Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2005-2006"

Transcript

1 Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico a cura di Silvana Mosca, Lorenzo Capisani, Antonio D Agruma La rilevazione sulla presenza degli allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado di Torino e Provincia deriva dai dati acquisiti tramite l Ufficio Scolastico Provinciale e l U.T.S. Inserimento Allievi Stranieri di Torino presso gli istituti scolastici statali e paritari. I dati qui presentati sono aggiornati a maggio Il presente rapporto illustra: a) L incremento delle presenze di allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole della Provincia, dal 999 al b) La distribuzione degli allievi di cittadinanza non italiana nei diversi gradi scolastici (dalla scuola dell Infanzia alla scuola Secondaria di 2 grado ripartiti tra Torino e Provincia) compresi i corsi serali e i CTP (Centri Territoriali Permanenti per gli adulti). c) La ripartizione degli allievi stranieri in base alle cittadinanze prevalenti. La presente rilevazione considera come straniero l alunno di cittadinanza non italiana ed esclude gli adottati, include ovviamente i nati in Italia da cittadini stranieri, appartenenti alle cosiddette seconde generazioni. In netto aumento risultano le percentuali di allievi stranieri sul totale studenti in tutti i livelli scolastici. Ordine di scuola A.S A.S Infanzia 6,40 % 7,08% Primaria 7,8% 9,25% Secondaria grado 6,77% 8,4% Secondaria 2 grado 4,02% 5,40% Percentuale media 6,24% 7,52% Il totale degli allievi stranieri è di Le cittadinanze maggiormente rappresentate sono: Romania (8542), Marocco (5702), Perù (2064), Albania (82), Cina (652). Silvana Mosca è Dirigente Tecnico dell'usr Piemonte. Lorenzo Capisani e Antonio D'Agruma operano nell'uts Inserimento Allievi Stranieri di Torino I dati qui presentati sono aggiornati al maggio Alla raccolta dei dati ha collaborato Valter Primo, Ufficio Scolastico Provinciale - UTS Inserimento Allievi Stranieri. Il presente rapporto sarà reso disponibile sul sito web: e utsstranieri.scuole.piemonte.it

2 Tab. - Totali allievi di cittadinanza non italiana e incidenze percentuali Scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado Torino e Provincia A. S Ordine di scuola Totale Stranieri Totale Allievi Percentuale Allievi Stranieri Infanzia ,08% Primaria ,25% Secondaria grado ,4% Secondaria 2 grado ,40% Totali ,52% Incidenze percentuali allievi stranieri ogni ordine di scuola Torino e Provincia A.S % 9% 8% 7% 6% 5% 4% 3% 2% % 0% Infanzia Primaria Secondaria grado Secondaria 2 grado Totali % stranieri 7,08% 9,25% 8,4% 5,40% 7,52% Non comprende i CTP. Tab.. La tabella illustra l incidenza percentuale degli allievi di cittadinanza non italiana rispetto al totale degli allievi, calcolata in base alle dichiarazioni delle scuole nell A.S La presente rilevazione considera come straniero l alunno di cittadinanza non italiana ed esclude gli adottati; include, ovviamente, i nati in Italia da cittadini stranieri, appartenenti alle cosiddette seconde generazioni (ovvero una generazione e mezza ). I 2230 allievi di cittadinanza non italiana sono il 7,52% del totale degli allievi (italiani + stranieri) presenti nelle scuole di ogni ordine e grado. Se si esclude la scuola secondaria di secondo grado, ove gli stranieri sono il 5,40%, in media, negli altri livelli l incidenza varia tra il 7,08% e il 9,25% in media con la situazione più consistente nella scuola primaria.

3 La presenza percentuale di allievi di cittadinanza non italiana è dunque sistematica nella scuola dell obbligo. A fronte di istituti che presentano il 2% di stranieri sul totale, ve ne sono altri che contano anche l 80% di allievi stranieri sul totale. E da segnalare che il totale della scuola dell infanzia non comprende i dati delle scuole dell infanzia comunali di Torino.

4 Tab. 2 Presenze allievi stranieri Scuole Secondarie di 2 grado statali e paritarie Serali e CTP Torino e Provincia A.S Ordine di scuola Torino Provincia Torino e Provincia Secondaria 2 grado serale CTP Totali Torino Secondaria 2 grado serale 8% CTP 92% Provincia Secondaria 2 grado serale 4% CTP 96% Torino + Provincia Secondaria 2 grado serale 7% CTP 93%

5 Tab. 2. La tabella presenta separatamente i dati relativi ai corsi serali di scuola secondaria di secondo grado e dei CTP (Centri Territoriali Permanenti), divisi tra Torino e Provincia (A.S ). Sono presenti per la più parte soggetti adulti, anche se compresenti con alcuni gruppi di minori di anni 8. Il raffronto, evidenziato dai grafici, tra la percentuale che indica la frequenza nella secondaria di secondo grado serale in Torino e Provincia, rispecchia la distribuzione della popolazione scolastica fra il capoluogo e il resto del territorio.

6 Tab.3 - Serie storica Incremento allievi stranieri Scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado Torino e Provincia Ordine di scuola % % % % % % % % Infanzia , , , , , , , ,6 Primaria , , , , , , ,9 Secondaria di grado , , 603 2,7 80 2, , , ,5 Secondaria di 2 grado 480 0, , , , , , , ,5 Totali , , 708 2, , , , , ,7 Incremento percentuale presenze allievi stranieri in Torino e Provincia anni ,7 6, 2,5 24,7 26, 26,7 32,3 32, Non comprende i dati della scuola secondaria di 2 grado serale e dei CTP riportati in tabella 2

7 Tab.3. Le percentuali di incremento degli allievi stranieri a Torino e Provincia sono consistenti fin dall anno 999 (primo dato considerato) ed oscillano intorno al 25%, con punte del 32% nel 2003 e nel 2004 e un valore inferiore (6%) nel L ultimo incremento è + 2,7% dal 2005 al Il dato 2006 relativo alla scuola dell infanzia (+ 6,6%), che non comprende le scuole dell infanzia comunali e convenzionate di Torino città, sottolinea un inversione di tendenza rispetto all anno precedente (- 0,7)..

8 Tab.4 - Serie storica Distribuzione percentuale degli allievi stranieri nei diversi livelli scolastici Scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado Torino e Provincia 999 % % % Ordine di scuola Infanzia , , , , , , , , Primaria , , , , , , , ,3 Secondaria di grado , , , , , , , Secondaria di 2 grado 480 0, , , 266 5, , , ,6 Totali % % % % % 2006 Incremento presenze allievi stranieri nella scuola secondaria di 2 grado Torino e Provincia - anni Non comprende i dati della scuola secondaria di 2 grado serale e dei CTP riportati in tabella 2.

9 Tab. 4. La tabella illustra la ripartizione del totale degli allievi stranieri nei diversi gradi scolastici. La scuola primaria si conferma come il livello scolastico più densamente frequentato (42,3%) del totale, certamente in relazione alla durata quinquennale di detto corso di studi. La scuola secondaria di primo grado (23,0%) e quella dell infanzia (5,%) riconfermano sostanzialmente il dato dell anno precedente. Molto aumentata è la percentuale relativa alle presenze nella scuola secondaria di secondo grado, pari al 9,6%. La percentuale relativa alle presenze nella scuola secondaria di secondo grado (9,6%); pur se leggermente superiore, rispetto all anno precedente (9,2%), segna un andamento stazionario. Rispetto al 999 (0,3%) per altro è quasi raddoppiata. L inserimento scolastico degli allievi stranieri in questo livello scolastico presenta tratti di forte criticità. Oltre alle esigenze di acquisizione della lingua per comunicare, sono acute le necessità di apprendimento della lingua per studiare. Entrambi i bisogni linguistici si presentano in un quadro di specifiche dinamiche sociali e psicologiche connesse con la particolare età degli allievi. La Regione Piemonte e l Ufficio Scolastico Regionale hanno dato avvio a un progetto di intervento di rilevante consistenza dal titolo Conoscere l italiano per studiare. La Fondazione Agnelli sta conducendo una ricerca sulle seconde generazioni dalla quale sarà possibile desumere indicazioni di intervento.

10 Tab. 5 - Riepilogo presenze allievi stranieri Scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado Torino e Provincia A.S Ordine di scuola Torino Provincia Torino e Provincia a.s a.s a.s a.s a.s a.s Infanzia Primaria Secondaria grado Secondaria 2 grado Totali Presenze allievi stranieri Torino e Provincia A.S / Infanzia Primaria 8762 Secondaria grado Secondaria 2 grado Non comprende i dati della scuola secondaria di 2 grado serale e dei CTP riportati in tabella 2. Riporta in comparazione i dati dell' A.S. 2004/2005

11 Tab. 5. Il riepilogo generale delle presenze degli allievi stranieri in Torino e Provincia, nel raffronto tra l anno scolastico e quello precedente, mostra un cospicuo aumento in tutti gli ordini di scuola in Torino città. In Provincia tale aumento riguarda in modo particolare la scuola primaria e secondaria di primo grado; gli altri ordini di scuola restano stabili seppure in lieve aumento.

12 Tab. 6 - Riepilogo cittadinanze allievi stranieri per ogni ordine di scuola Torino - A. S Ordine di scuola Albania Argentina Brasile Cina Infanzia Primaria Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Secondaria grado Secondaria 2 grado diurno Secondaria 2 grado serale CTP Totali Albania Argentin Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavi Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Cittadinanze per ogni ordine di scuola Torino A.S

13 Tab. 7 - Riepilogo cittadinanze allievi stranieri per ogni ordine di scuola Provincia A. S Ordine di scuola Albania Infanzia Primaria Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Secondaria grado Secondaria 2 grado diurno Secondaria 2 grado serale CTP Totali Cittadinanze per ogni ordine di scuola Provincia A. S Albania Argentin Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavi Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre

14 Tab. 8 Cittadinanze straniere nella Scuola dell Infanzia Scuole statali e paritarie Torino e Provincia - A. S Cittadinanze Allievi Stranieri Torino Provincia Torino e Provincia Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Totali Cittadinanze straniere Scuola Infanzia Torino A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Cittadinanze straniere Scuola Infanzia Provincia A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre

15 Tab. 9 Cittadinanze straniere nella Scuola Primaria Scuole statali e paritarie Torino e Provincia - A. S Cittadinanze Allievi Stranieri Torino Provincia Torino e Provincia Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Totali Cittadinanze straniere Scuola Primaria Torino A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Cittadinanze straniere Scuola Primaria Provincia A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre

16 Tab. 0 - Cittadinanze straniere nella Scuola Secondaria di grado Scuole statali e paritarie Torino e Provincia - A. S Cittadinanze Allievi Stranieri Torino Provincia Torino e Provincia Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria 7 8 Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Totali Cittadinanze straniere Scuola Secondaria grado Torino A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Cittadinanze straniere Scuola Secondaria grado Provincia A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre

17 Tab. - Cittadinanze straniere nella Scuola Secondaria di 2 grado (diurno) Scuole statali e paritarie Torino e Provincia - A. S Cittadinanze Allievi Stranieri Torino Provincia Torino e Provincia Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Totali Cittadinanze straniere Scuola Secondaria 2 grado (diurno) Torino A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Cittadinanze straniere Scuola Secondaria 2 grado (diurno) Provincia A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre

18 Tab. 2 - Cittadinanze straniere nella Scuola Secondaria di 2 grado (serale) Scuole statali e paritarie Torino e Provincia - A. S Cittadinanze Allievi Stranieri Torino Provincia Torino e Provincia Albania Argentina Brasile 20 2 Cina Ecuador Egitto 0 Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Perù Romania Russia Tunisia 0 Ucraina Altre Totali Cittadinanze straniere Scuola Secondaria 2 grado (serale) Torino A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Cittadinanze straniere Scuola Secondaria 2 grado (serale) Provincia A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre

19 Tab. 3 - Cittadinanze straniere nei CTP Torino e Provincia - A. S Cittadinanze Allievi Stranieri Torino Provincia Torino e Provincia Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Totali Cittadinanze straniere CTP Torino A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Cittadinanze straniere CTP Provincia A.S Albania Argentina Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Nigeria Romania Russia Tunisia Ucraina Altre

20 Tabb Rispetto all edizione precedente, quest anno (A.S ) la rilevazione ha ampliato le cittadinanze esaminate da 2 a 6 affiancando, a quelle che risultavano già maggiormente presenti negli anni precedenti, altre cittadinanze che mostrano un incremento interessante. A ragion veduta il numero delle presenze di altre diverse cittadinanze (non ulteriormente specificabili), risulta comunque cospicuo, pari a 477 allievi. La cittadinanza maggiormente presente è la Romania, in tutti i livelli scolastici. Nella scuola secondaria di secondo grado serale la presenza di allievi Romeni è notevolmente aumentata anche se in questo livello scolastico prevalgono, seppur di poco, gli allievi del Perù. Nei CTP a Torino prevale il Marocco, seguito da Perù, Cina; in Provincia, invece, mentre il Marocco presenta il maggior numero di allievi, è da evidenziare la notevole presenza di allievi del Brasile. I dati relativi alle cittadinanze sono articolati per livello di scuola e sono riportati in forma separata tra Torino e Provincia.

21 Ordine di scuola Albania Infanzia Torino Infanzia Provincia 84 Primaria Torino Primaria Provincia 333 Secondaria grado Torino 73 Secondaria grado Provincia 85 Argentina Tab. 4 Analisi della distribuzione delle Cittadinanze Straniere nei diversi ordini di scuola Torino e Provincia A. S Brasile Cina Ecuador Egitto Filippine India Marocco Moldavia Secondaria 2 grado Torino diurno Secondaria 2 grado Provincia diurno Secondaria 2 grado Torino serale Secondaria 2 grado Provincia serale rino CTP Provincia Totali Cittadinanze Nigeria Perù Romania Russia Tunisia Ucraina Altre Totali per livelli scolastici

22 Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Albania totale allievi Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Argentina totale allievi Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Brasile totale allievi Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Cina totale allievi

23 Infanzia To Ecuador totale allievi 432 Infanzia To Egitto totale allievi 693 Sec. To Sec. To Sec. Prov. Sec. Prov Infanzia To Filippine totale allievi 358 Infanzia To India totale allievi 89 Sec. To Sec. To Sec. Prov. Sec. Prov

24 Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Marocco totale allievi 5702 Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Moldavia totale allievi Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Nigeria totale allievi 433 Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Perù totale allievi

25 Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Romania totale allievi Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Russia totale allievi Infanzia To Tunisia totale allievi 337 Infanzia To Ucraina totale allievi 23 Sec. To Sec. To Sec. Prov. Sec. Prov

26 Infanzia To Sec. To Sec. Prov. Altre cittadinanze totale allievi Tab. 4. L ampliamento della ricerca ad un maggior numero di cittadinanze considerate interessanti ai fini della statistica, anche se lontane numericamente da quelle prevalenti, permette di considerarne la diversa distribuzione sul territorio e nei diversi ordini di scuola. L entità complessiva delle singole comunità è di assai diversa consistenza: si va da cittadinanze come Ucraina, Russia e Argentina, che contano poche centinaia di presenze a quelle prevalenti quali Romania, Marocco, Perù, Albania che contano da una a più migliaia di presenze. Per facilitare una lettura analitica dei singoli dati i grafici illustrativi della tabella sono graduati diversamente: pertanto le barre delle frequenze non sono sovrapponibili.

27 Conclusioni L incremento del totale delle presenze degli allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di Torino e Provincia, pari al 2,7%, è indice di un fenomeno ancora in crescita, ma con tratti di presumibile assestamento. A fronte di 4620 presenze nel 999, si è giunti a 2230 presenze nel 2006 (dati aggiornati al mese di maggio). Non sono stati inseriti i dati delle scuole dell infanzia municipali di Torino città. Torino con 3235 presenze copre circa i 2/3 del totale. L indice percentuale rispetto al totale degli allievi è del 7,52% (nel ,20%) medio, con la maggiore intensità pari al 9,25% (nel ,8%) nella scuola primaria e a seguire l 8,4% (nel ,77%) nella secondaria di primo grado, il 7,8% (nel ,7%) nella scuola dell infanzia, il 5,40% (nel ,02%) nella scuola secondaria di secondo grado. Gli indici percentuali del totale allievi di cittadinanza non italiana rispetto al totale degli studenti sono tutti aumentati di almeno un punto percentuale (ad esclusione della scuola dell infanzia che è di poco inferiore). I totali sono stati calcolati sull universo statistico da fonte acquisita direttamente dalle scuole, d intesa con l Ufficio Scolastico Provinciale. Sono stati calcolati separatamente i frequentanti dei CTP e dei corsi serali di secondaria di secondo grado (di cui una parte è in minore età). Il dettaglio delle tabelle relative alle cittadinanze prevalenti evidenzia la Romania come maggiore comunità presente a Torino e in Provincia, in tutti i livelli scolastici (ad esclusione soltanto dei CTP ove prevale il Marocco e dei corsi serali di secondaria di secondo grado ove prevale il Perù). La ripartizione delle cittadinanze fra Torino e Provincia e rispetto ai diversi gradi scolastici consente alcune analisi ed interpretazioni in funzione di letture sia sociologiche che statistiche. Il dato dell indice percentuale delle presenze straniere nelle scuole in rapporto al numero totale degli allievi è del 7,52% in media, ma i dati delle singole scuole segnalano casi del 50% e anche 80% di presenze non italiane nelle singole scuole o classi. Il fenomeno evidenzia necessità di interventi sia istituzionali sia di territorio. A conclusione dell indagine viene riportata una sintetica scheda relativa ai più rilevanti interventi proposti dall Ufficio Scolastico Regionale e dall U.T.S. Inserimento Scolastico Stranieri. In allegato vengono riportate alcune tabelle basate su dati MPI 2006 Sistema informativo che illustrano la situazione regionale e nazionale. Per maggiori approfondimenti cfr. il sito internet MPI: Per aggiornamenti futuri dei dati USR Piemonte cfr. il sito internet:

28 Interventi dell Ufficio Scolastico Regionale in favore del migliore inserimento scolastico degli allievi di cittadinanza non italiana. Le iniziative poste in essere nel corso degli anni, a partire dal 987 ad oggi e in particolare dall anno 999, hanno teso a contrastare il forte impatto e la crescente consistenza del fenomeno immigratorio nella scuola attraverso diversi tipi di attività. - L ideazione di modelli organizzativi innovativi, prima nella scuola primaria, oggi nella scuola secondaria di secondo grado. - La formazione degli insegnanti nella specifica didattica dell italiano lingua seconda, prima nella lingua della comunicazione e nell alfabetizzazione, poi nella costruzione dei concetti di base, oggi nella lingua per studiare le discipline: le iniziative si sono rivolte sia a docenti alle prime esperienze, sia a insegnanti esperti, con l assegnazione di crediti universitari. - La costruzione e diffusione di strumenti didattici per gli allievi diffusi gratuitamente nelle scuole (schede di italiano, Kit multimediale Benvenuta-Benvenuto ) e per gli insegnanti (quaderni Insegnare italiano L2 e L, guide normative, fino alla recente pubblicazione Saperi per insegnare edizioni Loescher). - Lo sviluppo del rapporto scuola-famiglia con l esperienza delle Scuole delle mamme (laboratori di ascolto, educazione interculturale e alfabetizzazione per donne con figli in età scolare). Molte attività hanno fruito di finanziamenti europei, ministeriali, regionali. L ultimo importante progetto è realizzato insieme con la Regione Piemonte ed è rivolto alla scuola secondaria di secondo grado: Conoscere l italiano per studiare. Consiste in corsi rapidi di italiano organizzati per gruppi di allievi della durata di 50, 00 o 50 ore annue e mirati a sostenere l apprendimento linguistico funzionale alla conquista delle competenze disciplinari nei ragazzi delle scuola secondaria. Sono state individuate otto scuole-polo, una in ciascuna provincia che svolgeranno il ruolo di capofila delle reti di scuole in cui verranno ubicati i corsi o che invieranno allievi ai corsi di scuole viciniori appartenenti alla medesima rete. Il progetto opererà in sinergia con un altro progetto dedicato alla ricerca-azione di modelli e materiali didattici da costruire con gli insegnanti. Le attività saranno monitorate e verificate da un Tavolo tecnico che potrà avvalersi di esperti dell Università di Torino

29 DATI STATISTICI GENERALI PRESENZE DEGLI ALLIEVI DI CITTADINANZA NON ITALIANA NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO IN PIEMONTE TAB. DATI GENERALI (fonti MPI 2006 e USR). PROVINCE TOTALE STRANIERI % SUL TOTALE ALLIEVI Alessandria ,7% Asti ,00% Biella 58 6,74% Cuneo ,% Novara ,8% Torino (dati USR) ,52% Verbania 787 3,7% Vercelli 679 7,45% Totale Piemonte ,56% TAB.2 DATI PER LIVELLO SCOLASTICO (fonte MPI 2006). SECONDARIA SECONDARIA PROVINCE INFANZIA PRIMARIA I GRADO II GRADO Alessandria Asti Biella Cuneo Novara Torino (dati USR) Verbania Vercelli Totale Piemonte TAB.3 CITTADINANZE (fonte USR) N Cittadinanze in totale 9 Cittadinanze più rappresentate in ordine decrescente. Romania 2. Marocco 3. Perù 4. Albania 5. Cina.

30 ALCUNI DATI NAZIONALI (fonte MPI 2006) A. S Alunni con cittadinanza non italiana Incremento percentuale + 7,5 % Incremento percentuale scuola secondaria di 2 grado + 38 % Incidenza alunni con cittadinanza non italiana sul totale alunni 4,8 % COMUNI CAPOLUOGO CON LA PIU ALTA INCIDENZA DI ALUNNI CON CITTADINANZA NON ITALIANA (A.S Fonte MPI) Milano 2,7 % Alessandria,8 % Prato,5 % Reggio Emilia,5 % Torino,2 % Torino è, tra le grandi città metropolitane, la città con la maggior crescita in un anno: + 2,7 % di aumento.

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Gli di nelle scuole della provincia di Torino 2013/2014 A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato

Dettagli

Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI

Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI Allegato: PIANO NAZIONALE L2 INTERVENTI PER L INSEGNAMENTO / APPRENDIMENTO DI ITALIANO L2 PER ALUNNI DI RECENTE IMMIGRAZIONE DI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO Il fenomeno della elevata presenza

Dettagli

Alunni immigrati, quale scuola? Reggio Emilia 8-9 Maggio 2008

Alunni immigrati, quale scuola? Reggio Emilia 8-9 Maggio 2008 Alunni immigrati, quale scuola? Reggio Emilia 8-9 Maggio 2008 Relazione di Giuliana Casacci docente EMILIA ROMAGNA Questo breve contributo, per motivi organizzativi, non ha un respiro regionale ma riguarda

Dettagli

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri

Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri Città di Torino Divisione Servizi Educativi Settore Integrazione educativa Alcuni dati sui servizi educativi a favore dei minori stranieri a cura di Carla Bonino Gli interventi che la Divisione Servizi

Dettagli

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Ricerca Uil Scuola da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Non solo bambini Stranieri adulti sui banchi di scuola Una fotografia dell Italia che

Dettagli

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007).

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). Provincia di Torino Ufficio Statistica Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). di Franco A. Fava 1. La popolazione straniera residente. Secondo

Dettagli

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f.

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f. Egregio Dirigente, Le scrivo per informarla che sono state avviate le procedure per la realizzazione della rilevazione degli apprendimenti degli studenti per l anno scolastico 2009/10 nell ambito del Servizio

Dettagli

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2009-2010

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2009-2010 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado nell'anno scolastico 2009-2010

Dettagli

Allievi stranieri di 1^ e 2^ generazione nelle scuole del Piemonte

Allievi stranieri di 1^ e 2^ generazione nelle scuole del Piemonte Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Direzione Generale Seminario conclusivo ITALIANO, PARLIAMONE! 22 ottobre 2009 Sala Conferenze del

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI "L. EINAUDI"

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI L. EINAUDI PROPOSTA ATTIVITA A.S. 2008-09 M1/PA08 CURRICOLARE EXTRACURRICOLARE ALTRO Titolo del Progetto Accoglienza- Alfabetizzazione,- Educazione interculturale Responsabile del Progetto Prof. ssa Colombo Lidia

Dettagli

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere

Quadro informativo sull insegnamento delle lingue straniere Ministero dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per lo Sviluppo dell Istruzione Servizio per l Automazione Informatica e l Innovazione Tecnologica EDS Servizio di Consulenza all

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Scuola al via, in classe 171.605 alunni Nelle statali

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana

Alunni con cittadinanza non italiana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la partecipazione

Dettagli

Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2008 2009

Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2008 2009 Milano Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado Anno scolastico 28 29 Comune di Milano A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati:

Dettagli

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale

annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale annuario della scuola reggiana a.s. 2014/2015 a cura del Servizio Programmazione Scolastica, Educativa ed Interventi per la Sicurezza Sociale popolazione scolastica QUADRO RIASSUNTIVO ALUNNI ISCRITTI A.S.

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Le presenze straniere in regione I residenti Secondo i dati Istat, a fine 2010 i residenti stranieri in Lombardia sono 1.064.447,

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

Orientamento nelle scuole secondarie di 1 grado del Veneto. Il punto 2015

Orientamento nelle scuole secondarie di 1 grado del Veneto. Il punto 2015 Orientamento nelle scuole secondarie di 1 grado del Veneto. Il punto 2015 Esiti del monitoraggio realizzato nei mesi di febbraio marzo 2015 Padova e Mestre, 12 e 17 marzo 2015 Annamaria Pretto Ufficio

Dettagli

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado Anno 2012/2013

Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado Anno 2012/2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Allievi di cittadinanza non italiana nelle scuole di ogni ordine e grado Anno 2012/2013 A cura di

Dettagli

Accoglienza come costruzione e condivisione di regole comuni. BENVENUTI NELLA NOSTRA SCUOLA Convegno 10 settembre 2015 Mirella Cova UST - Mantova

Accoglienza come costruzione e condivisione di regole comuni. BENVENUTI NELLA NOSTRA SCUOLA Convegno 10 settembre 2015 Mirella Cova UST - Mantova Accoglienza come costruzione e condivisione di regole comuni BENVENUTI NELLA NOSTRA SCUOLA Convegno 10 settembre 2015 Mirella Cova UST - Mantova Accoglienza Integrazione scolastica sociale Alfabetizzazione

Dettagli

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati

Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze e dei ragazzi immigrati Ministero della Pubblica Istruzione Osservatorio nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Progetto Non uno di meno per l integrazione positiva delle ragazze

Dettagli

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f.

Egregio Dirigente, INVALSI Villa Falconieri - Via Borromini, 5-00044 Frascati RM tel. 06 941851 - fax 06 94185215 www.invalsi.it - c.f. Egregio Dirigente, Le scrivo per informarla che sono state avviate le procedure per la realizzazione della rilevazione degli apprendimenti degli studenti per l anno scolastico 2010-11 nell ambito del Servizio

Dettagli

Istituto Comprensivo Alto Orvietano FABRO

Istituto Comprensivo Alto Orvietano FABRO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELL UMBRIA Istituto Comprensivo Alto Orvietano FABRO PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PREMESSA Relativamente

Dettagli

MEDIAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE A FAVORE DEI MINORI DI ORIGINE STRANIERA. Anno scolastico 2010-2011

MEDIAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE A FAVORE DEI MINORI DI ORIGINE STRANIERA. Anno scolastico 2010-2011 Istituto Comprensivo Parziale E. Fermi Via E. Fermi 400 21044 Cavaria con Premezzo (Va) con sezioni di Scuola Secondaria di 1 grado di Cavaria e Jerago e Scuola Primaria di Cavaria, Jerago e Orago Tel:

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione In riferimento alla normativa vigente (leggi 104/92, 170/2010 e direttiva del Miur sui BES del 27/12/2012) si è costituito dallo scorso a.s.

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

ATTIVITÀ DI RECUPERO E SOSTEGNO

ATTIVITÀ DI RECUPERO E SOSTEGNO ATTIVITÀ DI RECUPERO E SOSTEGNO Le attività di recupero costituiscono parte ordinaria e permanente del piano dell offerta formativa che ogni istituzione scolastica predispone annualmente (O.M. 92/07 art.

Dettagli

I t a l i a n o L 2 I t a l i a n o p e r l e d i s c i p l i n e

I t a l i a n o L 2 I t a l i a n o p e r l e d i s c i p l i n e I t a l i a n o L 2 I t a l i a n o p e r l e d i s c i p l i n e E d u c a z i o n e a l l i n t e r c u l t u r a Docit s.r.l.s. propone laboratori e progetti didattici per l anno scolastico 2014-2015

Dettagli

CASTELFRANCO EMILIA (MO) ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA: PICASSO

CASTELFRANCO EMILIA (MO) ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA: PICASSO CASTELFRANCO EMILIA (MO) ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA: PICASSO PROGETTO ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI : GIOCHIAMO CON L ITALIANO Anno scolastico 2009 2010. Premessa. Data la

Dettagli

PROGETTO STAR BENE A SCUOLA CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA A.S. 2013/2014-2014/2015. Page 1

PROGETTO STAR BENE A SCUOLA CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA A.S. 2013/2014-2014/2015. Page 1 PROGETTO STAR BENE A SCUOLA CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA A.S. 2013/2014-2014/2015 Page 1 LA DISPERSIONE SCOLASTICA Per dispersione scolastica s'intende l'insieme dei fattori che modificano il regolare

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2009-2010 1 2 INDICE Introduzione... 5 Sezione 1 Le scuole... 7 Il sistema scolastico lombardo... 9 1.1 Scuole statali... 9 1.2 Scuole non statali

Dettagli

da Centri Territoriali Permanenti Centri provinciali di Istruzione per Adulti di Augusta Marconi

da Centri Territoriali Permanenti Centri provinciali di Istruzione per Adulti di Augusta Marconi da Centri Territoriali Permanenti a Centri provinciali di Istruzione per Adulti di Augusta Marconi Introduzione QuickTime e un decompressore sono necessari per visualizzare quest'immagine. Attualmente

Dettagli

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

L età dei vincitori La presenza femminile. L età dei vincitori La presenza femminile. Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato Premessa Corso-concorso ordinario L età dei vincitori La presenza femminile Corso-concorso riservato L età dei vincitori La presenza femminile Confronto tra il concorso ordinario ed il concorso riservato

Dettagli

RILEVAZIONE INTEGRATIVA DELLE SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO NON STATALI ALUNNI PER INDIRIZZI DI STUDIO SEZIONE A CLASSI PER ANNO DI CORSO

RILEVAZIONE INTEGRATIVA DELLE SCUOLE SECONDARIE DI II GRADO NON STATALI ALUNNI PER INDIRIZZI DI STUDIO SEZIONE A CLASSI PER ANNO DI CORSO Ministero dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Studi, la Statistica

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Istituzione scolastica dotata di personalità giuridica Decreto del Direttore Generale dell Ufficio Scolastico Regionale del F.V.G. del 25 gennaio 2012 - prot. n.

Dettagli

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici A che punto siamo... indicazioni per il curricolo e indicazioni nazionali Monitoraggio dei documenti programmatici Formulario A PARTE GENERALE Formulario A - PARTE GENERALE - Pagina n 1 /11 Il piano dell

Dettagli

Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013

Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013 Sportello informativo Casa delle Culture Comune di Arezzo Report 3 Bimestre 2013 A cura di Giovanna Tizzi 1. Gli accessi allo Sportello Informativo della Casa delle Culture Questo terzo report, relativo

Dettagli

OGGETTO: Linee guida Progetto PERCORSO DI ORIENTAMENTO in collaborazione con la FS Prof. Sergio.

OGGETTO: Linee guida Progetto PERCORSO DI ORIENTAMENTO in collaborazione con la FS Prof. Sergio. Distretto Scolastico N 53 Nocera Inferiore (SA) Prot. n. 1676 C/2 Nocera Superiore,18/10/2012 A tutti i docenti All attenzione della prof. Sergio FS di riferimento All attenzione di tutti i genitori Tramite

Dettagli

5. Risultati scolastici nelle scuole statali

5. Risultati scolastici nelle scuole statali 5. Risultati scolastici nelle scuole statali 5.1 Ritardo-parità-anticipo nella scuola secondaria di primo e secondo grado In questo terzo rapporto sulla scuola si è deciso di proseguire l analisi relativa

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015

La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015 2015 2 La Scuola a Monza Anno scolastico 2014/201 /2015 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

Oggetto: Progetto regionale Conoscere l italiano per studiare per allievi stranieri delle scuole secondarie. Anno scolastico 2006/07

Oggetto: Progetto regionale Conoscere l italiano per studiare per allievi stranieri delle scuole secondarie. Anno scolastico 2006/07 Torino, 6 settembre 2006 Prot.n. Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche Secondarie di I e II grado REGIONE PIEMONTE Ai Dirigenti e Funzionari Reggenti dei CSA Agli assessorati alle Politiche sociali

Dettagli

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio

I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio I docenti di italiano L2 di «Certifica il tuo italiano». Gli esiti del monitoraggio Mariagrazia Santagati Università Cattolica, Fondazione Ismu Mariagrazia Santagati Università Cattolica Fondazione Ismu

Dettagli

Prot.n. 7030 Roma, 29.10.2012

Prot.n. 7030 Roma, 29.10.2012 Prot.n. 7030 Roma, 29.10.2012 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI e, p.c. Ai Referenti Regionali per le Attività Musicali LORO SEDI Oggetto:Assetto strutturale, organizzativo

Dettagli

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi LA COMUNITA CINESE IN ITALIA A cura di Federica Aurizi Acquisizione ed elaborazione dei dati riassunti nelle schede sono ricavati dalle seguenti fonti: Barbagli (a cura di), 1 Rapporto sugli immigrati

Dettagli

LA PRIMA INDAGINE SULLE SPESE DELLE FAMIGLIE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE ANNO 2002 SINTESI

LA PRIMA INDAGINE SULLE SPESE DELLE FAMIGLIE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE ANNO 2002 SINTESI MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA LA PRIMA INDAGINE SULLE SPESE DELLE FAMIGLIE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE ANNO 2002 SINTESI Nel corso del 2002 si è svolta la

Dettagli

N. ore per attività individuali fuori dalla. insegnanti) gestite per gruppi nello stesso gruppo classe): 30

N. ore per attività individuali fuori dalla. insegnanti) gestite per gruppi nello stesso gruppo classe): 30 PIANO ANNUALE PER L'INCLUSIVITÀ (PAI) Istituto Tecnico "F. Viganò" Anno scolastico 204/205 N. totale alunni frequentanti: 770 Classe/Sezione ^A ^B ^C ^D ^E ^F ^G ^H ^I 2^A 2^B 2^C 2^D 2^E 2^F N. alunni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PROVAGLIO D ISEO (BS) PROGETTO INTERCULTURA DEL IC DON RAFFELLI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PROVAGLIO D ISEO (BS) PROGETTO INTERCULTURA DEL IC DON RAFFELLI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PROVAGLIO D ISEO (BS) PROGETTO INTERCULTURA DEL IC DON RAFFELLI Progetto intercultura: accoglienza, sostegno e interazione degli alunni stranieri Scheda e progetto per la richiesta

Dettagli

Progetto impari A SCUOLA SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE

Progetto impari A SCUOLA SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE Progetto impari A SCUOLA SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE GIUGNO 2014 GLI OBIETTIVI Nell ambito del progetto impari A SCUOLA, è stata svolta un indagine negli istituti scolastici secondari di primo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione Prot.n. 28710 del 07-09-2015 Ai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali Ai referenti regionali del piano CLIL LORO SEDI OGGETTO: Organizzazione e avvio dei corsi linguistici per docenti CLIL

Dettagli

Relazione sullo svolgimento della Funzione Strumentale stranieri A.S. 2014-2015

Relazione sullo svolgimento della Funzione Strumentale stranieri A.S. 2014-2015 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI VIA MANIAGO Via Maniago, 30 20134 Milano - cod. mecc. MIIC8D4005 Relazione sullo svolgimento della Funzione Strumentale stranieri A.S. 2014-2015 Affidata dal Collegio Docenti

Dettagli

Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione

Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione Progetto territoriale di sostegno all apprendimento della lingua italiana rivolto ad adolescenti stranieri inseriti nei percorsi dell istruzione secondaria superiore della città di Cremona ELABORAZIONE

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Statale James Joyce

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Statale James Joyce Premessa (SCAMBI EDUCATIVI INDIVIDUALI) ESPERIENZE EDUCATIVE ALL ESTERO Le norme che regolano le Esperienze educative all Estero (gli scambi scolastici) sono poche e, in ogni caso, la premessa da tener

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA Edizione 1/ST/st/26.10.2006

Dettagli

Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione

Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Scuola Istituto Comprensivo via A.Moro Buccinasco a.s.2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti 2014/2015: n 1. disabilità

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2013/201 /2014

La Scuola a Monza Anno scolastico 2013/201 /2014 2014 3 La Scuola a Monza Anno scolastico 2013/201 /2014 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Tante diversità. Uguali diritti INTEGRAZIONE Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale MIUR MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

Dettagli

I NUMERI DELLA SCUOLA

I NUMERI DELLA SCUOLA Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per la Programmazione Ministeriale, per la Gestione del Bilancio e per le Risorse umane e dell Informazione I NUMERI DELLA SCUOLA settembre 2007 RTI : EDS

Dettagli

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione :

Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : 1 Fonte: Ufficio scolastico territoriale di Rimini per le scuole statali e Segreterie scolastiche per le scuole ed enti non statali Elaborazione : Provincia di Rimini / Ufficio Scuola 2 LA SCUOLA RIMINESE:

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità ISTITUTO COMPRENVO STATALE POLO EST LUMEZZANE a. s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: Infanzia Primaria Sec.I grado

Dettagli

La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013

La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013 2013 4 La Scuola a Monza Anno scolastico 2012/201 /2013 L informazione statistica Deve essere considerata Dalla Pubblica Amministrazione Come una risorsa essenziale per operare meglio E con trasparenza,

Dettagli

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.22 Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.23 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica 67 Figura 3.24 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica (dati

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI

REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI REGOLAMENTO SULLA FORMAZIONE INIZIALE DEGLI INSEGNANTI * SCHEDE * LA STRUTTURA DEI NUOVI PERCORSI FORMATIVI L avvio dei nuovi percorsi è previsto per l anno accademico 2011/2012. I PERCORSI DI STUDIO PER

Dettagli

I matrimoni a Padova dal 2010 al 2014

I matrimoni a Padova dal 2010 al 2014 Comune di Padova Settore Programmazione Controllo e Statistica La statistica per la città I matrimoni a Padova dal 21 al 214 Analisi dei matrimoni celebrati nel comune di Padova nel quinquennio 21/214

Dettagli

COMMISSIONE QUALITA. Oggetto: Relazione valutazione questionario soddisfazione genitori a.s. 12/13

COMMISSIONE QUALITA. Oggetto: Relazione valutazione questionario soddisfazione genitori a.s. 12/13 COMMISSIONE QUALITA Bergamo, 10 maggio 2013 Oggetto: Relazione valutazione questionario soddisfazione genitori a.s. 12/13 Il sondaggio effettuato via mail ha sostituito alle quattro opzioni indicate una

Dettagli

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità Istituto Comprensivo Statale Lorenzo Bartolini di Vaiano Piano dell Offerta Formativa Scheda di progetto Progetto 5 Formazione, discipline e continuità I momenti dedicati all aggiornamento e all autoaggiornamento

Dettagli

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado

PROGETTO DITER. Secondaria di I grado Scheda D.I.Ter N. 9/aggiornamento a giugno 2013 Allievi stranieri a scuola in Piemonte. Aggiornamento 2012 La crescita del numero di allievi stranieri in Piemonte è proseguita nell anno scolastico 2011/12

Dettagli

FORMARSI AD UN ETHOS MULTICULTURALE EQUITÀ

FORMARSI AD UN ETHOS MULTICULTURALE EQUITÀ FORMARSI AD UN ETHOS MULTICULTURALE EQUITÀ SUCCESSO SCOLASTICO E ORIENTAMENTO MARIO UBOLDI Rovereto 12/13 ottobre 2012 ISTITUTO COMPRENSIVO CASA DEL SOLE MILANO una scuola per tutti 2 IL TERRITORIO Zona

Dettagli

NEWSLETTER. DICEMBRE 2010 Foglio di informazione dell Osservatorio Politiche Sociali

NEWSLETTER. DICEMBRE 2010 Foglio di informazione dell Osservatorio Politiche Sociali Provincia di Bergamo Settore Politiche Sociali e Salute NEWSLETTER DICEMBRE 2010 Foglio di informazione dell Osservatorio Politiche Sociali Progetti di Educazione alla Salute nelle scuole di Val Seriana

Dettagli

Star bene a scuola. L adozione come risorsa Poppi, 31 ottobre 2014

Star bene a scuola. L adozione come risorsa Poppi, 31 ottobre 2014 Star bene a scuola. L adozione come risorsa Poppi, 31 ottobre 2014 Adozioni nazionali e internazionali in Toscana: il quadro complessivo e i percorsi in atto per favorire l'inserimento scolastico dei bambini

Dettagli

Protocollo Mobilità Individuale all Estero

Protocollo Mobilità Individuale all Estero Protocollo Mobilità Individuale all Estero Premessa Con il presente Protocollo il Liceo G.M.Dettori intende sostenere e, nel contempo, regolamentare l esperienza di studio dei propri studenti/studentesse

Dettagli

PROGETTO A SCUOLA DI DISLESSIA

PROGETTO A SCUOLA DI DISLESSIA PROGETTO A SCUOLA DI DISLESSIA Bando per la presentazione di progetti finalizzati alla realizzazione in ambito scolastico di strategie didattiche, metodologiche e valutative nei confronti degli studenti

Dettagli

SCHEDA DI RILEVAZIONE

SCHEDA DI RILEVAZIONE Allegato 3 RICERCA: SCUOLA ED IMMIGRAZIONE SCHEDA DI RILEVAZIONE PROGETTO OSSERVATORIO PERMANENTE SULLA CONDIZIONE DEGLI IMMIGRATI E SULLO STATO DEI PROCESSI DI ACCOGLIENZA E DI INTEGRAZIONE NELLE REGIONI

Dettagli

CONCORSO REGIONALE DIGITAL MEDIA 3ª EDIZIONE 2015

CONCORSO REGIONALE DIGITAL MEDIA 3ª EDIZIONE 2015 CONCORSO REGIONALE DIGITAL MEDIA 3ª EDIZIONE 2015 L Associazione Italiana per l Informatica ed il Calcolo Automatico e l Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto hanno sottoscritto un protocollo d intesa

Dettagli

PROGETTO DI SINGOLA SCUOLA PROGETTO DI RETI DI SCUOLE PROGETTO IN RETE CON ALTRI SOGGETTI SCUOLA CAPOFILA DI RETE

PROGETTO DI SINGOLA SCUOLA PROGETTO DI RETI DI SCUOLE PROGETTO IN RETE CON ALTRI SOGGETTI SCUOLA CAPOFILA DI RETE PROGETTO n. 1: RETE CON LO SPORTELLO SCUOLA PER L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI DI VERDELLINO E CON GLI ENTI LOCALI DEL TERRITORIO (PIANO DI ZONA L.328/2000) A- PROGETTUALITÀ DELL ISTITUTO PROGETTO

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16. Piano Annuale per l Inclusione DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO CUNEO a.s. 2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

Test di conoscenza della lingua italiana

Test di conoscenza della lingua italiana Prefettura di Torino Ufficio Territoriale di Governo Test di conoscenza della lingua italiana a cura di Donatella Giunti 51 La legge n. 94/2009 ha previsto che, per ottenere il rilascio del permesso di

Dettagli

INTESA. tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI

INTESA. tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI INTESA tra IL MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA E LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI Ai fini della ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62, 85, 87 del CCNL 2006/2009 per l

Dettagli

LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO

LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO LA CIVICA SCUOLA PRIMARIA PER L EDUCAZIONE ALLO SPORT E ALLA MUSICA SAN GIUSTO COMMISSIONE EDUCAZIONE 10 APRILE 2013 1 LA SCUOLA PRIMARIA DI VIA S.GIUSTO La Scuola Civica Primaria è stata istituita con

Dettagli

Scuola IST. COMPR.ST. A. GRAMSCI PAVONA-ALBANO. Piano Annuale per l Inclusione 2014-15 Dati riferiti all a.s. 2013-14

Scuola IST. COMPR.ST. A. GRAMSCI PAVONA-ALBANO. Piano Annuale per l Inclusione 2014-15 Dati riferiti all a.s. 2013-14 Scuola IST. COMPR.ST. A. GRAMSCI PAVONA-ALBA Piano Annuale per l Inclusione 2014-15 Dati riferiti all a.s. 2013-14 Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1.

Dettagli

ROBOTICA A SCUOLA PROGETTI DI INNOVAZIONE DIDATTICA E DI ORIENTAMENTO IN ENTRATA E IN USCITA Edizione 2012-2013

ROBOTICA A SCUOLA PROGETTI DI INNOVAZIONE DIDATTICA E DI ORIENTAMENTO IN ENTRATA E IN USCITA Edizione 2012-2013 ROBOTICA A SCUOLA PROGETTI DI INNOVAZIONE DIDATTICA E DI ORIENTAMENTO IN ENTRATA E IN USCITA Edizione 2012-2013 Ente proponente: Provincia di Torino Assessorato Istruzione - Servizio Istruzione e Orientamento

Dettagli

2. GLI INTERNATIONAL STUDENT A MILANO: QUANTI SONO

2. GLI INTERNATIONAL STUDENT A MILANO: QUANTI SONO CAPITOLO 2 indagine QuAntitAtivA Maria Teresa Morana 1. INTRODUZIONE Gli studenti stranieri che decidono di studiare nel Comune di per un breve o lungo periodo possono scegliere tra i corsi di istruzione

Dettagli

Capitolo 1 I dati in sintesi

Capitolo 1 I dati in sintesi Capitolo 1 I dati in sintesi 1.1 - Le sedi Nell anno scolastico 2006/07 gli istituti scolastici coinvolti nell istruzione degli adulti sono stati 1.403. Il presente rapporto è però realizzato utilizzando

Dettagli

Esiti - Risultati a distanza

Esiti - Risultati a distanza 1 di 10 06/06/2015 10:13 Benvenuto BEATRICE PRAMAGGIORE - Dirigente LICEO "C.AMORETTI" - IMPM01000A set. Home F.A.Q. Documentazione Help Processo di Autovalutazione NEWS LogOut Esiti - Risultati a distanza

Dettagli

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario Linee guida per la compilazione del questionario Maggio 2014 Introduzione Gli indicatori e le relative linee guida riportati in questo breve documento sono stati elaborati da Fondazione Fitzcarraldo attraverso

Dettagli

LE CULTURE SI INCONTRANO

LE CULTURE SI INCONTRANO LE CULTURE SI INCONTRANO per far conoscere ed interagire il microcosmo familiare e le istituzioni educative Centro Educativa Gianfranco Zavalloni Comune di Cesena su proposta dei dirigenti scolastici Insegnanti

Dettagli

TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO

TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO 2. TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO Il Tirocinio Formativo Attivo (TFA) è un corso abilitante all insegnamento istituito dalle università. Esso ha durata annuale e attribuisce, tramite un esame finale sostenuto

Dettagli

Progetto ORIENTA. www.calabriaorienta.it. Comitato Tecnico di monitoraggio. 20 luglio 2012

Progetto ORIENTA. www.calabriaorienta.it. Comitato Tecnico di monitoraggio. 20 luglio 2012 Progetto ORIENTA www.calabriaorienta.it Comitato Tecnico di monitoraggio 20 luglio 2012 progetto Orienta, Comitato Tecnico di monitoraggio, sda al 20.07.12 - pag. 1/5 IL CONTESTO PROGETTUALE "L orientamento

Dettagli

POR CALABRIA 2000-2006, MISURA 3.7 AZIONE 3.7.b POR FSE CALABRIA 2007-2013 - ASSE IV CAPITALE UMANO OBIETTIVO OPERATIVO L.1 E L.2

POR CALABRIA 2000-2006, MISURA 3.7 AZIONE 3.7.b POR FSE CALABRIA 2007-2013 - ASSE IV CAPITALE UMANO OBIETTIVO OPERATIVO L.1 E L.2 POR CALABRIA 2000-2006, MISURA 3.7 AZIONE 3.7.b POR FSE CALABRIA 2007-2013 - ASSE IV CAPITALE UMANO OBIETTIVO OPERATIVO L.1 E L.2 PIANO REGIONALE PER LE RISORSE UMANE - PIANO D'AZIONE 2008 Il Centro Linguistico

Dettagli

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA Dal 31/12/2007 al 30/6/20 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 8/20 Ottobre 20 Fonte dati Banca d'italia Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica

Dettagli

AI DOCENTI COMUNICATO N. 256. Oggetto: C.R. N. 81 Percorso di formazione sull Italiano L2 per allievi stranieri.

AI DOCENTI COMUNICATO N. 256. Oggetto: C.R. N. 81 Percorso di formazione sull Italiano L2 per allievi stranieri. Documentazione SGQ IIS GIULIO Rev. 1 del 19/11/2010 COMUNICATI INTERNI SALA DOCENTI SEDE SALA DOCENTI JUVARRA SERALE CTP AI DOCENTI COMUNICATO N. 256 Oggetto: C.R. N. 81 Percorso di formazione sull Italiano

Dettagli

Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione?

ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE STATISTICHE. Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? ADDETTO ALLA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE STATISTICHE Quale andamento ha il mercato del lavoro? Quali sono le previsioni di occupazione? Laureati Le principali facoltà che prepara gli ADDETTI ALLA GESTIONE

Dettagli

VADEMECUM NORMATIVO PER L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI TFA II CICLO

VADEMECUM NORMATIVO PER L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI TFA II CICLO VADEMECUM NORMATIVO PER L ORGANIZZAZIONE DEI CORSI DI TFA II CICLO Prova scritta Art.6 D.M.312/2014 comma 2 DISPOSIZIONI NORMATIVE E MINISTERIALI Le prove di accesso vertono sui programmi disciplinari

Dettagli

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana L impegno per le famiglie adottive in Toscana. Lavorare insieme per favorire l inserimento e l accoglienza a scuola Firenze 23 gennaio 2014 Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo

Dettagli

N. 423 DEL 09.09.2008

N. 423 DEL 09.09.2008 N. 423 DEL 09.09.2008 ASILI NIDO - APPROVAZIONE PROGETTO PER L INSERIMENTO DI BAMBINI CON DISABILITÀ NEGLI ASILI NIDO COMUNALI - ANNO SCOLASTICO 2008/2009 LA GIUNTA COMUNALE Vista la Legge Regionale 27/94

Dettagli

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI

L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI L ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1) GLI STUDENTI UNIVERSITARI RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1 Nell anno accademico 2003/2004 i riminesi iscritti a Corsi di Laurea (vecchio e nuovo

Dettagli

Sportello informativo Casa delle Culture (centro per l integrazione) Comune di Arezzo Report 2 Bimestre 2013

Sportello informativo Casa delle Culture (centro per l integrazione) Comune di Arezzo Report 2 Bimestre 2013 Sportello informativo Casa delle Culture (centro per l integrazione) Comune di Arezzo Report 2 Bimestre 2013 1. Gli accessi al Centro per l Integrazione Questo secondo report, relativo ai mesi di marzo

Dettagli

Programmazione triennale 2010/2012

Programmazione triennale 2010/2012 Area Ricerca e Relazioni Internazionali Ufficio Relazioni Internazionali PIANO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DI ATENEO Programmazione triennale 2010/2012 L Università degli Studi di Firenze tradizionalmente

Dettagli

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO

ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO ISTRUZIONE DEGLI ADULTI (D.P.R 263/2012) **** LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (Art.11, comma 10, D.P.R 263/2012) I risultati di apprendimento attesi in esito ai percorsi di alfabetizzazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Secondaria di Secondaria di II grado

COMUNICATO STAMPA. Secondaria di Secondaria di II grado Bologna, 24 Febbraio 2016 COMUNICATO STAMPA A.S. 2016/17 - ISCRIZIONE ALUNNI AL PRIMO ANNO DELLE SCUOLE STATALI E PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO. IN REGIONE SONO PERVENUTE OLTRE 112 MILA DOMANDE. IN

Dettagli