Per uno sviluppo costante dell impresa pagg. 2-3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Per uno sviluppo costante dell impresa pagg. 2-3"

Transcript

1 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLZANO Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A.P. -70% - CNS Bolzano Firmato accordo per la promozione dell imprenditoria femminile pag. 6 Per uno sviluppo costante dell impresa pagg. 2-3 Giovani imprenditori puntano sui prodotti contadini pag. 10

2 Attualità Camera di commercio Per uno sviluppo costante dell impresa Oltre a svolgere i suoi compiti istituzionali, la Camera di commercio si è posta l obiettivo di assistere le imprese altoatesine nel loro sviluppo offrendo loro il supporto necessario. A tal fine è nato il reparto Sviluppo d impresa della Camera di commercio. Esso funge da punto di riferimento per l intera esistenza delle imprese altoatesine, dalla loro creazione alla cessione. Compito del reparto Sviluppo d impresa della Camera di commercio di Bolzano è affiancare le imprese altoatesine nelle varie fasi del loro sviluppo offrendo il miglior sostegno possibile. dott. Michl Ebner Presidente della Camera di commercio Il reparto Sviluppo d impresa della Camera di commercio di Bolzano si occupa da un lato di attrezzare l azienda affinché possa affrontare le sfide del momento, dall altro cerca di assistere l impresa in momenti cruciali della sua esistenza. Il reparto Sviluppo d impresa è suddiviso in vari servizi a disposizione degli imprenditori e delle imprenditrici locali. Creazione d impresa Un attività imprenditoriale rappresenta per i neoimprenditori e le neoimprenditrici un opportunità straordinaria e allo stesso tempo anche una sfida. È importante chiarire fin da subito le numerose questioni legate alla creazione di un impresa. Il servizio Creazione d impresa della Camera di commercio di Bolzano fornisce a tutti gli interessati e aspiranti imprenditori e imprenditrici consulenza professionale, preziose informazioni e interessanti offerte formative per poter gestire con successo l avvio dell attività autonoma. Il servizio è un punto di riferimento centrale per tutte le questioni e domande che ruotano attorno alla creazione di una nuova impresa. Informazioni e consulenze individuali aiutano a concretizzare un idea commerciale. Strumenti molto utili per gli aspiranti imprenditori e le future imprenditrici sono anche le linee guida e i materiali informativi come il tool online gratuito per la redazione di un business plan. Innovazione La Camera di commercio sostiene le imprese altoatesine anche nel settore dell innovazione. Per trasformare un nuovo prodotto, una nuova prestazione di servizio o un cambiamento nell organizzazione in modo rapido ed efficiente in una soluzione adatta al mercato, l impresa ha bisogno di partner competenti che la sostengano nel lavoro di ideazione, nella realizzazione e nell introduzione dell innovazione sul mercato. Il Servizio innovazione della Camera di commercio aiuta le imprese orientate al futuro a individuare sistematicamente nuove opportunità e ad aumentare le probabilità di successo della loro innovazione. Eventi come la Giornata dell innovazione, che si svolge con grande successo ogni anno dal 2002, o anche il corso per responsabili dell innovazione che quest anno viene organizzato per la terza volta in collaborazione con il WIFI Formazione della Camera di commercio di Bolzano, sono iniziative importanti del Servizio innovazione della Camera di commercio di Bolzano per sostenere l economia altoatesina. Brevetti e marchi Nuove soluzioni tecnologiche, nuovi design o anche i nomi di prodotti e servizi possono essere tutelati da imitazioni illegittime facendo valere i diritti di proprietà industriale. Si possono così proteggere soluzioni tecniche depositando un brevetto o un modello d utilità, il nome di un prodotto o di un servizio registrando un marchio oppure l aspetto esteriore, ovvero il design di un prodotto, registrando un disegno o modello. Il servizio Brevetti e marchi offre alle imprese informazioni e consulenze sulle procedure di deposito e registrazione e sui rispettivi costi. Varie brochure informative come il Vademecum Brevetti, il Vademecum Marchi, la linea guida sui 2 per l ECONOMIA

3 Attualità Camera di commercio disegni e modelli, tutti scaricabili dal sito della Camera di commercio, permettono di farsi un quadro generale in materia. Cooperazione d impresa Soprattutto le aziende più piccole devono spesso fare i conti con i limiti delle proprie capacità, che impediscono loro di affrontare in maniera efficace alcune opportunità offerte dal mercato. Gli obiettivi possono in genere essere raggiunti più rapidamente, più efficacemente e con minore rischio se due o più aziende uniscono le proprie ambizioni. Per questo è stato previsto all interno del reparto Sviluppo d impresa anche uno specifico servizio per la cooperazione d impresa. La cooperazione può estendersi da un semplice accordo di progetto ad una vera e propria fusione tra imprese preesistenti. Tra queste due forme esistono numerose altre soluzioni. Il servizio Cooperazione d impresa aiuta gli imprenditori e le imprenditrici a trovare la forma giusta di cooperazione. Impresa che concilia lavoro e famiglia La Camera di commercio di Bolzano si è sempre impegnata molto per favorire la conciliazione di famiglia e lavoro: le imprese attente alle famiglie sono infatti un elemento fondamentale per la società e l economia. La Camera di commercio ha pertanto previsto una serie di servizi per migliorare e ampliare la conciliazione di lavoro e famiglia nelle aziende. Il servizio Impresa che concilia lavoro e famiglia della Camera di commercio offre colloqui gratuiti di informazione e consulenza. Anche la brochure e il manuale dettagliato La conciliazione lavoro e famiglia come fattore di successo contengono importanti informazioni sul tema. In collaborazione con il Dipartimento Famiglia e Organizzazione amministrativa della Provincia Autonoma di Bolzano la Camera di commercio affianca le imprese intenzionate a sviluppare nell ambito dell audit famigliaelavoro una gestione del personale attenta alle famiglie. Successione d impresa Il cambio generazionale rappresenta una tematica attuale anche nel tessuto economico altoatesino, caratterizzato dalla presenza di numerose piccole e medie imprese. Circa imprese do- Per dare alle imprese altoatesine la possibilità di affrontare in maniera adeguata le nuove sfide del mercato, la Camera di commercio di Bolzano offre una serie di servizi per rafforzare la loro competitività. Attraverso prime informazioni, colloqui di orientamento, consulenze professionali, manifestazioni, linee guida e allacciamento di contatti è possibile sostenere l impresa in tutte le fasi di sviluppo aziendale offrendo aiuti pratici e rapidi. Il reparto Sviluppo d impresa sostiene gli imprenditori e le imprenditrici dell Alto Adige: - per una creazione d impresa accuratamente predisposta; - nella realizzazione efficiente di un progetto vranno presto affrontare il cambio generazionale, visto che i vertici d impresa hanno ormai raggiunto l età pensionabile. Ciò significa che il 16 percento delle imprese altoatesine attive si trova di fronte a tale sfida. Se non viene individuato un successore adatto si perderanno posti di lavoro e si sprecheranno risorse, know-how ed esperienze. La successione deve perciò essere programmata e pianificata in tempo. A tutti gli interessati al tema della successione d impresa e a coloro che sono coinvolti nelle fasi del cambio generazionale nei vertici aziendali, il servizio Successione d impresa offre una panoramica sui molteplici aspetti della tematica e indica possibili soluzioni. Etichettatura e marcatura CE dei prodotti Per assicurare la tutela dei consumatori e delle consumatrici ed evitare ostacoli negli scambi commerciali o distorsioni nella concorrenza sul mercato, gli operatori economici devono immettere sul mercato prodotti sicuri. Il servizio Sicurezza dei prodotti aiuta le imprese nell adempimento degli obblighi di informazione ai consumatori, permettendo così di risparmiare tempo e denaro. Le imprese che operano nel settore alimentare devono inoltre applicare la direttiva UE sull informazione ai consumatori relativa ai prodotti alimentari. Il servizio Sicurezza dei prodotti mette a disposizione delle imprese la piattaforma online per la predisposizione di etichette alimentari bilingui. Il reparto Sviluppo d impresa della Camera di commercio di Bolzano si presenta innovativo; - nella tutela di nuove idee attraverso il deposito di brevetti e marchi; - nella realizzazione di proficue cooperazioni tra imprese; - nello sviluppo e nella realizzazione di misure orientate alla famiglia; - nell organizzazione di una successione d impresa ottimale; - in questioni legate alla sicurezza dei prodotti e all etichettatura di prodotti alimentari. Sviluppo d impresa tel per l ECONOMIA 3

4 Attualità Camera di commercio Due partner, un obiettivo Come partner dell economia, nel primo anno dall inizio della legislatura, la Giunta provinciale ha deliberato o seguito la realizzazione di una serie di provvedimenti, al primo posto dei quali vanno sicuramente nominati gli ampi sgravi fiscali. Ma a favore dell Alto Adige come localizzazione economica si trovano anche la riforma degli incentivi all economia, grazie alla quale il sostegno alle aziende è diventato più efficace, rapido e a lungo termine, la fusione delle quattro società BLS, EOS, SMG e TIS in un più capace ed efficiente prestatore di servizi, la chiusura del Patto di garanzia tra Provincia e Stato e la riorganizzazione del settore dell energia. A prescindere da questi provvedimenti di politica economica, le nostre aziende hanno anche bisogno di sostegno nell attività quotidiana. In molti settori, un simile sostegno è prestato dalla Camera di commercio. Per poter affrontare con successo le sfide del mercato, essa offre una serie di servizi per tutte le diverse fasi dello sviluppo di un impresa, che si tratti della sua creazione, passando per il suo consolidamento e l aumento della competitività, fino alla successione e cessione dell azienda, presso la Camera di commercio sono disponibili informazioni, orientamento, consulenza e aiuto pratico. Approfittate di questa offerta e lasciatevi assistere in qualunque fase si trovi la vostra azienda. La Provincia e la Camera di commercio collaborano per il successo dell Alto Adige quale territorio votato all economia. Alla Provincia, ovvero alla Giunta provinciale quale coordinatrice della politica economica, nonché alla Camera di commercio quale sostenitrice dell economia locale, spettano diversi compiti i cui obiettivi, però, sono gli stessi: creare le condizioni ideali per l Alto Adige e la sua ben strutturata economia che consentano alla nostra provincia di dott. Arno Kompatscher Presidente della Provincia garantire, anche in futuro, un elevata competitività. Affrontare le sfide insieme Alfred Aberer, Segretario generale Che si tratti della creazione di un azienda, degli sforzi orientati all innovazione e alla modernizzazione, delle questioni riguardanti brevetti e marchi o nel campo dell etichettatura e della marcatura CE di prodotti, dei tentativi di stringere collaborazioni tra diverse aziende, dell adozione di misure orientate alle famiglie o nel processo di trasferimento di un azienda, gli esperti e le esperte della Camera di commercio sono sempre pronti a fornire risposte, proposte o misure di sostegno. Il team del reparto Sviluppo d impresa mette a disposizione di tutte le aziende le proprie competenze e informazioni sotto forma di una consulenza completa, di manifestazioni informative e di opuscoli informativi. Approfittate anche voi dell offerta per la vostra azienda. Irmgard Lantschner Direttrice del reparto Innovazione, Tutela della proprietà industriale e Sviluppo d impresa tel Monika Condin Segreteria Sviluppo d impresa tel Alessandro Franzoi Deposito di brevetti e marchi, ricerche su brevetti e marchi tel Karin Pichler Deposito di brevetti e marchi, ricerche brevetti e marchi tel Monika Frenes Successione d impresa, Impresa che concilia lavoro e famiglia, progetti tel Sabine Platzgummmer Creazione d impresa, progetti tel Christine Vicari Ricerche su marchi, segreteria tel Lukas Pichler Sicurezza dei prodotti ed etichettatura tel per l ECONOMIA

5 Frutticoltura altoatesina: presentata brochure informativa IRE Camera di commercio Una brochure informativa presentata ultimamente presso la Camera di commercio di Bolzano illustra l importanza della frutticoltura in Alto Adige. La pubblicazione è stata elaborata dalla Camera di commercio di Bolzano in collaborazione con il Consorzio Mela Alto Adige e l Unione Agricoltori e Coltivatori Diretti Sudtirolesi. La frutticoltura è fonte di sostentamento per molte aziende agricole di tipo familiare e un importante datore di lavoro in Alto Adige. Inoltre svolge un ruolo fondamentale per il sistema economico. La mela Alto Adige è un prodotto importante per l export e al contempo un ambasciatore speciale per l Alto Adige in Italia e all estero. Il settore frutticolo realizza un valore aggiunto diretto di oltre 350 milioni di euro, ovvero la metà del valore aggiunto prodotto da tutta l agricoltura altoatesina. Se si sommano anche il valore aggiunto indiretto (ovvero gli effetti prodotti su altri settori economici) e il valore aggiunto realizzato dalle cooperative frutticole, si arriva addirittura a 630 milioni di euro. Essendo poco soggetta alle oscillazioni congiunturali, la frutticoltura contribuisce alla stabilità dell Alto Adige in tempi di crisi. La frutticoltura ha anche un effetto positivo sul mercato del lavoro in Alto Adige. Alla forza lavoro necessaria per il raccolto si aggiungono nel corso dell anno oltre posti di lavoro nelle cooperative frutticole e oltre 700 nelle aziende attive nel settore della lavorazione. Essa è pertanto un importante garante di posti di lavoro e rientra in particolare in periferia tra i principali datori di lavoro. La frutticoltura ha molti effetti positivi sui settori economici che riforniscono il settore o che si occupano di fasi successive alla produzione ed è un motore importante per l economia locale e l artigianato: le cooperative frutticole altoatesine investono ogni anno circa 40 milioni di euro in edifici e impianti, sostenendo così l economia locale. Le mele dell Alto Adige detengono complessivamente il 13 percento delle esportazioni altoatesine verso altri paesi. Al contempo sono importanti per l immagine dell Alto Adige in Italia e all estero. L Alto Adige è inoltre leader nel settore della coltivazione biologica di mele e anche i frutticoltori tradizionali applicano le severe direttive della coltivazione integrata. Affinché la situazione non cambi bisogna però assicurare alla frutticoltura altoatesina condizioni favorevoli. Ciò richiede impegno nella ricerca, investimenti in prodotti e processi innovativi. Occorre inoltre mantenere un quadro normativo che permetta ai frutticoltori di lavorare in modo efficiente e produttivo. IRE Ricerca economica tel Alunni e alunne dell ITC Heinrich Kunter a contatto con l economia L IRE - Istituto di ricerca economica della Camera di commercio, in collaborazione con l Istituto tecnico commerciale Heinrich Kunter di Bolzano ha organizzato a metà aprile la quarta giornata dell economia per alunni e alunne. Le sei quinte classi presenti hanno avuto l opportunità di conoscere sei importanti imprese altoatesine e di analizzare in vari workshop quesiti legati all azienda stessa. I risultati sono stati presentati e commentati dagli imprenditori e dalle imprenditrici a conclusione della manifestazione. Le sei imprese partecipanti sono la Assiconsult S.r.l., la Elpo S.r.l., la Forst S.p.A., la Loacker S.p.A., la Salewa S.p.A. e la Schweitzer Project S.p.A. Gli alunni e le alunne hanno raccolto informazioni sull impresa, analizzato il suo bilancio e infine visitato la sua sede per conoscere la filosofia aziendale e i vari processi di lavoro. Nella manifestazione finale, svoltasi presso la Camera di commercio, le sei imprese si sono presentate e hanno approfondito con i giovani in vari workshop alcuni quesiti sviluppati dagli imprenditori e dalle imprenditrici in collaborazione con gli insegnanti. Il fatto che i giovani si siano occupati intensamente di imprese altoatesine leader sul mercato, elaborando a loro volta nuove idee, ha permesso loro di raccogliere impressioni e conoscenze interessanti e molto utili per il loro ingresso nel mondo accademico e professionale. Obiettivo principale della Camera di commercio è dare l opportunità ai giovani di conoscere meglio il mondo delle imprese. Con questo progetto viene destato e rafforzato l interesse dei giovani per l economia. IRE Ricerca economica tel Da sinistra a destra: Barbara Pobitzer Stampfl (Preside dell ITC di Bolzano), Maximilian Ghetta (Forst Spa), Robert Pohlin (Elpo Srl), Michael Kompatscher (Loacker Spa), Harald Gruber (Assiconsult Srl), Judith Pollinger (Schweitzer Project Spa), Monika Kompatscher e Stefan Rainer (entrambi Salewa Spa) per l ECONOMIA 5

6 Attualità Camera di commercio Firmato accordo per la promozione dell imprenditoria femminile Da sinistra a destra: Manfred Pechlaner, Robert Egger, Paulina Schwarz, Michl Ebner, Michael Grüner e Vittorio Repetto A fine marzo è stato stipulato presso la Camera di commercio di Bolzano un accordo per la promozione dell imprenditoria femminile. Le parti firmatarie sono la Camera di commercio, le cooperative di garanzia e la Cassa Centrale Raiffeisen Alto Adige. Scopo dell intesa è facilitare alle imprenditrici l accesso a finanziamenti adatti alle loro esigenze. Il Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile della Camera di commercio di Bolzano ha contattato nel 2014 le cooperative di garanzia Garfidi, Confidi e Credit- Agri e la Cassa Centrale Raiffeisen Alto Adige per lanciare un iniziativa a sostegno delle imprese femminili. L accordo è stato firmato in Camera di commercio di Bolzano dal Presidente della Camera di commercio Michl Ebner, dal Presidente di Confidi Vittorio Repetto, dal Consigliere Garfidi Robert Egger, dal Responsabile della sede provinciale di CreditAgri Manfred Pechlaner e dal Presidente della Cassa Centrale Raiffeisen Alto Adige Michael Grüner. Era presente alla firma anche la Presidente del Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile Paulina Schwarz. Scopo dell accordo è sostenere l imprenditoria femminile, mettendo a disposizione agevolazioni specifiche adatte alle esigenze delle imprese femminili. A tal fine verranno da un lato facilitate le condizioni per la concessione di garanzie da parte delle cooperative di garanzia, mentre dall altro la Cassa Centrale Raiffeisen Alto Adige e tutte le Casse rurali aderenti all iniziativa si impegneranno ad accettare le garanzie in presenza di tutti i requisiti. Secondo le parti sottoscriventi, questo accordo può e deve con- tribuire a incoraggiare aspiranti imprenditrici a creare un impresa; inoltre sarà anche un incentivo per le imprenditrici già attive a investire nella loro azienda. Soprattutto le imprenditrici riscontrano spesso grosse difficoltà nell accesso al credito e alle prestazioni di garanzia. L accordo per la promozione dell imprenditoria femminile può portare agevolazioni in questo senso. Oltre all entità dei finanziamenti sono state stabilite anche le forme tecniche bancarie del sostegno e le rispettive condizioni economiche. È stata inoltre prevista la possibilità di sospendere la restituzione in caso di maternità dell imprenditrice nonché di grave malattia della stessa o di un suo famigliare. Segreteria generale tel Appalti pubblici: brochure informativa e offerta formativa La direttiva UE n. 24/2014 contiene i principi fondamentali per gli appalti pubblici nei paesi membri dell Unione Europea. La nuova regolamentazione dovrebbe facilitare anche la partecipazione di microimprese e piccole imprese, finora fortemente penalizzate in questo campo. La Camera di commercio di Bolzano ha elaborato in collaborazione con il Südtiroler Wirtschaftsring (SWR) una brochure informativa per le imprenditrici e gli imprenditori altoatesini. La pubblicazione è stata presentata a fine aprile all opinione pubblica e offre una panoramica delle procedure per l affidamento di appalti pubblici. Spesso la partecipazione a gare pubbliche viene percepita come onerosa, burocratica e pesante; per gli imprenditori e le imprenditrici dell Alto Adige è tuttavia importante conoscere i vari sistemi di affidamento. Con la brochure informativa il WIFI, il servizio di Formazione della Camera di commercio di Bolzano ha organizzato due manifestazioni informative sugli appalti, di cui la prima intitolata Appalti pubblici Introduzione si è svolta il 21 maggio. In occasione della seconda manifestazione del 28 maggio Appalti pubblici Approfondimento gli interessati potranno acquisire informazioni aggiuntive su tematiche specifiche. Scopo del lavoro di sensibilizzazione della Camera di commercio di Bolzano è fornire un quadro generale degli appalti alle imprese altoatesine; anche le piccole imprese devono avere infatti la possibilità reale di partecipare al sistema degli appalti pubblici senza essere escluse a priori per un eccessivo onere burocratico. Segreteria generale tel per l ECONOMIA

7 Highlights Camera di commercio Alcuni partecipanti della Export Week 2015 Grande successo per la Export Week La quarta edizione della Export Week, organizzata dall EOS Organizzazione Export Alto Adige della Camera di commercio di Bolzano, ha confermato il successo degli anni scorsi. Dal 13 al 17 aprile 2015 gli imprenditori e le imprenditrici altoatesini hanno usufruito di consulenze specifiche sull export. Esperti ed esperte della rete internazionale di partner dell EOS hanno fornito informazioni su vari paesi, mercati e temi legati all esportazione. La Export Week ha messo in contatto imprenditori e imprenditrici altoatesini interessati con esperti del settore. Gli operatori economici locali hanno avuto così l opportunità di informarsi durante consulenze gratuite sulle procedure da seguire per l accesso a nuovi mercati. EOS Organizzazione Export Alto Adige tel Dal 13 al 17 aprile 2015 imprenditori e imprenditrici altoatesini hanno partecipato a consulenze specifiche sull export Il consulente per l Austria Bernd Huber e Hans Grünfelder della Bauservice Sas La consulente per la Francia Wally Lindermeir con Marco Isabella e Reinhard Hofer della Saedi Srl Il collaboratore dell EOS Thomas Lunger, il consulente Erwin Machhart della Österreichische Kontrollbank e Markus Walder, responsabile del reparto International Trade Support dell EOS Il consulente per la Scandinavia Thomas B. Ramsten e Stephany Guerra della Naturalook Srl Il consulente per la Svizzera Raphael Bodenmüller con l imprenditrice Hildegard Niederstätter della Niederstätter Spa per l ECONOMIA 7

8 Camera di commercio Qualità dall Alto Adige all Expo 2015 Durante l esposizione mondiale, che si svolge a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015, l Alto Adige non si limiterà ad attirare l attenzione su di sé con uno stand in legno di larice, ma conquisterà i cuori e i palati dei visitatori e delle visitatrici soprattutto grazie alla qualità dei suoi prodotti. L Expo non è solo una vetrina per presentare i nostri prodotti di punta a visitatori e visitatrici di tutto il mondo, spiega Andrea Zeppa, Direttore del Dipartimento all economia della Provincia, si tratta invece soprattutto di un occasione irripetibile per costruire reti di contatti e stringere nuove relazioni con partner internazionali. Il vino rappresenterà una parte centrale dell offerta gastronomica e sarà presente allo Stand dell Alto Adige durante i sei mesi dell Expo. Werner Waldboth, Direttore marketing del Consorzio Vini Alto Adige sottolinea: Sin dall inizio per noi è stato chiaro che il vino non avrebbe potuto in nessun caso mancare alla partecipazione dell Alto Adige all Expo. Con i loro ettari, i viticoltori altoatesini producono meno dell uno percento del vino italiano. In rapporto alla superficie, però, l Alto Adige è il territorio al quale, negli ultimi anni, è andato il maggior numero di riconoscimenti per i vini di alta qualità. Nella coltivazione delle mele, al contrario, l Alto Adige si può considerare una grande potenza: i suoi ettari rappresentano infatti l area coltivata a mele più grande d Europa. La produzione annua provinciale di circa un milione di tonnellate di mele corrisponde a un decimo della produzione europea e a circa metà di quella italiana. Ciononostante la nostra ambizione non è di essere grandi, ma di essere bravi, afferma Georg Kössler, Presidente del Consorzio Mela Alto Adige, e questo è ciò che vogliamo trasmettere ai visitatori e alle visitatrici dell Expo. L albergatrice di Nalles Marion Pristinger ha vinto il bando per la gestione del ristorante presso lo stand all Expo. Lo slogan Feeding the Planet Energy for Life sembra tagliato su misura per l Alto Adige, è convinta Pristinger, i prodotti di qualità dell Alto Adige mettono in evidenza la varietà culinaria che può offrire la nostra provincia. Il ristorante dello stand Expo è stato adeguatamente battezzato Delicious e dovrebbe rendere l Alto Adige appetitoso, nel vero senso della parola, per i visitatori e le visitatrici. L EOS ha presentato il Festival del Gusto all Expo nell ambito di una settimana tematica. Il Festival del Gusto ha luogo a Bolzano dal 29 al 31 maggio. All Expo intendiamo rivolgerci alla stampa e al pubblico specializzato, spiega Paul Zandanel, responsabile del reparto Marketing Support dell EOS, ma speriamo anche che alcuni visitatori e visitatrici dell esposizione mondiale facciano sosta a Bolzano durante il viaggio di ritorno a casa o che scelgano di farci anche solo una puntatina. Expo tel ORGANIZZAZIONE EXPORT ALTO ADIGE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLZANO ANNUNCIO APPUNTAMENTI CON L EOS VERSO L EXPORT MANIFESTAZIONI Zurigo Copenhagen Vienna Monaco di Baviera Düsseldorf Manifestazione a tema - settore edile Giornata degli agenti di commercio della Baviera e del Baden Württemberg Manifestazione a tema Termine d iscrizione: EXPO Milano Esposizione universale L Alto Adige si presenta EOS on the road Val Pusteria Val Venosta Vipiteno Giornata di consulenza su temi dell export e sui servizi offerti dall EOS. Termine d iscrizione: 1 settimana prima di ogni singolo evento VIAGGI IMPRENDITORIALI Autunno 2015 Polonia Settore edile e delle subforniture Termine d iscrizione: IHMRS, New York Settore alberghiero Termine d iscrizione: Greenbuild, Washington Settore edile e delle energie rinnovabili Termine d iscrizione: BIG5, Dubai Settore edile Termine d iscrizione: FIERE Heim + Handwerk/Food&Life, Monaco di Baviera in contemporanea; aperte al pubblico per l artigianato, l abitazione e le specialità gastronomiche Termine d iscrizione: Iscrivetevi ora: Tel per l ECONOMIA

9 Giovani imprenditori puntano sui prodotti contadini Intervista creazione d impresa Camera di commercio Il negozio stubenfein in via dei Vanga a Bolzano è accogliente come una stube contadina e i prodotti sono di altissima qualità. Nella loro bottega, due giovani amici di Bolzano vendono solo prodotti provenienti dai masi dell Alto Adige e vogliono sfruttare la propria idea commerciale per costruirsi una nuova esistenza. Alexander Tscholl e Eugen Vicari parlano delle loro esperienze. Il giovane imprenditore Eugen Vicari nel suo negozio stubenfein in via dei Vanga a Bolzano Per gli imprenditori e le imprenditrici non sono tempi facili. Come mai, invece, voi avete deciso di rischiare nonostante tutto e di rendervi ugualmente indipendenti? Alexander Tscholl: La domanda giusta sarebbe questa: i tempi diventeranno migliori? E poi la gente che si interessa ai prodotti regionali è sempre di più. Inoltre, almeno attualmente, siamo ancora liberi e senza figli, e possiamo quindi concentrarci completamente sul nostro lavoro. Voi siete entrambi debuttanti assoluti e non venite nemmeno dal settore alimentare. Come vi è venuta l idea di aprire una bottega che offre prodotti contadini? Alexander Tscholl: Quando abbiamo notato che un nostro conoscente, che studiava a Trento, dopo ogni visita in Alto Adige si riportava a casa chili di Schüttelbrot. In origine volevamo mettere tutto in piedi esclusivamente online, ma alla fine il progetto si è trasformato in un negozio vero. Qual è il vostro target di riferimento? Eugen Vicari: Attualmente soprattutto i residenti che comunque dovrebbero rimanere il nostro pubblico principale. Ciò che vogliamo è occuparci al meglio dei nostri clienti fornendo anche una consulenza adeguata. Ma con il negozio online vogliamo rivolgerci in futuro anche ai turisti. Come prima cosa avete preso in considerazione il servizio Creazione d impresa della Camera di commercio di Bolzano. Come ne avete tratto vantaggio, nella fondazione della vostra azienda? Alexander Tscholl: Il colloquio con la Camera di commercio è stato utilissimo. Ci siamo presentati con un business plan elaborato da noi e, su quella base, ci è stato spiegato con chiarezza se le nostre aspettative sarebbero state realizzabili o meno. Ci hanno anche fornito molti spunti di riflessione, per esempio: qual è il nostro target di clientela? Come possiamo realizzare concretamente la nostra idea? Ma alla fine abbiamo dovuto decidere noi: facciamo il grande passo o no? E anche: cosa facciamo della nostra idea? Come pensate di promuovere e rendere nota la vostra idea commerciale? Eugen Vicari: In primo luogo con il passaparola che rimane ancora il modo migliore. Naturalmente, oggi, molto dipende anche da internet e dai social media, che sono essenziali soprattutto ma non solo per il negozio online. Quanto è difficile o facile fondare una nuova azienda in Alto Adige? Alexander Tscholl: La creazione di un azienda, di per sé, non è stata niente di troppo difficile. Alla fine, però, ciò che serve è molta pazienza e resistenza, soprattutto per girare in tutti gli uffici necessari e riuscire a mettere insieme tutte le carte richieste per poter finalmente cominciare l attività vera e propria. Tramite la Camera di commercio abbiamo innanzitutto raccolto informazioni sul- la creazione d impresa e poi io ho frequentato un corso dedicato al settore alimentare presso l Unione commercio turismo servizi Alto Adige. Da parte dello Stato o della Provincia non ci sono veri aiuti per cominciare. E come ve la siete cavata con la burocrazia? Eugen Vicari: La battaglia delle carte ruba molto tempo, potrebbe e dovrebbe essere ridotta. Per facilitarci il lavoro abbiamo trasferito la maggior parte della contabilità a un ufficio esterno. Come vi vedete di qui a un anno? Alexander Tscholl: Nel giro di un anno vorremmo avere realizzato la maggior parte delle nostre idee. Il negozio online è già in piedi e stiamo lavorando a una collaborazione con ristoranti e pubblici esercizi. Il meccanico diplomato Alexander Tscholl punta in futuro anche su un negozio online Alexander Tscholl, 27 anni, è un meccanico diplomato. Eugen Vicari, 29 anni, ha fatto esperienza in molti settori, tra cui anche quello della vendita. Nell ottobre 2014 Tscholl e Vicari hanno aperto in via dei Vanga a Bolzano stubenfein, il negozio dove offrono generi alimentari prodotti dai contadini dell Alto Adige. Oltre a ciò, i due giovani bolzanini hanno l intenzione di mettere in mostra anche pezzi d artigianato contadino. In collaborazione con studenti di design dell Università di Bolzano, Tscholl e Vicari hanno ideato e realizzato in proprio l intero arredamento del loro negozio. Per le vetrine decorate da loro stessi sono stati premiati dall Unione commercio turismo servizi Alto Adige. per l ECONOMIA 9

10 Intervista sviluppo d impresa Camera di commercio Avanti tutta Raccogliere nuove idee, sondare strategie per la propria azienda e restare al passo con i tempi ecco cosa vuole Stefan Tavernaro di Sesto. Da un anno il giovane imprenditore usufruisce dell iniziativa di consulenza per lo sviluppo d impresa Pronti per il futuro. Marketing e internazionalizzazione. A me preme consolidare l azienda, costruire una nuova clientela e creare diversi canali, sia per quanto concerne i prodotti che i clienti. Stefan Tavernaro, proprietario dell albergo e ristorante Lanterna verde a Sesto Stefan Tavernaro, 35 anni, gestisce insieme ai suoi genitori l albergo e ristorante Lanterna verde a Sesto. Da cuoco diplomato prepara inoltre specialità altoatesine quali schlutzkrapfen, gnocchi di patate e fagottini ripieni che distribuisce in tutta Italia e in Austria e Germania con il marchio Gustoalpin. Si tratta di prodotti surgelati di qualità, fatti con ingredienti locali. Dopo diversi tirocini in Italia e all estero Tavernaro lavora ormai da dieci anni nell azienda di famiglia. Il suo slogan è non si finisce mai di imparare. Come è venuto a conoscenza dell offerta Pronti per il futuro? Tramite la promozione della Camera di commercio in vari media e poi, in un secondo momento, parlando con una conoscente. Per quale motivo ha deciso di usufruire delle consulenze professionali? Non si finisce mai di imparare e le opportunità vanno colte per trovare nuove idee, restare al passo con i tempi e allacciare contatti. Quali temi sono particolarmente interessanti per la Gustoalpin? Come si svolgono le consulenze? Da un anno la nostra azienda viene affiancata da un esperta di marketing che opera come consulente per Pronti per il futuro. Gli incontri si svolgono a Sesto oppure a Bolzano, una soluzione ideale per chi come noi abita in periferia. L offerta si basa su quattro aspetti centrali. Inizialmente viene analizzato lo stato di fatto dell azienda: i suoi fornitori, i suoi clienti, la promozione fatta per i prodotti, il sito internet, se lavora coprendo i costi oppure se spreca risorse. In un secondo momento si affronta il futuro: quali sono gli obiettivi dell azienda, quali decisioni vanno prese, quali clienti potrebbero essere interessanti? Nelle condizioni attuali l azienda riuscirebbe a servire una clientela maggiore, utilizzando una forma pubblicitaria unica? Nella terza fase di consulenza, nella quale ci troviamo noi adesso, si passa all attuazione. Quarto argomento sarà infine lo sviluppo autonomo dell azienda, senza affiancamento di esperti. Nel complesso è un processo piuttosto lungo. Le consulenze sono molto concrete e dettagliate. Lei gestisce la Gustoalpin insieme ai Suoi genitori e si trova pertanto nel mezzo di un cambio generazionale. Come vive questa situazione? Gestire un azienda oggi significa affrontare moltissima burocrazia. Rispettare tutte le prescrizioni e normative è una grande sfida. Lavoro volentieri insieme ai miei genitori che usano la necessaria prudenza, mentre noi giovani a volte siamo troppo precipitosi. Sono costantemente al mio fianco fornendomi preziosi consigli e aiuti concreti. Tramite l iniziativa Pronti per il futuro le imprese altoatesine possono farsi consigliare da e- sperti riguardo lo sviluppo della propria azienda. Le consulenze agevolate, che vengono promosse e offerte per una durata di quattro giornate forniscono impulsi sui seguenti temi: Innovazione Brevetti e marchi (Patlib) Creazione d impresa e consolidamento Successione d impresa Cooperazione Sicurezza dei prodotti ed etichettatura Sviluppo del personale Impresa che concilia lavoro e famiglia Pronti per il futuro è un offerta della Camera di commercio di Ha già ottenuto dei primi successi grazie a Pronti per il futuro? Stiamo allacciando contatti con nuovi clienti e vorremmo aumentare le esportazioni. Attualmente ci troviamo nel bel mezzo di questo processo. Per quanto riguarda la consulenza stessa posso dire che terminata l iniziativa Pronti per il futuro manterremo sicuramente anche in seguito i contatti con la consulente di marketing. Bolzano in collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano, ripartizione Economia e ripartizione Innovazione, ricerca e università. Sviluppo d impresa tel per l ECONOMIA

11 WIFI Camera di commercio Formazione su misura Il WIFI, il servizio di formazione della Camera di commercio di Bolzano offre, oltre all offerta formativa a catalogo, anche un servizio di formazione mirata e personalizzata. Per affrontare i bisogni delle singole persone e delle imprese vengono organizzati su richiesta seminari, training, coaching e altri interventi formativi su misura. L obiettivo del WIFI è sostenere le persone e le organizzazioni in modo ottimale nella loro crescita, affinché possano sviluppare appieno il loro potenziale: WIFI Inhouse La formazione aziendale su misura è consigliabile soprattutto per tematiche specifiche di un azienda e anche per affrontare nuove sfide. Qualificare contemporaneamente i collaboratori e le collaboratrici accelera il processo di cambiamento, favorisce lo spirito di gruppo e incentiva lo sviluppo dell intera organizzazione. WIFI One to one Training e coaching individuali soddisfano al meglio le esigenze della singola persona. Il cliente definisce con il proprio trainer o coach i contenuti, la data e il luogo della propria formazione questa è vera formazione su misura! WIFI Workshop Lo sviluppo del team o di una nuova strategia, l ottimizzazione dei processi, la gestione di conflitti, etc. possono essere affrontati in maniera efficace tramite dei workshop. Il WIFI dispone di un pool di moderatori professionali e offre un sostegno per la realizzazione dei workshop aziendali. WIFI On demand Sulla piattaforma online del WIFI è possibile valutare nuove proposte formative del WIFI. Non appena viene raggiunto il numero sufficiente di interessati verrà realizzata la formazione desiderata. WIFI Formazione tel Test di autovalutazione FitForRating con indici di bilancio fino al 2013 Il test di autovalutazione sviluppato dall IRE - Istituto di ricerca economica della Camera di commercio FitForRating aiuta le imprese a individuare i propri punti forti e deboli. Il pacchetto di misure di Basilea III ha imposto alle banche una più severa gestione dei rischi, attribuendo così al rating, ovvero alla valutazione della capacità di un impresa di accendere un credito, un ruolo maggiore rispetto al passato. Per l analisi dell impresa vengono utilizzati dati quantitativi (ad esempio indici di bilancio), ma anche informazioni qualitative (sull organizzazione, sulla gestione, etc.). Per gli imprenditori e le imprenditrici come per i dirigenti aziendali è importante e non solo in vista di un colloquio con la banca conoscere sempre l attuale situazione finanziaria dell impresa. Questo permette di prendere quotidianamente le decisioni giuste per la realizzazione di obiettivi prefissati a lungo termine. L IRE Istituto di ricerca economica della Camera di commercio di Bolzano ha calcolato una serie di indici di bilancio per i singoli settori altoatesini; se interpretati correttamente offrono alle imprese un prezioso orientamento. Sulla base di questi indici l IRE ha sviluppato il test di autovalutazione FitForRating che permette alle imprese di capire il loro posizionamento rispetto alla media del settore altoatesino. Lo scopo è individuare punti forti e punti deboli per intervenire in tempo con misure correttive adeguate. Il test di autovalutazione si basa su tre elementi fondamentali. Tramite l analisi del bilancio consuntivo vengono valutate le condizioni economiche. Oltre a indici che misurano la redditività (quali il return on Investment-ROI o il fatturato per addetto), si applicano anche indici di liquidità (ad esempio la durata dei crediti verso i clienti o la liquidità secondaria), nonché indici patrimoniali (ad esempio l incidenza del patrimonio netto). I dati dell impresa vengono quindi raffrontati con la media del settore. Se ad esempio un impresa che opera nel commercio al dettaglio vanta un ROI maggiore rispetto alla media dell intero commercio al dettaglio in Alto Adige, ottiene un punteggio superiore a quello che avrebbe ricevuto se avesse raggiunto solamente la media. I fattori interni forniscono una valutazione qualitativa dell impresa (riferita per esempio a organizzazione, gestione del personale e management), mentre i fattori esterni permettono un analisi su comparto, prodotto e contesto dell azienda. Il test FitForRating può essere scaricato gratuitamente dal sito internet della Camera di commercio. IRE Istituto di ricerca economica tel per l ECONOMIA 11

12 Agricoltura Camera di commercio Un partner per l agricoltura e la viticoltura Le competenze della Camera di commercio nel settore dell agricoltura interessano in primo luogo la viticoltura. Comprendono la certificazione dei vini DOC dell Alto Adige (nel 2014 sono state conferite circa certificazioni) e la rilevazione della quantità di vini DOC e vini IGT imbottigliati nel corso dell anno. Oltre a ciò, presso il reparto Agricoltura della Camera di commercio è attivo l Organismo di controllo per la certificazione di vini a denominazione di origine controllata. In questo modo la Camera rappresenta il principale punto di riferimento per l intera produzione vitivinicola in Alto Adige. Il reparto Agricoltura funge da partner competente per l interpretazione delle prescrizioni e delle norme giuridiche. Alle imprenditrici e agli imprenditori offre l aiuto necessario al corretto adempimento delle incombenze di legge. In una banca dati sono state raccolte preziose informazioni in merito all economia vitivinicola altoatesina, sempre consultabili da parte degli interessati. Delle attività del reparto Agricoltura fanno parte anche la rilevazione delle giacenze mensili da ottobre a luglio nonché la rilevazione annuale della produzione di frutta. Nel 2014 il raccolto di mele in Alto Adige ha superato la quota di un milione di tonnellate. Il raccolto di pere, invece, ha raggiunto circa 500 tonnellate. I dati rilevati sono pubblicati sul sito internet della Camera di commercio di Bolzano e consultabili in qualsiasi momento. Il reparto Agricoltura della Camera di commercio di Bolzano rappresenta un importante partner per i settori della viticoltura e dell agricoltura e, in questo senso, è costantemente impegnato sul fronte della semplificazione delle incombenze burocratiche. Viene inoltre continuamente rafforzata la collaborazione con il Consorzio Vini Alto Adige. Agricoltura tel Evitare e gestire clausole ingiuste: nuovo servizio per consumatori e imprese La Camera di commercio di Bolzano ha attivato tramite una specifica convenzione e in collaborazione con le Camere di commercio di Trento, del Veneto e con Unioncamere Veneto un servizio di controllo delle clausole vessatorie inserite nei contratti conclusi tra imprese e consumatori. Sono ritenute vessatorie, cioè ingiuste, le clausole che determinano un vantaggio a favore del professionista e a danno del consumatore. Molto spesso i contratti vengono predisposti dalle aziende e conclusi mediante sottoscrizione di moduli o formulari da parte del consumatore. Si pensi ad esempio ai contratti di telefonia o di rete conclusi per adesione: il consumatore, in questi casi, accetta il contenuto del contratto senza avere la possibilità di trattare individualmente le clausole in esso contenute. Per proteggere i consumatori e le consumatrici, la legge individua una serie di clausole che sono ritenute inique e quindi non producono nessun effetto, cioè sono nulle. Per evitare l uso di clausole vessatorie e prevenire in questo modo eventuali controversie tra imprese e consumatori, un valido aiuto è lo strumento del contratto-tipo. Si tratta di un modello contrattuale che contiene tutte le informazioni che il professionista deve dare al consumatore o alla consumatrice. Il sistema camerale italiano ha predisposto e messo a disposizione una serie di contratti-tipo che interessano diversi settori economici come l artigianato, il commercio, l edilizia, il turismo, etc. Tramite la convenzione stipulata recentemente, i consumatori e le consumatrici hanno la possibilità di segnalare le clausole contrattuali che ritengono ingiuste al servizio Tutela della concorrenza della Camera di commercio di Bolzano. Le segnalazioni vengono inoltrate ad una Commissione giuridica appositamente istituita presso Unioncamere Veneto che ha il compito di valutare se effettivamente le clausole segnalate sono inique o meno. La Commissione giuridica è composta da cinque componenti dotati di esperienza qualificata nel settore giuridico economico. Il servizio Tutela della concorrenza fornisce ai consumatori e alle imprese le informazioni su questo tema. Tutela della concorrenza tel COLOPHON Per l economia Bollettino d informazione della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Bolzano 17 anno, 4/2015 Editore: Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Bolzano Direzione e amministrazione: via Alto Adige 60, Bolzano tel , fax Direttore responsabile: dott. Alfred Aberer Redazione: Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Bolzano Progetto grafico: Zoffel Hoff Partner, Friesenecker & Pancheri, Thuile Grafique, Friedl Raffeiner Foto: Shutterstock, Fotolia, USP, Camera di commercio, EOS, Marion Lafogler, Alex Filz, stubenfein, Lanterna verde Stampa: Karo Druck / Frangarto Autorizzazione del Tribunale di Bolzano: n. 3/99 Associato all Unione Stampa Periodica Italiana USPI, Roma 12 per l ECONOMIA

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE

CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE CARTA EUROPEA PER LE PICCOLE IMPRESE Le piccole imprese sono la spina dorsale dell'economia europea. Esse sono una fonte primaria di posti di lavoro e un settore in cui fioriscono le idee commerciali.

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Guida ai Circoli professionali del Rotary

Guida ai Circoli professionali del Rotary Guida ai Circoli professionali del Rotary Rotary International Rotary Service Department One Rotary Center 1560 Sherman Avenue Evanston, IL 60201-3698 USA www.rotary.org/it 729-IT (412) Introduzione ai

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO

PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 07.04.1998 COM (98) 222 PROMUOVERE LO SPIRITO IMPRENDITORIALE IN EUROPA: PRIORITÀ PER IL FUTURO COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO I. LO SPIRITO IMPRENDITORIALE:

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE)

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) Sono pervenuti in merito al Bando riservato alle P.M.I. pubblicato sul sito dell ASI in data 11 agosto 2010

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Una Crescita Possibile

Una Crescita Possibile Accordo 2014/2015 Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria Una Crescita Possibile INTESA SANPAOLO S.p.A. in seguito denominata Intesa Sanpaolo o "Banca" con sede in Torino, Piazza San Carlo 156,

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità 6 settembre 2012 Bruno Koch Situazione iniziale tipica in una città campione Numero di abitanti: 100 000 Volume di fatture: ricevute

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli