Vaccinazione contro il morbillo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Vaccinazione contro il morbillo"

Transcript

1 Vaccinazione contro il morbillo Dott.ssa Bouvier Gallacchi Capo Servizio di promozione e valutazione sanitaria Vice presidente Commissione federale per le vaccinazioni Dipartimento della sanità e della socialità Divisione della salute pubblica Vaccinazione contro il morbillo Come funziona un vaccino Difese innate Globuli bianchi (monociti, neutrofili, macrofagi) Proteine (interferoni, complemento) Sostanze chimiche (istamina, ecc) = Risposta molto rapida, non specifica Risposta immunitaria acquisita primaria Linfociti B (immunità umorale) plasmacellule produttrici di anticorpi cellule memoria Linfociti T (immunità mediata da cellule) linfociti T helper e linfociti T citotossici cellule memoria = Risposta specifica Risposta immunitaria acquisita secondaria Linfociti B plasmacellule + cellule memoria Linfociti T helper, citotossici + cellule memoria = Risposta più energica, più specifica e veloce

2 Migrazione verso i linfonodi di drenaggio Vaccini inattivati Attivazione linfonodale soprattutto locale e unilaterale deltoide ascella coscia inguine coscia Vaccini vivi attenuati Attivazione linfonodale multifocale / generale deposito localmente minimo replicazione e disseminazione La vaccinazione: un mezzo di prevenzione molto efficace e semplice Scopo di una misura di prevenzione Beneficio individuale Esempio: prevenzione del tabagismo, del sovrappeso Beneficio collettivo Esempio: fumo passivo, alcol al volante Beneficio di una vaccinazione Protezione individuale Esempio: tetano Protezione a livello della comunità Scomparsa o miglior controllo di malattie infettive (morbillo, poliomielite, epatite B ) Dalla protezione individuale all immunità di gruppo (herd immunity) Quando all interno di una comunità le persone vaccinate raggiungono un numero sufficiente, l infezione non si diffonde più da persona a persona; la malattia può scomparire del tutto. In questo modo il vaiolo è stato eliminato da tutto il mondo, la poliomielite è stata cancellata dalla maggior parte dei Paesi e in alcuni sono già scomparsi del tutto morbillo, parotite e rosolia. Vaccinazioni MMM 2013 MBG 6

3 Vaccinazione contro il morbillo Scelta della strategia La questione alla quale deve rispondere la società è se sia eticamente accettabile tollerare qualsiasi complicazione grave o la morte causata dal morbillo quando un vaccino efficace è disponibile (The question society has to answer is whether it is ethically acceptable to tolerate any serious complication, or death, from measles when an effective vaccine is available) BMJ 2013; 346:f Morbillo: evoluzione del numero di persone ammalate nel mondo MMWR 2012; 61 (4) Vaccinazioni MMM 2013 MBG 8 Morbillo: evoluzione del numero di persone ammalate nel mondo MMWR 2012; 61 (4) Prima della vaccinazione nel Mio di decessi nel mondo Vaccinazione con 2 dosi di vaccino a partire dal decessi nel decessi nel decessi nel 2012 Tra il 2000 e il 2012, diminuzione della mortalità causata dal morbillo del 78% Calendario 2013 MBG 9

4 Strategia scelta dall OMS OMS - eliminazione del morbillo in Europa 2015 Malattia strettamente umana!!! Vaccino disponibile da > 30 anni, efficace!!! Copertura vaccinale da raggiungere 95% con 2 dosi!! Consiglio federale ( ) Adozione di una strategia nazionale per eliminare il morbillo Vaccinazione raccomandata di base Vaccinazione 1 dose a 12 mesi e 1 dose a mesi Recupero per tutte le persone non immuni, nate dopo il 1963 : 1 a 2 dosi ad almeno 1 mese d intervallo Morbillo: dati epidemiologici in CH Epidemia : casi 2128 (48% ) tra 5 e 14 anni, 656 (15%) complicazioni e/o ricovero 1 decesso (FRA - Savoia), 9 encefaliti,176 polmoniti, 220 otiti Periodo per il Ticino anni anni anni anni anni Incidenza / dosi di vaccino /0/0 Ufficio del 9/0/0 medico cantonale 17/2/0 13/2/0 5/0/0 21/3/0 7/1/0 17/2/0 Vaccinazione contro il morbillo Fatti, timori e false credenze Si fermi, è per il suo bene!

5 Cosa contengono i vaccini contro il morbillo autorizzati in Svizzera? Vaccini trivalenti: Priorix M-M-RVaxPro Vaccino monovalente: Measles Vaccine Vaccino quadrivalente: Priorix-Tetra Antigeni = virus vivi attenuati Morbillo: ceppo Schwarz*, Edmonton Enders* o Edmonton-Zagreb** Orecchioni: ceppo Jeryl Lynn* o RIT 4385* Rosolia: ceppo Wistar RA 27/3** Varicella: ceppo OKA Eccipienti gelatina, sorbitolo o mannitolo, lattosio, acidi aminati, Antibiotico (eventuali tracce di neomicina) Residui proteici * fibroblasti di embrioni di pollo ** cellule diploidi umane Cosa contengono i vaccini contro il morbillo autorizzati in Svizzera? Vaccini trivalenti: Priorix M-M-RVaxPro Vaccino monovalente: Measles Vaccine Vaccino quadrivalente: Priorix-Tetra Antigeni Nessun = virus coadiuvante vivi attenuati Morbillo: ceppo Schwarz*, Edmonton Enders* o Edmonton-Zagreb** Orecchioni: (sali d alluminio, ceppo Jeryl liposomi, Lynn* o RIT ecc), 4385* Rosolia: nessun ceppo Wistar conservante RA 27/3** Varicella: ceppo OKA (thiomersal, phenoxyethanol; Eccipienti monodosi!) gelatina, sorbitolo o mannitolo, lattosio, acidi aminati, Antibiotico (eventuali tracce di neomicina) Residui proteici * fibroblasti di embrioni di pollo ** cellule diploidi umane Le vaccinazioni sovraccaricano il sistema immunitario? Numero di antigeni contenuti nei vaccini Vaiolo 200 Vaiolo 200 BCG Difterite 1 Difterite 1 Difterite 1 Tetano 1 Tetano 1 Tetano Pertosse 3000 Pertosse 3000 Pertosse Polio 15 Polio 15 Polio 15 Morbillo 10 Morbillo 10 Orecchioni 9 Orecchioni 9 Rosolia 5 Rosolia 5 HiB 2 Epatite B 1 Totale < 50

6 Le vaccinazioni sovraccaricano il sistema immunitario? Numero di antigeni contenuti nei vaccini Vaiolo 200 Vaiolo 200 BCG Lo sviluppo di vaccini purificati ha diminuito 2000 Difterite 1 Difterite 1 Difterite 1 Tetano 1 Tetano 1 Tetano drasticamente 1 Pertosse 3000 Pertosse il numero 3000 Pertosse 2-3 degli antigeni Polio 15 Polio 15 Polio 15 Morbillo 10 Morbillo 10 Orecchioni 9 Orecchioni 9 Rosolia 5 Rosolia 5 HiB 2 Epatite B 1 Totale < 50 Le persone vaccinate con dei vaccini MOR possono trasmettere i virus attenuati ad altre persone? WHO WER 2013; 29: 306 CDC Pinkbook: Measles Chapter Gravidanza Non sono stati osservati effetti indesiderati per il feto in seguito alla somministrazione involontaria alla madre di vaccini vivi attenuati controindicazione = misura di precauzione! Contraccezione di 4 settimane dopo vaccinazione Allattamento Vaccinazione durante allattamento non rappresenta una controindicazione Pazienti immunosoppressi Nessuna trasmissione interpersonale dei virus contenuti nel vaccino vaccinazione dell entourage di un paziente immunosoppresso senza rischio! Le persone vaccinate con dei vaccini MOR possono trasmettere i virus attenuati ad altre persone? WHO WER 2013; 29: 306 CDC Pinkbook: Measles Chapter Gravidanza Non sono stati osservati effetti indesiderati per il feto in seguito alla somministrazione involontaria alla madre di vaccini vivi attenuati controindicazione = misura di precauzione! Il vaccino contro il morbillo Contraccezione di 4 settimane dopo vaccinazione causa una malattia lieve o Allattamento senza sintomi, non Vaccinazione durante allattamento trasmissibile non rappresenta una controindicazione Pazienti immunosoppressi Nessuna trasmissione interpersonale dei virus contenuti nel vaccino vaccinazione dell entourage di un paziente immunosoppresso senza rischio!

7 I vaccino contro il morbillo è controindicato nelle persone affette da allergie all uovo? Rev Med Suisse 2009; 5: I vaccini Ufficio MOR del medico prodotti cantonale su fibroblasti di embrione di pollo sono praticamente privi di proteine aviarie! I vaccino contro il morbillo è controindicato nelle persone affette da allergie all uovo? Rev Med Suisse 2009; 5: Nessuna controindicazione a vaccinare bambini allergici all uovo con vaccino MOR I vaccini Ufficio MOR del medico prodotti cantonale su fibroblasti di embrione di pollo sono praticamente privi di proteine aviarie! Secrets of the MMR scare How the case against the MMR vaccine was fixed Nella prima parte di una serie speciale del British Medical Journal, il giornalista Brian Deer espone i dati fasulli che sono stati all origine dell allarme lanciata a livello mondiale concernente la sicurezza del vaccino contro morbillo, orecchioni e rosolia, e rivela come l ipotesi di un legame con l'autismo sia stata costruita presso una scuola medica di Londra In the first part of a special BMJ series, Brian Deer exposes the bogus data behind claims that launched a worldwide scare over the measles, mumps, and rubella vaccine, and reveals how the appearance of a link with autism was manufactured at a London medical school BMJ 2011; 342 doi:http://dx.doi.org/ /bmj.c5347 (Published 6 January 2011)

8 Secrets of the MMR scare How the case against the MMR vaccine was fixed Nella prima parte di una serie speciale del British Medical Journal, il giornalista Brian Deer espone i dati fasulli che sono stati all origine dell allarme lanciata a livello mondiale concernente Mantenere la sicurezza uno spirito del vaccino critico contro morbillo, orecchioni e rosolia, e rigoroso, e rivela come appoggiandosi l ipotesi di su un legame con l'autismo è stato fabbricato dati presso obiettivi una scuola medica di Londra In the first part of a special BMJ series, Brian Deer exposes the bogus data behind claims that launched a worldwide scare over the measles, mumps, and rubella vaccine, and reveals how the appearance of a link with autism was manufactured at a London medical school BMJ 2011; 342 doi:http://dx.doi.org/ /bmj.c5347 (Published 6 January 2011) Vaccinazione contro il morbillo Un mondo senza morbillo è possibile La vaccinazione: un mezzo di prevenzione molto efficace

9 Efficacia della vaccinazione contro il morbillo Immunogenicità Livello di anticorpi protettivo dopo 2 dosi del 98-99% Tasso di non risposta alla primo vaccinazione del 2-5% Livelli di risposta immunitaria simili per i vaccini mono-, tri- o quadrivalenti Persistenza dell immunità per tutta la durata della vita nella maggior parte delle persone vaccinate Efficacia 95% (90-98%) Sicurezza del vaccino contro il morbillo Tolleranza Febbre > 38,5 3% Morbillo attenuato 2% Complicazioni gravi Malattia Vaccino Convulsioni febbrili 1 / / Trombopenia, PTI 1 / 3000 <1 / Encefalite acuta 1 / 1000 < 1/ Panencefalite sclerosante subacuta 1 / Nessuna evidenza Reazione anafilattica / Autismo 0 0 Vaccinazione contro il morbillo in pratica Raccomandazione di vaccinazione 1 dose a 12 mesi e 1 dose a mesi Recupero per tutte le persone non immuni, nate dopo il 1963 : 1 a 2 dosi ad almeno 1 mese d intervallo Utilizzo di un vaccino trivalente Controindicazioni Immunosoppressione Allergia a uno dei componenti del vaccino Gravidanza

10 Grazie della vostra attenzione

IL VACCINO Morbillo - Parotite - Rosolia

IL VACCINO Morbillo - Parotite - Rosolia IL VACCINO Morbillo - Parotite - Rosolia E possibile eliminare il morbillo e la rosolia congenita? Morbillo Rosolia microrganismo geneticamente stabile assenza serbatoi non umani immunità permanente contagiosità

Dettagli

L utilizzo dei vaccini MPR nell adolescente e adulto per la prevenzione della rosolia congenita

L utilizzo dei vaccini MPR nell adolescente e adulto per la prevenzione della rosolia congenita L utilizzo dei vaccini MPR nell adolescente e adulto per la prevenzione della rosolia congenita Copertura vaccinale MPR (o R) insufficiente La circolazione del rubeovirus è ridotta I soggetti suscettibili

Dettagli

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. I vaccini contro la varicella: dati disponibili e modalità di impiego

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. I vaccini contro la varicella: dati disponibili e modalità di impiego I vaccini contro la varicella: dati disponibili e modalità di impiego Il vaccino a virus vivi ed attenuati (ceppo OKA) è stato messo a punto da Takahashi e coll. ed attualmente i vaccini disponibili commercialmente

Dettagli

LA VACCINAZIONE SI PRENDE CURA DEI NOSTRI FIGLI

LA VACCINAZIONE SI PRENDE CURA DEI NOSTRI FIGLI Con MORBILLO, PAROTITE e ROSOLIA non si gioca. www.ministerosalute.it Morbillo - Parotite - Rosolia LA VACCINAZIONE SI PRENDE CURA DEI NOSTRI FIGLI CAMPAGNA STRAORDINARIA DI VACCINAZIONE ANTI MORBILLO

Dettagli

Gianni Bona, Carla Guidi Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Clinica Pediatrica di Novara

Gianni Bona, Carla Guidi Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Clinica Pediatrica di Novara VACCINO ANTI MORBILLO, ROSOLIA, PAROTITE E VARICELLA Gianni Bona, Carla Guidi Università del Piemonte Orientale A. Avogadro Clinica Pediatrica di Novara Morbillo, parotite, rosolia e varicella sono patologie

Dettagli

I vaccini come strumento di prevenzione

I vaccini come strumento di prevenzione I vaccini come strumento di prevenzione Stefania Salmaso Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute Istituto Superiore di Sanità Stele egiziana 3000 AC Agente contro Ospite

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE PRIORIX Polvere e solvente per soluzione iniettabile in una siringa preriempita Vaccino (vivo) antimorbillo, antiparotite e

Dettagli

IMPFDIENST. Opuscolo informativo per genitori e allievi

IMPFDIENST. Opuscolo informativo per genitori e allievi IMPFDIENST Opuscolo informativo per genitori e allievi Servizio polmonare Argovia Gentili genitori Cari allievi e allieve Il servizio vaccinazioni, in collaborazione con i medici scolastici e il servizio

Dettagli

VACCINI VACCINAZIONI SIERI

VACCINI VACCINAZIONI SIERI VACCINI VACCINAZIONI SIERI 1 IMMUNITA INNATA ACQUISITA ARTIFICIALE NATURALE ATTIVA (VACCINAZIONE) PASSIVA (SIEROPROFILASSI) ATTIVA (INFEZIONE) PASSIVA (PLACENTA) 2 2 IMMUNITA PASSIVA Immunità passiva artificiale:

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Priorix Tetra - polvere e solvente per soluzione iniettabile in siringa preriempita Vaccino (vivo) antimorbillo, antiparotite,

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Priorix, polvere e solvente per soluzione iniettabile in una siringa preriempita Vaccino (vivo) antimorbillo, antiparotite, antirosolia Legga attentamente

Dettagli

Sei vaccinato? Chi ha il morbillo deve restare a casa. www.stopmorbillo.ch

Sei vaccinato? Chi ha il morbillo deve restare a casa. www.stopmorbillo.ch Sei vaccinato? Chi ha il morbillo deve restare a casa. www.stopmorbillo.ch 0844 448 448 Chi ha il morbillo deve restare a casa. www.stopmorbillo.ch L eliminazione del morbillo un obiettivo internazionale

Dettagli

1. COME FUNZIONA LA VACCINAZIONE E PERCHÉ BISOGNA VACCINARSI?

1. COME FUNZIONA LA VACCINAZIONE E PERCHÉ BISOGNA VACCINARSI? In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi di tetano, circa 60.000 casi di morbillo e 30.000

Dettagli

Prof. Tarcisio Niglio LE VACCINAZIONI

Prof. Tarcisio Niglio LE VACCINAZIONI Prof. Tarcisio Niglio Anno Accademico 2012-2013 Corso Triennale in Scienze Infermieristiche III anno 2 semestre LE VACCINAZIONI Troverete copia gratis di queste diapositive nel sito internet: www.tarcisio.net

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

Profilassi immunitaria

Profilassi immunitaria Profilassi immunitaria Dott.ssa Pamela Di Giovanni Profilassi immunitaria passiva Sieroprofilassi Possono essere divisi in 3 categorie: antibatterici antivirali antitossici I primi sono stati completamente

Dettagli

Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti.

Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti. Vaccinazioni Troverà di seguito le informazioni relative alle principali malattie, le zone a rischio e i vaccini adatti. Difterite Tetano Polio Encefalite da zecche Febbre gialla Febbre tifoide Epatite

Dettagli

Promozione delle vaccinazioni

Promozione delle vaccinazioni Promozione delle vaccinazioni Francesca Russo Servizio Sanità Pubblica e Screening Regione Veneto Formatore Azienda Ospedaliera: Dott.ssa Silvana Lauriola Vaccinazione Azione cardine della prevenzione

Dettagli

Scienze Motorie Corso di Igiene ed Educazione Sanitaria. Le vaccinazioni

Scienze Motorie Corso di Igiene ed Educazione Sanitaria. Le vaccinazioni Scienze Motorie Corso di Igiene ed Educazione Sanitaria Le vaccinazioni Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Sanità Pubblica e Neuroscienze Sezione Igiene LE VACCINAZIONI 1 Introduzione ARTICOLAZIONE

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. Denominazione del medicinale Varilrix - polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso sottocutaneo 2. Composizione qualitativa e quantitativa Ogni

Dettagli

Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA

Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA Il morbillo nel mondo Epidemia di morbillo in Campania del 2002 Stimati circa 40.000 casi Eguale distribuzione per sesso Incidenza più elevata

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITÀ MEDICINALE: MORUPAR Vaccino morbilloso, parotitico e antirosolia, vivo attenuato. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

ALLEGATO 1 RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO 1 RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO 1 RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE M-M-RVAXPRO Polvere e solvente per sospensione iniettabile. Vaccino del morbillo, della parotite e della rosolia

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

Riassunto delle caratteristiche del prodotto Riassunto delle caratteristiche del prodotto 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE INFLEXAL V Sospensione iniettabile Vaccino influenzale (antigene di superficie, inattivato, virosomale) Stagione 2007/2008 2.

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto

Riassunto delle caratteristiche del prodotto Riassunto delle caratteristiche del prodotto 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE INFLEXAL V Sospensione iniettabile Vaccino influenzale (antigene di superficie, inattivato, virosomale) Stagione 2011/2012 2.

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

VACCINAZIONI IMMUNITA ED INFEZIONI

VACCINAZIONI IMMUNITA ED INFEZIONI LEZIONE DI PEDIATRIA VACCINAZIONI Prof.ssa Fiorina Casale IMMUNITA ED INFEZIONI Immunità naturale o innata Fattori di difesa di prima linea Barriere anatomiche e fattori protettivi locali Superfici cutanee

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE:

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE: RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DELLA SPECIALITA MEDICINALE: FLUAD, Sospensione iniettabile in siringa pre-riempita Vaccino influenzale inattivato, antigene di superficie,

Dettagli

IL VACCINO PER LA VARICELLA IL PARERE DEL PEDIATRA

IL VACCINO PER LA VARICELLA IL PARERE DEL PEDIATRA IL VACCINO PER LA VARICELLA IL PARERE DEL PEDIATRA Torino, 25 novembre 2006 Dott. Maria Merlo Epidemiologia Agente eziologico: VZV (herpes virus) La più contagiosa delle malattie esantematiche dell infanzia

Dettagli

MMR II. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni flaconcino monodose di MMR II contiene:

MMR II. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni flaconcino monodose di MMR II contiene: MMR II COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni flaconcino monodose di MMR II contiene: virus vivi attenuati del morbillo (Ceppo EDMONSTON 749D) 1000 TCID 50 ;virus vivi attenuati della rosolia (Ceppo

Dettagli

FAQ Influenza stagionale

FAQ Influenza stagionale Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 17.09.2013 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Vaccino MPR + V e vaccino tetravalente MPRV (morbillo, parotite, rosolia e varicella)

Vaccino MPR + V e vaccino tetravalente MPRV (morbillo, parotite, rosolia e varicella) Razionale d uso Vaccino DTPa e vaccino dtpa Per mantenere l efficacia della vaccinazione DTPa, la cui quarta dose è stata eseguita a 5-6 anni, insieme alla quarta dose di vaccino antipolio inattivato (IPV),

Dettagli

Regione Marche Linee guida per la effettuazione delle vaccinazioni nelle Marche

Regione Marche Linee guida per la effettuazione delle vaccinazioni nelle Marche Regione Marche Linee guida per la effettuazione delle vaccinazioni nelle Marche ALLEGATO al Decreto del Dirigente del Servizio Sanita Pubblica n 27 del 30.06.2003. 1 Indice 1 Introduzione pag. 4 2 Calendario

Dettagli

Quando e come informare i genitori

Quando e come informare i genitori Quando e come informare i genitori Obiettivi dell informazione Aumentare le conoscenze Modificare le false convinzioni Rispondere alle domande poste Aumentare la capacità di gestione autonoma delle diverse

Dettagli

Riassunto delle caratteristiche del prodotto, etichettatura e foglio illustrativo

Riassunto delle caratteristiche del prodotto, etichettatura e foglio illustrativo Allegato III Riassunto delle caratteristiche del prodotto, etichettatura e foglio illustrativo Nota: Questa versione di RCP, etichettattura e foglio illustrativo è valida al momento della decisione della

Dettagli

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE. 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Inizio Pagina.

Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE. 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Inizio Pagina. 1 di 5 07/11/2012 14:56 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto INDICE 01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE 02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

Le infezioni in gravidanza prevenibili con vaccinazione: il ruolo del ginecologo aspetti operativi, deontologici e medico-legali.

Le infezioni in gravidanza prevenibili con vaccinazione: il ruolo del ginecologo aspetti operativi, deontologici e medico-legali. Le infezioni in gravidanza prevenibili con vaccinazione: il ruolo del ginecologo aspetti operativi, deontologici e medico-legali. Francesco Libero Giorgino Presidente A.G.E.O. FLG 1 Educazione sanitaria

Dettagli

INDICE. Influenza... 26 Infezioni da Rotavirus... 27 Epatite A... 28 Altre informazioni utili... 29

INDICE. Influenza... 26 Infezioni da Rotavirus... 27 Epatite A... 28 Altre informazioni utili... 29 INDICE LEGENDA... 2 CALENDARIO DELLE VACCINAZIONI PEDIATRICHE... 3 Offerta attiva e gratuita... 3 Per le ragazze: offerta attiva e gratuita... 3 Offerta attiva e gratuita per gruppi a rischio... 3 LE VACCINAZIONI

Dettagli

Regione Marche Linee guida per la effettuazione delle vaccinazioni nelle Marche

Regione Marche Linee guida per la effettuazione delle vaccinazioni nelle Marche Regione Marche Linee guida per la effettuazione delle vaccinazioni nelle Marche ALLEGATO al Decreto del Dirigente del Servizio Sanita Pubblica n 27 del 30.06.2003. 1 Indice 1 Introduzione pag. 4 2 Calendario

Dettagli

S.C. Igiene e Sanità Pubblica

S.C. Igiene e Sanità Pubblica Informazioni sulle vaccinazioni dalla nascita ai due anni S.C. Igiene e Sanità Pubblica vaccino Poliomielite Epatite B Difterite Tetano Pertosse Emofilo Pneumococco Meningococco B *vedi nota alla nascita

Dettagli

1 dose di vaccino (0.5 ml) contiene almeno 24 UI di virus dell'epatite A inattivato (ceppo RG-SB), coltivato su cellule diploidi umane (MRC-5).

1 dose di vaccino (0.5 ml) contiene almeno 24 UI di virus dell'epatite A inattivato (ceppo RG-SB), coltivato su cellule diploidi umane (MRC-5). RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Epaxal sospensione iniettabile in una siringa preriempita. Vaccino dell'epatite A (inattivato, virosomale). 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE MORUPAR polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso sottocutaneo Vaccino morbilloso, parotitico e antirosolia, vivo

Dettagli

La verità sul vaccino triplo MPR. l immunizzazione. il modo più sicuro per proteggere vostro figlio per tutta la vita

La verità sul vaccino triplo MPR. l immunizzazione. il modo più sicuro per proteggere vostro figlio per tutta la vita La verità sul vaccino triplo MPR l immunizzazione il modo più sicuro per proteggere vostro figlio per tutta la vita Il morbillo, la parotite, la rosolia e il vaccino triplo MPR (o vaccino anti morbillo-parotite-rosolia)

Dettagli

I VACCINI: DOMANDE E RISPOSTE SU...

I VACCINI: DOMANDE E RISPOSTE SU... I VACCINI: DOMANDE E RISPOSTE SU... COME FUNZIONANO E PERCHE' SOMMINISTRARE I VACCINI Perché è necessario che vaccini mio figlio? Ci sono due ragioni per vaccinare: è importante per ogni bambino ed è utile

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

LE VACCINAZIONI NELL INFANZIA

LE VACCINAZIONI NELL INFANZIA REGIONE VENETO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SANITARIE DIREZIONE REGIONALE PER LA PREVENZIONE LE VACCINAZIONI NELL INFANZIA Le vaccinazioni rappresentano una delle più importanti conquiste della medicina

Dettagli

LE VACCINAZIONI PROTEGGONO IL TUO BAMBINO DALLE MALATTIE INFETTIVE

LE VACCINAZIONI PROTEGGONO IL TUO BAMBINO DALLE MALATTIE INFETTIVE Dipartimento Tutela Materno Infantile e della Genitorialità U.O.C. Procreazione Cosciente e Responsabile Direttore Dr.ssa P. Auriemma LE VACCINAZIONI PROTEGGONO IL TUO BAMBINO DALLE MALATTIE INFETTIVE

Dettagli

Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza

Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza Il PNEMRoC ad un anno dalla scadenza Vaccinazione antimorbillo in Italia Introduzione della vaccinazione Vaccinazione universale Disponibile dal 1976 Raccomandato dal Ministero della Salute dal 1979 Fino

Dettagli

Laboratorio di Organizzazione ed Economia Sanitaria VIII Edizione Brescia, 24 Febbraio 2012

Laboratorio di Organizzazione ed Economia Sanitaria VIII Edizione Brescia, 24 Febbraio 2012 Laboratorio di Organizzazione ed Economia Sanitaria VIII Edizione Brescia, 24 Febbraio 2012 I Paradossi della Sanità Individuo e Collettività: che cosa per me e che cosa per gli altri? La vaccinazione

Dettagli

ASSESSORATO ALLA SANITÀ

ASSESSORATO ALLA SANITÀ ASSESSORATO ALLA SANITÀ ASSESSORATO ALLA SANITÀ DIREZIONE REGIONALE PREVENZIONE LE VACCINAZIONI NELL INFANZIA Le vaccinazioni rappresentano una delle più importanti conquiste della medicina e il metodo

Dettagli

LE VACCINAZIONI DEI BAMBINI

LE VACCINAZIONI DEI BAMBINI dedicato ai genitori Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria INDICE LEGENDA...3 Offerta attiva e gratuita...4 Per le ragazze: offerta attiva e gratuita...4 Offerta attiva e gratuita per gruppi

Dettagli

IL VACCINO ESAVALENTE

IL VACCINO ESAVALENTE IL VACCINO ESAVALENTE (Difterite-Tetano-Pertosse acellulare, Polio, Hib, Epatite B) Cosa c è da sapere I vaccino esavalente protegge da 6 gravi malattie, causate da virus e batteri. Queste ma- sintomi,

Dettagli

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola

Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia. scuola Campagna Regionale di vaccinazione contro morbillo, parotite e rosolia scuola morbillo vaccino parotite rosolia Piano Nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2004 Il morbillo è

Dettagli

Bollettino Epidemiologico n. 98. e-mail: sep@aslbenevento1.it. Rosolia: perché rischiare? Campagna di Eliminazione della Rosolia Congenita

Bollettino Epidemiologico n. 98. e-mail: sep@aslbenevento1.it. Rosolia: perché rischiare? Campagna di Eliminazione della Rosolia Congenita Dipartimento di Prevenzione E&P ASL - Benevento Bollettino Epidemiologico n. 98 Servizio Epidemiologia e Prevenzione - 0824 308286-9 Fax 0824-308302 e-mail: sep@aslbenevento1.it Rosolia: perché rischiare?

Dettagli

La Campagna Straordinaria di Recupero

La Campagna Straordinaria di Recupero La Campagna Straordinaria di Recupero Strategie di vaccinazione da attuare per eliminare il morbillo Raggiungere e mantenere nel tempo coperture vaccinali entro i 2 anni per una dose di MPR > 95%. Vaccinare

Dettagli

GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI. 3 edizione

GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI. 3 edizione GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI 3 edizione maggio 2005 La redazione di questa terza edizione della Guida alle controindicazioni alle vaccinazioni è stata realizzata da: Giovanni Ara Dirigente

Dettagli

Ministero della Sanità

Ministero della Sanità Ministero della Sanità Circolare n 12 del 13 luglio 1999 Controllo ed eliminazione di morbillo, parotite e rosolia attraverso la vaccinazione Il Piano Sanitario Nazionale 1998-2000 (DPR 23 luglio 1998,

Dettagli

A guide to childhood immunisation for babies up to 13 months of age. (ITALIAN)

A guide to childhood immunisation for babies up to 13 months of age. (ITALIAN) A guide to childhood immunisation for babies up to 13 months of age. (ITALIAN) [p.1] Una guida alle immunizzazioni per l infanzia per bambini fino all età di 13 mesi. il modo più sicuro per proteggere

Dettagli

Sommario. Introduzione pag. 04. Calendario Regionale delle vaccinazioni pag. 06. Vaccinazione contro la poliomielite pag. 09

Sommario. Introduzione pag. 04. Calendario Regionale delle vaccinazioni pag. 06. Vaccinazione contro la poliomielite pag. 09 Sommario Introduzione pag. 04 Calendario Regionale delle vaccinazioni pag. 06 Vaccinazione contro la poliomielite pag. 09 Vaccinazione contro la difterite e il tetano pag. 11 Vaccinazione contro l epatite

Dettagli

Promozione delle vaccinazioni

Promozione delle vaccinazioni Promozione delle vaccinazioni Massimo Cornale Angela Garbini Monica Mascellani AUSL di Ferrara tratto da Francesca Russo Veneto Maria Grazia Pascucci- Emilia Romagna Vaccinazione Azione cardine della prevenzione

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/28 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/28 DEL 23.12.2014 Oggetto: Piano regionale vaccinazioni. Assegnazione alle Aziende Sanitarie regionali delle risorse disponibili nel Bilancio Regionale 2014 ( 800.000 - UPB S05.01.001 capitolo SC 05.0023). L Assessore dell

Dettagli

Informazioni ai genitori per un'adesione consapevole LE VACCINAZIONI IN ETÀ PEDIATRICA

Informazioni ai genitori per un'adesione consapevole LE VACCINAZIONI IN ETÀ PEDIATRICA Informazioni ai genitori per un'adesione consapevole LE VACCINAZIONI IN ETÀ PEDIATRICA Presentazione Gentili genitori, Vi invitiamo a leggere con attenzione questo opuscolo, che ha lo scopo di fornire

Dettagli

Direzione Sanitaria Dipartimento di Prevenzione Medico Servizio Medicina Preventiva nelle Comunità

Direzione Sanitaria Dipartimento di Prevenzione Medico Servizio Medicina Preventiva nelle Comunità Direzione Sanitaria Dipartimento di Prevenzione Medico Servizio Medicina Preventiva nelle Comunità ASL VARESE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Tel. 0332-277240 Servizio Medicina Preventiva nelle Comunita

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Perché, quando, come: informazioni per i genitori. Le vaccinazioni nell infanzia

Perché, quando, come: informazioni per i genitori. Le vaccinazioni nell infanzia Perché, quando, come: informazioni per i genitori Le vaccinazioni nell infanzia L opuscolo si apre con una introduzione generale sulle vaccinazioni nell infanzia (il perché, i vantaggi, come saperne di

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI SULLE VACCINAZIONI E SUI VACCINI PER GLI OPERATORI SANITARI

DOMANDE FREQUENTI SULLE VACCINAZIONI E SUI VACCINI PER GLI OPERATORI SANITARI DOMANDE FREQUENTI SULLE VACCINAZIONI E SUI VACCINI PER GLI OPERATORI SANITARI Settimana Europea della Vaccinazione 1. COME CI DIFENDIAMO DALLE MALATTIE INFETTIVE? Le difese dell organismo contro microrganismi

Dettagli

Important notice. Aviso importante

Important notice. Aviso importante Important notice If you don t understand the information in this booklet for language problem, you can ask for information translated into English, Spanish, French and many other languages in one of our

Dettagli

Il Piano nazionale per l eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015

Il Piano nazionale per l eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015 : vaccini Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica 03/2011 34-38 Il Piano nazionale per l eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015 A cura della Commissione Vaccini della SIAIP

Dettagli

IMMUNO- E CHEMIOPROFILASSI

IMMUNO- E CHEMIOPROFILASSI IMMUNO- E CHEMIOPROFILASSI Tipi di profilassi specifica per le malattie infettive Profilassi Immunoprofilassi Chemioprofilassi (antibiotici) Attiva (vaccino) Passiva (Ig) Cos è un vaccino? Preparato biologico

Dettagli

Informare e Prevenire in età Pediatrica. Collana diretta da Alberto G. Ugazio

Informare e Prevenire in età Pediatrica. Collana diretta da Alberto G. Ugazio Informare e Prevenire in età Pediatrica Collana diretta da Alberto G. Ugazio C onoscere vaccini i COMMISSIONE VACCINAZIONI DELLA SOCIETÀ ITALIANA DI ALLERGOLOGIA E IMMUNOLOGIA PEDIATRICA La Commissione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

a cura di Azienda usl della valle d aosta

a cura di Azienda usl della valle d aosta a cura di Azienda usl della valle d aosta SOMMARIO PAG. 4... Perché vaccinare PAG. 5... Il momento della vaccinazione PAG. 6... I vaccini contro : - POLIOMIELITE - DIFTERITE E TETANO - PERTOSSE - EMOFILO

Dettagli

Il calendario vaccinale alla luce della disponibilità di nuovi vaccini

Il calendario vaccinale alla luce della disponibilità di nuovi vaccini Il calendario vaccinale alla luce della disponibilità di nuovi vaccini G. Gabutti Dipartimento di Prevenzione S.C. Igiene e Sanità Pubblica ASL 4 Chiavarese Regione Liguria Corso Vaccinazioni: consolidare

Dettagli

L'autismo e le vaccinazioni

L'autismo e le vaccinazioni L'autismo e le vaccinazioni (a cura di Donata Vivanti Presidente di Autismo Italia vicepresidente dell'edf (European Disability Forum). «L'evidenza scientifica smentisce l esistenza di una relazione causale

Dettagli

La vaccinazione protegge MALATTIE INFETTIVE E VACCINAZIONI IN ETÀ PEDIATRICA

La vaccinazione protegge MALATTIE INFETTIVE E VACCINAZIONI IN ETÀ PEDIATRICA La vaccinazione protegge MALATTIE INFETTIVE E VACCINAZIONI IN ETÀ PEDIATRICA Impressum Quest opuscolo è edito dalla: Provincia autonoma di Bolzano Ripartizione sanità Uffi cio igiene e salute pubblica,

Dettagli

ASL di Vallecamonica/Sebino

ASL di Vallecamonica/Sebino ASL Vallecamonica-Sebino ASL di Vallecamonica/Sebino DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Igiene e Sanità Pubblica Informazione aigenitori ASL di Vallecamonica-Sebino Anno 2008 Dipartimento di Prevenzione

Dettagli

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others www.euro.who.int/influenza INFLUENZA A(H1N1) COSA E QUESTA NUOVA INFLUENZA 1. Cosa è l Influenza A(H1N1)? L influenza A(H1N1) è un nuovo virus influenzale

Dettagli

Virologia. Vaccini virali

Virologia. Vaccini virali Virologia Vaccini virali Cosa è un vaccino Un preparato in grado di stimolare il sistema immunitario a produrre una risposta che conferisce protezione (immunità) contro una specifica malattia Termine tipicamente

Dettagli

Una dose (0,5 ml): antigene di superficie ricombinante (proteina S) del virus dell'epatite B*, adsorbito 10 microgrammi per 0,5 ml.

Una dose (0,5 ml): antigene di superficie ricombinante (proteina S) del virus dell'epatite B*, adsorbito 10 microgrammi per 0,5 ml. ENGERIX-B BAMBINI COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Una dose (0,5 ml): antigene di superficie ricombinante (proteina S) del virus dell'epatite B*, adsorbito 10 microgrammi per 0,5 ml. *prodotto da

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Twinrix Pediatrico, sospensione iniettabile in siringa preriempita. Vaccino (adsorbito) antiepatite A (inattivato) ed antiepatite

Dettagli

TERZA SEZIONE VACCINAZIONI

TERZA SEZIONE VACCINAZIONI TERZA SEZIONE VACCINAZIONI Obiettivi generali di Piano: - Realizzazione della gestione informatizzata delle vaccinazioni - Miglioramento della qualità dell offerta vaccinale - Aumento delle coperture nelle

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM

ALMA MATER STUDIORUM MATR. N. 0000353959 ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA ORGANIZZAZIONE DELL AMBULATORIO VACCINAZIONI E GESTIONE DELLE EMERGENZE

Dettagli

8 PASSI DI PREVENZIONE A TUTELA DELLA SALUTE DEI BAMBINI

8 PASSI DI PREVENZIONE A TUTELA DELLA SALUTE DEI BAMBINI 8 PASSI DI PREVENZIONE A TUTELA DELLA SALUTE DEI BAMBINI LE PROPOSTE DELL ACP NELL AMBITO DELLE CURE PRIMARIE PEDIATRICHE Il contesto - Le vaccinazioni rientrano in una funzione più ampia e articolata

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2000D0096 IT 05.09.2012 006.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 22 dicembre 1999 relativa

Dettagli

LEZIONI DI PEDIATRIA

LEZIONI DI PEDIATRIA LEZIONI DI PEDIATRIA IMMUNITA E VACCINAZIONI Prof.ssa Fiorina Casale IMMUNITA ED INFEZIONI Immunità naturale o innata Fattori di difesa di prima linea Barriere anatomiche e fattori protettivi locali Superfici

Dettagli

Morbillo Rosolia, Parotite e Varicella: aggiornamenti epidemiologici e nuove prospettive di intervento

Morbillo Rosolia, Parotite e Varicella: aggiornamenti epidemiologici e nuove prospettive di intervento Morbillo Rosolia, Parotite e Varicella: aggiornamenti epidemiologici e nuove prospettive di intervento G. Gabutti Dipartimento di Prevenzione S.C. Igiene e Sanità Pubblica ASL 4 Chiavarese Regione Liguria

Dettagli

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT

INFEZIONE DA HIV ED AIDS WWW.SLIDETUBE.IT INFEZIONE DA HIV ED AIDS HIV 1 ed HIV 2 appartengono alla famiglia dei Retroviridae, genere lentovirus. L infezione da HIV provoca nell ospite una progressiva compromissione delle difese immunitarie, soprattutto

Dettagli

INDICE. Prefazione...9 Introduzione...11 Ringraziamenti...15 Principali fonti bibliografiche...17 Glossario...19

INDICE. Prefazione...9 Introduzione...11 Ringraziamenti...15 Principali fonti bibliografiche...17 Glossario...19 INDICE Prefazione...9 Introduzione...11 Ringraziamenti...15 Principali fonti bibliografiche...17 Glossario...19 Sezione I NOZIONI GENERALI DI IMMUNOPROFILASSI Capitolo 1 - CONCETTI GENERALI DI IMMUNOPROFILASSI...29

Dettagli

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A L AIDS MARTINA ZAMINATO CLASSE 3 A ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AIDS e HIV: sintomi - cause - test - trasmissione Introduzione AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) sta per sindrome da immunodeficienza

Dettagli

Ultimo aggiornamento: gennaio 2012. Il contenuto di questo testo può essere liberamente riprodotto purché sia citata la fonte.

Ultimo aggiornamento: gennaio 2012. Il contenuto di questo testo può essere liberamente riprodotto purché sia citata la fonte. VACCINAZIONI: LE RISPOSTE ALLE DOMANDE PIU FREQUENTI DEI GENITORI Autori: Dr. Giovanni Ara (Dipartimento di Prevenzione ASL Biella, Regione Piemonte) Dr. Franco Giovanetti (Dipartimento di Prevenzione

Dettagli

La vaccinazione dei pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche

La vaccinazione dei pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche Direzione Sanità Settore Prevenzione e Veterinaria sanita.pubblica@regione.piemonte.it Novembre 2014 La vaccinazione dei pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche 1. Introduzione

Dettagli

Aumentare le coperture vaccinali in età pediatrica creando rapporti strutturali con la Pediatria di Famiglia

Aumentare le coperture vaccinali in età pediatrica creando rapporti strutturali con la Pediatria di Famiglia Aumentare le coperture vaccinali in età pediatrica creando rapporti strutturali con la Pediatria di Famiglia Francesca Russo Servizio Promozione e Sviluppo Igiene e Sanità Pubblica Direzione Prevenzione

Dettagli

Vaccinazione anti-epatite B: una strategia di successo

Vaccinazione anti-epatite B: una strategia di successo Giornata di Studio in ricordo della Professoressa Fernanda ergamini Milano, 7 aprile 9 Vaccinazione anti-epatite : una strategia di successo Prof. Alessandro Zanetti Dipartimento di Sanità pubblica Microbiologia

Dettagli

Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Epidemiologia. Risultati di salute delle vaccinazioni pediatriche in Provincia di Modena Rapporto 2002

Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Epidemiologia. Risultati di salute delle vaccinazioni pediatriche in Provincia di Modena Rapporto 2002 Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio Epidemiologia Risultati di salute delle vaccinazioni pediatriche in Provincia di Modena Rapporto 22 Agosto 24 A cura di : Luisella Grandori, Carlo Alberto Goldoni

Dettagli

GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI

GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI 4 edizione Dicembre 2008 La redazione della Guida alle controindicazioni alle vaccinazioni e il suo aggiornamento sono stati realizzati con il contributo

Dettagli

GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI

GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI GUIDA ALLE CONTROINDICAZIONI ALLE VACCINAZIONI 4 edizione Dicembre 2008 La redazione della Guida alle controindicazioni alle vaccinazioni e il suo aggiornamento sono stati realizzati con il contributo

Dettagli

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 13 NOVEMBRE 2003

CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 13 NOVEMBRE 2003 CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 13 NOVEMBRE 2003 Repertorio Atti n. 1857 del 13 novembre 2003 Oggetto: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di sul documento recante

Dettagli

Immunoprofilassi e chemioprofilassi. Le vaccinazioni L immunoprofilassi passiva La chemioprofilassi

Immunoprofilassi e chemioprofilassi. Le vaccinazioni L immunoprofilassi passiva La chemioprofilassi Immunoprofilassi e chemioprofilassi Le vaccinazioni L immunoprofilassi passiva La chemioprofilassi La vaccinazione: strumento di prevenzione specifico La vaccinazione si propone di creare nell ospite una

Dettagli

6. Promuovere le vaccinazioni

6. Promuovere le vaccinazioni 6. Promuovere le vaccinazioni Le vaccinazioni sono uno degli interventi di maggiore efficacia per la prevenzione primaria delle malattie infettive e devono essere considerate altamente prioritarie per

Dettagli