Tariffario Regione Campania. Importo in Euro. Nota Codice Descrizione Prestazione A DEOSSICORTISOLO 13,70

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tariffario Regione Campania. Importo in Euro. Nota Codice Descrizione Prestazione A1 90.01.1 11 DEOSSICORTISOLO 13,70"

Transcript

1 Nota Codice Descrizione Prestazione Importo in Euro A DEOSSICORTISOLO 13,70 A ALFA IDROSSIPROGESTERONE (17 OH-P) 17,20 A CHETOSTEROIDI [DU] 10,69 A IDROSSICORTICOIDI [DU] 9,72 B A ACIDI BILIARI 9,14 A ACIDO 5 IDROSSI 3 INDOLACETICO [DU] 14,36 R ACIDO CITRICO 4,13 A ACIDO DELTA AMINOLEVULINICO (ALA) 9,61 A ACIDO IPPURICO 5,84 A ACIDO LATTICO 5,32 A ACIDO PARA AMINOIPPURICO (PAI) 7,80 A ACIDO PIRUVICO 3,98 R ACIDO SIALICO 13,94 A ACIDO VALPROICO 9,30 A ACIDO VANILMANDELICO (VMA) [DU] 18,55 R ADIURETINA (ADH) 9,14 A ADRENALINA - NORADRENALINA [P] 20,59 A ADRENALINA - NORADRENALINA [U] 20,59 A1 A ALA DEIDRASI ERITROCITARIA 5,22 B A ALANINA AMINOTRANSFERASI (ALT) (GPT) [S/U] 2,88 B A ALBUMINA [S/U/DU] 2,58 B A ALDOLASI [S] 2,56 A ALDOSTERONE [S/U] 17,20 B A ALFA 1 ANTITRIPSINA [S] 6,30 A ALFA 1 FETOPROTEINA [S/LA/ALB] 17,20 B A ALFA 1 GLICOPROTEINA ACIDA [S] 6,71 B A ALFA 1 MICROGLOBULINA [S/U] 10,85 Page 1

2 B A ALFA 2 MACROGLOBULINA 4,18 B A ALFA AMILASI [S/U] 2,56 A ALFA AMILASI ISOENZIMI (FRAZIONE PANCREATICA) 5,22 R ALLUMINIO [S/U] 9,09 R AMINOACIDI DOSAGGIO SINGOLO [S/U/SG/P] 3,46 R AMINOACIDI TOTALI [S/U/SG/P] 12,86 A AMITRIPTILINA 7,33 B A AMMONIO [P] 9,09 A ANDROSTENEDIOLO GLUCURONIDE [S] 17,20 A ANGIOTENSINA II 17,20 A ANTIBIOTICI 6,09 B A APOLIPOPROTEINA ALTRA 6,09 B A APOLIPOPROTEINA B 5,94 B A1 A APTOGLOBINA 4,65 B A ASPARTATO AMINOTRANSFERASI (AST) (GOT) [S] 2,88 A BARBITURICI 8,01 A BENZODIAZEPINE 8,83 A BENZOLO 9,19 A BETA2 MICROGLOBULINA [S/U] 17,20 A BICARBONATI (IDROGENOCARBONATO) 0,72 B A BILIRUBINA (CURVA SPETTROFOTOMETRICA NEL LIQUIDO AMNIOTICO) 0,88 B A BILIRUBINA TOTALE 1,70 B A BILIRUBINA TOTALE E FRAZIONATA 3,40 A C PEPTIDE 17,20 A C PEPTIDE: DOSAGGI SERIATI DOPO TEST DI STIMOLO ( 5 ) 43,41 R CADMIO 9,09 B A CALCIO TOTALE [S/U/DU] 2,78 A CALCITONINA 17,20 Page 2

3 B A CALCOLI E CONCREZIONI (RICERCA SEMIQUANTITATIVA) 10,07 B A CALCOLI ESAME CHIMICO DI BASE (RICERCA QUALITATIVA) 1,79 A CARBAMAZEPINA 13,38 A CATECOLAMINE TOTALI URINARIE 12,60 B A CERULOPLASMINA 5,68 B A CHIMOTRIPSINA [FECI] 5,42 A CICLOSPORINA 14,64 B A CLORURO [S/U/DU] 2,78 B A CLORURO, SODIO E POTASSIO [SD] (STIMOLAZIONE CON PILOCARPINA) 8,42 A COBALAMINA (VIT. B12) [S] 17,20 B A COLESTEROLO HDL 1,86 B A COLESTEROLO LDL 0,67 B A COLESTEROLO TOTALE 2,28 B A COLINESTERASI (PSEUDO-CHE) 1,55 A COPROPORFIRINE 6,40 B A CORPI CHETONICI 0,77 A CORTICOTROPINA (ACTH) [P] 17,20 A CORTISOLO [S/U] 17,20 B A CREATINCHINASI (CPK O CK) 1,96 B A CREATINCHINASI ISOENZIMA MB (CK-MB) 3,72 A CREATINCHINASI ISOENZIMI 2,79 A CREATINCHINASI ISOFORME 12,55 B A CREATININA [S/U/DU/LA] 2,56 B A CREATININA CLEARANCE 1,76 R CROMO 9,09 A DEIDROEPIANDROSTERONE (DEA) 17,20 A DEIDROEPIANDROSTERONE SOLFATO (DEA-S) 17,20 A DELTA 4 ANDROSTENEDIONE 17,20 Page 3

4 A DESIPRAMINA 7,33 A DIIDROTESTOSTERONE (DHT) 17,20 A DOPAMINA [S/U] 13,32 A DOXEPINA 7,33 A DROGHE D'ABUSO 5,99 A ENOLASI NEURONESPECIFICA (NSE) 17,20 R ERITROPOIETINA 17,20 A ESTERI ORGANOFOSFORICI 5,42 A ESTRADIOLO (E2) [S/U] 17,20 A ESTRIOLO (E3) [S/U] 17,20 A ESTRIOLO NON CONIUGATO 9,19 A ESTRONE (E1) 17,20 A ETANOLO 5,78 A ETOSUCCIMIDE 9,09 A FARMACI ANTIARITMICI 9,09 A FARMACI ANTIINFIAMMATORI 7,23 A FARMACI ANTITUMORALI 9,35 A FARMACI DIGITALICI 11,10 R FATTORE NATRIURETICO ATRIALE 9,14 B A FECI ESAME CHIMICO E MICROSCOPICO (GRASSI, PROD. DI DIGESTIONE, PARASSITI) 3,23 B A FECI SANGUE OCCULTO 0,79 R FENILALANINA 3,46 A FENITOINA 10,85 A FENOLO [U] 3,56 A FERRITINA [P/(SG)ER] 17,20 B A FERRO [DU] 5,32 B A FERRO [S] 2,56 R FLUORO 6,25 Page 4

5 A FOLATO [S/(SG)ER] 17,20 A FOLLITROPINA (FSH) [S/U] 17,20 B A FOSFATASI ACIDA 2,56 B A FOSFATASI ALCALINA 2,56 A FOSFATASI ALCALINA ISOENZIMA OSSEO 10,54 B A FOSFATASI PROSTATICA (PAP) 17,20 B A FOSFATO INORGANICO [S/U/DU] 2,78 R FOSFOESOSOISOMERASI (PHI) 1,08 B A FOSFORO 2,78 R FRUTTOSAMINA (PROTEINE GLICATE) [S] 3,15 R FRUTTOSIO [LS] 4,13 B A GALATTOSIO (PROVA DA CARICO) 6,92 B A GALATTOSIO [S/U] 2,12 B A GAMMA GLUTAMIL TRANSPEPTIDASI (GAMMA GT) [S/U] 1,24 A GASTRINA [S] 17,20 A GLOBULINA LEGANTE LA TIROXINA (TBG) 17,20 A GLUCAGONE [S] 17,20 B A GLUCOSIO (CURVA DA CARICO 3 DETERMINAZIONI) 2,43 B A GLUCOSIO (CURVA DA CARICO 6 DETERMINAZIONI) 5,96 B A GLUCOSIO [S/P/U/DU/LA] 1,70 A1 A GLUCOSIO 6 FOSFATO DEIDROGENASI (G6PDH) [(SG)ER] 9,30 B A1 A GONADOTROPINA CORIONICA (PROVA IMMUNOLOGICA DI GRAVIDANZA [U] 3,66 B A GONADOTROPINA CORIONICA (SUBUNITÀ BETA FRAZIONE LIBERA) [S/U] 17,20 A GONADOTROPINA CORIONICA (SUBUNITÀ BETA, MOLECOLA INTERA) 14,25 B A1 A HB - EMOGLOBINA GLICATA 10,59 A IDROSSIPROLINA [U] 16,04 A IMIPRAMINA 14,25 B A1 A IMMUNOGLOBULINE: CATENE KAPPA E LAMBDA [S/U] 9,30 Page 5

6 A INSULINA (CURVA DA CARICO O DOPO TEST FARMACOLOGICI, MAX. 5) 27,52 A INSULINA [S] 17,20 B A LATTATO DEIDROGENASI (LDH) [S/F] 2,56 B A LATTE MULIEBRE 3,98 A LATTOSIO [U/LS] 2,53 B A LEUCIN AMINO PEPTIDASI (LAP) [S] 2,79 A LEVODOPA 7,33 B A LIPASI [S] 3,20 B A LIPOPROTEINA (A) 13,63 B A LIQUIDI DA VERSAMENTI ESAME CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO 3,98 B A LIQUIDO AMNIOTICO ENZIMI 1,03 B A LIQUIDO AMNIOTICO FOSFOLIPIDI (CROMATOGRAFIA) 11,36 B A LIQUIDO AMNIOTICO RAPPORTO LECITINA/SFINGOMIELINA 14,13 B A LIQUIDO AMNIOTICO TEST ALLA SCHIUMA DI CLEMENTS 1,03 B A LIQUIDO SEMINALE ESAME MORFOLOGICO E INDICE DI FERTILITA' 4,18 B A LIQUIDO SEMINALE PROVE DI VALUTAZIONE DELLA FERTILITA' 7,59 B A LIQUIDO SINOVIALE ESAME CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO 2,58 B A LITIO [P] 4,13 A LUTEOTROPINA (LH) [S/U] 17,20 LUTEOTROPINA (LH) E FOLLITROPINA (FSH): DOSAGGI SERIATI DOPO GNRH O ALTRO A STIMOLO ( 5 ) 62,56 B A MAGNESIO TOTALE [S/U/DU/(SG)ER] 1,70 R MANGANESE [S] 6,25 A MEPROBAMATO 7,33 R MERCURIO 9,09 B A MICROALBUMINURIA 4,65 B A MIOGLOBINA [S/U] 7,59 A NEOPTERINA 10,90 R NICHEL 10,12 Page 6

7 A NORTRIPTILINA 5,42 R OLIGOELEMENTI: DOSAGGIO PLASMATICO 6,92 A ORMONE LATTOGENO PLACENTARE O SOMATOMAMMOTROPINA (HPL) [S] 17,20 A ORMONE SOMATOTROPO (GH) [P/U] 17,20 A ORMONI: DOSAGGI SERIATI DOPO STIMOLO ( 5 ) 62,56 B A OSSALATI [U] 8,93 A OSTEOCALCINA (BGP) 17,20 A PARATORMONE (PTH) [S] 17,20 A PARATORMONE RELATED PEPTIDE [S] 6,25 B A PH EMATICO 7,44 A PIOMBO [S/U] 20,25 A1 A PIRUVATOCHINASI (PK) [(SG)ER] 7,85 A POLIPEPTIDE INTESTINALE VASOATTIVO (VIP) 6,25 A PORFIRINE (RICERCA QUALITATIVA E QUANTITATIVA) 13,32 A PORFOBILINOGENO [U] 5,94 A2 A POST COITAL TEST 2,79 B A POTASSIO [S/U/DU/(SG)ER] 2,78 A PRIMIDONE 9,09 A PROGESTERONE [S] 17,20 A PROLATTINA (PRL) [S] 17,20 A PROLATTINA (PRL): DOSAGGI SERIATI DOPO TRH ( 5 ) 62,56 B A PROTEINE (ELETTROFORESI DELLE) [S] 7,84 B A PROTEINE (S/U/dU/La) 1,88 B A PROTEINE URINARIE (ELETTROFORESI DELLE) 4,65 A1 A PROTOPORFIRINA IX ERITROCITARIA 7,70 R PURINE E LORO METABOLITI 10,54 R RAME [S/U] 4,96 A1 A RECETTORI DEGLI ESTROGENI 19,06 Page 7

8 A1 A RECETTORI DEL PROGESTERONE 15,80 A RENINA [P] 17,20 R SELENIO 6,92 B A SODIO [S/U/DU/(SG)ER] 2,76 A SUCCO GASTRICO ESAME CHIMICO COMPLETO 4, IGF-1-1 SOMATOMEDINA C (metodo chemiolimiescenza) * 20,40 A SUDORE (ESAME CON DETERMINAZIONE DI NA+ E K+) 0,88 A TEOFILLINA 17,20 A TESTOSTERONE [P/U] 17,20 A TESTOSTERONE LIBERO 14,22 A TIREOGLOBULINA (TG) 17,20 A TIREOTROPINA (TSH) 17,20 A TIREOTROPINA (TSH): DOSAGGI SERIATI DOPO TRH ( 4 ) 45,26 A TIROXINA LIBERA (FT4) 17,20 B A1 A TRANSFERRINA (CAPACITÀ FERROLEGANTE) 3,98 B A1 A TRANSFERRINA [S] 5,16 A TRI TEST: ALFA 1 FETO, GONADOTROPINA CORIONICA ED ESTRIOLO LIBERO 47,84 B A TRIGLICERIDI 5,17 A TRIODOTIRONINA LIBERA (FT3) 17,20 B A TRIPSINA [S/U] 10,48 B A URATO [S/U/DU] 1,70 B A UREA [S/P/U/DU] 1,70 B A URINE CONTA DI ADDIS 3,87 B A URINE ESAME CHIMICO FISICO E MICROSCOPICO 1,14 B A URINE ESAME PARZIALE (ACETONE E GLUCOSIO QUANTITATIVO) 0,47 A VITAMINA D 16,27 R VITAMINE IDROSOLUBILI: DOSAGGIO PLASMATICO 10,43 R VITAMINE LIPOSOLUBILI: DOSAGGIO PLASMATICO 10,43 Page 8

9 B A XILOSIO (TEST DI ASSORBIMENTO) 5,94 A ZINCO [S/U] 6,25 A ZINCOPROTOPORFIRINA [(SG)ER] 8,52 A AGGLUTININE A FREDDO 2,56 A1 A ALFA 2 ANTIPLASMINA 8,78 A ANTICOAGULANTE LUPUS-LIKE (LAC) 4,65 A ANTICOAGULANTI ACQUISITI RICERCA 4,65 A ANTICORPI ANTI A/B 4,18 A ANTICORPI ANTI ANTIGENI NUCLEARI ESTRAIBILI (ENA) 13,32 R ANTICORPI ANTI CANALE DEL CALCIO 11,41 A ANTICORPI ANTI CARDIOLIPINA (IGG, IGA, IGM) 12,55 A ANTICORPI ANTI CELLULE PARIETALI GASTRICHE (PCA) 8,37 A ANTICORPI ANTI CITOPLASMA DEI NEUTROFILI (ANCA) 11,41 A ANTICORPI ANTI DNA NATIVO 11,88 A ANTICORPI ANTI ERITROCITARI (CARATTERIZZAZIONE DEL RANGE TERMICO) 1,76 A ANTICORPI ANTI ERITROCITARI (CON MEZZO POTENZIANTE) 8,37 A ANTICORPI ANTI ERITROCITARI (TITOLAZIONE) 17,01 A ANTICORPI ANTI ERITROCITARI IDENTIFICAZIONE 21,85 B A ANTICORPI ANTI ERITROCITI [TEST DI COOMBS INDIRETTO] 3,19 A ANTICORPI ANTI FATTORE VIII 11,41 A1 A ANTICORPI ANTI GLIADINA (IGG, IGA) 11,41 R ANTICORPI ANTI HLA (CROSS-MATCH, SINGOLO INDIVIDUO, URGENTE) 32,26 R ANTICORPI ANTI HLA (TITOLO PER SINGOLA SPECIFICITÀ) 32,26 R ANTICORPI ANTI HLA CONTRO PANNELLO LINFOCITARIO (ALMENO 10 SOGGETTI, URGENTE) 18,87 R ANTICORPI ANTI HLA CONTRO SOSPENSIONI LINFOCITARIE (ALMENO 10 SOGGETTI) 16,92 A ANTICORPI ANTI INSULA PANCREATICA (ICA) 8,62 A1 A ANTICORPI ANTI INSULINA (AIAA) 12,19 A2 A ANTICORPI ANTI LEUCOCITI 37,70 Page 9

10 R ANTICORPI ANTI MAG 11,41 A1 A ANTICORPI ANTI MICROSOMI (ABTMS) O ANTI TIREOPEROSSIDASI (ABTPO) 17,20 A ANTICORPI ANTI MICROSOMI EPATICI E RENALI (LKMA) 8,26 A ANTICORPI ANTI MITOCONDRI (AMA) 9,45 A ANTICORPI ANTI MUSCOLO LISCIO (ASMA) 7,44 A ANTICORPI ANTI MUSCOLO STRIATO (CUORE) 7,44 A ANTICORPI ANTI NUCLEO (ANA) 9,66 A ANTICORPI ANTI ORGANO 14,51 A ANTICORPI ANTI OVAIO 7,44 A2 A ANTICORPI ANTI PIASTRINE 38,53 A2 A ANTICORPI ANTI PIASTRINE IDENTIFICAZIONE 70,57 A ANTICORPI ANTI RECETTORE NICOTINICO MUSCOLARE 22,78 A1 A ANTICORPI ANTI RECETTORI DEL TSH 22,78 A ANTICORPI ANTI SPERMATOZOI (ADESI) (ASA) 8,62 A ANTICORPI ANTI SPERMATOZOI (LIBERI) (ASA) 8,62 A ANTICORPI ANTI SURRENE 7,44 A1 A ANTICORPI ANTI TIREOGLOBULINA (ABTG) 17,20 A ANTICORPI EMOLITICI ANTI ERITROCITARI 6,97 A ANTIGENE CARBOIDRATICO 125 (CA 125) 17,20 A ANTIGENE CARBOIDRATICO 15.3 (CA 15.3) 17,20 A ANTIGENE CARBOIDRATICO 19.9 (CA 19.9) 17,20 A ANTIGENE CARBOIDRATICO 195 (CA 195) 17,20 A ANTIGENE CARBOIDRATICO 50 (CA 50) 17,20 A ANTIGENE CARBOIDRATICO 72-4 (CA 72-4) 16,59 A ANTIGENE CARBOIDRATICO MUCINOSO (MCA) 17,20 A ANTIGENE CARCINO EMBRIONARIO (CEA) 17,20 A ANTIGENE POLIPEPTIDICO TISSUTALE (TPA) 17,20 A ANTIGENE PROSTATICO SPECIFICO (PSA) 17,20 Page 10

11 A ANTIGENE TA 4 (SCC) 17,20 R ANTIGENI ERITROCITARI CD55/CD59 15,39 A3 A5 A ANTIGENI HLA (CIASCUNO) 15,66 A ANTIGENI PIASTRINICI 37,93 B A ANTITROMBINA III FUNZIONALE 2,79 A ATTIVATORE TISSUTALE DEL PLASMINOGENO (TPA) 16,59 A AUTOANTICORPI ANTI ERITROCITI [TEST DI COOMBS DIRETTO] 3,19 A BETA TROMBOGLOBULINA 9,14 A1 A CARBOSSIEMOGLOBINA [(SG)HB/(SG)ER] 4,03 A3 A CITOTOSSICITA' CON ANTIGENI SPECIFICI 21,99 A3 A CITOTOSSICITA' CTL 20,13 A3 A CITOTOSSICITA' LAK 20,13 A3 A CITOTOSSICITA' SPONTANEA NK 17,48 A3 A5 A COLTURA MISTA LINFOCITARIA UNIDIREZIONALE 75,11 A MICOBATTERI ANTIBIOGRAMMA DA COLTURA (MET. RADIOMETRICO, ALMENO 3 ANTIBIOTICI) 45,45 A MICOBATTERI ANTIBIOGRAMMA DA COLTURA (MET. TRADIZIONALE, ALMENO 3 ANTIBIOTICI) 10,79 A MICOBATTERI ANTICORPI (E.I.A.) 10,79 MICOBATTERI DA COLTURA IDENTIFICAZIONE (SAGGIO INIBIZIONE NAP MET. RADIOMETRICO A ) 15,49 A MICOBATTERI DA COLTURA IDENTIFICAZIONE BIOCHIMICA 8,16 MICOBATTERI DA COLTURA IDENTIFICAZIONE MEDIANTE IBRIDAZIONE (PREVIA REAZIONE R POLIMERASICA A CATENA) 33,75 A2 A MICOBATTERI IN CAMPIONI BIOLOGICI DIVERSI ESAME COLTURALE (MET. RADIOMETRICO) 14,41 A MICOBATTERI IN CAMPIONI BIOLOGICI ESAME COLTURALE (MET. TRADIZIONALE) 8,62 B A MICOBATTERI IN CAMPIONI BIOLOGICI RICERCA MICROSCOPICA (ZIEHL-NEELSEN, KINYIUN) 3,56 A MICOPLASMA PNEUMONIAE ANTICORPI (E.I.A.) 11,21 A MICOPLASMA PNEUMONIAE ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE I.F.) 7,08 A MICOPLASMA PNEUMONIAE DA COLTURA IDENTIFICAZIONE BIOCHIMICA 8,16 A MICOPLASMA PNEUMONIAE DA COLTURA IDENTIFICAZIONE SIEROLOGICA 6,20 A MICOPLASMA PNEUMONIAE IN MATERIALI BIOLOGICI DIVERSI ESAME COLTURALE 7,75 Page 11

12 B A NEISSERIA GONORRHOEAE ESAME COLTURALE 3,15 B A NEISSERIA MENINGITIDIS ESAME COLTURALE 3,15 A NEISSERIAE IDENTIFICAZIONE BIOCHIMICA 11,36 A NEISSERIAE IDENTIFICAZIONE SIEROLOGICA 6,20 B A PARASSITI [ELMINTI, PROTOZOI] NEL SANGUE ESAME MICROSCOPICO (GIEMSA) 3,56 B A PARASSITI IN MATERIALI BIOLOGICI RICERCA MACRO E MICROSCOPICA 1,70 B A PARASSITI INTESTINALI [ELMINTI, PROTOZOI] RICERCA MACRO E MICROSCOPICA 2,74 B A PARASSITI INTESTINALI [ELMINTI, PROTOZOI] RICERCA MICROSCOPICA (COL. TRICROMICA) 4,70 A PARASSITI INTESTINALI [PROTOZOI] ESAME COLTURALE (COLTURA XENICA) 7,64 B A PARASSITI INTESTINALI RICERCA MICROSCOPICA (PREVIA CONCENTRAZ. O ARRICCHIM.) 1,53 A2 A PLASMODI DELLA MALARIA NEL SANGUE RICERCA MICROSCOPICA (GIEMSA) 1,70 A PLASMODIO FALCIPARUM ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE I.F.) 7,85 A PNEUMOCISTIS CARINII NEL BRONCOLAVAGGIO ESAME MICROSCOPICO 3,98 A PNEUMOCISTIS CARINII NEL BRONCOLAVAGGIO RICERCA DIRETTA (I.F.) 7,23 B A PROTOZOI IN MATERIALI BIOLOGICI DIVERSI ESAME COLTURALE 7,64 A RICKETTSIE ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE I.F.) 4,96 RICKETTSIE ANTICORPI [ANTI PROTEUS SPP.] (TITOLAZIONE MEDIANTE AGGLUTIN.) [WEIL- A FELIX] 8,21 A SALMONELLE ANTICORPI (E.I.A.) 6,61 B A SALMONELLE ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE AGGLUTINAZIONE) [WIDAL] 1,95 A SALMONELLE DA COLTURA IDENTIFICAZIONE BIOCHIMICA E SIEROLOGICA DI GRUPPO 7,33 A SALMONELLE DA COLTURA IDENTIFICAZIONE SIEROLOGICA 9,09 B A SALMONELLE E BRUCELLE ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE AGGLUTIN.) [WIDAL-WRIGHT] 2,56 A SCHISTOSOMA ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE EMOAGGLUTINAZIONE PASSIVA) 6,20 B A SHIGELLE DA COLTURA IDENTIFICAZIONE BIOCHIMICA E SIEROLOGICA 8,16 B A STREPTOCOCCO AGALACTIAE NEL TAMPONE VAGINALE ESAME COLTURALE 3,72 B A STREPTOCOCCO ANTICORPI ANTI ANTISTREPTOLISINA-O [T.A.S.] 3,18 A STREPTOCOCCO ANTICORPI ANTI DNASI B 5,89 B A STREPTOCOCCUS PYOGENES NEL TAMPONE OROFARINGEO ESAME COLTURALE 5,78 Page 12

13 A TOXOCARA ANTICORPI (E.I.A.) 14,36 A1 A TOXOPLASMA ANTICORPI (E.I.A.) 9,29 A1 A TOXOPLASMA ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE AGGLUTINAZIONE) [TEST DI FULTON] 3,36 A1 A TOXOPLASMA ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE I.F.) IGM 9,29 A1 A TREPONEMA PALLIDUM ANTICORPI (E.I.A.) 6,61 A1 A TREPONEMA PALLIDUM ANTICORPI (I.F.) [FTA-ABS] 8,16 B A TREPONEMA PALLIDUM ANTICORPI (RICERCA QUALITAT. MEDIANTE EMOAGGLUTIN. PASSIVA) [TPHA] 3,46 B A TREPONEMA PALLIDUM ANTICORPI (RICERCA QUANTIT. MEDIANTE EMOAGGLUTIN. PASSIVA) [TPHA] 5,78 B A TREPONEMA PALLIDUM ANTICORPI ANTI CARDIOLIPINA (FLOCCULAZIONE) [VDRL] [RPR] 3,36 B A TRICHOMONAS VAGINALIS NEL SECRETO VAGINALE ESAME COLTURALE 4,13 A VIBRIO CHOLERAE NELLE FECI ESAME COLTURALE 2,07 A VIBRIO DA COLTURA IDENTIFICAZIONE BIOCHIMICA E SIEROLOGICA 8,16 R VIRUS ACIDI NUCLEICI IN MATERIALI BIOLOGICI IBRIDAZIONE NAS (PREVIA REAZIONE POLIMERASICA A CATENA) 50,82 R VIRUS ACIDI NUCLEICI IN MATERIALI BIOLOGICI IBRIDAZIONE NAS (PREVIA RETROTRASCRIZIONE-REAZIONE POLIMER 55,90 R VIRUS ACIDI NUCLEICI IN MATERIALI BIOLOGICI IBRIDAZIONE DIRETTA NAS 30,68 A2 A VIRUS ADENOVIRUS ANTICORPI (E.I.A.) 12,65 A2 A VIRUS ADENOVIRUS ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 6,51 A2 A VIRUS ADENOVIRUS IN MATERIALI BIOLOGICI ESAME COLTURALE (METODO RAPIDO) 25,19 A2 A VIRUS ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 5,22 A VIRUS ANTICORPI IMMUNOBLOTTING (SAGGIO DI CONFERMA) 32,58 A2 A VIRUS ANTIGENI IN MATERIALI BIOLOGICI RICERCA DIRETTA (AGGLUTINAZIONE PASSIVA) 6,30 A1 A2 A VIRUS ANTIGENI IN MATERIALI BIOLOGICI RICERCA DIRETTA (E.I.A.) 6,30 A VIRUS ANTIGENI IN MATERIALI BIOLOGICI RICERCA DIRETTA (I.F.) 10,02 A2 A VIRUS CITOMEGALOVIRUS ANTICORPI (E.I.A.) 9,29 A2 A VIRUS CITOMEGALOVIRUS ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 5,32 A2 A VIRUS CITOMEGALOVIRUS ANTICORPI IGM (E.I.A.) 9,29 A2 A4 A VIRUS CITOMEGALOVIRUS DA COLTURA IDENTIFICAZIONE MEDIANTE IBRIDAZIONE 32,54 VIRUS CITOMEGALOVIRUS IN MATERIALI BIOLOGICI DIVERSI RICERCA MEDIANTE ESAME R COLTURALE (METODO RAPIDO) 25,19 Page 13

14 A VIRUS CITOMEGALOVIRUS NEL LATTE MATERNO E NEL TAMPONE FARINGEO ESAME COLTURALE (METODO TRADIZIONALE) 45,37 R VIRUS CITOMEGALOVIRUS NEL SANGUE ACIDI NUCLEICI IDENTIFICAZIONE MEDIANTE IBRIDAZIONE 32,54 A VIRUS CITOMEGALOVIRUS NEL SANGUE ESAME COLTURALE (METODO TRADIZIONALE) 45,37 A VIRUS CITOMEGALOVIRUS NELL' URINA ESAME COLTURALE (METODO TRADIZIONALE) 45,37 VIRUS CITOMEGALOVIRUS NELL' URINA ACIDI NUCLEICI IDENTIFICAZIONE MEDIANTE R IBRIDAZIONE 32,54 A2 A VIRUS COXSACKIE [B1, B2, B3, B4, B5, B6] ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 6,51 A2 A VIRUS COXSACKIE [B1, B2, B3, B4, B5, B6] ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE I.F.) 12,39 A VIRUS DA COLTURA IDENTIFICAZIONE (MEDIANTE I.F.) 5,16 R VIRUS DA COLTURA IDENTIFICAZIONE (MEDIANTE M. E.) 25,19 A VIRUS DA COLTURA IDENTIFICAZIONE (MEDIANTE NEUTRALIZZAZIONE) 7,59 A1 A2 A VIRUS EPATITE A [HAV] ANTICORPI 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE A [HAV] ANTICORPI IGM 17,20 VIRUS EPATITE B [HBV] ACIDI NUCLEICI IBRIDAZIONE (PREVIA REAZIONE POLIMERASICA A R CATENA) 50,74 R VIRUS EPATITE B [HBV] ACIDI NUCLEICI IBRIDAZIONE DIRETTA 32,54 A1 A2 A VIRUS EPATITE B [HBV] ANTICORPI HBCAG 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE B [HBV] ANTICORPI HBCAG IGM 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE B [HBV] ANTICORPI HBEAG 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE B [HBV] ANTICORPI HBSAG 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE B [HBV] ANTIGENE HBEAG 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE B [HBV] ANTIGENE HBSAG 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE B [HBV] ANTIGENE HBSAG (SAGGIO DI CONFERMA) 13,84 R VIRUS EPATITE B [HBV] DNA-POLIMERASI 21,01 A1 A2 A VIRUS EPATITE C [HCV] ANALISI QUALITATIVA DI HCV RNA 50,41 R VIRUS EPATITE C [HCV] ANALISI QUANTITATIVA DI HCV RNA 61,97 A1 A2 A VIRUS EPATITE C [HCV] ANTICORPI 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE C [HCV] IMMUNOBLOTTING (SAGGIO DI CONFERMA) 55,82 R VIRUS EPATITE C [HCV] TIPIZZAZIONE GENOMICA 61,97 A1 A2 A VIRUS EPATITE DELTA [HDV] ANTICORPI 12,03 Page 14

15 A1 A2 A VIRUS EPATITE DELTA [HDV] ANTICORPI IGM 17,20 A1 A2 A VIRUS EPATITE DELTA [HDV] ANTIGENE HDVAG 16,18 A2 A VIRUS EPSTEIN BARR [EBV] ANTICORPI (EA O EBNA O VCA) (E.I.A.) 13,48 A2 A VIRUS EPSTEIN BARR [EBV] ANTICORPI (EA O EBNA O VCA) (TITOLAZIONE MEDIANTE I.F.) 12,45 B A2 A VIRUS EPSTEIN BARR [EBV] ANTICORPI ETEROFILI (TEST RAPIDO) 7,64 B A2 A VIRUS EPSTEIN BARR [EBV] ANTICORPI ETEROFILI [R. PAUL BUNNEL DAVIDSOHN] 2,56 A1 A2 A VIRUS HERPES ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) IGG 9,29 A1 A2 A VIRUS HERPES SIMPLEX (TIPO 1 O 2) ANTICORPI IGM 9,29 R VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV ] ANALISI QUALITATIVA DI RNA (PREVIA REAZIONE POLIMERASICA A CATENA) 50,41 R VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV ] ANALISI QUANTITATIVA DI RNA (PREVIA REAZIONE POLIMERASICA A CATENA) 61,97 A1 A2 A VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV 1-2] ANTICORPI 15,11 A2 A VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV 1-2] ANTICORPI IMMUNOBLOTTING (SAGGIO DI CONFERMA) 55,82 A2 A VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV 1] ANTICORPI IMMUNOBLOTTING (SAGGIO DI CONFERMA) 68,50 A2 A VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV 1] ANTICORPI ANTI ANTIGENE P24 (E.I.A.) 19,57 A2 A VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV 1] ANTIGENE P24 (E.I.A.) 23,15 A2 A VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV 1] ANTIGENE P24 DA COLTURE LINFOCITARIE (E.I.A.) 55,98 A2 A VIRUS IMMUNODEF. ACQUISITA [HIV 2] ANTICORPI IMMUNOBLOTTING (SAGGIO DI CONFERMA) 50,74 A2 A VIRUS IN MATERIALI BIOLOGICI ESAME COLTURALE (METODO RAPIDO) 25,19 A2 A VIRUS IN MATERIALI BIOLOGICI ESAME COLTURALE (METODO TRADIZIONALE) 45,37 A2 A VIRUS MORBILLO ANTICORPI (E.I.A.) 7,75 A2 A VIRUS MORBILLO ANTICORPI (I.F.) 7,75 A2 A VIRUS MORBILLO ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 6,51 A2 A VIRUS PAROTITE ANTICORPI (E.I.A.) 9,14 A2 A VIRUS PAROTITE ANTICORPI (I.F.) 5,89 A2 A VIRUS PAROTITE ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 7,49 A VIRUS PARVOVIRUS B19 ANTICORPI (E.I.A.) 7,75 A2 A VIRUS RESPIRATORIO SINCIZIALE ANTICORPI (E.I.A.) 9,14 A2 A VIRUS RESPIRATORIO SINCIZIALE ANTICORPI (I.F.) 7,23 Page 15

16 A2 A VIRUS RESPIRATORIO SINCIZIALE ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 4,75 R VIRUS RETROVIRUS ANTICORPI ANTI HTLV1-HTLV2 50,41 A2 A VIRUS ROSOLIA ANTICORPI 9,29 A2 A VIRUS ROSOLIA ANTICORPI (IGM) 9,29 A2 A VIRUS VARICELLA ZOSTER ANTICORPI (E.I.A.) 7,75 A2 A VIRUS VARICELLA ZOSTER ANTICORPI (I.F.) 7,23 A2 A VIRUS VARICELLA ZOSTER ANTICORPI (TITOLAZIONE MEDIANTE F.C.) 7,23 A YERSINIA DA COLTURA IDENTIFICAZIONE BIOCHIMICA 6,51 A YERSINIA NELLE FECI ESAME COLTURALE 2,07 R ANALISI CITOGENETICA PER PATOLOGIA DA FRAGILITA' CROMOSOMICA 104,08 R ANALISI CITOGENETICA PER RICERCA SITI FRAGILI 99,16 R ANALISI CITOGENETICA PER SCAMBI DI CROMATIDI FRATELLI 96,27 R ANALISI CITOGENETICA PER STUDIO MOSAICISMO CROMOSOMICO 90,07 R ANALISI CITOGENETICA PER STUDIO RIARRANGIAMENTI CROMOSOMICI INDOTTI 99,16 R ANALISI DEL DNA ED IBRIDAZIONE CON SONDA MOLECOLARE (SOUTHERN BLOT) 101,23 R ANALISI DEL DNA PER POLIMORFISMO 51,65 R ANALISI DI MUTAZIONE DEL DNA.CON REAZIONE POLIMERASICA A CATENA E ELETTROFORESI 45,45 R ANALISI DI MUTAZIONE DEL DNA.CON REAZIONE POLIMERASICA A CATENA E IBRIDAZIONE CON SONDE NON RADIOMARCATE 96,06 R ANALISI DI MUTAZIONE DEL DNA.CON REAZIONE POLIMERASICA A CATENA E IBRIDAZIONE CON SONDE RADIOMARCATE 96,06 R ANALISI DI MUTAZIONI DEL DNA 126,84 R ANALISI DI POLIMORFISMI (STR, VNTR) 102,05 R ANALISI DI SEGMENTI DI DNA MEDIANTE SEQUENZIAMENTO 124,78 R CARIOTIPO AD ALTA RISOLUZIONE 92,14 R CARIOTIPO DA METAFASI DI FIBROBLASTI O DI ALTRI TESSUTI (MAT. ABORTIVO, ECC.) 74,37 R CARIOTIPO DA METAFASI DI LIQUIDO AMNIOTICO 89,66 R CARIOTIPO DA METAFASI LINFOCITARIE 74,37 R CARIOTIPO DA METAFASI SPONTANEE DI MIDOLLO OSSEO 88,42 R CARIOTIPO DA METAFASI SPONTANEE DI VILLI CORIALI 89,66 Page 16

17 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: ACTINOMICINA D 25,56 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: BANDEGGIO C 25,56 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: BANDEGGIO G 22,31 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: BANDEGGIO G AD ALTA RISOLUZIONE 25,10 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: BANDEGGIO NOR 25,56 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: BANDEGGIO Q 23,47 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: BANDEGGIO R 22,31 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: BANDEGGIO T 23,01 R COLORAZIONE AGGIUNTIVA IN BANDE: DISTAMICINA A 25,56 R COLTURA DI AMNIOCITI 71,27 R COLTURA DI CELLULE DI ALTRI TESSUTI 70,24 R COLTURA DI FIBROBLASTI 95,03 R COLTURA DI LINEE CELLULARI STABILIZZATE CON VIRUS 114,86 R COLTURA DI LINEE LINFOCITARIE STABILIZZATE CON VIRUS O INTERLEUCHINA 98,33 R COLTURA DI LINFOCITI FETALI CON PHA 76,44 R COLTURA DI LINFOCITI PERIFERICI CON PHA O ALTRI MITOGENI 64,04 R COLTURA DI MATERIALE ABORTIVO 95,03 R COLTURA SEMISOLIDA DI CELLULE EMOPOIETICHE, BFU-E, CFU-GM, CFUGEMM (CIASCUNA) 74,37 R COLTURA DI VILLI CORIALI (A BREVE TERMINE) 66,11 R COLTURA DI VILLI CORIALI 95,85 R COLTURA PER STUDIO DEL CROMOSOMA X A REPLICAZIONE TARDIVA 46,89 R CONSERVAZIONE DI CAMPIONI DI DNA O DI RNA 36,49 R CRIOCONSERVAZIONE IN AZOTO LIQUIDO DI COLTURE CELLULARI 29,61 R CRIOCONSERVAZIONE IN AZOTO LIQUIDO DI CELLULE E TESSUTI 29,61 R DIGESTIONE DI DNA CON ENZIMI DI RESTRIZIONE 38,11 R ESTRAZIONE DI DNA O DI RNA (NUCLEARE O MITOCONDRIALE) 40,90 R IBRIDAZIONE CON SONDA MOLECOLARE 65,28 R ,00 IBRIDAZIONE IN SITU (FISH) SU METAFASI, NUCLEI INTERFASICI, TESSUTI MEDIANTE SEQUENZE GENOMICHE IN YAC Page 17

18 R IBRIDAZIONE IN SITU (FISH) SU METAFASI, NUCLEI INTERFASICI, TESSUTI MEDIANTE SONDE MOLECOLARI A SINGOLA COPIA IN COSMIDE 149,15 R IBRIDAZIONE IN SITU (FISH) SU METAFASI, NUCLEI INTERFASICI, TESSUTI MEDIANTE SONDE MOLECOLARI ALFOIDI ED ALTRE SEQUENZE RIPETUTE 120,23 R IBRIDAZIONE IN SITU (FISH) SU METAFASI, NUCLEI INTERFASICI, TESSUTI MEDIANTE SONDE MOLECOLARI PAINTING 149,15 R RICERCA MUTAZIONE (DGGE) 96,47 R RICERCA MUTAZIONE (SSCP) 96,47 R SINTESI DI OLIGONUCLEOTIDI (CIASCUNO) 96,47 ANALISI DEL DNA CELLULARE PER LO STUDIO CITOMETRICO DEL CICLO CELLULARE E R DELLA PLOIDIA 42,30 A ES. CITOLOGICO CERVICO VAGINALE [PAP TEST] 5,17 A ES. CITOLOGICO DA AGOASPIRAZIONE NAS 30,40 A ES. CITOLOGICO DI ESPETTORATO (FINO A 5 VETRINI E/O COLORAZIONI) 24,45 A ES. CITOLOGICO DI VERSAMENTI (FINO A 5 VETRINI E/O COLORAZIONI) 24,45 A ES. CITOLOGICO URINE PER RICERCA CELLULE NEOPLASTICHE 5,17 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO ARTICOLAZIONI: TESSUTO FIBROTENDINEO 24,45 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO ARTICOLAZIONI: BIOPSIA SINOVIALE, BIOPSIA TENDINEA 24,45 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO BULBO OCULARE: BIOPSIA SEMPLICE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO CAVO ORALE: BIOPSIA SEMPLICE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO CUTE (SHAVE O PUNCH) 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO CUTE E/O TESSUTI MOLLI: BIOPSIA ESCISSIONALE 21,73 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO CUTE E/O TESSUTI MOLLI: BIOPSIA INCISIONALE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. DIGERENTE: AGOBIOPSIA EPATICA 31,52 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. DIGERENTE: BIOPSIA ENDOSCOPICA (SEDE UNICA) 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. DIGERENTE: BIOPSIA ENDOSCOPICA (SEDI MULTIPLE) 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. DIGERENTE: BIOPSIA GHIANDOLA SALIVARE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. DIGERENTE: POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA (SEDI MULTIPLE) 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. DIGERENTE: POLIPECTOMIA ENDOSCOPICA (SINGOLA) 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. MUSCOLO SCHELETRICO: BIOPSIA INCISIONALE O PUNCH 39,28 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: AGOBIOPSIA PLEURICA 39,28 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: BIOPSIA CAVITÀ NASALI 14,10 Page 18

19 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: BIOPSIA ENDOBRONCHIALE (SEDE UNICA) 14,10 ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: BIOPSIA ENDOBRONCHIALE (SEDI A MULTIPLE) 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: BIOPSIA LARINGEA 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. RESPIRATORIO: BIOPSIA VIE AEREE (SEDI MULTIPLE) 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: AGOBIOPSIA OVARICA 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: AGOBIOPSIA PROSTATICA 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA ANNESSI TESTICOLARI 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA CERVICALE E ENDOMETRIALE 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA CERVICE UTERINA 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA ENDOMETRIALE (VABRA) 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA ENDOSCOPICA VESCICALE (SEDE UNICA) 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA ENDOSCOPICA VESCICALE (SEDI MULTIPLE) 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA PENE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA TESTICOLARE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA VAGINALE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA VULVARE (SEDE UNICA) 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIA VULVARE (SEDI MULTIPLE) 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: BIOPSIE CERVICALI (SEDI MULTIPLE) 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO APP. UROGENITALE: POLIPECTOMIA ENDOCERVICALE 14,10 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO MAMMELLA: BIOPSIA STEREOTASSICA 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO MAMMELLA: NODULECTOMIA 24,45 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO SISTEMA EMOPOIETICO: AGOBIOPSIA LINFONODALE 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO SISTEMA EMOPOIETICO: AGOBIOPSIA LINFONODALE (SEDI MULTIPLE) 63,71 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO SISTEMA EMOPOIETICO: ASPORTAZIONE DI LINFONODO SUPERFICIALE 63,71 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO SISTEMA EMOPOIETICO: BIOPSIA OSTEO MIDOLLARE 63,71 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO SISTEMA ENDOCRINO: AGOBIOPSIA TIROIDEA 41,83 A ES. ISTOCITOPATOLOGICO S.N.P.: BIOPSIA DI NERVO PERIFERICO 24,45 R ES. ISTOCITOPATOLOGICO ULTRASTRUTTURALE (S.E.M., T.E.M.) PRELIEVI 68,05 Page 19

20 A5 A PRELIEVO CITOLOGICO 2,58 B A1 A2 A3 A4 A5 A6 B A1 A2 A3 A4 A5 A6 B A1 A2 A3 A4 A5 A PRELIEVO DI SANGUE ARTERIOSO 5, PRELIEVO DI SANGUE CAPILLARE 2, PRELIEVO DI SANGUE VENOSO 2,07 B A2 A PRELIEVO MICROBIOLOGICO 2,58 B A COMPLEMENTO (C1 INIBITORE) 6,20 B A COMPLEMENTO: C1Q, C3, C3 ATT., C4 (CIASCUNO) 6,61 R CRIOCONSERVAZIONE CELLULE STAMINALI [PLACENTARI] PER TRAPIANTO 289,22 R CRIOCONSERVAZIONE SIERO PRE-TRAPIANTO 2,43 R CRIOCONSERVAZIONE SOSPENSIONI LINFOCITARIE 29,61 B A CRIOGLOBULINE RICERCA 1,76 B A CRIOGLOBULINE TIPIZZAZIONE 11,67 A CYFRA ,06 A D-DIMERO (EIA) 8,52 B A D-DIMERO (TEST AL LATICE) 7,13 B A EMAZIE (CONTEGGIO, EMOGLOBINA) 0,85 B A EMOCROMO: HB, GR, GB, HCT, PLT, IND. DERIV., F. L. 4,89 A EMOLISINA BIFASICA 12,09 A ENZIMI ERITROCITARI 15,49 B A EOSINOFILI (CONTEGGIO)[ALB] 1,28 A1 A EPARINA (MEDIANTE DOSAGGIO INIBITORE FATTORE X ATTIVATO) 11,05 B A ERITROCITI: ANTIGENI NON ABO E NON RH (PER CIASCUNO ANTIGENE) 6,71 A ESAME DEL MIDOLLO OSSEO PER APPOSIZIONE E/O STRISCI0 18,78 A ESAME MICROSCOPICO DEL SANGUE PERIFERICO 3,72 A3 A ESAME MICROSCOPICO DI STRISCIO O APPOSIZIONE DI CITOASPIRATO LINFOGHIANDOLARE 16,92 A FATTORE VWF ANALISI MULTIMERICA 21,57 B A FATTORE REUMATOIDE 4,75 A FATTORI DELLA COAGULAZIONE (II, V, VII, VIII, IX, X, XI, XII, XIII) ( CIASCUNO) 14,31 Page 20

DR. ANTERMITE ANTONIA

DR. ANTERMITE ANTONIA DR. ACERRA ALESSIO Il mercoledì dalle ore15,15 alle 19,45 VISITA ANESTESIOLOGICA 160,00 OSPEDALE TARQUINIA - viale Igea 1 DR.ACCORRA' Il martedì dalle ore 14,00 alle 16,00 VISITA PSICHIATRICA 99,00 POLIAMBULATORIO

Dettagli

Analisi codice Campione - Provetta 1-25-OH-2-Vitamina D 1.25VD Sangue - Provetta Tappo Verde (Litio eparina) 3 alfa Androstenediolo oppure

Analisi codice Campione - Provetta 1-25-OH-2-Vitamina D 1.25VD Sangue - Provetta Tappo Verde (Litio eparina) 3 alfa Androstenediolo oppure Analisi codice Campione - Provetta 1-25-OH-2-Vitamina D 1.25VD Sangue - Provetta Tappo Verde (Litio eparina) 3 alfa Androstenediolo oppure ANDROS Siero - Provetta con Gel Tappo giallo piccola Androstenediolo-Glucoronide

Dettagli

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie Coagulazione 1 Bilancia emostatica Ipercoagulabilità Ipocoagulabilità Normale Trombosi Emorragie 2 emostasi primaria emostasi secondaria Fattori coinvolti nell emostasi Vasi + endotelio Proteine della

Dettagli

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso Il sistema endocrino Il sistema endocrino o sistema ormonale è rappresentato da un insieme di ghiandole e cellule (dette ghiandole endocrine e cellule endocrine) le quali secernono delle sostanze proteiche

Dettagli

Appendice A: tabelle descrittive residenti

Appendice A: tabelle descrittive residenti Appendice A: tabelle descrittive residenti 1. PARAMETRI EMATOCHIMICI DI BASE Nelle tabelle 1-12 sono riportati in dettaglio i risultati delle analisi descrittive riguardanti i parametri ematochimici di

Dettagli

MANUALE QUALITA Doc. 13 Preparazione del paziente al prelievo venoso e raccomandazioni per la raccolta dei campioni biologici

MANUALE QUALITA Doc. 13 Preparazione del paziente al prelievo venoso e raccomandazioni per la raccolta dei campioni biologici Indice!"#$"%!&$'!(!""$'!)$%&*$%+, $'!(!""$'!)$%&*$%+, $'!$!"$'+, $-+$./ " 0/ *!'# 1 ( #2 / 3 1 3 2 $ 3 + 4 -(4 -( 5 5 6-6 - # 7 78 '7 Prelievo venoso 1) PREPARAZIONE DEL PAZIENTE PRIMA DEL PRELIEVO E importante

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Patologie reumatiche esenti dal ticket

Patologie reumatiche esenti dal ticket Patologie reumatiche esenti dal ticket Il "Regolamento recante norme di individuazione delle malattie croniche e invalidanti" (Dm 28 maggio 1999, n. 239) emanato in attuazione del "sanitometro" è stato

Dettagli

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it

IPOTALAMO-FUNZIONI. Termoregolazione. Scaricato da www.sunhope.it IPOTALAMO-FUNZIONI Termoregolazione Nel corpo, il calore viene prodotto dalla contrazione muscolare, dall assimilazione degli alimenti e da tutti i processi vitali che contribuiscono al metabolismo basale.

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Ad ogni donazione, dovunque venga fatta, il sangue prelevato viene sottoposto ad analisi dal Centro Trasfusionale dell Ospedale San Michele ( Brotzu ) ed i relativi risultati

Dettagli

FATTORI DELLA COAGULAZIONE

FATTORI DELLA COAGULAZIONE FATTORI DELLA COAGULAZIONE I Fattori della Coagulazione sono un insieme eterogeneo di molecole che prende parte alla cascata coagulativa, in quella che viene chiamata FASE COAGULATIVA del processo emostatico.

Dettagli

Citochine dell immunità specifica

Citochine dell immunità specifica Citochine dell immunità specifica Proprietà biologiche delle citochine Sono proteine prodotte e secrete dalle cellule in risposta agli antigeni Attivano le risposte difensive: - infiammazione (immunità

Dettagli

Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche

Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche Clinica e diagnosi delle anemie macrocitiche Distribuzione codifiche anemia macrocitica PREVALENZA ANEMIA MACROCITICA Rete UNIRE 2.6 1.6 0.7 0.3 codificata folati

Dettagli

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta

UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta UNI-A.T.E.Ne.O. Ivana Torretta Anno Accademico 10/ 11 MEDICINA GENERALE, BIOLOGIA, SANITA 1. La salute delle ossa: come mantenerla, come recuperarla 2. Esami (quasi) normali ma mi dicono che son malato:

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

www.hackmed.org hackmed@hackmed.org Gli Esami del Sangue

www.hackmed.org hackmed@hackmed.org Gli Esami del Sangue Gli Esami del Sangue AZOTEMIA E' la determinazione della quantità di azoto non proteico presente nel sangue, che è il prodotto di scarto del metabolismo delle proteine. L'aumento dell'azotemia indica il

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO SONO DOVUTE A ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE CON ERITROBLASTOLISI INTRAMIDOLLARE IL MIDOLLO E RICCHISSIMO DI ERITROBLASTI CHE NON RIESCONO A MATURARE E MUOIONO NEL MIDOLLO

Dettagli

OMEOSTASI DEL Ca 2+ e FOSFORO

OMEOSTASI DEL Ca 2+ e FOSFORO OMEOSTASI DEL Ca 2+ e FOSFORO Metabolismo del calcio Il calcio è il minerale più rappresentato nell organismo umano (1000-1200 gr) Il 99% del Ca corporeo si trova nello scheletro e nei denti, per lo più

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali:

Gli enzimi. L azione degli enzimi è caratterizzata da alcune proprietà fondamentali: Gli enzimi Nel metabolismo energetico le cellule producono notevoli quantità di CO 2 che deve essere eliminata con l apparato respiratorio. Il trasferimento della CO 2 dalle cellule al sangue e da esso

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Prelievo e Trapianto di Cornee

Prelievo e Trapianto di Cornee Prelievo e Trapianto di Cornee Protocollo operativo Edizione giugno 2014 http://www.piemonte.airt.it/documenti/protocolli.html Regione Piemonte e Valle d Aosta Centro Regionale Trapianti Coordinamento

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona.

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona. Glossario Il seguente glossario è stato concordato da numerose nazioni europee coinvolte nel progetto Eurocet con l intento di armonizzare la terminologia utilizzata nel settore della donazione e del trapianto

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni

Tutto sul sangue. A cura di Vincenzo Saturni Tutto sul sangue A cura di Vincenzo Saturni 1 GLOSSARIO... 3 LA COMPOSIZIONE DEL SANGUE... 11 LE CELLULE DEL SANGUE... 11 IL MIDOLLO OSSEO... 14 LE FUNZIONI DEL SANGUE... 15 I GRUPPI SANGUIGNI... 16 L

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Il sistema immunitario

Il sistema immunitario QUADERNI SULLE IMMUNODEFICIENZE PRIMITIVE N. 2 Il sistema immunitario ASSOCIAZIONE IMMUNODEFICIENZE PRIMITIVE ONLUS Quaderni pubblicati da AIP ONLUS N.1 La sindrome di Wiskott Aldrich (WAS) N.2 Il sistema

Dettagli

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE

DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE Deliberazione n. 529 del 13/05/2004. DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA COSTITUZIONE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DI MEDICINA TRASFUSIONALE PREMESSE La legge regionale 28 marzo 1995, n. 28, istituiva il servizio

Dettagli

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico.

Elettroforesi su gel. L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. Elettroforesi su gel L elettroforesi è definita come la migrazione di particelle sotto l influenza di un campo elettrico. La mobilità della particella dipende dalla forza elettrostatica netta che agisce

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Gli enzimi. Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica

Gli enzimi. Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica Gli enzimi Proprietà generali Classificazione e nomenclatura Catalisi enzimatica En-zima εν ζυμη nel lievito Enzima termine generico per definire un catalizzatore biologico Tranne che diversamente indicato,

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide

Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Esperienza 3: clonaggio di un gene in un plasmide Il clonaggio molecolare è una delle basi dell ingegneria genetica. Esso consiste nell inserire un frammento di DNA (chiamato inserto) in un vettore appropriato

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie

La trascrizione nei procarioti. Prof. Savino; dispense di Biologia Molecolare, Corso di Laurea in Biotecnologie La trascrizione nei procarioti Concetti base Nucleoside base purinica o pirimidinica legata alla posizione 1 dell anello pentoso Nucleotide base azotata-pentoso-fosfato Concetti base La trascrizione comporta

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA

Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA IL PRESENTE TESTO E UNA SINTESI DEL TESTO COMPLETO EDITO DA LA MEDICINA BIOLOGICA, n.4, 2010, WWW.MEDIBIO.IT Luc Montagnier IL DNA TRA FISICA E BIOLOGIA ONDE ELETTROMAGNETICHE DAL DNA E ACQUA Lo sviluppo

Dettagli

Gli esami di laboratorio nell anemia

Gli esami di laboratorio nell anemia Gli esami di laboratorio nell anemia Guido Pastore SCDU Pediatria ASO Maggiore della Carità, Novara UPO ANEMIA DIMINUZIONE DELL EMOGLOBINA ( O DELLA MASSA ERITROCITARIA) AL DI SOTTO DI DUE DEVIAZIONE STANDARD

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

Le pr p in i c n ip i ali ali st s rategie ie i d regola zio i n o e n d e d ll esp s re p ss s ion ion g ni n c i a n e n i i pr p oc o ariot i i

Le pr p in i c n ip i ali ali st s rategie ie i d regola zio i n o e n d e d ll esp s re p ss s ion ion g ni n c i a n e n i i pr p oc o ariot i i Le principali strategie di regolazione dell espressione genica nei procarioti Regolazione metabolica Nel genoma di un microorganismo sono presenti migliaia di geni (3000-6000). Alcuni geni vengono espressi

Dettagli

Biochimica della Nutrizione

Biochimica della Nutrizione Università di Roma Tor Vergata - Scienze della Nutrizione Umana Biochimica della Nutrizione Prof.ssa Luciana Avigliano 2011 VITAMINA C VITAMINA E VITAMINA C: FUNZIONA DA AGENTE RIDUCENTE Donatore monoelettronico

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

Attivazione dei linfociti T

Attivazione dei linfociti T Attivazione dei linfociti T Attivazione linfociti T: caratteristiche generali Eventi extracellulari - Riconoscimento dell antigene - Interazione dei recettori costimolatori Eventi intracellulari - Trasduzione

Dettagli

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D

Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D Dall inizio alla fine, un binomio inscindibile: Calcio piu vit. A e D IL CALCIO La definizione classica per questo elemento e quella di essere un Metallo Alcalino Terroso. Non si trova libero in Natura,

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA

L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA L ACQUA : STRUTTURA E PROPRIETA 1. Sostanza più abbondante in tutti gli esseri viventi 2. Più del 70% del peso di tutti gli esseri viventi 3. Influenza la struttura e la proprietà di tutte le molecole

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

FISIOPATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DEL SISTEMA COAGULATIVO E FIBRINOLITICO.

FISIOPATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DEL SISTEMA COAGULATIVO E FIBRINOLITICO. FISIOPATOLOGIA E DIAGNOSTICA DI LABORATORIO DEL SISTEMA COAGULATIVO E FIBRINOLITICO. La fisiopatologia del sistema coagulativo e fibrinolitico, in modo sempre più dettagliato, è stata caratterizzata e

Dettagli

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la

INFIAMMAZIONE. L infiammazione è strettamente connessa con i processi riparativi! l agente di malattia e pone le basi per la INFIAMMAZIONE Risposta protettiva che ha lo scopo di eliminare sia la causa iniziale del danno cellulare (es. microbi, tossine etc), sia i detriti cellulari e le cellule necrotiche che compaiono a seguito

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

CD4, carica virale e altri test

CD4, carica virale e altri test www.aidsmap.com CD4, carica virale e altri test Italiano Prima edizione 2010 Autore: Michael Carter Prima edizione italiana: 2010 Adattata dalla prima edizione inglese 2009 Si ringrazia LILA per la traduzione

Dettagli

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso SAGGI ANALITICI SU ALIMENTI CONTENENTI CARBOIDRATI OBIETTIVI Fase 1: Dimostrare, mediante l uso del distillato di Fehling, se

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Catene Leggere Libere nel Siero

Catene Leggere Libere nel Siero Conoscere e capire il dosaggio delle Catene Leggere Libere nel Siero International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (2873) (USA

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE AZIENDA OSPEDALIERA DI COSENZA COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Delibera n. 328 del 25 marzo 211 COMITATO TECNICO PREPOSTO AL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Dr.

Dettagli

Tariffario Regionale per le Unita Operative Ospedaliere di Medicina del Lavoro (UOOML)

Tariffario Regionale per le Unita Operative Ospedaliere di Medicina del Lavoro (UOOML) Tariffario Regionale per le Unita Operative Ospedaliere di Medicina del Lavoro (UOOML) Premessa Le Unita Operative Ospedaliere di Medicina del Lavoro (UOOML) della Regione Lombardia sono strutture specialistiche

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009

RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 RENATO TOZZOLI, GRAZIANO KODERMAZ SERVIZIO DI MEDICINA DI LABORATORIO OSPEDALE CIVILE, LATISANA (UD) SPOLETO, 08 MAGGIO 2009 Cisteina di 3 gruppo (176) Unità ripetute ricche di leucina Cisteine di 2 gruppo

Dettagli

Il ciclo cellulare e la sua regolazione

Il ciclo cellulare e la sua regolazione Il ciclo cellulare e la sua regolazione Le cellule possono essere classificate in base alla loro capacità di crescere e di dividersi: Cellule che hanno perso la capacità di dividersi (cellule neuronali,

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP I mitocondri sono gli organuli responsabili della produzione di energia necessaria alla cellula per crescere e riprodursi. Queste reazioni, che nel loro insieme costituiscono il processo di "respirazione

Dettagli

TERZA LEZIONE: anemie carenziali ferro vit B12 ac folico

TERZA LEZIONE: anemie carenziali ferro vit B12 ac folico TERZA LEZIONE: anemie carenziali ferro vit B12 ac folico sanguinamento (acuto/cronico) iporigenerativa progenitori eritroidi (anemia aplastica, CDA, PRCA) sintesi Hb (carenza Fe, talassemia) sintesi di

Dettagli

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione

PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA. Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione PROTOCOLLO DI BIOSICUREZZA Sperma Scarti Morti Disinfezioni Personale Aghi e strumentario Derattizzazione Disinfezione Il ricorso a disinfettanti e disinfestanti, se unito ad altre misure tese a minimizzare

Dettagli

Fase Preanalitica. Errori di laboratori: scambio di provetta!!!!

Fase Preanalitica. Errori di laboratori: scambio di provetta!!!! Fase Preanalitica Errori di laboratori: scambio di provetta!!!! Fase Preanalitica Errori di laboratori: scambio di provetta!!!! PROVETTE CON ANTICOAGULANTE SODIO CITRATO DA 0,4 E 0,5 ML. Emostasi Serie

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE

INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE INFORMAZIONI PER IL DONATORE DI SANGUE ED IL CANDIDATO DONATORE Il sangue è un componente dell organismo indispensabile alla vita, ma non riproducibile in laboratorio; costituisce per molti ammalati un

Dettagli

SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF

SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF SINDROME DA RESISTENZA AGLI ORMONI TIROIDEI (THR) o SINDROME DI REFETOFF Dr. Vincenzo Piazza La Sindrome da resistenza agli ormoni tiroidei,descritta per la prima volta da Refetoff, è una patologia molto

Dettagli

malattie sessualmente trasmissibili

malattie sessualmente trasmissibili malattie sessualmente trasmissibili prevenzione, diagnosi e terapia a cura di Tiziano Cappelletto, ginecologo in collaborazione con Giampaolo Contemori, andrologo Sandro Pasquinucci, infettivologo Patrizio

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Manuale del Prelevatore. Manuale del Prelevatore

Manuale del Prelevatore. Manuale del Prelevatore Manuale del Prelevatore Pagina 1 di 36 INDICE 1 PREMESSA...... 5 2 IDENTIFICAZIONE DEI PAZIENTI E DEI CAMPIONI DEI PRELIEVI NELLE STRUTTURE CDI... 5 2.1 Etichette identificative dei campioni ematici......

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

Malattie sessualmente trasmesse (MST) o Malattie Veneree (VD)

Malattie sessualmente trasmesse (MST) o Malattie Veneree (VD) Malattie sessualmente trasmesse (MST) o Malattie Veneree (VD) IST curabili: 448 milioni di nuovi casi all anno anno Infezioni (O.M.S. - 2005) Casi/anno Trichomonas 248 milioni Chlamydia 102 milioni Gonococco

Dettagli

LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO EMORRAGICO O CON EMORRAGIA IN ATTO

LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO EMORRAGICO O CON EMORRAGIA IN ATTO Dipartimento Clinico Assistenziale Oncologico Unità Operativa di Ematologia Centro Trapianto di Cellule Staminali Direttore Prof. Attilio Olivieri Versione del 18-2-2008 LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DEL

Dettagli

IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti

IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti Az.Osp.San Camillo-Forlanini-Roma IL MIELOMA MULTIPLO Guida per i pazienti a cura del Dr. Luca De Rosa Ematologia e Centro Trapianti Cellule Staminali Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini Istituto

Dettagli

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Mario Sarti Microbiologia Clinica Provinciale Azienda USL di Modena 9 STRATEGIE DI REFERTAZIONE PER FAVORIRE L USO APPROPRIATO

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli