Guida per lo studente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida per lo studente"

Transcript

1 Guida per lo studente Programmazione didattica Università degli Studi di L Aquila Facoltà di Medicina e hirurgia corso di laurea in ostetricia anno accademico

2 INDIE ORDINAMENTO ORSO DI LAUREA IN OSTETRIIA 4 PROGRAMMI DEI ORSI 7 I ANNO I SEMESTRE 7 :.I. FISIA, BIOLOGIA, GENETIA E BIOHIMIA 7 2:.I. ANATOMIA, ISTOLOGIA, FISIOLOGIA 9 3:.I. OSTETRIIA GENERALE I 2 4:.I. INGLESE ( e 2 semestre) con esame finale al 2 semestre 3 I ANNO II SEMESTRE 4 5:.I. METODOLOGIE STATISTIHE, EPIDEMIOLOGIHE ED INFORMATIHE 4 6:.I. PATOLOGIA GENERALE E LINIA, MIROBIOLOGIA, BIOHIMIA LINIA 6 7:.I. OSTETRIIA GENERALE II 8 II ANNO I SEMESTRE 9 8:.I. PSIOPEDAGOGIA DELLA SALUTE 9 9:.I. FISIOPATOLOGIA E METODOLOGIA LINIA DELLA RIPRODUZIONE UMANA, PRINIPI DI DIETETIA IN GRAVIDANZA, MEDIINA PERINATALE, NEONATOLOGIA 20 0:.I. ASSISTENZA AL PARTO, PUERPERIO, BIOLOGIA E LINIA DELLA LATTAZIONE, NEONATOLOGIA, IGIENE 22 II ANNO II SEMESTRE 24 :.I. METODOLOGIA SIENTIFIA APPLIATA, STORIA DELL OSTETRIA, SOIOLOGIA, DEONTOLOGIA, LEGISLAZIONE SANITARIA 24 2:.I. ANESTESIA E RIANIMAZIONE, PRINIPI DI FARMAOLOGIA APPLIATA ALL OSTETRIIA 26 3:.I. MEDIINA PREVENTIVA, EDUAZIONE SANITARIA, IGIENE E PUERIULTURA 28 III ANNO I SEMESTRE 30 4:.I. PATOLOGIA OSTETRIA MEDIINA PERINATALE PEDIATRIA PREVENTIVA E SOIALE30 5:.I. ETIA ED EONOMIA SANITARIA 3 6:.I. SENOLOGIA, SESSUOLOGIA, ENDORINOLOGIA, GINEOLOGIA ONOLOGIA, NURSING IN GINEOLOGIA E OSTETRIIA 33 2

3 III ANNO II SEMESTRE 36 7:.I. ORGANIZZAZIONE SANITARIA 36 8:.I. SIENZE UMANE 37 9:.I. DI DIRITTO SANITARIO, DEONTOLOGIA E BIOETIA 38 3

4 ORDINAMENTO ORSO DI LAUREA IN OSTETRIIA ORSI INTEGRATI 2 3 FISIA, BIOLOGIA, GENETIA e BIOHIMIA ANATOMIA ISTOLOGIA FISIOLOGIA OSTETRIIA GENERALE INSEGNAMENTI FISIA MEDIA BIOLOGIA APPLIATA GENETIA MEDIA BIOHIMIA ANATOMIA UMANA ISTOLOGIA FISIOLOGIA INFERMIERISTIA GENERALE INFERMIERISTIA OST. GIN. GINEOLOGIA E OSTETRIIA TIPOLOGIA B = di base = aratterizzante A = affini X = altro B B A B B B B I, SEMESTRE SSD FU FS/07 B0/3 MED03 BIO 0 BIO 6 BIO 7 BIO 09 MED 45 MED 47 MED 40 4 INGLESE INGLESE SIENTIFIO X II, -2 L-LIN METODOL. STATISTIHE EPIDEMIOLOGI HE ED INFORMATIH E STATISTIA MEDIA ED EPIDEMIOLOGIA INFORMATIA APPLIATA B B I, 2 MED 0 INF 0,5,5 6 7 PATOLOGIA GENERALE E LINIA, MIROBIOL. BIOHIMIA LINIA OSTETRIIA GENERALE 2 PATOLOGIA GENERALE FISIOPATOLOGIA IMMUNOLOGIA MIROBIOLOGIA E MIR. LINIA BIOHIMIA LINIA INFERMIERISTIA OST. GIN. GINEOLOGIA E OSTETRIIA B B B B A MED 04 MED 04 MED 04 MED 07 BIO 2 MED 47 MED ,5 2 4,

5 ORDINAMENTO ORSO DI LAUREA IN OSTETRIIA (continua) ORSI INTEGRATI PSIOPEDAGOGIA DELLA SALUTE FISIOPATOL. E METODOL. LINIA DEL- LA RIPRODUZ. UMANA, PRINIPI DI DIETETIA IN GRAVIDANZA, MEDIINA PERINATALE, NEONATOLOGIA ASSISTENZA AL PARTO, PUERPERIO, BIOLOGIA E LINIA DELLA LATTAZIONE, NEONATOL., IGIENE METODOLOGIA SIENTIFIA APPLIATA, STORIA DELLA OSTETRIIA, SOIOLOGIA, DEONTOLOGIA, LEGISLAZIONE SANITARIA. INSEGNAMENTI PSIOLOGIA GENERALE PEDAGOGIA GENERALE ANTROPOLOGIA SOIALE GINEOLOGIA E OSTETRIIA INFERMIERISTIA OST. GIN. SIENZE TENIHE DIETETIHE APPLIATE NEONATOLOGIA GINEOL. E OSTET. NEONATOLOGIA IGIENE GENERALE E APPLIATA INFERMIERISTIA OST. GIN. MEDIINA LEGALE SOIOLOGIA STORIA DELLA MEDIINA TIPOLOGIA B = di base = caratterizzante A = affini X = altro B A B SEMESTRE SSD FU II, M-PSI 0 M-PED 0 M-DEA 0 MED 40 MED 47 MED 49 MED 38 MED 40 MED 38 MED 42 MED 47 MED 43 SPS 07 MED ANESTESIA E RIANIMAZIONE E PRINIPI DI FARMAOLOGIA APPLIATA ALL OSTETRIIA MEDIINA PREVENTIVA, EDUAZIONE SANITARIA, IGIENE E PUERIULTURA PATOLOGIA OSTETRIA, MEDIINA PERINATALE, PEDIATRIA PREVENTIVA E SOIALE ANESTESIOLOGIA FARMAOLOGIA MEDIINA INTERNA INFERMIERISTIA OST. GIN. INFERMIERISTIA GENERALE IGIENE GENERALE E APPLIATA NEONATOLOGIA MAL.APP. ARDIOVASOLARE MAL. ODONTOSTOMATOLOGIHE MAL. UTANEE E VENEREE GINEOLOGIA E OSTETRIIA PEDIATRIA HIRURGIA PEDIATRIA A A A A A II, 2 MED 4 BIO 4 MED 09 MED 47 MED 45 MED 42 MED 38 MED MED 28 MED 35 MED 40 MED 38 MED

6 ORDINAMENTO ORSO DI LAUREA IN OSTETRIIA (continua) ORSI INTEGRATI ETIA ED EONOMIA SANITARIA SENOLOGIA, SESSUOLOGIA, ENDORINOLOGIA, GINEOLOGIAONOL OGIA, NURSING IN GINEOLOGIA E OSTETRIIA ORGANIZZAZIONE SANITARIA SIENZE UMANE DIRITTO SANITARIO, DEONTOLOGIA E BIOETIA INSEGNAMENTI EONOMIA APPLIATA EONOMIA AZIENDALE INFERMIERISTIA OST. GIN. GINEOLOGIA E OSTETRIIA ONOLOGIA MEDIA INFERMIERISTIA OST. GIN. MED FISIA E RIABILITATIVA HIRURGIA PLASTIA ENDORINOLOGIA ORGANIZZAZIONE AZIENDALE MEDIINA DEL LAVORO SISTEMI DI ELABORAZIONE DELL INFORMAZIONE PEDAGOGIA GENERALE E SOIALE PSIOLOGIA DELLO SVILUPPO DIRITTO DEL LAVORO MEDIINA LEGALE TIPOLOGIA B = di base = caratterizzante A = affini X = altro A A A A A A A A A A A SEMESTRE SSD FU III, III, 2 SES-PU SES-P07 MED 47 MED 40 MED 06 MED 47 MED 34 MED 9 MED 3 SES-P0 MED 44 ING-INF 05 M-PED 0 M-PSI 04 IUS-07 MED 43,5 2,

7 PROGRAMMI DEI ORSI I anno I semestre :.I. FISIA, BIOLOGIA, GENETIA E BIOHIMIA Disciplina di Genetica Medica: Organizzazione morfo-funzionale di virus, della cellula procariotica ed eucariotica. Il DNA: struttura e duplicazione. Il codice genetico La trascrizione e la traduzione. La comunicazione cellulare: i mediatori chimici lipo- ed idrosolubili, i secondi messaggeri. Il ciclo cellulare fasi e regolazione. La mitosi e la meiosi. ontrollo del ciclo e morte della cellula. romosomi umani: classificazione e mutazioni. Trasmissione dei caratteri ereditari: principi mendeliani ed estensioni dell analisi mendeliana. Genotipo e fenotipo. oncetto di carattere multifattoriale. enni di organizzazione del genoma nucleare e di quello mitocondriale nell uomo. Struttura del gene procariotico ed eucaristico: cenni sui meccanismi di regolazione e di mutazione con esempi rivolti all uomo ed alle sue patologie. Disciplina di Fisica medica: oncetto operativo di grandezza fisica. alcolo vettoriale. Moti; moto circolare uniforme. Forze; misurazione delle forze. Lavoro ed energia. Potenza. Lavoro fisiologico e lavoro in senso fisico. Liquidi. Densità. Pressione. Liquidi ideali. Equazione di Bernoulli. Stenosi ed aneurisma. Liquidi reali. Viscosità. Regime di Poiseuille e legge di Hagen-Poiseuille. Sedimentazione, eritrosedimentazione. entrifugazione. Regime laminare e turbolento. La circolazione sanguigna. Pressione arteriosa e lavoro del cuore. Misurazione della pressione arteriosa: lo sfigmomanometro. 7

8 Tensione superficiale. Legge di Laplace e di Jurin. Tensioattivi e surfactante polmonare. Gas e vapori (cenni). Temperatura e calore. Scale termometriche. Termodinamica (cenni). Potenza metabolica. Valore energetico degli alimenti. Termoregolazione Onde. aratteristiche dei fenomeni ondulatori. Effetto Doppler. Ultrasuoni. Applicazioni tecniche ed effetti biologici degli ultrasuoni. Gli ultrasuoni nella diagnostica medica. Disciplina di Biologia applicata: Organizzazione cellulare La cellula eucariotica e procariotica omposizione chimica della materia vivente iclo cellulare: fasi e regolazion Organuli cellulari: il nucleo, i ribosomi, i mitocondri, il reticolo endoplasmatico, l apparato di Golgi, i lisosomi, i perossisomi. La membrana plasmatici: struttura e processi di trasporto Endocitosi ed esocitosi omunicazione intercellulare: mediatori chimici e seondi messaggeri Il differenzionamento cellulare Disciplina di Biochimica: Soluzioni acquose: acidi, basi, tamponi arboidrati: struttura, proprietà e funzione di mono e polisaccaridi Lipidi: acidi grassi. Triacilgliceroli. Glicerofosfolipidi. Sfingolipidi. olesterolo e derivati. Lipoproteine. Aminoacidi: struttura, proprietà chimico fisiche e biologiche. Legame peptidico. Struttura primaria, secondaria e terziaria delle proteine. Principali strutture secondarie: alfa-elica e folietti beta. ollagene. Struttura quaternaria. Mioglobina ed emoglobina: struttura e proprietà funzionali. Emoglobine mutate e patologiche. 8

9 2:.I. ANATOMIA, ISTOLOGIA, FISIOLOGIA Disciplina di Anatomia umana: Principi di Anatomia generale.oncetti generali sull organizzazione del corpo umano, terminologia anatomica. Anatomia generale dell Apparato locomotore:(segmenti scheletrici,articolazioni e principali gruppi muscolari) Apparato cardio-circolatorio Apparato digerente Apparato respiratorio Apparato uropoietico Apparato genitale Sistema neuroendocrino Sistema nervoso centrale e periferico.via nervosa,sensitiva e motoria Sistema nervoso autonomo Organi di senso Muscoli dell addome,muscoli pelvici, diaframma urogenitale Scavo pelvico e gli organi in esso contenuti Anatomia Macroscopica e microscopica delle gonadi maschili e femminili. Vie genitali maschili e femminili e le ghiandole annesse all apparato riproduttivo. Anatomia dei genitali esterni e perineo femminile. enni di organogenesi. Disciplina di Istologia: -Metodi morfologici per lo studio della cellula: Principi di microscopia ottica,potere di risoluzione,allestimento di un preparato per microscopia ottica,tecniche di fissazione e colorazione. Principi di microscopia elettronica,allestimento di preparati, fissativi e coloranti per microscopia elettronica. 2-Tessuti: Epitelio di rivestimento: lassificazione,specializzazione degli epiteli: polarità cellulare e sistemi di giunzione. Epitelio ghiandolare: strutture e funzioni delle principali ghiandole endocrine ed esocrine onnettivi propriamente detti: connettivo lasso,denso. omposizione chimica e funzione della matrice connettivale onnettivi speciali : Tessuto osseo e cartilagineo.ossificazione Sangue: Osservazione di strisci di sangue, determinazione e significato dei principali parametri ematici, caratteristiche strutturali e funzionali degli elementi figurativi. Emopoiesi: enni sulla struttura e funzione del midollo rosso 9

10 Tessuto linfoide: organi linfoidi, cellule del sistema immunitario, immunità cellulare e umorale Tessuto muscolare :Tessuto muscolare liscio, scheletrico e cardiaco. Distribuzione e funzione. enni sulla caratteristiche ultrastrutturali. Principali strutture delle fibrocellule muscolari liscie, scheletriche e cardiache. Tessuto nervoso: ultrasruttura e funzione del neurone. Guaina mielinica e struttura dei nervi. enni sulla trasmissione dell impulso nervoso,sinapsi. ellule della nevroglia. Disciplina di Fisiologia: Proprietà funzionali delle membrane eccitabili:! Le membrane cellulari. Modello di membrane di Bernstein. Modello di membrana di Goldmann-Hodgking-Kstz.Basi molecolari dell eccitabilità.! Meccanismo di trasporto attraverso le membrane. Il potenziale di azione. Recettori sensoriali:! omportamento della membrana durante il potenziale d azione.! Funzioni recettoriale. Meccanismo della traduzione.trasmissione delle informazioni dei recettori al sistema nervoso centrale. Sinapsi:! Ultrastruttura della sinapsi. La trasmissione attraverso la sinapsi. Plasticità della trasmissione sinaptica.! Blocco della trasmissione sinaptica,! Sinapsi vere chimiche.sinapsi false o efapsi.! La trasmissione attraversa la giunzione neuromuscolare. Tessuto muscolare: il muscolo striato e il muscolo liscio! Basi strutturali e biochimiche della contrazione muscolare.! aratteristiche del muscolo rilasciato.! Biochimica ed energetica muscolare.! Lavoro, potenza, forza, rendimento e fatica muscolare.! Adattamenti circolatori e respiratorio all esercizio fisico.! Unità motrici e unità muscolari.! Modulazione nervosa della forza muscolare.! Il muscolo liscio :generalità, struttura, elettrofisiologia del muscolo liscio. Meccanismo di contrazione Il Sangue:! Generalità,composizione e funzioni.! Biofisica del sangue.! Reologia! Ematopoiesi.! L emostasi e la coagulazione. 0

11 Il uore:! La fibrinolisi Il sistema arterioso.! Anatomia funzionale del cuore. Autoritmicità cardiaca : il miocardio specifico ed il miocardio proprio.ontrazione del muscolo cardiaco,! Meccanica ardiaca.! iclo cardiaco nel cuore di sinistra.! iclo cardiaco nel cuore di destra.! Gittata ardiaca. Definizione di gittata cardiaca. Misura della gittata cardiaca.! Frequenza cardiaca.! La pressione arteriosa! La pressione venosa apillari e Linfatici. Il Sistema venoso. La Funzione Respiratoria:! Le vie aeree! Unità funzionale alveolo-capillare.! Meccanica respiratoria: gabbia toracica, muscoli espiratori, proprietà meccaniche del parenchima polmonare.! Volumi e capacità polmonari! Scambi gassosi! omposizione dell aria ambientale e leggi dei gas.! omposizione dell aria alveolare! Trasporto dei gas respiratori nel sangue. La Funzione renale:! Filtrazione glomerulare! Misura del flusso plasmatici renale e del filtrato gflomerulare. La Digestione. L Assorbimento intestinale. Le Ghiandole endocrine.

12 3:.I. OSTETRIIA GENERALE I Disciplina di Infermieristica Generale: L unità operativa Atti e strumenti di lavoro L équipe assistenziale ondivisione dell informazione: il segreto professionale La professione di ostetrica: legge e regolamenti Organizzazione della professione in Italia Tipologia delle prestazioni dell ostetrica Il problem solving scientifico applicato alla professione di ostetrica. Disciplina di Infermieristica speciale ostetrica e ginecologica: oncetti generali sulle funzioni vitali della persona: o essere nascere e divenire o l attività cardiaca o il respirare o l alimentazione o l equilibrio idro-elettrolitico o l igiene personale o il movimento o il concetto di diagnosi il processo di assistenza ostetrica: definizione e finalità le fasi del processo di assistenza ostetrica il processo di assistenza nella gravidanza fisiologica Disciplina di Medicina dell età prenatale: Fisiologia della gravidanza: o Migrazione e capacitazione degli spermatozoi o La fecondazione o Sviluppo dell embrione e del feto. Annessi embrio-fetali. Diagnosi di gravidanza Diagnosi prenatale 2

13 4:.I. INGLESE ( e 2 semestre) con esame finale al 2 semestre Disciplina di Inglese Scientifico: BASI VOABULARY. The Hospital, People working in the hospital. The human body, The Skeleton, Respiratory, irculatory, Digestive and Excretory System, Disease and Symptoms, Drugs. SELETED MEDIAL READINGS: (Nursing, Dentistry, Ophthalmology, Physiotherapy, Obstetrics, Laboratory Analysis, Social Worker ) BASI GRAMMAR: The English Alphabet and the Spelling, ardinal Numbers, Ordinal Numbers, Telling the time, The date, Days, Months and Seasons, Plurals, To be, To have, The Simple Present, Frequency Adverbs, The Present ontinuous, Do-Does, The Simple Past, Interrogative adjectives and pronouns. 3

14 I anno II semestre 5:.I. METODOLOGIE STATISTIHE, EPIDEMIOLOGIHE ED INFORMATIHE Disciplina di Informatica:! L informatica in sanità! Modelli, informazioni, sistemi! Dati, informazione, conoscenza! Ruolo e significati dell informatica in sanità! Sistemi informativi sanitari! I sistemi informativi! I principali sistemi informativi sanitari! Il sistema di indicatorio in sanità! La medicina basata sull evidenza: ricercare, leggere e interpretare l informazione medico-scientifica.! La medicina delle prove di efficacia! Validità e riproducibilità dell informazione! Analisi delle decisioni! Struttura di un articolo Scientifico! Review metà-analisi! Internet e il World WideWeb Disciplina di Statistica medica: Lo studio della Statistica Medica e della Epidemiologia ha lo scopo di far acquisire allo studente la struttura logico-formale dei metodi statistici, acquisendo le competenze e le abilità necessarie alla tutela ed alla promozione della salute nella collettività. In particolare la trattazione degli argomenti consentirà di conseguire le seguenti finalità:! Individuare gli apporti che può fornire la metodologia statistica nelle varie fasi della ricerca ;! Scegliere e definire le unità statistiche;! Definire il piano di rilevazione dei dati,lo spoglio la costruzione di tabelle e di grafici;! Descrivere i dati statistici calcolandone i vari tipi di rapporti ; 4

15 ! alcolare vari tipi di media e di indice di variabilità! Scegliere, quindi, il tipo,di media e l indice di variabilità più adatto nell ambito della ricerca! Utilizzare il calcolo delle probabilità come base per il campionamento;! alcolare vari tipi di indici di dipendenza statistica (chi-quadrato,coefficiente di regressione,coefficiente di correlazione) nello studio dell inferenza statistica;! Descrivere i principali disegni di studio epidemiologico;! onoscere ed interpretare le misure epidemiologiche fondamentali. 5

16 6:.I. PATOLOGIA GENERALE E LINIA, MIROBIOLOGIA, BIOHIMIA LINIA Disciplina di Immunologia: Risposta dei tessuti al danno. ellule ed Organi del Sistema Immunitario. Immunità innata e immunità acquisita. omplesso Maggiore di Istocompatibilità. itochine. Ipersensibilità. Autoimmunità. Immunologia dei trapianti. Immunologia dei tumori. Immunodeficienze. La febbre. Disciplina di Patologia Generale: Le cause di malattia:eziologia generale. Agenti chimici,fisici e biologici come cause di malattia. L infiammazione. Processi riparativi. Il processo d invecchiamento. Patologia cellulare. Proliferazione cellulare. Proliferazione cellulare. Neoplasie. Progressione tumorale. Fattori genetici e congeniti di malattia. Disordini dello sviluppo. Malattie dovute ad alterazione degli autosomi. Malattie dovute ad alterazione dei cromosomi sessuali. Disciplina di Fisiopatologia: Omeostasi biologica Fisiopatologia dell omeostasi idroelettrolitica, idrogenionica e termica Febbre Diabete Disciplina di Microbiologia e Microbiologia linica: enni storici Generalità sui microrganismi e loro classificazioni. Batteriologia generale: I batteri :dimensioni forma e disposizioni 6

17 Struttura della cellula batterica. Metabolismo e moltiplicazione: curva di crescita. Sporulazione e germinazione. I fattori di virulenza. Elementi di genetica: enni sulla composizione,struttura e replicazione del DNA. enni sulle mutazioni e sui fenomeni di ricombinazione batterica. Tecniche microbiologiche: Microscopi ed osservazione microscopica. Sterilizzazione e disinfezione. enni sulla coltivazione dei microrganismi. enni sui chemioantibiotici: Antibiotici e loro meccanismo di azione. enni sull antibiotico resistenza. Immunologia anti-infettiva. Antigene, anticorpo, reazione antigene-anticorpo, il complemento, attivazione della risposta immune, vaccini, sieri. Batteriologia medica: Relazione ospite-parassita,infezione e malattia. enni sui seguenti batteri: Stafilococchi, Streptococchi, Neisserie, Batteri Sporigeni, orinebatterio, Micobatteri, Enteobatteriacce, Vibrioni, Pseudomonas, Bordetella, Brucella, Leptospira, Borrelia, Treponema, lamidia, Rickettsia. Virologia Generale : La natura dei virus: proprietà dei virus, composizione, forma, dimensione. La moltiplicazione virale. L interferon. Virologia Medica. enni sui seguenti virus: Adenovirus, Herpesvirus, Poxvirus, Picornavirus, Orthomyxovirus, Paramyxvirus, oronavirus, Rhabdovirus,Virus della rosolia, Reovirus, Virus delle epatiti, Virus oncogeni, HIV. 7

18 7:.I. OSTETRIIA GENERALE II Disciplina di Ginecologia Endocrinologia: Anatomia dell apparato genitale femminile. Embriologia dell apparato genitale femminile. Basi anatomiche e biologiche della funzione riproduttiva. Fisiologia della funzione riproduttiva femminile. Fisiologia della funzione riproduttiva maschile Disciplina di Infermieristica speciale ostetrica e ginecologica: La libertà dal dolore e dalla malattia enni di assistenza pre e post operatoria Esami diagnostici La gravidanza come evento biologico, sociale e psico-emotivo I bisogni specifici nella donna in gravidanza Il significato di arte e scienze dell ostetrica La relazione terapeutica La funzione sociale dell ostetrica nella vita della donna Il ruolo della meternità, della nascita, dell ostetrica nelle varie culture Disciplina di Ginecologia e Ostetricia: Fisiologia del parto: Generalità e nomenclatura. ause del parto. Fattori del parto. Fenomeni del parto. Evoluzione clinica del parto normale in presentazione di vertice 8

19 II anno I semestre 8:.I. PSIOPEDAGOGIA DELLA SALUTE Disciplina di Pedagogia Generale: he cos è la pedagogia La relazione educativa Le strategie di comunicazione Fattori educativi e malattia Obbiettivi e metodi didattici Educazione alla salute Disciplina di Psicologia Generale: Psicologia dello sviluppo Il contesto della salute mentale infantile Lo sviluppo affettivo ondizioni di rischio e fattori protettivi omunicazioni e linguaggio Lo sviluppo umano Sviluppo emotivo effettivo Disciplina di Antropologia sociale: l antropologia e il suo oggetto di studio. oncetto di cultura. Modelli di malattia nella società occidentali. Medicine exstrascientifiche. redenze. Magia e malattia 9

20 9:.I. FISIOPATOLOGIA E METODOLOGIA LINIA DELLA RIPRODUZIONE UMANA, PRINIPI DI DIETETIA IN GRAVIDANZA, MEDIINA PERINATALE, NEONATOLOGIA Disciplina di Fisiopatologia della riproduzione umana: Sterilità Tecniche di fecondazione assistita Fecondazione Impianto dell embrione Disciplina di Medicina dell età prenatale: Parto Diagnosi di sofferenza fetale acuta Puerperio e allattamento Disciplina di Ginecologia e ostetricia: Diagnostica ginecologica limaterio Irsutismo Disciplina di Infermieristica speciale ostetrica e ginecologica: Il ruolo dell ostetrica nell ambito della fecondazione assistita: - informazione alla coppia - colloquio preliminare - programmazione dell iter - sostegno emotivo il processo di assistenza ostetrica nella diagnosi prenatale: - il colloquio prenatale con la donna-coppia - il piano di assistenza nelle indagini-interventi - la comunicazione dell esito - il processo e i tempi della decisione - la scelta di portare a termine la gravidanza o interrompere la gravidanza la nomenclatura ostetrica la centralità della donna nel parto il processo di assistenza ostetrica al travaglio fisiologico: - accoglienza della gravida - raccolta dati - diagnosi di travaglio - soddisfacimento dei bisogni della sfera fisica e psico-sociale della partoriente 20

21 - rilevazione di anomalie materno fetale - richiesta del medico in caso di anomalie - analisi delle procedure abituali dell assistenza in sala parto il processo di assistenza ostetrica nei vari periodi del parto, prime cure al neonato, secondamento e post-partum fase di valutazione: valutazione dell assistenza erogata (salute di madre e neonato), gradimento della coppia delle cure ricevute. Disciplina di Scienze tecniche dietetiche applicate: Aumento ponderale in gravidanza Assunzione calorica e ripartizione dei nutrienti Bisogno di calcio, ferro, acido folico in gravidanza Supplementazioni vitaminiche. Disciplina di Neonatologia: Principi generali di neonatologia Sofferenza fetale acuta e cronica Timing del parto nella PROM e nel ritardo di crescita intrauterina Punteggio di Apgar Encefalopatia ipossico-ischemica Emorragia endocranica onvulsioni Patologia endocrino metabolica Itteri Infezioni congenite Diagnosi prenatale 2

22 0:.I. ASSISTENZA AL PARTO, PUERPERIO, BIOLOGIA E LINIA DELLA LATTAZIONE, NEONATOLOGIA, IGIENE Disciplina di Ginecologia Endocrinologica: Stati intersessuali Patologia malformativa dell apparato genitale Alterazioni mestruali limaterio Irsutismo Disciplina di Medicina dell età prenatale: Patologia del parto istocie del canale del parto istocie dinamiche Distonie fetali Patologia del secondamento e post-partum Patologia del puerperio Disciplina di Neonatologia: Definizioni di: neonato prematuro, post-maturo e dismaturo Peso e lunghezza Latte materno, vaccino e colostro arico renale di soluti ontroindicazioni materne e fetali per l allattamento Alimentazione materna durante l allattamento ontroindicazione ai farmaci durante l allattamento Allattamento materno, artificiale o misto Riflessi neonatali Stati neonetali Marsupioterapia Sindrome di Down Disciplina di Igiene Generale ed Applicata: Salute, malattia e prevenzione o Definizioni e storia naturale delle malattie o Modalità di trasmissione delle malattie infettive o Malattie cronico-degenerative o Prevenzione primaria, secondaria e terziaria La metodologia epidemiologica 22

23 o L approccio epidemiologico o Gli studi epidemiologici o Misure epidemiologiche Disciplina di Infermieristica speciale ostetrica e ginecologica: Organizzazione dell unità travaglio-parto: - materiali e strumenti - risorse umane - codice deontologico professionale assistenza ostetrica al travaglio fisiologico: - esame ostetrico - rilevazione dei parametri vitali - diagnosi di travaglio - il partogramma - preparazione della donna - il dolore assistenza ostetrica ai vari periodi del parto ruoli e funzioni dell ostetrica in puerperio (normativa) assistenza ostetrica al puerperio: - mobilizzazione della puerpera - igiene personale - alimentazione - diuresi e funzioni intestinali - involuzione uterina - lochiazioni - controllo episiorrafia - riabilitazione del pavimento pelvico - depressione puerperale - sessualità - contraccezione - capo parto assistenza ostetrica all allattamento: - il neonato - il nido - il rooming-in - allattamento al seno - montata lattea - modalità della poppata - allattamento misto o artificiale 23

24 II anno II semestre :.I. METODOLOGIA SIENTIFIA APPLIATA, STORIA DELL OSTETRIA, SOIOLOGIA, DEONTOLOGIA, LEGISLAZIONE SANITARIA Disciplina di Storia della Medicina: La medicina nell età antica o Dalla medicina magica, a quella teurgia, a quella d osservazione. Il Sunu egiziano e lo Ieter omerico. o La medicina ippocratica. Lo Iatros ippocratico e il medicus filosofo. o La medicina a Roma. elso e Galeno. La medicina nell età di mezzo o La rinascita della medicina occidentale: il pensiero classico trasmesso dalla medicina araba. o Il medico arabo e il medico ebreo. La medicina monastica e il medico monaco. o Gli albori della formazione medica universitaria. La scuola salernitana e il medico dottore. o Gli inizi della medicina scientifica. La medicina nell età moderna o La medicina moderna: lo sviluppo della fisiopatologia clinica. o Il medico dei poveri. Il medico eretico. o Il medico iatrofobo. Il medico dei lavoratori. La medicina del XIX e XX secolo: la medicina eziopatogenetica o Il olera Morbus nell Europa dell Ottocento: il medico inconsapevole. o La medicina sperimentale. Le conoscenze biochimiche e molecolari in medicina. La medicina molecolare. o Il medico politico. Il medico sociale. Il medico neutrale. Il medico attuale. Il medico futuro. 24

25 Disciplina di Medicina legale: Finalità e attribuzioni fondamentali della Medicina Legale Il metodo medico-legale Il rapporto di causalità ed i relativi criteri di verifica Il consenso ai trattamenti sanitari e l informativa dell assistito Il segreto professionale Il referto L omissione di soccorso Aspetti generali della responsabilità professionale in ambito sanitario Disciplina di Sociologia: La storia, le origini, l oggetto della sociologia Sociologia della famiglia, cambiamenti sociodemografici della famiglia in Italia Famiglia e genitorialità: differita, assistita, interrotta, adottiva Famiglia e socializzazione 25

26 2:.I. ANESTESIA E RIANIMAZIONE, PRINIPI DI FARMAOLOGIA APPLIATA ALL OSTETRIIA Disciplina di Farmacologia: Definizioni di farmaco. Definizione di tossico Vie di somministrazione dei farmaci ed assorbimento Metabolismo, distribuzione ed eliminazione dei farmaci Siti di azione dei farmaci: i recettori urva dose-effetto (DL50- DE50) Antagonismo competitivo e antagonismo non competitivo Tolleranza ed assuefazione Farmaci e gravidanza Farmaci e allattamento Principi di teratogenesi e farmaci teratogeni. Disciplina di Anestesiologia: DOLORE: enni storici Le teorie del dolore Tassonomia del dolore Fisiopatologia del dolore La memoria del dolore Ansia e dolore Il dolore ostetrico Gli anti-infiammatori Gli oppioidi deboli Gli oppioidi forti Gli anestetici locali I blocchi anestetici L analgesia nel travaglio del parto Il dolore postoperatorio. ANESTESIOLOGIA: cenni storici la valutazione pre-anestetica organizzazione della sala operatoria la premeditazione i farmaci induttori gas e vapori 26

27 gli oppioidi i miorilassanti la stabilità neuro-vegetativa in corso di anestesia la monitorizzazione il risveglio dell anestesia EMERGENZE: La valigia delle emergenze Lo shock anafilattico L arresto di circolo Elementi di Basic Life Support Disciplina di Medicina interna: Ruolo della Medicina interna di fronte alla gravidanza, in fisiologia e patologia Patologie cardiovascolari in gravidanza Patologie metaboliche in gravidanza Patologie ematologiche in gravidanza oagulopatie in gravidanza 27

28 3:.I. MEDIINA PREVENTIVA, EDUAZIONE SANITARIA, IGIENE E PUERIULTURA Disciplina di Malattie Odontostomatologiche: La parodontopatia su base ormonale: la gengivite puberale, la gengivite mestruale, la gengivite gravidica, la gengivite da contraccettivi orali, altre gengiviti ormonali. Prevenzione odontostomatologica in gravidanza. Aspetti legislativi della lavoratrice in gravidanza in ambiente odontoiatrico. Linee guida di prevenzione odontostomatologica fino a 5 anni. Disciplina di Infermieristica speciale ostetrica e ginecologica: Incontinenza urinaria Prevenzione dei tumori dell apparato genitale femminile Menopausa orsi di preparazione al parto Disciplina di Infermieristica generale: Obiettivi della prevenzione:! oncetto di salute e malattia! Prevenzione primaria! Metodologia della prevenzione primaria! Prevenzione secondaria! Prevenzione terziaria! Obbiettivi strategici della prevenzione Prevenzione delle infezioni:! Prevenzione primaria! Prevenzione secondaria Prevenzione delle malattie non infettive:! Prevenzione primaria! Prevenzione secondaria! Prevenzione terziaria Prevenzione del cancro alla mammella Prevenzione del cancro della cervice uterina 28

29 Disciplina di Igiene Generale e Applicata: La prevenzione delle malattie nella comunità o Malattie infettive: principali misure preventive o Fattori di rischio legati all ambiente o Fattori di rischio legati agli alimenti o Il rischio in ospedale L epidemiologia clinica e la medicina delle prove di efficacia: o Definizioni o Obiettivi della pratica assistenziale evidence-based o Le Linee guida o La diagnosi o Validità e Riproducibilità o Gli screening o Sperimentazioni liniche Disciplina di Neonatologia: Il neonato pretermine Modalità operative e concetti di rianimazione in sala parto Esercitazione pratica su manichino di rianimazione in sala parto Patologie respiratorie di più frequente riscontro nel neonato Protocolli operativi di trasporto del neonato a rischio Displasia congenita dell anca: principi fisiopatologici, diagnostici, clinici e terapeutici Disciplina di Malattie dell apparato cardiovascolare: Rischio cardiovascolare nella donna in età fertile e in menopausa Modificazioni emodinamiche durante la gravidanza e il parto Ipertensione in gravidanza La gestione della gravidanza in soggetti portatori di patologia cardiovascolare. Disciplina di Malattie utanee e Veneree: Lichen scleroatrofico Vulvodinia Herpes genitale Infezione da papillomavirus Lesioni melanocitarie benigne e maligne. 29

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST?

E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? E SE MI CHIAMANO... DOPO IL PAP TEST? Informazioni sui percorsi di approfondimento diagnostico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari MORTALITA Mortalità generale o grezza = numero di morti per tutte le cause registrati nella popolazione Mortalità specifica = numero di morti per tipologia

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica ANESTETICI GENERALI ENDOVENOSI Proprietà: -Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica -Risveglio rapido :questo è possibile quando

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Corrente elettrica e corpo umano

Corrente elettrica e corpo umano Corrente elettrica e corpo umano 1/68 Brevi richiami di elettrofisiologia 1790 Luigi Galvani effettuò esperimenti sulla contrazione del muscolo di rana per mezzo di un bimetallo: concluse che si trattava

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Fenomeni di trasporto. Fenomeni di trasporto

Fenomeni di trasporto. Fenomeni di trasporto La comprensione dei processi fisici, chimici e biologici che governano il trasporto di materia e la trasmissione delle forze è di fondamentale importanza per lo studio della fisiologia cellulare e l ingegnerizzazione

Dettagli

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA Fonte: Ministero della Salute Circolare n 4 del 13 marzo 1998 del MINISTERO DELLA SALUTE Provvedimenti da adottare nei confronti di

Dettagli

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale ORGAN ON A CHIP Un promettente sostituto alla sperimentazione animale 1 1.Fasi di sviluppo di un farmaco La ricerca e lo sviluppo di un farmaco sono indirizzate al processo dell identificazione di molecole

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico

Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Il valore dell analisi prenatale non invasiva (non-invasive prenatal testing, NIPT). Un supplemento per il flipbook del consulente genetico Le NIPT utilizzano DNA libero. Campione di sangue materno DNA

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Diversità tra i viventi

Diversità tra i viventi Diversità tra i viventi PROPRIETÀ della VITA La CELLULA CLASSIFICAZIONE dei VIVENTI Presentazione sintetica Alunni OIRM Torino Tutti i viventi possiedono delle caratteristiche comuni Ciascun vivente nasce,

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

www.zampadicane.it Guida alle Vaccinazioni

www.zampadicane.it Guida alle Vaccinazioni VACCINAZIONI Le vaccinazioni da fare al proprio cane sono parecchie, alcune sono obbligatorie ed alcune facoltative e possono essere consigliate dal veterinario in casi specifici. Vediamo nel dettaglio

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO. è costituito due tipi cellulari: il neurone (cellula nervosa vera e propria) e le cellule gliali (di supporto, di riempimento: astrociti,

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli