Verso il Social Business: è possibile misurare l impatto sul risultato dei social network e dei meccanismi informali di collaborazione?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Verso il Social Business: è possibile misurare l impatto sul risultato dei social network e dei meccanismi informali di collaborazione?"

Transcript

1 Verso il Social Business: è possibile misurare l impatto sul risultato dei social network e dei meccanismi informali di collaborazione? Rosario Sica Social Networks. Interagire, collaborare, apprendere, fare rete Università degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento e Facoltà di Psicologia Milano 26 maggio 2001 OPENKNOWLEDGE SRL MILANO LONDON SYDNEY SHANGHAI

2 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo: due casi Q&A

3 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo: due casi Q&A

4 OpenKnowledge Our mission Bringing the enterprise 2.0 paradigm and technologies inside the organization to accelerate performance Our offering We improve business potential with 3 Business Units: Employee empowerment: collaboration & Enterprise 2.0 Customer engagement: brand community & social CRM Collaborative innovation: idea management & crowdsourcing Milano, Hotel Marriott, 8 giugno 2011

5 [2011] [2007 e 2010] [2009] [2010] ok_sica Social Business Forum 4 edition delegates 40+ speakers 30+ case studies International visibility, connections with leading Universities, strong competencies. s

6 Some of our clients (thus far) Manufacturing Services Finance Public Admin. Comune di Venezia

7 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo: due casi Q&A

8 Lack of engagement Towers Perrins 2009

9 ROA: valorizzare i knowledge worker

10 Evoluzione delle tecnologie che abilitano i processi di business Tecnologia Enterprise Social Software

11 Priorità: Innovazione, Esterno, Interno 83% dei CEO si aspettano nei prossimi anni cambiamenti ancora più profondi di fronte ad un triplicarsi dell incapacità di gestire efficacemente questi cambiamenti (IBM Global CEO Survey 2010)

12 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo: due casi Q&A

13

14 Perché si utilizzano in azienda gli strumenti e gli approcci social? Nei processi interni Aumentare la velocità di accesso a conoscenza aziendale (68%) Ridurre i costi di comunicazione (54%) Aumentare la velocità di accesso agli esperti interni (43%) Nelle relazioni con i clienti Aumentare l efficacia del marketing (52%) Aumentare la soddisfazione dei clienti (43%) Ridurre i costi di marketing (38%) Nel lavoro con i partner esterni Aumentare la velocità di accesso a conoscenza aziendale (51%) Ridurre i costi di comunicazione (49%) Aumentare la velocità di accesso agli esperti interni (42%) Ricerca McKinsey su 1600 executive a livello mondiale Open Knowledge (p. 13)

15 Una nuova vista sull organizzazione Quadro stabile e pianificato Collaborazione strutturata I Networks informali sono un disturbo Expertise è nei documenti Tecnologie abilitanti: IT driven Centralizzato/Centro-periferia Basata su dati e procedure Quadro turbolento e liquido Collaborazione aperta ed emergente Le reti informali diventano un asset strategico Expertise è nelle persone Tecnologie abilitanti: User driven Condivisa/Social network Basata su social networking e communities Formal Organisation Informal Organisation Open Knowledge (p. 14)

16 Fonte: Gartner 2009 Dalla contrapposizione formale/informale FORMALE Struttura rigida INFORMALE Struttura caotica CREARE Schemi rigidi Work in progress non visibile ORGANIZZARE Metadati rigidi/tassonomia Ogni utente reinventa la propria struttura in cartelle e segnalibri TROVARE Divario tra struttura reale e utilizzo effettivo Rumore eccessivo (versioni duplicate o sovrascritte ) INTERAGIRE Ri-utilizzo della modalità taglia e incolla Attraverso le Open Knowledge (p. 15)

17 Fonte: Gartner 2009 Alla semplificazione FORMALE Struttura rigida Struttura Adattiva INFORMALE Struttura caotica CREARE Schemi rigidi Strumenti partecipativi Work in progress non visibile ORGANIZZARE Metadati rigidi/tassonomia Folksonomie Ogni utente reinventa la propria struttura in cartelle e segnalibri TROVARE Divario tra struttura reale e utilizzo effettivo Struttura emergente Rumore eccessivo (dazioni duplicate, versioni sovrascritte) INTERAGIRE Ri-utilizzo della modalità taglia e incolla Profili e tool adattabili al processo Attraverso le Open Knowledge (p. 16)

18 I problemi degli individui Dove trovo Dove il documento trovo il documento o la soluzione o la soluzione che mi che serve? mi serve? info dal basso Chi può aiutarmi Chi può a aiutarmi risolvere a questo risolvere problema? questo problema? trovare l expertise Come Come mai sono mai sono sempre sempre l ultimo l ultimo a sapere a sapere dei dei cambiamenti? trasparenza Come Come lavorare con con il mio il mio collega dall altra parte parte d Italia? d Italia? collaborazione Perché Perché quello quello che che mi viene mi viene chiesto chiesto non non è scritto è nel nel manuale? emergenza Perché Perché gli altri gli altri dipartimenti non non collaborano? allineamento organizzativo Potremmo migliorare il il nostro modo di lavorare nuovi processi e reattività Come posso Come capire posso chi capire fa che cosa? chi fa che cosa? condivisione e comunicazione Non Non mi sento mi sento soddisfatto e stimolato e coinvolgimento, fiducia e feedback Open Knowledge (p. 17)

19 Social Enterprise: parole chiave Condivisione Collaborazione Scambi Informali Coinvolgimento nelle decisioni Flessibilità Informazioni dal basso Reattività Diversità Fiducia Allineamento Nuovi processi Trovare l esperienza Open Knowledge (p. 18) Trasparenza

20 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo: due casi Q&A Open Knowledge (p. 19)

21 (Social) Network Analysis: a 100-year story Sociology: J.L. Moreno (sociogramme, sociometrics) and the school of Gestalt (1934) Social Anthropology: Elton Mayo (the weight of inter-personal relations in the workplace: General Electric) Marc Granovetter and the theory of the weak bonds (Harvard University) as well as the point of no return ( tipping point ) Theory of the network: Rob Cross, Stephen Borgatti Web 2.0: explosion of social networking and peer-to-peer information exchange Open Knowledge (p. 20)

22 One minute introduction to ONA maps Individuals are represented as circles (nodes) An arrow pointing from one individual to another indicates the direction of the relationship Community Broker Periphery Colour or shape of node can represent organisational belonging, geography or other relevant attribute The The size of a node is proportional to the number of nominations that node has received The shorter the length of an arrow, the stronger the interaction between the two people (the arrows are weighted). Broker The layout of the nodes is not random: again, the more a person interacts with others, the more it is "pulled" by them (arrows act as springs ). Center/Hub Open Knowledge (p. 21)

23 SNA metrics (example) RELATIONS Nature Intensity Frequency Reciprocity NETWORK Type Density Robustness Cohesion NODES Degree Betweeness Centrality Egonet Open Knowledge (p. 22)

24 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo: due casi Q&A Open Knowledge (p. 23)

25 Where OUTCOME DO KNOW DOMAINS Socialising business processes Performance improvement Knowledge management Internal / External Communication People management and development Learning & Training Innovation Organizational Check Subject Matter experts and Advice networks uncovered Influencer, information flows, energizers, sources of value discovered People assessment from network perspective Learning impact from network perspective Innovation pipeline from a networks persective Collaboration 2.0 Communities of Practices Communities / Intranet 2.0 Training and coaching to social collaboration; Social learning Collaborative innovation projects Efficiency/Efficacy Knowledge sharing Alignment; Passion; Energy HR policies Time to competence Knowledge creation; Open Knowledge (p. 24)

26 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo: due casi Q&A Open Knowledge (p. 25)

27 CONVERGENCE OF WEB2.0 TECHNOLOGY AND USER BEHAVIOURS [26]

28 La comunicazione del contenuto è diventata meno importante del Network di comunicazione Digital generation > nuovi assunti > nuovi clienti CULTURAL (R)EVOLUTION [27]

29 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo Q&A Innovazione da un punto di vista del network Open Knowledge CAMPARI (p. 28)

30 La pipeline dell innovazione da un punto di vista di network Entrare in contatto con idee innovative Validate Selezionare valutare Deliberare l implementazione Eseguire L innovazione Open Knowledge CAMPARI (p. 29)

31 Business Case Innovation management [business case] Explore Strength of Weak Ties Model Engage (decision makers & Executive) Exploitation: Programmable Head of Maint.& Minor Works Technical Co ordinator Technical Manager Senior Project Controller Electrical Designer Director of Operations Head of Business Assurance Finance Manager Finance Manager Finance Manager Project Manager Supported Housing Manager Systems Support Manager Head of Service (Operations) Sen. Systems Support Engineer Project Mgr (Special Projects) ICT Service Delivery Manager Knowledge Manager Policy & Research Officer Snr. Policy & Research Officer Public Relations Manager Head of Business Improvement Head of People Development Head of Communications Senior Quantity Surveyor Property Info Officer Contact Centre Manager Director of Customer Services Director of Operations Development Manager Technical Manager Senior Project Controller Director of Gentoo Green Sustainability Project Off Green Operations Manager Assistant Project Controller Operations Manager Arborcultural Team Leader Neighbourhood Support Officer Finance Manager Head of Service (Operations) Policy & Research Officer Sustainability Project Off Sustainability Project Off Snr. Policy & Research Officer Snr. Policy & Research Officer Head of People Development Head of Communications Asst. Chief Executive Senior Quantity Surveyor Building Surveyor Contact Centre Manager Head of Business Improvement Asst. Chief Executive Director of Customer Services Director of Operations Technical Manager Senior Project Controller Electrical Designer Head of Communications Asst. Chief Executive Head of People Development Customer Services Assistant Senior Auditor Evaluation Communities Model Exploitation: Complex Open Knowledge CAMPARI (p. 30)

32 Innovation & Idea management A platform to extend and amplify employees participation in a company s creative process Open Knowledge CAMPARI (p. 31)

33 L aspetto collaborativo dell innovazione Le idee vengono pubblicate sulla community, commentate e votate Open Knowledge CAMPARI (p. 32)

34 Ogni contributo alla community viene riconosciuto... Meccanismi di incentivazione espliciti (con una moneta virtuale ma spendibile ) Le idee migliori emergono rapidamente. E alzano la reputazione di chi le ha proposte Open Knowledge CAMPARI (p. 33)

35 Innovation & Idea management Open Knowledge CAMPARI (p. 34)

36 Cumulative distribution Community management KPI 28 users make up 80% of the activity (was: 19) Members Ideas Comments Votes Views Overall Per User - 0,5 2, %Var (Nov 10-Jan 11) +240% +32% +79% +185% +98% 42 users make up 80% of the ideas (was: 26) User by Idea Peter Faulks Karen Jane Stewart Simon Fuller Graeme Moore George Ponton Malcolm Hunter Gemma Morrison by Comment Peter Faulks Ian Whyte George Ponton Mark Grieve Karen Jane Stewart Pippa Lynam Sandy Bennet by Votes Sandy Bennet Peter Faulks Alex Evans Ian Whyte John Carty Pippa Lynam Karen Jane Stewart by Overall Activity Peter Faulks Sandy Bennet Ian Whyte Alex Evans George Ponton John Carty Pippa Lynam Open Knowledge CAMPARI (p. 35)

37 People connections from discussion threads Nodes are sized by activity (posts made or received) This map can be used to assess how and where executive engagement is happening Open Knowledge CAMPARI (p. 36)

38 Idea Affinities The map shows how ideas are connected based on the number of common people commenting on the idea Maps like this can characterise the crowd effect. Which cluster of ideas are getting a quorum of Open Knowledge CAMPARI (p. 37) support.

39 Agenda Su cosa sto lavorando I problemi dei CEO oggi, gli impatti sull organizzazione e sul lavoro dei singoli Social Business: di cosa parliamo? SNA e ONA Leggere il nuovo Q&A valutare l impatto della formazione nel network Open Knowledge CAMPARI (p. 38)

40 Valutazione: quadro di riferimento / significati organizzativi Livello Kirkpatrick Piano individuale Social Network Social Knowledge Reazione Apprendimento Trasferimento Gradimento e atteggiamento verso l attività formativa Ritenzione delle conoscenza, capacità, comportamenti Persistenza delle competenze acquisite e loro applicazione sul campo a distanza di tempo AFFINITA Qual è il grado di affinità dei partecipanti rispetto ai temi del corso? CAPITALE SOCIALE Come la Formazione crea un capitale sociale e relazionale che viene messo a disposizione dell organizzazione? Qual è la mappa dei knowledge object che afferiscono ad una certa competenza? Come la Formazione ha costruito/modificato la mappa dei knowledge object che afferiscono ad una certa competenza? Risultati (+ ROI) Vantaggi perseguiti dall organizzazione in termini di performance e di ROI NETWORK COLLABORATIVI Come la Formazione modifica e migliora i network collaborativi e i flussi informali di conoscenze?

41 AFFINITY MAP sulle persone: pre+post1+post2: Mappa delle affinità rispetto ai knowledge objects del corso Corso: COMUNICAZIONE EFFICACE Edizione: 34/2009 Data: 24/9/2009 Densità Coesione Centralità Controllo Pre Post1 Post2 Benchmark 19,9% 21% 31% 28,5 OK 3,0 2,8 3,6 3,8 OK 6,4 6,2 8,0 7,2 == Direzione Formazione, Sistema di valutazione, Livello 1 Ι generato con SocialKnowledge

42 ONA CLASSE:post1+post2: Mappa dei network interpersonali Corso: COMUNICAZIONE EFFICACE Edizione: 34/2010 Data: 24/9/2010 Densità Coesione Centralità Post1 Post2 Benchmark 13,5% 11,8% OK 2,8 2,0 = 6,2 5,0 OK Servizio Formazione, Sistema di valutazione, Livello 2 Ι generato con SocialKnowledge

43 Cruscotto Training Manager: Visione di insieme dei network Corso: COMUNICAZIONE EFFICACE Codice: AFFINITY MAP temi: misure di network (coesione dei knowledge object trattati nel corso) Densità Coesione Centralità 25/ / / / / /2009 Media Benchmark 21% 16% 23% 28% 22% 21% 22,5 OK 2,8 2,3 2,0 1,7 2,8 2,0 2,1 = 6,2 OK AFFINITY MAP temi: misure di nodi (temi/competenze a maggiore centralità) [indice: closeness] Gestire riunioni Parlare in pubblico Interpersonale 25/ / / / / /2009 Media Benchmark 2,8 2,3 2,0 1,7 2,8 2,0 2,1 = 2,8 2,3 2,0 1,7 2,8 2,0 2,1 = 6,2 6,0 7,3 5,4 7,1 6,8 5,9 OK AFFINITY MAP persone (vicinanza e coesione dei partecipanti rispetto ai temi del corso) ONA CLASSE (network interpersonali a valle del corso) Densità 25/ / / / / /2009 Media Benchmark Servizio Formazione, Sistema di valutazione, Cruscotto Ι generato con SocialKnowledge

44 tutti rischiamo momenti di follia La definizione di follia è insistere nel fare la stessa cosa aspettandosi risultati differenti! Albert Einstein OpenKnowledge marzo 2009 (p. 43)

45 Thank You grazie per l attenzione. OpenKnowledge PA 2.0: nuovi scenari per la Amministrazione Pubblica (p. 44)

Enterprise 2.0: un nuovo paradigma di sviluppo organizzativo

Enterprise 2.0: un nuovo paradigma di sviluppo organizzativo Enterprise 2.0: un nuovo paradigma di sviluppo organizzativo Emanuele Scotti, Partner e Co-Founder emanuele.scotti@open-knowledge.it Milano, 9 dicembre 2008 Il lavoro è cambiato Frederick Taylor (1856-1915)

Dettagli

Collaborazione e Service Management

Collaborazione e Service Management Collaborazione e Service Management L opportunità del web 2.0 per Clienti e Fornitori dei servizi IT Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly linked to the oral comments which were made at its presentation,

Dettagli

Innovating in not metropolitan area C2C Final Conference Potsdam, 25/03/2014

Innovating in not metropolitan area C2C Final Conference Potsdam, 25/03/2014 Impact Hub Rovereto Innovating in not metropolitan area C2C Final Conference Potsdam, 25/03/2014 Impact Hub believes in power of innovation through collaboration Impact'Hub'is'a'global'network'of' people'and'spaces'enabling'social'

Dettagli

Organizational Network Analysis: competenze, innovazione, efficienza.

Organizational Network Analysis: competenze, innovazione, efficienza. Organizational Network Analysis: competenze, innovazione, efficienza. Modelli di intervento e tecnologie best of the breed per un nuovo ruolo della funzione HR Rosario Sica Emanuele Scotti Agenda Lo scenario

Dettagli

Presentazione Generale

Presentazione Generale Presentazione Generale Milano, Maggio 2015 info@svreporting.com Servizi Se vuoi cambiare il modo di pensare di qualcuno, lascia perdere; non puoi cambiare come pensano gli altri. Dai loro uno strumento,

Dettagli

XXVII Corso Viceprefetti Stage

XXVII Corso Viceprefetti Stage XXVII Corso Viceprefetti Stage Governare le complessità: analisi comparativa di realtà pubblica e realtà privata Roma, 11-15 novembre 2013 A cura di Enel University Contesto del progetto Il progetto Stage

Dettagli

PEOPLE HAVE THE POWER

PEOPLE HAVE THE POWER PEOPLE HAVE THE POWER La conoscenza parte dai colleghi Patrizio Regis Head of Group Internal Communications 21 Maggio 2015 IL RUOLO DELLA COMUNICAZIONE INTERNA IN UNICREDIT Oltre alle attività più "classiche"

Dettagli

VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012. Elisa Fontana

VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012. Elisa Fontana VII CONVEGNO ANNUALE SUI CONTACT CENTER Milano, 7 giugno 2012 Elisa Fontana 1 Contenuti Chi siamo CRM, Customer experience, Customer Engagement Il consumatore e i Social Network I social network generano

Dettagli

"CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI"

CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI "CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI" Marco Beltrami COMPA, Novembre 2004 COMPA Bologna 2004 IBM oggi non solo Information Technology! L ottava società mondiale per dimensione 45%

Dettagli

FORUM ABI HR. Giuditta Alessandrini Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi Roma TRE giuditta.alessandrini@uniroma3.

FORUM ABI HR. Giuditta Alessandrini Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi Roma TRE giuditta.alessandrini@uniroma3. FORUM ABI HR Roma-Palazzo Altieri 9 Giugno 2015 Giuditta Alessandrini Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi Roma TRE giuditta.alessandrini@uniroma3.it FORUM HR 2015 Laboratorio

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it )

CEPIS e-cb Italy Report. Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) CEPIS e-cb Italy Report Roberto Bellini (da leggere su www.01net.it ) Free online selfassessment tool Online services Enables the identification of competences needed for various ICT roles e-cf Competences

Dettagli

Transforming for Results

Transforming for Results Transforming for Results Il nuovo paradigma per un efficace gestione del Capitale Umano 26 settembre 2013 Why deloitte? This is you This is you, Aligned This is you, Transformed Deloitte Business-Driven

Dettagli

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994 DIGITAL SOLUTION La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

ADVISORY. People & Change. Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane. kpmg.com/it

ADVISORY. People & Change. Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane. kpmg.com/it ADVISORY People & Change Presentazione Servizi Presentazione dei servizi per la valorizzazione delle risorse umane kpmg.com/it La Soluzione P&C in Italia In contesti di mercato fortemente competitivi e

Dettagli

Retail Technology Enhanced Learning

Retail Technology Enhanced Learning Manuela Martini Ingegnere Gestionale, manager esperto di Business Process Re-engineering, Manuela ha gestito progetti nazionali ed internazionali finalizzati all'informatizzazione dei processi organizzativi

Dettagli

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM Raffaella D Alessandro IBM GTS Security and Compliance Consultant CISA, CRISC, LA ISO 27001, LA BS 25999, ISMS Senior Manager, ITIL v3 Roma, 16 maggio 2012 IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel

Dettagli

COMUNICAZIONE ITALIANA

COMUNICAZIONE ITALIANA COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su carta, interagisce su internet, decide di persona. Edizioni Servizi Eventi COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su

Dettagli

Un #SocialHR per la #socialorg

Un #SocialHR per la #socialorg Un #SocialHR per la #socialorg 2 3 4 5 6 7 8 CHE COS E LA SOCIAL ORGANIZATION? GUARDIAMOLA CON GLI OCCHI DEL (social)hr CHE COS E LA SOCIAL Un nuovo modo di fare impresa che consente a un vasto numero

Dettagli

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale Green economy e monitoraggio ambientale Green economy and environmental monitoring Navigazione LBS Navigation LBS ICT e microelettronica ICT and microelectronics Per la creazione d impresa SPACE TECHNOLOGY

Dettagli

Il nuovo paradigma della BI in Angelini : analizzare, condividere e decidere tramite la Mobility di SAP. a cura di:

Il nuovo paradigma della BI in Angelini : analizzare, condividere e decidere tramite la Mobility di SAP. a cura di: Il nuovo paradigma della BI in Angelini : analizzare, condividere e decidere tramite la Mobility di SAP a cura di: AGENDA Il Gruppo Angelini La strategia di Business Intelligence in Angelini: una evoluzione

Dettagli

Social Enterprise: l'evoluzione della Banca per lo sviluppo delle performance

Social Enterprise: l'evoluzione della Banca per lo sviluppo delle performance DIMENSIONE SOCIAL & WEB Social Enterprise: l'evoluzione della Banca per lo sviluppo delle performance Milano, 10 novembre 2015 Building a better working world 1 Agenda Il mondo e il modo di fare business

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

#social media strategy social media strategy e social CRM: strumenti per dialogare con rete e clienti

#social media strategy social media strategy e social CRM: strumenti per dialogare con rete e clienti #social media strategy social media strategy e social CRM: strumenti per dialogare con rete e clienti innovation design training new business strategy be a jedi disclaimer 2 il presente documento è stato

Dettagli

Fondazione CUOA, 21 giugno 2012 cecilia.rossignoli@univr.it

Fondazione CUOA, 21 giugno 2012 cecilia.rossignoli@univr.it NUOVI MODELLI DI BUSINESS NELL ERA DI INTERNET Fondazione CUOA, 21 giugno 2012 cecilia.rossignoli@univr.it ALCUNE DEFINIZIONI DI MODELLI DI BUSINESS NELLA LETTERATURA ACCADEMICA A description of the roles

Dettagli

Annamaria Di Ruscio, Amministratore Delegato NetConsulting cube. 30 Settembre 2015 Università degli Studi di Camerino

Annamaria Di Ruscio, Amministratore Delegato NetConsulting cube. 30 Settembre 2015 Università degli Studi di Camerino Costruire le Competenze Digitali per l Innovazione delle Imprese Il fabbisogno di nuove Competenze Digitali per la Digital Transformation delle aziende Annamaria Di Ruscio, Amministratore Delegato NetConsulting

Dettagli

Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP

Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP Stoccolma 2010, Melbourne 2012, Madrid 2014: un riposizionamento strategico delle RP 7 ottobre 2014 Prof. Giampaolo Azzoni Giampaolo Azzoni 2 MANAGER DELLE RP: IL NUOVO RUOLO IN AZIENDA Le 5 Key-Words

Dettagli

Qlik Services. Roma 10 Giugno, 2015

Qlik Services. Roma 10 Giugno, 2015 Qlik Services Roma 10 Giugno, 2015 By 2015, the shifting tide of BI platform requirements, moving from reporting-centric to analysis-centric, will mean the majority of BI vendors will make governed data

Dettagli

Gestire e conoscere i clienti

Gestire e conoscere i clienti Gestire e conoscere i clienti il Customer Hub Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema 2 Realizzata da OPENKNOWLEDGE Realizzata da OPENKNOWLEDGE 3 1 Maggiore collaborazione, motivazione

Dettagli

MORE. FOR YOUR COMPANY PROFILE CUSTOMER

MORE. FOR YOUR COMPANY PROFILE CUSTOMER MORE. FOR YOUR COMPANY PROFILE CUSTOMER ABOUT NOW!retail specialist supporta le reti commerciali nei progetti di organizzazione e sviluppo. Siamo un gruppo di professionisti che ha nel proprio dna il mestiere:

Dettagli

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi 1) information goes to work 2) model the way Quale migliore prospettiva

Dettagli

Azienda USL di Piacenza

Azienda USL di Piacenza Azienda USL di Piacenza Aziende Sanitarie ed utenti Internet cambia il lavoro Le tecnologie della comunicazione cambiano anche i lavori tradizionali. Come cogliere le opportunità Roma, 19 maggio 2011 1

Dettagli

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 User satisfaction survey Technology Innovation 2010 Survey results Ricordiamo che l intervallo di valutazione

Dettagli

MEGA INTERNATIONAL MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY

MEGA INTERNATIONAL MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY MEGA INTERNATIONAL MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY 2 MANAGING ENTERPRISE COMPLEXITY Oggi il mondo del business è in rapida evoluzione. Le decisioni devono essere prese sempre più velocemente e sotto pressione.

Dettagli

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato Consulenza di Direzione Partners del Vostro successo Ricerca e Selezione di personale specializzato COMPANY PROFILE IL GRUPPO Il Gruppo KNET si colloca tra le primarie aziende operanti nel settore della

Dettagli

IL PROGETTO CEBBIS. Central Europe Branch Based Innovation Support. Confindustria Udine, 27 febbraio 2013. www.cebbis.eu

IL PROGETTO CEBBIS. Central Europe Branch Based Innovation Support. Confindustria Udine, 27 febbraio 2013. www.cebbis.eu IL PROGETTO CEBBIS Central Europe Branch Based Innovation Support Confindustria Udine, 27 febbraio 2013 The CEBBIS project is implemented through the Central Europe Programme co-financed by the ERDF Il

Dettagli

APRE Agenzia per la promozione della Ricerca Europea. Keji Adunmo & Monique Longo, APRE Punti di Contatto Nazionale per il tema SSH

APRE Agenzia per la promozione della Ricerca Europea. Keji Adunmo & Monique Longo, APRE Punti di Contatto Nazionale per il tema SSH APRE Agenzia per la promozione della Ricerca Europea Keji Adunmo & Monique Longo, APRE Punti di Contatto Nazionale per il tema SSH AGENDA: 1. APRE come National Contact Point 2. Il Network dei National

Dettagli

User Centricity in AGCOM

User Centricity in AGCOM User Centricity in AGCOM Marana Avvisati Market Analysis, Competition and Studies Department NeutralAccess13 La centralità dell utente nelle reti mobili del futuro Urbino, 2 ottobre 2013 Outline 1. Introduction:

Dettagli

Trasformare dati grezzi in Informazioni strategiche. Fredi Agolli, Country Manager 12 novembre 2013

Trasformare dati grezzi in Informazioni strategiche. Fredi Agolli, Country Manager 12 novembre 2013 Trasformare dati grezzi in Informazioni strategiche Fredi Agolli, Country Manager 12 novembre 2013 Dati mobile: la spesa si fa in metro Il motore è intelligente: i sensori smart delle grandi macchine Big

Dettagli

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION

La ISA nasce nel 1994. Servizi DIGITAL SOLUTION ISA ICT Value Consulting La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi

Dettagli

COMPANY PROFILE. A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it

COMPANY PROFILE. A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it COMPANY PROFILE A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it 1 1 Il valore che offriamo FORMAZIONE IN AZIENDA - Personalizzazione - Applicazione sul

Dettagli

Contenuti con specializzazione per 218 profili professionali: human resources / management / business/ project (si veda

Contenuti con specializzazione per 218 profili professionali: human resources / management / business/ project (si veda Convenzione Berlitz per i soci di ICF Italia ed i rispettivi familiari Perché scegliere Berlitz? Siamo la scuola di lingue con più anni di esperienza al mondo e con professionalità, efficienza e cortesia

Dettagli

The Knowledge Management Company KM UNIVERSITY

The Knowledge Management Company KM UNIVERSITY Page 1 of 11 The Knowledge Management Company KM UNIVERSITY Agenda e iscrizioni ENTRO IL 1 OTTOBRE 2009 su www.jekpot.com/pagine/km14.htm KNOWLEDGE MANAGEMENT UNIVERSITY Gestire e comunicare la conoscenza

Dettagli

www.osservatori.net - CHI SIAMO

www.osservatori.net - CHI SIAMO Virtual Workspace ed Enterprise 2.0: prospettive e barriere di una rivoluzione annunciata Mariano Corso Politecnico di Milano www.osservatori.net - CHI SIAMO Nati nel 1998, gli Osservatori ICT della School

Dettagli

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA LA STORIA ITI IMPRESA GENERALE SPA nasce nel 1981 col nome di ITI IMPIANTI occupandosi prevalentemente della progettazione e realizzazione di grandi impianti tecnologici (termotecnici ed elettrici) in

Dettagli

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò Padova Smart City Internet of Things Alberto Corò Padova 16 ottobre 2013 Smart City Le smart cities ("città intelligenti") possono essere classificate lungo 6 aree di interesse: Economia Mobilità Ambiente

Dettagli

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.

Agenda. IT Governance e SOA. Strumenti di supporto alla governance. Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo. SOA Governance Vittoria Caranna vcaranna@imolinfo.it Marco Cimatti mcimatti@imolinfo.it Agenda IT Governance e SOA Strumenti di supporto alla governance 2 Importanza della Governance Service Oriented Architecture

Dettagli

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO

DIGITAL TRANSFORMATION. Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO DIGITAL TRANSFORMATION Trasformazione del business nell era digitale: Sfide e Opportunità per i CIO AL VOSTRO FIANCO NELLA DIGITAL TRANSFORMATION Le nuove tecnologie, tra cui il cloud computing, i social

Dettagli

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo

Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo Dal CRM all ERM: nella condivisione degli obiettivi di business la chiave di una strategia di successo ABI CRM 2002 Gabriella Lo Conte Marketing Manager Roma, 13 Dicembre 2002 Agenda TeleAp Customer Relationship

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Lezione 22. Il reporting

Lezione 22. Il reporting Lezione 22 Il reporting Perché i report Orientamento dei comportamenti (You get what you measure) Le distorsioni comportamentali Apprendere dagli errori Il feedback La correzione avviene solo se: 1. gli

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Soluzioni efficaci di Knowledge Management

Soluzioni efficaci di Knowledge Management S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO 11 MEETING NAZIONALE EVOLUZIONE DEI SERVIZI PROFESSIONALI DELLA CONSULENZA (R)INNOVARE LO STUDIO Soluzioni efficaci di Knowledge Management Dott. STEFANO

Dettagli

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Jonathan Brera Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 1 Agenda Introduzione

Dettagli

IT MANAGEMENT CONSULTING DIGITAL SOLUTION IT SECURITY & COMPLIANCE. La ISA nasce nel 1994

IT MANAGEMENT CONSULTING DIGITAL SOLUTION IT SECURITY & COMPLIANCE. La ISA nasce nel 1994 ISA ICT Value Consulting IT MANAGEMENT CONSULTING DIGITAL SOLUTION IT SECURITY & COMPLIANCE La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di Consulting ICT alle organizzazioni

Dettagli

Talent vs Core: la giusta traiettoria verso il cloud per le Risorse Umane

Talent vs Core: la giusta traiettoria verso il cloud per le Risorse Umane Presenter: Vincenzo De Giovanni - COO Allos Group Talent vs Core: la giusta traiettoria verso il cloud per le Risorse Umane Agenda Trend in area HR Traiettoria tradizionale Trend in area HR IT Traiettoria

Dettagli

ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione

ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione ISO 50001:2011: Integrazione con ISO 14001:2004 e altri sistemi di gestione Fiona Healy 29 September 2011 Det Norske Veritas DNV è una fondazione internazionale indipendente che dal 1864 opera per la salvaguardia

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Creating Your Future. Linee guida

Creating Your Future. Linee guida Creating Your Future IL CICLO DEL PERFORMANCE MANAGEMENT Un approccio sistematico Linee guida Il focus si sta spostando dal personale inteso come un costo al personale come fonte di valore 35% 30% 25%

Dettagli

Marco Raimondo WebSphere Business Development, IBM Italia. Tenere sotto costante controllo i processi di business con cruscotti real-time

Marco Raimondo WebSphere Business Development, IBM Italia. Tenere sotto costante controllo i processi di business con cruscotti real-time Marco Raimondo WebSphere Business Development, IBM Italia Tenere sotto costante controllo i processi di business con cruscotti real-time Agenda BAM : una vista sul processo BAM : l inizio del Business

Dettagli

Com è cambiato il mondo del lavoro con l introduzione delle tecnologie mobile?

Com è cambiato il mondo del lavoro con l introduzione delle tecnologie mobile? Com è cambiato il mondo del lavoro con l introduzione delle tecnologie mobile? Fiorella Crespi Osservatorio Smart Working School of Management del Politecnico di Milano L evoluzione dei modelli di lavoro

Dettagli

Nuove modalità di interazione

Nuove modalità di interazione Sistemi Twitter-like e il loro ruolo all interno dell'azienda per supporto al business. Problematiche di controllo Come permettere alla conoscenza di entrare in azienda e proteggere nello stesso tempo

Dettagli

2006 IBM Corporation

2006 IBM Corporation La polarizzazione del mercato Polarizzazione del mercato consumer Bell Curves Crescita e valore percepito Well Curves Mass Competitive Spectrum Targeted Gli specialisti di settore devono possedere value

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda

Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Nell'era della Business Technology: il business e la tecnologia allineati per migliorare i risultati dell'azienda Giovanni Vecchio Marketing Program Manager - Hewlett Packard Italiana S.r.l. Treviso, 13

Dettagli

Lo sviluppo continuo del Talento: la soluzione Talentia HCM

Lo sviluppo continuo del Talento: la soluzione Talentia HCM Lo sviluppo continuo del Talento: la soluzione Talentia HCM Enzo De Palma Business Development Director Fabio Cardilli European Product Leader May 2013 Il Talento, cultura e opportunità Perché il Talento

Dettagli

Ricercare l efficienza operativa facilitando il cambiamento con soluzioni enterprise avanzate

Ricercare l efficienza operativa facilitando il cambiamento con soluzioni enterprise avanzate Ricercare l efficienza operativa facilitando il cambiamento con soluzioni enterprise avanzate Fabio Della Lena Principal Solutions Designer 6 Marzo 2013 1 Infor: alcuni indicatori 3 a Azienda al mondo

Dettagli

Formazione Continua. Offerta Formativa

Formazione Continua. Offerta Formativa Formazione Continua Offerta Formativa 2014-2015 Sommario Chi siamo: formazione continua dell ECS I nostri servizi Offerta formativa Tecnology & ICT Governance Sviluppo della Persona e dell Organizzazione

Dettagli

ABOUT LE NOSTRE RAGIONI

ABOUT LE NOSTRE RAGIONI COMPANY PROFILE NOW! Retail Specialist snc Sede Legale Sede Operativa Via Cibrario, 50 10144 Torino Italia Via Allioni, 3 10122 Torino Italia +39 347 2654450 www.nowretail.it info@nowretail.it P.IVA 11296050013

Dettagli

shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival

shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival Sharitaly Milano, 9/11/2015 What challenges? Regulatory uncertainty -> -> Spending and investments delays -> Unplanned direction

Dettagli

Open Innovation. Valentina Lazzarotti LIUC Università Cattaneo

Open Innovation. Valentina Lazzarotti LIUC Università Cattaneo Open Innovation Valentina Lazzarotti LIUC Università Cattaneo 1 Agenda Definizioni Diversi modi di intendere l apertura- Variabili rilevanti Esempi di posizionamento Rischi e vantaggi Da cosa dipende in

Dettagli

Evento di Apertura 11/6 dalle 15 alle 18. 1 Modulo: efficacia personale 12-13/06. 2 Modulo: analisi di mercato e posizionamento aziendale 17-18/07

Evento di Apertura 11/6 dalle 15 alle 18. 1 Modulo: efficacia personale 12-13/06. 2 Modulo: analisi di mercato e posizionamento aziendale 17-18/07 Training partners Calendario Modulo Data Evento di Apertura 11/6 dalle 15 alle 18 1 Modulo: efficacia personale 12-13/06 2 Modulo: analisi di mercato e posizionamento aziendale 17-18/07 3 Modulo: marketing

Dettagli

Attività avviate per i Giovani

Attività avviate per i Giovani Attività avviate per i Giovani CORSO TIPOLOGIA DURATA PARTECIPANTI Operations Maintenance Management Corso biennale sulla gestione dei processi produttivi e manutentivi nelle aziende di servizi al fine

Dettagli

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011 Project Management e Business Analysis: the dynamic duo Firenze, 25 Maggio 2011 Grazie! Firenze, 25 Maggio 2011 Ing. Michele Maritato, MBA, PMP, CBAP 2 E un grazie particolare a www.sanmarcoinformatica.it

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

Prendiamo le misure: Tecnologie e Metriche verso il domani

Prendiamo le misure: Tecnologie e Metriche verso il domani TOP EMPLOYERS HR CONFERENCE Prendiamo le misure: Tecnologie e Metriche verso il domani Un incontro operativo, una giornata di studio e confronto, scambio di esperienze, opinioni e ricerche. Un palcoscenico

Dettagli

Incontro con le Organizzazioni Sindacali

Incontro con le Organizzazioni Sindacali GRUPPO TELECOM ITALIA Incontro con le Organizzazioni Sindacali Roma, 4 luglio 014 People Value Organizational Effectiveness Agenda Il macro assetto organizzativo Le funzioni di Staff La recente evoluzione

Dettagli

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice OUR PHILOSOPHY PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT POLICY ERM MISSION manage risks in terms of prevention and mitigation proactively seize the

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

why? what? when? where? who?

why? what? when? where? who? why? l azienda overview l innovazione innovation WeAGoo è un azienda italiana specializzata nella raccolta di informazioni turistiche brevi ed essenziali a carattere storico, artistico, culturale, naturalistico

Dettagli

CA-Clarity Vision. Governare la trasformazione delle idee in iniziative di business con un approccio agile Fabio Cresta Principal Consultant

CA-Clarity Vision. Governare la trasformazione delle idee in iniziative di business con un approccio agile Fabio Cresta Principal Consultant CA-Clarity Vision Governare la trasformazione delle idee in iniziative di business con un approccio agile Fabio Cresta Principal Consultant Legame tra fallimento dei progetti e requisiti Il 70-80% dei

Dettagli

Le nuove professioni nella Banca che cambia: Agenda dell intervento

Le nuove professioni nella Banca che cambia: Agenda dell intervento Le nuove professioni nella Banca che cambia: Agenda dell intervento L evoluzione del contesto e le forze trainanti Le nuove professioni nel settore bancario Le sfide per il settore A caccia di talenti

Dettagli

IT governance & management. program

IT governance & management. program IT governance & management Executive program VI EDIZIONE / GENNAIO - maggio 2016 PERCHÉ QUESTO PROGRAMMA Nell odierno scenario competitivo l ICT si pone come un fattore abilitante dei servizi di business

Dettagli

EMBA Executive Master in Business Administration

EMBA Executive Master in Business Administration Master Universitario EMBA Executive Master in Business Administration Master Universitario di Secondo Livello part-time 1 a EDIZIONE OTTOBRE 2015 MARZO 2017 LIUC UNIVERSITÀ CATTANEO La LIUC Università

Dettagli

Think. Feel. Act... Social! Soluzioni formative per orientarsi nel mondo Social

Think. Feel. Act... Social! Soluzioni formative per orientarsi nel mondo Social Think Feel Act... Social! Soluzioni formative per orientarsi nel mondo Social Le nostre soluzioni verso una Social Organization Supporto nella definizione di una corretta strategia di utilizzo dei Social

Dettagli

IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO

IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO IT BUSINESS INNOVATION: ILLUSIONE O REALTA? LA STRATEGIA PER IL FUTURO Francesco Moretti DEPUTY CEO FINCONS GROUP Innovation Day for Oil&Gas - Roma, 8 Ottobre Company Profile FINCONS GROUP IT Business

Dettagli

Il Working Partnership

Il Working Partnership Il Working Partnership Il Working Partnership è uno strumento/risorsa per tutti coloro che sono interessati allo sviluppo e al miglioramento del lavoro di partnership. Lo strumento deriva da un precedente

Dettagli

Certificazioni professionali informatiche in Europa la misura condivisa delle competenze ICT per competere e innovare

Certificazioni professionali informatiche in Europa la misura condivisa delle competenze ICT per competere e innovare Forum PA 2007 Formazione Informatica nella PA Certificazioni professionali informatiche in Europa la misura condivisa delle competenze ICT per competere e innovare Giulio Occhini AICA Roma, 21 Maggio 2007

Dettagli

Service Design Programme

Service Design Programme Service Design Programme SERVICE DESIGN - cosa è Il Service Design è l attività di pianificazione e organizzazione di un servizio, con lo scopo di migliorarne l esperienza in termini di qualità ed interazione

Dettagli

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti L adozione di COBIT come strumento di IS Governance. Stato dell arte, risultati e fattori critici di successo nelle esperienze analizzate. Elisa Pozzoli, Gianluca Salviotti Copyright SDA Bocconi Elisa

Dettagli

Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese

Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese Il Cloud e la Trasformazione delle Imprese Roberto Masiero Managing Director - The Innovation Group Cloud Computing Summit 2014 Milano, 16 Marzo 2014 Agenda 2014: «L Anno del Sorpasso»: Nuove Tecnologie

Dettagli

Big Data e Customer Engagement

Big Data e Customer Engagement 2013 Big Data e Customer Engagement Una Ricerca di: Novembre 2013 SOMMARIO PRINCIPALI RISULTATI DELLO STUDIO 2 INTRODUZIONE 5 COSA SONO I BIG DATA 5 PERCHÉ I BIG DATA SONO DIVENTATI IMPORTANTI 6 ADOZIONE

Dettagli

Portfolio-Driven Performance Driving Business Results Across The Enterprise

Portfolio-Driven Performance Driving Business Results Across The Enterprise Portfolio-Driven Performance Driving Business Results Across The Enterprise IT Governance e Portfolio Management Supportare il Business The core business of tomorrow is a "new and different" idea today

Dettagli

trasformazione digitale

trasformazione digitale L'offerta digitale sarà il terreno sul quale si misurerà la competizione tra case editrici nell'immediato futuro: a cambiare sarà la concezione del prodotto editoriale, che dovrà adattarsi dinamicamente

Dettagli

Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane

Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane Lavorare per progetti investendo nelle risorse umane 27 settembre 2002 Agenda Accenture Chi siamo Cosa facciamo Come siamo organizzati I nostri ruoli La complessità dei progetti L organizzazione di un

Dettagli

Le competenze richieste dal mercato per la conduzione dei progetti ICT

Le competenze richieste dal mercato per la conduzione dei progetti ICT GRUPPO TELECOM ITALIA Ministero dello Sviluppo Economico Scuola Superiore di Specializzazione in Telecomunicazioni Roma, 26 gennaio 2016 Le competenze richieste dal mercato per la conduzione dei progetti

Dettagli

Welfare 2.0 : l esperienza SAS Italia Elena Panzera HR & CSR DIRECTOR. Copyright 2011 SAS Institute Inc. All rights reserved.

Welfare 2.0 : l esperienza SAS Italia Elena Panzera HR & CSR DIRECTOR. Copyright 2011 SAS Institute Inc. All rights reserved. Welfare 2.0 : l esperienza SAS Italia Elena Panzera HR & CSR DIRECTOR Copyright 2011 SAS Institute Inc. All rights reserved. SAS Maggiore produttore mondiale di Business Analytics e BI Fondata 1976 a Cary,

Dettagli