ACCREDITAMENTO. Perché la FAD nell ECM: quali le aspettative. Accreditamento dei Provider, soggetti che producono le attività educazionali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ACCREDITAMENTO. Perché la FAD nell ECM: quali le aspettative. Accreditamento dei Provider, soggetti che producono le attività educazionali"

Transcript

1 Perché la FAD nell ECM: quali le aspettative Dr. Paolo Messina Membro della commissione ECM 2003 AVANZAMENTO DEL SISTEMA ECM ITALIANO Accreditamento dei Provider, soggetti che producono le attività educazionali Introduzione della Formazione A Distanza (FAD) ACCREDITAMENTO Nella fase attuale: attribuzione centralizzata dei crediti ad ogni singolo evento, mediante valutazione, anche di qualità, di esperti (FISM). Gli organizzatori di eventi, Provider, fino ad ora non sono accreditabili 1

2 ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER : Riconoscimento a un soggetto pubblico/privato che la sua organizzazione e i suoi programmi educativi soddisfano i criteri di qualità nella produzione di eventi educazionali ECM. Il Provider Accreditato dovrà assegnare i crediti ECM ai propri programmi educativi, in numero proporzionale all impegno richiesto per acquisire le conoscenze e competenze che sono l obiettivo del programma ACCREDITAMENTO: Per poter essere accreditato un Provider deve possedere le caratteristiche idonee e garantire lo sviluppo di programmi educativi di qualità: - Idonei elementi di organizzazione - Strutture e tecnologie adeguate - Metodologia didattico-formativa efficace - Contenuti aggiornati e basati sulla evidenza scientifica REQUISITI PER POTER CHIEDERE L ACCREDITAMENTO 1. Capacità organizzativa (Statuto, Personale, Segreteria, Budget) 2. Idonee strutture e mezzi didattici (incluse competenze editoriali/tecnologiche per FAD) 3. Competenze clinico-assistenziali, scientifiche e andragogiche (Comitato Scientifico / Resp. Scientifico del programma / Autori del programma) 4. Stabile organizzazione in Italia 5. Certificazione di qualità per le procedure 2

3 FAD: CHI PUO FARE IL PROVIDER? soggetto competente sui contenuti e sulle tecniche di formazione (Società Scientifiche, Enti Culturali pubblici e privati, etc.) soggetto con competenze tecnico-editoriali (editore, soggetto fornitore di prodotti informatici, etc.) In entrambi i casi è necessaria l associazione con soggetto qualificato nell altra competenza ed un sistema organizzato di servizi accessori CHI PUO FARE IL PROVIDER? Qualsiasi soggetto pubblico o privato che sia in possesso dei requisiti richiesti: Istituzioni Universitarie, Ospedaliere, Aziende del Territorio Società Scientifiche Agenzie e Società private, Case Editrici, Aziende di Tecnologia dell Informazione Consorzi pubblici, privati, misti Ordini e Collegi Professionali e Associazioni di categoria (solo per etica, deontologia, legislazione, comunicazione, informatica, etc.) ACCREDITAMENTO ACCREDITAMENTO PROVVISORIO (1 anno) ACCREDITAMENTO STANDARD (5 anni) ACCREDITAMENTO SOTTO MONITORAGGIO (1 anno) ACCREDITAMENTO NEGATO 3

4 ESEMPI DI VIOLAZIONI GRAVI: Contenuti del programma educazionale con informazioni errate o informazioni finalizzate a favore di sponsor commerciali Mancata esplicitazione di sponsorizzazioni di chiunque, a qualsiasi titolo, partecipa a predisporre e/o svolgere l evento educazionale Gravi irregolarità nella esecuzione delle verifiche e dell attestazione dei crediti Crediti assegnati all evento educazionale in significativa difformità (eccesso) rispetto alle linee guida standard FORMAZIONE A DISTANZA (FAD) utilizza materiali durevoli procedure idonee ad una fruizione asincrona (tra docenti e discenti e tra i diversi discenti) svolgimento in luoghi e circostanze diverse richiede valutazione apprendimento come verifica di partecipazione STRUMENTI FAD Materiali durevoli (con scadenza) materiali a stampa (giornali, video) audio- e video-cassette materiali elettronici (CD ROM, internet, piattaforme informatiche) sistemi multimediali 4

5 FAD: caratteristiche andragogiche diversi livelli di autonomia del discente (tutor, mentor) diversi livelli di flessibilità (percorsi prestabiliti/ individualizzati, ipertesti, sistemi multimediali) diversi livelli di interattività (minima garantita dalla valutazione, massima nei sistemi telematici ed informatici con interazione in tempi reali) FAD: vantaggi Economica fruizione potenziale da parte di moltissimi discenti ripetibile (numero infinito di volte) non richiede spese di spostamenti e assenza dal lavoro Flessibile e comoda per tempi e sede ognuno può servirsene quando e dove crede, anche in modo frazionato consente processi formativi individualizzati Pedagogicamente vantaggiosa tempi di apprendimento adattabili alle necessità individuali Ben controllabile a posteriori (materiale durevole) La FAD è indispensabile in tutte le condizioni in cui l offerta formativa è insufficiente perché costituisce metodologia in grado di sopperire alla carenza quantitativa con un impegno limitato di tempo e di risorse in rapporto alla numerosità dei potenziali fruitori La FAD è indispensabile per una capillare distribuzione nel territorio, specie nelle zone disagiate e/o isolate 5

6 FAD: svantaggi ottimale per gli aspetti cognitivi (sapere) ma NON per le competenze (saper fare) e per i comportamenti (saper essere) mancanza di contatto diretto docente-discente e quindi livello di interattività di solito inferiore a quello della formazione residenziale la FAD usa procedure ed infra-strutture tecnologiche (NON sempre di facile accesso né molto diffuse) CREDITI ECM : misura della quantità di tempo che è stato impiegato per l aggiornamento 1 settimana (40-50 ore) di aggiornamentoformazione per ogni anno 50 crediti per anno (indicazione UE/UEMS) Fino ad ora per le procedure educative più efficaci è stato possibile assegnare più di un credito per ogni ora di aggiornamento. ASSEGNAZIONE CREDITI (FAD) Col nuovo sistema il Provider deve valutare il tempo medio d apprendimento per l utente cui il programma è rivolto ad assegnare 1 ora di apprendimento = 1 credito Motivazioni del cambiamento: - uniformità con UE - evitare discrezionalità di giudizio di qualità - garanzia di qualità data da organizzazione stabile, comitato scientifico e certificazione di qualità delle procedure 6

7 PROGRAMMI FAD: informazioni per l utente Denominazione del Provider e numero identificativo Dichiarazione di responsabilità Sponsorizzazione commerciale Data di scadenza (max 12 mesi) Mezzo tecnologico necessario per la fruizione Costo di partecipazione Indicazione sulle procedure di valutazione PROGRAMMI FAD: informazioni per l utente Tipologia del professionista della Sanità cui il programma è rivolto Titolo del programma educazionale Obiettivi didattico/formativi Pre-requisiti cognitivi (test d ingresso?) Durata prevista dell attività formativa Numero di crediti assegnati Responsabile scientifico e docenti/formatori Riassunto dei contenuti CONFLITTO DI INTERESSI L Industria Farmaceutica, di Strumenti e Presidi medici non può acquisire il ruolo di Provider Dichiarazione esplicita di eventuali rapporti con soggetti portatori di interessi commerciali che potrebbero trarre vantaggio da attività ECM Sponsor commerciale: qualsiasi soggetto privato che fornisce finanziamenti o risorse Verifica da parte degli utenti con apposito questionario obbligatorio 7

8 MATERIALE DUREVOLE FAD : SPONSOR Il supporto economico di aziende pubbliche e private deve essere dichiarato all inizio (e solo all inizio) È vietata pubblicità di qualsiasi tipo per specifici prodotti (farmaci, strumenti, etc.) Nel materiale durevole non può essere riportato alcun nome commerciale (farmaci, strumenti, presidi) Per il materiale cartaceo (giornali scientifici) nessuna pubblicità nelle pagine dedicate all attività ECM. È consentita la pubblicità per altre attività ECM. CONTENUTI PROGRAMMI ECM Tutte le informazioni, indicazioni, linee guida e quant altro costituisce il contenuto di un programma ECM deve essere basato sull evidenza scientifica comunemente accettata e deve essere presentato in modo equilibrato. CONTENUTI PROGRAMMI FAD L attualità dei contenuti comporta l aggiornamento obbligatorio (anche prima della scadenza) ove nuove e rilevanti conoscenze o tecnologie costituiscano innovazione clinicamente importante. 8

9 VERIFICHE VERIFICA DI PARTECIPAZIONE VERIFICA DELL APPRENDIMENTO VERIFICA DELLA QUALITA PERCEPITA VERIFICA DELL EFFICACIA DELL ECM VERIFICA DELLA PARTECIPAZIONE Questa verifica è elemento essenziale della FAD perché le possibilità di controllo diretto della partecipazione sono limitate (a distanza, asincrona). Viene attuata di solito mediante la verifica dell apprendimento: diversi strumenti di verifica possono essere somministrati e restituiti al Provider FAD che attesterà la partecipazione e l avvenuto apprendimento. VERIFICA DELL APPRENDIMENTO Verifica dell efficacia formativa per ogni singolo utilizzatore Strumenti diversi con livelli diversi di interazione Verifica coerente con gli obiettivi prioritari del programma Rilevanza della verifica: equivalente a 5 quesiti per ogni credito Apprendimento pari ad almeno 80% dei punti esaminati (4/5) La verifica può essere ripetuta 9

10 È necessario standardizzare le procedure di valutazione, requisito obbligatorio per la FAD VERIFICA DELL APPRENDIMENTO FAD : STANDARDIZZAZIONE Proposte : 5 quesiti per ora di apprendimento, o equivalenti quesiti a scelta quintupla, aperta, progetto, caso clinico, dossier, interazione tutor, etc. quesiti su elementi essenziali rispetto agli obiettivi livelli di difficoltà paragonabili VERIFICA DELLA QUALITA PERCEPITA OBBLIGATORIA - contribuisce a valutazione di qualità - serve a implementare i programmi FAD - serve a verificare corrispondenza tra crediti e tempo di apprendimento - serve a controllare eventuali influenze di sponsor commerciali ATTESTAZIONI E CERTIFICAZIONI Attestazione (da parte del Provider) dei crediti acquisiti dall utente per ogni programma educazionale Certificazione (da parte di Ordini, Collegi e Associazioni professionali) dell avvenuto espletamento dell attività ECM da parte del professionista della Sanità 10

11 Il [nome del Provider] (accreditamento n. valido fino al ) Attesta che Nome del professionista della Sanità ha partecipato all attività formativa a distanza su [Titolo] - Obiettivi didattico/formativi generali : - Scadenza del programma e che in data ha superato la valutazione di apprendimento. Vengono pertanto assegnati n. crediti ECM Firma del Provider ECM : Educazione Continua in Medicina Firma Resp. Scientifico MONITORAGGIO DEI PROVIDER FAD DA PARTE DELLA COMMISSIONE ECM i dati di ogni programma devono pervenire alla Commissione ECM almeno 30 giorni prima della distribuzione certificazioni e documentazioni devono essere conservati per almeno 5 anni i materiali durevoli devono essere conservati per almeno 2 anni dopo la scadenza relazione annuale per analisi delle dimensioni e degli obiettivi dell offerta formativa complessiva 11

ALLEGATO DOC. 1 BOZZA DI LAVORO SCHEMA DI REGOLAMENTO ECM

ALLEGATO DOC. 1 BOZZA DI LAVORO SCHEMA DI REGOLAMENTO ECM ALLEGATO DOC. 1 BOZZA DI LAVORO SCHEMA DI REGOLAMENTO ECM (LA BOZZA DI LAVORO E STATA PREDISPOSTA DALLA SEGRETERIA SULLA BASE DEL DOCUMENTO CRITERI E MODALITA PER L ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER E LA FORMAZIONE

Dettagli

APPENDICE 2 FORMAZIONE E.C.M.

APPENDICE 2 FORMAZIONE E.C.M. APPENDICE 2 al Manuale della Qualità ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI FORMAZIONE E.C.M. - Protocollo di intesa del 13.06.2004 - Elenco dei Provider - Schema di Regolamento E.C.M. DOC. 1

Dettagli

LA FORMAZIONE CONTINUA NELLA REGIONE PIEMONTE: L ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER. 26-28 novembre 2012

LA FORMAZIONE CONTINUA NELLA REGIONE PIEMONTE: L ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER. 26-28 novembre 2012 LA FORMAZIONE CONTINUA NELLA REGIONE PIEMONTE: L ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER 26-28 novembre 2012 IL SISTEMA ECM Il sistema ECM è un sistema integrato tra il livello regionale e il livello nazionale, su

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 652 DEL 11 APRILE 2013

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 652 DEL 11 APRILE 2013 Allegato n. 2 ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 652 DEL 11 APRILE 2013 PRINCIPI, REGOLE E REQUISITI MINIMI PER L ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER ECM NELLA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 1. INTRODUZIONE Questo documento

Dettagli

REGOLAMENTO. Sponsorizzazione di iniziative formative interne. Art. 1 OGGETTO E FINALITA

REGOLAMENTO. Sponsorizzazione di iniziative formative interne. Art. 1 OGGETTO E FINALITA ALL. 3 REGOLAMENTO Sponsorizzazione di iniziative formative interne Art. 1 OGGETTO E FINALITA Il presente regolamento disciplina la sponsorizzazione da parte di terzi di iniziative formative dell AOU San

Dettagli

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE.

DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 61-7119 DEL 15.10.2007 OGGETTO: SISTEMA REGIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA IN SANITA ED ISTITUZIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO ECM REGIONALE. DGR 62-7503 DEL 19.11.2007 OGGETTO: MODIFICA ED INTEGRAZIONE

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/15

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/15 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/15 *********** DISCIPLINARE E REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER ECM NELLA REGIONE DEL VENETO *********** (Approvato dalla Commissione

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE D INDIPENDENZA DEL CONTENUTO FORMATIVO DEI PROVIDER

GRIGLIA DI VALUTAZIONE D INDIPENDENZA DEL CONTENUTO FORMATIVO DEI PROVIDER COMITATO DI GARANZIA GRIGLIA DI VALUTAZIONE D INDIPENDENZA DEL CONTENUTO FORMATIVO DEI PROVIDER Principi ispiratori e considerazioni dell attività ispettiva del Comitato di Garanzia della Commissione Nazionale

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI

DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI DETERMINAZIONE DELLA CNFC IN MATERIA DI VIOLAZIONI LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA VISTO il decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni e, in particolare,

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Approvazione del nuovo sistema di governo regionale per la Formazione Continua in Sanita' e costituzione relativi organismi.

Approvazione del nuovo sistema di governo regionale per la Formazione Continua in Sanita' e costituzione relativi organismi. REGIONE PIEMONTE BU28 14/07/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 22 giugno 2011, n. 7-2208 Approvazione del nuovo sistema di governo regionale per la Formazione Continua in Sanita' e costituzione

Dettagli

ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD

ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD Domande Risposte I provider che hanno già presentato richiesta di accreditamento degli eventi formativi residenziali devono necessariamente presentare domanda di accreditamento

Dettagli

L accreditamento dei corsi nel sistema ECM della Regione Piemonte

L accreditamento dei corsi nel sistema ECM della Regione Piemonte L accreditamento dei corsi nel sistema ECM della Regione Piemonte Tortona 17/06/2014 Marcello Crotti 1 La Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni nel novembre 2009 ha sancito la

Dettagli

Assegna i crediti e li trasmette

Assegna i crediti e li trasmette NUOVO SISTEMA ECM L ECM è il processo attraverso il quale il professionista della salute si mantiene aggiornato per rispondere ai bisogni dei pazienti, alle esigenze del Servizio sanitario e del proprio

Dettagli

Il programma è stato accreditato dal provider con il codice evento: 142 6026

Il programma è stato accreditato dal provider con il codice evento: 142 6026 LE NUOVE COMPETENZE DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE Corso di formazione residenziale tipologia formativa: corso di aggiornamento Questa attività è stata predisposta, in accordo con le regole indicate dalla

Dettagli

La professionalità di un Professionista della Salute può venire definita da tre caratteristiche fondamentali:

La professionalità di un Professionista della Salute può venire definita da tre caratteristiche fondamentali: APPROFONDIMENTI. IL SISTEMA E.C.M. NAZIONALE 1) Cos è l Educazione Continua in Medicina? La professionalità di un Professionista della Salute può venire definita da tre caratteristiche fondamentali: il

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 e per l accreditamento

Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 e per l accreditamento Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 e per l accreditamento 1. Introduzione 2. Accreditamento: definizioni e principi 3. Pubblicità, sponsorizzazione

Dettagli

Centro Educazione Continua in Medicina PTV

Centro Educazione Continua in Medicina PTV Centro Educazione Continua in Medicina PTV 1.0 Guida al servizio Pag. 2 di 6 INDICE 1.0 Guida al servizio 1 1. La Fondazione Policlinico Tor Vergata 3 2. Il Centro ECM Policlinico Tor Vergata 3 3. Caratteristiche

Dettagli

ATTIVITA FORMATIVE REGIONALI 2015

ATTIVITA FORMATIVE REGIONALI 2015 ATTIVITA FORMATIVE REGIONALI 2015 Norme per la Progettazione ed Erogazione di Eventi Formativi facenti parte del Protocollo E.C.M GUIDA ALLA PROGETTAZIONE ED EROGAZIONE DI EVENTI FORMATIVI 1 PREMESSA...

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE Testo aggiornato al 20 settembre 2013 Decreto ministeriale 26 marzo 2013 Gazzetta Ufficiale 8 agosto 2013, n. 185 Contributo alle spese dovuto dai soggetti pubblici e privati e dalle società scientifiche

Dettagli

La certificazione dei crediti ECM Ruolo degli Ordini, Collegi ed Associazioni Professionali

La certificazione dei crediti ECM Ruolo degli Ordini, Collegi ed Associazioni Professionali La certificazione dei crediti ECM Ruolo degli Ordini, Collegi ed Associazioni Professionali Roma 7 Dicembre 2013 G. Rocco Intanto alcune premesse: Il programma ecm L aggiornamento durante tutto il percorso

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 13-11-2006 REGIONE BASILICATA. Disciplina degli aspetti formativi del contratto di apprendistato.

LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 13-11-2006 REGIONE BASILICATA. Disciplina degli aspetti formativi del contratto di apprendistato. Page 1 of 9 LEGGE REGIONALE N. 28 DEL 13-11-2006 REGIONE BASILICATA Disciplina degli aspetti formativi del contratto di apprendistato. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA N. 71 del 17

Dettagli

Società Italiana di Patologia Clinica e Medicina di Laboratorio Componente della World Association of Societies of Pathology and Laboratory Medicine

Società Italiana di Patologia Clinica e Medicina di Laboratorio Componente della World Association of Societies of Pathology and Laboratory Medicine REGOLAMENTO GESTIONE EVENTI ECM (Approvato dal Consiglio Nazionale il 25/05/2011 a Villalta di Gazzo Padovano, PD) (Aggiornamenti successivi relativamente alle nuove disposizione di legge) Redatto in accordo

Dettagli

2. Accreditamento: definizioni e principi. 3. Pubblicità, sponsorizzazione e conflitto di interessi. 4. Requisiti minimi e standard

2. Accreditamento: definizioni e principi. 3. Pubblicità, sponsorizzazione e conflitto di interessi. 4. Requisiti minimi e standard Regolamento applicativo del 5 Novembre 2009 1. Introduzione 2. Accreditamento: definizioni e principi 3. Pubblicità, sponsorizzazione e conflitto di interessi 4. Requisiti minimi e standard 1 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 e per l accreditamento

Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 e per l accreditamento Regolamento applicativo dei criteri oggettivi di cui all Accordo Stato Regioni del 5 Novembre 2009 e per l accreditamento 1. Introduzione 2. Accreditamento: definizioni e principi 3. Pubblicità, sponsorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO APPLICATIVO PUBBLICITA, SPONSORIZZAZIONI E CONFLITTO DI INTERESSI IN EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA (ECM)

REGOLAMENTO APPLICATIVO PUBBLICITA, SPONSORIZZAZIONI E CONFLITTO DI INTERESSI IN EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA (ECM) REGOLAMENTO APPLICATIVO PUBBLICITA, SPONSORIZZAZIONI E CONFLITTO DI INTERESSI IN EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA (ECM) 1 INDICE A) Premessa 3 B) Riferimenti normativi. 3 Pubblicità. 4 Sponsorizzazioni.

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

SCHEDA RACCOLTA DATI PER ACCREDITAMENTO EVENTI

SCHEDA RACCOLTA DATI PER ACCREDITAMENTO EVENTI Obiettivi formativi: Abstract/Razionale del corso/convegno: in conformità all obiettivo generale (da individuare un obiettivo tra quelli contenuti nella tabella allegata (allegato 1)) individuato nell

Dettagli

Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM

Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM All. DDG del 8 febbraio 2012 n. 1347 REGIONE CALABRIA Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie Sistema Regionale di Accreditamento per l Educazione Continua in Medicina - ECM Indice Documento

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE RAGIONIERI 00198 Roma Via G. Paisiello, 24 - www.consrag.it

CONSIGLIO NAZIONALE RAGIONIERI 00198 Roma Via G. Paisiello, 24 - www.consrag.it Norme di attuazione sull applicazione delle tecnologie di e-learning agli eventi formativi previsti nei programmi di formazione professionale continua per i ragionieri commercialisti Indice 1. Definizioni..3

Dettagli

Sede Indirizzo Via XX Settembre 98/E 00187 ROMA. Telefono 06 47825272. Fax 06 23328733. E-mail intesaecm@siared.it

Sede Indirizzo Via XX Settembre 98/E 00187 ROMA. Telefono 06 47825272. Fax 06 23328733. E-mail intesaecm@siared.it CARTA DEI SERVIZI Sede Indirizzo Via XX Settembre 98/E 00187 ROMA Telefono 06 47825272 Fax 06 23328733 E-mail intesaecm@siared.it Sito Internet www.aaroiemac.it www.siared.it Orario di assistenza Lunedi

Dettagli

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 0 23.09.2010 1ª Emissione Presidente Comitato di Certificazione Presidente

Dettagli

Miglioramento continuo dell assistenza infermieristica in ambito chirurgico attraverso la discussione dei casi

Miglioramento continuo dell assistenza infermieristica in ambito chirurgico attraverso la discussione dei casi MODULO DI PRESENTAZIONE per la valutazione e l accreditamento di progetti di AUDIT CLINICO GENERALITÀ Titolo del Miglioramento continuo dell assistenza infermieristica in ambito chirurgico attraverso la

Dettagli

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DELLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA Roma, giugno 2015 Indice 1. Livello strategico Premessa 1.1 Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Gregorio VII: profilo e missione 1.2 Politica della qualità

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE PROGETTO DI FORMAZIONE SUL CAMPO

PROCEDURA GESTIONE PROGETTO DI FORMAZIONE SUL CAMPO REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE GPROF RGQ DIR STATO DELLE REVISIONI Nr. Data Redazione Aggiornamento Verifica Approvazione Modifiche apportate 0 13/05/2005 RGQ GEPROF

Dettagli

È confermato che ogni operatore sanitario dovrà acquisire 150 crediti formativi nel triennio 2011-2013 (50 crediti/anno - minimo 25 e massimo 75).

È confermato che ogni operatore sanitario dovrà acquisire 150 crediti formativi nel triennio 2011-2013 (50 crediti/anno - minimo 25 e massimo 75). Cos'è l'ecm Il Programma ECM 2011-2013 Dall'1 gennaio 2011 è entrato in vigore il nuovo programma ECM, regolamentato dagli Accordi Stato Regioni del 7 agosto 2008 e del 5 novembre 2009, dalla Determinazione

Dettagli

Oggetto: richiesta di accreditamento di programma di formazione di gruppo via Internet

Oggetto: richiesta di accreditamento di programma di formazione di gruppo via Internet Oggetto: richiesta di accreditamento di programma di formazione di gruppo via Internet secondo le Norme di attuazione sull applicazione delle tecnologie di e-learning alle attività formative, emanate dal

Dettagli

La Formazione A Distanza sulla sicurezza e salute per Lavoratori e RSPP / ASPP

La Formazione A Distanza sulla sicurezza e salute per Lavoratori e RSPP / ASPP Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Azienda Unità Sanitaria Locale di Modena La FAD per il D. Lgs. 626/94: criteri, metodologie e STD minimi di qualità. Proposte dell Università e delle AUSL

Dettagli

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. per eventi formativi organizzati dall Università degli Studi Milano. Bicocca TRA. La Società, con sede legale

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. per eventi formativi organizzati dall Università degli Studi Milano. Bicocca TRA. La Società, con sede legale marca da bollo da 14,62 CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE per eventi formativi organizzati dall Università degli Studi Milano Bicocca (A5_ECM_FC_contrattosponsor02-Rev.1-18/06/2009) Con la presente scrittura

Dettagli

Il ruolo del coordinatore infermieristico nella formazione continua dei collaboratori

Il ruolo del coordinatore infermieristico nella formazione continua dei collaboratori ARTICOLI ORIGINALI Il ruolo del coordinatore infermieristico nella formazione continua dei collaboratori 38 Tratto dalla propria Tesi di Master La percezione del Coordinatore Infermieristico sulla competenza

Dettagli

Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003

Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003 Accordo del 22 maggio 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 22 MAGGIO 2003 Oggetto: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sul documento recante:

Dettagli

Provincia Autonoma di Bolzano Commissione provinciale per la formazione continua Art. 49 della L.P. 5 marzo 2001 n. 7

Provincia Autonoma di Bolzano Commissione provinciale per la formazione continua Art. 49 della L.P. 5 marzo 2001 n. 7 Provincia Autonoma di Bolzano Commissione provinciale per la formazione continua Art. 49 della L.P. 5 marzo 2001 n. 7 Accreditamento ECM: griglia di valutazione per gli eventi formativi residenziali (nella

Dettagli

INVITO CLIENTI A EVENTI TECNICO SCIENTIFICI ORGANIZZATI DA STRUTTURE ESTERNE E SPONSORIZZATO DALLE AZIENDE

INVITO CLIENTI A EVENTI TECNICO SCIENTIFICI ORGANIZZATI DA STRUTTURE ESTERNE E SPONSORIZZATO DALLE AZIENDE E SPONSORIZZATO DALLE AZIENDE Pag. 1/5 1.1 SCOPO Scopo della presente procedura è regolamentare le attività svolte per invitare i Clienti (Pubblici o Privati) alla partecipazione ad Eventi tenuti sponsorizzati

Dettagli

14 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 32 - Lunedì 05 agosto 2013

14 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 32 - Lunedì 05 agosto 2013 14 Bollettino Ufficiale D.G. Salute Circolare regionale 29 luglio 2013 - n. 17 Indicazioni in ordine ai criteri di realizzazione di corsi di formazione a distanza in modalità e-learning e avvio della sperimentazione

Dettagli

ECM : adempimenti, provider e discenti

ECM : adempimenti, provider e discenti ECM : adempimenti, provider e discenti Paolo Besati Novara Direttivo Ante Seminario Ante 2012 XX Corso Nazionale di Aggiornamento Tecnici Emodialisi Dialisi: tradizione e futuro 16 / 18 aprile Hotel Corallo

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9142 - FORMAZIONE PER FORMATORI

CORSO A CATALOGO - 2011 - Corso ID: 9142 - FORMAZIONE PER FORMATORI CORSO A CATALOGO 2011 Corso ID: 9142 FORMAZIONE PER FORMATORI Dati principali Corso ID: 9142 FORMAZIONE PER FORMATORI ID Corso: Titolo corso: logia corso: Link dettaglio Master: Master di 1 livello o 2

Dettagli

IL NUOVO SISTEMA DI FORMAZIONE CONTINUA IN MEDICINA

IL NUOVO SISTEMA DI FORMAZIONE CONTINUA IN MEDICINA A LLEGATO A IL NUOVO SISTEMA DI FORMAZIONE CONTINUA IN MEDICINA Accreditamento dei provider ECM, formazione a distanza, obiettivi formativi, valutazione della qualità del sistema formativo sanitario, attività

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Criteri per l accreditamento delle Università telematiche e dei corsi di studio

Dettagli

L offerta formativa in Veneto Corso FAD Buone pratiche vaccinali. Padova 19 giugno 2015 Maria Rosa Valetto valetto@zadig.it

L offerta formativa in Veneto Corso FAD Buone pratiche vaccinali. Padova 19 giugno 2015 Maria Rosa Valetto valetto@zadig.it L offerta formativa in Veneto Corso FAD Buone pratiche vaccinali Padova 19 giugno 2015 Maria Rosa Valetto valetto@zadig.it Obiettivi del programma formativo (2014-2015) aumentare le conoscenze degli operatori

Dettagli

Padova, 13 gennaio 2011. Il cruccio del Provider: ci sono o ci faccio? Marisa Sartori e Mauro Zaniboni

Padova, 13 gennaio 2011. Il cruccio del Provider: ci sono o ci faccio? Marisa Sartori e Mauro Zaniboni Il cruccio del Provider: ci sono o ci faccio? Fase sperimentale ECM 2002 Fase a regime ECM Accordo Stato-Regioni Novembre 2009 LA NOVITA PIU RILEVANTE: Non si accreditano più gli EVENTI MA si accreditano

Dettagli

MANUALE ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER ECM

MANUALE ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER ECM MANUALE ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER ECM REGOLE E PROCEDURE PER L ACCREDITAMENTO DEI PROVIDER COME ORGANIZZATORI E PRODUTTORI DI FORMAZIONE CONTINUA IN MEDICINA Linee guida elaborate dal Gruppo Tecnico

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373- Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR /

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE INDICE CAPITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE, FINALITA, DESTINATARI pag. 2 Art. 2 - IL RUOLO DELLA FORMAZIONE pag.

Dettagli

Il modello ECM CPD lombardo per l innovazione nel sistema sanitario regionale

Il modello ECM CPD lombardo per l innovazione nel sistema sanitario regionale Il modello ECM CPD lombardo per l innovazione nel sistema sanitario regionale 20 settembre 2007 Politecnico di Milano Mariangela Devercelli Funzionario I.Re.F. U.O. Servizi alla Persona Coordinatore modello

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA

REGOLAMENTO GENERALE PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICA CERSA S.r.l. a socio unico Organismo di Certificazione Via G. De Castillia, 10 20124 Milano tel. 02.86.57.30 02.86.57.37 fax 02.72.09.63.80 SCHEMA PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE REGOLAMENTO GENERALE

Dettagli

SEMINARIO. Come cambia la formazione in materia di Sicurezza sul lavoro dopo i recenti accordi Stato-Regioni

SEMINARIO. Come cambia la formazione in materia di Sicurezza sul lavoro dopo i recenti accordi Stato-Regioni SEMINARIO Come cambia la formazione in materia di Sicurezza sul lavoro dopo i recenti accordi Stato-Regioni La formazione in materia di sicurezza obbligatoria e normata, i requisiti dei documenti e degli

Dettagli

Relazione sulle attività della Commissione nazionale per la formazione continua (CNFC) 2012 2015

Relazione sulle attività della Commissione nazionale per la formazione continua (CNFC) 2012 2015 Relazione sulle attività della Commissione nazionale per la formazione continua (CNFC) 2012 2015 La Commissione nazionale per la formazione continua è l organismo che a livello nazionale ha la funzione

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO

LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO NELLE AZIENDE SANITARIE Le presenti linee di indirizzo regionali per la gestione del rischio clinico nelle Aziende Ospedaliere e nelle Aziende Unità

Dettagli

Norme di attuazione sull applicazione delle tecnologie di e-learning alle attività formative

Norme di attuazione sull applicazione delle tecnologie di e-learning alle attività formative Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Norme di attuazione sull applicazione delle tecnologie di e-learning alle attività formative ai sensi dell art. 6, co. 2, lett.

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 20/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

ALLEGATO 1a - CRITERI STANDARD E DI QUALITÀ PER L ACCREDITAMENTO PROVIDER PUBBLICI E PRIVATI

ALLEGATO 1a - CRITERI STANDARD E DI QUALITÀ PER L ACCREDITAMENTO PROVIDER PUBBLICI E PRIVATI ALLEGATO 1a - CRITERI STANDARD E DI QUALITÀ PER L ACCREDITAMENTO PROVIDER All.1a-Criteri_Standard_Qualità-.doc per l Accreditamento Provider Pubblici e Privati Pagina 1 di 22 Sommario I.INTRODUZIONE...3

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua Eventi definitivi MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 18 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE Commissione per l assegnazione dei crediti formativi nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA (F.A.D.) Roma - via del Governo Vecchio, 3 tel. 0039-06-977488 fax 0039-06-68217749

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 26 marzo 2013. Contributo alle spese dovuto dai soggetti pubblici e privati e dalle società scientiþ che che chiedono il loro accreditamento per lo svolgimento di attività

Dettagli

PROCEDURA DI FORMAZIONE - AGGIORNAMENTO SOMMARIO 1. OGGETTO E SCOPO... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. RESPONSABILITA'... 2

PROCEDURA DI FORMAZIONE - AGGIORNAMENTO SOMMARIO 1. OGGETTO E SCOPO... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. RESPONSABILITA'... 2 Pag. 1/8 SOMMARIO 1. OGGETTO E SCOPO... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. RESPONSABILITA'... 2 4. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 5. DEFINIZIONI... 3 6. CONTENUTO DELLA PROCEDURA... 3 6.1 GESTIONE DEGLI

Dettagli

1. Soggetto proponente

1. Soggetto proponente Allegato alla Delib.G.R. n. 53/56 del 20.12.2013 PERCORSO DI INFORMAZIONE E DI FORMAZIONE E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE PER GLI OPERATORI DELLE MENSE SCOLASTICHE, OSPEDALIERE E PUBBLICHE E PER GLI OPERATORI

Dettagli

Il questionario è articolato su domande aperte, semi-aperte e chiuse che permetteranno di elaborare i dati abbastanza rapidamente.

Il questionario è articolato su domande aperte, semi-aperte e chiuse che permetteranno di elaborare i dati abbastanza rapidamente. ANALISI DEI BISOGNI FORMATIVI Questo documento è uno strumento di indagine che verrà utilizzato per progettare il piano di formazione per l anno 2007, affinché esso sia più rispondente agli effettivi bisogni

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH55 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A.

CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A. Direzione centrale Credito e Welfare CORSO DI FORMAZIONE VALORE P.A. TITOLO Management sanitario e metodologie e modelli di assistenza ospedaliera AREA GIURIDICA-SANITARIA Direttore/ coordinatore Didattico

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

LA COMUNICAZIONE EFFICACE

LA COMUNICAZIONE EFFICACE LA COMUNICAZIONE EFFICACE Corso ECM Formazione a Distanza su piattaforma multimediale interattiva web Obiettivo formativo: Comunicazione efficace, privacy ed il consenso informato Ore di formazione previste:

Dettagli

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it

CEPAS Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: scrivi_a@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 0 12.07.2007 1ª Emissione Presidente Comitato di Certificazione Presidente

Dettagli

Manuale per gli osservatori della qualità dell Educazione. Continua in Medicina. 24 Novembre 2014 - Edizione 3^

Manuale per gli osservatori della qualità dell Educazione. Continua in Medicina. 24 Novembre 2014 - Edizione 3^ ONFoCS Osservatorio Nazionale della Formazione Continua in Sanità Manuale per gli osservatori della qualità dell Educazione Continua in Medicina 24 Novembre 2014 - Edizione 3^ Manuale qualità ECM 24 Novembre

Dettagli

i formazione 2009-2011

i formazione 2009-2011 Piano di formazione 2009-2011 per la formazione di base, professionale e manageriale del personale del Servizio Sanitario Regionale, e del Sistema regionale per l Educazione Continua in Medicina (ECM).

Dettagli

MASTER di I Livello OSTETRICIA DI COMUNITA' 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA464

MASTER di I Livello OSTETRICIA DI COMUNITA' 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA464 MASTER di I Livello 1ª EDIZIONE 1500 ore 60 CFU Anno Accademico 2015/2016 MA464 Pagina 1/7 Titolo Edizione 1ª EDIZIONE Area SANITÀ Categoria MASTER Livello I Livello Anno accademico 2015/2016 Durata Durata

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

Il Nuovo Sistema di Formazione Continua in Medicina

Il Nuovo Sistema di Formazione Continua in Medicina Il Nuovo Sistema di Formazione Continua in Medicina Accreditamento del Provider ECM, formazione a distanza, obiettivi formativi, valutazione della qualità del sistema formativo sanitario, attività formative

Dettagli

E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa

E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa 8 Congresso Nazionale FADOI Bologna, 14-17 Maggio 2003 E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa Centro di Ricerca e Formazione in Ecografia Internistica ed Interventistica

Dettagli

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO

Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO 23 Congresso Nazionale Aniarti Jesolo, 03 05 novembre 2004 Italia @ Europa Analisi comparata dell infermieristica di area critica. QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELL APPRENDIMENTO (La risposta corretta è

Dettagli

ESSERE TUTOR Corso di formazione per tutori Medici di Medicina Generale e Pediatri di Famiglia

ESSERE TUTOR Corso di formazione per tutori Medici di Medicina Generale e Pediatri di Famiglia Allegato 1 G PROGRAMMA FORMATIVO DEGLI EVENTI ESSERE TUTOR Corso di formazione per tutori Medici di Medicina Generale e Pediatri di Famiglia CT04-2009 1. PREMESSA La formalizzazione di una esperienza di

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle

Dettagli

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro ID 142-115743 Edizione 1 Procedura per sottoscrivere la partecipazione: Il professionista sanitario che voglia conoscere i dettagli per l iscrizione al corso

Dettagli

Premesso che: - il D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni e integrazioni, agli articoli dal 16 al 16 sexies interviene in materia

Premesso che: - il D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni e integrazioni, agli articoli dal 16 al 16 sexies interviene in materia Premesso che: - il D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni e integrazioni, agli articoli dal 16 al 16 sexies interviene in materia di formazione continua, definendone le finalità, i

Dettagli

Allegato 1. Modalità operative per l iscrizione. all Albo Fornitori Toscana Aeroporti SpA

Allegato 1. Modalità operative per l iscrizione. all Albo Fornitori Toscana Aeroporti SpA Allegato 1 Modalità operative per l iscrizione all Albo Fornitori Toscana Aeroporti SpA 1) STRUTTURA DELL ALBO FORNITORI L Albo Fornitori è articolato nelle seguenti categorie: - Categoria A: Servizi e

Dettagli

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP

NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP NUOVI OBBLIGHI FORMATIVI PER DATORI DI LAVORO - RSPP CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA STATO REGIONI PROVINCIE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Accordo tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali,

Dettagli

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell istruzione dell università e della ricerca Dipartimento per l istruzione Direzione Generale per il personale scolastico ALLEGATO TECNICO AL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO 12 MARZ0 2009 tra il Ministero dell istruzione, e le Organizzazioni sindacali firmatarie del ccnl del personale del comparto scuola, sottoscritto

Dettagli

Corso di Formazione A Distanza (FAD) La continuità assistenziale. Integrazione tra ospedale e territorio: la dimissione del paziente fragile.

Corso di Formazione A Distanza (FAD) La continuità assistenziale. Integrazione tra ospedale e territorio: la dimissione del paziente fragile. Mod. E3 Rev. 1 del 01/06/2012 Pagina 1 di 6 Corso di Formazione A Distanza (FAD) La continuità assistenziale. Integrazione tra ospedale e territorio: la dimissione del paziente fragile. Periodo di erogazione

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO REGOLAMENTO SULLE LINEE DI INDIRIZZO PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Premessa In base all art. 45 del CCNL del 9/08/2000 la formazione professionale costituisce

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE A DISTANZA (F.A.D.) Roma - via del Governo Vecchio, 3 tel. 0039-06.68 21 77 49 fax 0039-06.68 21 01 77 formazionecontinua@cnf.it 2 Sommario 1. INIZIATIVE

Dettagli

Report dalla 6^ Conferenza Nazionale sulla Formazione Continua in Medicina Nuove regole per un sistema ECM semplice e partecipato

Report dalla 6^ Conferenza Nazionale sulla Formazione Continua in Medicina Nuove regole per un sistema ECM semplice e partecipato Report dalla 6^ Conferenza Nazionale sulla Formazione Continua in Medicina Nuove regole per un sistema ECM semplice e partecipato Roma, 24 e 25 novembre 2014 Il dott. Bianco, Presidente FNOMCeO e VicePresidente

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO

OPERATORE ELETTRONICO CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. Tra

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. Tra CONTRATTO TRA PROVIDER,SEGRETERIA ORGANIZZATIVA (PARTNER NON ACCREDITATO) E SPONSOR: la peculiarità del Contratto in oggetto, rispetto a quello tra Provider, Partner Accreditato (Provider) e Sponsor, attiene

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

Corso Formativo Residenziale. INRCA: ANCONA - SIMeL MARCHE

Corso Formativo Residenziale. INRCA: ANCONA - SIMeL MARCHE Corso Formativo Residenziale INRCA: ANCONA - SIMeL MARCHE Titolo del progetto Corso di formazione in epidemiologia e statistica applicate al laboratorio ed alla ricerca Professioni a cui è rivolto il progetto

Dettagli

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE

SOCIETA ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA E DEI SERVIZI FARMACEUTICI DELLE AZIENDE SANITARIE Corso residenziale di aggiornamento a cura del Laboratorio HTA della SIFO HTA PER LA VALUTAZIONE DEI FARMACI Codice 313-122539 Verona, c/o Centro Culturale Marani 8 maggio 2015 Con il patrocinio di Sihta

Dettagli

O S S E R V A T O R I O

O S S E R V A T O R I O Direzione Generale della Sanità Servizio programmazione sanitaria e economico finanziaria e controllo di gestione Settore gestione del personale delle aziende sanitarie, programmazione della formazione

Dettagli