La business intelligence oggi e domani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La business intelligence oggi e domani"

Transcript

1 Speciale La business intelligence oggi e domani Investire in questo settore è strategico per le imprese che vogliono essere competitive, ottimizzare le prestazioni, incrementare i ricavi e ridurre i costi. Lorenza Peschiera Esplorare i dati, per ricavare informazioni e conoscenze adoperabili all interno dei processi decisionali, tramite logiche di estrazione flessibili, metodologie di analisi e modelli matematici di predizione e di ottimizzazione, indicati nel loro complesso come business analytics. Queste sono le finalità dei sistemi di business intelligence (BI), come è spiegato nel rapporto 2010 dell Osservatorio Business Intelligence della School of Management del Politecnico di Milano. In un sistema di business intelligence rientrano varie funzionalità, raggruppabili in due categorie principali. La prima comprende gli strumenti di business performance management, che permettono di accedere ai dati contenuti nei data warehouse, in base a viste logiche flessibili e dinamiche e di visualizzare in modo sintetico e grafico i principali indicatori di prestazione. La seconda include i business analytics, che consentono di sviluppare analisi più Carlo Vercellis, professore ordinario al Politecnico di Milano e responsabile scientifico dell Osservatorio Business Intelligence della School of Management evolute e capaci di generare vantaggio competitivo. Nonostante il biennio sia stato tra i più difficili per le economie mondiali, gli investimenti in sistemi di business intelligence nel 2009 e nel primo semestre del 2010 sono cresciuti in modo rilevante, con un incremento di oltre il 7%, superando la media degli investimenti in sistemi ICT, commenta Carlo Vercellis, professore ordinario al Politecnico di Milano e responsabile scientifico dell Osservatorio Business Intelligence della School of Management (www.osservatori.net). Questo perché il settore della business intelligence è un area che non ha ancora raggiunto la piena maturità in tutte le imprese e che, pure nelle realtà più evolute, può ancora crescere. Anche nelle aziende in cui si sono diffuse applicazioni di BI rivolte alla misura delle prestazioni, all accesso tempestivo alle informazioni, alla generazione per eccezione di segnali d allerta 50 office automation maggio 2011

2 l area rappresentata dai business analytics ha un enorme potenziale, aggiunge Vercellis. Favorevoli quindi sono anche le prospettive di sviluppo, con una previsione per i prossimi tre anni che fa pensare a un tasso di incremento medio superiore all 8%. Le applicazioni di business intelligence continueranno a essere una priorità per i CIO, per la loro capacità di contribuire alla realizzazione di una strategia competitiva, mediante l ottimizzazione delle prestazioni, l incremento dei ricavi e la riduzione dei costi. Quattro stadi di sviluppo Nel rapporto di ricerca 2008 dell Osservatorio, era emerso un modello di maturity model che prevedeva quattro stadi di sviluppo. Il primo, quello di business intelligence basilare, identifica le aziende che usano solo funzionalità di query e reporting per accedere in modo flessibile e tempestivo ai dati contenuti nel data warehouse. Il secondo livello, quello di business intelligence mirata, si riferisce ad aziende che, pur essendo caratterizzate da un livello di pervasività contenuto, con una sola funzione leader che usa gli strumenti di BI, si avvalgono di business analytics. Il terzo livello, quello di business intelligence integrata, corrisponde ad aziende che fanno un uso pervasivo di strumenti di business intelligence per la maggior parte delle funzioni aziendali, pur limitando gli strumenti usati ai sistemi di business performance management. Il quarto livello (business intelligence strategica), corrisponde alle aziende che hanno saputo trasformare i sistemi di business intelligence in vantaggio competitivo, mediante un impiego pervasivo, nelle diverse funzioni, e intensivo, con analisi di performance management e business analytics. L indagine per l edizione 2010 della ricerca è stata condotta su aziende dei settori banking-finance, pharma-sanità e GDO-manufacturing che sono state collocate nei quattro quadranti di questo maturity model. Solo il 16% delle imprese del campione, appartenenti in prevalenza al settore banking e finance, sono nel quadrante della business intelligence strategica. Più consistente è la presenza di imprese nel quadrante della BI integrata, pari a circa il 26%, con una prevalenza di aziende dei settori pharma-sanità e GDO-manufacturing. Il 45% delle imprese è nel quadrante delle BI basilare, con appartenenza a tutti i tre settori considerati. Infine, il 13% delle aziende è nel quadrante della business intelligence mirata, con una prevalenza del settore banking e finance. L importanza di una vision strategica Secondo l Osservatorio, perché un sistema di business intelligence abbia successo, è importante che le aziende seguano alcune regole. Per prima cosa, è necessaria una vision strategica: bisogna creare una vision dei progetti di business intelligence come attività che riguarda l impresa nel suo complesso e non solo singole funzioni utilizzatrici o la sola funzione ICT. Importanti sono poi comunicazione e collaborazione per favorire coinvolgimenti del decison maker e degli utilizzatori già nel processo di sviluppo di un sistema di business intelligence, promuovendo i processi di comunicazione informale. Necessario è anche un forte commitment da parte del management, iniziando dai C-level, che deve percepire un progetto di business intelligence come una risorsa dal valore strategico. Sul versante della cultura e della gestione del cambiamento, la capacità dei knowledge worker di assimilare le informazioni e tradurle in azioni concrete è uno dei fattori in grado di facilitare l introduzione di un sistema di business intelligence. Ulteriore elemento critico è rappresentato dall innovazione: i sistemi di business intelligence e gli advanced analitici hanno un ruolo essenziale per valorizzare le informazioni e per estrarre conoscenze dai dati disponibili, trasformandole in decisioni migliori e in vantaggio competitivo. Infine, è necessario che la funzione ICT fornisca un costante presidio alla qualità dei dati presenti nel data warehouse, assicurando la loro accuratezza, completezza, consistenza, attualità, non ridondanza, rilevanza, interoperabilità e accessibilità. Innovare con la business intelligence Tra le tendenze più innovative in ambito business intelligence emerse dall edizione 2010 del rapporto ci sono gli advanced analytics, rappresentati soprattutto da metodi predittivi e di ottimizzazione, che consentono di gestire processi decisionali di elevata complessità. I business analytics permettono di analizzare serie storiche per determinare trend e comportamenti stagionali, evidenziare correlazioni presenti nei dati, prevedere il valore futuro di variabili maggio 2011 office automation 51

3 La business intelligence oggi e domani numeriche e categoriche, realizzare analisi di scenario, ricavare segmentazioni dei clienti, svolgere attività di text e web mining, ottimizzare le scelte produttive e logistiche, determinare i prezzi ottimali in modo dinamico. Prendere la decisione migliore, avere una forte capacità predittiva, crea la differenza dai propri competitor, dichiara Vercellis. Disporre di un buon sistema di governo, di visualizzazione di cubi, di visualizzazione delle prestazioni attraverso cruscotti e sistemi di monitoraggio è una condizione irrinunciabile per gestire il business, ma non è un elemento di vantaggio competitivo perché la maggior parte delle aziende sta puntando su questo. Se, viceversa, un impresa è capace di creare, inventare in modo innovativo, un applicazione che ottimizza i suoi processi decisionali in un particolare ambito, questo può creare vantaggio competitivo. Di conseguenza gli advanced analytics sono una vera e propria killer application e lo saranno ancora di più in futuro, anche grazie all evolvere delle potenzialità dei metodi analitici e dei modelli statistico-matematici e delle potenzialità di calcolo, che consentiranno di risolvere problemi sempre più complessi. Web e social network sono oggi un canale di comunicazione e promozione dell immagine per le imprese molto importante. I siti di e-commerce sono un canale di vendita sempre più rilevante. Usare metodi di web intelligence per analizzare i dati relativi alla consultazione dei siti aziendali da parte dei visitatori e i dati riguardanti forum, blog, messaggi, inviate al contact center, permettono da un lato di condurre iniziative di monitoraggio per valutare la web reputation di prodotti e servizi commercializzati dall azienda; dall altro di svolgere attività di marketing indirizzate verso social communities. In questo contesto hanno un ruolo sempre più determinante i social analytics, ossia strumenti di rilevazione, analisi e interpretazione delle interazioni e delle associazioni tra persone, argomenti e idee che si concretizzano nell ambito dei social networks. I social analytics includono diversi metodi, tra cui tecniche di social filtering, social network analysis e opinion mining. Queste ultime, definite anche come tecniche di sentiment analysis, permettono di elaborare le opinioni scambiate dagli utenti tramite la rete su un prodotto o un marchio e di attribuire loro in modo automatico e su base statistica una connotazione positiva o negativa. Questo consente alle imprese di intercettare le tendenze negative correlate alla propria offerta e di correggerle o di sfruttare a proprio vantaggio le tendenze positive. La tematica web e social network è strettamente correlata a quella dell analisi dei dati non strutturati, come inviate dai clienti, informazioni provenienti da social networks, forum, blog, informazioni derivanti da fonti interne all azienda (come contratti, fatture, documentazioni e report gestiti manualmente dai decision maker, documenti di marketing, reclami, file multimediali), che costituiscono almeno l 85% delle informazioni disponibili. L integrazione tra business intelligence e analisi di dati non strutturati è un argomento molto attuale per le aziende oggi; secondo Vercellis, analizzare i dati non strutturati è una grande sfida per i metodi Il settore della business predittivi, soprattutto nel caso intelligence è un area che non di dati testuali legati alla rete ha ancora raggiunto la piena di grandi dimensioni, da cui è maturità in tutte le imprese e necessario estrarre con tempestività conoscenze utili. che, anche nelle realtà più evolute, può ancora crescere Ulteriore opportunità può essere rappresentata dal cloud computing. Secondo l Osservatorio è ancora presto per dire se nei prossimi anni assisteremo a una migrazione significativa dei sistemi di business intelligence in modalità cloud, anche se esistono motivazioni che inducono a ritenere plausibile che alcune applicazioni di business intelligence possono trovare adeguata collocazione in architetture di cloud computing. Da un lato i fruitori della modalità cloud possono estendere le potenzialità dei propri sistemi ICT, in particolare quelli di BI, senza sostenere spese iniziali di acquisto e implementazione, pagando un canone di utilizzo basato sul numero di utenti, sul numero di dati gestiti, sui requisiti di sicurezza. Altri vantaggi derivati dalla business intelligence possono giungere, oltre che dall assenza di licenze d acquisto di software e dalla riduzione delle spese in hardware, dalla diminuzione del personale ICT specializzato in configurazione, manutenzione, monitoraggio e aggiornamento delle architetture informatiche di BI. Un ulteriore vantaggio riguarda la possibilità di condividere dati e informazioni tra diverse organizzazioni, secondo modalità di accesso regolamentate, in modo da poter usare nelle analisi di BI i propri dati congiun- 52 office automation maggio 2011

4 tamente a dati di provenienza esterna presenti presso il fornitore di servizi cloud. In crescita sono, infine, le applicazioni di business intelligence operativa e orientata agli eventi real time o near real time. Le tecnologie di complex event processing (CEP), per esempio, possono fornire supporto ai sistemi di business intelligence mediante la gestione automatizzata di eventi nell intento di individuare e correggere possibili anomalie. Come spiega Vercellis, è una tipologia di business intelligence che decide sostituendosi in alcune applicazioni al decisore umano; si va dal sistema di pricing dinamico in ambito turistico, ai siti di e-commerce in cui l abbinamento tra domanda e offerta è ottimizzato, analizzando anche il prezzo dei competitor, a sistemi di identificazione di frodi o utilizzo improprio degli strumenti di pagamento elettronico. Anche per le PMI i sistemi di business intelligence possono essere importanti. Nelle piccole e medie imprese gli investimenti prevalenti sono ancora orientati al settore del business performance management più che all ambito business analytics, constata Vercellis. In alcune aziende la business intelligence è ancora assente o legata a sistemi antiquati. In questi casi si tratta di introdurre sistemi più moderni, oggi accessibili alle PMI anche perché il cost of ownership negli ultimi anni è decisamente sceso. Oggi le aziende, di qualsiasi dimensione, non possono vivere senza strumenti di business intelligence, afferma Vercellis. Importante, soprattutto per le PMI, è essere oculati negli investimenti. Per le PMI è determinante fare piccoli passi, muovendosi in direzione di un obiettivo, mantenendo una visione d insieme. Per molte aziende investire in area business analytics può essere rilevante per avere più vantaggio competitivo sui concorrenti; sistemi predittivi, customer intelligence, ottimizzazione della supply chain sono temi strategici per chi ha operation complesse, componenti produttive e logistiche importanti. Nei settori in cui si costruisce il vero vantaggio competitivo bisogna essere creativi e avere il coraggio di inventare, senza aspettarsi soluzioni da scaffale, conclude Vercellis. Questa strategia consentirà di distaccare i propri competitor. Nelle piccole e medie imprese gli investimenti prevalenti sono ancora orientati al settore del business performance management più che all ambito business analytics Il punto di vista dei vendor Ma come i vendor vedono il mondo della business intelligence oggi? Come spiega Sergio Palazzina, IBM Italia manager of software sales, business analytics, la fase pionieristica della BI è terminata da tempo e oggi la BI supporta i processi chiave di business, dal CRM, al BPM, al risk management. Sempre più diffusi, gli strumenti di BI sono usati da un numero crescente di utenti in azienda. Questa diffusione ha sempre più fatto emergere esigenze come la standardizzazione riguardo all interfaccia applicativa, per facilitare i processi di implementazione e di utilizzo, le esigenze di condivisione e collaborazione. Le soluzioni di BI, secondo Palazzina, devono offrire anche autonomia lavorativa agli utenti, intesa come la possibilità di creare in modalità autonoma, self service, report corrispondenti ai propri bisogni. Per Marco Gioia, BI project manager di Bicon3, con un numero di informazioni in costante crescita, è fondamentale rendere questo patrimonio accessibile e coerente, consentendone l analisi con facilità e velocità. Oggi, in termini di business intelligence, è impellente la possibilità di fornire indicatori sintetici, dalla forte integrazione con il dato storico, con la possibilità di raffronti con fonti esterne e che abbiano una veste grafica chiara ed efficace, afferma Gioia. La richiesta pressante dal punto di vista della fruizione è la possibilità di consultare il dato in tempo reale sia sul fronte della sua ampiezza sia rispetto alla sua profondità. Sempre più decisiva la capacità di effettuare simulazioni attraverso le funzioni di what-if. Oggi è impellente l esigenza di affiancare al sistema di reporting tradizionale strutturato, un nuovo sistema dinamico che permetta alle aziende un monitoraggio continuo delle variabili strategiche, che leghi i dati operativi, generati dai sistemi contabili e gestionali, in informazioni che consentano la comprensione dei fenomeni chiave. Secondo Simone Fiocchi, presidente Iconsulting, mentre in passato le aziende implementavano sistemi a supporto delle decisioni creati ad hoc per le singole aree, oggi il focus si è spostato verso la razionalizzazione e la semplificazione dei sistemi in- maggio 2011 office automation 53

5 La business intelligence oggi e domani formativi. La razionalizzazione dei sistemi di business intelligence è non solo una necessità per contenere i costi, ma anche per collegare i dati provenienti da diverse aree dell azienda, per disporre di una visione completa del business. Anche la presenza di un business intelligence competence center che coordini le persone, gli strumenti e i processi aziendali si sta rivelando per le aziende un punto di riferimento sempre più importante. Anche Mauro Grassi, business development manager di Information Builders, concorda sull evoluzione degli strumenti di business intelligence. Oggi prevalgono strumenti che consentono una visione approfondita delle singole aree di business, una migliore analisi del comportamento dei clienti finali e una migliore integrazione di informazioni. Per Paul Loeffler, director, business development Emea, Jaspersoft, le aziende, oggi, devono poter disporre di una business intelligence costruita per il mondo attuale, in cui Internet, browser e cloud computing hanno preso il posto del vecchio mondo IT dei mainframe e del client server computing, in cui l evoluzione dei dispositivi mobili di calcolo, il web 2.0 e la consumerizzazione di Internet hanno cambiato le aspettative e le esigenze degli utenti finali. Le applicazioni BI devono operare on site, negli ambienti virtuali e nel cloud a partire dalla stessa versione del software. Inoltre, i clienti si aspettano di essere in grado di spostarsi da ogni piattaforma a qualsiasi altra. Massimo San Giuseppe, CEO di QlikView Italy, concorda sul processo di consumerizzazione, sulla possibilità per gli utenti di accedere anche in ambito lavorativo alle informazioni nel modo semplice, veloce e immediato al quale sono abituati in ambito privato. Sempre di più le aziende dice San Giuseppe sono alla ricerca di strumenti che possano supportare il processo decisionale attraverso analisi visuali, rapide e semplici messe a disposizione di tutte le figure aziendali. In un contesto economico in rapida evoluzione come quello attuale le aziende hanno bisogno di strumenti implementabili velocemente e che possano dare ritorni di investimento in tempi brevi. Sfruttare la BI per essere più competitive è, per Flavio Venturini, BI sales director, Oracle Italia, importante per le aziende oggi. Questo significa comprendere le performance del proprio business interpretando in modo tempestivo gli indicatori prodotti dai dati aziendali e controllare l esecuzione delle linee di business rispetto alle strategie aziendali, apportando azioni correttive dove sono necessarie. La diffusione di queste possibilità a una platea più ampia in azienda è determinante per allineare ogni decisione e azione alle strategie. Facilità nell implementazione, semplicità d uso e servizi a valore aggiunto: questo è quanto ci chiedono le aziende oggi, afferma Emanuela Sferco, direttore marketing SAS. Le aziende sanno che la business intelligence e i business analytics sono un motore di innovazione se ben integrati nei processi aziendali. Le aziende investono a fronte di ROI sicuri e rapidi. Questo ha spinto i decision maker a dotarsi di tecnologie all avanguardia per fare analisi su basi dati concreti, e non più a fidarsi del solo intuito o dell esperienza passata. Per essere competitivi è necessario avere informazioni tempestive, precise e rilevanti per poter prendere corrette decisioni di business; e i business analytics rendono tutto questo possibile. Anche per Manuel Vellutini, executive vice president, chief operating officer di Tagetik, monitorare e ottimizzare le prestazioni aziendali, favorendo l allineamento tra risultati e obiettivi di business, è da sempre una necessità per ogni azienda. Oggi, però, le informazioni necessarie allo sviluppo della strategia aziendale nascono sempre più da processi decisionali di tipo collaborativo, rendendo così necessari nuovi strumenti di gestione, con funzionalità evolute. Sempre più spesso, i processi aziendali associati alla business intelligence, alla business analytics e al performance management sono pervasivi, adottati e gestiti da un numero elevato e crescente di utenti, che devono condividere le informazioni oggetto di queste attività. Il management aziendale ha bisogno di partecipare in modo rapido e preciso, attivando strumenti di collaborazione e comunicazione in grado di coinvolgere persone, ambiti e dipartimenti diversi. Solo in questo modo è possibile avere veramente sotto controllo l andamento aziendale e, al contempo, 54 office automation maggio 2011

6 coinvolgere in modo pro-attivo e ordinato tutte le componenti aziendali, disponendo degli strumenti per correggerne la rotta. Accanto a questo è sempre più forte la necessità di analizzare e pianificare su ambiti operativi tramite funzioni in grado di garantire una maggiore comprensione del business, come la pianificazione e l analisi delle vendite, dei costi e investimenti IT, delle risorse umane, il controllo dei costi di produzione o la previsione e consuntivazione della spesa legata al ciclo passivo non caratteristico. È quindi fondamentale non solo analizzare i dati finanziari ma scendere nel dettaglio delle variabili e dei driver sottostanti che li hanno determinati così come garantirne la trasparenza e l accuratezza per rispondere ai requisiti di governance imposti alle aziende. Entrambe queste esigenze non possono prescindere da un architettura applicativa unificata a supporto dei processi aziendali. Se questa è discontinua è impossibile colmare il divario tra una considerevole quantità di dati provenienti da sistemi differenti e quanto è necessario per costruire l efficienza aziendale (informazioni affidabili e fra loro consistenti in grado di garantire una vista unica dei dati all interno della propria organizzazione). Analizzare meglio le informazioni sui clienti Alla base di ogni iniziativa di CRM c è la realizzazione di una vista unica sui dati del cliente, spesso dispersi su basi dati non integrate e discordanti; questa vista può essere realizzata con soluzioni di master data management che razionalizzano i dati e li mantenengono aggiornati, fornendoli poi alle applicazioni che li usano, esordisce Palazzina. Dagli strumenti di analytics arrivano, invece, strumenti per monitorare e analizzare i risultati di business, tramite la definizione di indicatori di performance e la comprensione di cause-effetti nell andamento delle attività. Comprendere le esigenze del cliente significa non solo analizzare lo stato di fatto, ma implica anche prevedere i bisogni e i desideri del mercato. Si entra nel campo dell analisi predittiva su cui le aziende più innovative e attente alla cura del cliente si stanno attrezzando per mantenere e acquisire quote di mercato, innovare l offerta, controllare e ridurre i costi. Anche l analisi di dati non contabili nonché quanto pubblicato e scambiato nel mondo Internet può portare alla luce informazioni non evidenti su bisogni e problemi che si possono trasformare in opportunità e diminuzione di rischi e costi. Dal punto di vista di Gioia, per la sopravvivenza di un azienda nel mercato attuale è fondamentale la conoscenza del cliente, la capacità di comprenderne, interpretarne e intuirne, addirittura prima del cliente stesso, le esigenze. È quindi decisivo ridisegnare i sistemi informativi presenti nelle aziende in un ottica customer-centric, che consenta una visione sintetica del proprio tipo di clientela accanto a un ottica unitaria e dettagliata: informazioni come dati anagrafici, metodologie di consumo, storia degli acquisti fatti, preferenze, classificazioni di tipo demografico e completa visione delle relazioni intrattenute nel tempo tra azienda e cliente. A oggi è quindi da privilegiare l attività di analisi in tempo reale, sfruttando tecnologie quali data mining, modellizzazione predittiva, simulazioni what-if e clustering. maggio 2011 office automation 55

7 La business intelligence oggi e domani Secondo Grassi per ottimizzare le applicazioni di customer intelligence e ottenere un ritorno sull investimento è fondamentale affidarsi a tecnologie che consentano di analizzare grosse moli di dati senza alterare la perfomance, di sviluppare intorno al dato un applicazione di customer intelligence in grado di definire un applicazione di customer loyalty, funzione che consente ai clienti di accedere direttamente e analizzare i proprio acquisti o di richiedere un premio. La crescita dei siti di social media ha dato al consumatore il controllo del processo d acquisto, dichiara Loeffler. Questo è un potente motore per l idea di un social CRM. Il Customer Analytics estende la comprensione e il dettaglio sui dati relativi ai clienti tramite altri dati (interni ed esterni all azienda), come per esempio ERP, ecommerce, lo stream di clic su web (web clickstream), Twitter, Facebook, YouTube e i dati geografici (Geo data). Grazie alla combinazione e alla presentazione di queste sorgenti di informazioni, la BI aiuta le soluzioni di CRM a capire meglio le esigenze e a comunicare con il consumatore. Secondo Venturini le tecnologie di business intelligence, integrate nelle applicazioni di CRM, consentono di procedere in direzione della capacità di modificare le proprie strategie allineandole alle esigenze del mercato e della propria clientela. Oggi la customer intelligence deve evolvere tenendo presente che la relazione con la clientela è sempre più multicanale, pertanto è necessario riuscire a integrare le funzionalità di intelligence con le applicazioni impiegate per la gestione di tutti i punti di contatto con il cliente: web, contact center, , chioschi e sistemi di gestione dei punti vendita. Inoltre è necessario tenere presente che la costruzione della customer experience coinvolge più interlocutori in azienda, per cui è utile predisporre ambienti di decision making collaborativo in cui possano confrontarsi sui dati di customer intelligence disponibili, individuare nuovi insight sulla clientela, definire insieme le azioni da intraprendere sul piano operativo per portare avanti la relazione con il singolo cliente. Utilizzare opportunamente le tecnologie di customer intelligence può dare alle organizzazioni un duplice beneficio, afferma Patrizio Bof, presidente e amministratore delegato di Pat. In primo luogo l analisi dei dati relativi ai clienti e ai loro comportamenti può consentire di identificarne eventuali esigenze non ancora compiutamente espresse o che comunque l azienda non ha ancora indirizzato con le dovute proposte commerciali: questo crea da una parte opportunità di cross-selling e up-selling attraverso cui migliorare il fatturato e la marginalità associati al singolo cliente facendo leva sull offerta già esistente, e dall altra consente di ottenere indicazioni per fare evolvere o modificare i propri prodotti e servizi per andare incontro a quello che richiede la domanda. In secondo luogo il ricorso a KPI relativi ai processi di gestione della relazione cliente consente di individuare velocemente eventuali aree di criticità organizzativa o attività che non sono in linea con gli obiettivi preposti (ad esempio una campagna di telemarketing in corso) per intraprendere le necessarie azioni correttive, aumentando l efficienza e l efficacia dell azione di business. Per poter trarre il massimo vantaggio da una soluzione di customer intelligence il consiglio è quello di adottare un approccio che integri la visione strategica e i dati operativi per guidare gli operatori verso azioni diverse sui clienti in funzione del loro profilo e dei loro comportamenti indicando le leve più appropriate da usare caso per caso per prevenire reazioni negative e fidelizzare il cliente garantendogli un alto grado di soddisfazione, precisa San Giuseppe. Per fare questo è importante che le informazioni di dettaglio siano aggiornate in tempo reale e sempre disponibili: questo è possibile affiancando a questo approccio una soluzione di business intelligence di nuova generazione che garantisca un aggiornamento costante dei dati in tempo reale. La customer intelligence oggi ci permette di interagire con i clienti in modo profondo per poter definire l offerta dei prodotti o dei servizi in modo accurato, dice Fiocchi. Uno dei primi consigli è quello di strutturare al meglio la propria capacità di acquisire informazione sui clienti finali e di sfruttare le informazioni derivanti dai social media. Oggi la definizione di un target non è sufficiente, è necessario segmentare il mercato per evitare fenomeni di spill over sia in termini di marketing sia di disegno della propria offerta. Intervenire sui dati con applicativi di customer intelligence oggi significa poter operare analisi di sentiment e di percezione della reputazione del marchio e del prodotto. I sistemi di location intelligence, semantic intelligence e data mining, possono essere usati insieme ad altri sistemi di BI per ottenere analisi accurate del mercato. In un contesto come quello che stiamo vivendo, anche le strategie e le tecniche di marketing devono evolvere, sostiene Sferco. Oggi è ancor più importante di ieri poter fare analisi predittive del comportamento dei consumatori e dell efficacia delle proprie campagne per accorciare il time to market, accrescere i ritorni delle attività di marketing e migliorare il processo di 56 office automation maggio 2011

8 CRM, per offrire servizio e prodotti migliori al cliente. L importante è dare modo ai professionisti del marketing di poter gestire questa complessità e coordinare le campagne di marketing da un unico punto. Il futuro è nella mobile intelligence Un tema sempre più attuale, oggi, è quello della mobile intelligence, ovvero della distribuzione di dati legati al business e dell uso di tecniche di business intelligence in devices mobili. È fondamentale essere costantemente allineati sulle informazioni chiave per i processi decisionali: avere a disposizione sul proprio dispositivo mobile l intera gamma di informazioni e dati in tempo reale che si trova sulla rete aziendale è basilare per chi deve prendere decisioni, dice Gioia. Per una società che punta all agilità, a velocizzare il processo decisionale, a migliorare il servizio clienti e la produttività, la mobile intelligence aiuta a snellire buona parte delle fasi cruciali dei processi di business. Utenti di business, legati all ambiente delle vendite, direttori del personale, direttori e manager in movimento necessitano di contenuti in tempo reale, disponibili dovunque e in ogni momento, per prendere decisioni informate indipendentemente dal luogo in cui si trovano, afferma Palazzina. Sui device mobili devono poter usare soluzioni di BI flessibili che consentano di scaricare report e strumenti di analisi da utilizzare durante le loro attività, in maniera veloce. Una percentuale altissima di attività che oggi richiedono l utilizzo di pc tradizionali sarà svolta, molto presto, tramite device mobili. La mobile intelligence diventerà nei prossimi anni sempre più rilevante nell influenzare il business di diverse aziende, precisa Fiocchi. Per le persone che in azienda sono più vicine al cliente, e meglio sanno interpretare le sue esigenze, la potenzialità della mobile intelligence apporta un elevato valore aggiunto. Pensiamo a uno store manager in grado di utilizzare in tempo reale report sulle vendite per decidere come comporre le vetrine e organizzare la merce in negozio in funzione delle condizioni del tempo e del flusso di clienti, capiremo immediatamente che la sua capacità di reazione a fronte di variabili impreviste sarà fortemente aumentata. Le decisioni prese da personale aziendale operativo, quello che conosce il cliente e le variabili che possono influenzare il business, allineate con la strategia aziendale non solo responsabilizzano tale personale, ma possono portare risultati economici importanti. Disporre di dati sensibili non solo sul pc, ma anche sui propri BlackBerry in tempo reale è un aspetto di rilevanza cruciale, per poter essere costantemente aggiornati e avere gli strumenti per prendere decisioni, dichiara Grassi. Con la diffusione di tablet e smartphone, tra cui iphone e Blackberry, stiamo già assistendo alla crescita di utenti per i quali il trasferimento della BI sui propri dispositivi mobili diventa strategico. I dispositivi mobili sono vere e proprie piattaforme di calcolo e gli utenti hanno visto solo l inizio delle applicazioni mobili rich, puntualizza Loeffler. La mobile intelligence rivoluzionerà la business intelligence tradizionale, ma non sarà la semplice presentazione di fogli elettronici a pochi utenti esperti (power user). Al contrario, offrirà informazioni in tempo reale, operative e critiche per il business delle aziende. Oggi il lavoro, anche quello di ufficio, si svolge sempre più in mobilità, spiega Venturini. Oltre ai C-level, pertanto, anche le figure manageriali di livello intermedio avvertono sempre più forte la necessità di accedere in maniera pervasiva e tempestiva alle informazioni di business tramite dispositivi mobili, per prendere le opportune decisioni operative dovunque si trovino. Per dare una risposta efficace a queste esigenze, una notifica via o sms spesso non è sufficiente: è necessario avere a disposizione capacità di interazione e navigazione più

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

journal tutto PArte dalla conoscenza del dato N.2 MAGGIO 2011

journal tutto PArte dalla conoscenza del dato N.2 MAGGIO 2011 N.2 MAGGIO 2011 journal Business Intelligence: tutto PArte dalla conoscenza del dato CASO UTENTE In uno scenario in cui la competitività e le istituzioni regolamentari impongono sempre più rigore nel time

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence

Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Realizzare un architettura integrata di Business Intelligence Un sistema integrato di Business Intelligence consente all azienda customer oriented una gestione efficace ed efficiente della conoscenza del

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Ottimizzare le performance con i sistemi di Business Intelligence. Rapporto 2009 Osservatorio Business Intelligence

Ottimizzare le performance con i sistemi di Business Intelligence. Rapporto 2009 Osservatorio Business Intelligence Ottimizzare le performance con i sistemi di Business Intelligence Rapporto 2009 Osservatorio Business Intelligence Novembre 2009 Copyright e utilizzo dei contenuti I Report non potranno essere oggetto

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Business Intelligence: dell impresa

Business Intelligence: dell impresa Architetture Business Intelligence: dell impresa Silvana Bortolin Come organizzare la complessità e porla al servizio dell impresa attraverso i sistemi di Business Intelligence, per creare processi organizzativi

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION

4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION 4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION 4 MOTIVI PER CUI NON PUOI PIÙ FARE A MENO DELLA DATA VISUALIZATION INDICE La semplicità nell era dei Big Data 05 01. Data Visualization:

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

IT FOR BUSINESS AND FINANCE

IT FOR BUSINESS AND FINANCE IT FOR BUSINESS AND FINANCE Business Intelligence Siena 14 aprile 2011 AGENDA Cos è la Business Intelligence Terminologia Perché la Business Intelligence La Piramide Informativa Macro Architettura Obiettivi

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007

Presentazione di alcuni casi di successo. Paolo Piffer 28 Maggio 2007 Presentazione di alcuni casi di successo Paolo Piffer 28 Maggio 2007 AZIENDA 1 DEL SETTORE CERAMICO Il problema presentato L azienda voleva monitorare il fatturato in raffronto ai 2 anni precedenti tenendo

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Cos è la Businèss Intèlligèncè

Cos è la Businèss Intèlligèncè Cos è la Businèss Intèlligèncè di Alessandro Rezzani Il sistema informativo aziendale... 2 Definizione di Business Intelligence... 6 Il valore della Business Intelligence... 7 La percezione della Business

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni

Sistemi di supporto alle decisioni Sistemi di supporto alle decisioni Introduzione I sistemi di supporto alle decisioni, DSS (decision support system), sono strumenti informatici che utilizzano dati e modelli matematici a supporto del decision

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS BUSINESS PROFILE LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS Omnia Group è costituito da un complesso di aziende operanti nei settori della consulenza e dell erogazione di servizi informatici. L azienda è caratterizzata

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

La Business Intelligence

La Business Intelligence Parte 1 La Business Intelligence Capitolo 1 Cos è la Business Intelligence 1.1 Il sistema informativo aziendale Sempre la pratica dev essere edificata sopra la buona teorica. Leonardo da Vinci Le attività,

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Big Data: istruzioni per l uso

Big Data: istruzioni per l uso big data Big Data: istruzioni per l uso di Luca Papperini Il tema dei Big Data è la grande sfida del futuro per il marketing e l lnformation Technology. Alla luce di questo trend, che solo oggi sta raggiungendo

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli