Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Banche e responsabilità sociale. Angela Tanno"

Transcript

1 Banch rsponsabilità social Angla Tanno Da tmpo l ABI sta promuovndo prsso i suoi mmbri progtti ch mirano a sollcitar una maggior attnzion trasparnza vrso i loro clinti, al fin di accrscr la crdibilità dl sistma bancario. Qusto articolo spiga la logica, la diffusion i risultati dl progtto CSR Bnchmark lanciato rcntmnt da ABI, pr promuovr prsso gli adrnti comportamnti socialmnt rsponsabili, ossia attnti, oltr ch all signz di clinti, al ruolo social ch di fatto l banch svolgono. L attività sviluppat nl quinqunnio di impgno dll Associazion Bancaria Italiana (ABI) in ambito di Rsponsabilità Social d Imprsa (o Corporat Social Rsponsibility - CSR) rapprsntano una solida bas da cui muovr un analisi dll voluzion dl tma nll industry bancaria in Italia. L attnzion dll banch alla CSR, dimostrata sin dall attivazion dl Gruppo di Lavoro intrbancario (GdL) sul tma nl 2003, è crsciuta costantmnt ngli anni, sia pr numro di progtti attivati sia pr il loro contnuto, smpr più rivolto alla crazion di valor attravrso l intgrazion dlla CSR nll attività tipica dlla banca. Oggi, 1 17 gruppi bancari 13 banch, ch insim rapprsntano oltr l 80% dl total attivo di sistma, si confrontano all intrno dl gruppo ddicato, ch fornisc una piattaforma pr il dialogo rapprsnta un cantir pr lo sviluppo di iniziativ di intrss comun. In qust ambito nasc il CSR Bnchmark dll ABI, nuovo strumnto lanciato nl 2007 pr rispondr a un bisogno mrso all intrno dl gruppo. L obittivo dl CSR Bnchmark è qullo di fornir un analisi di posizionamnto in rlazion agli asptti di rsponsabilità social sviluppati dall banch, com variabili di supporto allo sviluppo dl businss. Tali asptti sono stati affrontati in bas al prcorso sviluppato in ambito associativo, ch considra la CSR una modalità di gstion stratgica dll imprsa, ch si ralizza attravrso una logica multistakholdr di attnzion sia agli azionisti sia ad altri ultriori intrlocutori dll imprsa - clinti, dipndnti, invstitori, comunità local, ambint, fornitori - ch riconduc a qusto orintamnto CSR obittivi, attività, strumnti, prodotti, accountability (il rndr conto ), obittivi di miglioramnto (Fig. 1) Laboratorio ABI su CSR, dati al Angla Tanno ABI Mrcato

2 Fig. 1 L dimnsioni dlla CSR Font: Elaborazion da ABI, Lin guida oprativ sulla Rsponsabilità Social d Imprsa in banca, Bancaria Editric, Il govrno di asptti sociali ambintali dl businss può incidr positivamnt sull fficinza dll imprsa, proporzionalmnt all impgno ch l azinda impiga nll ascolto di suoi intrlocutori nlla capacità di trasformar l indicazioni ricvut in prodotti srvizi ch soddisfano l aspttativ rilvat. In qusti trmini, si può affrmar ch l sprinz maturat dall banch in divrsi ambiti di CSR tstimoniano l inizio di un prcorso ispirato volto all innovazion: sia sul lato organizzativo sia di procsso di prodotto, com rilvato dal CSR Bnchmark 2 da cui sono tratt l indicazioni ch sguono. Pr quanto riguarda l innovazion a livllo organizzativo, mrg ch la volontà di govrnar i fattori ambintali sociali connssi all attività bancaria all aspttativ dgli intrlocutori va di pari passo con l signza di individuar un prsidio/unità organizzativa ch abbia il compito di collzionar gli stimoli strni, intrprtarli mttrli poi a disposizion dll divrs funzioni dlla struttura ch, opportunamnt format, siano in grado di trasformar l indicazioni di indirizzo stratgico in progtti sul campo /o in prodotti a disposizion dlla clintla. L invstimnto non è tanto in trmini di risors uman ddicat, poiché il prsidio cntral dlla matria può ssr gstito nlla maggior part di casi da uno o du/tr addtti, quanto in trmini di rivisitazion dlla cultura azindal dl suo modus oprandi. Un prsidio ddicato alla CSR svolg un ruolo di coordinamnto pr mttr a sistma, quindi, mglio valorizzar gli strumnti l iniziativ ch l banch, com rilva il CSR Bnchmark, già sviluppano, a volt prò ancora in sommatoria. Al 67,7% dl campion ch dichiara di avr istituito al proprio intrno una struttura/funzion formalmnt ddicata alla CSR, riconoscndon così un au- 2 Il campion composto da 40 istituti è rapprsntativo dll 89% dl sistma bancario in trmini di total attivo (il dato incorpora anch gli fftti dll oprazioni di fusion/acquisizion conclus ntro il 2007). Mrcato 23

3 tonomia una visibilità pari a qulla dll principali funzioni organizzativ, si aggiung il 7% dl campion ch dichiara di prsidiar il tma attravrso uno o più addtti, in divrs ar azindali, ch hanno mandato splicito da part dl vrtic azindal pr una coprtura dl tma (Fig. 2). Fig. 2 Struttura organizzativa CSR Intnzion di... 6,8% NO 18,5% Prsidio 7% Prcntuali calcolat risptto al total attivo di sistma SÌ 67,7% Font: Elaborazion qustionario CSR Bnchmark ABI - Sttor Basi Informativ Analisi Gstionali; Ufficio Rsponsabilità Social d Imprsa. 24 La maggior part dll funzioni/prsidi di CSR sono gstit dirttamnt dagli staff ai vrtici dlla banca. In alcuni casi sono stat crat dll divisioni spcifich; in altri, l unità/prsidio CSR è collocata in divrsi sttori, pr smpio markting, pianificazion controllo, amministrazion, bilancio, risors uman, invstor rlations, a tstimonianza dlla trasvrsalità dlla matria. Un prsidio ddicato è tanto più fficac quanto più è in condizion di agir di comunicar in modo trasvrsal all intrno dll azinda, al fin di promuovr la cultura dlla rsponsabilità social di rndr maggiormnt fficaci gli strumnti l iniziativ di CSR, monitorando la cornza tra obittivi assunti risultati raggiunti, dandon poi conto ai propri intrlocutori (stakholdr). Un altro smpio di innovazion dal punto di vista organizzativo è fornito proprio dal modo in cui smpr più banch organizzano il procsso di rndicontazion. Si stanno, infatti, consolidando alcun pratich ch contribuiscono ad aumntar la valnza stratgico-gstional dl Rndiconto agli stakholdr (o bilancio social/di sostnibilità). Il Rndiconto agli stakholdr è qul procsso in cui la banca si impgna a: rndr conto dgli impgni assunti dll attività svolt risptto ai propri intrlocutori chiav, idntificati; intrcttar smpr più l loro aspttativ; razionalizzar rndr smpr più trasparnti l propri azioni, rinnovando la fiducia ch alimnta il rapporto con l imprsa, in un ottica di rciproco vantaggio; rndicontar l attività dal punto di vista dgli stakholdr, risptto a quanto ralizzato a quanto non è stato possibil far. Mrcato

4 Nll ambito di qusto procsso innovativo rapprsntato dalla rndicontazion, il CSR Bnchmark rilva: l attnzion ch i vrtici azindali mostrano, smpr di più, ni riguardi dl documnto, ch nl 55,6% di casi è approvato dal CdA, nl 35,1% dall Assmbla di soci (Fig. 3). Portar il Rndiconto agli stakholdr al vaglio di massimi organi azindali significa volr promuovr una vision quanto più possibil intgrata dl valor ch la banca sta crando pr i propri azionisti, ma anch pr tutti gli altri stakholdr; Fig. 3 Chi dcid sulla CSR Font: Elaborazion qustionario CSR Bnchmark ABI - Sttor Basi Informativ Analisi Gstionali; Ufficio Rsponsabilità Social d Imprsa. il coinvolgimnto dll divrs funzioni azindali nl procsso di rndicontazion, ch è tanto più significativo quanto più ampio è il dialogo ch si instaura all intrno dlla banca, tra comptnz spcifich, ch apportano valor al procsso stsso nll su divrsi fasi, dalla valutazion dl progtto, alla laborazion dl documnto, fino alla sua diffusion comunicazion. Il Bnchmark rilva ch il coinvolgimnto dll divrs funzioni azindali si attsta nlla maggior part di casi su valori alti, a significar ch in banca sono diffusi gruppi di lavoro intrfunzionali ddicati a qusta attività, gnralmnt coordinati dalla struttura CSR, cui partcipano rapprsntanti azindali ch consntono una rapprsntazion global complta dll oprato dll imprsa (Fig. 4). Qust prson, infatti, possidono comptnz conoscnz divrs complmntari utili al procsso hanno, inoltr, la rsponsabilità di attivar altr figur organizzativ pr la raccolta dll informazioni di dati l autorvolzza nl motivar il rsto dll imprsa. Mrcato 25

5 Fig. 4 Funzioni azindali coinvolt nll laborazion dl rndiconto 0% 25% 50% 75% 100% Comunicazion Risors uman Bilancio Pianif. Controllo Markting Complianc Invstor Rlations Idntità azindal Lgal CSR Commrcial Amministrazion Intrnal Auditing Font: Elaborazion qustionario CSR Bnchmark ABI - Sttor Basi Informativ Analisi Gstionali; Ufficio Rsponsabilità Social d Imprsa. 26 Soprattutto nll prim laborazioni dl documnto, la banca svolg un attività di informazion/formazion intrna, pr rndr disponibil ai mmbri dll imprsa la casstta di conctti dgli strumnti utili pr poi avviar il procsso di rndicontazion. Rstando in tma di accountability, il CSR Bnchmark fornisc alcun indicazioni anch in trmini di innovazion di procsso ch riguardano, pr smpio, l insrimnto dl Rndiconto agli stakholdr nlla rlazion sulla gstion (a cura dl 66,6% dl total attivo dl sistma bancario); la distribuzion congiunta dl Rndiconto con il bilancio di srcizio (a cura dl 44,6 % dll banch) con l obittivo di fornir una vision global dll prformanc, finanziari non finanziari, ovvro qull rlativ agli impatti conomici, ambintali sociali dll su attività. La comparabilità è un altro tma prcpito com sostanzial dall banch, com tstimonia l impigo diffuso di modlli lin guida condivis. L lin guida pr la rndicontazion nl sttor bancario maggiormnt diffus a livllo nazional risultano ssr qull ABI; GBS (Gruppo pr il Bilancio Social); GRI (Global Rporting Iniziativ), utilizzat spsso in modo complmntar (Fig. 5). Tra i rifrimnti mssi a disposizion dall Associazion, il 76,7% dgli istituti adotta la guida Rndiconto agli stakholdr (ABI, 2006), laborata con il supporto di Economtica-Cntro intrunivrsitario pr l tica conomica la rsponsabilità social d imprsa. Nl 2007, banch ch rapprsntano oltr l 81,8% dl total attivo il 77% dgli sportlli hanno pubblicato un Rndiconto agli stakholdr (Fig. 5), illustrando la cornza fra i valori gli obittivi dichiarati gli impgni assunti pr i propri stakholdr - individuati mappati nl dttaglio - i comportamnti mssi in atto. La rndicontazion - così intsa - è un opportunità pr la banca di rinnovar la fiducia ch alimnta il rapporto con i divrsi intrlocutori, con cui qust ultima si rlaziona pr i quali cra valor. Mrcato

6 Fig. 5 Chi tin informati gli stakholdr Modlli di rifrimnto 2007 La rndicontazion agli stakholdr ABI 81,3% 100% 75% 71,9% 81,8% GBS 68,2% 50% 54,1% 25% GRI 76,1% 0% Font: Elaborazion qustionario CSR Bnchmark ABI - Sttor Basi Informativ Analisi Gstionali; Ufficio Rsponsabilità Social d Imprsa. L innovazion si riscontra, inoltr, in divrs attività collocabili sotto il capint ombrllo dlla CSR; tra qust si prndono in considrazion il coinvolgimnto con gli stakholdr (innovazion di procsso) l inclusion finanziaria (innovazion di prodotto). Il CSR Bnchmark rilva com l opinioni dgli istituti dl campion convrgano sugli lmnti cardin di un confronto fficac con gli stakholdr, ovvro: condivision dgli obittivi, anch s in misura minor, dll modalità dl confronto; impgno di vrtici dlla banca, ch assicura la disponibilità al confronto nl tmpo; gstion dl procsso di comunicazion durant il confronto, basato sulla trasparnza dll informazioni vicolat sul riscontro priodico dll avanzamnto dll iniziativa; ma anch rsponsabilità dgli stakholdr, ch si sostanzia nlla conoscnza di tmi oggtto dl confronto, nlla capacità di rapprsntar intrssi diffusi, nlla disponibilità al dialogo. A qusto proposito, il Bnchmark rilva una prvalnza nll utilizzo dll indagini di mrcato com strumnto di rilvazion dll aspttativ dgli intrlocutori. A fianco di qusto strumnto tradizional, si affrmano tcnich innovativ, quali pr smpio l lin di ascolto ddicat, srvizi sviluppati attravrso il wb (consultazioni onlin). L intrvist on to on, insim ai focus group, sono utilizzat da oltr la mtà dl campion, considrando il cospicuo invstimnto di risors tmpo ch sottndono, si può prsumibilmnt ascrivrl a stakholdr individuati com stratgici su spcifich tmatich, in grado di portar un punto di vista attndibil concrto pr l sprinza l impgno ch ddicano risptto al tma considrato in qul momnto. Significativo anch il dato rlativo alla crazion di partnrship tra la banca gli stakholdr, in grado di apportar valor all iniziativa comun con propri comptnz d sprinza spcifich. Mrcato 27

7 Margini di miglioramnto si riscontrano sulla pratica di coinvolgimnto dgli intrlocutori pr la vrifica dl rndiconto: la tcnica dl panl dgli stakholdr 3 (ABI, 2005) risulta mno diffusa dll autovalutazion dl riscontro da part di una socità di rvision, anch s sprinz significativ si stanno sviluppando in qust ambito. L attività di coinvolgimnto dgli stakholdr, lmnto qualificant dlla rsponsabilità social dlla banca, si confrma dunqu un procsso complsso, com si rilva anch dalla divrsità dgli strumnti volti a facilitar il dialogo, da modular sullo stakholdr idntificato sul tma ch insim si intnd affrontar. Attività modalità di gstion innovativa di procsso fanno capo a divrsi progtti di inclusion finanziaria sviluppati dall banch. L ABI ha condotto nl 2007 una nuova rilvazion sull inclusion finanziaria, 4 intsa com insim di mtodologi, prodotti/srvizi, pratich innovativ ch, rispondndo a critri di conomicità, facilitino l inclusion finanziaria di soggtti a basso rddito /o ch si trovano in una situazion di disagio social. La banca rivolg l impgno di inclusion a una fascia di clintla non ancora dl tutto intgrata nlla socità nl sistma finanziario ordinario qual, pr smpio: micro-imprs imprs individuali (pr smpio in fas di start up, pr sviluppo in ar svantaggiat dl pas cc.); lavoratori atipici (pr smpio pr acquisto casa, pr asptti lgati a spcifich attività profssionali o di formazion); famigli/privati snza garanzi con rddito non adguato; immigrati, nll divrs tipologi sopra lncat (finanziamnti pr avvio di attività; basso rddito; lavoratori atipici); trzo sttor (associazioni, nti no-profit, organizzazioni non govrnativ, cooprativ, imprs sociali cc.). L innovazion si sprim nlla capacità di rispondr alla nuov signz all nuov domand ch vngono rivolt all banch, in manira prssant, da vcchi nuovi intrlocutori prsnti sullo scnario di rifrimnto nazional con cui l banch italian si trovano oggi a oprar. L attività sviluppat dall 28 3 Modalità di coinvolgimnto oprativa dgli stakholdr pr la conduzion dll attività carattristica dlla banca, in quanto in grado di indirizzar l sclt stratgich anch alla luc di quanto ritnuto rilvant dagli stakholdr di rifrimnto, in un procsso di confronto rgolar strutturato. Tal modalità può ssr applicata alla valutazion dl rndiconto. In una prima fas, vin individuato il panl dgli sprti costituito da uno o più opinion ladr nll ambito di ciascuna catgoria di stakholdr, scondo critri di divrsità complmntarità. Dopo la costituzion formal dl gruppo di sprti, promosso, pr smpio, attravrso un forum virtual pr vitar condizionamnti tra i partcipanti, vngono raccolti giudizi sul rndiconto prsntato sul procsso di dialogo ch sta a mont dl documnto, oltr ch possibili suggrimnti pr individuar l lin di miglioramnto sotto vari asptti (indicatori di prformanc, qualità dll informativa, iniziativ, comunicazion cc.). I parri sono poi raccolti in un documnto sommatoria indirizzato al managmnt dll azinda, ch includ un rport con l valutazioni complssiv i singoli suggrimnti avanzati dai divrsi sprti. Tal lttra, nll bst practics, può ssr rsa pubblica divntar part intgrant dl rndiconto. 4 La rilvazion è volta all aggiornamnto dlla ricrca Banch microfinanza, Bancaria Editric, Mrcato

8 banch riguardano i srvizi di micro-finanza, ovvro srvizi di crdito, formul di risparmio, conti corrnti, srvizi di pagamnto trasfrimnto fondi; l pratich di commrcializzazion sul trritorio; l struttur costituit ad hoc; i progtti di ducazion finanziaria; l partnrship con soggtti non bancari. Il tma dlla partnrship è di particolar importanza. Dalla rilvazion mrg ch divrsi sono i soggtti con cui la banca avvia dll partnrship: Confidi, comunità rligios, nti locali, istituzioni/ministri, associazioni di consumatori, comunità immigrat, organizzazioni dl trzo sttor, ambasciat/consolati, associazioni di catgoria, cooprativ di mdiazion cultural, fondazioni. L organizzazioni con cui la banca si rlaziona hanno, in gnr, una conoscnza profonda dl mondo a cui appartin il dstinatario dll iniziativ ch si sviluppano, ch vanno dalla dfinizion di srvizi prodotti bancari, alla mssa a punto di campagn di comunicazion, piuttosto ch di matrial informativo/ducativo. L partnrship prmttono alla banca di rafforzar la propria licnza a oprar nlla comunità, in quanto il dstinatario tnd a fidarsi maggiormnt di un informazion condivisa promossa da un organizzazion dputata a tutlar i suoi intrssi. Al momnto dll avvio dlla partnrship, la banca scgli in alcuni casi di sprimntar l iniziativa attivando una fas pilota su ar limitat. Pr quanto riguarda la sclta dll organizzazion partnr, si riscontra la mancanza di modlli lin guida di rifrimnto, ch contngano indicazioni sui critri da adottar: il tma è rilvant alcun organizzazioni si stanno ddicando alla dfinizion dl procsso di slzion sclta dl soggtto con cui si vuol instaurar una partnrship. 5 Dalla rilvazion di ABI mrg ch, nlla maggior part di casi, l banch si attngono a critri oggttivi quali l sprinza, l affidabilità, la rputazion dll organizzazion, insim ad altri, soggttivi, ch fanno rifrimnto all sprinz prgrss con l organizzazion. È usato anch il confronto tra i potnziali rogatori dl srvizio, al fin di garantir al clint il miglior prodotto al minor costo possibil. In qusto ambito di partnrship si collocano anch sprinz rlativ al targt composto dalla microimprnditoria dagli immigrati. Anni di sprimntazioni nl campo dl sostgno all micro-imprs, infatti, hanno spinto l banch a consolidar un modllo ch vd l affrmarsi di una partnrship tra divrsi soggtti, pr smpio fondazioni bancari, soggtti dl trzo sttor banch ch, facndo lva sull propri pculiarità, riscono a gstir i punti nodali dll attività di microcrdito. I soggtti dl trzo sttor svolgono un ruolo fondamntal nl rprir i dati ncssari alla valutazion dl caso svolgono un primo scrning informal sui soggtti ch richidono il finanziamnto; l fondazioni bancari o gli nti locali, attravrso la gstion di fondi di garanzia, assolvono la loro funzion intrvnndo nl social con azioni concrt; l banch rogano i srvizi, collzionando 5 Mrcato 29

9 al contmpo informazioni sui soggtti da affidar, utili al loro intrvnto nlla comunità di rifrimnto. I progtti ch n sono a oggi drivati confrmano com l intrazion tra soggtti con carattristich mission così divrs rapprsnti un sgnal dl grand valor ch l aprtura la contaminazion di divrsi modi d oprar, insim a distinti modi di ssr, possa gnrar. Fondamntal risulta anch l accompagnamnto nll opratività dlla micro-imprsa agli sordi con appositi srvizi di consulnza tcnica, in gnr rogati in partnrship con l Camr di Commrcio locali o l associazioni di catgoria sul trritorio gli Enti locali. In qusto ambito, si sgnala il Progtto SMOAT dlla Rgion Toscana, 6 ch coinvolg gli attori locali, inclus l banch, la Commission Rgionali dll ABI, l imprs. Con rifrimnto al targt di progtti di inclusion finanziria, ABI ha raccolto, all intrno dl Laboratorio sull inclusion finanziaria ch coordina in ambito uropo, 7 l iniziativ sviluppat dall banch, nll ottica di offrir un contributo al dibattito uropo, offrndo spunti pr id da mutuar in contsti diffrnti. Un focus spcifico di qust attività è dstinato agli immigrati, ch risultano ssr trasvrsali, sia al targt (imprnditori immigrati; famigli con basso rddito compost da immigrati cc.) sia all offrta di srvizi (crdito, risparmio, conto corrnt, srvizi di pagamnto cc.). In Italia gli immigrati costituivano a fin 2007 il 5,6% dlla popolazion. Tra il numro dgli straniri rsidnti è aumntato dl 72%. 8 L immigrazion è, prciò, una raltà struttural dl nostro pas, rapprsntando un fnomno rilvant di lunga durata, il cui trnd di crscita appar vidnt, alla luc anch dll dinamich strutturali italian in trmini dmografici d conomici. L nazionalità maggiormnt prsnti in Italia sono rapprsntativ di: Ecuador, Romania, Marocco, Albania. Il matrial informativo prdisposto dall banch pr qusta fascia di popolazion è tradotto nll rispttiv lingu di pasi sopra citati, oltr ad altr vntuali traduzioni ncssari a comunicar con immigrati di divrsa nazionalità, concntrati sul trritorio in cui la banca opra. La prdisposizion la diffusion di matrial illustrativo/informativo in lingua è uno dgli smpi di attggiamnto pro-attivo dll banch italian, ch ha prmsso in du anni l aumnto dl livllo di bancarizzazion dl 12% (la prcntual di conti corrnti sul total adulti rsidnti non OCSE è, infatti, passata dal 60% nl 2005, al 67% nl 2007; il numro assoluto di conti corrnti intstati a cittadini immigrati è crsciuto dl 33,3%). Un dato su tutti: il 10% di circa 3 milioni mzzo di finanziamnti pr comprar un abitazion fa capo a immigrati, scondo una stima dll ABI. L cifr sono rilvanti, visto ch si tratta di circa 350 mila contratti. Il dato è anch indic dllo spostamnto vrso una bancarizzazion matura dll sistnza di corrlazioni positiv fra alcuni indicatori di stabilizzazion social da una part Il laboratorio prvisto dall Allanza uropa pr la CSR promossa dalla Commission uropa. 8 Dati ISTAT, Mrcato

10 un maggior utilizzo dgli strumnti bancari il ricorso a strumnti maggiormnt voluti dall altra. Gli immigrati giungono nl nostro pas. Trovano un occupazion, ricvono compnsi comprano bni srvizi. Alcuni si frmano acquistano una casa. Dopo i primi contatti con la banca, i srvizi di conto corrnt di bas qulli pr il trasfrimnto dll rimss, l acquisto dll cart prpagat o ricaricabili, si approda ai mutui casa al crdito. Il progtto di molti immigrati in Italia non si frma all acquisto dlla casa, ma prosgu con la costituzion di un imprsa. Ai dati su bancarizzazion mutui sottoscritti si affianca, infatti, qullo rlativo al prolifrar di piccol attività imprnditoriali autonom avviat dai cittadini immigrati, a più livlli, nl tssuto conomico italiano. Infatti, dagli ultimi dati laborati da Unioncamr, mrg ch i cittadini immigrati non solo richidono all banch finanziamnti pr l acquisto dlla prima casa, ma anch crdito pr sostnr un progtto imprnditorial. Ngli ultimi 5 anni, l imprs individuali gstit controllat da immigrati sono passat da circa 100 mila a , con tassi di crscita smpr supriori al 10% annuo. Tal dato risulta particolarmnt significativo soprattutto s confrontato con il tasso di crscita dlla bas imprnditorial complssiva nazional, ch nl 2006 è risultato pari all 1,21%, dato ancora infrior a qullo dll anno prcdnt (1,61% nl 2005). 9 Il fnomno dll imprnditoria immigrata vd un bassa mortalità, contribundo a un maggior insrimnto nlla socità italiana, oltr ch alla struttura produttiva dl tssuto conomico italiano, prsnta a oggi l carattristich pr ssr considrato positivamnt com lmnto di cosion social di opportunità pr la crscita dl pas. Risptto ai rapporti con il sistma bancario, mrg com circa il 70% dgli imprnditori straniri abbia rapporti con l banch; fra qusti il 6% ha rapporti con più banch, mntr il 64% con una sola. 10 L mancipazion dgli immigrati ni contsti di dstinazion può significar un innalzamnto dl bnssr anch in qulli di provninza. Una maggior inclusion finanziaria, oltr a contribuir all intgrazion social dgli immigrati, può anch ssr di sostgno allo sviluppo dll conomi di pasi povri, dai quali qusti spsso provngono, ragionando pr smpio sui flussi di rimss ch tramit il sistma bancario possono ssr incanalati vrso attività produttiv ni trritori di origin, avvalndosi di piani di risparmio finalizzati, offrti già da alcun banch. L inclusion finanziaria è, dunqu, una lva pr la più articolata inclusion social di soggtti particolarmnt vulnrabili, pr i quali avr la possibilità di accdr a srvizi bancari può significar l mancipazion da una condizion di povrtà di sclusion, ch grava anch sul sistma di assistnza social pubblico. Agir sull inclusion finanziaria significa intrrompr il circolo vizioso ch lga il non disporr, pr smpio, di un conto corrnt, alla difficoltà di trovar lavoro o di accdr ad altri srvizi di bas ch riguardano la sfra dll duca- 9 Dati Unioncamr, Dati Unioncamr-Infocamr, Movimprs. Mrcato 31

11 zion, dlla sanità, dlla casa, quindi, offrir l opportunità di condurr una vita adguata. Anch potr avr accsso a strumnti ch consntono il pagamnto lttronico di bni srvizi può favorir l inclusion social, prché si abbattono i costi, si risparmia tmpo si è mno sposti a prdit di dnaro cash. Stsso discorso pr l accsso al crdito ch, s concsso da opratori commrciali spcializzati ch oprano sul mrcato, prsrva da altrnativ rischios costituit dai canali informali. L inclusion finanziaria può ssr, quindi, un win-win gam, nl lungo priodo, pr tutti gli attori coinvolti: l banch, ch aumntano l propri possibilità commrciali ni confronti di sgmnti ch hanno signz bancari limitat al momnto dl contatto con la banca, ma ch rapprsntano nicchi di mrcato dai grandi volumi potnziali; i soggtti di inclusion finanziaria, ch hanno a disposizion divrsi strumnti pr ragir all difficoltà quotidian; l istituzioni, ch contribuiscono alla cosion social, al contmpo, riducono il loro intrvnto dirtto ni confronti dll fasc più dboli dlla popolazion, intrvnndo con programmi ad hoc. Com rcntmnt affrmato dal Commissario uropo pr il mrcato intrno, Charli McCrvy, ruoli chiari una sana comptizion possono ssr lv ch supportano l inclusion finanziaria. Fondamntal è il ruolo dll istituzioni nl contribuir a dfinir il possibil ruolo di ciascun attor crar spazi pr il confronto lo scambio di practics, com è avvnuto con la rcnt confrnza sul tma 11 ch, pr la prima volta, ha prsntato istituzionalmnt l inclusion finanziaria com uno dgli lmnti su cui si gioca la partita dlla stabilità dl bnssr dll Europa. L banch sono già in campo. Rifrimnti bibliografici ABI, Rndr conto agli stakholdr. Una Guida pr l banch, Bancaria Editric, ABI, Lin guida oprativ sulla rsponsabilità social d imprsa in banca, Bancaria Editric, Confrnc on financial inclusion, Bruxlls, 28 maggio 2008; Mrcato

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale.

Pag. 1 di 7. 26 ore. SDA Bocconi. 26 ore F.S.G.M. Docente responsabile. Il concetto di CSR e i suoi impatti sulla governance aziendale. Il conctto di CSR i suoi impatti sulla govrnanc azindal. 25-27 Ottobr 2012 conctti, principi strumnti di gstion in Italia nlla UE Gioacchino D Anglo I livlli di adozion gli strumnti dlla CSR. La gstion

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Donare ai tempi della crisi

Donare ai tempi della crisi Argomnti Donar ai tmpi dlla crisi Domnico Chirico Non è smplic districarsi all intrno dll numros richist opportunità di donazion ch, soprattutto in tmpi di crisi, provngono da molti fronti. L articolo

Dettagli

Caccia Programmazione e controllo nelle aziende sanitarie

Caccia Programmazione e controllo nelle aziende sanitarie Caccia Programmazion controllo nll azind sanitari approccio tradizional:stratgia posta all'strno di P & C formulazion di budgt STRATEGIE programmazion svolgimnto attività rporting valutazion approccio

Dettagli

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria Markting Multicanalità Stratgi, markting innovazion finanziaria Innovar attravrso la multicanalità: una sfida pr comptr nl mondo dl Privat Banking 4 Andra Ragaini, Banca Csar Ponti Giancarlo Cairoli, Banca

Dettagli

AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1

AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1 AZIONE DI SISTEMA 2 MOBILITAZIONE DEGLI OPERATORI E DELLA POPOLAZIONE LOCALE ATTRAVERSO EVENTI SINTESI DEL PROGETTO 1 Il Programma di Sviluppo Rural (PSR) 2007-2013 dlla Sardgna prvd ch i Gruppi di Azion

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA Anno scolastico 2015/ Allgato al Piano dll Offrta Formativa Dlibra dl Consiglio di Istituto n.4 dl 14/10/2015 PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

Dettagli

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria

Marketing e Finanza. Strategie, marketing e innovazione finanziaria Markting Finanza Stratgi, markting innovazion finanziaria Innovazion finanziaria La social businss transformation nl sttor bancario, assicurativo finanziario. L innovazion nll ra social. 6 Srgio Spaccavnto,

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010 Progtto BES dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract Bnssr conomico /Standard matriali di vita TEMA Rl co n il BE S Consumi - Incidn di consumi alimntari sulla spsa dll famigli Rddito + Stima dl rddito

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM

Corso di Alta Formazione/Specialist. Lead Auditor Sistemi di Gestione per la Sicurezza. (ISO 19011:2012 - OHSAS 18001:2007) (40 ore) ISTUM Corso di Alta Formazion/Spcialist Lad Auditor Sistmi di Gstion pr la Sicurzza (ISO 19011:2012 - ) (40 or) ISTUM ISTITUTO DI STUDI DI MANAGEMENT Corso riconosciuto 40 or Augusto di Prima Porta (particolar

Dettagli

Zerouno Executive Dinner

Zerouno Executive Dinner Zrouno Excutiv Dinnr Outsourcing stratgico Flssibilizzar l IT snza prdrn il controllo Annamaria Di Ruscio ruscio@ntconsulting.it Milano, 2 Dicmbr 2010 L priorità businss stanno cambiando: non più solo

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI

LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI INNOVAZIONE E ACCOUNTABILITY NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE Polo Multifunzional RGS Sala Confrnz Roma 22 april 2008 LINEE GUIDA DEL BILANCIO SOCIALE CONFRONTO CON STANDARD INTERNAZIONALI Onna Gabrovc

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framwork ITIL gli Standard di PMI : possibili sinrgi Milano, Vnrdì, 11 Luglio 2008 L voluzion di Srvizi IT vista dall du disciplin di Projct Srvic Managmnt Christian

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

INTECNA scarl SUITE B1 - INTECNA. La Suite: B1-INTECNA rappresenta la sintesi di tale sforzo.

INTECNA scarl SUITE B1 - INTECNA. La Suite: B1-INTECNA rappresenta la sintesi di tale sforzo. SUITE B1 - INTECNA B1- INTECNA INTECNA, nl corso dlla sua sprinza con SAP Businss On (dal 2003), ha ralizzato numrosi miglioramnti a compltamnto dl prodotto standard, allo scopo di ottnr un modllo di rifrimnto

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DELLA SCUOLA POLITECNICA AREA ARCHITETTURA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA MANIFESTO DEGLI STUDI DELLA SCUOLA POLITECNICA AREA ARCHITETTURA IVRSITÀ DGLI STUDI DI GNOVA MANIFSTO DGLI STUDI DLLA SCUOLA POLITCNICA ARA ARCHITTTURA Anno Accadmico 204/205 CORSI DI LAURA MAGISTRAL (D.M. 270/2004) Corso di studi in DSIGN NAVAL - class LM-2 - Sd didattica

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese Normativ strumnti pr una Tlsanità al srvizio dll imprs M.Carnillo Dirzion Mrcato - PAL Cntro Nord info.lgalmail@infocamr.it lgaldoc@infocamr infocamr.it www.lgalmail lgalmail.it www.lgaldoc lgaldoc.it

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Confrnza Episcopal Italiana (di sguito anch CEI ) con sd in Roma, Circonvallazion Aurlia

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR) PROTOCOLLO D INTESA fra Il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr l Istruzion (di sguito MIUR) Il Ministro pr i Bni l Attività Culturali Dirzion Gnral pr lo Spttacolo dal Vivo

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chilesotti. Elettronica ed Elettrotecnica-Informatica e Telecomunicazioni-Trasporti e Logistica PIANO DI MATERIA 1. Dati gnrali ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Giacomo Chsotti PIANO DI MATERIA Indirizzo lttronica Matria Rligion Cattolica o att. alt. Class quinta Anno scolastico: 2015/2016 2. : Sulla bas dll Indicazioni

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2015-2017

Programma triennale per la trasparenza e l'integrità 2015-2017 Programma trinnal pr la trasparnza l'intgrità 2015-2017 Sommario Art. 1 - Introduzion...pag. 2 Art. 2 - Accsso Civico..pag. 4 Art. 3 - Garanzia di pubblicazion..pag. 4 Art. 4 - Organizzazion dll Ent.pag.

Dettagli

Comitato Tecnico Aree Interne

Comitato Tecnico Aree Interne Comitato Tcnico Rapporto di Istruttoria pr la Slzion dll Rgion REGIONE RAPPORTO DI ISTRUTTORIA PER LA SELEZIONE DELLE AREE CANDIDABILI E DELL AREA PROTOTIPO L ar visitat dalla dlgazion di rapprsntanti

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

Federica Brunetta e Lucia Marchegiani

Federica Brunetta e Lucia Marchegiani L outsourcing nlla sanità Fdrica Bruntta Lucia Marchgiani Il ricorso all strnalizzazion si inquadra tradizionalmnt in politich di contnimnto di costi ricrca dll fficinza da part dll imprs, configurandolo

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA Univrsità dgli Studi di Roma La Sapinza Facoltà di Architttura Vall Giulia Via Antonio Gramsci, 53 00197 Roma Fdrazion Italiana Lavoratori dl Lgno Edili Industri Affini Ed Estrattiv Via Giovan Battista

Dettagli

Distinguere le imposte dalle tasse

Distinguere le imposte dalle tasse Class (or sttimanali) Iga PRIMA Unità Didattich M.1 U.D1: I soggtti dl sistma conomico U.D.2: I linamnti dl sistma fiscal italiano Acquisir il conctto di attività conomica distingur l fasi attravrso cui

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Piano di Comunicazione Aziendale 2015

Piano di Comunicazione Aziendale 2015 Piano di Comunicazion Azindal 2015 Ai snsi dll Lin Guida contnut nl dcrto 2511/2013 dll Assssor alla Salut dlla Rgion Siciliana Mtodologia rifrimnti Qusto Piano di comunicazion è stato rdatto in ossrvanza

Dettagli

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1

Conciliazione delle controversie: il ruolo delle associazioni di consumatori 1 Argomnti Conciliazion dll controvrsi: il ruolo dll associazioni di consumatori 1 Pitro Pradri Il CNCU (Consiglio Nazional di Consumatori Utnti) ha approvato il documnto con il qual si chid al Ministro

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DON LORENZO MILANI DI. Amministrazione/Ufficio RANDAZZO (CT) CTEE073005

CIRCOLO DIDATTICO DON LORENZO MILANI DI. Amministrazione/Ufficio RANDAZZO (CT) CTEE073005 CIRCOLO DIDATTICO DON LORENZO MILANI DI Amministrazion/Ufficio RANDAZZO (CT) CTEE073005 Prot. n. 3602/B28 dl 18 ottobr 2014 1 Prsntazion dll Amministrazion La tipologia di amministrazion/sttor Il Circolo

Dettagli

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: Comprendere l India: opportunità e strumenti di business per le aziende Italiane.

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: Comprendere l India: opportunità e strumenti di business per le aziende Italiane. In vista dll organizzazion di un sminario dal tma: Comprndr l India: opportunità strumnti di businss pr l azind Italian. Taranto, 22 Gnnaio 2009 Si chid la manifstazion d intrss con la compilazion dl sgunt

Dettagli

Portiamo le soluzioni al centro del vostro business. Da sempre.

Portiamo le soluzioni al centro del vostro business. Da sempre. Portiamo l soluzioni al cntro dl vostro businss. Da smpr. Portiamo l soluzioni al cntro dl vostro businss. Da smpr. Punzo & Colombo fornisc soluzioni di stampa sistmi avanzati pr la gstion di flussi documntali

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta

Alcune definizioni correnti di curricolo. Umberto Margiotta Alcun dfinizioni corrnti Umbrto Margiotta Di cosa è fatto intanto un? Di una squnza apparntmnt smplic linar lmnti ch, anch s vrsamnt dfiniti d splicitati, ricorrono in ogni contsto istruzion o progtto

Dettagli

Integrazione e Integratori delle Informazioni

Integrazione e Integratori delle Informazioni SC.S.I. A.S.O. Ordin Mauriziano Workshop intrrgional sui sistmi informativi pr la gstion la valutazion dll rti oncologich Torino 24-25 maggio 2007 Intgratori dll Andra Bo - A.S.O. Ordin Mauriziano - S.C.

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE E.

LICEO SCIENTIFICO STATALE E. LICEO SCIENTIFICO STATALE E. Frmi Vial Europa - 97100 Ragusa tl. 0932.251136/fax 0932.252830 -mail: rgps01000r@istruzion.it - cod. mcc. RGPS01000R Amministrazion/Ufficio Lico Scintifico Statal E. Frmi

Dettagli

Un linguaggio eletronico comune per le filiere dell industria

Un linguaggio eletronico comune per le filiere dell industria ltronico comun pr l filir dll industria Abbigliamnto TCF ltronico comun pr l filir dll industria Abbigliamnto Ch cosa è BIZ? BIZ-TCF, abbrviato BIZ, è un progtto di cooprazion uropa con l obittivo di stimolar

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Convegno CBI 2009 Le nuove frontiere dell Innovazione nel rapporto Pubblica Amministrazione Locale e Banche Tesoriere

Convegno CBI 2009 Le nuove frontiere dell Innovazione nel rapporto Pubblica Amministrazione Locale e Banche Tesoriere Convgno CBI 2009 L nuov frontir dll Innovazion nl rapporto Pubblica Amministrazion Local Banch Tsorir Clauo Mauro Dirttor Division Imprs Pubblich Privat P.A. principal motor dll innovazion La Pubblica

Dettagli

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target progtto obittivo rsp codic obittivo gstional indicatori targt azioni a sostgno dlla famiglia Collla/Bru sati 3.01.01 accsso a finanziamnti rgionali pr l'attivazion di misur contro la violnza di gnr spltamnto

Dettagli

Mondo UP. Mondo UP. Focus sui principali interventi formativi per il personale degli Uffici Postali 2005-2007. Aprile 2007 CNS - RU

Mondo UP. Mondo UP. Focus sui principali interventi formativi per il personale degli Uffici Postali 2005-2007. Aprile 2007 CNS - RU Mondo UP Mondo UP Focus sui principali intrvnti formativi pr il prsonal dgli Uffici Postali 2005-2007 April 2007 1 1 Focus sui principali programmi formativi Mondo UP INDICE Programmi formativi dcati a

Dettagli

Private label nella GDO: il caso Coop Italia

Private label nella GDO: il caso Coop Italia Argomnti Privat labl nlla GDO: il caso Coop Italia Manula Piana La marca privata, strumnto di diffrnziazion pr l imprsa distributiva valor offrto al consumator, consnt oggi ai distributori di prdisporr

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Export. Il programma di promozione straordinaria attivato dal Mise

Export. Il programma di promozione straordinaria attivato dal Mise Expò Nwslttr dinformazion ddicata all tmatich dllintrnazionalizzazion a cura di Confagricoltura Anno I - n.4 - Novmbr 2013 Liniziativa è promossa dal Ministro dllo Sviluppo Economico nllambito dl Programma

Dettagli

Via Burolo 30 / 10015 Ivrea TO Italy / T +39 0125 253235 r.a. / F +39 0125 253271 / info@ideasistemi.it Visita il sito www.ideasistemi.

Via Burolo 30 / 10015 Ivrea TO Italy / T +39 0125 253235 r.a. / F +39 0125 253271 / info@ideasistemi.it Visita il sito www.ideasistemi. Via Burolo 30 / 10015 Ivra TO Italy / T +39 0125 253235 r.a. / F +39 0125 253271 / info@idasistmi.it Visita il sito www.idasistmi.it L informazioni contnut nl prsnt documnto possono subir variazioni snza

Dettagli

Grande distribuzione, consumatori e fidelity card

Grande distribuzione, consumatori e fidelity card Grand distribuzion, consumatori fidlity card Albrto Rinolfi Pitro Salinari Pr mglio srvir il consumator è ncssario organizzar una conoscnza costant approfondita di suoi comportamnti, ma l informazioni

Dettagli

Corso di Economia e Gestione delle Imprese

Corso di Economia e Gestione delle Imprese Lezione 6 Corso di conomia e Gestione delle Imprese elena.cedrola@unimc.it a.a. 2009-2010 2010 Prof. lena Cedrola http://docenti.unimc.it/docenti/elena-cedrola lena Cedrola - Università di QUALITA DL PRODOTTO

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

L Osservatorio ABI Costing Benchmark : i risultati del Rapporto ABI 2004 e le analisi di posizionamento

L Osservatorio ABI Costing Benchmark : i risultati del Rapporto ABI 2004 e le analisi di posizionamento L Ossrvatorio ABI Costg Bnchmark : i risultati dl Rapporto ABI 2004 l anisi posizionamnto Albrto Bstrri Roma, 11 novmbr 2004 Aumnta l fficacia l dll politich contnimnto di Vi Vi sono sono 9 9 classi classi

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE (ROMA) IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ ANNO ACCADEMICO 2006/2007 Mastr Univrsitario

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli