Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam"

Transcript

1

2 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia Indice PREMESSA MODALITA DI ESECUZIONE DELLE MISURE MONITORAGGIO TEMPERATURE MONITORAGGIO POLVERI CONCLUSIONI ALLEGATO 1: CALIBRAZIONI E TARATURE ALLEGATO 2: MISURE TEMPERATURA ALLEGATO 3: MISURE POLVERI...16 ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 2

3 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia PREMESSA Il presente documento descrive le attività di monitoraggio ambientale dei parametri temperatura e polveri effettuate nel cantiere prima della esecuzione dei lavorazioni di smassamento e raffreddamento cumuli. Le attività sono state svolte presso il cantiere oggetto dei lavori: ex opificio SAPA Srl, ubicato a circa 2,3 km a sud del centro urbano di Adelfia in provincia di Bari, sulla strada provinciale S.P. 83 Adelfia-Acquaviva. Le misurazioni sono state eseguite dalla Direzione dei Lavori a cura di ECO-LOGICA SRL, dall ing. Massimo Guido con l assistenza di Francesco Rossano. 1 MODALITA DI ESECUZIONE DELLE MISURE Le misure sono state effettuate nelle seguenti date: - misura polveri 10/1/ misura temperature 14/1/2013 La misura della temperatura esterna dei cumuli è stata rilevata con termo camera, la misura della temperatura interna dei cumuli è stata misura con sonda di lunghezza 700 mm connessa con termometro digitale, come riportato nello schema che segue. Figura 1 Schema modalità di effettuazione delle misure delle temperature esterna ed esterna ai cumuli Le apparecchiature utilizzate per l esecuzione dei monitoraggi sono state le seguenti: - Termocamera ad infrarossi per misurare le temperature superficiali dei cumuli; - Termometro digitale con sonda per la misura della temperatura interna dei cumuli. - Fotometro laser portatile per la misura della concentrazione di massa delle Polveri PTS. ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 3

4 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia 2 MONITORAGGIO TEMPERATURE Le apparecchiature utilizzate per il controllo delle temperature esterne ed interne ai cumuli sono: - Termocamera ad infrarossi, per la misura della temperatura superficiale dei cumuli (Figura 2, Figura 3); - Termometro digitale con sonda da 700 mm per la misura della temperatura interna dei cumuli (Figura 4, Figura 5). In allegato 1 si riportano i certificati di taratura. Figura 2: Termocamera ad infrarossi Flir i7 ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 4

5 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia Figura 3 Caratteristiche tecniche termocamera FLir i7 ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 5

6 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia Figura 4 - Termometro digitale DELTA OHM con sonda L=700 mm Figura 5 Il Termometro digitale con la sonda da 700 mm infissa nel cumulo, durante le misure del 14/01/2013 ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 6

7 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia Nella mappa di seguito riportata sono ubicati i punti di misura. ZONA A ZONA B ZONA C Figura 6 Mappa punti di misura temperature Nella tabella e nei grafici che seguono si riportano le misurazioni effettuate sulla temperatura dei cumuli. EX SAPA - ADELFIA MISURE TEMPERATURE CUMULI Data: 14/01/2013 AREA punto Temperatura ambiente C TERMOCAMERA TERMOMETRO CON SONDA DIFFERENZA T ESTERNA C T INTERNA C Ti - Te C A A A A ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 7

8 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia EX SAPA - ADELFIA MISURE TEMPERATURE CUMULI Data: 14/01/2013 AREA punto Temperatura ambiente C TERMOCAMERA TERMOMETRO CON SONDA DIFFERENZA T ESTERNA C T INTERNA C Ti - Te C A A A A A A A A A A A A A A A A C B Figura 7 Tabella delle temperature esterne ed interne dei cumuli TERMOCAMERA T ESTERNA C TERMOMETRO CON SONDA T INTERNA C Figura 8 Il grafico mostra, per ogni punto di misura i valori misurati con la termo camera della temperatura esterna e dei valori misurati con il termometro con sonda infissa nei cumuli della temperatura interna dei cumuli ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 8

9 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia DIFFERENZA Ti - Te C Figura 9 Il grafico mostra, per ogni punto di misura, la differenza tra temperatura esterna ed interna dei cumuli TERMOCAMERA T ESTERNA C TERMOMETRO CON SONDA T INTERNA C Temperatura ambiente C Figura 10 Il grafico mette in relazione le differenze di temperatura dei cumuli con la temperatura ambiente ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 9

10 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia Figura 11 Rappresentazione grafica delle temperature interne dei cumuli di una parte della zona A Figura 12 Vista 3D di una parte della zona A indagata con rappresentazione grafica delle temperature interne dei cumuli. Le zone rosse indicano temperature oltre 60 C. In allegato 2 sono riporta le schede di misura dei punti. ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 10

11 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia 3 MONITORAGGIO POLVERI L'apparecchiatura utilizzata per il monitoraggio delle polveri consiste in un fotometro laser portatile (Figura 13), funzionante a batteria, per la misurare della concentrazione di massa delle polveri. In allegato 1 si riporta il certificato di taratura dello strumento TSI DustTrakII Aerosol Monitor modello Figura 13 - Fotometro laser portatile DustTrak II per il monitoraggio delle polveri Nella mappa di seguito riportata sono ubicati i punti di misura. ZONA A ZONA B ZONA C Figura 14 Il punto blu indica la posizione dello strumento per la misura delle polveri totali ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 11

12 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia Figura 15 - Il Fotometro installato nel box di protezione durante le misure del 10/1/ Figura 16 Il grafico mostra l andamento della concentrazione di massa delle Polveri Totali PTS (espresse in mg/mc) della misura effettuata tra le ore 12:07 alle 13:06 del 10/1/2013. Si evidenzia come nella parte finale del grafico a seguito dell aumento dell intensità del vento la concentrazioni di polveri è aumentata, rimanendo tuttavia entro valori normali. La velocità del vento nell arco della giornata risultava contenuto intorno tra 5 e 6 m/s. In allegato 3 è riportato il certificato delle misure delle polveri effettuato il 10/10/2013 prima dell inizio dei lavori di smassamento. ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 12

13 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia 4 CONCLUSIONI Le condizioni del sito ex sapa in Adelfia, prima dell inizio dei lavori di smassamento, per ciò che attiene le condizioni termiche dei cumuli presenti e la concentrazione di polvere nell aria, in base alle misure effettuate nei giorni 10 e 14 gennaio 2013, in condizioni di vento contenuto, inferiore a 5 m/s, e temperatura ambiente intorno a 15 C sono le seguenti. Le concentrazione delle polveri (intese come Polveri Totali Sospese), sono comprese tra 0,168 x e mg/mc, con una media oraria pari a mg/mc. La superficie dei cumuli presenta differenze di temperature rispetto alla temperatura atmosfera tra 0.05 e 5.15 C. Sono tuttavia presenti diversi focolai superficiali sparsi tra i cumuli con temperature decisamente elevate. All interno dei cumuli, alla profondità massima raggiungibile dalla sonda di 70 cm, le temperature misurate variano da a C. Le differenze di temperature tra esterno ed interno cumuli risultano comprese tra 0.85 e C. Le zone dei cumuli indicate con B e C (punti di misura delle temperature 21 e 22) presentano temperature esterne ed interne simili alla temperatura atmosferica e pertanto, rispetto a quanto misurato possono considerarsi freddi. La zona dei cumuli indicata con A presenta situazioni diversificate con presenza di focolai attivi distribuiti, forti differenze tra temperature esterne ed interne e pertanto necessitano di raffreddamento per smassamento previo soffocamento dei focolai con sabbia. In considerazione dell apparente normalità superficiale di alcuni cumuli, che mostrano invece alte temperature interne, le operazioni di smassamento dovranno essere effettuate esclusivamente da personale addestrato al rischio incendio, dotati di dpi e mezzi di spegnimento incendio adeguati. ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 13

14 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante opera Comune di Adelfia 5 ALLEGATO 1: CALIBRAZIONI E TARATURE 1. Termocamera FLIR I7 certificato di calibrazione emesso da FLIR il 19/12/ Termometro digitale con Tck ad immersione DELTA OHM modello HD2108_2 con sonda TP652, certificato di taratura emesso da TORAN LAB il 10/12/2012 e da DELTA OHM Centro Taratura LAT n.124 il 10/10/ Fotometro portatile TSI DustTrak II modello 8530, certificato di calibrazione emesso da TSI il 27/9/2012 ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 14

15

16

17

18

19

20

21 Lavori di Messa in Sicurezza di Emergenza dello stabilimento ex SAPA Fase: smassamento cumuli Report monitoraggi ante operam Comune di Adelfia 6 ALLEGATO 2: MISURE TEMPERATURA ECO-LOGICA Società di Ingegneria, consulenza e servizi ambientali 15

22 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 01 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Foto punto di misura Immagine termografica Andamento temperatura interna Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C 7.95 C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

23 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 02 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Foto punto di misura Immagine termografica Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C 7.05 C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

24 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 03 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Immagine termografica Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

25 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 04 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C 6.20 C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

26 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 05 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C 2013/01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:31: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:32: /01/14 13:33: /01/14 13:33: /01/14 13:33: /01/14 13:33: /01/14 13:33: /01/14 13:33: /01/14 13:33: /01/14 13:33:42 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

27 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 06 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C 5.05 C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

28 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 07 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35: /01/14 13:35:47 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

29 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 08 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Foto punto di misura Ti = C 2013/01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:38: /01/14 13:39: /01/14 13:39: /01/14 13:39: /01/14 13:39: /01/14 13:39: /01/14 13:39:17 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

30 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 09 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C 2013/01/14 13:39: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:40: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41:21 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

31 \ COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 10 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C 2013/01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:41: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:42: /01/14 13:43: /01/14 13:43: /01/14 13:43: /01/14 13:43: /01/14 13:43: /01/14 13:43:21 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

32 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 11 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Foto punto di misura Ti = C Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

33 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 12 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = 31,20 C /01/14 13:46: /01/14 13:46: /01/14 13:46: /01/14 13:46: /01/14 13:46: /01/14 13:46: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47: /01/14 13:47:27 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

34 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 13 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = 91,15 C 2013/01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:49: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50: /01/14 13:50:48 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

35 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 14 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C 2013/01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:51: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52: /01/14 13:52:47 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

36 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 15 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C 2013/01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:53: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54: /01/14 13:54:39 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

37 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 16 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C 2013/01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:55: /01/14 13:56: /01/14 13:56: /01/14 13:56: /01/14 13:56: /01/14 13:56: /01/14 13:56:11 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C 7.90 C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

38 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 17 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Schema rilevamento temperature cumuli Ti = C 2013/01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:57: /01/14 13:58: /01/14 13:58: /01/14 13:58: /01/14 13:58: /01/14 13:58: /01/14 13:58: /01/14 13:58:13 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C 6.50 C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

39 COMUNE DI ADELFIA MISE EX SAPA Report ante opera Monitoraggio temperature ZONA A PUNTO 18 Data misure: Pianta stato dei luoghi Ubicazione punto di misura Foto punto di misura Ti = C /01/14 13:58: /01/14 13:58: /01/14 13:58: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59: /01/14 13:59:48 Immagine termografica Temperatura ambiente C Temperatura massima C Temperatura esterno cumulo punto misura C Misura temperatura interna cumulo ( C) Temperatura interno cumulo (misura con termometro con sonda 70mm) Temperatura esterno cumulo (misura con termocamera) Differenza temperatura interno esterno C C 6.20 C Strumenti di misura: Termocamera Flir I7 Termometro DeltaOHM con Sonda70mm Rilevatori: Ing. Massimo Guido Francesco Rossano

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

Temperatura interna e del guscio durante una incubazione a temperatura costante - Tazawa & Nakagawa (1985) and French (1997) Giorni di incubazione

Temperatura interna e del guscio durante una incubazione a temperatura costante - Tazawa & Nakagawa (1985) and French (1997) Giorni di incubazione COME SI. PERCHÉ MISURARE LA TEMPERATURA DEL GUSCIO? Una corretta temperatura dell incubatrice é un aspetto importante per la qualitá dei pulcini. La temperature dell incubatrice é quella percepita dall

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5

Manuale d istruzioni Termometro PCE-TH 5 PCE Italia s.r.l. Via Pesciatina 878 / B-Interno 6 55010 LOC. GRAGNANO - CAPANNORI (LUCCA) Italia Telefono: +39 0583 975 114 Fax: +39 0583 974 824 info@pce-italia.it www.pce-instruments.com/italiano Manuale

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA

VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA VARIANTE ESTERNA ALL ABITATO DI TORTONA Responsabile del procedimento arch. Sergio Manto SCR Piemonte S.p.A. Referenti del R.U.P. ing. Claudio Trincianti - arch. Massimo Morello Progettisti Sina S.p.A.

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Manuale d Istruzioni Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Introduzione Congratulazioni per aver acquistato la Pinza Amperometrica Extech EX820 da 1000 A RMS. Questo strumento misura

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

VALUTAZIONE QUALITA ARIA

VALUTAZIONE QUALITA ARIA COMUNE di CASTELLARANO (loc. Roteglia) Provincia di REGGIO EMILIA VALUTAZIONE QUALITA ARIA STUDIO DI RICADUTA INQUINANTI riferito all attività svolta da COTTO PETRUS S.r.l. Roteglia Castellarano (RE) Luglio

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti.

SCHEDA DI SICUREZZA DEL PRODOTTO In conformità con il D.L.65/03 e i suoi relativi emendamenti. 1. ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELLA SOSTANZA O DEL PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA PRODUTTRICE Nome commerciale : Società : Dow Corning S.A. rue Jules Bordet - Parc Industriel - Zone C B-7180 Seneffe Belgio

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

COMPLESSO xxxxxxxxxxx

COMPLESSO xxxxxxxxxxx PROVE DI CARICO SU PALI E INDAGINI SIT COMPLESSO xxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PROVE N 131/132/133/134/135 /FI 8, 9, 10, 11 Giugno 2009 Committente: Direttore Lavori: Relatore: xxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA IT Sistema a soffitto Il rivoluzionario sistema a soffitto Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA Il rivoluzionario sistema a soffitto Resa certificata Adduzione inserita nella

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Manuale di termografia ad infrarossi PER

Manuale di termografia ad infrarossi PER Manuale di termografia ad infrarossi PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI Una guida informativa all'uso delle termocamere ad infrarossi per applicazioni industriali Sommario pagina 1. Introduzione 4 2. La termocamera

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Nelle immediate vicinanze dell impianto, secondo la simulazione sul dominio 4x4km, i risultati sono quelli di figura 3.36.

Nelle immediate vicinanze dell impianto, secondo la simulazione sul dominio 4x4km, i risultati sono quelli di figura 3.36. Capitolo 3 Caratterizzazione delle sorgenti pag. 75 Nelle immediate vicinanze dell impianto, secondo la simulazione sul dominio 4x4km, i risultati sono quelli di figura 3.36. Figura 3.36. Superamenti di

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013

Istituto per l Energia Rinnovabile. Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Bolzano, Gennaio 2013 Istituto per l Energia Rinnovabile Catasto Solare Alta Val di Non Relazione Versione: 2.0 Autori: David Moser, PhD; Daniele Vettorato, PhD. Coordinamento e Revisione: dott. Daniele Vettorato, PhD (daniele.vettorato@eurac.edu)

Dettagli

Le applicazioni della Dome Valve originale

Le applicazioni della Dome Valve originale Le applicazioni della Dome Valve originale Valvole d intercettazione per i sistemi di trasporto pneumatico e di trattamento dei prodotti solidi Il Gruppo Schenck Process Tuo partner nel mondo Il Gruppo

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI

AMBIENTE SIA PER IL COLLEGAMENTO A23-A28 IN FRIULI DESCRIZIONE DEL PROGETTO Data: Agosto 2010 Oggetto: Affidamento concessione avente con ad procedura oggetto la aperta della progettazione, costruzione e gestione del raccordo Autostradale A23-A28 Cimpello

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati.

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati. Atmosfere potenzialmente esplosive sono presenti in diverse aree industriali: dalle miniere all industria chimica e farmacautica, all industria petrolifera, agli impianti di stoccaggio di cereali, alla

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

L esperienza del Green Energy Audit

L esperienza del Green Energy Audit L esperienza del Green Energy Audit Arch. Ph.D. Annalisa Galante Adjunct Professor Research Associate - Dipartimento ABC - Politecnico di Milano Coordinamento corsi di formazione - Comunicazione e Marketing

Dettagli

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE Introduzione La porzione di territorio situata a sud-ovest dell Area Metropolitana

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CENNI STORICI Nell anno 1946, l ingegnere americano Ray Arden, un vero pioniere della progettazione dei micromotori ed indiscusso genio in materia, ideò e perfezionò

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

CONTROLLO AUTOMATICO DEI DEVIATOI Quadro normativo di riferimento

CONTROLLO AUTOMATICO DEI DEVIATOI Quadro normativo di riferimento CONTROLLO AUTOMATICO DEI DEVIATOI Quadro normativo di riferimento Ing. GianPiero Pavirani Bologna, 21 Novembre 2012 Sommario 1. Le attività di manutenzione 2. La normativa di riferimento: 1. 2. 3. Istruzione

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI

NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI NORMATIVA TECNICA PER LE COSTRUZIONI COSTRUZIONI ESISTENTI: LIVELLI DI CONOSCENZA E INDAGINI DIAGNOSTICHE STRUTTURALI ING. ROCCO TOLVE MATERA 05 OTTOBRE 2011 Costruzioni esistenti : livelli di conoscenza

Dettagli

14. Controlli non distruttivi

14. Controlli non distruttivi 14.1. Generalità 14. Controlli non distruttivi La moderna progettazione meccanica, basata sempre più sull uso di accurati codici di calcolo e su una accurata conoscenza delle caratteristiche del materiale

Dettagli

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio

Batterie per recinti. Batteria alcalina a secco 9 V. Batteria a secco 9 V zinco-carbonio Batterie per recinti Batteria alcalina a secco 9 V Le batterie alcaline AKO 9 V mantengo un alto voltaggio costante per tutta la loro durata. Questo permette al recinto di mantenere un andamento costante

Dettagli

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN

MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Sistemi di Rivelazione Incendio MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN MAGIC.SENS rivelatore d'incendio automatico LSN Proprietà del rivelatore adatte all'utilizzo in ambienti interni Regolazione

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

INCERTEZZA DI MISURA

INCERTEZZA DI MISURA L ERRORE DI MISURA Errore di misura = risultato valore vero Definizione inesatta o incompleta Errori casuali Errori sistematici L ERRORE DI MISURA Errori casuali on ne si conosce l origine poiche, appunto,

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/01/09 Denominazione commerciale: SILIFIM ROSSO ALTE TEMPERATURE Pagina: 1/ 5 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Denominazione commerciale: SILIFIM ALTE TEMPERATURE Articolo numero: art.01004/01004a Utilizzazione della Sostanza / del

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

TERMODINAMICA DI UNA REAZIONE DI CELLA

TERMODINAMICA DI UNA REAZIONE DI CELLA TERMODINAMICA DI UNA REAZIONE DI CELLA INTRODUZIONE Lo scopo dell esperienza è ricavare le grandezze termodinamiche per la reazione che avviene in una cella galvanica, attraverso misure di f.e.m. effettuate

Dettagli

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE

INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE INDICE ANALISI MISURAZIONE TERMOREGOLAZIONE Pagina. M 1 Cronotermostati M 3 Termostati.. M 4 Centraline climatiche M 4 Orologi M 6 Accessori abbinabili a centraline Climatiche e termoregolatori M 7 M 01

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari,

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari, LV LIVELLI VISIVI SERIE MULTICONTR TICONTROL OL I Livelli Visivi danno la possibilità di controllare in ogni istante il livello del liquido in modo chiaro e preciso. Il principio utilizzato è quello dei

Dettagli

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare

Diamo importanza all affidabilità Paradigma è: Solare Bollitori / Accumuli inerziali gma Biomassa Termoregolazioni GARANZIA adi ANNI Solare I prodotti Paradigma Paradigma Italia: l azienda ecologicamente conseguente Paradigma Italia nasce nel 1998 dall esperienza e affidabilità della casa madre tedesca, azienda leader nella distribuzione di

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza?

Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Anche tu utilizzi lastre (X-Ray Film) in Chemiluminescenza? Con ALLIANCE Uvitec di Eppendorf Italia risparmi tempo e materiale di consumo, ottieni immagini quantificabili e ci guadagni anche in salute.

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

Misure di temperatura nei processi biotecnologici

Misure di temperatura nei processi biotecnologici Misure di temperatura nei processi biotecnologici L industria chimica sta mostrando una tendenza verso la fabbricazione di elementi chimici di base tramite processi biotecnologici. Questi elementi sono

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

5 Impianti televisivi quadro riassuntivo

5 Impianti televisivi quadro riassuntivo 5 Impianti televisivi quadro riassuntivo EMITTENTE OBIETTIVI PROPOST E STATO TELENORBA TELEPUGLIA TELEDUE Trasferimento in sito fuori del centro abitato Rimozione antenne radianti non attiv e con conseguente

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza:

Sicurezza all IUE. All Istituto è presente la seguente struttura organizzativa in tema di sicurezza: Sicurezza all IUE In tema di sicurezza l Istituto, che gode dell autonomia prevista dalla Convenzione che lo istituisce e dall Accordo di Sede con l Italia, si ispira ai principi fondamentali della normativa

Dettagli

Cartografia di base per i territori

Cartografia di base per i territori Cartografia di base per i territori L INFORMAZIONE GEOGRAFICA I dati dell informazione geografica L Amministrazione Regionale, nell ambito delle attività di competenza del Servizio sistema informativo

Dettagli

02. Alta Riflettività. Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività

02. Alta Riflettività. Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività 02. Alta Riflettività Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività Alta riflettanza ed emissività si traducono in un maggior risparmio energetico e di denaro, oltre che in un applicazione sicura

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli