Il MiBAC al servizio dei cittadini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il MiBAC al servizio dei cittadini"

Transcript

1 Direzione Generale per la Valorizzazione del patrimonio culturale Il MiBAC al servizio dei cittadini FORUM P.A. Il Forum della Pubblica Amministrazione Roma, maggio 2012 Nuova Fiera di Roma

2 Il MiBAC al servizio dei cittadini FORUM P.A. Il Forum della Pubblica Amministrazione Roma maggio 2012 Nuova Fiera di Roma

3 Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale Direttore Generale Mario Resca Servizio II - Comunicazione e Promozione del Patrimonio Culturale Direttore del Servizio Mario Andrea Ettorre Roma, maggio 2012 Progettazione e realizzazione stand, opuscolo, materiali grafici Organizzazione convegni e incontri allo stand a cura di Antonella Mosca Salvatorina Depalo, Marina Fabiani, Massimo Gatti, Cinzia Raffio, Maria Siciliano, Massimo Spadoni Rapporti con i media Vassili Casula Comunicazione multimediale Francesca Lo Forte Supporto operativo allo stand Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio Coordinatore per la Comunicazione: Anna Maria Romano

4 S O M M A R I O Presentazione Mario Resca Minicifre della cultura : per una lettura sintetica e trasversale dell offerta e della domanda di cultura in Italia...7 Adelaide Maresca Compagna I portali tematici nel Sistema Archivistico Nazionale (SAN): un approccio tematico all informazione...9 Mauro Tosti Croce Conoscere per condividere: dalla carta alle reti informative al Sistema Archivistico Nazionale...12 Marina Giannetto Il Portale della Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti culturali e il Diritto d Autore per la Valorizzazione della Via Francigena...16 Alfredo Esposito, Adriana Martinoli Il portale delle biblioteche in rete. Cataloghi e collezioni digitali delle biblioteche italiane Laura Ciancio CulturaItalia (www.culturaitalia.it)...23 Sara Di Giorgio I progetti europei...25 Il progetto LIA Libri Italiani Accessibili...27 Maschere e Paesaggi...30 Isabella Cianfarani La Pubblica Amministrazione per la pubblicizzazione e l ammodernamento dei Musei: l Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia e il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari...33 Francesco Floccia, Paolo Maria Guarrera I Servizi Educativi del Museo e del Territorio...36 Vademecum della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici dell Abruzzo...38 Il patrimonio culturale della Basilicata. Forme innovative di partecipazione e promozione...48 Attilio Maurano, Elvira Pica Catasto Onciario...53 I caruselli : elemento costruttivo tipico dell edilizia storica calabrese...54 Caterina Gattuso Dematerializzazione dei procedimenti di verifica legati all attività di tutela paesaggistica e architettonica della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Salerno e Avellino...58 Giovanni Villani Trasparenza Linee Guida Sui Siti Internet, Adempimenti...63 Annamaria Abbamonte Il SITAR uno strumento della pubblica amministrazione per la governance del territorio...66 Mirella Serlorenzi La raccolta cartografica...68 Roberto Santamaria Colombo/Colón - Un uomo tra vecchio e nuovo mondo...70 Roberto Santamaria L arte a portata di click, un opportunità per i nuovi viaggiatori : il progetto MuseiD-Italia...71 Manuela Rossi Cultura e turismo, opportunità reciproche...75 Marina Mengarelli, Michela Mengarelli Esempi di buone pratiche : Accordi e Convenzioni stipulate dalla Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici delle Marche per la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale regionale...79 Marina Mengarelli, Michela Mengarelli Presentazione del DVD L energia dell acqua...81 Antonietta Santilli

5 I Tempi del Sacro. Testimonianze della religiosità nel Sannio attraverso i secoli...83 a cura della Soprintendenza per i beni archeologici del Molise, della Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici del Molise e della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici del Molise Il sistema informativo integrato della Soprintendenza Archivistica per la Puglia...85 Carla Palma Al suono della campanella - Frammenti di vita scolastica in Maremma dalle origini sino al Maddalena Corti, Fiorenza Gemini Il risorgimento in Maremma. Fatti e personaggi...89 Maddalena Corti, Fiorenza Gemini L Archivio storico del Cantiere Navale Luigi Orlando di Livorno...90 Gloria Mazzi, Daniela Tazzi Progetto: l Archivio di Stato di Lucca attraverso il QR Code...93 Elisabetta Piccioni, Marina Brogi Nuovo sito web della SBSAE di Siena e Grosseto...95 Maria Mangiavacchi Guida digitale del Museo Nazionale dell Umbria...97 Marco Saioni Centro Espositivo Multimediale dell Archeologia del Veneto (CEMA)...99 Ufficio URP - Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto Il Contact Center del MiBAC CCTPC - Il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale Il Consiglio d'europa e la valorizzazione del patrimonio culturale europeo attraverso le sue principali Convenzioni culturali ed il programma degli Itinerari culturali europei INVITALIA Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa IL MiBAC E GLI OPERATORI DI SETTORE percorsi condivisi ALTAIR 4 - Rome MVR ARTCHIVIUM - Progetto nazionale i-mibac. La nascita dello smartphone ARTCHIVIUM ITALIAMOBILE. L unità di tre istituzioni ARTCHIVIUM - Progetto i-mibac CINEMA. I grandi Festival e il cineturismo CENTRICA -Progetto Uffizi Touch e XLknowledge GOOGLE - Progetto Arte HERITY INTERNATINAL - Qualità e Innovazione per il Patrimonio Culturale Certificazione Internazionale Herity per Pompei ILLUSIONETWORK - Il progetto Voyager e il viaggio nel tempo Fabrizio Terranova PARALLELO - Musei di Firenze App su iphone/ipad sviluppate in collaborazione con il MiBAC PROMO PA FONDAZIONE - Lu.Be.C. Digital Technology SARTECH - SARCH TECNOLOGY - Salvaguardie per la valorizzazione sostenibile dei beni culturali. Il Progetto SARCH SARTECH - SARCH TECNOLOGY - Il laboratorio mobile SARTECH - SARCH TECNOLOGY - Il Progetto Archeostar Sperimentazione congiunta DGV del MiBAC e dipartimento DIAEE dell Università SAPIENZA di Roma SPAZIOE VISIVO - Olivia ed Hendrik. Due anime una passione TECHVISION SISTEMI MULTIMEDIALI Museo Archeologico Nazionale di Firenze Le guide multimediali TUELV - Iuvanum in Realtà Virtuale Aumentata - Guida turistica multimediale UNICITY - La Tuscia Farnese...154

6 Il MiBAC al servizio dei cittadini La cadenza annuale del FORUM P.A. è un opportunità da non perdere, sia perché è una straordinaria occasione di contatto tra i diversi soggetti protagonisti della scena amministrativa del Paese (cittadini, amministrazioni pubbliche centrali e locali, aziende) sia perché induce la singola amministrazione a riflettere sulla propria missione e sull organizzazione, a rileggere i percorsi progettuali ma anche le singole attività secondo un ottica che di anno in anno può cambiare ma che mantiene fede all assunto fondamentale di porre il cittadino al centro dell interesse. Il soddisfacimento della domanda di efficienza e di efficacia, insomma di qualità, dei servizi pubblici e amministrativi in senso lato rappresenta un obiettivo fondamentale da raggiungere. I progetti del MiBAC presentati quest anno trattano tematiche e concetti sempre più discussi negli ultimi anni come qualità dei servizi per rendere più facile la vita a cittadini ed imprese, buona gestione e scambio di buone pratiche per la lotta agli sprechi, interoperabilità e cooperazione applicativa basata sull uso intelligente delle nuove tecnologie, progettualità territoriale che contribuisce a costruire una rete di maggiore competitività dell intero sistema-paese, comunicazione pubblica per rafforzare il rapporto tra cittadini ed istituzioni, risorse umane indipendenti, competenti e qualificate, ma soprattutto motivate dal bene comune. Non sembra di poco rilievo il fatto che, pur in situazioni di bilancio oggettivamente difficili, nell Amministrazione dei beni culturali la spinta ad ammodernare l erogazione dei servizi amministrativi sia stata negli ultimi anni tanto dinamica e vitale. Le numerose iniziative messe in atto in ambito sia centrale che territoriale sono i segnali di una capacità di cogliere la domanda di maggiore efficienza che viene dal mondo dei cittadini e delle imprese. L erogazione dei servizi amministrativi, nel caso del MiBAC, è strettamente connessa a quella dei servizi culturali, che oltre a tante altre connotazioni hanno anche quella di essere veri e propri servizi pubblici. Non è un caso che la tematica della qualità dei servizi sia stata posta al centro non solo della riflessione delle strutture del MiBAC, ma anche della realizzazione di progetti e, in via preliminare, dell adeguamento normativo. Si può quindi considerare ormai in via di positivo compimento quel vasto processo di modernizzazione che il legislatore aveva voluto indicare come obiettivo del MiBAC, nella riforma organizzativa del 2004: allineare tutte le strutture, centrali e territoriali, a standard lavorativi innovativi, mediante l uso massiccio delle nuove tecnologie, con l obiettivo della semplificazione amministrativa, del risparmio di risorse umane e materiali, della trasparenza nei confronti del cittadino. Quindi un amministrazione vicina ai cittadini, che eroga servizi di qualità e che, attraverso una maggiore efficienza, è anche più autorevole e più efficace nell esercizio delle funzioni istituzionali di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio;

7 far conoscere sul territorio le iniziative ed i servizi offerti globalmente (patrimonio e attività culturali) e rendere disponibili tutte le informazioni culturali attualmente poco accessibili o del tutto sconosciute. La comunicazione e l informazione quindi sono viste quali componenti strategiche per il raggiungimento della missione istituzionale, con la consapevolezza che informare vuol dire tutelare, conservare e rendere fruibile un patrimonio comune a tutti rappresentato dai beni e anche dalle attività culturali; dare la possibilità di accedere ai servizi on-line ai cittadini, rendendo concreto il diritto sancito dal Codice della P.A. digitale; valorizzare al massimo il capitale umano, operando nell ambito della formazione continua, utilizzando le tecniche più moderne, ma anche perseguendo l obiettivo di realizzare modalità lavorative più rispondenti ai bisogni e alle aspettative. D altra parte, l aggravarsi della crisi, la precarietà del futuro individuale e collettivo, la sempre più debole speranza di un uscita a breve dal tunnel pongono certamente l Amministrazione pubblica di fronte a vecchi e nuovi nodi con una crescente responsabilità. Se questo è certamente vero, appare sempre più evidente, però, che il modo più efficace per superare questa fase estremamente critica sia agire nella direzione di una grande apertura delle pubbliche amministrazioni verso il mondo del privato in grado di dare un importante contributo all innovazione e all economia imprenditoriale del Paese. Mario Resca Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale

8 SEGRETARIATO GENERALE Servizio I - Coordinamento e Studi Minicifre della cultura : per una lettura sintetica e trasversale dell offerta e della domanda di cultura in Italia Adelaide Maresca Compagna Rappresentare con dati quantitativi, e non solo descrittivi, il patrimonio Segretariato Generale Segretario Generale: culturale nazionale, le attività del Ministero (e degli altri soggetti attivi Antonia Pasqua Recchia nel settore), le risorse finanziarie e umane disponibili, la frequentazione dei siti e degli eventi, l utilizzazione dei servizi costituisce un e- Tel /2433 Via del Collegio Romano, Roma Fax sigenza sempre più avvertita a livello nazionale e internazionale e un obiettivo al quale la nostra Amministrazione cerca di rispondere da tempo, sia pure con diversi livelli di approfondimento e di diffusione. Servizio I Coordinamento e Studi Le numerose tabelle relative a Musei, monumenti, aree archeologiche, Biblioteche e Archivi di Stato, elaborate e pubblicate dall Ufficio Via del Collegio Romano, 27 Direttore: Gianni Bonazzi Roma di Statistica sulla base dei dati raccolti presso gli istituti periferici, costituisce di per sé un risultato consistente. Tel Fax Altre banche dati, gestite dalle Direzioni generali, dagli Istituti centrali, dal Segretariato raccolgono preziose informazioni sulla catalogazione, sulla tutela, sui prestiti, sulla sicurezza, sul personale ma sono state create, com è naturale, soprattutto per soddisfare esigenze amministrative e i dati che contengono non sono sempre consultabili dall esterno o, quando lo sono, non sono facilmente interpretabili dai non addetti ai lavori. Il progetto impostato nel 2009 dal Servizio I del Segretariato - anche su sollecitazione del Comitato tecnico-scientifico Economia della Cultura allora presieduto dal professor Walter Santagata e realizzato con continuità in questi ultimi tre anni, tende quindi ad offrire, in modo semplice e sintetico, in un opuscolo leggero di sole trentadue pagine, uno spaccato della cultura in Italia. Gli elementi caratteristici della pubblicazione dal titolo Minicifre della Cultura sono i seguenti: La prospettiva in cui ci si è posti nel presentare i dati è quella del lettore (ricercatore, operatore, amministratore o semplice cittadino), piuttosto che dell Amministrazione e della sua organizzazione, anche se naturalmente ci si sforza di mettere in rilievo la consistenza del patrimonio gestito dal MiBAC, le attività istituzionali, le iniziative, l impegno finanziario da esso sostenuto. Questo approccio sacrifica in qualche modo la presenza istituzionale dei singoli uffici (citati sommariamente fra le fonti) e semplifica talvolta argomenti che avrebbero bisogno di maggiori dettagli, ma rende più agile la consultazione. La nozione di cultura cui si è fatto riferimento è più ampia di quella tradizionale e comprende le industrie culturali: editoria e cinema (che rientrano a pieno titolo tra i campi d azione del Ministero), produzione discografica, radio e televisione, design, moda, enogastronomia. Una pagina è dedicata anche all accesso e all utilizzo di internet, veicolo importante di diffusione culturale. Un attenzione particolare è riservata alla partecipazione, alla condi- 7

9 visione della cultura, vista da due angolazioni: da una parte la misurazione quantitativa dell utenza, con riferimento agli effettivi frequentatori degli istituti e luoghi della cultura, delle mostre, degli spettacoli o agli acquirenti di libri e giornali; dall altra la percentuale di italiani che accedono a consumi culturali, rilevati nelle indagini multiscopo dell Istat effettuate su un campione significativo di famiglie italiane. I dati raccolti, per ciascun anno, sono attinti prevalentemente da fonti edite, pubbliche o private (Istat, siti di Ministeri, Siae, Aie, Fieg, Anica, Acri), o sono stati forniti direttamente dalle direzioni generali e dagli istituti del MiBAC, che hanno collaborato generosamente all iniziativa. In pochi casi, con riferimento al successo di iniziative espositive, editoriali, cinematografiche, si è fatto ricorso a dati forniti dagli stessi soggetti organizzatori o pubblicati da enti di ricerca privati e testate giornalistiche specialistiche. La pubblicazione in lingua inglese, scaricabile così come la versione italiana in formato pdf dal sito consente una diffusione internazionale dei dati raccolti. Il lavoro svolto presenta ampi margini di integrazione, ma consente fin d ora di acquisire un quadro conoscitivo di base sulla ricchezza e la varietà dell offerta culturale nazionale e sull impegno delle istituzioni pubbliche nel nostro Paese. 8

10 DIREZIONE GENERALE PER GLI ARCHIVI I portali tematici nel Sistema Archivistico Nazionale (SAN): un approccio tematico all informazione Mauro Tosti Croce I Portali temaici, presenti all'interno del Sistema Archivistico Nazionale (SAN) rispondono a una finalità eminentemente divulgativa: consentire a un ampio pubblico di utenti di accedere sul web a un ricco patrimonio archivistico, costituito da una pluralità di fonti (documentali, iconografiche, fotografiche, audiovisive) inerenti uno specifico tema. I Portali mettono pertanto a disposizione non solo le descrizioni archivistiche, ma anche una serie di informazioni aggregate intorno a diverse sezioni (quali, ad esempio, Protagonisti, Cronologia, Percorsi, Galleria multimediale). che costituiscono la necessaria cornice per avvicinare i non specialisti all'universo archivistico e per far comprendere diffusamente l'importanza della fonte archivistica per la ricerca storica. Direzione Generale per gli Archivi Direttore: Rossana Rummo Referente per la Comunicazione: Giancarlo Buzzanca Via Gaeta, 8a Roma Tel Fax Portale degli archivi d impresa Il Portale degli archivi d impresa, inaugurato il 24 giugno 2011 presso l Archivio centrale dello Stato, intende favorire l accesso al ricco patrimonio di fonti documentarie (testuali, fotografiche, sonore e audiovisive) prodotte dalle imprese italiane, conservate sia presso gli Archivi di Stato che presso enti pubblici e privati. Il portale consente inoltre di ripercorrere la storia industriale italiana attraverso sezioni dedicate a biografie di imprenditori e a cronologie a livello nazionale e territoriale, realizzate da un équipe di docenti della Bocconi e illustrate da materiali audiovisivi provenienti in prevalenza dagli archivi storici delle grandi, medie e piccole imprese italiane. Dal Portale si può accedere ad una web TV (ricca di oltre 500 film) sul cinema d impresa Cinemaimpresa.tv, esito di una convenzione con il Centro sperimentale di cinematografia-archivio nazionale cinema d impresa di Ivrea. Portale degli archivi della moda Il Portale degli archivi della moda è stato inaugurato il 14 novembre 2011 presso l Archivio di Stato di Roma e contiene i dati provenienti dai censimenti realizzati in varie regioni sotto il coordinamento delle rispettive Soprintendenze archivistiche, a cui si affianca la catalogazione e digitalizzazione di alcuni prodotti (abiti, calzature, accessori) conservati presso gli archivi di alcune tra le più importanti Case di moda del nostra paese, diventate i partner del progetto. Attraverso il Portale sono accessibili 180 soggetti conservatori, 238 complessi archivistici, prodotti digitalizzati, oltre a numerosi testi redazionali contenenti 9

11 tra l altro 85 biografie di stilisti italiani, la storia della moda italiana del Novecento articolata per decenni, 21 percorsi tematici dedicati agli aspetti più significativi della moda italiana, tutti arricchiti da oggetti digitali (immagini, filmati, fotografie), provenienti, oltre che da istituzioni quali la Camera Nazionale della Moda o Alta Roma, anche da soggetti come l Istituto Luce, Rai Teche e Fratelli Alinari. Portale degli archivi della musica Il Portale degli archivi della musica, inaugurato il 17 dicembre 2011 a Pescara e, al momento, limitato esclusivamente al Novecento, mette a disposizione dell utente la possibilità di accedere a 54 istituzioni che conservano nell insieme 120 archivi musicali. Sono inoltre presenti una storia della musica italiana organizzata per grandi temi (attualmente in fase di revisione), 100 biografie e 10 percorsi tematici, corredati da oltre 300 oggetti digitali che attestano la grande varietà delle tipologie documentarie presenti negli archivi musicali (partiture e spartiti manoscritti e a stampa, bozzetti, figurini, manifesti, programmi di sala, recensioni, ecc.). Da questo Portale è possibile accedere alla Rete degli archivi sonori della musica di tradizione popolare, realizzata in col- 10

12 laborazione con l Associazione Altrosud e finalizzata a raccogliere documenti etnomusicali relativi a tre regioni meriodinali: la Puglia, la Basilicata e la Campania. Reperite attraverso un indagine capillare che ha coinvolto non solo istituzioni pubbliche, ma anche soggetti privati, queste preziose testimonianze, riversate su supporto digitale, sono fruibili parzialmente sul web e integralmente presso gli Archivi di Stato con sede nei rispettivi capoluoghi di regione. Portale degli archivi per non dimenticare Inaugurato, il 9 maggio 2011, in diretta televisiva e alla presenza del Capo dello Stato, il Portale intende consegnare alle generazioni future la memoria dei fatti di terrorismo e criminalità organizzata, avvenuti in Italia dal 1946 in poi, tramite una documentazione in grado di costruire una storiografia il più possibile aliena da silenzi e omertà. L iniziativa si è potuta giovare, sin dall inizio, del sostegno della Presidenza della Repubblica, che ha consentito alla Direzione generale per gli archivi di porre, a base del Portale, il volume Per le vittime del terrorismo nell Italia repubblicana, edito nel 2008 dalla stessa Presidenza. Attualmente il Portale, che si avvale della collaborazione della Rete degli archivi per non dimenticare, promossa dall Archivio Flamigni e costituita dalle associazioni dei familiari delle vittime delle stragi, si sta spingendo oltre il tema del terrorismo, per approdare ad altri contenuti - vagliati da un comitato scientifico di esperti e storici - relativi alla criminalità organizzata, alle mafie e alla violenza politica. 11

13 DIREZIONE GENERALE PER GLI ARCHIVI ICAR ISTITUTO CENTRALE PER GLI ARCHIVI Conoscere per condividere: dalla carta alle reti informative al Sistema Archivistico Nazionale Marina Giannetto Direzione Generale per gli Archivi Direttore: Rossana Rummo Referente per la Comunicazione: Giancarlo Buzzanca Via Gaeta, 8a Roma Tel Fax ICAR Istituto Centrale per gli Archivi Direttore: Marina Giannetto Coordinatore per la Comunicazione: Paola Cagiano De Azevedo Via Sommacampagna, Roma Tel Fax SAN SIAS SIUSA Guida Generale Antenati. Gli archivi per la ricerca anagrafica Archivi della moda Archivi d impresa Archivio della musica Rete degli archivi per non dimenticare Territori Archivio Storico Multimediale del Mediterraneo L Istituto, nell ambito della propria attività, sviluppa e gestisce i sistemi informativi archivistici: Sistema Archivistico Nazionale (SAN) e Sistema Archivistico Statale (SAS - concepito come sistema aderente al Sistema Archivistico Nazionale (SAN) - e SIAS); elabora metodologie in materia di ordinamento e inventariazione di archivi storici, gestione e conservazione degli archivi in formazione, applicazione di nuove tecnologie; sviluppa piani e programmi finalizzati alla descrizione archivistica, alla normalizzazione dei criteri di descrizione, allo sviluppo e all interoperabilità fra sistemi informativi; cura l elaborazione di linee guida e standard per l acquisizione, il trattamento e la gestione delle immagini, l interoperabilità tra sistemi informativi; promuove l integrazione e condivisione delle risorse archivistiche informatizzate, la conoscenza e l applicazione di standard descrittivi e tecnologici, la cooperazione tra istituti archivistici. L Istituto si propone, inoltre, di ottimizzare i livelli qualitativi dei sistemi informativi archivistici, di promuovere e diffondere standard, linee guida, buone pratiche e materiali orientativi. Con queste finalità sviluppa e coordina progetti, iniziative e interventi di ricerca e di studio col supporto di commissioni e di gruppi di lavoro composti da esperti. E ancora, l Istituto collabora con numerose istituzioni pubbliche e private, partecipando a progetti intersettoriali e gruppi di studio. 12 La realizzazione di tali obiettivi obbliga all integrazione, alla condivisione e alla divulgazione delle risorse archivistiche attraverso la razionalizzazione, la normalizzazione e l interoperabilità dei sistemi e delle banche dati esistenti, recuperando anche cataloghi, indici, guide e inventari

14 cartacei del patrimonio archivistico. A tal fine è stato realizzato il Sistema archivistico nazionale (SAN) - nel quale i diversi sistemi informativi, statali e non, trovano un punto di incontro, coordinamento e integrazione - con l obiettivo sostanziale di far conoscere il patrimonio archivistico, pubblico e privato, rivolgendosi ad un utenza vasta e diversificata attraverso la mediazione di strumenti di ricerca e chiavi d accesso alle risorse archivistiche (catalogo dei conservatori, produttori, complessi documentari e strumenti di ricerca) e la realizzazione di portali e percorsi tematici, volti al consentire la fruizione diffusa, e al contempo metodologicamente corretta e contestualizzata, delle fonti archivistiche. In tal senso, il disegno unitario del SAN comporta la realizzazione del Portale archivistico nazionale (PAN), cui sono integrati sette portali tematici, e del Sistema archivistico statale (SAS). Il SAN consente, quindi, di aggregare le diverse realtà e particolarità territoriali, che si rispecchiano naturalmente nei patrimoni documentari e culturali presenti nelle istituzioni archivistiche italiane, in un ampio progetto unitario che permette la fruizione di risorse collettive al fine di cooperare alla conservazione di una memoria condivisa e allo sviluppo consapevole di una coscienza identitaria nazionale. In questa prospettiva la realizzazione del SAN si presenta come un sistema virtuoso di relazioni tra attori diversi della realtà archivistica del nostro Paese, impegnati nella costruzione del Portale Archivistico Nazionale (PAN), inaugurato nel dicembre del 2011 nel quadro di un Accordo Stato Regioni Enti Locali stipulato nel marzo 2010, il cui modello tiene conto non solo delle esperienze più avanzate maturate nel settore, ma, anche, delle disposizioni del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio che, in un regime di sussidiarità per ciò che attiene alla tutela del patrimonio, attribuisce alle Regioni compiti di cooperazione con lo Stato nella costruzione di sistemi di descrizione in rete del patrimonio culturale nel pieno rispetto della antica ed autorevole tradizione archivistica italiana. 13

15 14 Tale processo connesso alla presenza in Internet delle istituzioni archivistiche ha anche comportato una riflessione sul complesso rapporto tra il moderno concetto di informazione, che non è nato sul terreno delle scienze storiche, ma è proprio del mondo digitale e del web, e l impegno degli archivi ad evitare la marginalizzazione dal processo di sviluppo culturale e sociale trovando in esso una propria peculiare collocazione. Entro le coordinate del processo appena delineato, il Portale del Sistema Archivistico Nazionale (SAN) - The SAN Portal: a common gateway to Italian archival resources on the Web, come è stato recentemente definito - consente di mediare, e valorizzare attraverso meccanismi di interoperabilità, talune caratteristiche strutturali delle nostre reti informative : l accentuato policentrismo nella realizzazione dei sistemi informativi archivistici e una persistente disomogeneità metodologica e concettuale che pesa con forza nel processo in atto di transizione al digitale. Il Portale Archivistico Nazionale del SAN, dunque, la cui architettura concettuale recupera le istanze metodologiche che hanno improntato nel tempo i sistemi precedenti SIUSA, SIAS e Sistema Guida Generale degli Archivi di Stato Italiani), diventa strumento di raccordo e di accesso comune alle risorse archivistiche italiane presenti sul web. Oltre a garantire interoperabilità tecnica e semantica con i diversi sistemi informativi che rendono disponibili i propri contenuti e ad offrire un accesso unificato ad un unico serbatoio di informazioni attraverso il catalogo delle risorse archivistiche, il catalogo dei conservatori, produttori, complessi documentari e strumenti di ricerca, - cuore del Portale definito dall acronimo CAT SAN, popolato attraverso un omonimo tracciato di scambio oramai divenuto lo standard nazionale di comunicazione con SAN unitamente a NIERA EPF, le Norme italiane per l elaborazione dei record di autorità archivistici di enti, persone, famiglie, e a METS SAN, il set di Metadati per la gestione degli Oggetti Digitali; oltre a garantire la fruizione degli oggetti digitali sedimentati nella Digital Library e a dare visibilità a percorsi e portali tematici integrati nel PAN, il Sistema si propone come spazio di confronto per la promozione e lo sviluppo di metodologie di lavoro comuni, aperto alla cooperazione con gli altri sistemi dei Beni Culturali come è il caso della integrazione del SAN nel Portale della Cultura tramite l utilizzo del profilo applicativo PICO mappato con il tracciato di scambio CAT SAN - nel porre le basi di un sistema integrato di conoscenza. Attualmente i dati presenti nel catalogo delle risorse archivistiche del SAN sono i seguenti :

16 6.436 soggetti conservatori di archivi; soggetti produttori di archivi; complessi archivistici; strumenti di ricerca. Nel SAN, inoltre, si integrano numerosi Portali e Percorsi Tematici - e questo finisce con il potenziare gli scenari che la dimensione digitale e il web offrono alla valorizzazione dei beni culturali rispetto a quelle offerte dal mondo analogico - modulati su di un inedito concetto di biblioteca Digitale on line, non più o solo rappresentazione digitale di un archivio, ma deposito ibrido, meta-archivio virtuale, repository strutturato di risorse culturali, dotato di forme di accesso integrate e trasversali in grado di superare i limiti della frammentazione del patrimonio. Tali portali sono di volta in volta dedicati all Archivio Storico Multimediale del Meditarraneo, che conserva e cataloga oltre documenti in formato immagine utili ad illustrare la storia dei paesi dell area del Mediterraneo, agli Archivi di architetti e ingegneri, alla Genealogia e alla Storia sociale, agli Archivi della Moda, alla Rete degli Archivi d impresa, agli Archivi della Musica, alla Rete degli Archivi dei Movimenti e ai Catasti, mentre sono ancora allo stato di progetto i percorsi dedicati all Arte e Cultura, alla Cartografia Storica, alle Fonti Ebraiche, alle Donne, all Inquisizione, alla Sanità, alla Scienza, allo Spettacolo, allo Sport e alla Scuola. Gli stessi con approcci teorici e bagagli metodologici differenziati, ma sempre assolutamente coerenti con sintassi, modelli e standard di descrizione condivisi dalla comunità archivistica, propongono il recupero di storia, storie e anche vicende legate alla memoria collettiva del nostro Paese attraverso le tracce sedimentate nel vastissimo patrimonio archivistico italiano. 15

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL

PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL CONSERVAZI ONE ED ACCESSI BI LI TÀ I N NTERNETDICOLLEZI ONIAUDI OVI SI VE I PHILIPPE PONCIN INSTITUT NATIONAL DE L AUDIOVISUEL 1. IL RUOLO DELLE BIBLIOTECHE AUDIOVISIVE Il fine principale è la conservazione

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020. Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020

Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020. Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020 Orientamenti sulla valutazione ex ante dei Programmi 2014-2020 Il sistema di indicatori nella programmazione 2014-2020 Simona De Luca, Anna Ceci UVAL DPS Roma 11 luglio 2013 Indice 1. Indicatori: un modo

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale

Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale Manifesto IFLA Per la Biblioteca Multiculturale La biblioteca multiculturale Porta di accesso a una società di culture diverse in dialogo Tutti viviamo in una società sempre più eterogenea. Nel mondo vi

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Trento 20 maggio 2011 1 Il Consorzio SBCR Atto Costitutivo 31 Luglio 1997 Il Consorzio per il sistema bibliotecario dei Castelli Romani è nato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli