INDICE. MyHOME Integrazione e controllo delle funzioni Caratteristiche generali Schemi di collegamento

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. MyHOME Integrazione e controllo delle funzioni Caratteristiche generali... 488 Schemi di collegamento... 538"

Transcript

1 INDICE Caratteristiche generali Schemi di collegamento

2 CARATTERISTICHE GENERALI Integrazione delle funzioni: i vantaggi L integrazione tra le varie funzioni presenta i seguenti due vantaggi: Creazione di funzioni evolute. Alcuni esempi: accensione delle luci quando l Antifurto segnala un allarme, diminuzione automatica del volume della musica diffusa al sopraggiungere di una chiamata citofonica, la disattivazione del riscaldamento di un ambiente all apertura di una finestra. Possibilità di controllare tutte le funzioni presenti nell abitazione mediante dispositivi di controllo centralizzato. In questo modo, sarà possibile controllare localmente tutti i sistemi installati utilizzando un solo dispositivo posizionato per esempio in corridoio o in sala. Quando invece si è lontano da casa si potrà effettuare il controllo remoto Video Display e gestire le funzioni di utilizzando un PC o un dispositivo mobile connesso ad Internet. L integrazione si effettua per mezzo di apposite interfacce che provvedono a connettere tra loro i BUS dei vari impianti. Nell immagine sottostante sono rappresentati i dispositivi per il controllo locale dei sistemi. _Screen 0 Local Display _Screen 3,5 Comando Nighter PC con software MHVisual Comando speciale 488

3 Modalità di integrazione Sono possibili 2 modalità di Integrazione tra funzioni dispositivi Gateway con protocollo integrazione: e funzioni basate su altri protocolli di comunicazione TCP/IP e/o Open Integrazione tra diversi impianti e di comunicazione. In questo Web Net di BTicino. tecnologie (per esempio caso sono disponibili dispositivi BUS SCS e radio ZigBee); di interfacciamento dedicati e Integrazione tra impianti myhome Videocitofonia e videocontrollo nora termoregolazione Interfaccia SCS/SCS controllo lan Interfaccia SCS/SCS Automazione controllo carichi energia diffusione sonora diffusione sonora luci TV/SA Antifurto tvcc termoregolazione termoregolazione www irrigazione controllo contr lan Nodo Audio/Video (o Matrice multicanale) diffusione sonora termoregolazione controllo Diffusione sonora lan termoregolazione controllo carichi energia Gestione energia controllo luci lan tvcc controllo carichi www energiairrigazione In funzione degli impianti caso non sia possibile, impiegando Automazione che dispongono di installati, l integrazione è garantita interfacce d integrazione. cablaggi specifici che si integrano automaticamente dall impiego dello È il caso per esempio dell impianto attraverso l impiego di un apposita stesso cablaggio a BUS oppure, nel Antifurto e dell impianto interfaccia. luci Integrazione tra impianto myhome e applicazioni con protocolli diversi Esempio di integrazione tra il Sistema integrato Protocollo di comunicazione Open Web Net sistema e dispositivi Dispositivi con protocollo DALI con protocollo DALI mediante protocollo di comunicazione Open Web Net. lan controllo controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione Altre applicazioni domotiche 489 tvcc

4 Caratteristiche generali Dispositivi di integrazione e interfacciamento L integrazione tra le funzioni è resa disponibile: dall interfaccia SCS/SCS art. F422; dall interfaccia SCS/ZigBee art. L/N/ NT/HC/HS/HD4578. può anche essere integrato con impianti e dispositivi con tecnologie e protocolli diversi, utilizzando in particolare: particolari gateway TCP/IP, come il web server F454 opportunamente configurato, per l integrazione d impianti con protocolli di terzi (per esempio Mitsubishi e Daikin); interfacce art. F426 (SCS/EIB), art. F429 (SCS/DALI) e art per l integrazione di prodotti con protocolli specifici come EIB, DALI e dispositivi di climatizzazione con controllo a IR. interfaccia art. F450 per l integrazione con impianti e dispositivi con protocollo Bacnet attraverso il protocollo Open Web Net. ESEMPIO DI Interfacce per integrazione con standard e protocolli diversi Interfaccia SCS/EIB Gateway TCP/IP Interfaccia F422 Interfaccia per gestione Splitter Interfaccia SCS/DALI 490

5 Integrazione delle funzioni AUTOMAZIONE E GESTIONE CARICHI, VISUALIZZAZIONE CONSUMI, TERMOREGOLAZIONE L integrazione tra queste funzioni l alimentazione elettrica. indipendenti), questi possono essere si effettua senza l impiego di Se comunque si desidera mantenere connessi tra loro con l interfaccia interfaccia in quanto i dispositivi separati i due impianti (per esempio F422 in modalità separazione fisica: condividono lo stesso cavo BUS e per utilizzare alimentazioni elettriche MOD = 6. Automazione diffusione sonora termoregolazione Comando luci Gestione energia controllo diffusione sonora lan Comando tapparelle controllo carichi termoregolazione energia Sonda temperatura luci controllo controllo lan diffusione sonora controllo carichi Attuatore 2 relè energia termoregolazione diffusione sonora controllo luci Luci tvcc www termoregolazione www carichi controllo BUS SCS Attuatore dimmer tvcc lan Sonda temperatura diffusione sonora diffusione sonora lan termoregolazione controllo carichi termoregolazione energiacontrollo luci lan Attuatore termoregolazione controllo tvcc controllo carichi lan wwwenergia irrigazione Attuatore termoregolazione controllo carichi luci tvcc luci www tvcc irrigazione irrigazione Tapparelle Calorifero Calorifero energia 49 www irrigazione

6 Caratteristiche generali Integrazione delle funzioni VIDEOCITOFONIA E DIFFUSIONE SONORA Anche per le funzioni Videocitofonia e Diffusione sonora l integrazione è garantita dall impiego dello stesso cavo BUS; inoltre i rispettivi impianti condividono gli stessi dispositivi di distribuzione Audio/ video (Nodo Audio/Video art. F44 e Matrice multicanale art. F44M). L alimentazione elettrica è comune per entrambi gli impianti. Quando viene attivato il posto esterno, l impianto di diffusione sonora attenua il volume delle sorgenti stereo per permettere di udire il suono del campanello, l audio ritornerà al volume originario quando verrà riagganciata la cornetta del posto interno. Inoltre, è possibile impiegare il posto interno videocitofonico per diffondere, tramite gli amplificatori, un messaggio negli ambienti (funzione ricerca persone). Impianto Videocitofonia Impianto Diffusione sonora iffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi energia diffusione lucisonora tvcc termoregolazione www videoc irrigaz Amplificatore ad incasso Diffusore sonoro Videocitofono Polyx Memory Display Matrice multicanale Posto esterno Telecamera esterna Sintonizzatore radio Ingresso RCA 492

7 azione INTEGRAZIONE TRA FUNZIONI MOD=4 Modalità Antifurto DIVERSE (IMPIANTI CON Utilizzare questa modalità quando ALIMENTAZIONE ELETTRICA si vuole integrare l impianto DEDICATA) Automazione oppure l impianto Si descrivono in queste pagine Videocitofonia (eventualmente l impiego dell interfaccia art. F422 integrato con Diffusione Sonora) con per l integrazione di impianti con l impianto Antifurto. cablaggio ed alimentazione elettrica dedicata. Il dispositivo può essere configurato in 3 modalità. Antifurto: MOD = 4 (*) Separazione galvanica: MOD = 0 Separazione fisica: MOD = 6 Impianto Antifurto diffusione sonora termoregolazione controllo Impianto Antifurto lan diffusione sonora controllo carichi energia luci termoregolazionetvcc www controlloirrigazione OUT OUT interfaccia SCS MOD=4 interfaccia SCS MOD=4 IN IN diffusione sonora Impianto termoregolazione controllotermoregolazionelan diffusione sonora Automazione controllo carichi controllo diffusione energia sonoralan Impianto Impianto Diffusione termoregola luci tvcc controllo carichi sonora NOTA (*): il numero presente nel termine MOD rappresenta il valore del configuratore numerico da inserire nella posizione MOD dell interfaccia per predisporla nella specifica modalità di interfacciamento. 493

8 Caratteristiche generali Integrazione delle funzioni MOD=0 separazione galvanica Questa modalitàdeve essere utilizzata quando si deve interfacciare l impianto Automazione o l impianto Gestione energia con l impianto Videocitofonia o Diffusione sonora. Impianto Impianto Automazione utomazione diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi diffusione energia sonora luci termoregolazione tvcc videocitofo ww OUT interfaccia SCS MOD=0 IN MOD=6 separazione fisica Questa modalità raggruppa le caratteristiche della modalità espansione fisica, descritta nella sezione AUTOMAZIONE con le caratteristiche della modalità separazione galvanica ed è utilizzabile per impianti con dispositivi predisposti per la configurazione virtuale. Ogni impianto può essere connesso sia al morsetto OUT che al morsetto IN dell interfaccia. L interfaccia F422 in questa modalità può anche essere utilizzata per integrare l impianto Automazione con l impianto Gestione energia qualora si desideri mantenere separati i rispettivi BUS ed indipendenti le alimentazioni elettriche di ogni impianto. Impianto AUTOMAZIONE Impianto GESTIONE ENERGIA diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo c OUT interfaccia SCS MOD=6 termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione IN 494

9 IMPIEGO DI PIÙ INTERFACCE CON DIVERSE MODALITÀ Le due modalità descritte possono essere utilizzate insieme per integrare diversi impianti ed eseguire funzioni avanzate. Per esempio, l integrazione dell impianto Videocitofonia con Automazione e Antifurto permette di visualizzare con il monitor del posto interno video, le aree della casa in stato di allarme; contemporaneamente, con l attivazione della sirena, si attiva anche l accensione automatica di tutte le luci dell abitazione. Impianto Impianto Antifurto ione diffusione sonora termoregolazione controllo diffusione sonora lan controllo carichi termoregolazione energia luci controllo tvcc lan www OUT interfaccia SCS MOD=0 OUT interfaccia SCS MOD=4 IN IN diffusione sonora termoregolazione controllo la Impianto Automazione 495

10 Caratteristiche generali Integrazione delle funzioni È possibile realizzare un impianto con tre interfacce per collegare un impianto Automazione con estensione fisica (interfaccia con MOD=6) e un impianto Antifurto (interfaccia con MOD=4) ad un montante unico. Ognuno di questi, se necessario, può poi essere ampliato oppure interfacciato all impianto Videocitofonia o Diffusione sonora tramite altre interfacce. E il caso per esempio di una villa composta da più piani di grandi dimensioni. Impianto Impianto Automazione Antifurto diffusione sonora termoregolazione diffusione sonora controllo termoregolazione lan controllo carichi energia controllo luci lan OUT I = - I2 = - I3 = - OUT I4 = 2 MOD = 6 IN I = - I2 = - I3 = - I4 = MOD = 4 IN Impianto IP Automazione OUT diffusione sonora termoregolazione controllo lan contr I = - I2 = - I3 = - I4 = MOD = 2 IN 496

11 ESTENSIONE RADIO DI UN IMPIANTO A BUS Il sistema a BUS, in particolare l impianto Luci e Automazione, può essere integrato, attraverso una specifica interfaccia art. HC/HD/HS/L/N/NT4578/N, a dispositivi di comando alimentati a batterie del Sistema Radio ZigBee per la gestione degli attuatori a BUS. Questa soluzione è particolarmente vantaggiosa nel caso non sia possibile installare dispositivi di comando a BUS in posizioni difficilmente raggiungibili dal cablaggio. IMPIANTO AUTOMAZIONE a BUS Comando Luci Interfaccia SCS/ZigBee Attuatore luce Comando radio luci 497

12 Caratteristiche generali Integrazione di con sistemi e protocolli diversi Per integrare il sistema MyHome con sistemi aventi protocolli di comunicazione diversi, sono disponibili i seguenti dispositivi: gateway TCP/IP, come il web server F454 opportunamente configurato, per l integrazione d impianti con protocolli di terzi (per esempio Mitsubishi e Daikin); interfacce art. F426 (SCS/EIB), art. F429 (SCS/DALI) e art per l integrazione di prodotti con protocolli specifici come EIB, DALI e dispositivi di climatizzazione con controllo a IR. interfaccia art. F450 per l integrazione con impianti e dispositivi con protocollo Bacnet attraverso il protocollo Open Web Net. Questo protocollo è stato appositamente progettato da BTicino per lo scambio di informazioni e comandi con dispositivi compatibili con questo linguaggio. Per ulteriori informazioni vedere il sito o consultare le prossime pagine della seguente guida. Esempio di integrazione di e dispositivi con protocollo DALI mediante interfaccia dedicata diffusione sonora termoregolazione controllo controllo carichi lan energia luci tvcc www irrigazione Attuatore Ai dispositivi DALI Impianto 498

13 Tramite i comandi è possibile gestire tutte le funzioni del sistema Mitsubishi sia in modo centralizzato, utilizzando dispositivi touch screen, che localmente agendo sulle sonde od i termostati di ogni singola zona dell impianto. La comunicazione tra i dispositivi ed il gateway di Mitsubishi è effettuata dal Web Server art. F454 appositamente configurato come gateway. Per ulteriori dettagli consultare il sito bticino.it. Esempio di integrazione di con dispositivi Mitsubishi Soggiorno _Screen 0 Unità interna da soffitto Cucina Unità interna da soffitto Termostato digitale Camera Unità interna da soffitto Termostato digitale Switch Ethernet Switch Ethernet Centrale 99 zone Gateway GB-50ADA Web Server F

14 Caratteristiche generali Controllo degli impianti Il sistema BTicino permette di supervisionare e controllare la propria abitazione o il proprio ufficio in totale sicurezza e riservatezza. Il controllo può avvenire in locale, cioè dall interno dell abitazione, o da remoto, cioè da un luogo diverso da dove è installato l impianto. controllo locale Il sistema permette di comandare e controllare l impianto, mediante l utilizzo di comandi con diffusione sonora termorego ione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione funzionalità base ed evolute. È il caso per esempio del comando scenari che permette di gestire con un unico gesto più dispositivi all interno della casa (tende, tapparelle, luci...). Comando scenari ipad con App MyHome BTicino controllo CON PC E IPAD È inoltre possibile supervisionare e comandare l impianto attraverso l uso di un PC con software MHVISUAL e un ipad con l App MyHome BTicino. Nella community MyOpen, disponibile al seguente indirizzo è possibile trovare diverse applicazioni realizzate da terzi per effettuare il controllo di con le più svariate modalità. PC con software MHVisual L App MyHome BTicino è disponibile esclusivamente nell Apple Store di Apple nelle versioni: - DEMO gratuita per applicazioni limitate; - a pagamento per tutte le funzioni di MyHome. 500

15 Controllo remoto Il sistema permette di controllare e supervisionare l impianto da remoto tramite portale _Web o con collegamento Internet punto-punto. Il sistema, estremamente veloce, riservato e sicuro, permette così di controllare la propria abitazione da qualsiasi altro luogo, consentendo inoltre di implementare le funzioni di videocontrollo domestico e di supervisione dell impianto Antifurto (con l invio di SMS o con allegato). Il collegamento remoto può avvenire in due differenti modalità: Portale _Web: piattaforma virtuale per servizi di telegestione dedicata agli utenti che dispongono di un impianto equipaggiato con i dispositivi BTicino per la connessione da remoto (web server oppure centrale con comunicatore). _Web si rivolge agli installatori e agli utilizzatori; i primi potranno offrire ai propri clienti un servizio di teleassistenza e diagnostica dell impianto a distanza, gli utilizzatori potranno controllare da remoto con un cellulare o un PC connesso ad Internet tutte le funzioni del proprio impianto domotico, quali per esempio, l attivazione di telecamere per il controllo visivo della casa, la ricezione di messaggi videocitofonici quando in casa non c è nessuno, l attivazione dell impianto o del riscaldamento. Collegamento punto-punto: attraverso la linea ADSL ed Internet, si accede all impianto stabilendo una connessione diretta termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione Collegamento punto-punto Accesso mobile Internet Web Server Internet all indirizzo ad IP fisso del Web server presente nell impianto. Il controllo delle funzioni domotiche si effettua tramite pagine WEB dedicate. Internet 50

16 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo locale L impianto può essere gestito da diverse interfacce, da quelle più semplici come il comando base, a quelle più evolute come i TOUCH SCREEN. Con un solo comando sono gestite funzioni semplici come l accensione di una luce e funzioni evolute come gli scenari (che permettono con un solo tocco di accendere luci, alzare tapparelle, accendere la diffusione sonora, impostare la temperatura ecc..) COMANDI CON SENSORI CAPACITIVI Dispositivi con pulsanti costituiti da sensori capacitivi. Ogni zona corrispondente ad un tasto è contrassegnata al centro da un LED illuminato che aumenta di intensità luminosa quando l utente vi appoggia il dito per azionare il comando. È prodotto nelle versioni a 3 e 4 moduli da incasso, rispettivamente a 6 e 8 tasti. Comando 4 moduli Whice Comando 3 moduli Nighter COMANDI A SFIORAMENTO A 2 O 3 MODULI Questo dispositivo è in grado di inviare comandi di attuazione e regolazione per funzioni di illuminazione (ON/OFF, Dimmer, temporizzazioni ecc.), diffusione sonora e semplicemente sfiorando la superficie del comando. Comando Soft Touch 2 moduli 502

17 Comandi a infrarossi Ricevitore IR e nuovo telecomando IR: il ricevitore permette di aggiungere o sostituire al comando manuale, il comando a distanza tramite il telecomando a raggi infrarossi. Ricevitore IR Telecomando IR Ai pulsanti del telecomando è possibile associare comandi destinati ad attuatori ad relè per carichi singoli, 2 relè per carichi doppi (motore di serranda etc.), gestire scenari, e agire sui sistemi di diffusione sonora e. Comando protetto da codice Con il dispositivo realizzato per l inserimento/disinserimento del sistema Antifurto è possibile, se impiegato nell impianto Automazione, gestire comandi base e evoluti protetti ed attivabili mediante badge a transponder. Comando protetto da codice Transponder 503

18 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo locale SENSORI DI PRESENZA E ILLUMINAMENTO Utilizzando sensori IR serie Green Switch e sensori presenti anche nella gamma Lighting Management è possibile gestire, in un impianto MyHome, l illuminazione in funzione della presenza di persone e della quantità di luce naturale. Ciò assicura due vantaggi: maggior efficienza energetica riducendo lo spreco di energia attraverso una gestione intelligente dei corpi illuminanti: si avrà così la luce necessaria al momento giusto e nell ambiente dove è richiesta. Le diverse modalità di funzionamento impostabili da configurazione permettono all utente di ottenere diversi livelli di efficienza energetica. confort e benessere. I nuovi sensori consentono di incrementare il comfort degli utilizzatori mediante l accensione automatica della luce nel momento in cui si accede ad Sensori di presenza e illuminamento un locale e il mantenimento del livello di illuminamento desiderato in funzione delle condizioni ambientali esterne. Sensore di movimento a infrarossi passivi - MODALITÀ AUTO - Local Display Dispositivo di controllo e comando, con tecnologia TOUCH SCREEN OLED per le funzioni di Automazione (gestione scenari), Termoregolazione, Visualizzazione consumi, Gestione carichi e Diffusione sonora del sistema. Display energy base Local display DISPLAY ENERGY BASE Dispositivo per la visualizzazione dei dati di energia prodotta o consumata e di controllo e visualizzazione dello stato dei carichi elettrici gestiti dall impianto Controllo carichi. _Screen 3,5 _Screen 3,5 È un comando di ambiente per tutte le funzioni di. È possibile ad esempio accendere e spegnere le luci, abbassare o alzare le tapparelle, comandare l irrigazione del giardino, regolare la temperatura nei vari ambienti, ecc., attivare automaticamente scenari secondo condizioni logiche o temporali. Il display si presenta con una home page all interno della quale sono rappresentate graficamente le applicazioni che si possono gestire. Toccando l icona dell applicazione che si vuole gestire (es. illuminazione), comparirà una pagina nella quale saranno state inserite e personalizzate le icone relative ai punti luce. Sempre con un semplice tocco sull icona prescelta, la lampada o le lampade ad essa associate si accenderanno o si spegneranno. 504

19 _Screen 0 Grazie allo schermo LCD 6/9 da 0, con tecnologia Touch Screen, è sufficiente sfiorare con un dito le icone dalla grafica semplice ed intuitiva per gestire l impianto elettrico, l impianto videocitofonico, la multimedialità (foto, audio, video) e la connessione ad Internet. L utente può personalizzare il propio profilo direttamente dal display, navigare in modo semplice tra le varie stanze, gestire e controllare la casa. Gestione completa di tutto l impianto Grazie alla gestione semplice e integrata di tutte le funzionalità: domotica MyHome,, videocontrollo, a portata di mano. Sempre connessi Una finestra sul mondo per essere sempre aggiornati. Grazie alla connessione Internet è possibile navigare sul web. Estetica integrabile ovunque Un design che si adatta ai tuoi gusti e al tuo stile e una nuova ergonomia declinata in due colorazioni, bianco e nero. Tutto per offrirti un esperienza unica anche grazie alla facilità di installazione a parete. Tasti per funzioni videocitofoniche SD Card USB 505

20 Caratteristiche generali Software per il controllo delle funzioni domotiche Oltre all impiego dei dispositivi di comando è possibile controllare le funzioni domotiche utilizzando un particolare applicativo (*) che offre un interfaccia grafica facilmente personalizzabile. Il programma, installabile in un VIDEO TOUCH SCREEN o un PC generico, permette, infatti, di creare una rappresentazione grafica dell impianto da controllare nel quale i dispositivi reali sono rappresentati con l ausilio d icone prestabilite e personalizzabili. In qualsiasi momento è possibile controllare lo stato dell impianto illuminazione, e, di implementare il videocontrollo domestico e di gestire gli scenari memorizzati. MHVISUAL dialoga con l impianto tramite l utilizzo di un gateway MyHome (es. Web server art. F454). Video Touch Screen con programma MHVISUAL Nota (*): articolo MHVISUAL (BTicino) 506

21 Video Display e Video Station Dispositivi realizzati appositamente per gestire le funzioni di Videocitofonia, il VIDEO DISPLAY e la VIDEO STATION se installati in impianti integrati (Automazione con Videocitofonia, Antifurto, Termoregolazione ecc.) sono in grado di gestire le funzioni domotiche mediante l attivazione di menù personalizzabili visualizzati su uno schermo LCD a colori. Per quanto riguarda le funzioni di Automazione entrambi i dispositivi permettono di attivare da un apposito menù, gli scenari memorizzati nel Modulo scenari F420. Questo dispositivo non è TOUCH SCREEN. Video Station Video Display 507

22 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo locale tabella di scelta dei dispositivi in base alle funzioni controllate COMANDO BASE COMANDO SPECIALE COMANDO SOFT TOUCH COMANDO 8 tasti TELECOMANDO FUNZIONI SVOLTE H4652/2 L4652/2 AM5832/2 H4652/3 L4652/3 AM5832/3 H465M2 L465M2 AM583M2 HD4653M2/3 HC4653/2/3 HS4653/2/3 H/LN HD4654 HC4654 HS4654 L/N/NT4654N ON /OFF ciclico ILLUMINAZIONE Comando ON/OFF con controllo intensità luminosa Comandi generali, d ambiente, di gruppo Comandi temporizzati AUTOMAZIONE Comando tapparelle SU/GIÙ in modalità normale SU/GIÙ in modalità sicura Comandi generali, d ambiente, di gruppo GESTIONE SCENARI Richiamo scenari memorizzati nel modulo scenari F420 Attivazione scenari memorizzati nel programmatore scenari MH200N (configuratore CEN) ANTIFURTO Inserimento, disinserimento impianto e parzializzazione DIFFUSIONE SONORA TERMOREGOLAZIONE ON /OFF amplificatore, cambio brano e regolazione volume Visualizzazione temperatura e gestione delle zone RISPARMIO ENERGETICO Controllo e visualizzazione consumi Gestione carichi anti black-out VIDEOCITOFONIA Controllo e comando delle funzioni videocitofoniche comando elettroserratura e luce scale comando elettroserratura e luce scale comando elettroserratura e luce scale MULTIMEDIALITA Visualizzazione di contenuti multimediali presenti in rete (Radio IP e Media Server) 508

23 COMANDO GREEN SWITCH TASCA PORTABADGE LETTORE TRANSPONDER COMANDO CAPACITIVO NIGHTER E WHICE COMANDO SCENARI HC/HD/HS4658 HC/HD/HS4659 L/N/NT4658 L/N/NT4659 H4648 H4649 LN4648 LN4649 HD4607 HC4607 HS4607 L/N/NT4607 HD4657M3/4 HC4657M3/4 HS4657M3/4 HD4680 HC4680 HS4680 L4680 N4680 NT

24 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo locale tabella di scelta dei dispositivi in base alle funzioni controllate LOCAL DISPLAY _Screen 3,5 _Screen 0 FUNZIONI SVOLTE HD489 HC489 HS489 L489 N489 NT489 H4890 LN4890 MH4892 MH4893 ON /OFF ciclico ILLUMINAZIONE Comando ON/OFF con controllo intensità luminosa Comandi generali, d ambiente, di gruppo Comandi temporizzati AUTOMAZIONE Comando tapparelle SU/GIÙ in modalità normale SU/GIÙ in modalità sicura Comandi generali, d ambiente, di gruppo GESTIONE SCENARI Richiamo scenari memorizzati nel modulo scenari F420 Attivazione scenari memorizzati nel programmatore scenari MH200N (configuratore CEN) ANTIFURTO Inserimento, disinserimento impianto e parzializzazione DIFFUSIONE SONORA TERMOREGOLAZIONE ON /OFF amplificatore, cambio brano e regolazione volume Visualizzazione temperatura e gestione delle zone RISPARMIO ENERGETICO Controllo e visualizzazione consumi Gestione carichi anti black-out VIDEOCITOFONIA Controllo e comando delle funzioni videocitofoniche comando elettroserratura e luce scale MULTIMEDIALITA Visualizzazione di contenuti multimediali presenti in rete (Radio IP e Media Server) 50

25 POSTI INTERNI VIDEOCITOFONICI VIDEO TOUCH SCREEN /2/3 H4687 Visualizzazione stato sistema e segnalazione di allarme Visualizzazione stato sistema e segnalazione di allarme () Visualizzazione immagini dalle telecamere 5

26 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo locale Sistemi di gestione scenari I dispositivi di comando illustrati nelle pagine precedenti possono essere configurati per attivare, ad esempio con la sola pressione di un pulsante, più utenze contemporaneamente. Questa funzione, definita scenario viene svolta in abbinamento all impiego di particolari dispositivi in grado di memorizzare o programmare tutte le singole attivazioni che costituiscono la situazione ambientale di confort e/o di risparmio energetico da replicare. Un esempio di scenario è l attivazione di alcune luci ad un determinato livello di luminosità e dal posizionamento di alcune tapparelle per vedere la TV o leggere un libro, secondo lo stile di vita dell utente. I dispositivi citati sono i seguenti: Modulo scenari F420 a due moduli DIN per la memorizzazione di 6 scenari. Programmatore scenari MH200N per la creazione e gestione di scenari evoluti, dipendenti anche da eventi temporali, stato degli impianti e altro. _Screen 0 diffusione sonora Comando Green Switch e sensore illuminamento/movimento Programmatori scenari MH200N Touch Screen Comando Nighter e Whice diffusione sonora termoregolazione controllo 52

27 Oltre alle funzioni luci e tapparelle, entrambi i dispositivi possono gestire applicazioni di diffusione sonora, termoregolazione e. Il programmatore scenari art. MH200N è in grado di gestire anche funzioni Antifurto. Comando speciale diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc w Video Station (*) Modulo scenari F420 Comando Soft Touch Local display Comando 8 tasti Comando scenari protetto con transponder (*) ontrollo carichi energia luci tvcc www irrigazione Comando scenari NOTA (*): attualmente questi dispositivi non possono attivare scenari gestiti dal programmatore scenari MH200N. 53

28 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo locale Programmatore scenari mh200n Il dispositivo esegue gli scenari programmati tramite software a seguito dei seguenti principali eventi di attivazione, disattivazione, blocco o sblocco: Pressione di un pulsante di comando (configurato in modalità CEN); Accensione o spegnimento di una luce (ad eccezione dei punti luce dimmerizzati); Azionamento di automatismi (movimentazione di tapparelle); Un evento gestito tramite uno dei nove canali ausiliari; Un ora o una data; Un evento dell impianto ; Una condizione che si verifica sull impianto termoregolazione; Una chiamata dal posto esterno o lo stato di una telecamera dell impianto videocitofonico; Un evento dell impianto Diffusione sonora. Per ulteriori eventi di attivazione consultare la documentazione del dispositivo. A seguito di questi eventi MH200N può quindi comandare le applicazioni dell impianto MyHome. L esecuzione di uno scenario condizionato abbinato ad una particolare ora o data, consente ad esempio la simulazione di presenza nell abitazione mediante l attivazione automatica delle tapparelle o dell illuminazione durante il periodo di assenza dalla casa ed ad orari prefissati. Un pulsante di comando dell impianto può essere programmato affinchè, se premuto, blocchi tutti gli scenari in esecuzione (Tasto Panico). Esempio di scenari Si riportano di seguito alcuni esempi di scenari realizzabili con il dispositivo MH200N. diffusione sonora Scenario - Rientro a casa: F4/2 Disinserendo l Antifurto, se è giorno si alzano le tapparelle ma non si accendono le luci; se è buio invece si accendono le luci ma le tapparelle, se sono diffusione sonora term chiuse, rimangono in quello stato. diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc F4/N diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www ir 54

29 diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www F4/N Scenario 2 - Luci giardino: diffusione termoregolazione A seguito dell attivazione delsonora dispositivo di comando, tutte le sere alle ore controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione o quando il sensore di luminosità rileva che è buio, si accendono automaticamente le luci del giardino. CEN A= PL= M= F4/2 Sensore di luce 3 4 Scenario 3 - Risparmio energetico: tutte le luci di quell ambiente. A= PL= F4/N diffusione sonora termoregolazione termoregolazione controllo lan controllo controllo carichi lan energia controllo carichi AMB 2 luci energia tvcc luci wwwtvcc irrigazionewww 2 A= Sensore di luce diffusione sonora diffusione sonora termoregolazione Agendo sul dispositivo di comando dello scenario si abbassano le tapparelle, si regola il livello della luce dimmerizzata al 20% e si attiva la Diffusione sonora diffusione sonora diffusione sonora termoregolazione vid F4/2 Scenario 4 - Relax: vid 2 A= sensore di luminosità rileva che è giorno, lo scenario spegne automaticamente diffusione sonora diffusione sonora termoregolazione A seguito di un comando d Ambiente (A=2) di apertura delle tapparelle, se il diffusione sonora TV termoregolazione controllo lan controllo controllo carichi lan controllo energia carichi luci energia tvcc luci www tvcc irrigazionewww nell ambiente desiderato. F4/N diffusione sonora termoregolazione A= PL= M= diffusione sonora controllo 20% lan termoregolazione CEN 55 controllo carich

30 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo remoto offre la possibilità di comandare e controllare tutte le funzioni integrate presenti nell abitazione utilizzando un PC, uno Smartphone, un telefono fisso o un telefono cellulare. Condizione principale per rendere possibile il controllo da remoto è la presenza nell abitazione di uno o entrambi i seguenti dispositivi che fungono da Gateway collegando l impianto MyHome con la rete telefonica e/o Internet: Web server F454; Centrale Antifurto 3486, 3485 oppure 3485STD. Se nell abitazione è previsto l impiego di un WEB Server il controllo si effettua utilizzando un qualsiasi programma browser per accedere a particolari pagine WEB memorizzate nel WEB Server dove le funzioni da 3486 gestire sono rappresentate da icone semplici ed intuitive. Al WEB Server sono collegate, mediante il bus del sistema, tutte le funzioni presenti nell abitazione (,, ecc.); la connessione con il mondo esterno è, come già detto, costituita dalla rete Internet. Se si impiega la Centrale Antifurto con comunicatore, connessa alla rete telefonica PSTN o GSM, il controllo di alcune funzioni dell impianto si effettua inviando da remoto particolari comandi telefonici. Dispositivi per il controllo remoto di F454 Portale _Web Al controllo effettuato mediante collegamento diretto, di tipo telefonico o via Internet, con i dispositivi Access Gateway nell abitazione si affianca la possibilità di controllare a distanza tutte le funzioni di utilizzando l accesso al portale _Web. In questo caso, utilizzando un PC connesso ad internet o comandi inviati via telefono, si interagisce con una piattaforma virtuale che provvede a trasmettere o ricevere dall impianto tutte le informazioni riguardanti lo stato delle funzioni domotiche presenti nell abitazione. NOTA: Web Server, Programmatore scenari e Centrale, sono dispositivi flessibili ed appositamente realizzati per consentire il controllo remoto delle più svariate funzioni di con le modalità sopradescritte. Per esigenze di controllo limitate è possibile utilizzare l attivatore telefonico GSM art. F462 gestito solo da comandi GSM STD MH200N F462 56

31 Esempio di collegamento al Web Server F454 mediante CONNESSIONE Wi-Fi Rete LAN Ethernet Smartphone Modem Router BUS impianti MyHome Linea telefonica termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione ISP Internet Esempio di collegamento al Web Server F454 con SMARTPHONE mediante INTERNET E connessione GPRS lan controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione Smartphone Web Server 57

32 one sonora Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo remoto Web Server audio/video messaggi di stato ( impianto in la possibilità da Pc di intervenire F454 e F455 allarme o nessuna segnalazione sulla qualità dell immagine, Il Web server permette di gestire di allarme ). È possibile inoltre l inquadratura e lo zoom); l impianto domotico ricevere un messaggio con attraverso un PC, notebook, tablet immagini allegate, alla propria microfono della telecamera o Touch screen, nonché dispositivi casella di posta, quando vengono selezionata (sorveglianza acustica mobili dotati di un browser in grado segnalati eventi verificatisi da remoto); di visualizzare pagine web. nell impianto ; Ascoltare l audio registrato dal Inviare la propria voce all altoparlante associato Supervisione dell impianto La gestione dell abitazione può essere effettuata sia localmente, elettrico mediante ricezione alla telecamera selezionata accedendo al dispositivo tramite di messaggi di intervento del (comunicazione audio rete LAN locale, che da remoto dispositivo Stop&Go. bidirezionale real-time da Personal computer); previa connessione del Web server Inoltre è possibile effettuare le ad Internet mediante modem. Le seguenti operazioni: funzioni realizzabili sono le seguenti: Connessione audio e video real- Supervisione e comando degli impianti Automazione, Gestione energia e Termoregolazione; Supervisione dell impianto Ascolto e visione dei messaggi registrati con la funzione time con le telecamere presenti Segreteria videocitofonica. nell impianto videocitofonico. I messaggi audio e le immagini In particolare, è possibile: possono anche essere inviate Vedere l immagine trasmessa mediante ad un indirizzo di funzioni gestibili dai WEB server diffusione sonora Antifurto posta elettronica. dalla telecamera selezionata (con Antifurto mediante ricezione di termoregolazione controllo lan Automazione controllo carichi energia Web server energia diffusione sonora luci Videocontrollo tvcc domestico termoregolazione www Gestione e controllo del sistema attraverso PC o untermoregolazione sonora termoregolazione diffusione controllo lan palmare collegandosi al portale o attraverso telefono fisso o mobile seguendo un menù vocale personalizzabile. 58 lan controllo carichi energia luci Illuminazione luci termoregolazi tvcc tvcc ww www irrigazione Portale controllo diffusione sonora Videocitofonia controllo carichi Gestione energia controllo energia lan luci controllo carichi tvcc Supervisione, comando e controllo dell impianto attraverso pagine WEB e/o programmi di gestione. energiawww luci irrigazione tvcc

33 Con l attivazione del servizio _Web, è possibile gestire la casa da remoto, da PC, Palmare con connessione ad Internet, telefono fisso o mobile. Il Web Server può inoltre essere utilizzato come Gateway per la configurazione virtuale dei dispositivi MyHome. Il WEB Server consente la connessione di un solo utente con l impianto ; ciò è fondamentale per garantire la riservatezza, la coerenza e l univocità delle operazioni effettuate. L accesso ai comandi, definiti in fase di programmazione del WEB Server mediante i software forniti a corredo dei dispositivi, è protetto da password al fine di evitare intrusioni indesiderate. Alle pagine WEB possono accedere due tipi di utente: Utente administrator Utente user. L utente administrator, oltre a navigare nelle stesse pagine dell utente user può accedere alla funzione CONFIGURAZIONE e definire alcuni parametri del WEB Server, quali ad esempio, il numero di immagini da memorizzare nella segreteria videocitofonica, l indirizzo a cui inviare segnalazioni di allarme e/o i messaggi presenti in segreteria, login e password per l accesso alle pagine WEB dell utente user, data, ora e fuso orario e lingua di visualizzazione delle pagine WEB stesse. In caso di controllo tramite servizio _Web l accesso avviene dal portale attraverso una doppia identificazione. Esempio di pagine di controllo per il Web Server F454 Pagina di identificazione Home page di controllo NOTA: La riservatezza delle informazioni scambiate e delle immagini visualizzate è inoltre garantita dal protocollo SSL a 28 bit. 59

34 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo remoto connessione del web server alla rete internet Per connettere l impianto ad Internet e utilizzare il Portale _Web, oltre al Web Server opportunamente configurato è necessario disporre di un modem ADSL e di una linea ADSL (con IP fisso o dinamico). Se il modem ADSL non è dotato di funzione wireless, oppure si vuole estendere il segnale radio in abitazioni a più piani non predisposte di rete LAN filare, è possibile utilizzare un dispositivo ripetitore. Questo dispositivo dovrà essere cablato con un cavo LAN al modem Router Wi-Fi utilizzato per la connessione Internet ed opportunamente configurato. Per un impiego ottimale si consiglia di prevedere un dispositivo ripetitore per ogni piano dell abitazione. PC IP: SM: PC2 IP: SM: IP: SM: F454 LAN IP pubblico luci tvcc IP: Internet Modem ADSL PC3 www irrigazione SM: IP: SM:

35 Centrale EVOLUTA con comunicatore telefonico PSTN o GSM (*) Il comunicatore telefonico, di cui sono dotate le centrali (*), è in grado di comporre automaticamente i numeri telefonici precedentemente impostati e di inoltrare sulla linea telefonica PSTN o PSTN/GSM uno o più messaggi preregistrati a fronte di un evento di intrusione o allarme tecnico. Permette inoltre la comunicazione bidirezionale tra l utente, l impianto e l impianto per l interrogazione dello stato dell impianto Antifurto e l attivazione di carichi (luci e tapparelle). La programmazione e l utilizzo da remoto sono protetti da codice segreto composto da 5 caratteri numerici ed è personalizzabile dall utente; l impiego del codice segreto è necessario anche durante una chiamata d allarme per inviare i comandi di verifica e tacitazione. Le sue funzioni si possono dividere in 3 categorie: Gestione allarmi In caso di allarme rilevato dall impianto Antifurto, effettua una chiamata ai numeri impostati, specificando il tipo di allarme rilevato; Automazione A seguito di eventi rilevati dall impianto Antifurto, determina l intervento automatico di altri dispositivi installati nell abitazione; Comandi telefonici È possibile comandare i dispositivi installati nell abitazione utilizzando il telefono fisso o il cellulare digitando dei codici predefiniti oppure attraverso il Servizio _Web (con un PC o un palmare connesso in Internet, un telefono fisso o un telefono cellulare). Funzione principali Il comunicatore telefonico: In caso di particolari eventi quali allarme (esempio: allarme intrusione) o anomalia del sistema, chiama automaticamente i numeri telefonici impostati, specificando tramite messaggi preregistrati, il tipo di allarme rilevato; Comanda un componente dell a seguito di evento rilevato dal sistema ; Può essere chiamato dall utente e tramite i comandi Open WEB Net o comandi semplificati, disporre l intervento di dispositivi interni all abitazione; Centrale con comunicatore telefonico PSTN 3485 Può essere interrogato tramite telefono, per fornire informazioni sullo stato dell impianto Antifurto; Consente la continua sorveglianza del sistema, permettendo, ad esempio, la comunicazione di mancanza di energia da oltre 2 ore. Inoltre il dispositivo mette anche a disposizione: La possibilità di impostare un numero telefonico jolly aggiuntivo, comune per tutti i messaggi, per favorire la reperibilità; La registrazione automatica sulla memoria interna degli eventi accaduti e rilevati dal sistema; La possibilità di connessione con il portale BTicino. Vengono così messi a disposizione i servizi di _Web, come ad esempio l invio di quando si verifica un allarme. Centrale con comunicatore telefonico PSTN/GSM 3486 Nota (*): articolo 3486, 3485, 3485STD (Bticino) 52

36 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo remoto Esempi di utilizzo Di seguito vengono proposti 5 il comunicatore della centrale Invio allarme tramite portale esempi di impiego della centrale provvede a chiamare i numeri _Web. con comunicatore telefonici preimpostati e a In seguito ad un allarme il telefonico PSTN o GSM. Si ricorda che comandare l accensione delle luci comunicatore telefonico della ogni singolo apparecchio è in grado giardino. centrale invia una chiamata ai di fornire contemporaneamente tutte Interrogazione dello stato numeri telefonici preimpostati e si le prestazioni indicate. dell impianto. connette con il portale. Il Allarme intrusione Chiamando il numero di casa, è portale invierà una , un SMS In seguito ad un allarme intrusione, possibile interrogare la centrale per e una chiamata vocale ai recapiti il comunicatore provvede a ricevere informazioni sullo stato programmati. chiamare i numeri telefonici dell impianto (es. inserito/ preimpostati. disinserito, eventi rilevati). Allarme manomissione e accensione Allarme tecnico (fuga gas). illuminazione giardino Integrando il rilevatore gas In seguito ad un allarme nel sistema tramite manomissione (apertura finestra), un apposita interfaccia, in caso di fuga di gas, la centrale provvederà a chiamare ed informare l utente. Allarme intrusione Allarme manomissione e accensione illuminazione giardino Centrale 3486 Centrale 3486 Sensore IR diffusione sonora termoregolazione Interfaccia contatti lan controllo controllo carichi Allarmi Telefono cellulare Telefono fisso Telefono fisso Telefono cellulare Centrale 3486 Stato impianto diffusione sonora termoregolazione diffusione sonora lan controllo carichi termoregolazione controllo carichi termoregolazione energia luci controllo tvcc lan controllo www controllo carichi irrigazione energia lucienergia tvcc diffusione sonora tvcc Interrogazione dello stato dell impianto mazione controllo diffusione sonora lan Illuminazione luci energia Allarmi Attuatore a relè Antifurto termoregolazione controllo lan luci controllo carichi controllo www tvcc energia lan con irrigazione www luci Allarmi Telefono cellulare 522 termoregolazione Telefono fisso controllo lan diffusione sonora controllo carichi energia termoregolazione luci tvcc controllo www lan irrigazione controllo carichi energia

37 Attivatore telefonico GSM Attivatore telefonico GSM F462 Permette di attivare e disattivare dei carichi utilizzatori da remoto utilizzando semplici messaggi telefonici SMS. Il dispositivo è predisposto per avere 2 contatti di allarme. Al cambio di stato di uno dei contatti il dispositivo invia un SMS di allarme al numero memorizzato. È possibile interfacciare il dispositivo con i cronotermostati BTicino per accendere e spegnere l impianto da remoto. Utilizzando il cronotermostato L/N/NT4450 è inoltre possibile interrogare da remoto lo stato dell impianto ed impostarlo ad una determinata temperatura. utilizzo con cronotermostato utilizzo per ON/OFF carichi ON-OFF impianto SMS Cronotermostato diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc ON-OFF SMS luce Interazione con l impianto diffusione sonora termoregolazione controllo lan controllo carichi energia luci tvcc www irrigazione Cronotermostato L/N/NT4450 ON-OFF irrigazione utilizzo per segnalazione di allarme SMS Chiusura contatti di allarme 523

38 Caratteristiche generali Dispositivi per il controllo remoto tabella di scelta dei dispositivi in base alle funzioni controllate ADSL Funzioni svolte F454 MH200N Automazione - ON/OFF illuminazione - SU/GIU tapparelle Antifurto Gestione energia Videocontrollo max 96 telecamere (collegando l F454 ad un impianto videocitofonico 2 fili) Visualizzazione delle immagini in bianco e nero e a colori Termoregolazione Invio di a fronte di eventi intrusione e allarme tecnico Invio di SMS a fronte di eventi, richieste stato, allarmi Solo con portale Invio di chiamate vocali a fronte di eventi intrusione ed allarme tecnico Invio di con allegato a fronte di eventi intrusione ed allarme tecnico Segreteria videocitofonica: memorizzazione e invio con del messaggio e delle immagini registrate dal posto esterno Invio di mail a fronte di eventi Stop&Go 524

39 GSM GSM + PSTN linea TELEFONICA analogica (PSTN) F STD Controllo singoli carichi elettrici Solo con portale Solo con portale Accensione/spegnimento da remoto Solo con portale Solo con portale Solo con portale Solo con portale Solo con portale Solo con portale 525

40 Caratteristiche generali _Web _Web è una piattaforma virtuale, ideata da BTicino, per offrire innovativi servizi a tutti i Clienti che dispongono di un impianto MY HOME, dotato di dispositivi BTicino per la connessione da remoto. La piattaforma si suddivide principalmente in due aree distinte: Area Professionisti: rivolta all installatore che può registrare i propri impianti. Se il Cliente lo richiede, può anche attivare il servizio di Teleassistenza per monitorare da remoto la casa del proprio Cliente, ricevendo in tempo reale segnalazioni in caso di guasti. Area Clienti: rivolta esclusivamente ai Clienti che sono interessati alla Telegestione. Questo servizio, già attivo dal 2003, permette un controllo da remoto di tutte le funzioni domotiche di e di disporre di servizi esclusivi realizzabili solo con il portale (notifiche in caso di pericolo, scenari web ecc.). Portale AREA CLIENTI (Telegestione) AREA PROFESSIONISTI (Teleassistenza) SICUREZZA E PROTEZIONE NELLA CONNESSIONE Nello sviluppo del portale _ Web, BTicino ha posto particolare attenzione al fine di garantire elevati livelli di protezione dei dati in transito sulla rete contro eventuali accessi fraudolenti. Sono stati pertanto adottati i più severi criteri di protezione quali: L impiego del particolare protocollo https che rende non leggibili dall origine le informazioni sensibili in transito nella rete; L impiego del protocollo SSL (Secure Socket Layer) a 28 bit certificato da VeriSign Certification Authority. Queste soluzioni consentono di garantire elevati livelli di: Riservatezza: protezione dei dati nei confronti di accessi non autorizzati; Integrità: salvaguardia dell accuratezza e completezza delle informazioni; Accessibilità: garanzia che dati e informazioni siano accessibili quando richiesto. Quale riconoscimento dell elevato livello di sicurezza offerto dalla connessione con il portale _ Web, BTicino ha ottenuto la certificazione ISO2700 Information technology - Security management systems. 526

41 _Web - Area Professionisti L installatore accede alla propria area dedicata nella sezione Portale professionisti - sezione, utilizzando le chiavi personali d accesso (login e password). Quì saranno disponibili i seguenti servizi: Registrazione dell impianto; Archiviazione dei documenti e dei files di configurazione dei dispositivi generati dal programma di progettazione YouProject e dai software di programmazione; Archiviazione delle attività svolte via Web sull impianto; Attivazione della funzione di Telegestione dell impianto per il Cliente. Gestione di menù ed elenco attività per manutenzioni periodiche del singolo impianto. Dettaglio della pagina web per la gestione degli impianti DOCUMENTI ARCHIVIABILI File XML generato da YouProject Files configurazione Web Server Files configurazione prodotti evoluti. Se l Installatore è abilitato dal Cliente al servizio di Teleassistenza, potrà fornire un servizio di assistenza remota dell impianto altamente professionale, che si traduce nelle seguenti funzioni: Invio di comandi di diagnostica per verificare il corretto funzionamento di alcuni dispositivi dell impianto, come ad esempio: - Centralina scenari e attuatori dell impianto Automazione; - Centrale ; - Centrale termoregolazione; - Web Server. Ricezione di notifiche di anomalie per essere avvisati in caso di: - Batteria guasta o esaurita; - Dispositivo o zona in allarme antintrusione o manomissione; - Dispositivo in allarme antipanico; - Mancata comunicazione della Centrale o del Web Server con il Portale; - Malfunzionamento impianto Termoregolazione. ACCESSO AL PORTALE CON DISPOSITIVI MOBILI Oltre all impiego del browser, l installatore può interagire anche attraverso l impiego di dispositivi mobili (cellulari e smartphone) per visualizzare le seguenti informazioni: Dati clienti; Situazione crediti e contratto del Cliente; Eventi dagli impianti tele assistiti. Numero Verde NOTA: Per maggiori informazioni o richiedere l attivazione dell Area professionisti, contatta il Call Center al numero verde (Attivo dal lunedì al venerdì dalle h alle 9.00 e il sabato dalle h alle 2.30). 527

穨CAS1042快速安速說明.doc

穨CAS1042快速安速說明.doc CAS1042 4 Port 10/100M Switch Internet BroadBand Router IP IP... PC CAS1042 UTP Cable CAS1042 5V / 2.4A 6 1. 2. ADSL Cable Modem 3. CAS1042 4. TCP/IP 5. 6. 1 2 ADSL Modem Cable Modem CAS1042 ) / "LAN

Dettagli

<4D6963726F736F667420576F7264202D20312D3120B9ABBFAAD7AAC8C3CBB5C3F7CAE9A3A8C9EAB1A8B8E5A3A92E646F63>

<4D6963726F736F667420576F7264202D20312D3120B9ABBFAAD7AAC8C3CBB5C3F7CAE9A3A8C9EAB1A8B8E5A3A92E646F63> 广 西 新 豪 智 云 技 术 股 份 有 限 公 司 ( 申 报 稿 ) 推 荐 主 办 券 商 二 〇 一 六 年 一 月 声 明 本 公 司 及 全 体 董 事 监 事 高 级 管 理 人 员 承 诺 不 存 在 虚 假 记 载 误 导 性 陈 述 或 重 大 遗 漏, 并 对 其 真 实 性 准 确 性 完 整 性 承 担 个 别 和 连 带 的 法 律 责 任 本 公 司 负 责 人 和

Dettagli

宏电文档

宏电文档 GPRS DDN 〇〇 1. GPRS (General Packet Radio Service) GSM GSM GPRS GSM TDMA (BSS) GPRS GPRS GPRS DDN GSM/GPRS SMS CSD USSD GPRS (DTU) (Machine To Machine M2M) GPRS DDN H7112 GPRS DTU (Tel): +86-755-83890580

Dettagli

S325A 2

S325A 2 TX-NR609 S325A 2 ON/STANDBY ON/STANDBY POWER POWER ON/STANDBY POWER 3 2 2 3 3 * 4 VCR/DVR ON/STANDBY 69 5 * *2 *3*4 -*5 *5 *6 *7 *6 *6 *6 *8 *9 * *0 *9 6 * *2 *3 *4 *5 *6 *7 *8 *9 *0 *0 7 ON/STANDBY 22

Dettagli

第四章-個案分析.doc

第四章-個案分析.doc - 33-27 28 AP application software - 34 - Value Added Service 60%~65% Project 35%~40% Broadband VOD Wireless Project by 80% 20% Contract Project by S.I. 29 SI System Integrationer MIC Total Solution Provider

Dettagli

S325A 2

S325A 2 PR-SC5509 S325A 2 ON/STANDBY ON/STANDBY POWER POWER ON/STANDBY POWER 3 24 24 24 34 * 4 VCR/DVR ON/STANDBY 86 5 * *2 *3 *4*5 -*6 *6 *5 *6 *7 *5 *8 *6 *7 *7 *7 *2 *9 *0 * * * *0 * 6 * *0 *2 *3 *4 *5 *6 *

Dettagli

km63-1

km63-1 1 1 1-1... 1 1-6... 12 1-2... 4 1-3... 8 1-4... 10 1-5 SIM... 11 1-7... 13 1-8... 14 1-9... 15 1-10... 16 2 17 2-1... 18 2-1-1... 18 2-1-2... 19 2-1-3... 19 2-1-4... 19 2-1-5... 19 2-1-9... 21 2-2... 21

Dettagli

AL-M200 Series

AL-M200 Series NPD4754-00 TC ( ) Windows 7 1. [Start ( )] [Control Panel ()] [Network and Internet ( )] 2. [Network and Sharing Center ( )] 3. [Change adapter settings ( )] 4. 3 Windows XP 1. [Start ( )] [Control Panel

Dettagli

<B0B8C0FDCAD6B2E15FD3A1CBA2B0E6>

<B0B8C0FDCAD6B2E15FD3A1CBA2B0E6> WWW.ICPDAS.COM.CN 1 关 于 泓 格 泓 格 科 技 成 立 于 1993 年, 以 基 于 PC 的 数 据 采 集 卡 为 最 初 的 研 发 产 品 线,1998 年 我 们 认 为 嵌 入 式 控 制 器 极 具 未 来 性, 所 以 整 个 研 发 的 重 心 移 到 了 各 种 嵌 入 式 控 制 器 远 程 I/O 模 块 等 产 品 线 经 过 十 多 年 的 努

Dettagli

ebook140-9

ebook140-9 9 VPN VPN Novell BorderManager Windows NT PPTP V P N L A V P N V N P I n t e r n e t V P N 9.1 V P N Windows 98 Windows PPTP VPN Novell BorderManager T M I P s e c Wi n d o w s I n t e r n e t I S P I

Dettagli

该 奈 自 受 PZ 多 透 soc i e B t h y. y t is NA YL OR exp os ed t h a t b e i n g wh o res or sa in t es s e s we r e m ad e n b ot om. M ean wh i l e NA YL

该 奈 自 受 PZ 多 透 soc i e B t h y. y t is NA YL OR exp os ed t h a t b e i n g wh o res or sa in t es s e s we r e m ad e n b ot om. M ean wh i l e NA YL 探 性 通 性 圣 重 ' 颠 并 格 洛 丽 亚 奈 勒 小 说 贝 雷 的 咖 啡 馆 对 圣 经 女 性 的 重 写 郭 晓 霞 内 容 提 要 雷 的 咖 啡 馆 中 权 社 会 支 配 的 女 性 形 象 美 国 当 代 著 名 黑 人 女 作 家 格 洛 丽 亚 过 对 6 个 圣 经 女 性 故 事 的 重 写 奈 勒 在 其 小 说 贝 覆 了 圣 经 中 被 父 揭 示 了 传 统

Dettagli

S325A 2

S325A 2 TX-NR509 S325A 2 ON/STANDBY 3 8 8 2 28 4 * 4 VCR/DVR ON/STANDBY 59 5 **2 *3 *4 * *2 *3 - *4 *5 *6 *5 *6 * *8 *6 *7 *7 *7 *7 *8 *8 6 ON/STANDBY 9 ZONE 2 OFF 52 4 8 LISTENING MODE 3 RT/PTY/TP 27 MEMORY 26

Dettagli

穨CAS1042中文手冊.doc

穨CAS1042中文手冊.doc CAS1042 4 port 10/100M Switch Internet BroadBand Router ...1...2...3 5...3 1...3 2 ADSL MODEM CABLE MODEM...4...5 4 TCP/IP...6 Windows 95 / 98 / ME/XP...6 WINDOWS 2000...8 WINDOWS NT 4.0...8...9 ADSL (ADSL

Dettagli

SAPIDO GR-1733 無線寬頻分享器

SAPIDO GR-1733 無線寬頻分享器 1 版 權 聲 明... 4 產 品 保 固 說 明... 4 保 固 期 限... 4 維 修 辦 法... 5 服 務 條 款... 5 注 意 事 項... 6 低 功 率 電 波 輻 射 性 電 機 管 理 辦 法... 6 CE 標 誌 聲 明... 6 無 線 功 能 注 意 事 項... 6 1 產 品 特 點 介 紹... 7 1.1 LED 指 示 燈 功 能 說 明... 8 1.2

Dettagli

Microsoft Word - PS2_linux_guide_cn.doc

Microsoft Word - PS2_linux_guide_cn.doc Linux For $ONY PlayStatioin2 Unofficall General Guide Language: Simplified Chinese First Write By Beter Hans v0.1 Mail: hansb@citiz.net Version: 0.1 本 人 是 菜 鸟 + 小 白 欢 迎 指 正 错 误 之 处, 如 果 您 有 其 他 使 用 心 得

Dettagli

...2-1...2-2 2.1...2-6 2.1.1...2-6 2.1.2...2-9 2.1.3...2-11 2.1.4...2-14 2.1.5...2-15 2.1.6...2-16 2.2...2-19 2.3...2-23 2.4...2-32...2-36 3.1...2-36

...2-1...2-2 2.1...2-6 2.1.1...2-6 2.1.2...2-9 2.1.3...2-11 2.1.4...2-14 2.1.5...2-15 2.1.6...2-16 2.2...2-19 2.3...2-23 2.4...2-32...2-36 3.1...2-36 ...2-1...2-2 2.1...2-6 2.1.1...2-6 2.1.2...2-9 2.1.3...2-11 2.1.4...2-14 2.1.5...2-15 2.1.6...2-16 2.2...2-19 2.3...2-23 2.4...2-32...2-36 3.1...2-36 3.2...2-37...2-38 4.1...2-38 4.2...2-40 ...2-44...2-47

Dettagli

<55342D323637CBB5C3F7CAE92E786C73>

<55342D323637CBB5C3F7CAE92E786C73> U4-267 / 1 U4-267 / : CF PowerPoint, TCP/IP Internet Explorer 2 ..2..3..4..5..5..5..9 PC...10 11 12 14 14....15....15....16....16....17....17....18....18....20 23....27 27 PC...27....28 3 CF SanDisk CompactFlash)

Dettagli

S3125A Dan hab yungh youq gij digih haijbaz 2000m doxroengz haenx ancienz sawjyungh. Cs-2

S3125A Dan hab yungh youq gij digih haijbaz 2000m doxroengz haenx ancienz sawjyungh. Cs-2 TX-NR525...2...4...10...19...23...40...55...61 Cs S3125A Dan hab yungh youq gij digih haijbaz 2000m doxroengz haenx ancienz sawjyungh. Cs-2 ON/STANDBY ON/STANDBY 17 17 10 20 * * POWERPOWER ON/STANDBY POWER

Dettagli

《计算机网络》实验指导书

《计算机网络》实验指导书 1 实 验 一 网 络 组 建 与 管 理 一. 实 验 目 的 1. 掌 握 平 行 双 绞 线 和 交 叉 双 绞 线 的 制 作 方 法 ( 初 级 ) 2. 掌 握 对 等 网 和 代 理 服 务 器 网 络 的 组 建 ( 初 级 ) 3. 会 用 ipconfig 和 ping 命 令 ( 初 级 ) 4. 掌 握 网 络 中 文 件 夹 共 享 和 打 印 机 共 享 ( 初 级 )

Dettagli

0523内页正稿-改风格

0523内页正稿-改风格 1100MP 8,999 Dell Axim X50/X50v 300-500 4 Dell 2300MP Dell X50 416MHz 3,599 10-11 Dell E153FP 2 3 4-5 6-7 100 8-9 8-9 10-11 12 Oracle on Dell 13 5 14-15 1400 21001 15 800 x 600 2.2 1.677M 32 E232 1:1.2

Dettagli

第 11 章 互聯網技術 11.1 互聯 網 和 萬 維 網 的 發 展 歷 史 A. 互聯網的發展 互聯網是由 ARPANET 開 始發展的 1969 年 美國國防部高級研究計劃署 (ARPA) 把部分軍事研究所和大 的電腦連接起來 建造了㆒個實驗性的電腦網絡 稱為 ARPANET 並 列 的功能

第 11 章 互聯網技術 11.1 互聯 網 和 萬 維 網 的 發 展 歷 史 A. 互聯網的發展 互聯網是由 ARPANET 開 始發展的 1969 年 美國國防部高級研究計劃署 (ARPA) 把部分軍事研究所和大 的電腦連接起來 建造了㆒個實驗性的電腦網絡 稱為 ARPANET 並 列 的功能 互 聯 網 技 術 在 完 成 這 章 後, 你 將 能 夠 描 述 互 聯 網 的 發 展 歷 史 描 述 萬 維 網 的 發 展 歷 史 了 解 連 接 互 聯 網 的 基 本 概 念 能 夠 連 接 到 互 聯 網 知 道 互 聯 網 如 何 運 作 互 聯 網 是 全 球 網 絡 的 集 合 互 聯 網 (Internet) 是 ㆒ 個 集 合 全 球 許 多 網 絡 ㆒ 起 的 大 型 網

Dettagli

Microsoft Word - VC2K_20141030_cht.doc

Microsoft Word - VC2K_20141030_cht.doc 影 像 伺 服 器 VC-1500/1800/2000 操 作 說 明 書 影 像 伺 服 器 操 作 說 明 書 20141030 0 目 錄 硬 體 介 紹...4 正 面...4 背 面 說 明...4 配 件...5 接 線 架 構 說 明 圖...5 搭 配 有 線 電 視 數 位 盒 接 法...6 PC-09N 無 線 轉 發 器 指 定 插 槽...6 軟 體 安 裝 說 明...7

Dettagli

ebook140-11

ebook140-11 11 VPN Windows NT4 B o r d e r M a n a g e r VPN VPN V P N V P N V P V P N V P N TCP/IP 11.1 V P N V P N / ( ) 11.1.1 11 V P N 285 2 3 1. L A N LAN V P N 10MB 100MB L A N VPN V P N V P N Microsoft PPTP

Dettagli

VIDEOJET connect 7000 VJC-7000-90 zh- CHS Operation Manual VIDEOJET connect 7000 zh-chs 3 目 录 1 浏 览 器 连 接 7 1.1 系 统 要 求 7 1.2 建 立 连 接 7 1.2.1 摄 像 机 中 的 密 码 保 护 7 1.3 受 保 护 的 网 络 7 2 系 统 概 述 8 2.1 实 况

Dettagli

IP505SM_manual_cn.doc

IP505SM_manual_cn.doc IP505SM 1 Introduction 1...4...4...4...5 LAN...5...5...6...6...7 LED...7...7 2...9...9...9 3...11...11...12...12...12...14...18 LAN...19 DHCP...20...21 4 PC...22...22 Windows...22 TCP/IP -...22 TCP/IP

Dettagli

005-1

005-1 修 平 技 術 學 院 資 訊 管 理 系 證 照 型 實 務 專 題 TQC 企 業 人 才 技 能 認 證 ~ 專 業 Linux 系 統 管 理 工 程 師 組 長 :AF97009 施 震 宇 組 員 :AF97006 許 凱 翔 AF97041 蘇 竫 雯 指 導 教 師 : 陳 德 祐 中 華 民 國 九 十 八 年 十 二 月 摘 要 Linux 基 於 開 放 的 特 性, 成 為

Dettagli

信息产业(二).doc

信息产业(二).doc ( 20 010010) 787 1092 1/32 187.50 4 056 2004 9 1 2004 9 1 1 1 000 ISBN 7-204-05937-9/F 116 480.00 ( 16.00 ) ... 1... 9... 18... 22 (ASP)... 32... 37... 51... 63... 68... 85... 100... 108...111...115...

Dettagli

- Claudio Ardizzoia - Giuseppe Carnevali - Mario Doninelli - Marco Doninelli - Renzo Planca - Ezio Prini - Mario Tadini - Claudio Tadini - Mattia Toma

- Claudio Ardizzoia - Giuseppe Carnevali - Mario Doninelli - Marco Doninelli - Renzo Planca - Ezio Prini - Mario Tadini - Claudio Tadini - Mattia Toma - Claudio Ardizzoia - Giuseppe Carnevali - Mario Doninelli - Marco Doninelli - Renzo Planca - Ezio Prini - Mario Tadini - Claudio Tadini - Mattia Tomasoni Ingg. Marco Doninelli, Mario Doninelli, Mattia

Dettagli

錄...1 說...2 說 說...5 六 率 POST PAY PREPAY DEPOSIT 更

錄...1 說...2 說 說...5 六 率 POST PAY PREPAY DEPOSIT 更 AX5000 Version 1.0 2006 年 9 錄...1 說...2 說...3...4 說...5 六...6 6.1 率...7 6.2 POST PAY...8 6.3 PREPAY DEPOSIT...9 6.4...10 6.5...11 更...12...12 LCD IC LED Flash 更 兩 RJ11 ( ) DC ON OFF ON 狀 狀 更 OFF 復 狀 說

Dettagli

KillTest 质量更高 服务更好 学习资料 半年免费更新服务

KillTest 质量更高 服务更好 学习资料   半年免费更新服务 KillTest 质量更高 服务更好 学习资料 http://www.killtest.cn 半年免费更新服务 Exam : 070-647 Title : Windows Server 2008,Enterprise Administrator Version : Demo 1 / 13 1. Active directory Windows Server 2008 (WAN) WAN WAN A.

Dettagli

OSI OSI 15% 20% OSI OSI ISO International Standard Organization 1984 OSI Open-data System Interface Reference Model OSI OSI OSI OSI ISO Prototype Prot

OSI OSI 15% 20% OSI OSI ISO International Standard Organization 1984 OSI Open-data System Interface Reference Model OSI OSI OSI OSI ISO Prototype Prot OSI OSI OSI 15% 20% OSI OSI ISO International Standard Organization 1984 OSI Open-data System Interface Reference Model OSI OSI OSI OSI ISO Prototype Protocol OSI OSI OSI OSI OSI O S I 2-1 Application

Dettagli

2 ( ) ( ) Vol_Up Vol_Down Vol_Up Vol_Up Vol_Down Vol_Down ~ P (123 ) 0 SIM

2 ( ) ( ) Vol_Up Vol_Down Vol_Up Vol_Up Vol_Down Vol_Down ~ P (123 ) 0 SIM 1-1 LED Vol_Up/ Vol_Down menu ( )/( OK NO * # 0 1 2 ( ) ( ) Vol_Up Vol_Down Vol_Up Vol_Up Vol_Down Vol_Down ~ P (123 ) 0 SIM 3 1-2 1 5 GPRS 1-3 (1-2-1) (1) (1-1) (1-2-2) (1-2) (1-2-3) (1-2-4) (1-3) (1-5-1)

Dettagli

CIP 2006. ISBN7 112 08549 7 Ⅰ Ⅱ 1 2 Ⅲ Ⅳ F293 33 CIP 2006 073612 787 1092 1 16 15 370 2006 8 2006 8 1 3000 21 00 ISBN7 112 08549 7 15213 100037 htp www.cabp.com.cn htp www.china building.com.cn 3 4 1 4

Dettagli

軟體的安裝

軟體的安裝 DMECOM DAR 8000 / 1600A 錄 音 系 統 使 用 說 明 書 Version1.0.0 目 錄 1 產 品 簡 介... 1 2 產 品 外 觀 功 能... 1 3 包 裝 內 容... 2 4 系 統 要 求... 2 5 錄 音 系 統 的 登 入... 2 6 AM2000 使 用 說 明... 7 6.1 AM2000 外 觀 於 主 機 DAR 8000 連 接 圖...

Dettagli

專業式報告

專業式報告 IP Kamera 9060A-SL IP Kamera 9060A-SL : V1.00 : 2006.04 IP KAMERA 9000(A) 說 FCC CE 1.IP Kamera 9060A-SL 2.IP Kemera 9060A-SL 3. 4. 9060A-SL 5. 9060A-SL - 1 - 1....3... 2....4 9060A-SL...... 3....5 4....6......

Dettagli

VioCard-300 user manual

VioCard-300 user manual VioGate VioCard-300 ( 2.0.0) 2005 2005 2 15 2 3 VioGate 绍... 6 1.1 产 简... 6 1.2 产... 6 1.3... 7 1.4 内... 7 1.5 导览... 8 VioGate... 10 2.1 VioGate 络 认...10 2.2 VioGate...11 软... 16 3.1 VioCard-300 盘...16

Dettagli

2005.book

2005.book ...4... 4... 7...10... 10... 10... 10... 10... 11... 11 PCC... 11 TB170... 12 /... 12...13... 13 BP150 / BP151 / BP152 / BP155... 14...15... 15... 15... 15... 15... 15... 15... 16 PS465 / PS477... 17 PS692

Dettagli

<B1B1BEA9B9E2BBB7D0C2CDF8BFC6BCBCB9C9B7DDD3D0CFDEB9ABCBBEB4B43F3F12FB6CB293>

<B1B1BEA9B9E2BBB7D0C2CDF8BFC6BCBCB9C9B7DDD3D0CFDEB9ABCBBEB4B43F3F12FB6CB293> 本 次 股 票 发 行 后 拟 在 创 业 板 市 场 上 市, 该 市 场 具 有 较 高 的 投 资 风 险 创 业 板 公 司 具 有 业 绩 不 稳 定 经 营 风 险 高 退 市 风 险 大 等 特 点, 投 资 者 面 临 较 大 的 市 场 风 险 投 资 者 应 充 分 了 解 创 业 板 市 场 的 投 资 风 险 及 本 公 司 所 披 露 的 风 险 因 素, 审 慎 作 出

Dettagli

Chapter 2

Chapter 2 2 (Setup) ETAP PowerStation ETAP ETAP PowerStation PowerStation PowerPlot ODBC SQL Server Oracle SQL Server Oracle Windows SQL Server Oracle PowerStation PowerStation PowerStation PowerStation ETAP PowerStation

Dettagli

S3125A Cs-2

S3125A Cs-2 TX-NR414...2...5...11...18...37...51...57 Cs S3125A Cs-2 ON/STANDBY ON/STANDBY POWERPOWER ON/STANDBY POWER Cs-3 17 17 11 * Cs-4 CBL/SATON/STANDBY 57 Cs-5 * * Cs-6 ON/STANDBY 18 ZONE 2 OFF 50 4 8 LISTENING

Dettagli

经华名家讲堂

经华名家讲堂 5.1 5.1.1 5.1.2 5.2 5.2.1 5.2.2 5.2.3 5.2.4 5.2.5 5.3 5.3.1 5.3.2 5.3.3 / 5.3.4 / 5.3.5 / 5.4 Internet 5.4.1 Internet 5.4.2 Intranet 1. 2. 1 31 5 5.1 5.1.1 Internet 1 Host 20 60 IBM 2000 2 20 60 20 60

Dettagli

因 味 V 取 性 又 鸟 U 且 最 大 罗 海 惜 梅 理 春 并 贵 K a t h l ee n S c h w e r d t n er M f l e z S e b a s t i a n C A Fe rs e T 民 伊 ' 国 漳 尤 地 视 峰 州 至 周 期 甚 主 第 应

因 味 V 取 性 又 鸟 U 且 最 大 罗 海 惜 梅 理 春 并 贵 K a t h l ee n S c h w e r d t n er M f l e z S e b a s t i a n C A Fe rs e T 民 伊 ' 国 漳 尤 地 视 峰 州 至 周 期 甚 主 第 应 国 ' 东 极 也 直 前 增 东 道 台 商 才 R od e ric h P t ak 略 论 时 期 国 与 东 南 亚 的 窝 贸 易 * 冯 立 军 已 劳 痢 内 容 提 要 国 与 东 南 亚 的 窝 贸 易 始 于 元 代 代 大 规 模 开 展 的 功 效 被 广 为 颂 扬 了 国 国 内 市 场 窝 的 匮 乏 窝 补 虚 损 代 上 流 社 会 群 体 趋 之 若 鹜 食 窝

Dettagli

S3125A 2

S3125A 2 TX-SR308 S3125A 2 ON/STANDBY 3 16 16 11 4 * 4 VCR/DVRON/STANDBY 44 5 * *1 *2 *3 *4 * *1 *2 *3 *4 * * 6 ON/STANDBY 18 TUNING MODE 21 STANDBY 18 DISPLAY 19 HDMI THRU 33 SETUP 28 SPEAKERS AB 10 20 TUNINGPRESET

Dettagli

PowerPoint 演示文稿

PowerPoint 演示文稿 Info Salons Conference Services Overview 会 议 服 务 简 介 2013 在 大 中 华 区 提 供 的 主 要 会 议 服 务 Services Offered in Greater China for Conference 会 前 服 务 Pre-Event Services 参 会 代 表 数 据 库 管 理 Delegate Database Management

Dettagli

PH802使用手册

PH802使用手册 net technology PH802 net Words Machine Manual http://www.manuallib.com/file/616304 From ManualLib.com ManualLib.com collects and classifies the global product instrunction manuals to help users access

Dettagli

untitled

untitled DOP www.deltaww.com DOP (RS232/RS485/ RS422) DOP USB SD 30 100 PLC Best Performance Huma Beautiful Display Beneficial Feature 1 DOP LED 65536 2D n Machine Interface s 2 DOP-B DOP-B 4.3 inches Wide B03S211

Dettagli

软件测试(TA07)第一学期考试

软件测试(TA07)第一学期考试 一 判 断 题 ( 每 题 1 分, 正 确 的, 错 误 的,20 道 ) 1. 软 件 测 试 按 照 测 试 过 程 分 类 为 黑 盒 白 盒 测 试 ( ) 2. 在 设 计 测 试 用 例 时, 应 包 括 合 理 的 输 入 条 件 和 不 合 理 的 输 入 条 件 ( ) 3. 集 成 测 试 计 划 在 需 求 分 析 阶 段 末 提 交 ( ) 4. 单 元 测 试 属 于 动

Dettagli

Microsoft Word - ch02.doc

Microsoft Word - ch02.doc 第 2 章 认 识 Dreamweaver 8 教 学 提 示 :Dreamweaver 是 一 款 功 能 强 大 的 可 视 化 的 网 页 编 辑 与 管 理 软 件 利 用 它, 不 仅 可 以 轻 松 地 创 建 跨 平 台 和 跨 浏 览 器 的 页 面, 也 可 以 直 接 创 建 具 有 动 态 效 果 的 网 页 而 不 用 自 己 编 写 源 代 码 Dreamweaver 8

Dettagli

SIMATIC 3 4 (TIA)

SIMATIC 3 4 (TIA) simatic 2 1872 1879... SIMATIC 3 4 (TIA) 6 8 10 14 24 26 (A&D) A&D 51000 70 02/03 ( 2003 9 30 ) A&D 83 84 A&D 2100 5 33 ( IT ) 1/4 A&D A&D A&D 010 64719990 A&D A&D 2000 8 20 www.ad.siemens.com.cn 1000000

Dettagli

Leica S S 2

Leica S S 2 Leica S Leica S S 2 www.leica-microsystems.com (S ) ( ) S 3 (1) S 4 Leica S S ( ) 10 cm S S 5 ( ) Leica S ( ) S 6 ( ) Leica S ( ) S 7 2 3 4 5 8 Leica S 11 12 13 S 14 15 ( ) 17 18 19 20 21 22 23 Leica LED

Dettagli

Logitech Wireless Combo MK45 English

Logitech Wireless Combo MK45 English Logitech Wireless Combo MK45 Setup Guide Logitech Wireless Combo MK45 English................................................................................... 7..........................................

Dettagli

IC-900W Wireless Pan & Tilt Wireless Pan & Tilt Remote Control / Night Vision FCC ID:RUJ-LR802UWG

IC-900W Wireless Pan & Tilt Wireless Pan & Tilt Remote Control / Night Vision FCC ID:RUJ-LR802UWG IC-900W Wireless Pan & Tilt Wireless Pan & Tilt Remote Control / Night Vision FCC ID:RUJ-LR802UWG --------------------------------------------TABLE OF CONTENTS------------------------------------------

Dettagli

MSI COMPUTER SARL

MSI COMPUTER SARL MICRO-STAR INTERNATIONAL CO., LTD. http://newmops.tse.com.tw 1 2 ISO 14001 3 QS9000 OHSAS18000 4 5 2 6 7 8 9 93 10 11 12 13 0 0% 105,965,071 100% 105,965,071 100% 10,000,000 100% 0 0% 10,000,000 100%

Dettagli

QL1880new2.PDF

QL1880new2.PDF ADSL Modem 1 MODEM 56K MODEM 128K ISDN INTERNET ADSL Modem VOD ADSL ADSL 2 1.1 ADSL 1.2 1.3 KM300A 2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 KM300A 2.6 web 2.7 1.1ADSL 1.2 1.3 2.1 ADSL 2.2 ADSL 3 ADSL KM300A ADSL KM300A DIY

Dettagli

工程师培训

工程师培训 .1 TCP/IP TCP/IP 1 .2.2.1 Host 1960 S 1970 S Host Low Speed Lines 1970 S 1980 S pc Server Local Interneting 1980 S 1990 S Branch. pc Branch. WAN Branch. pc pc IBM SNA IBM X.25 2 .2.2 OSI OSI Application

Dettagli

R F I D R F I D C E P S R F I D 96 R F I D Metalib & SFX M U S E Sm a rt we a ve r

R F I D R F I D C E P S R F I D 96 R F I D Metalib & SFX M U S E Sm a rt we a ve r R F I D 96 50 R F I D C E P S R F I D 96 R F I D Metalib & SFX M U S E Sm a rt we a ve r 96 96 143 Metalib & SFX 96 R E A L 6 200 50 60 96 2007 Wi k i 96 1 2 3,524,345 Se a rch Box Ya h o o 96 3 Di re

Dettagli

输电线路智能监测系统通信技术应用研究

输电线路智能监测系统通信技术应用研究 Smart Grid 智 能 电 网, 2014, 4, 11-15 http://dx.doi.org/10.12677/sg.2014.41003 Published Online February 2014 (http://www.hanspub.org/journal/sg.html) Application Research of Communication Technology for

Dettagli

目 彔 1. 准 备 工 作... 1 2. 登 彔 设 置... 2 3. 功 能 说 明... 4 3.1 实 时 监 控... 4 3.1.1 基 本 控 制... 4 4.1.2 功 能 设 置... 4 3.1.3 画 质 调 节... 6 3.1.4 彔 像 与 抓 拍... 6 3.1

目 彔 1. 准 备 工 作... 1 2. 登 彔 设 置... 2 3. 功 能 说 明... 4 3.1 实 时 监 控... 4 3.1.1 基 本 控 制... 4 4.1.2 功 能 设 置... 4 3.1.3 画 质 调 节... 6 3.1.4 彔 像 与 抓 拍... 6 3.1 嵌 入 式 Web Server 用 户 手 册 V2.0 感 谢 您 选 用 本 公 司 的 产 品, 请 您 在 使 用 本 产 品 前 仔 细 阅 读 用 户 手 册, 本 用 户 手 册 将 为 您 提 供 正 确 的 使 用 说 明 版 权 声 明 : 本 用 户 手 册 版 权 归 天 津 市 亚 安 科 技 股 仹 有 限 公 司 所 有, 未 经 本 公 司 许 可, 仸 何 机 构

Dettagli

说明书

说明书 :, 1 2 3, 4,,,,,,, 5,, 6,, 7, 8, 9 10, 11,,,, ,,, NComputing NComputing, NComputing OfficeStation, EXPANION, WoIP UTMA NComputing, windows,,, NCOMPUTING,, NCOMPUTING, NCOMPUTING, NComputing Co,,,,, NComputing,NComputing

Dettagli

目 錄 壹 緣 起... 1 貳 目 標... 7 參 現 行 自 動 化 作 業 現 況... 11 肆 實 施 重 點 及 時 程... 15 伍 資 源 需 求... 52 陸 預 期 效 益 及 影 響... 52 柒 計 畫 管 考... 56 捌 配 合 事 項... 56 子 計 畫

目 錄 壹 緣 起... 1 貳 目 標... 7 參 現 行 自 動 化 作 業 現 況... 11 肆 實 施 重 點 及 時 程... 15 伍 資 源 需 求... 52 陸 預 期 效 益 及 影 響... 52 柒 計 畫 管 考... 56 捌 配 合 事 項... 56 子 計 畫 電 子 化 / 網 路 化 政 府 中 程 ( 八 十 七 至 八 十 九 年 度 ) 推 動 計 畫 行 政 院 研 究 發 展 考 核 委 員 會 編 印 中 華 民 國 八 十 六 年 十 一 月 目 錄 壹 緣 起... 1 貳 目 標... 7 參 現 行 自 動 化 作 業 現 況... 11 肆 實 施 重 點 及 時 程... 15 伍 資 源 需 求... 52 陸 預 期 效 益

Dettagli

1abcd.doc

1abcd.doc 988 K VOL MD MACD Legend PALM365 FM365 1....1... 1... 2... 3... 4... 5 2....7... 7... 7... 7... 8...8...8... 9...10...12 3....15 PALM 365...15... 16 PALM365...19... 19... 22... 22... 23 PALM 365...25...

Dettagli

98支用計畫書-報部 修改.doc

98支用計畫書-報部 修改.doc 1. ( )284 97 97 23 60 140 53 8 284 90 16 165 2. 3 56 276 8 424 (1) (2) (3) (4) (5) 1 3. 276 23 8 60 22 140 51 53 19 81% 97 10 15 29.58( ) 30.06 21.57 64.33%( ) 4. 276 179 64.9 92 33.3% 13 4.7% 5. 6. 1.

Dettagli

1. ( B ) IT (A) (B) (C) (D) 2. ( A ) (A) (B) (C) (D) 3. ( B ) (A) GPS (B) GIS (C) ETC (D) CAI 4. ( D ) (A) (B) (C) (D) 5. ( B ) (Stored Program) (A) H

1. ( B ) IT (A) (B) (C) (D) 2. ( A ) (A) (B) (C) (D) 3. ( B ) (A) GPS (B) GIS (C) ETC (D) CAI 4. ( D ) (A) (B) (C) (D) 5. ( B ) (Stored Program) (A) H ... 2... 4... 6... 8... 10... 12... 14... 16... 18... 20... 22... 24... 25... 26... 28 1. ( B ) IT (A) (B) (C) (D) 2. ( A ) (A) (B) (C) (D) 3. ( B ) (A) GPS (B) GIS (C) ETC (D) CAI 4. ( D ) (A) (B) (C)

Dettagli

中文朗科AirTrackTM T600 迷你无线路由器用户手册.doc

中文朗科AirTrackTM T600 迷你无线路由器用户手册.doc AirTrack T600 http://www.netac.com.cn Netac Netac AirTrack OnlyDisk Netac Netac Netac http://www.netac.com.cn Netac 800-830-3662 FCC 15 B 1 2 3 4 / FCC 20cm 1 2 3 / / ...1 1.1...1 1.2...1 1.3...1 1.4...3...4

Dettagli

vqt0y67.pdf

vqt0y67.pdf DMC-LX2 GD , Panasonic ( ),, SDHC Leica Leica Microsystems IR GmbH Elmarit Leica Camera AG.,. B ( ) ( ): (DMC-LX2) : 1588-8452( ) : ( )/ 2 : ( ) - - EU n LCD, n LCD. LCD LCD LCD LCD LCD (, ) LCD 0.01%

Dettagli

<4D6963726F736F667420576F7264202D2032303133C4EAC9EEDBDACAD0BCC6CBE3BBFAB2FAD2B5B7A2D5B9B7D6CEF6D1D0BEBF303531342E646F63>

<4D6963726F736F667420576F7264202D2032303133C4EAC9EEDBDACAD0BCC6CBE3BBFAB2FAD2B5B7A2D5B9B7D6CEF6D1D0BEBF303531342E646F63> 深 圳 市 2013 年 软 科 学 研 究 项 目 2013 年 度 深 圳 市 计 算 机 产 业 发 展 分 析 研 究 深 圳 市 计 算 机 行 业 协 会 2014 年 4 月 30 日 1 目 录 一 计 算 机 行 业 的 基 本 情 况... 1 ( 一 ) 计 算 机 行 业 年 度 概 况... 1 ( 二 ) 计 算 机 行 业 的 重 要 性... 2 ( 三 ) 计 算

Dettagli

联想天工800R路由器用户手册 V2.0

联想天工800R路由器用户手册 V2.0 LSA-800R V2.0 2 0 0 4 l e n o v o 0755-33306800 www.lenovonetworks.com support@lenovonet.com 1 1 1.1 1 1.2 1 2 2 2.1 2 2.2 2 3 2 3.1 2 3.2 3 3.3 4 3.4 5 4 TCP/IP 5 4.1 Windows 95/98/ME 5 4.2 Windows 2000/XP

Dettagli

1 CPU

1 CPU 2000 Tel 82316285 82317634 Mail liuxd@buaa.edu.cn 1 CPU 2 CPU 7 72 A B 85 15 3 1/2 M301 2~17 : 3/4 1/2 323 IBM PC 1. 2. 3. 1. 2. 3. 1.1 Hardware Software 1.2 M3 M2 M1 1.2 M3 M1 M2 M2 M1 M1 M1 1.2 M3 M1

Dettagli

标题

标题 1. 政 策 导 览 (1) 政 策 文 件 国 务 院 出 台 关 于 加 快 高 速 宽 带 网 络 建 设 推 进 网 络 提 速 降 费 的 指 导 意 见 近 日, 国 务 院 办 公 厅 发 布 了 关 于 加 快 高 速 宽 带 网 络 建 设 推 进 网 络 提 速 降 费 的 指 导 意 见 ( 以 下 简 称 意 见 ) 意 见 指 出, 宽 带 网 络 是 国 家 战 略 性

Dettagli

User ID 150 Password - User ID 150 Password Mon- Cam-- Invalid Terminal Mode No User Terminal Mode No User Mon- Cam-- 2

User ID 150 Password - User ID 150 Password Mon- Cam-- Invalid Terminal Mode No User Terminal Mode No User Mon- Cam-- 2 Terminal Mode No User User ID 150 Password - User ID 150 Password Mon- Cam-- Invalid Terminal Mode No User Terminal Mode No User Mon- Cam-- 2 Mon1 Cam-- Mon- Cam-- Prohibited M04 Mon1 Cam03 Mon1 Cam03

Dettagli

版 權 2014 贊 雲 科 技 股 份 有 限 公 司 版 權 保 護 聲 明 未 經 贊 雲 科 技 股 份 有 限 公 司 書 面 許 可, 本 檔 任 何 部 分 的 內 容 不 得 被 複 製 或 抄 襲 用 於 任 何 目 的 本 檔 的 內 容 在 未 經 通 知 的 情 形 下 可

版 權 2014 贊 雲 科 技 股 份 有 限 公 司 版 權 保 護 聲 明 未 經 贊 雲 科 技 股 份 有 限 公 司 書 面 許 可, 本 檔 任 何 部 分 的 內 容 不 得 被 複 製 或 抄 襲 用 於 任 何 目 的 本 檔 的 內 容 在 未 經 通 知 的 情 形 下 可 版 權 2014 贊 雲 科 技 股 份 有 限 公 司 版 權 保 護 聲 明 未 經 贊 雲 科 技 股 份 有 限 公 司 書 面 許 可, 本 檔 任 何 部 分 的 內 容 不 得 被 複 製 或 抄 襲 用 於 任 何 目 的 本 檔 的 內 容 在 未 經 通 知 的 情 形 下 可 能 會 發 生 改 變, 敬 請 留 意 於 本 檔 中, 贊 雲 科 技 擁 有 專 利 權 商 標

Dettagli

幻灯片 1

幻灯片 1 18 20045 : : 1. 2. 1. 2. 3. 4. 5. BAS BAS BAS 3 15-1 2.3.2 AI A/D D/A AO DI DO 15-7 1 EXCEL 5000 C-BUSRS4851200X42915009600~1MB/S DI DO AI AO XL20 XL80 XL100 XL500/600 XF521A XF526 XF523A XF528

Dettagli

84

84 83 84 EKI-1526 EKI-1528 EKI-1524 EKI-1522 EKI-1521 2 2 2 2 2 16 8 4 2 1 10/100 Mbps 10/100 Mbps 10/100 Mbps 10/100 Mbps 10/100 Mbps RS-232/422/485 RS-232/422/485 RS-232/422/485 RS-232/422/485 RS-232/422/485

Dettagli

cdr

cdr ~ 3 4 5 6 7~ 8 9 ~0 2 2 3 4~5 6 6 6 7 0565009230 m 2 3 PL 4 5 23. 2. 3. 6 (Transmitter) (ON/OFF) (NIGHT SETBACK ) 2 3 4 5 6 ( ) REMOTECONTROLLER 7 8 A: B: 7 (Transmitter) (Display) (NIGHT SETBACK) 2 3

Dettagli

声 明 本 公 司 及 全 体 董 事 监 事 高 级 管 理 人 员 承 诺 不 存 在 虚 假 记 载 误 导 性 陈 述 或 重 大 遗 漏, 并 对 其 真 实 性 准 确 性 完 整 性 承 担 个 别 和 连 带 的 法 律 责 任 本 公 司 负 责 人 和 主 管 会 计 工 作 的

声 明 本 公 司 及 全 体 董 事 监 事 高 级 管 理 人 员 承 诺 不 存 在 虚 假 记 载 误 导 性 陈 述 或 重 大 遗 漏, 并 对 其 真 实 性 准 确 性 完 整 性 承 担 个 别 和 连 带 的 法 律 责 任 本 公 司 负 责 人 和 主 管 会 计 工 作 的 声 明 本 公 司 及 全 体 董 事 监 事 高 级 管 理 人 员 承 诺 不 存 在 虚 假 记 载 误 导 性 陈 述 或 重 大 遗 漏, 并 对 其 真 实 性 准 确 性 完 整 性 承 担 个 别 和 连 带 的 法 律 责 任 本 公 司 负 责 人 和 主 管 会 计 工 作 的 负 责 人 会 计 机 构 负 责 人 保 证 公 开 转 让 说 明 书 中 财 务 会 计 资

Dettagli

员工签到录

员工签到录 Archivist 2002 Eletech Enterprise Co., Ltd. All Rights Reserved. 1-1 ELETECH VOICE SYSTEMS INC 2 / 2 VLR, 1-1-1 VP894AS-M11 1. VP894AS-M11 1 2. Y 4 3. RJII 4 4. 2-PIN 1 5. VLR 1 2 3 4 ELETECH VOICE SYSTEMS

Dettagli

f2.eps

f2.eps 前 言, 目 录 产 品 概 况 1 SICAM PAS SICAM 电 力 自 动 化 系 统 配 置 和 使 用 说 明 配 置 2 操 作 3 实 时 数 据 4 人 机 界 面 5 SINAUT LSA 转 换 器 6 状 态 与 控 制 信 息 A 版 本 号 : 08.03.05 附 录, 索 引 安 全 标 识 由 于 对 设 备 的 特 殊 操 作 往 往 需 要 一 些 特 殊 的

Dettagli

S3125A 2

S3125A 2 BD-SP308 S3125A 2 ON/STANDBY 3 4 5 *1*2 *1 *2 A B C 1 2 3 4 5 6 6 - 11 - - 7 8 ON/STANDBY RESOLUTION HDMI OUTVIDEO OUTPUT (COMPONENT) ZOOM OPEN/CLOSE CLEAR ENTER RECEIVER 34 HOME TOP MENU ENTER POP UP

Dettagli

C3_ppt.PDF

C3_ppt.PDF C03-101 1 , 2 (Packet-filtering Firewall) (stateful Inspection Firewall) (Proxy) (Circuit Level gateway) (application-level gateway) (Hybrid Firewall) 2 IP TCP 10.0.0.x TCP Any High Any 80 80 10.0.0.x

Dettagli

EE Lecture 11 (Wireless Communications Systems)

EE Lecture 11 (Wireless Communications Systems) EE110300 Lecture 11 (Wireless Communications Systems) Contents ( ) (RF) (Antenna) m(t) m(t) 90 50 40 30 20 10 0 ( ) 10 300 330 0 30 60 270 90 240 210 180 150 120 (LAN) (VSAT ) (Pager) (Cellular Phone)

Dettagli

handsome-招股书-新规则-final-version-0422.PDF

handsome-招股书-新规则-final-version-0422.PDF 1 Handsome Electronics Co., Ltd. ( 259 ) 1 2 28 2 Handsome Electronics Co., Ltd. ( ) 17,000,000 A 1700 1 15.53 2003 4 28 2003 4 10 3 1 2002 44.28 11.65 2 3 4 2001 7 17 3 2010 2010, 4 5...8...11...11...11...11...12...12...12...13...

Dettagli

封面、目录.PDF

封面、目录.PDF SHANGHAI FOUNDER YANZHONG SCIENCE & TECHNOLOGY GROUP CO.,LTD. 1515 600601 (A ) 37,324.8 10 3 11,197.44 1.00 5.58 62,482 ( ) 2003 7 9 2003 7 22 ( ( ( ( ( 2003 6 3 PC PC PC 4.36 2003 3 31 1.3 ( ) 6.43%

Dettagli

Cable Modem網路系統

Cable Modem網路系統 ADSL Cable Modem T09010001 T09010003 T09010007 T09010053 Cable World Cable Modem Cable Modem Cable Modem Cable World- 110/220 V Electrical Signal 60/50 Hz Channel 2 55 MHz Satellite Frequency IF 5-54

Dettagli

untitled

untitled IN2112, IN2114, IN2116 010-0735-02 DISPERINDAG No. 0287/1.824.51/09.0 Regulatory models: V2000, M2100 InFocus Corporation, 13190 SW 68th Parkway, Portland, Oregon 97223-8368 USA EMC 2004/108/EC EuP 2005/32/EC

Dettagli

BYOD IP+Optical (IP NGN) API 4. End-to-End (Service Aware) 5. IP NGN (IP Next Generation Network) ( ) Prime Carrier Management Access Edge Co

BYOD IP+Optical (IP NGN) API 4. End-to-End (Service Aware) 5. IP NGN (IP Next Generation Network) ( ) Prime Carrier Management Access Edge Co BYOD 228 2015 IT open source DIY ( ) Up/Down HP NNMi WhatsUp Gold Nagios HP SiteScope WhatsUp Gold HP NNMi WhatsUp Gold Cacti MRTG HP ispi Performance for Metrics WhatsUp Gold ( ) Open source Agent End-to-End

Dettagli

网康科技•互联网控制网关

网康科技•互联网控制网关 网 康 科 技 互 联 网 控 制 网 关 Internet Control Gateway 用 户 手 册 Version 5.5 2009 年 12 月 关 于 本 手 册 版 权 声 明 2009 版 权 所 有, 保 留 一 切 权 力 本 文 件 中 出 现 的 任 何 文 字 叙 述 文 档 格 式 插 图 照 片 方 法 过 程 等 内 容, 除 另 有 特 别 注 明, 版 权 均

Dettagli

Microsoft Word zw

Microsoft Word zw 第 1 章 Android 概述 学习目标 : Android Android Android Studio Android Android APK 1.1 1. 智能手机的定义 Smartphone 2. 智能手机的发展 1973 4 3 PC IBM 1994 IBM Simon PDA PDA Zaurus OS 1996 Nokia 9000 Communicator Nokia 9000

Dettagli

<4D6963726F736F667420576F7264202D20D5D0B9C9CBB5C3F7CAE9A3A8C9EAB1A8B8E5A3A92E646F63>

<4D6963726F736F667420576F7264202D20D5D0B9C9CBB5C3F7CAE9A3A8C9EAB1A8B8E5A3A92E646F63> 本 次 发 行 概 况 发 行 股 票 类 型 : 人 民 币 普 通 股 (A 股 ) 发 行 股 数 : 1,120 万 股 每 股 面 值 : 1.00 元 每 股 发 行 价 格 : [ ] 元 预 计 发 行 日 期 : [ ] 年 [ ] 月 [ ] 日 拟 上 市 的 证 券 交 易 所 : 发 行 后 总 股 本 : 深 圳 证 券 交 易 所 4,460 万 股 本 公 司 控 股

Dettagli

WARNING RISK OF ELECTRIC SHOCK DO NOT OPEN AVIS RISQUE DE CHOC ELECTRIQUE NE PAS OUVRIR S3125A 2

WARNING RISK OF ELECTRIC SHOCK DO NOT OPEN AVIS RISQUE DE CHOC ELECTRIQUE NE PAS OUVRIR S3125A 2 2 DR-645 8 18 25 29 31 WARNING RISK OF ELECTRIC SHOCK DO NOT OPEN AVIS RISQUE DE CHOC ELECTRIQUE NE PAS OUVRIR S3125A 2 ON/STANDBY 1 ALL 3 4 * 5 *1 *2 *3 *1 *4 *5 *3 *4 *5 *6 6 7 Ω Ω 1 2 8 9 LINE 1 INLINE

Dettagli

标题

标题 第 五 期 ( 总 第 269 期 ) 浙 江 省 交 通 科 技 情 报 站 2015 年 5 月 1 日 目 次 政 策 法 规 1. 贯 彻 国 务 院 城 市 优 先 发 展 公 共 交 通 的 部 署 促 进 交 通 一 卡 通 互 联 互 通 ( 3 ) 2. 广 东 省 高 速 公 路 联 网 收 费 管 理 办 法 5 月 1 日 起 实 施 建 立 档 案 库 永 久 保 留 收

Dettagli

重 要 安 全 说 明 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. ii 使 用 产 品 前 请 仔 细 阅 读 这 些 说 明, 并 保 存 起 来 以 备 今 后 参 考 遵 循 本 产 品 上 表 示 的 所 有 警 告 和 指 示 清 洁 之 前 先 从 墙 上 插 座 拔 下 本 产

重 要 安 全 说 明 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. ii 使 用 产 品 前 请 仔 细 阅 读 这 些 说 明, 并 保 存 起 来 以 备 今 后 参 考 遵 循 本 产 品 上 表 示 的 所 有 警 告 和 指 示 清 洁 之 前 先 从 墙 上 插 座 拔 下 本 产 ,, LifeBook Microsoft Windows MS-DOS Windows NT Windows XP Windows Vista Windows 7 Windows 8 Windows 8.1 Microsoft Corporation Phoenix Phoenix Technologies Corporation Fujitsu Limited 2015,,, (1) (2),

Dettagli

ARIS Design Platform

ARIS Design Platform ARIS - 20045 ARIS 1 ARIS 6.................................................................4 2 ARIS 6.....................................................5 2.1 ARIS.......................................................................6

Dettagli

校友会系统白皮书feb_08

校友会系统白皮书feb_08 硕 士 研 究 生 招 生 管 理 系 统 1 产 品 白 皮 书 希 尔 数 字 校 园 硕 士 研 究 生 招 生 管 理 系 统 白 皮 书 目 录 1 产 品 概 述... 1 1.1 产 品 简 介... 1 1.2 应 用 范 围... 1 2 产 品 功 能 结 构 图... 2 3 产 品 功 能... 3 3.1 系 统 设 置... 3 3.2 信 息 发 布... 3 3.3

Dettagli

CANVIO_AEROCAST_CS_EN.indd

CANVIO_AEROCAST_CS_EN.indd 简 体 中 文...2 English...4 SC5151-A0 简 体 中 文 步 骤 2: 了 解 您 的 CANVIO AeroCast CANVIO AeroCast 无 线 移 动 硬 盘 快 速 入 门 指 南 欢 迎 并 感 谢 您 选 择 TOSHIBA 产 品 有 关 您 的 TOSHIBA 产 品 的 详 情, 请 参 阅 包 含 更 多 信 息 的 用 户 手 册 () 安

Dettagli

典型自编教材

典型自编教材 河 南 科 技 大 学 计 算 机 实 验 教 学 中 心 1. 计 算 机 文 化 基 础 实 验 指 导 书 2. 数 据 结 构 实 验 指 导 书 3. 操 作 系 统 实 验 指 导 书 4. 面 向 对 象 程 序 设 计 实 验 指 导 书 5. 数 据 库 原 理 实 验 指 导 书 6. 编 译 原 理 实 验 指 导 书 7. JAVA 程 序 设 计 实 验 指 导 书 8.

Dettagli

Connected Intelligence:ビッグデータ技術を活用したIT運用

Connected Intelligence:ビッグデータ技術を活用したIT運用 HP Technology At Work 2015 Connected Intelligence IT HP 0 Copyright 2015 Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information contained herein is subject to change without notice. HP New Style of

Dettagli

untitled

untitled \ \ \ DOP11B 06/2011 16929837 / ZH SEW-EURODRIVE Driving the world 1 5 1.1 5 1.2 5 1.3 6 1.4 6 1.5 6 1.6 6 1.7 6 2 7 2.1 7 2.2 7 2.3 8 2.4 8 2.5 8 2.6 9 2.7 / 11 2.8 11 2.9 11 2.10 11 2.11 12 3 (DOP11B-10

Dettagli

TCP/IP TCP/IP OSI IP TCP IP IP TCP/IP TCP/IP

TCP/IP TCP/IP OSI IP TCP IP IP TCP/IP TCP/IP TCP/IP : TCP/IP TCP/IP OSI IP TCP IP IP TCP/IP TCP/IP 1. ASCII EBCDIC Extended Binary-Coded Decimal Interchange Code 2. / (1) (2) Single System Image SSI) (3) I/O (4) 3.OSI OSI Open System Interconnection

Dettagli