ELENCO E CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO DELLE APPARECCHIATURE OGGETTO DELLA FORNITURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ELENCO E CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO DELLE APPARECCHIATURE OGGETTO DELLA FORNITURA"

Transcript

1 Allegato 0: CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO ELENCO E CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO DELLE APPARECCHIATURE OGGETTO DELLA FORNITURA 1

2 per 11 posti letto Caratteristiche Generali di Riferimento e Composizione del sistema Si richiede di fornire ed installare un sistema di monitoraggio per 11 posti letto presso la Rianimazione del nuovo DEA di Riccione, avente la seguente distribuzione: 8 PL nella stanza open space, 2 PL in due camere d isolamento ed 1 PL nell accettazione e preparazione dei pazienti. Le caratteristiche di riferimento dei monitor da collocare ad ogni posto letto sono le stesse. La centrale di monitoraggio sarà posizionata presso l area di sorveglianza collocata nell open space. Si richiede che il monitoraggio al posto letto preveda la sorveglianza dei parametri fisiologici ma anche la possibilità di interagire, da parte del medico, con tutte le valutazioni funzionali, di laboratorio e diagnostiche, fino alla gestione della cartella clinica. Il modello di monitoraggio preferito per rispondere a quanto sopra è costituito dalla separazione delle funzioni di monitoraggio da quelle di gestione di informazioni e dati del paziente, realizzato con due differenti monitor, ma saranno presi in considerazione anche sistemi che integrano le due funzioni in un unico monitor, sempre che, durante la visualizzazione delle varie informazioni del paziente, si possano continuare ad osservare chiaramente le informazioni relative al monitoraggio dei parametri vitali. Deve essere garantita la continuità del monitoraggio, senza perdita di informazioni, durante i trasporti intraospedalieri, preferibilmente grazie allo spostamento del monitor principale. Infatti il modello a riferimento, avente due monitor differenti, dovrebbe presentare il vantaggio di poter utilizzare per lo spostamento uno dei due monitor per seguire i trasferimenti del paziente. Monitor Portatili Nel caso il monitor del paziente non possa essere impiegato direttamente per il trasferimento allora la ditta dovrà fornire almeno tre monitor portatili con almeno 4 tracce visualizzabili contemporaneamente e dotati ciascuno almeno dei seguenti parametri: ECG a 3 derivazioni, SpO2, FC, NIBP ed avente la possibilità di implementare anche i parametri per 2 IBP e 1 etco2, con schermo da 8 /10. In tutti i casi è richiesta una semplice connessione o un facile sganciamento del monitor senza richiedere lo scollegamento dei cavi paziente, che sia maneggevole mantenendo la continuità nella gestione dei dati. I monitor aggiuntivi dovranno comunque poter essere collegabili alla centrale di monitoraggio grazie al collegamento in rete fisica con i restanti monitor. Per il trasferimento i monitors dovranno essere dotati di una alimentazione autonoma che garantisca una autonomia in condizione di funzionamento ordinaria di almeno 2 ore Caratteristiche Particolari di Riferimento Il sistema di monitoraggio richiesto dovrà essere composto da: monitor per ogni posto letto centrale di monitoraggio cartella clinica 2

3 Monitoraggio posto letto E raccomandata, come già evidenziato, la configurazione che preveda per ogni singola postazione un doppio display, con uno avente dimensione da 17 del tipo TFT ad alta risoluzione per una adeguata visualizzazione delle immagini, da utilizzarsi per la gestione dei parametri del paziente e per la cartella clinica, mentre l altro da 12 per il monitoraggio dei parametri fisiologici. Il monitoraggio dei parametri fisiologici con architettura modulare o configurata deve comprendere almeno i seguenti parametri: ECG a n 3 derivazioni; Pressione Invasiva (almeno 2 canali); NIBP SpO2 Respiro etco2 temperatura con doppio sensore; Deve essere presente l analisi delle aritmie ed altre eventuali informazioni (calcoli emodinamici, farmaci, modulo sepsi, etc..). Il monitor deve permettere la visualizzazione di n: 8 tracce contemporanee; Deve essere presente un uscita analogica ECG per la sincronizzazione con altre apparecchiature (es. Contropulsatore). Il software deve essere adatto ad adulti e bambini senza limiti di peso. E preferibile che il display sia personalizzabile con differenti configurazioni a scelta del personale medico. E richiesto il funzionamento a rete e a batteria dei monitor dedicati al trasporto, con durata minima garantita di almeno 120 minuti. Alcuni dati di memoria richiesti: trends per almeno 24 ore memorizzazione di almeno 30 eventi e tracciati (preferibile) E richiesto di poter visualizzare tutti i dati (forme d onda, parametri, eventualmente trend) presenti sui monitor di altri posti letto dal monitor di lavoro, ed è preferibile che questa possibilità si abbia anche per più monitor contemporaneamente. E richiesta l analisi del tratto ST dal posto letto. Su uno dei due monitor (o sul monitor polifunzionale nella configurazione integrata per posto letto) si devono poter richiamare e visualizzare i dati e le immagini dall intranet ospedaliero, in particolare grazie alla modalità DICOM 3 e RIS/IS PACS per la visualizzazione delle liste di lavoro, delle immagini radiologiche ed ecografiche. Deve essere garantita l integrazione con lo scambio completo delle informazioni fra il ventilatore presente, il monitoraggio e la cartella clinica offerti. E richiesto anche il collegamento alle apparecchiature da laboratorio, in particolare all emogasanalizzatore presente in reparto, le informazioni relative all infusione delle pompe collegate al paziente, i parametri ventilatori degli apparecchi presenti in reparto, affinché siano visualizzabili al posto letto. 3

4 Si ribadisce, al fine della composizione dell offerta, la dotazione di base per ciascun monitor: ECG, NIBP, Respiro, SpO2, 2 x IBP, etco2, 2 x Temperatura. Si richiede inoltre in aggiunta di poter monitorare i seguenti parametri, in maniera integrata al sistema di monitoraggio, che la ditta dovrà quotare separatamente: n.2 x ECG a 12 derivazioni diagnostiche n. 1 x EEG con almeno 2/4 tracce n. 1 x BIS n. 2 x PICCO n. 1 x CO con metodo classico invasivo n. 1 x CO con metodo non invasivo (anche in versione non integrata) Tutti questi canali (ed anche i parametri derivati dalla misura diretta) devono essere visualizzati sui monitor al posto letto e disponibili nei trend. Interfaccia con il sistema informativo aziendale E richiesta inoltre la rispondenza allo standard HL7 per l interfacciamento e l interoperabilità con il sistema informativo ospedaliero (HealthTrak). Il sistema dovrà consentire la condivisione/esportazione dei dati verso la cartella clinica Aziendale TrakCare. In particolare dovrà essere valutato dalla ditta il costo necessario all integrazione con il sistema posseduto e l offerta dovrà essere comprensiva di questi oneri nulla escluso. Viene richiesto per l integrazione del sistema offerto con il sistema aziendale TrakCare: 1) La gestione dei messaggi HL7, con elenco dei messaggi trattati e per ogni messaggio si desiderano i dettagli delle informazioni gestite 2) L anagrafica può essere recuperata anche tramite una vista ODBC 3) Deve avere la possibilità di eseguire pagine Web di altri fornitori I dati per necessari all interfacciamento sono: in Ingresso l anagrafica del paziente (la cui ammissione viene registrata sempre su TrakCare) in Uscita l anagrafica, la diagnosi e le procedure eseguite, con la dimissione che sarà registrata sempre su Trackare; si devono poter importare le richieste di esami clinici nonché gli esiti (che saranno effettuate sempre tramite TrakCare dove saranno presenti gli esiti da importare). Schematizzazione del flusso dati TrakCare DNWEB Richiesta esami ed indagini Esiti Esami TrakCare Ammissione Cartella Clinica Dismissione TrakCare Anagrafica Anagrafica Diagnosi Procedure eseguite 4

5 E richiesta una prova funzionale di integrazione del sistema offerto con il sistema informativo aziendale, in fase di presentazione dei prodotti. Centrale di monitoraggio La centrale di monitoraggio dovrà poter gestire almeno fino a 16 posti letto grazie al posizionamento di due display TFT da almeno 17 ciascuno in alta risoluzione. Deve essere possibile la selezione di un solo paziente e visionarne le tracce a lui relative. Dovrà essere presente una stampante laser per la stampa delle 8 tracce e una stampante termica per la registrazione in real time degli allarmi. Il software della centrale deve fornire trends grafici e tabellari di tutti i parametri rilevati al posto letto. Le curve devono poter essere configurabili. La gestione degli allarmi deve permettere di impostarli su differenti livelli e di tacitarli, di definire delle categorie aritmiche e di analizzare il tratto ST sempre per ogni singolo paziente. La centrale si dovrà connettere alla rete intranet con protocollo di comunicazione Tcp/Ip. Deve essere compresa l opzione di memorizzazione di almeno 24 h di monitoraggio con la possibilità di estensione (da quotare) a ore delle forme d onda principali. Si richiede che la comunicazione fra i monitors continui a funzionare anche in caso di interruzione o mancato funzionamento della centrale. Gestione Cartella Clinica Come già descritto in precedenza è richiesta la presenza di una cartella clinica che abbia un proprio server centralizzato, da posizionarsi secondo le specifiche dell integrazione con il sistema informativo descritte successivamente, con più stazioni di consultazione. In particolare dovrà essere attivato su 4 postazioni. Dai monitor collocati ai posti letto dovrà essere possibile collegarsi al server ed effettuare inserimento di dati, note ed informazioni. Il software della cartella clinica deve poter registrare in automatico i parametri rilevati dal monitoraggio al posto letto e deve essere possibile la consultazione simultanea o a scelta fra tutti i pazienti collegati. La cartella deve gestire tutte le caratteristiche cliniche di diagnosi assistenziale dei pazienti. In particolare è richiesta: la compatibilità con TrakCare per l ammissione e la dimissione dei pazienti e per le richieste di esami di laboratorio e di indagini radiologiche come già descritto nella sezione dedicata all interfaccia la visualizzazione e l eventuale archiviazione temporanea di esami di laboratorio e delle immagini radiologiche La ditta pertanto dovrà dichiararsi disponibile ad interfacciarsi con gli operatori di TrakCare per realizzare i moduli necessari allo scambio delle informazioni descritte senza oneri alcuno a carico dell Azienda USL. Si precisa che l offerta per la cartella clinica dovrà essere indicata in modo separato, in quanto questa Azienda, ai sensi dell art. 2 del Capitolato d Oneri, si riserva la facoltà di acquisire o meno tale funzionalità. Vincoli di installazione L offerta deve comprendere tutta l impiantistica di rete, sia in termini di materiale che di manodopera, necessaria al completamento a regola d arte dell intero sistema di monitoraggio. Inoltre dovranno essere applicati tutti i software necessari alle interfaccie descritte. 5

6 Devono essere rispettati i vincoli richiesti nelle specifiche di integrazione dei sistemi elettromedicali con il sistema informatico/informativo aziendale di seguito descritti. ULTERIORI SPECIFICHE PER L INTEGRAZIONE DEI SISTEMI ELETTROMEDICALI CON IL SISTEMA INFORMATICO/INFORMATIVO AZIENDALE 6

7 Server Application, DB Server, File Server e Sistema di Backup L Ausl Rimini dispone di un Data Center che garantisce la continuità elettrica, la climatizzazione, l antincendio, la resilienza ed il controllo dell accesso. I Server sono collocati in Armadi tecnologici a Rack 19. La potenza di elaborazione è mantenuta superione alle necessità per garantire lo sviluppo e la continuità di servizio, pertanto la fornitura di applicazioni informatiche possono essere installate sui Server aziendali senza costi aggiuntivi. Attualmente i Server a disposizione hanno una configurazione minima del tipo: - Processore Intel Quad Core - 8 GB di RAM - 6 HD SAS da 146 GB 15k - 3 porte Gb Eth - alimentatori e ventole ridondate - unità Combo CD-RW 24x \ DVD 8x - S.O. Windows 2003 Std, preferibile Linux Red Hat EL 4.0 o Debian VMware 3 - Sk qlogic per collegamento a Storage EMC Inoltre sono disponibili sia un DB Server per applicazioni in ambiente Oracle X ver. Std, che File Server, entranbi su sistemi clustering. Se il fornitore non ritiene di utilizzare risorse Hw e Sw sopra indicate, deve in ogni caso fornire Server ed accessori per l installazione negli armadi Rack da 19 del Data Center Ausl, indicando la dimensione in unità rack, e consegnare tutte le licenze necessarie all utilizzo dell applicazione fornita. Postazioni Client Il lato Client ha la seguente configurazione minima: - PC Intel o AMD 512 MB di RAM espandibile, disco da 160 GB 7200 RPM, unità ottica, Sk di rete, Sk audio, S.O. Windows XP professional - Sw per produttività individuale: Open Office - Monitor LCD 17 o 19 - Stampanti Laser HPLj3005 e HPLj si dovranno specificare eventuali necessari potenziamenti Nel caso che l'applicativo utilizzi l'ambiente Windows è prerequisito che funzioni correttamente in ambiente Windows Terminal Server. Gestione della Sicurezza- Single Sign- on L applicativo software dovrà garantire tutte le misure di sicurezza definite dal DLgs 30 giugno 2003, n.196 Codice in materia di protezione dei dati personali. - In particolare dovranno essere garantiti accessi selezionati tramite credenziali per l autorizzazione attraverso la coppia user-id e password. - La password non dovrà essere inferiore agli 8 caratteri e dovrà essere modificata almeno ogni sei mesi; per questo motivo dovranno essere predisposte opportune funzioni per verificare tale possibilità; non potranno essere riassegnate la coppia di autenticazione a diversi utenti nel tempo; - il sistema non dovrà permettere l accesso con la stessa coppia di credenziali contemporaneamente da diverse postazioni. - Dovranno essere definiti profili diversi a seconda delle funzionalità (amministrazione, refertazione, ). 7

8 - La validazione dell accesso utente deve avvenire tramite procedure LDAP; il sistema deve essere in grado di leggere ed eventualmente aggiornare l albero LDAP Aziendale, per quanto riguarda le seguenti informazioni: password, data di inserimento della password, user attivo, data ultimo accesso. - L azienda fornitrice sarà nominata quale INCARICATA DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI. Gestione della Sicurezza- Protezione dei dati personali - La produzione di referto clinici, richiedono la firma di personale medico tramite opportuna password e un volta certificato non sarà possibile modificarlo. Deve altresì essere garantita la possibilità di mantenere la storia dei referti per quanto riguarda le aggiunte e gli errori. Deve essere garantita la possibilità di attivare nel tempo procedure per la firma elettronica. - Non dove essere possibile accedere alle informazioni sensibili di pazienti che non sono in carico all Unità Operativa, le informazioni statistiche estratte non devono avere riferimenti riconducibili a pazienti. - Devono essere trasmesse al personale preposto dall Azienda USL (Ingegneria Clinica e Tecnologie Informatiche) le informazioni per una completa gestione delle procedure di backup e del relativo ripristino. Inoltre le procedure di salvataggio devono consentire, per ogni funzionalità fornita, il ripristino delle informazioni fino all ultimo Commit eseguito. Gestione della Sicurezza- Infrastruttura di Rete - Alfine di garantire la rete aziendale dall intrusione non autorizzata, il fornitore dove specificare quali servizi, lato server, devono essere attivi per il funzionamento delle applicazioni, quali direttori/cartelle vengono utilizzate, quali sono le specifiche d installazione, quali porte di comunicazione e protocolli devono essere attivati. - Il collegamento di attrezzature elettromedicali, con cablaggio strutturato (fibra ottica e doppino di categoria 5), sarà su una rete VLAN dedicata con protocollo TCP/IP, con connessione alle reti informatiche aziendali tramite dei firewall, per garantire tali attrezzature da eventuali software maligno. Il fornitore dovrà eventualmente specificare l ampiezza di banda necessaria per il buon funzionamento dell attrezzature e software applicativo Integrazioni HL7 ed applicazioni Ausl - L Ausl Rimini ha attivato un Sistema di Middleware BizTalk di Microsoft che consente la gestione integrata dei messaggi HL7 tra le varie applicazioni; inoltre sono disponibili alcune funzioni applicative per l archiviazione ed il recupero di referti, nonché la possibilità di richiamare la gestione della prescrizione farmaceutica. - Il dato anagrafico dei pazienti deve essere recuperato dal sistema informativo aziendale, tramite messaggi HL7; non devono essere consentite operazioni sul dato anagrafico ad utenti che non siano amministratori dell applicativo che deve essere limitato solo ad una persona che dovrà concordare eventuali operazioni di modifica con il referente aziendale dell anagrafe. - Al momento sono disponibili i messaggio HL7 ORM-O01 per la richiesta di prestazioni e ORU-R01 per il ritorno degli esami eseguiti e riferimento al referto prodotto. Saranno a breve disponibili messaggi di gestione del dato anagrafico e del ritorno del referto strutturato di laboratorio analisi 8

9 Integrazioni DICOM Per quanto riguarda la rispondenza allo standard DICOM e la connettività con il sistema informativo Aziendale è richiesto che almeno siano garantite le seguenti possibilità per il caricamento di worklist: A) dal sistema che richiede la worklist deve essere possibile eseguire (parametrizzare) una query sul database del sistema informativo aziendale impostando un messaggio DICOM Modality worklist information Model - FIND SOP Class; UID= , con i seguenti parametri: a. gruppo 08 campo 60 = CR o CT o RM o.. (secondo il tipo di modalità) b. gruppo 40 campo 01 = Nome modalità (es.= RCR1) c. gruppo 40 campo 02 = data del giorno (es ) (o data-data per range date) d. gruppo 40 campo 03 = ora prevista per accesso o time range di prenotazione dell'accesso Tale azione di richiesta dovrà poter essere impostata sia come azione manuale (richiesta dall utilizzatore) sia come azione automatica da eseguire con una ciclicità temporale da concordare. B) Deve, inoltre, essere possibile parametrizzare l interrogazione per richiesta manuale per singolo paziente al sistema Informativo, lavorando su campi univoci quali: accession number (che identifica univocamente l accesso) o patient ID (che recupera solo le richieste del paziente) unitamente al range di data e ora e alla modalità (codice del sistema diagnostico es. RCR1), questi ultimi devono essere impostati automaticamente, mentre accession number e patient ID devono poter essere inserite dall operatore semplicemente utilizzando il lettore di codici a barre di cui i sistemi computerizzati devono essere forniti. Tabelle di Codifica e Anagrafe Assistiti Nel caso in cui l applicazione gestisca gli archivi sotto elencati questi devono essere quelli aziendali, non possono essere inserite informazioni su tali archivi se non presenti su quelli aziendali. Gli archivi di riferimento aziendali sono i seguenti: - Prestazioni ambulatoriali - Archivio ICD9 delle Procedure ed Interventi - Codifica dei Comuni di Nascita, Residenza e Nazionalità - Codifica Operatori Aziendali: Medici, Infermieri, Tecnici ed Amministrativi - Codifica delle Esenzioni - Medici Prescrittori - Codifica Ambulatori, Reparti e Agende Prenotazione - Anagrafe delle Persone, dove sono gestite le seguenti tipologie di pazienti: a. Anagrafica Paziente "normale/standard" che può essere certificata (5 dati fondamentali sensibili validati dal Comune e CF validato) o no; b. Anagrafica di paziente anonimo, per questo tipo di anagrafica non è possibile modificare i dati sensibili e fare fusioni. Questo tipo di anagrafica deve essere considerata sempre come certificata e non modificabile; c. Anagrafica di Paziente Sconosciuto, la procedura deve consentire la riunificazione con il paziente reale una volta identificato; d. Anagrafica Paziente per Test, da utilizzare per prove di funzionalità, per questo tipo di anagrafica non è possibile modificare i dati sensibili e fare fusioni. Questo tipo di anagrafica deve essere considerata sempre come certificata e non modificabile. 9

10 Monitoraggio dei Sistemi ed Applicazioni installate Per i sistemi offerti, sia hardware che software, il fornitore deve, anche specificandoe la possibilità di installare il Software open source Hobbit o Bbwin monitor client, predisporre l invio di messaggi codificati, a tempi definiti (es.:ogni ora), ad un server centrale che tiene monitorati tutti i server e gli apparati elettronici aziendali, nonché i servizi applicativi o porte di TCP/IP; il messaggio dovrà essere inviato alla porta TCP xxxx e ad un indirizzo IP xxxx che saranno comunicati dalla UO Tecnologie Informatiche e che dovrà avere la seguente struttura: Prima Riga: status+60 $hostv.$test $COLOR $DATA1 $hostv = nome del host con dominio utilizzando le virgole al posto dei punti $TEST = codice tipo test (es. CPU per uso cpu) $COLOR = identifica lo stato finale del test: green per ok, yellow per attenzione, red per non funziona, clear per non disponibile (non genera errore) $DATA1 = data e ora del test in formato libero le righe successive sono di commento o esplicative dell errore rilevato. Il monitoraggio dove prevedere il controllo sulla CPU, sullo spazio libero dei dischi, sui messaggi di allerta/allarme prodotti dal sistema e sullo stato dei vari servizi attivati. A tal fine il personale preposto dall Azienda USL (Ingegneria Clinica e Tecnologie Informatiche) dove essere formato e dotato degli appositi strumenti software e hardware necessari a tale tipo di attività, così come devono essere rese disponibili tutte le informazioni e strumenti (es. Password di amministratore di sistema etc.) per potere operare pienamente su quanto fornito. Assistenza ai Sistemi e alle Applicazioni Per il monitoraggio remoto e l assistenza remota, il fornitore si dovrà avvalere della modalità di collegamento VPN. 10

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA La più potente analisi retrospettiva dei dati relativi a un evento cardiaco. Prestazioni migliorate. Livello di assistenza più elevato. 1

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 03/2014 SIMATIC WinCC Runtime Professional V13 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 03/2014 - Architetture Novità

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013 SIMATIC WinCC Runtime Professional V12 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 04/2013 - Architetture Novità

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

manuale utente www.millewin.it

manuale utente www.millewin.it manuale utente www.millewin.it Edizione settembre 2010 INSTALLAZIONE DI MILLEWIN... 1 POSTAZIONE SINGOLA... 1 INSTALLAZIONI DA 2 A 10 POSTI DI LAVORO... 2 Installazione sul Server... 2 Installazione sui

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli