSVE ed il Regolamento Generale dello IUSVE, consultabili sul nostro sito. La data ultima per l immatricolazione è il 1 ottobre 201. Nel caso venga raggiunto prima il numero massimo previsto di iscritti, verrà attivata una lista di attesa secondo l ordine di presentazione della domanda.. Svolgimento del corso e struttura del calendario Il corso si svolgerà presso la sede dello IUSVE, in via dei Salesiani 1 a Venezia Mestre. Il Consiglio di corso, valutata la convalida di 0 CFU derivanti da lauree pregresse ha proposto un articolazione del calendario delle lezioni in quattro semestri nei quali verranno erogati i corsi previsti dal piano di studi in grado di consentire: una funzione formativa di base per l acquisizione delle conoscenze caratterizzanti i diversi ambiti delle discipline psicologiche; un loro adeguato inquadramento nel contesto delle scienze umane e biologiche; l acquisizione dei metodi e delle procedure di indagine e di ricerca scientifica in campo psicologico. Il quinto e il sesto semestre (III anno) saranno dedicati ad eventuali recuperi dei corsi non convalidati. Il programma della laurea triennale (180 CFU) per studenti con 0 CFU convalidati, si articolerà in 11 moduli (2 ore di lezione in presenza in giornate) per anno accademico, così suddivisi: Venerdì dalle ore 1:0 alle ore 20:00 ( ore di lezione) Sabato dalle ore 9:00 alle 1:00 e dalle ore 1:00 alle ore 18:00 (8 ore di lezione) Domenica dalle ore 9:00 alle 1:00 e dalle ore 1:00 alle ore 18:00 (8 ore di lezione) Lunedì dalle ore 8:0 alle ore 12:0 ( ore di lezione). Calendario delle giornate di lezione del I anno (A.A ): Open day = 21 settembre 201 Modulo 01 = ottobre 201 Modulo 02 = novembre 201 Modulo 0 = dicembre 201 Modulo 0 = gennaio 201 Modulo 0 = febbraio 201 Modulo 0 = marzo 201 Modulo 07 = aprile 201 Modulo 08 = maggio 201

7 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Modulo 09 = giugno 201 Modulo 10 = luglio 201 Modulo 11 = settembre 201 Modulo 09 = giugno 201 Modulo 10 = luglio 201 Modulo 11 = settembre 201. Modalità di frequenza Per ogni CFU vengono erogate ore di lezione: di queste, circa l 80% viene svolto in presenza dal Docente; le rimanenti saranno svolte in modalità a distanza, mediante l utilizzo della piattaforma online appositamente predisposta dallo IUSVE; saranno tenute, normalmente, dal Docente medesimo e da un Tutor. Le modalità saranno indicate all inizio di ogni corso. La frequenza alle attività didattiche e formative è obbligatoria secondo i criteri seguenti: lo Studente ha l obbligo di frequentare almeno 2/ delle lezioni in presenza di ciascun corso; per i Laboratori la frequenza è obbligatoria al 100%; eventuali assenze giustificate, per un massimo di ore, dovranno essere recuperate su indicazioni del Docente; tirocinio: viene richiesto il completamento di tutto il monte ore previsto..7 Esami e prova finale Per le modalità di svolgimento degli esami e della prova finale ci si riferisce a quanto stabilito nel Regolamento Generale. In particolare lo Studente potrà sostenere l esame solo se in regola con i pagamenti e se avrà espletato l obbligo di frequenza previsto. La particolare conformità del CdL in Psicologia investigativa prevede lo svolgimento dell esame a conclusione di ciascun corso, secondo le modalità indicate dal docente e dal Consiglio di Corso. Per la prova finale o tesi di laurea, si rinvia a quanto stabilito nel Regolamento Generale IUSVE e nel Vademecum per la preparazione della tesi - IUSVE..8 Tasse universitarie Ciascuno Studente del CdL in Psicologia investigativa è tenuto al pagamento delle seguenti tasse di iscrizione e di frequenza: 100 ogni anno (tassa di iscrizione) 2.00 ogni anno (tassa di frequenza) pagabili in rate con scadenza ottobre, dicembre, marzo e maggio di ogni anno (le date precise sono indicate nel Calendario Generale IUSVE) A seguito dell accordo con l Arma dei Carabinieri, agli studenti Militari dell Arma viene applicata la riduzione del 27% circa sulle tasse di frequenza (il costo annuale sarà quindi di anziché 2.00). Per quanto riguarda l entrata nello status di studente fuori corso si rinvia a quanto prescritto nel Regolamento Generale dello IUSVE, come pure per le indicazioni relative ai pagamenti, ad eventuali ritardi, ecc.

8 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Procedura di convalida dei CFU per esami universitari pregressi (e/o altri corsi).1 Convalida CFU per esami universitari La Commissione per il Riconoscimento Crediti, analizzata la pregressa carriera universitaria e il curriculum vitae dello Studente richiedente, determina con giudizio insindacabile, secondo i criteri approvati dal Consiglio di Corso, quanti e quali CFU vengono riconosciuti, ed indica il periodo di frequenza minimo indispensabile per il conseguimento della Laurea triennale in Psicologia investigativa..2 Commissione per il Riconoscimento dei Crediti Formativi Universitari In data 1 giugno 201 il Preside ha istituito la Commissione per il Riconoscimento dei Crediti Formativi Universitari per il CdL in Psicologia investigativa. La Commissione è formata dai proff. Nicola Giacopini, che la presiede, e dai proff. Fabio Benatti, Marco Monzani, Renzo Barduca.. Richiesta di valutazione della carriera pregressa in vista di una possibile immatricolazione Per gli studenti che prima di una possibile immatricolazione desiderano conoscere il numero di CFU eventualmente convalidabili, è attivato questo servizio presso lo IUSVE secondo le modalità di seguito indicate. Per accedere a questo servizio è necessario consegnare alla Segreteria Generale dello IUSVE di Venezia Mestre: il modulo Richiesta di riconoscimento Crediti Formativi Universitari (utilizzando l apposito modulo disponibile sul sito; copia cartacea (non originale) della documentazione relativa alla propria carriera universitaria; curriculum vitae aggiornato e sottoscritto; copia della ricevuta di pagamento di 0 (tramite bonifico bancario) indicando come causale: Diritti di Segreteria. Nel caso di immatricolazione nell anno al corso di laurea IUSVE, la somma di 0 sarà decurtata dalla prima rata delle tasse universitarie. Questi gli estremi per il bonifico: Bonifico Bancario: Conto Intestato a Istituto Universitario Salesiano - Banco Popolare IBAN IT2 W (ricordarsi di indicare con chiarezza il nominativo dello studente e la causale). La documentazione richiesta, tutta in forma cartacea, va consegnata alla Segreteria Generale in un unica soluzione, altrimenti non verrà inoltrata alla Commissione. La Commissione Riconoscimento Crediti del Corso di Laurea corrispondente invierà all interessato, tramite , di norma entro 7 giorni lavorativi dalla ricezione della documentazione completa, la scheda con la valutazione e l indicazione dei CFU convalidati. Il giudizio della Commissione è insindacabile. La data ultima entro la quale può essere presentata la richiesta di riconoscimento dei Crediti Formativi Universitari è il 1 ottobre 201. Si ribadisce che gli studenti già immatricolati hanno diritto alla valutazione e convalida di eventuali CFU senza il pagamento di 0 per i diritti di Segreteria: potranno richiedere la valutazione al momento dell immatricolazione, consegnando la documentazione sopra indicata, o comunque tramite l apposito modulo entro il 1 ottobre 201.

9 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Direzione e coordinamento Direttore del Corso di Laurea in Psicologia investigativa Prof. Nicola Giacopini. Consiglio di Corso Prof. Nicola Giacopini, Prof. Fabio Benatti, Prof. Mario Magrini, Prof. Marco Monzani. Commissione riconoscimento crediti Prof. Nicola Giacopini, (Presidente), Prof. Renzo Barduca, Prof. Fabio Benatti, Prof. Marco Monzani. Tutor didattico Dott.ssa Pierangela Pasqualetto

10 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) Status giuridico dello IUSVE Lo IUSVE Istituto Universitario Salesiano Venezia (la cui precedente denominazione, fino al 2 settembre 2011 era SISF Scuola Superiore Internazionale Salesiana di Scienze della Formazione), avente sede a Venezia Mestre, in via dei Salesiani 1, è Istituto Universitario aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione dell Università Pontificia Salesiana (UPS) di Roma, (decreto di aggregazione della Congregatio de Institutione Catholica della Santa Sede, prot. N. 197/200 del e del ); i titoli accademici di Baccalaureato/Laurea triennale, Licenza/Laurea Magistrale e Master dello IUSVE sono rilasciati dalla Università Pontificia Salesiana (UPS) di Roma; l Università Pontificia Salesiana (UPS) Pontificia Studiorum Universitas Salesiana di Roma, cui lo IUSVE è aggregato, è una Università di Diritto Pontificio dipendente dalla Santa Sede. È stata canonicamente eretta dalla Congregazione per l Educazione Cattolica con Decreto del maggio 190, prot. n. 2/0; l Università Pontificia Salesiana (UPS), cui lo IUSVE è aggregato, è legalmente riconosciuta dallo Stato Italiano per il rilascio di Lauree e Titoli Universitari Superiori a norma dell articolo 0 del Concordato tra la Santa Sede e l Italia e di altre norme e disposizioni di legge. (Art. 1 della legge 19 gennaio 192, n.8 e Art. 7 del R.D. maggio 192, n.108); i titoli di Licenza e Dottorato rilasciati dalla Università Pontificia Salesiana (UPS) di Roma, Facoltà di Scienze dell Educazione, cui lo IUSVE è aggregato, sono considerati equipollenti al diploma di Laurea in Psicologia rilasciato dalle Università italiane, ai fini dell ammissione all esame di Stato per l esercizio della professione di psicologo (D.M Università e Ricerca Scientifica e Tecnologica, 2 gennaio 1990); le Università di Diritto Pontificio, rappresentate dallo Stato Città del Vaticano, fanno parte del Processo di Bologna; lo IUSVE ha attivato i Corsi di Baccalaureato (Laurea triennale) in Psicologia, in Scienze dell educazione Educatore Sociale, in Scienze e tecniche della Comunicazione grafica e multimediale; lo IUSVE ha attivato i Corsi di Licenza (Laurea magistrale) in Psicologia clinica e di comunità, in Comunicazione integrata e design; in Governance del welfare sociale. sono attivi i Master universitari di primo livello in Counselling educativo, in Criminologia, Psicologia investigativa e Psicopedagogia forense, in Pedagogia della complessità: gestione dell emergenza educativa, Psicologia dello sport, in Coordinatori psicopedagogici dei servizi per la prima infanzia, Prevenzione e riabilitazione dei disturbi alimentari nell'adolescenza e il corso di Perfezionamento in Mediazione familiare e sociale. Lo IUSVE è promosso e gestito dallo IUS Istituto Universitario Salesiano, Ente Ecclesiastico con personalità giuridica, approvato con Decr. Ministro dell Interno in data 19 gennaio 2012, iscritto al n. 29 del registro delle persone giuridiche della Prefettura /UTG di Venezia. Venezia Mestre, 1 giugno 201 Renzo Barduca Segretario Generale

11 aggregato alla Facoltà di Scienze dell Educazione Via dei Salesiani, Mestre (VE) D O M A N D A D I I M M A T R I C O L A Z I O N E L A U R E A T R I E N N A L E D I P S I C O L O G I A I N V E S T I G A T I V A sottoscritt A.A Cognome Nome Nat a il Indirizzo CAP Città Prov. Tel. 1 Cell. Cell Professione Cod. Fisc. Scuola Superiore Città Anno Laurea Città Anno Chiede l iscrizione alla Laurea triennale / Baccalaureato in Psicologia investigativa Dichiara di aver preso visione e di accettare il Progetto Culturale e il Regolamento Generale degli Studenti. Autorizza lo IUSVE, ai sensi della L.7/9, D.Lgs 19/200 e successive modificazioni, al trattamento delle informazioni personali contenute in questo formulario limitatamente agli adempimenti necessari per lo svolgimento delle attività. Dichiara di essere militare dell Arma dei Carabinieri Data Firma Allega alla presente domanda Tre fotografie formato tessera (firmate sul retro); fotocopia di un documento di identità; diploma di maturità in originale o certificato di laurea; curriculum vitae aggiornato; certificato degli esami sostenuti durante precedenti percorsi universitari; ricevuta di versamento di 100 tramite bonifico bancario a Istituto Universitario Salesiano Banco Popolare IBAN IT2 W con causale Tassa di iscrizione corso di laurea PSI ; Inoltre, per gli studenti appartenenti all Arma dei Carabinieri: o fotocopia del tesserino dell Arma o certificazione dei corsi frequentati presso l ISTI

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012

FORMULARIO. Allegato 2) REGIONE TOSCANA. P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Allegato 2) REGIONE TOSCANA P.O.R. FONDO SOCIALE EUROPEO CRO 2007/2013 anno 2012 Direzione Generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze FORMULARIO Area Istruzione e educazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI

RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Spett/le ITALCONCILIA - Associazione Mediatori Professionisti Segreteria Generale Corso Europa, 43-83031 Ariano Irpino (Av) RICHIESTA ISCRIZIONE NELL ELENCO DEI CONCILIATORI Il/La sottoscritto/a, nato/a

Dettagli

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento contiene le norme organizzative, amministrative e disciplinari alla cui osservanza sono tenuti

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli